Note di Rilascio Utente Fix

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Note di Rilascio Utente Fix 09.40.10"

Transcript

1 OSRA SOFTWARE FISCALE-LAVORO-AZIENDA Note di Rilascio Utente Fix CONTENUTI - StudioNeXt - 28/05/ MODULO ICAD... 1 Prospetto AI Ammortamenti non deducibili e riassorbimento IRAP... 1 Prospetto AV Altre Variazioni MODELLI UNICO DG Dati Generali 2 Codici tributo per i versamenti con Modello F MODELLO UNICO PERSONE FISICHE E SOCIETÀ DI PERSONE Guida operativa On line 3 4. STUDI DI SETTORE... 3 Allineamento adeguamento a Gerico ver del 22/ Studio di Settore UG72A con maggior costo di carburante 3 5. MODELLO IRAP... 4 Enti Pubblici... 4 Elenco Diritto Camerale... 4 Deduzioni per dipendenti PAGHE E STIPENDI / CO.CO.CO Telematico Bonus Famiglia Creazione Telematico PAGHE E STIPENDI Preinput cedolini Ore Lavorative 4 Stampa Mod. ANF/Dip Rateazione contributi sospesi sisma Marche ed Umbria... 5 ConQuest - Aggiornamento Integrazione Tabellare... 8 Eseguire le copie degli archivi prima di procedere con l aggiornamento da effettuarsi almeno in presenza della Release Modulo ICAD Prospetto AI Ammortamenti non deducibili e riassorbimento IRAP Nel prospetto AI Ammortamenti non deducibili è stata prevista la nuova opzione Riassorbimento integrale IRAP: S/N che consente all utente, per ciascun dettaglio, di scegliere se effettuare o meno il riassorbimento forzato delle imposte anticipate ai fini IRAP (in precedenza la procedura forzava il riassorbimento dei righi da AI1 a AI5, mentre per il rigo AI6 il riassorbimento veniva effettuato sulla base dell eccedenza delle quote fiscali rispetto alle quote civilistiche). Prospetto AV Altre Variazioni Nel prospetto AV Altre Variazioni è presente una nuova funzione Fxx - Riporto quadro RF che consente di escludere, per ciascun rigo, i riporti automatici sul quadro RF nei casi in cui il riporto sul quadro RF deve essere effettuato su righi diversi rispetto a quelli standard previsti dal prospetto (la compilazione del quadro RF risulta, in questo caso, manuale a cura dell utente). Le colonne Rif. Var. e Rif. Rias., in caso di riporto, mostrano i riferimenti del quadro RF e in caso di non riporto mostrano dei trattini ( --- ). L attivazione del tasto funzione può essere effettuata anche per i righi provenienti da azzeramento e non ha alcun effetto sul calcolo delle imposte anticipate e/o differite.

2 2. Modelli Unico DG Dati Generali La funzione di stampa su Ministeriale del Modello Unico inibisce automaticamente la stampa della Dichiarazione IRAP. Pertanto si raccomanda di non modificare il valore del campo IRAP = S presente nella Gestione dati Base DG Dati Generali per mantenere la gestione integrata dei dati tra modello IRAP e quadri di reddito, nonché per riportare l imposta sul modello F24. Codici tributo per i versamenti con Modello F24 Aggiornati i codici tributo con quelli nuovi rilasciati dall Agenzia delle Entrate e di seguito indicati: Codice Imposta 1800 Imposta sostitutiva per i contribuenti minimi di cui all art. 1, commi da 96 a 117, L. n.244/ Imposta a seguito del riallineamento divergenze IAS/IFRS Art. 15, c. 4, D.L. 185/ denominato Imposta sostitutiva a seguito del riallineamento parziale delle divergenze IAS/IFRS Art. 15, c. 5, D.L. 185/ Imposta sostitutiva sulle divergenze dall applicazione dei principi contabili internazionali di cui all art. 15, c. 3, lett. b), D.L. n. 185/2008 Divergenze IAS/IFRS (commi 5 e 6, art. 13, D.Lgs. n. 38/2005) 1820 Imposta sostitutiva sulle divergenze dall applicazione dei principi contabili internazionali di cui all art. 15, c. 3, lett. b), D.L. n. 185/2008 Divergenze IAS/IFRS (comma 2, art. 13, D.Lgs. n. 38/2005) 1821 Imposta sostitutiva a seguito di operazione straordinaria di cui all art. 15, c. 10, D.L. 185/2008 Maggiori valori attività immateriali 1822 Imposta a seguito di operazione straordinaria di cui all art. 15, c. 11, D.L.185/2008 Maggiori valori altre attività 1823 Imposta sostitutiva a seguito di operazione straordinaria di cui all art. 15, c. 11, D.L. 185/2008 Maggiori valori crediti 1825 Imposta sostitutiva sul saldo attivo per effetto della rivalutazione di cui all art. 15, c. 16, D.L. 185/2008 Saldo attivo 1824 Imposta sostitutiva sui maggiori valori iscritti in bilancio per effetto della rivalutazione di cui all art.15, c. 16, D.L. 185/2008 Maggiori valori dei beni In conseguenza, anche la procedura di Abilitazione del Modello F24 è stata aggiornata: Unico PF Unico SP Unico SC Unico ENC Descrizione TRIBUTO CM15 CM16 RM27 RQ30 RQ25 RQ34 RQ21 RQ36 RQ44 RQ25 RQ23 RQ38 RQ46 RQ27 RQ47 RQ51 Quadro CM imposta a debito/credito Imposta sostitutiva qd. RM art. 15 c.11 D.L. 185/2008 Divergenze applicazione IAS/IFRS Maggiori valori dei beni art 15 commi 10 e 11 D.L. 185/2008 Rivalutazione dei Beni D.L. 185/2008 Saldo attivo di rivalutazione D.L. 185/2008 Riallineamento totalità differenze IAS/IFR art.15 c.4 DL. 185/2008 Riallineamento parziale differenze IAS/IFR art.15 c.5 DL. 185/2008 Tributi Pubblicati il 26 Mag Note di Rilascio Utente Fix del 28/05/2009 Pagina 2 di 8

3 I tributi 1824, 1825 e 1815 sono stampati in delega con il numero delle rate indicate nel quadro RQ (es. 01/03). Vengono generate anche le rate da versare negli anni successivi. Modello Unico SC - viene abilitato nel modello F24 il codice: 1821, se presente il rigo RQ30, col , se presente il rigo RQ30, col , se presente il rigo RQ33, col.10 Modello Unico SP - viene abilitato nel modello F24 il codice: 1821, se presente il rigo RQ26, col , se presente il rigo RQ26, col , se presente il rigo RQ29, col.7 Per il codice tributo 1815 vengono considerate le seguenti sezioni: Unico PF - Quadro RQ, sezione IV- A (imposta sostitutiva sui maggiori valori dei beni) Unico SC - Quadro RQ, sezione VI- A (imposta sostitutiva sui maggiori valori dei beni) Unico SP - Quadro RQ, sezione V-A (imposta sostitutiva sui maggiori valori dei beni) Inoltre, va tenuto presente che la circolare non specifica come comportarsi in presenza dei righi RQ34/RQ30 e dunque, in attesa di chiarimenti in merito, non viene riportato alcun dato, quindi: se il rigo RQ34, col.1 dell Unico SC è valorizzato, i tributi 1821, 1822, 1823, non sono riportati in delega; se il rigo RQ30, col.1 dell Unico SP è valorizzato, i tributi 1821, 1822, 1823, non sono riportati in delega; Le deleghe F24 già abilitate in precedenza non contengono i versamenti dei tributi relativi ai nuovi codici definiti dall Agenzia delle Entrate. Per i contribuenti soggetti al versamento di detti tributi, per i quali siano già stati abilitati gli importi sulla delega F24, occorre ripetere l abilitazione AI Abilita Importi - dalla Gestione Dichiarazione. 3. Modello Unico Persone Fisiche e Società di persone Guida operativa On line Con la release 9.40 sono state rilasciate le guide operative on line. I testi contenuti nelle guide sono tratti dalla collana Dichiarazioni Fiscali 2009 pubblicata da Ipsoa. 4. Studi di Settore Allineamento adeguamento a Gerico ver del 22/5 È possibile elaborare il calcolo del maggior ricavo e quindi l adeguamento agli Studi di Settore, allineati alla nuova versione di Gerico pubblicata il giorno 22 maggio u.s., con la quale è prevista l'applicazione di 206 Studi. Alla data di questo rilascio, non sono ancora disponibili i formati definitivi PDF degli Studi, quindi potrebbero essere necessarie ulteriori modifiche in seguito alla pubblicazione ufficiale degli stessi da parte dell Agenzia delle Entrate. Studio di Settore UG72A con maggior costo di carburante Qualora venisse eseguito il calcolo del maggior ricavo per lo studio UG72A in presenza del maggior costo del carburante, il risultato ottenuto differisce da quello calcolato con Gerico. Siamo in attesa di un riscontro da parte di Sogei in merito a questo disallineamento. Note di Rilascio Utente Fix del 28/05/2009 Pagina 3 di 8

4 5. Modello IRAP Enti Pubblici È possibile la stampa su modello ministeriale. Elenco Diritto Camerale La stampa con l elenco dei contribuenti soggetti al Diritto Camerale è stata uniformata alle modifiche in riferimento alla nota del Ministero dello Sviluppo Economico del 3 marzo 2009, riportando il totale del versamento in un unico rigo per provincia. Deduzioni per dipendenti Per gestire i casi in cui la somma dei dipendenti dei righi IS2 e IS4 non coincide con il numero dei dipendenti di IS1, è stato eliminato il blocco determinato dal controllo eseguito sui dati inseriti per le deduzioni e dichiarato con l avviso "La somma dei dipendenti di IS2 e IS4 non può essere maggiore dei dipendenti di IS1". È ora possibile proseguire con gli inserimenti anche in presenza del messaggio. 6. Paghe e Stipendi / Co.Co.Co. Telematico Bonus Famiglia Creazione Telematico (Scelta ) È possibile stampare le dichiarazioni trasmesse sulla modulistica ministeriale in modalità laser; viene pertanto richiesto il test Stampare impegno alla presentazione telematica? (S)i / (N)o. La stampa delle dichiarazioni trasmesse verrà effettuata esclusivamente se, alla Conferma Generazione richiesta successivamente, verrà inserita una delle opzioni che prevedono la generazione del supporto telematico (S=Solo Supporto / E=Entrambe). 7. Paghe e Stipendi Preinput cedolini Ore Lavorative Le giornate di festività infrasettimanali non vengono considerate nel computo delle Ore Lavorative (utili ai fini della determinazione della Retribuzione teorica ai fini EMens); occorre pertanto aggiungere, alla tabella di calcolo che effettua il calcolo della Retribuzione teorica, anche il codice di corpo con il quale viene pagata la festività. Note di Rilascio Utente Fix del 28/05/2009 Pagina 4 di 8

5 Il codice calcolo riportato, cosi come il codice di corpo relativo alla festività, sono da intendersi a titolo di esempio; occorre quindi indicare i codici effettivamente utilizzati. Il codice relativo alla festività deve essere inserito di seguito agli eventuali codici di corpo già presenti in tabella. Stampa Mod. ANF/Dip. (Scelta ) L INPS ha pubblicato sul proprio sito internet il nuovo modulo Domanda di assegno per il nucleo familiare lavoratori dipendenti (Mod. ANF/Dip. COD. SR16); il nuovo modulo, con grafica completamente diversa dalla precedente, contiene sostanzialmente le stesse informazioni già previste del precedente modello (anch esso denominato SR16), con l aggiunta dell indirizzo di residenza di ogni singolo familiare a carico, da compilare nel caso in cui, lo stesso, non risieda con il richiedente. Sono state pertanto necessarie le seguenti implementazioni: Gestione Stato di Famiglia accedendo ai dati anagrafici di ogni familiare (tramite il tasto funzione F4), la procedura richiede l indirizzo di residenza. L indirizzo di residenza dei familiari deve essere caricato esclusivamente nel caso in cui lo stesso risieda in un luogo diverso da quello del richiedente. Stampa Mod.ANF/Dip. la procedura consente la stampa sia del nuovo Modulo ANF/Dip. SR16 che del preesistente modello tramite un apposita domanda iniziale: Stampa Mod.ANF/Dip Stampa Mod.ANF/Dip Selezionando il Mod.ANF/Dip viene data la possibilità di stampare il Modulo con i soli dati del richiedente. Rateazione contributi sospesi sisma Marche ed Umbria Con la circolare n. 103 del 27 Novembre 2008, l INPS ha stabilito che i soggetti aventi diritto alla sospensione contributiva, possono definire la propria situazione debitoria in maniera agevolata mediante versamento, in 120 rate mensili uguali e consecutive, pari al 40% dell ammontare dei contributi sospesi. Calcolo rate sospensioni (Scelta ) Questa procedura permette di valorizzare automaticamente, per i dipendenti e per le ditte che hanno avuto la sospensione contributiva, i dati contenuti nelle sezioni Rateizzazione Contributi Sospesi ed il riporto degli stessi, all interno della Gestione ditta e dipendente (sez. Rateizzazione contributi sospesi). Procedura di calcolo: Note di Rilascio Utente Fix del 28/05/2009 Pagina 5 di 8

6 Al fine di ottenere i dati calcolati in modo corretto è indispensabile che, prima di eseguire questa procedura sia stato valorizzato, per i dipendenti con sospensione contributiva, il codice sospensione all interno dell anagrafica dipendente con il programma di ricalcolo Attribuzione Codice Sospensione e che, nella Gestione del Modello DM10, in corrispondenza del quadro D sia stato riportato il codice INPS relativo alla sospensione contributiva con l importo dei contributi sospesi. Sono richiesti i seguenti campi: Campo Descrizione Flag (E)labora / (C)ancella Selezionando l opzione (E)labora viene effettuato il calcolo del contributo sospeso e generata la sezione Rateizzazione Contributi sospesi della Ditta ed eventualmente dei Dipendenti con la sospensione contributiva. Selezionando l opzione (C)ancella viene effettuata la cancellazione dei dati presenti all interno della sezione Rateizzazione dei contributi sospesi della Ditta e/o dei Dipendenti. La cancellazione di questi dati avviene esclusivamente a parità di Codice sospensione e Periodo sospensione dalal e Inizio Competenza. I dati relativi ai dipendenti con il periodo di Tipo procedura chiusura già valorizzato, non vengono cancellati in quanto trattasi di dipendenti dimessi per i quali è stata forzata la chiusura e quindi, la trattenuta dell importo del contributo residuo nel cedolino della cessazione. L opzione di cancellazione inoltre, può essere utilizzata per eliminare i dati generati con l opzione di elaborazione eseguita con i periodi dal-al o inizio competenza non correttamente impostati. Codice sospensione Campo alfanumerico di 4 caratteri. Codice di sospensiva utilizzato per l esposizione dei contributi sospesi nel DM10. Premendo il tasto funzione F2, viene visualizzato l elenco dei codici sospensioni che sono attualmente in vigore e che sono presenti all interno della nuova tabella Codici e periodicità Sospensioni presente all interno del menu Tabelle Generali. Periodo sospensione dal-al Numero rate Percentuale Rimborso Contributi Sospesi Periodo Competenza Da matricola Per elaborare i contributi sospesi Marche ed Umbria, selezionare il codice N929. Nella forma mm/aaaa Indicare il periodo di inizio e fine sospensione dei contributi entro il quale la procedura deve ricercare l importo dei contributi sospesi (Dm10 e storico dei cedolino). Per elaborare i contributi sospesi Marche e Umbria digitare da 09/1997 a 03/1998 per i soggetti residenti o aventi sede operativa alla data del sisma nei comuni disastrati oppure, da 09/1997 a 05/1999 per i soggetti residenti o aventi sede operativa nei comuni danneggiati con ordinanza sindacale di sgombero per inagibilità totale o parziale. Da 1 a 999 Indicare il numero di rate per le quali è prevista la rateizzazione. Per elaborare i contributi sospesi Marche e Umbria digitare 120. Da 0,001 a 100,00 Per Elaborare i contributi sospesi Marche e Umbria digitare 40,00. Nella forma mm/aaaa Indicare il mese e anno in cui deve avere inizio il pagamento della rateizzazione dei contributi. Per elaborare i contributi sospesi Marche e Umbria digitare 05/2009. Indicare la prima e l ultima matricola da elaborare. Note di Rilascio Utente Fix del 28/05/2009 Pagina 6 di 8

7 Campo A matricola Tipo ( ) Archivio rate sospensioni Descrizione Flag (D)itta+dipendente / (S)olo dipendente Questa opzione permette di definire se le procedure di elaborazione e cancellazione devno essere eseguite su entrambe le sezioni Rateizzazione Contributi Sospesi della ditta e del dipendente oppure, solo sulla sezione del dipendente. La funzione (S)olo dipendente è stata predisposta per effettuare la generazione della sezione Rateizzazione Contributi Sospesi e generare i dati relativi alla sospensione dei dipendenti che cessano prima dell inizio del periodo di sospensione, per i quali l importo dei contributi sospesi deve essere trattenuto in un unica soluzione nel cedolino della cessazione. Input cedolino Per i dipendenti che hanno avuto la sospensione contributiva e per i quali la procedura di Calcolo Rate Sospensioni ha generato la sezione Rateizzazione Contributi Sospesi, a partire dal periodo di inizio competenza riportato all interno della medesima sezione, viene trattenuto l importo di una rata ed esposta nel cedolino con il parametro di chiusura fisso n.158 Rata ctr INPS Sospesi; contestualmente viene generata la sezione Gest. Rate Sospensioni all interno della gestione dipendente, in corrispondenza del menu Storico. Al fine di ottenere un valore omogeneo delle singole rate, gli eventuali decimali dell importo totale c/dipendente vengono trattenuti sulla prima rata. In caso di cessazione del dipendente nel periodo di rateizzazione del contributo sospeso, la procedura provvede ad estinguere automaticamente tutte le rate residue. Elaborazione Versamenti L elaborazione dei versamenti provvede a riportare nell apposita sezione INPS Rat. Sospensioni all interno della Gestione Versamenti i dati relativi alle rateizzazioni dei contributi sospesi che sono stati trattenuti ai dipendenti e, a partire dal periodo di inizio rateizzazione, a calcolare l importo di una singola rata dei contributi ditta sospesi che sono stati memorizzati, dalla procedura di Calcolo rate sospensioni, all interno della sezione Rateizzazione contributi sospesi della Gestione Ditta. L importo della rata da versare viene riportato, dalla funzione Abilita Importi F24, nella sezione INPS del modello F24. Abilitazione Importi Delega Effettuando l Abilitazione Importi Delega, la procedura riporta nella delega F24, in corrispondenza della sezione INPS, i dati relativi al versamento con le seguenti modalità: Note di Rilascio Utente Fix del 28/05/2009 Pagina 7 di 8

8 codice sede = codice sede INPS relativa alla posizione previdenziale; causale contributo = DSOS matricola INPS = Matricola INPS + CODICE SOSPENSIVA (es N929) periodo da a a = da 09/1997 a 03/1998 oppure 05/1999; importi a debito versati = importo mensile del versamento. Archivi Generati per la gestione della Rateizzazione dei Contributi Sospesi Per la gestione delle suddette informazioni sono stati predisposti i seguenti archivi: (1) Gestione ditta sez. Rateizzazione contr. sospesi (2) Gestione dipendente sez. Rateizzazione contr. sospesi (3) Gestione dipendente sez. Gestione Rat. Sospensioni (storico) (4) Gestione versamenti sez. INPS Rat. Sospensioni Le sezioni Rateizzazione contr. sospesi relative alla ditta (1) e al dipendente (2), vengono generate automaticamente dall apposito programma di ricalcolo che deve essere eseguito dall utente al termine del periodo di sospensione contributiva. La sezione Gestione Rat. Sospensioni relativa alla gestione dipendente (3) viene generata dall elaborazione del cedolino paga per i periodi in cui vi è la rateizzazione del contributi sospesi prelevando i dati dalla sezione Rateizzazione contr. Sospesi della gestione dipendente (2). La sezione INPS Rat. Sospensione relativa alla gestione versamenti (4) viene generata dall elaborazione dei versamenti prelevando i dati dalla sezione Gestione Rat. Sospensioni (3) e dalla sezione Rateizzazione contr. Sospesi relativa alla gestione ditta (1). È presente, all interno delle tabelle generali, la tabella Codici e Periodicità Sospensioni all interno della quale occorre caricare il codice sospensione e la periodicità rateizzazione. Il codice sospensione corrisponde al codice INPS, che è stato riportato nel quadro D del modello DM10, nel periodo di sospensione contributiva. ConQuest - Aggiornamento Integrazione Tabellare È stato eseguito un aggiornamento tabellare: il dettaglio dei contratti con i relativi valori modificati possono essere stampati con l apposito tabulato prodotto dalla procedura di aggiornamento. Note di Rilascio Utente Fix del 28/05/2009 Pagina 8 di 8

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2011.2.0 Applicativo: GECOM F24

NOTE OPERATIVE DI RELEASE. RELEASE Versione 2011.2.0 Applicativo: GECOM F24 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2011.2.0 Applicativo: GECOM

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Contratti di Solidarietà Difensivi

Contratti di Solidarietà Difensivi Manuale Operativo Contratti di Solidarietà Difensivi (SOL) UR1206125000 Wolters Kluwer Italia S.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Dicembre 2013 I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Con l approssimarsi della fine dell anno abbiamo ritenuto opportuno predisporre, a supporto degli Utenti, una specifica circolare riepilogativa sugli aspetti

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA 1. PREMESSA L art. 33, comma 5, del D.L. 22.6.2012, n. 83, così come modificato dalla legge di conversione 7.8.2012 n. 134, ha sostituito il comma 5 dell articolo

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica»

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2013 Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» Gianluca Cristofori 31 maggio 2013 Sala Orlando - Corso

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Rassegna stampa del 02 Febbraio 2009 Fonte Il sole 24 ore Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Il libro

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica Richiamoallearmi Fonti normative Conservazione del posto Periodo di prova Indennità economica Il richiamo alle armi era regolato, per i dipendenti dallo Stato, dalla legge 3.5.1955, n. 370, recante norme

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

GUIDA ALLA CORREZIONE EGLI ERRORI

GUIDA ALLA CORREZIONE EGLI ERRORI GUIDA ALLA CORREZIONE EGLI ERRORI Cosa è un Emens/Uniemens Errato e il Codice Errore Pag. 6 Consultazione del rendiconto Individuale Pag. 8 Eliminazione Emens Pag. 11 Eliminazione Uniemens Pag. 13 Elementi

Dettagli

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l)

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) Le spese di manutenzione possono essere di diverse tipologie: Spese aventi natura periodica e contrattuale: (pulizia, verniciatura..) che servono per

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 Il contribuente, per la compilazione

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONTRIBUENTE Dichiarante

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA

CERTIFICAZIONE UNICA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CERTIFICAZIONE UNICA VITTORIA LETIZIA LEONE 06 Febbraio 2015 - ODCEC Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Esempio 1 La Società Pollicino

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 (Risultati differenziali del bilancio dello Stato) 1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007)

STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Sunto della C.M. n.31/2007) STUDIO MINTO Associazione Professionale Commercialisti Revisori Contabili Consulenza del Lavoro Mirano (VE) Telefono 041/5701020 CIRCOLARE INFORMATIVA n. 16 Giugno 2007 STUDI DI SETTORE: LE INDICAZIONI

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli