PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO. Società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO. Società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV)"

Transcript

1 PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO Società di ivestimeto a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV) Coforme alla Direttiva europea sugli OICVM Le sottoscrizioi di azioi di CARMIGNAC PORTFOLIO soo valide soltato se effettuate i base al prospetto iformativo i vigore, accompagato dall'ultima relazioe auale e dall'ultima relazioe semestrale, qualora sia più recete Nessuo è autorizzato a comuicare iformazioi diverse da quelle riportate el presete prospetto iformativo e ei documeti ivi mezioati, dispoibili al pubblico per cosultazioe MAGGIO 2015 CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

2 La SICAV CARMIGNAC PORTFOLIO (la "Società") è registrata coformemete alla legge del 17 dicembre 2010 relativa agli orgaismi di ivestimeto collettivo del risparmio Questa registrazioe o richiede tuttavia alcua approvazioe da parte di qualsivoglia autorità lussemburghese i merito sia all'idoeità o all'esattezza del presete prospetto iformativo, sia del portafoglio di titoli deteuto dalla Società Ogi dichiarazioe difforme sarà vietata e cosiderata illegale Il cosiglio di ammiistrazioe si assume la resposabilità dell'esattezza delle iformazioi coteute el presete prospetto iformativo La cosega del presete prospetto iformativo, così come l'offerta, l'emissioe o la vedita di azioi della Società i essu caso equivalgoo ad affermare l'esattezza delle iformazioi coteute el prospetto iformativo i ogi mometo successivo alla data del prospetto iformativo Il presete prospetto iformativo sarà di volta i volta aggiorato per teer coto delle modifiche rilevati, restado iteso che u suo aggiorameto farà seguito a ogi lacio di u uovo comparto Si cosiglia ai poteziali sottoscrittori ed acquireti di azioi della Società di assumere le ecessarie iformazioi per quato cocere: - possibili cosegueze fiscali, - vicoli di atura legale, oché - ogi evetuale restrizioe o cotrollo dei cambi derivati dalle leggi vigeti ei paesi d'origie, di resideza o di domicilio che possao icidere sulla sottoscrizioe, la detezioe o la vedita di azioi della Società CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

3 CARMIGNAC PORTFOLIO Società di ivestimeto a capitale variabile CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CARMIGNAC PORTFOLIO Presidete del Cosiglio di ammiistrazioe - Edouard CARMIGNAC Presidete e direttore geerale di Carmigac Gestio e Ammiistratore di Carmigac Gestio Luxembourg Ammiistratori - Jea-Pierre MICHALOWSKI Vicedirettore geerale di CACEIS - Eric HELDERLE Presidete di Carmigac Gestio Luxembourg e Direttore geerale delegato di Carmigac Gestio - Simo PICKARD Gestore, Carmigac Gestio SEDE SOCIALE 5, Allée Scheffer L LUSSEMBURGO SOCIETÀ DI GESTIONE, GESTORE FINANZIARIO: CARMIGNAC GESTION LUXEMBOURG (di seguito "CGL") 7, rue de la Chapelle L-1325 Lussemburgo CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CARMIGNAC GESTION LUXEMBOURG - Presidete: Eric HELDERLE - Ammiistratori: Edouard CARMIGNAC Pascale GUILLIER DIRETTORI - Eric LE COZ - Davide FREGONESE - Atoie BRUNEAU BANCA DEPOSITARIA BNP Paribas Securities Services, Succursale de Luxembourg 33, rue de Gasperich L-5826 Hesperage AGENTE DOMICILIATARIO, AGENTE AMMINISTRATIVO, AGENTE DI REGISTRO E DI TRASFERIMENTO, AGENTE PAGATORE CACEIS Bak Luxembourg 5, Allée Scheffer L LUSSEMBURGO GESTORE FINANZIARIO DELEGATO (se del caso) CARMIGNAC GESTION 24, place Vedôme PARIGI (Fracia) SOCIETÀ DI REVISIONE PricewaterhouseCoopers société coopérative 400 route d'esch L Lussemburgo CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

4 Idice PARTE GENERALE 6 1 DESCRIZIONE DELLA SOCIETÀ 6 11 Aspetti geerali 6 12 Iformazioi specifiche per i soggetti statuitesi 6 13 Struttura multicomparto 7 2 OBIETTIVO E COMPOSIZIONE DEL PORTAFOGLIO 8 3 INVESTIMENTI E RESTRIZIONI ALL'INVESTIMENTO 8 31 Determiazioe della politica di ivestimeto e relative restrizioi 8 32 Impiego di teciche e di strumeti aveti per oggetto valori mobiliari Utilizzo di teciche e strumeti relativi ai derivati complessi Veicoli di cartolarizzazioe Metodo di gestioe dei rischi 18 4 PROFILO DI RISCHIO 19 5 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 21 6 SOCIETÀ DI GESTIONE 21 7 BANCA DEPOSITARIA 22 8 AGENTE AMMINISTRATIVO, AGENTE DOMICILIATARIO, AGENTE DI REGISTRO E DI TRASFERIMENTO, AGENTE PAGATORE 22 9 GESTORE FINANZIARIO LE AZIONI Descrizioe delle azioi, diritti degli azioisti Orgaismi abilitati a ricevere le sottoscrizioi e i rimborsi EMISSIONE DI AZIONI E PROCEDURE DI SOTTOSCRIZIONE E DI PAGAMENTO Disposizioi geerali Lotta cotro il riciclaggio di dearo RIMBORSO DI AZIONI CONVERSIONE DI AZIONI DIVIDENDI CALCOLO DEL VALORE PATRIMONIALE NETTO SOSPENSIONE TEMPORANEA DEL CALCOLO DEL VALORE PATRIMONIALE NETTO, DELLE EMISSIONI, DEI RIMBORSI E DELLA CONVERSIONE DI TITOLI30 17 ASPETTI FISCALI Regime fiscale applicato alla Società Regime fiscale applicato agli azioisti ASSEMBLEE GENERALI DEGLI AZIONISTI RELAZIONE SULLA GESTIONE/ RELAZIONI ANNUALI E SEMESTRALI ONERI E SPESE Commissioi operative e di costituzioe Spese iereti alle teciche di efficiete gestioe del portafoglio LIQUIDAZIONE SCIOGLIMENTO DELLA SOCIETÀ O DI UNO O PIÙ COMPARTI E/O CLASSI Liquidazioe Scioglimeto della Società Liquidazioe Scioglimeto di comparti e/o di classi FUSIONE DIVISIONE DI COMPARTI DELLA SOCIETÀ E/O DI CATEGORIE DI AZIONI Fusioe di Comparti e/o di classi Divisioe di comparti e/o di classi 34 CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

5 23 PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI E REGISTRAZIONI TELEFONICHE INFORMAZIONI GENERALI E DOCUMENTI DISPONIBILI INFORMAZIONI DESTINATE AGLI INVESTITORI RELATIVE AI RISCHI CONNESSI AGLI INVESTIMENTI NELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE 35 La liceza RQFII: "Remibi Qualified Foreig Istitutioal Ivestor" 37 La quota collegata alla liceza RQFII 37 PARTE SPECIALE: I DIVERSI COMPARTI DELLA SOCIETÀ: 40 CARMIGNAC PORTFOLIO GRANDE EUROPE 40 CARMIGNAC PORTFOLIO COMMODITIES 45 CARMIGNAC PORTFOLIO EMERGING DISCOVERY 50 CARMIGNAC PORTFOLIO GLOBAL BOND 55 CARMIGNAC PORTFOLIO CAPITAL PLUS 61 CARMIGNAC PORTFOLIO EMERGING PATRIMOINE 67 CARMIGNAC PORTFOLIO EMERGENTS 74 CARMIGNAC PORTFOLIO EURO-ENTREPRENEURS 80 CARMIGNAC PORTFOLIO EURO-PATRIMOINE 85 CARMIGNAC PORTFOLIO INVESTISSEMENT 90 CARMIGNAC PORTFOLIO PATRIMOINE 96 CARMIGNAC PORTFOLIO SECURITE 103 CARMIGNAC PORTFOLIO INVESTISSEMENT LATITUDE 108 CARMIGNAC PORTFOLIO CAPITAL CUBE 114 CARMIGNAC PORTFOLIO CROSS ASSET OPPORTUNITIES 120 CARMIGNAC PORTFOLIO CHINA 126 MODULO DI SOTTOSCRIZIONE 131 CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

6 PARTE GENERALE 11 Aspetti geerali 1 DESCRIZIONE DELLA SOCIETÀ CARMIGNAC PORTFOLIO (qui di seguito deomiata "la Società") è ua società di diritto lussemburghese costituita sotto forma di società d'ivestimeto a capitale variabile ("SICAV") ai sesi della Legge del 10 agosto 1915 e le relative leggi modificative iereti le società commerciali (la "Legge del 1915"), oché della Legge del 17 dicembre 2010 i materia di orgaismi di ivestimeto collettivo del risparmio (la "Legge del 2010") CARMIGNAC PORTFOLIO è soggetta alle disposizioi della prima parte della Legge del 2010 che ha recepito la direttiva 2009/65/CE del Parlameto europeo e del Cosiglio del 13 luglio 2009 cocerete il coordiameto delle disposizioi legislative, regolametari e ammiistrative i materia di talui orgaismi d'ivestimeto collettivo i valori mobiliari (OICVM) Pertato la Società può commercializzare le proprie azioi i tutti gli Stati dell'uioe europea ("UE") ei limiti previsti dalle disposizioi legislative, regolametari ed ammiistrative i vigore i questi Stati e che o rietrio el quadro della Legge del 2010 La Società opera i qualità di società di ivestimeto a capitale variabile, vale a dire che le sue azioi possoo essere vedute e rimborsate a scadeze regolari, a u prezzo basato sul valore del suo patrimoio etto, ed è ua società multicomparto, ai sesi dell'articolo 181 della Legge del 2010 La Società ha omiato Carmigac Gestio Luxembourg quale società di gestioe desigata La Società è stata costituita a Lussemburgo il 30 giugo 1999 co durata illimitata Il capitale miimo è quello idicato ell'articolo 23 della Legge del 2010 I qualuque mometo, il capitale è pari al patrimoio etto della Società Lo Statuto sociale è stato pubblicato il 2 agosto 1999 el Mémorial, Recueil des Sociétés et Associatios, e depositato presso la Cacelleria del Tribual d'arrodissemet a Lussemburgo, dove può essere cosultato Lo Statuto è stato modificato da ultimo i data 15 aprile 2013 durate la secoda Assemblea geerale straordiaria e pubblicato sul Mémorial del 21 giugo 2013 La Società è stata registrata presso il Registro del commercio di Lussemburgo co il B La sede legale si trova a Lussemburgo, Graducato di Lussemburgo, 5 Allée Scheffer, L-2520 Lussemburgo Qualuque domada riguardate la struttura geerale e la politica adottata dalla Società va idirizzata alla sede legale della stessa La procedura di sottoscrizioe e di pagameto è descritta all'articolo 8 "Emissioe di azioi e procedure di sottoscrizioe e di pagameto" Gli azioisti devoo essere cosapevoli che tutti gli ivestimeti comportao u rischio e che o è possibile forire alcua garazia cotro le perdite geerate da u ivestimeto effettuato i qualsivoglia comparto Ioltre, o è possibile garatire il raggiugimeto dell'obiettivo fissato dalla Società I futuri risultati o "retur" della Società o possoo essere garatiti é dalla Società stessa, é da uo degli ammiistratori della Società, dai suoi rappresetati autorizzati o, ifie, dai gestori fiaziari La pubblicazioe del presete Prospetto iformativo fa riferimeto a u'offerta pubblica di azioi della Società Ogi decisioe di sottoscrizioe di azioi deve essere assuta sulla base delle iformazioi coteute el presete Prospetto iformativo, pubblicato dalla Società, ella relazioe auale e ella/e relazioe/i semestrale/i più recete/i della Società, dispoibili presso la sede sociale della Società o egli uffici dei suoi rappresetati autorizzati 12 Iformazioi specifiche per i soggetti statuitesi La Società o è autorizzata ai sesi dell'ivestmet Compay Act statuitese del 1940 e successive modifiche, é ai sesi di qualsiasi altra ormativa aaloga emaata da qualuque giurisdizioe, eccetto quato descritto el presete prospetto iformativo Le sue azioi o soo ioltre state autorizzate ai sesi del Securities Act statuitese del 1933 e successive modifiche, é ai sesi di qualsiasi altra legge aaloga emaata da qualuque giurisdizioe, eccetto quato descritto el presete prospetto iformativo Le azioi o possoo essere e o sarao offerte, vedute, trasferite o distribuite egli Stati Uiti d'america, ei loro territori e possedimeti, a "soggetti statuitesi", salvo ell'ambito di operazioi che o violio la legislazioe i vigore Per Soggetto Statuitese il presete prospetto iformativo itede (i) qualsiasi cittadio o persoa residete egli Stati Uiti d'america, ei loro territori e/o possedimeti e/o el Distretto di Columbia (di seguito gli "Stati Uiti"); o (ii) qualsiasi società o associazioe orgaizzata o costituita ai sesi delle leggi degli Stati Uiti, o di uo dei loro Stati o del Distretto di Columbia, qualora fosse fodata da uo o più soggetti statuitesi co l'obiettivo di ivestire ella Società o i ogi società o associazioe orgaizzata o costituita ai sesi delle leggi di ogi altra giurisdizioe; o (iii) qualsiasi agezia o filiale di u orgaismo estero ubicata egli Stati Uiti; o (iv) qualsiasi successioe i cui redditi (geerati al di fuori degli Stati Uiti ma o effettivamete coessi alla realizzazioe di u affare o di u'attività ecoomica egli Stati Uiti) o cocorrao alla formazioe del reddito lordo ai fii del calcolo dell'imposta federale statuitese sul reddito; o (v) qualsiasi trust la cui ammiistrazioe può essere soggetta al cotrollo diretto di u tribuale degli Stati Uiti e le cui decisioi importati possoo essere cotrollate da uo o CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

7 diversi soggetti statuitesi, compreso qualsiasi trust il cui ammiistratore sia u soggetto statuitese; o (vi) qualsiasi coto discrezioale o coto aalogo (diverso da ua successioe o da u trust) deteuto da u operatore o altro fiduciario orgaizzato, costituito o (qualora si tratti di ua persoa fisica) residete egli Stati Uiti; o (ix) qualsiasi piao di pesioameto di u orgaismo descritto ai puti (ii) o (iii) o avete tra i beeficiari qualsiasi persoa descritta al puto (i); o (x) qualsiasi altra persoa il cui possesso o la cui acquisizioe di titoli della Società comporterebbe per la Società u'offerta pubblica ai sesi della Sezioe 7(d) dell'ivestmet Compay Act statuitese del 1940 e successive modifiche, delle orme e regolameti da esso derivati e/o di ua dichiarazioe della Securities ad Exchage Commissio statuitese o dei pareri iformali emessi per iscritto dai suoi dipedeti La suddetta defiizioe di soggetti statuitesi sarà ampliata per itegrare i criteri defiiti dal Foreig Accout Tax Compliace Act (FATCA) all'atto della sua etrata i vigore 13 Struttura multicomparto Per ogi categoria di azioi viee creato u gruppo distito di attività ("comparto"), che viee ivestito i base all'obiettivo proprio della categoria di azioi alla quale fa riferimeto il comparto i questioe La Società diviee i tal modo ua "società multicomparto" che permette agli ivestitori di scegliere tra uo o più obiettivi di ivestimeto, ivestedo i uo o più comparti dello stesso orgaismo d'ivestimeto collettivo del risparmio Gli ammiistratori della Società possoo decidere di emettere azioi di altre categorie corrispodeti a comparti co obiettivi d'ivestimeto propri 14 Comparti attualmete dispoibili: 1) CARMIGNAC PORTFOLIO GRANDE EUROPE, 2) CARMIGNAC PORTFOLIO COMMODITIES 3) CARMIGNAC PORTFOLIO EMERGING DISCOVERY 4) CARMIGNAC PORTFOLIO GLOBAL BOND 5) CARMIGNAC PORTFOLIO CAPITAL PLUS 6) CARMIGNAC PORTFOLIO EMERGING PATRIMOINE 7) CARMIGNAC PORTFOLIO EMERGENTS 8) CARMIGNAC PORTFOLIO EURO-ENTREPRENEURS 9) CARMIGNAC PORTFOLIO EURO-PATRIMOINE 10) CARMIGNAC PORTFOLIO INVESTISSEMENT 11) CARMIGNAC PORTFOLIO PATRIMOINE 12) CARMIGNAC PORTFOLIO SECURITE 13) CARMIGNAC PORTFOLIO INVESTISSEMENT LATITUDE 14) CARMIGNAC PORTFOLIO CAPITAL CUBE 15) CARMIGNAC PORTFOLIO CROSS ASSET OPPORTUNITIES 16) CARMIGNAC PORTFOLIO CHINA Nei cofroti di terzi la Società sarà cosiderata come u'uica etità giuridica Per quato cocere i reciproci rapporti tra gli azioisti, ivece, ogi comparto sarà cosiderato come u'etità giuridica a sé state, co u proprio fiaziameto, proprie obbligazioi, proprie plusvaleze e miusvaleze, proprio calcolo del valore patrimoiale etto ("NAV" o "valore patrimoiale etto") e proprie spese, salvo diverso accordo co i creditori Il Cosiglio di ammiistrazioe avrà facoltà di creare i ciascu comparto diverse categorie e/o subcategorie di azioi (le "categorie" e "subcategorie") che potrao distiguersi per la politica di distribuzioe (azioi a distribuzioe e/o azioi a capitalizzazioe), la valuta di deomiazioe, le commissioi o gli oeri applicabili, la politica di commercializzazioe e/o qualsiasi altro criterio che sarà defiito dal Cosiglio di ammiistrazioe Tali iformazioi dovrao essere icluse el prospetto iformativo e comuicate agli ivestitori Pertato la Società emette, a discrezioe del Cosiglio di ammiistrazioe, azioi a capitalizzazioe e/o a distribuzioe i ogi comparto Nei comparti i cui tale scelta è possibile, ogi azioe potrà essere emessa, a scelta dell'azioista, come azioe a distribuzioe (qui di seguito deomiata "azioe DIS" o "azioe a distribuzioe") o come azioe a capitalizzazioe (qui di seguito deomiata "azioe ACC" o "azioe a capitalizzazioe"), i forma omiativa I geerale, le azioi dei diversi comparti possoo essere emesse, rimborsate e covertite i ogi gioro di valutazioe a u prezzo calcolato i base al valore patrimoiale etto per azioe della categoria iteressata el comparto i questioe, i quel dato gioro di valutazioe, come idicato ello statuto della Società (lo "Statuto"), co l'aggiuta di tutte le spese e di tutti gli oeri applicabili, secodo quato previsto ella parte speciale del presete prospetto iformativo La Società dispoe di u capitale sociale rappresetato da azioi iteramete liberate, seza mezioe del valore, deomiate i Euro ("la valuta di cosolidameto della Società") La relazioe fiaziaria cosolidata della Società è espressa i Euro Il valore patrimoiale etto per azioe di ogi comparto è espresso ella valuta di riferimeto del comparto corrispodete, come idicato ella parte speciale del presete prospetto iformativo CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

8 Fatte salve le disposizioi qui di seguito riportate, gli ivestitori possoo covertire tutte le azioi di u determiato comparto, o parte di esse, i azioi di u altro comparto, oché le azioi di ua categoria i azioi di u'altra categoria, sia ello stesso comparto, sia i u comparto diverso Il Cosiglio di ammiistrazioe della Società è il resposabile ultimo della gestioe della Società È quidi resposabile della politica d'ivestimeto della Società, della sua defiizioe e della sua attuazioe 2 OBIETTIVO E COMPOSIZIONE DEL PORTAFOGLIO L'obiettivo della Società cosiste el procurare ai propri azioisti u redimeto complessivo il più elevato possibile e di offrire loro ua gestioe professioale Essa forirà ai propri azioisti la possibilità di ivestire i molteplici portafogli di valori mobiliari diversificati, su scala iterazioale, per realizzare ua plusvaleza del capitale seza trascurare gli evetuali redimeti immediati dei portafogli L'azioista ha la facoltà di scegliere, i fuzioe delle sue ecessità o delle sue prospettive d'evoluzioe dei mercati, il livello degli ivestimeti che itede realizzare ei diversi comparti della Società La Società o garatisce il raggiugimeto dell'obiettivo fissato i fuzioe dell'adameto positivo o egativo dei mercati Il valore patrimoiale etto può pertato dimiuire come aumetare La Società o può quidi garatire la piea realizzazioe del proprio obiettivo Il pricipale obiettivo delle azioi ACC ei diversi comparti cosiste i u icremeto del capitale spettate alla Società Il pricipale obiettivo delle azioi DIS ei diversi comparti cosiste el raggiugimeto di ua crescita totale tramite u simultaeo icremeto del capitale e del reddito Gli obiettivi e le politiche di ivestimeto di ogi comparto, determiate dal Cosiglio di ammiistrazioe coformemete allo Statuto della Società ed alla legge, rispettao le restrizioi defiite all'articolo 3 del presete prospetto iformativo e descritte ella parte speciale dello stesso Se ecessario, ogi comparto può deteere, i via accessoria e temporaea, liquidità, compresi strumeti tipici del mercato moetario regolarmete egoziati, la cui scadeza residua o superi i 12 mesi, e depositi a termie Etro i limiti di cui all'articolo 3 qui di seguito mezioato, la Società è autorizzata a: a ricorrere a teciche e strumeti che abbiao per oggetto i valori mobiliari, purché tale ricorso sia fializzato a ua buoa gestioe del portafoglio; b ricorrere a teciche e strumeti destiati a coprire e/o ad esporre il portafoglio al rischio di cambio el quadro della gestioe del suo patrimoio; c ricorrere a teciche e strumeti mirati a limitare e/o esporre il portafoglio ai rischi coessi agli ivestimeti e a ottimizzare i redimeti La diversificazioe delle attività della Società garatisce ua limitazioe dei rischi iereti a ogi ivestimeto, seza tuttavia escluderli completamete 3 INVESTIMENTI E RESTRIZIONI ALL'INVESTIMENTO La Società, per ogi comparto, dovrà rispettare le segueti disposizioi e restrizioi 31 Determiazioe della politica di ivestimeto e relative restrizioi 311 Fatte salve le eccezioi successivamete idicate, gli ivestimeti della Società soo costituiti esclusivamete da: a) valori mobiliari e strumeti del mercato moetario quotati o egoziati su u mercato regolametato ricoosciuto dallo Stato membro di origie e registrato ell'eleco dei mercati regolametati pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'uioe europea o sul suo sito iteret ufficiale ("mercato regolametato"); b) valori mobiliari e strumeti del mercato moetario egoziati i u altro mercato di uo Stato membro dell'uioe europea, purché regolametato, regolarmete fuzioate, ricoosciuto e aperto al pubblico; c) valori mobiliari e strumeti del mercato moetario ammessi alla quotazioe ufficiale di ua Borsa Valori di uo Stato o apparteete all'uioe europea o egoziati i u altro mercato di uo Stato o apparteete all'uioe europea, purché regolametato, regolarmete fuzioate, ricoosciuto e aperto al pubblico i Europa, Africa, Asia, Oceaia e elle Americhe; CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

9 d) valori mobiliari e strumeti del mercato moetario di uova emissioe, purché: - le codizioi d'emissioe compredao l'impego a presetare domada d'ammissioe alla quotazioe ufficiale i ua Borsa Valori oppure i u altro mercato regolametato, regolarmete fuzioate, ricoosciuto ed aperto al pubblico i u paese di Europa, Africa, Asia, Oceaia o delle Americhe; - tale ammissioe sia otteuta al più tardi etro u ao dall'emissioe dei titoli; e) quote di altri orgaismi d'ivestimeto collettivo i valori mobiliari (OICVM) e/o di orgaismi di ivestimeto collettivo del risparmio (OICR) di tipo aperto La sede di tali orgaismi di ivestimeto collettivo del risparmio, che devoo ottemperare alle disposizioi della direttiva 2009/65/CE del 13 luglio 2009, deve trovarsi i uo Stato membro dell'uioe europea o di u altro Stato, purché: - tali altri OICR siao autorizzati ai sesi di ua legislazioe che preveda l'assoggettameto di tali orgaismi a ua vigilaza riteuta dalla CSSF (l'autorità lussemburghese di vigilaza sul settore fiaziario) equivalete a quella prevista dalla legislazioe comuitaria, e purché sia sufficietemete garatita la collaborazioe tra le competeti autorità; - il grado di tutela assicurato ai detetori di quote di tali altri OICR sia equivalete a quello previsto a favore dei detetori di quote di u OICVM e, i particolare, le orme relative alla ripartizioe degli ivestimeti, ai fiaziameti otteuti e cocessi, alle vedite allo scoperto di valori mobiliari e di strumeti del mercato moetario siao equivaleti a quelle previste dalla direttiva 2009/65/CE; - le attività di ivestimeto di tali altri OICR siao illustrate i relazioi semestrali e auali che cosetao la valutazioe dell'attivo e del passivo, degli utili e delle operazioi svolte el periodo i esame; - la percetuale delle attività degli OICVM o degli altri OICR che si itede acquisire e che, coformemete ai rispettivi atti costitutivi, può essere complessivamete ivestita i quote di altri OICVM e/o OICR, o superi il 10%; f) azioi emesse da uo o più altri comparti della Società o azioi o quote di u OICVM master coformemete alle codizioe previste dalla Legge del 2010; g) depositi rimborsabili su richiesta o prelevabili presso istituti di credito, co scadeza iferiore o pari a dodici mesi, purché la sede sociale dell'istituto di credito si trovi i uo Stato membro dell'uioe europea oppure, qualora la sede sociale dell'istituto di credito si trovi i u altro paese, detto istituto sia assoggettato a orme prudeziali cosiderate dalla CSSF equivaleti a quelle previste dalla legislazioe comuitaria; h) strumeti fiaziari derivati, ivi compresi gli strumeti assimilabili che dao origie a pagameti i dearo, egoziati i u mercato regolametato del tipo previsto ei precedeti puti a), b) e c); e/o strumeti fiaziari derivati egoziati ei mercati dei titoli o quotati ("strumeti derivati o quotati"), purché: I - i valori sottostati cosistao egli strumeti fiaziari idicati el presete paragrafo, i idici fiaziari, i tassi d'iteresse e i tassi di cambio o valutari i cui alla Società sia cosetito effettuare ivestimeti coformemete ai propri obiettivi d'impiego, - le cotroparti delle operazioi i strumeti derivati o quotati siao istituti assoggettati a vigilaza prudeziale e apparteeti alle categorie autorizzate dalla CSSF; e - gli strumeti derivati o quotati di cui sia possibile effettuare ua valutazioe quotidiaa affidabile e verificabile possao, su iiziativa della Società, essere veduti, liquidati o compesati, i qualsiasi mometo e al loro giusto valore, da u'operazioe simmetricamete opposta; II - Le suddette operazioi o devoo i alcu caso idurre la Società a discostarsi dai suoi obiettivi d'ivestimeto Le operazioi i strumeti fiaziari derivati sarao effettuate co cotroparti selezioate dalla società di gestioe coformemete alla sua politica di "Best Executio / Best Selectio" e alla procedura di approvazioe di uove cotroparti i) strumeti del mercato moetario diversi da quelli egoziati i u mercato regolametato e CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

10 idicati ell'articolo 1 della Legge del 2010, purché l'emissioe o l'emittete siao essi stessi assoggettati a ua regolametazioe itesa a proteggere gli ivestitori e il risparmio, e che tali strumeti siao: - emessi o garatiti da u'ammiistrazioe cetrale, regioale o locale, da ua Baca cetrale di uo Stato membro, dalla Baca cetrale europea, dall'uioe europea o dalla Baca europea degli ivestimeti, da u altro Stato oppure, el caso di uo Stato federale, da uo dei membri della federazioe, oppure da u ete pubblico iterazioale di cui facciao parte uo o più Stati membri, ovvero - emessi da u'azieda i cui titoli siao egoziati ei mercati regolametati idicati ei precedeti puti (a), (b) o (c), ovvero - emessi o garatiti da u istituto assoggettato a ua vigilaza prudeziale secodo i criteri stabiliti dal diritto comuitario, o da u istituto soggetto e ottemperate alle orme prudeziali cosiderate dalla CSSF almeo altrettato severe quato quelle previste dalla legislazioe comuitaria, ovvero - emessi da altri soggetti apparteeti alle categorie autorizzate dalla CSSF, purché gli ivestimeti i tali strumeti siao assoggettati a orme di salvaguardia degli ivestitori equivaleti a quelle previste dal primo, secodo o terzo puto, e che l'emittete sia ua società co capitale e riserve pari ad almeo dieci milioi di euro (EUR ) e preseti e pubblichi il bilacio auale coformemete alla quarta direttiva 78/660/CEE, ovvero u soggetto che, ell'ambito di u gruppo di società compredete ua o più società quotate, si dedichi al fiaziameto del gruppo o sia u soggetto dedito esclusivamete al fiaziameto di società di cartolarizzazioe beeficiarie di liee di fiaziameto bacario 312 Tuttavia a) la Società può ivestire sio al 10% del patrimoio etto di ciascu comparto i valori mobiliari e strumeti del mercato moetario diversi da quelli descritti el paragrafo 311; b) la Società può acquistare i bei mobili ed immobili idispesabili all'esercizio diretto della propria attività; c) la Società o è autorizzata, ello svolgimeto del suo programma di ivestimeti, ad acquistare metalli preziosi o certificati rappresetativi dei medesimi tramite alcuo dei suoi comparti; 313 U comparto può deteere liquidità, purché i via accessoria 314 a) U comparto o può ivestire oltre il 10% del patrimoio etto i valori mobiliari o strumeti del mercato moetario di u medesimo emittete U comparto o può ivestire oltre il 20% del patrimoio etto i depositi presso uo stesso istituto Il rischio di cotroparte del comparto i u'operazioe su strumeti derivati o quotati o può superare il 10% del patrimoio etto se la cotroparte è uo degli istituti idicati el paragrafo 311 g), o il 5% del patrimoio etto egli altri casi b) Il valore complessivo dei valori mobiliari e degli strumeti del mercato moetario, deteuti dal comparto i emitteti che raccolgao ua quota superiore al 5% del suo patrimoio etto, o può superare il 40% del valore del patrimoio etto del comparto i questioe Tale limite o si applica ai depositi presso istituti fiaziari assoggettati a vigilaza prudeziale, é alle operazioi co tali istituti aveti a oggetto strumeti derivati o quotati Oltre ai sigoli limiti idicati el paragrafo (a), essu comparto può ivestire oltre il 20% del patrimoio etto i ua combiazioe: - di valori mobiliari e strumeti del mercato moetario emessi da u uico ete; - di depositi presso u solo istituto e/o di rischi iereti a operazioi i strumeti derivati o quotati effettuate co u uico ete c) Il limite del 10% di cui al paragrafo a) può essere aumetato sio al 35% qualora i valori mobiliari o gli strumeti del mercato moetario siao emessi o garatiti da uo Stato membro dell'uioe europea, dai suoi eti pubblici territoriali, da u altro Stato o da orgaismi iterazioali a carattere pubblico dei quali facciao parte uo o più Stati membri dell'uioe europea CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

11 d) Il limite del 10% di cui al paragrafo a) può essere aumetato sio al 25% el caso di talue obbligazioi emesse da u istituto di credito la cui sede sociale si trovi i uo Stato membro dell'uioe europea e che sia assoggettato per legge a ua particolare vigilaza delle autorità pubbliche, fializzata alla tutela dei detetori di tali obbligazioi I particolare, le somme derivati dall'emissioe di tali obbligazioi devoo essere ivestite, coformemete alla legge, i titoli i grado di coprire, ell'itero arco di vita delle obbligazioi, i crediti dalle medesime risultati e che i caso di isolveza dell'emittete sarebbero prioritariamete destiati al rimborso del capitale e al pagameto degli iteressi maturati Il valore complessivo di tali ivestimeti, qualora u comparto ivesta oltre il 5% del patrimoio etto obbligazioi di cui al paragrafo precedete ed emesse da u medesimo emittete, o può superare l'80% del valore del patrimoio etto del comparto e) I valori mobiliari e gli strumeti del mercato moetario di cui ai paragrafi c) e d) o soo presi i cosiderazioe per l'applicazioe del limite del 40% fissato dal precedete paragrafo b) I limiti previsti ai paragrafi a), b), c) e d) o possoo essere cumulati e, di cosegueza, il totale degli ivestimeti i valori mobiliari o i strumeti del mercato moetario di uo stesso emittete, oché le operazioi di deposito o i strumeti derivati effettuate co tale soggetti coformemete ai precedeti paragrafi a), b), c) e d) o possoo, i alcu caso, superare il 35% del patrimoio etto di u comparto Le società cosiderate come faceti parte di u uico gruppo ai fii del cosolidameto del bilacio ai sesi della direttiva 83/349/CEE o coformemete alle orme cotabili iterazioali ricoosciute, soo cosiderate u uico soggetto ai fii del calcolo dei limiti previsti ei paragrafi da 314 (a) a 314 (e) U medesimo comparto può ivestire complessivamete sio al 20% del patrimoio etto i valori mobiliari e i strumeti del mercato moetario emessi dallo stesso gruppo 315 La Società è autorizzata a ivestire, rispettado il pricipio della ripartizioe dei rischi, sio al 100% del patrimoio etto di uo o più comparti i emissioi diverse di valori mobiliari e i strumeti del mercato moetario emessi o garatiti da uo Stato membro dell'uioe europea, dai suoi eti pubblici territoriali, da uo Stato membro dell'ocse o da eti iterazioali a carattere pubblico di cui facciao parte uo o più Stati membri dell'uioe europea, purché tale o tali comparti detegao titoli apparteeti ad almeo sei diverse emissioi, fermo restado che i titoli di ua medesima emissioe o potrao superare il 30% del patrimoio complessivo del comparto o dei comparti iteressati; 316 La Società verifica che il rischio globale ierete agli strumeti fiaziari derivati o ecceda il valore etto totale del portafoglio di ciascu comparto I rischi soo calcolati teedo coto del valore attuale delle attività sottostati, del rischio di cotroparte, dell'evoluzioe prevedibile dei mercati e del tempo dispoibile per liquidare le posizioi Quato detto è ugualmete valido per i capoversi segueti Nell'ambito della sua politica d'ivestimeto ed etro i limiti fissati al puto 311 (g), la Società può ivestire i strumeti derivati fiaziari purché i rischi complessivi a cui soo esposte le attività sottostati o eccedao i limiti d'ivestimeto stabiliti al puto 314 Allorché u comparto iveste i strumeti fiaziari derivati coessi a u idice, alla combiazioe di tali ivestimeti o si applicao ecessariamete i limiti fissati al puto Agli ivestimeti i altri OICVM od OICR si applicao le segueti disposizioi: a) U comparto può acquistare le quote di OICVM e/o di altri OICR di cui al paragrafo 311 (e), a codizioe di o ivestire oltre il 20% del patrimoio etto i uo stesso OICVM o i u altro OICR Ai fii dell'applicazioe di tale limite, ciascu comparto di u OICR multicomparto sarà cosiderato come u emittete distito ai sesi dell'articolo 181 della Legge del 2010, purché sia garatito il rispetto del pricipio della separazioe delle passività dei vari comparti ei cofroti dei terzi b) Gli ivestimeti di quote di OICR diversi dagli OICVM o possoo complessivamete superare il 30% del patrimoio etto Essedo l'oicvm o l'oicr u'etità giuridica multicomparto, i cui il patrimoio di u determiato comparto è dispoibile per soddisfare esclusivamete i diritti degli ivestitori relativi a quel comparto e di quelli dei creditori il cui credito deriva dalla costituzioe, dal fuzioameto o dalla liquidazioe di quel comparto, CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

12 ogi comparto deve essere cosiderato u emittete distito ai fii dell'applicazioe delle regole di ripartizioe dei rischi precedetemete descritte Qualora u comparto abbia acquistato quote di OICVM e/o di altri OICR, gli ivestimeti i tali OICVM o i altri OICR o si cumulao ai fii dei limiti previsti el paragrafo 314 c) Qualora u comparto ivesta i quote di altri OICVM o di altri OICR gestiti, direttamete o tramite delega, dalla stessa società di gestioe o da qualsiasi altra società alla quale la Società sia legata da ua comuaza di gestioe o di cotrollo oppure da ua cosistete partecipazioe diretta o idiretta, la società di gestioe o l'altra società o possoo addebitare commissioi di sottoscrizioe o di rimborso relative all'ivestimeto del comparto elle quote dei suddetti altri OICVM e/o altri OICR I comparti che ivestoo ua parte cosistete del proprio patrimoio i altri OICVM e/o i altri OICR devoo idicare ei rispettivi prospetti iformativi l'ammotare massimo delle commissioi che possoo essere addebitate sia al comparto stesso che agli altri OICVM e/o agli altri OICR i cui itedoo ivestire Tali comparti devoo precisare ella rispettive relazioi auali la percetuale massima delle spese di gestioe sosteute tato da essi stessi che dagli OICVM e/o dagli altri OICR ei quali ivestoo d) La Società o può ivestire oltre il 20% del patrimoio etto di ciascu comparto elle quote di u stesso OICVM o di u altro OICR di tipo aperto come descritto el precedete paragrafo 317 a), salvo el caso i cui u comparto della Società ivesta i azioi o quote di u OICVM master ai sesi della Legge del 2010 U comparto che opera come OICVM feeder deve ivestire almeo l'85% del suo patrimoio i azioi o quote del suo OICVM master, il quale o può a sua volta operare come OICVM feeder é deteere azioi o quote di u OICVM feeder U comparto che opera i qualità di OICVM feeder può ivestire fio al 15% del suo patrimoio i uo o più dei segueti elemeti: (i) (ii) liquidità a titolo accessorio coformemete all'articolo 41, paragrafo (2), secodo comma della Legge del 2010; strumeti fiaziari derivati, che possoo essere utilizzati esclusivamete co fialità di copertura, ai sesi dell'articolo 41, paragrafo (1), puto g) e dell'articolo 42, paragrafi (2) e (3) della Legge del 2010; (iii) bei mobili ed immobili idispesabili all'esercizio diretto delle attività della Società e) U comparto della Società può sottoscrivere, acquisire e/o deteere azioi emesse o i via di emissioe da uo o più altri comparti della Società, a codizioe che: (i) (ii) il comparto target o ivesta a sua volta el comparto che iveste el citato comparto target; e la proporzioe di attivi che i comparti target di cui si prevede l'acquisizioe possoo ivestire complessivamete i Azioi di altri comparti target della Società o superi il 10%; e (iii) il diritto di voto collegato alle Azioi iteressate sia sospeso per u tempo pari al periodo i cui sarao deteute dal comparto i questioe, fatto salvo u trattameto adeguato ella cotabilità e elle relazioi periodiche; (iv) i ogi caso, per il tempo i cui questi titoli sarao deteuti dalla Società, il loro valore o sia cosiderato ai fii del calcolo del patrimoio etto della Società allo scopo di verificare la sussisteza della soglia miima del patrimoio etto prevista dalla Legge; (v) le commissioi di gestioe, di sottoscrizioe/vedita o di rimborso o risultio doppie a livello di comparto che ha ivestito el comparto target e a livello di tale comparto target CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

13 318 Durate lo svolgimeto del suo programma di ivestimeti, la Società o è autorizzata, riguardo all'isieme dei comparti, ad: a) acquisire azioi dotate di diritti di voto tali da cosetirle di esercitare u'iflueza rilevate sulla gestioe di u emittete; b) acquisire oltre il: (i) 10% di azioi seza diritto di voto di u medesimo emittete, (ii) 10% di obbligazioi di u medesimo emittete, (iii) 25% di quote di u medesimo OICVM e/o di u altro OICR, (iv) 10% di strumeti del mercato moetario di u medesimo emittete I limiti previsti dai precedeti puti (ii), (iii) e (iv) possoo o essere rispettati al mometo dell'acquisizioe qualora o sia possibile, i quel mometo, calcolare l'ammotare lordo delle obbligazioi o degli strumeti del mercato moetario, oppure l'ammotare etto dei titoli emessi c) I precedeti paragrafi (a) e (b) o riguardao: 1 i valori mobiliari e gli strumeti del mercato moetario emessi o garatiti da uo Stato membro dell'uioe europea o dai suoi eti territoriali; 2 i valori mobiliari e gli strumeti del mercato moetario emessi o garatiti da uo Stato o apparteete all'uioe europea; 3 i valori mobiliari e gli strumeti del mercato moetario emessi da orgaismi iterazioali a carattere pubblico di cui facciao parte uo o più Stati membri dell'uioe europea; 4 le azioi deteute da u comparto el capitale di ua società di uo Stato o apparteete all'uioe europea che ivesta il proprio patrimoio prevaletemete i titoli di emitteti di detto Stato, qualora, ai sesi della legislazioe vigete i quest'ultimo, tale partecipazioe rappreseti per il comparto la sola possibilità di ivestire i titoli di emitteti di quello Stato Tuttavia, tale deroga è applicabile solo a codizioe che la società del predetto Stato o apparteete all'uioe Europea rispetti, ella propria politica di ivestimeto, i limiti imposti dai precedeti paragrafi 314 e 316 e dai puti a) e b) del paragrafo 317 I caso di superameto dei limiti previsti dai paragrafi 314 e 316 si applica, mutatis mutadis, il paragrafo 318; 5 le azioi deteute da ua o più società d'ivestimeto el capitale di società collegate che esercitio esclusivamete per coto delle prime attività di gestioe, di cosuleza o di commercializzazioe, ei paesi ove tali società collegate hao sede, i relazioe ai rimborsi di quote richiesti dai sottoscrittori 319 La Società o è teuta a rispettare per ogi comparto: a) i limiti summezioati, i caso di esercizio di diritti di sottoscrizioe attieti a valori mobiliari o a strumeti del mercato moetario che fao parte del suo patrimoio etto; b) gli articoli 314, 315 e 316 el semestre successivo alla data dell'autorizzazioe, a codizioe che la Società vigili sul rispetto del pricipio della ripartizioe dei rischi Se u superameto dei limiti di cui al presete paragrafo dovesse verificarsi idipedetemete dalla volotà della Società o i seguito all'esercizio dei diritti di sottoscrizioe, la Società deve avere come obiettivo prioritario, elle proprie operazioi di vedita, la regolarizzazioe di questa situazioe, teedo coto dell'iteresse degli azioisti 3110 La Società o può otteere fiaziameti per alcu comparto, ad eccezioe: a) dell'acquisto di valute tramite u fiaziameto parallelo di garazia ("back-to-back loa"); b) di prestiti che o superio il 10% del patrimoio etto di uo o più comparti, purché si tratti di prestiti temporaei; c) di prestiti che o superio il 10% del patrimoio etto, purché siao volti a permettere l'acquisto di bei immobiliari idispesabili al perseguimeto diretto delle sue attività I questo caso, questi prestiti e quelli di cui al puto b) del presete paragrafo o possoo, i alcu caso, superare cogiutamete il 15% del patrimoio etto di ogi comparto i questioe 3111 Alla Società o è cosetito cocedere prestiti o portarsi garate a favore di terzi Tuttavia tale vicolo o rappreseta u ostacolo all'acquisto, da parte della Società, di valori mobiliari, di CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

14 strumeti del mercato moetario o di altri strumeti fiaziari descritti ei puti (e), (h) e (i) del paragrafo 311, ache se o iteramete liberati 3112 Alla Società o è cosetito stipulare cotratti di sottoscrizioe a fermo, diretta o idiretta, di valori mobiliari, strumeti del mercato moetario o altri titoli di debito 3113 La Società o può effettuare vedite allo scoperto dei valori mobiliari, degli strumeti del mercato moetario o degli altri strumeti fiaziari descritti ei puti (e), (h) e (i) del paragrafo Impiego di teciche e di strumeti aveti per oggetto valori mobiliari Ai fii di ua buoa gestioe del portafoglio (segatamete allo scopo di geerare del capitale o dei redditi supplemetari per la Società) e/o i u'ottica di protezioe dei propri attivi e impegi, la Società può avvalersi i ciascu comparto di teciche e strumeti aveti ad oggetto valori mobiliari e strumeti del mercato moetario, quali: 1 operazioi di prestito titoli attive e passive; 2 operazioi co facoltà di riacquisto/rivedita (opératios à réméré); 3 operazioi di proti cotro termie Quado tali operazioi prevedoo l'utilizzo di strumeti derivati, devoo essere rispettate le codizioi e i limiti fissati alla sezioe 3 "Restrizioi i materia d'ivestimeto", oché più precisamete quato idicato ai precedeti puti 311(h), 314(b) secodo capoverso, 316 e al successivo puto 3443 I essu caso l'utilizzo di operazioi i derivati o di altre teciche di efficiete gestioe del portafoglio dovrà comportare uo scostameto della Società dagli obiettivi d'ivestimeto dichiarati el presete prospetto iformativo o u'aggiuta di gravi rischi supplemetari rispetto a quato descritto ella procedura di gestioe dei rischi di cui alla successiva sezioe 34 Al fie di ridurre l'esposizioe al rischio di cotroparte derivate da operazioi i derivati OTC e da altre teciche di efficiete gestioe del portafoglio, la Società potrà ricevere garazie fiaziarie coformemete alla successiva sezioe 324 Gli azioisti devoo essere cosapevoli che le operazioi mezioate i questo paragrafo offroo maggiori possibilità di guadago così come maggiori rischi di perdite rispetto ai relativi valori mobiliari per via dell'effetto leva di questi strumeti e possoo icidere sulla performace del comparto iteressato No è quidi possibile forire alcua garazia circa il raggiugimeto degli obiettivi d'ivestimeto da parte del comparto iteressato o all'asseza di perdite cosegueti Le operazioi di prestito titoli comportao il rischio che il mutuatario o sia i grado di restituire i titoli al mometo opportuo e emmeo i seguito Di cosegueza, u comparto che iveste i operazioi di prestito titoli può subire perdite di dearo o ritardi el recupero dei titoli prestati Parimeti, il comparto può subire perdite di dearo se o recupera i titoli e/o se il valore della garazia dimiuisce, ache el caso di ivestimeti realizzati co ua garazia i cotati L'esposizioe del portafoglio di u comparto a u rischio di mercato o varia quado vegoo itraprese operazioi di prestito su titoli Nodimeo, tali operazioi comportao u rischio di mercato specifico, ovvero l'isolveza di ua cotroparte I tal caso, la garazia forita dovrà essere veduta e i titoli prestati dovrao essere riacquistati al prezzo i vigore, co possibili perdite di valore per il comparto i questioe Le operazioi di prestito titoli comportao altresì alcui rischi operativi, come per esempio la macata osservaza delle istruzioi relative al prestito dei titoli Quado u comparto itraprede operazioi di prestito titoli, tali rischi operativi soo gestiti tramite procedure, cotrolli e sistemi istituiti sia dall'agete di prestito titoli che dalla Società Tutti i proveti otteuti tramite queste teciche di efficiete gestioe del portafoglio sarao totalmete restituiti al relativo comparto, previa deduzioe dei costi operativi diretti e idiretti sosteuti i coessioe co tali operazioi La politica relativa ai costi operativi è descritta ella successiva sezioe Operazioi di prestito titoli attive e passive La Società può impegarsi i operazioi di prestito titoli attive e passive, purché vegao rispettate le segueti regole 3211 Regole destiate a garatire il buo fie delle operazioi di prestito titoli CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

15 La Società può dare i prestito i titoli deteuti i portafoglio sia direttamete, sia tramite u sistema stadardizzato di prestito orgaizzato da u orgaismo di compesazioe titoli ricoosciuto, o tramite u sistema di prestito orgaizzato da u istituto fiaziario che sia soggetto a regole di vigilaza prudeziale riteute dalla CSSF equivaleti a quelle previste dalla ormativa comuitaria e specializzato i questo tipo di operazioi I ogi caso, la cotroparte del cotratto di prestito titoli sarà soggetta a regole di vigilaza prudeziali riteute dalla CSSF equivaleti a quelle previste dalla legislazioe comuitaria Nell'ambito delle operazioi di prestito titoli, la Società deve ricevere di orma delle garazie fiaziarie coformi alla successiva sezioe 324, il cui valore al mometo della coclusioe del cotratto di prestito titoli sia almeo pari al 90% del valore corrispodete alla valutazioe globale dei titoli dati i prestito; la durata del prestito o può essere superiore a 30 giori Tale garazia sarà rivalutata gioralmete e, i caso di deprezzameto, itegrata co garazie supplemetari 3212 Limiti previsti per le operazioi di prestito titoli La Società è teuta a mateere il volume delle operazioi di prestito titoli a u livello tale da cosetirle i qualsiasi mometo di (i) richiedere la restituzioe dei titoli prestati o (ii) porre fie a qualsiasi operazioe di prestito titoli i cui essa è parte cotraete, affiché le sia possibile adempiere i ogi mometo all'obbligo di rimborso e tali operazioi o compromettao la gestioe del suo patrimoio i coformità alla politica d'ivestimeto 3213 Reivestimeto della liquidità forita a titolo di garazia La Società è autorizzata a reivestire la liquidità che riceve a titolo di garazia ell'ambito delle operazioi di prestito titoli, coformemete alle disposizioi delle circolari CSSF applicabili i materia 322 Operazioi co facoltà di riacquisto/rivedita (opératios à réméré) 3221 Acquisto di titoli co facoltà di rivedita (à réméré) La Società può impegarsi i qualità di acquirete i operazioi co facoltà di rivedita (opératios à réméré), cosisteti i acquisti di titoli le cui clausole riservio al veditore (cotroparte) il diritto di riacquistare dalla Società i titoli veduti a u prezzo e a ua scadeza coveuti tra le due parti al mometo della coclusioe del cotratto Per tutta la durata di u cotratto di acquisto co facoltà di rivedita (à réméré), la Società o può vedere i titoli oggetto del cotratto prima dell'avveuto riacquisto degli stessi a opera della cotroparte o della scadeza di tale diritto, salvo qualora la Società dispoga di altri mezzi di copertura La Società è teuta a mateere il volume delle operazioi di acquisto co facoltà di rivedita (à réméré) a u livello tale da permetterle, i qualuque mometo, di far frote alle richieste di rimborso dei suoi azioisti La tipologia di titoli acquistati ell'ambito di operazioi co facoltà di rivedita (à réméré) e le relative cotroparti devoo essere coformi ai requisiti delle circolari CSSF applicabili i materia I titoli acquistati co facoltà di rivedita (à réméré) devoo ioltre essere coformi alla politica d'ivestimeto della Società e, uitamete ai titoli i portafoglio, rispettare l'isieme delle restrizioi all'ivestimeto di quest'ultima 3222 Vedita di titoli co facoltà di riacquisto (à réméré) La Società può impegarsi i qualità di veditore i operazioi co facoltà di riacquisto (à réméré), cosisteti i vedite di titoli le cui clausole riservio alla Società il diritto di riacquistare dall'acquirete (la cotroparte) i titoli veduti a u prezzo e a ua scadeza coveuti tra le due parti al mometo della coclusioe del cotratto CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

16 Le cotroparti i tali operazioi devoo ottemperare alle disposizioi delle circolari CSSF applicabili i materia La Società deve disporre, alla scadeza del termie fissato per il riacquisto, del patrimoio ecessario a pagare il prezzo di riacquisto cocordato, ove applicabile 323 Operazioi di proti cotro termie 3231 Operazioi di proti cotro termie attive La Società può effettuare operazioi di proti cotro termie attive, al termie delle quali il cedete (cotroparte) ha l'obbligo di ripredere il bee ceduto e la Società ha l'obbligo di restituire il bee acquisito Le cotroparti i tali operazioi devoo ottemperare alle disposizioi delle circolari CSSF applicabili i materia Per l'itera durata del cotratto di proti cotro termie attivo, la Società o può vedere o dare i garazia/pego i titoli oggetto del cotratto, salvo qualora dispoga di altri mezzi di copertura La Società deve mateere il volume delle operazioi di proti cotro termie attive a u livello tale da permetterle, i qualuque mometo, di far frote alle richieste di rimborso dei suoi azioisti La Società dovrà i ogi mometo essere i grado di richiamare l'itero importo i cotati o di termiare l'operazioe di proti cotro termie attiva sulla base del criterio pro rata temporis o mark-to-market Siccome i cotati possoo essere richiamati i qualsiasi mometo su base mark-to-market, il valore mark-to-market dell'operazioe di proti cotro termie attiva sarà utilizzato per calcolare il valore patrimoiale etto della Società I titoli oggetto dell'operazioe di proti cotro termie attiva vao cosiderati alla pari di garazie fiaziarie coformi alle codizioi idicate ella sottostate sezioe 324 Le operazioi di proti cotro termie attive di durata o superiore a sette giori soo cosiderate operazioi che cosetoo alla Società di richiamare i propri attivi i qualsiasi mometo 3232 Operazioi di proti cotro termie passive La Società può effettuare operazioi di proti cotro termie passive, al termie delle quali la Società ha l'obbligo di ripredere il bee ceduto e il cedete (cotroparte) ha l'obbligo di restituire il bee acquisito Le cotroparti i tali operazioi devoo ottemperare alle disposizioi delle circolari CSSF applicabili i materia La Società deve disporre, alla scadeza del termie fissato per il proti cotro termie passivo, del patrimoio ecessario a pagare il prezzo cocordato per la restituzioe alla Società La Società deve mateere il volume delle operazioi di proti cotro termie passive a u livello tale da permetterle, i qualuque mometo, di far frote alle richieste di rimborso dei suoi azioisti La Società si assicura di poter richiamare i qualsiasi mometo u titolo oggetto di u'operazioe di proti cotro termie o di porre fie a tale operazioe i cui essa si è impegata Le operazioi di proti cotro termie passive di durata o superiore a sette giori soo cosiderate operazioi che cosetoo alla Società di richiamare i propri attivi i qualsiasi mometo 324 Gestioe delle garazie fiaziarie Il rischio di cotroparte elle operazioi su strumeti derivati o quotati, sommato a quello derivate da altre teciche di efficiete gestioe del portafoglio, o deve superare il 10% del CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

17 patrimoio etto di u determiato comparto se la cotroparte è uo degli istituti di credito di cui alla successiva sezioe 311 g), oppure il 5% del patrimoio etto i tutti gli altri casi A tale riguardo e al fie di ridurre l'esposizioe al rischio di cotroparte derivate da operazioi i derivati OTC e da teciche di efficiete gestioe del portafoglio, la Società potrà ricevere delle garazie fiaziarie Tali garazie devoo essere coferite i cotati o sotto forma di obbligazioi emesse o garatite da Stati membri dell'ocse oppure dai relativi eti pubblici territoriali o acora da istituzioi e orgaismi sovraazioali a carattere comuitario, regioale o modiale Le garazie fiaziarie ricevute i trasferimeto di proprietà sarao deteute presso la Baca depositaria o da uo dei suoi ageti o terzi posti sotto il suo cotrollo Per gli altri tipi di cotratto, le garazie fiaziarie potrao essere deteute presso ua baca depositaria terza assoggettata a vigilaza prudeziale e priva di qualsivoglia legame co il foritore delle garazie fiaziarie Le garazie fiaziarie diverse dal cotate o sarao vedute, reivestite o costituite i pego Esse rispetterao i qualuque mometo i criteri defiiti egli Orietameti ESMA 2012/832 i materia di liquidità, valutazioe, qualità creditizia degli emitteti, correlazioe e diversificazioe co u'esposizioe a u dato emittete o superiore al 20% del patrimoio etto della Società Le garazie fiaziarie ricevute i cotate potrao essere reivestite I caso di reivestimeto, sarà osservata la politica d'ivestimeto della Società e le segueti codizioi euciate egli Orietameti ESMA: - collocameto i deposito presso etità specificate el soprastate paragrafo 311 g); - ivestimeto i titoli di Stato di qualità elevata; - utilizzo ell'ambito di operazioi di proti cotro termie attive cocluse co istituti di credito assoggettati a vigilaza prudeziale, a codizioe che la Società abbia la possibilità di richiamare i qualsiasi mometo la liquidità per l'itero ammotare e co l'attribuzioe degli iteressi maturati; - ivestimeti i OICR moetari a breve termie come descritti egli orietameti recati ua defiizioe comue degli orgaismi d'ivestimeto collettivo moetari europei Le garazie i cotati che possoo essere reivestite devoo rispodere ai medesimi requisiti di diversificazioe delle garazie ricevute i forma diversa dai cotati Fatte salve le disposizioi applicabili del diritto lussemburghese, il reivestimeto di tali garazie fiaziarie i cotate sarà icluso el calcolo per la determiazioe dell'esposizioe complessiva della Società Tali garazie fiaziarie sarao valutate gioralmete coformemete alla sezioe "15Calcolo del valore patrimoiale etto" La Società applicherà tuttavia i segueti scoti miimi: Strumeti derivati over-the-couter Tipo di garazia fiaziaria Scoto ricevuta Cotate 0% Titoli di Stato (1) 0-10% Prestito titoli Tipo di garazia fiaziaria Scoto ricevuta Titoli di Stato (2) 0-10% Cotati (3) 0% Repo / Reverse Repo Tipo di garazia fiaziaria Scoto ricevuta Titoli di Stato (2) 0-10% (1) emessi o garatiti da Stati membri dell'ocse (2) emessi o garatiti da Stati membri dell'ocse o dai loro eti pubblici territoriali o acora da orgaismi e istituzioi sovraazioali, di buoa qualità (3) ella medesima valuta dei titoli prestati CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

18 33 Utilizzo di teciche e strumeti relativi ai derivati complessi Il gestore potrà ivestire fio al 10% del patrimoio etto di ciascu comparto i strumeti derivati complessi co fialità di copertura o di esposizioe al rischio di credito Potrà ioltre utilizzare derivati di credito su idici (ITRAXX, CDX, ABX, ecc) e derivati di credito su ua o più etità di riferimeto Il Cosiglio di ammiistrazioe può, ell'iteresse degli azioisti, adottare uove restrizioi volte a cosetire il rispetto delle leggi e dei regolameti i vigore ei paesi dove le azioi della Società soo offerte al pubblico La parte speciale del prospetto iformativo sarà aggiorata di cosegueza 34 Veicoli di cartolarizzazioe 1 Etro il limite del 10% del loro patrimoio, determiati comparti, come specificato i ciascua parte speciale, possoo ivestire i veicoli di cartolarizzazioe La cartolarizzazioe è u'operazioe fiaziaria attraverso la quale alcue attività, geeralmete crediti acquisiti presso orgaismi ecoomici (istituti fiaziari, imprese, ecc), soo raggruppati i ua società ad hoc che li acquisisce fiaziadosi mediate l'emissioe di titoli (i veicoli di cartolarizzazioe) presso gli ivestitori Le cedole versate all'ivestitore e il rimborso provegoo dai flussi geerati dal pool di attività così costituito Gli strumeti iteressati soo i particolare gli Asset-Backed Securities (ABS), termie geerico comuemete utilizzato per idicare i titoli creati dal meccaismo di cartolarizzazioe I fuzioe della tipologia del sottostate e seza vicoli al riguardo, potrao quidi esservi titoli collegati a bei strumetali (aerei, imbarcazioi, ecc) (EETC, Ehaced Equipmet Trust Certificates), a prestiti legati a immobili resideziali (RMBS, Residetial Mortgage-Backed Securities) o commerciali (CMBS, Commercial Mortgage-Backed Securities), a prestiti o obbligazioi di società fiaziarie o idustriali, a portafogli di crediti, a prestiti bacari (CLO, Collateralised Loa Obligatio) o al cosumo, ad attività commerciali o ad attività varie, Credit Liked Notes (CLN) 35 Metodo di gestioe dei rischi Ai sesi della Legge del 2010 e alla regolametazioe applicabile, segatamete la Circolare CSSF 11/512, la Società di gestioe ha stabilito delle procedure di cotrollo e di gestioe dei rischi al fie di assicurare il rispetto delle orme i vigore, oché la coformità alle politiche e alle strategie d'ivestimeto di ciascu comparto - La Società di gestioe si impegerà a rispettare le politiche e le strategie d'ivestimeto dei comparti cotrollado al cotempo il profilo di rischio/redimeto degli stessi - La volatilità e le performace di ciascu comparto soo aalizzate quotidiaamete e i fattori di rischio soo costatemete moitorati - Le procedure di cotrollo e di gestioe dei rischi garatiscoo l'ottemperaza alle leggi e ai regolameti vigeti Il revisore itero alla Società di gestioe sarà resposabile della verifica delle procedure e supervisioerà l'orgaizzazioe dei cotrolli 351 Sistemi di valutazioe dei rischi adeguati al profilo di rischio di ciascu comparto La Società di gestioe si avvale di u processo di gestioe dei rischi che le permette di cotrollare e valutare i ogi mometo i rischi associati alle posizioi e il relativo cotributo al profilo di rischio geerale del portafoglio della Società I comparti hao l'obbligo di utilizzare dei sistemi di valutazioe dei rischi adeguati al proprio profilo di rischio, al fie di assicurare ua valutazioe precisa di tutti i rischi sosteuti 352 Limite del rischio complessivo coesso agli strumeti fiaziari derivati Per i comparti il cui rischio complessivo o viee calcolato mediate il metodo del Value at Risk: ciascu comparto è teuto ad assicurarsi che il rischio complessivo coesso agli strumeti derivati o ecceda il valore etto totale del suo portafoglio 353 Limite i caso di ricorso temporaeo al prestito Il rischio complessivo assuto dal comparto può essere aumetato di u massimo del 10% tramite l'assuzioe prestiti temporaei; di cosegueza, il rischio complessivo o può superare il 210% del valore patrimoiale etto 1 I derivati di cartolarizzazioe potrao essere utilizzati a partire dal 19 marzo 2015 CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

19 354 Metodo di calcolo del rischio complessivo 3551 Classificazioe dei comparti i fuzioe del loro profilo di rischio La Società di gestioe deve valutare il profilo di rischio i base alla politica e alla strategia d'ivestimeto della Società (compreso l'utilizzo degli strumeti fiaziari derivati) al fie di scegliere u metodo idoeo di misurazioe del rischio globale I metodi di determiazioe del rischio complessivo adottati per ciascu comparto soo illustrati ella parte speciale del prospetto iformativo 3552 Rischio di mercato I fuzioe dei comparti, il rischio di mercato sarà valutato secodo l'approccio basato sugli impegi, i virtù del quale le posizioi i strumeti fiaziari derivati di ciascu comparto vegoo covertite i posizioi equivaleti sulle attività sottostati, restado iteso che le posizioi lughe e corte su ua stessa attività sottostate possoo essere compesate, oppure secodo l'approccio del modello itero ossia il Value at Risk ("VaR") fializzato a determiare la perdita massima che potrebbe essere geerata dal portafoglio di u comparto i codizioi di mercato ormali A tal fie, dovrao essere presi i cosiderazioe altri criteri, tra cui: il rischio complessivo sosteuto dal comparto a seguito dell'utilizzo di strumeti fiaziari derivati, la atura, l'obiettivo, il umero e la frequeza dei cotratti derivati sottoscritti dallo stesso, oché le teciche di gestioe adottate 3553 Rischio di cotroparte I coformità al paragrafo 314 a) del prospetto iformativo, il rischio di cotroparte assuto da u comparto i u'operazioe su strumeti derivati o quotati o può superare il 10% del suo patrimoio se la cotroparte è uo degli istituti di credito idicati el paragrafo 311g) del prospetto stesso, o il 5% del patrimoio etto i tutti gli altri casi I paragrafi III5 e IV1 della circolare 11/512 illustrao el dettaglio le orme relative alla determiazioe del rischio di cotroparte I applicazioe del paragrafo 311h) del prospetto iformativo, gli strumeti fiaziari derivati o quotati devoo essere soggetti a ua valutazioe precisa, verificabile gioralmete e i maiera idipedete da parte della Società 4 PROFILO DI RISCHIO Gli ivestimeti soo soggetti alle oscillazioi del mercato e ai rischi coessi agli ivestimeti i valori mobiliari e egli altri titoli ei quali la Società iveste No vi è alcua garazia del raggiugimeto dell'obiettivo di gestioe della Società e di ciascuo dei suoi comparti Si richiama l'attezioe degli ivestitori sull'eleco (o esaustivo) di rischi di seguito riportato a) Rischi coessi agli ivestimeti i azioi Gli ivestimeti i azioi cosetoo, i geerale, guadagi più elevati rispetto alle obbligazioi a breve o lugo termie Tuttavia ache i rischi coessi agli ivestimeti i azioi soo spesso più elevati, poiché i risultati otteuti dai titoli azioari dipedoo da fattori difficilmete prevedibili Tra tali fattori citiamo la possibilità di flessioi repetie o prolugate del mercato e i rischi iereti alle stesse aziede emitteti Il rischio fodametale isito i ogi portafoglio azioario deriva dalla possibile dimiuzioe del valore degli ivestimeti che esso detiee Il valore delle azioi può fluttuare a causa dell'attività delle società o della diamica geerale del mercato e/o della situazioe ecoomica Storicamete, el lugo periodo le azioi hao offerto guadagi più cosisteti di qualsiasi altro ivestimeto, ma el breve periodo comportao rischi maggiori b) Rischi coessi agli ivestimeti i titoli di credito Tra i pricipali rischi legati all'ivestimeto i titoli di debito possiamo citare: - il rischio di tasso di iteresse (il rischio che il valore degli ivestimeti della Società e di ciascuo dei suoi comparti dimiuisca i caso di aumeto dei tassi di iteresse); - il rischio di credito (il rischio che le aziede i cui la Società iveste si trovio i difficoltà fiaziarie e o vogliao o o possao più oorare i loro obblighi ei suoi cofroti); - il rischio di mercato (il rischio che il valore degli ivestimeti della Società e di ciascuo dei suoi comparti dimiuisca per effetto della geerale diamica dei mercati fiaziari); - Il rischio di gestioe (il rischio che le teciche di ivestimeto della Società e di ciascuo dei suoi comparti siao iefficaci e causio perdite alla Società); CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

20 - il rischio di cotroparte (il rischio d'iadempieza di ua cotroparte, che pertato o potrebbe oorare i propri obblighi di pagameto) c) Rischi coessi alle operazioi over-the-couter La SICAV può effettuare operazioi fuori borsa tramite cotratti a termie e a proti su idici o altri strumeti fiaziari, oché swap su idici o altri strumeti fiaziari, aveti come cotroparte bache o società di itermediazioe mobiliare di primo piao specializzate i questi settori Sebbee i relativi mercati o siao riteuti più volatili di altri mercati a termie, elle loro operazioi i questi mercati gli operatori soo meo tutelati cotro le iadempieze i quato i cotratti ivi soo egoziati o soo garatiti da staze di compesazioe Le quotazioi dei cotratti su idici stipulati fuori borsa possoo essere molto volatili a causa dei margii scarsamete elevati richiesti da questo tipo di cotratto d) Rischi coessi alle valute estere La SICAV può ivestire i titoli deomiati i u certo umero di valute diverse dalla Valuta di riferimeto della SICAV Le oscillazioi dei tassi di cambio tra valute estere icidoo sul valore dei titoli deteuti dalla Società e) Rischio di liquidità Tale rischio deriva essezialmete dal livello di liquidità dei mercati i cui soo egoziati i valori mobiliari che compogoo il portafoglio Talui titoli i cui la Società è autorizzata a ivestire possoo essere illiquidi Per titoli illiquidi si itedoo quelli che o possoo essere ceduti, a codizioi ormali ed etro sette giori, ai prezzi ai quali a Società li ha valorizzati Tali titoli comportao il rischio che la Società o sia i grado di cederli al mometo desiderato, oppure che il prezzo di cessioe sia iferiore a quello di acquisizioe da parte della Società f) Rischi coessi agli ivestimeti i derivati su crediti Rischio di credito: la Società si riserva la possibilità di ivestire i obbligazioi co ratig iferiore a "ivestmet grade" Le esposizioi obbligazioarie deteute dalla SICAV direttamete o attraverso OICVM avrao mediamete u ratig corrispodete almeo alla categoria "ivestmet grade" per almeo ua delle pricipali agezie di ratig D'altro cato, esiste u rischio di credito più specifico coesso all'utilizzo dei derivati di credito (Credit Default Swap) I casi i cui è previsto u rischio derivate dall'utilizzo di CDS soo riportati ella seguete tabella: Fialità dell'utilizzo di CDS da parte del gestore Perdita di valore sulla posizioe i CDS Vedita di protezioe I caso di deteriorameto della qualità creditizia dell'emittete del titolo sottostate Acquisto di protezioe I caso di migliorameto della qualità creditizia dell'emittete del titolo sottostate Il rischio di credito è calcolato mediate u'aalisi qualitativa volta alla valutazioe della solvibilità delle imprese (ad opera del team di aalisti del credito) g) Rischi coessi agli strumeti fiaziari a termie la Società può utilizzare derivati egoziati i borsa (compresi i cotratti a termie e le opzioi) e fuori borsa (tra cui opzioi, cotratti a termie, swap su tassi d'iteresse e derivati di credito) ell'ambito della sua politica d'ivestimeto, co fialità d'ivestimeto e/o di copertura I suddetti strumeti soo volatili, presetao rischi specifici ed espogoo l'ivestitore a u rischio di perdita I depositi co u margie iiziale modesto, richiesti i geere per aprire ua posizioe i tali strumeti, cosetoo di otteere u effetto leva Di cosegueza, ua variazioe relativamete modesta del prezzo di u cotratto potrebbe dar luogo a u guadago o ua perdita elevati rispetto all'importo realmete ivestito come margie iiziale, causado ua perdita supplemetare e potezialmete illimitata, superiore a qualsiasi margie versato Ioltre, i riferimeto a u evetuale utilizzo ai fii di copertura, la correlazioe tra questi strumeti e gli ivestimeti o i settori del mercato che si itede coprire può rivelarsi imperfetta Le operazioi i derivati egoziati fuori borsa, ad esempio i derivati di credito, possoo comportare u rischio supplemetare a causa dell'asseza di u mercato azioario che coseta di liquidare ua posizioe aperta La possibilità di liquidare ua posizioe i essere, di valutarla o di determiare il livello di esposizioe ai rischi o è ecessariamete garatita CARMIGNAC PORTFOLIO - PROSPETTO INFORMATIVO MAGGIO

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra? CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica Comportameto delle strutture i c.a. i zoa sismica Pagia i/161 Comportameto delle strutture i C.A. i Zoa Sismica Prof. Paolo Riva Dipartimeto di Progettazioe e ecologie Facoltà di Igegeria Uiversità di

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15 Apputi di Statistica Matematica Ifereza Statistica Multivariata Ao Accademico 014/15 November 19, 014 1 Campioi e modelli statistici Siao Ω, A, P uo spazio di probabilità e X = X 1,..., X u vettore aleatorio

Dettagli

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario Valutazioe delle prestazioi termiche di sistemi co solai termoattivi i regime o stazioario MICHELE DE CARLI, Ph.D., Ricercatore, Dipartimeto di Fisica Tecica, Uiversità degli Studi di Padova, Padova, Italia.

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services 3M Prodotti per la protezioe al fuoco Buildig & Commercial Services Idice Sviluppi e treds...4-5 3M e le soluzioi aticedio...6-7 Dispositivi di attraversameto...8-19 Giuti di costruzioe...20-21 Sistemi

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV )

EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) Pagina 1 di 10 EAST CAPITAL (LUX) società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese di tipo multicomparto e multiclasse (la SICAV ) MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Modalità di partecipazione:

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI Mirta Debbia LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - debbia.m@libero.it Maria Cecilia Zoboli - LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - cherubii8@libero.it

Dettagli

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione AiSoft AiSoft ase alla passioe per l'iformatio teology e si oretizza i ua realtà impreitoriale, ua perfetta reazioe imia tra ooseza teia e reatività per realizzare progetti i grae iovazioe. Le ostre soluzioi

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

ATTO DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA

ATTO DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA ATTO DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA LA BANCA D ITALIA E LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Modulo di rimborso Carmignac Gestion

Modulo di rimborso Carmignac Gestion Modulo di rimborso Carmignac Gestion CARMIGNAC GESTION - Fondo Comune di Investimento di diritto francese con sede in Place Vendôme, 24, 75001- Parigi - Francia Il presente modulo debitamente compilato

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario Beveuti i Otario Guida ai programmi e ai servizi per i uovi arrivati i Otario Idice Vivere i Otario........................................... 2 Come otteere l aiuto di cui avete bisogo.....................................

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni:

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni: N. Fusco ESERCIZI DI ANALISI I Prof. Nicola Fusco Determiare l isieme i cui soo defiite le segueti fuzioi: ) log/ arctg π ) 4 ) log π 6 arcse ) ) tg log π + ) 4) 4 se se se tg 5) se cos tg 6) [ 6 + 8 π

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine Dall atomo di Bohr alla ostate di struttura fie. INFORMAZIONI SPETTROSCOPICHE SUGLI ATOMI E be oto he ogi sostaza opportuamete eitata emette radiazioi elettromagetihe. Co uo spettrosopio, o strumeti aaloghi,

Dettagli

per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica

per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Milao Italy Master i Maagemet per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patroato del Presidete della Repubblica Lettera del Direttore Il Maestro Bertolt Brecht diceva che lo spettacolo

Dettagli

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione.

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione. INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo Schroder International Selection Fund Prospetto informativo (Società di investimento a capitale variabile (SICAV) di diritto lussemburghese) Febbraio 2015 Italia Schroder International Selection Fund

Dettagli

Modulo di sottoscrizione

Modulo di sottoscrizione Modulo di sottoscrizione Il presente Modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia di azioni di JPMORGAN INVESTMENT FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese a struttura multicomparto e multiclasse.

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli