Gestione Provvigioni Agenti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione Provvigioni Agenti"

Transcript

1 Gestione Provvigioni Agenti Indice degli argomenti Introduzione 1. Operazioni preliminari in Gestionale 1 2. Gestione delle provvigioni nei documenti di vendita, ordini clienti e offerte 3. Gestione delle provvigioni nella Fatturazione Periodica 4. Gestione provvigioni agenti 5. ENASARCO E F.I.R.R. Appendice A: conversione dati provvigioni

2 Introduzione Il presente documento è rivolto a coloro che hanno la necessità di determinare all interno della propria azienda, gli importi delle provvigioni da riconoscere agli agenti con i quali si intrattengono rapporti economici, a seconda del fatturato conseguito. La gestione Provvigioni Agenti, realizzata in Gestionale 1 all interno del modulo Vendite (G1VEN), consente di gestire il flusso delle operazioni legate alle provvigioni, dall inserimento della percentuale provvigione o importo fisso sulla riga dei documenti di vendita (e/o ordini clienti), alla generazione dei movimenti provvigionali, fino alla liquidazione delle provvigioni maturate. L utente, in base alla propria organizzazione aziendale e alle proprie esigenze, avrà la possibilità di: definire il tipo di calcolo provvigioni per ogni agente (in base alle condizioni di vendita, alla combinazione delle categorie provvigionali, ad espressioni di calcolo, a importi calcolati); stabilire il momento di maturazione delle provvigioni (in fase di emissione, scadenza e/o incasso della fattura); indicare la percentuale di maturazione della provvigione per le tre fasi possibili (vedi punto precedente); stabilire il momento in cui generare i movimenti provvigionali (in fase di stampa definitiva, in fase di consolidamento del documento o in un momento particolare stabilito dall utente); adottare la gestione del capoarea; abbinare l agente ad ogni indirizzo di spedizione cliente; inserire e/o modificare manualmente i movimenti provvigionali; effettuare una sincronizzazione tra le provvigioni e le partite di chiusura presenti sugli estratti conto (funzionalità possibile solo in presenza di maturazione all incasso); liquidare le provvigioni maturate; stampare tutte le informazioni relative alle provvigioni secondo i diversi formati di stampa forniti, con possibilità di personalizzazione dei layout di stampa. eseguire il calcolo dei contributi previdenziali o assistenziali e del F.I.R.R., che l azienda deve versare all ente Enasarco per i suoi agenti.

3 N.B. La gestione Provvigioni Agenti è stata realizzata nell ottica di voler salvaguardare alcuni aspetti della gestione preesistente in modo tale da garantire la massima compatibilità con la precedente modalità operativa. 1 Operazioni preliminari in Gestionale 1 Di seguito riportiamo le operazioni preliminari da svolgere in Gestionale 1, al fine di configurare correttamente l applicativo per attuare una corretta gestione delle provvigioni agenti. Le scelte che verranno di seguito descritte, sono presenti nel menu Base \ Archivi Vendite \ Agenti e Provvigioni. 1.1 Parametri Provvigioni La compilazione delle informazioni presenti nella scelta Parametri Provvigioni (Figura 1) determinerà la modalità operativa nella gestione delle provvigioni agenti. Figura 1 Scheda Generali Nella scheda Generali sono previsti i seguenti parametri: Abilita gestione agente capoarea: se selezionato, sarà possibile gestire l informazione del capoarea con relativa provvigione sia nella gestione dei documenti di vendita che nella gestione ordini clienti.

4 L abilitazione del campo del capoarea e della relativa provvigione presenti rispettivamente sulla testata e sul corpo documenti e ordini, è subordinata alla selezione dei campi presenti nella scheda Personalizza campi nei Tipi Documento di Vendita e Tipo Ordini. Di default questa opzione è disattivata. Disabilita calcolo automatico delle provvigioni nelle gestioni: se selezionato, la compilazione dei campi relativi alla provvigione (percentuale o importo) presenti sulle righe dei documenti e ordini sarà manuale, cioè non verrà preso in considerazione il tipo di calcolo provvigioni associato all agente. L utente potrà comunque modificare per ogni singola riga la modalità operativa, passando da quella manuale a quella del calcolo automatico e viceversa. Di default questa opzione è disattivata. Generazione movimenti provvigionali: l utente ha la facoltà di stabilire il momento in cui eseguire la generazione dei movimenti delle provvigioni, scegliendo tra la generazione in fase di stampa definitiva o in fase di consolidamento del documento, oppure optando per effettuare la generazione in un momento successivo, tramite lancio manuale della procedura Genera Provvigioni (descritta nei paragrafi successivi). E possibile scegliere tra le seguenti opzioni: o In fase di stampa definitiva del documento o In fase di consolidamento del documento (opzione selezionata di default per compatibilità con la versione precedente) o Nessuna generazione automatica Selezionando il pulsante Avanzate è possibile accedere alla finestra Impostazioni Avanzate Provvigioni (Figura 2), in cui è possibile definire, per ogni tipo pagamento indicato il modo con cui attribuire la data di maturazione durante la procedura di sincronizzazione provvigioni che verrà approfondita nei paragrafi successivi.

5 Figura 2 Per ognuno dei tipi pagamento indicati attivando il check verrà considerata come data maturazione la data di scadenza dell effetto; qualora la data di registrazione della partita di incasso risulti superiore alla data scadenza verrà invece considerata la stessa data di registrazione dell incasso. Lasciando l opzione deselezionata, invece, verrà sempre considerata come data maturazione la data di registrazione della partita di incasso. Questo check risulterà attivo in modo predefinito per i tipi pagamento Ricevuta Bancaria, R.I.D. e S.D.D.. Scheda Enasarco 2015 Nella scheda Enasarco 2015 (Figura 3) sono riportati tutti i dati utili per effettuare il calcolo dei contributi da versare all Ente ENASARCO, suddivisi in base alla forma giuridica dell agente e in base alla tipologia di contratto. A seguito del caricamento della versione 5.5.4, questa scheda verrà aggiornata in automatico con gli importi e le aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio Nella sezione Professionisti e società di persone viene riportata la percentuale relativa all aliquota contributiva suddivisa per il 50% a carico dell azienda e per il 50% a carico dell agente. Vengono inoltre indicati, gli importi

6 del contributo minimale e del massimale provvigioni in base alla tipologia di contratto di agenzia (monomandatario e plurimandatario): il campo Contributo minimo indica l importo annuale che deve essere versato se il rapporto di agenzia ha prodotto provvigioni nel corso dell anno, seppure in misura minima. Il minimale contributivo è frazionabile per quote trimestrali ed è dovuto per tutti i trimestri di effettiva durata del rapporto di agenzia nell anno considerato, sempreché, in almeno uno di essi, sia maturata una provvigione. il campo Max provvigione indica l importo del massimale provvigionale annuo su cui calcolare il contributo ENASARCO; sulla quota delle provvigioni che eccede tale limite massimo non è previsto il calcolo e il versamento di alcun contributo. Figura 3 Nella sezione Società di capitali sono riportati gli scaglioni relativi agli importi di provvigione e le relative percentuali utilizzate per il calcolo del contributo ENASARCO, con percentuali diverse a carico dell azienda e dell agente. Scheda FIRR 2015 Nella scheda FIRR 2015 (Figura 4) sono riportati gli scaglioni relativi al fatturato annuo delle provvigioni e le relative aliquote percentuali per il calcolo del contributo F.I.R.R. suddivisi in base alla tipologia di contratto di agenzia.

7 Figura Categorie provvigionali agenti - clienti - articoli e Provvigioni per Categorie Attraverso la creazione delle categorie provvigionali, è possibile raggruppare, in base a dei propri criteri, gli agenti, i clienti e gli articoli al fine di definire tutte le possibili combinazioni tra le varie categorie. Per ogni combinazione inserita, sarà possibile associare una percentuale di provvigione sia per l agente che per il capoarea, se gestito, oppure legare la percentuale da proporre a una classe di sconto. Nel momento in cui l utente andrà a definire il tipo calcolo provvigioni, tra i diversi tipi di calcolo proposti, potrà selezionare l opzione Percentuale in base alla tabella Provvigioni per Categorie. Categorie Provvigionali Agenti Questa scelta permette di suddividere gli agenti in base a diverse politiche provvigionali; è prevista la compilazione di un codice e di una descrizione. La categoria creata dovrà poi essere associata all anagrafica dell agente. Categorie Provvigionali Clienti Questa scelta permette di suddividere i clienti in base a diverse politiche provvigionali; è prevista la compilazione di un codice e di una descrizione. La categoria creata potrà essere associata sia nell anagrafica

8 dei clienti effettivi che potenziali, nella scheda Vendite (menu Base \ Anagrafica Clienti e menu Base \ Archivi Rapporti \ Clienti Potenziali ). Categorie Provvigionali Articoli Questa scelta permette di suddividere gli articoli in base a diverse politiche provvigionali; è prevista la compilazione di un codice e di una descrizione. La categoria creata dovrà poi essere associata all anagrafica dell articolo (menu Base \ Anagrafica Articoli ). Provvigioni per Categorie Questa scelta permette di gestire le combinazioni tra le diverse categorie provvigionali create in precedenza. Le informazioni richieste sono: Categoria agenti (campo obbligatorio): inserire la categoria provvigionale agenti. Categoria clienti (campo facoltativo): inserire la categoria provvigionale clienti. Categoria articoli (campo facoltativo): inserire la categoria provvigionale articoli. Per ogni combinazione inserita sarà possibile indicare la percentuale di provvigione sia per l agente che per il capoarea, selezionando tra le seguenti opzioni: Percentuale fissa In base alla classe di sconto Tali opzioni sono alternative l una all altra. La priorità con cui verrà ricercata la percentuale provvigione da proporre in fase di inserimento documenti di vendita e ordini clienti, è la seguente: o cat. provvigione agente + cat. provvigione cliente + cat. provvigione articolo se non venisse trovata o cat. provvigione agente + cat. provvigione cliente se non venisse trovata o cat. provvigione agente + cat. provvigione articolo se non venisse trovata o cat. provvigione agente Attraverso il pulsante Visualizza è possibile visualizzare in griglia, tutte le combinazioni delle categorie provvigionali inserite con le rispettive percentuali di provvigione o classi di sconto.

9 N.B. Ricordiamo che attraverso la tabella Classi di sconto (menu Base \ Archivi Vendite \ Archivi Vendite ) è possibile codificare gli scaglioni di sconto e provvigioni per permettere di "calibrare" la provvigione dell agente in rapporto alla percentuale di sconto concessa al cliente. Inoltre, indicando una percentuale di sconto negativa, questa verrà considerata come maggiorazione e avrà effetto sul calcolo della percentuale di provvigione (Figura 5). Figura 5

10 1.3 Tipi calcolo Provvigioni Questa scelta permette di definire il tipo di calcolo provvigioni da utilizzare che dovrà essere successivamente abbinato ad ogni singolo agente (Figura 6). Oltre al codice e alla descrizione, è possibile indicare il tipo di calcolo, selezionando tra le seguenti opzioni: Percentuale in base alle condizioni di vendita: selezionando questa opzione, la percentuale di provvigione agente che verrà proposta nella gestione documenti di vendita e gestione ordini clienti, verrà ricercata nelle seguenti anagrafiche con il seguente ordine di priorità: o Anagrafica clienti o o o o Classe di sconto legata al listino di vendita Listino di vendita Sconti per categoria merceologica Anagrafica articoli N.B. Qualora sul listino di vendita, in Tabella Listini (menu Base \ Gestione Listini \ Listini Vendita ) fosse selezionata l opzione Sconti per categoria merceologica - Prevalgono sulle condizioni del listino e sull Anagrafica Articoli nella scheda Vendite, fosse selezionata l opzione Cond. Commerciali Cat. merceologica, la ricerca della percentuale di provvigione verrà effettuata direttamente sulla tabella Sconti per categoria merceologica, ignorando i listini di vendita. Questa opzione risulterà selezionata di default per compatibilità con la gestione precedente che prevedeva la suddetta modalità di calcolo, e influirà solo ed esclusivamente sul calcolo della provvigione dell agente, mentre per il capoarea sarà necessario indicare la percentuale da applicare, compilando il campo Espressione capoarea. Il valore qui indicato verrà proposto nel campo relativo alla percentuale provvigione del capoarea nella gestione documenti di vendita e gestione ordini clienti; il valore indicato potrà essere un valore numerico oppure un espressione di calcolo. La mancata compilazione di questo campo, comporterà l inserimento manuale della provvigione sul documento/ordine. Percentuale in base alla tabella Provvigioni per Categorie: selezionando questa opzione, la percentuale di provvigione agente e capoarea verrà ricercata nella tabella Provvigioni per categorie. Percentuale in base ad una espressione di calcolo Espressione agente / Capoarea: sia per l agente che per il capoarea, è possibile indicare una percentuale di provvigione derivata da espressioni di calcolo;

11 questa possibilità potrebbe essere utilizzata qualora, sia per l agente che per il capoarea, si voglia determinare una percentuale in base a criteri più complessi e sofisticati. Importo calcolato Espressione Agente / Capoarea: sia per l agente che per il capoarea, è possibile indicare, in alternativa alla percentuale provvigione, un importo calcolato, oppure indicare semplicemente un valore fisso. Compilando queste informazioni, sia nella gestione dei documenti che degli ordini, la provvigione sarà espressa come importo e non più in percentuale. N.B. La creazione delle espressioni di calcolo sia per le percentuali che per gli importi provvigioni, avviene tramite la funzione Campi calcolati richiamabile attraverso il pulsante posto a fianco di ciascuna opzione che consente l inserimento di una espressione calcolata. I campi messi a disposizione per il calcolo provvigione sono le percentuali di provvigione derivanti dalle entità coinvolte nella gestione (provvigione articolo, listino, cliente, provvigione calcolata sulle categorie provvigionali, ecc.), oltre ai campi più significativi della riga del documento/ordine (quantità, prezzo, sconti, ecc.) o più strettamente legati all articolo (costo ultimo, costo standard, costo medio) e altri campi ancora. Di seguito sono riportati a titolo esemplificativo due espressioni utilizzabili per il calcolo delle provvigioni: Espressione capoarea relativa al tipo calcolo Percentuale, in base alle condizioni di vendita : DOC.PROVAGE/3 (permette di calcolare la percentuale del capoarea per il valore di un terzo rispetto alla percentuale dell agente) Espressione agente relativa al tipo calcolo Importo calcolato : (((DOC.QUANTI*CALC.PREZZO)- (DOC.QUANTI*ART.COSTOSTD))/2) (permette di calcolare l importo della provvigione agente pari alla metà del margine di vendita) Base Imponibile: indicare la base imponibile (riferita alla singola riga del documento/ordine) sulla quale deve essere effettuato il calcolo della provvigione; è possibile scegliere tra le seguenti possibilità: o o Sull importo lordo Netto di riga (valore di default) o Al netto di tutti gli sconti (sconti di riga + sconti di calce documento/ordine) Per agevolare coloro che già in passato lavoravano con la gestione agenti e per favorire una continuità operativa, nella tabella Tipi calcolo Provvigioni, vengono forniti 3 codici precompilati secondo le tipologie di calcolo possibili utilizzate nella vecchia gestione. Pertanto, richiamando tale tabella e premendo il tasto di ricerca F6, verranno visualizzati i seguenti tipi di calcolo:

12 codice TCSTD1 che prevede il calcolo della percentuale di provvigione in base alle condizioni di vendita, con base imponibile sull importo lordo ; codice TCSTD2 che prevede il calcolo della percentuale di provvigione in base alle condizioni di vendita, con base imponibile netto di riga ; codice TCSTD3 che prevede il calcolo della percentuale di provvigione in base alle condizioni di vendita, con base imponibile al netto di tutti gli sconti. N.B. Il calcolo della provvigione del capoarea avviene sempre in base alle impostazioni indicate sull agente, allo stesso modo anche l imponibile su cui calcolare la provvigione è quello messo a disposizione per l agente. Figura Anagrafica Agenti Con questa scelta è possibile creare le diverse anagrafiche sia degli agenti che dei capoarea. Nella scheda Dati oltre alle informazioni relative ai dati anagrafici, deve essere compilato il campo Tipo agente che identifica se il soggetto inserito è un Agente o Capoarea ; nella scheda Provvigioni invece, devono essere

13 indicate tutte quelle informazioni che andranno a determinare la gestione e il calcolo delle provvigioni. I campi richiesti sono (Figura 7): Codice agente capoarea: questo campo è abilitato solo in fase di inserimento e/o modifica degli agenti e permette di indicare il capoarea per l agente interessato. Nella gestione documenti di vendita e ordini clienti, il calcolo della provvigione del capoarea associato all agente avverrà secondo le impostazioni indicate sull anagrafica dell agente stesso. Categ. provvigionale: indicare la categoria provvigionale creata in precedenza, obbligatoria se il tipo calcolo previsto è Percentuale in base alla tabella Provvigioni per categoria. Tipo calcolo provvigione: indicare il tipo calcolo provvigione creato in precedenza Maturazione provvigioni: questa informazione consente di indicare il momento in cui devono maturare le provvigioni da riconoscere all agente, in quanto una volta maturate potranno poi essere liquidate. E possibile scegliere tra: o o o % maturazione all emissione della fattura % maturazione alla scadenza della fattura % maturazione all incasso della fattura E possibile gestire sullo stesso agente tutte e tre le fasi di maturazione: la somma delle singole percentuali di maturazione deve essere 100.

14 Figura 7 N.B. Sulla testata dei documenti di vendita e ordini clienti, nel campo Agente è possibile indicare anche un capoarea; in tal caso il capoarea indicato verrà trattato a tutti gli effetti come un normale agente. Nella scheda Enasarco occorre specificare le informazioni utili al calcolo dei progressivi per i contributi che l azienda deve versare per i suoi agenti. I campi richiesti sono (Figura 8):

15 Figura 8 Tipo contratto: questa informazione permette di effettuare un diverso calcolo del contributo ENASARCO e del F.I.R.R in base alle impostazioni definite nei Parametri Provvigioni. E possibile scegliere tra: o o o o o Agente monomandatario Agente plurimandatario Società di capitali monomandataria Società di capitali plurimandataria Dipendente N.B. Il tipo contratto Dipendente non comporta alcun calcolo progressivi. Data inizio e fine collaborazione: l indicazione delle date di inizio e di fine collaborazione sono utili sia per il calcolo dell ENASARCO (il minimale è dovuto in proporzione ai trimestri in cui si è prestata la collaborazione) che per il F.I.R.R (gli importi sono ridotti in proporzione ai mesi di rapporto di agenzia avuti nell anno solare).

16 Matricola Enasarco: se indicata può essere visualizzata nella griglia dei Progressivi ENASARCO/FIRR (menu Vendite \ Provvigioni Agenti ). 1.5 Indirizzi di spedizione clienti (menu Base \ Anagrafica Clienti \ Spedizioni ) Nella tabella Indirizzi Spedizione è stata introdotta la possibilità di associare ad ogni singolo indirizzo di spedizione del cliente un diverso agente. In fase di inserimento e/o modifica di un documento e/o di un ordine in presenza di un indirizzo di spedizione, sarà possibile sostituire l agente, con il relativo capoarea, associato al cliente intestatario del documento, con quello abbinato all indirizzo di spedizione. 1.6 Tipi Documento di Vendita (menu Base \ Archivi Vendite ) Nei tipi documento di vendita sono state introdotte le informazioni del codice capoarea e della relativa provvigione, rispettivamente nella scheda Testata e Corpo. 1.7 Tipo Ordini (menu Base \ Archivi Ordini ) Nei tipi ordini sono state introdotte le informazioni del codice capoarea e della relativa provvigione, rispettivamente nella scheda Testata e Corpo. 2 Gestione documenti di vendita, Gestione ordini clienti e Gestione offerte clienti Dopo aver configurato l applicativo secondo quanto descritto nei paragrafi precedenti, vediamo ora il flusso delle operazioni legate alle provvigioni, partendo dalla gestione dei documenti di vendita, degli ordini clienti e delle offerte clienti. Sulla testata del documento/ordine/offerta, è possibile indicare sia il codice Agente che il codice Capoarea (Figura 9), e nel corpo del documento/ordine/offerta, sempre per l agente e capoarea, è possibile indicare la provvigione su ogni singola riga (Figura 10). Ricordiamo che qualora sia gestito il capoarea, i campi di testata e di dettaglio dovranno essere attivati anche nei tipi documento/ordini/offerte e deve essere selezionata l opzione Abilita gestione agente capoarea nei Parametri Provvigioni.

17 Figura 9 Figura 10

18 Nel corpo documento/ordine/offerta a fianco del campo Provvigione è presente un pulsante che consente di impostare il calcolo automatico delle provvigioni, o la compilazione manuale dei valori relativi alle provvigioni. In caso di calcolo automatico, tali valori non sono modificabili e si aggiornano automaticamente in seguito ad eventuali variazioni delle informazioni che potrebbero influire sul calcolo della provvigione (per esempio: quantità, prezzo, listino, ecc.). Alla pressione del pulsante sopra descritto, è possibile passare dalla modalità di calcolo automatico alla modalità manuale e viceversa, come da esempio di seguito riportato. La presenza della dicitura (calcolata) indica che è attivo il calcolo automatico delle provvigioni (Figura 11) e cliccando sul pulsante si passa alla modalità manuale e il pulsante visualizzato sarà che consente di tornare alla modalità automatica (Figura 12). Figura 12 In fase di inserimento della riga, sarà sempre impostato il calcolo automatico della provvigione, mentre in modifica sarà impostata la modalità manuale; qualora nei Parametri Provvigioni fosse attiva l opzione Disabilita calcolo automatico delle provvigioni nelle gestioni, verrà impostata la modalità manuale anche in fase di inserimento della riga e, nei campi relativi alle provvigioni, verrà impostato il valore zero. Nella modalità manuale, eventuali variazioni di riga relative a quantità, prezzo, listino, ecc., non comportano nessun ricalcolo delle provvigioni; il passaggio dalla modalità manuale al calcolo automatico, invece ne determina il ricalcolo. In fase di inserimento della riga, l abilitazione dei campi relativi alla percentuale di provvigione o all importo risulta vincolata al tipo di calcolo abbinato all agente. Anche in questo caso, è possibile passare dalla percentuale provvigione all importo e viceversa (Figura 13), attivando prima la modalità manuale e poi selezionando o deselezionando l opzione importo a fianco dei campi relativi alle provvigioni. Figura 13

19 N.B. Le provvigioni relative al capoarea vengono determinate in base alle impostazioni presenti sull anagrafica dell agente al quale il capoarea risulta abbinato. Nella gestione documenti, ordini e offerte l agente e quindi il capoarea vengono compilati in base al cliente intestatario del documento; se sul documento/ordine/offerta si imposta un indirizzo di spedizione e a questo è associato un agente diverso, quest ultimo (con il relativo capoarea) si sostituirà a quelli indicati in precedenza sul documento. La sostituzione avverrà solo previa conferma da parte dell utente ai messaggi che la procedura visualizzerà in presenza di codici agenti e capoarea differenti. In seguito alla sostituzione di un agente sulla testata del documento di vendita/ordine/offerta, è prevista la comparsa di un messaggio che avvisa l utente di procedere ad effettuare un ricalcolo delle provvigioni attraverso il pulsante Ricalcolo documento posto sulla testata del documento/ordine/offerta. Più precisamente questa funzione permette di ricalcolare tutte le provvigioni del documento in base alle impostazioni presenti sul tipo calcolo provvigioni legato all agente. N.B. Se sui Tipi documento, Tipo Ordini e Tipo Offerte, nella scheda Personalizza campi \ Corpo le opzioni relative alle provvigioni agente e capoarea sono deselezionate, i valori relativi alle provvigioni risulteranno sempre calcolati sia in fase di inserimento che di modifica della riga. Righe di tipo Sconto merce In fase di inserimento/modifica di una riga definita Sconto merce, la procedura provvederà automaticamente ad azzerare il valore della provvigione dell agente e del capoarea, in quanto nella normalità queste non dovrebbero rientrare nel calcolo della provvigione. Qualora l utente, attivando la compilazione manuale (se non già attiva), andasse comunque a indicare il valore della provvigione per l agente e/o capoarea, alla conferma della riga la procedura (previo un messaggio di avviso) andrebbe nuovamente ad azzerare i campi compilati. Omaggio imponibile e Omaggio imp. + I.V.A. In fase di inserimento/modifica di una riga definita Omaggio imponibile e Omaggio imp. + I.V.A., la procedura provvederà automaticamente ad azzerare il valore della provvigione dell agente e del capoarea, in quanto nella normalità queste non dovrebbero rientrare nel calcolo della provvigione. Qualora l utente, attivando la compilazione manuale (se non già attiva), andasse comunque a indicare il valore della provvigione per l agente e/o capoarea, alla conferma della riga la procedura (previa conferma al messaggio di avviso) andrebbe ad azzerare i valori delle provvigioni indicati per agente e/o capoarea; diversamente i valori verranno mantenuti.

20 N.B. Riepilogando quanto detto sopra: le righe di tipo sconto merce non verranno mai considerate nel calcolo delle provvigioni; le righe di tipo Omaggio imponibile o Omaggio imp. + I.V.A., se compilate, verranno considerate nel calcolo provvigioni. N.B. Il Ricalcolo documento, prevede l azzeramento delle provvigioni per le righe di tipo Omaggio imponibile e Omaggio imp. + I.V.A Interroga documenti, ordini clienti e offerte clienti Nelle scelte Interroga Documenti, Interroga Ordini Clienti, Interroga Offerte Clienti e nelle griglie relative a Testata e Corpo sono stati introdotti rispettivamente il codice del capoarea e la percentuale provvigione del capoarea, l importo provvigione dell agente e l importo della provvigione del capoarea. 2.2 Estrazione Ordini Nell ambito dell evasione diretta degli ordini da documenti di vendita, le implementazioni introdotte sono le seguenti: Premendo il pulsante Ordini presente nella testata del documento di vendita e selezionando Importa i dati di testata e calce è possibile riportare sul documento di vendita anche il codice capoarea presente sull ordine selezionato, come già previsto per il codice agente. In fase di estrazione ordini per singola riga, completa o multipla, sono riportate le percentuali o gli importi provvigioni di agente e capoarea. Nel caso di estrazione parziale dell ordine gli importi provvigioni per agenti e capoarea sono proporzionati in base alle quantità estratte. Le percentuali provvigioni, invece, vengono riportate come nell ordine. Come avviene per l inserimento delle righe nel documento di vendita, in fase di estrazione ordini riga per riga, completa o multipla, le percentuali o gli importi di provvigione per agenti e capoarea vengono riportati con la modalità calcolata. Nel caso in cui si effettui una variazione sulle quantità consegnate (indicate nell evasione dell ordine) scatta il normale ricalcolo per l importo provvigioni, con la possibilità comunque di variare nel documento sia l'importo della provvigione che la percentuale rispetto all'ordine di origine.

21 2.3 Generazione documenti da Ordini e generazione fatture da D.d.T. Nelle scelte Genera Documenti (menu Ordini \ Ordini Clienti ) e Genera Fatture (menu Vendite ) il codice capoarea presente sulla testata diventa un criterio di accorpamento per i documenti come lo è attualmente il codice agente. Per l accorpamento delle righe relative agli articoli, possibile se attiva l opzione Accorpa articoli su documento sul tipo documento di vendita da generare (menu Base \ Archivi Vendite \ Tipi documento di vendita \ Altri Dati ), valgono le seguenti regole: Non si possono accorpare righe con la provvigione espressa in percentuale e righe con provvigione espressa in importo; Si possono accorpare righe con la stessa percentuale di provvigione agente e capoarea; Si possono accorpare righe con la stessa percentuale di provvigione agente e provvigione capoarea espressa in importo e viceversa; Le provvigioni espresse in importo vengono sommate e proporzionate alle quantità evase. 3 Gestione delle provvigioni nella Fatturazione Periodica Nella scelta Gestione Piani di Fatturazione (menu Vendite \ Fattura Periodica ) in fase di definizione delle regole di fatturazione, è possibile gestire tutte le informazioni relative alle provvigioni. Nella scheda Testata/Calce (Figura 14) oltre al codice Agente è possibile inserire il codice Capoarea abbinato all agente; per questo elemento è possibile impostare il tipo di valorizzazione a Fisso o Calcolato.

22 Figura 14 Nella scheda Dettaglio (Figura 15), in fase di inserimento di una nuova riga, è possibile definire sia per l agente che per il capoarea la provvigione espressa in percentuale o importo fisso. L operazione è prevista per le righe di tipo Articolo e per quelle di tipo Spesa. Figura 15

23 Per aggiornare automaticamente i valori relativi alle provvigioni è necessario cliccare sul pulsante Calcola Provvigioni, diversamente la compilazione dovrà avvenire manualmente. I valori proposti in automatico dalla procedura sono ottenuti in base al tipo di calcolo abbinato all anagrafica agenti. Tramite la selezione del campo Importo è possibile passare dalla provvigione espressa in percentuale alla compilazione dell importo fisso e viceversa. 4 Gestione Provvigioni Agenti Le scelte che verranno di seguito descritte, riguardano le operazioni che possono essere eseguite a fronte dei movimenti di provvigione e sono presenti nel menu Vendite \ Provvigioni Agente. 4.1 Gestione Movimenti Provvigioni Questa scelta permette di inserire nuovi movimenti provvigionali oppure di modificare i movimenti generati in automatico dalla procedura (in fase di stampa definitiva, in fase di consolidamento del documento o generati attraverso il lancio manuale della funzione Genera Provvigioni ). Ogni movimento provvigionale è composto da una testata ed una o più righe di dettaglio (Figura 16). Il movimento riporta in testata gli stessi dati che identificano il documento che ha originato la provvigione (in seguito a generazione o immissione manuale); pertanto la testata movimento è caratterizzata da tipo, anno e numero del documento, oltre al codice cliente di riferimento, la data movimento, descrizione e lo stato del movimento. Nel dettaglio sono presenti una o più righe relative agli importi delle provvigioni, in base ai criteri definiti nei parametri provvigioni e alle entità coinvolte (agenti, condizioni di pagamento, ecc ). Ogni riga di dettaglio riporta l agente (o il capoarea) a cui è associata la provvigione, e i dati che la valorizzano dipendono sia dall anagrafica dell agente che dalla composizione del documento di origine. La modalità di maturazione, definita sull agente, e la condizione di pagamento specificata nel documento concorrono infatti a definire i dati di riga come segue. Tipo maturazione Emissione : il dettaglio, indipendentemente dalla condizione di pagamento, sarà formato da una sola rata provvigione, in cui la data di maturazione coincide con la data di emissione del documento; l importo della provvigione sarà tutto su tale rata che avrà come numero di rata zero; Tipo maturazione Scadenza : il dettaglio sarà formato da una o più rate provvigioni in base alla condizione di pagamento, dove la data di maturazione coinciderà con la scadenza di ogni singola rata e l importo della provvigione sarà proporzionato al numero delle rate; le rate saranno identificate da un numero progressivo in base al numero delle scadenze;

24 Tipo maturazione Incasso : il dettaglio sarà formato da una o più rate provvigioni, in cui la data di maturazione verrà compilata solo al momento dell incasso effettivo della rata e l importo della provvigione sarà proporzionato al numero delle rate e in base all importo dell incasso effettivo registrato. Anche in questo caso le rate saranno numerate con un progressivo in base al numero delle scadenze. Figura 16 Esempio Si supponga di avere una fattura in data 11/11/2014 con importo provvigioni pari a 240 euro, la cui maturazione, in base ai criteri definiti sull anagrafica dell agente associato al documento, è ripartita come segue: il 10% delle provvigioni matura all emissione; il 30 % alla scadenza;

25 il restante 60% all incasso. Sul documento è indicata una condizione di pagamento R.B. 30/60 gg d.f. Il dettaglio delle provvigioni generate a fronte di tale documento sarà: una rata all emissione documento, con data maturazione uguale alla data di emissione e importo provvigione pari a 24 euro (cioè il 10% di 240); due rate alla scadenza, con data maturazione uguale alla data di scadenza della singola rata e l importo provvigione pari a 36 euro per ogni rata (ovvero il 30% di 240 ripartito sulle due rate); due rate all incasso, in cui la data di maturazione non è compilata (verrà valorizzata solo all incasso effettivo della scadenza) e l importo provvigione è pari a 72 euro per ogni rata (cioè il 60% di 240 ripartito sulle due rate) (Figura 17). Figura 17 Ipotizzando un incasso parziale della prima rata all incasso con scadenza 11/12/2014, si otterrebbe la situazione seguente (Figura 18):

26 Figura 18 Di seguito verranno illustrate nel dettaglio le caratteristiche del movimento provvigionale che sono riportate nell'immagine di esempio (Figura 18). La gestione dei movimenti provvigionali permette di operare sia sui movimenti generati dagli automatismi presenti nell applicativo, così come di inserire o gestire integralmente un movimento definendone manualmente ogni singola caratteristica. Come accennato in precedenza, un movimento provvigionale utilizza per la propria numerazione la stessa sequenza di campi utilizzata per i documenti, ovvero il tipo documento, l anno ed il numero. Questo significa che il documento con tipo F2 e anno/numero 2014/47, genererà in automatico un movimento identificato come F2-2014/47 : tutti questi dati, che identificano univocamente il record del movimento provvigionale, sono quindi obbligatori. Il movimento provvigionale inserito manualmente, sebbene mantenga gli stessi identificativi, può essere tuttavia svincolato dall esistenza di un documento di vendita con gli stessi estremi: l utente ha la possibilità di fare in modo che il movimento faccia riferimento ad un documento già esistente (specificandone la stessa chiave ), così come può utilizzare degli estremi che non facciano riferimento ad alcun documento e addirittura

27 specificare un tipo documento che non è censito nella scelta dei Tipi documenti di vendita. In questo modo viene data la possibilità di gestire eventuali casi particolari in cui potrebbe essere necessario utilizzare un tipo documento fittizio per poter registrare una provvigione. I movimenti già presenti in archivio possono essere richiamati attraverso il pulsante di ricerca posto a fianco del numero movimento. In alternativa, è possibile tramite il pulsante Seleziona posto nel riquadro a destra dei dati di testata, richiamare un documento (sia corrente che già consolidato) dal quale il movimento è stato generato, optando tra documento corrente o consolidato. Se per il documento richiamato dalla suddetta vista vi sono già associate delle provvigioni, il corrispondente movimento (i cui estremi saranno identici a quelli del documento di vendita selezionato), verrà richiamato in consultazione. Viceversa nel caso in cui non vi fosse già alcuna provvigione associata, gli estremi del documento selezionato verranno riportati nella testata del movimento provvigionale, consentendo all utente di proseguire con l inserimento e la compilazione dello stesso. In fase di inserimento manuale di un nuovo movimento provvigionale, è necessario, per poter confermare l intero movimento, inserire almeno una riga di dettaglio, ovvero una rata provvigione. La situazione delle singole rate, si riflette anche a livello di testata nel campo relativo allo stato del movimento, che può assumere i valori di inserito, parzialmente liquidato o liquidato a seconda che le singole rate risultino rispettivamente tutte non liquidate, liquidate solo in parte (anche a livello di singola rata) o tutte completamente liquidate. Figura 19

28 Il dettaglio del movimento provvigionale è strutturato in rate, le quali a loro volta possono essere composte da una o più righe. Ad ogni riga di dettaglio (rata composta da singola riga, o riga che compone assieme ad altre una rata), vi è associato un codice agente o capoarea. Quest ultimo può essere indicato anche come normale agente in una riga, ma all interno dello stesso movimento non può assumere contemporaneamente entrambe i ruoli di agente e capoarea. Lo stesso agente/capoarea può invece essere indicato su righe diverse, indipendentemente da come poi vengono valorizzati i dati di riga. In fase di inserimento della rata/riga provvigione, è possibile specificare anche il tipo maturazione della provvigione: all emissione, alla scadenza o all incasso del documento. Per le rate che maturano a scadenza o all incasso, è altresì possibile specificare il numero di rata: per convenzione, la procedura assegnerà come numero rata 0 a tutte le rate che maturano all emissione della fattura, mentre negli altri casi sarà necessario indicare un valore compreso tra 1 e 99. Per la singola rata di provvigione è necessario specificare una data di scadenza, ovvero la data di scadenza del documento che ha generato la rata. Gli stessi importi indicati nella rata, fanno riferimento al contenuto del documento di origine. Pertanto è possibile specificare: il totale imponibile delle righe del documento che contribuiscono alla definizione dell importo della provvigione ( Imponibile righe con provvigione ), il totale imponibile di tutte le righe del documento ( Imponibile righe totale ) e ovviamente l importo della provvigione stessa. E possibile indicare con la data di maturazione il momento in cui la rata della provvigione sarà disponibile per poter essere corrisposta all agente. La presenza di una data di maturazione sulla rata provvigione, la rende quindi di fatto corrispondibile all agente, ovvero liquidabile. L importo della rata da liquidare può essere riportato automaticamente nel dettaglio utilizzando l apposito pulsante Copia importo provvigione ; il pulsante, oltre a valorizzare il dato dell importo compila in automatico anche la data di ultima liquidazione attribuendole la data di lavoro corrente. Le rate nelle quali viene apposta la spunta sul check di Riga rata sospesa risulteranno non liquidabili, con conseguente disabilitazione dei campi legati alla liquidabilità (nell interfaccia del dettaglio movimento), e l esclusione della rata o riga di rata dalle elaborazioni previste dalla procedura per la liquidazione massiva delle provvigioni. La liquidazione di una riga di rata della provvigione può avvenire sia indicando l intero importo della riga, che verrà quindi considerata in stato Liquidato, sia specificando un importo inferiore a quello della provvigione, per cui la riga assumerà lo stato Parzialmente liquidato ; le righe per le quali non sono compilati l importo liquidato e la data di ultima liquidazione risulteranno invece in stato Inserito. Gli stati delle singole righe concorrono a definire lo stato dell intero movimento, come illustrato in precedenza. Operando dalla scelta Gestione Movimenti Provvigioni, è possibile modificare una singola riga di rata della provvigione, in modo tale che questa venga suddivisa in due o più righe appartenenti alla stessa rata. Il caso

29 tipico in cui si può ritrovare questa situazione, è a fronte di un incasso parziale che consentirebbe di liquidare in momenti differenti la provvigione per l agente. Al fine di gestire questa situazione in modo manuale, è disponibile il pulsante Separa nel gruppo Operazioni su riga. Questa funzionalità permette di dividere l importo della riga di rata selezionata creando una nuova riga per la stessa rata. Figura 20 È necessario indicare l importo provvigionale maturato per la riga corrente e la data di maturazione ad esso relativa; questi dati verranno riportati sulla riga corrente, per cui l importo indicato nel gruppo Provvigioni maturate sostituirà l importo della riga di rata originale e la data ne valorizzerà invece la data maturazione. La nuova riga creata risulterà composta come la precedente, ma l importo della provvigione sarà valorizzato con l importo provvigione della riga originale al netto della provvigione maturata indicata; mentre la data maturazione risulterà vuota. Il numero di riga verrà attribuito automaticamente dalla procedura. Il pulsante che permette la divisione delle righe di rata, sarà abilitato solo per quelle righe che non hanno compilata la data maturazione e che non partecipano alla sincronizzazione. Le righe che presentano il tipo di maturazione all incasso, possono essere impostate in modo tale da permetterne una gestione sincronizzata con le partite, come avviene normalmente per le rate provvigioni che maturano all incasso generate dagli automatismi dell applicativo. In questo modo, anche in presenza di più righe per rata, la chiusura (incasso) di una partita correlata ad un documento che ha dato origine ad una provvigione, si ripercuoterà sul movimento provvigionale; per ulteriori dettagli si rimanda alla gestione della sincronizzazione dei movimenti provvigionali. La sincronizzazione è impostabile dal pulsante Modifica (appartenente al gruppo delle Operazioni su rata ) il quale visualizza la schermata Rata movimento provvigionale (Figura 21), dalla quale è possibile modificare alcune caratteristiche dell intera rata, a prescindere dal numero di righe che la compongono. Il checkbox Mantieni gli importi di rata sincronizzati tra le righe e permetti l aggiornamento degli importi con la gestione delle partite tramite la scelta di Sincronizzazione, consente di abilitare il meccanismo di compilazione automatica della data di maturazione (tramite sincronizzazione) e di conseguenza rende la rata liquidabile

30 tramite la scelta Liquida provvigioni. Coerentemente con questa possibilità, solo le righe di rata non sospese saranno sincronizzabili. Figura 21 Le rate per le quali è impostato il flag di sincronizzazione consentono inoltre la gestione dell importo di rata in modo unitario, a prescindere dal numero di righe che la compongono. Dalla stessa schermata è infatti possibile modificare gli importi del totale delle righe del documento che concorrono a formare la provvigione, del totale complessivo delle righe del documento e dell importo della provvigione, senza dover modificare le singole righe di rata sul movimento. La modifica dei suddetti importi infatti, comporta un ricalcolo automatico degli importi di riga per la rata sincronizzata su conferma dei dati inseriti nella finestra.

31 Figura Interroga Movimenti Provvigioni Questa scelta consente di visualizzare in griglia il dettaglio delle rate relative ai movimenti di provvigioni, con possibilità di applicare dei filtri sui dati del movimento, come l agente, il capoarea, la data di scadenza/maturazione/liquidazione e selezionando lo stato della rata interessata (inserito, parzialmente liquidato, liquidato o tutti gli stati). È possibile includere o meno nell interrogazione anche le rate sospese.

32 Figura 23 Nella vista risultante dall' interrogazione verrà visualizzato un record per ognuna delle righe di rata che compongono i movimenti provvisionali corrispondenti ai criteri impostati nei filtri. Da questa vista sarà possibile con un doppio click del mouse, richiamare direttamente la Gestione Movimenti Provvigioni entrando in modifica del movimento. N.B. I movimenti per i quali si entra in modifica, anche in assenza di variazioni nei dati, se confermati con pressione su pulsante Ok, risulteranno modificati manualmente. 4.3 Stampa Provvigioni Agenti La scelta Stampa Provvigioni Agenti (Figura 24) consente di stampare un tabulato riepilogativo delle provvigioni relative a ciascun agente avendo la possibilità di scegliere tra diversi Tipi di stampa personalizzabili attraverso l utilizzo dello strumento Fincati.

33 N.B. Per la gestione della stampa personalizzabile con lo strumento Fincati è possibile prendere visione del documento Personalizzazione stampe con strumento Fincati alla pagina dedicata I tipi di stampa previsti sono: Sintetica provvigioni Agenti: consente di ottenere un tabulato di stampa dove sono riepilogati in modo sintetico i totali provvigioni agenti per movimento; Provvigioni maturate: permette di elaborare una stampa relativa alle rate dei movimenti relativi alle provvigioni filtrata e in ordine di data maturazione; Provvigioni in scadenza: permette di elaborare una stampa relativa alle rate dei movimenti relativi alle provvigioni filtrata e in ordine di data scadenza; Provvigioni liquidate permette di elaborare una stampa relativa alle rate dei movimenti relativi alle provvigioni filtrata e in ordine di data liquidazione; Rate provvigioni: permette di elaborare una stampa relativa alle rate dei movimenti provvigionali ordinata per agente, anno numero dei movimenti stessi; Stampa controllo documenti sintetica: consente di ottenere una stampa sintetica di controllo per tutti i documenti che hanno generato un movimento provvigionale; Stampa controllo documenti dettagliata: consente di ottenere una stampa dettagliata di controllo per tutti i documenti che hanno generato un movimento provvigionale, in cui vengono riportate le diverse righe articoli dei documenti. N.B. Per i tipi di controllo l esposizione dei dati in fase di stampa dipende dall opzione Abilita gestione del capoarea presente nei parametri provvigioni. Le informazioni del capoarea vengono visualizzate se è prevista la gestione e occorre abilitarla solo se viene gestito il capoarea. In base al Tipo stampa selezionato è possibile prevedere delle opzioni di stampa e/o filtri; in particolare si possono selezionare: Sincronizza tutti i movimenti con le partite prima della stampa: selezionata di default, permette di eseguire la funzione di sincronizzazione prima di effettuare l elaborazione di stampa; è consigliata a coloro che gestiscono le provvigioni con maturazione all incasso;

34 Ottimizza prestazioni considerando solo le registrazioni a partire da (anno I.V.A precedente): selezionata di default, permette di ottimizzare i tempi di elaborazione della stampa considerando l'esercizio I.V.A. corrente e quello precedente. Infine, le impostazioni di stampa prescelte si possono salvare utilizzando il pulsante Salva Impostazioni. Figura Genera Provvigioni La scelta Genera Provvigioni permette di generare i movimenti provvigionali relativi all agente e al capoarea, partendo dai documenti di vendita (fatture, note di credito, note di debito), sia correnti che consolidati. Per ogni documento viene creato un record sulla tabella relativa alle testate dei movimenti provvigionali e il dettaglio delle rate provvigioni in base alle impostazioni di maturazione definite a livello di agente. In base alle impostazioni indicate nei Parametri Provvigioni, la generazione dei movimenti provvigionali può avvenire in momenti diversi: in fase di stampa definitiva, in fase di consolidamento oppure nessuna

35 generazione automatica in quanto, in quest ultimo caso, la generazione verrà effettuata in un successivo momento stabilito dall utente. La scelta Genera Provvigioni permette di effettuare una generazione massiva dei movimenti relativi alle provvigioni a fronte dei documenti presenti in archivio. E comunque possibile eseguire la generazione movimenti provvigionali per un singolo documento, richiamandolo dalla Gestione Documenti di vendita, cliccando sul tasto destro del mouse e selezionando la funzione Genera movimento provvigionale. Nella scheda Impostazione (Figura 25) è possibile selezionare diverse opzioni di generazione, stabilire se eseguire o meno l operazione di sincronizzazione delle partite e indicare un filtro di selezione sui documenti di vendita da considerare ai fini dell elaborazione. Figura 25 Le Opzioni generazione previste sono: Rigenera movimenti provvigionali in stato inserito non modificati: se selezionata, la procedura prima di elaborare i documenti, elimina i movimenti provvigionali relativi che si trovano in stato inserito e non sono modificati manualmente e poi ricrea i movimenti relativi alle provvigioni;

36 Rigenera movimenti provvigionali in stato inserito modificati manualmente: se selezionata, la procedura prima di elaborare i documenti, elimina i movimenti provvigionali in stato inserito e modificati manualmente dall utente, poi ricrea i movimenti relativi alle provvigioni. La funzione Sincronizza Provvigioni (di default deselezionata) consente, al termine dell operazione di generazione, di eseguire la sincronizzazione dei movimenti provvigionali con le partite presenti negli estratti conto. E abilitata solo se è presente il modulo Contabilità ed è consigliata a coloro che gestiscono la maturazione delle provvigioni all incasso. In fase di generazione effettuata tramite le scelta Genera Provvigioni non vengono considerati i movimenti che si trovano in uno stato diverso da inserito, quindi in stato parzialmente liquidato o liquidato. Al termine dell elaborazione è prevista la comparsa di un messaggio finale che indica il numero dei movimenti generati ed eventualmente rigenerati. Qualora la creazione dei movimenti provvigionali avvenga in Gestione Documenti di Vendita tramite l utilizzo del tasto destro del mouse (funzione Genera movimento provvigionale ), è previsto un messaggio di avviso per l utente nel caso in cui si cerchi di generare un movimento provvigionale che risulta già esistente, in stato inserito e modificato manualmente; il movimento può essere comunque rigenerato. Nel caso in cui il movimento provvigionale si trovi in stato parzialmente liquidato o liquidato, oltre al messaggio di avviso per l utente la procedura non ricrea il movimento relativo alle provvigioni. Se l utente ha optato per la creazione dei movimenti in fase di Stampa definitiva dei documenti, sono previsti dei messaggi di avviso e non vengono rigenerati i movimenti già esistenti relativi ai documenti di vendita nel caso in cui detti movimenti risultino in stato inserito e modificati manualmente, oppure parzialmente liquidati o liquidati. Infine, in fase di consolidamento dei documenti sono previsti dei controlli con segnalazioni di anomalie quando la creazione dei movimenti avviene con l operazione di Consolida Documenti e i movimenti provvigionali risultano già presenti ed in stato inserito e modificato manualmente, parzialmente liquidato o liquidato; questi movimenti non vengono rigenerati. Sono previste segnalazioni in fase di consolidamento anche nel caso in cui esistano documenti in stato generato pronti per essere consolidati, qualora la creazione dei movimenti provvigionali sarebbe dovuta avvenire in fase di stampa definitiva, ma non risultano presenti i movimenti relativi alle provvigioni. In questo caso l utente viene invitato ad effettuare l operazione di Genera Provvigioni prima di procedere con il consolidamento. In presenza di movimenti provvigioni in stato solo inserito è prevista la generazione senza segnalazioni, sia che avvenga dalla Gestione Documenti, dalla Stampa definitiva o dal Consolida documenti.

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2C DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Il presente manuale fornisce le informazioni necessarie al fine di ottenere le stampe delle statistiche annuali

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione dei clienti e dei fornitori. www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione dei clienti e dei fornitori www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 La gestione dei clienti... 5 Informazioni della scheda generale... 6 Informazioni sulle altre sedi...

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN AGENTE

EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN AGENTE EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN AGENTE L emissione di fatture da parte di un agente soggetto a Enasarco comporta che nelle stesse venga calcolato il relativo contributo evidenziato in fattura e scorporato

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa degli ordini e degli impegni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa degli ordini e degli impegni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa degli ordini e degli impegni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Gli ordini a fornitore... 5 Gli impegni dei clienti... 7 Evadere gli ordini

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

ibowmobile Manuale Area Riservata

ibowmobile Manuale Area Riservata ibowmobile Manuale Area Riservata Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it Manuale Area riservata ibowmobile 1 SOMMARIO Area Riservata ibowmobile... 3 Clienti...

Dettagli

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011 Roma, 19 Settembre 2011 Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI Per i Clienti ed i Fornitori è possibile inserire note per data e settore interessato Con F8 viene data la possibilità

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

HORIZON SQL FATTURAZIONE

HORIZON SQL FATTURAZIONE 1-1/8 HORIZON SQL FATTURAZIONE 1 FATTURAZIONE... 1-1 Impostazioni... 1-1 Meccanismo tipico di fatturazione... 1-2 Fatture per acconto con fattura finale a saldo... 1-2 Fattura le prestazioni fatte... 1-3

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4

Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI vers. 5.5.4 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Bollettino 5.00-229 5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Per risolvere l esigenza delle aziende di manutenzione (che operano su impianti), che richiedono la fatturazione

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo ASSISTENZA Gestione Contratti e Interventi GESTIONE ASSISTENZA è il modulo applicativo pensato e realizzato per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/:

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/: il mondo di e/ Il presente documento è da ritenersi valido per i seguenti prodotti: - e/2 ready - e/2 - e/3 - e/ready - e/impresa - e/sigip OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

NOVITA FEBBRAIO 2008

NOVITA FEBBRAIO 2008 NOVITA FEBBRAIO 2008 SOMMARIO 1.1 CONTROLLO ANTICIPO TFR... 2 1.2 GESTIONE PRESTITI / CESSIONE 5^... 3 1.2.1 ANAGRAFICA DITTA... 3 1.2.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE... 4 1.2.3 CHIUSURE MENSILI...11 1.3 GESTIONE

Dettagli

Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo

Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo EASYGEST - GESTIONE ANAGRAFICA MAGAZZINO Per accedere alla gestione magazzino si clicca, da menù generale, su magazzino->magazzino- >magazzino->anagrafica : si apre la finestra sotto e siamo posizionati

Dettagli

Analisi delle vendite per SIGLA++

Analisi delle vendite per SIGLA++ Analisi delle vendite per SIGLA++ Introduzione Lo scopo di questo progetto è quello di realizzare una analisi delle vendite a partire dalla base dati standard di SIGLA++. Questo illustra gli elementi che

Dettagli

GESTIONE ORDINI. Sommario

GESTIONE ORDINI. Sommario GESTIONE ORDINI Sommario Inserimento e modifica Documento... 2 Automatismi Canale Cliente Mandanti... 7 Gestione delle Promozioni... 8 Modalità di Pagamento... 9 Statistiche Ordini... 11 1 Inserimento

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

Gestione della vendita al banco

Gestione della vendita al banco Indice degli argomenti Introduzione Operazioni preliminari Inserimento operazioni di vendita al banco Riepiloghi generali Contabilizzazione scontrini Assistenza tecnica Gestionale 1 0371 / 594.2705 loges1@zucchetti.it

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964

Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964 Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964 Il recepimento della normativa per la presentazione delle operazioni con paesi in regime di Black List è

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1

Tibet. Manuale Centri di Costo. Tibet R 1 Tibet Manuale Centri di Costo Tibet R 1 Che cosa è la gestione dei Centri di Costo La gestione dei Centri di Costo consente alle aziende di controllare in modo analitico l'aspetto economico della gestione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 I movimenti di magazzino... 5 Registrare un movimento di magazzino

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione 1 INFORMAZIONI GENERALI MANUALE UTENTE Progetto Modulo del Piano di Lavoro Unità funzionale del Piano di Lavoro Descrizione SIGFRIDO Modulo C Rendicontazione C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9

elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9 elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9 Indice Premessa 2 Listini di vendita! 2 Variazioni 2 Nuovo listino 3 Cerca e Query 3 Report 4 Classi di sconto! 5 Nuovo 5 Cerca 5 Report 5 Sconti

Dettagli

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche.

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche. ARCHIVI Progressivi Ditta E possibile indicare se la Gestione Avanzata dei Listini debba essere utilizzata solo per i Listini di Vendita, solo per i Listini di Acquisto o entrambi. E stata inserita la

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2016.1.2

Dettagli

Manuale d uso Gestione Condomini

Manuale d uso Gestione Condomini Manuale d uso Gestione Condomini Guida Per Amministratori Indice 1. Introduzione 1.1 Principali Videate pag. 3 2. Comandi 2.1 Inserire una riga pag. 4 2.2 Cancellare una riga pag. 4 2.3 Aggiornare una

Dettagli

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021 MyDB - Anagrafiche estensioni dei Documenti di Magazzino e delle Parcelle Nella definizione delle anagrafiche MyDB è ora possibile estendere direttamente anche le TESTATE e le RIGHE delle varie tipologie

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

GESTIONE CONTRATTI. Contratti clienti e contratti fornitori

GESTIONE CONTRATTI. Contratti clienti e contratti fornitori SPRING - CONTRATTI La Gestione Contratti di SPRING, in un'azienda, risolve le esigenze relative alla rilevazione dei contratti e delle relative condizioni. In particolare è possibile definire i servizi

Dettagli

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo COLLI Gestione dei Colli di Spedizione La funzione Gestione Colli consente di generare i colli di spedizione in cui imballare gli articoli presenti negli Ordini Clienti;

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL Questo documento ha lo scopo di riassumere e di chiarire l uso del software gestionale ARCA2000SQL per la parte che riguarda le Ritenute d acconto. Si tratta di una procedura

Dettagli

King Shop. Gestione Negozi

King Shop. Gestione Negozi King Shop Gestione Negozi Gestione Negozi... 3 Elenco delle funzionalità di KING SHOP... 3 Velocizzazione delle attività del negozio... 4 Inserimento dello Scontrino... 6 Gestione dei Buoni... 7 Inserimento

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Circolare N. 32 Area: ADEMPIMENTI Periodico plurisettimanale 27 aprile 2010 ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Come noto, i soggetti che svolgono attività di agenzia e rappresentanza

Dettagli

Guida Informativa. LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda. Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti.

Guida Informativa. LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda. Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti. Guida Informativa LAVORI DI FINE ANNO ebridge Linea Azienda Chiusura e riapertura esercizio di magazzino, fatturazione, ordini e agenti. ebridge Azienda Lavori di Fine Anno Sommario PREMESSA 3 FASI PRELIMINARI.

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Ge.Co. Gestione Completa PantaRei Soluzioni Informatiche srl

Ge.Co. Gestione Completa PantaRei Soluzioni Informatiche srl Ge.Co. Gestione Completa PantaRei Soluzioni Informatiche srl GECO.DOCX [2/12] del 18/12/2011 Introduzione Il software di gestione Aziendale Ge.Co. è uno strumento moderno ed efficiente, semplice da utilizzare

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 7 8 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

Workland CRM. Workland CRM Rel 2570 21/11/2013. Attività --> FIX. Magazzino --> NEW. Nessuna --> FIX. Ordini --> FIX

Workland CRM. Workland CRM Rel 2570 21/11/2013. Attività --> FIX. Magazzino --> NEW. Nessuna --> FIX. Ordini --> FIX Attività Attività --> FIX In alcuni casi, in precedenza, sulla finestra trova attività non funzionava bene la gestione dei limiti tra date impostati tramite il menu a discesa (Oggi, Tutte, Ultima Settimana,

Dettagli

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole

Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole Prerequisiti Mon Ami 3000 Lotti e matricole Gestione della tracciabilità tramite lotti/matricole L opzione Lotti e matricole è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione Generale

Dettagli

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Elenchi Intrastat Indice degli argomenti Premessa Operazioni preliminari Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Collegamento con la Contabilità Collegamento con il ciclo attivo e passivo Generazione

Dettagli

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività Gestione Scadenziario e Partite Aperte Manuale d installazione configurazione e Operatività COS E UNO SCADENZIARIO Lo scadenziario è una procedura particolare per la gestione delle scadenze relative a

Dettagli

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA In questo documento viene descritta l operatività per l immissione e la modifica di documenti di tipo fattura che si esegue dalla funzione Vendite Acquisti. FATTURA

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 ARCHIVI E GENERALE... 5 1.1 Gestione Utenti: abilitazione fido cliente ed

Dettagli

Contenzioso Release 4.0

Contenzioso Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Contenzioso Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

GLI INCASSI CON RI.BA

GLI INCASSI CON RI.BA GLI INCASSI CON RI.BA Per riscuotere il pagamento delle fatture emesse ai clienti è possibile utilizzare la modalità Ri.Ba cioè Ricevuta Bancaria Elettronica. OPERAZIONI PRELIMINARI Prima di procedere

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

Gestione delle scorte Agosto 2012

Gestione delle scorte Agosto 2012 Documenti Tecnici Informatica e Farmacia Vega S.p.A. Gestione delle scorte Agosto 2012 Sommario 1. Premessa...2 2. Magazzino...3 3. Gestione delle scorte...3 3.1. Gestione...3 3.2. Dettaglio Magazzino...4

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2016.0.0

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.4.0

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.4.0 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.4.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti Categoria prodotti 153 Menù magazzino In StudioXp è possibile gestire per ciascuna ditta delle funzionalità minime di magazzino. La gestione integrata con la procedura consente di gestire un archivio di

Dettagli

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata.

La gestione della produzione avanzata richiede Mon Ami 3000 Azienda Pro oltre alle opzioni Produzione base e Produzione avanzata. Mon Ami 3000 Produzione avanzata Distinta base multi-livello e lancio di produzione impegno di magazzino, emissione ordini e schede di lavorazione gestione avanzamento di produzione Prerequisiti La gestione

Dettagli

Aggiornamento v. 1.14.02 Integrazione al manuale d uso

Aggiornamento v. 1.14.02 Integrazione al manuale d uso 1) Listini: nuovo campo Non aggiornare Questa nuova funzionalità a cosa serve? E utile nel caso vengano pattuiti, con clienti o fornitori, degli accordi fuori dallo standard su determinati articoli. Sostanzialmente

Dettagli

Inventario di magazzino in Wingesfar

Inventario di magazzino in Wingesfar Istruzioni per le farmacie Dicembre 2009 Premessa... 2 1. Gestione dell inventario: consultazione, inserimento, duplicazione ed eliminazione... 2 2. Opzioni e criteri di valorizzazione... 3 2.1 Opzioni

Dettagli

GESTIONE DELLE TABELLE

GESTIONE DELLE TABELLE Via Domenico Millelire, 13 20147 Milano Iscr. C.C.I.A.A. Milano 355438 Reg. Ditte 1476174 Brescia, 24/01/2008 (Fax composto da _7_ pagine inclusa questa) Sede Amministrativa: 1 Variazioni effettuate sui

Dettagli

N. 20. del 30 aprile 2011. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology

N. 20. del 30 aprile 2011. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology Cosa c è di nuovo Novità e note di aggiornamento VisualGest N. 20 del 30 aprile 2011 A cura di: Solutions for Information & Communication Technology Riassssuntto delle varri iazzi ionii più ssi igniffi

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Fatturazione sequenziale Parcelle e Fatture / Fatturazione a flussi

Fatturazione sequenziale Parcelle e Fatture / Fatturazione a flussi Manuale Operativo Fatturazione sequenziale Parcelle e Fatture / Fatturazione a flussi UR1501151000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere

Dettagli

Documenti: magazzino-acquisti-vendita

Documenti: magazzino-acquisti-vendita Documenti: magazzino-acquisti-vendita Indice Premessa 2 Logistica magazzino 3 Documenti 3 Documenti acquisto 8 Ordini 8 Fatture d acquisto 10 Documenti vendita 13 Ordini 13 Fatture vendita 15 Varie 18

Dettagli

3.1 MAGAZZINO BIGLIETTI

3.1 MAGAZZINO BIGLIETTI 3. BACK OFFICE In questa sezione si effettuano le operazioni relative alla gestione del magazzino e della distribuzione di biglietti alle agenzie. Selezionare Back office dal menu in alto della pagina

Dettagli

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it Manuale Utente ibowmobile Ottobre 2015 Pagina 1 Sommario 1. Utilizzo dell applicativo... 3 2. Clienti...

Dettagli

MANUALE OPERATIVO SOFTWARE INTERFACCIA. GFileT. Plug In CE.DI. Sud Italia srl

MANUALE OPERATIVO SOFTWARE INTERFACCIA. GFileT. Plug In CE.DI. Sud Italia srl MANUALE OPERATIVO SOFTWARE INTERFACCIA Plug In CE.DI. Sud Italia srl Plug In CEDI Sud Italia srl Pagina 1 di 8 SCOPO Scopo del presente manuale è quello di documentare la configurazione e l utilizzo del

Dettagli

Novità BeeStore Rel. 3.00.00

Novità BeeStore Rel. 3.00.00 Novità BeeStore Rel. 3.00.00 05-08-2015 Il Laboratorio BeeStore di Sirio informatica e sistemi SpA è lieto di annunciare il rilascio della nuova versione 3.00.00, che si arricchisce di nuove, importanti

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

GESTIONE RICEVUTE FISCALI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una ricevuta fiscale.

GESTIONE RICEVUTE FISCALI. Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una ricevuta fiscale. GESTIONE RICEVUTE FISCALI Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di una ricevuta fiscale. Per l inserimento di una nuova ricevuta fiscale: - Causale Contabile: viene proposto il codice della

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Importazione & Esportazione Dati. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Importazione & Esportazione Dati. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Importazione & Esportazione Dati Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il formato Testo... 4 Il formato Excel... 11 Il formato FireShop.NET... 16 Importare

Dettagli

Project Specifications

Project Specifications Project # Title 5067 Regime IVA per Cassa Partner Country IT Partner s reference Microarea s reference Giuseppina Sperico Patrizia Benelli Area Financial Logistics Ultimo Aggiornamento: 06/02/2013 Indice:

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli