Dalla Tv analogica al digitale terrestre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dalla Tv analogica al digitale terrestre"

Transcript

1 Dalla Tv analogica al digital trrstr Marco Bulfon Il sistma di trasmission dl sgnal tlvisivo italiano sta volvndo da una tcnologia analogica a una digital. È un procsso ch coinvolgrà il nostro pas pr oltr quattro anni. Ma una rgion, la Sardgna, lo ha già compltato. Un sprinza di cui far tsoro. Di disagi subiti dall famigli si parla pochissimo. Eppur, s non affrontati, ssi si riptranno pr cntinaia di migliaia, quando non milioni, di famigli italian. Con Comunicazion dlla Commission dl 24 maggio 2005, 1 l Union uropa ha stabilito ch ntro il 2012 tutti i pasi mmbri dovranno avr convrtito la trasmission dl sgnal tlvisivo dall attual sistma analogico a uno di tipo digital. Con provvdimnti di lgg, succssivi intrvnti ministriali dll Autorità pr l Garanzi nll Comunicazioni (AGCOM), l Italia ha rcpito gli inviti dlla Commission ha pianificato una complta digitalizzazion dl sgnal tlvisivo nazional ntro il dicmbr dl È ciò ch vin comunmnt dfinito il passaggio al digital trrstr. Si tratta di un passaggio pr molti asptti pocal pr il sistma tlvisivo italiano. Non solo prché vrosimilmnt cambirà ni prossimi anni il rapporto tra l utnt il tlvisor. Ma anch prché il passaggio costituisc di pr sé un procsso con pochi prcdnti nlla storia rcnt dl nostro pas. Tutti i sistmi di trasmission dl sgnal tlvisivo dovranno ssr convrtiti dall analogico al digital, dalla singola mittnt, attravrso i singoli riptitori sparsi sul trritorio nazional, fino alla casa di ciascuna famiglia italiana. E anch i sistmi di riczion dl sgnal di tutti gli oltr 23 milioni di famigli italian dovranno ssr adattati pr potr rndr visibil il sgnal digital. In lina torica, la convrsion dovrbb ssr piuttosto smplic pr gli utnti. L sclt prcorribili sono du: consrvar il vcchio tlvisor acquistar un dcodr, uno strumnto, cioè, ch faccia da intrprt tra il sgnal digital provnint dall antnna il tlvisor; 78 1 Si tratta dlla Comunicazion dlla Commission al Consiglio di Ministri, al Parlamnto uropo, al Comitato Economico Social uropo al Comitato dll Rgioni pr l acclrazion dlla transizion dalla Marco Bulfon Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori trasmission analogica al digital dl 24 maggio 2005, disponibil in ingls al sgunt indirizzo Intrnt dl portal dll Union uropa: numro 1/2009 Mrcato

2 acquistar un nuovo tlvisor digital (il cosiddtto idtv, intgratd Digital Tlvision) dotato già di dcodr intrno ch, dunqu, può ssr dirttamnt collgato all antnna. In qusto modo, l famigli potranno ricvr il sgnal dlla cosiddtta tlvision digital trrstr (DTT, Digital Trrstrial Tlvision). Tuttavia, il mrcato offr anch altr form (o, com si dic in trmini tcnici, altri protocolli) di tlvision digital: la tlvision digital satllitar, il cui sgnal vin inviato da un satllit gostazionario pr ricvr il qual è ncssario installar un antnna parabolica munirsi di apposito dcodr. Molti canali, soprattutto straniri, possono ssr visti in chiaro smplicmnt installando la parabola, ma s si dsidra disporr di una più ampia gamma di canali (comprsi tutti i canali gnralisti nazionali) è ncssario abbonarsi a un srvizio a pagamnto; la tlvision via Intrnt, la cosiddtta iptv (intrnt protocol Tlvision), la qual vin trasmssa attravrso la rt informatica. In qusto caso, è ncssario dotarsi di un abbonamnto ADSL o in fibra ottica di un oprator, ch offr anch srvizi tlvisivi (in qusto momnto sono tr gli opratori ch li offrono) richidr insim all abbonamnto ADSL anch l opzioni tlvisiv. In qusto caso, è l oprator stsso a fornir il dcodr. I pacchtti disponibili consntono di disporr di una sri di srvizi intrattivi di offrt gnralist disponibili sul digital trrstr o sul satllit (dirttamnt sulla rt Intrnt non da un antnna) a sconda dll oprator ADSL o in fibra ottica di cui ci si avval. Qusto in toria. Ch cosa avvrrà nlla pratica, lo si vdrà ni prossimi msi. E in part, a dir il vro, lo si può vdr fin da ora. Prché la transizion al digital è già in corso. La pianificazion dl passaggio al digital: il Ministro il CNID L organismo istituzional a cui è stata attribuita la rsponsabilità dlla gstion dl passaggio al digital è l x-ministro pr l Comunicazioni, oggi dipartimnto dl Ministro pr lo Sviluppo Economico. Nlla sua azion, il Ministro god dlla vigilanza dl contributo dll AGCOM, ch già nl 2000 avva pubblicato sul tma un documnto strmamnt significativo, Il Libro Bianco dlla Tlvision Digital Trrstr, ancora oggi consultabil sul sito dll Autorità. 2 2 L intro volum è disponibil sul portal agcom.it/provv/libro_b_00/librobianco00.htm. numro 1/2009 Mrcato 79

3 Allo scopo di mglio gstir l oprazion ch, com si può bn immaginar, è di proporzioni molto rilvanti, nl 2006 il Ministro ha istituito il Comitato Nazional Italia Digital (CNID), un organismo ch riunisc al proprio intrno l azind ch oprano nl sttor dlla Tv digital, i rapprsntanti di catgoria, di consumatori, azind tlvisiv, azind distributiv di matrial lttronico, rapprsntanti dll rgioni l AGCOM. Il tavolo è, naturalmnt, prsiduto dal Ministro. Il CNID ha la funzion di pianificar sorvgliar il corrtto svolgrsi dlla transizion. La pianificazion dl passaggio al digital: carattristich gnrali dl calndario ministrial Il passaggio dall analogico al digital è, pr crti asptti, quasi una smplic prssion su un intrruttor: si spgn il sgnal analogico si accnd qullo digital. Tuttavia, è vidnt, limitarsi alla smplic convrsion dll intrruttor dall oggi al domani in tutta Italia comportrbb consgunz difficilmnt gstibili. Tutta l oprazion, prtanto, è sottoposta a un itr assai articolato, ch val la pna di conoscr, almno nll su lin principali. Switch-ovr switch-off. Anzitutto la convrsion non avvrrà all improvviso, ma in du fasi. Vi sarà una prima fas, cosiddtta di switch-ovr, in cui si rndrà disponibil il sgnal digital, su cui si potranno vdr tutti i canali, mntr sul sgnal analogico vrranno spnti solo un canal Rai (RaiDu) un canal Mdiast (Rtquattro). In un scondo tmpo, poi, si procdrà allo switch-off, cioè allo spgnimnto dfinitivo dl sgnal analogico. Prtanto vi sarà un priodo intrmdio tra lo switch-ovr lo switchoff in cui ntrambi i sgnali, analogico digital, saranno oprativi. Informazion. È vidnt ch una fas ssnzial dl procsso sarà un adguata campagna di informazion. Si dovrà prmttr agli utnti di conoscr l dat in cui avvrranno sia lo switch-ovr sia lo switch-off. Inoltr, gli utnti dovranno ssr informati sull form di tlvision digital sistnti su com comportarsi pr adottar l uno o l altro di protocolli disponibili. Il calndario. La convrsion non avvrrà improvvisamnt in tutta Italia, ma sarà un procsso gradual, distinto pr ar (in gnral corrispondnti all rgioni), ciascuna dll quali avrà la sua data di switch-ovr la sua data di switch-off. L ultima vrsion dl calndario è stata stabilita nl sttmbr 2008 dal Ministro. 80 Il primo switch-off si è già vrificato. Lo scorso 31 ottobr la Sardgna è divnuta la prima rgion italiana intramnt digital, la più grand ara in Europa. numro 1/2009 Mrcato

4 Nlla prima mtà dl 2009, inoltr, è prvisto lo switch-ovr in divrs ar (Pimont occidntal, Trntino Alto Adig, Lazio Campania), ch saranno sottopost a switch-off nlla sconda mtà dll anno, dopo qullo dlla Vall d Aosta. Il caso Sardgna A partir dal 31 ottobr 2008, dunqu, la Sardgna è divnuta la prima ( pr il momnto unica) rgion italiana in cui è stato applicato lo switch-off. In cui, cioè, tutt l trasmissioni tlvisiv sono intramnt d sclusivamnt digitali. Quanto accaduto in Sardgna può ssr considrato un punto di rifrimnto pr farsi un ida di quali siano i procdimnti fino a ora adottati, quali siano stati i loro punti di forza quali l dbolzz su cui è ncssario intrvnir pr il futuro. Dlla transizion al digital finora sulla stampa non abbiamo ltto molto. Gli articoli ch sono stati pubblicati rano in prvalnza carattrizzati da un tono piuttosto ntusiastico. Quasi ch il procsso stia procdndo a gonfi vl, snza intoppi o sbavatur. Nl caso dllo switch-off dlla Sardgna addirittura l ossrvazion dominant è stata la soddisfazion pr avr crato l ara digital (tlvisivamnt parlando) più grand d Europa. La soddisfazion è più ch lgittima. Eppur alcuni dati dovrbbro dstar qualch proccupazion. E aiutar a individuar risolvr l criticità dl procsso in corso. L ossrvazioni ch sguiranno si basano sui dati di alcun indagini commissionat dal Comitato Nazional Italia Digital (il CNID). Dati ch ci smbrano piuttosto significativi. Famigli digital trrstr Nl caso dlla Sardgna, sono stat pianificat du dat di switch-ovr rlativ a du ar divrs dll isola. In occasion dl primo switch-ovr, ad april dl 2007, poco mno dl 70% dll famigli sard si ra dotata di un dcodr digital. Dopo il scondo, a dicmbr 2007, ra il 76,5% dll famigli a ssrsi dotata di dcodr. Ancora a sttmbr 2008 la pntrazion dl digital trrstr ra frma a quota 80%. Subito dopo lo switch-off, tal prcntual ra salita al 91,7%. Dunqu: in occasion dl primo switch-ovr, il 30% dll famigli sard non ra minimamnt in grado di ricvr il sgnal digital. Si tratta di oltr famigli. Quando è scattato il scondo switch-ovr, c ra ancora un 25% circa di famigli ch non ra in grado di ricvr il sgnal digital. Sono più di famigli ch pagano il canon Rai, ma a cui ra impdito di vdr RaiDu. A circa un ms dallo switch-off, cioè la scomparsa dfinitiva dl sgnal analogico, c ra ancora un 20% di famigli imprparat a ricvr il sgnal digital trrstr. Cioè, i du trzi dll famigli, ch non avvano un dcodr in occasion dl primo switch-ovr, in un anno mzzo non avvano an- numro 1/2009 Mrcato 81

5 cora fatto nulla. Si tratta di oltr famigli sard. Dunqu, in un anno mzzo sono stat circa l famigli ch hanno adguato il proprio sistma tlvisivo alla riczion dl sgnal digital trrstr. E, nl giro di du msi, sono stat altr a corrr ad attrzzarsi pr non rimanr sorprs dallo switch-off. Nl giro di mno di du msi, a ridosso dllo switch-off, l famigli ch hanno acquistato un dcodr o un tlvisor digital sono stat in numro prssoché ugual a qullo dll anno mzzo prcdnt. Non si dirbb proprio ch l famigli sard anlassro a digitalizzar il proprio sistma tlvisivo! Il 20% dll famigli, in sostanza, ha aspttato l ultimo momnto pr adguarsi al sgnal digital trrstr. Addirittura, più di famigli sard non si sono ancora adguat a ricvr il sgnal digital trrstr nppur dopo lo switch-off. Più ch una corsa al digital trrstr ci smbra una rincorsa allo spgnimnto dll analogico. E una rincorsa piuttosto stanca. Fig. 1 Pntrazion dll piattaform digitali trrstri nll famigli sard Font: CNID, Makno - Monitor Tv Digital Sardgna. 82 S qusti dati non convincono, si guardi la Fig. 2 Ad april dl 2007, nonostant quasi il 70% dll famigli sard si foss dotata di sistmi di riczion dl sgnal digital trrstr, tal piattaforma godva di uno shar dl 21,9%: cioè, quasi i du trzi dll famigli ch si rano dotato di dcodr continuavano a guardar la tlvision attravrso il sgnal analogico o da qullo satllitar, ma non dal digital trrstr. Quando, a novmbr, il sgnal analogico è stato spnto, circa il 92% di famigli sard potva ricvr il sgnal digital trrstr, ma lo shar di qusta piattaforma si è frmato al 78%. Addirittura, a livllo nazional il digital trrstr continua a conquistar numro 1/2009 Mrcato

6 poco più dl 5% dll famigli. Insomma, da qualunqu part si posi lo sguardo, qualunqu sia l angolo di visual, la conclusion a cui si prvin è ch l famigli non smbrano affatto pront ad accoglir qusta trasformazion con ntusiasmo. E, qul ch è pggio, nssuno par chidrsn il prché. Fig. 2 Il consumo tlvisivo dlla piattaforma digital trrstr in Sardgna in Italia Font: CNID, Auditl. Sorprsa! La Tv non si è più accsa Nl ms di novmbr dl 2008, cioè immdiatamnt dopo lo switch-off, la tlvision digital avva un tasso di pntrazion nll famigli sard (dato mdio dl ms) dl 96,9%. Di ss, il 92% ra in condizion di ricvr il digital trrstr; un ultrior 5%, pur non ricvndo il digital trrstr, ra in condizion di ricvr il sgnal da altri tipi di piattaform (satllitar iptv). Insomma, praticamnt la totalità dlla popolazion si ra digitalizzata! vrrbb da dir. S non ch riman un 3,1% di famigli sard ch non ha fatto nulla. Ciò significa ch più di famigli sard sono rimast snza tlvision! La loro tlvision analogica si è spnta d ss non rano attrzzat pr potr visualizzar alcun sgnal digital. Ch cosa è succsso a qust famigli? Già non avvano un tlvisor prima dllo switch-off non hanno avuto alcun intrss ad acquistarn uno nuovo? O fors avvano un tlvisor non hanno avuto alcun intrss ad adguarlo alla riczion dl sgnal digital? O fors non si tratta affatto di una loro sclta? Fors ch la transizion al digital l ha colt imprparat pr disinformazion o impossibilità pratica hanno dovuto, loro malgrado, rinunciar ai srvizi tlvisivi? Ch cosa è vramnt accaduto? numro 1/2009 Mrcato 83

7 La vrità è ch nssuno attualmnt smbra ssrsn sriamnt intrssato. Nssuno par volr comprndr il motivo dlla rinuncia di qusto 3% di famigli sard. Si noti ch, s il fnomno mantnss l stss dimnsioni sull intro trritorio nazional, significhrbb ch oltr famigli vrrbbro sclus dai srvizi tlvisivi nazionali. In altri trmini, poco mno di 3 milioni di individui rsidnti in Italia non fruirbbro più di alcun programma tlvisivo. Una popolazion pari a du volt la città di Milano (la sconda in Italia) rimarrbb passivamnt dinanzi a uno schrmo nro. Sarà o non sarà important sapr s qusta rinuncia è frutto di una libra sclta o piuttosto di un imposizion subita? Entriamo allora un po più nl dttaglio. 84 In bas ai dati dll indagin commissionata dal CNID, nlla prima sttimana di novmbr il tasso di pntrazion dlla tlvision digital nll famigli sard ra ancora dl 96,5% d è risalito al 97,7% nlla sconda sttimana. Ciò significa ch quasi famigli sard sono stat sicuramnt sorprs dallo switch-off, tanto ch nl giro di una sttimana sono dovut corrr ai ripari. Si tratta di oltr l 1% dll famigli sard. Un numro norm. Proittando il dato su tutt l famigli italian, significhrbb ch oltr famigli potrbbro ssr sorprs dallo spgnimnto dl sgnal analogico, cioè oltr 1 milion di cittadini. Si vuol davvro ch siano così tanti, un domani, gli italiani a trovarsi in una situazion simil? Ch cosa ha indotto tant famigli a rincorrr gli vnti? Si tratta solo di prson distratt? Oppur il dato sgnala problmi nlla campagna di informazion ch ha accompagnato il procsso? Prima dllo switch-off, l famigli sard ch non disponvano di alcun tlvisor rano circa l 1,8%. Ciò significa ch, al momnto dllo switch-off, l 1,4% dll famigli sard avva un tlvisor, ma non si è proccupato di adguarlo ad alcuna forma di riczion digital. Si tratta di oltr famigli ch avvano sicuramnt un tlvisor prima dllo switch-off ch hanno accttato ch il tlvisor improvvisamnt si spgnss. In qusto caso non c è dubbio. Qust famigli fruivano dll trasmissioni analogich. Pagano il canon Rai. Eppur hanno lasciato ch il loro tlvisor si spgnss non s sono proccupat. Prché? Smpr la stssa indagin commissionata dal CNID ha crcato, in vrità, di fornir qualch risposta a qusta domanda. Dai suoi dati, si stima ch circa famigli sard, pur possdndo un tlvisor prima dllo switch-off, rinuncrà dfinitivamnt alla tlvision, prfrndo ch tutti i tlvisori di casa si spngano piuttosto ch adguarn almno uno al nuovo sgnal digital. Tuttavia non si fornisc alcuna spigazion di qusta sclta. Ancora una volta: prché? Qulla di qust famigli è una sclta o rassgnazion? Molt famigli sono dotat di più di un tlvisor. Pr potr ricvr il sgnal digital trrstr è ncssario acquistar un dcodr pr ciascuno di tlvisori prsnti in casa. Non n basta uno solo pr famiglia. Ebbn, famigli sard hanno prfrito non dotar di dcodr almno uno di tlvisori di casa. Significa ch il 22% dll famigli sard ha prfrito numro 1/2009 Mrcato

8 rinunciar all utilizzo di alcuni di tlvisori di casa. C ra il tlvisor in salotto in cucina? Il tlvisor in cucina non si vdrà più. Proittando il dato a livllo nazional, significa ch qusta sclta riguardrbb oltr 5 milioni di famigli, quasi 20 milioni di individui. Qust sono cifr gigantsch. Crto, possdr più di un tlvisor non è un signza ssnzial. Ma il problma ch qui si pon è un altro. Qust famigli possdvano già qul tlvisor. E, vrosimilmnt, fino a prima dllo switch-off, lo usavano. Possiamo ssr crti ch qust famigli hanno sclto di spgnr qui tlvisori prché non volvano più farn uso? O fors hanno dovuto rinunciarvi pr caus indipndnti dalla loro volontà? I dati ci inducono a ritnr ch lo switch-off sia stato vissuto da moltissim famigli sard com una sclta imposta da altri, ch ha comportato rinunc tutt altro ch trascurabili. Sono numrosissim l famigli ch sono stat indott a spgnr almno uno di tlvisori prsnti in casa, dunqu, a rinunciar in part al consumo tlvisivo a cui rano fino ad allora abituat. Sono dcisamnt tropp l famigli ch sono stat indott a rinunciar compltamnt a qui srvizi tlvisivi di cui disponvano fino a un attimo prima. E pr i quali pagano una tassa spcifica. Problmi d antnna I dati più sconcrtanti sono fors qulli rlativi ai problmi ch si sono prsntati all famigli ch al digital sono ffttivamnt passat. Il 50% di qull ch si sono dotat di dcodr digital (circa ) hanno avuto problmi, al momnto dllo switch-off, nlla riczion di uno o più canali. Circa famigli hanno avuto problmi nlla riczion di canali Rai, circa di canali Mdiast, di alcun mittnti locali. Dopo du sttiman dallo switch-off, più di famigli avvano risolto compltamnt i loro problmi. N rimanvano, invc, ancora ch continuavano a lamntar problmi di riczion su uno o più canali, di cui non ricvvano nssun canal. Sono dati sbalorditivi. E molto proccupanti. L indagin non ci spiga qual tipo di difficoltà abbiano avuto qusti utnti. Tuttavia, s dopo du sttiman dallo switch-off così tant famigli avvano problmi di riczion dl sgnal, i casi sono du: o l informazion loro fornita non ra sufficint, oppur il sistma di sostituzion dl sgnal sui riptitori è stato assolutamnt inadguato. Ma in ntrambi i casi, è ammissibil ch siano l famigli a pagar l consgunz dll inadmpinz altrui? Procdiamo con i dati infausti. Bn famigli hanno avuto l signza di intrvnir sull antnna. Di ss, hanno dovuto procdr a una sostituzion complta, mntr hanno dovuto ricorrr all intrvnto di un tcnico antnnista. numro 1/2009 Mrcato 85

9 Fors, pr capir l dimnsioni dl fnomno, può aiutar anch qui la proizion di qusti dati a livllo nazional. S non si facss nulla qusti fnomni si riproducssro in tutta Italia nll stss dimnsioni rgistrat in Sardgna, significhrbb ch: circa 10 milioni di famigli avrbbro problmi di riczion al momnto dllo switch-off; poco mno di 4,5 milioni di famigli avrbbro problmi nlla riczion di canali Rai, quasi 2,2 milioni n avrbbro con i canali Mdiast, quasi 1,5 milioni con l rti locali; dopo du sttiman dallo switch-off, circa 6,3 milioni di famigli continurbbro ad avr problmi di riczion, di cui oltr 1 milion non ricvrbb alcun canal; oltr 1,3 milioni di famigli dovrbbro intrvnir sull antnna pr risolvr il proprio problma, oltr sostitundola compltamnt, circa 1 milion richidndo comunqu l intrvnto di un antnnista. Nssuno si augura ch i dati dl caso sardo ch abbiamo appna citato si ripropongano su tutto il trritorio nazional. Tuttavia qusta proizion di dati aiuta a coglir com i problmi ch si sono posti nl corso dll sprinza sarda non siano affatto pochi né trascurabili. S davvro il passaggio alla tlvision digital vuol ssr un srvizio offrto al cittadino, è dovroso ch la raccolta l analisi di dati sia finalizzata non solo a far mrgr i succssi dll oprazion, ma anch i suoi limiti, affinché, nl procdr dll transizioni, non si riptano più. 86 Tab. 1 Problmi di riczion in corrispondnza dllo switch-off in Sardgna Tipo di problma Famigli sard con problmi di riczion Numro di famigli sard (in migliaia) numro 1/2009 Prcntual sulla popolazion dll famigli sard Mrcato Proizion su tutt l famigli italian (in migliaia) (1) Possssori di dcodr digitali ch hanno dnunciato problmi di riczion % Problmi di riczion canali Rai % Problmi di riczion canali Mdiast 59 10% Problmi di riczion sui canali locali 40 7% Famigli con problmi di riczion alla 2 a sttimana % Famigli ch non hanno ricvuto alcun canal 30 5% Famigli ch hanno dovuto intrvnir sull antnna subito dopo lo switch-off 40 7% Famigli ch hanno dovuto sostituir l antnna 14 2% 517 Famigli ch hanno richisto l intrvnto di un antnnista 26 4% 961 Font: CNID, Makno Monitor sulla pntrazion dlla Tv Digital in Sardgna. (1) Elaborazion Altroconsumo su dati CNID, Makno.

10 I punti critici dl passaggio dall analogico al digital Non c lo nascondiamo. La transizion dall analogico al digital è un procsso di dimnsioni normi. Ma proprio pr l su dimnsioni l su carattristich, comporta una sri di criticità ch ritniamo vadano tnut sistmaticamnt prsnti durant tutta la fas di convrsion. L obbligatorità Prima di tutto, il passaggio al digital non è una sclta di mrcato: gli utnti non hanno gradualmnt optato pr una tcnologia più modrna abbandonandon una considrata obsolta. A tutt oggi, anch là dov la tcnologia digital è disponibil, la convrsion spontana dall analogico al digital è scarsissima. La transizion, prtanto, pr quanto giusta lungimirant possa ssr, pr l famigli italian è una convrsion forzata, imposta. Da qusta imposizion discnd invitabilmnt ch lo Stato si dv impgnar, indrogabilmnt, a garantir un passaggio a costi possibilmnt nulli snza disagi pr i cittadini. E all famigli, a tutt l famigli, dv ssr garantita la continuità, s non altro, dl srvizio di cui disponvano prima dlla convrsion. L informazion In qusto quadro, un ruolo dtrminant dv ssr assunto dall informazion. I cittadini, tutti, indipndntmnt da dov abitano dal loro livllo di istruzion, dvono ssr mssi in condizion di sapr ciò ch sta accadndo, ciò ch è stato dciso pr loro quali comportamnti possono adottar. L informazion si dv stndr ssnzialmnt su du livlli: un informazion su ciò ch accadrà, in modo ch tutt l famigli sappiano quando si vrifichranno l dat di switch-ovr switch-off quali saranno l loro consgunz; un informazion su com ci si dv comportar, cioè su quali sono l soluzioni possibili, quali gli accorgimnti tcnici opportuni quali i paramtri di costo. In qusto quadro si insrisc uno dgli asptti più dlicati dl procsso di convrsion. Di pr sé, l oprazion riguarda il passaggio dall analogico al digital trrstr. Qullo ch vrrà spnto, infatti, è il sgnal analogico. E il sgnal ch lo sostituirà è il digital trrstr. Tuttavia, un conto sono gli obblighi ch lo Stato ha ni confronti di suoi cittadini; altro sono l possibilità di sclta di cittadini stssi. numro 1/2009 Mrcato 87

11 Lo Stato è tnuto a garantir ch il sgnal digital trrstr, con tutti i canali ch sso contin, raggiunga tutt l famigli ch ricvono il sgnal analogico nl momnto dllo switch-off. Ciò significa ch si dv garantir una quantità di riptitori sufficinti ch il sgnal sia rcpibil in modo adguato sia ni grandi cntri urbani sia ni piccoli villaggi o casolari isolati. Si dv, quindi, informar tutti sul fatto ch avvrrà la convrsion dl sgnal, su quali tipi di intrvnti sono vntualmnt ncssari a quali condizioni, su com è ncssario prdisporr il proprio tlvisor (o mdiant un dcodr strno o mdiant un tlvisor digital con dcodr intrno). Il cittadino, a sua volta, dv sapr ch l possibilità di sclta a sua disposizion sono divrs. C è un sgnal digital trrstr ch lo Stato si impgna a trasmttrgli in ogni caso. Ma ci sono altr opzioni ch non solo è opportuno, ma è dovroso ch conosca. Nl momnto in cui gli vin spnto un sgnal, gli dv sapr ch ha a disposizion un vntaglio di possibilità pr la sua sostituzion. Prtanto, un informazion corrtta su qusto tma non solo è un informazion complta su com avvnga il passaggio al sgnal digital trrstr. È anch un informazion ch chiarisc in ch cosa consista un impgno ch lo Stato si assum ni confronti di suoi cittadini ch cosa costituisc, inoltr, una possibilità di sclta pr il cittadino stsso. I costi Il passaggio al digital non è oprazion gratuita pr gli utnti. Il solo passaggio dall analogico al digital trrstr comporta pr tutti gli utnti almno du tipi di intrvnti: una vrifica dl corrtto orintamnto dll antnna, in modo ch possa ricvr il sgnal di tutti i canali digitali trrstri. In fftti, in toria qusto non dovrbb ssr ncssario. Tuttavia, com il caso dlla Sardgna illustra loquntmnt, la ncssità di una vrifica dll antnna è caso assai frqunt; l acquisto di un nuovo tlvisor digital o di un dcodr, ch consnta al vcchio tlvisor di intrprtar corrttamnt il sgnal digital. Il primo asptto comporta l intrvnto di un tcnico ch ffttui l vrifich gli vntuali aggiustamnti sull antnna. Nl scondo caso, si tratta di rcarsi prsso un ngozio di lttrodomstici acquistar il dcodr o il tlvisor. Gli asptti critici in qusto caso sono du: 88 in primo luogo è discutibil ch l famigli siano costrtt a sostnr di costi pr adguarsi a una convrsion tcnologica ch non hanno richisto, numro 1/2009 Mrcato

12 a front di un srvizio pr il qual ssi pagano già una tassa spcifica (il canon Rai). È vro ch l Union uropa ha imposto splicitamnt vincoli molto rstrittivi pr quanto riguarda gli incntivi statali all famigli. 3 Ciò significa smplicmnt ch l nostr risrv si stndono anch all Union uropa; l asptto più critico, tuttavia, sta nl fatto ch i tmpi pr la convrsion sono stati piuttosto ristrtti in passato lo saranno ancora di più in futuro. Ciò significa ch l prossim ar ch saranno sottopost allo switch-ovr poi allo switch-off dovranno attnrsi a un calndario di pochi msi. In qui pochi msi, la domanda di intrvnto sull antnn di acquisto di dcodr crscrà sponnzialmnt ciò comportrà una livitazion di przzi innatural. È ncssario, prtanto, ch tali przzi siano sottoposti a un controllo attnto, pr vitar anomali inaccttabili ch si rivrsrbbro sclusivamnt sul budgt dll famigli. Sul vrsant di costi, prtanto, si impon la ncssità ch ssi ricadano il mno possibil sui bilanci dll famigli, in particolar qull con maggiori difficoltà conomich, d è important vitar ch si vrifichino distorsioni sul mrcato a causa di una concntrazion dlla domanda dtrminata pr lgg. Conclusioni L imprssion è ch fino a ora la raccolta di dati sullo svolgimnto dlla transizion dalla trasmission analogica al digital dl sgnal tlvisivo sia stata finalizzata soprattutto a far mrgr i succssi dll oprazion. Eppur ci smbra ch lo scopo dll rilvazioni dovrbb ssr anch qullo di farn mrgr l criticità, soprattutto nl corso di primi switch-off. Facndo mrgr tali criticità, infatti, ci si pon nlla condizion di vitar ch ss si riptano ni msi a vnir d è pr qusto motivo ch ci auguriamo ch la raccolta di dati la loro analisi consnta, in occasion di prossimi switch-off, di comprndr mglio l caus pr cui si vrificano alcuni fnomni ch nssuno può considrar positivi. Non dimntichiamo ch la transizion in corso non è una sclta dll famigli, è un imposizion di lgg. Un imposizion ch l famigli stss non smbrano accoglir, ancora oggi, com una vra opportunità (vra o sbagliata ch sia una simil imprssion). Pr qusto motivo ci auguriamo ch ni prossimi msi in occasion dll prossim scadnz dl calndario ministrial si prsti 3 Particolarmnt significativo è stato l intrvnto dlla Commision in rlazion a un caso tdsco, intrvnto nl qual non solo si giudicò l illgalità dl caso risptto all norm dll Union, ma fissò anch l lin guida pr tutti gli Stati mmbri. L intrvnto è disponibil in lingua ingls al sgunt indirizzo Intrnt dl portal dll Union uropa: u/rapid/prssrlassaction.do?rfrnc=ip/05/ 1394&format=HTML&agd =0&languag=EN&guiLa nguag=n. numro 1/2009 Mrcato 89

13 una maggior snsibilità, nl corso dlla raccolta dlla valutazion di dati, a una sri di informazioni fino a ora parzialmnt trascurat. Prché tant famigli rinunciano alla digitalizzazion di alcuni di propri tlvisori o addirittura, pr quanto in una prcntual sigua ma non irrilvant, a usufruir in assoluto di srvizi tlvisivi? Nll prossim rilvazioni ci auguriamo ci si impgni maggiormnt a comprndr l ragioni ch inducono l famigli a spgnr uno o più tlvisori dlla propria casa. Com è possibil ch sia così lvata la prcntual dll famigli ch si è scontrata con problmi di riczion dl sgnal? Pr tali casi si avvrt la ncssità di una dscrizion assai più dttagliata: ch cosa ha causato il problma? Com è stato risolto? Quanto è costato all utnt risolvrlo? Particolarmnt dlicata è la qustion dll antnn. Non si capisc davvro com sia possibil ch tant famigli si ritrovino ad avr problmi di orintamnto dll antnn. Una simil circostanza implica in molti casi problmi di coprtura dl sgnal, problmi ch sarbb improprio ingiusto far ricadr sull famigli. È, dunqu, ncssario ch si forniscano informazioni dttagliat sulla coprtura dl sgnal tlvisivo pr tutti i canali, in modo da comprndr quando i problmi di riczion dl sgnal siano dovuti ad anomali di trasmission quando a oggttivi diftti dll antnna. Dlicatissima è, infin, la qustion di przzi di dcodr dgli intrvnti tcnici all antnn. A causa dgli invitabili picchi dlla domanda ritniamo particolarmnt opportuno un monitoraggio costant di przzi sul mrcato, in particolar in prossimità dll dat di switch-off. Ch l azind opranti nl sttor abbiano un approccio commrcial al procsso in corso è più ch comprnsibil natural. Altro, tuttavia, è il ruolo dllo Stato dl Govrno. L istituzioni nazionali locali si sono assunt un impgno prciso ni confronti di cittadini nl momnto in cui hanno imposto loro una transizion non richista. È con qusto spirito ch prsso il Consiglio Nazional Italia Digital hanno intrprtato continuranno a intrprtar il proprio ruolo l associazioni di consumatori. 90 numro 1/2009 Mrcato

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

Accesso dei media alle elezioni del Consiglio federale: principi e condizioni

Accesso dei media alle elezioni del Consiglio federale: principi e condizioni Parlamentsdienste Services du Parlement Servizi del Parlamento Servetschs dal parlament Servizio informazioni CH-3003 Berna Tel. 031 322 87 90 Fax 031 322 53 74 www.parlamento.ch information@pd.admin.ch

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW CATNA 10s ULTRA NARROW 1 - SPCIFICH TCNICH 2 - COMPATIBILITA CX 10 HD-LINK ULTRA-NARROW CN-R400 L utilizzo di pignoni e ingranaggi non "Campagnolo" può danneggiare la catena. Una catena danneggiata può

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica,

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica, ppur Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv clus nl Qut d Aprtur Prtic, grntit d Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv tiv utmticmnt clus nl Qut d iscriz, iz ssicurt t d In clbrz z cn 34

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

SKY on DEMAND. Guida all attivazione e navigazione

SKY on DEMAND. Guida all attivazione e navigazione SKY on DEMAND Guida all attivazione e navigazione . Il Nuovo Sky On Demand: dettagli 1/2 Che cosa è il nuovo Sky On Demand Il nuovo Sky On Demand è il Servizio che consente di accedere ad un intera videoteca

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012 Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale Politiche mbientali, nergia e Cambiamenti Climatici Settore Servizio Idrologico Regionale Centro Funzionale della Regione Toscana M Monitoraggio quantitativo

Dettagli

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 Conoscenza e uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

SalusNet - un iniziativa di Federsanità

SalusNet - un iniziativa di Federsanità ASL Formazione Continua e qualità delle prestazioni sanitarie L esigenza di razionalizzare la Spesa Sanitaria, per contenerne i costi, oggi deve e può coniugarsi con una continua tensione al miglioramento

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

MOTO DI UNA CARICA IN UN CAMPO ELETTRICO UNIFORME

MOTO DI UNA CARICA IN UN CAMPO ELETTRICO UNIFORME 6. IL CONDNSATOR FNOMNI DI LTTROSTATICA MOTO DI UNA CARICA IN UN CAMPO LTTRICO UNIFORM Il moto di una particella carica in un campo elettrico è in generale molto complesso; il problema risulta più semplice

Dettagli

Circolare n 47. Ai Direttori Generai i degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Circolare n 47. Ai Direttori Generai i degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI MIUR - Ministero dell'istruzione dell'università e della Rice,::]ca AOODGOSV - D.G. per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del S.N.I. REGISTRO UFFICIALE _. Prot. n. 0006257-21Il 0/20 14 - USCITA

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

Travature reticolari piane : esercizi svolti De Domenico D., Fuschi P., Pisano A., Sofi A.

Travature reticolari piane : esercizi svolti De Domenico D., Fuschi P., Pisano A., Sofi A. Travature reticolari piane : esercizi svolti e omenico., Fuschi., isano., Sofi. SRZO n. ata la travatura reticolare piana triangolata semplice illustrata in Figura, determinare gli sforzi normali nelle

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Beni pubblici e analisi costi benefici

Beni pubblici e analisi costi benefici Beni pubblici e analisi costi benefici Arch. Laura Gabrielli Valutazione economica del progetto a.a. 2005/06 Economia pubblica L Economia pubblica è quella branca della scienza economica che spiega come

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO COMPILAZIONE SCHEDA DI ACCESSO

CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO COMPILAZIONE SCHEDA DI ACCESSO SERVIZIO FORMAZIONE E SVILUPPO R. U. CORSO DI FORMAZIONE PER L'ACCESSO AI LABORATORI DELL'ATENEO Guida per i frequentatori dei laboratori Per ogni frequentatore che deve accedere ai laboratori di Ateneo

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online!

Da oggi i Certificates si sottoscrivono anche online! un All interno intervista esclusiva a Pietro Poletto di Borsa Italiana 44 GENNAIO 12 GENNAIO 12 CERTIFICATES BNP PARIBAS Investire con un click Innovative soluzioni di investimento per cogliere le opportunità

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO SCHEMA DI PROVVEDIMENTO Allegato B alla Delibera n. 696/09/CONS PROVVEDIMENTO RELATIVO A MISURE DI ARMONIZZAZIONE CON I PRINCIPI DEL REGOLAMENTO EUROPEO SUL ROAMING INTERNAZIONALE E PER LA TUTELA ORDINARIA

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Il pagamento diretto ai subappaltatori: dalle risoluzioni dell Autorità alle disposizioni di legge

Il pagamento diretto ai subappaltatori: dalle risoluzioni dell Autorità alle disposizioni di legge Il pagamento diretto ai subappaltatori: dalle risoluzioni dell Autorità alle disposizioni di legge di Matteo Lariccia Sommario: 1. Premessa. La disciplina e i termini dell intervento legislativo, in funzione

Dettagli