i vantaggi del knowledge management in azienda Autore: Lorenzo Cavalli Copyright 2000 LibriShop

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.librishop.it i vantaggi del knowledge management in azienda Autore: Lorenzo Cavalli Copyright 2000 LibriShop"

Transcript

1 i vantaggi del knowledge management in azienda

2 ince ince i vantaggi del Knowledge Management: introduzione i i vantaggi vantaggi del del interni interni all azienda all azienda i i vantaggi vantaggi del del esterni esterni all azienda all azienda una ricerca sui progetti knowledge management

3 Introduzione il knowledge management è un attività che tocca l impresa nel suo complesso e perciò i vantaggi che ne derivano sono riscontrabili in tutte le aree dell attività d impresa e sono trasversali ad esse nel senso che gli effetti un progetto non si limitano ad una singola area aziendale ma si estendono all intera impresa in ultima analisi i progetti consentono la sopravvivenza dell azienda in un contesto fortemente competitivo, il mantenimento e la creazione nuovi vantaggi competitivi e l incremento della redtività d impresa. ai fini espositivi definiamo i vantaggi in relazione all ambiente interno e all ambiente esterno, concentrandoci sugli elementi dell impresa che più beneficiano delle knowledge management all interno dell impresa i vantaggi dovuti alle knowledge management si riferiscono principalmente a: risorse umane: capacità e competenze degli invidui e dei gruppi ai processi aziendali : progettazione e sviluppo prodotti, R&S, total quality management, processi marketing, processi decisionali, business and stategic planning, re-engeeniring process, ecc. all esterno dell impresa il knowledge management consente ottenere vantaggi considerevoli in relazione ai rapporti con: i clienti i fornitori i partners potenziali (acquisizione Know-how)

4 I vantaggi interni ed esterni all impresa vantaggi esterni vantaggi interni clienti e CRM business partners KNOWLEDGE MANAGEMENT risorse umane progettazione e sviluppo e TQM ricerca e sviluppo fornitori e SCM decision making, business & strategic planning marketing e venta

5 Vantaggi sulle risorse umane molte sono le Km che influiscono sulla resa e sullo svolgimento dell attività delle persone all interno dell impresa. consideriamo alcune delle principali relative alla cultura aziendale, allo sviluppo delle competenze e della conoscenza e all implementazione una struttura tecnologica basata sulla conoscenza ed i vantaggi che derivano le le sulla sulla cultura cultura aziendale aziendale i i risultati risultati sulle sulle risorse risorse umane umane la promozione della cultura aziendale orientata al cambiamento, alla collaborazione, alla comunicazione, alla motivazione e alla fiducia reciproca programmi incentivazione allo sviluppo e convisione delle competenze soft quali lo stile, i valori, la cultura e delle capacità emotive quali la fiducia, la motivazione, lo spirito gruppo, l attitune alla collaborazione e l empatia delle singole persone incremento dello spirito appartenenza aumento del livello motivazione e coinvolgimento sviluppo della collaborazione, della fiducia reciproca e del problem solving interiorizzazione delle esperienze e dell identità organizzativa qualità e velocità dei processi comunicativi e decision making incremento della capacità gestione dei processi cambiamento coornamento dei gruppi lavoro più fluido

6 I vantaggi sulle risorse umane le le sullo sullo sviluppo sviluppo delle delle competenze competenze e e della della conoscenza conoscenza programmi incentivazione alla creazione e allo scambio conoscenza personale programmi sviluppo dei modelli interscambio ed interazione tra le persone (person to person, person to group, person to process, person to technology) programmi apprenmento e adeguamento professionali per sviluppare le competenze professionali inviduali e gruppo i sistemi valutazione, riconoscimento e incentivazione per la convisione della conoscenza i i risultati risultati sulle sulle risorse risorse umane umane migliore gestione del personale riduzione della perta conoscenza conseguente al turnover inviduazione delle best practice e minori interventi supporto e supervisione stimolo all innovazione e alla crescita riduzione dei tempi e dei costi training e migliori processi adeguamento professionale miglior coornamento dei gruppi lavoro maggior flessibilità e rapità risposta a livello invidui e team maggior professionalità, motivazione e coinvolgimento all ottenimento dei risultati le le sulla sulla struttura struttura tecnologica tecnologica implementazione una infrastruttura Information Technology che supporti la raccolta, l archiviazione, la trasformazione e la comunicazione della conoscenza miglior utilizzo della tecnologia facile accesso ai dati, alle informazioni e alla conoscenza dell impresa processi comunicativi e decision making migliori e più informati

7 Il caso Xerox la Xerox una delle società pionieri del knowledge management, ha sviluppato una struttura Km sofisticata. tra i vari interventi l impresa ha creato un un movimento interno col fine ffondere la responsabilità per la convisione della conoscenza Our Knowledge Sharing Initiative Awareness Session has six Awareness Session has six modules modules Introduction Introduction Value Value Approach Approach Tools Tools Sharing the Sharing the Message Message Call to Action Call to Action X Teams, Teamwork Day, X Teams, Teamwork Day, President s Award - President s Award - refocus selection refocus selection criteria to include use criteria to include use & re-use of ideas & re-use of ideas Knowledge Sharing Knowledge Sharing Principles posted Principles posted Gateway to Knowledge Gateway to Knowledge Sharing booklet Sharing booklet published published Knowledge Work Led by Our senior Team Led by Our senior Team (Lighthouse Projects) (Lighthouse Projects) Governance Governance Strategy Committee Process Strategy Committee Process Intellectual Properties Intellectual Properties Global Accounts Global Accounts Management Management Our Internal Movement Use Knowledge Use Knowledge Sharing Tools Sharing Tools Further Further Collaboration Collaboration Streamline Streamline Processes Processes Corporate Web Sites Corporate Web Sites Refocused Refocused Knowledge Universe Knowledge Universe Knowledge Sharing Knowledge Sharing Network database Network database Rick Thoman on-line Rick Thoman on-line FAQs, Chats, FAQs, Chats, Speeches Speeches Knowledge Horizon Knowledge Horizon Send strong Send strong Corporate Corporate message message Further Further Collaboratio Collaboratio n n lavoro in un ambiente in cui la convisione della conoscenza caratterizza il modo lavorare. la convisione della conoscenza è una funzione modellata dai senior manager dell organizzazione. nella nostra organizzazione agli impiegati è riconosciuto un incentivo per lo scambio conoscenza. capisco il valore della conoscenza in quanto è correlata con la strategia business Xeroz.

8 I vantaggi sui processi aziendali le attività del Knowledge Management relative alla raccolta, alla sistematizzazione e alla convisione delle informazioni e della conoscenza all interno e tra delle verse funzioni aziendali e le incentivazione alla collaborazione e l interazione degli invidui consentono ottenere considerevoli vantaggi su una serie attività e processi aziendali interni processi aziendali esempi attività i vantaggi attività R&S progettazione e sviluppo prodotti/servizi total quality management marketing e venta formalizzazione e trasferimento della conoscenza tra le funzioni marketing, produzione, R&S, ecc. best practice e lesson learned programmi formazione infrastruttura IT riduzione degli errori e dei tempi sviluppo dei prodotti prodotti innovativi riduzione dei time to market e del grado successo dei prodotti/servizi miglioramento della qualità processi decisionali business e strategic planning re-engeeniring process sviluppo delle capacità professionali degli invidui e dei gruppi best practice e strategic comunities programmi formazione infrastruttura IT maggior sponibilità informazioni e conoscenza in tempo reale maggiori capacità cognitive dei lavoratori e maggior coinvolgimento nelle decisioni operative miglior conoscenza dei punti deboli e dei fattori critici successo riduzione dei costi e dei tempi implementazione nuove soluzioni

9 Il trasferimento della conoscenza in Chrysler l impresa automobilistica Chrysler ha raccolto in un database tutte le informazioni rilevanti e le esperienze maturate nella produzione dei propri prodotti e le ha messe a sposizione dei team sviluppo dei prodotti gruppi lavoro club club tecnologici tecnologici Jeep Cherokee carrozzeria carrozzeria chassis chassis Plymouth Prowler ingegneria ingegneria elettronica elettronica motoristica motoristica Chrysler 300 M interni interni ricerca ricerca & sviluppo sviluppo Dodge Pickup Truck il risultato: il tempo design è stato ridotto da 50 mesi a 39 mesi

10 il processo decisionale e il le attività knowledge management favoriscono l efficienza e l efficacia del processo decisionale attraverso la messa a sposizione dati, informazioni e conoscenza rilevanti e attraverso un incremento delle capacità decisionali degli invidui e del sistema investimenti IT l mole dati, informazioni e conoscenza compless ità del processo decisiona le capacità scelta l necessità capacità cognitive necessità gestione della conoscenza organizzativa necessità stribuzione della conoscenza addestrament o ai sistemi intelligenti l gestione della conoscenza organizzativa processo creazione del sistema knowledge e del portale knowledge l

11 il business e strategic planning e il le attività knowledge management consentono una formulazione strategica più vicina alle esigenza del business. questo risultato viene ottenuto meante l integrazione delle varie competenze, informazioni e conoscenza presenti nell ambiente riferimento interno ed esterno dell impresa politiche ed obiettivi BUSINESS & STRATEGIC PLANNING strategie e tattiche architettura knowledge management CONOSCENZA E INFORMAZIONI DI BUSINESS PROCESSI DI BUSINESS la conoscenza dei prodotti/servizi la conoscenza dei mercati e dei competitor l elaborazione dei dati e delle informazioni la conoscenza e le competenze inviduali i versi processi interni business i clienti i fornitori il mercato

12 introduzione i vantaggi del interni all azienda i vantaggi del esterni all azienda i vantaggi del Km esterni all impresa i clienti alcune esperienze i fornitori gli accor partnership, le acquisizioni e le fusioni un riassunto dei vantaggi del una ricerca sui progetti knowledge management

13 i vantaggi del esterni all impresa il knowledge management consente incrementare il valore delle relazioni con i clienti e i fornitori integrando le varie aree aziendali e la conoscenza presente in esse e supportando i sistemi SCM e i sistemi CRM. un efficiente gestione della conoscenza consente inviduare situazioni eccesso o carenza conoscenza che possono portare ad acquisizioni, fusioni o accor partnership CREAZION E DELLA CONOSCE NZA LOGISTICS SOURCING SCOPERTA DELLA CONOSCEN ZA SALES MARKETING fornitori SCM CRM clienti PROCURMENT DISTRIBUTION ACQUISIZIO NE DI CONOSCENZ A DISTRIBUZ IONE DELLA CONOSCEN ZA GESTION E DELLE RELAZIO NI CALL CENTRE il supply chain management è il sistema per la gestione integrata del prodotto o servizio e delle relazioni con i fornitori, i subfornitori, gli uffici interni, gli intermeari, i stributori e il cliente finale business partners il customer relation management è il sistema per la gestione integrata del prodotto o servizio e delle relazioni i clienti, le funzioni interne e marketing e venta e le funzioni contatto con il cliente

14 i clienti il knowledge management consente alle imprese sfruttare la conoscenza interna ed esterna per stabilire relazioni durature e proficue con i clienti, scoprire nuovi clienti e mercati e, quin, mantenere e creare un vantaggio competitivo sostenibile alcune alcune i i risultati risultati sulla sulla gestione gestione della della clientela clientela raccolta, organizzazione ed elaborazione dei dati, delle informazioni e della conoscenza sui consumatori acquisisti e potenziali e creazione dei profili consumo raccolta informazioni dai consumatori e dalla rete venta (database e datawarehouse) analisi dei mercati e dei trend consumo e venta sistemi customer relation management (CRM) le tecniche customer satisfaction siti internet e e-commerce business to consumer (B2C) miglior comprensione dei comportamenti d acquisto miglior sodsfazione delle dei bisogni e delle esigenze dei clienti l inviduazione puntuale dei target clientela consolidamento della clientela e apertura nuove nicchie mercato miglior grado successo dei prodotti/servizi maggiore conoscenza, comprensione e confronto con i mercati ed i concorrenti migliore comprensione dei trend attraverso l utilizzo della memoria storica riduzione dei time to market dei prodotti/servizi migliore capacità innovare e sviluppare prodotti richiesti dal mercato

15 alcune esperienze molte esperienze hanno mostrato che una relazione fiducia con il cliente è essenziale la catena supermercati Safeway ha iniziato a raccogliere i profili acquisto dei clienti all inizio degli anni 80. dopo aver inviduato circa clienti, la safeway ha messo a sposizione dei clienti: uno speciale palmare che consente ornare prodotti per telefono o per internet e farseli recapitare a casa un servizio pre-raccolta e insacchettamento dei prodotti la possibilità acquistare con uno speciale coce a barre che permette evitare le casse Fruit of the Loom ha creato un sito internet e-commerce business to business (B2B), per aiutare gli intermeari a prendere orni dai propri clienti e che consente agli intermeari e ai clienti ornare le magliette o altro materiale personalizzabile GENERAL ELECTRIC la General Electric dal 1982 raccoglie le lamentele dei clienti in un database che supporta gli operatori telefonici che rispondono alle chiamate dei clienti. In questo database sono state inserite circa un milione e mezzo potenziali problemi con le relative soluzioni. l abilità un orgqanizzazione imparare e trasferire rapidamente ciò che impara in azione, rappresenta l estremo vantaggio competitivo. Jack Welch, Chairman, General Electric

16 i fornitori il knowledge management consente alle imprese sfruttare la conoscenza interna ed esterna per stabilire relazioni efficienti con i fornitori, per migliorare il rapporto e la qualità della fornitura e per scoprire nuovi canali approvvigionamento e sbocco alcune alcune i i risultati risultati sulla sulla gestione gestione dei dei fornitori fornitori raccolta, organizzazione ed elaborazione dei dati, delle informazioni e della conoscenza della funzione produzione ed acquisti raccolta informazioni sui fornitori attuali e potenziali e dai buyer sistemi supply chain management (SCM) siti internet e e-commerce business to business (B2C) e marketplace riduzione dei costi produzione (minori errori e scarti produzione) migliore qualità e produttività nella logistica miglior gestione degli stock riduzione dei tempi e dei costi approvvigionamento maggiore conoscenza delle fornitori e più potere contrattuale riduzione dei time to market dei prodotti/servizi acquisizione know-how e possibili accor partnership Avevamo effettivamente bisogno gestire meglio le relazioni con i clienti. queste relazioni creano delle informazioni valore che, alla fine, ci hanno permesso migliorare sia le relazioni con i fornitori e sia quelle con i clienti. queste informazioni unite con la tecnologia permettono creare l infrastruttura in grado rivoluzionare i modelli trazionali business delle più gran imprese. Michael Dell, Chairman, Dell Computer

17 gli accor partnership, acquisizioni e fusioni attraverso la mappartura della conoscenza dell impresa e il confronto con il livello conoscenza necessario o presente sul mercato (benchmarking) si può inviduare una situazione eccedenza know-how oppure una sistuazione carenza conoscneza. in contesti competitivi namici, l accesso a particolari forme conoscenza costituisce un vantaggio competitivo. la necessità o l eccedenza conoscenza costituisce, quin, il campo fertile per possibili accor partnership, acquisizioni o fusioni alcune alcune la mappatura della conoscenza interna ed esterna il benchmarking della conoscenza i i risultati risultati sul sul know-how know-how e e partnership partnership inviduazione dei gap conoscenza inviduazione possibili acquisizioni, fusioni o accor partnership per l acquisizione nuovo know-how l IBM ha una ben sviluppata politica alleanze con le più gran imprese che sviluppano software applicativi nei campi del ERP, Supply chain management, customer relation management, e-business, produttori database e datawarehouse. questo permette a IBM, da un lato, fornire un servizio completo e a 360 ai propri clienti e, dall altro lato, assicurarsi particolare scoperte innovative

18 un riassunto dei vantaggi del attività interni vantaggi interme prodotti e servizi clienti e mercato vantaggi finali programmi incentivazio ne al cambiament o, alla motivazione, alla creazione e scambio conoscenza personale trasferimento della conoscenza ad elevato valore ai praticanti e al personale più persone e professioni sti abili, colti e motivati all utilizzo della conoscenz a migliore utilizzo della tecnologia e miglior interiorizza zione delle esperienze riduzione dei costi e degli errori operativi migliore abilità nella comprension e dei problemi e bisogni dei consumatori prodotti e servizi più corrisponden ti alle esigenze dei consumatori migliore qualità dei prodotti e servizi aumenta il valore dei beni e servizi per il consumatore aumenta la sodsfazion e dei clienti aumenta la domanda (gli orni) per i beni e servizi la redtivi tà d impres a la sopravviv enza dell impr esa implementaz ione infrastrutture IT basate sulla conoscenza maggior velocità decisionale e d azione e pianificazi one della produzione maggior velocità risposta e stribuzione dei prodotti e servizi maggiore penetrazione del mercato

19 introduzione i i vantaggi vantaggi del del interni interni all azienda all azienda i i vantaggi vantaggi del del esterni esterni all azienda all azienda una ricerca sui progetti knowledge management la ricerca alcune incazioni importanti

20 Una ricerca spesso i responsabili dell impresa o delle funzioni aziendali si chiedono qual è l impatto delle attività knowledge management sul business dell impresa. si sente spesso chiedere: il knowledge management rappresenta effettivamente una opportunità per migliorare il business o è solo l ennesima moda?. una ricerca svolta negli Stati Uniti consente dare una prima risposta a questa domanda. la ricerca ha analizzato un campione 93 applicazioni knowledge management in 83 imprese e ha concluso che: più dei 2/3 dei progetti ad elevato impatto si concentrano nelle aree della produzione, dello sviluppo dei prodotti e del servizio alla clientela venta 5% tipo progetto knowledge management obiettivi primari dei progetti raccolta informazioni esterne incremento della collaborazione 25% sviluppo delle best practice 45% fonte: Teltech resource network corp. sviluppo delle esperienze 5% offerta prodott i e servizi 15% sistemi e flussi informativi 5% 5% aree sviluppo del knowledge management stribuzione dei progetti per area produzion e* 30% sviluppo prodotti 25% custom er service 15% * attività stribuzione prodotti e servizi fonte: Teltech resource network corp. pianificazi one strategica 5% impresa globale 5% processi venta 5% project mmanagem ent5% capitale intellett uale 5% gli obiettivi primari dei progetti vengono compresi negli obiettivi business che si riferiscono per il 45% all incremento del redto, per il 35% alla riduzione dei costi, per il 10% al miglioramento del servizio alla clientela, per il 6% alla qualità e per il 4% alla refinizione dei processi interni

21 Alcune incazioni importanti la ricerca ha consentito, inoltre, evidenziare aspetti comuni interessanti per lo sviluppo delle attività il non è solo uno strumento per la riduzione dei costi, infatti il principale obiettivo dei progetti è quello sviluppare l utilizzo delle best practice che consentono aumentare il redto. queste pratiche, infatti, aiutano le imprese a inviduare il valore nascosto dei loro progetti knowledge management e rappresentano il primo passo un progetto Km efficiente ed efficace il 42% dei progetti analizzati non utilizzano il termine knowledge management e ciò perché il progetto deriva e viene denominato in base ad una esigenza operativa del business. una volta analizzato il progetto, tuttavia, la risposta a questa esigenza derivava dalla gestione della conoscenza. l esempio tipico è quello dei progetti nell industria farmaceutica americana per la riduzione del tempo approvazione dei prodotti della Federal Drug Administation. questi progetti sono nati con l intento ridurre il time to market dei prodotti e hanno trovato soluzione nell utilizzo della memoria storica nel processo sviluppo dei nuovi prodotti il 76% dei progetti sono legati a obiettivi ben definiti e ad un chiaro piano strategico. la logica facciamo e veamo cosa succede non costituisce un buon approccio al knowledge management. il è uno strumento per raggiungere un fine ed è perciò un processo applicabile in base a ben definiti obiettivi business strategy

22 Alcune incazioni importanti i progetti a più elevato impatto utilizzano il metodo del storehouse e del contatto retto per organizzare e trasferire la conoscenza. lo storehouse model consiste nell archiviazione delle informazioni in un database a cui è possibile accede quando si ha bisogno una informazione. questo metodo ha una percentuale successo del 32%. il metodo del contatto retto consiste nell incontro (fisico, telefonico, ecc.) tra il ricercatore dell informazione o della conoscenza e colui che possiede quel tipo informazione o conoscenza. tutti i progetti a più elevato impatto hanno organizzato il contenuto della conoscenza. questo significa che la sponibilità conoscenza formalizzata ed organizzata rappresenta la base per lo sviluppo dei progetti in quanto consente subito vedere il passo successivo ossia il trasferimento della conoscenza. le persone sanno dove reperire l informazione che cercano e utilizzandola comprendono conseguenza avere accesso a una base conoscenza valore l 84% dei progetti a più elevato impatto hanno investito ingenti somme nella creazione e nel mantenimento del contenuto della conoscenza. questo processo è stato svolto da due tipi figure: persone con capacità estrazione, organizzazione e gestione dei contenuti esperti delle verse materie che decidono cosa considerare come contenuto il 74% dei progetti a più elevato impatto è stato supportato da notevoli sforzi del management per stimolare il cambiamento. sono stati promossi programmi addestramento all uso e al riconoscimento del valore delle nuove applicazioni e programmi incentivazione. in tutte queste imprese si è capito il ruolo fondamentale delle risorse umane nell implementazione dei progetti knowledge management. quando crei una base conoscenza per una specifica comunità persone, i membri devono capire che è stato fatto per loro

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson Le Tecnologie della Relationship Management e l interazione con le funzioni ed i processi aziendali Angelo Caruso, 2001 Relationship Management Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

La Business Intelligence

La Business Intelligence Parte 1 La Business Intelligence Capitolo 1 Cos è la Business Intelligence 1.1 Il sistema informativo aziendale Sempre la pratica dev essere edificata sopra la buona teorica. Leonardo da Vinci Le attività,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Cos è la Businèss Intèlligèncè

Cos è la Businèss Intèlligèncè Cos è la Businèss Intèlligèncè di Alessandro Rezzani Il sistema informativo aziendale... 2 Definizione di Business Intelligence... 6 Il valore della Business Intelligence... 7 La percezione della Business

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Sistemi ERP e i sistemi di BI

Sistemi ERP e i sistemi di BI Sistemi ERP e i sistemi di BI 1 Concetti Preliminari Cos è un ERP: In prima approssimazione: la strumento, rappresentato da uno o più applicazioni SW in grado di raccogliere e organizzare le informazioni

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della GENOVA 2015-2030 UNA FINESTRA SUL FUTURO Ricerca tipo Delphi a cura della Sezione Terziario di Confindustria Genova Coordinamento della ricerca Sergio Di Paolo PERCHÉ IL FUTURO Immaginare il futuro aiuta

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli