Cuscinetti isolati elettricamente per la prevenzione di danni dovuti al passaggio di corrente elettrica. Informazione tecnica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cuscinetti isolati elettricamente per la prevenzione di danni dovuti al passaggio di corrente elettrica. Informazione tecnica"

Transcript

1 Cuscinetti isolati eletticamente pe la pevenzione di danni dovuti al passaggio di coente elettica Infomazione tecnica

2 Danni dovuti al passaggio di coente elettica e loo conseguenze Cuscinetti isolati eletticamente come misua peventiva Danni dovuti al passaggio di coente elettica e loo conseguenze Utilizzando i cuscinetti volventi pe: assili e motoi di tazione (veicoli feoviai) motoi a coente continua ed altenata (tecnica di comando) geneatoi (enegia eolica) è possibile che si veifichi un passaggio di coente. In pesenza di condizioni sfavoevoli ciò può povocae danni alle piste di otolamento ed ai copi volventi, potando così ad un danneggiamento pecoce ed inaspettato del motoe o del geneatoe. Ciò aumenta i tempi di manutenzione, ed implica costi aggiuntivi dovuti al danneggiamento delle macchine o della poduzione. Dal punto di vista economico è utile pevedee in fase di pianificazione l utilizzo di cuscinetti isolati eletticamente. Il cliente può usufuie così di maggioi vantaggi gazie a costi di manutenzione idotti e ad un elevata affidabilità della macchina. Spesso è sufficiente montae cuscinetti isolati eletticamente su una o entambe le sedi, a seconda della installazione, pe inteompee il cicuito ta alloggiamento e albeo. Genealmente i cuscinetti isolati eletticamente (ivestiti in ceamica od in vesione ibida) oppongono una elevatissima esistenza al passaggio di coente ispetto ai cuscinetti standad. Cuscinetti isolati eletticamente come misua peventiva. Eliminae le cause che sono all oigine della diffeenza di potenziale ta i due anelli del cuscinetto è spesso complicato. Tuttavia i danni ai cuscinetti possono essee evitati se si iesce a impedie il flusso di coente od a idulo significativamente. Pe questo motivo sono disponibili divese tipologie di cuscinetti volventi isolati eletticamente. Il componente da isolae dipende dal tipo di tensione pesente. Tensione indotta lungo l albeo Essa compota una coente cicolae che si chiude sul cuscinetto 1, sull alloggiamento e sul cuscinetto 2. La causa di tali tensioni all inteno del albeo è spesso iconducibile alla distibuzione asimmetica del flusso magnetico nel motoe, ed è paticolamente evidente nei motoi con numeo idotto di coppie polai. In questo caso è sufficiente inteompee il flusso di coente isolando uno dei due cuscinetti. Tensione ta albeo e alloggiamento Le coenti scoono nella medesima diezione attaveso entambi i cuscinetti. La causa pimaia è la tensione sincona dell azionamento. In questo caso potebbe essee necessaio isolae entambi i cuscinetti. Il fattoe dominante pe la scelta dell isolamento elettico è appesentato dal compotamento delle tensioni pesenti nel coso del tempo. 1

3 Cuscinetti isolati eletticamente come pevenzione del passaggio di coente Tipici guasti ai cuscinetti in pesenza di passaggio di coente In pesenza di tensione continua o tensione altenata a bassa fequenza, la scelta dipende dalla esistenza ohmica del cuscinetto, mente con tensione altenata ad alta fequenza (es. azionamento con invete) dalla eattanza capacitiva. Fondamentalmente un cuscinetto isolato agisce come una esistenza ed un condensatoe collegati in paallelo. Pe ottenee un buon isolamento la esistenza deve essee la più elevata possibile, mente la capacità la più bassa. Solo gazie ad un micoscopio a scansione elettonica (fig. 2) è possibile iconoscee se entambe le supefici danneggiate (figg. 1 e 2) pesentano una fitta distibuzione dei caatteistici catei di fusione e delle gocce di saldatua di dimensioni dell odine del μm. Questo pova definitivamente l avvenuto passaggio di coente. Guasti tipici ai cuscinetti in pesenza di passaggio di coente Indipendentemente dal fatto che un cuscinetto sia stato sottoposto a coente continua od altenata (con fequenze compese nel campo dei MHz), i danneggiamenti supeficiali che si pesentano sono sempe i medesimi: opacità unifome e tacce gigie sulle piste di otolamento (fig. 1) e sulle supefici dei copi volventi. Questo quado non è specifico pe danneggiamenti da passaggio di coente, ma può avee anche influenze divese. 3: Micogafia SEM della stuttua danneggiata 2 1: Tacce opache e gigie sulle piste a sinista pista di otolamento dell anello esteno, a desta pista di otolamento dell anello inteno Le cosiddette ondulazioni sono tacce che si sviluppano sulla supeficie nella diezione di otolamento (fig. 2). Queste tacce identificano il passaggio di coente. 2: Fomazione di ondulazioni a sinista pista di otolamento dell anello esteno, a desta pista di otolamento dell anello inteno I catei di fusione e le gocce di saldatua, si ceano a causa delle scaiche elettiche ta le ceste di ugosità delle piste di otolamento e dei copi volventi. In pesenza di un velo di lubificante ben fomato la scintilla si scaica nel punto più sottile del velo (esempio in pesenza di un difetto localizzato), causando la fusione tempoanea del mateiale adiacente. In pesenza di attito misto (contatto metallo su metallo) le supefici vengono fuse, spezzandosi e sepaandosi nuovamente a causa della otazione del cuscinetto. In entambi i casi il mateiale viene stappato dalle supefici solidificandosi immediatamente in gocce di saldatua. Queste in pate confluiscono nel lubificante ed in pate si depositano sulle supefici metalliche. Mediante un azione continua di otolamento i catei e le gocce di saldatua vengono ullate ed appiattite. Nel tempo con un flusso continuo di coente i sottili stati supeficiali vengono ipetutamente fusi. La causa più comune dei danni ai cuscinetti è l ondulazione (fig. 2). Queste ondulazioni nelle piste di otolamento e nei copi volventi si deteminano con l inteazione ta flusso continuo di coente e vibazioni dei componenti dei cuscinetti.

4 Tipici guasti ai cuscinetti in pesenza di passaggio di coente Cuscinetti ivestiti di ceamica Ogni volta che un copo volvente inconta un catee sufficientemente gande subisce uno spostamento adiale, la cui entità dipende dalla geometia intena, dalla velocità di otazione e dal caico sul cuscinetto. Come il copo volvente itona nella sua posizione oiginale, iduce lo spessoe del velo lubificante, consentendo in questo punto nuove scaiche elettiche avviando così un pocesso a catena. Dopo qualche tempo la pista di otolamento dell anello può essee completamente icopeta da ondulazioni. Queste potano ad oscillazioni del cuscinetto sempe più macate, compotando infine la ottua dello stesso. Si è dimostato che un citeio affidabile pe valutae la peicolosità del passaggio di coente è la densità di coente teoica, appoto ta l intensità di coente effettiva e l aea di contatto ta copi volventi e l anello inteno o esteno del cuscinetto. Ciò dipende dal tipo di cuscinetto e dalle condizioni di caico. Con densità di coente infeioi a cica 0,1 A eff /mm 2 non esiste alcun peicolo di fomazione di ondulazioni, stando allo stato attuale delle conoscenze. Questo genee di danneggiamento si pesenta invece facilmente con valoi uguali o supeioi ad 1 A eff /mm 2. Influenza del lubificante Anche il lubificante subisce effetti negativi a causa del passaggio di coente. L olio base e gli additivi vengono ossidati e pioscissi. Tutto ciò è facilmente dimostabile con uno spetto a aggi infaossi. A causa dell invecchiamento pecoce e dell accumulo di paticelle feose le popietà lubificanti peggioano, potando così ad un suiscaldamento del cuscinetto. Cuscinetti ivestiti di ceamica 4: Cuscinetti adiali igidi a sfee ivestiti di ceamica Vantaggi dei cuscinetti FAG ivestiti I ivestimenti in ossidi ceamici offono un elevata potezione isolante (J20..). Questi vengono applicati sulle supefici del cuscinetto con il pocedimento di deposizione al plasma (fig. 5). Gazie ad uno speciale sigillante la copetua J20AA è in gado di esecitae un azione isolante anche in ambienti umidi. Lo stato di ossido ceamico è molto duo, esistente all usua e ha buone capacità di conduzione del caloe. Le dimensioni estene del cuscinetto volvente ad isolamento elettico coispondono alle dimensioni indicate nella DIN 616 (ISO 15). I cuscinetti ad isolamento elettico possono essee sostituiti quindi con cuscinetti di tipo standad. Pe applicazioni paticolai, ad esempio in pesenza di un anello esteno otante, è pefeibile isolae l anello inteno (suffisso J20C). E possibile ichiedee cuscinetti adiali igidi a sfee ivestiti della seie 62 con esecuzione apeta e con tenuta a labbo su uno o entambi i lati. In questo modo l utilizzatoe può sfuttae i vantaggi di una lubificazione pemanente. 3

5 Pocesso di ivestimento Resistenza elettica Il pocesso di ivestimento Con il pocesso di deposizione al plasma (fig. 5) si cea un aco voltaico ta due elettodi pe ionizzae un gas inete emesso da una tocia. Il flusso di plasma isultante è utilizzato pe taspotae la polvee di ossido di alluminio. Questa si fonde e viene spuzzata ad alta velocità sull anello esteno o inteno. Lo stato di ossido così applicato adeisce pefettamente al mateiale di base. Viene infine sigillato e ettificato a misua. Resistenza elettica I ivestimenti soddisfano al 100% il contollo qualità, gaantendo una esistenza al passaggio di coente di almeno 1000 VDC (J20AA, J20C) o 500 VDC (J20B). Al di sotto di questa tensione lo stato isolante consente solo idotti flussi di coente nel cuscinetto. Pe questo è possibile diffeenziae due meccanismi. Resistenza alla coente continua A tempeatua ambiente si aggiungono valoi da 1 a 10 GOhm a seconda delle dimesioni del cuscinetto. Con l aumento della tempeatua la esistenza diminuisce in modo esponenziale, di cica il 40 50% pe ogni 10 K. Tuttavia si ha ancoa una esistenza di paecchi MOhm anche a tempeatue di esecizio di 60 o 80 C. Secondo la legge di Ohm (I = U/R), pe tensioni fino a 1000 V si ottengono coenti sensibilmente infeioi ad 1 ma, quindi non citiche pe il cuscinetto. 5: Pocesso di deposizione al plasma Resistenza alla tensione altenata L unità isolata appesenta una capacità C ed è in gado di accumulae caiche. In pesenza di tensione altenata si genea una coente altenata che attavesa l aea di contatto ta copo volvente e pista di otolamento. In caso di coenti sinusoidali con velocità angolae ω i valoi efficaci di coente e tensione sono calcolati secondo la seguente fomula: I = U ω C. In modo analogo alla legge di Ohm si definisce con Z = 1/ωC la eattanza capacitiva del cuscinetto. La capacità di un cuscinetto con ivestimento in ossidi ceamici si attesta su valoi compesi ta 2 e 20 nf a seconda delle dimensioni del cuscinetto. Quindi la eattanza capacitiva si attesta su valoi compesi ta 0,15 e 1,5 MOhm (alla fequenza di 50 Hz), decisamente infeioi ispetto alla sua esistenza con tensione continua. A fequenze elevate questo valoe diminuisce ulteiomente. Nella maggio pate dei casi la esistenza saà comunque molto supeioe ispetto a quella di un cuscinetto non isolato, che pe tensioni maggioi o uguali ad 1 V è molto bassa (1 Ohm o infeioe). 4

6 Rivestimenti Campi dimensionali J20B / J20A / J20AA J20C Rivestimenti Campi dimensionali J20B J20A *) J20AA J20C Tensione di scaica disuptiva 500 VDC 1000 VDC 1000 VDC 1000 VDC Ambito di applicazione Asciutto Asciutto Asciutto/umido Asciutto/umido Spessoe del ivestimento <100 μm >200 μm W200 μm W200 μm Possibile mm mm mm mm Dimensioni Diameto esteno Diameto esteno Diameto esteno Foo anello inteno *) Applicazione accomandata a patie da un diameto esteno di 500 mm. Le supefici d appoggio degli anelli da ivestie devono essee cilindiche e non devono essee inteotte da foi di lubificazione o scanalatue. Esecuzioni con ivestimento in ceamica: -2RSR -2Z solo con ivestimento J20C Su ichiesta, alla divisione competente, è possibile avee alte esecuzioni con ivestimenti divesi. Cuscinetti volventi FAG con ivestimento in ceamica, pagine Esempi di odinazione: RSR-J20AA-C3 Cuscinetti adiali igidi a sfee con anello esteno ivestito con tenute ad entambi i lati e gioco adiale C3. NU214-E-M1-F1-J20B-C4 Cuscinetti adiali a ulli cilindici con anello esteno ivestito e gioco adiale C J20C Cuscinetti adiali igidi a sfee con anello inteno ivestito 5

7 Cuscinetti a sfee con ivestimento in ceamica D d d 1 D 1 D 2 B B Cuscinetti a sfee con ivestimento in ceamica d mm Sigla Massa Dimensione Coefficienti di caico din. stat. Caico di fatica Velocità di otazione Velocità di otazione temica di ifeimento m d D B D 1 D 2 d 1 C C 0 C u n G n B min W W FAG kg mm kn kn kn min 1 min M-J20B-C4 0, ,5 95,6 76, , J20B-C ,5 103,1 82, ,5 2, M-J20AA-C5 2, ,1 117,5 88, , RSR-J20AA-C3 1, ,5 110,7 86, , M-J2B-C4 1, ,5 112,8 92,5 65,5 49 3, M-P6-J20AA-R , ,5 112,8 92,5 65,5 49 3, M-J20AA-C3 3, ,1 133,2 101, ,5 4, M-J20AA 0, , ,5 40 2, J20AA-C3 1, ,3 98, , J20AA-C3 3, ,1 141,8 108, ,5 5, M-J20B-C4 4, ,1 141,8 108, ,5 5, F J20AA 3, ,1 141,8 108, ,5 5, M-J20AA-C3 5, ,6 114, ,5 5, J20AA-C3 2, ,4 112,3 96,5 72 4, M-J20AA-C3 6, ,1 123, , M-J20AA-C4 7, ,9 129, , J20C-C3 3, ,1 154,8 124, , M-J20AA-R , ,1 154,8 124, , M-J20AA-C3 8, , , M-J20AA-C5 1, ,2 124, , M-J20AA-C3 11, ,4 153, , M-J20AA-C ,9 165, M-J20AA-C3 18, ,2 178, , J20AA 10, ,1 191, , M-J20AA-C , ,

8 Cuscinetti adiali a ulli cilindici con ivestimento in ceamica 1 1 s s D 1 d F D D 1 F d d 1 D B B NU NJ Cuscinetti adiali a ulli cilindici con ivestimento in ceamica d mm Sigla Massa Dimensione Coefficienti di caico din. stat. Caico di fatica Velocità Velocità di otazione temica di otazione di ifeimento m d D B 1 s 1) F D 1 d 1 C C 0 C u n G n B min min W W FAG kg mm kn kn kn min 1 min 1 NJ312-E-M1-F1-J20B-C4 2, ,1 2,1 1, ,6 84, , NU214-E-M1-F1-J20B-C4 1, ,5 1,5 1,6 83,5 109, NU314-E-M1-F1-J20B-C4 3, ,1 2,1 1, , NU215-E-TVP2-J20AA-C3 1, ,5 1,5 1,2 88,5 114, , NU215-E-M1-F1-J20B-C4 1, ,5 1,5 1,2 88,5 114, , NU216-E-M1-F1-J20B-C4 1, ,3 95,3 122, , NJ316-E-M1-F1-J20B-C4 4, ,1 2,1 0, ,9 110, NU218-E-TVP2-J20AA-C3 2, , , , NUP218-E-TVP2-J20AA-C3 2, ,7 114, NJ219-E-TVP2-J20AA 2, ,1 2,1 112,5 148,6 120, , NU219-E-M1-F1-J20B-C4 3, ,1 2,1 0,7 112,5 148, NU220-E-TVP2-J20AA-C3 3, ,1 2,1 1, , , NU320-E-M1-F1-J20AA-C4 8, ,2 127, NU224-E-TVP2-J20AA-C3 5, ,1 2,1 1,4 143,5 187, F NU228-E-J20AA 9, , ) spostamento assiale 7

9 Cuscinetti a ulli conici con ivestimento in ceamica D d d 1 T Cuscinetti a ulli conici con ivestimento in ceamica d 89, mm Sigla Massa Dimensione Coefficienti di caico din. stat. Caico di fatica Velocità di otazione m d D T/2B *) 1, 2 3, 4 d 1 C C 0 C u n G min min W FAG kg mm kn kn kn min 1 F TR1-J20B 2,64 89, , ,6 1, F A-J20B 3, , F TR1-J20B 9,4 117, ,725 63,5 8,1 3,3 162, F ,32224-A-J20B 9, ,5 3 2,5 175, F TR1-J20B 10, , F TR2S-J20B 1) 6, ,5 150, Z TR2S-J20B 1) 13, , , Z A-J20B 8, , K J20B 3,18 177,8 227,012 30,162 1,5 1,5 203, F TR1-J20AA 2) 9,34 198, ,575 46,038 3,6 3, Z TR1-J20AA 9,28 199, ,575 46,038 3,6 3, F TR1-J20B 8, F TR1-J20AA 18, ,55 65,088 6,4 3, F TR1-J20AA 17,2 240,5 336,55 65,088 6,4 3, F TR1-J20B 17,2 240,5 336,55 65,088 6,4 3, Z TR1-J20AA 22, ,775 71,438 3,3 1,5 302, Z ,02.TR1-J20AA 22, ,775 71,438 3,3 1,5 302, *) Laghezza complessiva pe cuscinetti a ulli conici accoppiati. 1) Cuscinetti a ulli conici accoppiati con disposizione ad O (anello distanziale ta gli anelli inteni ed esteni). 2) Flangia sull anello esteno. 8

10 Cuscinetti ibidi I cuscinetti ibidi FAG appesentano un altenativa ai cuscinetti volventi ivestiti: i loo anelli sono in acciaio pe cuscinetti volventi, i copi volventi sono in ceamica. I cuscinetti ibidi hanno il pefisso HC. I copi volventi sono esistenti all usua e assumono la funzione di isolante elettico. Olte ai cuscinetti a sfee (fig. 6) sono anche disponibili cuscinetti a ulli cilindici (fig. 7) nella vesione ibida. Vantaggi dei cuscinetti ibidi FAG Massima esistenza al passaggio di coente La esistenza alla coente continua è invaiata anche ad alte tempeatue nel campo dei GOhm. Un valoe tipico di capacità si attesta a 40 pf, ovveo infeioe al fattoe 100 ispetto ai cuscinetti ivestiti di ceamica. Maggioe velocità di otazione con mino attito e tempeatue più basse Miglioi caatteistiche di funzionamento in condizioni esteme I cuscinetti ibidi pesentano una maggioe duata d esecizio del gasso ispetto ai cuscinetti standad con una lubificazione a vita (v. TPI WL ). Pe taglie piccole le esecuzioni ibide sono economicamente più vantaggiose ispetto ai cuscinetti ivestiti di ceamica. 6: Cuscinetti adiali igidi a sfee con copi volventi in ceamica Esempi di odinazione: HC6214-M-P6-C3 cuscinetti adiali igidi a sfee con sfee in ceamica; gabbia massiccia in ottone; maggioe pecisione P6 e gioco adiale C3. HCN1020-K-M1-SP cuscinetti adiali a ulli cilindici con ulli in ceamica; foo conico; gabbia massiccia in ottone; maggioe pecisione SP I nosti ingegnei del sevizio tecnico vi offianno tutto il suppoto pe le esecuzioni più adatte e convenienti. Popietà dei mateiali ceamica/acciaio pe cuscinetti volventi Paameti di confonto Unità Ceamica Acciaio (Nituo di silicio Si 3 N 4 ) (100C6) Resistenza elettica specifica Ω mm 2 /m Densità g/cm 3 3,2 7,8 Coefficiente di dilatazione temica 10 6 /K 3,2 11,5 Modulo E MPa Coefficiente di Poisson 0,26 0,3 Duezza HV : Cuscinetti adiali a ulli cilindici con copi volventi in ceamica 9

11 Tabella cuscinetti ibidi D d d 1 D 1 D d d 1 D 2 B B Cuscinetti adiali igidi a sfee ibidi d mm Sigla Massa Dimensione Coefficienti di caico Caico Velocità di otazione din. stat. di fatica m d D B D 1 D 2 d 1 C C 0 C u n G min W W W FAG kg mm kn kn kn min 1 HC6002-2Z 0, ,3 28,4 20, HC6003 0, ,3 29,5 22, HC6212-C4 0, ,5 95,6 76, HC6014 0, ,1 9,3 82, HC6214-M 1, , , F d E D s 10 Cuscinetti adiali a ulli cilindici ibidi d mm Sigla Massa Dimensione Coefficienti di caico Caico Velocità di otazione din. stat. di fatica m d D B 1 s 1) E C C 0 C u n G min FAG kg mm kn kn kn min 1 HCN1006-K-M1-SP 0, ,6 1,9 48, HCN1007-K-M1-SP 0, , HCN1008-K-M1-SP 0, ,6 2, ) spostamento assiale B Conicità 1:12

12 Esempio di montaggio 1. Motoe a coente tifase Cuscinetti adiali igidi a sfee con ivestimento J20AA Dati tecnici: Motoe tifase alimentato da invetitoe Potenza 375 kw Esecuzione quadipolae Sul lato di aeazione viene montato un cuscinetto adiale igido a sfee ad isolamento elettico 6316-J20AA-C3 e sul lato motoe un cuscinetto adiale igido a sfee 6320-C3. Entambi i cuscinetti vengono lubificati a gasso. E pevisto un dispositivo pe la ilubificazione. 2. Suppoto pe assile Cuscinetti adiali igidi a sfee con ivestimento J20B Suppoto pe uota libea di motici aticolate a pianale ibassato e scatamento metico di tipo Combino / Fibugo Dati tecnici: v max Diameto intemedio del otoe 70 km/h 560 mm Vengono montati cuscinetti a ulli conici (disposizione ad O) esteno Z A-J20B inteno F A-J20B Cuscinetto inteno Cuscinetto esteno 11

13 Esempio di montaggio 3. Suppoto pe il motoe di tazione di un automotice elettica Cuscinetti adiali igidi a sfee e cuscinetti adiali a ulli cilindici con ivestimento J20AA Motoe tifase con una potenza di 500 kw Sull albeo otoe vengono montati un cuscinetto adiale igido a sfee 6316-J20AA-C3 (lato aeazione) ed un cuscinetto adiale a ulli cilindici NU320-E-M1-F1-J20AA-C4 (lato motoe). Entambi i cuscinetti vengono lubificati a gasso e vengono potetti da spoco e contaminazioni ambientali gazie a tenute a labiinto. E possibile eseguie la ilubificazione. Motoe di tazione Lato aeazione Lato motoe 12

14 Tutti i dati sono stati edatti con la 99/10/07 Pinted in Gemany by Duckhaus WEPPERT GmbH Schaeffle Italia S..l. Stada Regionale 229 Km Momo (Novaa) Telefono Fax Intenet massima attenzione e sono stati contollati accuatamente. Non possiamo petanto accettae alcuna esponsabilità pe eventuali eoi od omissioni. Ci iseviamo le modifiche tecniche. Schaeffle KG 2007, Ottobe La ipoduzione, anche solo paziale, è consentita soltanto pevia nosta autoizzazione. TPI WL /2 IB

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia

I principi della Dinamica. L azione di una forza è descritta dalle leggi di Newton, possono fare Lavoro e trasferire Energia I pincipi della Dinamica Un oggetto si mette in movimento quando viene spinto o tiato o meglio quando è soggetto ad una foza 1. Le foze sono gandezze fisiche vettoiali che influiscono su un copo in modo

Dettagli

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia.

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia. Poblema fondamentale: deteminae il moto note le cause (foze) pe oa copi «puntifomi» Dinamica Se un copo non inteagisce con alti copi la sua velocità non cambia. Se inizialmente femo imane in quiete, se

Dettagli

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE La temostatica BQ può essee pesonalizzata pe qualsiasi applicazione di efigeazione e condizionamento. Devi solo selezionae il coetto elemento temostatico, la giusta taglia dell oifizio ed il tipo di copo

Dettagli

Campo elettrostatico nei conduttori

Campo elettrostatico nei conduttori Campo elettostatico nei conduttoi Consideeemo conduttoi metallici (no gas, semiconduttoi, ecc): elettoni di conduzione libei di muovesi Applichiamo un campo elettostatico: movimento di caiche tansiente

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

FAST FOURIER TRASFORM-FFT

FAST FOURIER TRASFORM-FFT A p p e n d i c e B FAST FOURIER TRASFORM-FFT La tasfomata disceta di Fouie svolge un uolo molto impotante nello studio, nell analisi e nell implementazione di algoitmi dei segnali in tempo disceto. Come

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr 4. Lavoo ed enegia Definizione di lavoo di una foza Si considea un copo di massa m in moto lungo una ceta taiettoia. Si definisce lavoo infinitesimo fatto dalla foza F duante lo spostamento infinitesimo

Dettagli

Elementi della teoria della diffusione

Elementi della teoria della diffusione Elementi della teoia della diffusione Pe ottenee infomazioni sulla stuttua della mateia, dai nuclei ai solidi, si studia la diffusione scatteing) di paticelle: elettoni, paticelle alfa, potoni, neutoni,

Dettagli

Gravitazione Universale

Gravitazione Universale Gavitazione Univesale Liceo Ginnasio Statale S.M. Legnani Anno Scolastico 2007/08 Classe 3B IndiizzoClassico Pof.Robeto Squellati 1 Le leggi di Kepleo Ossevando la posizione di Mate ispetto alle alte stelle,

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2 apitolo 0 Enegia potenziale elettica Domane. Il lavoo pe spostae una caica ta ue punti è: L 0(! ). Pe i te casi inicati saà alloa: L (50! 00 ) (50 ) : 0 0 : L 0! 0 3: L 0! 0 [5 ( 5 )] (50 ) [ 0 ( 60 )]

Dettagli

La necessità di trasmettere potenza tra organi in moto rotatorio è un problema frequentissimo e di grande importanza nell ingegneria.

La necessità di trasmettere potenza tra organi in moto rotatorio è un problema frequentissimo e di grande importanza nell ingegneria. La ecessità di tasmettee poteza ta ogai i moto otatoio è u poblema fequetissimo e di gade impotaza ell igegeia. Gli assi di otazioe ta i quali deve essee tasmesso il moto possoo essee paalleli I questo

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

Urti tra due punti materiali

Urti tra due punti materiali Uti ta due punti ateiali URTO: eento isolato nel quale una foza elatiaente intensa agisce pe un tepo elatiaente bee su due o più copi in contatto ta loo isultato di un contatto fisico F F isultato di una

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Maggiore efficienza per i motori elettrici Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C E l e v a t i v a n t a g g i p e r i l C l i e n t e I cuscinetti radiali rigidi a sfere Generation C... 35

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

Classe seconda sezione

Classe seconda sezione I.T.I.S. E. MATTEI - SONDIO Area di progetto Classe seconda sezione Alunni: Bardea Fabio, Bertolini affaele, Branchini Carlo, Camer Pesci Alessandro, Cicuto Davide, Colombini Gabriele, Credaro Davide,

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Tolleranze dimensionali

Tolleranze dimensionali ITIS OMAR Dipartimento di Meccanica Tolleranze T1 Generalità Tolleranze dimensionali Si definisce tolleranza (t) il massimo scarto dimensionale ammissibile di un pezzo e il suo valore è stabilito dalla

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

Tondo 20. Tondo 20 SISTEMI SCORREVOLI STRAPPO 198 TERMINALI 206 SUPPORTI 207 COMPONENTI 208

Tondo 20. Tondo 20 SISTEMI SCORREVOLI STRAPPO 198 TERMINALI 206 SUPPORTI 207 COMPONENTI 208 59 Alluminio Alluminio Bianco Nero opaco Bianco opaco Solo su richiesta 61 194 211 Avorio Solo su richiesta SISTEMI SCORREVOLI STRAPPO 198 TERMINALI 206 SUPPORTI 207 COMPONENTI 208 SISTEMI SCORREVOLI

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

Isolanti termici ed elettrici

Isolanti termici ed elettrici Lastre e manufatti rigidi in materiali compositi per l isolamento elettricomeccanico, termo-elettrico e termo-meccanico. Forniamo inoltre pezzi lavorati a disegno su specifiche del cliente. ARCOTECH 900

Dettagli

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99

STAR Guide lineari con manicotti a sfere. 45 b 1cr. Linear Motion and Assembly Technologies RI 83 100/09.99 STAR Guide lineari con manicotti a sfere 45 b 1cr RI 83 100/09.99 Linear Motion and Assembly Technologies STAR Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia standard Guide

Dettagli

M A G N E T I C I G E N E R A L I T A'

M A G N E T I C I G E N E R A L I T A' S C H E R M I M A G N E T I C I G E N E R A L I T A' Gli schermi magnetici hanno la funzione di proteggere oggetti sensibili dall'aggressione magnetica esterna. Questi schermi possono essere suddivisi

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

ESTRATTORI CENTRIFUGHI DA TETTO Serie MAX-TEMP CTHB/CTHT - Scarico orizzontale

ESTRATTORI CENTRIFUGHI DA TETTO Serie MAX-TEMP CTHB/CTHT - Scarico orizzontale Serie MAX-TMP CTHB/CTHT - Scarico orizzontale Torrini estrattori omologati per estrazione aria a 4 C/2h in emergenza (1), con scarico oriz-zontale. Costruzione con basamento in acciaio zincato, cappello

Dettagli

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro.

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro. 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042 TRASPORTATORI LEGGERI Non è saggio pagare troppo. Ma pagare troppo poco è peggio. Quando si paga troppo si

Dettagli

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni Condensatori per rifasamento industriale in Bassa Tensione: tecnologia e caratteristiche. Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni 1 Tecnologia dei condensatori Costruzione Com è noto, il principio costruttivo

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali

Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali Scheda Tecnica Edizione14.10.11 Sikadur -31CFNormal Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali Indicazioni generali Descrizione Sikadur -31CFNormalèunamaltaepossidicabicomponente,contenenteaggregatispeciali,perincollaggieriparazionistrutturali,tolleral

Dettagli

9. La fatica nei compositi

9. La fatica nei compositi 9.1. Generalità 9. La fatica nei compositi Similmente a quanto avviene nei materiali metallici, l'applicazione ad un composito di carichi variabili ciclicamente può dar luogo a rottura anche quando la

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Curve di risonanza di un circuito

Curve di risonanza di un circuito Zuccarello Francesco Laboratorio di Fisica II Curve di risonanza di un circuito I [ma] 9 8 7 6 5 4 3 0 C = 00 nf 0 5 0 5 w [KHz] RLC - Serie A.A.003-004 Indice Introduzione pag. 3 Presupposti Teorici 5

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto Il sistema di recinzione elettrico consiste di: A) un

Dettagli

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il Circuiti in Corrente Continua direct currentdc ASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica l Potenziale Elettrico La legge di Ohm l resistore codice dei colori esistenze in serie ed in parallelo

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento

GRUNDFOS WASTEWATER. Pompe per drenaggio e prosciugamento GRUNDFOS WASTEWATER Pompe per drenaggio e prosciugamento Pompe per drenaggio e prosciugamento altamente efficienti tecnologicamente all avanguardia Grundfos offre una gamma completa di pompe per per drenaggio

Dettagli

Le misure di energia elettrica

Le misure di energia elettrica Le misure di energia elettrica Ing. Marco Laracca Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Misure di energia elettrica La misura

Dettagli

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo.

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo. Lavoro ed energia 1. Forze conservative 2. Energia potenziale 3. Conservazione dell energia meccanica 4. Conservazione dell energia nel moto del pendolo 5. Esempio: energia potenziale gravitazionale 6.

Dettagli

Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 10 V GN 10 serie 1X pressione d esercizio max. 210 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94

Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 10 V GN 10 serie 1X pressione d esercizio max. 210 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94 RI 26 864/05.02 Sostituisce: 2.95 Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 0 V GN 0 serie X pressione d esercizio max. 20 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94 tipo ZDRK 0 VP5-X/ Sommario Caratteristiche

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

SU-IM-IE SUPPORTI E INNESTI

SU-IM-IE SUPPORTI E INNESTI SU-IM-IE SUPPORTI E INNESTI Catalogo Tecnico Dicembre web edition L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce componenti

Dettagli

SUPERCONDUTTIVITÀ. A cura di: Andrea Sosso I.N.RI.M. (IEN)

SUPERCONDUTTIVITÀ. A cura di: Andrea Sosso I.N.RI.M. (IEN) SUPERCONDUTTIVITÀ A cura di: Andrea Sosso I.N.RI.M. (IEN) Il fenomeno della superconduttività è stato osservato per la prima volta nel 1911 dal fisico olandese Heike Kamerlingh Onnes dell'università de

Dettagli

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA IT Sistema a soffitto Il rivoluzionario sistema a soffitto Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA Il rivoluzionario sistema a soffitto Resa certificata Adduzione inserita nella

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

Montaggio su tetto piano

Montaggio su tetto piano Montaggio su tetto piano Avvertenze generali Con la crescente diffusione dei sistemi fotovoltaici, oltre a dimensioni elettriche, durata, tempi di garanzia ecc., anche i dettagli di montaggio assumono

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

Prof. Antonino Cucinotta LABORATORIO DI ELETTRONICA CIRCUITI RADDRIZZATORI

Prof. Antonino Cucinotta LABORATORIO DI ELETTRONICA CIRCUITI RADDRIZZATORI Materiale e strumenti: Prof. Antonino Cucinotta LABORATORIO DI ELETTRONICA CIRCUITI RADDRIZZATORI -Diodo raddrizzatore 1N4001 (50 V 1A) -Ponte raddrizzatore da 50 V 1 A -Condensatori elettrolitici da 1000

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Banco supporto motore ad alta robustezza CAS 460 2T 7,5. Numero di poli motore 2=2900 g/min 50 Hz. Intensità massima consentita (A)

Banco supporto motore ad alta robustezza CAS 460 2T 7,5. Numero di poli motore 2=2900 g/min 50 Hz. Intensità massima consentita (A) CAS CAS: Ventilatori centrifughi ad alta pressione e aspirazione semplice con rivestimento e turbina in lamina di acciaio : Ventilatori centrifughi ad alta pressione e aspirazione semplice con rivestimento

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

400.001 IVECO. Gearbox Old Generation. Models E 100. Date 05/2007 File IVE0014.Pdf

400.001 IVECO. Gearbox Old Generation. Models E 100. Date 05/2007 File IVE0014.Pdf 400.001 IVECO Gearbox Old Generation Models E 100 05/2007 File IVE0014.Pdf Adattabile a : Suitable To : IVECO 1 Modelli Cambio/ Gearbox Models E 100 1 2 3 4 5 26 Models 9 10 6 7 44 27 45 49 51 46 8 28

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati Esempi di Indicatori

Concorso Premiamo i risultati Esempi di Indicatori Concorso Premiamo i risultati Esempi di Indicatori 1 ESEMPIO INDICATOI PE UN POGETTO DI DEFINIZIONE ED ATTUAZIONE DI UN PIANO DELLA FOMAZIONE AMBITO DI INTEVENTO: MIGLIOAMENTO NELLE PATICHE DI GESTIONE

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo A prima vista: Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie Minimo utilizzo di metallo Generatore ad induzione da 3,5 kw per un riscaldamento estremamente veloce e per raggiungere alte temperature

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

una boccata d ossigeno

una boccata d ossigeno Offrite al vostro motore una boccata d ossigeno Il vostro Concessionario di zona è un professionista su cui potete fare affidamento! Per la vostra massima tranquillità affidatevi alla manutenzione del

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Valvola di strozzamento e non ritorno

Valvola di strozzamento e non ritorno Valvola di strozzamento e non ritorno RI 79/0.09 Sostituisce: 0.06 /6 Tipi MG e MK Grandezze nominali da 6 a 0 Serie X Pressione d'esercizio massima 5 bar Portata max. 400 l/min. K564- Sommario Indice

Dettagli

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua 1 UNIVERSITÀ DIGENOVA FACOLTÀDISCIENZEM.F.N. LABORATORIO IA Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua Anno Accademico 2001 2002 2 Capitolo 1 Richiami sui fenomeni elettrici Esperienze elementari

Dettagli

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare.

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M & Era MH I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M Motore tubolare ideale per tende e tapparelle con

Dettagli