3. LA SUCCESSIONE NEI CONTRATTI RELATIVI ALL AZIENDA CEDUTA IL DIVIETO DI CONCORRENZA La ratio della norma e le sue conseguenze 30

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "3. LA SUCCESSIONE NEI CONTRATTI RELATIVI ALL AZIENDA CEDUTA 27 4. IL DIVIETO DI CONCORRENZA 29 4.1. La ratio della norma e le sue conseguenze 30"

Transcript

1

2 ANALISI PARTE PRIMA Disciplina e destinazione dell azienda CAPITOLO 1 GLI ASPETTI CIVILISTICI CONNESSI AL TRASFERIMENTO DI COMPLESSI AZIENDALI di Alessandro Fruscione 1. LA DEFINIZIONE DI AZIENDA IL CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA A TITOLO ONEROSO Generalità Forma del contratto di cessione Casistica La definizione di trasferimento d azienda nel codice civile L art. 2112, c.c., nella giurisprudenza LA SUCCESSIONE NEI CONTRATTI RELATIVI ALL AZIENDA CEDUTA IL DIVIETO DI CONCORRENZA La ratio della norma e le sue conseguenze I CREDITI E I DEBITI RELATIVI ALL AZIENDA CEDUTA L ATTESTAZIONE RELATIVA AI CREDITI TRIBUTARI LA CESSIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIALI Generalità La cessione di azioni proprie 34 CAPITOLO 2 IL PASSAGGIO GENERAZIONALE DELL AZIENDA di Giorgio D Amico, Francesco Rubino e Manuela Soncini 1. GENERALITÀ: LA SUCCESSIONE IN AZIENDA STRUMENTI TECNICI PER PIANIFICARE IL PASSAGGIO GENERAZIONALE L INTESTAZIONE FIDUCIARIA DELL AZIENDA AUTONOMIA STATUTARIA PATTO DI FAMIGLIA UTILIZZO DI TRUST E CONSIGLI DI FAMIGLIA 50 CAPITOLO 3 LA SUCCESSIONE MORTIS CAUSA NELL AZIENDA di Claudio Caruso 1. PROFILI GENERALI Premessa Successione testamentaria Successione legittima Successione necessaria LA SUCCESSIONE A TITOLO UNIVERSALE Profili generali: inapplicabilità della disciplina del trasferimento inter vivos 57 INDICE 9

3 2.2. Assegnazione divisoria dell azienda L accettazione dell eredità Poteri del chiamato prima dell accettazione Accettazione con beneficio d inventario e responsabilità per debiti aziendali L iscrizione pubblicitaria della successione a titolo universale nell azienda COMUNIONE EREDITARIA D AZIENDA ED ESERCIZIO DELL IMPRESA DA PARTE DEI COEREDI Godimento della cosa comune e costituzione di una società di fatto tra i coeredi La trasformazione in società di capitali LA SUCCESSIONE A TITOLO PARTICOLARE: IL LEGATO D AZIENDA Profili generali Contratti aziendali Crediti e debiti aziendali Divieto di concorrenza Iscrizioni pubblicitarie GLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE DELLA SUCCESSIONE NELL AZIENDA Profili generali La donazione Il patto di famiglia REGIME FISCALE 69 PARTE SECONDA La valutazione dell azienda CAPITOLO 4 I MOTIVI ALLA BASE DELLE VALUTAZIONI AZIENDALI di Emanuela Fusa 1. PERIZIE VOLONTARIE E PERIZIE OBBLIGATORIE LE CARATTERISTICHE DEL VALORE ED I REQUISITI DEL PERITO FASI OPERATIVE DELLA PERIZIA 75 CAPITOLO 5 LA STIMA DEL VALORE: PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELLE DIVERSE METODOLOGIE di Emanuela Fusa 1. PREMESSA: I CONCETTI DI VALORE ED IL LORO SIGNIFICATO PRATICO LE METODOLOGIE: METODI DI MERCATO E METODI INDIRETTI I metodi che si basano sui prezzi di mercato I metodi indiretti elaborati dalla dottrina economico-aziendalistica IL VALORE SULLA BASE DEI FLUSSI Il metodo reddituale Il metodo finanziario IL VALORE SULLA BASE DELLO STOCK I METODI MISTI GLI EFFETTI FISCALI CONSIDERABILI NELLA DETERMINAZIONE DEL VALORE _ Effetti sul Patrimonio Netto Rettificato Effetti sul Reddito Normalizzato 89 10

4 CAPITOLO 6 LA SCELTA DELLA METODOLOGIA IN RELAZIONE ALLE FINALITÀ DELLA PERIZIA: ASPETTI PARTICOLARI DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE di Emanuela Fusa 1. LA CESSIONE-ACQUISIZIONE DI AZIENDE O RAMI I CONFERIMENTI DI AZIENDE O RAMI LE OPERAZIONI DI FUSIONE E SCISSIONE LE OPERAZIONI DI TRASFORMAZIONE 97 CAPITOLO 7 LA VALUTAZIONE NEI GRUPPI AZIENDALI di Emanuela Fusa 1. PREMESSA LA VALUTAZIONE DEI GRUPPI AZIENDALI E L USO DEL BILANCIO CONSOLIDATO 100 CAPITOLO 8 LA DUE DILIGENCE REVIEW NEGLI ACQUISTI DI AZIENDE (BUYER SIDE) di Federico Lozzi 1. PREMESSA DEFINIZIONE E SCOPI DELLA DUE DILIGENCE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA DUE DILIGENCE No access review Data room due diligence Agreed upon procedures Full due diligence IL PROCESSO DI DUE DILIGENCE TIPOLOGIE DI DUE DILIGENCE Esempio di check list di due diligence legale Esempio di check list di due diligence fiscale 112 PARTE TERZA Operazione sull azienda: aspetti contabili e di bilancio CAPITOLO 9 IL CONFERIMENTO D AZIENDA: SCRITTURE CONTABILI di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA IL CONFERIMENTO D AZIENDA: ASPETTI GENERALI I MODELLI FISCALI DI CONFERIMENTO FINO ALL ESERCIZIO 2007 ED I RELATIVI ASPETTI CONTABILI Il conferimento con il modello della cessione Il conferimento con il modello della successione La scelta del modello di conferimento e la gestione dei relativi disallineamenti IL CONFERIMENTO DALL ESERCIZIO 2008 ED I MODELLI OPERATIVI 121 INDICE 11

5 4.1. Il conferimento a valori fiscali Il conferimento senza affrancamento dei disallineamenti con i valori contabili Il conferimento con affrancamento dei disallineamenti con i valori contabili LE PARTECIPAZIONI RICEVUTE DAL CONFERIMENTO ED I REQUISITI DELLA PARTICIPATION EXEMPTION IL RIALLINEAMENTO DEI VALORI RELATIVI AD OPERAZIONI EFFETTUATE ENTRO IL IL RACCORDO CON L AGEVOLAZIONE TEMPORANEA RELATIVA AL BIENNIO CAPITOLO 10 LA CESSIONE D AZIENDA: SCRITTURE CONTABILI di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA LA CESSIONE D AZIENDA: ASPETTI GENERALI Contabilità del cedente Contabilità dell acquirente IMPRESA CEDENTE: LA PLUSVALENZA DA CESSIONE IMPRESA ACQUIRENTE: L AVVIAMENTO LE SCRITTURE CONTABILI Contabilità del cedente Contabilità dell acquirente PARTE QUARTA Trattamento fiscale dell azienda CAPITOLO 11 CONFERIMENTO D AZIENDA: NUOVO REGIME PER LE IMPOSTE DIRETTE di Roberta De Pirro 1. PREMESSA BREVI CENNI SUL CONFERIMENTO D AZIENDA LA LEGGE FINANZIARIA PER L ANNO 2007 E IL BONUS AGGREGAZIONI : PROFILI GENERALI Il requisito soggettivo Il requisito dell indipendenza Il requisito dell operatività La sussistenza dei requisiti soggettivi e oggettivi anche nel biennio precedente alla realizzazione dell operazione di aggregazione aziendale L istanza di interpello La decadenza del bonus aggregazioni e gli effetti da essa conseguenti LA LEGGE FINANZIARIA PER L ANNO 2008 E IL NUOVO REGIME FISCALE PREVISTO PER IL CONFERIMENTO D AZIENDA Il presupposto soggettivo Il regime della neutralità Il regime opzionale dell imposta sostitutiva I beni assoggettati all imposta sostitutiva Le modalità di applicazione dell imposta sostitutiva L ammontare e il versamento dell imposta sostitutiva Gli effetti dell imposta sostitutiva 173

6 CAPITOLO 12 CONFERIMENTO D AZIENDA: IMPOSTE INDIRETTE di Siro Giovagnoli e Emanuele Re 1. PREMESSA LE QUESTIONI RILEVANTI AI FINI IVA La rettifica della detrazione IVA operata sull acquisto dei beni ammortizzabili trasferiti Il regime IVA delle cessioni degli immobili trasferiti L individuazione del pro-rata di detrazione IVA del soggetto conferitario Il trasferimento del plafond IVA Gli adempimenti dichiarativi del conferente e del conferitario Conferimento effettuato durante l anno Conferimento realizzato nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2008 e la data di presentazione della dichiarazione annuale IVA relativa al L IMPOSTA DI REGISTRO NEI CONFERIMENTI DI AZIENDE LE IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE NEI CONFERIMENTI DI AZIENDE COMPRENDENTI IMMOBILI 180 CAPITOLO 13 LA CESSIONE D AZIENDA E LE IMPOSTE DIRETTE di Micol Marisa 1. PREMESSA LE IMPOSTE SUI REDDITI La cessione d azienda nel reddito d impresa: la tassazione delle plusvalenze e delle minusvalenze Il trasferimento dell azienda da parte dell imprenditore individuale I trasferimenti delle aziende in neutralità fiscale: i trasferimenti mortis causa, per donazione e i trasferimenti di complessi aziendali infragruppo L IMPOSTA REGIONALE SULLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (IRAP) 190 CAPITOLO 14 LA CESSIONE D AZIENDA E LE IMPOSTE INDIRETTE di Benedetto Santacroce, Isidoro Volo e Roberto Moscati 1. PREMESSA LA RATIO DELL ESCLUSIONE LA NOZIONE DI CESSIONE D AZIENDA La posizione del fisco e della giurisprudenza LA CESSIONE D AZIENDA E LA DETRAIBILITÀ IVA La detrazione nel sistema IVA La detrazione nelle regole IVA nazionali L IVA sulle spese sopportate per la cessione d azienda Beni ammortizzabili e detraibilità LA CESSIONE D AZIENDA E IL PLAFOND IVA Gli adempimenti LA CESSIONE D AZIENDA E L IVA DI GRUPPO Requisito del controllo La disposizione antielusiva della Finanziaria 2008 sulle eccedenze pregresse 203 INDICE 13

7 7. ADEMPIMENTI IVA E CESSIONE D AZIENDA Dichiarazione di inizio o variazione dell attività La Comunicazione dei dati Dichiarazione IVA CESSIONE D AZIENDA DA E VERSO L ESTERO CESSIONE D AZIENDA E IMPOSTA DI REGISTRO La base imponibile Il valore dell avviamento Il valore degli immobili Le aliquote LA CESSIONE D AZIENDA E LE IMPOSTE IPOTECARIE E CATASTALI 218 CAPITOLO 15 L AFFITTO D AZIENDA di Elena Da Pont 1. ASPETTI INTRODUTTIVI E CENNI SULLA NORMATIVA APPLICABILE I PROFILI CONTRATTUALI LE OBBLIGAZIONI DEI CONTRAENTI IL DIVIETO DI CONCORRENZA LA SUCCESSIONE NEI CONTRATTI I RAPPORTI DI LAVORO LA GESTIONE DEI CREDITI E DEI DEBITI IL REQUISITO DI FORMA L IMPOSIZIONE INDIRETTA: IVA E IMPOSTA DI REGISTRO LA RISOLUZIONE MINISTERIALE 06/02/2008, N. 35/E L IMPOSIZIONE DIRETTA: IRPEF E IRES L IMPOSIZIONE DIRETTA: IRAP PROFILI ELUSIVI DELL AFFITTO D AZIENDA 229 CAPITOLO 16 TRASFERIMENTO D AZIENDA O DI RAMO D AZIENDA: RESPONSABILITÀ FISCALE E SANZIONI AMMINISTRATIVE di Benedetto Santacroce, Isidoro Volo e Roberto Moscati GENERALITÀ LA RESPONSABILITÀ DEL CESSIONARIO NEL CODICE CIVILE LA DISCIPLINA PRIMA DEL 1 APRILE 1998 NELLE IMPOSTE DIRETTE E NELL IVA LE NUOVE REGOLE FISCALI DOPO IL 1 APRILE Il meccanismo di attribuzione della responsabilità Il certificato delle pendenze fiscali Mala fede del cessionario Ambito applicativo La responsabilità del cessionario in sede fallimentare 241

8 5. IL TRAMONTO DELLA REGOLA DELLA PERSONALIZZAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ La personalizzazione e l art. 7, D.L. 269/ Le conseguenze pratiche 242 PARTE QUINTA L azienda e le norme sul lavoro CAPITOLO 17 IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE SOCIETARIE: TRASFERIMENTO, CESSIONE, CONFERIMENTO ED AFFITTO D AZIENDA di Giuseppe Maccarone e Rossella Quintavalle 1. LA NOZIONE DI TRASFERIMENTO D AZIENDA LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO L AZIENDA E L ATTIVITÀ ECONOMICA ORGANIZZATA IDENTIFICAZIONE DEL TRASFERIMENTO D AZIENDA CESSIONE DI UN RAMO D AZIENDA L ATTO DI CONFERIMENTO NELLA CESSIONE DI RAMO D AZIENDA LA FUSIONE LA SCISSIONE ESCLUSIONE DALLA DISCIPLINA DELL ART. 2112, C.C LA SUCCESSIONE NEI CONTRATTI DI LAVORO DIPENDENTE NEL TRASFERIMENTO D AZIENDA AZIENDE CON PIÙ DI 15 DIPENDENTI AZIENDE IN CRISI LA TUTELA DEI LAVORATORI E LA CONSERVAZIONE DEI DIRITTI DEL LAVORATORE - I TRATTAMENTI ECONOMICI E NORMATIVI IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO LE PROCEDURE APPLICATIVE RAPPORTI CON GLI ISTITUTI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO CUD ISTRUZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE PER LE OPERAZIONI SOCIETARIE STRAORDINARIE NEL MODELLO 770/ CAPITOLO 18 CHECK LIST DEGLI ADEMPIMENTI DEL DATORE DI LAVORO CEDENTE E CESSIONARIO di Fabrizio d Agostini e Livia Morone 1. INTRODUZIONE CHECK LIST DEGLI ADEMPIMENTI DEL DATORE DI LAVORO CEDENTE CHE CEDE AZIENDA E DIPENDENTI (CON SUA CONTESTUALE ESTINZIONE) Procedure sindacali Soggetti obbligati alle procedure di informazione e di consultazione con i sindacati (art. 47, co. 1, L. 428/1990) 279 INDICE 15

9 Informazione (art. 47, co. 1, L. 428/1990) Contenuti dell informazione Esame congiunto datori di lavoro/sindacati (art. 47, co. 2, L. 428/1990) Sanzioni (art. 47, co. 3, L. 428/1990) Diritti dei dipendenti ceduti Passaggio dei dipendenti dal cedente al cessionario (art. 2112, c.c., art. 47, L. 428/1990, e D.Lgs. 18/2001) Esclusione della continuità del rapporto di lavoro per le grandi imprese in amministrazione straordinaria (art. 63, D.Lgs. 270/1999) Recesso del dipendente (art. 2112, co. 4, c.c.) Licenziamento del dipendente (art. 2112, co. 4, c.c.) Rapporti economici con i dipendenti Conteggio e liquidazione tredicesima (A.l. 27/10/1946; D.P.R. 1070/1960) Conteggio e liquidazione quattordicesima Conteggio e liquidazione ferie e ferie maturate e non godute Conteggio e liquidazione altre retribuzioni aggiuntive su base annua TFR (Calcolo e trasferimento del debito) Responsabilità solidale cedente-cessionario per debiti verso dipendenti (art. 2112, co. 2, c.c.) Sostituto d imposta Ritenute d acconto (operate e versate) Conguaglio fiscale annuale o per risoluzione del rapporto Modello CUD (Certificazione di lavoro dipendente) Dichiarazione Modello 770 per dipendenti Assistenza fiscale a dipendenti INPS Cessazione dell attività all INPS Conguaglio contributivo INPS di fine anno Responsabilità per debiti verso gli istituti previdenziali - assistenziali contratti dal cedente INAL Cessazione dell attività all INAIL (art. 12, D.P.R. 1124/1965; art. 10, D.M. 12/12/2000) _ Comunicazione all INAIL delle retribuzioni corrisposte Annotazione del trasferimento delle maestranze sui libri previsti dalla normativa sul lavoro Libro matricola Libro paga Libro presenze Libro infortuni CHECK LIST DEGLI ADEMPIMENTI DEL DATORE DI LAVORO CESSIONARIO CHE ACQUISTA AZIENDA E DIPENDENTI (CON CONTESTUALE ESTINZIONE DEL PRECEDENTE SOGGETTO) Procedure sindacali Soggetti obbligati alle procedure di informazione e di consultazione con i sindacati (art. 47, co. 1, L. 428/1990) Informazione (art. 47, co. 1, L. 428/1990) Contenuti dell informazione Esame congiunto datori di lavoro/sindacati Sanzioni (art. 47, co. 3, L. 428/1990) Diritti del dipendente Passaggio dei dipendenti dal cedente al cessionario (art. 2112, c.c., art. 47, L. 428/1990, e D.Lgs. 18/2001) Continuità del rapporto di lavoro subordinato (art. 2112, co. 1, c.c.) Imprese in crisi (art. 47, co. 5, L. 428/1990) Esclusione della continuità del rapporto di lavoro per le grandi imprese in amministrazione straordinaria (art. 63, D.Lgs. 270/1999) Recesso dipendente (art. 2112, co. 4, c.c.) Licenziamento del dipendente (art. 2112, co. 4, c.c.) Diritto di precedenza all assunzione (art. 47, co. 6, L. 428/1990) Obbligo del cessionario all assunzione 294

10 Contratto collettivo applicabile al cessionario (art. 2112, co. 3, c.c.) Informazione obbligatoria ai sindacati in caso di sostituzione del CCNL Usi aziendali Rapporti economici con dipendenti Conteggio e liquidazione ratei di mensilità aggiuntive Conteggio e liquidazione tredicesima (A.l. 27/10/1946, D.P.R. 1070/1960) Conteggio e liquidazione quattordicesima Conteggio e liquidazione ferie e ferie maturate e non godute Conteggio e liquidazione altre retribuzioni aggiuntive su base annua TFR (Calcolo e trasferimento del debito) Sostituto d imposta Ritenute d acconto (operate e versate) Conguaglio annuale Modello CUD (Certificazione di lavoro dipendente) Dichiarazione Modello 770 semplificato Assistenza fiscale a dipendenti Inquadramenti INPS e INAIL tramite Modello ComUnica INPS Pratiche inizio attività INPS Conguaglio contributivo INPS di fine anno Responsabilità per debiti verso gli istituti previdenziali - assistenziali contratti dal cedente INAIL Pratiche inizio attività all INAIL Preparazione documenti previsti dalla normativa sul lavoro per vidimazione iniziale e loro successiva compilazione Libri matricola Libro presenze ADEMPIMENTI DATORI DI LAVORO: MODULISTICA E ISTRUZIONI VARIE PER EFFETTUARE PASSAGGI AZIENDALI, FUSIONE, ECC 302 PARTE SESTA L azienda e le norme fallimentari CAPITOLO 19 AFFITTO D AZIENDA: SORTE DEL CONTRATTO IN CASO DI FALLIMENTO di Manuela Monti 1. PREMESSA L AFFITTO D AZIENDA FALLIMENTO E AFFITTO D AZIENDA PRIMA DELLA RIFORMA L AFFITTO D AZIENDA NELLA LEGGE FALLIMENTARE VIGENTE La disciplina dopo il D.Lgs. 09/01/2006, n La disciplina dopo il D.Lgs. 12/09/2007, n CAPITOLO 20 APPUNTI SUL TRASFERIMENTO DELL AZIENDA NELL AMBITO DELLA PROCEDURA FALLIMENTARE di Giuseppe M. Ricci 1. PREMESSA FALLIMENTO E CESSIONE DELL AZIENDA La stima e la vendita del compendio aziendale Successione nei contratti e divieto di concorrenza ATTO DI CESSIONE D AZIENDA: UN ESEMPIO 332 INDICE 17

INDICE PARTE I - ANALISI CAPITOLO I

INDICE PARTE I - ANALISI CAPITOLO I Cessione, conferimento, affitto e donazione d azienda INDICE PARTE I - ANALISI CAPITOLO I La nozione di azienda e la sua disciplina civilistica 23 1 Nozione di azienda 23 2 Contratto di cessione d azienda

Dettagli

IL TRASFERIMENTO DEI COMPLESSI AZIENDALI di Raffaele Rizzardi 15

IL TRASFERIMENTO DEI COMPLESSI AZIENDALI di Raffaele Rizzardi 15 L OPINIONE IL TRASFERIMENTO DEI COMPLESSI AZIENDALI di Raffaele Rizzardi 15 ANALISI Capitolo 1 LE NOVITÀ DELLE RIFORME DEL SISTEMA FISCALE STATALE E DEL DIRITTO SOCIETARIO - Analisi comparata delle diverse

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO L AZIENDA

INDICE CAPITOLO PRIMO L AZIENDA INDICE CAPITOLO PRIMO L AZIENDA 1. L azienda...pag. 11 1.1 Nozione di azienda...pag. 11 1.2 Elementi costitutivi dell azienda. I beni aziendali...pag. 13 1.3 Le teorie di azienda: concezione atomistica

Dettagli

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica. Dott. Francesco Masci

Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica. Dott. Francesco Masci Operazioni straordinarie Parte fiscale - Operazioni di conferimento d'azienda Parte Pratica Dott. Francesco Masci Definizione Limitazione della nostra trattazione al conferimento d azienda o di ramo d

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XVII PARTE PRIMA TASSAZIONE DEI REDDITI CAPITOLO 1 I REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1. Introduzione... 3 2. I soggetti passivi residenti in Italia: nozione di residenza delle

Dettagli

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Conferimento (Cap. II) aspetti civilistici, economici, contabili e fiscali da G. Savioli (2008), Le operazioni di gestione straordinaria Lezioni della

Dettagli

IL REGIME FISCALE DELLE CESSIONI D AZIENDA

IL REGIME FISCALE DELLE CESSIONI D AZIENDA IL REGIME FISCALE DELLE CESSIONI D AZIENDA Il trasferimento dell azienda ed il trattamento fiscale connesso alle molteplici forme che tale operazione può assumere 1 Modalità di passaggio dell azienda:

Dettagli

DISCIPLINA DELL AZIENDA

DISCIPLINA DELL AZIENDA Prefazione alla seconda edizione....................... VII Prefazione alla prima edizione........................ IX Avvertenze................................ XIII PARTE PRIMA DISCIPLINA DELL AZIENDA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Le problematiche civilistiche e fiscali delle operazioni di finanza strutturata bancaria e dei fondi immobiliari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Lezione del 11 febbraio 2014 Lezione

Dettagli

CESSIONE E CONFERIMENTO D AZIENDA E DI PARTECIPAZIONI. a cura di Eugenio Romita

CESSIONE E CONFERIMENTO D AZIENDA E DI PARTECIPAZIONI. a cura di Eugenio Romita CESSIONE E CONFERIMENTO D AZIENDA E DI PARTECIPAZIONI a cura di Eugenio Romita 1 CESSIONE D AZIENDA 2 2 Cessione d azienda Isolamento (salvo eccezioni) rispetto alle altre operazioni straordinarie creato

Dettagli

L inquadramento fiscale delle! operazioni immobiliari! 28/02/2013!

L inquadramento fiscale delle! operazioni immobiliari! 28/02/2013! L inquadramento fiscale delle operazioni immobiliari 28/02/2013 Le conseguenze fiscali di un operazione di trasferimento immobiliare sono differenti in base alla natura e allo status dei soggetti coinvolti

Dettagli

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori

Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Articoli di approfondimento e altre pubblicazioni a firma di Gianluca Cristofori Scissione di patrimoni netti contabili negativi: profili civilistici, contabili e fiscali in Rivista delle Operazioni Straordinarie

Dettagli

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE Introduzione... pag. 14 Lo schema del CUD 2014 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE INTRODUZIONE...pag. 14 Lo schema del CUD 2009 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE In caso di decesso del lavoratore dipendente sono previste diverse modalità di tassazione a seconda che si tratti delle somme già corrisposte al lavoratore o di somme

Dettagli

Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte

Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte PASSAGGIO GENERAZIONALE. ASPETTI PSICOLOGICI, CIVILISTICI, FINANZIARI E FISCALI Fiscalità e adempimenti nella successione delle attività imprenditoriali e professionali. Questioni aperte PROF. DOTT. ALBERTO

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

INDICE. Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO INDICE Prefazione... pag. 9 CAPITOLO PRIMO ASPETTI STORICI E DEFINIZIONE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO 1.1 Indennità di licenziamento, indennità di anzianità e trattamento di fine rapporto... pag. 11 1.1.1

Dettagli

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati INDICE Presentazione XIII Introduzione 1 Capitolo 1 I GRUPPI AZIENDALI 1.1. La nozione di gruppo secondo

Dettagli

SCADENZARIO GENNAIO 2011

SCADENZARIO GENNAIO 2011 SCADENZARIO GENNAIO 2011 1 Sabato SETTORE ACCISE: avvio sistema telematico per la generazione del Documento Amministrativo di Accompagnamento dei prodotti spediti in sospensione di accisa (ex DAA) RIFIUTI

Dettagli

PARTE A COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE 1. PREMESSA 17. 2. CHI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE 18 2.1. I familiari conviventi 20

PARTE A COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE 1. PREMESSA 17. 2. CHI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE 18 2.1. I familiari conviventi 20 ANALISI PARTE A COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE CAPITOLO 1 LA DISCIPLINA DELLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE (PER LE PERSONE FISICHE) di Armando Cravino 1. PREMESSA 17 2. CHI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE 18

Dettagli

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 01/08/2012 Contenzioso Dal 1 agosto 2012 (e fino al 15 settembre 2012) inizia il periodo di sospensione feriale dei termini processuali per le giurisdizioni ordinarie, amministrative

Dettagli

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.)

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) Durata: 6 gg. (1 incontro a settimana) Calendario: 3/10/17 luglio 4/11/18 settembre 2012

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

InDIce DIScIplIne giuridiche la mediazione e il mandato la mediazione e il mandato introduzione al diritto introduzione al diritto

InDIce DIScIplIne giuridiche la mediazione e il mandato la mediazione e il mandato introduzione al diritto introduzione al diritto Indice Parte Prima Discipline giuridiche Capitolo Primo: La mediazione e il mandato 1. La mediazione... Pag. 7 2. Quadro legislativo sulla mediazione...» 12 3. La L. 3 febbraio 1989, n. 39 e la nuova procedura

Dettagli

INDICE. Premessa... pag. 11

INDICE. Premessa... pag. 11 INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE DELLE PARTECIPAZIONI NEL REDDITO DI IMPRESA 1. La cessione delle partecipazioni nel reddito d impresa... pag. 13 1.1 I diversi regimi fiscali applicabili

Dettagli

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale Durata: 60 ore Inizio corso: da definire Sede: Corso Raffaello 17/D - Torino Docente: dottore consulente del lavoro con esperienza consolidata

Dettagli

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda

Metodologie e determinazioni quantitative d azienda Metodologie e determinazioni d azienda Cessione d azienda (Cap. I) Conferimento (Cap. II) aspetti civilistici, economici, contabili e fiscali da G. Savioli (2008), Le operazioni di gestione straordinaria

Dettagli

Corso di Tecnica Professionale A.A. 2008 / 2009

Corso di Tecnica Professionale A.A. 2008 / 2009 Corso di Tecnica Professionale A.A. 2008 / 2009 Il conferimento Disciplina fiscale ed opzioni contabili 1 Nell ambito dell imposizione diretta, il regime fiscale cui è soggetta l operazione di conferimento

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: CESSIONE DI AZIENDA O RAMO DI AZIENDA

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: CESSIONE DI AZIENDA O RAMO DI AZIENDA PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE OPERAZIONI STRAORDINARIE: CESSIONE DI AZIENDA O RAMO DI AZIENDA 1 Operazione di natura straordinaria che consiste nel trasferimento del complesso dei beni

Dettagli

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 17 MARZO 2008 Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 Copyright

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

Tremonti-ter, le cause di decadenza Detassazione revocata per il bene ceduto extra-ue

Tremonti-ter, le cause di decadenza Detassazione revocata per il bene ceduto extra-ue Tremonti-ter, le cause di decadenza Detassazione revocata per il bene ceduto extra-ue Comporta la revoca della detassazione degli investimenti anche la cessione dei beni agevolati a soggetti aventi stabile

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

PATENT BOX. Definizione dell'agevolazione

PATENT BOX. Definizione dell'agevolazione STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - Circolare n. 11/15 Legnago, 27.11.2015 VERSAMENTO SECONDO ACCONTO IRES IRPEF IRAP CONTRIBUTI

Dettagli

Commissione di Studio della Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze Centro Studi

Commissione di Studio della Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze Centro Studi Cessione, conferimento e scissione dello Studio Professionale: valutazione, aspetti fiscali e contabili Commissione di Studio della Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze

Dettagli

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86)

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) 1 L imposta di registro appartiene alla famiglia delle imposte indirette. DEFINIZIONE: le

Dettagli

1. PREMESSA 13 2. IL FONDO PATRIMONIALE 13 3. IL TRUST 14 4. IL NEGOZIO DI INTESTAZIONE FIDUCIARIA 16 5. LE SOCIETÀ HOLDING 17

1. PREMESSA 13 2. IL FONDO PATRIMONIALE 13 3. IL TRUST 14 4. IL NEGOZIO DI INTESTAZIONE FIDUCIARIA 16 5. LE SOCIETÀ HOLDING 17 ANALISI CAPITOLO 1 BREVE INTRODUZIONE SUGLI ISTITUTI DEL FONDO PATRIMONIALE, DEL TRUST, DELL INTESTAZIONE FIDUCIARIA E SULLE SOCIETÀ HOLDING di Gianluca Cristofori e Maurizio Marullo 1. PREMESSA 13 2.

Dettagli

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA 1.1 Principali novità fiscali della Legge di Stabilità 2014 CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA 2.1 Novità in materia di deduzioni 2.2.1 Presupposto soggettivo 2.2.2 Misura dell agevolazione

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE GENERALE

INDICE SOMMARIO PARTE GENERALE PARTE GENERALE 1. Disposizioni fondamentali................................... 3 1.1. Costituzione della Repubblica Italiana.................... 3 1.2. Trattato sul funzionamento dell Unione europea (Artt.

Dettagli

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale Università degli Studi di Brescia con il patrocinio di Gruppo Generali S.p.A. Corso di perfezionamento in Governance del patrimonio e passaggio generazionale Programma 12 incontri da 8 ore ciascuno (4

Dettagli

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE a cura di Diego Cigna Direzione Regionale dell Emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle Imprese e Finanziaria LA RIVALUTAZIONE DEGLI

Dettagli

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B LEGA PRO LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 1. Introduzione... 11 2. L Iva Principali fonti normative... 11 3. Campo di applicazione... 12 3.1 Presupposto oggettivo Cessioni di beni... 13 3.2

Dettagli

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir -

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - 1 IRPEF IRPEF: redditi da lavoro autonomo L IRPEF è un imposta personale

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Redditi di lavoro dipendente Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo è il contratto mediante il quale l impresa fornitrice pone uno o più lavoratori,

Dettagli

Università degli Studi di Roma La Sapienza. Facoltà di GIURISPRUDENZA DIRITTO TRIBUTARIO E CONSULENZA D IMPRESA. a.a. 2015-2016

Università degli Studi di Roma La Sapienza. Facoltà di GIURISPRUDENZA DIRITTO TRIBUTARIO E CONSULENZA D IMPRESA. a.a. 2015-2016 Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di GIURISPRUDENZA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN DIRITTO TRIBUTARIO E CONSULENZA D IMPRESA a.a. 2015-2016 Direttore Prof. Pietro Boria Calendario didattico

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA CHECK LIST PER DETERMINARE L IMPONIBILE IRES E IRAP

INDICE PARTE PRIMA CHECK LIST PER DETERMINARE L IMPONIBILE IRES E IRAP INDICE PARTE PRIMA CHECK LIST PER DETERMINARE L IMPONIBILE IRES E IRAP 1. PRINCIPI GENERALI 1.1 Determinazione del reddito imponibile... 3 1.2 Nozione fiscale di ricavo e criteri di imputazione... 8 1.3.

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Contabilità e bilancio di Paolo Montinari IMPORTANTE PDF Il volume è disponibile anche in versione pdf Le istruzioni per scaricare il file sono a pag. 493 N.B.: Nelle versioni elettroniche del volume tutti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Amedeo Avogadro

UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Amedeo Avogadro UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Amedeo Avogadro Facoltà di ECONOMIA E COMMERCIO Tesi di laurea Relatore: Prof.ssa Maura Campra Correlatore: Dott. Braja Eugenio Mario Candidato: D Antuono

Dettagli

PROGRAMMA CORSO PRATICANTI DURATA DEL CORSO: 90 ORE

PROGRAMMA CORSO PRATICANTI DURATA DEL CORSO: 90 ORE PROGRAMMA CORSO PRATICANTI DURATA DEL CORSO: 90 ORE Modulo 1 Il rapporto di lavoro - Norme e fonti che regolano il rapporto di lavoro - I rapporti di lavoro autonomo, parasubordinato e subordinato - Lo

Dettagli

CIRCOLARE N.39/E. Roma, 19 ottobre 2005. Roma, 15 aprile 2008

CIRCOLARE N.39/E. Roma, 19 ottobre 2005. Roma, 15 aprile 2008 Roma, 19 ottobre 2005 CIRCOLARE N.39/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 15 aprile 2008 OGGETTO: Estromissione degli immobili strumentali dall impresa individuale articolo 1, comma 37, della

Dettagli

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE 1. IMPOSTA IPOTECARIA IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE Vi sono soggette le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione ed annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Per quanto riguarda

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE D AZIENDA

CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE D AZIENDA INDICE CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE D AZIENDA di Fabio Giommoni 1. Lineamenti caratteristici della cessione d azienda...pag. 21 1.1 La nozione di azienda...pag. 21 1.1.1 La teoria unitaria...pag. 21 1.1.2

Dettagli

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite LEZIONE 7 La costituzione delle imprese individuali pag. 30 Comunicazione unica d impresa LEZ. 7 pag. 30 Questo testo sostituisce la parte

Dettagli

LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE

LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE OGGETTO: Circolare 5.2016 Seregno, 4 marzo 2016 LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE La legge di Stabilità

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU)

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU) I TRIBUTI I cittadini sono tenuti a concorrere alla spese pubblica in ragione della loro capacità contributiva, come recita l articolo 53 della Costituzione Italiana. I tributi che gravano sui cittadini

Dettagli

PRIMO ANNO 2014 2015

PRIMO ANNO 2014 2015 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI BERGAMO V CORSO BIENNALE DI FORMAZIONE PER LA PREPARAZIONE ALLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA DI

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE GLI AUTORI

SOMMARIO PRESENTAZIONE GLI AUTORI PRESENTAZIONE SOMMARIO GLI AUTORI Capitolo 1 - IL TFR DEFINIZIONE DI TFR Indennità di anzianità Trattamento di Fine Rapporto BENEFICIARI ANTICIPAZIONI 1. Limiti numerici al numero dei richiedenti 2. Limitazioni

Dettagli

CONFERIMENTO D AZIENDA

CONFERIMENTO D AZIENDA CONFERIMENTO D AZIENDA Relatore - Dott. Giulio Salvi Università degli Studi di Bergamo 22 Febbraio 2008 1 Studio Legale Tributario in association with Definizione Il conferimento d azienda è un operazione

Dettagli

INTRODUZIONE CAPITOLO I UN ISTITUTO CHE VIENE DA LONTANO: DAL REVERSE MORTGAGE

INTRODUZIONE CAPITOLO I UN ISTITUTO CHE VIENE DA LONTANO: DAL REVERSE MORTGAGE SOMMARIO VII INTRODUZIONE 1. Il prestito vitalizio ipotecario: definizione... 1 2. Il contesto sociale ed economico... 5 3. Le aspettative e le finalità della novella del 2015... 10 4. I possibili impieghi

Dettagli

Rivalutazione beni d impresa

Rivalutazione beni d impresa Legge di stabilità 2014 art. 1, commi 140-146 2 PUÒ ESSERE ANCHE SOLO CIVILISTICA? Ossia il maggior valore può essere iscritto in bilancio senza assolvere l imposta sostitutiva, e quindi senza rilevare

Dettagli

ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE

ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE SCHEDA MONOGRAFICA TMG ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE Data aggiornamento scheda 18 gennaio 2016 Redattore Davide David

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA SOMMARIO Capitolo I L INTESTAZIONE FIDUCIARIA 1. Premessa... 3 2. Il negozio fiduciario... 4 3. L intestazione fiduciaria di beni a favore di società fiduciarie: il mandato fiduciario... 10 4. Le società

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

Oggetto. Contenuto. Circolare Numero 10/2014. C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5

Oggetto. Contenuto. Circolare Numero 10/2014. C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 10/2014 Oggetto LEGGE STABILITÀ 2014 NOVITÀ IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA Contenuto La Legge di stabilità 2014, ovvero la

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione di A. Celeste e A. Scarpa... Parte Prima CONTABILITÀ CAPITOLO PRIMO IL PASSAGGIO DELLE CONSEGNE

INDICE SOMMARIO. Presentazione di A. Celeste e A. Scarpa... Parte Prima CONTABILITÀ CAPITOLO PRIMO IL PASSAGGIO DELLE CONSEGNE INDICE SOMMARIO Presentazione di A. Celeste e A. Scarpa............................. XIII Parte Prima CONTABILITÀ CAPITOLO PRIMO IL PASSAGGIO DELLE CONSEGNE 1. La cessazione del rapporto tra condominio

Dettagli

ESPERTO DI AMMINISTRAZIONE

ESPERTO DI AMMINISTRAZIONE ESPERTO DI AMMINISTRAZIONE Obiettivi Il progetto promuove un intervento formativo, finalizzato alla formazione e all aggiornamento di giovani diplomati, interessati a svolgere attività nel settore amministrativo

Dettagli

MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali

MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali MODULO C Il sistema informativo e le contabilità aziendali U.D. 2 Il sistema delle rilevazioni aziendali Paragrafo 7 Gli obblighi contabili delle imprese pag. 204 Paragrafo 7.2 Il regime dei contribuenti

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

La certificazione unica CUD

La certificazione unica CUD La certificazione unica CUD Il datore di lavoro sostituto d'imposta dei propri dipendenti: il CUD Entro il 28 febbraio di ogni anno (fino al 2007 il termine era il 15 marzo) il sostituto deve rilasciare

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

4 CHIACCHIERE ASPETTI FISCALI DELL IMPRESA DI FAMIGLIA NEL PASSAGGIO GENERAZIONALE BARDOLINO, 4 MARZO 2015

4 CHIACCHIERE ASPETTI FISCALI DELL IMPRESA DI FAMIGLIA NEL PASSAGGIO GENERAZIONALE BARDOLINO, 4 MARZO 2015 4 CHIACCHIERE ASPETTI FISCALI DELL IMPRESA DI FAMIGLIA NEL PASSAGGIO GENERAZIONALE BARDOLINO, 4 MARZO 2015 RELATORE GIOVANNI POZZANI dottore commercialista e revisore legale COSA SI INTENDE PER PASSAGGIO

Dettagli

SOMMARIO 1. ENTI NON LUCRATIVI NEL CODICE CIVILE

SOMMARIO 1. ENTI NON LUCRATIVI NEL CODICE CIVILE SOMMARIO 1. ENTI NON LUCRATIVI NEL CODICE CIVILE INTRODUZIONE... 3 FONDAZIONI E ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE... 4 Costituzione di associazioni riconosciute e fondazioni... 4 Riconoscimento della personalità

Dettagli

RISOLUZIONE N. 236/E

RISOLUZIONE N. 236/E RISOLUZIONE N. 236/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 25 agosto 2009 Oggetto: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 - Mancato rinnovo dell opzione per il consolidato

Dettagli

INDICE. Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI

INDICE. Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI INDICE Sezione Prima ASPETTI CIVILISTICI Definizione di TFR... pag. 10 Fonti normative...» 10 Soggetti beneficiari... pag. 12 Decesso del dipendente...» 12 Cessione e pignoramento del TFR...» 13 Calcolo

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ANNO 2014/2015 1/8 A R E A D I R I T T O T R I B U T A R I O 1a parte (Ore 52,5) Il sistema tributario italiano

Dettagli

CAPITOLO 2 I LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE NEL BILANCIO 2007 di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle

CAPITOLO 2 I LAVORI IN CORSO SU ORDINAZIONE NEL BILANCIO 2007 di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle ANALISI PARTE PRIMA Novità CAPITOLO 1 LA CONTABILIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI SECONDO I PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. IL

Dettagli

ULTIMI INTERVENTI DI PRASSI IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA

ULTIMI INTERVENTI DI PRASSI IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA ULTIMI INTERVENTI DI PRASSI IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA Prof. ssa Loredana CARPENTIERI Diretta 17 maggio 2010 CIRCOLARE N. 46/E DEL 3 NOVEMBRE 2009 Adempimenti dichiarativi per costi da operazioni con

Dettagli

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22 1. LA FIGURA DEL TRIBUTARISTA 1.1. La figura del Tributarista Pag. 9 1.1.1. Premessa Pag. 9 1.1.2. Le principali caratteristiche, obblighi ed attività del tributarista in sintesi Pag. 10 2. LA LEGGE N.

Dettagli

RIVALUTAZIONE QUOTE SOCIALI. Noventa di Piave - 23 febbraio 2012 Dott. Giorgio Zerio

RIVALUTAZIONE QUOTE SOCIALI. Noventa di Piave - 23 febbraio 2012 Dott. Giorgio Zerio RIVALUTAZIONE QUOTE SOCIALI Noventa di Piave - 23 febbraio 2012 Dott. Giorgio Zerio Normativa Art.7 co. 2 del DL 13.5.2011 n. 70, convertito nella L.12.7.2011 n. 106: Termine per la rivalutazione delle

Dettagli

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V

Indice. Premessa. 4. Metodo misto patrimoniale-reddituale 4.1 Il metodo misto nella pratica professionale 4.2 Il metodo UEC. Cesi Professionale V Premessa XV Parte prima - La due diligence 1. L attività di due diligence e le rettifiche ai bilanci 1.1 La due diligence 1.1.1 La due diligence legale 1.1.2 La due diligence fiscale 1.1.3 La due diligence

Dettagli

Università La Sapienza di Roma

Università La Sapienza di Roma Università La Sapienza di Roma Imposta di Registro Diritto Tributario Prof.ssa Rossella Miceli A cura di: Avv. Marco Rippa Imposta di registro I PARTE 1 Inquadramento normativo II PARTE 2 Soggetti passivi

Dettagli

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze.

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO Fisco semplice per i piccoli imprenditori Addio libri contabili, Iva e Irap. Per le piccole imprese solo un forfait. Un milione di imprenditori minimi e marginali,

Dettagli

INDICE. Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI DELLE HOLDING

INDICE. Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI DELLE HOLDING INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO ASPETTI GENERALI DELLE HOLDING 1. La scelta del tipo di società... pag. 13 1.1 Introduzione... pag. 13 1.2 Il problema della commercialità... pag. 13 1.3 L utilizzo

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

Master in Contabilità e buste paga:

Master in Contabilità e buste paga: Master in Contabilità e buste paga: MODULO CONTABILITA Nozioni generali Introduzione alla contabilità I regimi contabili Diverse tipologie di azienda Modalità e operazioni preliminari per la costituzione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... V Introduzione... 1 PARTE PRIMA ASPETTI GIURIDICI CAPITOLO 1 LE ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE

INDICE SOMMARIO. Presentazione... V Introduzione... 1 PARTE PRIMA ASPETTI GIURIDICI CAPITOLO 1 LE ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE Presentazione...................................... V Introduzione...................................... 1 PARTE PRIMA ASPETTI GIURIDICI CAPITOLO 1 LE ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE 1.1. Nozioni generali................................

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE 1 Entro 30 gg. dalla Comunicare all Agenzia delle Entrate la dichiarazione di fallimento sentenza di con modello di variazione dati (art. 35 Dpr 633/72). fallimento

Dettagli

IL LAVORO SUBORDINATO

IL LAVORO SUBORDINATO Sommario SOMMARIO Presentazione... XI Introduzione... XV Nota sugli autori... XIX Parte Prima IL LAVORO SUBORDINATO Titolo I Gli aspetti dinamici Capitolo 1 - La continuazione dell attività aziendale 1.

Dettagli

OPERAZIONI SOCIETARIE STRAORDINARIE (paragrafo 4.2 delle istruzioni 770 Semplificato 2015 dell Agenzia delle Entrate)

OPERAZIONI SOCIETARIE STRAORDINARIE (paragrafo 4.2 delle istruzioni 770 Semplificato 2015 dell Agenzia delle Entrate) OPERAZIONI SOCIETARIE STRAORDINARIE (paragrafo 4.2 delle istruzioni 770 Semplificato 2015 dell Agenzia delle Entrate) 770/2015 Sono previste particolari modalità di compilazione del modello 770 Semplificato,

Dettagli

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2013 dell Ufficio

Dettagli

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale È stato approvato con provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2014 Prot.5131-2014

Dettagli

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari Manuale di Contabilità Aziendale di Paolo Montinari Indice sistematico Capitolo 1 -La contabilità e il metodo della partita doppia 1.1 La funzione della contabilità... 15 1.2 Il metodo della partita doppia

Dettagli

ESTROMISSIONE DELL IMMOBILE STRUMENTALE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE

ESTROMISSIONE DELL IMMOBILE STRUMENTALE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE COMMISSIONE DIRITTO TRIBUTARIO NAZIONALE ESTROMISSIONE DELL IMMOBILE STRUMENTALE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE Argomenti Autore Pagine 1. Soggetti interessati all agevolazione Angelo Buganè 2 1.1 Premessa

Dettagli

TUTELA E TRASMISSIONE DEI PATRIMONI

TUTELA E TRASMISSIONE DEI PATRIMONI Master di specializzazione TUTELA E TRASMISSIONE DEI PATRIMONI La tutela dei patrimoni familiari e la corretta gestione del passaggio generazionale rappresentano oggi una assoluta priorità per garantire

Dettagli