Atmosfera verso Bar -> Atm. = Bar * hpa verso Hg -> hpa = Hg * 33,87 Hg verso hpa -> Hg = hpa * 0,0295

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Atmosfera verso Bar -> Atm. = Bar * 1.013 hpa verso Hg -> hpa = Hg * 33,87 Hg verso hpa -> Hg = hpa * 0,0295"

Transcript

1 FORMULARIO DI NAVIGAZIONE Not Bee : L estesoe o si ssue essu esposbilit sul coteuto, e sull utilizzo di questo foulio Agoeto Pecis Appossit Ellissoide teeste 94 Seisse ggioe 6378,388 Seisse Mioe 6356,9 b Schiccieto /97 s (-b)/ Ellissoide ICAO WGS- 84 Seisse ggioe 6378,37 Schiccieto /98.6 Diffeez Ltitudie φ φ φ (ivo ptez) Logitudie ( ) Atipodi φ - φ + 8 Uit Misu GRANDEZZA DIMENSIONI UNIA' MKS UNIA' CGS lughezz L c ss M Kg g tepo s s velocità L - /s c/s ccelezioe L - /s c/s foz M L - N dy lvoo M L - J eg Pollice (Ich),54 c Piede (foot),348 M Miglio NM 85 dite 57,96 epetue: Gdi cetigdi C Kelvi K K C + 73 Gdi Kelvi K Gdi cetigdi C C K - 73 Gdi cetigdi C Fheheit F F (C *.8) + 3 Gdi Fheheit F Gdi cetigdi C C (F - 3) *.55 Pessioi. Pessioe sdd quot zeo.3.5 Bi,35 B.3,5 B 3,5 hp.35 P 9,9 Hg 76 Hg B veso Psi (lbf/ich²) -> B (Psi / 4.5) Psi (lbf/ich²) veso B -> Psi B *.6895 Psi veso Oce/ich -> Psi Oce/ich*6 Atosfe veso B -> At. B *.3 hp veso Hg -> hp Hg * 33,87 Hg veso hp -> Hg hp *,95 Desit i ρ p/r,5 Kg/3 Volue Qut (USA) Li /.94 Glloi USA Li / 3.78 Glloi UK Li / 4.54 Ocie (U.S. fl oz) Li /.9 L Ocie (UK fl oz) Li /.84 L

2 Disze Piedi (ft) /.348 Pollici (ich) / 5.4 Migli tees / 69 Migli ie / 85 Yd /.94 Potez CV veso Wtt - > CV 735 W Pesi Libb (Poud),45359 Kg Velocit Not Kt (Nodi),85 K/O Migli/O,6 K/O Meti/Sec 3,6 K/O Velocit gole teeste Ros dei Veti π /8664,79 d/s Nod o Nod Est Gecle Est Levte Sud est Sciocco Sud Osto-Mezzogioo Sud Ovest Libeccio Ovest Poete Nod Ovest Mestle Rggio oizzote Rggio NM Rotte Pue Rileveti Rileveti Dove Ril h v,93 h e l quot dell ossevtoe i eti P v + Ril po B H + RB HMH+VAR CMC+VAR BMB+VAR MHCH+DEV HCH +DEV + VAR Dll stzioe veso l AM QDR ispetto l N QE ispetto il Nv Dll AM veso l stzioe QDM ispetto il N QUJ ispetto il Nv QUJ H + RilPo

3 Rott di u AM ilevto te volte Nv QE QE QE3 α C β γ ; itevllo di tepo t due ileveti (che o uguli) K α c se γ se β se ( β K cos( + γ ) β + γ ) Aco Pllelo AB e coispodete co Equtoe A B Piccole Lossodoie Co Alf golo t il pio ileveto e l C. C QDJ +/- α AB A B cos φ Noti A, Rv, φ cosrv µ serv co Rv ott qudtle µ / cos φ (fi edio) Noti : A, B cos Rv D cui l ott qudtle Rv. Qud. C C qud. C 8 - C qud. 3 C 8 + C qud. 4 C 36 C qud. cos Rv Co Rv ott qudtle.

4 Cpo Mgetico eeste Foz Mgetic. ( H Z ) F + Iclizioe getic : z H θ Relzioi pe l Declizioe: H MH +VAR (δ) C MC +VAR B MB +VAR Cpo getico AM Coezioe e Covesioe Poe e Rotte Vit Coett Devizioe di vit Atosfe Sdd VAR positiv (E), se N E ispetto eidio geogfico Declizioe Mgetic: H ' H + L + L B ; Hse C Hse δ A + B sepb + C cos Pb + D se Pb + E cos Pb MH CH + DEV (d) H CH + DEV + VAR C CH + DEV + VAR + WA VAR positiv (E), se N E ispetto eidio geogfico DEV positiv se Nb dest ispetto N WCA positiv se veto d siist v ρ g Dove delt e l golo di bk, v l velocit dell AM e ρ il ggio di vit ρ δ v π co epo di vit di 36 Zse se H i θ Co θ iclizioe getic Vit Sdd ( 3 /sec) pe Nod iteopee 3 pi (Udeshoot) Sud 3 dopo (Oveshoot) Est/Ovest qudo si ggiuge l pu volut GENERALE Livello e : 3,5 HhP, EMP. ISA 5 C 88,6 K,5 ρ toposfe fio Sttosfe fio 3. Kg / EMPERAURA u cet quot H,65 C / oppue C/Ft 3 EMPERAURA 5 C - (Miglii Ft ) ISA 6 C (Miglii Ft ) ISA Pe quote sup. 5 Ft

5 PRESSIONE p ρ g H Pe quote sup. 36 ft ISA cost -56 C PRESSIONE g p 9, 8 s p H 5, 5 p hp / 7 Ft Oppue B / 8,5 Oppue Hg / Ft DENSIA (oile i i tipo) 4, 5 ρ ρ H ele, ot l tep. SA : 5,5 ρ ρ H SA Quot di Pessioe Quot di Desit Velocit del Suoo Misu dell epetu H p p,95,35 H ' H SA s γ R, 5 s 34, 9 s M s V s s D cui si puo espiee l V M γr H V coe: SA (dett che o OA) tepetu este sttic A (dett che t) epetu totle IA (dett che i ) epetu idict dllo stueto Spesso cofodibile co l Sttic Ai epetue (SA o o OA); it is the tepetue tht we eed to deteie. otl Ai epetue (A o t ): if ll of the kietic eegy of the i esultig fo the

6 RA (dett che c) SA Co γ,4 e + γ M Nueo di Mch SA + C M ep. otle (A) C γ M icft's otio ws bsobed. Becuse this is ipossible, it c eve be esued! Recovey epetue (c - RA): Divet ugule ll t se si utilizz il fttoe di ecupeo. Mesued epetue (i - IA): As the e iplies, this is the tepetue tht is ctully esued by the icft's tepetue pobe. It diffes fo the ecovey tepetue, c, becuse of psitic hetig o coolig of the tepetue seso. Regolzioi Altieto C t c t c C RA A C V γ K t Co V AS eoobile e K,3 pe AS i odi SA SA M Regolzioe Sdd (QNE) Si iseisce l pes.sd. di 3,5 hp. Lo stueto foisce l Pessue Altitude PA, ci d i livelli di volo. RICHIEDE CORREZIONE DI PRESSIONE E EMPERAURA Regolzioe su pess. esistete livello e (QNH). Ci d l QNH Altitude. Il QNH puo essee icvto d : QNH QFE + PAV (d elzioi Sdd) Co PAV 3,5 Pess.Pevist Sdd pe l loclit. Oppue piu ppossit. co : Elevzioe luogo / 7 RICHIEDE CORREZIONE DI EMPERAURA Regolzioe su pess. esistete livello e (QFF) l posto del QNH. Si pte dl QFE e si coside l tosfe ele. QFF QFE + h/8,4 co h ltitudie i eti eopoto Regolzioe su pessioe esistete livello eopoto (QFE). Pessioe livello eopotule. Ci d l ltezz di volo ispetto l eopoto. Coezioi Altieto Quot di Pessioe CORREZIONE PER LA PRESSIONE (psso dll PA ll IA) CORREZIONE PER LA PRESSIONE

7 PA (H) Quot Ve A (Hv) Quot Idict IA (Hi) (QNH AL) IA QNH AL Hi PA +(QNH-3,5) 7 CORREZIONE PER LA EMPERAURA (psso dll IA ll A) A H v H i ( H) SA Dove H Pess. Altitude, A o Hv l quot ele, Hi l quot idict co l ltieto sul QNH, dett che IA. SA ISA + (+- ) C QNH ( QNH 3,5)7 CORREZIONE PER LA EMPERAURA H A H + v i Dove Hi e ooio di QNH (QFE) AL, Diffeez t ep. Pevist i i Sd. ISA e quell ele (SA) e 5 K (edi toposfe). Che puo essee scitt: 4 A IA + IA * Essedo IA ooio di QNH(QFE) AL Alt ie di scivelo : A PA+ Dove ( ± ) + ( ± ) C QNH C t 4 C ( ± )IA Coezioi Aeoeto CORREZIONE PER GLI ERRORI DI POSIZIONE D IAS CAS (RAS) ttveso i gfici del costuttoe del velivolo DA CAS (RAS) AS : CAS AS CAS + H CORREZIONE PER LA COMPRESSIBILIA D CAS d EAS ttveso gfici o tbelle se velocit bbsz elevt CORREZIONE PER LA EMPERAURA Co H Altit.di Pessioe Poi posso coeggee pe l copess. Se ecessio (>3Kt) AS edi di slit : AS (AS l suolo + AS i quot)/ EAS AS σ σ H SA 5,5 MEODO EMPIRICO CALCOLO AS DA IAS --ke the IAS. -Add % fo evey 6 ft of sdd ltitude. -Add % fo evey 5 c bove SA (o substct fo tep below SA) Eple : kt t 5 ft whee OA c 5 / 6 5 ( % )

8 Veto d SA t 5 is -5 c. heefoe I t SA+5 so othe 3% otl coectio is % he y AS is kt + 56kt --> AS56kt Sepe vle GS AS + WV coe vettoi C H + WA HCH +DEV + VAR CCH+DEV+VAR+WA Essedo WA (DER) l golo di deiv (co sego). L golo di coezioe WCA - WA c B A b C Pe u lto qulsisi (es. c) di u qulsisi tigolo: Rieto i ott dopo uo scoccieto di golo α Sistei di Coodite c + b b cos C Relzioe t lti ed goli opposti: si A b si B c si AZIMUALI ) Noli Altezz h ( -9 ), Aziut ( -36 ) C Accostt di 3 +α epo di ieto: α t volo Miuti 6 )Sfeiche Disz zeitle z9 -h co h ltezz Agolo Aziutle Z ˆ N ( ) E se <8 Pe Ltit. NORD Z ˆ N (36 ) W se >8 Z ˆ S (8 ) E se <8 Pe Ltit. SUD Z ˆ S ( 8 ) W se >8 ORARIE ) Noli Declizioe δ ( -9 ), Agolo Oio t ( -36 ). ) Sfeiche

9 Il EMPO Itecettzioe Disz Pole p 9-δ co δ declizioe Agolo l polo Pˆ W t se t<8 t golo oio Pˆ E 36 t se t>8 il pedice idic l eisfeo dell sto LM tepo. Z h GM + dove U ( GM ) + f h e l Log. espess i dove f e l Log. del Fuso espess i tepo. Etbe si ottegoo dividedo l Log. Geog 5. Pe l si ppossi l pio iteo piu vicio (es: 4 :5,66 -> ' h h 4 e h f 3 ' h h e h f h ZC f f ete 35 :5,333-> H CI B A Itecettoe ACGSeltiv EIAB/GSReltiv C -Vb -Vb+WV WVpp GSA AS WV D Copoe i vettoi Veto e Vb ottedo il veto ppete (AD). Apie il copsso pe l AS pudo i D ed itecette l cogiugete AB. L diezioe dell AS idividu l H. Copoedo WV e AS ho coe sepe l GSA (di Itecettzioe ve). L su diezioe ppeset l CI. Il segeto AC idividu l GS eltiv. Il tepo di itecettzioe e dto d AB diviso GS eltiv. Se si vuole tove l AS ii pe itecette, bbsse l pepedicole ll AB dl puto D. Nel disego l disz che si d d AB o h lcu ilievo dl puto di vist dell deteizioe delle velocit e diezioi.

10 Alloeto d u bse e ieto Assez di Veto t issioe AS Dove disz l puto di ivesioe ott e t tepo Veto llieto ll ott f t t + t WV f Rggio di Azioe t + t AS ` epo di issioe volte si itede Autooi Oi E R OA R GS B GS f co GS e GS velocit dt e itoo GS + GS spessogsegs sooidictecogs o egs H D cui il Rggio di Azioe pe u o di utooi: GS BGS GS + GS f Vle che l seguete, essedo D l disz di dt + itoo: ROA DB GS f GS +GS ie to u (detto che Rggio di Azioe i epo): R f GS B f GS GS + GS I poblei eltivi ll pesez di veto si isolvoo ptedo dll AS e icvdo le GS di dt e itoo co i soliti etodi del tigolo del veto. Lo stesso vle se l bse e obile (o il ieto e pevisto su u lteto) el qul cso dovo pi copoe il vettoe veto quello deivte dll bse obile (o lteto), detto veto fittizio, e poi pocedee co u ole poble sez bse ltet. Ecco l sequez dettglit: Idico co : GSo e GSh le velocit eli di dt e itoo (cosi coe le H e le C), WV il veto ele, Wf il Veto Fittizio dovuto ll lteto (o ve), W il Veto Appete, so del veto ele e quello fittizio, GSo e GSh le veloc. eltive i clcoli co il Veto Appete Pocedo coe segue: ) Clcolo dell GSo e Ho co ole ig. Veto (oto ele di lloeto). ) Deteio Wf veto fittizio veloc. dell ve (co diezioe peo oppost) oppue disz t lteto e

11 piciple diviso il tepo di issioe (co diezioe spigee l lteto veso l bse di ptez). 3) Deteio il veto fittizio W so vettoile di WV e Wf. 4) Clcolo l Co e l GSo, quidi l Ch (8+-Co) usdo coe dto di ptez l Ho (tigolo del veto) 5) Clcolo (tigolo del veto) l GSh ptedo dll Ch. 6) Deteio il co GSo e GSh. 7) Deteio il ROA i igli oltiplicdo pe GSo Puto Citico PE (X el disego) t bse ptez A e bse ivo B ggiuto i t (ugul tepo (t-t) pe ggiugee B o toe i A ptedo d ) t GS GS GS ( GS + GS ) tepo i cui si ggiuge il PE Oppue t t t+t GS GS + GS co t tepo ecessio pecoee AB Se il tepo t divet l utooi (dett che E, Educe), il puto citico si idetific co il Puto di o Ritoo (PNR). Quidi l stess si puo che scivee: t t E GS + t( PNR ) GS GS Soo che d icode le segueti popozioi: GS ( PNR 6 t t ( PNR ) ) A X GS - GS B

12 Puto citico PE t bse di ivo e bse Altet X B A GS B Deteio pi il tepo ecessio pecoee A-B t /GS co disz A-B, poi isolvo u ole poble di ggio di Azioe ROA co bse ltet B d clcolsi co il tepo di issioe ugule t. Ide se A e u bse obile e el tepo t si viee tove i B. RAGGIO DI AZIONE ROA SU PIU RAE ) Si clcolo le GS e l GS pe l pi ttt. ) Si clcol il tepo di A e R dell pi ttt e si soo. Se il isultto fosse > epo Assegto, il ROA si tov sull pi ttt e lo si clcol olete. 3) Se o si pocede ell stess ie pe le ttte esidue co il tepo isto dl epo Assegto eo quello totle A/R pe ciscu ttt. Il ROA si clcol olete sull sol ttt che o si iesce piu fe totlete co esiduo. Esepio co 8 iuti : epo A/R epo Resid. I RAA II RAA III RAA IV RAA V RAA !!!! < D qui (sull IV ttt) si clcol il ROA co PUNO CRIICO PE SU PIU RAE ) Si clcol l GS pe tutte le ttte. ) Si clcol il tepo ecessio pecoee le ttte solo i dt tite l GS. 3) Ricvo l utooi ecessi sodo i sigoli tepi di dt. 4) Pocedo coe sop pe il ROA co epo Assegto questo tepo clcolto so delle dte.

13 Ctogfi Ellissoide eeste WGS-84 Seisse ggioe Mt Schiccieto s /98, (-b)/ Ecceticit,8899 c/ pp. seidisz focle e seisse ggioe Dist. Sull ct Dist. Sull e Scl Scl Globo ppesettivo σ g es R /. Scl Ct (se poiez. gete) co odulo di iduzioe (o defozioe) σ R / liee Isogo se sui eidii ugule sui plleli Equidiste se cost i tutti i puti Scl ct (se poiez. Secte) σ R / Co ' ppoto t ggio sfe gete ll ct e ggio sfe secte. Poiezioe cilidic gete Ct poiezioe cilidic di Mectoe Relzioe di coispodez (Cood. Ctesie ispetto quelle geogfiche): y φ y φ pe Odite i diti d oltiplice pe il ggio del Mpp. i pe vee. Moduli di iduzioe (defozioe ) liee: sec cos p cos Scl Equtoile sec σ Scl ll Lt. 4 σ R / i quto sec 4 R / R / Isogo Rettific le Lossodoie - Le Otodoie soo ettificte co ppossizioe t i +5 e -5 di Lt. X

14 fozto p sec Scle pe Ltitudii Scle pe Logitud.*sec Scl Equtoile (Logitudii) σ e R / i quto Scl ll Lt. 4 sec 4 σ σ e sec R / R / Disz t i Meid. sull ct () Disz t i Meid. sull e ()/Scl Equtoile (gdi 685)/Scl Equtoile Pe psse dll scl di u cet ltitudie d u di u lt psse ttveso l scl equtoile. Relzioe di coispodez (Cood. Ctesie ispetto quelle geogfiche): e sfeic Pe cilido gete: Ascisse (eidii) [ ] [ d.] y l 45 + c Odite (plleli) i pii di gdo: y 3437,7468 l 45 + c Oppue y c 795,7Log 45 + Pe cilido secte : essedo lugo l equtoe [ pii] sec cos sec, co lt.pllelo sdd, tutte le elzioi pecedeti devoo essee oltiplicte pe cos. Ellissoide Pe cilido gete: Odite i pii di gdo: e* se c 795,7 Log e* se e / co e ecceticit

15 Oppue ψ y 795,7Log 45 + c ψ e Essedo ( ) NOA : L scl dell ct deve fe ifeieto ll sfe teeste di ggio Mt (seisse ggioe dell ellissoide). LOSSODROMIE Pe cilido secte vle quto sop pe l poiezioe cilidic Noti A, Rv, cos c Rott cicole R ' ( ) R R c pede il pio sego dell ott qudtle, ete secodo. c pede il Noti A, B R cos R ott qudtle c / ser Ct coic gete Disz pe otte possie 9 cos ser Moduli di iduzioe liee: sec p ( ) ( ) sec co lt. Pllelo sdd (isoecoic) Scl Equtoile i quto σ R / Scl ll Lt. 4 sec 4 σ R / R / Coste di Covegez: ω. k se ( ) Reticolo: Meidio Fodetle (di ifeieto) seve olete d lliee u eticolo e quidi defiie u Ng (Gid Nod ). L Covegez C di u

16 Meidio e l golo che esso fo co il Meidio di ifeieto ed e GC C, di sego positivo se l diezioe del Nv Cpit d E del Ng, il che si veific pe logitudii W del Meidio di ifeieto (d cui il sego del del puto che si coside). Ltitudie Covegez ω ispetto Med. Fod. NORD < E NORD > W SUD < W SUD > E Ct di Lbet Relzioe di coispodez (Cood. Poli ispetto quelle geogfiche): ω k se ρ k cos cos ( ) Questo isultto e espesso i diti. Pe velo ell stess uit di isu del ggio teeste, deve essee oltiplicto pe tle vloe. Isogo Scl coste Rettific le Otodoie e Sfeic Coste di Covegez: ω co k se Moduli di iduzioe liee: p Coo gete k ρ cos lt. Pllelo sdd K ρ L scl quidi dipede dll Ltitudie. e 45 cos Relzioe di coispodez (Cood. Poli ispetto quelle geogfiche): ω ρ Co k ρ e se 45 k lt. Del pllelo sdd e co il Rggio dell Equtoe sull k

17 ct ρ e ugule : cos ρe k 45 k Questo isultto e espesso i diti. Pe velo ell stess uit di isu del ggio dell sfe teeste ppesettiv, deve essee oltiplicto pe tle vloe. Coo Secte Il coo secte equivle cosidee u sfe ppesettiv ' gete l uovo coo (spostto i bsso) di ggio p ' ' cos Coste di Covegez: ω k se + co e Lt. Dei plleli sdd. co Il vloe di K sop ipotto e vlido solo pe odeste diffeeze di Ltitudie t i plleli sdd; quell qui sotto e u foul geele pe k: k Log Log cos 45 Log Log cos 45 Moduli di iduzioe liee p k ρ k cos ρ e 45 cos k Relzioe di coispodez (Cood. Poli ispetto quelle geogfiche): ω ρ k ρ e se 45 + k co e Lt. dei plleli sdd e co il uovo Rggio dell

18 Equtoe sull ct ' ρ e ρ ugule : e ρ e ρ ' e k cos 45 Questo isultto e espesso i diti. Pe velo ell stess uit di isu del ggio dell sfe teeste ppesettiv, deve essee oltiplicto pe tle vloe. I defiitiv pe Lbet secte vle: ' ρ e ' ρ e I Plleli soo chi di cicofeez il cui ggio e diiuito del ppoto ispetto Lbet gete. Ellissoide k Ct Steeogfic Pole Vlgoo le foule qui sop ipotte pe e Sfeic, usdo l ltitudie geocetic l posto dell geogfic. ψ ( e ) Co il ifeieto l WGS-84, si puo use e,8899 NOA : L scl dell ct deve fe ifeieto ll sfe teeste di ggio Mt (seisse ggioe dell ellissoide). Isogo. Lossodoispile logitic Otodoi Aco di cechio che divet to piu ettilie quto piu vici l polo. l equidisz è ispettt solo su cechi cocetici ispetto l puto di gez, co scle divese i fuzioe dei ispettivi ggi. No soo cte equivleti soo peò igoosete isogoiche. Soo stte dottte, co covezioe iteziole, pe l ppesetzioe delle clotte poli. Ct gete Relzioe di coispodez (Cood. Poli ispetto quelle geogfiche): ω ρ 45 Rditi, d oltiplice pe il ggio dell sfe ppesettiv pe velo ell su stess uit di isu. NOA : ρ e Modulo di iduzioe liee (uico i quto isogo): sec 45 Ct Secte

19 Poiezioe Gooic Pole ω ρ 45 Rditi, d oltiplice pe il ggio dell sfe ppesettiv pe velo ell su stess uit di isu. sec 45 l equidisz è ispettt solo su cechi cocetici ispetto l puto di gez, ed che qui co scle divese i fuzioe dei ispettivi ggi. No soo é cte equivleti é isogoiche Rettific le Otodoie Ct gete Relzioe di coispodez (Cood. Poli ispetto quelle geogfiche): ω ρ cot Rditi, d oltiplice pe il ggio dell sfe ppesettiv pe velo ell su stess uit di isu. NOA : Moduli di iduzioe liee : se p se ρ e Cte UM eticolto pe poiezioe cilidic sves e divis i 6 spicchi (sui eidii) di 6 (3 siist e 3 dest del eidio cetle di gez) ptie dll tieidio dell Dt (8) veso E. Ogi fuso diviso i ltezz i fsce(zoe) ciscu di 8 di ltitudie ptie dl pllelo 8 S veso N(solo l fsci d 7 N 84 N h piezz di ). Ogi fsci e cotssegt d lettee t C ed X (o uste l I e l O). Esepio: l fsci t 6 e E, e t i plleli 4 e 48 N (Itli) viee idict co 3 (Fuso 3, fsci (zo)). L lghezz dell zo decesce veso i poli. Ogi fsci e suddivis i cellule qudte di lto K disposte sieticete ispetto il eidio cetle del fuso, co lto lui pllelo, ciscu cotssegt d u coppi di lettee idicti l colo e l ig. Ogi cellul puo essee suddivis ulteioete i eleeti di lto p.es. K, e cosi vi. Viee quidi tccito u eticolto. Esepio : puto i 3NL65848 si legge Fuso 3, fsci (zo), cellul NL, Coodite 65,8 e 48, K (d cui cellul di K di lto) che idico l sciss (65,8 K) e l odit (48,)del puto ispetto l oigie post ell golo siisto i bsso dell cellul.

20 Alte cte possoo che de le coodite ssolute ispetto l Equtoe(Flso Equtoe) e il eidio (Flso Meidio). Diezioe Alf t due puti P e P di Cood. X,y,,y: α y y Disz t due puti P e P: P P se α y y cos α Oppue: PP ( ) + ( y ) y Nvigzioe Otodoic Relzioe di Euleo ( t te lti ed u golo): cos cos b cos c + sebsec E cosi pe ogi golo cosα Relzioe t i lti e gli goli opposti (teoe dei sei): se se α seb se β sec se γ essedo,b,c gli goli l ceto che sottedoo i ispettivi chi di cic. ssi. Relzioe t quttio eleeti cosecutivi (Viète): N Soo 6 elzioi che si possoo icve secodo l egol eoic

21 :scivee ell odie le fuzioi cot, se, cos e poi le stesse ell odie iveso. Quidi: cot se cos cos + se cot esepio di elzioe t gli eleeti cosecutivi, β, c, α: cot se β cos β cos c + sec cot α Note che gli eleeti cetli β e c soo ipetuti due volte di seguito. Nel cso di tigolo co u golo etto : le foule soo piu seplici poiche bso due eleeti pe icve gli lti te. L foul di Nepeo: β 9-c γ 9-b Il coseo di u eleeto qulsisi e l podotto delle cogeti degli eleeti diceti dell stell, o l podotto dei sei dei due eleeti loi. Es. si cooscoo il cteto b e l golo β: ( 9 c) cot cot ( 9 b) cos β Oppue: cos( D cui 9 b ) seb se se β se α β se Equzioe dell Otodoic (vle pe tutti i suoi puti): α se α ( ) Dove α e l iclizioe dell O. sull Equtoe e l logitudie del odo piciple, che puo essee icvt dll seguete: ( + ) ( ) + + se se dove soo idicte le coodite di due puti qulsisi dell O.

22 Relzioe t l golo dell O. α e l golo θ t il eidio di u puto di ltitudie φ e l otodoi stess: se θ cos α sec Relzioe dell golo dell O. α co ltitudie del vetice dell O.(vedi sotto) : α v oppue, se lf ggioe di 9 v 8 α SOLUZIONI PROBLEMI ORODROMIA Ricode:. I tutte le segueti espessioi si coside sepe positiv l ltitudie φ di ptez (si che si di sego Nod o Sud), ete l ltitudie φ di ivo s d cosidee positiv solo se h lo stesso sego di quell di ptez.. Se >8 fe 36- e cbigli il sego. Es. - 6 fe Disz Otodoic (Euleo): ' cos d o se se + cos cos cos ' I cui il pio teie e positivo se i puti ho lo stesso sego di Lt., ed il secodo teie e positivo se delt ld < 9. Ess e ioe o ggioe di 9 secod che il sego del clcolo e positivo o egtivo (se egtivo fe d 8 - d ) Clcolo Rott Qudtle Iizile (Viète): se R i ' cos se cos Use il vloe ssoluto di i questo clcolo. Se il sego del clcolo e > lscie Ri <9, se e < fe Ri8-Ri. E questo il vloe ssoluto gole qudtle (che > di 9) d use elle lte foule successive, o il cicole. Il isultto Ri si ipot d N o d S secod del sego dell Lt. di ptez, veso E o veso W secod del sego di. Soo quidi otte seicicoli. D quest costuzioe si puo icve l ott ve cicole Ric. Alto siste Si clcolio le segueti coodite ctesie usdo qui peo i segi geogfici : X se cos φ Y cos φ se φ - se φ cos φ cos, si disegi il puto coispodete e si isui l golo co il goioeto ptie dll sse Y (N) i seso oio. Quest e gi l ott cicole iizile. o o

23 Ri Cicole Pe icve l golo ssoluto Ri d utilizze elle lte foule isue l golo disegto sepe d N, veso E o W secod del l sego di (seicicole). Clcolo Rott file (Viète): pevetivete clcolo l golo copleete Bet usdo il vloe ssoluto di : β se ' cos se cos ' Il isultto Rf si ttt esttete coe Ri (vedi sop). Poi si icv Rfc Fcedo secod dei csi : R f 8 ± β Alto Siste Coe pe il cso dell ott iizile, icvdo Ric e bddo poi fe sepe R f 8 β Diffeez t ott iizile e file : cos R cot cot se Clcolo coodite del Vetice: Logitudie cot se v R i v Dove e l diff. di Log. t il puto Iizile ed il vetice che viee sepe pes ioe di 9

24 Ri < 9 Ri > 9 SEGNO DI v Stesso sego di Sego cotio L logitudie del vetice e dt d: v Ltitudie v cos + v cos ser Ipoe lo stesso sego dell ltitudie di ptez. i Se l ot iizile e l golo β soo etbi ioi di 9 il vetice si tov t il puto di ptez ed il puto di ivo Not : L coicide co l golo φ di iclizioe dell O. sull v Equtoe. Clcolo delle coodite di u puto X dopo u disz d dll ptez ssegt: o Logitudie: cot cos se ser i d o R i A si sseg lo stesso sego di delle seicicoli ; S <9 se l Cot e positiv, >9 se egtiv (fe 8- ). Poi si esegue + dove e l Log. del puto di ptez. Ltitudie: se se cosd + cossed o o cosr Icoto dell Otodoic col Meidio (Wypoits) : Posso icve l ltitudie del puto di icoto co u eidio posto ispetto il puto di ptez posto. cos + se cos Icoto dell Otodoi co il pllelo di Lt. Cio vviee i due puti sietici e R i i : ispetto il vetice (se < ) cosidedo l loo diff. di Log. co il vetice: v cos cot v Le logitudii poi si possoo icve d: v

25 v ± v Cso pticole l itesezioe co l Equtoe pe il qule essedo si h 9 che vuol die itesezioe ei odi. v Diffeez di disz t u pecoso Lossodoico ed uo otodoico: loss d ot 3 loss 4 ser v 3438 i igli Nutiche Dte le coodite del puto di ptez A(φ), l ott iizile Ri e l logitudie (ltitudie) del puto geeico P sull O., deteie l su ltitudie (logitudie). cos + sec se cot P A P A P i Se il secodo ebo isult positivo llo l φ và lo stesso sego dell ltitudie del puto di ptez A; se il vloe file è egtivo, llo il cdie dell ltitudie di P sà quello opposto di quello di ptez. Oppue ot l ltitudie (pllelo) icve l logitudie ttveso i segueti pssggi : cos Dove cot P P V e l ltitudie del Vetice piu vicio l puto di itesezioe V col pllelo. Se il pllelo di itesezioe si tov ello stesso eisfeo del vetice llo il vloe di è ioe di 9 P ltieti sà ggioe di 9. L logitudie dei due puti di itesezioe co il pllelo sà filete: [ ] + ( ± ) P, V P R

26 GIROSCOPIO Velocit Agole π Ω 3 v Ω q v [ Rd / sec] Velocit liee disz Qutit di Moto co gii l iuto Moeto Agole (dell q di oto) L v Ω co I Moeto di Iezi C ω Coppi pplict L I Ω Pecessioe dove ω Velocit gole dell pecessioe Pecessioe Fozt C L ω co C coppi esistete Gioeto Misutoe di Velocit Agole L ω K α co K igidit delle olle, α golo di deflessioe Giodieziole Deiv Appete pe l otzioe teeste dove φ ltitudie del luogo e velocit ' gole ω σse π σ,73 [ Rd / sec ] 8664 velocit gole dell te Deiv ppete dovut ll covegez dei Meidii Velocit gole : V C sec / 6 [ Gdi h] Co V velocit eeo, c ue Couse, φ Ltitudie. Pu file dovut deiv ppete dopo u tepo h (oe) ptie d u pu iizile Pi (Eisf. Nod): V P P 36 f i + se sec σ 36 + h π 6 Po Idict di bk. P i P cos φ dove P e l po effettiv e Ф l golo RILEVAMENO RADIOGONIOMERICO I geele u ileveto, si esso effettutto co stuetzioe te piuttosto che bodo (ADF), deve poi essee usto i volo su u

27 ct, ttveso il fcile tccieto di u ett che pte dll stzioe di e co u golo Rilo ispetto il suo eidio. RADIO GONIOMERIA DA ERRA RADIO GONIOMERIA DA BORDO QUJQDM+VAR QEQDR+VAR Lie of Positio (LOP) Aco di Cicofeez Mssi (Otodoi) che fo co il eidio pe l stzioe u golo Rilo che viee couicto llo AM. Lbet LOP coicide co ett otodoic tccit co Rilo iizile Mectoe LOP o coicide co otodoi (cuv) che h gete iizile Rilo, besi co ett lossodoic tccit co Rilo+ γ, dove γ e l coezioe di Givy: γ se Il Rilf sull gete ll otodoi el puto di posizioe isult ugule l Rilo + γ L ppto di bodo foisce i golo Rilo Lie of Positio (LOP) No e Otodoi u cuv di oe Lie di Aziut Lbet Dll Stzioe e si tcci u ett co golo 8 + Ril o + C Essedo C l Covegez dei Meidii C γ se Mectoe Dll Stzioe e si tcci u ett co golo 8 + Ril o + γ Il sego di γ e dto d: Eisfeo/Rileveto E W dell stzioe NORD + - SUD - + Nvigzioe Isobic V Velocit veto geostofico i Kt co H i piedi,47 Η se (diffeez di quot t due liee di livello successive), loo disz i NM, φ ltitudie (o eo di 5 ).,47 Coss Copoet (ole ll V XC Η se V t tiettoi del velivolo), VAS, t tepo ipiegto pecoee l ttt (leo 3 ).,47 Sposteto ole ll tiettoi seguit Z Η se V

28 cus dell zioe del veto, qudo si vol V pe u tepo t. Nolete H si puo clcole teedo pesete due seie di lettue del Rd ltieto (R) e dell PA cotepoee, e fcedoe poi l edi, secodo l elzioe: Η ( R P ) ( R P ) D D B B A A Eisfeo Si vol veso Sego DH (D- D) Sposteto veso Nod Alt pessioe Positivo Siist Sud Alt pessioe Negtivo Dest Nod Bss pessioe Negtivo Dest Sud Bss pessioe Positivo Siist Siste di Nvigzioe Dopple Veto vibile lugo l ott : sewca Z Agolo di Deiv Uico (SHF detto che Belly Dift ) teuto t A e B disti. D WCA si icv H che si tiee. Lugo l ttt si possoo veifice Gli Z eli, icvdoe l tiettoi effettiv teut. f V cos γ Diffeez di Feq. Lett dll stueto pe veliv. pefettete llieto (teoic), co lughezz d od, γ golo t l diezioe di eissioe e l sse logitudile velivolo, V velocit velivolo (GS). V V y V z A) Copoeti dell V qusi ele (pio le co coicidete co oizzotle) i pesez di veto pe Gio- X (4 fsci): Le V, Vy e Vz qui sotto soo ifeite d u te solidle l suolo. ( f f 4 ) 4cosα cos β ( f 3 f 4 ) α β 4 cos se ( f + f 4 ) 4 se α Co φ depessioe del fscio ispetto il pio le e β golo t il pio di sieti dell AM ed il fscio. D cui: GS V + WA V V y e V y co WA golo di deiv i quel oeto. B) Copoeti dell V ele (Agolo di beccheggio θ e di ollio Ф)

29 i pesez di veto pe Gio-X (4 fsci): Si clcolo le copoeti, che i questo cso idicheeo co il doppio pice, co le te del cso A). Esse soo ifeite ll te X,Y,Z solidle co l AM. Poi si uso elle elzioi qui sotto pe otteee le copoeti ispetto l te solidle l suolo: V V V z y " " y " z " y + cos θ V + se θse φv + se θ cos φv cos φ V " " y se φ V seθ V + cosθseφv cosθseφv + cosθ cos φv Pe l GS e l WA vle quto scitto l cso A). Nvigzioe Ipebolic Disz di u (sol) Stz. Ricets. : d c ( t t e ) dove t e te soo gli isti di icezioe e eissioe, e c l velocit dell luce 3. K/sec. Oppue dove f e l fequez e φ le fsi dell od di d c πf ( ) e eissioe. Diffeez di Disz t l A/M e due Stz. Ricets. A e B : ( dove ta e tb soo gli isti di B) d d d b icezioe. Oppue d c πf Siste Lo ( A R c t A B ) t c πf " y " z " z M t W M t W Dove MMste, W Slve, R posizioe icets. (A/M), MW Lie Bse, t e i tepi ecessi lle ode pe pecoee i eltivi ttti, e δ il Dely ie. Vle : t + δ W W + t W t M Alogete pe gli lti Slve. W Luoghi otevoli : Sull Lie Bse (dll pte dello Slve) : Sull Lie Bse (dll pte dello Mste) : Sull Lie di Ceto : t + δ t δ t + δ

30 Stelliti Atificili S b A R P hpeig ce Ecceticit c/ pp. seidisz focle e seisse ggioe Nvigzioe stellite Nvigzioe Reticolo b c e Altezze Peigeo e Apogeo: h peig ( e ) R h pog ( + e ) R Peiodo Obitle: π 3 co GM coste / s GM Velocit gole Medi (Rd/sec) : π GM 3 Disz effettiv t u puto dell supeficie teeste ed il stellite: ' R i R i c t i c ( t u ti ) Co t itdo del segle pe ifzioe tosfeic, i ' ' ' R i c ( t t i ' t pseudo-iste ivo, ' i pseudo-disz, c velocit luce, ) t pseudo-iste ptez, ispettivete uguli : t ' t + t u e ' t i t i + t i Co gli eoi degli oologi dell Utete e del Stellite t u e t i GC C + C GC MC + VAR + GV VAR + C GC MC + GV C Co GC Gid Cose, C ue Cose, C Covegez k, k coste di Covegez, VARdeclizioe, GV

31 Nvigzioe Iezile Givzioe(Givtio) Se l covegez e egtiv e l ltitudie e N, llo l diffeez di Logitudie e di sego E.

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE Pof. Agelo Ageletti -.s. 006/007 1) COME SI SCRIVE IL RISULTATO DI UNA MISURA Il modo miglioe pe espimee il isultto di u misu è quello di de,

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr 4. Lavoo ed enegia Definizione di lavoo di una foza Si considea un copo di massa m in moto lungo una ceta taiettoia. Si definisce lavoo infinitesimo fatto dalla foza F duante lo spostamento infinitesimo

Dettagli

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia.

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia. Poblema fondamentale: deteminae il moto note le cause (foze) pe oa copi «puntifomi» Dinamica Se un copo non inteagisce con alti copi la sua velocità non cambia. Se inizialmente femo imane in quiete, se

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Forza centripeta e gravitazione

Forza centripeta e gravitazione pitolo 6 Foz centipet e gitzione 1. Il oto cicole Quli sono le ctteistiche del oto cicole? Un pticell si dice nit di oto cicole qundo l su tiettoi è un ciconfeenz. Lo studio di questo tipo di oto iene

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

La necessità di trasmettere potenza tra organi in moto rotatorio è un problema frequentissimo e di grande importanza nell ingegneria.

La necessità di trasmettere potenza tra organi in moto rotatorio è un problema frequentissimo e di grande importanza nell ingegneria. La ecessità di tasmettee poteza ta ogai i moto otatoio è u poblema fequetissimo e di gade impotaza ell igegeia. Gli assi di otazioe ta i quali deve essee tasmesso il moto possoo essee paalleli I questo

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI APPROFONDIMENTI SUI NUMERI. Il sistem di umerzioe deimle Be presto, ll operzioe turle del otre, si è ggiut l esigez di «rppresetre» i umeri. I sistemi di umerzioe possiili soo molti; per or i limitimo

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia I pincipi della Dinamica Un oggetto si mette in movimento quando viene spinto o tiato o meglio quando è soggetto ad una foza 1. Le foze sono gandezze fisiche vettoiali che influiscono su un copo in modo

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Dinamica

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Dinamica www.suolinweb.ltevist.og L Dinmi Poblemi di isi L Dinmi PROBLEA N. Un opo di mss m 4 kg viene spostto on un foz ostnte 3 N su un supefiie piv di ttito pe un ttto s,3 m. Supponendo he il opo inizilmente

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Gravitazione Universale

Gravitazione Universale Gavitazione Univesale Liceo Ginnasio Statale S.M. Legnani Anno Scolastico 2007/08 Classe 3B IndiizzoClassico Pof.Robeto Squellati 1 Le leggi di Kepleo Ossevando la posizione di Mate ispetto alle alte stelle,

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2 apitolo 0 Enegia potenziale elettica Domane. Il lavoo pe spostae una caica ta ue punti è: L 0(! ). Pe i te casi inicati saà alloa: L (50! 00 ) (50 ) : 0 0 : L 0! 0 3: L 0! 0 [5 ( 5 )] (50 ) [ 0 ( 60 )]

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

Curve caratteristiche meccaniche di motori elettrici C.C.

Curve caratteristiche meccaniche di motori elettrici C.C. Motoi 1 Idie ue aatteistihe meaihe di motoi elettii.. osideazioi geeali Motoi ad eitazioe idipedete 1 Opeazioi o oete d eitazioe ostate Opeazioi o oete d eitazioe aiabile e tesioe d amatua ostate Motoi

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Prova di verifica ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO di Rossana MANELLI MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE (Classe 5 a IT IGEA, 5 a IP Economico - gestionale) La prova, indirizzata

Dettagli

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE La temostatica BQ può essee pesonalizzata pe qualsiasi applicazione di efigeazione e condizionamento. Devi solo selezionae il coetto elemento temostatico, la giusta taglia dell oifizio ed il tipo di copo

Dettagli

Campo elettrostatico nei conduttori

Campo elettrostatico nei conduttori Campo elettostatico nei conduttoi Consideeemo conduttoi metallici (no gas, semiconduttoi, ecc): elettoni di conduzione libei di muovesi Applichiamo un campo elettostatico: movimento di caiche tansiente

Dettagli

MACCHINE ELETTRICHE. Stefano Pastore. Macchine in Corrente Continua

MACCHINE ELETTRICHE. Stefano Pastore. Macchine in Corrente Continua MACCHINE ELETTRICHE Mahine in Corrente Continua Stefano Pastore Dipartiento di Ingegneria e Arhitettura Corso di Elettrotenia (IN 043) a.a. 2012-13 Statore Sistea induttore (Statore): anello in ghisa o

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Esercizio 1 Il 24 10 Ne (T 1/2 =3.38 min) decade β - in 24 11 Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Mg. Dire quali livelli sono raggiungibili dal decadimento beta e indicare lo schema di

Dettagli

Sistemi e modelli matematici

Sistemi e modelli matematici 0.0.. Sistemi e modelli matematici L automazione è un complesso di tecniche volte a sostituire l intervento umano, o a migliorarne l efficienza, nell esercizio di dispositivi e impianti. Un importante

Dettagli

CompitoTotale_21Feb_tutti_2011.nb 1

CompitoTotale_21Feb_tutti_2011.nb 1 CopitoTotale_2Feb_tutti_20.nb L Sia data una distribuzione di carica positiva, disposta su una seicirconferenza di raggio R con densità lineare di carica costante l. Deterinare : al l espressione del capo

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE DISPENSE DI: FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE Testo di riferieto E. Fuaioli ed altri Meccaica applicata alle acchie vol. e - Ed. Patro BOZZA Idice. INTRODUZIONE ALLA MECCANICA APPLICATA

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15 Apputi di Statistica Matematica Ifereza Statistica Multivariata Ao Accademico 014/15 November 19, 014 1 Campioi e modelli statistici Siao Ω, A, P uo spazio di probabilità e X = X 1,..., X u vettore aleatorio

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE Consideriamo adesso un corpo esteso, formato da più punti, e che abbia un asse fisso, attorno a cui il corpo può ruotare. In questo caso l

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI

LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI Prof. Euro Sampaolesi IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE Le linee del magnete-terra escono dal Polo geomagnetico Nord ed entrano nel

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZIONI» otori i versioe flagia;» Coessioi laterali o posteriori;» Albero: cilidrico o scaalato;» Coessioi metriche o BSPP;» Altre caratteristiche speciali OPTIONS» Flage mout;» Side ad rear ports;» Shafts-

Dettagli

FAST FOURIER TRASFORM-FFT

FAST FOURIER TRASFORM-FFT A p p e n d i c e B FAST FOURIER TRASFORM-FFT La tasfomata disceta di Fouie svolge un uolo molto impotante nello studio, nell analisi e nell implementazione di algoitmi dei segnali in tempo disceto. Come

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli