Sommario. Metodologie di progetto. Introduzione. Modello del Sistema. Diagramma a Blocchi. Progetto

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario. Metodologie di progetto. Introduzione. Modello del Sistema. Diagramma a Blocchi. Progetto"

Transcript

1 Sommario Metodologie di progetto Massimo Violate troduzioe Progetto a Livello Porte Logiche Progetto a Livello Registri Progetto a Livello Sistema. troduzioe U sistema è ua collezioe di oggetti, compoeti, coessi a formare u etità omogeea co ua precisa fuzioalità La fuzioalità del sistema è data da: Fuzioi svolte dai compoeti Modo co cui soo coessi i compoeti. Modello del Sistema L attività di progetto è strettamete dipedete da quella di modellameto, attraverso la quale l idea di ciò che si vuole realizzare viee espressa formalmete utilizzado u appropriato modello della realtà Sul modello è possibile eseguire ua serie di verifiche (ad esempio tramite simulazioe) prima della realizzazioe fisica. Diagramma a Blocchi Progetto Vertici: compoeti Archi: liee per il trasferimeto dati x 1 AND NOT OR NOT x 1 EXOR x 2 Dati di parteza: Fuzioalità del sistema da realizzare Fuzioi svolte dai compoeti Progettare: coettere i compoeti i modo tale che il loro comportameto globale soddisfi la fuzioalità richiesta, ed il costo sia miimo. x 2 AND

2 Costo Espresso i termii ecoomici ($): Costo del progetto Costo di produzioe Costi di mautezioe Espresso i termii fisici : Velocità co cui è svolta la fuzioalità richiesta Cosumo di poteza Livello di Progetto E defiito dal tipo di compoeti utilizzati i fase di progetto U compoete ad u certo livello corrispode ad u isieme di compoeti a livello iferiore Livelli cosiderati: Livello Porte Logiche Livello Registri Livello Sistema. Caratteristiche Flusso di progetto Livello Porte Logiche Registri Sistema Compoeti Uità di Dato Porte Logiche, Bit Flip-Flop Registri, Reti Combiatorie, Parole Reti Sequeziali Blocchi CPU, Memorie di Parole Uità di Tempo ps-s s-µs ms-s Basato su iterazioi successive di: Defiizioe delle specifiche: descrizioe della fuzioalità del sistema Sitesi: idividuazioe dei compoeti e delle itercoessioi tra compoeti Verfica: cotrollo della corretta implemetazioe delle specifiche Se si segue l approccio top-dow, il risultato del progetto ad u livello spesso costituisce direttamete l isieme delle specifiche per il livello iferiore. Sistemi Combiatori e Sequeziali Combiatorio: i valori delle sue uscite dipedoo esclusivamete dai valori applicati sui suoi igressi i quell istate Esempio: Sommatore (U = AB) Sequeziale: i valori delle uscite dipedoo sia dai valori correti degli igressi, sia dai valori applicati egli istati precedeti Esempio: Cotatore (U = U1) Sistemi Combiatori l valore delle uscite ad u certo istate dipede esclusivamete dal valore degli igressi i quell istate l comportameto di u sistema combiatorio può essere descritto attraverso: Tavola di verità: specifica per ogi combiazioe di igresso la corrispodete combiazioe di uscita Fuzioe booleaa: fuzioe implemetata dalle uscite.

3 Esempio Si cosideri il sistema che implemeta u codificatore prioritario a 3 bit, i grado di geerare l idice del bit di igresso al valore alto di idice massimo. a b c x 1 x Tavola di verità x1 = a b x = a bc 0 Fuzioe Booleaa Sistemi Sequeziali valori delle uscite dipedoo da: Valori X applicati agli igressi del sistema Stato Y del sistema, dipedete dalla storia passata del sistema l comportameto di u sistema sequeziale può essere descritto attraverso: Tavola degli stati Diagramma degli stati Fuzioe di trasizioe degli stati. Esempio Diagramma degli stati Si cosideri u sistema avete u igresso ed ua uscita O, etrambi i grado di assumere i valori 0 o 1 l sistema legge periodicamete l igresso L uscita O assume il valore 1 se durate i 3 istati di campioameto precedeti l igresso ha assuto i valori 101, assume il valore 0 diversamete. A B 0 C 0 D E 0 Livello porte logiche Porte logiche (i) sistemi (combiatori o sequeziali) soo composti da porte logiche (gate) Le porte logiche operao su variabili biarie che possoo assumere i due valori 0 e 1 Le iformazioi trattate soo segali biari; ogi liea del circuito può cioè assumere 2 soli valori di tesioe, corrispodeti ai 2 valori logici 0 e 1. x 1 x 2 AND z x 1 x 2 NAND z= xx 1 2= x1 x2 z= xx 1 2 = x x z 1 2

4 Porte logiche (ii) Porte logiche (iii) OR NOR EXOR EXNOR x 1 z x 1 z x 1 z x 1 z x 2 x 2 x 2 x 2 z= x 1x2 = x1 x2 z= x 1x2 = x1 x2 z= x1 x2 z= x 1 x2 Porte logiche (iv) Ritardi x NOT z L uscita di ua porta logica assume il valore corretto solo dopo u tempo k dalla stabilizzazioe dei sui igressi Cooscedo i ritardi associati alle porte logiche compoeti è possibile calcolare il tempo di risposta di u circuito combiatorio. z= x Cammio Critico Livelli l cammio più lugo tra igressi ed uscite di u circuito prede il ome di cammio critico Ridurre la lughezza del cammio critico permette di migliorare le prestazioi (i termii di velocità) dei circuiti. Ad ogi porta è associato u livello Le porte alimetate uicamete da igressi del circuito soo a livello 1 l livello delle altre porte è pari al livello della porta di igresso avete il livello massimo, più 1.

5 Esempio Cammio critico z 0 z 0 x 0 y 0 c 1 c 0 x 0 y 0 c 1 c 0 Livello registri L uità di dato maipolata è la parola (gruppo di bit) compoeti soo compoeti (combiatori o sequeziali) per la memorizzazioe o la trasformazioe di parole. Compoeti Porte logiche operati su parole Multiplexer Decodificatori/codificatori Dispositivi logici programmabili Moduli Aritmetici Registri Cotatori Bus Memorie. Porte Logiche operati su Parole Multiplexer x 0 y 0 x 1 y 1 x m-1 y m-1 m X m Y Coettoo ua fote di dato ad ua ucita Z selzioadola tra k foti X k, a secoda di p segali di selezioe S, dove k=2 p X 0 X 1 X k-1 z 0 z 1 z m-1 m Z S p m MPX m Z

6 Multiplexer: fuzioe Multiplexer: coessioe a cascata Tavola di verità di u multiplexer 2 1 co igressi di dato X 0 e X 1, igresso di cotrollo S ed uscita Z: S Z 0 X 0 1 X 1 s 2 s 1 X 0 X 1 X 2 X 3 X 4 X 5 X 6 X 7 MUX MUX MUX MUX MUX MUX s 0 MUX Z Multiplexer: uso ella sitesi Permettoo di realizzare qualsiasi fuzioe combiatoria. Z = a b 2 S=(a,b) MPX 1 Z Decodificatori Hao liee di igresso e 2 liee di uscita; di queste è attiva solo quella di idice corrispodete al valore applicato i igresso. e X 0 X 1 X -1 Decodificatore k=2 Z 0 Z 1 Z k-1 Decodificatori: fuzioe La tavola della verità di u decodificatore 2 4 è la seguete: X e Z Decodificatori: coessioe a cascata Decodificatore 3x8 co 2 da 2x4 A 2 A 1 A 0 e Decodificatore 2 x 4 e Decodificatore 2 x 4 Z 0 Z 1 Z 2 Z 3 Z 4 Z 5 Z 6 Z 7

7 Codificatori Hao 2 k liee di igresso e k liee di uscita; su queste compare (codificato) il valore corrispodete all idice della liea di igresso attiva Se essua liea di igresso è attiva viee attivato u apposito segale (iput iactive). X 0 X 1 X -1 e Codificatore =2 k Codificatori: fuzioe La tavola della verità di u codificatore 4 2 è la seguete: X e Z Z 0 Z 1 Z k-1 Codificatori prioritari Se più di ua liea di igresso è attiva il risultato può essere scorretto, oppure può apparire il codice della liea attiva co priorità maggiore (priority ecoder). Codificatori prioritari: fuzioe Codificatore prioritario 4 2 è la seguete: X e Z Dispositivi Logici Programmabili Dispositivi Logici Programmabili (PLD, Programmable Logic Device) permettoo di realizzare a basso costo delle fuzioi logiche combiatorie. Soo basati su strutture del tipo seguete: x 1 Buffer x 2 di igresso x e ivertitori Piao AND... Piao OR Buffer f 1... di f... 2 uscita f PLA Le PLA (Programmable Logic Array) soo compoeti che permettoo la realizzazioe a prezzi ecoomici di fuzioi logiche combiatorie (ad es. uità di cotrollo) La fuzioe desiderata si ottiee modificado il piao AND ed il piao OR attraverso comadi elettrici irreversibili diodi delle figure successive possoo corrispodere a Fusibili Trasistor.

8 PLA (schema geerale) FPGA V cc q coloe GND Piao AND Piao OR p righe x 1 x 2 x 3 f 1 f 2 Field Programmable Gate Array (FPGA) permettoo di realizzare circuiti co fuzioalità complesse, sia combiatorie che sequeziali pratica u FPGA è composta da ua griglia di blocchi logici coessi da ua rete di itercoessioe Sia i blocchi logici che quelli di itercoessioe soo programmabili: Programmado i primi si defiisce la fuzioe che questi svolgoo Programmado i secodi si defiiscoo le coessioi che devoo essere realizzate. FPGA: architettura Cofiguratio Memory Cell O Blocks (OB) tercoectio Cofiguratio Memory Cell (CMC) AD k L U T L M1 0 M1 1 M U X M1 D Q DFF M2 0 M2 1 M U X M2 Network FPGA: usi Le FPGA soo utilizzate per realizzare a basso costo dispositivi altrimeti realizzabili tramite ASC (Applicatio Specific C): Più semplice da progettare Più costosa da produrre più leta Più costosa i termii di spazio. Le FPGA soo usate pricipalmete per: Prodotti realizzati i umero limitato Applicazioi ricofigurabili Prototipi. FPGA: prodotti prodotti più diffusi basati sulla tecologia FPGA soo: Xilix Altera.

9 Moduli Aritmetici Eseguoo operazioi tra umeri iteri (somma, moltiplicazioe, ) Tramite i sommatori si può, attraverso l operazioe di complemetazioe, realizzare ache l operazioe di sottrazioe. Sommatori Sommatori seriali Sommatori combiatori Sommatori combiatori modulari. Sommatore seriale Sommatore Combiatorio Clock CLOCK 0 C x i y i Reset c i c i1 D P 1 z i La soluzioe più vataggiosa i termii di tempo richiesto è quella rappresetata da u circuito a 2 livelli progettato ad hoc per sommare 2 umeri su bit e produrre 1 bit di uscita. U simile circuito può essere sitetizzato a partire dall'espressioe i termii di somma di prodotti o prodotto di somme della fuzioe somma. Tale soluzioe ha ua complessità che cresce espoezialmete co e viee quidi raramete adottata, se o per piccoli valori di. Sommatore Combiatorio Modulare Full adder Più frequetemete si segue u approccio modulare: Si suddividoo i 2 umeri X e Y da sommare i bit (X i, Y i ) Si sommao tra loro le coppie X i, Y i, partedo dai bit meo sigificativi Si combiao i risultati teedo coto dei riporti. L'approccio modulare è basato su u circuito elemetare deomiato full adder. z = x y c i i1 i c = x y xc y c i i i i i A B Sum Carry Carry Out i i i Carry out c i1 x i y i z i Somma Carry i c i

10 Ripple Carry Adder mplemetazioe Somma 2 umeri su bit utilizzado ua logica esclusivamete combiatoria Viee costruito coettedo i cascata fulladder (ripple carry adder) l tempo richiesto per la geerazioe dell ultimo carry è pari a d, ove d è il ritardo del sigolo modulo l costo i termii di hardware è proporzioale ad. c 4 x 3 y 3 z 3 c 3 x 2 y 2 z 2 c 2 x 1 y 1 z 1 x 0 y 0 c 1 c 0 z 0 Sommatore co carry-lookahaed Riduce il ritardo ella geerazioe del risultato, dovuto alla propagazioe del carry l Carry-Lookahaed Geerator è u circuito i grado di geerare il bit di carry di ogi modulo sulla base dei segali che gli vegoo i parallelo da tutti i moduli Questi soo ua versioe modificata di full-adder i cui vegoo geerati 2 segali particolari: Sigificato di g i e p i due coefficieti g i e p i derivao il loro ome dal fatto che permettoo: la geerazioe, per g i la propagazioe, per p i dei segali di carry relativi ai vari moduli. g i =x i y i p i =x i y i mplemetazioe Vataggi Geeratore di carry-lookahead g 0 p 0 g 1 p 1 g 2 p 2 g 3 p 3 c 0 c 1 c 2 c 3 c i Detto d il ritardo itrodotto da u circuito a 2 livelli, il ritardo di u sommatore co carrylookahaed è pari a 3d; co particolari teciche il ritardo può ulteriormete essere ridotto a 2d La complessità hardware richiesta rede i geere impraticabile questa soluzioe per >8. z 0 x 0 y 0 z 1 x 1 y 1 z 2 x 2 y 2 z 3 x 3 y 3

11 Approccio Misto mplemetazioe Può essere utilizzato per sommare umeri su bit, co grade Vegoo utilizzati /k carry-lookahaed adder per sommare i gruppi di k bit, e u ripple-adder per riportare i carry da u gruppo all altro Se ci soo m gruppi il ritardo complessivo sarà (m2)d Ad esempio se =12, ed m=3, si ha che il ritardo è pari a 5d co l approccio misto, metre sarebbe 12d co u ripple-adder. c 0 X (0:3) Y (0:3) Z (0:3) X (8:11) Y (8:11) 4-bit carrylookahead adder X (4:7) Y (4:7) c 4 4-bit carrylookahead adder Z (4:7) c 8 4-bit carrylookahead adder Z (8:11) c i ALU Comparatore a 4 bit Le Uità Aritmetico-Logiche (ALU) soo compoeti combiatori che itegrao i u uico blocco le pricipali fuzioi aritmetiche e logiche (somma, sottrazioe, egazioe, ad, or, ot, exor). A B ENABLE x0 x1 x 2 x3 Y0 Y1 Y2 Y3 comparatore 4-bit Cotrol m ALU X < Y X = Y X >Y O Registro a 4 bit Registri a Scalameto CLEAR LOAD 4 X Registro a 4 bit 4 X CLEAR SHFT ENABLE Registro a scalameto Z Z

12 Usi dei Registri a Scalameto Memorizzazioe di dati seriali (FFO) Coversioe seriale-parallelo e parallelo-seriale Moltiplicazioe e divisioe su umeri i fixedpoit seza sego e co sego (rotazioe). Cotatori Evolvoo attraverso k stati i risposta a k impulsi i igresso; la codifica degli stati permette di cotare il umero di impulsi Tipologie: Up-dow couter: possoo cotare avati e idietro Programmable couter: il valore del modulo può essere modificato. Cotatore semplice Bus COUNT ENABLE CLEAR Cotatore Modulo-16 z 0 z 1 z 2 z 3 COUNT Permettoo lo scambio di dati tra diversi compoeti Possoo essere realizzati sia all itero del sigolo C, sia sulla piastra, sia come coessioi tra piastre (backplae) Al bus possoo essere associati: Dispositivi di amplificazioe Buffer. Coessioe al Bus Buffer Tri-State Modulo 1 Modulo 2 Modulo 3 Modulo 4 Possiedoo igressi di dato X, 1 igresso di cotrollo e, ed uscite di dato Y. l valore di Y è: Quello di X, se e=1 e 1 terfaccia e 2 terfaccia e 3 terfaccia e 4 terfaccia Z, se e=0. X Y bus e

13 Memorie Soo compoeti corrispodeti fuzioalmete ad isiemi di celle di memorizzazioe, ciascua i grado di memorizzare u bit. Le celle soo orgaizzate i parole. Tutte le celle di ua parola soo lette e scritte isieme durate le operazioi di /O da/verso la memoria. Ogi parola è caratterizzata da u idirizzo, corrispodete ad u itero tra 0 e (dimesioe della memoria). La lettura o scrittura di ua parola avviee applicado il corrispodete idirizzo agli igressi della memoria. Memorie RAM Schema a blocchi k dirizzi Read Write Eable Data put RAM 2 k Data Output Memorie RAM: fuzioameto Memoria RAM: struttura Scrittura di u dato: Si forisce alla RAM l idirizzo i cui si vuole scrivere Si forisce alla RAM il dato da scrivere Si attiva il comado di scrittura Letterua di u dato: Si forisce alla RAM l idirizzo da cui si vuole leggere Si attiva il comado di lettura Si legge il dato i uscita dalla RAM. dirizzi k D E C O D F C A T O R E Write Parola 1 Parola 2 Parola 2 k M U L T P L E X E R Data Output Read Data put Memorie ROM Schema a blocchi k dirizzi Eable ROM 2 k Data Output Memorie ROM: caratteristiche Memorie a sola lettura Quattro tecologie possibili: Mask programmig (per gradi quatità) PROM (programmabili co programmatore) EPROM (programmabili dopo esposizioe a raggi ultravioletti) EEPROM (programmabili dopo applicazioe segali elettrici).

14 Livello di Sistema È il livello più alto di astrazioe dati soo visti al livello di blocchi di iformazioi o di file compoeti soo circuiti complessi, schede, o sotto-sistemi l progetto cosiste ella scelta e ell assemblaggio di compoeti hardware (già dispoibili o da realizzare appositamete), e comporta la dispoibilità del software relativo. Esempio: progetto di u PC Comporta umerosissime scelte, tra cui: Tipo del processore Tipo e dimesioe della cache Tipo e dimesioe della memoria pricipale Tipo e dimesioe dei dischi Tipologia delle coessioi Per ciascua combiazioe di scelte è auspicabile poter valutare a priori vataggi e svataggi. Valutazioe l progetto viee valutato sulla base di vari parametri: Tempo ecessario per l esecuzioe di ua certa operazioe Memoria ecessaria per l operazioe Uso delle risorse dispoibili Costo Tali parametri vegoo valutati rispetto ad ua certa sequeza di operazioi, fissa (bechmark) o defiita da determiate caratteristiche.

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione Sistemi e ecologie della Comuicazioe Lezioe 4: strato fisico: caratterizzazioe del segale i frequeza Lo strato fisico Le pricipali fuzioi dello strato fisico soo defiizioe delle iterfacce meccaiche (specifiche

Dettagli

Successioni. Grafico di una successione

Successioni. Grafico di una successione Successioi Ua successioe di umeri reali è semplicemete ua sequeza di ifiiti umeri reali:, 2, 3,...,,... dove co idichiamo il termie geerale della successioe. Ad esempio, discutedo il sigificato fiaziario

Dettagli

Numerazione binaria Pagina 2 di 9 easy matematica di Adolfo Scimone

Numerazione binaria Pagina 2 di 9 easy matematica di Adolfo Scimone Numerazioe biaria Pagia di 9 easy matematica di Adolfo Scimoe SISTEMI DI NUMERAZIONE Sistemi di umerazioe a base fissa Facciamo ormalmete riferimeto a sistemi di umerazioe a base fissa, ad esempio el sistema

Dettagli

Un modello di interazione tra CPU e dispositivi di I/O

Un modello di interazione tra CPU e dispositivi di I/O Idice lezioe: Richiami e otazioi: Abbiamo visto: sistema moolitico (I + E + O) dividiamo I e O da E, e affidiamo loro ua CPU replichiamo gli I e gli O per parallelizzare sigolarmete gli I e O Parallelizzazioe

Dettagli

Calcolo della risposta di un sistema lineare viscoso a più gradi di libertà con il metodo dell Analisi Modale

Calcolo della risposta di un sistema lineare viscoso a più gradi di libertà con il metodo dell Analisi Modale Calcolo della risposta di u sistema lieare viscoso a più gradi di libertà co il metodo dell Aalisi Modale Lezioe 2/2 Prof. Adolfo Satii - Diamica delle Strutture 1 La risposta a carichi variabili co la

Dettagli

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015 Corso di Elemeti di Impiati e mahie elettriche Ao Aademico 014-015 Esercizio.1 U trasformatore moofase ha i segueti dati di targa: Poteza omiale A =10 kva Tesioe omiale V 1 :V =480:10 V Frequeza omiale

Dettagli

Complessità Computazionale

Complessità Computazionale Uiversità degli studi di Messia Facoltà di Igegeria Corso di Laurea i Igegeria Iformatica e delle Telecomuicazioi Fodameti di Iformatica II Prof. D. Brueo Complessità Computazioale La Nozioe di Algoritmo

Dettagli

52. Se in una città ci fosse un medico ogni 500 abitanti, quale sarebbe la percentuale di medici? A) 5 % B) 2 % C) 0,2 % D) 0,5% E) 0,02%

52. Se in una città ci fosse un medico ogni 500 abitanti, quale sarebbe la percentuale di medici? A) 5 % B) 2 % C) 0,2 % D) 0,5% E) 0,02% RISPOSTE MOTIVATE QUIZ D AMMISSIONE 2000-2001 MATEMATICA 51. L espressioe log( 2 ) equivale a : A) 2log B) log2 C) 2log D) log E) log 2 Dati 2 umeri positivi a e b (co a 1), si defiisce logaritmo i base

Dettagli

Esercitazione 2 Progetto e realizzazione di un semplice sintetizzatore musicale basato su FPGA

Esercitazione 2 Progetto e realizzazione di un semplice sintetizzatore musicale basato su FPGA Architetture dei sistemi itegrati digitali Alessadro Bogliolo Esercitazioe 2 Progetto e realizzazioe di u semplice sitetizzatore musicale basato su FPGA (A) Defiizioe della specifica ed esperimeti prelimiari

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1)

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) I umeri aturali hao u ordie; ogi umero aturale ha u successivo (otteuto aggiugedo 1), e ogi umero aturale diverso da zero ha u precedete (otteuto sottraedo 1).

Dettagli

Successioni ricorsive di numeri

Successioni ricorsive di numeri Successioi ricorsive di umeri Getile Alessadro Laboratorio di matematica discreta A.A. 6/7 I queste pagie si voglioo predere i esame alcue tra le più famose successioi ricorsive, presetadoe alcue caratteristiche..

Dettagli

Problemi di turnistica del personale nei trasporti. Pianificazione dei turni. Tecniche di ottimizzazione. Programma. Paolo Toth e Daniele Vigo

Problemi di turnistica del personale nei trasporti. Pianificazione dei turni. Tecniche di ottimizzazione. Programma. Paolo Toth e Daniele Vigo Problemi di turistica del persoale ei trasporti Paolo Toth e Daiele Vigo DEIS, Uiversità di Bologa http://promet4.deis.uibo.it/ Piaificazioe dei turi Dati: u isieme di servizi da effettuare i u determiato

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Approfondimenti di statistica e geostatistica

Approfondimenti di statistica e geostatistica Approfodimeti di statistica e geostatistica APAT Agezia per la Protezioe dell Ambiete e per i Servizi Tecici Cos è la geostatistica? Applicazioe dell aalisi di Rischio ai siti Cotamiati Geostatistica La

Dettagli

SUCCESSIONI E SERIE NUMERICHE

SUCCESSIONI E SERIE NUMERICHE SUCCESSIONI E SERIE NUMERICHE. Successioi umeriche a. Defiizioi: successioi aritmetiche e geometriche Cosideriamo ua sequeza di umeri quale ad esempio:,5,8,,4,7,... Tale sequeza è costituita mediate ua

Dettagli

Statistica 1 A.A. 2015/2016

Statistica 1 A.A. 2015/2016 Corso di Laurea i Ecoomia e Fiaza Statistica 1 A.A. 2015/2016 (8 CFU, corrispodeti a 48 ore di lezioe frotale e 24 ore di esercitazioe) Prof. Luigi Augugliaro 1 / 19 Iterdipedeza lieare fra variabili quatitative

Dettagli

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica Strumeti di idagie per la valutazioe psicologica 1.2 - Richiami di statistica descrittiva Davide Massidda davide.massidda@gmail.com Descrivere i dati Dovedo scegliere u esame opzioale, uo studete ha itezioe

Dettagli

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri Prerequisiti: Aelli Spazi vettoriali Sia A u aello commutativo uitario PARTE QUARTA Teoria algebrica dei umeri Lezioe 7 Cei sui moduli Defiizioe 7 Si dice modulo (siistro) su A (o semplicemete, A-modulo)

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

19 31 43 55 67 79 91 103 870,5 882,5 894,5 906,5 918,5 930,5 942,5 954,5

19 31 43 55 67 79 91 103 870,5 882,5 894,5 906,5 918,5 930,5 942,5 954,5 Il 16 dicembre 015 ero a Napoli. Ad u agolo di Piazza Date mi soo imbattuto el "matematico di strada", come egli si defiisce, Giuseppe Poloe immerso el suo armametario di tabelle di umeri. Il geiale persoaggio

Dettagli

Campi vettoriali conservativi e solenoidali

Campi vettoriali conservativi e solenoidali Campi vettoriali coservativi e soleoidali Sia (x,y,z) u campo vettoriale defiito i ua regioe di spazio Ω, e sia u cammio, di estremi A e B, defiito i Ω. Sia r (u) ua parametrizzazioe di, fuzioe della variabile

Dettagli

Analisi statistica dell Output

Analisi statistica dell Output Aalisi statistica dell Output IL Simulatore è u adeguata rappresetazioe della Realtà! E adesso? Come va iterpretato l Output? Quado le Osservazioi soo sigificative? Quati Ru del Simulatore è corretto effettuare?

Dettagli

Random walk classico. Simulazione di un random walk

Random walk classico. Simulazione di un random walk Radom walk classico Il radom walk classico) è il processo stocastico defiito da co prob. S = S0 X k, co X k = k= co prob. e le X soo tra di loro idipedeti. k Si tratta di u processo a icremeti idipedeti

Dettagli

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA INTRODUZIONE Apputi sulla ATEATIA FINANZIARIA La matematica fiaziaria si occupa delle operazioi fiaziarie. Per operazioe fiaziaria si itede quella operazioe ella quale avviee uo scambio di capitali, itesi

Dettagli

Capitolo 27. Elementi di calcolo finanziario EEE 2015-2016

Capitolo 27. Elementi di calcolo finanziario EEE 2015-2016 Capitolo 27 Elemeti di calcolo fiaziario EEE 205-206 27. Le diverse forme dell iteresse Si defiisce capitale (C) uo stock di moeta dispoibile i u determiato mometo. Si defiisce iteresse (I) il prezzo d

Dettagli

Principi base di Ingegneria della Sicurezza

Principi base di Ingegneria della Sicurezza Pricipi base di Igegeria della Sicurezza L aalisi delle codizioi di Affidabilità del sistema si articola i: (i) idetificazioe degli sceari icidetali di riferimeto (Eveti critici Iiziatori - EI) per il

Dettagli

ANALISI MATEMATICA 1 Area dell Ingegneria dell Informazione. Appello del 5.02.2013 TEMA 1. f(x) = arcsin 1 2 log 2 x.

ANALISI MATEMATICA 1 Area dell Ingegneria dell Informazione. Appello del 5.02.2013 TEMA 1. f(x) = arcsin 1 2 log 2 x. ANALISI MATEMATICA Area dell Igegeria dell Iformazioe Appello del 5.0.0 TEMA Esercizio Si cosideri la fuzioe f(x = arcsi log x. Determiare il domiio di f e discutere il sego. Discutere brevemete la cotiuità

Dettagli

Valutazione delle prestazioni di calcolo

Valutazione delle prestazioni di calcolo Architettura degli Elaboratori e delle Reti Valutazioe delle prestazioi di calcolo A. Borghese, F. Pedersii Dipartimeto di Iformatica Uiversità degli Studi di Milao 1 Perché valutare le prestazioi? Perché?!

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagia Giovaa Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 2 per la Scuola secodaria di secodo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioi del Quadrifoglio à t i U 2 Radicali I questa Uità affrotiamo

Dettagli

che sono una l inversa dell altra; l insieme dei messaggi cifrati C i cui elementi sono indicati con la lettera c.

che sono una l inversa dell altra; l insieme dei messaggi cifrati C i cui elementi sono indicati con la lettera c. I LEZIONE Il ostro iteto è aalizzare i dettaglio i metodi di cifratura che si soo susseguiti el corso della storia prestado particolare attezioe all impiato matematico che e cosete la realizzazioe Iiziamo

Dettagli

Anno 5 Successioni numeriche

Anno 5 Successioni numeriche Ao 5 Successioi umeriche Itroduzioe I questa lezioe impareremo a descrivere e calcolare il limite di ua successioe. Ma cos è ua successioe? Come si calcola il suo limite? Al termie di questa lezioe sarai

Dettagli

Memorie ROM (Read Only Memory)

Memorie ROM (Read Only Memory) Memorie ROM (Read Only Memory) Considerando la prima forma canonica, la realizzazione di qualsiasi funzione di m variabili richiede un numero di porte AND pari al numero dei suoi mintermini e di prolungare

Dettagli

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia Itroduzioe Metodi diretti Elimiazioe di Gauss Decomposizioe LU Casi particolari Metodi Iterativi Geeralità e covergeza Metodi di base Cei sui metodi basati sul gradiete Cei sui metodi multigriglia 1 Itroduzioe

Dettagli

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE 5.. Itroduzioe La Teoria della Similitudie ha pricipalmete due utilizzi: Estedere i risultati otteuti testado ua sigola macchia ad altre codizioi operative o a ua famiglia

Dettagli

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione Ecoomia Iterazioale - Soluzioi alla IV Esercitazioe 25/03/5 Esercizio a) Cosa soo le ecoomie di scala? Come cambia la curva di oerta i preseza di ecoomie di scala? Perchè queste oroo u icetivo al commercio

Dettagli

V Tutorato 6 Novembre 2014

V Tutorato 6 Novembre 2014 1. Data la successioe V Tutorato 6 Novembre 01 determiare il lim b. Data la successioe b = a = + 1 + 1 8 6 + 1 80 + 18 se 0 se < 0 scrivere i termii a 0, a 1, a, a 0 e determiare lim a. Data la successioe

Dettagli

Analisi Fattoriale Discriminante

Analisi Fattoriale Discriminante Aalisi Fattoriale Discrimiate Bibliografia Lucidi (materiale reperibile via Iteret) Lauro C.N. Uiversità di Napoli Gherghi M. Uiversità di Napoli D Ambra L. Uiversità di Napoli Keeth M. Portier Uiversity

Dettagli

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni Foglio di esercizi N. - Soluzioi. Determiare il domiio della fuzioe f) = log 3 + log 3 3)). Deve essere + log 3 3) > 0, ovvero log 3 3) >, ovvero prededo l espoeziale i base 3 di etrambi i membri) 3 >

Dettagli

Le onde elettromagnetiche. Origine e natura, spettro delle onde e.m., la polarizzazione

Le onde elettromagnetiche. Origine e natura, spettro delle onde e.m., la polarizzazione Le ode elettromagetiche Origie e atura, spettro delle ode e.m., la polarizzazioe Origie e atura delle ode elettromagetiche: Ua carica elettrica che oscilla geera u campo elettrico E che oscilla e a questo

Dettagli

INTERFACCIA COMUNICAZIONE SERIALE PER ESA ESTRO

INTERFACCIA COMUNICAZIONE SERIALE PER ESA ESTRO Bollettio E708 rev0 7/06/0 INTERFACCIA COMUNICAZIONE SERIALE PER SERIE - CARATTERISTICHE Tesioe di alimetazioe: 90 40vac Frequeza di alimetazioe: 40 70 Hz Assorbimeto massimo: 40W Temperatura di fuzioameto:

Dettagli

Lezione 7 Sommatori e Moltiplicatori

Lezione 7 Sommatori e Moltiplicatori Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 7 Sommatori e Moltiplicatori Proff. A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano L 7 1/36 Sommario!

Dettagli

SISTEMA D'IMPRESA GESTIONE GESTIONE SISTEMA DELLE OPERAZIONI SIMULTANEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGANO DINAMICAMENTE

SISTEMA D'IMPRESA GESTIONE GESTIONE SISTEMA DELLE OPERAZIONI SIMULTANEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGANO DINAMICAMENTE SISTEMA D'IMPRESA ORGAIZZAZIOE GESTIOE 1 GESTIOE SISTEMA DELLE OPERAZIOI SIMULTAEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGAO DIAMICAMETE PER IL RAGGIUGIMETO DEI FII DELL IMPRESA 2 ORGAIZZAZIOE I SESO AMPIO LA RIUIOE DI

Dettagli

Interesse e formule relative.

Interesse e formule relative. Elisa Battistoi, Adrea Frozetti Collado Iteresse e formule relative Esercizio Determiare quale somma sarà dispoibile fra 7 ai ivestedo oggi 0000 ad u tasso auale semplice del 5% Soluzioe Il diagramma del

Dettagli

DISTRIBUZIONI DOPPIE

DISTRIBUZIONI DOPPIE DISTRIBUZIONI DOPPIE Fio ad ora abbiamo visto teciche di aalisi dei dati per il solo caso i cui ci si occupi di u solo carattere rilevato su u collettivo (distribuzioi semplici). I termii formali fio ad

Dettagli

Capitolo 7. Reti sincrone. 7.1 Retroazioni con flip-flop. Comportamento

Capitolo 7. Reti sincrone. 7.1 Retroazioni con flip-flop. Comportamento Capitolo 7 Reti sicroe 7 Retroazioi co flipflop 72 Aalisi e Sitesi 73 Registri e Cotatori 7 Retroazioi co flipflop Comportameto Il modello della rete sicroa istati di sicroismo e itervalli elemetari di

Dettagli

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI COMUNE DI VIGGIANO Provicia di Poteza 0975 61142 Fax 0975 61137 Partita IVA 00182930768 C.C.P. 14378855 PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI Azioe A2 BANDO PER

Dettagli

CARATTERISTICHE MECCANICHE DI PIETRE NATURALI PER FACCIATE VENTILATE. Di seguito verranno utilizzati i seguenti simboli:

CARATTERISTICHE MECCANICHE DI PIETRE NATURALI PER FACCIATE VENTILATE. Di seguito verranno utilizzati i seguenti simboli: PROPOSTA DI UN PROTOCOLLO DI PROVE PER IL CONTROLLO DELLE CARATTERISTICHE MECCANICHE DI PIETRE NATURALI PER FACCIATE VENTILATE FINALITÀ Nel campo edile l utilizzo di rivestimeti esteri da riportare sulle

Dettagli

Risposte. f v = φ dove φ(x,y) = e x2. f(x) = e x2 /2. +const. Soluzione. (i) Scriviamo v = (u,w). Se f(x) è la funzione richiesta, si deve avere

Risposte. f v = φ dove φ(x,y) = e x2. f(x) = e x2 /2. +const. Soluzione. (i) Scriviamo v = (u,w). Se f(x) è la funzione richiesta, si deve avere Eserciio 1 7 puti. Dato il campo vettoriale v, + 1,, i si determii ua fuioe f > i modo tale che il campo vettoriale f v sia irrotaioale, cioè abbia le derivate icrociate uguali; ii si spieghi se i risultati

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Venerdì 21 Giugno 2013 17:41 - Ultimo aggiornamento Domenica 23 Giugno 2013 08:55

Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Venerdì 21 Giugno 2013 17:41 - Ultimo aggiornamento Domenica 23 Giugno 2013 08:55 La Norma CEI 0-21, la uova regola tecica di coessioe BT Per quato riguarda gli impiati elettrici, oltre alle prescrizioi della Norma CEI 64-8 e successive variati, occorre teere i cosiderazioe u ulteriore

Dettagli

IMPLICAZIONE TRA VARIABILI BINARIE: L Implicazione di Gras

IMPLICAZIONE TRA VARIABILI BINARIE: L Implicazione di Gras IMPLICAZIONE TRA VARIABILI BINARIE: L Implicazioe di Gras Date due variabili biarie a e b, i quale misura posso assicurare che i ua popolazioe da ogi osservazioe di a segue ecessariamete quella di b? E

Dettagli

LE MISURE DI VARIABILITÀ DI CARATTERI QUANTITATIVI

LE MISURE DI VARIABILITÀ DI CARATTERI QUANTITATIVI Apputi di Statistica Sociale Uiversità ore di Ea LE MISURE DI VARIABILITÀ DI CARATTERI QUATITATIVI La variabilità di u isieme di osservazioi attiee all attitudie delle variabili studiate ad assumere modalità

Dettagli

5. Le serie numeriche

5. Le serie numeriche 5. Le serie umeriche Ricordiamo che ua successioe reale è ua fuzioe defiita da N, evetualmete privato di u umero fiito di elemeti, a R. Solitamete si idica ua successioe co la lista dei suoi valori: (a

Dettagli

Le carte di controllo

Le carte di controllo Le carte di cotrollo Dott.ssa Bruella Caroleo 07 dicembre 007 Variabilità ei processi produttivi Le caratteristiche di qualsiasi processo produttivo soo caratterizzate da variabilità Le cause di variabilità

Dettagli

Successioni. Capitolo 2. 2.1 Definizione

Successioni. Capitolo 2. 2.1 Definizione Capitolo 2 Successioi 2.1 Defiizioe Ua prima descrizioe, più ituitiva che rigorosa, di quel che itediamo per successioe cosiste i: Ua successioe è ua lista ordiata di oggetti, avete u primo ma o u ultimo

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elemeti di matematica fiaziaria 18.X.2005 La matematica fiaziaria e l estimo Nell ambito di umerosi procedimeti di stima si rede ecessario operare co valori che presetao scadeze temporali differeziate

Dettagli

GIOVANNI DI CECCA & VIRGINIA BELLINO 50 / 887 408 / 466. Progettazione e simulazione. di una. ALU complessa. con. Programmi ALU

GIOVANNI DI CECCA & VIRGINIA BELLINO 50 / 887 408 / 466. Progettazione e simulazione. di una. ALU complessa. con. Programmi ALU GIOVANNI DI CECCA & VIRGINIA BELLINO 50 / 887 408 / 466 Progettazioe e simulazioe di ua ALU complessa co Programmi a b ALU 4 op_code c_flag 5 Flags y http://www.dicecca.et 2 Progettazioe e simulazioe di

Dettagli

Introduzione alla Statistica descrittiva. Definizioni preliminari. Definizioni preliminari. Fasi di un indagine statistica. Tabelle statistiche

Introduzione alla Statistica descrittiva. Definizioni preliminari. Definizioni preliminari. Fasi di un indagine statistica. Tabelle statistiche Itroduzioe alla Statistica descrittiva Defiizioi prelimiari È la scieza che studia i feomei collettivi o di massa. U feomeo è detto collettivo o di massa quado è determiato solo attraverso ua molteplicità

Dettagli

Elettronica dei Sistemi Digitali e Laboratorio di Elettronica

Elettronica dei Sistemi Digitali e Laboratorio di Elettronica Elettroica dei Sistemi Digitali e Laboratorio di Elettroica Corso di Laurea i Iformatica e Tecologie Fisiche Iovative o ccademico 28-29.. 28-9 trimestre Dott. M. dreotti Periodo didattico : I trimestre

Dettagli

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti Banco di registri e memoria Corso ACSO prof. Cristina SILVANO Politecnico di Milano Componenti di memoria e circuiti di pilotaggio L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono

Dettagli

Componenti combinatori

Componenti combinatori Componenti combinatori Reti combinatorie particolari (5.., 5.3-5.8, 5.) Reti logiche per operazioni aritmetiche Decoder ed encoder Multiplexer Dispositivi programmabili: PROM e PLA Reti combinatorie particolari

Dettagli

Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni

Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni Problemi di Schedulig Defiizioi I problemi di schedulig soo caratterizzati da tre isiemi: Attività (Task) T {T,T 2, T } macchie (Machies) P {P,P 2, P m } Risorse R {R,R 2, R s } Schedulig: assegare m Macchie

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA

STATISTICA DESCRITTIVA STATISTICA DESCRITTIVA La statistica descrittiva serve per elaborare e sitetizzare dati. Tipicamete i dati si rappresetao i tabelle. Esempio. Suppoiamo di codurre u idagie per cooscere gli iscritti al

Dettagli

ESERCITAZIONI PRATICHE LABORATORIO 111

ESERCITAZIONI PRATICHE LABORATORIO 111 ESERCITZIONI PRTICHE LORTORIO 111 MODULO ELETTRONIC DIGITLE SCLE DI INTEGRZIONE I CIRCUITI INTEGRTI Tutte le fuzioi logiche, soo dispoibili i commercio sotto forma di circuiti itegrati. U circuito itegrato

Dettagli

Corso di Laurea in Ing. Edile Politecnico di Bari A.A. 2008-2009 Prof. ssa Letizia Brunetti DISPENSE DEL CORSO DI GEOMETRIA

Corso di Laurea in Ing. Edile Politecnico di Bari A.A. 2008-2009 Prof. ssa Letizia Brunetti DISPENSE DEL CORSO DI GEOMETRIA Corso di Laurea i Ig Edile Politecico di Bari AA 2008-2009 Prof ssa Letizia Bruetti DISPENSE DEL CORSO DI GEOMETRIA 2 Idice Spazi vettoriali Cei sulle strutture algebriche 4 2 Defiizioe di spazio vettoriale

Dettagli

Probabilità e Statistica I

Probabilità e Statistica I Probabilità e Statistica I Elvira Di Nardo (Dipartimeto di Matematica) Uiversità degli Studi della Basilicata e-mail:diardo@uibas.it http://www.uibas.it/uteti/diardo/home.html Tel:097/05890 Prerequisiti:

Dettagli

Capitolo 3 ANALISI DI RETI A MICROONDE. 3.1 Impedenze, tensioni e correnti equivalenti

Capitolo 3 ANALISI DI RETI A MICROONDE. 3.1 Impedenze, tensioni e correnti equivalenti Capitolo 3 ANALISI DI REI A MICROONDE 3. Impedeze, tesioi e correti equivaleti Alle frequeze delle microode la misura di tesioi e correti è difficile (o addirittura impossibile) a meo che o sia dispoibile

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15 Corso di Laurea Magistrale i Igegeria Iformatica A.A. 014/15 Complemeti di Probabilità e Statistica Prova scritta del del 3-0-15 Puteggi: 1. 3+3+4;. +3 ; 3. 1.5 5 ; 4. 1 + 1 + 1 + 1 + 3.5. Totale = 30.

Dettagli

SERIE NUMERICHE Con l introduzione delle serie vogliamo estendere l operazione algebrica di somma ad un numero infinito di addendi.

SERIE NUMERICHE Con l introduzione delle serie vogliamo estendere l operazione algebrica di somma ad un numero infinito di addendi. Serie SERIE NUMERICHE Co l itroduzioe delle serie vogliamo estedere l operazioe algebrica di somma ad u umero ifiito di addedi. Def. Data la successioe {a }, defiiamo la successioe {s } poedo s = a k.

Dettagli

Architettura degli Elaboratori

Architettura degli Elaboratori Circuiti combinatori slide a cura di Salvatore Orlando, Andrea Torsello, Marta Simeoni 1 Circuiti integrati I circuiti logici sono realizzati come IC (circuiti integrati)! realizzati su chip di silicio

Dettagli

Appunti su rendite e ammortamenti

Appunti su rendite e ammortamenti Corso di Matematica I Facoltà di Ecoomia Dipartimeto di Matematica Applicata Uiversità Ca Foscari di Veezia Fuari Stefaia, fuari@uive.it Apputi su redite e ammortameti 1. Redite Per redita si itede u isieme

Dettagli

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica

ICT e Sistemi informativi Aziendali. ICT e Sistemi informativi Aziendali. Sommario. Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi iformativi Aziedali Materiale di supporto alla didattica ICT e Sistemi iformativi Aziedali CAPITOLO IV base e warehouse Sommario Modelli dei dati Modello relazioale DBMS La progettazioe di

Dettagli

I appello - 29 Giugno 2007

I appello - 29 Giugno 2007 Facoltà di Igegeria - Corso di Laurea i Ig. Iformatica e delle Telecom. A.A.6/7 I appello - 9 Giugo 7 ) Studiare la covergeza putuale e uiforme della seguete successioe di fuzioi: [ ( )] f (x) = cos (

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica ELT A-Z Docete: dott. F. Zucca Esercitazioe # 4 1 Distribuzioe Espoeziale Esercizio 1 Suppoiamo che la durata della vita di ogi membro di

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 4 MACCHINA DI VON NEUMANN Anni 40 i dati e i programmi che descrivono come elaborare i dati possono essere codificati nello

Dettagli

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore Il processore Architettura dell elaboratore Il processore La esegue istruzioni in linguaggio macchina In modo sequenziale e ciclico (ciclo macchina o ciclo ) Effettuando operazioni di lettura delle istruzioni

Dettagli

Il test parametrico si costruisce in tre passi:

Il test parametrico si costruisce in tre passi: R. Lombardo I. Cammiatiello Dipartimeto di Ecoomia Secoda Uiversità degli studi Napoli Facoltà di Ecoomia Ifereza Statistica La Verifica delle Ipotesi Obiettivo Verifica (test) di u ipotesi statistica

Dettagli

Lezione 3: Architettura del calcolatore

Lezione 3: Architettura del calcolatore Lezione 3: Architettura del calcolatore Architettura di Von Neumann BUS, CPU e Memoria centrale Ciclo di esecuzione delle istruzioni Architettura del calcolatore Il calcolatore è: uno strumento programmabile

Dettagli

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI E u problema di ifereza per molti aspetti collegato a quello della stima. Rispode ad u esigeza di carattere pratico che spesso si preseta i molti campi dell attività

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica Architetture degli Elaboratori

Corso di Laurea in Informatica Architetture degli Elaboratori Corso di Laurea in Informatica Architetture degli Elaboratori Corsi A e B Esonero del 25 maggio 2005 Esercizio 1 (punti 3) Una scheda di memoria di un telefono cellulare mette a disposizione 8Mbyte di

Dettagli

Modulazione OFDM 1 - Introduzione

Modulazione OFDM 1 - Introduzione Modulazioe OFDM 1 - Itroduzioe I questo capitolo soo aalizzate le proprietà della modulazioe OFDM (Ortogoal Frequecy Divisio Multiplexig). Utilizzeremo volutamete la parola "modulazioe" ivece di multiplazioe,

Dettagli

A = 10 log. senϕ = n n (3)

A = 10 log. senϕ = n n (3) CORSO DI LABORATORIO DI FISICA A Misure co fibre ottiche Scopo dell esperieza è la misura dell atteuazioe e dell apertura umerica di fibre ottiche di tipo F-MLD-500. Teoria dell esperieza La fisica sulla

Dettagli

SUCCESSIONI NUMERICHE

SUCCESSIONI NUMERICHE SUCCESSIONI NUMERICHE Ua fuzioe reale di ua variabile reale f di domiio A è ua legge che ad ogi x A associa u umero reale che deotiamo co f(x). Se A = N, la f è detta successioe di umeri reali. Se co si

Dettagli

Capitolo uno STATISTICA DESCRITTIVA BIVARIATA

Capitolo uno STATISTICA DESCRITTIVA BIVARIATA Capitolo uo STATISTICA DESCRITTIVA BIVARIATA La statistica bidimesioale o bivariata si occupa dello studio del grado di dipedeza di due caratteri distiti della stessa uità statistica. E possibile, ad esempio,

Dettagli

1 Limiti di successioni

1 Limiti di successioni Esercitazioi di matematica Corso di Istituzioi di Matematica B Facoltà di Architettura Ao Accademico 005/006 Aa Scaramuzza 4 Novembre 005 Limiti di successioi Esercizio.. Servedosi della defiizioe di ite

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2006

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2006 ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS DI RDINAMENT 006 Il cadidato risolva uo dei due problemi e 5 dei 0 quesiti i cui si articola il questioario. PRBLEMA U filo metallico di lughezza l viee utilizzato

Dettagli

Limiti di successioni

Limiti di successioni Argometo 3s Limiti di successioi Ua successioe {a : N} è ua fuzioe defiita sull isieme N deiumeriaturaliavalori reali: essa verrà el seguito idicata più brevemeteco{a } a èdettotermie geerale della successioe

Dettagli

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006 Terzo appello del primo modulo di ANALISI 18.7.26 1. Si voglioo ifilare su u filo delle perle distiguibili tra loro solo i base alla dimesioe: si hao a disposizioe perle gradi di diametro di 2 cetimetri

Dettagli

Una funzione è una relazione che ad ogni elemento del dominio associa uno e un solo elemento del codominio

Una funzione è una relazione che ad ogni elemento del dominio associa uno e un solo elemento del codominio Radicali Per itrodurre il cocetto di radicali che già avete icotrato alle medie quado avete imparato a calcolare la radice quadrata e cubica dei umeri iteri, abbiamo bisogo di rivedere il cocetto di uzioe

Dettagli

Calcolatori Elettronici B a.a. 2006/2007

Calcolatori Elettronici B a.a. 2006/2007 Calcolatori Elettronici B a.a. 2006/2007 RETI LOGICHE: RICHIAMI Massimiliano Giacomin 1 Due tipi di unità funzionali Elementi di tipo combinatorio: - valori di uscita dipendono solo da valori in ingresso

Dettagli

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln DOMINIO FUNZIONE Determiare il domiio della fuzioe f = l e e + e + e Deve essere e e + e + e >, posto e = t si ha t e + t + e = per t = e e per t = / Il campo di esisteza è:, l, + Determiare il domiio

Dettagli

Campionamento stratificato. Esempio

Campionamento stratificato. Esempio ez. 3 8/0/05 Metodi Statiici per il Marketig - F. Bartolucci Uiversità di Urbio Campioameto ratificato Ua tecica molto diffusa per sfruttare l iformazioe coteuta i ua variabile ausiliaria (o evetualmete

Dettagli

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO PARAMETRI DEL MOTO SISMICO Attività microsismica: caratterizzata da vibrazioi di debole ampiezza e periodi molto gradi tali da o essere percepiti dai più comui strumeti di registrazioe (importate soprattutto

Dettagli

UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) Opcode OpCode Operazione

UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) Opcode OpCode Operazione RCHITETTUR DI UN ELORTORE MCCHIN DI VON NEUMNN Ispirata al modello della Macchina di Von Neumann (Princeton, Institute for dvanced Study, anni 40). UNITÀ FUNZIONLI fondamentali Processore (CPU) Centrale

Dettagli

Corso di laurea in Matematica Corso di Analisi Matematica 1-2 Dott.ssa Sandra Lucente 1 Funzioni potenza ed esponenziale.

Corso di laurea in Matematica Corso di Analisi Matematica 1-2 Dott.ssa Sandra Lucente 1 Funzioni potenza ed esponenziale. Corso di laurea i Matematica Corso di Aalisi Matematica -2 Dott.ssa Sadra Lucete Fuzioi poteza ed espoeziale. Teorema. Teorema di esisteza della radice -esima. Sia N. Per ogi a R + esiste uo ed u solo

Dettagli