Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti"

Transcript

1 Programma di Informatica svolto nella classe 1C del Liceo Scientifico G.Bruno anno scolastico Obiettivi generali dell informatica; caratteristiche fondamentali di un computer; hardware e software, basi di dati, reti di comunicazione: aspetti generali. Informazione, trasmissione, elaborazione, comunicazione, sistemi e modelli. La forma digitale, sistema binario ed esadecimale, trasformazione da decimale a binario o esadecimale e viceversa; codifica delle informazioni: bit e byte, rappresentazione dei numeri interi e dei dati alfanumerici,codice ASCII, digitalizzazione di un testo e di una immagine. Sistema di elaborazione: Hardware. Scheda madre e bus, memoria centrale, parole ed indirizzi, unità di misura della capacità di memoria, memorie ROM e RAM; CPU: ALU, registri, unità di controllo, rapporti con la RAM; unità di I/O, porte seriali e parallele, porte USB. Sistema di elaborazione : Software. Sistema operativo: compiti e funzioni fondamentali, interprete dei comandi,interfaccia testuale grafico; programmi di utilità; linguaggi di programmazione: macchina, evoluti, interprete, compilatore, imperativi, ad oggetti; avviamento del computer; il file systems, file e cartelle, pathname. I sistemi operativi Windows e Linux: aspetti fondamentali, i principali comandi Linux ( Date, LS,CD,MKDIR,MAN,Q) e Windows (creare file e cartelle, spostare e/o copiare file e cartelle, stampare file, cancellare file e cartelle, etc.). Risoluzione dei problemi in informatica: variabili e costanti,dati e risultati, analisi di un problema,modello, algoritmo, metodi top down e bottom up,risolutore ed esecutore; operatori, assegnazione, valutazione; descrizione di un algoritmo con il flow chart o la pseudocodifica; programmazione strutturata, le strutture sequenza, selezione e ripetizione, il teorema di Bohm- Jacopini, tavole di traccia. Il linguaggio C++: l ambiente mono-develop, statment, dichiarazioni, range degli interi, operatori interi, assegnazioni, istruzioni I/O, commenti, istruzione di selezione IF, istruzioni di ripetizione WHILE e DO-WHILE. Come costruire una relazione relativa ad un lavoro di gruppo in informatica. I lavori di gruppo realizzati sono stati: 1. Determinazione se un numero naturale è primo. 2. Dato un numero naturale maggiore di 1, determinare se è perfetto, abbondante o deficiente. Utilizzo del foglio elettronico: Struttura del foglio di calcolo; Celle, riferimenti relativi e riferimenti assoluti. Costruzione di formule: media, somma. Uso della funzione di riempimento automatico. Costruzione del grafico di dispersione di dati omogenei. Utilizzo del foglio elettronico per lo studio di una distribuzione statistica: indici centrali, di dispersione e rappresentazione grafica La navigazione consapevole in Internet: Il programma per navigare: il browser. L'indirizzo web e l'indirizzo IP. Strutture delle reti : LAN, WAN. Cenni sui protocolli di comunicazione :http. I motori di ricerca: modalità di ricerca con GOOGLE e prove pratiche. Cenni sul linguaggio HTML e struttura del WWW. Cenni sulla storia dello sviluppo della rete internet. Cenni al funzionamento della , indirizzo e regole della comunicazione. La Netiquette nella posta elettronica. Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti

2 Programma di Informatica svolto nella classe 1D del Liceo Scientifico G.Bruno anno scolastico Obiettivi generali dell informatica; caratteristiche fondamentali di un computer; hardware e software, basi di dati, reti di comunicazione: aspetti generali. Informazione, trasmissione, elaborazione, comunicazione, sistemi e modelli. La forma digitale, sistema binario ed esadecimale, trasformazione da decimale a binario o esadecimale e viceversa; codifica delle informazioni: bit e byte, rappresentazione dei numeri interi e dei dati alfanumerici,codice ASCII, digitalizzazione di un testo e di una immagine. Sistema di elaborazione: Hardware. Scheda madre e bus, memoria centrale, parole ed indirizzi, unità di misura della capacità di memoria, memorie ROM e RAM; CPU: ALU, registri, unità di controllo, rapporti con la RAM; unità di I/O, porte seriali e parallele, porte USB. Sistema di elaborazione : Software. Sistema operativo: compiti e funzioni fondamentali, interprete dei comandi,interfaccia testuale grafico; programmi di utilità; linguaggi di programmazione: macchina, evoluti, interprete, compilatore, imperativi, ad oggetti; avviamento del computer; il file systems, file e cartelle, pathname. I sistemi operativi Windows e Linux: aspetti fondamentali, i principali comandi Linux ( Date, LS,CD,MKDIR,MAN,Q) e Windows (creare file e cartelle, spostare e/o copiare file e cartelle, stampare file, cancellare file e cartelle, etc.). Risoluzione dei problemi in informatica: variabili e costanti,dati e risultati, analisi di un problema,modello, algoritmo, metodi top down e bottom up,risolutore ed esecutore; operatori, assegnazione, valutazione; descrizione di un algoritmo con il flow chart o la pseudocodifica; programmazione strutturata, le strutture sequenza, selezione e ripetizione, il teorema di Bohm- Jacopini, tavole di traccia. Il linguaggio C++: l ambiente mono-develop, statment, dichiarazioni, range degli interi, operatori interi, assegnazioni, istruzioni I/O, commenti, istruzione di selezione IF, istruzioni di ripetizione WHILE e DO-WHILE. Come costruire una relazione relativa ad un lavoro di gruppo in informatica. I lavori di gruppo realizzati sono stati: 1. Determinazione se due numeri naturali sono affini. 2. Dati due numeri naturali a e b, ed altri n numeri naturali, determinare quanti di questi sono divisibili sia per a che per b, quanti solo per a, quanti solo per b, quanti né per a né per b. Utilizzo del foglio elettronico: Struttura del foglio di calcolo; Celle, riferimenti relativi e riferimenti assoluti. Costruzione di formule: media, somma. Uso della funzione di riempimento automatico. Costruzione del grafico di dispersione di dati omogenei. Utilizzo del foglio elettronico per lo studio di una distribuzione statistica: indici centrali, di dispersione e rappresentazione grafica La navigazione consapevole in Internet: Il programma per navigare: il browser. L'indirizzo web e l'indirizzo IP. Strutture delle reti : LAN, WAN. Cenni sui protocolli di comunicazione :http. I motori di ricerca: modalità di ricerca con GOOGLE e prove pratiche. Cenni sul linguaggio HTML e struttura del WWW. Cenni sulla storia dello sviluppo della rete internet. Cenni al funzionamento della , indirizzo e regole della comunicazione. La Netiquette nella posta elettronica. Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti

3 Programma di Informatica svolto nella classe 2C del Liceo Scientifico G.Bruno anno scolastico Il linguaggio C++, ripasso: istruzione di selezione IF-ELSE, istruzioni di ripetizione WHILE e DO- WHILE. Il linguaggio C++: tipi di dato booleano, carattere, reale; approfondimento sui reali in notazione binaria in virgola mobile. Gli array unidimensionali, l istruzione FOR, problemi di ricerca e ordinamento Gli array bidimensionali e le operazioni con le matrici (trasposta, somma, prodotto righe per colonne) Stringhe di caratteri e loro applicazione I lavori di gruppo realizzati sono stati: Dati due numeri naturali a e b, ed altri n numeri naturali, determinare quanti di questi sono divisibili sia per a che per b, quanti solo per a, quanti solo per b, quanti né per a né per b.. Determinazione del valore approssimato della radice cubica di un numero naturale maggiore di uno Determinazione della somma di due numeri naturali in forma binaria. Operazioni con le matrici: somma e prodotto righe per colonne. Realizzazione di un quadrato magico perfetto di ordine dispari Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti

4 Programma di Informatica svolto nella classe 2D del Liceo Scientifico G.Bruno anno scolastico Il linguaggio C++, ripasso: istruzione di selezione IF-ELSE, istruzioni di ripetizione WHILE e DO- WHILE. Il linguaggio C++: tipi di dato booleano, carattere, reale; approfondimento sui reali in notazione binaria in virgola mobile. Gli array unidimensionali, l istruzione FOR, problemi di ricerca e ordinamento Gli array bidimensionali e le operazioni con le matrici (trasposta, somma, prodotto righe per colonne) Stringhe di caratteri e loro applicazione I lavori di gruppo realizzati sono stati: Determinazione se un numero naturale è abbondante, deficiente o perfetto. Determinazione del valore approssimato della radice quadrata di un numero naturale maggiore di uno Divisione di un polinomio P(x) per un binomio (x-k) con il metodo di Ruffini. Operazioni con le matrici: somma e prodotto righe per colonne. Realizzazione di un quadrato magico perfetto di ordine dispari Mestre 7/6/2012 Prof. Mauro Martignon Prof. Martina Zuccon Per gli studenti

5 Programma di matematica svolto nell a.s. 2011/2012 nella classe 1C del liceo scientifico G.Bruno RECUPERO Multipli, divisori e numeri primi; frazioni e operazioni con esse; proprietà delle potenze; il sistema posizionale in base 10 e 2; proprietà particolari di 0 e 1; numeri relativi e operazioni con essi; cenno alla radice quadrata. ALGEBRA 1. Insiemi e loro rappresentazioni (elencazione, proprietà caratteristica, diagrammi di Venn), insiemi finiti ed infiniti, sottoinsieme di un insieme, insieme complementare, insieme vuoto, insieme delle parti, operazioni di unione e intersezione. 2. Numeri naturali: aspetti ordinali e cardinali, operazioni possibili in N,multipli, sottomultipli e divisori, operazione modulo. 3. Numeri interi relativi: valore assoluto, operazioni possibili in Z. 4. Numeri razionali assoluti: rappresentazione con le frazioni, con un numero decimale, con un numero percentuale e trasformazioni da una forma all altra; frazioni equivalenti, rappresentazione sulla retta, operazioni e confronto tra frazioni. 5. Potenze: potenza di un numero razionale ad esponente naturale ed intero, notazione scientifica ed ordine di grandezza. 6. Numeri reali: ordinamento degli insiemi numerici, numeri non razionali e i segmenti incommensurabili, 2 non è un numero razionale, numeri irrazionali generati da radici, approssimazione di un irrazionale, R come unione dei razionali e degli irrazionali, ordinamento di R sulla retta, approssimazioni ed errori, cenni alla propagazione degli errori. 7. Operazioni e loro proprietà: operazione in un insieme, proprietà commutativa, associativa, elemento neutro, inverso, annullatore, proprietà distributiva e applicazioni nella semplificazione di espressioni, analisi di una espressione. 8. Relazioni : definizioni, relazioni e grafi, prodotto cartesiano, relazioni tra insiemi, relazioni in un insieme e possibili proprietà, relazioni d ordine, ordinamenti totali e parziali, relazioni di equivalenza, classi di equivalenza, insieme quoziente, costruzione di N,Z,Q. 9. Funzioni: definizione di funzione, dominio e condominio, insieme di definizione ed immagine, funzioni iniettive e suriettive, rappresentazione grafica di una funzione, variabili dipendenti ed indipendenti, proporzionalità dirette ed inverse e loro grafici. 10.Monomi: definizioni,relazione di similitudine nell insieme dei monomi, operazioni con i monomi, M.C.D. ed m.c.m. di monomi. 11.Polinomi: definizioni, addizione e moltiplicazione di polinomi, i principali prodotti notevoli, divisione di un polinomio per un monomio e di un polinomio per un polinomio,. 12. Equazioni: definizioni, equazioni proprie, impossibili ed identità, equazioni equivalenti, principio di equivalenza e applicazioni, grado di una equazione razionale intera ad una incognita, equazioni senza grado, di grado 0, di grado 1, equazioni contenenti frazioni con denominatori numerici, problemi di 1 grado. 13. Disequazioni: : definizioni, disequazioni proprie, impossibili e disuguaglianze sempre vere, disequazioni equivalenti, principio di equivalenza e applicazioni, grado di una disequazione razionale intera ad una incognita, equazioni senza grado, di grado 0, di grado 1. Sistemi di disequazioni di primo grado.

6 LOGICA 1. Proposizioni: sintassi e semantica, proposizioni e verità, congiunzione, disgiunzione, negazione, tautologie e contraddizioni, proposizioni equivalenti, implicazioni, condizioni necessarie e sufficienti, tavole della verità, contronominale ed inversa, la doppia implicazione. 2. Predicati: scritture ben formate, formule aperte, equazioni e disequazioni come formule aperte, quantificatore universale ed esistenziale, controesempio. 3. Dedurre: assiomi e teoremi, la deduzione, frasi ipotetiche, dimostrazione diretta e per assurdo, dal generale al particolare, sillogismo, dimostrazione con controesempio, cenni alla generazione di un linguaggio. GEOMETRIA 1. Nozioni fondamentali: la geometria deduttiva o razionale 2. Assiomi di incidenza, definizione implicita di punto, retta e piano, assiomi di ordinamento della retta e della partizione del piano ; semirette e segmenti, semipiani e angoli, assioma della parallela, direzioni, poligoni. 3. Assioma di congruenza, confronto tra angoli e tra i segmenti, angoli supplementari ed angoli opposti al vertice, i tre criteri di congruenza per i triangoli, bisettrice di un angolo, punto medio di un segmento, teorema dell angolo esterno, triangoli isosceli e relativi teoremi. 4. Rette parallele e perpendicolari : i criteri di parallelismo e relativi corollari, teorema sulla esistenza e unicità della perpendicolare ad una retta passante per un punto, mediane, bisettrici e altezze di un triangolo, somma degli angoli interni di un triangolo e di un poligono qualsiasi. 5. Quadrilateri: trapezio e proprietà, parallelogrammi, rettangoli, rombi e quadrati e relative proprietà 6. Assioma della distanza e lunghezza di un segmento, assioma dell ampiezza e ampiezza di un angolo, disuguaglianze tra gli elementi di un triangolo, criterio di congruenza dei triangoli rettangoli, perpendicolari e oblique, distanza tra due figure, tra punto e retta e tra rette parallele, asse di un segmento come luogo geometrico. 7. Circonferenza e cerchio: definizioni, proprietà fondamentali, corde e diametro, diametro come asse delle corde perpendicolari, archi, corde e angoli al centro; teorema delle corde; angoli al centro e alla circonferenza e relativo teorema, mutua posizione retta-circonferenza e tra circonferenze; tangenti ad una circonferenza da un punto esterno; mutua posizione di due circonferenze nel piano. STATISTICA 1. Indici centrali di una distribuzione statistica: media, moda e mediana 2. Frequenza assoluta e relativa; raggruppamento in classi 3. Indici di dispersione di una distribuzione statistica: scarto medio e scarto quadratico medio 4. Rappresentazione grafica dei dati: istogrammi, diagrammi ad aste, diagrammi circolari, diagrammi cartesiani. Mestre 7/6/2012 l insegnante: Prof.M.Martignon per gli studenti:

7

8 Programma di matematica svolto nell a.s. 2011/2012 nella classe 1D del liceo scientifico G.Bruno RECUPERO Multipli, divisori e numeri primi; frazioni e operazioni con esse; proprietà delle potenze; il sistema posizionale in base 10 e 2; proprietà particolari di 0 e 1; numeri relativi e operazioni con essi; cenno alla radice quadrata. ALGEBRA 1. Insiemi e loro rappresentazioni (elencazione, proprietà caratteristica, diagrammi di Venn), insiemi finiti ed infiniti, sottoinsieme di un insieme, insieme complementare, insieme vuoto, insieme delle parti, operazioni di unione e intersezione. 2. Numeri naturali: aspetti ordinali e cardinali, operazioni possibili in N,multipli, sottomultipli e divisori, operazione modulo. 3. Numeri interi relativi: valore assoluto, operazioni possibili in Z. 4. Numeri razionali assoluti: rappresentazione con le frazioni, con un numero decimale, con un numero percentuale e trasformazioni da una forma all altra; frazioni equivalenti, rappresentazione sulla retta, operazioni e confronto tra frazioni. 5. Potenze: potenza di un numero razionale ad esponente naturale ed intero, notazione scientifica ed ordine di grandezza. 6. Numeri reali: ordinamento degli insiemi numerici, numeri non razionali e i segmenti incommensurabili, 2 non è un numero razionale, numeri irrazionali generati da radici, approssimazione di un irrazionale, R come unione dei razionali e degli irrazionali, ordinamento di R sulla retta, approssimazioni ed errori, cenni alla propagazione degli errori. 7. Operazioni e loro proprietà: operazione in un insieme, proprietà commutativa, associativa, elemento neutro, inverso, annullatore, proprietà distributiva e applicazioni nella semplificazione di espressioni, analisi di una espressione. 8. Relazioni : definizioni, relazioni e grafi, prodotto cartesiano, relazioni tra insiemi, relazioni in un insieme e possibili proprietà, relazioni d ordine, ordinamenti totali e parziali, relazioni di equivalenza, classi di equivalenza, insieme quoziente, costruzione di N,Z,Q. 9. Funzioni: definizione di funzione, dominio e condominio, insieme di definizione ed immagine, funzioni iniettive e suriettive, rappresentazione grafica di una funzione, variabili dipendenti ed indipendenti, proporzionalità dirette ed inverse e loro grafici. 10.Monomi: definizioni,relazione di similitudine nell insieme dei monomi, operazioni con i monomi, M.C.D. ed m.c.m. di monomi. 11.Polinomi: definizioni, addizione e moltiplicazione di polinomi, i principali prodotti notevoli, divisione di un polinomio per un monomio e di un polinomio per un polinomio,. 12. Equazioni: definizioni, equazioni proprie, impossibili ed identità, equazioni equivalenti, principio di equivalenza e applicazioni, grado di una equazione razionale intera ad una incognita, equazioni senza grado, di grado 0, di grado 1, equazioni contenenti frazioni con denominatori numerici, problemi di 1 grado. 13. Disequazioni: : definizioni, disequazioni proprie, impossibili e disuguaglianze sempre vere, disequazioni equivalenti, principio di equivalenza e applicazioni, grado di una disequazione razionale intera ad una incognita, equazioni senza grado, di grado 0, di grado 1. Sistemi di disequazioni di primo grado.

9 LOGICA 1. Proposizioni: sintassi e semantica, proposizioni e verità, congiunzione, disgiunzione, negazione, tautologie e contraddizioni, proposizioni equivalenti, implicazioni, condizioni necessarie e sufficienti, tavole della verità, contronominale ed inversa, la doppia implicazione. 2. Predicati: scritture ben formate, formule aperte, equazioni e disequazioni come formule aperte, quantificatore universale ed esistenziale, controesempio. 3. Dedurre: assiomi e teoremi, la deduzione, frasi ipotetiche, dimostrazione diretta e per assurdo, dal generale al particolare, sillogismo, dimostrazione con controesempio, cenni alla generazione di un linguaggio. GEOMETRIA 1. Nozioni fondamentali: la geometria deduttiva o razionale 2. Assiomi di incidenza, definizione implicita di punto, retta e piano, assiomi di ordinamento della retta e della partizione del piano ; semirette e segmenti, semipiani e angoli, assioma della parallela, direzioni, poligoni. 3. Assioma di congruenza, confronto tra angoli e tra i segmenti, angoli supplementari ed angoli opposti al vertice, i tre criteri di congruenza per i triangoli, bisettrice di un angolo, punto medio di un segmento, teorema dell angolo esterno, triangoli isosceli e relativi teoremi. 4. Rette parallele e perpendicolari : i criteri di parallelismo e relativi corollari, teorema sulla esistenza e unicità della perpendicolare ad una retta passante per un punto, mediane, bisettrici e altezze di un triangolo, somma degli angoli interni di un triangolo e di un poligono qualsiasi. 5. Quadrilateri: trapezio e proprietà, parallelogrammi, rettangoli, rombi e quadrati e relative proprietà 6. Assioma della distanza e lunghezza di un segmento, assioma dell ampiezza e ampiezza di un angolo, disuguaglianze tra gli elementi di un triangolo, criterio di congruenza dei triangoli rettangoli, perpendicolari e oblique, distanza tra due figure, tra punto e retta e tra rette parallele, asse di un segmento come luogo geometrico. 7. Circonferenza e cerchio: definizioni, proprietà fondamentali, corde e diametro, diametro come asse delle corde perpendicolari, archi, corde e angoli al centro; teorema delle corde; angoli al centro e alla circonferenza e relativo teorema, mutua posizione retta-circonferenza e tra circonferenze; tangenti ad una circonferenza da un punto esterno; mutua posizione di due circonferenze nel piano. STATISTICA 1. Indici centrali di una distribuzione statistica: media, moda e mediana 2. Frequenza assoluta e relativa; raggruppamento in classi 3. Indici di dispersione di una distribuzione statistica: scarto medio e scarto quadratico medio 4. Rappresentazione grafica dei dati: istogrammi, diagrammi ad aste, diagrammi circolari, diagrammi cartesiani. Mestre 7/6/2012 l insegnante: Prof.M.Martignon per gli studenti:

10

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d.

a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori a. 10-5 b. 10 +5 c. 10 +15 d. 1) Il valore di 5 10 20 è: a. 10 4 b. 10-15 c. 10 25 d. 10-4 2) Il valore del rapporto (2,8 10-4 ) / (6,4 10 2 ) è: a. 4,375 10-7 b. 3,625 10-6 c. 4,375 10 2 d. nessuno dei precedenti valori 3) La quantità

Dettagli

I numeri relativi. Il calcolo letterale

I numeri relativi. Il calcolo letterale Indice Il numero unità I numeri relativi VIII Indice L insieme R Gli insiemi Z e Q Confronto di numeri relativi Le operazioni fondamentali in Z e Q 0 L addizione 0 La sottrazione La somma algebrica La

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks"

TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica. dal volume: TIMSS 2007 Assessment Frameworks Capitolo Uno TIMSS 2007 Quadro di riferimento di matematica dal volume: "TIMSS 2007 Assessment Frameworks" a cura di Anna Maria Caputo, Cristiano Zicchi Copyright 2005 IEA International Association for

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA.

ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA. ELEMENTI DI GEOMETRIA ANALITICA: LA RETTA. Prerequisiti I radicali Risoluzione di sistemi di equazioni di primo e secondo grado. Classificazione e dominio delle funzioni algebriche Obiettivi minimi Saper

Dettagli

LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE. Prerequisiti e sviluppi universitari G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R.

LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE. Prerequisiti e sviluppi universitari G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R. LA MATEMATICA PER LE ALTRE DISCIPLINE Prerequisiti e sviluppi universitari a cura di G. ACCASCINA, G. ANICHINI, G. ANZELLOTTI, F. ROSSO, V. VILLANI, R. ZAN Unione Matematica Italiana 2006 Ho continuato

Dettagli

Algebra di Boole ed Elementi di Logica

Algebra di Boole ed Elementi di Logica Algebra di Boole ed Elementi di Logica 53 Cenni all algebra di Boole L algebra di Boole (inventata da G. Boole, britannico, seconda metà 8), o algebra della logica, si basa su operazioni logiche Le operazioni

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

IV-1 Funzioni reali di più variabili

IV-1 Funzioni reali di più variabili IV- FUNZIONI REALI DI PIÙ VARIABILI INSIEMI IN R N IV- Funzioni reali di più variabili Indice Insiemi in R n. Simmetrie degli insiemi............................................ 4 2 Funzioni da R n a R

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale Radicali 1. Radice n-esima Terminologia Il simbolo è detto radicale. Il numero è detto radicando. Il numero è detto indice del radicale. Il numero è detto coefficiente del radicale. Definizione Sia un

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ

LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI E LE LORO PROPRIETÀ LE FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE COSA SONO LE FUNZIONI Dati due sottoinsiemi A e B non vuoti di R, una FUNZIONE da A a B è una relazione che associa ad ogni numero reale

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

Geometria nel piano complesso

Geometria nel piano complesso Geometria nel piano complesso Giorgio Ottaviani Contents Un introduzione formale del piano complesso 2 Il teorema di Napoleone 5 L inversione circolare 6 4 Le trasformazioni di Möbius 7 5 Il birapporto

Dettagli

(V) (FX) Z 6 è un campo rispetto alle usuali operazioni di somma e prodotto.

(V) (FX) Z 6 è un campo rispetto alle usuali operazioni di somma e prodotto. 29 giugno 2009 - PROVA D ESAME - Geometria e Algebra T NOME: MATRICOLA: a=, b=, c= Sostituire ai parametri a, b, c rispettivamente la terzultima, penultima e ultima cifra del proprio numero di matricola

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

Le trasformazioni geometriche

Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni geometriche Le trasformazioni affini del piano o affinità Le similitudini Le isometrie Le traslazioni Le rotazioni Le simmetrie assiale e centrale Le omotetie

Dettagli

LE FUNZIONI MATEMATICHE

LE FUNZIONI MATEMATICHE ALGEBRA LE FUNZIONI MATEMATICHE E IL PIANO CARTESIANO PREREQUISITI l l l l l conoscere il concetto di insieme conoscere il concetto di relazione disporre i dati in una tabella rappresentare i dati mediante

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano

I NUMERI DECIMALI. che cosa sono, come si rappresentano I NUMERI DECIMALI che cosa sono, come si rappresentano NUMERI NATURALI per contare bastano i numeri naturali N i numeri naturali cominciano con il numero uno e vanno avanti con la regola del +1 fino all

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma.

PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si sostituisce la loro somma. Addizione: PROPRIETA' COMMUTATIVA Cambiando l'ordine degli addendi la somma non cambia. 1) a + b = b + a PROPRIETA' ASSOCIATIVA La somma di tre o più addendi non cambia se al posto di alcuni di essi si

Dettagli

IL PENSIERO MATEMATICO

IL PENSIERO MATEMATICO Claudio Bernardi Lodovico Cateni Roberto ortini Silvio Maracchia Giovanni Olivieri erruccio Rohr IL PENSIERO MATEMATICO OLUME 1 Algebra Statistica Geometria IL PENSIERO MATEMATICO cindice ALGEBRA UNITÀ

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem)

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Raccolta di Esercizi di Matematica Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Contenuti: 8-1. L ordine Algebrico delle Operazioni 8-2. Problemi sulle Percentuali 8-3. Le Forme Standard e Point-Slope

Dettagli

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una NUMERI INTERI E NUMERI DECIMALI Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una cassetta sono contenuti 45 penne e che una lamiera misura 1,35 m. dl lunghezza,

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FUNZIONI ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le funzioni nel discreto 3 1.1 Le funzioni nel discreto.................................. 3 1.1.1 La rappresentazione grafica............................

Dettagli

Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 2000-2001

Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 2000-2001 Matematica per la nuova maturità scientifica A. Bernardo M. Pedone Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 000-00 Problema Sia AB un segmento di lunghezza a e il suo punto medio. Fissato un conveniente

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

Lezioni di Matematica 1 - I modulo

Lezioni di Matematica 1 - I modulo Lezioni di Matematica 1 - I modulo Luciano Battaia 16 ottobre 2008 Luciano Battaia - http://www.batmath.it Matematica 1 - I modulo. Lezione del 16/10/2008 1 / 13 L introduzione dei numeri reali si può

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo 68 Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo 0) ircocentro 0) Incentro 03) Baricentro 04) Ortocentro Pagina 68 di 73 Unità Didattica N 8 Punti

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione Gli algoritmi Analisi e programmazione Gli algoritmi Proprietà ed esempi Costanti e variabili, assegnazione, istruzioni, proposizioni e predicati Vettori e matrici I diagrammi a blocchi Analisi strutturata

Dettagli

Appunti di Algebra Lineare

Appunti di Algebra Lineare Appunti di Algebra Lineare Indice 1 I vettori geometrici. 1 1.1 Introduzione................................... 1 1. Somma e prodotto per uno scalare....................... 1 1.3 Combinazioni lineari e

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

B9. Equazioni di grado superiore al secondo

B9. Equazioni di grado superiore al secondo B9. Equazioni di grado superiore al secondo Le equazioni di terzo grado hanno una, due o tre soluzioni, risolvibili algebricamente con formule molto più complesse di quelle dell equazione di secondo grado.

Dettagli

ESTRAZIONE DI RADICE

ESTRAZIONE DI RADICE ESTRAZIONE DI RADICE La radice è l operazione inversa dell elevamento a potenza. L esponente della potenza è l indice della radice che può essere: quadrata (); cubica (); quarta (4); ecc. La base della

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Anno Scolastico 2011-2012 Prova di Matematica : Relazioni + Geometria Alunno: Classe: 1 C 05.06.2012 prof. Mimmo Corrado 1. Dati gli insiemi =2,3,5,7 e =2,4,6, rappresenta

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

Appunti di Logica Matematica

Appunti di Logica Matematica Appunti di Logica Matematica Francesco Bottacin 1 Logica Proposizionale Una proposizione è un affermazione che esprime un valore di verità, cioè una affermazione che è VERA oppure FALSA. Ad esempio: 5

Dettagli

I numeri reali. Note per il corso di Analisi Matematica 1. G. Mauceri. a.a. 2003-04

I numeri reali. Note per il corso di Analisi Matematica 1. G. Mauceri. a.a. 2003-04 I numeri reali Note per il corso di Analisi Matematica 1 G. Mauceri a.a. 2003-04 2 I numeri reali Contents 1 Introduzione 3 2 Gli assiomi di campo 3 3 Gli assiomi dell ordine 4 4 Valore assoluto 5 5 I

Dettagli

Elementi di teoria degli insiemi

Elementi di teoria degli insiemi Elementi di teoria degli insiemi 1 Insiemi e loro elementi 11 Sottoinsiemi Insieme vuoto Abbiamo già osservato che ogni numero naturale è anche razionale assoluto o, in altre parole, che l insieme dei

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo.

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo. Anello. Un anello (A, +, ) è un insieme A con due operazioni + e, dette somma e prodotto, tali che (A, +) è un gruppo abeliano, (A, ) è un monoide, e valgono le proprietà di distributività (a destra e

Dettagli

Teoria degli insiemi

Teoria degli insiemi Teoria degli insiemi pag 1 Easy Matematica di dolfo Scimone Teoria degli insiemi Il concetto di insieme si assume come primitivo, cioè non riconducibile a concetti precedentemente definiti. Sinonimi di

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π

a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio x, l arco di circonferenza di π π PROBLEMA Il triangolo rettangolo ABC ha l ipotenusa AB = a e l angolo CAB =. a) Si descriva, internamente al triangolo, con centro in B e raggio, l arco di circonferenza di estremi P e Q rispettivamente

Dettagli

I Numeri Complessi. Si verifica facilmente che, per l operazione di somma in definita dalla (1), valgono le seguenti

I Numeri Complessi. Si verifica facilmente che, per l operazione di somma in definita dalla (1), valgono le seguenti Y T T I Numeri Complessi Operazioni di somma e prodotto su Consideriamo, insieme delle coppie ordinate di numeri reali, per cui si ha!"# $&% '( e )("+* Introduciamo in tale insieme una operazione di somma,/0"#123045"#

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata libera e vincolata Generalità. Limiti e continuità per funzioni di 2 o Piano tangente. Derivate successive Formula di Taylor libera vincolata Lo ordinario è in corrispondenza biunivoca con i vettori di

Dettagli

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI 1. CONFRONTO DI CARDINALITÀ E chiaro a tutti che esistono insiemi finiti cioè con un numero finito di elementi) ed insiemi infiniti. E anche chiaro che ogni insieme infinito

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

Matematica B - a.a 2006/07 p. 1

Matematica B - a.a 2006/07 p. 1 Matematica B - a.a 2006/07 p. 1 Definizione 1. Un sistema lineare di m equazioni in n incognite, in forma normale, è del tipo a 11 x 1 + + a 1n x n = b 1 a 21 x 1 + + a 2n x n = b 2 (1) = a m1 x 1 + +

Dettagli

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni.

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni. MATEMATICA. Sistemi lineari in due equazioni due incognite. Date due equazioni lineari nelle due incognite x, y come ad esempio { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un

Dettagli

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE")

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC DERIVE) F U N Z I O N I E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE") I N D I C E Funzioni...pag. 2 Funzioni del tipo = Kx... 4 Funzioni crescenti e decrescenti...10

Dettagli

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo. DALLE PESATE ALL ARITMETICA FINITA IN BASE 2 Si è trovato, partendo da un problema concreto, che con la base 2, utilizzando alcune potenze della base, operando con solo addizioni, posso ottenere tutti

Dettagli

73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90-91 69 92 93 94-95 96-97 98-99

73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90-91 69 92 93 94-95 96-97 98-99 Bravissimo/a! Sei arrivato/a alla fine della parte di italiano... Adesso perché non ripassi un po di matematica? A settembre sarai un bolide nelle operazioni, nel risolvere i problemi e in geometria! matematica

Dettagli

Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli. Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it

Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli. Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it 3 4 5 Terne pitagoriche e teorema di Pitagora, numeri e triangoli Riccardo Ricci: Dipartimento di Matematica U.Dini ricci@math.unif.it Qualche osservazione preliminare sul Teorema di Pitagora e le terne

Dettagli

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4.0. Esponenziale. Nella prima sezione abbiamo definito le potenze con esponente reale. Vediamo ora in dettaglio le proprietà della funzione esponenziale a,

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

GEOMETRIA I Corso di Geometria I (seconda parte)

GEOMETRIA I Corso di Geometria I (seconda parte) Corso di Geometria I (seconda parte) anno acc. 2009/2010 Cambiamento del sistema di riferimento in E 3 Consideriamo in E 3 due sistemi di riferimento ortonormali R e R, ed un punto P (x, y, z) in R. Lo

Dettagli

Rette e piani con le matrici e i determinanti

Rette e piani con le matrici e i determinanti CAPITOLO Rette e piani con le matrici e i determinanti Esercizio.. Stabilire se i punti A(, ), B(, ) e C(, ) sono allineati. Esercizio.. Stabilire se i punti A(,,), B(,,), C(,, ) e D(4,,0) sono complanari.

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 2014

Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 2014 Proposta di soluzione della prova di matematica Liceo scientifico di Ordinamento - 14 Problema 1 Punto a) Osserviamo che g (x) = f(x) e pertanto g () = f() = in quanto Γ è tangente all asse delle ascisse,

Dettagli

Soluzione Punto 1 Si calcoli in funzione di x la differenza d(x) fra il volume del cono avente altezza AP e base il

Soluzione Punto 1 Si calcoli in funzione di x la differenza d(x) fra il volume del cono avente altezza AP e base il Matematica per la nuova maturità scientifica A. Bernardo M. Pedone 74 PROBLEMA Considerata una sfera di diametro AB, lungo, per un punto P di tale diametro si conduca il piano α perpendicolare ad esso

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI I numeri naturali I numeri interi I numeri razionali Teoria degli insiemi (cenni) ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 L insieme N dei numeri naturali 4 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Numeri complessi e polinomi

Numeri complessi e polinomi Numeri complessi e polinomi 1 Numeri complessi L insieme dei numeri reali si identifica con la retta della geometria: in altri termini la retta si può dotare delle operazioni + e e divenire un insieme

Dettagli

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2 Dati due numeri naturali a e b, diremo che a è divisibile per b se la divisione a : b è esatta, cioè con resto 0. In questo caso diremo anche che b è un divisore di a. 24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6

Dettagli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli A. Savo Appunti del Corso di Geometria 203-4 Indice delle sezioni Rango di una matrice, 2 Teorema degli orlati, 3 3 Calcolo con l algoritmo di Gauss, 6 4 Matrici

Dettagli

1 n. Intero frazionato. Frazione

1 n. Intero frazionato. Frazione Consideriamo un intero, prendiamo un rettangolo e dividiamolo in sei parti uguali, ciascuna di queste parti rappresenta un sesto del rettangolo, cioè una sola delle sei parti uguali in cui è stato diviso.

Dettagli

ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA

ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA 1. RICHIAMI SULLE PROPRIETÀ DEI NUMERI NATURALI Ho mostrato in un altra dispensa come ricavare a partire dagli assiomi di

Dettagli

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE Quando si studia una funzione! " #$%&' (funzione reale di variabile reale) è fondamentale conoscere il segno, in altre parole sapere per quali valori di &( #$%&'$è positiva,

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

A.1 Definizione e rappresentazione di un numero complesso

A.1 Definizione e rappresentazione di un numero complesso 441 APPENDICE A4 NUMERI COMPLESSI A.1 Definizione e rappresentazione di un numero complesso Si riepilogano i concetti e le operazioni elementari relativi ai numeri complessi. Sia z un numero complesso;

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

Dimensione di uno Spazio vettoriale

Dimensione di uno Spazio vettoriale Capitolo 4 Dimensione di uno Spazio vettoriale 4.1 Introduzione Dedichiamo questo capitolo ad un concetto fondamentale in algebra lineare: la dimensione di uno spazio vettoriale. Daremo una definizione

Dettagli

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011 1 Trasformazioni Geometriche 1 Roberto etroni, 2011 Trasformazioni Geometriche sul piano euclideo 1) Introduzione Def: si dice trasformazione geometrica una corrispondenza biunivoca che associa ad ogni

Dettagli

Iniziamo con un esercizio sul massimo comun divisore: Esercizio 1. Sia d = G.C.D.(a, b), allora:

Iniziamo con un esercizio sul massimo comun divisore: Esercizio 1. Sia d = G.C.D.(a, b), allora: Iniziamo con un esercizio sul massimo comun divisore: Esercizio 1. Sia d = G.C.D.(a, b), allora: G.C.D.( a d, b d ) = 1 Sono state introdotte a lezione due definizioni importanti che ricordiamo: Definizione

Dettagli