Terapia sostitutiva extrarenale continua ( CRRT ): metodiche

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Terapia sostitutiva extrarenale continua ( CRRT ): metodiche"

Transcript

1 Terapia sostitutiva extrarenale continua ( CRRT ): metodiche V. Molene I Servizio di Anestesia e Rianimazione Ospedale Niguarda Cà Granda Milano

2 Principi generali e modalità di rimozione dei soluti

3 Circuito per metodiche depurative Sacca dialisi anticoagulante P P P Sacca di reinfusione P P Emofiltro P Ultrafiltrato

4 Ultrafiltrazione L acqua plasmatica,, contenente i soluti, viene estratta dal sangue attraverso una membrana semipermeabile per mezzo di un gradiente di pressione

5 Emofiltrazione L acqua plasmatica,, contenente i soluti, viene estratta dal sangue attraverso una membrana semipermeabile e contemporaneamente viene immessa una soluzione di reinfusione nel circuito ematico

6 Processo di DIFFUSIONE Il trasporto di soluti attraverso una membrana semipermeabile è generato da un gradiente di concentrazione del soluto. Le molecole si spostano dal compartimento a più alta concentrazione verso quello a più bassa concentrazione.

7 Processo di diffusione

8 Fattori che influenzano il processo di clearance diffusiva Sacca dialisi Flusso dializzatore Flusso ematico Gradiente di concentrazione Caratteristiche della membrana Dialisato

9 Caratteristiche della membrana Flusso Permeabilità Efficenza

10 Flusso Indica la capacità di trasferimento dell acqua attraverso la membrana. E rappresentato dal Coeff. di Ultrafiltrazione: Kuf = Qf / TMP ml/h x mmhg x m 2 Kuf < 10 low flux Kuf > 20 high flux

11 Permeabilità E la misura della clearance delle molecole di medio peso molecolare. Viene misurata utilizzando β 2 microglobulina con PM di D. Clearance < 10 ml/min min = bassa permeabilità > 20 ml/min min = alta permeabilità

12 Efficienza Rappresenta la capacità massima di clearance dell urea per una specifica membrana. K o A ( coefficiente di trasferimento di massa per superfice ) K o A < 500 ml/min membrane a bassa efficienza K o A > 600 ml/min membrane ad alta efficienza

13 Flusso ematico e dialisato 300 K o A = Urea Clearance ml/min Qd 800 ml/min Qd 500 ml/min Qd 300 ml/min Qb ml/min

14 Calcolo della clearance diffusiva dell urea Qd in 500 ml/ min Qb in 250 ml/min Cb in Qd out 500 ml/min; UF = 0 90 mg/dl Cb out 18 mg/dl Cd out 36 mg/dl Cd in 0 mg

15 Calcolo della clearance diffusiva per l ureal Formula : K urea = Qd out x ( Cd out / Cb in) K urea = 500 x (36 / 90 ) = 200 ml/min min

16 Calcolo della clearance diffusiva per l ureal Con le metodiche continue il flusso ematico è di ml/min min e quello di dialisato è di ml/min min. In queste circostanze si può assumere che il rapporto Cd out / Cb in ~ 1 quindi: K urea = Qd

17 Processo CONVETTIVO E caratterizzato dal trasporto contemporaneo di soluti e solvente attraverso una membrana semipermeabile in funzione di un gradiente di pressione transmembrana

18 Processo convettivo Ultrafiltrate

19 Fattori che influenzano il processo di clearance convettiva Prediluizione Coefficiente di Sieving Flusso ematico Ematocrito Conc. Proteine P T M Volume Ultrafiltrato Postdiluizione Frazione di Filtrazione

20 Qb Pressione transmembrana PTM mmhg Pb Puf P onc Quf PTM = ( Pb + Puf ) P onc quazione di Hagen-Poiseuille Pb = 8L µ Qb N π r 4

21 Volume ultrafiltrato Quf = Kuf x TMP E quindi direttamente proporzionale al coefficiente di ultrafiltrazione o permeabilità idraulica ed alla pressione transmembrana Con membrane high-flux e pompa sangue ml/min min si ottengono volumi di Uf di ml/min min

22 Coefficiente di SIEVING ( S ) Il coefficiente S di un soluto corrisponde al rapporto fra la concentrazione del soluto stesso nell ultrafiltrato ( Uf ) e quella nell acqua plasmatica S= Uf/a+v a+v/2 = 2 Uf/a+v Il suo valore teorico è compreso fra 0 e 1

23 Coefficiente di SIEVING Ca ++ Ca Na + Cl - HCO - 2 K + Mg + 0,99 1,05 1,12 0,99 0,90 0,64 1, PO - 2 Creat 1.02 Bil 0,03 Alb 0,01 UREA 1,05

24 Ematocrito e Proteine plasmatiche Dall equazione di Hagen- Poiseuille ricaviamo: Qb = Pb µ R Qb è inversamente proporzionale alla viscosità µ ed Htc e Proteine ne sono i più importanti determinanti. Un elevato ematocrito ( 50%) ed una elevata concentrazione di proteine possono ridurre in maniera significativa il Qb favorendo la formazione di coaguli

25 Ematocrito e Proteine plasmatiche Dalle proteine plasmatiche dipendono anche la pressione oncotica ( che può raggiungere i 50 mmhg ) e si oppone al processo di ultrafiltrazione e la formazione di un film proteico sulle pareti interne dei microtubuli.

26 Frazione di filtrazione Rappresenta la percentuale di acqua plasmatica ( Qpw ) filtrata in un determinato intervallo di tempo. L acqua L plasmatica è proporzionale al flusso ematico ( Qb ) e dipendente dall ematocrito ematocrito. Qpw= Qb x (1-Htc/100) x 0,94 ( post diluizione) FF = Quf/Qpw Qpw

27 Frazione di Filtrazione Valore massimo consigliato da non superare 25% in postdiluizione.

28 Frazione di Filtrazione Postdiluizione, blancio pari Qr Qp Quota non filtrabile 45 FF= 45/180=0,25

29 Frazione di Filtrazione Qr Prediluizione,, bilancio pari Qp Quota non filtrabile 45 FF=0

30 Frazione di Filtrazione Qrp Pre-postdiluizione postdiluizione, bilancio pari Qp Quota non filtrabile 90 FF= Uf - Qrp = =0,25 Qpw

31 Pre-diluizione e Post-diluizione Vantaggi Svantaggi Indicazioni re- iluizione ost- iluizione formazione di coaguli Migliore clearance > % Volumi di UF più alti per compensare clearance Più elevata incidenza di formazione coaguli Htc > 40 % No anticoagulante Coagulopatia HVHF no indicazioni specifiche

32 Calcolo della clearance convettiva Cb in Htc 30% Prot.. 5,5 mg/dl Urea 90 mg/dl Na 140 meq/l C ultrafiltrato Htc 0 Prot.. 0 Urea 90 mg/dl Na 140 mg/dl Cb out Htc 35% Prot.. 7 mg/dl Urea 90 mg/dl Na 140 meq/l

33 Calcolo della clearance convettiva Con reinfusione in post diluizione K urea = Quf x S ( S = 1 per l l urea )

34 Calcolo della clearance convettiva Con reinfusione in pre diluizione K urea = Quf x [ Qpw / ( Qpw + Qr )] x S Qr = flusso di reinfusione Con reinfusione in pre-postdiluizione postdiluizione K urea = Quf x [ Qpw / ( Qpw + Qrp )] x S Qrp = flusso di reinfusione in prediluizione

35 Adsorbimento Si realizza un legame di natura fisico chimica fra soluto e parete della membrana. Tende ad essere soluto specifico ed auto limitato dalla saturazione dei legami.

36 Adsorbimento

37 CRRT, SLEDD EFFICACIA DELLA DOSE DIALITICA

38 Metodiche di sostituzione della funzione renale Terapie continue CRRT ( SCUF, CVVH, CVVHD, CVVHDF ed altre ancora ) Dialisi peritoneale continua Terapie ibride SLEDD Terapie intermittenti Emodialisi Dialisi peritoneale

39 SCUF Qb= ml/min min Qf = 5 8 ml/min min

40 CAVH CVVH Qb= ml/min min Qf = ml/min min

41 CAVHD CVVHD Qb = ml/min min Qf = ml/min min Qd = ml/min min High-flux

42 CAVHDF CVVHDF

43 CVVH in Postdiluizione anticoagulante Sacca di reinfusione Postdiluizion P P P CVVH P Ultrafiltrato Frazione di Filtrazione max 25%

44 Esempio di calcolo della Clearance dell urea in CVVH in postdiluizione Qb = 150 ml/min min FF = 25 % Htc = 30 % Qpw = Qb ( 1 Htc/100 ) x 0,94 = 98,7 ml/min min Qf = 25 % di Qpw = 24,67 ml/min min = 1480 ml/h Kurea = Qf x S = 24,67 Var. Htc = [( Htc/100 ) x Qb ] / Qpw x 100 = 45.59%

45 Esempio di calcolo della Clearance dell urea in CVVH in prediluizione b = 150 ml/min min Quf = 24,67 ml/min min 28,37 urea = Quf x [ Qpw/( Qpw + Qr )] x S = 21,18 24,35 a clearance in prediluizione è < 15%, per ottenere una learance equivalente bisogna aumentare la quota di F del 15%

46 CVVHDF in Postdiluizione Sacca dialisi anticoagulante P P P P CVVHDF Sacca di reinfusione P Postdiluizione P Ultrafiltrato Frazione di Filtrazione max 25%

47 Calcolo Kurea in CVVHDF in postdiluizione Qb = 150 ml/min min Htc = 30 % Qd = 25 ml/min min FF = 25 % Qpw = Qb ( 1 Htc/100 ) x 0,94 = 98,7 ml/min min Qf = 25 % di Qpw = 24,67 ml/min min = 1480 ml/h Kurea ( convezione ) = Qf x S = 24,67 Kurea ( diffusione ) = Qd = 25 Kurea tot = 49,67 ml/min min

48 Clearance/metodica/PM C l e a r a n c e m l / m i n CVVHDF 2l/h + 2l/h postdiluizione CVVH 2l/h post CVVH 2l/h pre β 2 microglobulina creatinina urea Vitamina B12 albumina Peso molecolare Dalton

49 SLEDD Slow Low Efficient Daily Dialysis E una metodica ibrida che sfrutta prevalentemente modalità di depurazione diffusiva con bassi Qb e Qd e con tempi di applicazione che variano dalle 6 alle 18 ore. Il dialisato viene preparato secondo le modalità in uso per le tecniche di ihd

50 SLEDD M.R. Marshall Nephrol Dial Transplant ( 2004 ) 19:

51 SLEDD La clearance delle piccole molecole è molto buona e i lavori pubblicati riportano una stabilità cardiocircolatoria paragonabile alle metodiche di CRRT. La cinetica dell urea non evidenzia problemi di disequilibrio durante e al termine del trattamento, probabilmente per la lenta rimozione dei soluti

52 SLEDD E necessario un minor utilizzo di anticoagulante ed i pazienti possono essere sottoposti più facilmente a procedure extrareparto e mobilizzati

53 Efficacia della dose dialitica URR Urea Reduction Ratio URR= C i C f / C i * 100 C i = concentrazione ematica iniziale di urea C f = concentrazione ematica finale di urea Valori di URR ritenuti adeguati: >= 65%

54 Efficacia della dose dialitica URR Urea Reduction Ratio URR= ( C i C f ) / C i * 100 Esempio: Ci = 90 mg/dl, Cf = 25 mg/dl (90 25)/90 * 100 = 72%

55 Efficacia della dose dialitica Kt/V è un parametro privo di unità di misura e derivato matematicamente da URR K = clearance del filtro t = durata del trattamento V = volume di distribuzione Valori ritenuti adeguati >= 1,2 / seduta

56 Efficacia della dose dialitica Formule per il calcolo di Kt/V Kt/V= 2,2 { 3,3 x [ R ( 0,03 UF/ W )]} R = Urea post / Urea pre UF = perdita di peso W = peso post trattamento

57 Efficacia della dose dialitica Formule per il calcolo di Kt/V Kt/V = (Clearance( del urea x tempo) / 1000 Volume di distribuzione dell urea Clearance dell urea = ml/ min Tempo = minuti Volume = 0,58 x Peso Kg pre-ricovero ricovero più la variazione dovuta al trattamento o all edema

58 Efficacia della dose dialitica Esempio: Donna di 73 Kg, CVVHDF, Qd 1 l / h, Qf 0,5 l / h Kurea = 1,5 l / h = 25 ml / min Tempo = 1440 min Volume = 0,58 x 73 ( 25 x 1440 ) / 1000 = 0,86 42,34

59 Tabella di calcolo (Keshaviah) Si calcola il rapporto Co/Ct e si ottiene direttamente il valore di Kt/V (Tab. 1). Co/Ct Kt/V

60 CONCLUSIONI

61 A favore della CRRT 1. Tolleranza emodinamica 2. Buon controllo del bilancio idrico 3. Faclle gestione del supporto nutrizionale 4. Rimozione equilibrata dei soluti 5. Buon controllo dell equilibrio acido-base 6. Ottima tolleranza nell ipertensione endocranica 7. Basso rischio di contaminazione batterica 8. Controllo della temperatura 9. Rimozione mediomolecole ( mediatori sepsi? ) 10. Facilmente acquisibile da personale delle T.I.

62 Critiche alla CRRT 1. Non dimostrata > sopravvivenza 2. Non dimostrato > recupero funz.. renale 3. Minor mobilizzazione del paz allettato 4. Maggior rischio di sanguinamento 5. Maggior costo

63 Potenziali complicanze Tecniche 1) Malfunzionamento accesso vascolare 2) Coaguli nel circuito 3) Esplosione del circuito 4) Ostruzione del catetere 5) Insufficiente flusso ematico 6) Disconnessione linea 7) Emboli d aria 8) Errore nel bilancio idrico 9) Perdita d efficienza Cliniche 1) Sanguinamento 2) Ematoma 3) Trombosi 4) Infezione e sepsi 5) Reazioni allergiche 6) Ipotermia 7) Perdita di nutrienti 8) Insufficiente purificazione 9) Ipotensione, aritmia

64 CRRT IHD

COME OTTIMIZZARE LA DEPURAZIONE CONVETTIVA IN EMODIAFILTRAZIONE ONLINE

COME OTTIMIZZARE LA DEPURAZIONE CONVETTIVA IN EMODIAFILTRAZIONE ONLINE COME OTTIMIZZARE LA DEPURAZIONE CONVETTIVA IN EMODIAFILTRAZIONE ONLINE Dr. Stefano Bini XXI Corso Nazionale ANTE Riccione, 9 Aprile 2013 Domus del chirurgo (Epoca Rimini Imperiale) U.O. Nefrologia e Dialisi

Dettagli

ANTICOAGULAZIONE CON CITRATO IN CRRT: CVVHD

ANTICOAGULAZIONE CON CITRATO IN CRRT: CVVHD ANTICOAGULAZIONE CON CITRATO IN CRRT: CVVHD Dott.ssa Paola Inguaggiato SC Nefrologia e Dialisi ASO S.Croce e Carle Cuneo Casistica CRRT ASO S.Croce Carle - 110 pazienti/anno 1400 1200 giorni trattamento

Dettagli

L ANTICOAGULAZIONE CON EPARINA A BASSO PESO MOLECOLARE CPSI FERRERO ELISA OSPEDALE DI ASTI

L ANTICOAGULAZIONE CON EPARINA A BASSO PESO MOLECOLARE CPSI FERRERO ELISA OSPEDALE DI ASTI L ANTICOAGULAZIONE CON EPARINA A BASSO PESO MOLECOLARE CPSI FERRERO ELISA OSPEDALE DI ASTI A oggi non è ancora stato individuato un farmaco o un sistema ottimale per la prevenzione della trombosi del circuito

Dettagli

I Trattamenti dialitici e le variabili di efficienza dialitica. Francesco Padula

I Trattamenti dialitici e le variabili di efficienza dialitica. Francesco Padula I Trattamenti dialitici e le variabili di efficienza dialitica Francesco Padula INDICE: Meccanismo di Trasporto dei soluti Diffusivo e Convettivo Emodialisi Emodiafiltrazione Emofiltrazione Ko coefficiente

Dettagli

MIXED HDF: Ottimizzazione dell Emodiafiltrazione ON-LINE

MIXED HDF: Ottimizzazione dell Emodiafiltrazione ON-LINE MIXED HDF: Ottimizzazione dell Emodiafiltrazione ON-LINE Roberto Stocco Fresenius Medical Care Italia S.p.A. L emodiafiltrazione, effettuata con diverse tecniche e differenti modalitå, Ç la metodica dialitica

Dettagli

CRRT TERAPIA SOSTITUTIVA RENALE CONTINUA. Dott.ssa M.L.RADICE OSPEDALE EVANGELICO INTERNAZIONALE

CRRT TERAPIA SOSTITUTIVA RENALE CONTINUA. Dott.ssa M.L.RADICE OSPEDALE EVANGELICO INTERNAZIONALE CRRT TERAPIA SOSTITUTIVA RENALE CONTINUA OSPEDALE EVANGELICO INTERNAZIONALE Dott.ssa M.L.RADICE CONCETTI DI BASE CRRT PRINCIPI GENERALI DIFFUSIONE: Il trasporto avviene PASSIVAMENTE attraverso una membrana

Dettagli

Le pressioni nella circolazione extracorporea in emodialisi

Le pressioni nella circolazione extracorporea in emodialisi Le pressioni nella circolazione extracorporea in emodialisi Francesco Ragusa (Milano) Tecnico di Emodialisi Qualificato Esperto iscritto col n 5 nel Registro Nazionale dei Tecnici di Emodialisi Qualificati

Dettagli

Il problema della quantificazione della dose dialitica in CRRT.

Il problema della quantificazione della dose dialitica in CRRT. Il problema della quantificazione della dose dialitica in CRRT. Francesco Casino (Matera) Roma, 20-5-2011 La dose dialitica nei pazienti critici Nei pazienti con Insufficienza Renale Acuta (IRA o AKI)

Dettagli

Il modello di gestione in un grande ospedale: l'esperienza delle Molinette

Il modello di gestione in un grande ospedale: l'esperienza delle Molinette Il modello di gestione in un grande ospedale: l'esperienza delle Molinette S. Forlenza SC di Nefrologia, Dialisi e U. Trapianto ASO S.Giovanni Battista Torino UTI collegate alla SC di NDT. 84 letti UTI

Dettagli

EMODIAFILTRAZIONE ON-LINE Dati clinici dei pazienti in trattamento con HDF on-line

EMODIAFILTRAZIONE ON-LINE Dati clinici dei pazienti in trattamento con HDF on-line EMODIAFILTRAZIONE ON-LINE Dati clinici dei pazienti in trattamento con HDF on-line Fabio Malberti, Enrico Imbasciati Ospedale Maggiore, Lodi Fresenius Medical Care On-line Club P. 2 Emodiafiltrazione On-line!

Dettagli

Terapie sostitutive renali

Terapie sostitutive renali Evoluzione e storia Terapie sostitutive renali Dialisi peritoneale Emodialisi intermittente Terapia sostitutiva renale continua (CRRT) Dialisi Peritoneale Fine 800: Modificazioni volumetriche con soluzioni

Dettagli

Il bilancio termico in emodialisi ed emodiafiltrazione on-line nei pazienti con instabilità cardiovascolare. Interim analysis

Il bilancio termico in emodialisi ed emodiafiltrazione on-line nei pazienti con instabilità cardiovascolare. Interim analysis Il bilancio termico in emodialisi ed emodiafiltrazione on-line nei pazienti con instabilità cardiovascolare Interim analysis Giornale Italiano di Nefrologia / Anno 23 n. 1, 2006 / pp. 29-36 REFRESH / Rassegna

Dettagli

Problemi noti nelle terapie di depurazione continua e soluzioni innovative: Anticoagulazione con Citrato e Membrane ad Alta Permeabilità

Problemi noti nelle terapie di depurazione continua e soluzioni innovative: Anticoagulazione con Citrato e Membrane ad Alta Permeabilità Problemi noti nelle terapie di depurazione continua e soluzioni innovative: Anticoagulazione con Citrato e Membrane ad Alta Permeabilità Tomei Valeria Bologna, 19 Maggio 2016 Indice Citrato + CRRT Citrato

Dettagli

1. L INSUFFICIENZA RENALE CRONICA (IRC)

1. L INSUFFICIENZA RENALE CRONICA (IRC) 1. L INSUFFICIENZA RENALE CRONICA (IRC) L insufficienza renale cronica (IRC) è caratterizzata dalla perdita progressiva ed irreversibile della funzione renale in conseguenza della riduzione di tessuto

Dettagli

QUANTIFICAZIONE DELLA DOSE DIALITICA IN CRRT: EKR. Francesco G. Casino. Nefrologia e Dialisi - MATERA

QUANTIFICAZIONE DELLA DOSE DIALITICA IN CRRT: EKR. Francesco G. Casino. Nefrologia e Dialisi - MATERA QUANTIFICAZIONE DELLA DOSE DIALITICA IN CRRT: EKR Francesco G. Casino Nefrologia e Dialisi - MATERA Introduzione Come mostrato anche dal recente VA/NIH Trial, in letteratura sono utilizzati due differenti

Dettagli

Multifiltrate e MultiFiltratePRO efficienza, efficacia e semplicità a servizio delle CRRT

Multifiltrate e MultiFiltratePRO efficienza, efficacia e semplicità a servizio delle CRRT Multifiltrate e MultiFiltratePRO efficienza, efficacia e semplicità a servizio delle CRRT Francesco Crea Product & Sales Specialist ECCT Exposanità Sala Chopin Pad. 25 corsia C Caratteristiche dei trattamenti

Dettagli

PARTE PRIMA: ELEMENTI DI BASE

PARTE PRIMA: ELEMENTI DI BASE Indice Autori Prefazione XI XIII PARTE PRIMA: ELEMENTI DI BASE Capitolo 1 Cenni di anatomia e fisiologia dell apparato urinario 3 Anatomia macroscopica 3 Anatomia microscopica 6 Fisiologia 8 Capitolo 2

Dettagli

TECNICHE DIALITICHE CONTINUE: APPLICAZIONE CLINICA. Dr. G. SOMMA UOC NEFROLOGIA E DIALISI P.O. SAN LEONARDO

TECNICHE DIALITICHE CONTINUE: APPLICAZIONE CLINICA. Dr. G. SOMMA UOC NEFROLOGIA E DIALISI P.O. SAN LEONARDO TECNICHE DIALITICHE CONTINUE: APPLICAZIONE CLINICA Dr. G. SOMMA UOC NEFROLOGIA E DIALISI P.O. SAN LEONARDO TERAPIA SOSTITUTIVA DIALISI DIALISI PERITONEALE EMODIALISI EXTRACORPOREA IRRT CRRT Intermittent

Dettagli

Principi Fisico-Chimici dell EMODIALISI

Principi Fisico-Chimici dell EMODIALISI Capitolo 3 Principi Fisico-Chimici dell EMODIALISI Lo scopo dell emodialisi periodica è la sostituzione delle funzioni di escrezione e di regolazione idroelettrolitica dei reni con notevoli problemi di

Dettagli

Priming Avvio Mantenimento - Stop

Priming Avvio Mantenimento - Stop TERAPIA SOSTITUTIVA RENALE CONTINUA Priming Avvio Mantenimento - Stop N. Lanfranconi Terapia Intensiva OEI Genova Premessa Le tecniche di CRRT prevedono l utilizzo di circuiti ematici extracorporei e sotto

Dettagli

TERAPIA SOSTITUTIVA TERAPIA SOSTITUTIVA. Prof. Alessandra Perna. Seconda Università di Napoli EMODIALISI DIALISI PERITONEALE TRAPIANTO

TERAPIA SOSTITUTIVA TERAPIA SOSTITUTIVA. Prof. Alessandra Perna. Seconda Università di Napoli EMODIALISI DIALISI PERITONEALE TRAPIANTO TERAPIA SOSTITUTIVA Prof. Alessandra Perna Seconda Università di Napoli TERAPIA SOSTITUTIVA EMODIALISI DIALISI PERITONEALE TRAPIANTO scaricato da www.sunhope.it 1 INDICAZIONI OLTRE ALLA PRESENZA DI IRC

Dettagli

Il rene regola l escrezione dei diversi soluti indipendentemente l uno dall altro, controllandone la velocità di riassorbimento.

Il rene regola l escrezione dei diversi soluti indipendentemente l uno dall altro, controllandone la velocità di riassorbimento. Il rene regola l escrezione dei diversi soluti indipendentemente l uno dall altro, controllandone la velocità di riassorbimento. Lungo i tubuli renali viene riassorbita la maggior parte dei soluti e il

Dettagli

ULTRAFILTRAZIONE MEDIANTE ACCESSO PERIFERICO: RUOLO CENTRALE DELLA GESTIONE INFERMIERISTICA

ULTRAFILTRAZIONE MEDIANTE ACCESSO PERIFERICO: RUOLO CENTRALE DELLA GESTIONE INFERMIERISTICA ULTRAFILTRAZIONE MEDIANTE ACCESSO PERIFERICO: RUOLO CENTRALE DELLA GESTIONE INFERMIERISTICA A.O. Carlo Poma - Mantova Dip. Cardio Toraco Vascolare S.C. Cardiologia-Utic Pieve di Coriano Resp. Dr Maria

Dettagli

Assistenza infermieristica alla persona in condizioni di criticità vitale. Shpetim Daca Coordinatore Infermieristico Terapia Intensiva

Assistenza infermieristica alla persona in condizioni di criticità vitale. Shpetim Daca Coordinatore Infermieristico Terapia Intensiva Assistenza infermieristica alla persona in condizioni di criticità vitale 01/12/2014 1 Insufficienza renale acuta consiste nell improvviso arresto o diminuzione della funzione renale In tale condizione

Dettagli

Quantificazione della dose dialitica: Kt/V

Quantificazione della dose dialitica: Kt/V Quantificazione della dose dialitica: Kt/V Gianmario Bosticardo gmbostic@alice.it reparto.dialisi@aslbi.piemonte.it Nefrologia e Dialisi ASL BI Biella IL DANNO RENALE ACUTO: ATTUALITA E PROSPETTIVE Spazio

Dettagli

IL SUGAMMADEX. F. Turchet, P. Grassi, U. Lucangelo, G. Berlot

IL SUGAMMADEX. F. Turchet, P. Grassi, U. Lucangelo, G. Berlot IL SUGAMMADEX F. Turchet, P. Grassi, U. Lucangelo, G. Berlot Scuola di Specializzazione in Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva Azienda Ospedaliero-Universitaria, Ospedale di Cattinara Università

Dettagli

Helixone. FX-class I dializzatori High-Flux per il futuro

Helixone. FX-class I dializzatori High-Flux per il futuro Helixone FX-class I dializzatori High-Flux per il futuro FX-class Il concetto delle alte prestazioni 2 Il miglioramento delle prestazioni della nuova serie di dializzatori FX-class è stato ottenuto grazie

Dettagli

LOTTO N 2: EMOFILTRAZIONE CON REINFUSIONE ENDOGENA E CON PRE-POST DILUIZIONE

LOTTO N 2: EMOFILTRAZIONE CON REINFUSIONE ENDOGENA E CON PRE-POST DILUIZIONE LOTTO N 2: EMOFILTRAZIONE CON REINFUSIONE ENDOGENA E CON PRE-POST DILUIZIONE RIF. DESCRIZIONE QUANTITA' TOTALE OLBIA TEMPIO A B C D Trattamenti emodialitici convettivi/adsorbenti/diffusivi con membrane

Dettagli

ANTICOAGULAZIONE CON CITRATO E BILANCIO DEL CALCIO

ANTICOAGULAZIONE CON CITRATO E BILANCIO DEL CALCIO ANTICOAGULAZIONE CON CITRATO E BILANCIO DEL CALCIO Do#. Michele Messa Azienda Ospedaliero Universitaria VR Mass transfer del calcio durante emodialisi standard Perdita conveava + Perdita diffusiva Volume

Dettagli

Processi di formazione dell urina

Processi di formazione dell urina Processi di formazione dell urina Formazione dell urina Filtrazione glomerulare (urina primaria, ultrafiltrato). Riassorbimento (trasporto attivo). Secrezione. Escrezione = Filtrazione glomerulare - Riassorbimento

Dettagli

DIALISI PERITONEALE EMODIALISI TERAPIA SOSTITUTIVA NEL V STADIO LA DIALISI INDICAZIONI SEGNI E SINTOMI UREMICI DIALISI

DIALISI PERITONEALE EMODIALISI TERAPIA SOSTITUTIVA NEL V STADIO LA DIALISI INDICAZIONI SEGNI E SINTOMI UREMICI DIALISI LA DIALISI TERAPIA SOSTITUTIVA NEL V STADIO DIALISI PERITONEALE TRAPIANTO INDICAZIONI OLTRE ALLA PRESENZA DI IRC AL V STADIO PRESENZA DI SEGNI E SINTOMI UREMICI ANCHE QUANDO NON SI E AL V STADIO SEGNI

Dettagli

APPENDICE 1 alla APPENDICE AL MANUALE DI UTILIZZO DEL CITRATO

APPENDICE 1 alla APPENDICE AL MANUALE DI UTILIZZO DEL CITRATO APPENDICE 1 alla APPENDICE AL MANUALE DI UTILIZZO DEL CITRATO PER AQUARIUS CON MODULO CITRATO E SOFTWARE PLATINUM VERSIONE 6 ULTERIORI AVVERTENZE E AVVISI DI SICUREZZA AVVISO L'appendice 1 all'appendice

Dettagli

Continuous Renal Replacement Therapy. Paolo Montomoli Infermiere SOD Anestesia e T.I. Az. U.O.Careggi Firenze

Continuous Renal Replacement Therapy. Paolo Montomoli Infermiere SOD Anestesia e T.I. Az. U.O.Careggi Firenze Continuous Renal Replacement Therapy Paolo Montomoli Infermiere SOD Anestesia e T.I. Az. U.O.Careggi Firenze CRRT: principi fisici Ultrafiltrazione: movimento di acqua attraverso una membrana semipermeabile

Dettagli

Indicazioni in campo tossicologico e adeguamento posologico dei farmaci

Indicazioni in campo tossicologico e adeguamento posologico dei farmaci Indicazioni in campo tossicologico e adeguamento posologico dei farmaci Santo Morabito DAI Nefrologia e Urologia, UOS Emodialisi Umberto I, Policlinico di Roma GDS TRATTAMENTI DEPURATIVI IN AREA CRITICA

Dettagli

Sistema ADIMEA. (Accurate Dialysis Measurement): monitoraggio della dose dialitica e sue applicazioni cliniche. Carlo Monari

Sistema ADIMEA. (Accurate Dialysis Measurement): monitoraggio della dose dialitica e sue applicazioni cliniche. Carlo Monari U.O. di Nefrologia, Dialisi e Ipertensione. Direttore Dott. A. Santoro Policlinico S.Orsola Malpighi Bologna Sistema ADIMEA (Accurate Dialysis Measurement): monitoraggio della dose dialitica e sue applicazioni

Dettagli

Concetto di clearance

Concetto di clearance Concetto di clearance Una pentola contiene, dopo aver bollito a lungo, 00 cc di soluzione di NaCl ad una concentrazione di 2 g/l. Se so che, prima della bollitura, la concentrazione era di 1 g/l, quale

Dettagli

Potere depurativo dei reni o funzione emuntoria

Potere depurativo dei reni o funzione emuntoria Potere depurativo dei reni o funzione emuntoria Concetto di riassorbimento gradiente-limitato valido per ioni inorganici Concetto di riassorbimento Tm-limitato valido per ioni inorganici Sostanze-soglia

Dettagli

STORIA E PRINCIPI BIOFISICI GENERALI DELLE TECNICHE CONVETTIVE

STORIA E PRINCIPI BIOFISICI GENERALI DELLE TECNICHE CONVETTIVE G Ital Nefrol 2012; 29 (S55): S3-S11 STORIA E PRINCIPI BIOFISICI GENERALI DELLE TECNICHE CONVETTIVE Salvatore David Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Parma Evolution and physical principles of

Dettagli

CTS CLEAN TREATMENT START

CTS CLEAN TREATMENT START CTS1501E01 CTS CLEAN TREATMENT START Guida alla conoscenza CTS1501E01 Guida al CTS Cos è il CTS? Perchè il CTS è importante? Come funziona il CTS? Quali sono i vantaggi derivanti dal CTS? Quali sono i

Dettagli

KIT PER TRATTAMENTO COUPLED PLASMA FILTRATION ADSORPTION ABL = ACUTE BELLCO LINE= ABYLE

KIT PER TRATTAMENTO COUPLED PLASMA FILTRATION ADSORPTION ABL = ACUTE BELLCO LINE= ABYLE KIT PER TRATTAMENTO COUPLED PLASMA FILTRATION ADSORPTION ABL = ACUTE BELLCO LINE= ABYLE ABL814 IB0590000 Kit composto da: 1 Dispositivo pre-assemblato per trattamento: CPFA con Emofiltro in Polyphenylene

Dettagli

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE La stima del Filtrato Glomerulare (FG) èil miglior indicatore complessivo della funzione renale. La sola creatininemia non deve essere usata come indice di

Dettagli

Terapie sostitutive renali continue (CRRT)

Terapie sostitutive renali continue (CRRT) Giornale Italiano di Nefrologia / Anno 23 S-36, 2006 / pp. S30-S37 REFRESH / Rassegna Terapie sostitutive renali continue (CRRT) G. Canepari, P. Inguaggiato, G. Gigliola, S. Bainotti, M. Formica S.C. Nefrologia

Dettagli

DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA TERAPIA DIALITICA

DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA TERAPIA DIALITICA Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Medicina e Chirurgia Presidio Ospedaliero S. Maria del P. Incurabili S.C. Universitaria di Nefrologia e Dialisi DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA

Dettagli

Utilizzo delle membrane ad alto Cut -off nel paziente settico

Utilizzo delle membrane ad alto Cut -off nel paziente settico Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Scienze della Salute Sezione di Anestesiologia, Terapia Intensiva e Terapia del Dolore Utilizzo delle membrane ad alto Cut -off nel paziente settico Gianluca

Dettagli

Riassorbimento tubulare

Riassorbimento tubulare Riassorbimento tubulare Riassorbimento Secrezione Qtr = Qf- Qe Qts = Qe Qf Qtr = VFG*P UV Qts = UV VFG*P Le urine si formano mediante tre processi: Filtrazione glomerulare Riassorbimento di acqua e soluti

Dettagli

UTILIZZO ANTICOAGULANTE REGIONALE CON CITRATO IN EMOFILTRAZIONE VENO- VENOSA CONTINUA (CVVH)

UTILIZZO ANTICOAGULANTE REGIONALE CON CITRATO IN EMOFILTRAZIONE VENO- VENOSA CONTINUA (CVVH) UTILIZZO ANTICOAGULANTE REGIONALE CON CITRATO IN EMOFILTRAZIONE VENO- VENOSA CONTINUA (CVVH) Redazione: Verifica: Approvazione: Dr.ssa M. Lugano Inf. P. Ditaranto SOC Anestesia e Rianimazione Coord. Inf.co

Dettagli

Sistemi per acuti. Il sistema multifiltrate : la scelta perfetta per trattamenti ottimali

Sistemi per acuti. Il sistema multifiltrate : la scelta perfetta per trattamenti ottimali Sistemi per acuti Il sistema multifiltrate : la scelta perfetta per trattamenti ottimali Il sistema multifiltrate: una sintesi Semplicità di gestione, flessibilità e affidabilità. L ideale per la terapia

Dettagli

Struttura del territorio circolatorio terminale

Struttura del territorio circolatorio terminale Struttura del territorio circolatorio terminale Canale preferenziale passaggio principale Numero complessivo capillari nell uomo 30 40.10 9 Superficie di scambio 1000 m 2. Densità capillare funzionale

Dettagli

Trasporto epiteliale

Trasporto epiteliale Trasporto epiteliale Rivestono le cavità e le superfici corporee: interfaccia tra gli spazi interni dell organismo e l ambiente Semplice rivestimento o funzione di regolazione (es:osmoregolazione) Trasporto

Dettagli

Il Sangue e il Plasma FGE

Il Sangue e il Plasma FGE Il Sangue e il Plasma FGE 2016-17 Obiettivi 1. Funzioni e composizione del sangue 2. Sedimentazione e concentrazione: VES ed ematocrito 3. Ematocrito ed indici eritrocitari (principali e derivati) 4. Ematocrito

Dettagli

Anatomia funzionale del rene

Anatomia funzionale del rene Anatomia funzionale del rene Funzione dei reni: Regolazione del volume del liquido extracellulare Regolazione dell osmolarità Mantenimento del bilancio idrico Regolazione omeostatica del ph Escrezione

Dettagli

LA RIMOZIONE DELLE CATENE LEGGERE CON FILTRI AD ALTO CUT OFF E CON CPFA

LA RIMOZIONE DELLE CATENE LEGGERE CON FILTRI AD ALTO CUT OFF E CON CPFA LA RIMOZIONE DELLE CATENE LEGGERE CON FILTRI AD ALTO CUT OFF E CON CPFA Elena Mancini, Juri Piattoni, Antonio Santoro U.O.C. Nefrologia, Dialisi, Ipertensione, Policlinico S.Orsola-Malpighi, Bologna Indirizzo

Dettagli

Il processo di ultrafiltrazione è interamente passivo e dipende sostanzialmente da tre fattori:

Il processo di ultrafiltrazione è interamente passivo e dipende sostanzialmente da tre fattori: Il processo di ultrafiltrazione è interamente passivo e dipende sostanzialmente da tre fattori: 1) Dalla differenza netta di pressione tra il lume del capillare ed il lume della capsula di Bowman; 2) dalla

Dettagli

LOTTO N.1: AFB - HDB - HDF ON LINE (CIG 03792528A4)

LOTTO N.1: AFB - HDB - HDF ON LINE (CIG 03792528A4) ALLEGATO N.3 OFFERTA N. DEL DITTA SEDE LEGALE Tel. Fax SEDE AMMINISTRATIVA Tel. Fax CODICE FISCALE/PARTITA IVA LOTTO N.1: AFB - HDB - HDF ON LINE (CIG 03792528A4) Descrizione CANONE DI NOLEGGIO (FULL-RISK)

Dettagli

Rapporto Clearance diffusiva/superficie: misurato su sangue e/o su plasma per un flusso. sangue di 300 ml/min ml/min

Rapporto Clearance diffusiva/superficie: misurato su sangue e/o su plasma per un flusso. sangue di 300 ml/min ml/min A. QUALITA' DEI PRODOTTI OFFERTI Punteggio massimo attribuibile : 55 Note esplicative: la sigla PMA significa punteggio massimo attribuibile ; nella relativa colonna, pertanto, appare il valore massimo

Dettagli

pressione esercitata dalle molecole di gas in equilibrio con Si consideri una soluzione di B in A. Per una soluzione ideale

pressione esercitata dalle molecole di gas in equilibrio con Si consideri una soluzione di B in A. Per una soluzione ideale PROPRIETA COLLIGATIVE Proprietà che dipendono solo dal numero di particelle presenti in soluzione 1. TENSIONE DI VAPORE 2. INNALZAMENTO EBULLIOSCOPICO 3. ABBASSAMENTO CRIOSCOPICO 4. PRESSIONE OSMOTICA

Dettagli

Linee guida per l utente del sistema Prismaflex SW 5.XX. Anticoagulazione con citrato e gestione integrata del calcio

Linee guida per l utente del sistema Prismaflex SW 5.XX. Anticoagulazione con citrato e gestione integrata del calcio Linee guida per l utente del sistema Prismaflex SW 5.XX Anticoagulazione con citrato e gestione integrata del calcio Tenendo in considerazione le esigenze dei nostri clienti siamo in grado di migliorare

Dettagli

Funzioni del Rene. Escrezione prodotti di scarto del metabolismo (urea, creatinina, acido urico) e di sostanze estranee (farmaci, additivi alimentari)

Funzioni del Rene. Escrezione prodotti di scarto del metabolismo (urea, creatinina, acido urico) e di sostanze estranee (farmaci, additivi alimentari) Il sistema urinario Funzioni del Rene Corticale Nefroni Escrezione prodotti di scarto del metabolismo (urea, creatinina, acido urico) e di sostanze estranee (farmaci, additivi alimentari) Midollare Pelvi

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO - PAUSILIPON

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO - PAUSILIPON ALLEGATO A6 CAPITOLATO PER FORNITURA ANNUALE DI PRESIDI SANITARI PER EMODIALISI E TERAPIE EXTRACORPOREE per età Neonatale-Pediatrica-Giovanile-Adolescenziale 1 EMODIALISI IN BICARBONATO 1a 74103 F040101

Dettagli

Acqua: nutriente essenziale

Acqua: nutriente essenziale Acqua: nutriente essenziale Funzioni dell acqua 1. Solvente delle reazioni metaboliche; 2. Regola il volume cellulare; 3. Regola la temperatura corporea; 4. Permette il trasporto dei nutrienti; 5. Permette

Dettagli

POTENZA METABOLICA. Fisica Applicata, Area Infermieristica, M. Ruspa

POTENZA METABOLICA. Fisica Applicata, Area Infermieristica, M. Ruspa POTENZA METABOLICA La potenza metabolica (MR) e l energia prodotta all interno del corpo umano nell unita di tempo. Se con U indichiamo l energia interna del nostro organismo L energia minima per unita

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA CAMPUS DI CESENA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA CAMPUS DI CESENA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA CAMPUS DI CESENA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA TITOLO DELL ELABORATO CARATTERIZZAZIONE E CONFRONTO DI MISURATORI

Dettagli

FISIOLOGIA RENALE. LEZ.Nr 2

FISIOLOGIA RENALE. LEZ.Nr 2 FISIOLOGIA RENALE LEZ.Nr 2 PROCESSI IMPLICATI NELLA FORMAZIONE DELL URINA ESCREZIONE URINARIA ESCREZIONE URINARIA QUANTIFICAZIONE MEDIANTE PARAMETRI QUALI Superficie filtrante ;Barriera di filtrazione

Dettagli

Indicazioni e Modalità della Terapia Sostitutiva Renale Continua (CRRT) nel Paziente Scompensato

Indicazioni e Modalità della Terapia Sostitutiva Renale Continua (CRRT) nel Paziente Scompensato Indicazioni e Modalità della Terapia Sostitutiva Renale Continua (CRRT) nel Paziente Scompensato Indicazioni per CRRT in HF 1. Sovraccarico di volume severo (con o senza insufficienza renale) non responsivo

Dettagli

Tecniche di depurazione extrarenale in Terapia Intensiva: Un aggiornamento

Tecniche di depurazione extrarenale in Terapia Intensiva: Un aggiornamento Timeoutintensiva.it N 6 Giugno 2008 Tecniche di depurazione extrarenale in Terapia Intensiva: Un aggiornamento Dr.ssa Serafina Ardizzone II Rianimazione Azienda Civico, Palermo Palermo 22/01/2008 File

Dettagli

Dott.ssa A.Storari Dott.Y.Battaglia Sabato 22 ottobre 2016 Aula Magna Nuovo Arcispedale S. Anna Cona, Ferrara

Dott.ssa A.Storari Dott.Y.Battaglia Sabato 22 ottobre 2016 Aula Magna Nuovo Arcispedale S. Anna Cona, Ferrara Terapia sostitutiva extrarenale nel paziente intossicato: indicazioni ed esperienze Dott.ssa A.Storari Dott.Y.Battaglia Sabato 22 ottobre 2016 Aula Magna Nuovo Arcispedale S. Anna Cona, Ferrara INTERVENTI

Dettagli

Complicanze FAV. Dott. T. Fidelio. S.C. Nefrologia ASLTO4 Ciriè

Complicanze FAV. Dott. T. Fidelio. S.C. Nefrologia ASLTO4 Ciriè Complicanze FAV Dott. T. Fidelio S.C. Nefrologia ASLTO4 Ciriè La gestione infermieristica della FAV è fondamentale Gestione complicanze o malfunzionamento Cattivo funzionamento responsabile di una terapia

Dettagli

BILANCIO IDRICO ED ELETTROLITICO REGOLAZIONE BILANCIO ACIDO-BASE CONTROLLO DELLA PRESSIONE EMATICA E DELLA VOLEMIA SECREZIONE DI ORMONI

BILANCIO IDRICO ED ELETTROLITICO REGOLAZIONE BILANCIO ACIDO-BASE CONTROLLO DELLA PRESSIONE EMATICA E DELLA VOLEMIA SECREZIONE DI ORMONI IL RENE LA PRINCIPALE FUNZIONE DEL RENE è QUELLA DI FILTRARE IL SANGUE (PRODUZIONE ED ESCREZIONE DELL'URINA): CONSERVANDO I COSTITUENTI ESSENZIALI AL'ORGANISMO E I NUTRIENTI UTILI ELIMINANDO I PRODOTTI

Dettagli

Adeguamento posologico dei farmaci. Dr Ugo Teatini

Adeguamento posologico dei farmaci. Dr Ugo Teatini Adeguamento posologico dei farmaci e insufficienza renale Dr Ugo Teatini Farmaci ed insufficienza renale L insufficienza renale influisce sulla concentrazione plasmatica dei farmaci per modificazioni farmacocinetiche

Dettagli

EMOFILTRAZIONE IN PRE- E IN POST-DILUIZIONE

EMOFILTRAZIONE IN PRE- E IN POST-DILUIZIONE G Ital Nefrol 2012; 29 (S55): S31-S36 EMOFILTRAZIONE IN PRE- E IN POST-DILUIZIONE Giovanna Sau Dipartimento Patologia Renale, Azienda G. Brotzu, Cagliari Pre- and postdilution hemofiltration Hemofiltration

Dettagli

Aferesi terapeutica. MONET Nuovo trattamento extracorporeo ottimizzato di filtrazione su membrana

Aferesi terapeutica. MONET Nuovo trattamento extracorporeo ottimizzato di filtrazione su membrana Aferesi terapeutica Nuovo trattamento extracorporeo ottimizzato di filtrazione su membrana Polysulfone Fresenius La produzione di fibre e membrane è una delle competenze chiave di Fresenius Medical Care.

Dettagli

MEMBRANE MEMBRANE. elio giroletti. Elio GIROLETTI - Università degli Studi di Pavia, Dip. Fisica nucleare e teorica

MEMBRANE MEMBRANE. elio giroletti. Elio GIROLETTI - Università degli Studi di Pavia, Dip. Fisica nucleare e teorica 1 elio giroletti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA dip. Fisica nucleare e teorica via Bassi 6, 7100 Pavia, Italy tel. 038/98.7905 - girolett@unipv.it - www.unipv.it/webgiro MEMBRANE diffusione e filtrazione

Dettagli

CORSO DI NEFROLOGIA Diapositive delle lezioni Anno Accademico

CORSO DI NEFROLOGIA Diapositive delle lezioni Anno Accademico CORSO DI NEFROLOGIA Diapositive delle lezioni Anno Accademico 2011-2012 Prof. Giovanni PERTOSA U.O. NEFROLOGIA, DIALISI E TRAPIANTI Dip. delle Emergenze e dei Trapianti d Organo Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

CLEARANCE RENALE. La clearance renale esprime l efficacia con cui i reni rimuovono varie sostanze dal plasma.

CLEARANCE RENALE. La clearance renale esprime l efficacia con cui i reni rimuovono varie sostanze dal plasma. CLEARANCE RENALE La clearance renale esprime l efficacia con cui i reni rimuovono varie sostanze dal plasma. La clearance renale di una sostanza (Cs) è definita come il volume ipotetico di plasma completamente

Dettagli

Modalità di assegnazione del punteggio. Punteggio max 21,00. Tabellare. SI/NO. Tabellare. SI/NO. Tabellare. SI/NO. Tabellare.

Modalità di assegnazione del punteggio. Punteggio max 21,00. Tabellare. SI/NO. Tabellare. SI/NO. Tabellare. SI/NO. Tabellare. Prospetto valutazione di qualità e graduatoria di gara valutazione B Braun Avitum Italy spa rif. 1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6 Criteri premiali (criteri e sub criteri) Caratteristiche tecniche apparecchiature

Dettagli

FARMACOCINETICA 1. Farmacologia generale FARMACOCINETICA FARMACOLOGIA FARMACODINAMICA

FARMACOCINETICA 1. Farmacologia generale FARMACOCINETICA FARMACOLOGIA FARMACODINAMICA FARMACOCINETICA 1 Farmacologia generale FARMACOCINETICA FARMACOLOGIA FARMACODINAMICA 1 ASSORBIMENTO DEI FARMACI cioè il processo per mezzo del quale un farmaco passa dal sito di somministrazione al plasma

Dettagli

Sperimentazione del trattamento di dialisi peritoneale a domicilio. Dr.ssa Tiziana Lavalle Direttore Assistenziale AUSL di Piacenza

Sperimentazione del trattamento di dialisi peritoneale a domicilio. Dr.ssa Tiziana Lavalle Direttore Assistenziale AUSL di Piacenza Sperimentazione del trattamento di dialisi peritoneale a domicilio Dr.ssa Tiziana Lavalle Direttore Assistenziale AUSL di Piacenza La dialisi peritoneale continua domiciliare (CAPD) trattamento sostitutivo

Dettagli

Complicanze degli accessi vascolari: il monitor di dialisi

Complicanze degli accessi vascolari: il monitor di dialisi Complicanze degli accessi vascolari: il monitor di dialisi NEFROLOGIA INTERVENTISTICA Seminario: complicanze accessi vascolari Roma 10 Maggio 2014 Matteo Baldinelli Efficienza dialitica Metodica HDB HDF

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

Allegato 1 al Decreto n. 115 del 21 aprile 2011 pag. 1/11

Allegato 1 al Decreto n. 115 del 21 aprile 2011 pag. 1/11 giunta regionale Allegato 1 al Decreto n. 115 del 21 aprile 2011 pag. 1/11 MODELLO PER L ACQUIZIONE DEI DATI RELATIVI AI PAZIENTI CON STE VALVOLARE AORTICA NELLA REGIONE DEL VENETO 1. STRUTTURA DEMINAZIONE

Dettagli

TIPI di CROMATOGRAFIA

TIPI di CROMATOGRAFIA Metodo di separazione che si basa sulla distribuzione degli analiti tra una fase mobile e una fase stazionaria. TIPI di CROMATOGRAFIA Eluizione degli analiti può avvenire: Capillarità Gravità Pressione

Dettagli

CONSENSUS CONFERENCE SUL TRATTAMENTO SOSTITUTIVO IN AREA CRITICA LA DOSE DI DIALISI

CONSENSUS CONFERENCE SUL TRATTAMENTO SOSTITUTIVO IN AREA CRITICA LA DOSE DI DIALISI CONSENSUS CONFERENCE SUL TRATTAMENTO SOSTITUTIVO IN AREA CRITICA LA DOSE DI DIALISI Massimo Manes Torino 14/11/2008 Kt/V ancora un icona??? T-Freq.UF-Na-MMcitochine Sopravvivenza 0,4 0,8 1 1,2 1,4? spkt/v

Dettagli

CONTRAST-INDUCED NEPHROPATHY (CIN)

CONTRAST-INDUCED NEPHROPATHY (CIN) CONTRAST-INDUCED NEPHROPATHY (CIN) CIN Attualmente la definizione a cui si fa riferimento è quella fornita dalla Società Europea di Radiologia Urogenitale (ESUR), secondo cui la nefropatia indotta da MdC

Dettagli

Eliminare dall organismo prodotti di rifiuto e sostanze tossiche idrosolubili(soprattutto prodotti azotati e creatinina);

Eliminare dall organismo prodotti di rifiuto e sostanze tossiche idrosolubili(soprattutto prodotti azotati e creatinina); Funzioni del rene Eliminare dall organismo prodotti di rifiuto e sostanze tossiche idrosolubili(soprattutto prodotti azotati e creatinina); Regolare il volume e la composizione del liquido extracellulare;

Dettagli

L EMOGLOBINA ED IL TRASPORTO DI OSSIGENO

L EMOGLOBINA ED IL TRASPORTO DI OSSIGENO L EMOGLOBINA ED IL TRASPORTO DI OSSIGENO Lezione 23 1 Concentrazione di O 2 nel plasma Il contenuto totale di O2 nel sangue è pari alla quantità disciolta più quella legata all emoglobina: L O 2 totale

Dettagli

Conegliano: / / Piergianni Calzavara UOC di Nefrologia e Dialisi

Conegliano: / / Piergianni Calzavara UOC di Nefrologia e Dialisi Conegliano: 14-10-2015 / 28-10-2015 / 18-11-2015 Piergianni Calzavara UOC di Nefrologia e Dialisi Stadio MRC Descrizione VFG I Danno renale con VFG normale > 90 II Lieve 60-89 III Moderata 30-59 IV Severa

Dettagli

Soluzioni. Definizioni. Unità di concentrazione. Si definisce soluzione una miscela omogenea di 2 o più componenti occupanti la stessa fase.

Soluzioni. Definizioni. Unità di concentrazione. Si definisce soluzione una miscela omogenea di 2 o più componenti occupanti la stessa fase. Definizioni Si definisce soluzione una miscela omoenea di 2 o più componenti occupanti la stessa fase. Soluzioni Una soluzione può essere in: Fase solida (lehe metalliche) Fase liquida (as+liquido, liquido+liquido,

Dettagli

DISTRIBUZIONE DEFINIZIONE:

DISTRIBUZIONE DEFINIZIONE: DISTRIBUZIONE DEFINIZIONE: E il processo che implica il passaggio del farmaco dal compartimento plasmatico a quelli extraplasmatici (interstiziale e intracellulare) I Farmaci sono in genere molecole di

Dettagli

Sistema urinario: la funzione renale

Sistema urinario: la funzione renale Sistema urinario: la funzione renale FUNZIONI: Regolazione della composizione ionica del sangue: aumentando o diminuendo l escrezione di ioni specifici, i reni ne regolano la concentrazione plasmatica

Dettagli

Alcuni esempi di ruoli fisiologici. Effetto di trascinamento nei capillari arteriosi e venosi Effetto di trascinamento nel glomerulo renale

Alcuni esempi di ruoli fisiologici. Effetto di trascinamento nei capillari arteriosi e venosi Effetto di trascinamento nel glomerulo renale Alcuni esempi di ruoli fisiologici Effetto di trascinamento nei capillari arteriosi e venosi Effetto di trascinamento nel glomerulo renale Formazione e riassorbimento del liquido interstiziale Cellule

Dettagli

Fisiologia dell apparato urinario

Fisiologia dell apparato urinario Fisiologia dell apparato urinario Funzioni del Rene Nefroni Corticale Midollare Pelvi renale Uretere Capsula Escrezione prodotti di scarto del metabolismo (urea, creatinina, acido urico, prodotti finali

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I Osmosi Scaricaricato da www.sunhope.it A B 30 mm 5 mm [Soluto] A [Soluto] B [H 2 O] A < [H 2 O] B Scaricaricato da www.sunhope.it

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE A CESENA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE A CESENA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE A CESENA SECONDA FACOLTA DI INGEGNERIA CON SEDE A CESENA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA BIOMEDICA TESI DI LAUREA Elaborazione di Dati e Segnali

Dettagli

Il ruolo e la responsabilità dell infermiere nella presa in carico del pz affetto da IR

Il ruolo e la responsabilità dell infermiere nella presa in carico del pz affetto da IR Il ruolo e la responsabilità dell infermiere nella presa in carico del pz affetto da IR Benedetto Maria Teresa Imola, 11/6/08 PERCORSI AMBULATORIO NEFROLOGICO AMBULATORIO DI PREDIALISI AMBULATORIO DIALISI:

Dettagli

INSUFFICIENZA RENALE CRONICA

INSUFFICIENZA RENALE CRONICA INSUFFICIENZA RENALE CRONICA Alterazione permanente della funzione renale Diagnosticata per l aumento della creatininemia e della azotemia Di solito è progressiva Equazione MDRD (Modification of Diet

Dettagli

OSMOREGOLAZIONE DEI LIQUIDI CORPOREI

OSMOREGOLAZIONE DEI LIQUIDI CORPOREI OSMOREGOLAZIONE DEI LIQUIDI CORPOREI Lezione 25 1 Distribuzione dei liquidi corporei L H 2 O contenuta nel corpo è circa il 60% del peso totale ed è così ripartita: 67% 33% EXTRACELLULARE 33% INTRACELLULARE

Dettagli

INSUFFICIENZA RENALE CRONICA ASPETTI ASSICURATIVI

INSUFFICIENZA RENALE CRONICA ASPETTI ASSICURATIVI Associazione Italiana di Medicina dell Assicurazione Vita, Malattia e Danni alla Persona Milano 6 ottobre 2015 GIORNATA DI FORMAZIONE SULL ASSUNZIONE DEL RISCHIO E LA GESTIONE DEI SINISTRI INSUFFICIENZA

Dettagli

Escrezione cataboliti, farmaci, droghe Regolazione equilibrio idrico Regolazione osmolarità concentrazione elettroliti Regolazione equilibrio

Escrezione cataboliti, farmaci, droghe Regolazione equilibrio idrico Regolazione osmolarità concentrazione elettroliti Regolazione equilibrio Il rene Escrezione cataboliti, farmaci, droghe Regolazione equilibrio idrico Regolazione osmolarità concentrazione elettroliti Regolazione equilibrio acido-base Regolazione Pressione Arteriosa Secrezione

Dettagli

Il nuovo FX CorDiax Progettato per la dialisi. Costruito per la cardioprotezione.

Il nuovo FX CorDiax Progettato per la dialisi. Costruito per la cardioprotezione. Emodialisi cardioprotettiva Il nuovo FX CorDiax Progettato per la dialisi. Costruito per la cardioprotezione. Emodialisi cardioprotettivasp T Parola d ordine: proteggere il paziente Emodialisi cardioprotettiva

Dettagli