La gestione documentale e il ruolo del printing: opportunità e vantaggi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La gestione documentale e il ruolo del printing: opportunità e vantaggi"

Transcript

1 La gestione documentale e il ruolo del printing: opportunità e vantaggi La gestione documentale e il ruolo del printing: opportunità e vantaggi Realizzato da NetConsulting per HP Imaging & Printing Group

2 La gestione documentale e il ruolo del printing: opportunità e vantaggi Realizzato da NetConsulting per HP Imaging & Printing Group 18 Dicembre NetConsulting - 1 -

3 INDICE 1 Introduzione Obiettivi e metodologia dello studio Executive Summary Il ruolo dell IT nell attuale contesto di mercato Lo scenario economico attuale e la domanda di IT Le priorità delle aziende e dei loro Sistemi Informativi Gli sprechi e le inefficienze legate all utilizzo del cartaceo L attenzione all ambiente e le strategie di Green IT Le iniziative green nella Pubblica Amministrazione Le criticità e i costi nella gestione tradizionale dei flussi documentali Le criticità e i costi della gestione dell ambiente di stampa Le criticità e i costi della gestione tradizionale dei flussi documentali I driver della gestione documentale Le soluzioni innovative di printing e di gestione dei documenti: la vision e l approccio di HP Imaging & Printing Group La strategia di HP per l innovazione dei processi di printing La proposta di HP IPG I casi di successo di HP IPG L impatto di soluzioni innovative di printing e gestione documentale sul business I risparmi ottenibili attraverso l innovazione dei processi di stampa I risultati in termini di maggior rispetto dell ambiente I vantaggi in termini di sicurezza e compliance I vantaggi in termini di adempimento alle normative che abilitano flussi documentali digitali I vantaggi di una gestione dei flussi documentali in digitale Un approccio corretto al printing e alla gestione dei documenti Un approccio corretto alla gestione documentale: approccio per processi L impatto della digitalizzazione dei processi documentali sul sistema Paese Il risparmio da ottimizzazione dei processi di printing sul sistema Paese Il risparmio da digitalizzazione dei flussi documentali per il sistema Paese L impatto della digitalizzazione dei documenti sull ambiente NetConsulting - 2 -

4 INDICE DELLE FIGURE Fig. 1 Gli obiettivi dello studio Fig. 2 L andamento del PIL nei principali Paesi ( ) Fig. 3 Le priorità delle aziende per far fronte alla crisi Fig. 4 Le misure adottate dalle aziende in Italia Fig. 5 Le dieci priorità dei CIO per il Fig. 6 L uso del cartaceo nelle aziende europee Fig. 7 Gli obiettivi dello sviluppo sostenibile dei Sistemi Informativi Fig. 8 Presenza di Piani per la riduzione del consumo energetico Fig. 9 Le dieci regole per il risparmio della carta negli uffici pubblici Fig. 10 Le criticità nella gestione dei processi di stampa Fig. 11 I costi della gestione dei processi di stampa nei diversi settori Fig. 12 Le esigenze di gestione dei documenti nei diversi processi Fig. 13 I costi delle inefficienze nella gestione dei documenti Fig. 14 I costi della gestione tradizionale dei documenti nella Pubblica Amministrazione Fig. 15 I driver della gestione documentale Fig. 16 La vision di HP per l innovazione dei processi di printing Fig. 17 L offerta di HP e i vantaggi per le aziende Fig. 18 I risparmi derivanti dall ottimizzazione dei processi di stampa Fig. 19 L impatto ambientale la riduzione dei volumi di stampa e dei costi energetici Fig. 20 Principali normative con impatto su sicurezza dati e informazioni Fig. 21 Principali normative per la gestione elettronica dei documenti Fig. 22 I vantaggi della fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva nei processi amministrativi Fig. 23 I requisiti del patrimonio informativo Fig. 24 I nuovi strumenti di collaborazione Fig. 25 Il processo di gestione documentale Fig. 26 I processi più critici per gestione dei flussi documentali nei diversi settori Fig. 27 Un approccio integrato alla gestione dei documenti Fig. 28 La realizzazione di un progetto di gestione documentale Fig. 29 La riduzione dei volumi di stampa per singolo dipendente nei diversi settori Fig. 30 Il risparmio per il sistema Paese da gestione innovativa del printing Fig. 31 I risparmi da gestione documentale digitale per il Sistema Paese Fig. 32 L impatto ambientale della digitalizzazione dei flussi documentali NetConsulting - 3 -

5 1 Introduzione La crisi economica e quella finanziaria stanno avendo un impatto considerevole su qualunque tipologia di business e gestione aziendale. Rappresentano un forte driver per individuare ed eliminare inefficienze in passato spesso trascurate, seppur espressione di sprechi che si traducevano in costi ingiustificati, calo della produttività dei singoli, freni alla normale ed efficiente gestione dei processi. In una situazione economica e congiunturale in cui i comportamenti delle aziende sono orientati alla realizzazione di investimenti effettivamente necessari e al contenimento dei budget, l innovazione ICT può rappresentare uno strumento di recupero di efficienza e di contenimento dei costi, oltre che di evoluzione del business, obiettivi strettamente correlati: una maggiore efficienza dei processi libera risorse che possono essere impiegate nell evoluzione del business. Le aziende, quanto più di elevate dimensioni, non rinunciano ad innovare e ad investire in IT, lo fanno cercando l innovazione meno costosa, più accessibile, più utile per il business, i cui benefici siano facilmente misurabili e sfruttabili. Tra le aree che hanno generato inefficienze, in passato, vi sono sicuramente i processi di stampa. Questi ultimi, se inseriti in una più ampia dimensione di gestione dei flussi documentali in azienda, possono rappresentare un area di recupero di efficienza e uno strumento per migliorare la gestione dei processi documentali critici, un area su cui l azienda può agire per mettere in pratica un approccio orientato ad un maggior rispetto dell ambiente. Nonostante i vantaggi dell eliminazione dei documenti cartacei, nelle organizzazioni pubbliche come nelle realtà private, siano rilevanti, un contesto economico che rinunci totalmente al cartaceo è difficilmente ipotizzabile. Di conseguenza, investire sull ottimizzazione e l innovazione dei processi di stampa non significa rinunciare alla dematerializzazione, ma creare condizioni che rendano più agevole il passaggio a documenti in formato elettronico. Investimenti rivolti all innovazione degli ambienti di stampa, quindi, sono complementari, più che in antitesi, a investimenti di dematerializzazione dei flussi documentali NetConsulting - 4 -

6 Talvolta, l ottimizzazione dei processi di printing può rappresentare un azione di partenza, meno invasiva e a costi più contenuti, per intraprendere una strategia più generale di razionalizzazione e ottimizzazione della gestione documentale e dei processi. Perchè un percorso di ottimizzazione dei processi di printing e di gestione dei flussi documentali sia realizzabile e soddisfi aspettative di efficientamento e supporto all evoluzione del business (crescita, differenziazione rispetto alla competition), è necessario che vi sia consapevolezza dei costi di una gestione inefficiente dei flussi documentali, oltre che conoscenza delle misure approccio, comportamento, tecnologia - che si possono intraprendere per: recuperare efficienza e migliorare l operatività aziendale già nel breve periodo migliorare la capacità competitiva in una visione di più lungo termine. 1.1 Obiettivi e metodologia dello studio Obiettivo di questo lavoro, realizzato da NetConsulting per HP IPG, vuole essere quello di: diffondere consapevolezza sui reali costi dei processi di stampa e di gestione dei documenti, del loro impatto sulle singole realtà aziendali e sul sistema Paese dare visibilità dei percorsi e delle soluzioni che consentono di migliorare, a partire dai processi di stampa, la gestione dei documenti e l efficienza dei processi aziendali dare visibilità dei vantaggi, per la singola azienda, di soluzioni innovative di gestione dei documenti in termini di costi, sicurezza dei flussi di informazioni, miglioramento della produttività dei singoli, compliance, creazione delle condizioni per un più agevole rispetto dell ambiente proiettare sul sistema Paese l impatto quantificato sulle singole realtà aziendali, sia a livello di costi che di sostenibilità ambientale. In definitiva, quello che si vorrà dimostrare è che la conoscenza, il monitoraggio e l innovazione della stampa - punti cruciali della strategia proposta da HP IPG - intesa come una delle prime fasi del ciclo di vita del documento, può confluire in un più ampio discorso di digitalizzazione dei flussi documentali, incrementandone i ritorni economici e non solo (Fig. 1) 2009 NetConsulting - 5 -

7 Fig. 1 Gli obiettivi dello studio Conoscenza Controllo Innovazione Acquisizione Stampa/ Produzione Distribuzione/ condivisione Ciclo di vita del documento Archiviazione Produttività Efficienza Compliance Accelerazione flussi di lavoro Ambiente Costi Security Fonte: NetConsulting Il lavoro è stato realizzato attraverso: assessment con referenti di HP IPG, per focalizzare l offerta e la value proposition di HP assessment su case history HP IPG documenti interni ad HP IPG dati e informazioni provenienti da varie fonti (NetConsulting, Istat, Gartner, All Associate Group, EnergyStar, ecc.) utilizzate essenzialmente per descrivere scenari attuali ed evolutivi, oltre che come base di partenza per analisi di impatto su singole realtà aziendali e sul Sistema Paese NetConsulting - 6 -

8 2 Executive Summary La situazione congiunturale ha portato le aziende di tutti i settori a rivedere le proprie strategie e i propri piani secondo logiche di ottimizzazione, maggiore efficienza, riduzione dei costi. Di conseguenza, per i Sistemi Informativi, diventano prioritari interventi volti a recuperare efficienza, ridurre i costi operativi e migliorare la produttività; oltre che il supporto alle linee di business nel riposizionare eventualmente l azienda sul mercato, nell adempiere a vincoli normativi, nel contribuire ad un maggior rispetto dell ambiente. La gestione dei documenti rappresenta sicuramente una leva strategica nel perseguire tutte le priorità citate: è spesso fonte di sprechi e inefficienze negli uffici italiani, si stampano ogni anno 240 miliardi di pagine (Fonte: Ceris-CNR, 2007), di cui il 20% stampate per errore. La riduzione di questi sprechi contribuisce ad una maggior tutela dell ambiente crescono in misura considerevole i volumi di informazioni destrutturate, a seguito di processi di comunicazione e collaborazione sempre più guidati da logiche 2.0 la protezione dei documenti e delle informazioni determina la capacità dell azienda di essere compliant alle diverse normative, a partire da quelle che disciplinano la tutela della privacy flussi documentali più fluidi, in tutti i processi aziendali, velocizzano il processo decisionale e la capacità dell azienda di adattarsi ad un contesto di mercato in continua evoluzione. I Sistemi Informativi delle diverse realtà aziendali, in tutto il mondo, sono consapevoli che, attraverso l ottimizzazione dei flussi di documenti possano contribuire al rispetto ambientale: riduzione delle stampe e dei consumi energetici sono obiettivi prioritari di strategie di sviluppo sostenibile. Strategie green oriented si stanno diffondendo in tutti i settori, non ultima la Pubblica Amministrazione, anche in attuazione di interventi comunitari rientranti nella Strategia Europea per lo Sviluppo Sostenibile. Perchè un percorso di ottimizzazione dei flussi documentali sia realizzabile e soddisfi aspettative di efficientamento e supporto all evoluzione del business, è necessario che vi sia consapevolezza delle criticità e dei costi di una gestione tradizionale dei flussi documentali NetConsulting - 7 -

9 Agire sulle criticità dei flussi documentali vuol dire, infatti, ridurre una serie di costi nascosti che spesso impattano negativamente sui livelli di efficienza aziendale. Basti considerare che: i costi di printing, in media, incidono sul fatturato aziendale per il 6,1% e rappresentano il 10% del costo totale della gestione documentale ogni documento viene duplicato dalle 9 alle 11 volte generando un costo di circa 18 Euro un documento su 20 viene perduto e il 3% dei documenti viene archiviato non correttamente, generando un costo di recupero del singolo documento pari a 120 Euro vengono sprecati ogni anno diversi milioni di Euro per pagine stampate e cestinate. Le soluzioni oggi presenti sul mercato abilitano percorsi innovativi nella gestione dei documenti lungo tutto il loro ciclo di vita acquisizione, distribuzione/condivisione, archiviazione -. Nell ambito della gestione degli ambienti di stampa, fornitori IT come HP si stanno sempre più focalizzando sull offerta di un servizio completo. Alla base della strategia di HP IPG vi è la considerazione dell ambiente di stampa come un contesto multidimensionale e organico che il fornitore tende a gestire in toto offrendo: servizi di ottimizzazione e razionalizzazione, soluzioni, dispositivi di stampa tecnologicamente avanzati, materiali di consumo e assistenza tecnica. Si tratta di offerte strutturate nell ottica di supportare le aziende nel perseguimento di quattro obiettivi di fondo: ottimizzazione, riduzione dei costi, miglioramento dei flussi di lavoro, riduzione dell impatto ambientale delle proprie attività, attraverso un minor consumo energetico e una maggiore attenzione al riciclo di materiale di stampa consumabile. L impatto di percorsi innovativi nella gestione dei documenti è notevole, sia a livello di singola azienda, sia sul sistema Paese, su più fronti. La singola azienda, a seguito di interventi di innovazione dei processi di stampa, ha l opportunità di usufruire di vantaggi stimabili in: un risparmio di costi e recupero di risorse IT interne una riduzione dei volumi di stampa del 30% una riduzione dei costi energetici del 46% un risparmio complessivo sui costi di gestione delle attività di stampa del 40% un maggior livello di security del patrimonio informativo aziendale un supporto nel recepire normative che impongono o comunque stimolano interventi di dematerializzazione dei flussi documentali NetConsulting - 8 -

10 Vantaggi ancora più consistenti possono derivare da interventi di dematerializzazione di interi processi: la fatturazione elettronica può generare risparmi del 50-60% (circa 4 Euro su singola fattura attiva, 9 euro su fattura passiva) il ricorso alla Posta Elettronica Certificata in sostituzione della raccomandata cartacea, piuttosto che l adozione del cedolino elettronico, in sostituzione di quello cartaceo, possono generare un risparmio del 90% circa. Quale può essere, quindi, un possibile percorso che dia maggiori opportunità in termini di raggiungimento dei vantaggi descritti? Seppur sia difficile definire un percorso di innovazione che si adatti a qualunque realtà aziendale, in generale come nella gestione dei documenti, è possibile comunque definire degli aspetti/accorgimenti da non trascurare. E necessario che vi sia consapevolezza, da parte dell azienda, che un progetto di gestione documentale debba partire dall analisi dei processi, da quelli più critici per tipologia o volumi di documenti gestiti, che vengano garantiti i requisiti fondamentali di flussi di dati e informazioni integrità, disponibilità, riservatezza, che si effettuino interventi di re-engineering dei processi onde evitare di adattare flussi informativi a processi di per sé poco efficienti, che vengano rispettate policy di security e create le condizioni per l introduzione di strumenti di dematerializzazione quali firma digitale, PEC, conservazione sostitutiva. Alla luce di queste considerazioni, è evidente come un miglioramento della gestione documentale guidata da obiettivi di ottimizzazione dei processi, riduzione dei costi, compliance, maggior rispetto dell ambiente, non si basi solo sulle infrastrutture, seppur presentino determinate caratteristiche affidabili, performanti, green oriented, cost saving -, ma impatta in maniera determinante sui processi e le persone che questi gestiscono. Sulle persone, in particolare, potranno essere richiesti interventi di change management finalizzati ad allineare il loro approccio e il loro comportamento agli obiettivi che l azienda vorrà perseguire. Approcciare progetti di gestione documentale in quest ottica vuol dire contribuire al raggiungimento di vantaggi che a livello di sistema Paese si traducono in: un risparmio di circa 2 miliardi di Euro relativi a progetti di innovazione degli ambienti di stampa una riduzione del 46% dei consumi energetici imputabili ad attività di stampa 2009 NetConsulting - 9 -

11 un risparmio di più di 16 miliardi di Euro derivante dall introduzione di Posta Elettronica Certificata, fatturazione elettronica, cedolino elettronico negli enti pubblici, trasmissione telematica di certificati tra enti pubblici almeno 48 miliardi di pagine stampate in meno, corrispondenti a 4 milioni di alberi salvati e 830 mila tonnellate di emissioni di CO 2 in meno ogni anno NetConsulting

12 3 Il ruolo dell IT nell attuale contesto di mercato 3.1 Lo scenario economico attuale e la domanda di IT Il contesto economico nel quale le imprese si trovano ad operare è profondamente influenzato dai riflessi della crisi finanziaria che ha colpito in maniera più o meno forte tutti i Paesi e dalla crescente incertezza sulle prospettive future. Le previsioni macroeconomiche dei principali istituti mondiali per il biennio indicano una crescita negativa per il 2009 in tutti i maggiori Paesi, in particolare in Giappone, Germania e Italia. Nel nostro Paese, se da un lato le stime del PIL 2009 sono fortemente negative (-5,1%), quelle per il 2010 sono state invece riviste al rialzo (+1%), testimoniando l inizio di una leggera ripresa dell economia, seppur lenta e graduale (Fig. 2). Fig. 2 L andamento del PIL nei principali Paesi ( ) Mondo USA Giappone Zona Euro Germania UK Francia Italia 2,5% 1,7% 3.1% 1.5% 0,8% 1.7% 0.3% 0.3% 0.9% 0.9% 1% * 0,2% 0,4% -1.1% -1,4% -2.7% -0,3% -0,6% -2.4% -0,1% -2,6% -5.4% -4.2% -4,8% -5.3% -4.4% -4,2% -3,0% -5.1% -5,1% -6,0% -6,2% 2009E 2010E Revisioni 2009 ad ottobre Revisioni 2010 ad ottobre Fonte: World Economic Outlook FMI, Luglio 2009 e revisioni Ottobre 2009 *Centro Studi Confindustria, 19 Ottobre NetConsulting

13 La situazione di crisi e incertezza ha indotto le imprese ad adottare politiche di riduzione dei costi e di annullamento di piani di investimento già programmati. In questa situazione, i budget destinati alla spesa e agli investimenti in IT hanno subito forti contrazioni: secondo le ultime previsioni, il mercato IT in Italia subirà nel 2009 un rallentamento del 7,4% rispetto al 2008 (Fonte: Assinform/NetConsulting 2009). 3.2 Le priorità delle aziende e dei loro Sistemi Informativi Le aziende stanno mettendo in atto strategie che, da una parte, evidenziano la necessità di recuperare efficienza, dall altra, l intenzione di riposizionarsi sul mercato rivedendo il proprio modello di business e la propria offerta. Infatti, se la riduzione dei costi operativi si presenta come l esigenza più sentita dalle aziende, a livello internazionale, un ruolo comunque significativo viene attribuito ad altre leve di miglioramento dell efficienza aziendale come interventi di natura organizzativa (ristrutturazioni) volti sia a contenere i costi che a migliorare la produttività, allo sviluppo di nuovi prodotti o servizi, ad interventi che rendano l azienda più pronta e più veloce nel rispondere ad un contesto di mercato in continua evoluzione (Fig. 3). Fig. 3 Le priorità delle aziende per far fronte alla crisi Riduzione dei costi operativi 45% Maggiore flessibilità e rapidità nel rispondere ai cambiamenti del contesto economico Sviluppo di nuovi prodotti/servizi 30% 30% Ristrutturazione aziendale per ridurre i costi/aumentare la produttività Pianificazione strategica di lungo periodo 26% 26% Fonte: McKinsey Global Economic Conditions Survey results, Settembre NetConsulting

14 Le esigenze e le azioni intraprese non mutano passando dal contesto internazionale a quello nazionale: le aziende stanno agendo sia sul fronte della razionalizzazione dei processi, sia sul miglioramento delle relazioni con i clienti, anche attraverso un miglioramento dei servizi post vendita, ovvero attraverso iniziative finalizzate a mantenere il più possibile stabile una base clienti caratterizzata da consumi spesso in calo (Fig. 4). Fig. 4 Le misure adottate dalle aziende in Italia Ottimizzazione/ Automazione processi 76,2% 85,7% Riduzione / monitoraggio costi 52,4% 59,1% Miglioramento relazioni con i clienti Governance Supporto vendita/ Post vendita Miglioramento redditività Rivisitazione/ ampliamento offerta 19,0% 28,6% 28,6% 23,8% 14,3% 19,0% 14,3% 11,4% 9,5% 7,0% Fonte: NetConsulting 2009 (indagine campionaria) Cambia lo scenario, cambiano le esigenze delle imprese, allineati a questi cambiamenti sono le priorità dei CIO. Le priorità dei CIO di aziende operanti in diversi Paesi evidenziano una serie di percorsi complementari (Fig. 5): una ricerca di maggiore efficienza a tutti i livelli, nell azienda in generale e nell area IT, sia attraverso un miglioramento della produttività che attraverso la riduzione dei costi un ruolo attivo dell IT, che a sua volta discende dall allineamento con le funzioni di business, nell abilitare processi di cambiamento dei processi di business orientati a migliorare la capacità di risposta al mercato, a garantire il rispetto della compliance un ruolo innovativo dell IT che trova il driver più forte nell innovazione degli stessi sistemi 2009 NetConsulting

15 la ricerca di un ruolo di leadership del CIO, minacciato talvolta da linee di business che, anche grazie alla diffusione di strumenti di social networking e dispositivi utente sempre più evoluti, tendono a bypassare i Sistemi Informativi nell evoluzione tecnologica della propria area di business. Fig. 5 Le dieci priorità dei CIO per il Produttività e riduzione dei costi Allineamento IT e Business Agilità del business e time to market Reengineering dei processi di business Riduzione dei costi IT Affidabilità ed efficienza Pianificazione strategica dell IT IT Innovation Sicurezza e privacy Ruolo di leadership del CIO Fonte: NetConsulting su Society for Information Management, 2009 Spesso il recupero di efficienza viene ricercato attraverso la riduzione di voci di costo più visibili: costo del lavoro, costi legati a processi di produzione non completamente ottimizzati, ecc. Si trascurano, o comunque non viene data priorità, a costi nascosti all interno dei processi aziendali. A maggior ragione in un contesto economico come quello attuale, politiche di annullamento o comunque riduzione dei costi nascosti possono rappresentare una leva importante per recuperare margini di efficienza e liberare risorse finanziare per nuovi investimenti. Una delle aree di maggiore criticità in termini di sprechi e inefficienze, spesso sottovalutata all interno delle aziende, è quella legata ai processi di printing e di gestione dei documenti. 3.3 Gli sprechi e le inefficienze legate all utilizzo del cartaceo Nonostante l aumentata sensibilità verso la riduzione degli sprechi di carta, l ottimizzazione della gestione dei documenti all interno dell azienda spesso non rappresenta una priorità. Probabilmente 2009 NetConsulting

16 per le difficoltà a quantificare gli impatti che derivano da una inefficiente gestione del workflow documentale, impatti che incidono, invece, sulla produttività e sulla redditività dell azienda, oltre che sulla sua capacità di rispettare l ambiente. L utilizzo del cartaceo negli uffici italiani è ancora elevato: 1,2 milioni di tonnellate di carta, corrispondente ad un consumo per addetto di 80 kg e ad un totale di 240 miliardi di fogli stampati ogni anno (Fonte: Ceris-CNR, 2007). Da considerare, inoltre, che il 20% delle pagine viene stampato per errore e immediatamente cestinato, la vita media del 30% dei fogli stampati si stima sia di appena 30 minuti (Fonte: Cnipa 2007, convegno sulla dematerializzazione dei documenti e la conservazione sostitutiva). L impatto ambientale di tale approccio è notevole: il consumo di 240 miliardi di pagine stampate corrisponde all emissione di 4 milioni di tonnellate di CO 2 e all abbattimento di più di 20 milioni di alberi (Fonte: Censis-CNR). A livello europeo, non sembrano emergere comportamenti particolarmente virtuosi, i volumi di pagine stampate negli uffici pubblici e privati è ancora elevato in tutti i Paesi e l Italia si caratterizza per i maggiori sprechi, seppur si rilevi qualche miglioramento: se la media europea è di 31 pagine al giorno per dipendente, in Italia si arriva a 32 pagine. Dal punto di vista settoriale, Servizi e Commercio si caratterizzano come settori a maggior consumo di carta in tutti i Paesi europei (Fig. 6) NetConsulting

17 Fig. 6 L uso del cartaceo nelle aziende europee Numero medio di pagine stampate per dipendente nei diversi Paesi Numero medio di pagine stampate per dipendente nei diversi settori Spagna Germania Commercio UK Italia EU Servizi Industria Francia Svezia Settore pubblico Fonte: NetConsulting su Ipsos Global, 2007 (indagine realizzata su dipendenti appartenenti ai settori Industria, Commercio, Servizi e Pubblica Amministrazione in 13 Paesi) Se si considera anche la crescita continua dei volumi di informazioni provenienti da fonti sempre più diversificate documenti interni ed esterni cartacei ed elettronici, sistemi aziendali, mobile device, Web/social network - che un impresa si trova a dover gestire, è evidente come misure e comportamenti finalizzati all ottimizzazione dei flussi di documenti e alla responsabilizzazione dei dipendenti siano assolutamente necessari. Relativamente al comportamento dei dipendenti, infatti, il 57% dei dirigenti aziendali europei ritiene che occorra una maggiore responsabilizzazione sulle attività documentali poiché si tende a sottovalutare aspetti quali efficienza, risparmio, eco-sostenibilità, si pone ancora scarsa attenzione ad esempio ad errori di stampa piuttosto che alla duplicazione (Fonte: Coleman Parkes Reasearch Ltd., ottobre 2009). 3.4 L attenzione all ambiente e le strategie di Green IT Sia per le pressioni dell opinione pubblica, sia per la presenza di normative ad hoc, le aziende sono più portate ad integrare nelle proprie strategie lo sviluppo sostenibile, valutandone anche i benefici in termini di innovazione, creazione di valore, immagine aziendale. E i primi obiettivi di strategie di 2009 NetConsulting

18 sviluppo sostenibile messe in atto dalle direzioni Sistemi Informativi delle aziende di tutto il mondo riguardano proprio la riduzione dei volumi di stampa e la riduzione dei consumi energetici (Fig. 7). Fig. 7 Gli obiettivi dello sviluppo sostenibile dei Sistemi Informativi Riduzione della quantità di stampa 95% Riduzione del consumo di energia Sostituzione di PC e componenti dei SI, all'interno di specifici programmi di riciclaggio Scelta di fornitori rispettosi dell'ambiente 58% 52% 67% Costruzione di edifici "verdi" 35% Valutazione dello sviluppo sostenibile dei nuovi progetti 31% Fonte: CSC Barometro CIO, indagine internazionale, settembre 2009 Spesso il contenimento dei costi energetici è alla base di piani ben definiti: il 47% delle aziende intervistate nell ambito di un indagine internazionale ha dichiarato di avere un piano di riduzione del consumo energetico in corso di realizzazione, il 28% di esse sta rivedendo il piano implementato già da tempo (Fig. 8) NetConsulting

19 Fig. 8 Presenza di Piani per la riduzione del consumo energetico Piano in corso di sviluppo 47% Piano presente ma in corso di revisione 28% Nessun Piano ma se ne sta discutendo 14% Piano presente e non in corso di rivisitazione 6% Nessun Piano e non si pensa di introdurlo 4% Fonte: Green IT Report Global, indagine internazionale, maggio 2009 A fronte di una maggiore sensibilità agli aspetti ambientali, complice anche la crisi, le aziende tendono sempre più a far leva, e quindi a chiedere soluzioni a basso consumo energetico, per ottimizzare i loro ambienti IT e ridurre i costi operativi. 3.5 Le iniziative green nella Pubblica Amministrazione Spesso iniziative di maggior tutela dell ambiente derivano dal recepimento di interventi comunitari, è il caso ad esempio del Decreto PAN GPP, il Piano d'azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della Pubblica Amministrazione, che ha portato ad un ultimo intervento legislativo lo scorso ottobre (12 ottobre 2009). Questo Decreto rappresenta un riferimento importante per la diffusione di una maggiore sensibilità al rispetto dell ambiente nell ambito della Pubblica Amministrazione, in attuazione di interventi normativi della Comunità Europea rientranti nella Strategia Europea per lo Sviluppo Sostenibile, chiede, infatti, alle amministrazioni di avviare campagne di sensibilizzazione e informazione per un uso corretto della carta e delle stampe. A seguito della pubblicazione del Decreto sono state definite regole che i dipendenti pubblici sono tenuti a rispettare (Fig. 9) 2009 NetConsulting

20 Fig. 9 Le dieci regole per il risparmio della carta negli uffici pubblici Limitare il numero di copie Incrementare la posta elettronica per diffondere e condividere documenti Evitare di stampare documenti che possono essere consultati in video Adottare la modalità di copia fronte/retro e preferire la stampa di più pagine per foglio Fotocopiare in formati ridotti Riusare le stampe di lavoro già usate su un lato Acquistare apparecchiature che garantiscano le stampa fronte/retro e l uso di carta riciclata Predisporre cestini per la raccolta differenziata accanto alle stampanti Assicurarsi e monitorare che la ditta di pulizie faccia raccolta differenziata Attivare campagne di sensibilizzazione sull uso corretto della risma Fonte: Il Sole 24 Ore su Ministero dell ambiente, 12 ottobre 2009 Altra iniziativa significativa è rappresentata dal GPP (Green Public Procurement) lanciato dalla Commissione europea.... approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull ambiente lungo l intero ciclo di vita. Il Green Public Procurement rappresenta uno strumento di politica ambientale volto a favorire un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale attraverso la leva della domanda pubblica. Le autorità pubbliche che intraprendono azioni di GPP si impegnano sia a razionalizzare acquisti e consumi che ad incrementare la qualità ambientale delle proprie forniture ed affidamenti NetConsulting

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale La Settimana dell Educazione all Energia Sostenibile Dal 6 al 12 novembre si è celebrata la Settimana Nazionale dell Educazione all Energia Sostenibile,

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Negli UFFICI. 28 settembre 2010

Negli UFFICI. 28 settembre 2010 Negli UFFICI Come si fa 28 settembre 2010 Dai suggerimenti ai benefici Alcuni sono di facile attuazione, altri sono complessi o/e onerosi economicamente. Ovviamente non è necessario adottarli tutti e subito

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Ricoh Process Efficiency Index Giugno 2011

Ricoh Process Efficiency Index Giugno 2011 Ricoh Process Efficiency Index Giugno 11 Ricerca condotta in Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Paesi Scandinavi (Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca), Spagna, Svizzera e Regno Unito Una

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli