9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "9. Il sistema delle biblioteche comunali a Roma"

Transcript

1 9. Il sistem delle biblioteche comunli Rom Il ptrimonio bibliogrfico pubblico rppresent un importnte ricchezz collettiv e il compito delle mministrzioni locli che lo gestiscono è quello di conservre i testi e trsmettere l conoscenz. Nonostnte tle conspevolezz, i pssi d compiere per vlorizzre le biblioteche comunli e renderle punti di riferimento per l crescit e l formzione dei cittdini sono ncor molti. Nell mbito del suo mndto istituzionle, l Agenzi h ritenuto opportuno ripetere un indgine già effettut nell nno 2000 sul sistem delle biblioteche comunli Rom, onde vlutre gli sviluppi che hnno interessto l Istituzione Biblioteche di Rom e fornire un qudro sulle dimensioni e sugli spetti qulittivi del servizio offerto; lo studio è stto inoltre rricchito dl confronto dell situzione romn con quell di ltre grndi città itline e di lcune cpitli europee, con l finlità di evidenzire eventuli best prctices che potrebbero essere dottte per migliorre l offert Rom. 9.1 Il qudro normtivo L disciplin dell gestione dei servizi culturli d prte degli enti territorili è stt recentemente modifict, come richimto nel Cpitolo 1, d due importnti innovzioni nell ordinmento giuridico: l pronunci dell Corte costituzionle luglio 2004, n. 272 e l emnzione del Codice dei Beni Culturli e del Pesggio (D.lgs. n. 42 del 22 gennio 2004). Prim di esminre i riflessi delle fonti normtive ppen menzionte, occorre preliminrmente chirire qule ctegori servizi con rilevnz economic o servizi privi di tle rilevnz sino riconducibili le ttività di servizio culturle erogte. Si trtt di un determinzione che rientr nell discrezionlità dell Amministrzione comunle. Nell prim ipotesi l form di gestione si desumerà dlle opzioni che si ricvno dlle norme del Tuel (istituzione, consorzio, ssocizione, fondzione, ecc). Nell second ipotesi l scelt dell form di gestione dovrà tener conto di qunto disposto dll rt. 113, comm 5, del Tuel e delle integrzioni vvenute con l rt. 115, comm 3, del Codice dei Beni Culturli. In ltri termini l scelt potrà vvenire tr: società di cpitli con prtecipzione totlitri o prevlente dell mministrzione pubblic cui i beni culturli pertengono; 193

2 Cpitolo 9 concessione terzi, ossi soggetti esterni oppure società di cpitli prtecipte dll mministrzione in misur non prevlente. Il dibttito che è scturito sull form di gestione ll luce delle innovzioni legisltive, evidenzi senz dubbio l importnz che il settore culturle st vendo ll interno delle politiche pubbliche livello si centrle che locle. In questo contesto, l Agenzi h inteso vvire uno studio sullo stto dell rte dei servizi culturli, concentrndo l ttenzione in quest fse sull offert del sistem di biblioteche comunli, nche in considerzione del prticolre sttus riservto dl Codice dei Beni Culturli. L rt. 101, comm 1, inftti equipr le biblioteche i musei, rchivi, prchi rcheologici e complessi monumentli che vengono tutti definiti Istituti e luoghi dell cultur. L preciszione di che cos si intend per bibliotec viene specifict nel successivo comm 2 ovvero un struttur permnente che rccoglie e conserv un insieme orgnizzto di libri, mterili e informzioni, comunque editi o pubblicti su qulunque supporto, e ne ssicur l consultzione l fine di promuovere l lettur e lo studio. Il presente cpitolo intende presentre i risultti più slienti dello studio effettuto. 9.2 L Istituzione Biblioteche di Rom Dl punto di vist metodologico, è importnte sottolinere il crttere sperimentle dell indgine sulle biblioteche che viene qui presentt. Inftti, dt l totle mncnz di riferimenti in lettertur, non è possibile confrontre i risultti con consolidti stndrd di qulità. I dti rilevti sono stti utilizzti per costruire un serie di indictori che potessero efficcemente descrivere le crtteristiche dimensionli e qulittive del servizio, nonché evidenzire l mpiezz delle risorse finnzirie ed umne d esso dedicte. Tli indictori sono rggruppti in quttro mcroctegorie: ccessibilità, vitlità, efficienz ed efficci. L nlisi è stt rivolt d investigre il core business delle biblioteche ossi le ttività connesse l libro proprimente detto, per cui non sono stte prese in considerzione le performnce legte gli udiovisivi e l mterile multimedile. L nlisi degli sviluppi del servizio Rom nel periodo e l comprzione con nloghe reltà itline (Milno e Torino) ed europee (Brcellon, Helsinki, Londr, Mdrid, Prigi e Vienn) hnno permesso di evidenzire gli elementi positivi così come le criticità crtterizznti l offert nell cpitle, fornendo lo spunto per individure mrgini di migliormento Sviluppi dell Istituzione Biblioteche Rom nel periodo I dti forniti dll Istituzione Biblioteche per il 2003 sono stti confrontti, si in termini di grndezze ssolute si di indictori, con quelli rccolti ed elborti nel precedente Studio sul Servizio Biblioteche nel Comune di Rom dell disciolt Autorità per i servizi pubblici locli del Comune di Rom (2001). L scelt di un orizzonte di medio periodo, corrispondente l triennio , è sembrt l più opportun l fine di grntire significtività l lvoro svolto e in rgione dell volontà di cogliere i risultti delle numerose ristrutturzioni che hnno interessto il sistem nel biennio L esme dei dti strutturli (superficie e orri di pertur), presentti nell Fig. 9.1, permette di evidenzire come il servizio biblioteche, nel suo complesso, bbi beneficito nel triennio di incrementi consistenti si nell estensione che nel totle delle ore di pertur. L umentt superficie, psst d metri qudri (+31%), riflette principlmente l pertur di nuove sedi tr il 2000 e il 2003, mentre il prolungmento dell orrio di pertur (con un incremento del 24% delle ore di pertur, psste dlle del 2000 lle del 2003) è chiro sintomo dell impegno dell Amministrzione cpitolin nell ssicurre un effettiv fruibilità del servizio per il cittdino, rendendo più ttule l immgine ed il ruolo delle biblioteche romne: non più solo luogo di consultzione e prestito, m ree in cui è possibile rricchire il proprio profilo culturle beneficindo del ptrimonio di dotzione e delle diverse ttività promosse nel corso dell nno. Tle tendenz positiv trov riscontro nel notevole incremento delle postzioni (Fig. 9.2) e in prticolre di quelle multimedili, che hnno visto un crescit del 124% (pri 102 nuove postzioni). Inoltre, rispetto l 2000 si hnno 557 nuovi posti di 194

3 Il sistem delle biblioteche comunli Rom Fig. 9.1 Confronto : L superficie e le ore di pertur Fonte: elborzione su dti forniti dll Istituzione Biblioteche del Comune di Rom - Ufficio Qulità. lettur (+42%), e 18 nuove postzioni udio-video (+25%). Dl punto di vist dell efficienz economic del servizio (Fig. 9.3), si rilev un migliormento di produttività in rgione dell umento meno che proporzionle rispetto ll output dei costi totli di gestione, pssti d 12 milioni di Euro poco più di 14 milioni di Euro (+17%). Tle umento è d ttribuire in mssim prte l mggiore costo per il personle, pssto dlle 224 unità del 2000 lle 253 del 2003 (+13%): perltro, nche in questo cso, l umento del numero di ddetti è meno che proporzionle ll output, indicndo un incremento dell produttività del lvoro. Si segnlno, inoltre, significtivi tgli lle spese per le cmpgne di comuniczione e promozione dell lettur (-79%) e tgli i costi per l cquisto dell dotzione documentri (-50%), che tuttvi è umentt nel periodo. 195

4 Cpitolo 9 Fig. 9.2 Confronto : Le postzioni Fonte: elborzione su dti forniti dll Istituzione Biblioteche del Comune di Rom - Ufficio Qulità. 196

5 Il sistem delle biblioteche comunli Rom Fig. 9.3 Confronto : I dti economici e gli ddetti Fonte: elborzione su dti forniti dll Istituzione Biblioteche del Comune di Rom - Ufficio Qulità. 197

6 Cpitolo 9 Con riferimento l ptrimonio documentle (Fig. 9.4), inftti, si osserv che il complesso delle biblioteche comunli h beneficito di incrementi si reltivmente l numero di volumi e periodici (rispettivmente +28% e +22%) che quello di udiovisivi (79%) e CD Rom (+116%). Fig. 9.4 Confronto : Il ptrimonio documentle Fonte: elborzione su dti forniti dll Istituzione Biblioteche del Comune di Rom - Ufficio Qulità. Infine, dl punto di vist dell domnd (Fig. 9.5), si registr un mggiore ssiduità dell utenz: ll lieve flessione del numero nnuo di nuovi iscritti (-3%), corrisponde inftti un forte crescit dei prestiti nnui di volumi ed udiovisivi (rispettivmente +40% e +349%). L Tv. 9.1 riport gli indictori costruiti sui dti di Rom e rggruppti per mcroctegorie. Per rgioni di completezz sono riportti nche gli indictori reltivi gli udiovisivi, che non hnno trovto ulteriore pprofondimento nel resto del lvoro in considerzione dell ttenzione che si è volut riservre l core business dell bibliotec, ossi l insieme delle ttività ttinenti il ptrimonio di volumi. Per qunto rigurd l ccessibilità si osserv che l Istituzione Biblioteche nel suo complesso h beneficito, nel triennio , di incrementi consistenti nell estensione delle superfici (+25%) e nel numero di posti lettur per bitnti (+42,6%). Gli indici che esprimono l efficci del servizio hnno registrto nel triennio incrementi pri l 9,1% per l indice di circolzione (che relzion i prestiti con il ptrimonio di volumi) e del 36,4% per quello del prestito (che prgon il prestito con l popolzione). 198

7 Il sistem delle biblioteche comunli Rom Tv. 9.1 Confronto delle mcro fmiglie di indictori per le biblioteche di Rom Indictori % Accessibilità Indice di superficie (re servizi l pubblico in mq/popolzione*1000) Indice di pertur l pubblico (ore pertur totli settimnli/5,5) Posti lettur per 1000 bitnti (posti lettur/popolzione*1000) 0,04 0,05 25,0 7,5 7,6 1,1 0,47 0,67 42,6 Indice dell dotzione di volumi (volumi/popolzione*1.000) ,5 Vitlità Indice dell dotzione di periodici (periodici correnti/popolzione * 1.000) Indice dell dotzione di udiovisivi (udiovisivi/popolzione*1.000) Indice dell dotzione documentri (volumi+periodici+udiovisivi/popolzione*1.000) Indice di incremento del ptrimonio bibliogrfico (n. volumi cquistti nnui/popolzione* 1.000) Indice dell spes pro cpite ( ) (Costi nnui di funzionmento/popolzione) Indice dell spes per cquisto libri pro cpite ( ) (Costo nnuo per cquisto dell dotzione documentri/popolzione) Prestiti volumi per ddetto (prestiti volumi/ ddetti) Prestiti udiovisivi per ddetto (prestiti udiovisivi/ ddetti) Prestiti udiovisivi + volumi per ddetto (prestiti udiovisivi/ ddetti) 0,44 0,54 22,7 10,3 18,5 79, ,6 7,4 10,6 42,6 4,30 5,04 17,2 0,34 0,16-52, , , ,2 Efficienz Volumi per ddetto (volumi/ddetti) ,9 Audiovisivi per ddetto (udiovisivi/ddetti) ,7 (Volumi + udiovisivi) per ddetto (documenti/ddetti) ,6 Indice di costo per prestito volumi ( ) 40,07 33,60-16,1 Indice di costo per prestito documenti (volumi + udiovisivi) ( ) 33,49 20,61-38,5 Efficci Indice di circolzione volumi (prestiti/dotzione di volumi) Indice di circolzione udiovisivi (prestiti/dotzione di udiovisivi) Indice di circolzione documenti (volumi + udiovisivi) (prestiti/dotzione di documenti) Indice di prestito volumi (prestiti di volumi/popolzione) Indice di prestito udiovisivi (prestiti di udiovisivi/popolzione) Indice di prestito documenti (volumi + udiovisivi) (prestiti di documenti/popolzione) 0,66 0,72 9,1 2,04 5,13 151,5 0,74 1,08 45,9 0,11 0,15 36,4 0,02 0,09 350,0 0,13 0,25 92,3 Fonte: elborzione su dti forniti dll Istituzione Biblioteche del Comune di Rom - Ufficio Qulità. 199

8 Cpitolo 9 Fig. 9.5 Confronto : Gli utenti e i prestiti Fonte: elborzione su dti forniti dll Istituzione Biblioteche del Comune di Rom - Ufficio Qulità. 9.3 L nlisi comprtiv Il confronto itlino In questo prgrfo si propone di nlizzre in chive comprtiv il servizio biblioteche delle città di Rom, Milno e Torino (Tv. 9.2). Prtendo dll nlisi del grdo di ccessibilità, si osserv che Milno è l città dott di strutture più mpie (un estensione complessiv di metri qudri contro i di Rom e i di Torino) cui corrisponde un indice di superficie mggiore (0,16 mq ogni 10 bitnti, rispetto 0,18 di Torino e 0,05 di Rom). Il cpoluogo lombrdo effettu nche orri di pertur l pubblico decismente più prolungti (indice di pertur l pubblico pri 11,45 ore medie giornliere rispetto lle 7,58 di Rom e lle 5,30 di Torino) e offre più di posti di lettur (precismente 2.057) rispetto i di Rom e i di Torino. Proprio con riferimento i posti di lettur, l indice clcolto (posti di lettur per bitnti) che tiene conto dell popolzione cittdin, posizion Milno e Torino poc distnz (rispettivmente 1,62 e 1,78 i vlori degli indici per le due città) m vede Rom in netto svntggio con ppen 0,67 posti di lettur per bitnti. Per qunto rigurd l vitlità, l indice dell dotzione di volumi ssume il vlore mggiore Torino (1.291 volumi ogni bitnti) rispetto Milno e Rom (rispettivmente 919 e 209); l comprzione sull indice di dotzione di periodici, d limitrsi Torino e Rom poiché Milno vnt un collezione di periodici d epoc di qusi unità, vede il cpoluogo piemontese decismente più fornito con un collezione di riviste 200

9 Il sistem delle biblioteche comunli Rom rispetto lle di Rom che, in rpporto ll popolzione, gli ssicur un livello dell indice di 3,50 periodici ogni bitnti contro lo 0,54 dell cpitle. Considerndo congiuntmente gli indici di superficie e quelli dell dotzione documentri è immedito verificre l esistenz di un correlzione positiv che evidenzi come l estensione delle strutture riflett l entità dell dotzione documentri custodibile e, in definitiv, l quntità dell offert. Situzione nlog si osserv per l indice di incremento del ptrimonio bibliogrfico; le biblioteche milnesi nel 2003 hnno cquisito un quntità prticmente doppi rispetto Rom e Torino 1, con un indice di 50,1 volumi cquistti nell nno ogni bitnti contro l 10,6 registrto Rom e il 42,7 di Torino. Con riferimento gli indici di spes, Rom present i vlori più bssi si per l spes complessiv pro cpite che per l spes destint ll cquisto libri pro cpite (rispettivmente Euro 5,04 e Euro 0,17) rispetto Milno (Euro 11,02 e Euro 1,00) e Torino (Euro 11,0 e Euro 0,99). Rgionndo esclusivmente in termini di spese totli, si osserv che un bsso vlore dell indice di spes pro cpite potrebbe testimonire un ttenzione i costi, ovvimente sempre grntendo un degut qulità del servizio. Vicevers se l nlisi si limit lle spese per l cquisto dell dotzione documentri, un bsso livello dell indictore non è sempre sinonimo di rzionlità delle spese m potrebbe evidenzire, come prim ccennto, un situzione di indeguto rinnovo e insufficiente crescit dello stock. Per ciò che concerne l nlisi dell efficienz, si osserv che il personle bibliotecrio di Torino è in grdo di gestire un mole di prestiti mggiore rispetto Rom e Milno (rispettivmente 2.165, e prestiti per ddetto). Il bsso vlore di questo indice per Milno suggerisce il probbile sovrdimensionmento del personle rispetto l volume di prestiti d gestire, implicndo nche un superiore livello dell Indice di costo del prestito (34,14 Euro per ciscun volume prestto Milno, contro i 33,60 Euro di Rom e i 16,05 Euro di Torino) 2. Per insufficiente comprbilità dei dti 3, si è demndt l descrizione dell efficienz i soli due indici di circolzione e di prestito. Con riferimento ll Indice di prestito si rilev un vlore reltivmente elevto per Torino (0,69 prestiti per bitnte) rispetto quelli di Rom e Milno (rispettivmente 0,15 e 0,32); tle performnce sembr trovre spiegzione in un migliore utilizzo, in termini di prestiti, dell dotzione documentri e, l contempo, in un popolzione più interesst ll lettur e ll frequentzione e fruizione delle strutture bibliotecrie. Per qunto rigurd l Indice di circolzione si evidenzi il vlore più elevto ssunto d Rom (0,72 prestiti per ciscun volume) prgone di quello reltivo Milno e Torino (0,35 e 0,53). Se si mette confronto, limittmente Rom, l Indice di circolzione (0,72) con quello reltivmente bsso del prestito (0,15) è possibile osservre che mentre il primo indice testimoni un dotzione documentri bbstnz degut l volume dei prestiti richiesti, il secondo, invece, ppre sottolinere un popolzione decismente poco interesst (rispetto quelle di Milno e soprttutto di Torino) ll richiest del prestito suggerendo, in definitiv, un line di gestione del sistem di biblioteche che cerchi di sensibilizzre gli utenti e migliorre l ttrttività del servizio. In ultimo, ppre opportuno sottolinere che, complessivmente, il ptrimonio bibliotecrio dell cpitle vnt l inclusione di ltre strutture oltre quelle fcenti prte dell Istituzione Biblioteche di Rom. In prticolre, è utile ricordre lmeno ltre quttro reltà bibliotecrie significtive: l bibliotec Universitri Alessndrin, l sttle Bldini, l Nzionle Centrle e l bibliotec dell Istituto dell Enciclopedi Itlin (l prime tre fferiscono l Ministero dei Beni culturli, l ultim è privt) Il confronto europeo In questo prgrfo vengono nlizzti in chive comprtiv il servizio biblioteche dell città di Rom e quelli di nloghe reltà livello europeo. A questo fine si è scelto di includere oltre quttro cpitli (Londr, Mdrid, Prigi e Vienn) nche i sistemi bibliotecri di Brcellon e Helsinki 1 Nel 2003 il numero di nuove cquisizioni è stto di per Rom, per Torino e per Milno. 2 Il vlore espresso d Torino risente tuttvi dell elevt quntità di prestiti e dell lieve sottostim lle spese totli che si è vut nei dti di costo forniteci dl Sistem Bibliotecrio. 3 I dti reltivi lle consultzioni, per loro ntur già più incerti, sono stti ottenuti con sistemi di rilevzione ed espressi in unità di misur (visite piuttosto che volumi consultti) differenti. 201

10 Cpitolo 9 Tv. 9.2 Confronto tr i sistemi bibliotecri delle città di Rom, Milno e Torino Anno 2003 Dti generli Rom Milno Torino Abitnti Numero biblioteche Estensione (mq) Posti lettur Ptrimonio documentle (numero volumi) Prestiti nnui (volumi) Costi totli del sistem bibliotecrio ( ) , , ,54 Indictori Rom Milno Torino Accessibilità Indice di superficie (Are servizi l pubblico/popolzione x 10) Indice di pertur l pubblico (Ore pertur totli settimnli/5,5) Posti lettur per 1000 bitnti (Posti lettur/popolzione x 1.000) 0,05 0,16 0,18 7,58 11,45 5,30 0,67 1,62 1,78 Indice dell dotzione di volumi (volumi/popolzione * 1.000) Indice dell dotzione di periodici (periodici correnti/popolzione * 1.000) 0,54 19,00 3,50 Vitlità Indice di incremento del ptrimonio bibliogrfico (n. volumi cquistti nnui/popolzione* 1.000) 10,61 50,11 42,7 Indice dell spes pro cpite ( ) (Costi nnui di funzionmento/ popolzione) Indice dell spes per cquisto libri pro cpite ( ) (Costo nnuo per cquisto dell dotzione documentri/ popolzione) 5,04 11,02 11,04 0,16 1,00 0,99 Prestiti per ddetto (Prestiti/ ddetti) Efficienz Volumi per ddetto (Volumi/ddetti) Indice di costo per prestito ( ) (Spese di funzionmento/ prestiti) 33,60 34,14 16,05 Efficci Indice di circolzione (prestiti/dotzione documentri) Indice di prestito (prestiti/popolzione) 0,72 0,35 0,53 0,15 0,32 0,69 Fonte: elborzione su dti forniti dll Istituzione Biblioteche del Comune di Rom - Ufficio Qulità, dll Direzione Biblioteche rionli del Comune di Milno e dl Settore Sistem bibliotecrio urbno del Comune di Torino. 202

11 Il sistem delle biblioteche comunli Rom in qunto rppresentno, nel pnorm culturle comunitrio, un punto di eccellenz per qunto rigurd l qulità dell offert e l orgnizzzione del servizio. Nell Tv. 9.3 sono riportti i reltivi indictori. Si può osservre, in vi preliminre, che il confronto livello europeo offre un pnorm bbstnz vriegto: tuttvi, l suo interno, l posizione del servizio di biblioteche municipli dell città di Rom non può, purtroppo, definirsi tr le migliori. Prtendo dll nlisi degli indictori di ccessibilità, si osserv che l Indice di superficie di Rom, ovvero lo spzio dedicto lle strutture bibliotecrie in funzione dell popolzione, è ssi inferiore quello delle ltre città: il suo vlore, pri 0,05 mq ogni 10 bitnti, è prgonbile solo in un cert misur Mdrid (0,06) e Vienn (0,08), mentre, nelle restnti città, l indice ssume vlori decismente superiori (dllo 0,17 di Brcellon fino llo 0,29 di Prigi). Il confronto con l Indice di pertur l pubblico evidenzi, per contro, un llinemento di Rom con le ltre città. Il vlore pri 7,58 ore medie di pertur giornlier dell reltà romn è uniforme lle performnce di Brcellon (7,20), Londr (7,90), Mdrid (6,88) e Vienn (7,36), e mggiore rispetto Prigi (5,91). Helsinki, tuttvi, registr il vlore più elevto (9,29). Il prgone reltivo i Posti di lettur per bitnti è d limitrsi, per indisponibilità dei dti, Tv. 9.3 Confronto europeo tr i sistemi bibliotecri Anno 2003 Dti generli Rom Brcellon Helsinki Londr Mdrid Prigi Vienn Abitnti [] Numero biblioteche Estensione (mq) n.d. n.d Posti lettur n.d. n.d n.d. n.d. Ptrimonio documentle (numero volumi) Prestiti nnui (volumi) Costi totli del sistem bibliotecrio (euro) Note: [] Il numero di bitnti si riferisce ll città di Prigi proprimente dett così come risult dll ultimo censimento. Ai fini del presente lvoro non si è tenuto conto dell insieme dei sobborghi e delle città stellite che formno l cosiddett re metropolitn dell Grnde Prigi ( ire urbine de Pris ) che copre km², ed h un popolzione di bitnti. n.d.: dto non disponibile. Fonte: Elborzione d :http://www.bcn.es/biblioteques/; SttisticsTypeId=1&ScopeTypeId=2&Yers=2003&ScopeItemIds=91; LISU nnul librry sttistics elborte su dti forniti dl Chrtered Institute of Public Finnce nd Accountncy (CIPFA); dbgv.sso.fr.; 203

12 Cpitolo 9 Tv. 9.3b Confronto europeo tr i sistemi bibliotecri Anno 2003 Indici Rom Brcellon Helsinki Londr Mdrid Prigi Vienn Accessibilità Indice di superficie (Are servizi l pubblico in mq/popolzione x 10) Indice di pertur l pubblico (Ore pertur totli settimnli/5,5) Posti lettur per 1000 bitnti (Posti lettur/popolzione x 1.000) 0,05 0,17 n.d. n.d. 0,06 0,29 0,08 7,58 7,20 9,29 7,90 6,88 5,91 7,36 0,67 2,29 n.d. n.d. 1,13 n.d. n.d. Indice dell dotzione documentri (volumi/popolzione * 1.000) Indice dell dotzione di periodici (periodici correnti/popolzione * 1.000) ,54 2,42 11,00 n.d. 0,63 4,17 n.d. Vitlità Indice di incremento del ptrimonio bibliogrfico (n. volumi cquistti nnui/ popolzione* 1.000) Indice dell spes pro cpite ( ) (Costi nnui di funzionmento/ popolzione) 10,61 73,52 184,12 224,87 n.d. 100,30 99,49 5,04 7,03 50,51 23,15 7,15 18,02 17,51 Indice dell spes per cquisto libri pro cpite ( ) (Costo nnuo per cquisto dell dotzione documentri/ popolzione) 0,16 n.d. 4,77 1,74 0,82 2,00 1,84 Prestiti per ddetto (Prestiti/ ddetti) Efficienz Volumi per ddetto (Volumi/ddetti) Indice di costo per prestito ( ) 33,60 4,40 3,86 4,12 13,06 4,87 6,93 (Spese di funzionmento/ prestiti) Efficci Indice di circolzione (prestiti/dotzione documentri) Indice di prestito (prestiti/popolzione) 0,72 2,64 3,95 2,59 1,71 2,79 2,48 0,15 1,60 13,08 5,62 0,55 3,70 2,53 Note: [] Il numero di bitnti si riferisce ll città di Prigi proprimente dett così come risult dll ultimo censimento. Ai fini del presente lvoro non si è tenuto conto dell insieme dei sobborghi e delle città stellite che formno l cosiddett re metropolitn dell Grnde Prigi ( ire urbine de Pris ) che copre km², ed h un popolzione di bitnti. n.d.: dto non disponibile. Fonte: Elborzione d :http://www.bcn.es/biblioteques/; SttisticsTypeId=1&ScopeTypeId=2&Yers=2003&ScopeItemIds=91; LISU nnul librry sttistics elborte su dti forniti dl Chrtered Institute of Public Finnce nd Accountncy (CIPFA); dbgv.sso.fr.; 204

13 lle sole città di Brcellon e Mdrid che, in ogni cso, con i loro 2,29 e 1,13 posti per bitnti registrno un offert superiore rispetto gli 0,67 posti disponibili Rom. L nlisi degli indictori di vitlità (Indice di dotzione documentri e Indice di dotzione di periodici), evidenzi per Rom vlori significtivmente inferiori quelli delle ltre città europee: le biblioteche romne offrono, d esempio, solo 209 volumi ogni bitnti lddove città come Londr, Prigi e Vienn hnno dotzioni rispettivmente pri 2.169, e volumi. Con riferimento gli indictori che ccolgono vlori di spes (Indice di spes pro cpite e Indice di spes per cquisto libri pro cpite), le città nlizzte sono suddivisibili in due gruppi omogenei. Il primo comprende Brcellon, Mdrid e Rom ed ssume i vlori più bssi: di 5,04 i 7,15 Euro per l indice di spes pro cpite; d 0,16 0,82 Euro per l indice di spes per cquisto libri pro cpite. Il secondo, composto d Londr, Prigi e Vienn, present indici compresi fr 17,51 e 23,15 Euro (per l indice di spes pro cpite) e fr 1,74 e 2,00 Euro (per l indice di spes per cquisto libri pro cpite). Un cso prte è rppresentto dll città di Helsinki, che present indici di spes più elevti (precismente Euro 50,51 per l indice di spes pro cpite e Euro 4,77 per quello di spes per cquisto libri pro cpite). Per qunto in genere si preferisc un contenimento dei costi nello svolgimento di qulsivogli ttività, l spes per cquisto libri è d ritenersi un voce di investimento, il cui sottodimensionmento (come risult dll comprzione degli indici riferiti Rom) necessrimente penlizz l qulità del servizio offerto. Considerndo gli indici di efficienz, si osserv che l produttività degli opertori bibliotecri di Rom, espress dgli indici di prestiti per ddetto e di volumi per ddetto, ppre inferiore quell grntit dllo stff bibliotecrio nelle ltre città: con prestiti per ddetto l cpitle romn si colloc ssi l di sotto delle performnce offerte d esempio d Londr (10.624), Mdrid (5.957) e Prigi (7.394); nlogo posizionmento crtterizz l nostr cpitle per qunto rigurd i volumi per ddetto (2.309), nche se l distnz con le ltre città europee ppre meno ccentut (d esempio per Londr, per Mdrid e per Prigi). L nlisi comprtiv dell Indice di costo del prestito confermerebbe l minore efficienz dell reltà romn rispetto lle città europee: il dto di Rom, inftti, è il più elevto (Euro 33,60 per ciscun libro prestto) con un notevole scrto rispetto lle ltre (l sol città che si vvicin è Mdrid con 13,06 Euro). Le ltre città presentno indici di costo del prestito molto più bssi, intorno i 4,00 Euro. Per qunto rigurd gli indictori di efficci, si osserv il bsso vlore ssunto dll Indice di circolzione di Rom in relzione lle ltre città europee. Il dto romno (0,72) è inferiore di circ due o tre volte rispetto sistemi quli quello di Brcellon (2,64), Londr (2,59), Mdrid (1,71) e Prigi (2,79). Anlog situzione si evince dl confronto degli Indici di prestito, nche se in questo cso l intervllo di vrizione è molto più mpio. Si pss inftti d 0,15 di Rom (ovvero 0,15 libri prestti per bitnte) 13,08 di Helsinki. Anche trscurndo quest ultimo vlore, le performnce delle ltre città sono migliori: d esempio Londr con 5,62, Prigi con 3,70 e Vienn con 2,53, mentre più distccte sono Brcellon e Mdrid (rispettivmente 1,60 e 0,55). Il distcco che le città del Nord Europ hnno rispetto quelle mediterrnee f rgionevolmente ipotizzre che l propensione l prestito bibliotecrio si, in un certo qul modo, conseguenz del differente bgglio culturle di cui l popolzione è porttrice: stori, trdizioni, grdo di istruzione sono tutti fttori che influenzno direttmente l ttitudine ll lettur e ll fruizione dei servizi d ess connessi. Occorre tuttvi specificre che il gp esistente è considerevole nche in relzione ll offert. Le politiche culturli nord europee sono in effetti più ttente llo sviluppo e l rdicmento territorile di tutte quelle componenti quli biblioteche m nche librerie, editori ed eventi che possono costituire un mezzo di trsmissione delle conoscenze, reputte di importnz centrle nell modern società industrile. 205

8. I servizi culturali

8. I servizi culturali 8. I servizi culturli Tr le innovzioni introdotte nell mbito dell Relzione Annule, un prticolre importnz ssume tr gli pprofondimenti settorili l introduzione di un nuovo cpitolo intermente dedicto l settore

Dettagli

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi

nelle aziende del Gruppo Comune di Roma 10. Pari opportunità di genere 10.1 Obiettivi dell analisi 10. Pri opportunità di genere nelle ziende del Gruppo Comune di Rom 10.1 Obiettivi dell nlisi Il 2007 è stto proclmto d prte dell Unione Europe, con decisione n. 771/2006/CE, nno per le pri opportunità

Dettagli

10. L accessibilità dei servizi

10. L accessibilità dei servizi 10. L ccessibilità dei servizi L ccessibilità dei servizi può essere interprett come un specificzione del principio di universlità, richimto nel Libro Binco sui servizi di interesse generle 1. All nozione

Dettagli

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP

ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP NORMATIVA ASSENZE PER ASSISTENZA PORTATORI DI HANDICAP A cur di Libero Tssell d Scuol&Scuol del 21/10/2003 Riferimenti normtivi: rt. 21 e 33 5.2.1992 n. 104 e successive modifiche ed integrzioni, Dlgs.

Dettagli

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario

Modulo 6. La raccolta bancaria e il rapporto di conto corrente. Unità didattiche che compongono il modulo. Tempo necessario 58 Modulo 6 L rccolt bncri e il rpporto di conto corrente I destintri del Modulo sono gli studenti del quinto nno che, dopo ver nlizzto e ppreso le crtteristiche fondmentli dell ttività delle ziende di

Dettagli

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi

15.1 L evoluzione nella gestione del servizio e alcuni dati quantitativi 15. I servizi cimiterili nel Comune di Rom Nell mbito degli pprofondimenti temtici nel settore socile, in questo cpitolo vengono esminti, dl punto di vist quntittivo e qulittivo, i servizi cimiterili nel

Dettagli

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione

Il sistema italiano dei confidi: tra storia ed evoluzione Il sistem itlino dei confidi: tr stori ed evoluzione Corso di investment bnking nd rel estte finnce Università degli Studi di Prm Prm, lì 25 febbrio 2014 I punti di nlisi L stori dei confidi: gli interventi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Via Boito, n 27 41053 Maranello Tel. 0536/941110 - fax 0536/945162. Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO STRADI MARANELLO Vi Boito, n 27 41053 Mrnello Tel. 0536/941110 - fx 0536/945162 Anno Scolstico 2014/2015 Scuole dell Infnzi Sorelle Agzzi e C.Cssini L Scuol dell Infnzi, sttle

Dettagli

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8)

COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionale 18 febbraio 2010, n. 8) COMUNICAZIONE PER VARIAZIONE BIVACCHI FISSI (Legge regionle 18 febbrio 2010, n. 8) N Prot. VARIAZIONE...del (d compilrsi cur dell ufficio competente) Al Comune di.. Il/L sottoscritto/: Cognome Nome Dt

Dettagli

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna

Desk CSS-KPMG Innovare la PA. Presentazione del progetto di ricerca Organization Review. Luciano Hinna Desk CSS-KPMG Innovre l PA Presentzione del progetto di ricerc Orgniztion Review Lucino Hinn Obiettivo del progetto Mettere punto un nuov metodologi, intes come strumento d consegnre lle pubbliche mministrzioni

Dettagli

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO

Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: SOGGETTI IRES - LA RILEVAZIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE DI ESERCIZIO Al termine di ciscun periodo d impost, dopo ver effettuto le scritture di ssestmento e rettific,

Dettagli

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo

Nota metodologica. Finalità, campo di osservazione, concetto di prezzo Not metodologic numeri indici dei prezzi l consumo misurno le vrizioni nel tempo dei prezzi di un pniere di eni e servizi rppresenttivi di tutti quelli destinti l consumo finle delle fmiglie presenti sul

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme

1. Evoluzione del quadro normativo dei servizi pubblici e attività svolta dall'agenzia: un quadro d'insieme 1. Evoluzione del qudro normtivo dei servizi pubblici e ttività svolt dll'agenzi: un qudro d'insieme 1.1 Principli novità del contesto normtivo e istituzionle reltivo i servizi pubblici locli L disciplin

Dettagli

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto

I costi dell impresa. Litri di benzene per unità di tempo. Linea di isocosto 7 I costi dell impres 7.1. Per l combinzione di equilibrio dei due input, si ved il grfico successivo. L pendenz dell line di isocosto e` pri ll opposto del rpporto tr i prezzi dei fttori: -10 = 2 = -5.

Dettagli

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007

SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008. Associazione Genitori Scuole Cattoliche 5 ottobre 2007 SCUOLA PARITARIA E RISORSE FINANZIARIE DOSSIER IN VISTA DELLA FINANZIARIA 2008 Associzione Genitori Scuole Cttoliche 5 ottobre 2007 Proseguendo nell trdizione formtiv dell Associzione Genitori Scuole Cttoliche,

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 14 del 30/11/2012 ARGOMENTO: IMPOSTA SOSTITUIVA TFR 2013 Scde il prossimo 16 dicembre il termine per pgre l impost sostitutiv sul TFR. Tle impost rppresent l nticipo di tsse dovute

Dettagli

13. La Fondazione Bioparco

13. La Fondazione Bioparco 13. L Fondzione Bioprco In questo cpitolo si propone un sintesi dell prim fse dello studio condotto dll Agenzi sull Fondzione Bioprco di Rom e pubblicto nel mese di Febbrio 2008 1. L nlisi, per il momento

Dettagli

pubblica 6. Il servizio di illuminazione 6.1 Quadro regolatorio

pubblica 6. Il servizio di illuminazione 6.1 Quadro regolatorio 6. Il servizio di illuminzione pubblic 6.1 Qudro regoltorio L illuminzione pubblic rppresent il tipico servizio di pubblic utilità di rilevnz economic 1, soggetto d obblighi di continuità, sicurezz ed

Dettagli

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2.

DEBITI VERSO BANCHE 1 PREMESSA 2 CONTENUTO DELLA VOCE. Passivo SP D.4. Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 2. Cp. 49 - Debiti verso bnche 49 DEBITI VERSO BANCHE Pssivo SP D.4 Prssi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 19 1 PREMESSA I debiti verso bnche ricomprendono tutti quei debiti in cui l controprte è un

Dettagli

Imparare: cosa, come, perché.

Imparare: cosa, come, perché. GIOCO n. 1 Imprre: cos, come, perché. L pprendimento scolstico non è solo questione di metodo di studio, m di numerose situzioni di tipo personle e di gruppo, oppure legte l contesto in cui pprendimo.

Dettagli

5. Il servizio di illuminazione pubblica

5. Il servizio di illuminazione pubblica 5. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. L normtiv

Dettagli

14. Le farmacie comunali

14. Le farmacie comunali 14. Le frmcie comunli Nell mbito degli pprofondimenti temtici sul settore socile, l Agenzi h vvito uno studio sull ziend specile frmceutic del Comune di Rom Frmcp, con l obiettivo di nlizzre l offert dei

Dettagli

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa

affissioni e pubblicità 12. Analisi del servizio 12.1 Premessa 12. Anlisi del servizio ffissioni e pubblicità 12.1 Premess In questo cpitolo sono riportti i principli risultti scturiti d uno studio condotto dll Agenzi nel mese di mggio 2007 sul Servizio Affissioni

Dettagli

2. Il servizio di trasporto pubblico di linea

2. Il servizio di trasporto pubblico di linea 2. Il servizio di trsporto pubblico di line Nell ultimo decennio, il settore del trsporto pubblico locle (Tpl) è stto interessto d un riform orientt migliorre l efficci e l efficienz del servizio medinte

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale

L accertamento di un entrata corrente di natura patrimoniale ........ Rilevzioni contbili: vecchi e nuov contbilità confronto. L ccertmento di un entrt corrente di ntur ptrimonile curdimurobellesi Dirigente Comune di Vicenz - Publicist... Premess Il cso L rubric

Dettagli

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423

Febbraio 2014. PROGETTO: Studio di Architettura e Urbanistica Dott. Arch. Guido Leoni Via Affò, 4 - Parma - tel. 0521.233423 Comune di Poviglio Provinci di Reggio Emili Relzione illustrtiv dell Delierzione Consilire di pprovzione, dei coefficienti e prmetri di conversione che ssicurno l equivlenz tr le definizioni e le modlità

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO - 2015 Art. 1 - FINALITA E OGGETTO Il presente ndo disciplin le modlità per l'ssegnzione

Dettagli

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere

LCA e prevenzione dei rifiuti: caso di studio sull acqua da bere Anlisi del ciclo di vit del sistem di gestione rifiuti in Lombrdi Milno 8 Mggio 212 LCA e prevenzione dei rifiuti: cso di studio sull cqu d bere S. Nessi Politecnico di Milno DIIAR Sezione mbientle Obiettivo

Dettagli

e politiche di regolazione 3. Taxi, mobilità individuale 3.1 Domanda di mobilità individuale

e politiche di regolazione 3. Taxi, mobilità individuale 3.1 Domanda di mobilità individuale 3. Txi, mobilità individule e politiche di regolzione 3.1 Domnd di mobilità individule A differenz del trsporto pubblico locle (Tpl), pensto per grndi msse di utenti, l mobilità individule rigurd gli spostmenti

Dettagli

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE - Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrto Territorile NORD BARESE Andri Brlett Bisceglie Bitonto Cnos di Pugli Corto Giovinzzo Mrgherit di Svoi Molfett Ruvo di Pugli Sn Ferdinndo di Pugli Terlizzi Trni

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

Le verifiche finali e le scritture di assestamento

Le verifiche finali e le scritture di assestamento Numero 60/2012 Pgin 1 di 8 Le verifiche finli e le scritture di ssestmento Numero : 60/2012 Gruppo : Oggetto : Norme e prssi : Scric l guid complet sulle scritture di chiusur e il pssggio del bilncio d

Dettagli

La metodologia di calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC) degli operatori di rete mobile

La metodologia di calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC) degli operatori di rete mobile Allegto C ll Deliber n. 509/10/CONS L metodologi di clcolo del costo medio ponderto del cpitle (WACC) degli opertori di rete mobile 1. Introduzione 1. In bse ll rt. 50 del Codice delle Comuniczioni, l

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA Il Comitto centrle decret il regolmento seguente conformemente ll rt. 57 e ll rt. 9, cpv. 4 lett. i degli sttuti dell ASI del 5 novemre 00 Tutte

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Prm Temi specili di bilncio Le imposte (3) Il consolidto fiscle nzionle RIFERIMENTI Normtiv Artt. 117 129 del TUIR Art. 96 del TUIR Prssi contbile Documento OIC n. 25 Documento

Dettagli

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA

PROBLEMATICHE LEGATE ALL ENERGIA Fcoltà di Architettur Ing. Luc Srto Le regole per l efficienz l energetic livello nzionle e l più recente disciplin dell Regione Lombrdi. L certificzione energetic degli edifici: stto dell rte e prospettive

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione

Manuale Generale Sintel Guida alle formule di aggiudicazione MANUALE DI SUPPOTO ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFOMA SINTEL GUIDA ALLE FOMULE DI AGGIUDICAZIONE Pgin 1 di 21 AGENZIA EGIONALE CENTALE ACQUISTI Indice 1 INTODUZIONE... 3 1.1 Cso di studio... 4 2 FOMULE DI CUI

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

Il Database Topografico Regionale

Il Database Topografico Regionale Il Dtbse Topogrfico Regionle Stefno Olivucci Stefno Bonretti Servizio Sttistic ed Informzione Geogrfic Il Dtbse Topogrfico Regionle Rppresent il nucleo portnte dell infrstruttur regionle reltiv i dti territorili

Dettagli

Quadro di sintesi dei principali obblighi di pubblicità, trasparenza e comunicazione connessi all affidamento di appalti pubblici di lavori, servizi

Quadro di sintesi dei principali obblighi di pubblicità, trasparenza e comunicazione connessi all affidamento di appalti pubblici di lavori, servizi Qudro di sintesi dei principli obblighi di pubblicità, trsprenz e comuniczione connessi ll ffidmento di pplti pubblici di lvori, servizi e forniture per le Istituzioni Scolstiche Febbrio 2014 prot. AOODGAI

Dettagli

Corniola Kordia Ferrovia

Corniola Kordia Ferrovia Il 14 Giugno in occsione dell Fest dell Ciliegi di S.Crlo è stto orgnizzto d APROCCC ed effettuto in collborzione con IBIMET CNR un consumer test con ssggio di tre vrietà prodotte loclmente, ssocito d

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

3. La gestione della mobilità urbana e i taxi

3. La gestione della mobilità urbana e i taxi 3. L gestione dell mobilità urbn e i txi L mobilità urbn rppresent uno dei principli elementi su cui viene generlmente misurt l qulità dell vit delle città. Un sistem di mobilità efficiente, che si in

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di laurea in Ingegneria Meccanica. Tesina del corso di

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di laurea in Ingegneria Meccanica. Tesina del corso di UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di lure in Ingegneri Meccnic Tesin del corso di TRASMISSIONE DEL CALORE Docente Prof. Ing. Gennro Cuccurullo Tesin n.7a Effetti termici del

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (disposizioni di trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le condizioni

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

Edizione dicembre 2010 - Rev 0. Manuale per l applicazione dell immagine coordinata

Edizione dicembre 2010 - Rev 0. Manuale per l applicazione dell immagine coordinata Edizione dicembre 20 - Rev 0 Mnule per l ppliczione dell immgine coordint 1 Mnule per l ppliczione dell immgine coordint 1 Presentzione 2 Elementi bse Logotipo generico 3-4 Logotipo d personlizzre 5-8

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rpporto nnule ISMEA Rpporto nnule 202 Note metodologiche e definizioni Note metodologiche Vrizioni percentuli medie nnue In questo rpporto i tssi di vrizione medi nnui sono stti clcolti considerndo come

Dettagli

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali

Nuovi criteri di deducibilità per le auto aziendali e professionali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 21 13 NOVEMBRE 2007 Nuovi criteri di deducibilità per le uto ziendli e professionli Copyright

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Vile dell Repubblic, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fx 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 PROVVEDIMENTO

Dettagli

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia

COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA. 1. La funzione matematica e la sua utilità in economia COME SOPRAVVIVERE ALLA MATEMATICA di Giuli Cnzin e Dominique Cppelletti Come potrete notre inoltrndovi nel corso di Introduzione ll economi, l interpretzione dell teori economic non presuppone conoscenze

Dettagli

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez.

Facoltà di Economia - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Dispense Corso di Econometria Docente: Luciano Gutierrez. Fcoltà di Economi - Università di Sssri Anno Accdemico 2004-2005 Dispense Corso di Econometri Docente: Lucino Gutierrez Algebr Linere Progrmm: 1.1 Definizione di mtrice e vettore 1.2 Addizione e sottrzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo 2_27/06/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

D.A.M.S. Legge sulla privacy D.Lgs 196/2003 e Codice della Privacy in merito alle misure di sicurezza per la protezione dei dati personali

D.A.M.S. Legge sulla privacy D.Lgs 196/2003 e Codice della Privacy in merito alle misure di sicurezza per la protezione dei dati personali D.A.M.S. Legge sull privcy D.Lgs 196/2003 e Codice dell Privcy in merito lle misure di sicurezz per l protezione dei dti personli Il presente documento intende fornire un prim vlutzione sui criteri tecnici

Dettagli

2. Il trasporto pubblico di linea

2. Il trasporto pubblico di linea 2. Il trsporto pubblico di line Nell ultimo decennio, il settore del trsporto pubblico locle (Tpl) è stto interessto d un riform orientt migliorre l efficci e l efficienz del servizio medinte specilizzzione

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO LEGGERE IL TERRITORIO, ABITARE I TEMPI

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO LEGGERE IL TERRITORIO, ABITARE I TEMPI ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO LEGGERE IL TERRITORIO, ABITARE I TEMPI ENTE PROPONENTE: CENTRO DI CULTURA SOCIALE E DI RICERCHE ARCHEOLOGICHE, STORICHE E AMBIENTALI ONLUS TITOLO DEL PROGETTO:

Dettagli

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione

Convenzione sull'unificazione di taluni elementi del diritto dei brevetti d'invenzione Serie dei Trttti Europei - n 47 Convenzione sull'unificzione di tluni elementi del diritto dei revetti d'invenzione Strsurgo, 27 novemre 1963 Trduzione ufficile dell Cncelleri federle dell Svizzer Gli

Dettagli

7. Servizio idrico integrato

7. Servizio idrico integrato 7. Servizio idrico integrto 7.1 Qudro regoltorio e spetti istituzionli Il servizio idrico integrto (SII) si riferisce ll insieme dei servizi idrici connessi con l uso umno dell risors idric: l cptzione,

Dettagli

Giovanni Palomba FINANZA CONDIZIONATA E TEORIA DEL VALORE. Volume XII. Equilibrio e valore

Giovanni Palomba FINANZA CONDIZIONATA E TEORIA DEL VALORE. Volume XII. Equilibrio e valore Giovnni Plom FINANZA CONDIZIONATA E TEORIA DEL VALORE Volume XII Equilirio e vlore Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.rcneeditrice.it info@rcneeditrice.it vi Rffele Groflo, 133 A/B 00173 Rom (06)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DI ACQUISIZIONE PAGAMENTI CON CARTA INFORMAZIONI SULL ACQUIRER Foglio Informtivo n. 3_18/12/2013 ICCREA BANCA S.p.A. - Istituto Centrle del Credito Coopertivo Sede legle e mministrtiv:

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 10 LE SCRITTURE CONTABILI Il lesing IL CONTRATTO DI LEASING Il lesing è un contrtto tipico (non previsto dl Codice Civile) per mezzo del qule l ziend

Dettagli

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione Conversione A/D e D/A Per il trttmento dei segnli sempre più vengono preferite soluzioni di tipo digitle. È quindi necessrio, in fse di cquisizione, impiegre dispositivi che convertno i segnli nlogici

Dettagli

Verifica finale del modulo su programmazione e budget nelle imprese industriali e bancarie

Verifica finale del modulo su programmazione e budget nelle imprese industriali e bancarie di Mrgherit Amici supervisore Ssis Lzio Strumenti 35 APRILE/MAGGIO 2005 Verific finle del modulo su progrmmzione e budget nelle imprese industrili e bncrie Acompletmento dell rticolo pubblicto sul n. 34

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI a cura di Daniela Corbetta ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 8 GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI IN TITOLI E PARTECIPAZIONI cur di Dniel Corbett P.S.: l fine di trttre in modo esustivo l rgomento, si precis che nei seguenti esercizi

Dettagli

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5

Due classi dell Istituto Comprensivo Carano - Mazzini diretto dal professor Antonio Pavone - 5 e la 4. C, e nel corso della premiazione anche la 5 Scritto d Dlil Bellcicco Lunedì 25 Mrzo 2013 07:15 Due clssi dell Istituto Comprensivo Crno - Mzzini diretto dl professor Antonio Pvone - 5 e l 4 C, e nel corso dell premizione nche l 5 C - hnno prtecipto

Dettagli

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO

1.134,23 24/03/2016 MERCATO LIBERO in cso di mncto recpito Koinè srl c/o Firenze CMP Accettzione G.C.50019 Sesto F.no Energetic Source Luce & Gs S.p.A. - Società soggett direzione e coordinmento d prte di Energetic Source S.p.A. Sede Legle

Dettagli

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60

Da 9.500,01 a 15.000,00 > 15.000,01 9.500,00 COSTO PASTO 1,15 2,30 3,45 4,60 Per l Anno Scolstico 2015/2016 l Deliber di Giunt Comunle n.25 del 16.04.2015 d oggetto: Determinzione dei criteri e ppliczione delle triffe dei servizi comunli introitti dl Comune nno 2015. Ricognizione

Dettagli

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo

Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo Ordinnz concernente l legge sul credito l consumo (OLCC) 221.214.11 del 6 novemre 2002 (Stto 1 mrzo 2006) Il Consiglio federle svizzero, visti gli rticoli 14, 23 cpoverso 3 e 40 cpoverso 3 dell legge federle

Dettagli

La statistica nei test Invalsi

La statistica nei test Invalsi L sttisti nei test Invlsi 1) Osserv il grfio seguente he rppresent l distriuzione perentule di fmiglie per numero di omponenti, in se l ensimento 2001.. Qul è l perentule di fmiglie on 2 omponenti? Rispost:..%.

Dettagli

ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA

ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA CONCESSIONE DI SERVIZI PER LA GESTIONE INTEGRALE DEL CIMITERO COMUNALE E LAVORI ACCESSORI 2014/2043 ALLEGATO A CANONI, TARIFFE E PENALITA 1. CANONI CONCESSIONE SEPOLTURE... 2 2. TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI...

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contbilità L guid prtic contbile N. 2 20.01.2016 L rinunci l credito d prte del socio Disciplin contbile e fiscle Ctegori: Ires Sottoctegori: Vrie Le disposizioni in tem di rinunci del credito

Dettagli

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014

Allegato alla D.G. n. 20 del 20 febbraio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 Allegto ll D.G. n. 20 del 20 febbrio 2012 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C.C.I.A.A. DI ASCOLI PICENO TRIENNIO 2012-2014 1 Sommrio 1. Dti d pubblicre... 3 2. Modlità di pubbliczione

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (sposizioni trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le conzioni

Dettagli

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA

All'Inpdap sede di. Prov. CHIEDO LA PENSIONE DI VECCHIAIA DA COMPILARE SE IL RICHIEDENTE OPTA PER LA LIQUIDAZIONE IN FORMA CONTRIBUTIVA io chiedo l pensione di vecchii P R O T O C O L L O I N P D A P All'Inpdp sede di 0 1 0 1 0 1 0 1 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento.

Dettagli

5. Il servizio di igiene e decoro urbano

5. Il servizio di igiene e decoro urbano 5. Il servizio di igiene e decoro urbno Il servizio di igiene urbn si inqudr nel più mpio servizio dell gestione integrt del ciclo dei rifiuti urbni, che comprende nche le fsi successive ll rccolt: riciclggio,

Dettagli

7. Il servizio di illuminazione pubblica

7. Il servizio di illuminazione pubblica 7. Il servizio di illuminzione pubblic L illuminzione delle ree urbne rppresent un servizio di pubblic utilità vente rilevnz economic, soggetto obblighi di continuità, sicurezz e universlità. Per il settore

Dettagli

Protocollo di intesa tra :

Protocollo di intesa tra : Protocollo di intes tr : o Comune di Correggio Servizio Socile Integrto AUSL di Reggio Emili Distretfo di Correggio Movimento per l Vit (ssocizione di Volontrito) Crits Croce Ross per lo sviluppo di un

Dettagli

o d M k m J B \< 2 i 0

o d M k m J B \< 2 i 0 Dt P ro i n, j G e g m o o d M k m J B \< 2 i 0 Lo scostm ento tr li preventivo sse st to e 1! consuntivo pri 73,0 min di minori u scite è dovuto : 1. m ggiori uscite per sp e se di funzionm ento reltive

Dettagli

Rendite (2) (con rendite perpetue)

Rendite (2) (con rendite perpetue) Rendite (2) (con rendite perpetue) Esercizio n. Un ziend industrile viene vlutt ttulizzndo i redditi futuri dell gestione l tsso del 9% con inflzione null. I redditi prospettici vengono stimnti nell misur

Dettagli

" Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6

 Osservazione. 6.1 Integrale indefinito. R Definizione (Primitiva) E Esempio 6.1 CAPITOLO 6 CAPITOLO 6 Clcolo integrle 6. Integrle indefinito L nozione fondmentle del clcolo integrle è quell di funzione primitiv di un funzione f (). Tle nozione è in qulche modo speculre ll nozione di funzione

Dettagli

6. La distribuzione di energia elettrica

6. La distribuzione di energia elettrica 6. L distribuzione di energi elettric L Direttiv 2003/54/CE h riordinto l mteri del mercto interno dell energi elettric, completndo l precedente Direttiv 96/92/CE che vev vvito le riforme verso il mercto

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 268 NUMERAZIONE GENERALE N. 10/07/2015. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsbile: Settore Tecnico NUMERAZIONE GENERALE N. 514 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 68 in dt 10/07/015 OGGETTO: CIG: ZD514AB0B - AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RIPARAZIONE AUTOVETTURA

Dettagli

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Vi Arco 132 80043 S. Anstsi http://www.cmpnisccchi.org F.S.I. C.O.N.I. ORGANIZZA IL 19 CAMPIONATO REGIONALE A SQUADRE TORNEO OMOLOGABILE PER VARIAZIONI

Dettagli

Questionario customer satisfaction Career Day 2014

Questionario customer satisfaction Career Day 2014 Questionrio customer stisfction Creer Dy 2014 INTRODUZIONE Attrverso il softwre Survey System è stto sottoposto un questionrio gli/lle studenti/studentesse e lureti/e dell'università di Mcert che hnno

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

PRESENTAZIONE AL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE DELLA MEMORIA (Everyday Memory Questionnaire - EMQ)

PRESENTAZIONE AL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE DELLA MEMORIA (Everyday Memory Questionnaire - EMQ) PRESENTAZIONE AL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE DELLA MEMORIA (Everydy Memory Questionnire - EMQ) Drio Slmso e Giuseppin Viol CNR-Psicologi, Vile Mrx 15-00137 ROMA) L'EMQ (Sunderlnd et l., 1983) si propone

Dettagli

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti

RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti prot. Istituto di Previdenz e Assistenz RIChIestA di BORsA di studio UNIVeRsItà O IstItUtI equipollenti SpzIo RISeRVTo ll Ip Cndidto punteggio esito Il sottoscritto (iscritto ll Ip) nto/ il residente in

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Cm er dei D eputti 81 Sen to dell R epubblic XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE PAGINA BIANCA Cm er dei D eputti - 83 - S en to dell R epubblic

Dettagli

La costituzione d azienda

La costituzione d azienda L costituzione d ziend Esercizio1 In dt 15/01/X si costituisce, per volontà dei soci Alf e Bet, l Eridice S.p.A. Il cpitle socile, costituito d 40.000 zioni ordinrie d 10 euro nominli ciscun, viene sottoscritto

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

Regime di interesse semplice

Regime di interesse semplice Formule d usre : I = interesse ; C = cpitle; S = sconto ; K = somm d scontre V = vlore ttule ; i = tsso di interesse unitrio it i() t = it () 1 ; s () t = ( 2) 1 + it I() t = Cit ( 3 ) ; M = C( 1 + it)

Dettagli

io chiedo la pensione di vecchiaia

io chiedo la pensione di vecchiaia io chiedo l pensione di vecchii PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdp sede di 01010101 Acquisizione di ftti o stti del richiedente ttrverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici.

Il Primo Principio della Termodinamica non fornisce alcuna indicazione riguardo ad alcuni aspetti pratici. Il Primo Principio dell Termodinmic non fornisce lcun indiczione rigurdo d lcuni spetti prtici. l evoluzione spontne delle trsformzioni; non individu cioè il verso in cui esse possono vvenire. Pistr cld

Dettagli

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero

Lo diceva Douglas Adams ;) adesso è tempo di sofware libero Lo dicev Dougls Adms ;) desso è tempo di sofwre libero fvi (dot) mrzno (t) gmil (dot) com htps://ilnuovomondodiglte.fles.wordpress.com/2009/03/clessidr.jpg?w=461 L nostr btgli? Direi di no htps://encrypted-tbn0.gsttc.com/imges?q=tbn:and9gcr_ix0vzdxuon79_kcwvjbuvfidnritewyimyd56ppaloe6lsh4

Dettagli

UDA N 2 Scienze e Tecnologie Applicate: Indirizzo INFORMATICA

UDA N 2 Scienze e Tecnologie Applicate: Indirizzo INFORMATICA Sch ed di pro gettzion e d elle Un ità d i App rend imento nu mero 1 UDA N 1 Scienze e Tecnologie Applicte: Indirizzo INFORMATICA UdA N 1 Disciplin Riferimento Titolo The incredibile mchine! informtic

Dettagli