I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche"

Transcript

1 I Monitoraggi dell ABI a supporto delle strategie di fidelizzazione delle banche DANIELA VITOLO - CENTRO STUDI E RICERCHE - ABI CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 1

2 GLI STRUMENTI FORNITI DA ABI Centro Studi e Ricerche Relazioni con la clientela RELAZIONI CON LA CLIENTELA CUSTOMER SATISFACTION con Eurisko Indagini di mercato annuali clienti privati Piccole imprese RECLAMI Indagine presso le banche CUSTOMER RETENTION E PERFORMANCE COMMERCIALI con SDA Bocconi Rilevazione. periodica su dati interni su: clienti privati COMPORTAMENTI DI ACQUISTO DELLA CLIENTELA PRIVATA con L. Munari Small business Piccole imprese MK Indagine annuale presso le banche Rilevazione periodica su dati interni clienti privati CRM INDAGINE SULL INTER- NET BANKING con Eurisko Convegno annuale Indagini di mercato L INNOVA ZIONE DELLO SPORTELL O BANCARIO con CeTIF Indagine presso le banche CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 2

3 DUE STRUMENTI PER MONITORARE DUE STRUMENTI PER MONITORARE LA FEDELTÀ DELLA PROPRIA CLIENTELA I PRINCIPALI INDICATORI DI PERFORMANCE COMMERCIALE IL POSSESSO DI 22 PRODOTTI/SERVIZI PRESSO DIVERSI SEGMENTI DI CLIENTELA MONITORAGGIO PERIODICO ABI- ABI- SDA SDA BOCCONI SU SU CUSTOMER RETENTION E PERFORMANCE COMMERCIALI DELLE DELLE BANCHE SEGMENTO PRIVATI RILEVAZIONE PERIODICA ABI ABI SUI SUI COMPORTAMENTI DI DI ACQUISTO DEI DEI SERVIZI FINANZIARI DEI DEI CORRENTISTI PRIVATI I I SEGMENTI E I I PRODOTTI VERIFICANDO CONTESTUALMENTE IL PROPRIO POSIZIONAMENTO RISPETTO AD UN CAMPIONE DI BANCHE CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 3

4 CLIENTI MONITORATI CLIENTI MONITORATI circa 16 milioni di clienti privati correntisti monitorati circa 12 milioni di clienti privati correntisti monitorati MONITORAGGIO PERIODICO ABI- ABI- SDA SDA BOCCONI SU SU CUSTOMER RETENTION E PERFORMANCE COMMERCIALI DELLE DELLE BANCHE SEGMENTO PRIVATI RILEVAZIONE PERIODICA ABI ABI SUI SUI COMPORTAMENTI DI DI ACQUISTO DEI DEI SERVIZI FINANZIARI DEI DEI CORRENTISTI PRIVATI I I SEGMENTI E I I PRODOTTI CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 4

5 ELEMENTI COMUNI ELEMENTI COMUNI IL TARGET DI RIFERIMENTO È LO STESSO (CLIENTI PRIVATI CORRENTISTI) MOLTE VARIABILI DI SEGMENTAZIONE (territorio, anzianità della relazione con la banca, patrimonio finanziario, età del cliente, sesso) SONO APPLICATE AI DUE AMBITI MONITORAGGIO PERIODICO ABI- ABI- SDA SDA BOCCONI SU SU CUSTOMER RETENTION E PERFORMANCE COMMERCIALI DELLE DELLE BANCHE SEGMENTO PRIVATI RILEVAZIONE PERIODICA ABI ABI SUI SUI COMPORTAMENTI DI DI ACQUISTO DEI DEI SERVIZI FINANZIARI DEI DEI CORRENTISTI PRIVATI I I SEGMENTI E I I PRODOTTI CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 5

6 È allora possibile realizzare una lettura trasversale delle informazioni per un analisi approfondita di specifici segmenti l abbiamo fatto a livello esemplificativo con un segmento di clientela che risulta essere tra i più fedeli!!! CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 6

7 MONITORAGGIO PERIODICO ABI- ABI- SDA SDA BOCCONI SU SU CUSTOMER RETENTION E PERFORMANCE COMMERCIALI DELLE DELLE BANCHE SEGMENTO PRIVATI CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 7

8 Chi sono e cosa rappresentano per le banche Segmentazione dei clienti correntisti per FASCE DI PATRIMONIO FINANZIARIO (raccolta diretta e indiretta*) 0 EURO EURO EURO EURO EURO EURO OLTRE EURO Nei Nei monitoraggi dell ABI presi presi in in considerazione possiamo definire affluent i i clienti clienti che che hanno hanno un un patrimonio finanziario medio* tra tra i i e i i In media rappresentano oltre il 20% della clientela privata correntista * Nella rilevazione in caso di conti cointestati il patrimonio finanziario non attribuibile direttamente ai singoli cointestatari viene attribuito a tutti CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 8

9 PATRIMONIO FINANZIARIO Hanno un un patrimonio finanziario circa circa 3 volte volte più più elevato della della media dei dei correntisti TOTALE euro * Nella rilevazione in caso di conti cointestati il patrimonio finanziario non attribuibile direttamente ai singoli cointestatari viene attribuito a tutti Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 9

10 COPERTURA DEI BISOGNI (cross selling su 10 macro famiglie di prodotti) Tendono a coprire quasi il il 30% 30% in in più più dei dei propri bisogni finanziari con con la la banca TOTALE euro Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 10

11 PRESSIONE COMMERCIALE (cross selling su 16 famiglie di prodotti) Tendono ad ad acquistare il il 30% 30% di di prodotti finanziari in in più più TOTALE euro Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 11

12 RETENTION PER FASCE DI PATRIMONIO FINANZIARIO POSSEDUTO Il Il loro loro tasso di di abbandono è di di quasi 5 p.p. p.p. in in meno rispetto alla alla totalità dei dei correntisti TOTALE 0 euro euro euro euro euro OLTRE euro Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 12

13 RETENTION DEI NUOVI CLIENTI PER FASCE DI PATRIMONIO FINANZIARIO POSSEDUTO Rispetto al ,19p.p. La La fedeltà sui sui clienti di di recente acquisizione si si mantiene più più elevata, ma ma diminuisce rispetto al al 2003 sono sono clienti su su cui cui la la competizione si si accentua Rispetto al ,96p.p. TOTALE 0 euro euro euro euro euro OLTRE euro Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 13

14 Quasi i 2/3 sono clienti con oltre 10 anni di relazione con la banca COMPOSIZIONE DELLE FASCE DI CLIENTELA PER PATRIMONIO E PER ANZIANITÀ DELLA RELAZIONE CON LA BANCA (ANNO 2004) 33,60% 31,70% 41,18% 52,17% OLTRE 10 ANNI DI RELAZIONE DA 5 A 10 ANNI DI RELAZIONE 64,57% 71,74% DA 1 A 5 ANNI DI RELAZIONE 27,56% 24,33% FINO A 1 ANNO DI RELAZIONE 25,59% 29,97% 8,87% 31,38% 12,58% 25,45% 7,78% 24,88% 18,46% 20,20% 12,19% 15,79% 9,67% 4,50% 3,04% 2,80% PATR. DA 0 euro PATR. DA 1 A euro PATR. DA A euro PATR. DA A euro PATR. DA A euro PATR. oltre euro Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 14

15 Oltre la metà della clientela più redditizia è fedele alla banca da oltre 10 anni COMPOSIZIONE DELLE FASCE DI REDDITIVITÀ DELLA CLIENTELA PER ANZIANITÀ DELLA RELAZIONE CON LA BANCA (ANNO 2004) 33% 44% 50% 53% 54% OLTRE 10 ANNI DI RELAZIONE DA 5 A 10 ANNI DI RELAZIONE 21% 31% 15% 24% 23% 22% 20% 26% 22% 20% 20% 6% 4% 4% 6% DA 1 A 5 ANNI DI RELAZIONE FINO A 1 ANNO DI RELAZIONE 1 QUINTILE 2 QUINTILE 3 QUINTILE 4 QUINTILE ULTIMO QUINTILE FASCE DI REDDITIVITÀ Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 15

16 SVILUPPO Ma Ma sono sono clienti difficili da da sviluppare soprattutto perché difficili da da acquisire la la banca che che riesce a mantenerli fedeli conquista un un reale reale vantaggio competitivo TOTALE euro Fonte: Monitoraggio ABI-SDA Bocconi sulla Customer retention e le performance commerciali delle banche-segmento privati-dati 2004 CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 16

17 Vista Vista la la loro loro importanza per per la la banca, per per conoscerli meglio è possibile approfondirne i i comportamenti di di acquisto dei dei servizi finanziari e la la relativa evoluzione al al fine fine di di verificare se se le le azioni commerciali messe a punto su su questi clienti sono sono allineate o meno su su quanto fanno gli gli altri altri competitors RILEVAZIONE PERIODICA ABI ABI SUI SUI COMPORTAMENTI DI DI ACQUISTO DEI DEI SERVIZI FINANZIARI DEI DEI CORRENTISTI PRIVATI I I SEGMENTI E I I PRODOTTI CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 17

18 Prodotti posseduti dai clienti affluent vs totale correntisti in una banca media CONTI CORRENTI A PACCHETTO totale DEPOSITI A RISPARMIO CD OBBLIGAZIONI DELLA BANCA Affluent con possesso > totale Affluent con possesso < totale RISP. AMMINIS. (TIT.STATO, P/T, OBBLIG., AZ.) OBBLIGAZIONI E TITOLI DI STATO ITALIANI ED ESTERI AZIONI ITALIANE ED ESTERE PCT FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO, PIANI DI ACCUMULO, CONTI LIQUIDITÀ GESTIONI PATRIMONI MOBILIARI E IN FONDI (GPM E GPF) ASSICURAZIONI VITA, FONDI PENSIONE ASSICURAZIONI DANNI + SALUTE Fonte: Rilevazione ABI sui comportamenti di acquisto dei servizi finanziari i segmenti e i prodotti (dati 2004) CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 18

19 Prodotti posseduti dai clienti affluent vs totale correntisti in una banca media APERTURA DI LINEA DI CREDITO IN C/C PREST. PERS. E CREDITI AL CONS., PRESTITI SU PEGNO, CESS. DEL QUINTO MUTUI E PRESTITI A MLT CARTE DI DEBITO - BANCOMAT (INCLUSE CARTE PREPAGATE) ARTE DI CREDITO (INCLUSE QUELLE CON REVOLVING CREDIT) totale Affluent con possesso > totale Affluent con possesso < totale CARTE REVOLVING ACCREDITO DIRETTO STIPENDIO/PENSIONE IN C/C ADDEBITO PREAUTORIZZATO DELLE UTENZE IN C/C ON LINE BANKING (POSSESSO) ON LINE BANKING (UTILIZZO) Fonte: Rilevazione ABI sui comportamenti di acquisto dei servizi finanziari i segmenti e i prodotti (dati 2004) CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 19

20 Le banche con abbandoni maggiori sul segmento degli affluent hanno anche penetrazioni più basse della media sui prodotti posseduti da questo segmento Le banche con le migliori performance sembrano concentrarsi maggiormente su alcuni prodotti maggiormente fidelizzanti quali L ADDEBITO PREAUTORIZZATO DELLE UTENZE IN C/C SERVIZIO DI ACCREDITO STIPENDIO/PENSIONE IN C/C e nel trend (inizio/fine del 2004) tende a crescere in generale la percentuale di clienti affluent in possesso di Prodotti di finanziamento (specialmente a breve termine) incluse le carte revolving Sono quindi clienti che cercano maggiore flessibilità per i propri pagamenti CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 20

21 Abbiamo visto la fedeltà di questo target presso un campione di banche Dati interni delle banche 2004 Abbiamo fatto una panoramica dei comportamenti di acquisto e le tendenze evolutive del target Dati interni delle banche 2004 Manca la voce diretta del target per completare il quadro Indagini di mercato CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 21

22 OSSERVATORIO ABI ABI EURISKO (2004) (2004) interviste telefoniche presso presso un un campione rappresentativo dei dei bancarizzati italiani italiani Cosa ci dicono le ricerche di mercato che i dati interni non possono dirci? CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 22

23 LE È CAPITATO NEGLI ULTIMI 2 ANNI DI ABBANDONARE-SMETTERE DI USARE UNA O PIÙ BANCHE? (AFFLUENT) I valori indicati sono calcolati ponendo pari a 100 il valore medio del totale rispondenti NO, NON HO ABBANDONATO UNA BANCA NEGLI ULTIMI 2 ANNI 97 La La retention nasconde una una fedeltà a rischio SI, E HO ABBANDONATO LA BANCA CHIUDENDO IL CONTO CORRENTE 102 SI, E HO SMESSO DI USARE LA BANCA SENZA CHIUDERE IL CONTO CORRENTE 218 FONTE: OSSERVATORIO ABI EURISKO (2004) CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 23

24 LEI UTILIZZA QUESTO CONTATTO-CANALE? (AFFLUENT) I valori indicati sono calcolati ponendo pari a 100 il valore medio del totale rispondenti SOLO CANALI FISICI 67 SOLO CANALI A DISTANZA 41 Sono Sono clienti orientati a usare più più canali CANALI FISICI E A DISTANZA 124 FONTE: OSSERVATORIO ABI EURISKO (2004) CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 24

25 PANORAMA ATTIVITÀ COMMERCIALE DELLE BANCHE SUGLI AFFLUENT I valori indicati sono calcolati ponendo pari a 100 il valore medio del totale rispondenti ATTIVISMO COMMERCIALE 148 PRESIDIO DEL CLIENTE 116 SPAZIO ALLO SHOPPING NON CONTROLLATO STALLO Non Non tutti tutti sembrano avere una una banca proattiva FONTE: OSSERVATORIO ABI EURISKO (2004) CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 25

26 NEGLI ULTIMI 12 MESI HA VISTO LA COMUNICAZIONE SUI PRODOTTI E SULL'ATTIVITÀ DELLA BANCA PRINCIPALE? (AFFLUENT) I valori indicati sono calcolati ponendo pari a 100 il valore medio del totale rispondenti TRASMISSIONI TV SPONSORIZZATE VISTA IN AGENZIA (MANIFESTI, DEPLIANT, ESPOSITORI) SU INTERNET AFFISSIONI (MANIFESTI PER STRADA, SU MEZZI DI TRASPORTO, TAXI) SPONSORIZZAZIONI DI ALTRE INIZIATIVE (ATTIVITÀ CULTURALI) COMUNICAZIONI-INFORMAZIONI RICEVUTE A CASA-DEPLIANT RADIOFONICA SU STAMPA (QUOTIDIANI DI INFORMAZIONE E SPECIALIZZATI) PUBBLICITÀ TELEVISIVA NON RICORDA 64 FONTE: OSSERVATORIO ABI EURISKO (2004) La La comunicazione della della propria propria banca banca sembra sembra essere essere molto molto efficace efficace CRM - RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE 26

La fidelizzazione dei diversi segmenti di clientela nei Monitoraggi dell ABI: il caso delle Donne

La fidelizzazione dei diversi segmenti di clientela nei Monitoraggi dell ABI: il caso delle Donne Roma, Palazzo Altieri 12/13 febbraio 2007 La fidelizzazione dei diversi segmenti di clientela nei Monitoraggi dell ABI: il caso delle Donne (Centro Studi e Ricerche ABI - Associazione Bancaria Italiana)

Dettagli

LA MISURAZIONE DELLE PERFORMANCE COMMERCIALI NEL MODELLO ABI-SDA BOCCONI

LA MISURAZIONE DELLE PERFORMANCE COMMERCIALI NEL MODELLO ABI-SDA BOCCONI Workshop ABI Metriche di misurazione delle performance commerciali LA MISURAZIONE DELLE PERFORMANCE COMMERCIALI NEL MODELLO ABI-SDA BOCCONI Associazione Bancaria Italiana Funzione Ricerche e Analisi Daniela

Dettagli

LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it CRM, CALL CENTER E NUOVI CANALI

LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it CRM, CALL CENTER E NUOVI CANALI LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it 1 OBIETTIVO Ottimizzare il rapporto fra cliente e banca Massimizzare la soddisfazione e Massimizzare la redditività

Dettagli

DIMENSIONE CLIENTE 2014. L importanza della proattività per fidelizzare e sviluppare il mercato

DIMENSIONE CLIENTE 2014. L importanza della proattività per fidelizzare e sviluppare il mercato DIMENSIONE CLIENTE 2014 L importanza della proattività per fidelizzare e sviluppare il mercato Daniela Vitolo Ufficio Analisi Gestionali Direzione Strategie e Mercati Finanziari ABI Roma, 9 aprile 2014

Dettagli

I PRINCIPALI PRODOTTI E SERVIZI PER LA CLIENTELA RETAIL

I PRINCIPALI PRODOTTI E SERVIZI PER LA CLIENTELA RETAIL I PRINCIPALI PRODOTTI E SERVIZI PER LA CLIENTELA RETAIL LETTURE INTEGRATIVE 1 SAPRESTE RISPONDERE A QUESTE DOMANDE? Qual è la funzione del conto corrente? Meglio un mutuo a tasso fisso o variabile? Quali

Dettagli

Coinvolgere, valorizzare ed emozionare il cliente nei nuovi modelli di servizio

Coinvolgere, valorizzare ed emozionare il cliente nei nuovi modelli di servizio Coinvolgere, valorizzare ed emozionare il cliente nei nuovi modelli di servizio DIMENSIONE CLIENTE 2012 Roma, 11 aprile 2013 Daniela Vitolo ABI Ufficio Analisi Gestionali - Direzione Strategie e Mercati

Dettagli

CRM e imprese: un connubio attuale e attuabile. Simone Capecchi Roma, 12 febbraio 2007

CRM e imprese: un connubio attuale e attuabile. Simone Capecchi Roma, 12 febbraio 2007 CRM e imprese: un connubio attuale e attuabile Simone Capecchi Roma, 12 febbraio 2007 Agenda Abstract CRIF: numeri Alcuni aspetti strategici ed operativi sullo Small Business Le opportunità da esplorare

Dettagli

Come massimizzare il rapporto con il cliente esistente attraverso il Call Center

Come massimizzare il rapporto con il cliente esistente attraverso il Call Center Come massimizzare il rapporto con il cliente esistente attraverso il Call Center Marco Vecchiotti, Account Management Director - Experian Crm Luciano Bruccola, Manager - Experian Scorex ABI, Roma, 14 dicembre

Dettagli

Costi & business 2013. Evoluzione dei canali e dei modelli di servizio. Luisa Bajetta Ufficio Analisi Gestionali ABI

Costi & business 2013. Evoluzione dei canali e dei modelli di servizio. Luisa Bajetta Ufficio Analisi Gestionali ABI Costi & business 2013 (Roma, 22/23 ottobre 2013) Evoluzione dei canali e dei modelli di servizio Luisa Bajetta Ufficio Analisi Gestionali ABI Prosegue la crescita dei canali diretti, mentre l agenzia mantiene

Dettagli

L approccio CRM: il ruolo della business intelligence e della expertise operativa. ABI CRM 2001 Roma, 13 dicembre 2001 Luciano Bruccola

L approccio CRM: il ruolo della business intelligence e della expertise operativa. ABI CRM 2001 Roma, 13 dicembre 2001 Luciano Bruccola L approccio CRM: il ruolo della business intelligence e della expertise operativa ABI CRM 2001 Roma, 13 dicembre 2001 Luciano Bruccola Agenda Il ruolo della business intelligence Due (contro) esempi: I

Dettagli

Conoscere il territorio: informazione ed esperienza a servizio delle strategie delle banche

Conoscere il territorio: informazione ed esperienza a servizio delle strategie delle banche Conoscere il territorio: informazione ed esperienza a servizio delle strategie delle banche Raul Mattaboni, Direttore Generale Prometeia Convegno ABI Dimensione Cliente Roma, 13 Febbraio 2007 Questo documento

Dettagli

Il ruolo di Internet e delle Agenzie nella nuova generazione dei conti correnti

Il ruolo di Internet e delle Agenzie nella nuova generazione dei conti correnti Il ruolo di Internet e delle Agenzie nella nuova generazione dei conti correnti Convegno ABI Internet e la Banca Roma, 5 Luglio 2005 Francesco Signoretti Direzione Marketing Clienti Famiglie e Privati

Dettagli

LA CLIENTELA BANCARIA: TENDENZE COMPORTAMENTALI IN ATTO

LA CLIENTELA BANCARIA: TENDENZE COMPORTAMENTALI IN ATTO ABI Convegno CRM 2005 RELAZIONE E VENDITA: LA SOLUZIONE PER CRESCERE LA CLIENTELA BANCARIA: TENDENZE COMPORTAMENTALI IN ATTO Associazione Bancaria Italiana Associazione Bancaria Italiana Roma, ABI 13-14

Dettagli

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE Carte Diem Roma, Relatore: Alessandro Messina LO SCENARIO DEL CREDITO IN ITALIA A giugno 2008 lo stock di impieghi era pari a 1.543 MLD Di questi, rivolti

Dettagli

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2003 INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO...pag. 1 EXECUTIVE SUMMARY... 3 Capitolo 1 STATO ED EVOLUZIONE DEL MERCATO...7

Dettagli

Gli indirizzi strategici del PS 2005-2007

Gli indirizzi strategici del PS 2005-2007 Gli indirizzi strategici del PS 2005-2007 Miglioramento efficienza operativa e Incremento redditività Crescita dimensionale attraverso incremento della produttività Incremento della redditività delle singole

Dettagli

Qualità, integrazione e innovazione nei call center bancari

Qualità, integrazione e innovazione nei call center bancari L Osservatorio 2010 ABI-ABI Lab sui call center bancari evidenzia una sempre più ampia proattività di questo canale che diviene operativo anche nella comunicazione via web, potendo beneficiare della professionalità

Dettagli

Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari. Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004

Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari. Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004 Dal CRM Strategy al CRM Technology: la soluzione di Banca Popolare di Bari Giovanni Ciccone Stefania De Maria 080 5274824 Marketing Strategico Sistemi Informativi Convegno ABI CRM 2004-13 dicembre 2004

Dettagli

CONVEGNO DIMENSIONE CLIENTE 2011 La banca al servizio delle persone

CONVEGNO DIMENSIONE CLIENTE 2011 La banca al servizio delle persone CONVEGNO La banca al servizio delle persone Roma 14 15 aprile 2011 Contounduetre l innovazione applicata al conto corrente Silvia Piazza Responsabile Area Mercato Privati Banca Popolare di Milano AGENDA

Dettagli

Dalla relazione personale a quella industriale

Dalla relazione personale a quella industriale Dalla relazione personale a quella industriale Nuove strategie per il mass market Carlo Panella Responsabile CRM Banca Popolare di Milano Agenda Strategia di Marketing Politica CRM Esempio 2 La replicabilità

Dettagli

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2 Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici Sezione 4.2 CheBanca!: punti di forza Innovativa proposta multicanale/digitale Marchio affermato come banca innovativa Verso il ruolo di

Dettagli

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE A PARTIRE DALLA GESTIONE DINAMICA DEL SUO CICLO DI VITA. LA CUSTOMER RETENTION E IL PROGETTO VALORE CLIENTE DELLA Piergiorgio Qualizza Servizio Commerciale Milano, 9 febbraio

Dettagli

LA DIMENSIONE TECNOLOGICA DELLA RELAZIONE BANCA CLIENTE. Dott. Paolo Mangione DIREZIONE COMMERCIAL BANKING

LA DIMENSIONE TECNOLOGICA DELLA RELAZIONE BANCA CLIENTE. Dott. Paolo Mangione DIREZIONE COMMERCIAL BANKING 1 LA DIMENSIONE TECNOLOICA DELLA RELAZIONE BANCA CLIENTE Dott. Paolo Mangione DIREZIONE COMMERCIAL BANKIN 2 Numero di Banche (sedi legali) in Italia 1998-2009 3 Numero di sportelli in Italia 1998-2009

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione speciale dei prezzi

SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione speciale dei prezzi SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione speciale dei prezzi Indagine conoscitiva sulle determinanti della dinamica del sistema dei prezzi e delle tariffe, sull'attività dei pubblici poteri e sulle ricadute

Dettagli

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Luca Molteni Elena Feltrinelli Università Bocconi Milano Convegno ABI Dimensione Cliente Roma, 13 febbraio

Dettagli

AL evoluzione dell uso dei canali nel mercato bancario retail

AL evoluzione dell uso dei canali nel mercato bancario retail Contact center: guida al viaggio del cliente nella multicanalità Daniela Vitolo ABI I principali risultati dell Osservatorio ABI-ABI Lab sui contact center bancari evidenziano un ruolo del canale di supporto

Dettagli

L INDICATORE SINTETICO DI COSTO DEL CONTO CORRENTE

L INDICATORE SINTETICO DI COSTO DEL CONTO CORRENTE L INDICATORE SINTETICO DI COSTO DEL CONTO CORRENTE Per capire meglio quanto ti costa il conto e per confrontare le offerte con più facilità Indice 4 Cos è l ISC, l Indicatore Sintetico di Costo del conto

Dettagli

2014 RAPPORTO SUL LEASING

2014 RAPPORTO SUL LEASING RAPPORTO SUL LEASING INDICE PREMESSA Leasing motore dell economia I numeri che contano di più 1. ll leasing nell attuale contesto economico di riferimento 1.1 Le dinamiche di PIL e investimenti Focus:

Dettagli

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza a sostegno delle PMI Costante Turco Responsabile Direzione Regionale Centro Sud Italia di Banca Popolare di Vicenza Prato, 9 maggio 2013 La Storia e le caratteristiche

Dettagli

PROBLEM DETECTION PROGRAM:

PROBLEM DETECTION PROGRAM: Pag.1 di 7 PROBLEM DETECTION PROGRAM: IL RUOLO ATTIVO DELLA BANCA PER CONOSCERE E FIDELIZZARE I CLIENTI Marina Mele - Luigi Riva In un settore che si caratterizza per elementi di forte dinamicità, fidelizzare

Dettagli

La fidelizzazione del cliente bancario: l immagine come fattore competitivo Renato Mannheimer

La fidelizzazione del cliente bancario: l immagine come fattore competitivo Renato Mannheimer La fidelizzazione del cliente bancario: l immagine come fattore competitivo Renato Mannheimer Convegno CRM 2003 Roma, ABI 12 Dicembre 2003 La matrice della fedeltà :: La spesa iniziale per accedere ad

Dettagli

LA PRESENTE ANNULLA E SOSTITUISCE INTEGRALMENTE LA COMUNICAZIONE A PROT. 51/2002 SERVIZIO NEGOZI FINANZIARI E PROMOTORI DEL 13/03/2002.

LA PRESENTE ANNULLA E SOSTITUISCE INTEGRALMENTE LA COMUNICAZIONE A PROT. 51/2002 SERVIZIO NEGOZI FINANZIARI E PROMOTORI DEL 13/03/2002. Disposizioni Operative per Agenzie Abilitate e Negozi Finanziari Bologna, 17 settembre 2003 COMUNICAZIONE N. 7/2003 Ai NEGOZI FINANZIARI Alle AGENZIE ASSICURATIVE ABILITATE Ai PROMOTORI FINANZIARI Alle

Dettagli

Recupero della fiducia: le nuove dimensioni sostenibili

Recupero della fiducia: le nuove dimensioni sostenibili Recupero della fiducia: le nuove dimensioni sostenibili Roberta Dalmaschio Gaia Cioci Convegno ABI - Agenda Il contesto congiunturale e la fiducia del cliente La fiducia è il requisito per un ritorno economico

Dettagli

PROGRAMMA STILE GIOVANI DI BANCA CARIGE: UNA PIATTAFORMA DI COMUNICAZIONE CON IL SEGMENTO GIOVANI

PROGRAMMA STILE GIOVANI DI BANCA CARIGE: UNA PIATTAFORMA DI COMUNICAZIONE CON IL SEGMENTO GIOVANI PROGRAMMA STILE GIOVANI DI BANCA CARIGE: UNA PIATTAFORMA DI COMUNICAZIONE CON IL SEGMENTO GIOVANI Graziella Gianelli Resp. Ufficio Marketing Banca Carige PROFILO DEL GRUPPO Il Gruppo Banca CARIGE è una

Dettagli

Marketing relazionale. Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006

Marketing relazionale. Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006 Marketing relazionale Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006 1. Gli obiettivi Gli obiettivi della presentazione sono volti a definire: 1. I presupposti del marketing relazionale 2. Le caratteristiche principali

Dettagli

VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI

VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI Andrea Chierici Responsabile Prodotti Retail Cariparma e Piacenza S.p.A. - Gruppo Intesa ABI CRM 2003. Strategie di valorizzazione

Dettagli

CONTI CORRENTI A CONSUMATORI INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) E PROFILI DI OPERATIVITA

CONTI CORRENTI A CONSUMATORI INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) E PROFILI DI OPERATIVITA individuati CONTI CORRENTI A CONSUMATORI INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) E PROFILI DI OPERATIVITA Che cos è l ISC L INDICATORE SINTETICO DI COSTO (ISC) è un indice definito da Banca d Italia per quantificare,

Dettagli

ISC CONTI CORRENTI E PROFILI OPERATIVITA

ISC CONTI CORRENTI E PROFILI OPERATIVITA ISC CONTI CORRENTI E PROFILI OPERATIVITA Che cos'è l'indicatore Sintetico di Costo (ISC)? L'Indicatore Sintetico di Costo (ISC) è una misura espressa in termini monetari (cioè in Euro), finalizzata a quantificare

Dettagli

I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA

I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA 1 Riferimenti bibliografici Capitolo 12 e capitolo 15 (parti iniziali) 2 I BISOGNI FINANZIARI DEGLI OPERATORI finanziamento investimento consulenza Gestione rischi Il

Dettagli

Primi risultati di sintesi

Primi risultati di sintesi INDAGINE ABI-UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Approcci di CRM e di gestione delle relazioni con la clientela del settore bancario Primi risultati di sintesi (Dicembre 2003) 1 2 BANCHE RISPONDENTI: 84 RAPPRESENTATIVE

Dettagli

SMS Strategic Marketing Service

SMS Strategic Marketing Service SMS Strategic Marketing Service Una piattaforma innovativa al servizio delle Banche e delle Assicurazioni Spin-off del Politecnico di Bari Il team Conquist, Ingenium ed il Politecnico di Bari (DIMEG) sono

Dettagli

Bozza Convenzione Dipendenti ENEL delle Marche

Bozza Convenzione Dipendenti ENEL delle Marche Bozza Convenzione Dipendenti ENEL delle Marche Codice 4160/320703 Condizioni riservate ai Dipendenti che accreditano lo stipendio in conto corrente Tassi Tasso creditore 0,01% Tasso debitore 5,51% Provvigioni

Dettagli

Attività e risultati di bilancio dell esercizio 2005

Attività e risultati di bilancio dell esercizio 2005 Attività e risultati di bilancio dell esercizio 2005 MIRO FIORDI Direttore Generale Credito Valtellinese S.c. Assemblea dei Soci del Credito Valtellinese S.c. Sondrio, 22 aprile 2006 Il contesto di riferimento

Dettagli

Milano, Venerdì 9 Febbraio 2001 Giornata di studio su Customer Relationship Management e Customer Profitability Analysis. Torna alla prima pagina

Milano, Venerdì 9 Febbraio 2001 Giornata di studio su Customer Relationship Management e Customer Profitability Analysis. Torna alla prima pagina La soddisfazione del cliente a partire dalla gestione dinamica del suo ciclo di vita. La Customer Retention e il Progetto Valore Cliente della Banca Popolare FriulAdria Relatore: Maggiolo Ivan Servizio

Dettagli

Scoprire le azioni fidelizzanti in banca

Scoprire le azioni fidelizzanti in banca Scoprire le azioni fidelizzanti in banca Il Modello di Soddisfazione-Loyalty consente alla banca di scoprire quali azioni mettere in campo per rendere concretamente più fedeli i clienti, incrementandone

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT I risultati dell'osservatorio sul Marketing B2B realizzato da CRIBIS D&B con la collaborazione di AISM. ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

Dettagli

Profili di operatività Premessa Voci di costo Profili di utilizzo ISC Istruzioni per l uso Foglio Voci di costo Foglio Profili di utilizzo

Profili di operatività Premessa Voci di costo Profili di utilizzo ISC Istruzioni per l uso Foglio Voci di costo Foglio Profili di utilizzo Profili di operatività Premessa Il foglio consente di calcolare l'isc dei conti correnti destinati ai consumatori secondo la metodologia indicata dalla Banca d'italia. L'ISC si compone di una parte fissa

Dettagli

Anno 2011 RELAZIONE RECLAMI DIREZIONE INTERNAL AUDITING. Banca Popolare di Milano 07/02/2012

Anno 2011 RELAZIONE RECLAMI DIREZIONE INTERNAL AUDITING. Banca Popolare di Milano 07/02/2012 DIREZIONE INTERNAL AUDITING Anno 2011 RELAZIONE RECLAMI Banca Popolare di Milano 07/02/2012 Pag. 2 di 10 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. RIPARTIZIONE PER NUMERO DI PRATICHE CENSITE E LAVORATE 4 3. RIPARTIZIONE

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

Stato dell arte e tendenze evolutive dei call center bancari in Italia

Stato dell arte e tendenze evolutive dei call center bancari in Italia L indagine condotta dal Consorzio ABI Lab e dal Centro Studi e Ricerche dell ABI fotografa la situazione dei call center bancari rivelando un ruolo sempre più proattivo di questo canale nelle politiche

Dettagli

BANCOMATLab Osservatori 2012

BANCOMATLab Osservatori 2012 BANCOMATLab Osservatori 2012 Antonio Sarnelli BANCOMATLab Consorzio BANCOMAT Roma, Palazzo dei Congressi 15 novembre 2012 0 Agenda BANCOMATLab La Multicanalità delle banche Osservatorio Carte 1 Agenda

Dettagli

Deutsche Bank. Deutsche Bank Easy. La nuova banca leggera di Deutsche Bank. Milano, 5 giugno 2013

Deutsche Bank. Deutsche Bank Easy. La nuova banca leggera di Deutsche Bank. Milano, 5 giugno 2013 La nuova banca leggera di Milano, 5 giugno 2013 Flavio Valeri Chief Country Officer di Italia Agenda 1 in Italia 2 Il retail di Italia 3 : la nuova banca leggera 2 : la solidità di un gruppo globale, una

Dettagli

IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari

IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari Allegato al documento tecnico IFTS Settore Servizi Assicurativi e Finanziari ELENCO delle FIGURE PROFESSIONALI di RIFERIMENTO N 1 - Tecnico superiore per le operazioni di sportello nel settore dei servizi

Dettagli

Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail

Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail Il CRM nei servizi finanziari alla clientela retail Microsoft Dynamics CRM e le istituzioni finanziare dedicate alle famiglie banche, banche assicurazioni e sim Premessa Ogni impresa che opera nel settore

Dettagli

Il credito finalizzato nella strategia di un primario Gruppo Creditizio - Consum.it

Il credito finalizzato nella strategia di un primario Gruppo Creditizio - Consum.it Il credito finalizzato nella strategia di un primario Gruppo Creditizio - Consum.it Roma, 26 Febbraio 2002 Sommario Strategia Gruppo MPS Situazione antecedente la costituzione di Consum.it Perché nasce

Dettagli

AQUA SERVICE Servizi di supporto per le aziende idriche

AQUA SERVICE Servizi di supporto per le aziende idriche AQUA SERVICE Servizi di supporto per le aziende idriche MEDIACOM PER LE AZIENDE IDRICHE Mediacom è un azienda di servizi in outsourcing specializzata nello sviluppo di servizi di gestione del ciclo attivo.

Dettagli

La carta bancomat a misura di cliente Laura Torre Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento

La carta bancomat a misura di cliente Laura Torre Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento La carta bancomat a misura di cliente Laura Torre Responsabile Ufficio Sistemi di Pagamento ABI Convegno Carte 2007 Martedì, 27 novembre 2007 Il Gruppo Carige oggi Fondazione CR Genova e Imperia CNCE Assicurazioni

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

INVESTIMENTI DI DIRECT MARKETING PRESENTAZIONE DEI RISULTATI

INVESTIMENTI DI DIRECT MARKETING PRESENTAZIONE DEI RISULTATI RICERCA SU SCENARIO E INVESTIMENTI DI DIRECT MARKETING IN ITALIA E IN EUROPA NEL 2003 PRESENTAZIONE DEI RISULTATI Milano, 20 aprile 2004 Obiettivi Obiettivi di scenario Ruolo, utenza e strumenti del Direct

Dettagli

Consumer Credit 2002

Consumer Credit 2002 ServiziInterbancari Consumer Credit 2002 L evoluzione del mercato delle carte revolving Convegno ABI Roma, 26-27 febbraio 2002 Indice Il settore del credito al dettaglio Carte di credito revolving Impiego

Dettagli

Progetto Multicanalità Integrata. Contact Unit. Milano, 17 luglio 2014

Progetto Multicanalità Integrata. Contact Unit. Milano, 17 luglio 2014 Progetto Multicanalità Integrata Contact Unit Milano, 17 luglio 2014 La nostra formula per il successo Piano d Impresa 2014-2017 1 Solida e sostenibile creazione e distribuzione di valore Aumento della

Dettagli

Guida all utilizzo dell indicatore sintetico di prezzo

Guida all utilizzo dell indicatore sintetico di prezzo Guida all utilizzo dell indicatore sintetico di prezzo L indicatore sintetico di prezzo e le icone grafiche ti permettono di confrontare in modo semplice il prezzo annuo ed i servizi inclusi nel canone

Dettagli

Le strategie delle banche retail nel mercato del credito al consumo. STEFANO COSMA Università di Modena e Reggio Emilia - CEFIN

Le strategie delle banche retail nel mercato del credito al consumo. STEFANO COSMA Università di Modena e Reggio Emilia - CEFIN Le strategie delle banche retail nel mercato del credito al consumo STEFANO COSMA Università di Modena e Reggio Emilia - CEFIN Agenda 1. Introduzione 2. Il credito al consumo: alcune riflessioni sull evoluzione

Dettagli

Azioni positive ed errori da evitare nell adozione di strategie di fidelizzazione in banca

Azioni positive ed errori da evitare nell adozione di strategie di fidelizzazione in banca Azioni positive ed errori da evitare nell adozione di strategie di fidelizzazione in banca Convegno ABI CRM 2003 Roma, 12 Dicembre 2003 Fabio Giardina Partner Busacca & Associati s.r.l. 20149 Milano, Via

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento nel pimo trimestre del 2007, consente di aggiornare alcune delle analisi svolte in merito all evoluzione

Dettagli

I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NEGLI ACCORDI TRA BANCHE E RETI DISTRIBUTIVE DI MUTUI IMMOBILIARI

I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NEGLI ACCORDI TRA BANCHE E RETI DISTRIBUTIVE DI MUTUI IMMOBILIARI I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NEGLI ACCORDI TRA BANCHE E RETI DISTRIBUTIVE DI MUTUI IMMOBILIARI Roma, 22 novembre 2011 Direzione Retail Funzione C.A.E. L EVOLUZIONE DEL SETTORE Gli ultimi cinque anni hanno

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

Dare credito al business rafforzando le partnership

Dare credito al business rafforzando le partnership Dare credito al business rafforzando le partnership Forum della Distribuzione Assicurativa Milano, 18 Novembre 2009 Roberto Ferrari Direttore Marketing e Partnership Compass Agenda > Compass > Scenari

Dettagli

Ogni banca ha la possibilità di inserire due prezzi distinti per ciascun profilo di utilizzo all interno della scheda standard:

Ogni banca ha la possibilità di inserire due prezzi distinti per ciascun profilo di utilizzo all interno della scheda standard: CRITERI ADOTTATI DALLE BANCHE PER LA DETERMINAZIONE DELL INDICATORE SINTETICO DI PREZZO, DELL INFORMATIVA SINTETICA E PER LA VALORIZZAZIONE DELLE ICONE A. Calcolo dell indicatore sintetico di prezzo del

Dettagli

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto La conoscenza del Cliente come fonte di profitto Giorgio Redemagni Responsabile CRM Convegno ABI CRM 2003 Roma, 11-12 dicembre SOMMARIO Il CRM in UniCredit Banca: la Vision Le componenti del CRM: processi,

Dettagli

Banking & Financial Diploma Percorso base

Banking & Financial Diploma Percorso base Banking & Financial Diploma Sono oggi più di 3.000 i partecipanti che hanno conseguito l Attestato ABI di professionalità bancaria e finanziaria, con risultati eccellenti in termini di crescita personale

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business I risultati della survey Workshop Milano,12 giugno 2012 Il campione 30 SGR aderenti, rappresentative di circa il 75% del patrimonio

Dettagli

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema?

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Carte 2003 Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Pierfrancesco Gaggi Roma, 7 novembre 2003 La logica di offerta del circuito domestico: la segmentazione

Dettagli

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media Capitolo 2 Comprendere le relazioni UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media IL CONCETTO DI RELAZIONE Le implementazioni di CRM sono concepite nell ottica

Dettagli

Campobasso - 10 giugno 2014 - Presentazione del Rapporto. L economia del Molise

Campobasso - 10 giugno 2014 - Presentazione del Rapporto. L economia del Molise Campobasso - 1 giugno 214 - Presentazione del Rapporto L economia del Molise Andamento dei prestiti bancari a dicembre 213 (variazioni, dati corretti per le cartolarizzazioni) totale imprese famiglie Italia

Dettagli

L intelligence commerciale per il governo della complessità distributiva: l approccio adottato in BNL

L intelligence commerciale per il governo della complessità distributiva: l approccio adottato in BNL L intelligence commerciale per il governo della complessità distributiva: l approccio adottato in BNL Convegno ABI CRM 2003 Strategie di Valorizzazione delle Relazioni con la Clientela Andrea Di Fabio

Dettagli

L INDUSTRIA DEL CREDITO ALLE FAMIGLIE: SCENARI E STRATEGIE COMPETITIVE. Valentino Ghelli

L INDUSTRIA DEL CREDITO ALLE FAMIGLIE: SCENARI E STRATEGIE COMPETITIVE. Valentino Ghelli L INDUSTRIA DEL CREDITO ALLE FAMIGLIE: SCENARI E STRATEGIE COMPETITIVE Valentino Ghelli Roma, 29 Ottobre 2007 Il credito alle famiglie in Italia La crescita del credito alle famiglie in Italia, nella forma

Dettagli

Programmi di fidelizzazione: come avere un ritorno dell investimento. investimento? Bruno Figliuzzi. Convegno ABI CRM 2003 Roma, 12 dicembre 1

Programmi di fidelizzazione: come avere un ritorno dell investimento. investimento? Bruno Figliuzzi. Convegno ABI CRM 2003 Roma, 12 dicembre 1 Programmi di fidelizzazione: come avere un ritorno dell investimento investimento? Bruno Figliuzzi Convegno ABI CRM 2003 Roma, 12 dicembre 1 Agenda The Continuity Company Il nostro approccio: BCM BCM nelle

Dettagli

Foglio Informativo C/C TRADING ONLINE

Foglio Informativo C/C TRADING ONLINE Foglio Informativo Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Famiglie con operatività bassa - Famiglie con operatività media - Famiglie con operatività elevata - Pensionati con operatività

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI N questionario (non compilare) MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI Con questo questionario le chiediamo di aiutarci a capire i suoi rapporti con il sistema bancario italiano: modalità, livello di soddisfazione,

Dettagli

L approccio modulare al cliente

L approccio modulare al cliente Q A fronte dei bisogni sempre più sofisticati e variegati dei clienti, le banche usano la tecnologia per instaurare, migliorare e creare una relazione più stabile e duratura che tenga conto della necessità

Dettagli

L INDUSTRIA DEL CREDITO AL CONSUMO TRA RICERCA DEI RISULTATI E CONTROLLO DEL RISCHIO

L INDUSTRIA DEL CREDITO AL CONSUMO TRA RICERCA DEI RISULTATI E CONTROLLO DEL RISCHIO L INDUSTRIA DEL CREDITO AL CONSUMO TRA RICERCA DEI RISULTATI E CONTROLLO DEL RISCHIO Giuseppe Piano Mortari ASSOFIN Credito alle Famiglie 28 Roma, 1 giugno 28 Lo scenario: evoluzione della struttura economica

Dettagli

I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC

I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC Stefania Conti - GfK Eurisko Roma, 2 Dicembre 2014 Agenda La ricerca: obiettivi e caratteristiche La relazione dei Giovani con BCC e le banche I canali

Dettagli

Il cliente a tutto tondo: una metodologia di targeting per bisogni

Il cliente a tutto tondo: una metodologia di targeting per bisogni Il cliente a tutto tondo: una metodologia di targeting per bisogni Nell attuale contesto competitivo, la conoscenza del cliente e dei suoi bisogni di servizi e prodotti bancari a 360 diventa fondamentale

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

Profili di operatività per il calcolo dell Indicatore Sintetico di Costo dei conti correnti

Profili di operatività per il calcolo dell Indicatore Sintetico di Costo dei conti correnti Profili di operatività per il calcolo dell Indicatore Sintetico di Costo dei conti correnti È arrivato l ISC Con l entrata in vigore del Provvedimento emanato da Banca d Italia in data 29 luglio 2009,

Dettagli

Cos è l ISC (Indicatore Sintetico del Conto Corrente) e cosa sono i Profili tipo d utilizzo

Cos è l ISC (Indicatore Sintetico del Conto Corrente) e cosa sono i Profili tipo d utilizzo Cos è l ISC (Indicatore Sintetico del Conto Corrente) e cosa sono i Profili tipo d utilizzo Come dice il nome, l ISC è un indicatore che riassume in un unica cifra il costo indicativo annuo di un conto

Dettagli

"Il credito alle famiglie tra rischi, opportunità, direttiva europea e crisi finanziaria: il ruolo delle banche".

Il credito alle famiglie tra rischi, opportunità, direttiva europea e crisi finanziaria: il ruolo delle banche. "Il credito alle famiglie tra rischi, opportunità, direttiva europea e crisi finanziaria: il ruolo delle banche". Convegno Credito alle Famiglie 2009 Roma, 23.6.2009 - Palazzo Altieri Luciano Ambrosone

Dettagli

IL LOYALTY MANAGEMENT NEL RETAIL BANKING: OPPORTUNITÀ STRATEGICHE ED EVIDENZE EMPIRICHE

IL LOYALTY MANAGEMENT NEL RETAIL BANKING: OPPORTUNITÀ STRATEGICHE ED EVIDENZE EMPIRICHE IL LOYALTY MANAGEMENT NEL RETAIL BANKING: OPPORTUNITÀ STRATEGICHE ED EVIDENZE EMPIRICHE ABI CRM 2004, Roma 13 dicembre 2004 Andrea Anesini, Partner Nel 2003 l Attrition diventa, da tasso di sostituzione,

Dettagli

Proposta riservata a CRAL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA. Agos Ducato al fianco dei migliori partner

Proposta riservata a CRAL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA. Agos Ducato al fianco dei migliori partner Proposta riservata a CRAL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Agos Ducato al fianco dei migliori partner Agos Ducato: breve profilo Società leader in Italia Agos Ducato è la prima società di credito ai consumatori

Dettagli

METODOLOGIA PER IL CALCOLO DELL INDICATORE SINTETICO DI COSTO PER I CONTI CORRENTI

METODOLOGIA PER IL CALCOLO DELL INDICATORE SINTETICO DI COSTO PER I CONTI CORRENTI Allegato 5A METODOLOGIA PER IL CALCOLO DELL INDICATORE SINTETICO DI COSTO PER I CONTI CORRENTI 1. Premessa L ISC comprende tutte le spese e le commissioni che sarebbero addebitate al cliente nel corso

Dettagli

LO SPORTELLO NELLA STRATEGIA RELAZIONALE DELLE BANCHE

LO SPORTELLO NELLA STRATEGIA RELAZIONALE DELLE BANCHE Giornata di studio CeTIF INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA DELLE RETI DI VENDITA: LO SPORTELLO DEL FUTURO LO SPORTELLO NELLA STRATEGIA RELAZIONALE DELLE BANCHE Luisa Bajetta Funzione Ricerche e Analisi Associazione

Dettagli

I sei profili relativi ai conti a pacchetto sono:

I sei profili relativi ai conti a pacchetto sono: Indicatore Sintetico di Costo (ISC) In base alle nuove istruzioni di Banca d Italia in tema di trasparenza, emanate il 29 luglio 2009, i Fogli Informativi e i Documenti di Sintesi periodici dei ti correnti

Dettagli

Miglioramento della Redditività Strategie per la Creazione di Valore. Jorge Gaete, Vice President Bruce C. Davis, Executive Vice President

Miglioramento della Redditività Strategie per la Creazione di Valore. Jorge Gaete, Vice President Bruce C. Davis, Executive Vice President Miglioramento della Redditività Strategie per la Creazione di Valore Jorge Gaete, Vice President Bruce C. Davis, Executive Vice President Convegno ABI COSTI & BUSINESS - Roma, 4 novembre 2002 Sommario

Dettagli

Il Credito al consumo: uno strumento innovativo per lo sviluppo del business d Agenzia

Il Credito al consumo: uno strumento innovativo per lo sviluppo del business d Agenzia Il Credito al consumo: uno strumento innovativo per lo sviluppo del business d Agenzia Sessione Compagnie e Bancassurance 2 Ottobre 2008 Milano - Hotel Executive Nuovo Profilo Societario di Linea SpA -

Dettagli

La gestione del Segmento Lower Affluent

La gestione del Segmento Lower Affluent Roma, 12 Febbraio 2007 La gestione del Segmento Lower Affluent Emanuele Giustini Dir. Retail Banca Popolare Italiana GRUPPO BANCA POPOLARE ITALIANA IL PROFILO - Gruppo - - Alcuni numeri - Clienti banche:

Dettagli