T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERA- TIVO SOCIETÀ COOPERATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERA- TIVO SOCIETÀ COOPERATIVA"

Transcript

1 T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA Esecuzione Imm.re R.G. N 676/2009 Promossa da CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERA- TIVO SOCIETÀ COOPERATIVA con avv. Alberto Gyulai con domicilio eletto presso il suo studio in viale Oberdan n , Treviso (TV) Contro MASSARIOL LUCA residente in via Chiesa Conscio n , Casale sul Sile (TV) Giudice Esecuzione FABBRO DOTT. ANTONELLO Tecnico Estimatore CESTER GEOMETRA LORIS via Nuova Trevigiana n , Casale sul Sile (TV) Tel. 0422/788041, fax 0422/ Data Giuramento 22/05/2014 Prossima udienza 19/11/2014 Il Tecnico Estimatore Cester geometra Loris E.I. R.G. 676/2009 1/16

2 INDICE Premesse introduttive Formazione dei lotti Ubicazione ed accessibilità del bene Verifica tra descrizione attuale del bene e sua descrizione contenuta nell'atto di pignoramento Identificazione catastale Confini del lotto Servitù Ditta intestataria e titolo di provenienza Trascrizioni ed iscrizioni ipotecarie / pendenze Elenco creditori intervenuti Descrizione generale dei beni pignorati Destinazione urbanistica - Conformità Disponibilità dell'immobile Divisibilità Stima del più probabile valore di mercato Stima del valore di vendita forzato Attestazione energetica Elenco allegati...16 E.I. R.G. 676/2009 2/16

3 PREMESSE INTRODUTTIVE Con provvedimento del 02/04/2014 il Giudice dell'esecuzione, dott. Antonello Fabbro, ha nominato il sottoscritto Cester geometra Loris quale esperto estimatore per la redazione della relazione di stima ex art. 173 bis disp. att. c.p.c., disponendo che l'esperto comparisse il giorno 22/05/2014 per il conferimento d'incarico e la prestazione del giuramento. In data 22/05/2014, di fronte al Giudice dott. Antonello Fabbro veniva effettuato il giuramento del sottoscritto esperto ed estratta la documentazione in cancelleria. Il giorno 27/05/2014 venivano protocollate presso il Comune di Casale sul Sile una richiesta relativa alla regolarità contributiva ai fini ICI/IMU ed una richiesta di accesso agli atti per recuperare la documentazione edilizia ritenuta utile al fine dell'espletamento dell'incarico ed il rilascio di eventuali copie di denunce D.I.G.O.S. e certificato di residenza e stato famiglia. In data 28/05/2014 veniva ritirato presso gli uffici comunali il certificato di residenza e stato famiglia dell'esecutato (allegato 1). In data 30/05/2014 veniva ricevuta via fax la comunicazione della IV Area Settore Vigilanza in cui veniva riportato che non erano state rinvenute copie di comunicazione di cessione fabbricato a nome dell'esecutato (allegato 2). In data 04/06/2014 venivano ritirati presso gli uffici comunali i certificati di residenza e stato famiglia delle altre persone residenti presso i beni pignorati (allegato 3). Nei giorni 23/06/2014 e 25/06/2014 veniva effettuato l'accesso agli atti presso l'ufficio Tecnico del Comune di Casale sul Sile e, dopo ripetute ricerche, veniva reperita la documentazione edilizia, che veniva poi trasmessa allo scrivente via in data 21/07/2014. In data 24/06/2014 veniva eseguita ispezione presso l'agenzia delle Entrate al fine di reperire eventuali contratti d'affitto; dall'ispezione non risultava alcun contratto relativo agli immobili pignorati. Il giorno 27/06/2014 veniva depositata presso il Tribunale di Treviso la richiesta di copia di decreto di trasferimento immobili con cui il signor Massariol Luca entrava in possesso dei beni pignorati. La copia del decreto non era reperibile presso il Tribunale ed è stata fornita dell'esecutato il giorno 11/07/2014 (allegato 4). Il giorno 09/07/2014 veniva fissato col nominato custode dell'i.v.g. dott. Fabio dal Negro il sopralluogo presso gli immobili pignorati per il giorno 11/07/2014 alle ore 11:00. In data 11/07/2014 veniva effettuato regolare sopralluogo e steso verbale di visita presso gli immobili pignorati; le operazioni iniziarono alle ore 10:56 per essere temporaneamente sospese alle ore 12:30; nel pomeriggio le operazioni, relative al rilievo metrico e fotografico degli immobili, iniziarono alle ore 15:28 per concludersi alle ore 18:00 (allegato 5). In data 21/07/2014 l'ufficio Tributi del Comune di Casale sul Sile comunicava che il E.I. R.G. 676/2009 3/16

4 credito I.M.U. vantato nei confronti dell'esecutato ammonta ad 803,00 per l'anno 2007 ed 702,00 per l'anno 2008 (allegato 6). L'udienza della comparizione delle parti, di creditori iscritti non intervenuti e degli eventuali comproprietari al fine dell'adozione dei provvedimenti di cui all'art. 569 c.p.c. è fissata per il giorno 19/11/2014 alle ore 10:00. E.I. R.G. 676/2009 4/16

5 1. FORMAZIONE DEI LOTTI Unico lotto di vendita per l'intera piena proprietà, composto da due abitazioni (una al piano terra, rialzato e primo ed una al piano primo) ed un magazzino (posto al piano terra) con relativo scoperto. 2. UBICAZIONE ED ACCESSIBILITÀ DEL BENE Il compendio pignorato consiste in un fabbricato di tipo bifamiliare ed è sito nella frazione di Conscio, in via Chiesa Conscio n 11 e 13 del Comune di Casale sul Sile (TV); risulta accessibile dalla pubblica via Chiesa Conscio per tramite di un cancello pedonale e due cancelli carrai. 3. VERIFICA TRA DESCRIZIONE ATTUALE DEL BENE E SUA DESCRIZIONE CONTENUTA NELL'ATTO DI PIGNORAMENTO Dall'esame degli identificativi catastali contenuti nell'atto di pignoramento, verificato il contenuto della relazione notarile ultraventennale redatta dal notaio dott. Paolo Mammucari di Mogliano Veneto, verificata la documentazione relativa all'accatastamento dell'immobile, risulta che la descrizione contenuta nell'atto di pignoramento corrisponde alla descrizione catastale del bene pignorato. In proprietà alla ditta esecutata risulta inoltre il subalterno 6 del mappale 44 della sezione A, foglio 2, del Comune di Casale sul Sile, il quale non è stato individuato catastalmente nell'atto di pignoramento (risulta correttamente elencato nel certificato notarile), ma costituisce parte inscindibile del compendio pignorato di cui ne fa parte come pertinenza a servizio. Tale subalterno (sub. 6) è dunque da comprendersi nel pignoramento essendo anche interamente recintato all'interno del lotto di proprietà, accessibile per tramite del subalterno 5, non correttamente individuabile se non per tramite di azione di riconfinamento, contenente dotazioni tecnologiche di pertinenza dei fabbricati pignorati ed indistintamente utilizzato come area scoperta degli stessi. 4. IDENTIFICAZIONE CATASTALE L'individuazione catastale dei beni oggetto di pignoramento è la seguente: Catasto dei Fabbricati Comune di Casale sul Sile sezione A, foglio 2 mappale 44 sub. 2, abitazione piano T-1, categoria A2, classe 3, vani 6,5, rendita 453,91 sub. 3, abitazione piano T, categoria A3, classe 3, vani 5, rendita 348,61 sub. 4, abitazione piano 1, categoria A3, classe 3, vani 5, rendita 348,61 sub. 5, bene comune non censibile (area scoperta di mq 707) ai sub. 2, 3, 4 sub. 6, area urbana di mq 215 Catasto dei Terreni Comune di Casale sul Sile E.I. R.G. 676/2009 5/16

6 foglio 2 mappale 245, ente urbano, mq 648 mappale 604, seminativo arborato di classe 1, mq 218, R.D. 2,48, R.A. 1,13 mappale 605, seminativo arborato di classe 1, mq 206, R.D. 2,34, R.A. 1,06 mappale 606, ente urbano, mq 9 mappale 609, seminativo arborato di classe 1, mq 27, R.D. 0,31, R.A. 0,14 Si fa notare che le schede catastali dei sub. 2 e 3 presentano delle difformità con lo stato reale dei luoghi, derivanti (per il sub. 2) da modifiche delle ripartizioni interne e (per il sub. 3) dalla diversa destinazione d'uso e delle ripartizioni interne (quest'ultima unità si presenta inoltre allo stato di grezzo, non è utilizzabile come abitazione ed urbanisticamente ha destinazione a magazzino). Il costo preventivato per la regolarizzazione catastale, consistente in rilievo dei beni pignorati, redazione di nuove schede catastali, redazione di nuovo elaborato planimetrico e la redazione di DOCFA è assunto in 1.350,00 e sarà a carico del futuro assegnatario. 5. CONFINI DEL LOTTO Il bene pignorato confina al Catasto dei Terreni, partendo da nord ed in senso orario, stesso Comune e foglio: mappale 360, mappale 246, strada Comunale della Chiesa di Conscio, mappale SERVITÙ Dalla relazione ultraventennale redatta dal notaio dott. Paolo Mammucari di Mogliano Veneto e da quanto riscontrato in sede di sopralluogo non risultano sussistere servitù a carico o a favore del bene pignorato. 7. DITTA INTESTATARIA E TITOLO DI PROVENIENZA La ditta intestataria dei beni identificati catastalmente in Comune di Casale sul Sile, sezione A, foglio 2, mappale 44 sub. 2, 3, 4, 5 e 6, è il signor Massariol Luca, nato a Treviso (TV) il 23/08/1977, C.F. MSS LCU 77M23 L407 Q, residente in via Chiesa Conscio n 11 di Casale sul Sile (TV) per la piena proprietà; il titolo di proprietà deriva dal seguente atto traslativo: decreto di trasferimento immobili del Tribunale di Treviso in data 27/11/2001 rep. 208/93, trascritto il 21/12/2001 ai numeri 52675/37341 e successiva nota di rettifica del 07/03/2002 ai numeri 8787/ TRASCRIZIONI ED ISCRIZIONI IPOTECARIE / PENDENZE TRASCRIZIONI Data 20/11/2009 Reg. Gen Titolo Verbale di pignoramento immobili Reg. Part Centromarca Banca Credito Cooperativo Società Cooperativa Creditore C.F. / Partita I.V.A Massariol Luca Diritto reale Proprietà Debitore C.F. MSS LCU 77M23 L407 Q Quota 1/1 E.I. R.G. 676/2009 6/16

7 ISCRIZIONI Data 24/04/2002 Reg. Gen Titolo Ipoteca volontaria Reg. Part 3316 Centromarca Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa a Responsabilità Creditore Limitata C.F. / Partita I.V.A Debitore Massariol Luca Diritto reale Proprietà C.F. MSS LCU 77M23 L407 Q Quota 1/1 Data 22/06/2005 Reg. Gen Titolo Ipoteca legale Reg. Part Creditore Uniriscossioni S.p.A. (ora Equitalia S.p.A.) C.F. / Partita I.V.A Debitore Massariol Luca Diritto reale Proprietà C.F. MSS LCU 77M23 L407 Q Quota 1/1 Data 24/04/2007 Reg. Gen Titolo Ipoteca legale Reg. Part Creditore Riscossione Uno S.p.A. (ora Equitalia S.p.A.) C.F. / Partita I.V.A Debitore Massariol Luca Diritto reale Proprietà C.F. MSS LCU 77M23 L407 Q Quota 1/1 Data 29/10/2009 Reg. Gen Titolo Ipoteca giudiziale Reg. Part Cassa Edile Artigiana Veneta (C.E.A.V.) (ora Edilcassa Veneto) Creditore C.F. / Partita I.V.A Debitore Massariol Luca Diritto reale Proprietà C.F. MSS LCU 77M23 L407 Q Quota 1/1 9. ELENCO CREDITORI INTERVENUTI Data 21/10/2010 Creditore C.C.D. di DUS S.r.l. in liquidazione volontaria Credito 6.514,78 Legale/i Zanchin avv. Nadia Data 14/06/2011 Creditore Banca Agrileasing S.p.A. Credito ,09 Legale/i Gianni avv. Saverio e Angelillis avv. Matteo Data 14/10/2011 Creditore Bytyqi Vahid Credito ,57 Legale/i Tedeschi avv. Francesco Maria Data 01/12/2011 Creditore Bortoletto S.r.l. Credito ,07 Legale/i Riscica avv. Roberto Data 07/12/2011 Creditore HMB S.r.l. Credito ,10 Legale/i Cacco avv. Catia e Spiga avv. Gavino E.I. R.G. 676/2009 7/16

8 Data 12/12/2011 Creditore Vezzù Raffaele Credito 9.791,94 Legale/i Suine avv. Federica Data 13/12/2011 Creditore S.I.L.E.A. Soc. Industria Legnami ed Affini S.r.l. Credito 4.298,69 Legale/i Forti avv. Simonetta e Muggioli avv. Stefania Data 13/04/2012 Creditore Società Cooperativa G. Toniolo Conscio Credito 1.717,23 Legale/i Secoli avv. Lorenza Data 07/08/2012 Creditore Cambielli Edil Friuli S.p.A. Credito 1.590,74 Legale/i Ruberti avv. Matteo e Scanferlato avv. Federico Data 19/03/2012 Creditore Equitalia Nord S.p.A. Credito ,41 Legale/i - Data 23/06/2014 Creditore Edilcassa Veneta Credito ,23 Legale/i DESCRIZIONE GENERALE DEI BENI PIGNORATI Trattasi di compendio immobiliare composto da due unità abitative, un magazzino e relativo scoperto comune; i beni pignorati sono dotati di due ingressi carrai ed un ingresso pedonale. La proprietà è delimitata da una recinzione realizzata in zoccolo di CLS con soprastante ringhiera metallica sul fronte strada e da zoccolo in CLS con soprastante rete metallica plastificata su porzione del fronte strada e sui rimanenti lati dello scoperto. Descrizione subalterno 2 Abitazione L'unità, posta ai piani terra, rialzato e primo, ha una superficie lorda di mq 172,90 (con esclusione del terrazzo fronte ingresso), ed è composta dai seguenti locali: Piano Locale Altezza (ml) Superficie (mq) Terra Taverna 2,10 32,81 W.C. 2,10 3,06 Disbrigo 2,10 3,90 Lavanderia 2,10 3,90 Sottoscala - 1,58 Rialzato Ingresso 2,90 5,20 Soggiorno con angolo cottura 2,90 27,33 Centrale termica (accessibile dal P.T.) 2,90 4,97 Terrazzo - 18,76 Primo Ripostiglio 2,67 6,50 Disbrigo 2,67 e 2,90 3,70 Camera matrimoniale 2,90 14,17 Bagno 2,90 5,22 Camera matrimoniale 2,90 16,96 E.I. R.G. 676/2009 8/16

9 Le finiture dell'appartamento sono le seguenti: al piano rialzato, l'ingresso è dotato di portoncino in legno con parti vetrate, videocitofono non collegato, pavimento in ceramica 33x33 cm, le scale ed i battiscopa sono in marmo, il locale soggiorno con angolo cottura è dotato di porta vetrata tamburata in legno Tanganika e pavimento in ceramica 33x33 cm; i serramenti esterni sono in legno di Douglas con vetrocamera da mm 8 ed i locali sono dotati di radiatori in acciaio smaltato. La cucina è alimentata per tramite di gas metano di rete. La terrazza esterna è pavimentata in ceramica 15x15 cm. Il piano terra ha pavimento in legno di Rovere sul locale taverna, porte esterne in alluminio, serramenti in legno a lastra singola; sono presenti sia radiatori in acciaio smaltati che un camino per la stufa. Sul locale taverna sono presenti il contatore elettrico ed il quadro salvavita, privi entrambi di certificazione. Il bagno presente al piano terra ha pavimentazione in ceramica 30x20 cm, mentre le pareti sono rivestite in ceramica 20x20 cm. Il locale è dotato di lavabo, bidet, water, piatto doccia 80x80 cm; tutti i sanitari sono vetusti e mancano porzioni di rivestimento a parete. Il locale sottoscala è pavimentato in ceramica 10x20 cm ed ha il soffitto allo stato di grezzo. Il locale lavanderia ha pavimentazione in ceramica 33x33 cm, le pareti sono rivestite in ceramica 20x20 cm fino ad un'altezza di ml 1,40 ed è dotato di lavella ed attacco lavatrice. Le porte interne sono in legno tamburato in essenza di ciliegio. Nel locale centrale termica è presente la caldaia a gas metano della marca Immergas, modello Major (non è reperibile il libretto delle verifiche periodiche) e l'impianto di riscaldamento è dotato di quattro pompe di zona. È presente un quadro elettrico privo di certificazioni, la finestra è in legno di Mogano con vetrocamera da mm 16. La pavimentazione è in palladiane di marmo. Il piano primo ha ceramica 25x25 cm sul locale disbrigo, porte tamburate in legno di ciliegio, pavimentazione in legno prefinito sulle camere e sul ripostiglio. Il bagno ha pavimentazione e rivestimento in ceramica 20x20 cm ed è dotato di lavello, water, bidet e doccia con box. Tutti i locali sono dotati di radiatori in acciaio ed i serramenti esterni sono in legno di Douglas con vetrocamera da mm 8. Le finestre sono dotate di avvolgibili in plastica ed in legno, con esclusione delle finestre poste al piano terra, dotate di inferriata esterna. Descrizione subalterno 3 Magazzino (catastalmente censito come abitazione) Nel ripostiglio sottoscala (superficie netta mq 3,05) è presente il quadro salvavita, privo di certificazione, della zona cancelli e dell'appartamento al piano primo. L'unità, posta la piano terra, ha una superficie lorda di mq 86,40, si presenta internamente allo stato di grezzo, è priva di intonaci e pavimentazione, l'impianto elettrico non è a norma, i fori finestra sono privi di serramenti interni (sono dotati di avvolgibili), mentre gli altri fori sono dotati di serramenti in metallo. La superficie netta E.I. R.G. 676/2009 9/16

10 dell'unico locale presente è di mq 78,06 con un'altezza di ml 2,80. Descrizione subalterno 4 Abitazione L'unità posta al piano primo, ha una superficie lorda (escluso il terrazzo) di mq 86,40, ha altezza interna di ml 2,70 ed è composta dai seguenti locali: Piano Locale Altezza (ml) Superficie (mq) Primo Terrazzo - 10,59 Soggiorno 2,70 15,71 Cucina 2,70 11,77 Disbrigo 2,70 2,88 Bagno 2,70 5,40 Camera matrimoniale 2,70 14,25 Camera matrimoniale 2,70 16,31 Ripostiglio 2,70 7,20 L'unità risulta accessibile per tramite di scala esterna rivestita in cotto, il terrazzo ha parapetti in cemento armato con altezza inferiore ai ml 1,00 di norma; il pavimento del soggiorno è in ceramica 30x30 cm, il locale è dotato di caminetto in muratura, la porta d'ingresso è in legno con inserti in vetro, le porte interne sono in legno di Douglas laccate di colore bianco, tutti i locali sono dotati di radiatori in acciaio e serramenti in legno di Douglas con vetrocamera da mm 12; la cucina ha le pareti rivestite in ceramica per la sola fascia tra i pensili e la base, ha pavimentazione 30x30 cm ed ospita la caldaia della marca Sile tipo Turbinox. Il corridoio della zona notte ha pavimentazione in ceramica 30x30 cm; il bagno ha la medesima pavimentazione ed è rivestito lungo le pareti con ceramica 33x33 fino ad un'altezza di ml 2,55, è dotato di vasca, attacco lavatrice, water, bidet e lavello. Le altre stanze della zona notte sono pavimentate in parquet di legno di rovere. Le finestre sono dotate di avvolgibili in plastica. Descrizione subalterni 5 e 6 Scoperto Lo scoperto è sistemato parte in betonelle da 10x20 cm, parte in ghiaiato e parte a verde. A nord-est del lotto, sul subalterno 5, sono presenti un porticato ed un fabbricato in legno abusivi e non sanabili in quanto entrambi sono posti ad una distanza non regolamentare da fabbricati e confini. Il costo per la demolizione ed il conferimento in discarica dei materiali viene quantificato in 2.000,00. La porzione di scoperto ad ovest (sub. 5 e 6) è utilizzata per la maggior parte a deposito di materiale edile. Gli scoperti sono accessibili da via Chiesa Conscio per tramite di due cancelli carrai ed uno pedonale. In prossimità del cancello carraio posto ad ovest del lotto sono presenti due contatori del gas metano. Le unità immobiliari sono fornite da un unico contatore ENEL da 4,5 kw. 11. DESTINAZIONE URBANISTICA - CONFORMITÀ E.I. R.G. 676/ /16

11 Il compendio oggetto di stima viene censito dall'attuale Piano degli Interventi Comunale in Z.T.O. B3/029 (zone residenziali di completamento), i cui parametri urbanistici sono i seguenti: indice fondiario (If):...mc/mq 1,5 rapporto di copertura fondiario (Rcf):...massimo 40% altezza massima (H):...ml 9,50 numero massimo di piani fuori terra:...3 distanza dai confini:...h/2, con un minimo di ml 5,00 distanza tra pareti:...minimo ml 10,00 distanza dalle strade:...h/2, con un minimo di ml 5,00 Il lotto ha la seguente consistenza urbanistica: superficie fondiaria (catastale):...mq volumetria massima realizzabile: mq x mc/mq 1,5 =...mc superficie copribile massima: mq x 40% =...mq 443,20 All'attualità il fabbricato ha la seguente consistenza: volume:...mc 979,25 superficie coperta:...mq 192,29 Ne deriva che esiste un residuo di volume edificabile pari a: mc ,25 = mc 682,75. La liceità dell'immobile deriva dalle seguenti pratiche edilizie: Licenza edilizia n 209/223 del 30/10/1959; Autorizzazione per abitabilità del 24/01/1963; Concessione edilizia n 3273 del 18/12/1982; Concessione edilizia n 3548 del 09/02/1984. L'immobile risulta allacciato alla pubblica fognatura Comunale, ma non è mai stata chiusa la pratica edilizia relativa alla C.E. n 3548 del 09/02/1984 e non risulta mai né richiesta né rilasciata la relativa abitabilità/agibilità. In sede di sopralluogo si sono riscontrate le seguenti difformità rispetto a quanto autorizzato con C.E. n 3548 del 09/02/1984: sub 2: modifiche alla tramezzatura interna e mancata realizzazione dell'ampliamento con sopraelevazione concessionato; sub. 3: realizzazione di parete interna, modifica forometrie esterne e realizzazione di locale tecnico su sottoscala; sub. 4: realizzazione di caminetto nel soggiorno e sguinci in corrispondenza di due pilastri. Tali abusi possono essere sanati dall'aggiudicatario ai sensi dell'art. 37, comma 1 del D.P.R. 380/01 mediante corresponsione di una sanzione pari ad 516,00 oltre ad ulteriori 50,00 per diritti di segreteria comunali, 180,00 per diritti di segreteria per la successiva agibilità delle tre unità ed 6.000,00 per E.I. R.G. 676/ /16

12 spese professionali quali rilievo completo del fabbricato, presentazione delle pratiche presso il Comune e collaudo statico da parte di professionista qualificato per un totale di 6.746, DISPONIBILITÀ DELL'IMMOBILE Dalla verifica effettuata presso gli uffici comunali (Settore Demografico Ufficio Anagrafe e Comando di Polizia Locale) risulta che le unità immobiliari siano così occupate: subalterno 2 abitazione (civico 11 di via Chiesa Conscio): Massariol Luca (esecutato) e Massariol Martina (sorella dell'esecutato); subalterno 3 magazzino (civico 13 di via Chiesa Conscio): in uso a tutta la famiglia Massariol; subalterno 4 abitazione (civico 13 di via Chiesa Conscio): Massariol Marino e Caccin Fiorella (padre e madre dell'esecutato). Da ispezione effettuata presso l'agenzia delle Entrate non risultano essere registrati contratti di comodato o affitto sugli immobili pignorati. 13. DIVISIBILITÀ Per il caso di specie, sebbene vi siano due abitazioni ed un magazzino con distinti subalterni, il bene deve considerasi in unico lotto in quanto più conveniente nella vendita del compendio immobiliare, per le considerazioni che di seguito si espongono. La prima problematica che ha indotto alla costituzione di un singolo lotto riguarda le dotazioni tecnologiche: sebbene vi siano due contatori del gas ed entrambe le abitazioni siano dotate di caldaia indipendente, tutte le unità (compreso il magazzino al piano terra) condividono il medesimo impianto elettrico ed il medesimo contatore ENEL da 4,5 kw. Risulta inattuabile il rifacimento totale degli impianti elettrici per l'incidenza che questo comporterebbe sulle strutture e sugli scoperti. La seconda problematica è relativa al residuo di volume realizzabile, il quale verrebbe vanificato nel caso di suddivisione in lotti e conseguente creazione di confini interni. Si fa presente che i beni pignorati distano ml 2,85 dal confine est e che esiste nello stesso lato un altro edificio posto alla distanza di ml 4,50 dalle pareti finestrate dei beni pignorati. L'unica area su cui potrebbe sorgere un possibile ampliamento è sullo scoperto ad ovest, che però consente esclusivamente un'edificazione in aderenza ai sub. 2 e/o 3 in quanto ha una larghezza di ml 13,45, che diviene di ml 7,45 una volta scomputata la distanza di ml 10,00 dal fabbricato posto più ad ovest, il quale è posto alla distanza di ml 4,00 dal confine del lotto pignorato. Nel caso si andasse a frazionare lo scoperto ad ovest per garantire degli accessi e scoperti esclusivi ai sub. 2 e 3, l'edificazione del volume residuo non sarebbe più attuabile in quanto si dovrebbero rispettare le reciproche distanze dai confini di ciascun lotto, con una conseguente diminuzione del valore dell'intero compendio immobiliare. E.I. R.G. 676/ /16

13 Una vendita frazionata in lotti comporterebbe inoltre la costituzione di servitù di accesso e per impianti tecnologici, diminuendone così l'appetibilità del compendio nel mercato locale. Le abitazioni risultano inoltre prive di garage (previsto dalla vigente normativa Comunale), il che le rende meno appetibili nel mercato immobiliare; l'attuale magazzino al piano terra (nel caso di vendita in blocco del compendio) potrebbe soddisfare tale esigenza con spese contenute. 14. STIMA DEL PIÙ PROBABILE VALORE DI MERCATO Il metodo di stima utilizzato è quello comparativo in considerazione alle caratteristiche intrinseche ed estrinseche del cespite, della sua collocabilità nel libero mercato di riferimento ed alle dimensioni della domanda. Coefficienti di rapporto mercantile adottati Superfici principali: 100% Terrazze: 25% Gli scoperti non sono stati valutati in quanto, oltre che assimilabili a degli scoperti condominiali, il loro valore risulta ricompreso nella stima del volume edificabile residuo. Calcolo della superficie commerciale ragguagliata Sub. 2 Sub. 3 Sub. 4 Superficie principale (mq) S p 172,90 86,40 86,40 Superficie a terrazze (mq) S t 18,76-10,59 Superficie comm. ragg. (mq) S cr = S p x 1 + S t x 0,25 177,59 86,40 89,05 Determinazione del prezzo di mercato delle abitazioni (sub. 2 e 4) Da ricerca effettuata sui maggiori portali immobiliari si sono potuti riscontrare i seguenti prezzi di mercato: Fonte Prezzo ( ) Superficie (mq) Prezzo ( /mq) OMI (valore minimo) Codice di zona C1 Semicentrale 1.200,00 OMI (valore max) Abitazioni civili in condizioni normali 1.300,00 Artecasa (usato) ,00 60, ,00 Realty (usato) ,00 60, ,00 Realty (usato) ,00 53, ,00 Per il calcolo del valore normale OMI nei fabbricati residenziali viene utilizzata la seguente formula (provvedimento del 27/07/2007 dell'agenzia delle Entrate): V n = V min + (V max - V min) x K K rappresenta la media ponderata dei due coefficienti K1 (taglio superficie) e K2 (livello di piano) ed è calcolato sulla base della seguente formula: K = (K1 + 3 x K2) : 4 i due valori K1 e K2 sono dati dalle seguenti tabelle: E.I. R.G. 676/ /16

14 Taglio superficie K1 Livello di piano K2 Fino a mq 45 1 Seminterrato 0 Oltre mq 45 fino a mq 70 0,8 Terreno 0,2 Oltre mq 70 fino a mq 120 0,5 Primo 0,4 Oltre 120 mq fino a mq 150 0,3 Intermedio 0,5 Oltre mq Ultimo 0,8 Attico 1 Per il sub. 2 risulterà quindi un valore normale OMI di: V n = 1.200,00 + (1.300, ,00) x (0 + 3 x 0,2) : 4 = 1.215,00 Per il sub. 4 invece si avrà il seguente valore normale OMI: V n = 1.200,00 + (1.300, ,00) x (0,5 + 3 x 0,4) : 4 = 1.242,50 Si avranno quindi i seguenti prezzi medi di mercato: Sub. 2: ( /mq 1.215,00 (OMI) , , ,00) : 4 = /mq 1.760,00, il quale andrà decurtato della vetustà dell'edificio in base alla Legge 392/78 (- 20,5%), divenendo quindi di: /mq 1.760,00 x 0,795 = /mq 1.399,20, arrotondato ad /mq 1.400,00; Sub. 4: ( /mq 1.242,50 (OMI) , , ,00) : 4 = /mq 1.766,88, il quale andrà decurtato della vetustà dell'edificio in base alla Legge 392/78 (- 20,5%), divenendo quindi di: /mq 1.766,88 x 0,795 = /mq 1.404,67, arrotondato ad /mq 1.400,00. Determinazione del prezzo di mercato del magazzino (sub. 3) Da ricerca effettuata sui maggiori portali immobiliari non si sono potuti riscontrare prezzi di mercato per i locali adibiti a magazzino, per cui vengono utilizzati i valori OMI: Fonte Descrizione Prezzo ( /mq) OMI (valore minimo) Codice di zona C1 Semicentrale 460,00 OMI (valore max) Posto auto coperto in cond. normali 600,00 Per i fabbricati non residenziali il valore normale OMI si ottiene eseguendo la media matematica tra il valore massimo ed il valore minimo riportati dall'osservatorio. Si avrà quindi il seguente prezzo medio di mercato: Sub. 4: ( /mq 460, ,00) : 2 = /mq 530,00. Tale valore andrà decurtato della vetustà dell'edificio in base alla Legge 392/78 (- 20,5%), divenendo quindi di: /mq 530,00 x 0,795 = /mq 421,35, arrotondato ad /mq 420,00. Determinazione del prezzo di mercato della volumetria residua Da ricerca effettuata sui maggiori portali immobiliari si sono potuti riscontrare i seguenti prezzi di mercato per i lotti edificabili: Fonte Prezzo ( ) Superficie (mq) Volume Prezzo lotto edificabile (mc) ( /mc) Comprocasa S.r.l.s ,00 400,00 125,00 337,50 192,59 SP Immobiliare , ,00 127,00 342,90 169,15 E.I. R.G. 676/ /16

15 Si avrà quindi un valore medio di: ( /mc 192, ,15) : 2 = /mc 180,87, il quale dovrà essere decurtato dei costi relativi all'urbanizzazione primaria e secondaria, che possono quantificarsi in /mc 50,00. Si avrà quindi un valore di 180,87 50,00 = 130,87 arrotondato ad /mc 130,00. Valore di mercato attuale dell'immobile e della volumetria edificabile residua Da quanto sopra esposto, si ricava che il più probabile valore di mercato dei beni pignorati è di: sub. 2 (abitazione): mq 177,59 x /mq 1.400,00 = ,00 sub. 3 (magazzino): mq 86,40 x /mq 420,00 = ,00 sub. 4 (abitazione): mq 89,05 x /mq 1.400,00 = ,00 volume residuo: mc 682,75 x /mc 130,00 = ,50 Totale: ,50 A tale valore vanno detratti i costi per la sanatoria e la successiva agibilità ( 6.746,00), le nuove schede catastali ( 1.350,00) e la demolizione del portico e del fabbricato abusivi ( 2.000,00), per un totale complessivo di , , , ,00 = ,50, arrotondati ad , STIMA DEL VALORE DI VENDITA FORZATO In considerazione delle difficoltà a visionare l'immobile, che l'assegnazione avverrà nello stato di fatto e di diritto, dell'inesistenza di garanzia per vizi sul bene, dello stato di manutenzione non ottimale, dei tempi necessari per ottenere il decreto di trasferimento ed entrare in possesso del bene e della bassa classe energetica, si ritiene congrua una decurtazione del valore di mercato pari al 25%. Il valore di vendita forzato per il bene pignorato sarà quindi di ,00 x 0,75 = ,00 (diconsi euro trecentosessantasettemilacinquecento/00). 16. ATTESTAZIONE ENERGETICA A seguito della verifica documentale eseguita presso l'ufficio Tecnico Comunale di Casale sul Sile e del sopralluogo eseguito in loco, non essendo stati rinvenuti né attestati di qualificazione energetica, né attestati di certificazione energetica, né attestati di prestazione energetica, si è proceduto a redarre gli opportuni attestati, con le seguenti risultanze (si precisa che l'immobile censito catastalmente in Comune di Casale sul Sile, sezione A, foglio 2, mappale 245 sub. 3 ed ubicato al piano terra del compendio pignorato non è assoggettato ad A.P.E. in quanto trattasi di fabbricato di servizio ad uso magazzino privo di finiture ed impianti tecnologici, non compatibile in alcun modo con l'uso abitativo, per il quale è necessaria rettifica della schedatura in catasto): Sub. 2 Sub. 4 Basso fabbisogno A+ A < 33,7 [kwh/m 2 a] < 58,4 [kwh/m 2 a] E.I. R.G. 676/ /16

16 Sub. 2 Sub. 4 B C D E F G < 86,1 [kwh/m 2 a] < 116,8 [kwh/m 2 a] < 144,5 [kwh/m 2 a] < 196,9 [kwh/m 2 a] < 277 [kwh/m 2 a] 260,2 277 [kwh/m 2 a] 386,6 Alto fabbisogno 17. ELENCO ALLEGATI All. 1: certificato di residenza e stato famiglia dell'esecutato; All. 2: comunicazione Settore Vigilanza del Comune di Casale sul Sile; All. 3: certificato di residenza e stato famiglia delle altre persone residenti presso i beni pignorati; All. 4: decreto trasferimento immobili; All. 5: verbale d'inizio operazioni peritali; All. 6: pendenze contributive I.C.I./I.M.U.; All. 7: documentazione fotografica; All. 8: visura catastale; All. 9: estratto di mappa del Catasto Terreni; All. 10: planimetria catastale delle unità immobiliari; All. 11: visura registri immobiliari; All. 12: scheda con dati ordinanza di vendita; All. 13: avviso d'asta; All. 14: A.P.E. sub. 2; All. 15: A.P.E. sub. 4. Casale sul Sile, 25/09/2014 Il Tecnico Estimatore Cester geometra Loris E.I. R.G. 676/ /16

LOTTI n. 6-7 Dorsoduro 99

LOTTI n. 6-7 Dorsoduro 99 LOTTI n. 6-7 Dorsoduro 99 LOTTO 6 Prezzo base della trattativa privata: Euro 488.700,00 LOTTO 7 Prezzo base della trattativa privata: Euro 378.000,00 Ubicazione Planimetria sub 2 LOTTO N. 6 Planimetria

Dettagli

T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA

T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA Esecuzione Imm.re R.G. N 476/2009. 1. FORMAZIONE DEI LOTTI Unico lotto di vendita per l'intera piena proprietà, composto

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA

TRIBUNALE di BOLOGNA TRIBUNALE di BOLOGNA PROCEDIMENTO di ESECUZIONE IMMOBILIARE n. 408-2013 LOTTO 3 DATI DI PIGNORAMENTO Con pignoramento immobiliare trascritto a Bologna in data 04.07.2013 all art.17435 reg. part., è stata

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA

TRIBUNALE di BOLOGNA TRIBUNALE di BOLOGNA PROCEDIMENTO di ESECUZIONE IMMOBILIARE n. 408-2013 LOTTO 2 DATI DI PIGNORAMENTO Con pignoramento immobiliare trascritto a Bologna in data 04.07.2013 all art.17435 reg. part., è stata

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI' ALLEGATO A LOTTO A)

TRIBUNALE DI FORLI' ALLEGATO A LOTTO A) TRIBUNALE DI FORLI' PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE N 43/2010 ( R.G. Esecuzioni) PROSPETTO RIEPILOGATIVO DEGLI IMMOBILI ALLEGATO A LOTTO A) UBICAZIONE E DESCRIZIONE DELL' IMMOBILE Trattasi di un

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA GEOMETRA MONTALTI GIANFRANCO Via Fioravanti n. 21 40129 BOLOGNA Tel. 051 364384 - Fax 051 364384 E-mail: gianfranco.montalti@collegiogeometri.bo.it TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE *

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Stima beni immobili

RELAZIONE TECNICA Stima beni immobili SOMMARIO RELAZIONE TECNICA Stima beni immobili Incarico...2 Premessa...2 Titolarità dell'immobile...3 Ubicazione...4 Confini...5 Consistenza...5 Cronistoria Catastale...6 Dati Catastali...7 Vincoli o oneri

Dettagli

T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA E.I. R.G. 326/2010 1/9

T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA E.I. R.G. 326/2010 1/9 T R I B U N A L E D I T R E V I S O Cancelleria Esecuzioni Immobiliari PERIZIA DI STIMA Esecuzione Imm.re R.G. N 326/2010 E.I. R.G. 326/2010 1/9 1. FORMAZIONE DEI LOTTI Unico lotto di vendita per l'intera

Dettagli

10 REPARTO INFRASTRUTTURE

10 REPARTO INFRASTRUTTURE 10 REPARTO INFRASTRUTTURE ViaMetastasio99 80125Napoli RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA ASI ENA 0237 Via Rossetti, 46 Int. 9 Piano Secondo 80125FuorigrottaNapoli 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE

Dettagli

TRIBUNALE DI BOLOGNA Sezione 4 Fallimentare * * * LOTTO N. 12. Porzione di fabbricato ad uso ufficio posta al piano terra ed interrato,

TRIBUNALE DI BOLOGNA Sezione 4 Fallimentare * * * LOTTO N. 12. Porzione di fabbricato ad uso ufficio posta al piano terra ed interrato, GEOM. EMILIO FUSARI via Larga n. 14 tel-fax 051-534816 40138 B O L O G N A TRIBUNALE DI BOLOGNA Sezione 4 Fallimentare FALL. N. 204/09 G.D. DR. M. VELOTTI * * * LOTTO N. 12 Porzione di fabbricato ad uso

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA

TRIBUNALE di BOLOGNA TRIBUNALE di BOLOGNA PROCEDIMENTO di ESECUZIONE IMMOBILIARE n. 82/2015 LOTTO UNICO DATI DI PIGNORAMENTO Con pignoramento immobiliare trascritto a Bologna in data 10.02.2015 all art. 3756 reg. part., è

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109 a

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109 a TRIBUNALE DI TREVISO Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Nella esecuzione promossa da TERMOIDRAULICA GAZZOLA & BISCARO S.n.c. CONTRO [omissis] ESECUZIONE N. 477/2008 Al G.E. dott. Antonello

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA ARCHITETTO CAPPONI STEFANO Via Ristori n. 15 40127 BOLOGNA Tel. 051 6330266 - Fax 051 6330084 E-mail: architetto.capponi@libero.it TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE

Dettagli

TRIBUNALE DI PESCARA

TRIBUNALE DI PESCARA TRIBUNALE DI PESCARA SEZIONE EE.II. Perizia del C.T.U. Arch. Moscatelli Samuele, nell'esecuzione Immobiliare 263/2011 del R.G.E. promossa da ****** 1 di 10 SOMMARIO Incarico... 3 Premessa... 3 Descrizione...

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109/3 a

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109/3 a TRIBUNALE DI TREVISO Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Nella esecuzione promossa da UNICREDIT S.p.A. CONTRO AFFANE SAID e EL BAGBAGUI GHIZLANE ESECUZIONE N. 329/2011 Al G.E. dott.ssa

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

TRIBUNALE DI FIRENZE RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO TRIBUNALE DI FIRENZE Terza sezione civile Esecuzioni Immobiliari Proc. N. R.G. 137/2008 Giudice Esecutore: Dott. Domenico Ammirati C.T.U.: Arch. Francesco Capani RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

Dettagli

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI dott. ing. STEFANO BERTOGLIO cell 3288664375 fax 0302403241 mail bertoglio_stefano@libero.it via Collebeato 42 25127 Brescia TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 188/09 MALG MARESCA

Dettagli

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI

PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 61/10 GIUDICE DELEGATO: DOTT. RAFFAELE DEL PORTO CURATORE: DOTT. STEFANO LANCELOTTI PERIZIA DI STIMA BENI IMMOBILI Brescia, 21/05/2010 1 PREMESSA

Dettagli

LOTTO n. 16 San Polo 1491

LOTTO n. 16 San Polo 1491 LOTTO n. 16 San Polo 1491 Prezzo base della trattativa privata: Euro 347.400,00 Ubicazione Planimetria Stato dell immobile Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato, esternamente in stato manutentivo

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 104/14

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 104/14 PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 104/14 OGGETTO: Unità Immobiliare destinata a abitazione, posto auto e corte esclusiva DATI CATASTALI: Foglio n. 116 Particella n. 1793 subalterno n.7-15 LOCALITA : Via

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA

TRIBUNALE di BOLOGNA TRIBUNALE di BOLOGNA PROCEDIMENTO di ESECUZIONE IMMOBILIARE n. 408-2013 LOTTO 4 DATI DI PIGNORAMENTO Con pignoramento immobiliare trascritto a Bologna in data 04.07.2013 all art.17435 reg. part., è stata

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MARCO D ORAZI PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * *

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MARCO D ORAZI PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * 1di8 TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MARCO D ORAZI PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE PROSPETTO RIEPILOGATIVO E IDENTIFICATIVO DELL IMMOBILE N.856/11 R.G. ESEC. Udienza 10-06-2013

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DEI FALLIMENTI FALLIMENTO N. 231/2009 DI "COSTRUZIONI PASCAL 3 S.R.L." GIUDICE DELEGATO DOTT.

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DEI FALLIMENTI FALLIMENTO N. 231/2009 DI COSTRUZIONI PASCAL 3 S.R.L. GIUDICE DELEGATO DOTT. TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DEI FALLIMENTI FALLIMENTO N. 231/2009 DI "COSTRUZIONI PASCAL 3 S.R.L." GIUDICE DELEGATO DOTT. FRANCESCO PEDOJA CURATORE FALLIMENTARE DOTT. VITTORIO RACCAMARI ---===O===---

Dettagli

I N G E G N E R E Via Carlo Ederle, 40 Tel. 045-8102891 37126 - Verona Fax 045-8198337 Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA

I N G E G N E R E Via Carlo Ederle, 40 Tel. 045-8102891 37126 - Verona Fax 045-8198337  Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA Enrico Firpo I N G E G N E R E Via Carlo Ederle, 40 Tel. 045-8102891 37126 - Verona Fax 045-8198337 E-mail studio@ingfirpo.it Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA IMMOBILI IN PERIZIA: 8 APPARTAMENTI CON

Dettagli

Bene in MONTECCHIO MAGGIORE (VI) Via Ravizza n.24 Lotto UNICO

Bene in MONTECCHIO MAGGIORE (VI) Via Ravizza n.24 Lotto UNICO Bene in MONTECCHIO MAGGIORE (VI) Via Ravizza n.24 Lotto UNICO 1. IDENTIFICAZIONE DEI BENI IMMOBILI OGGETTO DELLA VENDITA: A. Piena Proprietà per la quota di 1/1 relativamente ad ABITAZIONE UNIFAMILIARE,

Dettagli

1.PREMESSA. 2 2.IDENTIFICHI ESATTAMENTE I BENI PIGNORATI. 2 3.INDICARNE I DATI CATASTALI ED I CONFINI

1.PREMESSA. 2 2.IDENTIFICHI ESATTAMENTE I BENI PIGNORATI. 2 3.INDICARNE I DATI CATASTALI ED I CONFINI Indice 1.PREMESSA... 2 2.IDENTIFICHI ESATTAMENTE I BENI PIGNORATI... 2 3.INDICARNE I DATI CATASTALI ED I CONFINI... 3 4.NE VERIFICHI LA PROPRIETÀ IN CAPO AL DEBITORE ESECUTATO E L ESATTA PROVENIENZA...

Dettagli

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA RICHIEDENTE:COMUNE DI LARI - UFFICIO TECNICO; OGGETTO : SCUOLA MATERNA DI SAN RUFFINO. ALLEGATI: Estratto di Mappa; Visure Catastali NCT e NCEU; Planimetria indicativa dell immobile.

Dettagli

TRIBUNALE di BOLOGNA. Aggiornamento maggio 2016

TRIBUNALE di BOLOGNA. Aggiornamento maggio 2016 TRIBUNALE di BOLOGNA FALLIMENTO n. 12/2015 PERIZIA di STIMA degli IMMOBILI LOTTO 1 Aggiornamento maggio 2016 PREMESSE Il presente aggiornamento si è reso necessario in virtù dell istanza depositata dal

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Immobiliare R.G. ESEC. IMM.RI 60/2010 RAPPORTO DI STIMA

TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Immobiliare R.G. ESEC. IMM.RI 60/2010 RAPPORTO DI STIMA TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione Immobiliare R.G. ESEC. IMM.RI 60/2010 RAPPORTO DI STIMA Il compendio immobiliare è composto da un appartamento ad uso residenziale ed un posto

Dettagli

luca di iorio - Registro Generale Esecuzione 92/2011 Telefono:

luca di iorio - Registro Generale Esecuzione 92/2011 Telefono: Documento generato il 23/10/2012 14:57:35 - Pagina 1 di 6 Dati richiesta SOGGETTO RICHIEDENTE: DETTAGLI PROCEDURA: TRIBUNALE: Creditore: Esecutato: Giudice: luca di iorio - studioprofessionaleassociato@fastwebnet.it

Dettagli

TRIBUNALE DI PARMA SEZIONE ESECUZIONI RELAZIONE DI STIMA

TRIBUNALE DI PARMA SEZIONE ESECUZIONI RELAZIONE DI STIMA TRIBUNALE DI PARMA SEZIONE ESECUZIONI RELAZIONE DI STIMA ESECUZIONE IMMOBILIARE: N. 351/09 + 379/09 GIUDICE DOTT. SILVIA CAVALLARI ESECUTATO: IMMOBILIARE MONTE RUSSO SRL CREDITORE PROCEDENTE: SCALFONE

Dettagli

COMUNE DI SAN BENEDETTO PO

COMUNE DI SAN BENEDETTO PO COMUNE DI SAN BENEDETTO PO PROVINCIA DI MANTOVA Via E. Ferri n.79 - CAP. 46027 - P.IVA 00272230202 - Tel 0376/623011 - Fax 0376/623021 - PEC protocollo.sanbenedetto@legalmailpa.it PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

Dettagli

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare Fallimento I Girasoli srl_ n. _38/2014 RG FALL Giudice delegato: Dott. Nicola Tritta TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare ************************ ALLEGATO 1 LOTTO 2 Via San Giacomo LOTTO 2

Dettagli

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare Fallimento Immobiliare Crespi di Crespi Vittorio & C. S.a.s._ n. _5/2015 RG FALL Giudice delegato: Dott. Nicola Tritta in sostituzione temporanea Dott.ssa

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO

TRIBUNALE DI TREVISO TRIBUNALE DI TREVISO Sezione Esecuzioni Immobiliari Esecuzione Immobiliare n. 784/2009 promossa da BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DELLE PREALPI con Avv.ti M. Miraglia e A. Simioni contro IDROTECNICA IMPIANTI

Dettagli

PERIZIA TECNICA ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICA ESTIMATIVA PERIZIA TECNICA ESTIMATIVA OGGETTO Stima dei valori di mercato al 18.11.2015 del seguente bene: - Tre alloggi ad uso residenziale sito nel comune di Milano in via Cavezzali 11 piano 9, di proprietà della

Dettagli

Immobile n. 1 ex Casello Idraulico di Fucecchio

Immobile n. 1 ex Casello Idraulico di Fucecchio Immobile n. 1 ex Casello Idraulico di Fucecchio Unità immobiliare ubicata nel Comune di Fucecchio (FI), Località Ponte a Cappiano, Viale Cristoforo Colombo n. 183. L immobile è costituito da una unità

Dettagli

Tribunale Ordinario di Benevento

Tribunale Ordinario di Benevento Tribunale Ordinario di Benevento Sez. Esecuzione Immobiliari Giudice Dott. D ORSI MARIA LETIZIA Esecuzione immobiliare R.G.Es. 117/2008 Ing. Francesco Calandriello Relazione Il bene oggetto del presente

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA DI PRESENTAZIONE EDIFICIO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA DI PRESENTAZIONE EDIFICIO Istituto Trentino per l Edilizia Abitativa SpA con socio unico Sede legale Via R. Guardini, 22-38121 TRENTO Tel. 0461/803111 - fa 0461/827989 Cap. Soc. Euro 3.412.077,00 i.v. Reg. Impr. / C.F. / P. IVA

Dettagli

CONCORDATO PREVENTIVO GIRARDI S.p.a. IN LIQUIDAZIONE. n. 23/2010 del Tribunale di VICENZA

CONCORDATO PREVENTIVO GIRARDI S.p.a. IN LIQUIDAZIONE. n. 23/2010 del Tribunale di VICENZA CONCORDATO PREVENTIVO GIRARDI S.p.a. IN LIQUIDAZIONE n. 23/2010 del Tribunale di VICENZA Invito a presentare Manifestazioni di interesse all acquisto dell immobile di cui al sottoindicato Con il presente

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DEL BENE

IDENTIFICAZIONE DEL BENE Tribunale di Firenze terza sezione civile Esecuzioni Immobiliari Perizia tecnica del C.T.U. Geometra Emanuele Santacroce con studio in Empoli (Fi) via G. Verdi n. 56, tel. 0571 72060 iscritto al Collegio

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA INERENTE IL PIU PROBABILE VALORE DI MERCATO DI UN ALLOGGIO RESIDENZIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO NEL

PERIZIA ESTIMATIVA INERENTE IL PIU PROBABILE VALORE DI MERCATO DI UN ALLOGGIO RESIDENZIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO NEL PERIZIA ESTIMATIVA INERENTE IL PIU PROBABILE VALORE DI MERCATO DI UN ALLOGGIO RESIDENZIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO NEL COMUNE DI CERESARA IN VIA TEZZE N. 9/6 * * * * * PROPRIETA DELL IMMOBILE: COMUNE

Dettagli

Esecuzione Forzata Unicredit S.p.A. contro

Esecuzione Forzata Unicredit S.p.A. contro TRIBUNALE DI BERGAMO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione Forzata Unicredit SpA contro N Gen Rep 000605/11 ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Arch Fabio Bettosti iscritto all'albo della provincia

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA Stato Avanzamento Lavori

RELAZIONE DI STIMA Stato Avanzamento Lavori RELAZIONE DI STIMA Stato Avanzamento Lavori Protocollo n 22562 Fascicolo 123456 Data incarico 28/01/2010 Data sopralluogo 25/01/2010 GENERALITÀ DEL PERITO INCARICATO Nome Nato il Studio presso Note: INCARICO

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO. Esecuzione Immobiliare N. 63/2011 G.E. Dott. A. V. CAMBI O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O RELAZIONE DEL PERITO D UFFICIO

TRIBUNALE DI TREVISO. Esecuzione Immobiliare N. 63/2011 G.E. Dott. A. V. CAMBI O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O RELAZIONE DEL PERITO D UFFICIO Studio Tecnico ZUSSA GEOM. DIEGO Via Indipendenza, n. 89 31030 ARCADE (TV) TRIBUNALE DI TREVISO Esecuzione Immobiliare N. 63/2011 G.E. Dott. A. V. CAMBI Esecuzione immobiliare a carico: O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O

Dettagli

TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO. PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da. CREDIT MANAGEMENT BANK SPA con sede in Verona in Piazzetta Monte n.

TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO. PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da. CREDIT MANAGEMENT BANK SPA con sede in Verona in Piazzetta Monte n. TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO Giudice: DOTT.SSA D ELIA C.T.U. : Dott. ing. Roberto Rambaldini R.G. : 359/12 R.G.E. ESECUZIONI IMMOBILIARI PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE promossa da UNICREDIT CREDIT MANAGEMENT

Dettagli

STIMA DEL PIU' PROBABILE VALORE A BASE D'ASTA DI UN'IMMOBILE COMUNALE (EX RAGIONERIA) SITO IN PIAZZA SANTO STEFANO, SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

STIMA DEL PIU' PROBABILE VALORE A BASE D'ASTA DI UN'IMMOBILE COMUNALE (EX RAGIONERIA) SITO IN PIAZZA SANTO STEFANO, SERRAVALLE PISTOIESE (PT) COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE (Provincia di Pistoia) C.F. P.I. 00185430477 U.O. MANUTENZIONE E PATRIMONIO Tel. 0573 917304 Fax 0573 918081 Via C. Castracani 7 Serravalle Pistoiese email: manutenzione@comune.serravallepistoiese.pt.it

Dettagli

Esecuzione Immobiliare BANCA POPOLARE DI VICENZA contro -

Esecuzione Immobiliare BANCA POPOLARE DI VICENZA contro - TRIBUNALE DI VICENZA Esecuzione Immobiliare BANCA POPOLARE DI VICENZA contro - N Gen Rep 0438/10 RAPPORTO DI STIMA DEL COMPENDIO IMMOBILIARE Tecnico incaricato: Arch Claudio Conzato iscritto all'albo della

Dettagli

Lotto n. 1 Comune di Venezia - Complesso Immobiliare in Via Scarpa 960- Pellestrina

Lotto n. 1 Comune di Venezia - Complesso Immobiliare in Via Scarpa 960- Pellestrina Lotto n. 1 Comune di Venezia - Complesso Immobiliare in Via Scarpa 960- Pellestrina Prezzo base d asta: Euro 3.101.500,00 Ubicazione Planimetrie Sub. 2 Sub. 3 Sub. 7 Composizione subalterni Stato dell

Dettagli

TRIBUNALE DI VICENZA. ESECUZIONE IMMOBILIARE N. Gen. Rep. 527 / Procedente: UNICREDIT s.p.a. Esecutato:

TRIBUNALE DI VICENZA. ESECUZIONE IMMOBILIARE N. Gen. Rep. 527 / Procedente: UNICREDIT s.p.a. Esecutato: TRIBUNALE DI VICENZA ESECUZIONE IMMOBILIARE N. Gen. Rep. 527 / 2011 Procedente: UNICREDIT s.p.a. Esecutato: ----------------------------------- Giudice Dott. GIUSEPPE LIMITONE RAPPORTO DI STIMA DEL COMPENDIO

Dettagli

TRIBUNALE DI FORLI' * * * N.21/2013

TRIBUNALE DI FORLI' * * * N.21/2013 TRIBUNALE DI FORLI' * * * CONCORDATO PREVENTIVO N.21/2013 SOCIETÀ SACCHETTI NELLO SRL LOTTO 5 PROPRIETÀ: SACCHETTI NELLO SRL con sede in Macerone di Cesena, via Cesenatico n.5390 CF: 0148420045 Quota di

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO

TRIBUNALE DI TREVISO TRIBUNALE DI TREVISO Sezione Esecuzioni Immobiliari Esecuzione Immobiliare n. 135/2010 riunita all'e.i. n. 96/2014 promossa da INTESA SEC 3 S.R.L. con Avv.to G. Ramanzini contro FRESCH LUISA Giudice dell'esecuzione:

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE IMMOBILE

RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE IMMOBILE ---------------------------------------- RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE IMMOBILE ---------------------------------------- Immobile di proprietà comunale sito in Via Rosmini n.4 descritto all Agenzia

Dettagli

1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE

1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE DIREZIONE GESTIONE RISORSE SEZIONE GESTIONE PATRIMONIO OGGETTO: SCHEDA TECNICA APPARTAMENTO MILANO DUE Segrate, 2 Settembre 2016 1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE (LOCALIZZAZIONE E DESTINAZIONE URBANISTICA);

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI STIMA

RELAZIONE TECNICA DI STIMA Maria Edifizi Geometra TRIBUNALE DI MASSA ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 15/2010 RELAZIONE TECNICA DI STIMA GIUDICE DELL ESECUZIONE : Dott. A.Cardino Rinvio Udienza al 29/06/2011 1 TRIBUNALE DI MASSA CARRARA

Dettagli

TRIBUNALE DI VENEZIA. FALLIMENTO EVO GROUP S.R.L. IN LIQUIDAZIONE n 4/2014 PERIZIA DI STIMA

TRIBUNALE DI VENEZIA. FALLIMENTO EVO GROUP S.R.L. IN LIQUIDAZIONE n 4/2014 PERIZIA DI STIMA TRIBUNALE DI VENEZIA FALLIMENTO EVO GROUP S.R.L. IN LIQUIDAZIONE n 4/2014 PERIZIA DI STIMA Immobile ad uso ufficio sito in via Aldo Moro, 47 Quarto d Altino (VE) G.D.: dott. Andrea Fidanzia Curatore: dott.ssa

Dettagli

TRIBUNALE DI BERGAMO. Sezione civile. RELAZIONE TECNICO-ESTIMATIVA (ai sensi art. 490 c.p.c.) N: 00924/2011 Reg. Es. Imm. N. 360/12 Reg. Inc.

TRIBUNALE DI BERGAMO. Sezione civile. RELAZIONE TECNICO-ESTIMATIVA (ai sensi art. 490 c.p.c.) N: 00924/2011 Reg. Es. Imm. N. 360/12 Reg. Inc. TRIBUNALE DI BERGAMO Sezione civile RELAZIONE TECNICO-ESTIMATIVA (ai sensi art. 490 c.p.c.) CONFERIMENTO INCARICO N: 00924/2011 Reg. Es. Imm. N. 360/12 Reg. Inc. 1) DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI E CONSISTENZA

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MAURIZIO ATZORI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * *

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MAURIZIO ATZORI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELL ESECUZIONE DR. MAURIZIO ATZORI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 616/14 R.G. ESEC. * * * CONSISTENZA E UBICAZIONE IMMOBILI LOTTO 3 Piena proprietà

Dettagli

Ufficio Patrimonio RELAZIONE LOTTO 4 IMMOBILE IN VIA MARZOCCO N.44

Ufficio Patrimonio RELAZIONE LOTTO 4 IMMOBILE IN VIA MARZOCCO N.44 DIREZIONE FINANZE E PATRIMONIO SERVIZIO GESTIONE PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Dirigente: Avv. Massimo Dalle Luche Funzionario Delegato: Ing. Alessandra Mazzei RELAZIONE LOTTO 4 IMMOBILE IN VIA MARZOCCO

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI - R.G.E. 2362/2008. Dott. Marcello Piscopo

TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI - R.G.E. 2362/2008. Dott. Marcello Piscopo TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI - R.G.E. 2362/2008 Dott. Marcello Piscopo procedura promossa da: Banca Popolare di Verona San Geminiano e San Prospero S.p.A. nei confronti

Dettagli

LOTTO C CALOLZIOCORTE, VIA F.LLI CALVI

LOTTO C CALOLZIOCORTE, VIA F.LLI CALVI LOTTO C CALOLZIOCORTE, VIA F.LLI CALVI UBICAZIONE DELL IMMOBILE L immobile oggetto di stima si colloca nel Comune di Calolziocorte (LC), uno dei principali centri urbani satellite rispetto al Comune di

Dettagli

MILANO, 01 Ottobre 2012

MILANO, 01 Ottobre 2012 MILANO, 01 Ottobre 2012 GEOM. CHIARAVALLI SARA Via Magenta n. 20/D P.IVA: 02391720121 21019 SOMMA LOMBARDO (VA) c.f.: CHR SRA 74S59B300K n. iscrizione Albo 3607 TRIBUNALE DI LECCO SEZIONE FALLIMENTARE

Dettagli

TRIBUNALE DI MESSINA II SEZIONE CIVILE. Esecuzione Forzata. Condominio Les Roches Noires. contro. Costa Claudia, Costa Dario, Guerrera Nunzia

TRIBUNALE DI MESSINA II SEZIONE CIVILE. Esecuzione Forzata. Condominio Les Roches Noires. contro. Costa Claudia, Costa Dario, Guerrera Nunzia TRIBUNALE DI MESSINA II SEZIONE CIVILE Esecuzione Forzata Condominio Les Roches Noires contro Costa Claudia, Costa Dario, Guerrera Nunzia N. Gen. Rep. 107/13 Giudice Dr. Antonino Orifici Custode Giudiziario

Dettagli

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare Fallimento I Girasoli srl_ n. _38/2014 RG FALL Giudice delegato: Dott.ssa Pascale Guendalina Alessandra Virginia ************************ ALLEGATO 5 LOTTO

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA IV SEZIONE CIVILE FALLIMENTARE GIUDICE DELEGATO DOTT. MAURIZIO ATZORI CURATORE PROF. DOTT. ALBERTO ANDREAZZA * * *

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA IV SEZIONE CIVILE FALLIMENTARE GIUDICE DELEGATO DOTT. MAURIZIO ATZORI CURATORE PROF. DOTT. ALBERTO ANDREAZZA * * * TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA IV SEZIONE CIVILE FALLIMENTARE GIUDICE DELEGATO DOTT. MAURIZIO ATZORI CURATORE PROF. DOTT. ALBERTO ANDREAZZA * * * FALLIMENTO ARGILESE COSTRUZIONI S.R.L. * * * N. 160/2013 R.G.

Dettagli

STIMA DEL PIU' PROBABILE VALORE DI MERCATO

STIMA DEL PIU' PROBABILE VALORE DI MERCATO Direzione Regionale per la Lombardia STIMA DEL PIU' PROBABILE VALORE DI MERCATO UNITA IMMOBILIARE SITA A RHO (MI) Via Togliatti, 16. Foglio 26 mappale 198 sub 81 int. 70 ASPETTI GENERALI... 3 ESTREMI DELL

Dettagli

Fallimento. (lotto n. 010)

Fallimento. (lotto n. 010) TRIBUNALE DI VICENZA CIVILE E PENALE Fallimento " Monte Berico Due Costruzioni S.r.l. in liquidazione con sede in Vicenza, Via della Meccanica n. 18/b N. Gen. Rep. 0181/14 (lotto n. 010) Giudice Delegato

Dettagli

TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI UFFICIO DEL GIUDICE UNICO SEDE CENTRALE R. G. ES. N.RO 19/05

TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI UFFICIO DEL GIUDICE UNICO SEDE CENTRALE R. G. ES. N.RO 19/05 TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI UFFICIO DEL GIUDICE UNICO SEDE CENTRALE R. G. ES. N.RO 19/05 1 OGGETTO: ESECUZIONE IMMOBILIARE ISCRITTA AL N.RO 19/05 R.G.E PRESSO IL TRIBUNALE

Dettagli

Procedura Esecutiva n 26/06 Lotto 001

Procedura Esecutiva n 26/06 Lotto 001 TRIBUNALE DI PALMI C.T.U. nella procedura esecutiva n 26/06. ALLEGATO LOTTO 001 Piena proprietà di : Immobile sito a San Ferdinando (RC) alla via Leoncavallo n.5, al piano terra, identificato al catasto

Dettagli

Registro Generale Esecuzione N. 91/2011 promossa da: T.R.S. EVOLUTION S.P.A. TRIBUNALE DI PESARO REGISTRO GENERALE ESECUZIONE

Registro Generale Esecuzione N. 91/2011 promossa da: T.R.S. EVOLUTION S.P.A. TRIBUNALE DI PESARO REGISTRO GENERALE ESECUZIONE TRIBUNALE DI PESARO REGISTRO GENERALE ESECUZIONE procedura promossa da: T.R.S. EVOLUTION S.P.A. +3 contro: *** DATO OSCURATO *** R.G.E. 91/2011 Giudice: Davide Storti ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato:

Dettagli

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE)

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) Via Parma, 12 ALLOGGIO ASI MGE0052 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

CONCORDATO PREVENTIVO OMOLOGATO N. 4/2011 TRIBUNALE DI S. MARIA C.V. LIQUIDAZIONE DEI BENI OFFERTI ALLA MASSA DEI CREDITORI DELLA ELDO ITALIA SPA

CONCORDATO PREVENTIVO OMOLOGATO N. 4/2011 TRIBUNALE DI S. MARIA C.V. LIQUIDAZIONE DEI BENI OFFERTI ALLA MASSA DEI CREDITORI DELLA ELDO ITALIA SPA CONCORDATO PREVENTIVO OMOLOGATO N. 4/2011 TRIBUNALE DI S. MARIA C.V. LIQUIDAZIONE DEI BENI OFFERTI ALLA MASSA DEI CREDITORI DELLA ELDO ITALIA SPA IMMOBILI OGGETTO DI CESSIONE IMMOBILE COMMERCIALE VIA PONTEGRADELLA,

Dettagli

- che il sottoscritto Leonardo Serafino iscritto all Albo degli Architetti di Roma e Provincia al

- che il sottoscritto Leonardo Serafino iscritto all Albo degli Architetti di Roma e Provincia al Dott. Arch. Leonardo Serafino Via R.Grazioli Lante, 5 00195 - Roma Tel./fax 06. 3723602 E-Mail: leonardoserafino@virgilio.it www.leonardoserafino.it PROPRIETA ANNI VERDI PERIZIA DI STIMA RELATIVA A VIA

Dettagli

Esecuzione Forzata UNICREDIT BANCA SPA

Esecuzione Forzata UNICREDIT BANCA SPA TRIBUNALE DI ROVIGO ROVIGO Esecuzione Forzata UNICREDIT BANCA SPA N. Gen. Rep. 000229/08 Custode Giudiziario RAG. ARONNE SACCHETTO ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Ing. ENRICO MORO iscritto all'albo

Dettagli

TRIBUNALE DI PISA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO QUINTO ESPERIMENTO DI VENDITA

TRIBUNALE DI PISA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO QUINTO ESPERIMENTO DI VENDITA TRIBUNALE DI PISA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO QUINTO ESPERIMENTO DI VENDITA Il Notaio Barbara BARTOLINI (su delega del GE del 15 gennaio 2013) a norma dell

Dettagli

STUDIO TECNICO DI INGEGNERIA Ing. Andrea Dessi SOMMARIO

STUDIO TECNICO DI INGEGNERIA Ing. Andrea Dessi SOMMARIO SOMMARIO SOMMARIO Sommario 1 Norme di attuazione 2 Art. - I Finalità 2 Art. - II Strumento d attuazione del piano urbanistico comunale 2 Art. - III Disposizioni generali 2 Art. - IV Norme di edificabilità

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI MILANO II SEZIONE FALLIMENTARE. G.D.: Dott. Lamanna R.G. 402/2011 FALLIMENTO IMMOBILIARE EMPEDOCLE **********

TRIBUNALE CIVILE DI MILANO II SEZIONE FALLIMENTARE. G.D.: Dott. Lamanna R.G. 402/2011 FALLIMENTO IMMOBILIARE EMPEDOCLE ********** TRIBUNALE CIVILE DI MILANO II SEZIONE FALLIMENTARE G.D.: Dott. Lamanna R.G. 402/2011 FALLIMENTO IMMOBILIARE EMPEDOCLE ********** Integrazione alla relazione di stima dei beni immobili ubicati a Milano

Dettagli

S C H E D A T E C N I C A

S C H E D A T E C N I C A COMUNE DI CALVATONE U F F I C I O T E C N I C O PROVINCIA DI CREMONA ================================================================== S C H E D A T E C N I C A ==================================================================

Dettagli

Al Settore Servizi Sociali Ufficio Casa via Ascenzi Viterbo. nato il, a, di cittadinanza, residente a Viterbo, (Frazione ),

Al Settore Servizi Sociali Ufficio Casa via Ascenzi Viterbo. nato il, a, di cittadinanza, residente a Viterbo, (Frazione ), apporre marca dabollo 16,00 l Al Settore Servizi Sociali Ufficio Casa via Ascenzi 1-01100 Viterbo Oggetto: Richiesta attestazione comunale dell idoneità alloggiativa, nell ambito delle previsioni legislative

Dettagli

05.1 RIFERIMENTI CATASTALI E DESCRIZIONE GENERALE IMMOBILE 05.2 DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELL UNITA IMMOBILIARE

05.1 RIFERIMENTI CATASTALI E DESCRIZIONE GENERALE IMMOBILE 05.2 DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELL UNITA IMMOBILIARE luciano ucci architetto LOTTO 05 Locale commerciale in Lanciano 05 - Cap.5 COMUNE DI: LANCIANO LOCALITÀ: VIA DEL VERDE TIPOLOGIA : LOCALE COMMERCIALE 05.1 RIFERIMENTI CATASTALI E DESCRIZIONE GENERALE IMMOBILE

Dettagli

TRIBUNALE DI TERNI AVVISO DI VENIDTA. Visto il provvedimento di nomina a custode giudiziario dell immobile

TRIBUNALE DI TERNI AVVISO DI VENIDTA. Visto il provvedimento di nomina a custode giudiziario dell immobile Procedura N. 62/12 R.G.E. TRIBUNALE DI TERNI AVVISO DI VENIDTA Il custode giudiziario dell immobile pignorato nella procedura esecutiva promossa da CANCELLIERI CARBURANTI S.R.L. Visto il provvedimento

Dettagli

1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE

1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE Con riferimento alle attività previste dall art.6 comma 5 del D.M. n. 112 del 18/05/2010 Regolamento per l attuazione del programma pluriennale per la costruzione, l

Dettagli

TRIBUNALE DI MARSALA

TRIBUNALE DI MARSALA TRIBUNALE DI MARSALA CONCORDATO PREVENTIVO SICILCOSTRUZIONI SOC.COOP. N.2/2011 R.C.P. ========================= CONSULENZA TECNICA D'UFFICIO ========================= Il sottoscritto, Dott. Ing. Roberto

Dettagli

PROPRIETÀ PER 500/1000 appartamento P.T. località Canuggioni BORGOMANERO

PROPRIETÀ PER 500/1000 appartamento P.T. località Canuggioni BORGOMANERO PROPRIETÀ PER 500/1000 appartamento P.T. località Canuggioni BORGOMANERO 1. IDENTIFICAZIONE IMMOBILI DELLA PERIZIA 1.1 POSSESSO DEL FALLIMENTO : La ditta individuale è proprietaria della quota di 500/1000

Dettagli

TRIBUNALE DI VICENZA CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Forzata. Condominio Fabius. contro. N. Gen. Rep. 0351/11 ELABORATO PERITALE

TRIBUNALE DI VICENZA CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Forzata. Condominio Fabius. contro. N. Gen. Rep. 0351/11 ELABORATO PERITALE TRIBUNALE DI VICENZA CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione Forzata Condominio Fabius contro e N. Gen. Rep. 0351/11 ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Ing. Fabio Benetti iscritto all'albo della

Dettagli

DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ AI SENSI DEL D.P.R n. 380 artt. 24 e 25

DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ AI SENSI DEL D.P.R n. 380 artt. 24 e 25 Timbro del Protocollo Generale Marca da Bollo Euro 14,62 Allo Sportello Unico per l Edilizia del Comune di Terrassa Padovana - PADOVA DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI E RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI LAMEZIA TERME CONSULENZA TECNICA RELAZIONE

TRIBUNALE CIVILE DI LAMEZIA TERME CONSULENZA TECNICA RELAZIONE TRIBUNALE CIVILE DI LAMEZIA TERME CONSULENZA TECNICA Oggetto: procedimento di Esecuzione n. 19/2001 del R.G.E. promosso da BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. contro XXX, natx a XXX il XXX. G.E.: dott. Alessandro

Dettagli

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare Fallimento Immobiliare Crespi di Crespi Vittorio & C. S.a.s._ n. _5/2015 RG FALL Giudice delegato: Dott. Nicola Tritta in sostituzione temporanea Dott.ssa

Dettagli

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Ai sensi degli artt. 24, 25 e 26 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001 n.

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Ai sensi degli artt. 24, 25 e 26 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001 n. I dati acquisiti saranno trattati in conformità alla normativa sulla Privacy (D. Lgs. 196 del 2003). Si veda http://territorio.comune.bergamo.it/privacy APT-SGT-AGI/0 Servizio Gestione del Territorio Pagina

Dettagli

CITTÀ DI LAMEZIA TERME

CITTÀ DI LAMEZIA TERME CITTÀ DI LAMEZIA TERME Settore entrate comunali e monitoraggio delle risorse finanziarie - servizio patrimonio RELAZIONE DI STIMA E VALUTAZIONE IMMOBILE COMUNALE Lamezia Terme, 20/10/2015 Il Tecnico geom:

Dettagli

Lotto: 002. Confini:a Nord altro Mappale, a Est sub 36, a Sud cortile comune, a Ovest sub 34

Lotto: 002. Confini:a Nord altro Mappale, a Est sub 36, a Sud cortile comune, a Ovest sub 34 Rapporto di stima Fallimentare n. 404 I 2013 Lotto: 002 La documentazione ex art. 567 c.p.c. risulta completa. Per la trascrizione dei titoli di acquisto nel ventennio anteriore al pignoramento si veda

Dettagli

a) individui l esperto, con ogni estremo catastale e ogni utile ed ulteriore elemento descrittivo e di riconoscimento, nonché, occorrendo, con idoneo

a) individui l esperto, con ogni estremo catastale e ogni utile ed ulteriore elemento descrittivo e di riconoscimento, nonché, occorrendo, con idoneo Studio Tecnico DAPINO C.so Roma, 21 15011 - ACQUI TERME tel/fax 0144-55224 e.mail: r.dapino@geoweb.it a) individui l esperto, con ogni estremo catastale e ogni utile ed ulteriore elemento descrittivo e

Dettagli

6.3 Piano Interrato Secondo

6.3 Piano Interrato Secondo 6.3 Piano Interrato Secondo Al piano interrato secondo trovano collocazione i locali destinati a deposito a servizio delle unità immobiliari di civile abitazioni, ai quali se ne aggiungono n.2 a disposizione

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO. Esecuzione Immobiliare N. 775/2010 G.E. Dott. A. V. CAMBI RIZZARDO CARLO O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O RELAZIONE DEL PERITO D UFFICIO

TRIBUNALE DI TREVISO. Esecuzione Immobiliare N. 775/2010 G.E. Dott. A. V. CAMBI RIZZARDO CARLO O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O=O RELAZIONE DEL PERITO D UFFICIO Studio Tecnico ZUSSA GEOM. DIEGO Via Indipendenza, n. 89 31030 ARCADE (TV) TRIBUNALE DI TREVISO Esecuzione Immobiliare N. 775/2010 G.E. Dott. A. V. CAMBI Esecuzione immobiliare a carico: RIZZARDO CARLO

Dettagli

---------------------------------------- RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE IMMOBILE ----------------------------------------

---------------------------------------- RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE IMMOBILE ---------------------------------------- ---------------------------------------- RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE IMMOBILE ---------------------------------------- Immobile di proprietà comunale sito in Via Rosmini n.4 Descritto all Agenzia

Dettagli

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE)

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) Via Parma, 124D ALLOGGIO ASI MGE0041 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

Concordato Preventivo Garrisi Gaetano Costruzioni

Concordato Preventivo Garrisi Gaetano Costruzioni TRIBUNALE DI LECCE FALLIMENTI Concordato Preventivo N. Gen. Rep. 000003/11 Giudice Delegato Dr. Stefano SALES Commissario Avv. Fabrizio PLENTEDA ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Arch. Marcello Messa

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Tullio, 24 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO Esecuzione immobiliare n 281/2008 [omissis] contro [omissis]

TRIBUNALE DI TREVISO Esecuzione immobiliare n 281/2008 [omissis] contro [omissis] TRIBUNALE DI TREVISO Esecuzione immobiliare n 281/2008 [omissis] contro [omissis] UNICO LOTTO DI VENDITA Appartamento al piano secondo in un condominio di 12 unità, con garage al piano terra e area scoperta

Dettagli

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare

TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare Fallimento..._ n. _66/2012 RG FALL Giudice delegato:. Al Curatore Fallimentare:.. TRIBUNALE DI NOVARA Sezione civile fallimentare ************************ RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA Il sottoscritto

Dettagli