14. Le farmacie comunali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "14. Le farmacie comunali"

Transcript

1 14. Le frmcie comunli Nell mbito degli pprofondimenti temtici sul settore socile, l Agenzi h vvito uno studio sull ziend specile frmceutic del Comune di Rom Frmcp, con l obiettivo di nlizzre l offert dei servizi erogti, foclizzndo l ttenzione si sui principli prmetri economicogestionli che su gli spetti che hnno un ricdut dirett sull qulità erogt e percepit del servizio. L ttività di monitorggio sull qulità del servizio frmceutico comunle relizzt nell prim fse dello studio, srà complett nei prossimi mesi ttrverso l nlisi dei principli dti economico-gestionli nche in un ottic di benchmrking rispetto d ltre reltà cittdine comprbili (itline ed eventulmente europee), l fine di consentire un confronto comprtivo tr le crtteristiche più slienti del servizio (come d esempio i costi, l qulità, ecc.) ed evidenzire per ciscun spetto csi di eccellenz e criticità. Di seguito viene in primo luogo sintetizzt l disciplin di settore, l oggetto dello sttuto dell ziend specile Frmcp nonché i principli contenuti del Contrtto di servizio con l Amministrzione. Vengono quindi presentti i principli risultti dell nlisi svolt sulle crtteristiche dell offert livello territorile, un confronto nzionle sull politic dei prezzi prticti d Frmcp su lcuni frmci in fsci C, e l sintesi di un indgine sul cmpo tes misurre lcuni indictori di qulità erogt del servizio 1. Nell ultimo prgrfo vengono infine brevemente illustrti, in riferimento lle frmcie comunli gestite d Frmcp, i principli risultti emersi nel corso dell indgine sull qulità dell vit e sui servizi pubblici locli nell città di Rom effettut dll Agenzi nel corso del Per mggiori dettgli sul lvoro svolto, si rimnd ll lettur dell "Monitorggio dell qulità erogt nelle frmcie Frmcp del Comune di Rom, giugno 2008", disponibile sul sito web dell Agenzi. 347

2 Cpitolo Disciplin, sttuto e Contrtto di servizio Nel contesto di trsformzione del settore dei servizi pubblici locli e dei reltivi modelli di gestione, il servizio offerto dlle frmcie comunli present lcune peculirità, in primo luogo connesse l trdizionle regime specile dell esercizio dell frmci. Al rigurdo, lcune ricostruzioni dottrinli hnno evidenzito un duplice voczione del servizio frmceutico come servizio pubblico e servizio socile: servizio pubblico, in qunto l erogzione dell ssistenz frmceutic è preordint - qule fse dell ssistenz snitri in genere - ll tutel dell slute, e le frmcie rientrno tr gli strumenti di cui le A.s.l. si vvlgono per l esercizio dei compiti di servizio pubblico loro ssegnto; servizio socile, in qunto crtterizzto dll essere peculirmente rivolto rendere prestzioni con prticolre ttenzione ll person, connotndosi per l individulizzzione e l personlizzzione degli interventi. Il numero delle frmcie, l disloczione delle singole sedi e l zon di ciscun di esse, è oggetto di progrmmzione mezzo di un pint orgnic delle frmcie di ciscun comune i sensi dell rt.2 dell L. 2 prile 1968, n.475, l cui formzione e revisione è di competenz regionle. L titolrità del servizio spett dunque lle Regioni trmite le A.s.l.; qundo i comuni esercitno l prelzione previst dll rt.9 dell L.475/1968 ( L titolrità delle frmcie che si rendono vcnti e di quelle di nuov istituzione seguito dell revisione dell pint orgnic può essere ssunt per l metà dl comune ) essi cquisiscono l mer titolrità dell sede dell frmci, intes come diritto di impinto e di esercizio. L normtiv di settore prevede che le frmcie sino gestite di comuni secondo le formule orgnizztive indicte dll normtiv generle sui servizi pubblici, con le sole preciszioni derivnti dll specificità del settore per qunto rigurd l istituto dell esternlizzzione, nonché l possibile composizione dell compgine societri. Per qunto rigurd il Comune di Rom, con deliberzione del Consiglio Comunle n. 5 del 29 gennio 1997 è stt pprovt l trsformzione delle frmcie comunli d servizio in economi d Aziend Specile, istituendo l Aziend specile frmceutic del Comune di Rom i sensi dell Legge 8 giugno 1990, n. 142, denomint Aziend Frmsociosnitri Cpitolin - Frmcp (di seguito: Frmcp). Lo Sttuto dell Aziend, così come integrto dll D.C.C. 194/2004, h per oggetto: ) l esercizio diretto delle frmcie comunli con: l dispenszione e l distribuzione delle specilità medicinli, nche veterinrie e dei preprti glenici officinli e mgistrli, omeoptici, di erboristeri e dei prodotti di cui ll tbell dell llegto 9 del D.M. n.375/1988 e successive modificzioni, l vendit l pubblico di prodotti prfrmceutici, dietetici, integrtori limentri ed limenti specili, cosmetici e per l igiene personle, l fornitur di mterile di mediczione, presidi medico-chirurgici, rettivi e dignostici. b) l erogzione di ogni ltro prodotto o servizio collocbile per legge ttrverso il cnle dell distribuzione l dettglio o ll ingrosso nel settore frmceutico e prfrmceutico; c) l distribuzione intermedi dei prodotti di cui ll precedente letter ) frmcie pubbliche e privte, lle A.s.l. e d ogni ltro soggetto utorizzto; d) l gestione di servizi e ttività collterli delle A.s.l.; e) l progettzione e l gestione di progetti di prevenzione e di educzione snitri verso i cittdini con prticolre riferimento ll impiego del frmco e ll informzione scientific nche nei confronti di opertori dell snità pubblic e privt; f) ttività di ggiornmento professionle e ricerc nei settori frmceutico e sociosnitrio, nche medinte l gestione dirett delle necessrie ttività; g) l gestione di ttività ffidte dll mministrzione comunle per l tutel dell slute e per lo sviluppo del benessere socio-snitrio dell collettività; h) gestione in convenzione con Enti Pubblici e privti di servizi eductivi, ricretivi, culturli, socili e di ccoglienz per l infnzi e di supporto ll fmigli; i) progetti specili volti ll integrzione di popolzione immigrt nei Municipi; j) servizi di igiene e profilssi crttere snitrio compres l igiene degli limenti; k) progetti di cooperzione internzionle. Lo stesso Sttuto vev previsto ll rt.3 l dozione d prte dell Aziend di un Crt dei servizi che riportsse i principi fondmentli cui si ispirno gli strumenti opertivi per l loro ttuzione e le forme per l tutel nei rpporti con i cittdini e con gli utenti. Tuttvi, nonostnte tle previsione, l Crt dei 348

3 Le frmcie comunli servizi di Frmcp non è mi stt dottt. L espletmento del servizio frmceutico con l relizzzione di servizi istituzionli crttere continutivo, nel rispetto delle finlità sttutrie, è stto inizilmente regolto d un Contrtto di servizio (di seguito: CDS), con durt pri cinque nni, pprovto con D.G.C. 453/2000. Il suddetto CDS prevedev che Frmcp fosse impegnt nell: ) promozione dell uso corretto del frmco; b) promozione, orgnizzzione ed ttuzione sistemtic ll interno delle frmcie e sul territorio di inizitive di educzione snitri tese sviluppre progetti di prevenzione nche nell mbito di progrmmi del Servizio Snitrio Nzionle; c) relizzzione di un politic dei prezzi l pubblico del mercto prfrmceutico in rmoni con gli orientmenti concordti, livello locle, tr gli opertori del settore, l fine di tutelre l interesse dei consumtori; d) gestione di ttività ffidte dll Amministrzione Comunle per l tutel dell slute e per lo sviluppo del benessere socio-snitrio dell collettività; e) ristrutturzione delle esistenti sedi frmceutiche; pertur di 19 nuove sedi già prelzionte dl Comune entro e non oltre l nno 2001, così come indicto nel Pino Progrmm , le cui linee progrmmtiche rimngono vlide nche per il triennio ; f) qulificzione del personle; g) introduzione di metodologie informtiche; h) degumento delle sedi non soggette ristrutturzione lle disposizioni previste in mteri di sicurezz sul luogo di lvoro dl D.Lgs. n.626/94 e successive modificzioni; i) dozione dell orrio di pertur delle frmcie in funzione delle esigenze richieste dll collettività, nel rispetto dell normtiv vigente; j) individuzione delle frmcie qule centro di servizi frmceutici come prte integrnte del sistem snitrio pubblico (prenotzioni esmi di lbortorio e visite specilistiche); k) migliormento e/o incremento dell ttività socile dell Aziend, ttrverso: l dispenszione di frmci, presidi, prodotti frmceutici, ecc., l ssistenz integrtiv, l erogzione di servizi di bse (es. misurzione dell pressione, controllo del peso, informzioni in tempo rele dei servizi offerti dl S.S.N., ecc.), l ssistenz frmceutic fmilire, l educzione snitri, l frmcovigilnz, il monitorggio dell diffusione di ptologie di concerto nche con le A.s.l. Er inoltre stbilito che Frmcp relizzsse ltre prestzioni richieste dl Comune, secondo qunto previsto l punto g) dello Sttuto ziendle. A seguito dell ffidmento di nuovi servizi 2 ll Frmcp in tem di prevenzione socio-snitri, di servizi di ccoglienz e di servizi di ssistenz, nel giugno 2003 il Diprtimento V del Comune di Rom h predisposto un nuov bozz di Contrtto di servizio - sottoposto l prere dell Agenzi 3 - che tuttvi non è mi stto pprovto dll Giunt Comunle. D ultimo, con D.G.C. 500/2006 e successiv prorog con D.G.C. 395/2007, Frmcp h ottenuto dll Amministrzione l ffidmento in vi sperimentle di servizi eductivi per l prim infnzi, che h portto ll pertur di cinque sili nido in regime di ccreditmento e di convenzionmento Anlisi dell offert Le frmcie comunli, meglio conosciute in mbito europeo come frmcie socili 4, nscono con l volontà di fvorire l ccesso i frmci lle ctegorie socili svntggite. Con il pssre del tempo si è ggiunto un interesse sempre mggiore nei confronti dell qulità delle prestzioni frmceutiche, includendo nelle loro 2 Con D.G.C. 1162/2000 sono stti ffidti Frmcp i servizi di prevenzione socio-snitri fvore di ctegorie in sofferenz snitri o socile. Ci si riferisce in prticolre: i serivizi (individuli) di ssistenz socile e psicologic rivolt d ssistiti che per motivi contingenti si trovno in condizioni di prticolre sofferenz snitri o socile; i servizi (collettivi) di informzione, educzione, tutel dell slute e benessere sociosnitrio dell collettività. 3 Per mggiori dettgli sul lvoro svolto, si rimnd l Prere sull bozz di contrtto di servizio Comune di Rom Frmcp (2003) del luglio 2003, disponibile sul sito web dell Agenzi. 4 Per mggiori dettgli, consultre il mterile dell UEFS (Unione Europe delle Frmcie Socili: 349

4 Cpitolo 14 finlità l volontà di grntire ll clientel un servizio di eccellenz in termini di informzione e ssistenz. È evidente come l giustificzione economic dell intervento pubblico in questo cmpo debb essere ricondott ll presenz di lcuni tipici fllimenti di mercto, che nel cso specifico sono riconducibili si ll formzione di rendite di posizione di tipo territorile, si ll ntur di beni di merito e lle finlità redistributive che crtterizzno in genere le prestzioni snitrie. Poiché le politiche regoltive possono loro volt dre luogo forme di rendit (le c.d. rendite dell regolzione ), l Agenzi h in primo luogo condotto un nlisi in termini loclizztivi delle strutture frmceutiche gestite d Frmcp l fine di verificrne l efficci (copertur dell domnd) in termini di distribuzione territorile. Con D.G.C. del 7 novembre 2007, n.500 è stt pprovt l revisione nno 2006 dell pint orgnic delle frmcie nel comune di Rom: l legge 2 prile 1968, n. 475 stbilisce che il numero delle utorizzzioni nei comuni con popolzione superiore bitnti si di 1 frmci ogni bitnti. Secondo i dti Istt l popolzione residente 31/12/2005 er pri : poiché le sedi Tv Distribuzione territorile delle frmcie nel comune di Rom (prile 2008) Municipio Superficie Popolzione Frmcie Frmcie Frmcie Frmcie Frmcie tot. Frmcie tot. (kmq) (n.) privte Frmcp totli Frmcp ogni per 100 kmq (n.) (n.) (n.) su totli residenti I ,3% 2,4 5,2 II ,4 3,2 III ,5 3,4 IV ,0% 1,0 0,5 V ,3% 0,9 0,8 VI ,6% 1,2 4,9 VII ,9% 1,0 1,6 VIII ,9% 0,5 0,2 IX ,1% 1,5 5,8 X ,9 1,0 XI ,9% 1,0 0,7 XII ,1% 0,8 0,2 XIII ,7% 0,7 0,2 XV ,1% 0,9 0,5 XVI ,0 0,5 XVII ,8 5,9 XVIII ,6% 0,8 0,4 XIX ,9% 0,8 0,3 XX ,7 0,1 non loc Totle ,6% 1,0 0,6 Fonte: elborzioni su dti del Diprtimento V e popolzione iscritt ll'ngrfe di Rom l 31/12/ L estto mmontre dell popolzione residente è ncor oggetto di controversi tr l Istt e l Ufficio ngrfico del Comune, che l stimno rispettivmente in e unità fine

5 Le frmcie comunli frmceutiche già previste in pint orgnic sono pri 718, il risultto del clcolo (637) non consente di procedere ll istituzione di nuovi sedi frmceutiche. È stt quindi esmint qule fosse l distribuzione dell offert livello di Municipio del complesso delle frmcie privte (escludendo quelle interne lle strutture ospedliere) e Frmcp, si in termini di popolzione che di superficie servit. Per il dto reltivo i residenti livello di Municipio si è ftto riferimento ll popolzione iscritt ll ngrfe del Comune di Rom l 31/12/2005. Come si evince dll Tv. 14.1, le 40 frmcie comunli 6 rppresentno il 5,6% del totle delle frmcie presenti sul territorio comunle, complessivmente pri : tle presenz però è fortemente differenzit sul territorio, pssndo dl 17,9% del Municipio 8 ll totle ssenz nei Municipi 2, 3, 16, 17 e 20. Considerto l obiettivo di fvorire l ccesso l frmco tutte le ctegorie socili, dl punto di vist territorile si trtt quindi di verificre se l presenz di frmcie Frmcp tend concentrrsi nelle ree meno coperte dll offert privt 8. Fig Loclizzzione territorile delle frmcie per bitnte Rom (vlori stndrdizzti) Fonte: elborzioni su dti del Diprtimento V e popolzione iscritt ll ngrfe di Rom l 31/12/2005. Il rffronto tr gli indici di loclizzzione delle frmcie per bitnte tr i diversi Municipi, mostr chirmente come il rispetto di tle criterio poss essere considerto solo in prte soddisfcente (Fig. 14.1). Se inftti si riscontr nel complesso un relzione invers tr i due indici di loclizzzione, con un presenz di frmcie comunli in vi generle crescente l diminuire dell presenz privt, tuttvi 8 Le considerzioni che seguono ndrnno rpportte ll ttule perimetrzione delle zone frmceutiche e ll possibile progressiv ridefinizione delle stesse in rgione dei decentrmenti, rettifiche, ridistribuzioni e mplimenti. 6 L recente pertur dell qurntunesim frmci (Snt Mur) non è stt considert nell nlisi. 7 L differenz rispetto lle 718 sedi previste in pint orgnic è dt dlle sedi prelzionte dl Comune di Rom m non ncor perte. 351

6 Cpitolo 14 si registrno nche elevti livelli di dispersione del fenomeno testimoniti dl bsso grdo di correlzione tr le due vribili (inferiore l 30%). In prticolre, ccnto d lcune reltà dove l elevtissim presenz di frmcie privte si ccompgn comunque d un qulche presenz di strutture Frmcp (il cso dei Municipi I e IX), si osservno l tempo stesso Municipi crtterizzti d un bss (o in ogni cso contenut) loclizzzione di privti e d un presenz scrs o ddirittur null di frmcie comunli (come nel Municipio XVIII e soprttutto il XX). Osservndo tuttvi l forte differenzizione che crtterizz l offert privt in rpporto ll popolzione residente, il vero problem ppre l esiguità in senso ssoluto delle strutture Frmcp: nche un divers distribuzione territorile delle frmcie comunli non consentirebbe inftti correggere le sperequzioni territorili esistenti. Si pensi che, d esempio, che per degure ttrverso politiche pubbliche i Municipi ttulmente sottostndrd l prmetro di riferimento (1 frmci ogni bitnti) occorrerebbe un offert ggiuntiv di 93 frmcie comunli. Oltre l cso del Municipio XX, le situzioni più critiche in termini di dotzione complessiv di frmcie sono rppresentte in prticolre di Municipi VIII e XIII (Fig. 14.2). Fig Indice di dotzione di frmcie per bitnti Fonte: elborzioni su dti del Diprtimento V e popolzione iscritt ll ngrfe di Rom l 31/12/2005. Poiché l dotzione territorile dipende nche dll effettiv disponibilità in termini di orri di pertur delle strutture, si è utilizzto tle scopo il servizio dell Regione Lzio - Frmvi 9, verificndo l eventule presenz in orrio diurno ferile 10 di ltre frmcie (privte o Frmcp) nel rggio di 1000 metri dll indirizzo di ciscun delle 40 frmcie Frmcp. L Fig rppresent grficmente l strtificzione in tre clssi dei risultti dell nlisi: nel 50% dei csi, nell intorno di un rggio di 1000 metri d un frmci Frmcp sono presenti d 0 2 ltre frmcie, nel 30% dei csi tle numero vri d 3 6, e nel 20% dei csi le frmcie presenti sono superiori 7. I risultti delle nlisi non sono molto soddisfcenti, 9 Frmvi (www.frmvi.regione.lzio.it) è un nvigtore geogrfico che permette di cercre l frmci pert più vicin; il servizio è reso possibile grzie ll collborzione tr l Ordine dei Frmcisti dell Provinci di Rom, titolre dei dti reltivi ll turnzione, e LAit S.p.A., che h relizzto l ppliczione che permette l ggiornmento dei dti in tempo rele e l integrzione delle informzioni con un sistem di georeferenzizione. 10 Per l ricerc sul web è stt impostt l dt di lunedì 10 mrzo 2008, ore 10:

7 Le frmcie comunli Fig Frmcie entro un rggio di 1000 metri d un frmci Frmcp (mrzo 2008) Fonte: elborzioni su dti del sito web Regione Lzio Frmvi. considerto che in lmeno otto csi (20%) l presenz di frmcie Frmcp non sembrerebbe in questo senso pportre un prticolre beneficio ll utenz in termini di offert. È stto infine ccertto dove fossero vvenute le quttro più recenti perture di sedi frmceutiche Frmcp, verificndo se in termini dinmici le ttuli politiche dottte dll ziend sino stte effettivmente tese d ssicurre un mggiore copertur territorile del servizio. Delle ultime quttro nuovi sedi (Messi d Oro, Primver, Pietro Bembo, Borgt Fidene), due risultno essere nell clsse 3-6 frmcie e due in quell più di 7 frmcie ; in ogni cso, nessun delle più recenti perture è vvenut nelle ree che ttulmente presentno un minore presenz di frmcie (fino 2 frmcie nel rggio di 1000 metri). Reltivmente ll pertur delle sedi e lle vicinnze riscontrte, Frmcp h osservto che l scelt è stt forzt dll preventiv individuzione d prte dell Regione delle sedi frmceutiche in pssto prelzionte dl Comune, dicenti e spesso di un mpiezz ristrett. Tle circostnz, dett di Frmcp, l vrebbe obbligt d prire le frmcie ridott distnz nel solo rispetto del vincolo dei 200 metri previsti dll normtiv. A prere di Frmcp srebbe stt un scelt ocult quell di ssegnre l Comune di Rom le sedi secondo un logic di diffusione territorile più coerente con le funzioni di istituto Il prezzo dei frmci in clsse C, SOP e OTC Come previsto dll Legge finnziri 2007 (Legge 27 dicembre 2006 n. 296), con il 2008 è prtit l liberlizzzione dei prezzi dei frmci che il cittdino può cquistre senz ricett del medico: i cosiddetti frmci SOP (senz obbligo di prescrizione) e OTC (frmci d bnco, over the counter). Dl primo gennio, sulle confezioni di questi medicinli non compre più il prezzo mssimo di vendit stbilito dlle ziende produttrici e pubblicto dll Agenzi Itlin del Frmco - AIFA: il prezzo viene fissto in totle utonomi d ciscun titolre di frmci o d esercizio utorizzto ll vendit. Frmcie, prfrmcie e punti vendit ll interno dell grnde distribuzione 11 sono quindi liberi di pplicre il prez- 11 L vendit dei frmci d bnco nei supermercti è stt previst dl cosiddetto decreto Bersni sulle liberlizzzioni (D.L. 223/2006, definitivmente convertito con l Legge n. 248 del 4 gosto 2006). 353

8 Cpitolo 14 Tv Prezzo medio dei frmci: differenz tr Frmcp, frmci e grnde distribuzione Specilità Confezione Prezzo pieno l 31/12/07 ( ) Prezzo medio in frmci ( ) Prezzo medio nell grnde distribuzione ( ) Prezzo in Frmcp l 19/03/08 ( ) Sconto medio Frmcp Sconto medio frmci Sconto medio distribuzione ANAURAN ARTROSILENE ASPIRINA* ASPIRINA C ASPIRINA C BENEXOL B12* BISOLVON LINCTUS BUSCOPAN CANESTEN CARNITENE CENTELLASE CITROSODINA COCARNETINA B12 CODEX gocce otol fl 25 ml cut schium 50 ml dulti 20 cpr 0,5 g 10 cpr eff c/vit c 20 cpr eff c/vit c 20 cpr gstrores scir fl 250 ml 30 cpr riv 10 mg crem 30 g 1% os 10 fl 1 g monod 30 cpr 30 mg os grnulto 150 g os 10 fl 10 ml 10 cps 5mld 250 mg 6,80 10,55 3,95 4,15 6,90 8,00 7,50 6,70 7,20 12,39 13,50 4,75 10,20 9,15 6,34 9,90 3,62 3,77 6,27 7,49 6,86 6,17 6,62 11,61 12,62 4,35 9,58 8,58 5,44 8,44 3,13 3,25 5,35 6,40 5,70 5,16 5,88 9,91 10,80 3,68 8,16 7,32 6,80 10,55 3,95 4,15 6,90 8,00 7,50 6,70 7,20 12,39 13,50 4,75 10,20 9,15 6,8% 6,2% 8,4% 9,2% 9,1% 6,4% 8,5% 7,9% 8,1% 6,3% 6,5% 8,4% 6,1% 6,2% ,8% 21,7% 22,5% 2 24,0% 23,0% 18,3% ,5% 2 2 DICLOREUM TISSUGEL 10 cerott 180 mg 19,00 17,51 14,73 19,00 7,8% 22,5% ENTEROGERMINA ENTEROGERMINA ESSAVEN GEL FASTUM GEL FITOSTIMOLINE* FITOSTIMOLINE* FLUIBRON FLUIBRON FLUIBRON FLUIFORT os 10 fl 2mdl 5 ml os 20 fl 2mdl 5 ml 40 g 50 g 2,5% crem 32 g15%+1% 10 grze 15%+1% inl os fl 40ml 0,75% scir 200 ml 15mg/5ml er 20 fl 2ml 15mg/5ml scir 200ml 9% con misurino 7,00 12,00 6,90 7,35 10,88 11,80 10,50 10,66 11,55 7,95 6,40 10,90 6,30 6,72 10,20 11,08 9,85 9,98 10,81 7,45 5,46 9,30 5,38 5,73 8,70 9,44 8,40 8,53 9,24 6,36 7,00 12,00 6,90 7,35 10,88 11,80 10,50 10,66 11,55 7,95 8,6% 9,2% 8,7% 8,6% 6,3% 6,1% 6,2% 6,4% 6,4% 6,3% 22,0% 22,5% 22,0% 22,0% FLUIMUCIL MUCOLITICO os 30 bust 200 mg 7,70 7,07 6,16 7,70 8,2% 2 FROBEN FROBEN KATOXYN LAEVOLAC LASONIL CM LISOMUCIL MAALOX PLUS* MOMENT MOMENT MUCOSOLVAN NIZORAL nebul fl 15ml 0,25 % collut 160 ml 0,25% polv spry bomb 10,18 g scir 180 ml gel 50 g 2,5% bmbini scir 200 ml 2% 30 cpr mst 12 cpr riv 200 mg 24 cpr riv 200 mg scir 200 ml 0,3% Shmpoo 20mg/g 7,99 8,40 10,00 8,00 7,70 7,00 5,50 4,30 7,80 8,70 12,10 7,50 7,89 9,22 7,49 7,06 6,52 5,03 3,91 7,04 8,11 11,29 6,39 6,72 8,00 6,40 5,90 5,32 4,36 3,09 6,11 6,96 9,68 7,99 8,40 10,00 8,00 7,70 7,00 5,50 3,20 6,20 8,70 12,10 25,6% 20,5% 6,1% 6,1% 7,8% 6,4% 8,3% 6,9% 8,5% 9,1% 9,7% 6,8% 6,7% ,4% 24,0% 20,7% 28,1% 21,7%

9 Le frmcie comunli Tv Prezzo medio dei frmci: differenz tr Frmcp, frmci e grnde distribuzione (segue) Specilità Confezione Prezzo pieno l 31/12/07 ( ) Prezzo medio in frmci ( ) Prezzo medio nell grnde distribuzione ( ) Prezzo in Frmcp l 19/03/08 ( ) Sconto medio Frmcp Sconto medio frmci Sconto medio distribuzione POLASE 10 bust 450 mg mg rncio 7,90 7,21 6,16 7,90 8,7% 22,0% POLASE PURSENNID REPARIL GEL RINAZINA SEKI* SUPRADYN SUPRADYN SUPRADYN TACHIPIRINA TACHIPIRINA TACHIPIRINA TACHIPIRINA TACHIPIRINA TANTUM ROSAP TANTUM VERDE TEGENS VENORUTON VENORUTON 500 VIVIN C VOLTAREN EMULGEL YOVIS ZERINOL C.M. Vlore medio 20 bust 450 mg+ 450 mg rncio 40 cpr riv 12 mg unguento est gel 40 g 1% spry ns 15 ml 0,1% scir fl 200 ml 0,35% 10 cpr eff 30 cpr riv 20 cpr eff bmbini 10 supp 250 mg dulti 10 supp 500 mg dulti 10 supp 1000 mg scir 120 ml 2,4% 20 cpr 500 mg sol vg 5 fl 140 ml collut 240 ml 20 cps 160 mg os 30 bust 1 g 20 cpr 500 mg 20 cpr eff gel 50 g 1% os grnulto 10 bust 1 g (3g) 20 cpr riv mg 14,50 5,70 6,46 6,15 7,30 6,85 9,60 11,55 4,10 4,35 4,60 4,30 4,00 8,50 6,20 11,20 14,60 9,50 6,30 8,40 10,23 7,00 13,24 5,21 6,03 5,59 6,84 6,26 8,73 10,49 3,84 4,06 4,29 4,01 3,74 7,98 5,64 10,29 13,68 8,90 5,75 7,61 9,40 6,42 11,17 4,37 5,17 4,77 5,84 5,48 7,70 9,24 3,18 3,37 3,57 3,35 3,08 6,80 4,70 8,96 11,68 7,60 4,91 6,16 8,18 5,39 14,50 4,84 6,46 6,15 7,30 6,85 9,60 11,55 4,10 4,35 4,60 4,30 4,00 8,50 6,20 11,20 14,60 9,50 6,30 8,40 10,23 7,00 15,1% 1,0% 8,7% 8,6% 6,7% 9,1% 6,3% 8,6% 9,1% 9,2% 6,3% 6,7% 6,7% 6,7% 6,5% 6,1% 9,0% 8,1% 6,3% 6,3% 8,7% 9,4% 8,1% 8,3% 7,6% 23,0% 23,3% 2 22,4% ,8% 2 22,4% 22,5% 22,4% 22,1% 23,0% 2 24,2% ,1% 26,7% 2 23,0% 21,3% Fonte: elborzioni su dti del bollettino AIFA, rivist Slutest e Frmcp. zo che desiderno, e non esisterà più un mssimo di riferimento per il pubblico. Già con l precedente normtiv 12 l ASSOFARM, l federzione che rppresent numerose ziende e più di 1400 frmcie comunli in Itli, vev invitto gli ssociti prticre, nell ottic di un servizio pubblico, il mssimo sconto sui SOP e gli OTC. Al fine di verificre qule si l ttule politic dei prezzi dei frmci dottt d Frmcp, è stto rilevto il prezzo di vendit l pubblico delle prime 30 confezioni mggior spes nel per due 12 L Legge 149/2005 (Legge Storce) prevedev che per i frmci di clsse C soggetti e non soggetti prescrizione medic i prezzi venissero fissti dlle ziende titolri e potevno essere vriti in umento solo nel mese di gennio di ogni nno dispri. L stess legge prevedev, inoltre, che le frmcie potessero pplicre sconti fino l 20% del prezzo mssimo per i frmci di utomediczione e per quelli senz obbligo di ricett. 13 I dti sono stti ricvti dl sito web del Ministero dell Slute: (ultimo ccesso verificto 19 mrzo 2008). 355

10 Cpitolo 14 delle ctegorie dei frmci in clsse C 14, ovvero i SOP e gli OTC. Tli prezzi sono stti posti confronto nell Tv con i prezzi pieni l pubblico pubblicti dll AIFA l 31/12/07, nonché con i prezzi medi in frmci e nell grnde distribuzione pubblicti dll rivist SALUTEST n.65 del dicembre 2006, supplemento bimestrle di Altroconsumo Associzione Indipendente di Consumtori 15. L frmci comunle dovrebbe vere un importnte funzione di clmiere rispetto l monopolio dei prezzi, come nel cso dell prticolre scontistic predispost nell prile del 2008 d Frmcp insieme l Comune reltivmente i prodotti dell limentzione per l infnzi: come si evince dll Tv. 14.2, sono invece solmente tre i frmci d utomediczione venduti d Frmcp d un prezzo inferiore rispetto l precedente prezzo pieno AIFA. Tle politic di prezzo port d uno sconto medio nelle frmcie Frmcp di Rom dell 1,0%, contro i vlori medi nzionli rilevti d Altroconsumo, pri l 7,6% nelle frmcie privte e l 21,3% negli ipermercti. A tl proposito Frmcp h osservto di ver preferito individure un pniere più mirto di prodotti per ctegorie di ssistiti che h interessto non soltnto i frmci m nche ltri presidi, cercndo così di offrire ll collettività il prodotto più conveniente nel rpporto costo/qulità/beneficio per ptologi o stto di bisogno Stndrd di buone prssi in frmci Nel mese di prile 2008 l Agenzi, in collborzione con l società di ricerche di mercto Prgm S.r.l., h effettuto un ttività di rilevzione presso le 40 sedi frmceutiche Frmcp, medinte tecniche di osservzione dirett e mystery client, tt fornire un idone bse dti per l vlutzione dei livelli di qulità erogt del servizio, in ottempernz lle Rccomndzioni per l elborzione di stndrd di buone prssi in frmci elborte dll Unione Europe delle Frmcie Socili - Eurosocilphrm. Il progetto di ricerc h previsto: ) due ccessi presso ciscun sede frmceutic, con due distinti intervisttori, in due diversi giorni e orri di pertur, l fine di verificre, secondo l metodologi di rilevzione dett mystery client, lcuni indictori reltivi ll ttività di dispenszione del frmco; b) un successivo ccesso presso ciscun sede frmceutic l fine di verificre, secondo l metodologi di rilevzione dirett, lcuni indictori reltivi ll ccessibilità l punto vendit, ll su orgnizzzione e lle relzioni con il pubblico. Per gli spetti connessi ll ccessibilità l punto vendit, con riferimento ll re estern ed lle zone limitrofe ll frmci, i risultti sono stti piuttosto disomogenei e in prticolre: - l segnletic verticle strdle che dovrebbe indicre l presenz dell frmci non è presente in corrispondenz di 23 frmcie su 40 (57.5%) e nei restnti csi non è sempre ben visibile; - l ccessibilità l sito dove è colloct l frmci è grntit senz difficoltà nche persone con disbilità motorie nell 80.0% dei csi. In corrispondenz del restnte 20.0% sono presenti grdini e/o mrcipiedi e non ci sono scivoli; - i prcheggi per invlidi sono presenti in corrispondenz di 25 frmcie (62.5%), mentre quelli per il ritiro di frmci urgenti sono presenti in corrispondenz di sole 8 frmcie (20.0%); - decismente buono, infine, è il risultto per qunto ttiene ll vicinnz tr le frmcie e le fermte del trsporto pubblico locle: nell 87.5% dei csi l fermt bus più vicin ll frmci è posiziont d un distnz molto o bbstnz breve. 14 Clsse C: frmci utilizzti per ptologie di lieve entità o considerte minori. Schemticmente i frmci di fsci C possono essere suddivisi in tre gruppi principli: frmci soggetti prescrizione medic; frmci senz obbligo di prescrizione medic (SOP) e per i quli non è possibile fre pubblicità; frmci d bnco (OTC) senz obbligo di prescrizione medic m che possono essere pubblicizzti. 15 Per l lettur dell rticolo Frmci: nel crrello meno scelt m più risprmio, si rimnd l sito web di Altroconsumo: 356

11 Le frmcie comunli Per qunto rigurd gli indictori reltivi ll orgnizzzione del punto vendit, i risultti dell rilevzione medinte osservzione dirett sono stti i seguenti: - solo un frmci non espone l insegn estern con l dicitur FARMACAP; in qusi tutti gli ltri csi l insegn, oltre d essere presente, è nche ben visibile; - qusi tutte le frmcie (92.5%) presentno vetrine esterne bbstnz o molto ben pulite e ben llestite; - tutte le frmcie espongono i turni orri propri e delle ltre frmcie in modo leggibile e fcilmente ccessibile gli utenti; - 15 frmcie (37.5%) non offrono l possibilità di conferire i frmci scduti nell pposito contenitore che dovrebbe essere fornito d Am; - l ccesso l punto vendit per persone con disbilità può essere considerto buono nell 85.0% dei csi, mentre nel restnte 15% (6 frmcie) è stt evidenzit l presenz di grdini senz scivoli o di spzi limitti dove non potrebbe circolre gevolmente un person con problemi motori; - gli mbienti interni risultno qusi ovunque bbstnz o molto decorosi; solo in corrispondenz di 6 frmcie il decoro interno è stto giudicto insufficiente; - l llestimento interno è invece ovunque molto o bbstnz buono; - nche l esposizione dei prodotti è relizzt con cur ed ordine in tutte le frmcie; - il meccnismo elimincode è stto dottto solo d 2 frmcie (5.0%); - le frmcie sono dotte in misur decismente limitt di ccessori. Molto spesso l unico ccessorio presente è il cestino portrifiuti, m non sono qusi mi disponibili sedie o sgbelli; - il crtello reltivo l divieto di fumre è sempre presente, m in più dell metà delle frmcie (52.5%) è esposto in punti non ben visibili l pubblico; - nel 57.5% delle frmcie non è presente l segnletic orizzontle che dovrebbe grntire il rispetto dell privcy dei clienti serviti l bnco; - in 20 frmcie (50.0%) non vengono fornite informzioni l pubblico in merito i servizi sociosnitri presenti nel territorio. L ultim sezione dell check list è stt quell dedict lle relzioni con il pubblico. A questo proposito è possibile segnlre: - d un lto, negtivmente, come solo nel 42.5% gli opertori indossvno l trghett identifictiv riportnte nome e cognome; l possibilità di presentre reclmi ed osservzioni è inoltre consentit nel 55,0% dei csi, si pure con diverso grdo di fruibilità in funzione del punto vendit; - dll ltro, positivmente, come solo in un cso su 40 (2.5%) i frmcisti non indossvno il cmice l momento dell rilevzione; con un sol eccezione, inoltre, in tutte le frmcie è stto dto ccesso ll frmcope ufficile, ll tbell delle triffe per gli onorri professionli, l nomencltore triffrio ed lle liste di prescrivibilità dei frmci. Pssndo i risultti delle osservzioni effettute dgli opertori in veste di mystery client sempre nell fse di relzioni con il pubblico, l distribuzione dei tempi di ttes prim di essere serviti l bnco dipende sensibilmente dll ffluenz di persone l punto vendit e dl numero di opertori presenti l bnco. L situzione che si verific con mggiore frequenz è quell in cui il tempo di ttes si ggir tr 1 e 3 minuti e le persone in fil, così come gli opertori, sono 2 o 3. I risultti reltivi ll cortesi e disponibilità del personle indicno che gli opertori che hnno servito i rilevtori hnno slutto si nel presentrsi che nel congedrsi nell 87.5% dei csi. Sebbene le modlità di conttto inizili e finli con il cliente sino prticolrmente importnti per vlutre l cortesi del personle, è ncor più interessnte l esito del giudizio che è stto espresso di rilevtori l termine dell visit per fornire un vlutzione complessiv dell disponibilità e dell cortesi dei frmcisti e degli ltri opertori. L esito di tle giudizio è senz dubbio positivo dl momento che il 93.7% degli opertori si sono rivolti in modo molto o bbstnz cortese. Pssndo l primo importnte spetto indgto in merito ll ttività di dispenszione dei frmci, in quest fse di cquisto i rilevtori hnno richiesto dei frmci di fsci C con obbligo di prescrizione medic, pur non essendo in possesso dell stess. L esito di questo controllo evidenzi un prim grve criticità: solo in poco più dell metà degli opertori (52.5%) hnno espressmente richiesto l ricett medic. Hnno poi venduto il frmco: - buon prte degli opertori che non vevno precedentemente richiesto l ricett (34 csi su 38); - lcuni opertori che, pur vendo richiesto l ricett ed vendo consttto che il cliente ne er sprovvisto, hnno ritenuto comunque possibile fornire il frmco. L dispenszione del frmco h vuto luogo in questi csi dopo che l opertore h chiesto l cliente se conoscesse il frmco e se ne fcesse un utilizzo regolre. In definitiv dunque nel 47.5% dei csi i frmci richiesti sono stti venduti nche senz ricett medic. Infine, quest fse del mystery client è stt utilizzt nche per osservre se gli opertori, di fronte ll richiest di un frmco con obbligo di prescrizione d prte di clienti privi dell stess, suggerissero frmci lterntivi che possono però essere venduti senz prescrizione. Un comportmento che si è verificto solo in poche occsioni (16,3%) e per l mggior prte con frmcisti che hnno richiesto l ricett e non hnno ccettto di vendere il frmco inizilmente richiesto senz prescrizione. 357

12 Cpitolo 14 Quest situzione di criticità può essere lmeno in prte interprett gurdndo lle differenze che esistono nelle distribuzioni di questi indictori in funzione dei diversi frmci richiesti. In prtic l tteggimento degli opertori cmbi rdiclmente in funzione del frmco: se per il Fluimucil (ntimucolitico) e per lo Zirtec (ntistminico) i frmcisti non richiedono qusi mi l ricett medic e vendono comunque il frmco, l situzione è completmente invertit nel cso in cui il frmco richiesto si l Novlgin (nlgesico) o il Lexotn (nsiolitico) per i quli l richiest dell ricett viene qusi sempre effettut e l vendit viene negt in ssenz dell prescrizione. Pssimo or ll second fse di cquisto ovvero quell dedict ll verific dell frequenz con cui i frmcisti vendono o suggeriscono l vendit di frmci equivlenti. In questo cso gli opertori hnno richiesto un frmco di mrc di fsci C senz obbligo di prescrizione, hnno tteso l rezione dell opertore e, se questi non suggeriv spontnemente l cquisto di un frmco equivlente più economico, hnno espressmente sondto l possibilità di cquistre un ltro frmco con le medesime crtteristiche terpeutiche e frmcologiche. Anche in questo cso il primo risultto non è fftto confortnte: solo nel 7.5% dei csi gli opertori hnno spontnemente proposto l cquisto di un frmco equivlente più economico. In tutti gli ltri csi i rilevtori hnno dovuto espressmente richiedere l possibilità di cquistre un frmco equivlente. L situzione miglior nel momento in cui i frmcisti è stt formult l esplicit richiest: nche in questo cso, tuttvi, non tutti i frmcisti hnno fornito il frmco equivlente l posto di quello di mrc, grntendo così un risprmio ll cquirente (75.6%). Vle quindi l pen di soffermre l ttenzione nche sulle ltre situzioni che si sono verificte dopo l richiest esplicit: - nel 14.9% dei csi gli opertori hnno detto che non vevno disposizione lcun frmco equivlente ed hnno pertnto portto termine l vendit del frmco di mrc; - nel 6.8% dei csi gli opertori hnno dichirto che non esiste lcun frmco equivlente meno costoso ed hnno pertnto portto termine l vendit del frmco di mrc. L ultimo indictore sottoposto d osservzione si riferisce infine ll richiest dell tesser snitri o del codice fiscle prim del rilscio dello scontrino fiscle. Sebbene in molte frmcie sino presenti fogli informtivi che sollecitno l cquirente d esibire uno di questi documenti, sono pochi i frmcisti che lo richiedono nche espressmente. Dlle visite effettute risult inftti che solo nel 32.5% dei csi l opertore h richiesto l tesser snitri, mentre in tutti qunti gli ltri csi gli scontrini fiscli sono stti bttuti senz ver registrto l identità dell cquirente Indgine sull qulità dell vit e frmcie comunli Nell mbito delle ttività di vlutzione condotte dll Agenzi, nel corso del 2007 è stt relizzt un indgine sull qulità dell vit e sui servizi pubblici locli nell città di Rom, i cui principli risultti sono sintetizzti nel Cp. 9 del presente rpporto e integrlmente disponibili sul sito internet dell Agenzi. In quest sede si richimno brevemente i principli elementi emersi con riferimento lle frmcie gestite d Frmcp (Fig. 14.4). Come si vede, i cinque indictori utilizzti consentono di evidenzire: come prevedibile, considert l ntur del servizio, solo il 18,4% degli intervistti dichirno di utilizzre le frmcie comunli con un cert frequenz, rispetto l 31,4% dell medi dei servizi pubblici locli; è tuttvi significtivo osservre come lo scrto rispetto ll medi si nnulli (85,3% contro l 84,0%) nel momento in cui i cittdini sono chimti d esprimere l propri vlutzione circ l rilevnz (importnz) del servizio stesso, indicndo come nche un prte dei non utilizztori riconoscno l importnz delle frmcie comunli si pure collegndolo ll soddisfzione di esigenze prticolri o episodiche; il grdo di soddisfzione espresso del servizio ppre prticolrmente elevto, si d prte di chi lo utilizz con un cert frequenz (93,8% di soddisftti rispetto l 78,5% dell medi dei servizi), che in minor misur di coloro che si dichirno non utilizztori (70,4% rispetto l 65,3% medio); ssolutmente coincidente con l medi è infine l disponibilità pgre (teoric) mnifestt dgli intervistti in vist di un possibile migliormento del servizio (55,2%). 358

13 Le frmcie comunli Fig Risultti dell indgine sull qulità dell vit Rom per le frmcie comunli (2007) Fonte: Indgine sull qulità dell vit e i servizi pubblici locli nell città di Rom, gennio

14 360 Cpitolo 14

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi 15. I servizi cimiterili nel Comune di Rom Nell mbito degli pprofondimenti temtici nel settore socile, in questo cpitolo vengono esminti, dl punto di vist quntittivo e qulittivo, i servizi cimiterili nel

Dettagli

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi 10. Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom 10.1 Obiettivi dell nlisi Il 2007 è stto proclmto d prte dell Unione Europe, con decisione n. 771/2006/CE, nno per le pri opportunità

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa 12. Anlisi del servizio ffissioni e pubblicità 12.1 Premess In questo cpitolo sono riportti i principli risultti scturiti d uno studio condotto dll Agenzi nel mese di mggio 2007 sul Servizio Affissioni

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5 Scritto d Dlil Bellcicco Lunedì 25 Mrzo 2013 07:15 Due clssi dell Istituto Comprensivo Crno - Mzzini diretto dl professor Antonio Pvone - 5 e l 4 C, e nel corso dell premizione nche l 5 C - hnno prtecipto

Dettagli

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale ........ Rilevzioni contbili: vecchi e nuov contbilità confronto. L ccertmento di un entrt corrente di ntur ptrimonile curdimurobellesi Dirigente Comune di Vicenz - Publicist... Premess Il cso L rubric

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Vi Boito, n 27 41053 Mrnello Tel. 0536/941110 - fx 0536/945162 Anno Scolstico 2014/2015 Scuole dell Infnzi Sorelle Agzzi e C.Cssini L Scuol dell Infnzi, sttle

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP NORMATIVA ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP A cur di Libero Tssell d Scuol&Scuol del 21/10/2003 Riferimenti normtivi: rt. 21 e 33 5.2.1992 n. 104 e successive modifiche ed integrzioni, Dlgs.

Dettagli

10. L accessibilità dei servizi

10. L accessibilità dei servizi 10. L ccessibilità dei servizi L ccessibilità dei servizi può essere interprett come un specificzione del principio di universlità, richimto nel Libro Binco sui servizi di interesse generle 1. All nozione

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Vile dell Repubblic, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fx 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 PROVVEDIMENTO

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 Allegto ll D.G. n. 20 del 20 febbrio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 1 Sommrio 1. Dti d pubblicre... 3 2. Modlità di pubbliczione

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI prtners rgionieri commercilisti economisti d impres vldgno (vi) vi l. festri,15 tel. 0445/406758/408999 - fx 0445/408485 dueville (vi) - vi g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

Protocollo di intesa tra :

Protocollo di intesa tra : Protocollo di intes tr : o Comune di Correggio Servizio Socile Integrto AUSL di Reggio Emili Distretfo di Correggio Movimento per l Vit (ssocizione di Volontrito) Crits Croce Ross per lo sviluppo di un

Dettagli

5. Il servizio di illuminazione pubblica

5. Il servizio di illuminazione pubblica 5. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. L normtiv

Dettagli

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme 1. Evoluzione del qudro normtivo dei servizi pubblici e ttività svolt dll'agenzi: un qudro d'insieme 1.1 Principli novità del contesto normtivo e istituzionle reltivo i servizi pubblici locli L disciplin

Dettagli

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007 SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008 Associzione Genitori Scuole Cttoliche 5 ottobre 2007 Proseguendo nell trdizione formtiv dell Associzione Genitori Scuole Cttoliche,

Dettagli

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti

Borse di studio per i figli studenti e provvidenze a favore dei Dipendenti studenti. Ambito: Tutti Circolre n. 36 del 16 settembre 2014 Oggetto: Borse di studio per i figli studenti e provvidenze fvore dei Dipendenti studenti Serie: PERSONALE Argomento: Società interesste: Ambito: CONDIZIONI CONTRATTUALI

Dettagli

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/a. Al Comune di Cursi Pizz Pio XII, snc 73020 CURSI (LE) ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA D'APPALTO PER SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA NELL' ANNO SCOLASTICO 2015-2016. Il sottoscritto/ nto/ il residente

Dettagli

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione Il sistem itlino dei confidi: tr stori ed evoluzione Corso di investment bnking nd rel estte finnce Università degli Studi di Prm Prm, lì 25 febbrio 2014 I punti di nlisi L stori dei confidi: gli interventi

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

8. I servizi culturali

8. I servizi culturali 8. I servizi culturli Tr le innovzioni introdotte nell mbito dell Relzione Annule, un prticolre importnz ssume tr gli pprofondimenti settorili l introduzione di un nuovo cpitolo intermente dedicto l settore

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre 2002 (Stto 1 mrzo 2006) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

Il Database Topografico Regionale

Il Database Topografico Regionale Il Dtbse Topogrfico Regionle Stefno Olivucci Stefno Bonretti Servizio Sttistic ed Informzione Geogrfic Il Dtbse Topogrfico Regionle Rppresent il nucleo portnte dell infrstruttur regionle reltiv i dti territorili

Dettagli

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere Anlisi del ciclo di vit del sistem di gestione rifiuti in Lombrdi Milno 8 Mggio 212 LCA e prevenzione dei rifiuti: cso di studio sull cqu d bere S. Nessi Politecnico di Milno DIIAR Sezione mbientle Obiettivo

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

DESCRIZIONE PROGETTO. Free Software e Didattica

DESCRIZIONE PROGETTO. Free Software e Didattica Vi Lmrmor, 35 00010 Villnov di, Rom, 1. Tipologi progetto : Didttic curriculre Didttic extr-curriculre Accoglienz, orientmento, stge Formzione del personle Altro.. 2. Denominzione progetto Indicre Codice

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsbile: Settore Tecnico NUMERAZIONE GENERALE N. 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 68 in dt 10/07/015 OGGETTO: CIG: ZD514AB0B - AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RIPARAZIONE AUTOVETTURA

Dettagli

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna Desk CSS-KPMG Innovre l PA Presentzione del progetto di ricerc Orgniztion Review Lucino Hinn Obiettivo del progetto Mettere punto un nuov metodologi, intes come strumento d consegnre lle pubbliche mministrzioni

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO in cso di mncto recpito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettzione G.C.50019 Sesto F.no Energetic Source Luce & Gs S.p.A. - Società soggett direzione e coordinmento d prte di Energetic Source S.p.A. Sede Legle

Dettagli

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA Fcoltà di Architettur Ing. Luc Srto Le regole per l efficienz l energetic livello nzionle e l più recente disciplin dell Regione Lombrdi. L certificzione energetic degli edifici: stto dell rte e prospettive

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

UDA N 2 Scienze e Tecnologie Applicate: Indirizzo INFORMATICA

UDA N 2 Scienze e Tecnologie Applicate: Indirizzo INFORMATICA Sch ed di pro gettzion e d elle Un ità d i App rend imento nu mero 1 UDA N 1 Scienze e Tecnologie Applicte: Indirizzo INFORMATICA UdA N 1 Disciplin Riferimento Titolo The incredibile mchine! informtic

Dettagli

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE - Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrto Territorile NORD BARESE Andri Brlett Bisceglie Bitonto Cnos di Pugli Corto Giovinzzo Mrgherit di Svoi Molfett Ruvo di Pugli Sn Ferdinndo di Pugli Terlizzi Trni

Dettagli

9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma

9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma 9. Il sistem delle biblioteche comunli Rom Il ptrimonio bibliogrfico pubblico rppresent un importnte ricchezz collettiv e il compito delle mministrzioni locli che lo gestiscono è quello di conservre i

Dettagli

Imparare: cosa, come, perché.

Imparare: cosa, come, perché. GIOCO n. 1 Imprre: cos, come, perché. L pprendimento scolstico non è solo questione di metodo di studio, m di numerose situzioni di tipo personle e di gruppo, oppure legte l contesto in cui pprendimo.

Dettagli

pubblica 6. Il servizio di illuminazione 6.1 Quadro regolatorio

pubblica 6. Il servizio di illuminazione 6.1 Quadro regolatorio 6. Il servizio di illuminzione pubblic 6.1 Qudro regoltorio L illuminzione pubblic rppresent il tipico servizio di pubblic utilità di rilevnz economic 1, soggetto d obblighi di continuità, sicurezz ed

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE

www.forzearmate.org PUBBLICHIAMO LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE www.forzearmte.org SIDEWEB è un società di servizi nt dll entusismo e dll esperienz pluriennle di coloro che hnno operto per nni nelle orgnizzzioni di tutel individule e collettiv, contribuendo con l propri

Dettagli

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo Not metodologic numeri indici dei prezzi l consumo misurno le vrizioni nel tempo dei prezzi di un pniere di eni e servizi rppresenttivi di tutti quelli destinti l consumo finle delle fmiglie presenti sul

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto:

All'Inpdap - sede di. Prov. UN PRESTITO PLURIENNALE GARANTITO. Importo richiesto: io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Io sottoscritto/ Cod. 02020101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

io chiedo la pensione di vecchiaia

io chiedo la pensione di vecchiaia io chiedo l pensione di vecchii PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp sede di 01010101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

" Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6

 Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6 CAPITOLO 6 Clcolo integrle 6. Integrle indefinito L nozione fondmentle del clcolo integrle è quell di funzione primitiv di un funzione f (). Tle nozione è in qulche modo speculre ll nozione di funzione

Dettagli

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA io chiedo l pensione di vecchii P R O T O C O L L O I N P D A P All'Inpdp sede di 0 1 0 1 0 1 0 1 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento.

Dettagli

Più in alto voli, più lontano vedi. GCERTI ITALY ENTE DI CERTIFICAZIONE ACCREDITATO ACCREDIA

Più in alto voli, più lontano vedi. GCERTI ITALY ENTE DI CERTIFICAZIONE ACCREDITATO ACCREDIA Più in lto voli, più lontno vedi. GCERTI ITALY ENTE DI CERTIFICAZIONE ACCREDITATO ACCREDIA Certi ctions for high performnce Presentzione Aziendle / Compny Profile GCERTI ITALY è un ente di certificzione

Dettagli

DELIBERAZIONE del COMMISSARIO AZIENDA ULSS n CHIOGGIA

DELIBERAZIONE del COMMISSARIO AZIENDA ULSS n CHIOGGIA Reg. Int. n. DEL-704-2014 REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N.14 Sede Legle: 30015 Chioggi, Str. M. Mrin 500 C.F. e P.I. 02798310278 www.sl14chioggi.veneto.it Deliberzione N. 662

Dettagli

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 21 13 NOVEMBRE 2007 Nuovi criteri di deducibilità per le uto ziendli e professionli Copyright

Dettagli

PROGRAMMA SOCIO EDUCATIVO DI ANIMAZIONE 2014/2015

PROGRAMMA SOCIO EDUCATIVO DI ANIMAZIONE 2014/2015 PROGRMM SOCIO EDUCTIVO DI NIMZIONE 2014/2015 PRESENTZIONE DELLE TTIVIT' EDUCTIVE INTEGRTE ORDINRIE MENSILI - SETTIMNLI ED EXTR ORDINRIE DI NIMZIONE. Relazione e comunicazione : interventi educativi individuali

Dettagli

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP

DICHIARO: Di voler riscuotere il prestito: in contanti presso l Istituto di Credito che effettua il servizio di Cassa per conto dell INPDAP io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

7. Il servizio di illuminazione pubblica

7. Il servizio di illuminazione pubblica 7. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. Per il settore

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER TRASLOCO (restituibile in 5 anni)

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER TRASLOCO (restituibile in 5 anni) io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02041801 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

E-LEARNING SU MOODLE PIATTAFORMA

E-LEARNING SU MOODLE PIATTAFORMA P 6 FORMAZIONE N 74 Denominzione progetto E-LEARNING SU MOODLE PIATTAFORMA Responsbile progetto e-mil rmndo.ruggeri@lcero.it PROF. RUGGERI ARMANDO Formzione di bse per l'uso l pittform moodle per l relizzzione

Dettagli

Le verifiche finali e le scritture di assestamento

Le verifiche finali e le scritture di assestamento Numero 60/2012 Pgin 1 di 8 Le verifiche finli e le scritture di ssestmento Numero : 60/2012 Gruppo : Oggetto : Norme e prssi : Scric l guid complet sulle scritture di chiusur e il pssggio del bilncio d

Dettagli

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione MANUALE DI SUPPOTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFOMA SINTEL GUIDA ALLE FOMULE DI AGGIUDICAZIONE Pgin 1 di 21 AGENZIA EGIONALE CENTALE ACQUISTI Indice 1 INTODUZIONE... 3 1.1 Cso di studio... 4 2 FOMULE DI CUI

Dettagli

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65%

INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% INCENTIVI FISCALI RISPARMIO ENERGETICO AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF / IRES DEL 65% IN COSA CONSISTE? L gevolzione consiste nel riconoscimento di detrzioni dll impost IRPEF / IRES,

Dettagli

3. La gestione della mobilità urbana e i taxi

3. La gestione della mobilità urbana e i taxi 3. L gestione dell mobilità urbn e i txi L mobilità urbn rppresent uno dei principli elementi su cui viene generlmente misurt l qulità dell vit delle città. Un sistem di mobilità efficiente, che si in

Dettagli

elettrica e gas 5. Distribuzione di energia 5.1 Quadro regolatorio, aspetti organizzativi e istituzionali

elettrica e gas 5. Distribuzione di energia 5.1 Quadro regolatorio, aspetti organizzativi e istituzionali 5. Distribuzione di energi elettric e gs 5.1 Qudro regoltorio, spetti orgnizztivi e istituzionli Dl punto di vist regoltorio le principli novità sono riferite l servizio elettrico, con il completmento

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Cm er dei D eputti 81 Sen to dell R epubblic XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE PAGINA BIANCA Cm er dei D eputti - 83 - S en to dell R epubblic

Dettagli

D.A.M.S. Legge sulla privacy D.Lgs 196/2003 e Codice della Privacy in merito alle misure di sicurezza per la protezione dei dati personali

D.A.M.S. Legge sulla privacy D.Lgs 196/2003 e Codice della Privacy in merito alle misure di sicurezza per la protezione dei dati personali D.A.M.S. Legge sull privcy D.Lgs 196/2003 e Codice dell Privcy in merito lle misure di sicurezz per l protezione dei dti personli Il presente documento intende fornire un prim vlutzione sui criteri tecnici

Dettagli

13. La Fondazione Bioparco

13. La Fondazione Bioparco 13. L Fondzione Bioprco In questo cpitolo si propone un sintesi dell prim fse dello studio condotto dll Agenzi sull Fondzione Bioprco di Rom e pubblicto nel mese di Febbrio 2008 1. L nlisi, per il momento

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 10 LE SCRITTURE CONTABILI Il lesing IL CONTRATTO DI LEASING Il lesing è un contrtto tipico (non previsto dl Codice Civile) per mezzo del qule l ziend

Dettagli

Quadro di sintesi dei principali obblighi di pubblicità, trasparenza e comunicazione connessi all affidamento di appalti pubblici di lavori, servizi

Quadro di sintesi dei principali obblighi di pubblicità, trasparenza e comunicazione connessi all affidamento di appalti pubblici di lavori, servizi Qudro di sintesi dei principli obblighi di pubblicità, trsprenz e comuniczione connessi ll ffidmento di pplti pubblici di lvori, servizi e forniture per le Istituzioni Scolstiche Febbrio 2014 prot. AOODGAI

Dettagli

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/-

-37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- VIosPEoALE S^n.(GBr\R,,r,,1,,:r, ;,;;,; rr, r'-'-rr, "r,-^no -37 t+ -6MA62015 DELIBERAZIONE N. del Atti n. -/- KR/p Foglio n. 1 di 4 OGGETTO: decreto 19 mrzo 2015 - ggiornmento dell regol tecnic di prevenzione

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423 Comune di Poviglio Provinci di Reggio Emili Relzione illustrtiv dell Delierzione Consilire di pprovzione, dei coefficienti e prmetri di conversione che ssicurno l equivlenz tr le definizioni e le modlità

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov.

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02042601 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER MALATTIA GRAVE DI rimborsabile in 5 o 10 anni

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER MALATTIA GRAVE DI rimborsabile in 5 o 10 anni io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02042701 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Elenco abbreviazioni. Autorità d Ambito Territoriale Ottimale

Elenco abbreviazioni. Autorità d Ambito Territoriale Ottimale Elenco bbrevizioni A AATO: b.: AEEG: Aes: AGCM: AP: APAT: rt.: rtt.: A.S.L.: ASPL: AT: ATO: AU: AVM: B BOD 5 : BP: BT: C c.: Cp.: CBC: CCIAA: cd./c.d.: CDR: CDS: Autorità d Ambito Territorile Ottimle bitnti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo 2_27/06/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

e politiche di regolazione 3. Taxi, mobilità individuale 3.1 Domanda di mobilità individuale

e politiche di regolazione 3. Taxi, mobilità individuale 3.1 Domanda di mobilità individuale 3. Txi, mobilità individule e politiche di regolzione 3.1 Domnd di mobilità individule A differenz del trsporto pubblico locle (Tpl), pensto per grndi msse di utenti, l mobilità individule rigurd gli spostmenti

Dettagli

La metodologia di calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC) degli operatori di rete mobile

La metodologia di calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC) degli operatori di rete mobile Allegto C ll Deliber n. 509/10/CONS L metodologi di clcolo del costo medio ponderto del cpitle (WACC) degli opertori di rete mobile 1. Introduzione 1. In bse ll rt. 50 del Codice delle Comuniczioni, l

Dettagli

Corniola Kordia Ferrovia

Corniola Kordia Ferrovia Il 14 Giugno in occsione dell Fest dell Ciliegi di S.Crlo è stto orgnizzto d APROCCC ed effettuto in collborzione con IBIMET CNR un consumer test con ssggio di tre vrietà prodotte loclmente, ssocito d

Dettagli

SICU FORMULARIO PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI PROSPETTO RIEPILOGATIVO

SICU FORMULARIO PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI PROSPETTO RIEPILOGATIVO D restituire 60 giorni prim dell inizio dell evento PREVENZIONE INCENDI REZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI DATI DA COMPILARE OBBLIGATORIAMENTE A CURA DEL PARTECIPANTE:

Dettagli

Sintesi del Programma Operativo F. S. E. 2007-2013

Sintesi del Programma Operativo F. S. E. 2007-2013 Sintesi del Progrmm Opertivo F. S. E. 2007-2013 REGIONE BASILICATA Diprtimento Formzione, Lvoro, Cultur, Sport p_fuccell Sintesi del Progrmm Opertivo Bsilict F. S. E. 2007-2013 INDICE 1. L strtegi generle

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia COMUNE DI NUVOLENTO Provinci di Bresci DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI MINI ALLOGGI PROTETTI PRESSO IL CENTRO DIURNO IN VIA VITTORIO EMANUALE

Dettagli

Stabilità dei sistemi di controllo in retroazione

Stabilità dei sistemi di controllo in retroazione Stbilità dei sistemi di controllo in retrozione Criterio di Nyquist Il criterio di Nyquist Estensione G (s) con gudgno vribile Appliczione sistemi con retrozione positiv 2 Criterio di Nyquist Stbilità

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (disposizioni di trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le condizioni

Dettagli

7. Il servizio di distribuzione del gas naturale

7. Il servizio di distribuzione del gas naturale 7. Il servizio di distribuzione del gs nturle Come il settore dell energi elettric, nche quello del gs, ncor regolto livello nzionle in lcuni segmenti, è oggetto di un progressiv liberlizzzione si sul

Dettagli

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Vi Arco 132 80043 S. Anstsi http://www.cmpnisccchi.org F.S.I. C.O.N.I. ORGANIZZA IL 19 CAMPIONATO REGIONALE A SQUADRE TORNEO OMOLOGABILE PER VARIAZIONI

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02040801 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL PROGRAMMA ANNUALE E.F. 2014

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL PROGRAMMA ANNUALE E.F. 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE «ANNA FRANK» P.ZZA MARTIRI N. 1-61020 MONTECALVO IN FOGLIA (PU) Tel. 0722 58288 Fx. 0722 58317 C.F. 82010660411 COD.MEC. PSIC80500E RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto 7 I costi dell impres 7.1. Per l combinzione di equilibrio dei due input, si ved il grfico successivo. L pendenz dell line di isocosto e` pri ll opposto del rpporto tr i prezzi dei fttori: -10 = 2 = -5.

Dettagli

Questionario customer satisfaction Career Day 2014

Questionario customer satisfaction Career Day 2014 Questionrio customer stisfction Creer Dy 2014 INTRODUZIONE Attrverso il softwre Survey System è stto sottoposto un questionrio gli/lle studenti/studentesse e lureti/e dell'università di Mcert che hnno

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contbilità L guid prtic contbile N. 21 04.06.2014 Rtei e risconti Ctegori: Bilncio e contbilità Sottoctegori: Registrzioni contbili Con riferimento lle scritture di ssestmento ssume prticolre importnz

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo n. 3_18/12/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 5/2013. OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: aspetti civilistici, contabili e fiscali.

NOTA OPERATIVA N. 5/2013. OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: aspetti civilistici, contabili e fiscali. NOTA OPERATIVA N. 5/2013 OGGETTO : Le novità delle perdite su crediti: spetti civilistici, contbili e fiscli. - Introduzione Il Decreto Crescit (D.L. 83/2012), h introdotto rilevnti novità per qunto rigurd

Dettagli

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficirio con 65 nni o più L Crt Acquisti è un normle crt di pgmento elettronico, ugule quelle che sono già in circolzione e mpimente diffuse nel nostro

Dettagli

REGIONE CALABRIA Assessorato Cultura e Beni Culturali

REGIONE CALABRIA Assessorato Cultura e Beni Culturali ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. Troccoli SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO Ministero dell Istruzione dell Università e dell Ricerc Vi Felicizz n. 22-870 Frz. Luropoli di CASSANO ALL

Dettagli

La contabilizzazione dei contributi pubblici alle imprese

La contabilizzazione dei contributi pubblici alle imprese L contbilizzzione dei contributi pubblici lle imprese Forlì, 23 mggio 2007 Fbrizio Bv Università di Torino 2007 Fbrizio Bv 2 Documenti di di riferimento Documenti di riferimento: Principio contbile nzionle

Dettagli

Emozioni da abitare.

Emozioni da abitare. Emozioni d bitre. L o s p i t l i t à, l n o s t r p s s i o n e Fre dell ccoglienz e dell ttenzione l cliente il proprio obiettivo professionle. Proprio su questi spetti si concentr, d sempre, l impegno

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Testo coordinto D.Lgs. 192/2005 DECRETO LEGISLATIVO 19 gosto 2005, n. 192: "Attuzione dell direttiv 2002/91/CE reltiv l rendimento energetico nell edilizi" Coordinto con il Decreto Legisltivo 29 dicembre

Dettagli

All'Inpdap - sede di. Prov.

All'Inpdap - sede di. Prov. io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp - sede di Cod. 02010101 Io sottoscritto/ Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli