Marketing & Private Banking

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marketing & Private Banking"

Transcript

1 Marketing & Private Banking Antonello Di Mascio Responsabile Marketing Intesa Private Banking Fonti: Marketing e Private Banking, Antonello Di Mascio-Theo Delia Russell Egea Milano 2004 Wealth Management, Antonello Di Mascio-Theo Delia-Russell, Il Sole 24, Milano 2002 Investire con l analisi fondamentale, Antonello Di Mascio, Egea, Milano

2 Agenda Mercato Private Evoluzione settore asset management Evoluzione del marketing nel private banking Il modello di Intesa Private Banking Value Proposition IPB 2

3 Agenda Mercato Private Evoluzione settore asset management Evoluzione del marketing nel private banking Il modello di Intesa Private Banking Value Proposition IPB 3

4 HNWI: distribuzione geografica Fonte CapGemini Merrill Lynch 35,0 30,0 25,0 Ricchezza ($ Tril.) 28,5 26,7 30,8 9,0 8,0 7,0 6,0 HNWI Popolazione (mln) 7,7 7,2 8,3 20,0 5,0 15,0 4,0 10,0 3,0 2,0 5,0 1,0 0, Europa Nord America Asia America Latina Medio Oriente Africa 0, Europa Nord America Asia America Latina Medio Oriente Africa 4

5 HNWI: distribuzione geografica Fonte CapGemini Merrill Lynch 100% Ricchezza ($ Tril.) 100% HNWI Popolazione (mln) 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Europa Nord America Asia America Latina Medio Oriente Africa 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Europa Nord America Asia America Latina Medio Oriente Africa 5

6 HNWI: Tassi di crescita nel Fonte Cap Gemini Merrill Lynch 30% Ricchezza 20% HNWI Popolazione 25% 28,9% 20% 17,3% 15% 13,7% 15% 10% 10,2% 8,5% 7,9% 10% 9,7% 8,2% 6,3% 9,5% 5% 4,1% 5% 3,7% 0% 0% Europa Asia Medio Oriente Nord America America Latina Africa Europa Asia Medio Oriente Nord America America Latina Africa 6

7 HNWI Tassi di crescita della popolazione Fonte CapGemini Merrill Lynch 30% 25% 20% 22,4% 21,6% 18,8% Singapore Hong Kong India Sud Korea Gran Bretagna Sud Africa Australia Emirati Arabi Stati Uniti Spagna 15% 14,8% 14,6% 12,3% 10,5% 9,9% 8,9% 8,7% 10% 5% 0% Popolazion e 2004 x

8 Stime ricchezza ed asset allocation Fonte CapGemini Merrill Lynch Asset Allocation HNWI 100,0% 90,0% 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% Azioni Obbligazioni Cash - Depositi Immobiliare Investimenti Alternativi 8

9 Stima mercato private italiano fonte AIPB Considerando la soglia patrimoniale di 500 mila euro, definita dalla AIPB, il mercato private complessivo italiano è stimato pari a 783 mld di euro. Il tasso di crescita della ricchezza totale è stato dell 8% dal 2003 al Il 25,9% della ricchezza potenziale private è in Lombardia, rispetto al 10% circa del Lazio 9

10 Stima mercato private italiano fonte AIPB > 50 mln 44 mld 1 5 mln 5 10 mln mln 90 mld 52 mld 331 mld Mercato private secondo Intesa Private Banking =517 mld 0,5-1 mln 266 mld Mercato per AIPB =783 mld 10

11 Stima mercato private italiano fonte AIPB Ricchezza Finanziaria HNWI In Italia -Mldeuro) % AUM operatori specializzati -Mldeuro) +19% mld di euro di ricchezza private, pari al 31% (25% nel 2003) del totale stimato, sono serviti con modelli dedicati sia all interno delle banche commerciali sia con veicoli specializzati Cresce la quota servita con modelli dedicati o specializzati

12 Competitors nel mercato private italiano Banche Universali Banca stand alone n Unicredit PB n Banca Aletti (Pop.Verona e Novara) Struttura interna dedicata n San Paolo IMI nmps ncredem nbnl nbpu Banca sinergica: Banca Intesa Presidio del Territorio Sviluppo di servizi integrati con filiali, Filiali, centri Centri imprese Imprese e centri e Centri corporate Corporate Banca Focalizzata con modello integrato Presidio della Relazione Qualità del servizio con offerta specializzata Operatori di nicchia Operatori internazionali n Banca Leonardo nmeliorbanca n Banca Profilo n Deutsche Bank nubs n Citigroup n Banca Esperia n Investitori SGR n Banca Ifigest n Schroders n Crédit Suisse n Morgan Stanley n Kairos n Nextam Partners n Julius Baer n Rotschild nabn n n Merrill Lynch Pictet Reti di PF con strutture PB n Banca Fideuram n Banca Euromobiliare n Banca Xelion Operatori non finanziari n Family Office n Multi Family Office n n Studi Professionali Società di consulenza 12

13 Principali competitors per soglie di ingresso nel private e AUM (mld di euro): alcuni esempi (Fonte AIPB, stampa) Soglia 0,5 mln di euro Banca Bsi Italia Banca Euromobiliare Banca Passadore BPM Sim private Bank Credit Suisse Italia UBS Italia Unicredito PB Banca Intermobiliare Deutche Bank Monte Paschi Credito Emiliano BPU Soglia 1 mln di euro Intesa Private Banking Banca Aletti Banca Esperia Banca Paribas BNL Banca Lombarda Banco di Brescia San Paolo IMI Banca di Roma (0,75 mln) Totale CRF Banca Commerciale Totale Banca specializza 13

14 Competizione ed opportunità 15 mln 5 mln 1 mln Competizione Internazionale Private Bank Gruppi Private Bank Ind. Banche commerciali Divisione specializzate Private Bank di Gruppi Private Bank Indipendenti Sim ed Altri Il terreno di scontro è rappresentato soprattutto dalle prime fasce patrimoniali. La pressione competitiva rende quindi urgente una azione di difesa della Clientela private captive ed una azione di attacco verso le altre banche retail oggi fonte di opportunità IPB svolge questo ruolo essendo presente su tutte le fasce patrimoniali 14

15 Punti di attenzione: la pressione competitiva Negli ultimi anni sono entrate sul mercato sia banche estere (UBS, Credit Suisse, BSI) sia banche italiane dedicate al mercato private (per esempio Banca Aletti, Banca Esperia, Unicredit PB, Intermobiliare) aggredendo proprio la clientela private servita ancora dalla banche commerciali A loro volta le banche italiane hanno reagito costituendo strutture organizzative dedicate (San Paolo, Mps, BPU, Banca Roma, BNL, Friuladria, Pop. Crema) o addirittura anche specializzate (Intesa, Unicredito, Aletti) La pressione competitiva è duplice: sui Clienti Private ed Upper Premium e sulle Risorse Umane Commerciali dei segmenti premium e private 15

16 Rischi ed opportunità della multibancarizzione Occorre spostare l attenzione dal concetto di soglia di accesso a quello di potenziale del Cliente multibancarizzato La tendenza in atto da parte della Clientela private è una riduzione dei propri interlocutori finanziari: maggiore complessità del mercato correlazione positiva tra le asset class prodotti con soglia minima elevata prodotti multimanager E ragionevole stimare che la quota della ricchezza all interno delle banche commerciali sia più facilmente attaccabile dalle banche specializzate Questo fenomeno è spesso sottostimato perchè esistono: clienti private non identificabili oggettivamente (con più di 1 mln complessivo ma suddiviso tra più banche) la concentrazione degli asset a maggior valore aggiunto negli interlocutori specializzati con limitato trasferimento di masse 16

17 La nuova arena del private banking Forza competitiva Competitor tradizionali Asset Manager Nuovi Competitor Dedicati Nuovi Competitor Diversificati IFP PPB Family Office WMB LF DGB SC CA AMAI Banche Tradizionali AMT DGB = Divisioni Grandi Banche PPB = Pure Private Bank WMB = Wealth Management Bank SC = Società Di Consulenza AMT = Asset Manager Tradizionali FO = Family Office AMAI = Asset Manager Alternative Investment LF = Legal Firm BT = Banche Tradizionali CA = Compagnie Assicurative 17

18 Agenda Mercato Private Evoluzione settore asset management Evoluzione del marketing nel private banking Il modello di Intesa Private Banking Value Proposition IPB 18

19 Il mercato del risparmio gestito in Italia: alcune riflessioni Industria Mercato troppo affollato Fase di consolidamento Polarizzazione: boutique verso fabbrica Pricing Pressione sui margini Introduzione crescente di comm. Di performance Maggiore richiesta di trasparenza verso i risparmiatori Innovazione Pricing funzione della capacità di innovare L innovazione risiede nella capacità di gestire il rischio Lo stile di investimento è un fattore critico di successo Profilo di rischio Complessivamente il profilo di rischio è prudente Il ruolo degli hedge fund e dei flessibili è marginale Fondi specializzati e settoriali sono ancora marginali Risparmiatori Il gestito rappresenta il 36% degli attivi totali delle famiglie E ancora marginale il peso dei fondi previdenziali Il 20% degli OICR è all interno di altri veicoli Contesto Mercati più efficienti Risparmiatore più esigente Innovazioni normative ed attenzione alla Governance 19

20 Patrimonio degli investitori istituzionali OICR Totali 585,4 556,1 504,5 560,6 586,0 Var. % -5,0% -9,3% 11,1% 4,5% OICR ex OICR 577,8 546,0 495,3 547,6 566,3 Var. % -5,5% -9,3% 10,6% 3,4% Gestioni Patrimoniali 392,1 410,4 401,7 418,1 448,6 Var. % 4,7% -2,1% 4,1% 7,3% Gestioni Patr. Ex OICR 185,6 218,8 240,3 250,9 275,3 Var. % 17,9% 9,8% 4,4% 9,7% Assicurazioni 166,9 196,1 228,2 272,1 312,7 Var. % 17,5% 16,4% 19,2% 14,9% Assicurazioni ex OICR 141,1 160,9 188,2 220,3 256,0 Var. % 14,0% 16,9% 17,1% 16,2% Fondi Pensione 77,8 60,4 58,0 52,0 53,1 Var. % -22,3% -4,0% -10,3% 2,1% Fondi Pensione ex OICR 75,00 58,00 56,00 47,60 48,10 Var. % -22,7% -3,4% -15,0% 1,1% Totale Netto 979,5 983,7 979, , ,7 Totale Lordo 1.222, , , , ,4 Netto/Lordo 80,1% 80,4% 82,2% 81,9% 81,8% Attività Famiglie 2.773, , , , ,0 Totale Netto/Att. Famig 35,3% 35,8% 35,1% 36,6% 36,2% 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Le gestioni sembrano essere stabili pur esprimendo una incidenza modesta. I fondi pensione sono assolutamente marginali OICR Netti Assicurazioni Nette Gestioni Patr. Nette F.di Pensione Netti Fonte Assogestioni 20

21 Risparmio Gestito in Italia - dati in mld. di euro al set , ,0 100% 900,0 90% 800,0 80% 700,0 70% 600,0 60% 500,0 50% 400,0 40% 300,0 30% 200,0 20% 100,0 10% 0,0 gen- 05 feb- 05 mar- 05 apr- 05 mag- 05 giu- 05 lug- 05 ago- 05 set- 05 0% gen- 05 fe b- 05 mar- 05 apr- 05 m ag- 05 giu- 05 lu g - 05 ago- 05 set- 05 Altre Gestioni GP Assicurativi GP Previdenziali GPM Retail Fonte Assogestioni GPF Retail OICR Chiusi OICR APerti Azionari Bilanciati Obbligazionari Monetari Flessibili Hedge Altri 21

22 Fondi di diritto italiano ed estero promossi da intermediari italiani: prudenza e rischi degli investitori Azionari 134,9 23,36% Bilanciati 44,6 7,72% Obbligazionari 271,7 47,03% Fondi Liquidità Prudenza 88,7 15,35% Flessibili 18,9 3,27% Hegde 18,9 3,27% Totale 577,7 100,00% Fondi Azionari Azionari Italia 17,9 13,29% Azionari Area Euro 5,8 4,28% Azionari Europa Rischi 39,1 28,98% Azionari America 21,0 15,58% Azionari Pacifico 15,1 11,22% Azionari Emergenti 7,4 5,48% Azionari Paese 2,1 1,56% Azionari Internazionali 15,8 11,69% Settoriali 10,7 7,93% Totale Azionari 134,9 100,00% Fondi Obbligazionari Obbligazionari Euro BT 99,1 36,46% Altri 172,7 63,54% Totale Obbligazionari 271,7 100,00% Azionari Bilanciati Obbligazionari Fondi Liquidità Flessibili Hegde Fonte Assogestioni, dati al set

23 Hedge fund e gestioni patrimoniali sul gestito Fonte Assogestioni 3,50% 18,5% 3,00% 2,50% Hedge/OICR Aperti scala sinistra Gestioni Patr./Totale Gestito scala destra 18,0% 2,00% 17,5% 1,50% 1,00% 0,50% 0,00% Le gestioni rappresentano solo il 18% del gestito Hedge/Totale Gestito scala sinistra Il limite di investimento rende ancora limitato il peso degli hedge fund. Considerando che sono presenti sul mercato fondi hedge misti, il peso delle strategie alternative risulta in realtà ancora più contenuto gen-05 feb-05 mar-05 apr-05 mag-05 giu-05 lug-05 ago-05 set-05 17,0% 16,5% 16,0% 23

24 Attività finanziarie delle famiglie dati al % 90% 80% Visione di breve termine? 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Francia Germania Spagna Italia UK Stati Uniti Altre attività Azioni e quote di f.di Obbligazioni Circolante e depositi Comprende le partecipazioni Comprende riserve tecniche e fondi pensione Fonte Bankit 24

25 L evoluzione dell attenzione e della focalizzazione Ipotesi di un patrimonio in dati % Titoli in amministrato (Bot, CCT) Fondi Generici Fondi Bilanciati Conti correnti Anni 80 Approccio destrutturato Finanza Innovativa Titoli in amministrato Prodotti assicurativi Fondi Specializzati Sicav Gestioni Patrimoniali Conti correnti Anni 90 Strategia di prodotto Prodotti Titoli con capitale garantito Azioni Obbligazioni Corporate e Paesi Emergenti Obbligazioni Governative Liquidità Anni Strategia dell asset class Prodotti e Asset Class Strategia di ottimizzazione Strategia di decorrelazione Strategia di protezione Strategia di Trading Futuro Stile di gestione del patrimonio 25

26 Evoluzione dei prodotti: l illusione del vantaggio competitivo Innovazione-Complessità Valore Strategico dell Informazione Fondi di Investimento Derivati Custodia Asset Management Sicav Unit e Index Linked Gestioni Patrimoniali Prodotti Strutturati Prodotti Specializzati IPO Hedge Fund Prvate Equity Finanza Innovativa Real Estate Open Architecture Prodotti Flessibili Prodotti Total Return REITS Fondi Etici ETF Fondi Passivi Stock Lending TRUST α verso β Consulenza Immobiliare Portfolio Management Prodotti di risparmio Raccolta Ordini Eccesso Informativo Anni 70 Prodotti Tradizionali Anni 80 Prodotti gestione semplici Anni 90 Prodotti Alto Valore complessi Prodotti Diversificazione Prodotti di Decorrelazione 26

27 Evoluzione dei prodotti: l illusione del vantaggio competitivo Crescita Mercato Prodotti Tradizionali Prodotti Innovativi Hedge Fund Advisory Servizi Gestione Informazioni Analisi opportunità ETF F.di Equity Flessibili Prodotti Attivi Prodotti Attivi Unit Strutturati Opzioni Stock Lending Veicoli Multi Style Gestione del rischio Generatori α Veicoli di trasmissione F.di specializzati Fondi Passivi F.di Bond Flessibili Index Real Estate Negoziazione Titoli Custodia Fondi generici Fondi bilanciati Margini & Valore Strategico 27

28 Dalla evoluzione comportamentale e strategica deriva un caos che porta ad un processo di polarizzazione IFP Cash Titoli CPPI Family Office Professional Firm Bond Sgr Bond strutturati Fondi flessibili Fiduciarie Equity Promotori Derivati Fondi passivi Compagnie Assicurative Fondi Private Real Estate Sim Fondi var Equity Banche Private Equity Index Fondi Bilanciati Fondi Immobiliari Gestioni Mobiliari Arte Agenti di cambio Unit Fondi di Fondi Commissionarie Strategia Fondi e Sicav Gestioni in fondi Fondi Specializzati ETF Corporate REIT Hedge Fund Polizze Ramo I 28

29 Dalla polarizzazione occorre rienfatizzare un approccio di complementarietà Polarizzazione sui prodotti Grandi Asset Manager Asset Manager indipendenti Advisory Profilazione Gestito ETF Produzione Fondi Captive α Amministrato Hedge Fund Distribuzione OPEN ARCHITECT URE β L advisor diviene una fonte di valore per il cliente Asset Allocation Stile di investimento Veicolo Risk Management 29

30 Agenda Mercato Private Evoluzione settore asset management Evoluzione del marketing nel private banking Il modello di Intesa Private Banking Value Proposition IPB 30

31 Evoluzione del marketing nel private banking Nuovo contesto di riferimento Il marketing private Segmentazione e portafogliazione Multibancarizzazione Value Proposition IPB 31

32 Evoluzione del marketing nel private banking Nuovo contesto di riferimento Il marketing private Segmentazione e portafogliazione Multibancarizzazione Principio di coerenza 32

33 Integrazione tra logistica e distribuzione Unico interlocutore Flessibilità operativa Costi su misura Affidabilità Trasparenza Sicurezza Professionalità 33

34 Il nuovo contesto di riferimento Indifferenziazione finanziaria Correlazione tra i mercati Continua innovazione finanziaria Eccesso informativo Eccesso di offerta di prodotti e servizi Muta drammaticamente la relazione tra Cliente ed Istituzione Finanziaria: la ricerca di fiducia prevale sulla ricerca della pura performance. Il pericolo maggiore per le private bank è all esterno del settore bancario. 34

35 Driver del cambiamento Fattori Macro Globalizzazione cicli economici correlati movimento dei capitali delocalizzazione produttiva flussi migratori terrorismo Economia dell informazione eccesso informativo volatilità dei mercati correlazione dei mercati democratizzazione della finanza Tecnologia internet telecomunicazioni metodi quantitativi e-learning operatività pagamenti elettronici Emotività & Hedge Fund Competizione & Democratizzazione del mercato finanziario Fattori Micro Sfera Individuale elevate aspettative di vita nuovi modelli di famiglia cicli familiari ritardati cicli lavorativi ritardati Sfera sociale maggiore mobilità elevato utilizzo tecnologia propensione alla comunicazione esposizione a rischi quotidiani minori certezze lavorative Sfera finanziaria maggiori informazioni maggiori opportunità molteplici sistemi pagamento multibancarizzazione maggiore propensione al rischio 35

36 Correlazione dei mercati finanziari internazionali Bolla speculativa titoli TMT Crisi asiatica Attentato di New York 11/9/ Mib30 Cac40 Dax30 Std. Poor's 50 gen-95 gen-96 gen-97 gen-98 gen-99 gen-00 gen-01 gen-02 gen-03 gen-04 36

37 Evoluzione del marketing nel private banking Nuovo contesto di riferimento Il marketing private Segmentazione e portafogliazione Multibancarizzazione Principio di coerenza 37

38 L evoluzione dell uomo Cliente Impatti su: settore immobiliare settore alimentare sistema pensionistico settore farmaceutico sistema sanitario L emozione è il nuovo driver del marketing nel settore finanziario quindi... Sfera Individuale elevate aspettative di vita nuovi modelli di famiglia cicli familiari ritardati cicli lavorativi ritardati Privacy Impatti su: settore trasporti settore comunicazioni sistema tecnologico settore assicurativo Sfera sociale maggiore mobilità elevato utilizzo tecnologia propensione alla comunicazione esposizione a rischi quotidiani minori certezze lavorative Sfera finanziaria maggiori informazioni maggiori opportunità molteplici sistemi pagamento multibancarizzazione maggiore propensione al rischio Impatti su: settore risparmio gestito settore editoriale e media sistema bancario settore finanziario 38

39 La relazione di lungo periodo: la partnership CLV A Settore generico Conquista Sviluppo Maturità Retention Generazione Inizio - Relazione - Fine FLV Wealth Management B 3 Generazione 2 Generazione 1 Generazione La strategia di relazione è finalizzata al passaggio dalla logica del Customer Lifetime Value a quella del Family Lifetime Value Inizio - Relazione 39 Continua

40 L evoluzione del marketing nel wealth management...muta il legame tra la strategia ed il cliente Le linee evolutive del Marketing: il caso del wealth management E il marketing one-to-one. Soddisfare qualsiasi esigenza del cliente con singoli prodotti. Siamo oltre il wealth management tradizionale: il Cliente viene servito per ciò che prova e per ciò di cui ha realmente bisogno. Uno a Tutti Tutto a Tutti Tutto a Uno Tutto a Pochi Il Giusto ai Giusti Vendere lo stesso prodotto al maggior numero di clienti in modo quasi indiscriminato in termini di prezzo o qualità. Vendere tutto al maggior numero dei clienti per sfruttare le sinergie di costo più che quelle di scopo dal punto di vista del cliente. Marketing elitario: offrire tutto pochi Clienti eletti. Siamo già nel wealth management, il Cliente assume un ruolo rilevante e di guida delle strategie. Il Cliente è seguito nel modo corretto in termini di servizi e prodotti. Soprattutto è seguito dal Private Banker a lui simile: si investe sulle affinità elettive. 40

41 Evoluzione del marketing nel private banking Nuovo contesto di riferimento Il marketing private Segmentazione e portafogliazione Multibancarizzazione Principio di coerenza 41

42 Tipologie di segmentazione di clientela private Personali & Familiari Età Sesso Salute Situazione Familiare Religione Alimentazione Lavorative Professione Ciclo Lavorativo Sicurezza nel lavoro Struttura Retributiva Stile di vita & Dimensione Sociale Edonista Understatement Fashion Victim Trandy Alternativo Complessità Variabili Età Età Avversione al rischio Ciclo Lavorativo Irrazionale Struttura caratteriale Razionale Ciclo Lavorativo Tempo Patrimoniali & Finanziarie Psicologia verso gli Investimenti Psicologia verso La ricchezza AUM Family office Ciclo Finanziario Tasso di risparmio Complessità Dimensione Stabilità flussi finanz. Asset finanziari Asset non finanziari Competenza finanz. Avversione al rischio Aspettative e bisogni Orientamento delega Obiettivi rendimento Stile di gestione Tipologia rendimento Orizzonte temporale relazione con denaro genesi della ricchezza stile di vita e finanza relazione lavoro e cultura relazione ricchezza, potere e gioco Stile investimento e ricchezza Team Wealth Planning Private Wealth Planning Upper Uffluent Family e Affluent-Retail Clienti 42

43 Tipologie di segmentazione dei private banker Personali Familiari Età Sesso Lavorative Modello di servizio Ruolo e responsabilità Autorevolezza Struttura Retributiva Livello culturale Attitudine comportamentale Stile di vita & Dimensione Sociale Edonista Understatement Fashion Victim Trandy Alternativo Attitudine 1 comportamental e 2 3 Ruolo e responsabilità Compiti e Competenza tecnica Calma Struttura caratteriale Ansia 4 Avversione al rischio Psicologia verso gli Investimenti Psicologia verso La ricchezza 5 Emotività & carattere Competenza finanziaria Avversione al rischio Stile di gestione/relazione Relazione con denaro Stile di vita e finanza 6 Stile di gestione 43

44 Portafogliazione della clientela: le affinità elettive Banker Autorevole Grande opportunità di sviluppo commerciale e di aumento del numero dei clienti Aumento di cross selling, share of wallet e referral Elevate probabilità di salvare la relazione Relazionale Scrupoloso Potenziali opportunità di sviluppo commerciale e di aumento del numero dei clienti Elevate opportunità di sviluppo commerciale e di aumento della share of wallet e di cross selling Buone possibilità di salvare la relazione Neutrale Si perdono opportunità di sviluppo commerciale e di aumento del numero dei clienti Si perdono opportunità di sviluppo commerciale e di cross selling o di miglioramento la share of wallet dei clienti Forte rischio di perdere il cliente e degli altri a lui legati Passivo Prospect Attuali 44 Attuali Da sviluppare Tipologia clientela A rischio

45 Evoluzione del marketing nel private banking Nuovo contesto di riferimento Il marketing private Segmentazione e portafogliazione Multibancarizzazione Principio di coerenza 45

46 Schema mentale del risparmiatore Mercato Benchmark Sudditan za al prezzo di carico Tattica Numero operazioni Gestito: Approccio analitico da controller Performance Valutazi one nominal e dei Bond Approccio sequenziale delle operazioni Commissioni negoziazione Commissioni Mercato Velocità operativa 46

47 Evoluzione del marketing nel private banking Nuovo contesto di riferimento Il marketing private Segmentazione e portafogliazione Multibancarizzazione Principio di coerenza 47

48 Dalla relazione alla partnership di lungo periodo Analisi in ottica famigliare/intergenerazionale e possibilmente estesa al patrimonio complessivamente detenuto dal cliente* Implementazione della strategia adottata Costante attenzione al controllo del rischio complessivo a cui è esposto il patrimonio del cliente: Risk management Analisi portafoglio corrente Analisi caratteristiche cliente Analisi bisogni cliente Analisi aspettative cliente Ingegneria patrimoniale O Wealth Planning Selezione strumenti, prodotti, servizi per creare portafoglio Costruzione portafoglio Post vendita/ monitoraggio customer satisfaction Reportistica integrata Selezione degli strumenti migliori per offrire la soluzione al cliente Ricerca della soluzione ottimale per il cliente e quindi verifica delle implicazioni finanziarie, legali e fiscali Verifica costante dei risultati ottenuti, del quadro normativo e della soddisfazione del cliente 48

49 Grado di aggiornamento sugli investimenti della famiglia Possessori di investimenti Possessori di fondi gen feb mar apr mag giu lug ago set gen feb mar apr mag giu lug ago set Si Informa Non si informa Non risponde Si Informa Non si informa Non risponde 49

50 A + Adeguatezza Asset Allocatiom - La coerenza degli strumenti utilizzati - E stato rispettato il profilo di rischio ma è stato realizzato con strumenti errati. Verificare le responsabilità per non perdere il cliente. Situazione critica con rischio di perdere il cliente: verificare le dissonanza in essere e le responsabilità Realizzazione della partnership Occorre ridefinire l asset allocation agendo sulle asset class e sugli stili di investimento per rispettare il profilo di rischio Correttezza MIX Prodotti Adeguatezza Strategia - + Valore Aggiunto Reale - - La strategia di investimento Soluzioni adottate corrette per il breve termine: occorre ripianificare il futuro Rischi di perdere i clienti: verificare la portafogliazione e ricercare nuove affinità elettive La banca accompagna il cliente nel lungo termine durante il suo ciclo di vita Orizzonte Temporale Strategia + I prodotti Errato utilizzo della leva prezzo: verificare la qualità dei banker e riportafogliare la clientela Prodotti standardizzati Posizionamento corretto - B Pericolo di perdita del cliente per movimenti di improvvisi di mercato: enfasi sul risk managament Posizionamento corretto Rischi di insoddisfazione dei clienti C Prezzi +

51 Dal prodotto allo stile di gestione: la coerenza Nel settore finanziario il principio guida nelle strategie di marketing diviene la ricerca della coerenza generale tra il percepito ed il ricevuto dal cliente. La logica di prodotto lascia spazio alla logica della strategia relazionale che si attua con la corretta portafogliazione della clientela sulla base di affinità elettive. Il rischio risiede nelle strategie di investimento e non tanto nelle semplici asset class: il gestire deve prevalere sul mantenere. La tecnologia consente di rispettare i principi di coerenza esposti attraverso un approccio pianificato degli investimenti e di superare la logica sequenziale del prodotto......ed entrare nella logica dello stile di gestione globale ossia della coerenza tra Banker-Strumento Utilizzato -Stile di Investimento- Cliente 51

52 Agenda Mercato Private Evoluzione settore asset management Evoluzione del marketing nel private banking Il modello di Intesa Private Banking Value Proposition IPB 52

53 Intesa Private Banking 53

54 Contesto competitivo nel mercato private Evoluzione della domanda: maggiore complessità dei mercati concentrazione nei conti sofisticazione dei clienti Evoluzione dell offerta: nuovi operatori specializzati le banche maggior/locali si organizzano abbassamanto soglia di accesso Impatto sul mercato aumento della quota di mercato delle strutture specializzate concentrazione della parte di portafoglio ad alto valore aggiunto su operatori specializzati La risposta del Gruppo Intesa IPB Banca specializzata ed integrata Valorizzazione delle sinergie 54

55 Scelta del modello organizzativo: Veicolo separato vs. Piena integrazione nel Gruppo Scelta modello organizzativo Dimensioni chiave per la scelta + Specializzaz ione Veicolo separato 1 Distintività del modello Private 2 Efficienza operativa Trade-off Piena Integrazione 3 Valorizzazione base clienti del Gruppo - Sinergie + 55

56 Scelta del modello organizzativo: pro e contro Vantaggi Svantaggi Veicolo separato Piena specializzazione: Risorse dedicate Supporti operativi dedicati Brand Focalizzazione management Motivazione e incentivi Minore efficienza operativa (potenziale duplicazione funzioni con Gruppo) Articolato meccanismo di valorizzazione di clienti captive Piena integrazione nel Gruppo Ridotto cost-to-serve Leva più agevole su base clienti captive Limitata specializzazione e focalizzazione delle risorse Rigidità nel perseguire strategie specifiche di segmento 56

57 Banca Intesa ha scelto un modello specializzato di Banca Private sinergica con il Gruppo Principali caratteristiche Una Banca Private specializzata e Specializzazione e focus delle risorse Struttura organizzativa snella Gestione commerciale dedicata Attenzione e riservatezza ai clienti Flessibilità/velocità di gestione del business Attrazione nuove risorse Cultura forte e omogenea + sinergica con il Gruppo Intesa Collaborazione tra Centri Private, Filiali Retail e Centri Imprese, per la gestione di: Clienti comuni (Private- Imprenditore) Livello di servizio al Private erogato dalle Filiali Passaggio di clienti 57

58 Banca Private offrirà una gamma prodotti/servizi integrata Banca Private Private Banker per tutte le esigenze di investimento Il cliente: Ha un c/c di servizio presso Banca Private Può svolgere attività transazionali presso i Centri Private Servizi di investimento (Gestioni ed Amministrato) Servizi transazionali (es: conto corrente) Banca Intesa Il cliente può mantenere il conto corrente che ha presso Intesa, ed i servizi connessi (es: bancomat, carte di credito) 58

59 Struttura del Marketing 59

60 Organigramma IPB CdA Strutture di Direzione Comitato di Gestione Comitato Crediti Amministratore Delegato & Direttore Generale Controlllo Interno Internal Audit(*) Comitato Prodotti Comitato Broker (*) in service da Capogruppo Risk Management Condirettore Generale Amministrz. e Controllo RR.UU. e Affari Legali Sviluppo Organ. Processi e Logistica Servizi applicativi e operativi Sviluppo e Coordinam. s Commerciale Coordinamento Comm. Società Fiduciarie Crediti Marketing Investimenti Servizi applicativi Servizi operativi Aree Territoriali Strutture di Rete Centri Private 60

61 Area Marketing: struttura organizzativa Condirettore Generale Marketing Sviluppo prodotti (finanziari e bancari) Analisi di mercato e CRM Comunicazione ed Eventi Wealth Management (prodotti e servizi non finanziari) Area marketing: mission Definire e sviluppare il portafoglio prodotti e servizi per la clientela Provvedere all analisi delle esigenze finanziare della clientela attuale e potenziale e ad un costante monitoraggio dell evoluzione del mercato di riferimento Definire e coordinare le attività di comunicazione interne ed esterne 61

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Advisory Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 1 2 3 Il trend del risparmio gestito prima e dopo la crisi finanziaria

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi Survey Risultati INDICE Pagina 1 Prefazione... 4 2 Premessa... 6 3 Informazioni generali...7 3.1 3.2 3.3 3.4 4 7 8 11 12 Organizzazione della funzione

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance SALARY SURVEY 2015 Banking & Insurance Banking & Insurance Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it Banking & Insurance Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Indagine conoscitiva sulla gestione del risparmio da parte dei Fondi pensione e Casse professionali, con riferimento agli investimenti mobiliari e immobiliari,

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT Breve ritratto «Focalizzazione, continuità, prospettiva globale e l opportunità per i clienti di coinvestire con la proprietaria e i collaboratori ci hanno aiutato a sviluppare ulteriormente la nostra

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Salary Survey 2012 - Banking 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page, quale leader nella ricerca e selezione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

PROGETTO di Michele Silvio Grifasi

PROGETTO di Michele Silvio Grifasi PROGETTO di Michele Silvio Grifasi Attività e Produttiva in Viareggi 1) - Denominazione Societaria: I B V " " 2) - Investimenti a Reddito su Patrimoni Immobiliari: Ricerca Agenti Immobiliari "Collaboratori"

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Newsletter Marzo 2015

Newsletter Marzo 2015 Newsletter Marzo 2015 Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) Editoriale Teseo al Salone del Risparmio nel segno dell innovazione educational di Sonia Ceramicola e Piero Davini,

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli