,5% 19,56% , ,528

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "681 5.215 1,5% 19,56% 9.231 4.362,9 22.150 106,528"

Transcript

1 Calcolo economico e finanziario: Esercizi svolti. Un macchinario è stato acquistato per 200., vita utile dieci anni, flusso netto di cassa stimato 60. l anno, valore di recupero 20.. Calcolare il costo annuo della macchina ed il VAN dell investimento (i=5%). CA=-200(A/P,5,)+20(A/F,5,)=-,4 VAN= (P/A,5,)+20(P/F,5,)=6,02 2. Un videoregistratore costa 500. Un programma di credito richiede un pagamento del 20% del costo iniziale, più pagamenti a fine mese di 40. Calcolare i tassi effettivi (mensile e annuale) del finanziamento. 500=0+40(P/A,i,) (P/A,i,)=400/40= Interpolando linearmente avremo: i =2,92% e i=425%. Depositando oggi 20., una persona vuole generare una serie di rate annue che iniziano con. per i primi anni, 2. per i successivi anni,. in perpetuo. Qual è il tasso di interesse da applicare al deposito?... VAN ( i) = ( P F, i,) + ( P F, i,20) = 0 i i i VAN(9%)=-2.2 e VAN(%)=92,5 per cui %<i<9% 4. Tizio ha acquistato un appartamento. Per pagarlo corrisponde: a) il montante, calcolato al tasso annuo del 4%, di una rendita posticipata, costituita da 20 rate semestrali, ciascuna di 500 ; b) il diritto a riscuotere rate quadrimestrali posticipate, ciascuna di 00, valutate al tasso annuo del %, con la prima rata esigibile alla fine del quinto anno; c) una cambiale di 20., scadente fra 2 anni e 6 mesi, cessione fatta con sconto composto al tasso annuo del 5%. Determinare il valore attuale dell'appartamento considerato., a) i 2 = 4, = 6, % F = A( F A,. 620, ) = = b) i 05 =, = 5, % P = [ A+ A( P A,. 5, ) ]( P F,, 5) = = , c) P = 20. = 4. 2, 5 25, 5, Valore dell'appartamento = 9.994, ,5 = 40.49,6 5. La nuova formula Fiat prevede la seguente situazione relativamente all'acquisto di una Punto 55 p. Prezzo in contanti chiavi in mano Formula alternativa di pagamento: anticipo (oggi), più n. 2 versamenti mensili posticipati da più ultimo versamento (24 ) Calcolare il tasso annuo nominale convertibile mensilmente (TAN) e il tasso annuo effettivo globale (TAEG) di questa operazione = (P/A,i,2)+.025.(P/F,i,24) VAN(5%)=6056 e VAN(2%)=-499,5042 Interpolando linearmente avremo: i =009% TAN: 009 =25%; TAEG: 009 -=22,56% 6. Tizio e Caio convengono di costituire una società. Tizio partecipa come segue: a) versa in contanti. ; b) cede una rendita costituita da rate biennali ciascuna di e di cui la prima scade subito. Caio partecipa come segue: a) cede un prestito di concesso 6 anni or sono e scadente fra anni per il quale è previsto il pagamento del montante alla scadenza al tasso del 9%; b) cede le restanti 5 rate di un mutuo attivo di.00 concesso 4 anni or sono e per il quale era stato fissato il rimborso con rate costanti posticipate al tasso del %. La prima delle restanti rate è pagabile fra un anno; c) versa in contanti la somma di.00. Tenendo presente che tutte le valutazioni relative alle cessioni vengono effettuate al MARR dell'% annuo determinare la quota di partecipazione di Tizio e di Caio. VAN T = (P/F,,2)+2.500(P/F,,4)+2.500(P/F,,6)+2.500(P/F,,)+2.500(P/F,,)+2.500(P/F,,)=2.55, 6 664, Oppure: i biennale =0 2 -=6,64% e VAN T = = 255., VAN C =9.500(F/P,9,9)(P/F,,)+.00(A/P,,9)(P/A,,5)+.00=2.24 Capitale versato: di cui Tizio 46,% e Caio 5,%.. Un impiegato per l'acquisto di un appartamento ha contratto un debito di. rimborsabile mediante 20 annualità costanti anticipate al tasso annuo del %. Subito dopo il pagamento dell'ottava rata, ottiene, dall'ente presso cui lavora, un prestito al tasso agevolato che gli permette di riscattare il debito residuo (valutato al tasso annuale del 5%) del precedente prestito. Sapendo che per rimborsare il secondo prestito pagherà per i prossimi anni rate costanti posticipate inferiori di.00 rispetto alle precedenti, determinare il tasso annuo relativo al secondo prestito..=a+a(p/a,,9) A=4.542, oppure: A=(.-A)(A/P,,9)=4.54,4 P =4.542,(P/A,5,)= =.242,(P/A,i,) (P/A,i,)=,59 i=%, Venti mesi or sono Tizio ha dato inizio alla costituzione di un capitale programmando 20 versamenti mensili posticipati, tutti dello stesso importo, in modo da poter disporre oggi, all'atto dell'ultimo versamento, della somma di 5. (TAN del % convertibile mensilmente). Subito dopo aver fatto il 5 versamento ha sospeso ogni ulteriore versamento prelevando dal fondo

2 disponibile la somma di 6.. Calcolare: a) la rata originaria per la costituzione del capitale; b) la somma di cui dispone oggi. c) In data odierna egli acquisisce in leasing una vettura il cui costo è di 24. e ciò alle seguenti condizioni: paga subito la somma disponibile di cui sopra (arrotondata ai. per eccesso), come acconto; paga quindi canoni mensili posticipati ciascuno di.090 ; valore di riscatto.200. Determinare il tasso mensile ed il TAEG al quale è stato concesso il leasing. d) Determinare inoltre la somma che Tizio pagherà in caso di riscatto del contratto subito dopo il pagamento del decimo canone. a) A=5.(A/F,20)=6 b) P (-5) =6(F/A,5)=.962 e P (0) =( )(F/P,5)=5.25 c) (P/A,i,)+.200(P/F,i,)=24. da cui i =5% e TAEG=05 -=9,56% d).090(f/a,.5,)+r=.(f/p,.5,) da cui R=9.2 oppure:.090(p/a,.5,)+r(p/f,.5,)=. da cui R= Abbiamo due debiti: a) il primo di. contratto anni fa, rimborsabile in 5 rate annue costanti posticipate al tasso annuo del % per il quale si sono già versate le prime tre rate; b) il secondo debito di. contratto 5 anni fa, rimborsabile in anni con rate semestrali costanti posticipate al TAN convertibile semestralmente del 4%, per il quale si sono a tutt'oggi versate le prime rate. Cediamo i due debiti ad un Istituto di credito che provvederà a versare le rate fino alla loro estinzione e come contropartita ci impegniamo a versare, con inizio fra anni da oggi, una rata annua costante per anni al fine di saldare il debito formato dalla somma dei due debiti residui di a) e di b); il tasso applicato dalla banca è del %. Calcolare l'importo della rata da versare all'istituto di credito. A a =.(A/P,,5)=.66 e D a0 =.66(P/A,,)=.9 A b =.(A/P,,24)=2 e D b0 =2(P/A,,4)=.626 P 0 =.5 e A=.5(F/P,2)(A/P,)=4.62,9. Un robot meccanico, che è parte dell'operazione di saldatura in una catena di assemblaggio di automobili, costa 5.. La sua durata prevista è di 6 anni e si prevede un valore di recupero di 4. circa. Considerando un MARR del 20%, quale risparmio annuale di lavoro deve essere realizzato, nel corso della durata del robot, per giustificare questa spesa? -5.(A/P,26)+A+4.(A/F,26)=0 A= Una ditta di consulenza tecnica può acquistare per 25. un piccolo elaboratore elettronico. Si è calcolato che la durata e il valore di recupero del calcolatore saranno rispettivamente 6 anni e 4.. I costi di esercizio sono valutati 50 per ogni giorno di funzionamento e la manutenzione verrà curata per contratto a. /anno. Come alternativa si può noleggiare lo stesso elaboratore al costo di 0 /giorno comprensivo dei costi operativi. Se il tasso di interesse è del %, per quanti giorni deve essere usato annualmente il calcolatore per giustificare il suo acquisto? -0g = -25.(A/P,,6)-50g-.+4.(A/F,,6) g = 2,6. La società Alfa vuole comprare un macchinario (A) che consente di avere un risparmio di 250 /anno con un costo operativo di 90 /anno. La macchina costa 500, vita utile 5 anni e non ha valore di recupero. Il MARR della società è il %. Esiste la possibilità di acquistare un'altra macchina (B) che ha un costo iniziale di 50, una vita utile di 5 anni, un valore di recupero di 94 e consente un risparmio di 00 /anno con un costo operativo di 0 /anno. Il maggior costo di questa macchina può essere affrontato mediante un prestito bancario che si può ottenere ad un tasso del % restituendo il prestito in quattro rate costanti pagabili a partire dalla fine del secondo anno. Determinare l'alternativa più conveniente. VAN A = (P/A,5)=6,52 A B = 250(F/P,,)(A/P,,4)=92,6 VAN B = (P/A,5)+94(P/F,5)-92,6(P/A,4)(P/F,)=59. La società Beta ha la possibilità di acquistare una nuova scavatrice del costo di.5.. Ha previsto che la macchina avrà una vita utile di 5 anni con un valore di recupero di 0.. I costi operativi sono di 00 /giorno e per la manutenzione si stima un costo annuo di 50.. In alternativa si può affittare la macchina, con operatore, per /giorno. Considerando un tasso del % determinare il numero di giornate lavorative annue che giustificano l'acquisto. -.5(A/P,,5)-50-g+0(A/F,,5) = -5,2g 4. Un produttore del settore elettronico sta esaminando due metodi per produrre un quadro di circuito richiesto. Il quadro può essere lavorato a mano: in questo caso il costo è di 2,40 per unità e il costo annuo delle attrezzature è di 00. E' possibile produrre un equivalente stampato del circuito richiesto con l'investimento di 9. in attrezzature per la lavorazione di circuiti stampati. Tale impianto ha una durata prevista di 9 anni e un valore di realizzo finale di.. E' stato calcolato che il costo della manodopera sarà di 52 per ogni unità e che il costo annuo per la manutenzione dell'impianto di lavorazione sarà di 400. Se si suppone che tutti gli altri costi siano uguali e che il MARR sia il 5%, quanti quadri di circuito devono essere prodotti ogni anno perché le due alternative coincidano? -9.(A/P,5,9)-52q-400+.(A/F,5,9)=-00-2,4q 5. Un investitore sta esaminando l'acquisto di una obbligazione tra due alternative. L'obbligazione Alfa è stata offerta per 900, scadrà tra anni e dà un interesse semestrale di 60. L'obbligazione Beta scadrà tra anni e dà un interesse di 0 ogni semestre. Entrambe le obbligazioni hanno un valore nominale di.. Quale prezzo offerto per l'obbligazione Beta rende l'investitore indifferente rispetto all'acquisto delle due obbligazioni? Il suo MARR è il 6% annuo convertibile semestralmente (P/A,,6)+.(P/F,,6)=P O +0(P/A,,6)+.(P/F,,6) 6. Per acquisire un certo impianto il cui costo è di 5.. un'impresa può seguire due distinte vie: a) stipulare un contratto di leasing che prevede le seguenti condizioni: pagamento di 2 canoni bimestrali posticipati di 00., 4 dei quali, però, devono essere corrisposti anticipatamente all'atto della stipulazione del contratto; b) stipulare un contratto di mutuo che 2

3 prevede il rimborso mediante il pagamento di rate semestrali, posticipate e di importo costante, ciascuna di Si dica quale fra le due vie è più conveniente. a) 5.. = (P/A,i 6,24) (P/A,i 6,24) =,425 Interpolando si trova i 6 =2,5%, per cui i=,6% b) 5.. = (P/A,i 2,) (P/A,i 2,) = 5,692 Interpolando si trova i 2 =,9%, per cui i=6,42% Conviene il mutuo.. L'impresa Gamma acquista un macchinario per 0. e deve scegliere fra le seguenti due forme di pagamento: a) stipulare un contratto di mutuo che prevede il versamento di rate semestrali anticipate di.500 ciascuna; b) stipulare un contratto di leasing che prevede il pagamento del % del valore dell'attrezzatura alla consegna, il pagamento di 60 canoni mensili posticipati di e alla scadenza il pagamento di una somma pari al 5% del costo del macchinario per il riscatto. Determinare quale forma di pagamento è più conveniente. a) 0.= (P/A,i 2,) (P/A,i 2,)=6,404 i 2 9% e i= (+09) 2 -=,% b) 0.= (P/A,i,60)+5.(P/F,i,60) i 5% e i=(+05) -=9,562%. Una società può mettere a disposizione di un operaio un'automobile oppure può pagargli, per l'uso della propria auto, 25 al Km. per questo servizio. Sono stati calcolati i seguenti dati relativi alle auto fornite alla società: un'automobile costa., ha una durata di 4 anni e un valore commerciale di alla fine di tale periodo. Il costo mensile dell'autorimessa per l'automobile è di 0 e il costo del carburante, dei pneumatici e della manutenzione è di al Km. Applicando il criterio del TIR, determinare l'alternativa più conveniente supponendo che ogni anno vengono percorsi 20. Km. Determinare poi quanti Km. deve percorrere l'operaio ogni anno perché il costo dei due modi di trasporto sia uguale (considerare un MARR del %). VAN B-A = (P/A,i,4)+2.500(P/F,i,4)=0 Risolvendo per tentativi si trova TIR=5% e quindi essendo TIR<MARR risulta più conveniente A. -25Km=-.(A/P,4)-60-Km+2.500(A/F,4) Km=22.94,2 9. Qual è il periodo di recupero di ciascuno dei seguenti progetti di investimento? Quale scegliereste? Progetto A B C Risposta: A= anni; B=2 anni; C= anni. 20. L'impresa Gamma ha selezionato tre alternative di investimento che si escludono a vicenda. La durata di tutte e tre è stimata in 5 anni. Trovare l'alternativa più vantaggiosa utilizzando il criterio del TIR (MARR=9%). A B C Investimento Costi annui Valore di recupero VAN B-A =-400+0(P/A,i,5)+(P/F,i,5)=0 %<i<9% TIR=,5% VAN C-A =-00+0(P/A,i,5)+0(P/F,i,5)=0 %<i<% TIR % Conviene C. 2. Per la dotazione di un impianto produttivo, una società sostiene il seguente costo: all'inizio., dopo mesi 45., a fine anno 2.. Ottiene un contributo statale a fondo perduto di 25. così ripartito:. a fine anno, 5. alla fine del 2,, 4 anno. Calcolare il costo effettivo attuale dell'investimento considerando un TAN convertibile mensilmente del 6%. VAN=--45(P/F,0.5,)-(P/F,0.5,)+5(P/A,6.6,)(P/F,6.6,)=-59,92 Oppure: VAN=--45(P/F,0.5,)-(P/F,0.5,)+5(P/F,0.5,24)+5(P/F,0.5,6)+5(P/F,0.5,4)=-59, Tizio vuole costituire la somma di 5. mediante versamenti trimestrali posticipati, TAN=% convertibile trimestralmente. I primi 5 versamenti sono di importo uguale a 4/5 di quello dei successivi. Determinare le rate di costituzione del capitale. All'atto dell'ultimo versamento Tizio ritira il capitale costituito e lo utilizza per il compimento di un'operazione di leasing relativa all'acquisto di un furgone il cui costo è.. Le condizioni del leasing sono le seguenti: Tizio versa al momento della stipulazione del contratto il capitale di cui dispone; si impegna a pagare 5 canoni mensili, tutti di uguale importo, di cui il primo alla fine del sesto mese; valore di riscatto del furgone 500 ; TAN=% convertibile mensilmente. Determinare il canone di leasing. Per acquistare il furgone di cui sopra Tizio avrebbe avuto la seguente altra possibilità: pagamento del capitale disponibile all'atto della stipulazione del contratto; rimborso della somma residua mediante pagamento di 20 rate bimestrali posticipate, ciascuna di 906. Si dica perché Tizio ha preferito l'operazione di leasing. A(4/5)(F/A,2,5)(F/P,2,)+A(F/A,2,)=5. A 2 =5./,25=409,25 A =409,25 4/5=2,4.(F/P,.5,5)=A(P/A,.5,5)+500(P/F,.5,5) da cui A=506,4 canone di leasing.=906(p/a,i 6,20) da cui (P/A, i 6,20)=./906=4,49 i 6 =+(4,4-4,5)/(590-4,5)=,4% costo della rateizzazione (+i 2 )=(+05) 2 da cui i 6 =,02% costo del leasing 2. Un'impresa necessita di un impianto il cui costo di acquisto è di 20.. A tale scopo stipula un contratto di leasing alle seguenti condizioni: pagamento di 0 canoni mensili, di importo costante, cinque dei quali devono essere corrisposti all'atto della stipulazione del contratto; TAN % convertibile mensilmente. Calcolare il canone del leasing. Supposto poi che unitamente a ciascuno dei 25 canoni da corrispondere mese per mese essa debba pagare, a titolo di spese varie connesse al

4 leasing, una somma pari al 5% del canone stesso, determinare il TAEG dell'operazione. 20.=5A+A(P/A,.5,25) A=20./25,96=,6 20.=.+(,6+6,642)(P/A,i,25) (P/A,i,25)=,0,0 9,525 i = 2 + = 2,% e (+02) =+I da cui i=,6%,42 9, Tizio stipula un contratto di leasing per una berlina il cui costo complessivo su strada è di Le condizioni previste dal contratto sono le seguenti: a) pagamento di 24 canoni mensili posticipati, tutti di uguale importo, di cui 4 corrisposti all'atto della stipulazione del contratto; b) facoltà di riscatto (dopo 20 mesi) sulla base del % del costo; TAN 24% convertibile mensilmente. Insieme al pagamento del canone corrispondente al sesto mese Tizio paga la somma di 4. che scala il suo debito residuo (calcolato in base al tasso contrattuale). Calcolare il canone originario e quello modificato in conseguenza del pagamento dei 4. tenendo presente che il TAN e il valore di riscatto restano sempre fissati all'origine. 2.00=4A+A(P/A,2,20)+2.0(P/F,2,20) da cui A=.24 A'=[.24(P/A,2,4)-4.](A/P,2,4)=94,5 25. Per l'acquisto di un macchinario del costo di 60. un'impresa contrae un mutuo per 5 anni convenendo il rimborso mediante rate costanti mensili posticipate, TAN=5% convertibile mensilmente. Dopo 2 anni l'impresa chiede di rimborsare il debito residuo mediante rate biennali costanti posticipate. Calcolare l'importo delle rate mensili e delle rate biennali. A =60.(A/P,.25,60)= P 2 =.42(P/A,.25,6)=.42 =4.9, i biennale = =4,% 4 4 A biennale = 4.9,(A/P,4.,)=4.9, =24.202, Una ditta che si occupa di magazzinaggio merci necessita di un capannone il cui costo è di 60.. Può acquisire tale capannone stipulando un contratto di leasing che fissa le seguenti condizioni: a) pagamento della somma di 5. all'atto della stipulazione del contratto; b) pagamento di 50 canoni mensili, ciascuno di.249. Determinare il TAN e il TAEG di questa operazione. 60.= (P/A,i,50) da cui (P/A,i,50)=6,022 (P/A,.25,50)=,05 e (P/A,.550)=4,999 i =25+25(6,022-,05)/(4,999-,05)=% TAN=. =6,44% e TAEG=0 -=,4% 2. Per l'acquisto di un impianto del costo di 6., l'impresa Alfa può scegliere fra le seguenti due alternative: a) stipulare un contratto di leasing per anni che prevede il pagamento di 5. alla consegna, il pagamento di 6 canoni mensili anticipati di.900 e alla fine del terzo anno, per il riscatto, il pagamento di 6. ; b)stipulare un contratto di mutuo che prevede il pagamento di rate costanti semestrali anticipate di.00. Determinare quale modalità di pagamento è più conveniente. a) 6.= (P/A,i,5)+6.(P/F,i,6) VAN(%)=-4 e VAN(5%)=2.2,0 Quindi i % (poco meno) e su base semestrale: i 2 =0 6 -=6,52% b) 6.= (P/A,i 2,6) da cui (P/A,i 2,6)=4,265 Quindi i 2 % (poco più) Risulta più conveniente (meno costoso) il leasing. 2. Tizio concede in prestito. convenendo il rimborso mediante il pagamento di rate annuali costanti posticipate al tasso del 9%. Dopo il pagamento della terza rata, il debitore ottiene di riscattare il prestito pagando.02,5 quale prezzo complessivo del riscatto. Calcolare il tasso di interesse applicato all'operazione di riscatto. A=.(A/P,9,)=.0.02,5=.0(P/A,i,5) da cui (P/A,i,5)=,994 e i=,% 29. Tizio dispone della somma di.500 che può investire come segue: a) stipulando un contratto finanziario che prevede le seguenti entrate: 2. dopo anno e mesi; dopo 2 anni e 6 mesi; b) stipulando un contratto finanziario che prevede l'incasso di 5 rate semestrali posticipate ciascuna di 55 UM. Determinare quale fra i due contratti è più conveniente utilizzando il criterio del TIR (P/F,i,9)+2560(P/F,i,0)=0 da cui i =45% e i 2 =(+045) 6 -=,0% (P/A,i 2,5)=0 da cui i 2 =,06% 0. A fronte di una certa operazione Tizio si impegna a versare semestralità posticipate e, nei successivi anni, rate trimestrali posticipate di importo uguale ai 2/ delle precedenti. Sapendo che viene concessa la possibilità di effettuare versamenti, ciascuno di.500 e scadenti rispettivamente fra 2, 6 e anni da oggi, determinare l'importo dei versamenti periodici considerando un MARR del %. VAN=.500(P/F,,2)+.500(P/F,,6)+.500(P/F,,)=.0,5 i 4 = 4 = 024 e i 2 =, = 05 4

5 .0,5=A(P/A,5.,)+A(2/)(P/A,2.4,44)(P/F,,5) 5, , 5 = A + A 05( 05) 024( 024), A=62,4 e A'=50, Tizio prende in prestito la somma di. e si accorda per il rimborso mediante 6 rate costanti semestrali posticipate al TAN del % convertibile semestralmente. Dopo anni, invece di pagare la sesta rata, Tizio chiede un nuovo prestito di 6. e concorda con il creditore di unificare i due prestiti impegnandosi a rimborsarli mediante rate annue costanti posticipate al tasso annuo del 4%. Calcolare l'importo delle rate A =. = = 25., 6 65, 90 P , = +., +., = , 65, A'=6.062(A/P,4,)=.0, 2. Tizio riceve in eredità una certa somma S che, però, potrà ritirare fra tre anni e tre mesi e, inoltre, una rendita perpetua che renderà delle annualità costanti posticipate, di importo pari al % della somma S, la prima delle quali scade esattamente alla fine del nono anno. Cede questi diritti a una banca che corrisponde immediatamente la somma di 6. e che si impegna a versargli, ad iniziare da oggi stesso, 20 semestralità, ciascuna di 900. Determinare la somma S tenendo presente che tutte le operazioni vengono trattate dalla banca con un interesse annuo dell'%. i 2 = 0 = S 092.9,22 S + = S = =.92, 2, Indicare l'alternativa di investimento più conveniente al variare del tasso di interesse i, sulla base dei seguenti dati: Costo iniziale Costi di esercizio Vita utile Valore residuo Investimento A 50 UM 20 UM anni 50 UM Investimento B 250 UM UM anni 0 UM VAN(B-A)=-0+(P/A,i,)+50(P/F,i,)=0 TIR(B-A)=6,26% Quindi se i>6,26% conviene A, se i<6,26% conviene B. 4. Le condizioni per poter acquisire in leasing un furgone sono le seguenti: a) pagamento all'atto della stipulazione del contratto della somma di 5. UM; b) pagamento di 24 canoni mensili posticipati, ciascuno di.0 UM; c) possibilità di riscattare il furgone alla scadenza del contratto pagando la somma di. UM. Sapendo che il prezzo in contanti del furgone è di 2. UM si determini il TAN e il TAEG di questa operazione. 2.=5.+.0(P/A,i,24)+.(P/F,i,24) (P/A,i,24)+.(P/F,i,24)=0 i =2,26% TAN=2,26 =2,% TAEG=(+0226) -=6% 5. La Beta S.p.A. vorrebbe acquisire un nuovo esercizio per la vendita al dettaglio. Sul mercato sono disponibili due negozi simili, la cui disponibilità viene ceduta per mezzo di contratti di leasing. Per il negozio A si prevede un leasing della durata di anni a un canone annuale di 50 UM pagabile anticipatamente; l'acquisizione del contratto costa 00 UM. Per il negozio B il contratto è di soli 4 anni; il suo costo di acquisizione è di 550 UM e prevede canoni annuali anticipati di 0 UM. Considerando un MARR del % determinare quale alternativa è più conveniente. EA(A)=[50+50(P/A,6)(A/P,)=0, EA(B)=650(P/A,)(A/P,4)=2,5 (Conviene B) 6. Un impiegato percepisce uno stipendio mensile di.00. Per far fronte a certe esigenze cede /5 dello stipendio mensile e ciò relativamente ai prossimi 9 mesi. Oggi, cioè un mese prima che maturi il primo degli stipendi ceduti, egli incassa come valore di cessione la somma di.060. Determinare a quale tasso mensile è stata effettuata la cessione nonché l'equivalente tasso annuo..060=60(p/a,i,9) da cui (P/A, i,9)=.060/60=,5,5,566 i =%,566 e i =25%,462 e quindi i = + 25 = 6%,462,566 i=(+06) -=4,%. Tizio intende costituire il capitale di 5. mediante 22 versamenti semestrali posticipati, al tasso del % annuo. Dopo il versamento dell'ottava rata semestrale interrompe i versamenti (semestrali) e riprende alla fine del settimo anno a versare una rata annua in modo da costituire, all'atto del quinto versamento (sempre all'undicesimo anno), la somma di 20.. Determinare l'importo della rata originaria semestrale e quello della rata annua. i 2 =, = 04 5

6 =, A 2 = 5 22 P , =, = 56., 04 P 6 =20.(P/F,5)-.56,(F/P,)=.4, ,6=.2, A=.2,(A/P,5)=2.06,. Tizio ha contratto un debito di. impegnandosi al pagamento del relativo montante dopo 9 anni al tasso di interesse del % annuo. Per avere disponibile il montante dovuto alla scadenza ha iniziato a fare dei versamenti semestrali, di importo costante, sui quali viene corrisposto un interesse del 6% annuo convertibile semestralmente. Calcolare l'importo di tali versamenti. Supposto che alla fine del quarto anno il tasso sui versamenti semestrali viene aumentato dell'% semestrale, si determini l'ammontare della nuova rata. F=.(F/P,9)=.64 e A=.64(A/F,,)=05,5 05,5(F/A,,)(F/P,4,)+A'(F/A,4,)=.64 da cui A'=6, 9. Tizio ha diritto a riscuotere rate triennali da., la prima delle quali fra tre anni, e successivamente.500 all anno per 4 anni. Cede tali diritti ad un istituto di credito che si impegna a pagargli: a) rate bimestrali, la prima delle quali fra due mesi; b) rate trimestrali di importo pari al triplo delle precedenti, la prima delle quali fra 2 anni e mesi. Determinare l importo di tali rate considerando un tasso annuo del 6 %. VAN=.(P/F,6,)+.(P/F,6,6)+.(P/F,6,9)+.500(P/A,6,4)(P/F,6,9)=9.46 i 6 = =0096 i 4 = = = A + A = A A A=9.46/4455=24,4 A=0, A diverse scadenze sono stati impiegati tre capitali. Il secondo, che è inferiore di 00 UM rispetto al primo, viene impiegato anno e mesi dopo il primo; il terzo, che è il doppio del secondo, viene impiegato dopo ulteriori 2 anni e 9 mesi. Determinare l importo di ciascuno dei tre capitali sapendo che essi sono stati impiegati al TAN del 6% convertibile trimestralmente e che il montante complessivo dopo 6 anni e mesi dal primo versamento è stato di 9.56 UM. C ( C -00)04, +2(C -00)04, =9.56 2,6654 C +2,0522 C ,6665 C -2.2,92=9.56 C =.6/,42=.02,6 C 2 =.002,6 C =2.005,2 4. Per costituire la somma di 25. Tizio programma di fare 0 versamenti mensili posticipati, TAN,% convertibile quadrimestralmente. Determinare la rata mensile da versare. i =,/=4,06% e i 4 4 = + i = 0406 = % A=25.(A/F,0)= =, 42. Le condizioni per acquisire in leasing un furgone sono le seguenti: a) pagamento all atto della stipulazione del contratto di 4. ; b) pagamento di 24 canoni mensili posticipati ciascuno di. ; c) possibilità di riscattare il furgone alla scadenza del contratto pagando la somma di.. Sapendo che il prezzo in contanti del furgone è di 2. si determini il TAN e il TAEG dell operazione. 2.=4.+.(P/A,i,24)+2.(P/F,i,24) per i=% VAN=606,2 e per i=2% VAN=-2.22 i =+(-606,2)/( ,2)=2442% TAN=24 =4,56% e TAEG=04 -=5,5% 4. Per costituire la somma di. Tizio programma di fare 20 versamenti bimestrali posticipati, TAN 5% convertibile mensilmente. Determinare la rata bimestrale da versare. 2 i =5/=25% e i 6 = ( + 05) = 2,56% A=.[0256/( )]=9 44. Un prestito P deve essere rimborsato mediante rate costanti trimestrali posticipate al TAN dell % convertibile trimestralmente. Sapendo che la quota capitale della prima rata è di.26 determinare la somma P. Subito dopo l incasso della quinta rata, il creditore cede il prestito considerato per.00. Quanto ha guadagnato da questa operazione finanziaria? P(A/P,2,)=.26+02P P=.26/(-02)=20. A= =2226 P 5 =2.226(P/A,2,5)=.492 U= =0 45. Una banca, per consentire ai risparmiatori l acquisto di un appartamento, concede ai propri clienti un prestito uguale al doppio del montante complessivo delle somme periodicamente depositate, sulle quali corrisponde un interesse del 5% annuo. A tale scopo un cliente versa mensilmente per 6 anni una rata costante anticipata di 200 UM, UM alla fine del secondo anno,.600 UM alla fine del quarto anno. La banca, alla fine dei versamenti periodici, gli concede il prestito convenuto da 6

7 restituire in 0 rate annuali posticipate al tasso del 5%. Determinare l ammontare del prestito concesso e la rata annua di rimborso. i = 5, = F = = , Prestito concesso: 25.26,6 2=50.55,2 A=50.55,2(A/P,5,0)=50.55,2 52=.696,5 46. Al fine di avere la disponibilità di una somma S, Tizio cede il diritto relativo all incasso di un capitale C fra 5 anni. Tale credito, che prevede la corresponsione degli interessi posticipati calcolati al tasso annuo dell %, viene ceduto al tasso annuo del %. Tizio quindi prende in leasing un macchinario il cui costo è 0. alle seguenti condizioni: a) pagamento della somma S all atto della stipulazione del contratto; b) pagamento di 24 canoni mensili posticipati ciascuno pari a un decimo della somma S; c) valore di riscatto pari a un quinto della somma S. Considerando che all operazione di leasing viene applicato un TAN del % convertibile mensilmente determinare l importo della somma S. S=0C(P/A,5)+C(P/F,5) da cui S=9246C 9246 C C (P/A,24) C (P/F,24)=0. C=2.9 e S= La Alfa SpA deve acquistare un macchinario che le consentirà di produrre un nuovo articolo da lanciare sul mercato. Il macchinario costa 0. e l azienda deve scegliere tra due possibili soluzioni:. acquisto in contanti e accensione di un mutuo di 0. da rimborsare in rate semestrali posticipate pari a. ciascuna; 2. stipula di un contratto di leasing finanziario alle seguenti condizioni: a) versamento immediato di. ; b) versamento di 5 canoni quadrimestrali posticipati di ciascuno; c) prezzo di riscatto alla scadenza dell ultimo canone.. Considerando un MARR del % determinare l alternativa economicamente più conveniente. Calcolare inoltre il TAEG relativo all operazione di leasing e indicare, infine, la differenza fra leasing operativo e leasing finanziario. a), = VAN = 20.. = b), = 0, VAN = = , 5 ) 5 + i ) ( + i. 0. = i( ( + i ) Per i = 6% VAN=-5,5 e per i = % VAN=5.,45 5, 5 Per cui: i = 6 + = 6, 09% e TAEG = 0609 = 9, 4% 5., , 5 4. Tizio stipula un contratto di leasing relativo ad un macchinario il cui costo è di 0. alle seguenti condizioni: a) pagamento alla stipula del contratto di una somma pari a n. 6 canoni; b) pagamento di 0 canoni mensili posticipati: gli ultimi 6 canoni sono di importo pari a quello dei primi 4 aumentato del 5%; c) valore di riscatto: % del costo del macchinario. Sapendo che il tasso annuo d interesse applicato è del 6,05%, calcolare l ammontare dei canoni di leasing. i = 605, = 25% 0.=6A+A(P/A,.25,4)+5A(P/A,.25,6)(P/F,.25,4)+900(P/F,.25,0) 29.0=6A+,04A+9645A da cui A=9, e A = La Beta SpA deve sostituire un macchinario. Il costo di acquisto è pari a 50. e sono previste due possibilità di pagamento. La prima consiste in un contratto di leasing che prevede il versamento immediato di., il pagamento di canoni bimestrali posticipati pari a. ciascuno, un prezzo di riscatto pari a 20.. La seconda possibilità consiste nell acquisto in contanti del macchinario attraverso l accensione di un prestito pari a 0. da rimborsare in rate trimestrali posticipate pari a ciascuna. Determinare l alternativa economicamente più conveniente considerando un MARR del % annuo. Calcolare inoltre il TAN e il TAEG del leasing. a) Leasing: i = 6, 9% 6 = 9, = , b) Prestito: i4 = 4, = 2, % 0, = , c) TAEG leasing: 50.=.+.(P/A, i 6,)+20.(P/F, i 6,) Per i 6 =4% VAN=9.4, e Per i 6 =5% VAN=-.4,4

8 9. 4, i6 = 4 + = 4, 5%. 4, , TAN=4,5 6=2,5% e TAEG= =2,% 50. Un prestito di.00 è rimborsabile dopo un anno ed è previsto (sempre sul debito iniziale) il pagamento mensile posticipato degli interessi al tasso dell % annuo. Subito dopo il pagamento dell interesse relativo al quinto mese, il prestito viene ceduto per.600. Calcolare il tasso annuo di interesse applicato a quest ultima operazione finanziaria. i = 0 = 0064 I = =2,9. 00 ( + i ).600=.00(P/F,i,)+2,9(P/A,i,)= , 9 = 0 ( + i ) i( + i ) Per i =% 06 Per i =25% -49, 6, Per cui i = + 25 = 046% e i = 46, = % 49, 6, 5. Una rendita è costituita da 5 rate bimestrali, ciascuna di 0. Il suo valore attuale, calcolato un bimestre prima della scadenza della prima rata, è uguale al valore attuale di una rendita biennale, calcolato 6 anni prima della scadenza della prima rata al tasso annuo del %, costituita da rate, ciascuna di.400. Calcolare a quale tasso annuo è stato calcolato il valore attuale della prima rendita. Tasso biennale=0 2 -=4,5% 0(P/A,i 6,5)=.400(P/A,4.5,)(P/F,,4) 45, 0( P / A,i6, 5) =. 400 da cui (P/A,i 6,5)= , 45, , 2 i6 = 5, + 5 = 65% e i= =2%, E stato concesso un prestito P con l impegno che il rimborso avvenga mediante il pagamento di rate annue costanti posticipate, ciascuna di.6,. Determinare l importo del prestito e il tasso sapendo che la quota capitale relativa al primo anno è di.94. Quota interessi:.6,-.94=.5.5=ip e P=.6,(P/A,i,).5=i.6,(P/A,i,).5/.6,= i(p/a,i,) 445=-(+i) - (+i) - =554 (+i) =05 da cui i=5,5% 55, P =. 6, , = La Gamma SpA deve valutare la convenienza economica fra due alternative di investimento della durata di 5 anni. Il progetto A genera flussi di cassa annui pari a 200. grazie a un impianto del costo di 556., con un valore di recupero di 56.. Il progetto B genera 500. all anno, comporta un esborso iniziale di.66. e consente di recuperare 0. al termine del progetto. Considerando un MARR del 4%, calcolare il VAN, il TIR e il periodo di recupero e commentare i risultati. VAN A : (P/A,4,5)+56.(P/F,4,5)=59.06 VAN B : (P/A,4,5)+0.00(P/F,4,5)= TIR A : (P/A,i,5)+56.(P/F,i,5)=0 da cui i 25% TIR B : (P/A,i,5)+0.00(P/F,i,5)=0 da cui i 20% PR A : anni e PR B : 4 anni 54. La Ditta Alfa è di proprietà di un imprenditore che ha apportato un capitale finanziario di 200. disinvestendo da obbligazioni con un tasso di rendimento del % annuo. L imprenditore amministra personalmente l azienda, rinunciando ad un impiego come manager in un impresa concorrente che offre uno stipendio annuo di 40.. A quanto ammonta il costoopportunità annuo delle risorse apportate dall imprenditore? = Fulano, allievo ingegnere, deve acquistare un nuovo personal computer. Si trova davanti a due scelte. La prima prevede di acquistare un personal computer del costo di 2.500, e rappresenta un modello di medie prestazioni fra quelli presenti sul mercato. La seconda opzione è quella di acquistare un PC di fascia alta, del costo di 5. che prevede, inoltre, un contratto di manutenzione di 0 l anno. Supponendo che la vita utile del PC di fascia media sia di 2 anni, di quanti anni deve essere quella del PC di maggiori prestazioni per rendere equivalenti dal punto di vista del costo le due scelte? Si utilizzi un MARR del %. EA=2.500(A/P,,2)=.2, EA2=5.(A/P,,n)+0.2,=5.(A/P,,n)+0 (A/P,,n)=25654

9 n = 4 + = 4, 5 Quindi 4 anni e nove mesi Un debito di 40. contratto 6 anni fa doveva essere ammortizzato in 20 anni al tasso annuo del %. Oggi, dopo il versamento della sesta rata, il debitore conviene con il creditore di versare in futuro rate di importo doppio rispetto a quella inizialmente stabilita. Determinare dopo quanti anni terminerà l ammortamento del prestito (si arrotondi per eccesso il numero delle rate e si ricalcoli la nuova rata da versare). 40.(A/P,0)=4.00 P 6 =4.00(P/A,4)=4.62, =4.62,5(A/P,n) (A/P,n)=249 essendo 4<n<5 approssimando per eccesso avremo: A =4.62,5(A/P,5)=9. 5. Una società finanziaria offre un finanziamento pari alla somma S e chiede una rata mensile posticipata di. se la durata della rateazione è mesi. Un finanziamento concesso alle stesse condizioni (importo, cadenza delle rate e tasso) ma con durata doppia, comporta una riduzione di rata del 45%. Determinare il tasso annuo effettivo che la finanziaria adotta e calcolare l importo della somma S..(P/A,i,)=550(P/A,i,24) quindi.(p/a,i,)-550(p/a,i,24)=0 Per i=5% VAN=-9,22 mentre Per i=2% VAN=2,55 9,22 i = = 69 e i = 069 = 22,2% 2,55 + 9,22 e quindi S=.9,5 5. La Beta SpA deve scegliere tra due alternative di investimento. Il primo prevede un costo iniziale di 9., costi di gestione annui pari a 0. e valore residuo di Il secondo prevede un costo iniziale di 95., costi di gestione pari a 49. e valore residuo di 2.. Considerando una vita utile degli investimenti pari a anni, determinare l alternativa più conveniente al variare del MARR. VAN (2-) =-9.+2.(P/A,i,)+.200(P/F,i,)=0 da cui TIR=,4% Se i<,4% è più conveniente il secondo investimento; se i>,4% conviene il primo. 59. Tizio contrae un prestito di 40. al cui rimborso deve provvedere mediante pagamento di 6 rate semestrali posticipate al TAN del % convertibile semestralmente. L importo delle rate è variabile nel senso che le prime 20 sono di importo uguale a R mentre le successive 6 vengono aumentate del 20%. Determinare l importo delle rate. Subito dopo il pagamento della 24^ rata, Tizio chiede di sospendere il pagamento della 25^, 26^ e 2^ rata per riprendere i versamenti a partire dalla rata dovuta in 2 (inclusa). La sospensione viene concessa alle seguenti condizioni: il debito residuo al momento della sospensione viene capitalizzato al tasso del 6% semestrale e la nuova rata costante viene calcolata in base allo stesso tasso del 6% semestrale. 40.=A(P/A,5,20)+A 2 (P/A,5,6)(P/F,5,20) A=2.0,6 e A =2.64, DR 24 =2.64,(P/A,5,)=24.50 A =24.50(F/P,6,)(A/P,6,9)=4.29,5 60. La Beta SpA necessita di un finanziamento di A tale scopo emette un prestito obbligazionario alle seguenti condizioni: valore nominale di ciascuna obbligazione 5 ; prezzo di emissione 4, ; rimborso a 5,25 ; tasso di interesse annuo,25%; durata 5 anni. Tenendo conto che la Beta SpA deve sostenere spese di emissione per 40., determinare il numero delle obbligazioni emesse e il TAEG del prestito =960. valore di emissione dell intero prestito 960./4,=200. numero delle obbligazioni =.. valore nominale del prestito ,25=.050. valore di rimborso del prestito (P/A,i,5)-.050.(P/F,i,5)=0 da cui i=9,44% 6. Tizio concede in prestito per anni la somma di., convenendo il rimborso mediante ammortamento progressivo al tasso dell % annuo. Subito dopo il pagamento della terza rata, il debitore Caio ottiene di riscattare il prestito pagando la somma di. quale prezzo complessivo del riscatto. Determinare a quale tasso è stata effettuata la valutazione del prestito. Tizio quindi versa la somma incassata come anticipo per l acquisto di una vettura che costa 5. convenendo il pagamento dell ulteriore somma attraverso 6 rate quadrimestrali costanti posticipate al TAN del 9% convertibile quadrimestralmente. Calcolare la rata..(a/p,,)=.40.=.40(p/a,i,5) da cui i=,2% A=.(A/P,,6)=.46, 9

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti)

Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti) Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti) Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi. Mutuante o creditore = chi concede il

Dettagli

CREDITO AI CONSUMATORI

CREDITO AI CONSUMATORI CREDITO AI CONSUMATORI DOMANDE E RISPOSTE con la collaborazione scientifica di 1 L utente di queste FAQ è inteso essere il consumatore medio, con una competenza finanziaria ridotta (molto spesso aggravata

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA Per un proficuo approccio alla problematica presa in esame si propone, qui di

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante:

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante: Regolamento delle fatture di acquisto. Quando paghiamo una fattura di acquisto il nostro patrimonio netto non subisce variazione dal punto di vista quantitativo, ma solo qualitativo. Se paghiamo in contante

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

La polizza Capital 5 con Bonus

La polizza Capital 5 con Bonus Risparmio & Sicurezza La polizza Capital 5 con Bonus Codice F001001 - Edizione dicembre 2014 Contratto di assicurazione sulla vita a capitale differito, con premio annuo costante e capitale rivalutabile

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Cosa e' la percentuale e come si calcola

Cosa e' la percentuale e come si calcola Cosa e' la percentuale e come si calcola La percentuale e' un calcolo molto semplice che permette di valutare la forza di un evento questo simbolo % si legge percento. il 20% di 90 si calcola cosi 20/100*90

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Soc. Coop. Piazza Roma, 17-25016 - GHEDI (BS) Tel. : 03090441 - Fax: 0309058501 Email:

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato VALORE 2.0 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione.

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione. INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Pag. 1/13 INFORMAZIONI SULLA BANCA Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Banca di Credito Popolare Società Cooperativa per Azioni Gruppo Bancario Banca di Credito Popolare Corso Vittorio Emanuele

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli