Ricette podoliche. Parco Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane A S P

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ricette podoliche. Parco Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane A S P"

Transcript

1 Ricette podoliche Parco Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane A S P

2

3 Ricette podoliche Podolica, valorizzarla a tavola. Parco Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane Associazione per la tutela e la valorizzazione del sistema podolico lucano

4 Ideazione del progetto: Associazione Amici del Parco della Murgia Materana Responsabile del progetto: Raffaele Lamacchia Progetto grafico: Pino Losito, Raffaele Lamacchia Foto: Pino Losito Parco Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane Associazione per la tutela e la valorizzazione del sistema podolico lucano Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione A. Turi di Matera Testi introduttivi: Carlo Siggillino Realizzazione dei piatti (pagg 14-25): I cuochi del Ristorante Le Botteghe Matera Giovanna Locantore Angelo Giannella Francesco Ambrosecchia Nicola Casamassima Studio e preparazione delle ricette (pagg ): docenti Ferrara Michelangelo, Incarbona Vito, Soranno Antonio e gli studenti delle classi III Sezione A, B, C del Settore Cucina anno scolastico 2007/2008 dell Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione A. Turi di Matera Ringraziamenti: Regione Basilicata - Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale, Economia Montana - Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche della Sostenibilità Università della Basilicata Facoltà di Agraria - Dipartimento Scienze Produzioni Animali professoressa Braghieri Ada APA Provinciali di Potenza e Matera Macellerie Associate all ASP per la fornitura della carne, caciocavallo Podolico e miele: Macelleria Di Napoli, piazza Michele Bianco Matera Macelleria Angelo Ruggeri, via Annunziatella Matera Macelleria Dimilta Angelo, piazza Cartoscelli Accettura F.lli Montesano fornitura prodotti tipici Accettura Azienda di Apicultura Benevento Pancrazio Calciano Giovanni Schiuma Gastronomo del Territorio Stampa: Graficom - Matera

5

6 Podolica, valorizzarla a tavola rappresenta il risultato dell impegno del Parco Regionale di Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane, dell ASP (Associazione per la tutela e la valorizzazione del Sistema Podolico lucano) e dell associazione culturale Amici del Parco della Murgia Materana che attraverso questo ricettario, rendono visibile il lavoro di quanti, con competenza e professionalità, operano da tempo nel campo della promozione e salvaguardia del territorio e della biodiversità. La finalità di valorizzazione di prodotti di qualità, come la carne Podolica, in un più complesso paniere di prodotti tipici, legati al nostro territorio è funzionale al rafforzamento di un presidio di biodiversità che consolida lo sviluppo territoriale dell intera area dal punto di vista sociale ed economico. È una sfida che dimostra come sia possibile coniugare i buoni sapori della tavola con l ecologia e l economia, la natura e il progresso, la tradizione e l innovazione, la formazione e gli stili di vita legati sia alla modernità che alle tradizioni. L Asp, finanziata dalla Regione Basilicata, ha già raggiunto buoni risultati con la creazione di una micro filiera che vede la partecipazione degli allevatori, delle macellerie e degli enti locali. Il ricettario vi farà apprezzare le straordinarie qualità organolettiche e nutrizionali delle carni podoliche, allevate nella gran parte dei casi ancora allo stato brado. Buon appetito. Rocco Rivelli Presidente del Parco Regionale di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane Promuovere il senso di identità culturale e di appartenenza al territorio, è significativo per la formazione personale degli studenti, in un momento di crisi della scuola italiana. Un percorso formativo che sa ben coniugare i saperi tradizionali e l utilizzo delle eccellenti carni della razza Podolica è stata la sfida che ha visto coinvolti gli studenti delle classi terze di cucina ed i docenti prof. Ferrara, Incarbona e Soranno. La produzione del ricettario vuole rappresentare un mezzo per implementare sempre più l utilizzo ed il consumo dei pregiati prodotti di questa razza che trova nella regione Basilicata il suo habitat naturale. Carmela Sansone Dirigente Scolastico dell IPSAR A. Turi Matera

7 All interno del paniere regionale dei prodotti tipici, la carne Podolica è uno degli alimenti più caratteristici ed esclusivi. La bovina podolica trova nell ambiente dell appennino lucano il suo habitat ottimale, ed i pascoli conferiscono bontà e pregio alle carni. Mi preme rilevare che l ASP (Associazione per la tutela e la valorizzazione del sistema podalico lucano) per l impegno profuso ha permesso una giusta attività di divulgazione, promozione, commercializzazione e consumo della carne podolica, coinvolgendo allevatori e macellerie della filiera, permettendo al consumatore finale di afferrare un prodotto certificato e controllato in ogni fase della stessa, grazie al disciplinare adottato (redatto da esperti professionisti dell APA di Potenza e Matera). Con l auspicio che i traguardi già raggiunti siano sempre in una fase ascendente porto il saluto di tutto il consiglio di amministrazione. Rocco Di Tommaso Presidente ASP (Associazione per la tutela e la valorizzazione del sistema podolico lucano) L Associazione Amici del Parco della Murgia Materana, guarda con grande interesse alle risorse del territorio lucano. L attenzione sul prodotto Podolica, deriva dalla lettura del mercato che non conosceva l eccellenza della sua carne, ma soprattutto, non conosce prima di tutto la Podolica come animale. Riteniamo che il progetto Podolica, valorizzarla a tavola, sia uno dei migliori esempi di marketing territoriale, visto il lavoro sinergico con il mondo della scuola, la pubblica amministrazione e il mondo dell associazionismo. La mission degli Amici del Parco è quella di formare e rafforzare le conoscenze delle nuove generazioni, e accrescere in loro la consapevolezza del valore che il territorio offre, come volano per uno sviluppo dell intera area e farli diventare principali attori della salvaguardia e della valorizzazione della biodiversità sia naturale che culturale. Fondamentale per la realizzazione del progetto è stato il rapporto con l Ente di Gestione del Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, l ASP e l Istituto Alberghiero A. Turi di Matera. Raffaele Lamacchia Presidente Associazione Amici del Parco della Murgia Materana

8 La Podolica. Cenni storici Qualsiasi germoplasma è portatore di civiltà antiche e di vecchi equilibri biologici, la cui funzione e il cui ruolo non è detto che siano finiti. Il recupero e la valorizzazione delle diversità possono avere una valenza superiore alla stessa innovazione di processo e/o di prodotto. Nell ambito di uno sviluppo rurale ecosostenibile la salvaguardia della risorsa genetica animale endogena e, segnatamente, del bovino podolico, rivestono un ruolo di fondamentale importanza... (Matassino et al. 1993) Le attuali condizioni del mercato, hanno fatto rivalutare ed apprezzare una tipologia di allevamento che si sposa perfettamente con l ambiente, in cui la genuinità rappresenta la carta vincente sul mercato. Nell opinione pubblica è sempre più diffuso il concetto di ambiente e di conservazione della natura. In questo senso l allevamento del bovino podolico risulta un elemento trainante per lo sviluppo sostenibile, poiché lega in modo indissolubile l animale all ambiente. Se si vogliono conservare le nostre caratteristiche ambientali nel tempo, se si vorranno evitare gli incendi che tanti danni provocano non solo in senso paesaggistico, ma soprattutto economico, se si vorrà preservare il territorio dal pericolo delle frane con un attenta regimentazione delle acque, allora, sarà inevitabile ancorare l uomo ai boschi e a tutte le aree interne. L origine della razza Podolica è piuttosto controversa ed è stata oggetto di discussione per molti autori. Si ritiene che discenda dal Bos Primigenius Podolicus, un bovino di grande mole e dalle corna lunghe e che si suppone sia stato addomesticato in Medio Oriente nel IV millennio a.c. Sulla provenienza del bovino Podolico esistono due teorie: secondo la prima, deriva da bestiame venuto in Italia nel 452 d.c. al seguito degli Unni che, provenienti dalla Mongolia, sono poi passati attraverso le steppe ucraine, che possono essere considerate la vera zona di origine di questa razza. Secondo l altra teoria, sin dal I secolo a.c., sarebbero stati presenti nel nostro paese bovini a corna lunghe provenienti da Creta, dove già in epoca minoica esisteva il bovino macrocero (Bos taurus Macrocerus) anch esso originario delle steppe euro-asiatiche e padre della razza Grigia della steppa. Nei primi decenni del XIX secolo ebbe inizio, in Italia, l evoluzione delle razze derivanti dal ceppo podolico: Chianina, Marchigiana, Romagnola e Maremmana al centro nord mentre al sud la Podolica la cui selezione si è indirizzata verso un animale a triplice attitudine (lavoro, carne e latte). Verso la fine del secolo scorso, grazie al lavoro di selezione svolto e al miglioramento delle condizioni agricolo-zootecniche del centro-nord, la Romagnola e la Chianina avevano acquisito rinomanza nazionale, mentre la Podolica, legata ad un agricoltura economicamente debole, era considerata un male necessario al quale si richiedeva un po di lavoro per sostenere una modesta cerealicoltura. Nell immediato secondo dopoguerra con la bonifica di vasti territori, la trasformazione fondiaria, la razionalizzazione degli ordinamenti colturali e l avvento della meccanizzazione gli allevatori si orientarono verso la scelta di tipi genetici più produttivi (Frisona, Bruna) determinando così una sensibile flessione della consistenza del bovino podolico. Con l art. 8 della legge n. 126 del 3/2/1963, che vietava territorialmente, dopo il quinto anno dall entrata in vigore della stessa legge, l uso dei riproduttori maschi appartenenti a tipi genetici per i quali non fosse stato istituito il Libro Genealogico (LG), il

9 bovino podolico ha rischiato la definitiva scomparsa; ma grazie alla passione e alla tenacia di quegli allevatori che, eludendo tale divieto, hanno continuato ad allevare la Podolica in purezza, si è riusciti a preservare questo importante patrimonio genetico. Dall inclusione della podolica tra le razze italiane da carne nel 1973, sino alla creazione del Libro genealogico, l interesse nei confronti di questi bovini è andato in continuo crescendo, tanto che nel 1988 si è avuta la prima Mostra nazionale del bovino iscritto al libro genealogico della razza Podolica (Camigliatello Silano) e, nel 1996, è stato inaugurato il Centro genetico della Podolica in Laurenzana (PZ). Con le nuove direttive della PAC lo scenario per l allevamento del bovino podolico assume maggiore rilevanza poiché permette di esaltare concetti basilari in linea con le direttive europee quali: salvaguardia dell ambiente, presidio del territorio e produzioni di qualità. In un territorio come quello dell Italia meridionale caratterizzato da ampie superfici ricoperte da macchia mediterranea, da pascoli con produzioni scarse e da un clima difficile, solo questi animali riescono a sopravvivere, evitando così l abbandono delle aree rurali, svolgendo indirettamente una vera e propria opera di salvaguardia dei boschi ma cosa ancora più suggestiva, fornendo una cornice davvero unica ai nostri paesaggi. Non è difficile incontrare, nelle feste patronali e non solo, coppie di buoi che vengono utilizzate per trainare carretti o come avviene per la celebre festa del Maggio di Accettura, dove i buoi trainano il Maggio, il cerro più alto e più dritto, in memoria di un antico rito propiziatorio. Pertanto la Podolica è e deve essere vista come una importante risorsa da valorizzare e custodire, perché rappresenta una parte importante della nostra cultura popolare e soprattutto deve essere vista come una fonte per il rilancio della nostra economia delle aree rurali.

10 La qualità della carne podolica Negli ultimi anni a seguito di numerosi scandali alimentari quali B.S.E. (mucca pazza), influenza aviaria, peste suina, il consumatore ha modificato le proprie abitudini indirizzando le proprie scelte su prodotti di qualità, prestando grande attenzione anche alla loro storia. Ovunque si sente parlare di qualità, ma cos è la qualità di un prodotto? In base alla definizione I.S.O. (International Organization for Standardization): Qualità: insieme delle caratteristiche che conferiscono a un prodotto le capacità di soddisfare esigenze esplicite e implicite. Parlare di qualità soprattutto per quanto riguarda un prodotto alimentare ed in particolare della carne risulta piuttosto difficile, perché è un concetto dipendente da un gran numero di variabili molte delle quali sono soggettive e soggette alle mutevoli richieste dei consumatori. Escludendo la qualità igienico-sanitaria, da considerare un pre-requisito, tra l altro assoggettata da disposizioni di legge, un aspetto importante che influenza, e non poco, le scelte del consumatore è senza dubbio il colore, il grasso e la tenerezza. La carne di bovino fa parte del gruppo delle carni rosse. Il colore rosso è influenzato da un pigmento contenuto nel muscolo chiamato mioglobina, il cui ruolo è quello di immagazzinare l ossigeno trasportato dal sangue con un altro pigmento simile contenuto nei globuli rossi: l emoglobina. 10

11 La tonalità della mioglobina è quella di un rosso scuro, visibile quando la carne è appena tagliata. Con il passare di alcune ore, però, la mioglobina si ossigena e diventa di un rosso brillante, chiaro. L intensità del rosso della carne è influenzata da molteplici fattori quali: razza, età, sesso e quantità di movimento che quotidianamente gli animali svolgono; si va da un carne più chiara per gli animali giovani ad un rosso scuro per i vitelloni. L eccessiva esposizione della carne all aria, tuttavia, determina ossidazione con comparsa di sfumature sempre più scure. I vitelloni podolici, allevati al brado (liberi al pascolo tutto l anno), in virtù anche dell elevato esercizio fisico presentano carni di un colore rosso intenso; tale colorazione non deve scoraggiare il consumatore ma tutt altro, deve essere sintomatica di un prodotto di qualità, povero in grasso e con una sapidità superiore. Altro aspetto importante è il contenuto in grasso, che dovrebbe essere ben compatto e non rancido. È uso comune demonizzare la carne grassa, ma proprio il grasso conferisce sapidità alla carne, contribuendo tra l altro a mantenerne la tenerezza; il grasso, infatti, sciogliendosi nel liquido di cottura, rilascia all interno della carne la giusta quantità d acqua. Una carne buona e sana deve essere sempre leggermente grassa, questo è il segno di animali ben alimentati e in salute. Il muscolo della carne troppo magra, infatti, non protetto dal grasso, va incontro durante la cottura ad un processo di contrazione delle fibre, per cui l acqua di costituzione si spreme e si perde nel recipiente di cottura, lasciando una carne compatta, dura e insipida. In effetti più la carne è grassa e minore è la sua tendenza a perdere acqua. Quando si compra della carne sono sempre da privilegiare i tagli leggermente grassi (i più teneri); è sempre possibile, infatti, allontanare in un secondo momento, il grasso in eccesso dalla nostra porzione servita in tavola, mantenendo alte le caratteristiche di sapore e di succulenza. Un altro aspetto importantissimo che preme a tutti gli acquirenti è la tenerezza della carne; chi di noi sistematicamente non fa la fatidica domanda al macellaio: ma è tenera?. La tenerezza è influenzata in primis dal contenuto in collagene e dalla sua durezza, che varia in funzione dell età dell animale, che più è giovane e più è tenera la carne. Differenze sul contenuto e qualità in collagene, sono riscontrabili tra tipi genetici differenti, la podolica ad esempio, presenta un contenuto in collagene superiore alle altre razze, pertanto molta attenzione va posta durante il processo di frollatura (maturazione) della carne. La frollatura è un processo attraverso il quale si ha la maturazione delle carni, infatti, l animale appena macellato presenta carni molto dure a causa dell instaurarsi del rigor mortis, solo dopo un opportuno periodo di maturazione in cui interverranno processi biochimici si avrà la perdita di rigidità e le carni acquisteranno la giusta tenerezza e sapidità. Periodi troppo brevi di frollatura non permetteranno quindi il giusto grado di maturazione, pertanto, è consigliabile eseguire periodi di frollatura di giorni in funzione dell età e del sesso degli animali. Purtroppo è molto diffusa la convinzione che le carni devono essere acquistate appena macellate perché fresche, queste carni non ancora mature, alla cottura presenteranno maggiori perdite d acqua e risulteranno dure. Alla luce di queste considerazioni, una menzione particolare va fatta per la carne dei vitelli podolici, che presentano bassi livelli di grasso, ricchezza in minerali e proteine di elevato valore biologico e un elevata sapidità. 11

12

13 Ricette podoliche

14 Carpaccio di Podolica, con rucola e cardoncelli Straccetti di fesa con rucola e scaglie di caciocavallo podolico Tempo: 30 minuti Difficoltà: facile 350 g di girello affettato a macchina succo di 1 limone grande 3 cucchiai di olio extra vergine d oliva 200 g di rucola 300 g di funghi cardoncelli freschi sale e pepe bianco macinato fresco Procedimento: disporre le fettine di carne sui piatti individuali senza sovrapporle. Bagnare uniformemente le fettine di carne con il succo del limone; quindi oliate leggermente, pepate e salate. Condite la rucola con olio e sale secondo i vostri gusti e distribuitela sulla carne; a parte far macerare per circa trenta minuti i funghi cardoncelli tagliati a julienne con succodi limone, sale e pepe. Cospargete la superficie con le lamelle di cardoncelli sottili e servite. Tempo: 20 minuti Difficoltà: facile 600 g di fesa 200 g di rucola 150 g di caciocavallo stagionato olio extra vergine d oliva, sale, pepe q. b. Procedimento: tagliare la fesa a fettine e a sua volta tagliarle a strisce spesse circa 1 cm. Rosolare nell olio extra vergine d oliva. Far cuocere per circa 10 minuti, sfumare con un bicchiere di vino bianco, salare e pepare a piacimento. A cottura ultimata, disporre la carne in un piatto e adagiare sopra la rucola e le scaglie di caciocavallo podolico stagionato ed in fine ultimare con un filo d olio extra vergine d oliva. 14

15 Filetto di Podolica con puntine di catalogna e vinaigrette di pomodori e capperi con contorno di cicorielle Tempo: 30 minuti Difficoltà: media filetto di Podolica 600 g cicoria catalogna 500 g pomodori ciliegia 200 g capperi 50 g, origano q. b. olio extra vergine d oliva q. b. Procedimento: in una pentola con acqua salata, sbollentare la cicoria catalogna precedentemente mondata. Dopo la cottura, condirla con olio extra vergine d oliva e sale per poi disporla al centro del piatto. Adagiarvi sopra il filetto rosolato, facendo attenzione a non cuocerlo molto, badando di lasciarlo roseo al cuore. A parte preparare una salsa ottenuta frullando pomodori, capperi, origano e olio extra vergine, versarla delicatamente dopo averla scaldata a fuoco lento sulla preparazione e servire con una guarnizione a piacere. 15

16 Tagliata di controfiletto su letto di verdurine croccanti Tempo: 1 ora Difficoltà: media controfiletto di Podolica 700 g zucchine 100 g melanzane 100 g carote 100 g olio extra vergine di oliva 50 g 2 spicchi di aglio vino rosso, rosmarino, sale e pepe q. b. Procedimento: scottare le carote tagliate a bastoncini, in acqua bollente salata. Tagliare a bastoncini le zucchine e le melanzane e saltare con le carote in padella con olio e uno spicchio di aglio schiacciato. Condire la carne con olio e rosmarino e cuocere in padella da ambo i lati con poco olio e aglio condendo a fine cottura con il sale e il pepe necessari (per chi non gradisce la carne al sangue continuare la cottura in forno a 180 C per 10 minuti circa). Tagliare la carne su di un tagliere. In un piatto con l aiuto di un coppa pasta sistemare sul fondo le verdurine e poi la carne. Rimettere la padella sul fuoco, sfumare il fondo con il vino rosso e far ridurre ottenendo così la salsa di accompagnamento. 16

17 Scaloppine ai funghi cardoncelli Tempo: 30 minuti Difficoltà: facile Ingredienti per 2 persone: 4 fettine di noce di Podolica sottili farina q. b. funghi cardoncelli 100 g olio extra vergine d oliva, prezzemolo sale, pepe, vino bianco q. b. Procedimento: pulire i funghi cardoncelli. Ammollare i funghi cardoncelli in acqua tiepida e poi rosolarli con un filo di olio extra vergine d oliva, aglio tritato, sale, pepe, un pizzico di prezzemolo e sfumare con un bicchiere di vino bianco. Infarinare le fettine di noce. Versare dell olio extra vergine d oliva in padella e cucinare a fuoco vivace le fettine di noce di Podolica per pochi minuti sino a formare una sottile crosta croccante. A fine cotture aggiungere i cardincelli cotti. Consigli: tale preparazione può essere eseguita con altre verdure a scelta. 17

18 Scaloppine al limone Tempo: 15 minuti Difficoltà: facile 600 g fettine di noce podolica tagliate sottili (quelle per tagliata andranno benissimo) 1 grosso limone 2 cucchiai di farina un cucchiaio di olio extra vergine d oliva 20 g di burro sale e pepe Procedimento: se non sono sottili, battetele con un pugno chiuso per allargarle. Infarinate leggermente le fettine di carne. Scaldare il burro e l olio extra vergine d oliva in una padella antiaderente su fuoco moderato. Fare rosolare le fettine di carne 1-2 minuti per lato. Quando sono cotte da una parte girare le fettine e fate sfumare con un bicchiere di vino bianco. Dopo circa 3 minuti, versare il succo di limone. Regolatele di salate e pepe e lasciatele cuocere per qualche altro minuto. Le scaloppine al limone sono servite. 18

19 Scaloppine al tartufo Tempo: 30 minuti Difficoltà: facile 8 fettine di noce di Podolica 1/2 bicchiere di vino bianco alcuni cucchiai di olio extra vergine d oliva 2 cucchiai di burro tartufato farina, sale, tartufo q. b. Procedimento: fate fondere il burro, aggiungetevi qualche cucchiaio di olio extra vergine d oliva e cuocete le fettine di carne leggermente infarinate e salate. Togliete la carne, filtrate il fondo di cottura, aggiungetevi il vino bianco e riportate sul fuoco. Grattugiate il tartufo a scaglie sulle scaloppine, fate mantecare per qualche minuto a fuoco medio, grattugiate ancora un po di tartufo e servite. 19

20 Gnumiriedd di Podolica con crostone di pane di Matera e fiori di lambascioni Tempo: 45 minuti Difficoltà: media lombo parte bassa di podolica 200 g lardo di montagna 40 g pecorino di Filiano 10 g pane di Matera (fette) 200 g 1 fiore di lambascioni 1 spicchio di aglio mollica di pane, olio extra vergine di oliva majatica di Ferrandina, peperoncino, prezzemolo, aglio, sale e pepe q. b. Procedimento: tagliare a fettine sottili il lombo di podolica, sistemare su di un vassoio con fettine di lardo di montagna. Tritare l aglio, il prezzemolo e la mollica di pane, unire il pecorino e mescolare il tutto condendo con sale e pepe. Tagliare a fette spesse il pane di Matera, abbrustolire sulla griglia e tenere in caldo. Pulire e lavare i fiori di lambascioni, lessare in acqua bollente, saltare in padella con l olio, l aglio in camicia, il peperoncino ed il sale. Stendere le fettine di podolica condire con la mollica di pane unita al pecorino, l aglio, il prezzemolo, arrotolare e bardare con le fettine di lardo. Infilzare le braciolette con stecchi di legno, e cuocere alla griglia per circa 15 minuti. Posizionare al centro del piatto le braciole e la bruschetta e condire con un filo d olio extra vergine d oliva. Guarnire a piacere, sistemando il pane di Matera e aggiungete i fiori di lambascioni. 20

21 Braciolette di Podolica al lardo lucano con rape stufate Tempo: 1 ora Difficoltà: media entrecote di podolica 600 g lardo lucano 16 fette 20 lampascioni 1 spicchio d aglio tritato 20 g di prezzemolo tritato finemente 120 g miele 4 crostoni di pane, 60 g olio extravergine d oliva sale e pepe q. b. Procedimento: tagliare e parare le fettine di podolica a 75 g l una, salarle e peparle, condirle con aglio e prezzemolo tritato. Avvolgere le fette di podolica su se stesse come le classiche braciolette e bardare ogni singolo involtino con 2 fette di lardo. Cuocere a 220 C per 6 minuti. Prendere le rape precedentemente pulite, lavate e stufarle. Stufare le rape facendole rosolare con un pizzico d aglio, olio extra vergine d oliva e un peperoncino in una casseruola. Versare le rape, salarle, coprire con un coperchio e farle cuocere per circa 20 minuti. Disporre al centro del piatto un crostone di pane precedentemente tostato, adagiare su di esso i 2 involtini. In fine ultimare il piatto con i fiori di lampascioni croccanti. 21

22 Guancia di Podolica agli antichi sapori 22 Tempo: 3 ore Difficoltà: difficile 4 pezzi di guance di Podolica pulite (150 g l una netta) 50 g cipolle bianche 50 g sedano 50 g carote 20 g farina 5 g cannella polvere g vino rosso Aglianico per la marinatura e per la salsa 10 g concentrato di pomodoro 50 g olio extra vergine d oliva brodo leggero, rosmarino, alloro, salvia, sale e pepe q. b. Procedimento: pulire le guance in maniera tale che, di ognuna rimanga solo il muscolo pulito (g 150 cad). Mettere la carne a macerare con il vino rosso per almeno 24 ore in frigorifero. I pezzi devono essere immersi nel vino. Una volta tolte dal vino, asciugarle molto bene aiutandosi con un panno. Mettere l olio extra vergine d oliva nella padella e rosolarle a fuoco vivo dopo averle salate. Durante la rosolatura, circa a metà cottura, aggiungere le carote, il sedano, e le cipolle precedentemente tagliate. Spolverare il tutto con la farina, le spezie ed aggiungere il concentrato di pomodoro. Bagnare con il vino rosso, lasciarlo evaporare e aggiungere brodo fino a coprirle. Far cuocere nella casseruola in forno a 130 C per tre ore o comunque finché la carne non sarà tenerissima. A metà cottura aggiungere un mazzetto di salvia, rosmarino e alloro, e aggiustare di sale e pepe. A cottura ultimata togliere la carne dal sugo, quindi filtrarlo ed eventualmente aggiustare di sale.

23 Lingua di Podolica alla pizzaiola Tempo: 45 minuti Difficoltà: facile Ingredienti per 2 persone: 2 lingue di podolica olio extra vergine d oliva, aglio, capperi prezzemolo, basilico, alloro, pomodori vino rosso q. b. Procedimento: tagliare a pezzi la lingua di podolica. Far rosolare in una casseruola con olio extra vergine d oliva, aglio e alloro i pezzi di lingua. Dopo alcuni minuti sfumare con del vino rosso. Aggiungere alcuni pomodori, capperi e un trito di basilico e prezzemolo e lasciar cuocere a fuoco lento per circa 45 minuti. A cottura ultimata salare il tutto e servire a tavola. 23

24 Costate del contadino lucano Tempo: 30 minuti Difficoltà: media Ingredienti: costate di podolica 250 g cadauna battute bene 1 cucchiaio di strutto peperoni frigitelli pomodori olio extra vergine d oliva; sale; pepe; mollica di pane; aglio tritato; origano; cipolle a listello q. b. Procedimento: salare le costate e stenderle nel tegame già oleato. Cospargere l aglio tritato, origano, cipolle, pepe, mollica di pane di Matera IGP e per ultimo i pomodorini già preparati. La cottura è consigliata con forno di campagna in tegame di alluminio con coperchio ad incastro. Fuoco lento sotto il tegame e carboni sopra il coperchio. Contorno: peperoni frigitelli. Lavare i peperoni, asciugarli con un canovaccio e immergerli in abbondante olio extra vergine d oliva caldo. 24

25 Costata di Lombo con aggiunta di manteca Tempo: circa 30 minuti Difficoltà: facile Ingredienti: costata di lombata podolica 2 fette di manteca sale Preparazione: una volta preparata la brace, su una griglia ben calda, disporre le costate di lombata podolica e far cuocere da entrambi i lati. A parte tagliare a fette le manteche. A cottura ultimata, salare e impiattare le costate. In fine aggiungere sopra le costate ben calde le fette di manteca, in modo tale che esse si fondono. Stinco di Podolica a brodo Tempo: 2 ore Difficoltà: facile stinchi di podolica 1 carota 2 gambi di sedano 1 cipolla 1 spicchio d aglio 1 pomodoro piccolo prezzemolo Procedimento: lavare per bene i pezzi di stinco e la verdura. Mettere in una pentola con 2 litri di acqua fredda i pezzi di stinco podolico, la carota, sedano, cipolla e qualche gambo di prezzemolo. Dopo qualche minuto di cottura, si forma in superficie una schiuma voluminosa che va eliminata con la schiumarola. Salare l acqua e lasciare bollire a fuoco lento per almeno un ora e mezza. Filtrare le verdure e gli stinchi e a parte lasciate raffreddare il brodo in modo da poter eliminare il grasso che si addenserà in superficie. In fine impiattare gli stinchi con accanto le verdure. 25

26 26

27 Cosciotto di Podolica stufato all uva cosciotto 800 gr. 1 mazzetto di erbe cromatiche (salvia, rosmarino, timo, maggiorana); 2 scalogni; 1 grappolo di uva nera; 1 cucchiaio d olio extra vergine d oliva; 1 bicchiere di brodo vegetale; sale, pepe q. b. Procedimento: disossare il cosciotto. Salarle e peparle, quindi rosolarle nell olio con l aggiunta delle erbe aromatiche e degli scalogni. Cuocere in un forno a 140 C per 20 minuti ben coperte con il brodo, aggiungere l uva sgranata e lasciare cuocere per ulteriori 10 minuti. Ultimata la cottura, portare a densità voluta a fuoco lento la salsa di cottura Arrosto di Podolica al miele 800 g di girello di carne podolica; 20 g di burro; 1 carota;1 costa di sedano; 2 foglie d alloro; 2 cucchiai di miele di corbezzolo; 1 cucchiaio di Cognac; 3 cucchiai di olio extravergine d oliva; 2 rametti di timo e 2 rametti di maggiorana; sale e pepe Procedimento: lavare e tritare tutte le verdure. Insaporire la carne con sale e pepe, a parte fare sciogliere il miele nel cognac. Scaldare l olio extravergine d oliva e il burro in una teglia che possa andare sul fuoco, unire le verdure preparate con le erbe aromatiche e rosolare il tutto per 5 minuti. Mettere nella teglia la carne e rosolarla girandola spesso. Poi aggiungere il miele, coprire la teglia e farla cuocere nel forno. A fine cottura tagliare l arrosto, eliminare le erbe dal fondo di cottura e passarle al mixer. Disporre la carne in un piatto di servizio ed accompagnare con la salsa ricavata. Costata di Podolica al pepe nero e aceto balsamico 1 costata manzo con l osso;1 cucchiaio grani di pepe nero; 2 peperoncini secchi; 6 scalogni; 2 cucchiai aceto balsamico; 1 bicchiere vino rosso; olio extravergine; sale macinato al momento Procedimento: preriscaldare il forno a 190 C. Pestare al mortaio i grani di pepe e i peperoncini e mescolare con 2 cucchiai di sale. Emulsionare l aceto balsamico con 3 cucchiai d olio. Cospargere bene tutta la costata con il composto. Con l ausilio di un coltellino affilato incidere la carne e riempire le fessure con la miscela di sale e pepe. Infornare per 10 minuti, quindi abbassare a 140 C. Dopo 15 minuti unire gli scalogni sbucciati e tagliati a metà. Cuocere per altri 10 minuti. Bagnare con il vino rosso e proseguire la cottura per altri 30 minuti o finché il termometro da carne indica 60 C, avendo cura di girare l arrosto a metà cottura. Sfornare e servire ben caldo a fette accompagnato da verdure a piacere cotte al vapore. 27

Piazza Umberto I - 52035 Monterchi AR - P.IVA 0019 7650518 Tel. 0575-70092 - Fax. 0575-70332 - email comune.monterchi@postacert.toscana.

Piazza Umberto I - 52035 Monterchi AR - P.IVA 0019 7650518 Tel. 0575-70092 - Fax. 0575-70332 - email comune.monterchi@postacert.toscana. Oggetto: Menù Primavera/Estate delle mense scolastiche per le scuole dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado (Redatto dalla Dott.ssa Chiara Perrone dietista specialista) Viene sempre garantita

Dettagli

Rotolo di vitello ripieno

Rotolo di vitello ripieno Rotolo di vitello ripieno Il rotolo di vitello ripieno con prosciutto, spinaci e frittata è un secondo piatto ricco e gustoso, ideale per il pranzo della domenica o per una occasione speciale. Un piatto

Dettagli

dicembre 2014 Baccalà mantecato riso croccante Tortellini in brodo di cappone Faraona farcita salsa al miele purè di sedano rapa

dicembre 2014 Baccalà mantecato riso croccante Tortellini in brodo di cappone Faraona farcita salsa al miele purè di sedano rapa Menu delle feste dicembre 2014 Baccalà mantecato riso croccante Tortellini in brodo di cappone Faraona farcita salsa al miele purè di sedano rapa Morbido di cioccolato Baccalà mantecato riso croccante

Dettagli

CONTEST LENTICCHIA PEDINA

CONTEST LENTICCHIA PEDINA Gentile Cliente, ti ringraziamo per aver scelto Lenticchia Pedina e per il contributo che hai dato al progetto Casa del Sorriso del CESVI in aiuto ai bambini brasiliani di Rio de Janeiro. Guarda il video

Dettagli

STATI UNITI D'AMERICA Tacchino arrosto ripieno (Roast turkey / New England) dosi per 10 porzioni

STATI UNITI D'AMERICA Tacchino arrosto ripieno (Roast turkey / New England) dosi per 10 porzioni STATI UNITI D'AMERICA Tacchino arrosto ripieno (Roast turkey / New England) 1 tacchino (peso complessivo di 6 kg circa) 1 kg di castagne 150 g di burro mollica di pane raffermo cipolla sedano rosmarino

Dettagli

la Festa di FINE ANNO

la Festa di FINE ANNO Piatti golosi e simbolici celebrano con successo la Festa di FINE ANNO PER LA TUA FESTA DI FINE ANNO SULLA TAVOLA NON DEVE MANCARE: UVA: Perché porta soldi; MELAGRANA: Perché porta soldi e Amore; LENTICCHIE:

Dettagli

----------------------------------------------- ------------------------------------------------- --------------------------------------------------

----------------------------------------------- ------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ESERCITAZIONE PRATICA N 9 CARPACCIO DI CARCIOFI CON BRESAOLA DELLA VALTELLINA SU LETTO DI RUGHETTA CON MOUSSE DI FORMAGGIO ALLE ERBE ----------------------------------------------- CREMA PARMANTIER -------------------------------------------------

Dettagli

PASQUA. I menù di ViviDanone MENÙ PASQUA IN FAMIGLIA MENÙ PASQUA CON GLI AMICI

PASQUA. I menù di ViviDanone MENÙ PASQUA IN FAMIGLIA MENÙ PASQUA CON GLI AMICI PASQUA I menù di ViviDanone MENÙ PASQUA IN FAMIGLIA MENÙ PASQUA CON GLI AMICI Primo Pasqua in famiglia RISOTTO AGLI ASPARAGI 500 g di asparagi verdi 320 g di riso carnaroli ½ porro 1 bicchiere di vino

Dettagli

CANNELLONI RICOTTA E SPINACI

CANNELLONI RICOTTA E SPINACI Ricettario Primi BRODO VEGETALE Preparare la verdura (sedano, carota, cipolla) e gli aromi (maggiorana, timo, alloro, basilico) e farli cuocere in acqua per un'ora a fuoco moderato. Colare il brodo ed

Dettagli

Ingredienti. 2,5 kg di zucchine. 1 litro di aceto (oppure 1/2 litro aceto e 1/2 litro di vino bianco) olio extravergine di oliva. 1 etto di zucchero

Ingredienti. 2,5 kg di zucchine. 1 litro di aceto (oppure 1/2 litro aceto e 1/2 litro di vino bianco) olio extravergine di oliva. 1 etto di zucchero Zucchine sott'olio Questo è il procedimento per preparare le zucchine sott'olio e può essere utile anche per conservare altre verdure: peperoni, melanzane, funghi ecc... Ingredienti 2,5 kg di zucchine

Dettagli

sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA

sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA sappiamo sempre che pesci prendere ASSESSORATO ALLA PESCA COZZE PASTELLATE - 2 Kg di cozze - 2 uova - 2 cucchiai di farina - ½ bicchiere di birra - sale - pepe Preparazione: Prendere le cozze, dopo averle

Dettagli

Facili idee di preparazione. secondi

Facili idee di preparazione. secondi Facili idee di preparazione secondi al microonde o in pade lla I Salvaminuti 90 secondi, cereali antichi per stili di vita moderni! Cereali e legumi cotti a vapore con olio Extra Vergine d Oliva Monini,

Dettagli

RICETTARIO Menù invernale

RICETTARIO Menù invernale RICETTARIO Menù invernale Condimenti Parmigiano Reggiano per insaporire i primi piatti Olio extravergine di oliva per la preparazione dei piatti e per il condimento a crudo Succo di limone, erbe aromatiche

Dettagli

Ricette di Andreas Caminada

Ricette di Andreas Caminada Zuppa di gulasch 600 g di cipolle 800 g di carne di manzo 20 g di paprika in polvere (piccante o dolce) 10 g di cumino 1 tazza di brodo 1 spicchio d'aglio peperoncino buccia di 1/2 limone 3 peperoni rossi

Dettagli

Ricettario tabella dietetica Asilo Nido

Ricettario tabella dietetica Asilo Nido DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Servizio Igiene della Nutrizione Ricettario tabella dietetica Asilo Nido Primi BRODO VEGETALE Preparare la verdura (sedano, carota, cipolla) e gli aromi (maggiorana,

Dettagli

- RICETTE di PESCE -

- RICETTE di PESCE - - RICETTE di PESCE - ZUPPA ALLA MARANESE (per 4 persone) 2 Kg di pesce misto (passera, cefalo, ghiozzo,anguilla, ecc) tutto di piccola taglia Mezza cipolla Aceto ½ bicchiere di vino bianco 2 coste di sedano

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

Ricette 2015. Alcune idee per i vostri piatti

Ricette 2015. Alcune idee per i vostri piatti Ricette 2015 Alcune idee per i vostri piatti Indice Indice generale Riso orientale alle verdure by DEB...3 Carciofini in agrodolce...4 Mezzemaniche cozze e fagioli...5 Pasta al ragù di melanzane...6 Spaghetti

Dettagli

Ricettario e consigli pratici per cucinare la Lumaca Helix

Ricettario e consigli pratici per cucinare la Lumaca Helix Ricettario e consigli pratici per cucinare la Lumaca Helix Consigli pratici per la preparazione delle Lumache vive Le nostre lumache Helix Aspersa Muller, sono allevate all aperto e seguono il ciclo biologico

Dettagli

Ricettario della nostra cucina tradizionale di Patrizia Rago. www.istitutopalatucci.it

Ricettario della nostra cucina tradizionale di Patrizia Rago. www.istitutopalatucci.it Ricettario della nostra cucina tradizionale di Patrizia Rago www.istitutopalatucci.it Pomodori secchi Dividere i pomodori a metà, metterli su una gratella e farli essiccare al sole. Disporli in un barattolo

Dettagli

Levi Gregoris affina i migliori prosciutti del territorio e ti offre uno speciale assaggio di polpa di prosciutto crudo macinata e conservata in

Levi Gregoris affina i migliori prosciutti del territorio e ti offre uno speciale assaggio di polpa di prosciutto crudo macinata e conservata in le ricette di Levi Gregoris affina i migliori prosciutti del territorio e ti offre uno speciale assaggio di polpa di prosciutto crudo macinata e conservata in atmosfera protettiva per poterla cucinare

Dettagli

IL MARE IN TAVOLA MENU. Antipasti: 1. Bottarga e pomodori. 2. Cozze alla marinara. 3. Fagioli cannellini e gamberetti.

IL MARE IN TAVOLA MENU. Antipasti: 1. Bottarga e pomodori. 2. Cozze alla marinara. 3. Fagioli cannellini e gamberetti. IL MARE IN TAVOLA MENU Antipasti: 1. Bottarga e pomodori 2. Cozze alla marinara 3. Fagioli cannellini e gamberetti Primi piatti: 4. Spaghetti alle cozze e vongole veraci in bianco 5. Spaghetti alla bottarga

Dettagli

cottura 5 GOLOSE ricette

cottura 5 GOLOSE ricette cottura 5 GOLOSE ricette PROVA LA COTTURA del FUTURO! La prima batteria di pentole a risparmio energetico INNOVATIVA Grazie agli speciali canali collocati sul fondo IL TEMPO DI COTTURA DIMINUISCE RISPARMIANDO

Dettagli

Le Ricette del Ristorante Conca Bella. Le ricette saranno aggiornate periodicamente

Le Ricette del Ristorante Conca Bella. Le ricette saranno aggiornate periodicamente Le Ricette del Ristorante Conca Bella Le ricette saranno aggiornate periodicamente Il filo d Arianna Crème Brûlée di tonno, capperi, olive e patata soffiata Per il crudo di tonno: 250 gr. Tonno 80 gr.

Dettagli

www.ricettegustose.it Pagina 1

www.ricettegustose.it Pagina 1 www.ricettegustose.it Pagina 1 Indice primi piatti di pesce 1 Iscriviti alla NewsLetter per conoscere tutte le nuove ricette inserite Bucatini pesce spada e olive nere Farfalle patate e trota salmonata

Dettagli

ALCUNI SUGGERIMENTI RISO BASMATI PILAF ALLE VERDURE FRITTATA DI DI VERDURA AL FORNO

ALCUNI SUGGERIMENTI RISO BASMATI PILAF ALLE VERDURE FRITTATA DI DI VERDURA AL FORNO RISO BASMATI PILAF ALLE VERDURE ALCUNI 12 cucchiai di verdure stufate 6 tazzine piccole di riso Basmati 12 tazzine di acqua calda 3 cucchiai da tavola di parmigiano grattugiato 1 cucchiaio di olio extravergine

Dettagli

LE SCHEDE DEL PUNTO INFORMATIVO.9 Alimentazione e Terapia

LE SCHEDE DEL PUNTO INFORMATIVO.9 Alimentazione e Terapia LE SCHEDE DEL PUNTO INFORMATIVO.9 Alimentazione e Terapia Ricette ipercaloriche e iperproteiche Primi piatti Pasta al forno 300 g maccheroncini 25 g parmigiano stagionato, grattugiato Salsa bianca: 50

Dettagli

CHICCO CEREA MERCOLEDI 5 Febbraio 10h 13h

CHICCO CEREA MERCOLEDI 5 Febbraio 10h 13h CHICCO CEREA MERCOLEDI 5 Febbraio 10h 13h Menu Carbon pacchero Moscardini al verde / Moscardini affogati con polenta Casoncelli di Taleggio con crema di mais e tartufo nero Risotto con zucca, strachitunt

Dettagli

TOSCANA Acquacotta alla grossetana Dosi per 10 persone

TOSCANA Acquacotta alla grossetana Dosi per 10 persone TOSCANA Acquacotta alla grossetana 850 g di funghi porcini 500 g di pomodori freschi da sugo privati dei semi 250 g di olio di oliva extra vergine 120 g di parmigiano grattugiato 20 piccole fette di pane

Dettagli

SALSE SUGHI & CONDIMENTI

SALSE SUGHI & CONDIMENTI SALSE SUGHI & CONDIMENTI CREMA DI AVOGADOS Per condire insalate 1 avogado maturo 100 gr di yogurt intero bianco 50 gr di olio extra vergine di oliva 1 limone spremere il succo ½ cucchiaino di sale fino

Dettagli

PROGRAMMA: Spaghetti con vongole veraci,astici,pomodorino,mandorle e pistacchi. Risotto alla Gualtiero Marchesi

PROGRAMMA: Spaghetti con vongole veraci,astici,pomodorino,mandorle e pistacchi. Risotto alla Gualtiero Marchesi CORSO DI CUCINA 4-5 DICEMBRE 2012 PRIMI PIATTI 1 PROGRAMMA: Spaghetti con vongole veraci,astici,pomodorino,mandorle e pistacchi Risotto alla Gualtiero Marchesi Agnolotti al burro,timo e salsa ai due peperoni

Dettagli

Zucchine trifolate. ZuCCHINE TRIFOLATE IN AGRODOLCE

Zucchine trifolate. ZuCCHINE TRIFOLATE IN AGRODOLCE 2 Zucchine trifolate ZuCCHINE TRIFOLATE IN AGRODOLCE 6 zucchine 1 cipolla 1 spicchio di aglio 50 g di scalogno 20 g di pinoli 50 g di prezzemolo 50 g di aceto di vino bianco 50 g di zucchero Olio extra

Dettagli

TAGLIATELLE FARRO ORZO E AVENA CON RICOTTA E POMODORINI

TAGLIATELLE FARRO ORZO E AVENA CON RICOTTA E POMODORINI I prodotti della linea Vivien Pro Salus sono ottimi abbinati con tutti i tipi di ortaggi e legumi di stagione. TAGLIATELLE FARRO ORZO E AVENA CON RICOTTA E POMODORINI 250g di Tagliatelle F.O.A., 1 porro,

Dettagli

SALSA KETCHUP. Ingredienti: cipolla pomodori freschi pelati maizena sale zucchero aceto

SALSA KETCHUP. Ingredienti: cipolla pomodori freschi pelati maizena sale zucchero aceto SALSA KETCHUP Il libretto è la raccolta di alcune ricette cucinate dalla cuoca della nostra mensa, Letizia Bambagioni, per i bambini delle scuole di Scandicci. Le ricette, inserite nel menù stagionale

Dettagli

MENU DI NATALE 2015. Crostini avogado e olive. Zucca con passolina e pinoli. Vellutata di giri. Risotto melograno e broccoli.

MENU DI NATALE 2015. Crostini avogado e olive. Zucca con passolina e pinoli. Vellutata di giri. Risotto melograno e broccoli. MENU DI NATALE 2015 Crostini avogado e olive Zucca con passolina e pinoli Vellutata di giri Risotto melograno e broccoli Polpettone vegano Insalata ricca Torta Sacher VEG Crostini avogado e olive ingredienti:

Dettagli

Tutto quello che (forse) non sai sulla carne di coniglio. Ricette e Curiosità

Tutto quello che (forse) non sai sulla carne di coniglio. Ricette e Curiosità Tutto quello che (forse) non sai sulla carne di coniglio Ricette e Curiosità Gentile Cliente, sono ormai 15 anni che produciamo conigli e polli per la vendita diretta e, spesso, ci è capitato di incontrare

Dettagli

Ricette per una Dieta Mista con DietaVita

Ricette per una Dieta Mista con DietaVita Ricette per una Dieta Mista con DietaVita Le nostre ricette DietaVita sono studiate secondo i principi di una dieta equilibrata e varia, e ognuna fornisce circa 500-600 calorie. Snack e bevande contenenti

Dettagli

PARROCCHIA DEI SANTI MARTINO E LAMBERT0

PARROCCHIA DEI SANTI MARTINO E LAMBERT0 PARROCCHIA DEI SANTI MARTINO E LAMBERT0 Scuola dell Infanzia SAN GIUSEPPE Nido integrato Via Roma 293 - ARSEGO 35010 SAN GIORGIO DELLE PERTICHE - PD Tel/fax. 049.5742061 E-mail:materna-arsego@libero.it

Dettagli

Spuntino - un frutto o uno yogurt magro, due volte a settimana si può sostituire con 20 gr di noci o mandorle - a metà mattina e di pomeriggio;

Spuntino - un frutto o uno yogurt magro, due volte a settimana si può sostituire con 20 gr di noci o mandorle - a metà mattina e di pomeriggio; DIETA da 1400 KC Colazione 1) 200 ml latte parzialmente scremato, 2 fette biscottate con un cucchiaino di marmellata, un caffè con un cucchiaino di zucchero 2) 200 ml latte parzialmente scremato, 30 gr

Dettagli

ANTIPASTI. Prendere & gustare. Antipasti italiani da preparare in casa. marche-restaurants.com

ANTIPASTI. Prendere & gustare. Antipasti italiani da preparare in casa. marche-restaurants.com ANTIPASTI Antipasti italiani da preparare in casa Prendere & gustare marche-restaurants.com Funghi ripieni 200 gr. Champignon giganti, marroni o bianchi 10 gr. Prezzemolo in foglia 1 Uovo fresco 25 gr.

Dettagli

Le Ricette. di mamma Giuseppina

Le Ricette. di mamma Giuseppina Ricetta del Patrono 4 pugnetti di farro (come riso), cipolla abbondante, sedano abbondante, olio di oliva a discrezione, pelati di pomodoro o salsa di pomodori (si possono aggiungere anche 2 patate). Tritare

Dettagli

MyCard Ricette d autunno

MyCard Ricette d autunno MyCard Ricette d autunno Un azienda del Gruppo Aduno www.aduno-gruppe.ch Ricetta 1 Piatto di Berna 400 g Carne per bollito (collo o costole) Verdure da minestra (per es. porro, sedano, carota, cipolla)

Dettagli

MOZZARELLA IN CARROZZA

MOZZARELLA IN CARROZZA Ricette di pane pane raffermo a fette passata di pomodoro salata mozzarella origano olio PIZZETTE tagliare a fette non troppo sottili il pane raffermo,disporlo in una teglia, versarvi sopra qualche cucchiaio

Dettagli

RISO CON SEPPIA DI TUTTI I COLORI

RISO CON SEPPIA DI TUTTI I COLORI RISO CON SEPPIA DI TUTTI I COLORI Per la salsa di seppia: 100 g di olio extravergine d oliva 20 g di scalogno tritato 150 g di seppia tritata 60 g di carota a pezzi 35 g di pomodoro 150 g di brodo Per

Dettagli

Piccolo ricettario della lumaca

Piccolo ricettario della lumaca Piccolo ricettario della lumaca Di me puoi gustare il meglio solo quando mi chiudo in casa Quando sono opercolate ed è autunno inoltrato, prendi delle belle e grosse lumache, immergile in acqua bollente

Dettagli

Pelati. Pomodori. Pomodoro dal Sangue Blu CON BASILICO

Pelati. Pomodori. Pomodoro dal Sangue Blu CON BASILICO Pomodori Pelati I nostri pomodori pelati sono il risultato di una procedura di accurata selezione che parte dalla scelta dei semi ed arriva fino alla valutazione dei terreni adatti ad ospitare le coltivazioni.

Dettagli

MUFFINS DI NOCI AL GRANA PADANO CON GELATINA DI CACHI ALLA VANIGLIA

MUFFINS DI NOCI AL GRANA PADANO CON GELATINA DI CACHI ALLA VANIGLIA 1 CLASSIFICATO MUFFINS DI NOCI AL GRANA PADANO CON GELATINA DI CACHI ALLA VANIGLIA RICETTA REALIZZATA DA GABRIELE GALOFARO DELL ISTITUTO I.P.S.A.R. ROSMINI DI DOMODOSSOLA VERBANIA. Per i Muffins: 30 gr

Dettagli

olio La qualità del nostro olio è testimoniata

olio La qualità del nostro olio è testimoniata L olio La qualità del nostro olio è testimoniata anche dal suo interessante e particolare profilo organolettico, che lo rende bello da vedere, dolce da sentire e buono da gustare. Alla vista ha il colore

Dettagli

cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani!

cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani! cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione veloci, gustosi e sani! Cereali e legumi a rapida cottura facili idee di preparazione Le Gusto ti permette di fare una scelta facile e veloce,

Dettagli

Sfida ai fornelli - 2 puntata 2a serie

Sfida ai fornelli - 2 puntata 2a serie Sfida ai fornelli - 2 puntata 2a serie page 1 / 5 Katia Beni INSALATINA DI ALICI CON BALSAMICO Ingredienti per 6 persone 30 alici freschissime aperte a farfalla e spinate 2 scalogni medi tagliati a fettine

Dettagli

menu di legumi a tavola Falafel di fave secche 400 Kcal a porzione

menu di legumi a tavola Falafel di fave secche 400 Kcal a porzione prodotti a tavola menu di legumi 64 400 g di fave secche 1 mazzetto di finocchietto selvatico 200 g di ricotta 2 uova 2 spicchi d aglio pangrattato q.b. sale e pepe olio per friggere 1 cucchiaio di farina

Dettagli

Le ricette della cucina bolognese

Le ricette della cucina bolognese Le ricette della cucina bolognese Ragù alla bolognese: Ingredienti: Carne bovina di manzo (cartella, copertina o fesone, girello di spalla) 250 gr Carne di suino (coscia) 250 gr Brodo di carne 250 ml Pancetta

Dettagli

il Ricettario Primi Spaghetti al Guazzetto

il Ricettario Primi Spaghetti al Guazzetto Spaghetti al Guazzetto 4 cicale 4 scampi medi 4 pezzi di razza 4 piccole pescatrici calamaretti seppioline prezzemolo, aglio, olio d oliva pomodorini, sale peperoncino a discrezione. tempo di realizzazione

Dettagli

Ricettario sui Funghi Porcini Porcini trifolati

Ricettario sui Funghi Porcini Porcini trifolati Ricettario sui Funghi Porcini Porcini trifolati 500 gr di porcini 3 agli prezzemolo olio evo mezzo bicchiere di vino bianco farina Procedimento Pulite i porcini, grattando il gambo e la cappella con un

Dettagli

Corso Cucina Pag. 1 di 7

Corso Cucina Pag. 1 di 7 Corso Cucina Pag. 1 di 7 Ricetta presentata da: contenuti del corso: Preparazione: Cinghiale in umido Medaglioni di cervo Fettine di capriolo Contorni di stagione Dessert (mousse di cachi) Contenuto del

Dettagli

TAGLIATELLE AI FUNGHI PORCINI

TAGLIATELLE AI FUNGHI PORCINI TAGLIATELLE AI FUNGHI PORCINI 1 confezione di PORCINI I ROSCILLI, 400 gr. di tagliatelle, 1 spicchio d aglio, olio, peperoncino, 1 bicchiere di vino bianco, pomodoro fresco tagliato a cubetti, sale e pepe

Dettagli

Ricette da Gustare: sapore e qualità dei prodotti. Calleris in tavola.

Ricette da Gustare: sapore e qualità dei prodotti. Calleris in tavola. La natura soddisfa il palato con un alimentazione sana ed equilibrata. Fagioli, lenticchie, ceci, piselli, soia, da apprezzare in zuppe e piatti ricchi di proteine vegetali, vitamine e sali minerali. Legumi

Dettagli

COMITATO DI ROMA della SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI Piazza Firenze, 27 - tel. 06 687 37 22 - www.dantealighieri-roma.it

COMITATO DI ROMA della SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI Piazza Firenze, 27 - tel. 06 687 37 22 - www.dantealighieri-roma.it CARPACCIO DI TROTA Ingredienti per 4 persone: Trota 1 da circa 1 kg Zucchero Insalata mista Fagiolini 200 gr Ravanelli 100 gr Salsa al tartufo 1. Per prima cosa lavate la trota, tagliatela in due filetti,

Dettagli

CAPONATA DI MELANZANE

CAPONATA DI MELANZANE CAPONATA DI MELANZANE 3 melanzane di media grandezza 50 g di pinoli 100 g di capperi dissalati 300 g di polpa di pomodoro 2 mazzi di basilico fresco 100 g di olive nere denocciolate 1 costa di sedano Aceto

Dettagli

POMODORI RIPIENI DI CARNAROLI GRATINATI

POMODORI RIPIENI DI CARNAROLI GRATINATI Ricette POMODORI RIPIENI DI CARNAROLI GRATINATI 4 pomodori di media grandezza 100 gr di riso Naturalia Carnaroli cotto per 50 min sale e pepe 1 cipolla tritata finissima 1 spicchio d'aglio tritato finissimo

Dettagli

FORNO ALOGENO. COD. GD043 1400W - 230V~ - 50Hz

FORNO ALOGENO. COD. GD043 1400W - 230V~ - 50Hz FORNO ALOGENO COD. GD043 1400W - 230V~ - 50Hz 1. 2. 4. 3. 5. 7. 6. 10. 1. Spia di controllo funzionamento (POWER) 2. Orologio timer (TIME) 3. Maniglia con sicurezza 4. Termostato per controllo temperatura

Dettagli

Chitarrine al ragout di melanzane e pomodorini

Chitarrine al ragout di melanzane e pomodorini Chitarrine al Limone 250 gr. chitarrine La Pasta di Aldo il succo di un limone 1/2 buccia grattugiata 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva prezzemolo parmigiano Sbattete l'olio con il succo di limone

Dettagli

Aggiungi valore ai tuoi piatti. Gastronomia per le Macellerie ricette... idee

Aggiungi valore ai tuoi piatti. Gastronomia per le Macellerie ricette... idee Aggiungi valore ai tuoi piatti Gastronomia per le Macellerie ricette... idee tutte le rivoluzione cominciano per strada e finiscono a tavola. Leo Longanesi Indice...pag. 4 Coscia di tacchino ai carciofi...

Dettagli

IN CUCINA CON FANTASIA

IN CUCINA CON FANTASIA IN CUCINA CON FANTASIA CLASSI 2 A E 2 B SCUOLA PRIMARIA E. TOTI ISTITUTO COMPRENSIVO FERMI CAVARIA CON PREMEZZO PROGETTO IL VALORE DEL CIBO REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON LA DOTT. ZAMBELLI E INTERAMENTE

Dettagli

Ricette con basso indice glicemico

Ricette con basso indice glicemico Ricette con basso indice glicemico Il consumo delle seguenti preparazioni, esprimendo tutte un indice glicemico medio/basso, è indicato anche per persone affette da diabete o malattie metaboliche, perché

Dettagli

...tutti a tavola... CITTA DI FOLIGNO ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE

...tutti a tavola... CITTA DI FOLIGNO ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE CITTA DI FOLIGNO ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE AREA ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE DIRITTO ALLO STUDIO E ATTIVITÀ FORMATIVE SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA...tutti a tavola... Prefazione Questa

Dettagli

Ricette Bielorusse. Frittelle sottili. Caviale di funghi. Zacirka con latte

Ricette Bielorusse. Frittelle sottili. Caviale di funghi. Zacirka con latte Ricette Bielorusse Frittelle sottili 1 tazza di farina, 2 tazze di latte, 1 cucchiaino di zucchero, 4 cucchiai di lardo o burro, Miscelate le uova, lo zucchero, il sale, la farina e metà del latte. Mescolate

Dettagli

Albergo Dimaro***superior

Albergo Dimaro***superior MINESTRA D'ORZO ALLA TRENTINA (Orzèt alla trentina) Ingredienti per 6 persone: 180 grammi di orzo perlato 1 osso di prosciutto con ancora carne attaccata 1 patata 1 carota 1 porro 2 pugni di pisellini

Dettagli

RICETTE DALL ITALIA E DAL MONDO

RICETTE DALL ITALIA E DAL MONDO RICETTE DALL ITALIA E DAL MONDO Il cibo ci viene in aiuto anche per conoscere e confrontare usi, abitudini e tradizioni di altri Paesi. Perciò ecco alcune ricette regionali italiane ed altre provenienti

Dettagli

SECONDI PIATTI "GHIOTTA IN BIANCO"

SECONDI PIATTI GHIOTTA IN BIANCO SECONDI PIATTI "GHIOTTA IN BIANCO" Ingredienti: gr 500 patate, 2 spicchi d'aglio, olio di oliva, un ciuffo di prezzemolo. Rosolare l'aglio nell'olio, unirvi le patate tagliate a dadini. Aggiungere acqua

Dettagli

50 zucca candita 10 fichi secchi 1 mela 1 bicchierino anice 1 pizzico semi di anice 1 cucchiaino lievito

50 zucca candita 10 fichi secchi 1 mela 1 bicchierino anice 1 pizzico semi di anice 1 cucchiaino lievito DOLCE EPIFANIA Pinza de Marantega 300 gr. farina gialla 200 gr. farina bianca 200 gr. zucchero 200 gr. burro 50 gr. uvetta 50 gr. cedri canditi 50 zucca candita 10 fichi secchi 1 mela 1 bicchierino anice

Dettagli

POLLO ALLEVATO ALL APERTO

POLLO ALLEVATO ALL APERTO POLLO ALLEVATO ALL APERTO INDICE Introduzione Pollo con pomodori ripieni gratinati Pollo con carciofi e patate 4 Pollo con peperoni abbrustoliti gustosi 5 Petto di pollo a fette piccante 6 Pollo con patate

Dettagli

Cucina SpendiPoco IV incontro 12 marzo 2014

Cucina SpendiPoco IV incontro 12 marzo 2014 Cucina SpendiPoco IV incontro 12 marzo 2014 Ricette proposte: Taralli con semi di finocchietto Gnocchi di patate Pizza con la zucca Pasta cu spezzi, muddica e anciova I taralli sono una specialità tipica

Dettagli

Aperitivi per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Kathi Rüegger Tulipani

Aperitivi per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Kathi Rüegger Tulipani Corso Cucina Pag. 1 di 5 per tutte le occasioni Ricetta presentata da: Obiettivi del corso: Conoscenza degli ingredienti (carne e verdure) Farcitura e preparazione dei vari stuzzichini Contenuto del corso

Dettagli

Carré d agnello in crosta di pistacchi

Carré d agnello in crosta di pistacchi Corso Cucina Pag. 1 di 6 Carré d agnello in crosta di pistacchi Ricetta presentata da: Obiettivi del corso: Preparazione del Carré d agnello in crosta di pistacchi ed erbe aromatiche al forno Accompagnamento:

Dettagli

Le ricette del BEN ESSERE mangiare SANO CON GUSTO

Le ricette del BEN ESSERE mangiare SANO CON GUSTO Unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA Via Gramsci n.12 40121 BOLOGNA Tel. 051/6079711 Fax 051/6079872 Come mangiare per GUADAGNARE SALUTE Le ricette del BEN

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Carne svizzera. di maiale. Un piacere pregiato. www.carnesvizzera.ch

Carne svizzera. di maiale. Un piacere pregiato. www.carnesvizzera.ch Carne svizzera di maiale. Un piacere pregiato. www.carnesvizzera.ch Un invito al gusto La carne svizzera di maiale gode di grande popolarità. È tenera, è a fibra sottile e ha un bel colore rosa. La scelta

Dettagli

le migliori ricette con lo SteAm BlenDer

le migliori ricette con lo SteAm BlenDer le migliori ricette con lo STEAM BLENDER indice antipasti e idee per l aperitivo Polpo alla Gallega con patate e sesamo Caviale di melanzane Barchette di baccalà mantecato salse pappe per bambini Ragù

Dettagli

le nostre ricette ristorazione scolastica asili nido comunali

le nostre ricette ristorazione scolastica asili nido comunali le nostre ricette ristorazione scolastica asili nido comunali Il presente volume raccoglie le Ricette utilizzate negli Asili Nido comunali, gentilmente fornite dalle cuoche del Comune di Siena ed integrate

Dettagli

Pratähäpfla (Patate arrosto)

Pratähäpfla (Patate arrosto) Pratähäpfla (Patate arrosto) - 8 patate di grandezza media - burro quanto basta - 200/300 gr di formaggio nostrano grasso, tipo Bettelmatt - sale e pepe : Far bollire le patate in acqua salata, pelarle,

Dettagli

PASTA DI FILIERA ECOR. Un progetto per creare un legame tra agricoltori e consumatori in difesa della terra I VALORI

PASTA DI FILIERA ECOR. Un progetto per creare un legame tra agricoltori e consumatori in difesa della terra I VALORI PASTA DI FILIERA ECOR Un progetto per creare un legame tra agricoltori e consumatori in difesa della terra I VALORI Il progetto di filiera di Ecor nasce dall idea che, per dare un futuro all agricoltura

Dettagli

Ente Nazionale Protezione Animali. Vegan menù per festeggiare e lasciare vivere 3

Ente Nazionale Protezione Animali. Vegan menù per festeggiare e lasciare vivere 3 Ente Nazionale Protezione Animali Vegan menù per festeggiare e lasciare vivere 3 - Antipasti: humus di ceci con crostini finocchi con salsa tahin vellutata di carote ed arachidi insalata russa - Primi:

Dettagli

RICETTARIO LE PIÙ GRADITE RICETTE DEL NIDO. Anno 2013. Asilo Nido Comunale. Comune di Vittorio Veneto Assessorato alle Politiche Sociali

RICETTARIO LE PIÙ GRADITE RICETTE DEL NIDO. Anno 2013. Asilo Nido Comunale. Comune di Vittorio Veneto Assessorato alle Politiche Sociali RICETTARIO LE PIÙ GRADITE RICETTE DEL NIDO Anno 2013 Comune di Vittorio Veneto Assessorato alle Politiche Sociali Asilo Nido Comunale 1 PRIMI PIATTI Crema di piselli con riso Vellutata di zucchine con

Dettagli

ACQUACOTTA DI CICERCHIA CON BORRAGINE E CROCCANTE DI PECORINO

ACQUACOTTA DI CICERCHIA CON BORRAGINE E CROCCANTE DI PECORINO ACQUACOTTA DI CICERCHIA CON BORRAGINE E CROCCANTE DI PECORINO Ingredienti: Cicerchia gr. 300 Sedano, carota, cipolla triturati finemente gr. 70 Olio extravergine gr. 100 Alloro 1 foglia Salvia 2 foglie

Dettagli

MENU WARSTEINER. PRIMO PIATTO pagina 5. CARNI-OVINI pagina 7. DESSERT pagina 9 PARTNERSHIP

MENU WARSTEINER. PRIMO PIATTO pagina 5. CARNI-OVINI pagina 7. DESSERT pagina 9 PARTNERSHIP MENU WARSTEINER PRIMO PIATTO pagina 5 CREMA DI FORMAGGIO E BIRRA CON CODE DI GAMBERO E SEDANO RAPA CARNI-OVINI pagina 7 BRASATO DI AGNELLO GLASSATO ALLA BIRRA E SESAMO DESSERT pagina 9 FAGOTTINI DI CREPES

Dettagli

Antipasti. Mousse al prosciutto cotto 4 Pittole salentine 4 Formaggio fresco 5 Torta salata ai carciofi Insalata russa 6 Torta Panaspa 8

Antipasti. Mousse al prosciutto cotto 4 Pittole salentine 4 Formaggio fresco 5 Torta salata ai carciofi Insalata russa 6 Torta Panaspa 8 Antipasti Mousse al prosciutto cotto 4 Pittole salentine 4 Formaggio fresco 5 Torta salata ai carciofi 5 Insalata russa 6 Torta Panaspa 8 3 Mousse al prosciutto cotto 150 g prosciutto cotto 100 g mascarpone

Dettagli

RICETTARIO STUDIOVERDE COZZE E VONGOLE. cam. www.camittico.it

RICETTARIO STUDIOVERDE COZZE E VONGOLE. cam. www.camittico.it STUDIOVERDE RICETTARIO COZZE E VONGOLE cam www.camittico.it i frutti più buoni del mare i frutti più buoni del mare SPAGHETTI CON LE VONGOLE 600g di vongole, 4 cl di olio extravergine d oliva, 1 spicchio

Dettagli

Piano a Lungo Termine

Piano a Lungo Termine Piano a Lungo Termine Il piano a lungo termine deve essere condotto in quattro fasi per un cambiamento permanente delle abitudini alimentari. Ideale per rompere vecchi schemi, imparare a pianificare i

Dettagli

In cucina con lo chef La donna in festa

In cucina con lo chef La donna in festa Scuola di impresa della A SCUOLA DI GUSTO In cucina con lo chef La donna in festa Cappesante con indivia, radicchio e grana Spiedini saporiti alle cozze e pancetta Polpa di granchio al rhum Risotto al

Dettagli

PRIMI PIATTI --------------------------------------------------------------------------------

PRIMI PIATTI -------------------------------------------------------------------------------- La Cucina In questo spazio vi indichiamo, con delle ricette molto semplici, come si fa ad avere al campo un menu completo di sali minerali e carboidrati PRIMI PIATTI Riso in brodo: fai cuocere 400 g di

Dettagli

Ricettario. MARE in SICILY.

Ricettario. MARE in SICILY. Ricettario Ricettario MARE in SICILY. Il ricettario DRAGO è una raccolta di ricette a base di pesce, in grado di soddisfare tutti i palati. Tante idee della tradizione siciliana, dalle più semplici alle

Dettagli

LAZIO Abbacchio alla romana Dosi per 10 persone

LAZIO Abbacchio alla romana Dosi per 10 persone LAZIO Abbacchio alla romana 1 kg di agnello che comprenda il cosciotto e la rognonata 80 g di olio extravergine di oliva 5 dl di aceto bianco 4 acciughe sotto sale 4 spicchi di aglio 1 rametto di rosmarino

Dettagli

Informazioni da raccogliere in ottemperanza al Reg UE 1169-2011

Informazioni da raccogliere in ottemperanza al Reg UE 1169-2011 Polpettone e Polpette Carne di vitello, suino, bovino, mortadella, salumi, uovo, formaggio, sale, pepe, noce moscata, INVOLTINI CON CARCIOFI Carne di Bovino, mortadella, carciofi sott olio, formaggio Saltimbocca

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 8

Esercitazione pratica di cucina N 8 Esercitazione pratica di cucina N 8 Cocktail di Gamberetti In Salsa Aurora ------------------------ Spaghetti di Mare Al Cartoccio ------------------------ Ravioli di Astice e pomodori Al burro Aromatizzato

Dettagli

Per ricordare le origini a tavola

Per ricordare le origini a tavola Per ricordare le origini a tavola LA CUCINA CON AMORE... di Lucia Tardelli. ANTIPASTO : alici marinate ingredienti per 4 persone : 400gr alici fresche un po grosse 70gr farina olio per fritture 2 dl di

Dettagli

GIAPPONE. Dolce di carote (Gajar Halwa) dosi per 10 porzioni

GIAPPONE. Dolce di carote (Gajar Halwa) dosi per 10 porzioni GIAPPONE Dolce di carote (Gajar Halwa) 2 kg di carote 250 g di zucchero 80 g di mandorle pelate 120 g di burro chiarificato 80 g di pistacchi 2 l di latte cardamomo verde pelare e grattuggiare le carote

Dettagli

Menù AZZURRO. Prepasto Zanzarelli. Minestra Brodetto saracenico. Pasto Pollo al finocchio. Postpasto Budino di frutta secca

Menù AZZURRO. Prepasto Zanzarelli. Minestra Brodetto saracenico. Pasto Pollo al finocchio. Postpasto Budino di frutta secca Menù AZZURRO Prepasto Zanzarelli Minestra Brodetto saracenico Pasto Pollo al finocchio Postpasto Budino di frutta secca 1 Ricetta e preparazione menu azzurro (4) Zanzarelli (Libro de arte coquinaria, Maestro

Dettagli

CONGRATULAZIONI ... UNO PER TUTTO, TUTTO IN UNO!

CONGRATULAZIONI ... UNO PER TUTTO, TUTTO IN UNO! RICETTARIO DELUXE CONGRATULAZIONI Gentile cliente, la ringraziamo per aver acquistato, il sorprendente sistema di cottura che le permetterà di cucinare solo con una pentola in modo facile, sano e gustoso

Dettagli