LEGGIMI UTENTE. versione 2012H

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LEGGIMI UTENTE. versione 2012H"

Transcript

1 LEGGIMI UTENTE versione 2012H

2 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE...2 NOTE IMPORTANTI SULL AGGIORNAMENTO...2 AGGIORNAMENTO AUTOMATICO AD ARCHIVI SEPARATI DI MEXAL, PASS3000ME, COMPASS...2 ACQUISIZIONE E RINNOVO LICENZA DALLA SERVER FARM PASSEPARTOUT ANCHE PER INSTALLAZIONI CON PROTEZIONE FISICA...13 DICHIARAZIONE REDDITI CALCOLO IMU...14 DICHIARAZIONE REDDITI DICHIARAZIONE IMU...15 MEXAL/COMPASS/PASS300ME - CREAZIONE AMBIENTI DI COPIA DICHIARAZIONI ANNUALI...16 ENASARCO...19 INVIO AUTOMATICO ESTRATTO CONTO E SCADENZARIO CLIENTI VIA NUOVA VERSIONE DEL PIANO DEI CONTI STANDARD PASSEPARTOUT...25 GESTIONE AGROALIMENTARI (ARTICOLO 62)...26 LICENZA D USO MEXAL BP SOLUTION...31 ALTRE IMPLEMENTAZIONI...32 INSTALLAZIONE / AGGIORNAMENTO...32 AGGIORNAMENTO ARCHIVI...33 GENERALE...33 AZIENDE...34 CONTABILITA'...34 MAGAZZINO...35 STAMPE...35 ANNUALI...39 SERVIZI...39 DR...42 MODULI...42 AD...42 ADP COMMERCIALE...43 WEBDESK...43 MEXAL DB...43 MXWORDADDIN...45 ANOMALIE RISOLTE...46 GENERALE...46 AZIENDE...46 CONTABILITA...46 MAGAZZINO...47 PRODUZIONE...47 STAMPE...48 SERVIZI...49 DR...50 ADP BILANCIO & BUDGET...50 MOBILEDESK...50 WEBDESK...51 MEXAL DB...52 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 1

3 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE NOTE IMPORTANTI SULL AGGIORNAMENTO AGGIORNAMENTO AUTOMATICO AD ARCHIVI SEPARATI DI MEXAL, PASS3000ME, COMPASS Per i prodotti, Mexal, Pass3000ME e Compass l aggiornamento a questa versione prevede obbligatoriamente un nuovo codice di licenza. Dopo l aggiornamento dei programmi eseguendo l applicazione occorre immettere il nuovo codice di licenza. In mancanza di questo, non è possibile proseguire ed è necessario ripristinare i programmi della versione precedente. Prima di aggiornare alla versione 2012H eseguire il salvataggio dell intera installazione (dati e programmi). DICHIARAZIONE REDDITI Eseguire le voci di menù DR Servizi Modelli Unico Aggiornamento archivi: AGGIORNAMENTO ARCHIVI 730 AGGIORNAMENTO ARCHIVI UNI AGGIORNAMENTO ARCHIVI U50 AGGIORNAMENTO ARCHIVI U60 AGGIORNAMENTO ARCHIVI U61 Prestare attenzione ad eventuali messaggi che compaiono al termine dell aggiornamento; in particolare i messaggi che evidenziano l eliminazione di eventuali forzature nella gestione terreni/fabbricati IMU, richiedono un controllo da parte dell utente degli immobili inseriti, al fine di verificare la correttezza dell imposta IMU determinata. AGGIORNAMENTO AUTOMATICO AD ARCHIVI SEPARATI DI MEXAL, PASS3000ME, COMPASS La presente versione introduce una procedura automatica che aggiorna alla tecnologia ad Archivi Separati, le preesistenti installazioni di Mexal, Pass3000ME e Compass. Se in precedenza la conversione ad Archivi Separati poteva avvenire unicamente tramite i programmi di servizio eifs e iifs, con la presente versione può essere convertita direttamente l installazione preesistente senza dover eseguire una nuova installazione Chi volesse convertire vecchi piani dei conti al raggruppamento Standard Passepartout lo deve fare prima di aggiornare l installazione alla nuova architettura ad Archivi Separati. PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO IN MEXAL REQUISITI RICHIESTI 1. Come normalmente gestito da setup, la cartella che contiene i programmi deve essere presente con nome prog come sottodirectory della cartella installazione (es Mexal\prog). Le cartelle Binloc, Laser, Gerico devono essere distinte tra loro e non devono coincidere con la cartella prog o dati. Se tali condizioni non sussistono occorre eseguire da setup un nuova installazione indicando come cartella dati quella d origine, oppure eseguire la conversione ad archivi separati utilizzando la procedura manuale ( eifs / iifs descritta nel manale alla sezione NOZIONI GENERALI, modulo CONVERSIONE A STRUTTURA ARCHIVI SEPARATI ). 2. L utente di sistema operativo che esegue mx00.exe deve poter creare la nuova directory dati sul file system, allo stesso livello di quella dell installazione origine. 3. Nel caso di utilizzo di Docuvision e/o MexalDB, è necessario che l utente dei database possa creare nuovi database. 4. L aggiornamento richiede spazio libero su disco almeno per contenere la nuova cartella dati, copia dei dati origine. 2 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

4 AGGIORNAMENTO CON ADEGUAMENTO ARCHIVI ALLA TECNOLOGIA ARCHIVI SEPARATI Se si è scelto di aggiornare procedendo all adeguamento degli archivi alla tecnologia archivi separati, terminate le consuete procedure di aggiornamento programmi e archivi, al primo avvio dell applicazione compare il messaggio: Confermando il messaggio, se l utente non è abilitato all operazione AGGPROG, la procedura emette un opportuno messaggio di errore, costringendo a ripartire con credenziali autorizzate alla suddetta operazione (l amministratore lo è strutturalmente). Agli utenti autorizzati, viene richiesto il file di licenza: PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 3

5 Indicare il percorso del file compresso (zip da non decomprimere) contenente il certificato e confermare. Viene visualizzato il messaggio: Confermato il messaggio, il terminale diviene in uso esclusivo assoluto, ovvero altri terminali non possono connettersi. Viene quindi eseguita la prima fase della conversione, la quale risulta comunque interrompibile con Esc e, anche in caso di interruzioni forzate, è possibile rilanciare la procedura dal principio. Al termine, confermando gli eventuali messaggi di avvertimento, viene richiesto di riavviare l applicazione. Fatto ciò, viene visualizzato il messaggio: 4 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

6 Confermare e riavviare l applicazione. Viene rilevato il nuovo codice di licenza e quindi occorre riavviare. Al riavvio parte in automatico la seconda fase di adeguamento archivi, non interrompibile dall utente. Tuttavia, qualora dovesse riscontrarsi una chiusura forzata, il programma consente di rilanciarla, ripartendo dal punto d interruzione. In caso di secondo blocco, al rilancio la procedura visualizza uno specifico messaggio, indicante il ripristino dell installazione ad archivi uniti. A questo punto, l utente potrà ripartire dalla richiesta iniziale della licenza in formato zip. Qualora la seconda fase di adeguamento archivi proceda regolarmente, alla conclusione compare il seguente messaggio: Il messaggio indica che la directory dei dati è cambiata ed occorre tenerne conto per adeguare eventuali procedure esterne di salvataggio dati o per configurare eventuali antivirus. Dal successivo riavvio è possibile utilizzare l applicazione con gli archivi adeguati alla tecnologia archivi separati. PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 5

7 AGGIORNAMENTO SENZA ADEGUAMENTO ARCHIVI ALLA TECNOLOGIA ARCHIVI SEPARATI NOTA BENE: le installazioni per le quali viene utilizzata questa opzione possono posticipare l adeguamento archivi fino a che non verrà installata una versione con data superiore al 31/03/13, in quanto le versioni rilasciate oltre tale data opereranno solo con codici di licenza ad archivi separati. Se si è scelto di aggiornare senza procedere all adeguamento degli archivi alla tecnologia archivi separati, terminate le consuete procedure di aggiornamento programmi e archivi, al primo avvio dell applicazione compare il messaggio: Confermato il messaggio viene richiesto il file di licenza. Indicare il percorso del file compresso (zip da non decomprimere) contenente il certificato precedentemente scaricato, confermare e riavviare l applicazione. Per i soli utenti abilitati all operazione AGGPROG, nella schermata di avvio dell applicazione è disponibile il pulsante Conversione dati che permetterà anche nelle versioni future di eseguire il passaggio alla struttura ad archivi separati. 6 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

8 NOTA BENE: le versioni rilasciate dopo il 31/03/13 opereranno solo con codici di licenza ad archivi separati. Quando si ritiene di poter procedere con l adeguamento degli archivi, premendo il pulsante Conversione dati viene visualizzato il seguente messaggio: Confermando viene richiesto il file di licenza. Indicare il percorso del file compresso (zip da non decomprimere) contenente il certificato precedentemente scaricato e confermare. Da questo punto la sequenza è la medesima già descritta nel paragrafo AGGIORNAMENTO CON ADEGUAMENTO ARCHIVI ALLA TECNOLOGIA ARCHIVI SEPARATI. MESSAGGI BLOCCANTI Per i seguenti casi la procedura attiva i menù necessari per adeguare l installazione a quanto richiesto: SIGLE AZIENDE NON AMMESSE La tecnologia ad archivi separati non gestisce aziende con le seguenti sigle: NUL, CON, AUX, PRN. Pertanto se una di queste viene rilevata la procedura visualizza l opportuno messaggio. Per proseguire occorre duplicare tali aziende attribuendo una sigla diversa e successivamente cancellare l azienda origine. DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE La procedura controlla la presenza di volumi non ancora masterizzati. In tal caso consultare il paragrafo Docuvision di questo documento. ADP La tecnologia ad archivi separati non gestisce la connessione di tipo JDBC. In tal caso consultare il paragrafo ADP BILANCIO & BUDGET di questo documento. PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 7

9 MESSAGGI DI AVVERTIMENTO STAMPANTI La procedura importa sempre le stampanti sull installazione di destinazione. UTENTI L import utenti è condizionato dalla configurazione d origine. Infatti, l installazione ad archivi separati prevede unicamente la Configurazione standard disabilitata, dove risultano attive la gestione terminali automatici (Autoterm) e la gestione estesa degli utenti (utente/password), ma senza utilizzo del programma di configurazione mxin.exe e quindi senza la gestione dei profili utente. Nelle installazioni ad archivi separati dunque tutte le automazioni (es. stampante abituale, operatore abituale, menù di partenza, data di partenza, azienda di partenza, etc.), e le limitazioni (es. stampanti ammesse, aziende consentite, menu consentiti, etc.) devono essere definite nella struttura dei gruppi utenti. Pertanto, dopo aver indicato il nuovo codice di licenza ad archivi separati, viene eseguito un controllo che può visualizzare su una finestra diversi messaggi a seconda delle condizioni rilevate: gestione non estesa utenti (chiavi di accesso). In questo caso, il messaggio visualizzato risulta Gestione utenti non supportata. Gli utenti vengono azzerati. Ciò significa che l amministratore dovrà ricostruire l intera struttura utenti nella nuova installazione ad archivi separati; gestione manuale dei terminali. In questo caso, il messaggio visualizzato è Gestione associazione operatore e stampante abituale al terminale non supportata. Ciò significa che l amministratore dovrà abbinare operatore e stampante abituali non più al numero terminale, bensì al singolo utente (sé stesso compreso) creato nella nuova installazione ad archivi separati; gestione di almeno un profilo di configurazione standard mxin.exe oltre al default, oppure con il solo default con almeno un parametro variato rispetto ai valori predefiniti. In questo caso, il messaggio visualizzato è Gestione avvio del programma personalizzato con profili utente non supportato. Ciò significa che l amministratore dovrà impostare nella struttura utenti tutti i parametri di automazione e limitazione precedentemente previsti dai profili (es. azienda di partenza, stampanti ammesse, etc.). Il messaggio Occorre configurare gli utenti da menu configurazione utenti-chiavi d'accesso dopo l'aggiornamento, indica come operare per: creare tutti gli utenti ex novo e/o configurare i nuovi parametri precedentemente presenti nei profili e/o configurare le associazioni tra stampante ed operatore abituale. La finestra dei messaggi si presenta come segue: Da cui possibile scorrere le righe e stamparne il contenuto. L esempio evidenzia tutti i messaggi e pertanto si riferisce ad un installazione d origine con gestione utenti non estesa, terminali manuali e profili personalizzati. I suddetti messaggi di avvertimento non compaiono se l installazione di origine prevede una configurazione assimilabile a quella della destinazione ad archivi separati, in particolare: gestione estesa utenti, terminali automatici e solo profilo default, quest ultimo senza modifiche dei valori predefiniti; configurazione standard disabilitata, determinata dal parametro AbilConfig=0 nella sezione [Installazione] del file dati\pxconf.ini. 8 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

10 Per ulteriori dettagli sulla gestione configurazione standard, vedere manuale al seguente riferimento: sezione Nozioni Generali, modulo Configurazione utenti/terminali, capitolo Configurazione per prodotti con tecnologia non BP. Per ulteriori dettagli sulla gestione utenti, vedere manuale al seguente riferimento: sezione Servizi, modulo Configurazioni per prodotti a tecnologia non BP, capitolo Utenti/chiavi di accesso. MEXALDB La gestione di MexalDB in archivi separati utilizza un database per azienda e non più un database per l installazione, pertanto la procedura mantiene la connessione al server database, ma al termine dell aggiornamento occorre eseguire, manualmente, la funzione dal menù servizi->trasmissione archivi->ricostruzione database MexalDB. MODULISTICA DOCUMENTI L aggiornamento mantiene inalterato il funzionamento dei formati di stampa esistenti nell installazione. I formati di stampa di ciascuna azienda (file fm??.sig ) vengono riportati in automatico all interno della nuova cartella dati, nelle relative cartelle aziendali. Inoltre, i percorsi specificati nelle VIMM e/o nel campo Immagine Pdf di sfondo, vengono modificati secondo le seguenti regole: Per i percorsi relativi (ad esempio "+immagini\logo.jpg") il carattere speciale iniziale viene sostituito con il carattere "]" (nel caso dei caratteri "+", " " con azienda battezzata, "]") oppure con il carattere "!" (nel caso dei caratteri " " con azienda di gruppo, "~", "!", ";", "&", "}", "^", "$", "["). Per i percorsi assoluti (ad esempio "c:\immagini\logo.jpg") la prima parte del percorso viene sostituita con il carattere "!" (ad esempio "!immagini\logo.jpg"). NOTA BENE: nel caso in cui un percorso specificato in una VIMM o nel campo "Immagine Pdf di sfondo" punti ad un file che fisicamente non esiste, il percorso stesso non subisce modifiche da parte della procedura di conversione. In base a quanto sopra riportato, le immagini e/o i pdf di sfondo a cui i formati di stampa puntano vengono copiati all'interno delle cartelle "datiutente" generale (..\datigen\datiutente) oppure aziendale (..\datiaz\<sigla azienda>\datiutente) della nuova cartella dati. In dette cartelle vengono eventualmente create anche le opportune sottocartelle necessarie al corretto posizionamento dei files sulla base del percorsi specificati nelle VIMM e/o nel campo "Immagine Pdf di sfondo". ADP BILANCIO & BUDGET Relativamente al modulo ADP Bilancio e budget, la procedura di conversione effettua in automatico l adeguamento della sua configurazione alla nuova struttura ad archivi separati; l unico caso in cui la configurazione deve essere invece modificata manualmente è la connessione di tipo JDBC (per i dettagli vedere il punto 4): 1. CONNESSIONE DINAMICA CON DATABASE DI TIPO MS ACCESS la procedura di conversione sposta automaticamente i database Access dalla cartella condivisa contenente tutti i file mdb alle cartelle della nuova struttura ad archivi separati e li rinomina con le diciture standard. Nello specifico il database sovraziendale viene rinominato in generale_adpbb e spostato nella cartella datigen della nuova directory dati; i database aziendali vengono rinominati in sig_adpbb e spostati nelle rispettive cartelle aziendali della dir. datiaz. I parametri di connessione vengono adeguati in automatico e il modulo ADP viene avviato il modalità remotizzata. Non sono pertanto richiesti interventi manuali da parte dell utente. 2. CONNESSIONE DINAMICA CON DATABASE DI TIPO MYSQL O SQL SERVER con questa tipologia di configurazione la procedura di conversione non effettua alcuna operazione. La configurazione del modulo ADP B&B rimane la stessa dell installazione di origine ad archivi uniti. 3. CONNESSIONE STATICA (tramite profili ODBC) la procedura riconfigura in modo completamente automatico tutti i parametri di connessione ai database utilizzando la connessione DINAMICA. Anche in questo caso non sono richiesti interventi manuali da parte dell utente. 4. CONNESSIONE JDBC (pxjdbc.jar) la fase preliminare della procedura di conversione rileva tramite apposito messaggio l incompatibilità della connessione JDBC. In questa situazione occorre pertanto modificare manualmente la configurazione di ADP migrando i database da Access a MySQL (che è l unica tipologia di RDBMS supportato nel caso di installazioni in ambiente Linux) e riconfigurando infine il modulo mediante la connessione dinamica unixodbc. Di seguito il dettaglio delle operazioni da effettuare per sostituire la connessione JDBC con la connessione unixodbc e database di tipo MySQL. Si ricorda che per effettuare tale procedura occorre utilizzare una postazione client di lavoro sul quale risulta già installato il modulo ADP B&B: PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 9

11 a) Rispondere Prosegui al messaggio restituito dalla procedura di conversione; b) Installare sul server Linux una versione certificata di MySQL e i relativi driver unixodbc e connector MyODBC (quest ultimo deve essere installato anche sulla macchina client). c) Entrare poi in un azienda e aprire il modulo ADP Bilancio e Budget dal menu Moduli ADP Bilancio e budget Apertura azienda. Accedere poi al menu Servizi Gestione database ed eseguire la funzione di migrazione automatica in blocco per tutti i database cliccando sul pulsante Migra DB. Nella finestra che si apre scegliere MySQL come tipo destinazione, inserire i parametri per la connessione al server di MySQL e confermare la funzione cliccando sul pulsante Migrazione di tutte le aziende (i nuovi database in MySQL vengono automaticamente creati con le denominazioni standard generale_adpbb e sig_adpbb ). Attendere la migrazione di tutti i database e uscire dal modulo ADP. d) Uscire dal client di Mexal/Compass e impostare TipoODBC=1 nella sezione [XDB] del file pxconf.ini contenuto nella dir. dati. e) Rientrare in Mexal/Compass e riconfigurare il database sovraziendale di ADP dal menu Moduli Configurazione ADP Bilancio e budget impostando tutti i parametri per la connessione al nuovo database sovraziendale migrato in MySQL (come nell esempio sotto) f) Riconfigurare i database delle varie aziende configurate per ADP dal menu Anagrafica azienda Dati aziendali Configurazione moduli ADP Bilancio e budget impostando solamente Dati connessione = SOVRA-AZIENDALI. In questo modo tutti i parametri di connessione vengono ereditati automaticamente dalla configurazione del database sovraziendale. g) Eseguire la funzione di aggiornamento del database sovraziendale dal menu Moduli ADP Trasferimento dati Parametri connessione DB sovraziendale h) Ripetere infine la procedura di conversione ad archivi separati. 10 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

12 DOCUVISION Effettuando la conversione dell installazione a tecnologia archivi separati ogni azienda avrà uno specifico database di Docuvision. In caso di modulo Docuvision Workflow Digitale, poiché le revisioni/pagine dei documenti eventualmente riportati in un volume non ancora masterizzato non saranno oggetto di trasferimento la procedura. Prima di installare la versione 2012H, oppure prima di procedere con l aggiornamento, è necessario effettuare una delle seguenti operazioni: masterizzare tali volumi (i documenti saranno riportati su un CD-ROM o DVD, ecc.); ripristinare tutti le revisioni/pagine presenti nei volumi; nei documenti relativi non apparirà più la dicitura Archiviato doc.. Poiché nelle installazioni di MexalBP/CompassBP/Businesspass i dati sono specifici ed esclusivi di ogni singola azienda, la procedura riporta in tutte le aziende dell installazione i documenti di Docuvision generali (con campo Sigla azienda vuoto). NOTA BENE: i documenti di Docuvision relativi alle Dichiarazioni Redditi possono avere il campo Sigla azienda vuoto, ma in questo caso non sono considerati documenti generali, pertanto vengono sempre importati nel database Redditi comune a tutta l installazione. In tutte le aziende dell installazione nella nuova tabella Tipo di gestione archivi (richiamabile da ANAGRAFICA AZIENDA) gli archivi di Docuvision Classi documento e Documenti nominativi saranno definiti come G (Generale). Per tale impostazione, eventuali documenti di Docuvision associate ad anagrafiche utilizzabili all interno degli organi sociali, vengono riportati in qualunque azienda dell installazione. NOTA BENE: terminata con esito positivo la procedura di conversione dati, i parametri della tabella Tipo di gestione archivi possono essere modificati in A (Aziendale) al fine di gestire una specifica tabella-gestione per singola azienda. Il trasferimento relativo ai dati di Docuvision effettua le seguenti operazioni: viene creato un database dal nome sigla azienda_dv.estensione per ogni azienda dell installazione; viene creato un database dal nome dr_dv.estensione per le Dichiarazioni Redditi; viene creato un database generale per l installazione dal nome generale_dv.estensione ; le anagrafiche degli iter vengono riportate in tutte le aziende presenti nell installazione; le pratiche che hanno un documento allegato e tale documento risulta associato ad una specifica azienda saranno visibili solo in tali aziende e risulteranno associate ai soli documenti appartenenti all azienda in questione. Le pratiche che non hanno alcun documento associato vengono riportate in tutte le aziende dell installazione. Le pratiche che hanno un documento allegato ma tale documento non risulta associato a nessuna azienda (campo Sigla azienda di GESTIONE DOCUMENTO vuoto) vengono riportate in tutte le aziende dell installazione; come gli iter e le pratiche, anche i documenti saranno specifici per ogni azienda. Quei documenti che prima potevano essere comuni a tutta l installazione campo Sigla azienda di GESTIONE DOCUMENTO vuoto vengono riportati in tutte le aziende dell installazione ed associati ad ognuna di esse. Anche i documenti associati alle anagrafiche dei soggetti/nominativi che possono essere richiamati all interno degli organi sociali (alla voce di menù Aziende ANAGRAFICA AZIENDA) vengono replicati in tutte le aziende dell installazione; nella tabella Parametri generali il campo Documenti da bollati definitivi non è più modificabile e viene assegnato in automatico il valore A (Aziendali). NOTA BENE: dopo aver effettuato il trasferimento dei dati in una struttura a file separati occorre riorganizzare i dati di Docuvision (voce di menù Moduli Docuvision Servizi RIORGANIZZAZIONE ARCHIVI). Si ricorda che dall azienda STD, se presente nell installazione, è possibile elaborare più aziende contemporaneamente. Prima di procedere con le usuali attività lavorative sulla nuova installazione, verificare la coerenza e veridicità dei dati convertiti. PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 11

13 NOTE PARTICOLARI DEL PROGRAMMA AGGIORNATO CODICE INSTALLAZIONE: l aggiornamento marca gli archivi con il codice installazione presente nel file di licenza. Gli archivi non possono essere spostati tra installazioni diverse. L installazione può così usufruire dell aggiornamento automatico del codice di licenza. PIANO DEI CONTI E CLIENTI/FORNITORI: la voce di menu del piano dei conti è distinta da quella dei clienti fornitori, eventuali Collage su quella voce devono essere adeguati. La condivisione dei clienti/fornitori per più aziende viene gestita attraverso la Rubrica Unica e non più attraverso il concetto di raggruppamento. SPRIX & COLLAGE: la nuova struttura non prevede più la directory Sprix nel profilo azienda, ma il Gruppo Sprix in Anagrafica Azienda. L aggiornamento di versione copia gli Sprix in directory diverse (una per gruppo Sprix) numerate in sequenza da 1 a 99. Se nei sorgenti Sprix e Collage si fa riferimento a file esterni, o si utilizza la funzione PUTPC per conti diversi da Clienti-Fornitori nelle aziende di raggruppamento, potrebbe essere necessario adeguarli alla nuova struttura dati. DOCUVISION E MEXALDB: gestiscono ciascuno il proprio database aziendale. Per questi moduli non è gestito l accesso con DSN statico (profilo ODBC) ma viene utilizzata la connessione dinamica. In MexalDB non sono più gestite le tabelle dei dati generali/raggruppamento dato che questi sono gestiti per singola azienda. Eventuali Sprix che utilizzano connessioni statiche o accedono a tabelle generali o di raggruppamento, devono essere adeguati. Docuvision gestisce solo i documenti aziendali, mentre quelli relativi ai Dichiarativi sono gestiti su un database distinto da quello aziendale. Per la funzione Sprix DBmirror e per il modulo ADP Commerciale permane l accesso tramite DSN statico. La tecnologia JDBC non è supportata. PASSAGGIO A MEXAL BP E BUSINESSPASS Anche dopo l aggiornamento ad Archivi Separati le funzionalità disponibili per Mexal, Pass3000ME e Compass non mutano. Per poter beneficiare delle nuove funzionalità quali Mobile Desk Android, WebDesk Apple, AD, Passcom, Strutture articoli nidificate, Gestione Beni in Leasing, Fondo Svalutazione Crediti, è necessario passare ai prodotti di nuova generazione Mexal BP e Businesspass. L eventuale ulteriore passaggio, non richiederà più alcun tipo di ristrutturazione degli archivi ma solo la sottoscrizione di una nuova Licenza e l ottenimento del relativo codice con le consuete modalità perviste per la migrazione ai prodotti di classe BP. Ci sono due modalità alternative per convertire Mexal, Pass3000ME e Compass a MexalBP o a Businesspass: Utilizzare i programmi di servizio eifs e iifs utilizzando le modalità disponibili anche prima della versione 2012H. Questa modalità prevede una nuova installazione di Mexal BP o di Businesspass, sulla quale verranno importati i dati di Mexal, Pass3000ME. Questa modalità di passaggio è validamente utilizzabile nel caso in cui debba essere eseguita una nuova installazione (es. per sostituzione del Server) o nel caso di passaggio a prodotti Live. Utilizzare la procedura automatica vista nei paragrafi precedenti che converte l installazione preesistente. In questo caso dopo aver utilizzato il codice di licenza e aver completato il passaggio ad Archivi Separati, è necessario attivare l ulteriore codice di Licenza per il prodotto Mexal BP o Businesspass. Tale codice di Licenza andrà automaticamente ad aggiornare l installazione (non occorre scaricare il codice e trasferirlo manualmente) in virtù dell automatismo d aggiornamento caratteristico di tutte le installazioni ad Archivi Separati connesse ad internet. CONVERSIONE AD ARCHIVI SEPARATI TRAMITE EXPORT / IMPORT MANUALI: TRATTAMENTO UTENTI E STAMPANTI Nelle tradizionali procedure di conversione ad archivi separati (mx00.exe eifs per export, mx00.exe iifs per import), risultano variate le condizioni per importare utenti e stampanti. Non varia il requisito secondo cui, se l export è destinato ad installazioni Live, allora né utenti né stampanti verranno importati. Esclusa questa casistica, la procedura ora consente sempre d importare le stampanti, mentre l import utenti è condizionato dalla configurazione d origine. Infatti, l installazione ad archivi separati prevede unicamente la Configurazione standard disabilitata, dove risultano attive la gestione terminali automatici (Autoterm) e la gestione estesa degli utenti (utente/password), ma senza utilizzo del programma di configurazione mxin.exe e quindi senza la gestione dei profili utente. Nelle installazioni ad archivi separati dunque tutte le automazioni (es. stampante abituale, operatore abituale, menù di partenza, data di partenza, azienda di partenza, etc.), e le limitazioni (es. stampanti ammesse, aziende consentite, menu consentiti, etc.) devono essere definite nella struttura dei gruppi utenti. La procedura esegue un controllo preliminare che può visualizzare su una finestra diversi messaggi a seconda delle condizioni rilevate: 12 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

14 gestione non estesa utenti (chiavi di accesso). In questo caso, il messaggio visualizzato risulta Gestione utenti non supportata. Gli utenti vengono azzerati. Ciò significa che l amministratore dovrà ricostruire l intera struttura utenti nella nuova installazione ad archivi separati; gestione manuale dei terminali. In questo caso, il messaggio visualizzato è Gestione associazione operatore e stampante abituale al terminale non supportata. Ciò significa che l amministratore dovrà abbinare operatore e stampante abituali non più al numero terminale, bensì al singolo utente (sé stesso compreso) creato nella nuova installazione ad archivi separati; gestione di almeno un profilo di configurazione standard mxin.exe oltre al default, oppure con il solo default con almeno un parametro variato rispetto ai valori predefiniti. In questo caso, il messaggio visualizzato è Gestione avvio del programma personalizzato con profili utente non supportato. Ciò significa che l amministratore dovrà impostare nella struttura utenti tutti i parametri di automazione e limitazione precedentemente previsti dai profili (es. azienda di partenza, stampanti ammesse, etc.). I suddetti messaggi di avvertimento non compaiono se l installazione di origine prevede una configurazione assimilabile a quella della destinazione ad archivi separati, in particolare: gestione estesa utenti, terminali automatici e solo profilo default, quest ultimo senza modifiche dei valori predefiniti; configurazione standard disabilitata, determinata dal parametro AbilConfig=0 nella sezione [Installazione] del file dati\pxconf.ini. Per ulteriori dettagli, consultare il alla sezione NOZIONI GENERALI, modulo CONVERSIONE A STRUTTURA ARCHIVI SEPARATI ). ACQUISIZIONE E RINNOVO LICENZA DALLA SERVER FARM PASSEPARTOUT ANCHE PER INSTALLAZIONI CON PROTEZIONE FISICA Da questa versione, le installazioni con protezione locale acquisiscono la licenza dalla Server Farm Passepartout attraverso il sistema di connessione/autenticazione LDAP. Scompare la possibilità d immettere il contratto da programma, in quanto esso l aggiornamento avviene dalla Server Farm Passepartout. La funzione Cod. contratto [F3] all avvio del terminale mx00.exe visualizza una finestra come d esempio: In caso di modifica contratto, Passepartout s.p.a. si preoccupa di abbinare quello nuovo all installazione e l operazione può avvenire in qualsiasi momento, anche quando vi sono terminali attivi. Qualora ciò avvenga, il programma continuerà ad operare con l attuale licenza fintanto che tutti i terminali non chiudono. Quando più nessun terminale risulta attivo, il primo ed unico che riparte determina l acquisizione del nuovo contratto. In caso di errori nella connessione/autenticazione al sistema LDAP, la procedura sblocca l immissione del codice locale all avvio del programma. Frattanto, in caso di rinnovo, fintanto che non si risolvono i problemi sistemistici di accesso al sistema LDAP, occorre inserire manualmente il contratto senza sfruttare l acquisizione diretta dalla Server Farm Passepartout. PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 13

15 DICHIARAZIONE REDDITI CALCOLO IMU Funzionalità presente su tutti i prodotti dotati del modulo Dichiarativi. Le videate relative al calcolo dell Imposta Municipale Propria (IMU) sono state ristrutturate in modo da rendere più chiaro il calcolo dell imposta. A titolo di esempio si riporta la videata dei fabbricati, con evidenziato il punto di intervento: La visualizzazione dell imposta ora è suddivisa in IMU statale e IMU comunale. Nella riga IMU statale viene determinata l imposta dovuta allo stato. Se la quota statale non è dovuta (ad esempio in caso di abitazione principale), la riga non viene visualizzata. Nella riga IMU comunale viene determinata l imposta dovuta al comune; tale quota è data dall imposta IMU totale, a cui è sottratta la quota statale e l eventuale detrazione. La videata successiva, che visualizza il riepilogo dell imposta IMU dell immobile, continua a suddividere gli importi in base alla tipologia di versamento; rispetto a prima non è più consentito forzare l imposta totale, ma i singoli importi in acconto e a saldo. NOTA BENE: Per la corretta determinazione del saldo è indispensabile che l acconto sia stato versato in modo definitivo, in quanto, a differenza dell acconto che è stato versato con le aliquote di base, il saldo deve essere versato utilizzando le aliquote stabilite dai comuni. A tal fine, la procedura di aggiornamento archivi DR ha provveduto (qualora non lo avesse già effettuato l utente) a marcare in definitivo tutte le deleghe in acconto IMU, per fissare gli importi all interno della gestione terreni/fabbricati e consentire così di determinare il conguaglio a saldo. Le deleghe sono marcate con la lettera A definitiva da aggiornamento archivi. In merito alle aliquote IMU da applicare per il calcolo del saldo, la tabella standard distribuita con la procedura non contiene ancora le aliquote IMU deliberate dai comuni. In attesa di ricevere dall'ifel una base dati (che presumibilmente conterrà le 3 aliquote principali relative ad Abitazione principale, Ordinaria, Fabbricati rurali ad uso strumentale e la detrazione abitazione principale di base), è consigliabile anticipare il lavoro personalizzando le anagrafiche dei comuni ed inserendo in tabella le aliquote da utilizzare per il calcolo del saldo. A tale proposito operare come di seguito indicato: - Personalizzare le aliquote IMU operando da menu DR - Tabelle Modelli Unico - Anagrafiche personalizzate - COMUNI/ALIQUOTE IMU. o Per creare un comune personalizzato selezionare una riga vuota e duplicare il comune presente in tabella standard con il pulsante Duplica [F5]. A pagina 2/3 variare le 3 aliquote principali. o Per inserire altre tipologie di aliquote eventualmente previste dal comune oltre alle 3 aliquote principali, sia dalla tabella standard che dalla tabella personalizzata si può utilizzare il pulsante Altre aliquote IMU [F8]; per applicare tali aliquote all'interno dei terreni/fabbricati, occorrerà indicare il relativo codice all'interno dell'immobile, nel campo "Aliquota IMU". 14 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

16 - Eseguire per tutti i modelli i ricalcoli dal menu DR - Unico??? Gestione Modello U?? - Ricalcolo quadro RN. DICHIARAZIONE REDDITI DICHIARAZIONE IMU Funzionalità presente su tutti i prodotti dotati del modulo Dichiarativi. E abilitata la gestione e stampa della dichiarazione IMU. Tale modello deve essere presentato al comune generalmente nei casi in cui si verifica una variazione all immobile che comporta una riduzione dell imposta IMU o quando il comune non è comunque in possesso delle informazioni necessarie per verificare il corretto adempimento dell obbligazione tributaria. La dichiarazione deve essere presentata entro 90 giorni dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell imposta. Per quanto riguarda gli immobili per i quali l obbligo dichiarativo è sorto dal 1 gennaio 2012, la dichiarazione deve essere presentata entro il 30 novembre 2012, ma è stato presentato un maxiemendamento in sede di conversione del D.L. n. 174/2012 che posticiperebbe ulteriormente la scadenza al 4 febbraio Per attivare la gestione del nuovo modello utilizzare il pulsante Modello IMU [Shift+F6]. Ogni immobile può gestire più modelli IMU, in base a quante variazioni sono intervenute. Per tale motivo richiamando la gestione dei modelli IMU (da qualsiasi punto dell immobile) viene visualizzato un prospetto che elenca tutti i modelli attivati per l immobile selezionato. Per inserire un nuovo modello posizionarsi su una riga vuota e confermare con Scelta [Invio]. All ingresso nel prospetto vengono proposti alcuni valori in base alla situazione dell immobile. Tutti i dati sono modificabili dall utente, indipendentemente dal valore proposto dalla procedura. NOTA BENE: Si precisa che non è possibile gestire dichiarazioni IMU congiunte tramite la relativa sezione CONTITOLARI. In questi casi per ogni soggetto dichiarante compilare il relativo Modello IMU. Alla conferma del Modello IMU il modello verrà salvato ed associato all immobile. La presenza uno o più Modelli IMU all interno di un immobile viene segnalata con la dicitura [MODELLO IMU] in prima pagina dell immobile, specificando anche il numero totale di modelli presenti. In merito alla stampa del modello, questa avviene dal menu redditi Stampe fiscali STAMPA MODELLO IMU. In considerazione del fatto che quando sarà a regime la dichiarazione IMU si presenterà tipicamente entro 90 dalla variazione dell immobile, è consigliabile effettuare la stampa definitiva dei modelli, in modo da marcarli come presentati e non ottenerli nuovamente nelle selezioni di stampa successive. I modelli IMU stampati in definitivo potranno essere stampati nuovamente utilizzando l opzione Ristampa. Per selezionare i modelli IMU da stampare si possono utilizzare indifferentemente due parametri di selezione: - Data Inizio/termine dalla data alla data. Consente di selezionare in stampa i soli modelli che hanno una data inizio/termine compresa tra le due date indicate. Questa opzione risulta utile soprattutto in questa prima fase, in cui devono essere presentati in un unica scadenza tutti i modelli IMU riferiti all anno Stampa i Modelli IMU con data inizio/termine nei 90 gg. precedenti. Consente di selezionare in stampa i soli modelli IMU che alla data di stampa risultano essere in scadenza, cioè hanno una data inizio/termine che è compresa nei 90 giorni precedenti alla data di stampa stessa. Questa opzione risulterà utile in particolare dal 2013, quando il modello PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 15

17 IMU sarà a regime e la scadenza di presentazione sarà sempre entro 90 giorni dall inizio/termine del possesso o della variazione dell imposta. MEXAL/COMPASS/PASS300ME - CREAZIONE AMBIENTI DI COPIA DICHIARAZIONI ANNUALI Per le sole installazioni Mexal, Compass, Pass3000ME in cui NON si effettuerà il passaggio ad archivi separati previsto dalla versione 2012H, sono abilitate le funzioni che consentono di archiviare le dichiarazioni redditi ed in generale le dichiarazioni annuali 2012 in un apposito ambiente di copia, al fine di ottenere uno storico nel quale consultare e gestire tali dichiarazioni, in qualsiasi momento. L archiviazione avviene tramite il programma di servizio mxcopia.exe. IMPORTANTE: Per le installazioni Businesspass, MexalBP, CompassBP e per le installazioni Mexal, Compass, Pass3000ME in cui si effettuerà il passaggio ad archivi separati, la creazione dell ambiente di copia da apposito menu (DR Dichiarazioni anni precedenti) sarà abilitata nelle prossime versioni e ne sarà data apposita comunicazione nella documentazione di rilascio. ESECUZIONE MXCOPIA L'esecuzione del programma mxcopia.exe prevede che vengano creati due ambienti distinti sia per la parte Mexal Server che per la parte Mexal Client. Questo comporta che nell'ambiente di copia venga specificata una nuova porta di comunicazione TCP/IP e il nuovo numero porta deve essere diverso rispetto al precedente di almeno due unità. Deve inoltre essere creato il nuovo service ID: la denominazione del nuovo service ID deve essere differente da quella originale perché il sistema operativo distingue i vari servizi in base alla loro denominazione. Sul server di Mexal, quindi, deve essere attivo un diverso processo "Mexal-Server" per ciascun anno gestito, e ciascuno in ascolto su una distinta porta. Sui PC client ci dovranno essere altrettanti "Mexal-Client", ciascuno in versione corrispondente alla relativa versione del processo "Mexal-Server". Quando si esegue mxcopia.exe, se il codice contratto non abilita il modulo redditi, non vengono proposte le videate di salvataggio delle pratiche redditi. Il processo di duplicazione avviene in due fasi: 1. esecuzione del programma mxcopia.exe; 2. esecuzione del file batch pxcopy.??? (creato dal programma mxcopia.exe) secondo modalità di seguito specificate. ATTENZIONE: Si specifica che ai fini di un corretto accesso agli ambienti di copia redditi, in concomitanza all'utilizzo dell'ambiente normale di lavoro, è fondamentale creare l'ambiente di copia con il programma di servizio mxcopia.exe e in quest'ultimo ambiente, mantenere il livello delle aziende = 0 (senza archivi contabili), così come creato da mxcopia. 16 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

18 MEXAL SERVER IN AMBIENTE WINDOWS CLIENT ESECUZIONE DEL PROGRAMMA MXCOPIA Eseguire il programma mxcopia.exe con la stessa sintassi utilizzata per eseguire il programma mx00.exe. DESTINAZIONE Indicare in tutte e tre le videate il percorso della directory in cui effettuare il salvataggio dei dati. Nel campo Sorgente è indicata la directory della installazione di origine. Si precisa che nel caso in cui mxcopia venga rieseguito, le directory di destinazione precedentemente indicate sono riproposte. ESECUZIONE PXCOPY.BAT Indicando S alla conferma della videata il batch viene automaticamente eseguito dalla procedura. Si raccomanda di lasciare il campo impostato a S. PORTA TCP/IP MEXAL Viene proposta la nuova porta di comunicazione. Il dato proposto è modificabile. SERVICE ID MEXAL Viene proposto il nuovo service ID proponendo il service ID originale seguito dal suffisso anno redditi. Il dato proposto è modificabile. Dopo avere confermato le videate con OK [F10], il programma procede alla duplicazione dell'ambiente. Al termine della copia viene visualizzato il seguente messaggio: Per avviare il server Mexal lanciare il comando mxserver.exe --install --serviceid=nuovoserviceid come utente Administrator Se il sistema è workstation (ad esempio Windows 2000 Professional o Windows XP Professional), il messaggio visualizzato è il seguente: Per avviare il server Mexal lanciare il comando mxserver.exe --install --serviceid=nuovoserviceid - user=<nome user> --password=<nome password> come utente Administrator NOTA BENE: Il comando sopra indicato deve essere eseguito anche in caso di Windows 2008 server e Windows 2008 R2, in quanto vengono installati come se fossero workstation. PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 17

19 Nel paragrafo SERVER viene illustrato quando eseguire il comando. Dopo avere eseguito le operazioni sopra indicate, per connettersi al nuovo Server Mexal occorre effettuare una nuova installazione di Mexal Client specificando come porta di comunicazione TCP/IP quella indicata al momento dell'esecuzione di mxcopia.exe. NOTA BENE: L installazione di un nuovo client Mexal sarà per ovvi motivi sprovvista degli applicativi Entratel_pass e Gerico_pass pubblicati sul server e necessari per effettuare la simulazione telematico ed il calcolo degli studi di settore. Di conseguenza nel caso si renda necessario eseguire i calcoli degli studi di settore e la simulazione telematico, verrà richiesto (solo la prima volta) l aggiornamento di tali applicativi nel client. SERVER INSTALLAZIONE DEL SERVIZIO 1. Effettuare il login a windows come utente Administrator. 2. Dal prompt di MS-DOS posizionarsi nella directory programmi dell'ambiente di copia. 3. Eseguire il comando mxserver.exe --install --serviceid=nuovoserviceid. NOTA BENE: se il sistema è workstation (ad esempio Windows 2000 Professional o Windows XP Professional), mxserver deve essere installato con questi parametri: mxserver.exe --install --serviceid=nuovoserviceid --user=nomeuser --password=nomepassword dove nomeuser rappresenta il nome di login dell'account MexalAdmin e nome password ne rappresenta la propria password. Si ricorda che MexalAdmin è l'account proprietario dei processi applicativi ed già utilizzato per l'installazione originale di Mexal. Il comando sopra indicato deve essere eseguito anche in caso di Windows 2008 server e Windows 2008 R2, in quanto vengono installati come se fossero workstation. 4. Il nuovo servizio sarà automaticamente attivo dopo avere riavviato il sistema. In caso di sistema workstation non comparirà l'icona del server ma il servizio sarà comunque attivo. MEXAL SERVER IN AMBIENTE LINUX CLIENT ESECUZIONE DEL PROGRAMMA MXCOPIA Eseguire il programma mxcopia.exe con la stessa sintassi utilizzata per eseguire il programma mx00.exe seguendo le stesse operazioni indicate nel paragrafo relativo all ambiente Windows. Dopo avere confermato le videate con OK [F10], il programma procede alla duplicazione dell'ambiente. Al termine della copia vengono visualizzati i seguenti messaggi: Per completare dopo la copia lanciare la shell libs.version libs_mxsrv.version come utente root Per avviare il server Mexal lanciare la shell copia_mx come utente root Nel paragrafo SERVER viene illustrato quando eseguire i comandi. Dopo avere eseguito le operazioni sopra indicate, per connettersi al nuovo Server Mexal occorre effettuare una nuova installazione di Mexal Client specificando come porta di comunicazione TCP/IP quella indicata al momento dell'esecuzione di mxcopia.exe. NOTA BENE: L installazione di un nuovo client Mexal sarà per ovvi motivi sprovvista degli applicativi Entratel_pass e Gerico_pass pubblicati sul server e necessari per effettuare la simulazione telematico ed il calcolo degli studi di settore. Di conseguenza nel caso si renda necessario eseguire i calcoli degli studi di settore e la simulazione telematico, verrà richiesto (solo la prima volta) l aggiornamento di tali applicativi nel client. 18 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

20 SERVER INSTALLAZIONE DEL SERVIZIO 1. Effettuare il login a linux come utente root. 2. Dal sistema operativo posizionarsi nella directory programmi dell'ambiente di copia. 3. Eseguire i comandi sh libs.version e sh libs_mxsrv.version 4. Attribuire ai seguenti file i permessi di esecuzione (chmod 777): copia_mx e mxserver.sh. 5. Eseguire il comando sh copia_mx. Il batch consente di installare ed attivare automaticamente il nuovo servizio. L operazione potrebbe impiegare diversi secondi. ENASARCO Per le Fatture ricevute la funzionalità è presente su : MexalBP Contabile Aziendale - Produzione; Compass2009, CompassBP, Businesspass; Per le Fatture emesse la funzionalità è presente su : MexalBP Solution Aziendale - Produzione, Compass2009, CompassBP, Businesspass. Con questa versione è stata integrata la gestione dei contributi Enasarco anche per gli agenti che operano in forma di Società di Persone e Società di Capitali sia per le fatture ricevute da agenti che per quelle emesse. In precedenza la gestione era attiva solo per gli agenti che operano in forma di ditta individuale. Per le fatture ricevute da agenti è stata inoltre implementata la data competenza Enasarco che, se compilata, calcola i contributi e aggiorna i progressivi in base alla data competenza, anziché alla data documento. Nella gestione del ciclo attivo, sono state aggiunte stampe di servizio per verificare i contributi Enasarco presenti nei documenti con la relativa stampa di controllo, inoltre per le società di agenzia che operano in forma di società di persone è presente una stampa riepilogativa dei contributi Enasarco suddivisa per i vari soci. Per ulteriori dettagli sulla gestione consultare l APPENDICE E di Contabilità. (Sol , 27211, 28172, 28550). NUOVI PARAMETRI GENERALI PER LA GESTIONE ENASARCO In Aziende Parametri di base TABELLA VALORI LIMITE/PARAM GENERALI nella sezione ENASARCO [F5] è stata aggiunta la voce CONTRIBUTO ASSISTENZIALE con le aliquote contributive suddivise per anno relativi agli agenti che svolgono l attività in forma di società di capitali (S.p.a. e S.r.l). Sulla videata sono attivi il pulsante Nuovo [F5] che permette l inserimento di nuovi dati e il pulsante Default [ShF8] che permette di ripristinare i valori di default della tabella. Per ogni anno presente in tabella, sono definiti gli scaglioni provvigionali e le aliquote applicate su ciascun scaglione suddivise per mandante e società di agenzia: PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 19

21 ANAGRAFICA FORNITORE AGENTE Nel menù Contabilità Anagrafica PC/CLI/FORN, se il fornitore agente opera in forma di società di persone, è necessario specificare nel campo Tipo società il valore P, mentre se il fornitore agente opera in forma di società di capitali, è necessario specificare nel campo Tipo società il valore C. Questa informazione è fondamentale per eseguire il calcolo corretto del contributo previdenziale (agenti che operano in forma di ditte individuali o società di persone) oppure del contributo assistenziale (agenti che operano in forma di società di capitali). La videata dei progressivi Enasarco [ShF4]Enasarco risulta invariata per gli agenti che operano in forma di ditta individuale e società di persone: Mentre, per gli agenti che operano in forma di società di capitali, le informazioni presenti nei progressivi Enasarco sono imponibile provvigionale, la tipologia di mandato e il contributo versato al fondo assistenza. 20 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

22 In fase di registrazione della fattura ricevuta da un agente (sia che operi in forma di ditta individuale, che società di persone o società di capitali), nella videata Calcolo ritenuta d acconto è ora presente il campo Compet. Enas (Competenza Enasarco) che, se compilato, permette di indicare una data competenza provvigioni diversa dalla data documento. Se la data competenza Enasarco è compilata, è in base a questa data che verranno aggiornati i progressivi Enasarco in anagrafica fornitore agente. PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE 21

23 STAMPE ENASARCO FATTURE EMESSE Relativamente alla gestione Enasarco nel ciclo attivo, sono state aggiunte alcune stampe di utilità. Dalla voce di menù Stampe Contabili Enasarco fatture emesse LISTA CONTRIBUTI, è possibile verificare i contributi Enasarco presenti sui documenti emessi alle ditte mandanti come già avviene per il ciclo passivo. Sono predisposti due moduli di stampa: ENASARC Elenco contributi Enasarco e ENASCTR Controllo contributi Enasarco. ENASARC Elenco contributi Enasarco: Per ogni trimestre selezionato, viene stampata la situazione di ogni mandante con il dettaglio delle fatture emesse registrate ENASCTR Controllo contributi Enasarco La stampa Controllo contributi Enasarco, per ogni documento, mette a confronto il contributo Enasarco generato nei documenti di ciclo attivo e quello ricalcolato dalla stampa di controllo. 22 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE

TRASFERIMENTO ARCHIVI A STRUTTURA A FILE SEPARATI

TRASFERIMENTO ARCHIVI A STRUTTURA A FILE SEPARATI TRASFERIMENTO ARCHIVI A STRUTTURA A FILE SEPARATI TRASFERIMENTO ARCHIVI A STRUTTURA A FILE SEPARATI Questo documento descrive l operatività da seguire per il trasferimento degli archivi di PASS3000, MEXAL,

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli

MANUALE INSTALLAZIONE A.D.P. BILANCIO & BUDGET

MANUALE INSTALLAZIONE A.D.P. BILANCIO & BUDGET MANUALE INSTALLAZIONE A.D.P. BILANCIO & BUDGET Sommario AVVERTENZE...1 INSTALLAZIONE...5 AGGIORNAMENTO DI VERSIONE...6 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...7 CONFIGURAZIONE...7 DATABASE SUPPORTATI...7 AGGIORNAMENTO

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2011F2

LEGGIMI UTENTE. versione 2011F2 LEGGIMI UTENTE versione 2011F2 Leggimi Utente v. 2011F2 NUOVE IMPLEMENTAZIONI GENERALE CONTABILIZZAZIONE CORRISPETTIVI RETAIL-MENU-BEATY Allineamento alla Versione 4.0 della contabilizzazione corrispettivi

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2013D1

LEGGIMI UTENTE. versione 2013D1 LEGGIMI UTENTE versione 2013D1 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE BANCA DATI ALIQUOTE IMU FORNITE DA PASSEPARTOUT Passepartout ha inserito, per coloro che intendono avere un agevolazione nella codifica delle

Dettagli

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT La App Documentale (detta anche Docuvision) permette di attivare il modulo tramite il quale si possono acquisire direttamente i documenti prodotti da Mexal Express

Dettagli

CONFIGURAZIONE DI UN AZIENDA IN MODALITÀ REAL TIME

CONFIGURAZIONE DI UN AZIENDA IN MODALITÀ REAL TIME CONFIGURAZIONE DI UN AZIENDA IN MODALITÀ REAL TIME REQUISITI È necessario che MexalBp sia un installazione di tipo Contabile, Aziendale o Produzione. Se MexalBp ha il server Mixer, occorre disporre di

Dettagli

siamo lieti di comunicarti che è stata rilasciata la versione 2011C di Businesspass contenente le seguenti novità:

siamo lieti di comunicarti che è stata rilasciata la versione 2011C di Businesspass contenente le seguenti novità: San Marino, 18 aprile 2011 Oggetto: Circolare Ricerca & Sviluppo Rilascio Versione 2011C Gentile Cliente, siamo lieti di comunicarti che è stata rilasciata la versione 2011C di Businesspass contenente

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2011G

LEGGIMI UTENTE. versione 2011G LEGGIMI UTENTE versione 2011G PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE NOTE IMPORTANTI SULL AGGIORNAMENTO CREAZIONE AMBIENTI DI COPIA DICHIARAZIONI ANNUALI Sono abilitate le funzioni che consentono di archiviare le

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2016.1.0

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT

FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT FATTURA PA:TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE PASSEPARTOUT Aggiornato al 23-03-2015 Le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione dovranno essere emesse esclusivamente in forma elettronica:

Dettagli

nstallazione di METODO

nstallazione di METODO nstallazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario avere a disposizione

Dettagli

Guida all installazione di METODO

Guida all installazione di METODO Guida all installazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario

Dettagli

MXI Server. MXI Desk MXI AD

MXI Server. MXI Desk MXI AD San Marino, 18 settembre 2012 Oggetto: Circolare Ricerca & Sviluppo Rilascio Versione 2012G In data odierna è stata rilasciata la versione 2012G dei prodotti Passepartout. DISTRIBUZIONE DVD GEST DR ADP

Dettagli

CREAZIONE DI UN AZIENDA

CREAZIONE DI UN AZIENDA CREAZIONE DI UN AZIENDA La creazione di un azienda in Businesspass avviene tramite la funzione Aziende Apertura azienda ; dalla medesima sarà possibile richiamare le aziende precedentemente create per

Dettagli

Novità Principali - 2/2015

Novità Principali - 2/2015 Wolters Kluwer Italia S.r.l. Centro Direzionale Milanofiori Strada 1, Palazzo F6 20090 Assago MI Tel. +39 02 824761 Fax +39 02 82476799 S.r.l. a Socio Unico Dir. Coord. di Wolters Kluwer N.V. Capitale

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2014B

LEGGIMI UTENTE. versione 2014B LEGGIMI UTENTE versione 2014B PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE DICHIARAZIONE ANNUALE IVA INVIO TELEMATICO A partire da questa versione è possibile effettuare la simulazione telematico del modello IVA annuale

Dettagli

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file.

I Codici Documento consentono di classificare le informazioni e di organizzare in modo logico l archiviazione dei file. Archivia Modulo per l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni Il modulo Archivia permette l acquisizione, l archiviazione e la consultazione di informazioni (siano esse un immagine,

Dettagli

MXI Server. MXI Desk MXI AD

MXI Server. MXI Desk MXI AD San Marino, 2 aprile 2013 Oggetto: Circolare Ricerca & Sviluppo Rilascio Versione 2013C In data odierna è stata rilasciata la versione 2013C dei prodotti Passepartout. DISTRIBUZIONE DVD GEST DR ADP Server

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 UTENTI EDF

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 UTENTI EDF CERTIFICAZIONE UNICA 2015 UTENTI EDF Note operative dopo aver installato laggiornamento EDF 2015.1 26 febbraio 2015: aggiornamento per creazione file telematico definitivo: vedi punto 6. CENNI NORMATIVI

Dettagli

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml

Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Istruzioni Aggiornamento RGT Xml Sommario Installazione dell'aggiornamento... 2 Download...2 Installazione...2 Modulo RGT - Utilizzo e Funzioni... 7 Dati Generali...9 Testatore...10 Atto...12 Atto Di Riferimento...13

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

Di seguito vengono elencati i passi logici che verranno affrontati dalla procedura Comunicazione Unica:

Di seguito vengono elencati i passi logici che verranno affrontati dalla procedura Comunicazione Unica: Fino ad oggi le imprese ed i loro intermediari evadevano gli obblighi riguardanti il Registro delle Imprese, l Agenzia delle Entrate, l INAIL e l INPS con procedure diverse per ogni Ente e, soprattutto,

Dettagli

ICI IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI IMU IMPOSTA MUNICIPALE UNICA

ICI IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI IMU IMPOSTA MUNICIPALE UNICA ICI IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI IMU IMPOSTA MUNICIPALE UNICA OGGETTO: aggiornamento della procedura ICI - IMU dalla versione 04.19.XX alla versione 04.20.00 Nell inviarvi quanto in oggetto Vi ricordiamo

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

Novità Principali - 3/2014

Novità Principali - 3/2014 Wolters Kluwer Italia S.r.l. Centro Direzionale Milanofiori Strada 1, Palazzo F6 20090 Assago MI Tel. +39 02 824761 Fax +39 02 82476799 S.r.l. a Socio Unico Dir. Coord. di Wolters Kluwer N.V. Capitale

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

TFR On Line PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5

TFR On Line PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5 PREMESSA...3 ACCESSO AD ARGO TFR ON LINE...5 AVVIO RAPIDO...7 SELEZIONE DEL DIPENDENTE...8 LEGGIMI...8 MANUALE...8 GUIDA INVIO FILE...9 CERCA DIPENDENTE...9 INSERIMENTO DEI DATI DI SERVIZIO...11 ELABORAZIONE

Dettagli

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03. PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005 PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.DOC Pagina 1 di 30 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI...

Dettagli

Manuale d istruzione BRIDGE

Manuale d istruzione BRIDGE Manuale d istruzione BRIDGE Introduzione al pacchetto Bridge Bridge è un prodotto che consente in maniera facile ed automatica il trasferimento di informazioni dalle postazioni ministeriali (PDL) alla

Dettagli

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021 MyDB - Anagrafiche estensioni dei Documenti di Magazzino e delle Parcelle Nella definizione delle anagrafiche MyDB è ora possibile estendere direttamente anche le TESTATE e le RIGHE delle varie tipologie

Dettagli

Installazione SQL Server 2005 Express Edition

Installazione SQL Server 2005 Express Edition Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6S4ALG7637 Data ultima modifica 25/08/2010 Prodotto Tutti Modulo Tutti Oggetto Installazione SQL Server 2005 Express Edition In giallo sono evidenziate le modifiche/integrazioni

Dettagli

SCARICO DATI ONETOUCH Verio per EuroTouch Home GUIDA ALL USO

SCARICO DATI ONETOUCH Verio per EuroTouch Home GUIDA ALL USO SCARICO DATI ONETOUCH Verio per EuroTouch Home GUIDA ALL USO Sommario Installazione dell applicazione... 3 L applicazione... 4 Requisiti... 4 Avvio dell applicazione... 4 Connessione al Database di EuroTouch

Dettagli

Operazioni da eseguire su tutti i computer

Operazioni da eseguire su tutti i computer Preparazione Computer per l utilizzo in Server Farm SEAC Reperibilità Software necessario per la configurazione del computer... 2 Verifica prerequisiti... 3 Rimozione vecchie versioni software...4 Operazioni

Dettagli

Manuale Operativo. Istituto Nazionale Previdenza Sociale DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI

Manuale Operativo. Istituto Nazionale Previdenza Sociale DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI Manuale Operativo Istruzioni per l utilizzo del Software di controllo uniemens aggregato per l invio mensile unificato delle denunce retributive individuali (EMENS) e delle denunce contributive aziendali

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo SUI Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico domande di nulla osta al lavoro, al ricongiungimento familiare e conversioni

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

21/02/2013 MANUALE DI ISTRUZIONI DELL APPLICAZIONE SID GENERAZIONE CERTIFICATI VERSIONE 1.0

21/02/2013 MANUALE DI ISTRUZIONI DELL APPLICAZIONE SID GENERAZIONE CERTIFICATI VERSIONE 1.0 MANUALE DI ISTRUZIONI DELL APPLICAZIONE SID GENERAZIONE VERSIONE 1.0 PAG. 2 DI 39 INDICE 1. PREMESSA 4 2. INSTALLAZIONE 5 3. ESECUZIONE 6 4. STRUTTURA DELLE CARTELLE 7 5. CARATTERISTICHE GENERALI DELL

Dettagli

I PAGAMENTI CON BONIFICI ELETTRONICI

I PAGAMENTI CON BONIFICI ELETTRONICI I PAGAMENTI CON BONIFICI ELETTRONICI Per emettere il pagamento a fronte di una fattura ricevuta da un fornitore è possibile utilizzare la modalità Bonifico Elettronico. Con Mexal Express si possono generare

Dettagli

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate KING Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI DATALOG Soluzioni Integrate - 2 - Domande e Risposte Allegati Clienti e Fornitori Sommario Premessa.... 3 Introduzione... 4 Elenco delle domande...

Dettagli

Guida all installazione di Easy

Guida all installazione di Easy Guida all installazione di Easy ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE EASY Requisiti di sistema Sistemi operativi supportati: Windows 2000 Service Pack 4; Windows Server 2003 SP2(consigliato per

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 25 febbraio 2010 SERVIIZIIO TELEMATIICO DOGANALE Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione al servizio

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

GENERAZIONE ARCHIVIO F24 AGENZIA ENTRATE

GENERAZIONE ARCHIVIO F24 AGENZIA ENTRATE GENERAZIONE ARCHIVIO F24 AGENZIA ENTRATE Il riferimento al manuale è il menù Redditi, capitolo Stampe, paragrafo Versamenti F24, sottoparagrafo Generazione Archivio F24 Agenzia Entrate. Questa funzione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana. Regole per il corretto funzionamento della posta elettronica

Consiglio regionale della Toscana. Regole per il corretto funzionamento della posta elettronica Consiglio regionale della Toscana Regole per il corretto funzionamento della posta elettronica A cura dell Ufficio Informatica Maggio 2006 Indice 1. Regole di utilizzo della posta elettronica... 3 2. Controllo

Dettagli

Anche quest anno Passepartout ha stretto un accordo di collaborazione con CAF T.F.D.C.

Anche quest anno Passepartout ha stretto un accordo di collaborazione con CAF T.F.D.C. San Marino, 22 marzo 2012 Oggetto: Circolare Ricerca & Sviluppo Rilascio Versione 2012B In data odierna è stata rilasciata la versione 2012B dei prodotti Passepartout. DISTRIBUZIONE DVD GEST DR ADP MXI

Dettagli

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Funzioni di Esportazione Importazione 1 Indice AIRONE GESTIONE RIFIUTI... 1 FUNZIONI DI ESPORTAZIONE E IMPORTAZIONE... 1 INDICE...

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 2 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 2 Adeguamento archivi... 2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 004_2012 DI LINEA AZIENDA... 3 GESTIONE E-COMMERCE...

Dettagli

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA... 3 DISMISSIONE CHIAVI HARDWARE - NUOVE DISPOSIZIONI... 3 NUOVA INSTALLAZIONE RELEASE 12 EX-NOVO..4 VISUALIZZATORE AGGIORNAMENTI INSTALLATI...

Dettagli

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28 Magic Wand Manager Guida Utente Rel. 1.1 04/2011 1 di 28 Sommario 1. Setup del Software... 3 2. Convalida della propria licenza software... 8 3. Avvio del software Magic Wand manager... 9 4. Cattura immagini

Dettagli

11/02/2015 MANUALE DI INSTALLAZIONE DELL APPLICAZIONE DESKTOP TELEMATICO VERSIONE 1.0

11/02/2015 MANUALE DI INSTALLAZIONE DELL APPLICAZIONE DESKTOP TELEMATICO VERSIONE 1.0 11/02/2015 MANUALE DI INSTALLAZIONE DELL APPLICAZIONE DESKTOP TELEMATICO VERSIONE 1.0 PAG. 2 DI 38 INDICE 1. PREMESSA 3 2. SCARICO DEL SOFTWARE 4 2.1 AMBIENTE WINDOWS 5 2.2 AMBIENTE MACINTOSH 6 2.3 AMBIENTE

Dettagli

Creata un azienda, entrando nel menù di immissione/revisione dell unico da collegare il programma genera in automatico la pratica con stessa sigla.

Creata un azienda, entrando nel menù di immissione/revisione dell unico da collegare il programma genera in automatico la pratica con stessa sigla. INTRODUZIONE AI MODELLI DICHIARATIVI La gestione dei dichiarativi è contenuta all interno del menù DR. Vi è l elenco di tutte le dichiarazioni annuali che si riferiscono alle persone fisiche e quelle relative

Dettagli

PARAMETRI 2014 P.I. 2013. Guida all uso ed all installazione

PARAMETRI 2014 P.I. 2013. Guida all uso ed all installazione PARAMETRI 2014 P.I. 2013 Guida all uso ed all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2014 consente di stimare i ricavi o i compensi dei contribuenti esercenti attività d impresa o arti e professioni

Dettagli

License Service Manuale Tecnico

License Service Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1. BIM Services Console...3 1.1. BIM Services Console: Menu e pulsanti di configurazione...3 1.2. Menù Azioni...4 1.3. Configurazione...4 1.4. Toolbar pulsanti...5 2. Installazione

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2013H5

LEGGIMI UTENTE. versione 2013H5 LEGGIMI UTENTE versione 2013H5 PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE NOTE IMPORTANTI SULL AGGIORNAMENTO DICHIARAZIONE REDDITI Eseguire nell ordine le voci di menu DR - Servizi Modelli Unico - Aggiornamento archivi:

Dettagli

MXI Server. MXI Desk. MXI JDesk

MXI Server. MXI Desk. MXI JDesk San Marino, 24 gennaio 2012 Oggetto: Circolare Ricerca & Sviluppo Rilascio Versione 2012A In data odierna è stata rilasciata la versione 2012A dei prodotti Passepartout. DISTRIBUZIONE DVD GEST DR ADP Server

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.6.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

DINAMIC: gestione assistenza tecnica

DINAMIC: gestione assistenza tecnica DINAMIC: gestione assistenza tecnica INSTALLAZIONE SU SINGOLA POSTAZIONE DI LAVORO PER SISTEMI WINDOWS 1. Installazione del software Il file per l installazione del programma è: WEBDIN32.EXE e può essere

Dettagli

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE 0 SOMMARIO TARGET DOCUVISION 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE 4 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI MODULI 5 LOGICA OPERATIVA MODULO DOCUVISION 6 LOGICA OPERATIVA DELLE FUNZIONALITA WORKFLOW 7 GESTIONE DOCUMENTI

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Versione 3.1. Manuale Operativo

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Versione 3.1. Manuale Operativo Versione 3.1 Manuale Operativo Istruzioni per l utilizzo del Software di Controllo uniemens individuale integrato UNIEMENS individuale integrato con la sezione (ex DMA) Questa versione consente

Dettagli

Novità Principali - 1/2012

Novità Principali - 1/2012 Novità Principali - 1/2012 1 Comunicazione operazioni di importo superiore a 3'000... 2 1.1 Estrazione movimenti contabili... 2 2 Contabilità: adempimenti Iva 2012... 3 3 Fornitori a ritenuta... 4 4 Istruzioni

Dettagli

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi Fatturazione Conto Terzi Fct WinParc Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi Fct Proforma Gestione Proforme Conto Terzi Fct Ddt Gestione Documenti di

Dettagli

La Certificazione Unica è composta da: Frontespizio; Comunicazione CT; Certificazioni di lavoro dipendente; Certificazioni di lavoro autonomo.

La Certificazione Unica è composta da: Frontespizio; Comunicazione CT; Certificazioni di lavoro dipendente; Certificazioni di lavoro autonomo. CERTIFICAZIONE UNICA La Certificazione Unica è composta da: Frontespizio; Comunicazione CT; Certificazioni di lavoro dipendente; Certificazioni di lavoro autonomo. ELABORAZIONE L elaborazione della Certificazione

Dettagli

Per inserire un nuovo terreno premere invio su Nuovo immobile. Le videate di gestione sono le seguenti:

Per inserire un nuovo terreno premere invio su Nuovo immobile. Le videate di gestione sono le seguenti: TERRENI Il riferimento al manuale è il menù DR capitolo Terreni e Fabbricati Entrando nel quadro viene visualizzata una finestra in cui sono elencati i terreni inseriti (limite massimo 975 terreni per

Dettagli

Manuale Operativo. Novità della versione:

Manuale Operativo. Novità della versione: Versione 3.3 Manuale Operativo Istruzioni per l utilizzo del Software di Controllo uniemens individuale integrato Novità della versione: Possibilità di visualizzare e scaricare in formato csv le caratteristiche

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema

Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Capitolo 3 Guida operativa del programma TQ Sistema Panoramica delle funzionalità Questa guida contiene le informazioni necessarie per utilizzare il pacchetto TQ Sistema in modo veloce ed efficiente, mediante

Dettagli

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata Turbodoc Archiviazione Ottica Integrata Archiviazione Ottica... 3 Un nuovo modo di archiviare documenti, dei e immagini... 3 I moduli di TURBODOC... 4 Creazione dell armadio virtuale... 5 Creazione della

Dettagli

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza (ITALIANO) Software Gestionale Professionale Specifico per Comuni Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza Indice Introduzione e requisiti tecnici 3 Installazione 5 Menu principale 6 Gestione 7 Dati Societari

Dettagli

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO

5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO 5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO In questo capitolo tratteremo: a) dello scarico della pratica, b) della predisposizione della distinta di accompagnamento e c) di tutte

Dettagli

Software di controllo per le denunce retributive e contributive individuali mensili - Ver.1.0

Software di controllo per le denunce retributive e contributive individuali mensili - Ver.1.0 Software di controllo per le denunce retributive e contributive individuali mensili MANUALE OPERATIVO - Versione 1.0 1 Installazione 1.1 Requisiti Il software è installabile sui sistemi operativi Microsoft:

Dettagli

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare.

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. E stato previsto l utilizzo di uno specifico prodotto informatico (denominato

Dettagli

e/fiscali - Rel. 03.03.03 e/fiscali Installazione

e/fiscali - Rel. 03.03.03 e/fiscali Installazione e/fiscali - Rel. 03.03.03 e/fiscali Installazione INDICE 1 REQUISITI... 3 1.1.1 Requisiti applicativi... 3 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE... 4 2.0.1 Versione fix scaricabile dal sito... 4 2.1 INSTALLAZIONE...

Dettagli

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche.

ARCHIVI. Piano dei Conti E stato inserito un campo che consente di indicare quali conti devono essere esclusi dalle rubriche. ARCHIVI Progressivi Ditta E possibile indicare se la Gestione Avanzata dei Listini debba essere utilizzata solo per i Listini di Vendita, solo per i Listini di Acquisto o entrambi. E stata inserita la

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

Manuale d uso software Gestione Documenti

Manuale d uso software Gestione Documenti Manuale d uso software Gestione Documenti 1 Installazione del Programma Il programma Gestione Documenti può essere scaricato dal sito www.studioinformaticasnc.com oppure può essere richiesto l invio del

Dettagli

Cliccando con il tasto destro del mouse compare un menù a tendina il cui primo elemento è Configura Servizio:

Cliccando con il tasto destro del mouse compare un menù a tendina il cui primo elemento è Configura Servizio: Nota Salvatempo WKI Recovery 24 Aprile 2014 WKI Recovery - Service Il WKI Recovery - Service è un servizio che permette il backup e il ripristino degli archivi del Sistema Professionista. Rientra tra i

Dettagli

LEGGIMI UTENTE. versione 2015G4

LEGGIMI UTENTE. versione 2015G4 LEGGIMI UTENTE versione 2015G4 Leggimi Utente v.2015g4 PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DOCUVISION-INVIO AD ENTAKSI FATTURE PA TRASMESSE ANCHE SENZA RICEVUTE Per le fatture PA emesse prima dell attivazione

Dettagli

Procedura di aggiornamento con BugFix

Procedura di aggiornamento con BugFix Procedura di aggiornamento con BugFix Download BugFix: Assicurarsi di avere una versione di Winzip uguale o superiore alla 8.1 Nel caso scaricare questo applicativo dal sito www.winzip.com Scaricate il

Dettagli

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico Manuale Utente Versione per Decreto Flussi 2010 per l ingresso di lavoratori non stagionali Data

Dettagli

Sommario. Premessa Inserimento della nuova aliquota IVA nella configurazione di FOCUS 2000 Utility Modifica IVA. Configurazione del backup

Sommario. Premessa Inserimento della nuova aliquota IVA nella configurazione di FOCUS 2000 Utility Modifica IVA. Configurazione del backup Sommario I Sommario Premessa 1 Inserimento della nuova aliquota IVA nella configurazione di FOCUS 2000 2 Utility Modifica IVA 6 Stampa delle etichette barcode Configurazione del backup 12 14 1 1 Premessa

Dettagli

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE L installazione e successiva configurazione del software complessivamente non richiedono più di 5 minuti. Affinché tutta

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Servizio Telematico Paghe

Servizio Telematico Paghe Servizio Telematico Paghe GUIDA ALL USO DELLE PAGINE DI AMMINISTRAZIONE DEL SERVIZIO PAGHE.NET Software prodotto da Nuova Informatica srl 1 SOMMARIO SOMMARIO...2 INTRODUZIONE...3 FLUSSO DELLE INFORMAZIONI...3

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Gara con presentazione di offerta valutata secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (gara in due tempi)

Gara con presentazione di offerta valutata secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (gara in due tempi) Gara con presentazione di offerta valutata secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (gara in due tempi) Manuale per i Fornitori INDICE DEGLI ARGOMENTI 1 DEFINIZIONI... 3 2 ACCESSO

Dettagli

Manuale per l utente. Outlook Connector for MDaemon

Manuale per l utente. Outlook Connector for MDaemon Outlook Connector for MDaemon Manuale per l utente Introduzione... 2 Requisiti... 2 Installazione... 3 Scaricare il plug-in Outlook Connector... 3 Installare il plug-in Outlook Connector... 4 Configurare

Dettagli

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi S.IN.E.R.G.I.A. Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi Manuale Operativo SINERGIA Manuale Operativo S.IN.E.R.G.I.A. 2.5 Pagina 1 di 26 SOMMARIO PRESENTAZIONE...

Dettagli

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE L installazione e successiva configurazione del software complessivamente non richiedono più di 5 minuti. Affinché tutta

Dettagli

Studi di Settore 2010. Manuale Operativo. FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010. Prodotto Dichiarazioni Fiscali

Studi di Settore 2010. Manuale Operativo. FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010. Prodotto Dichiarazioni Fiscali Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010 Prodotto Dichiarazioni Fiscali Modulo Studi di Settore Oggetto: Studi di Settore - Manuale operativo Studi di Settore

Dettagli

Capitolo 1 Installazione del programma

Capitolo 1 Installazione del programma Capitolo 1 Installazione del programma Requisiti Hardware e Software Per effettuare l installazione del software Linea Qualità ISO, il computer deve presentare una configurazione minima così composta:

Dettagli