Dalla Tv analogica al digitale terrestre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dalla Tv analogica al digitale terrestre"

Transcript

1 Dalla Tv analogica al digital trrstr Marco Bulfon Il sistma di trasmission dl sgnal tlvisivo italiano sta volvndo da una tcnologia analogica a una digital. È un procsso ch coinvolgrà il nostro pas pr oltr quattro anni. Ma una rgion, la Sardgna, lo ha già compltato. Un sprinza di cui far tsoro. Di disagi subiti dall famigli si parla pochissimo. Eppur, s non affrontati, ssi si riptranno pr cntinaia di migliaia, quando non milioni, di famigli italian. Con Comunicazion dlla Commission dl 24 maggio 2005, 1 l Union uropa ha stabilito ch ntro il 2012 tutti i pasi mmbri dovranno avr convrtito la trasmission dl sgnal tlvisivo dall attual sistma analogico a uno di tipo digital. Con provvdimnti di lgg, succssivi intrvnti ministriali dll Autorità pr l Garanzi nll Comunicazioni (AGCOM), l Italia ha rcpito gli inviti dlla Commission ha pianificato una complta digitalizzazion dl sgnal tlvisivo nazional ntro il dicmbr dl È ciò ch vin comunmnt dfinito il passaggio al digital trrstr. Si tratta di un passaggio pr molti asptti pocal pr il sistma tlvisivo italiano. Non solo prché vrosimilmnt cambirà ni prossimi anni il rapporto tra l utnt il tlvisor. Ma anch prché il passaggio costituisc di pr sé un procsso con pochi prcdnti nlla storia rcnt dl nostro pas. Tutti i sistmi di trasmission dl sgnal tlvisivo dovranno ssr convrtiti dall analogico al digital, dalla singola mittnt, attravrso i singoli riptitori sparsi sul trritorio nazional, fino alla casa di ciascuna famiglia italiana. E anch i sistmi di riczion dl sgnal di tutti gli oltr 23 milioni di famigli italian dovranno ssr adattati pr potr rndr visibil il sgnal digital. In lina torica, la convrsion dovrbb ssr piuttosto smplic pr gli utnti. L sclt prcorribili sono du: consrvar il vcchio tlvisor acquistar un dcodr, uno strumnto, cioè, ch faccia da intrprt tra il sgnal digital provnint dall antnna il tlvisor; 78 1 Si tratta dlla Comunicazion dlla Commission al Consiglio di Ministri, al Parlamnto uropo, al Comitato Economico Social uropo al Comitato dll Rgioni pr l acclrazion dlla transizion dalla Marco Bulfon Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori trasmission analogica al digital dl 24 maggio 2005, disponibil in ingls al sgunt indirizzo Intrnt dl portal dll Union uropa: numro 1/2009 Mrcato

2 acquistar un nuovo tlvisor digital (il cosiddtto idtv, intgratd Digital Tlvision) dotato già di dcodr intrno ch, dunqu, può ssr dirttamnt collgato all antnna. In qusto modo, l famigli potranno ricvr il sgnal dlla cosiddtta tlvision digital trrstr (DTT, Digital Trrstrial Tlvision). Tuttavia, il mrcato offr anch altr form (o, com si dic in trmini tcnici, altri protocolli) di tlvision digital: la tlvision digital satllitar, il cui sgnal vin inviato da un satllit gostazionario pr ricvr il qual è ncssario installar un antnna parabolica munirsi di apposito dcodr. Molti canali, soprattutto straniri, possono ssr visti in chiaro smplicmnt installando la parabola, ma s si dsidra disporr di una più ampia gamma di canali (comprsi tutti i canali gnralisti nazionali) è ncssario abbonarsi a un srvizio a pagamnto; la tlvision via Intrnt, la cosiddtta iptv (intrnt protocol Tlvision), la qual vin trasmssa attravrso la rt informatica. In qusto caso, è ncssario dotarsi di un abbonamnto ADSL o in fibra ottica di un oprator, ch offr anch srvizi tlvisivi (in qusto momnto sono tr gli opratori ch li offrono) richidr insim all abbonamnto ADSL anch l opzioni tlvisiv. In qusto caso, è l oprator stsso a fornir il dcodr. I pacchtti disponibili consntono di disporr di una sri di srvizi intrattivi di offrt gnralist disponibili sul digital trrstr o sul satllit (dirttamnt sulla rt Intrnt non da un antnna) a sconda dll oprator ADSL o in fibra ottica di cui ci si avval. Qusto in toria. Ch cosa avvrrà nlla pratica, lo si vdrà ni prossimi msi. E in part, a dir il vro, lo si può vdr fin da ora. Prché la transizion al digital è già in corso. La pianificazion dl passaggio al digital: il Ministro il CNID L organismo istituzional a cui è stata attribuita la rsponsabilità dlla gstion dl passaggio al digital è l x-ministro pr l Comunicazioni, oggi dipartimnto dl Ministro pr lo Sviluppo Economico. Nlla sua azion, il Ministro god dlla vigilanza dl contributo dll AGCOM, ch già nl 2000 avva pubblicato sul tma un documnto strmamnt significativo, Il Libro Bianco dlla Tlvision Digital Trrstr, ancora oggi consultabil sul sito dll Autorità. 2 2 L intro volum è disponibil sul portal agcom.it/provv/libro_b_00/librobianco00.htm. numro 1/2009 Mrcato 79

3 Allo scopo di mglio gstir l oprazion ch, com si può bn immaginar, è di proporzioni molto rilvanti, nl 2006 il Ministro ha istituito il Comitato Nazional Italia Digital (CNID), un organismo ch riunisc al proprio intrno l azind ch oprano nl sttor dlla Tv digital, i rapprsntanti di catgoria, di consumatori, azind tlvisiv, azind distributiv di matrial lttronico, rapprsntanti dll rgioni l AGCOM. Il tavolo è, naturalmnt, prsiduto dal Ministro. Il CNID ha la funzion di pianificar sorvgliar il corrtto svolgrsi dlla transizion. La pianificazion dl passaggio al digital: carattristich gnrali dl calndario ministrial Il passaggio dall analogico al digital è, pr crti asptti, quasi una smplic prssion su un intrruttor: si spgn il sgnal analogico si accnd qullo digital. Tuttavia, è vidnt, limitarsi alla smplic convrsion dll intrruttor dall oggi al domani in tutta Italia comportrbb consgunz difficilmnt gstibili. Tutta l oprazion, prtanto, è sottoposta a un itr assai articolato, ch val la pna di conoscr, almno nll su lin principali. Switch-ovr switch-off. Anzitutto la convrsion non avvrrà all improvviso, ma in du fasi. Vi sarà una prima fas, cosiddtta di switch-ovr, in cui si rndrà disponibil il sgnal digital, su cui si potranno vdr tutti i canali, mntr sul sgnal analogico vrranno spnti solo un canal Rai (RaiDu) un canal Mdiast (Rtquattro). In un scondo tmpo, poi, si procdrà allo switch-off, cioè allo spgnimnto dfinitivo dl sgnal analogico. Prtanto vi sarà un priodo intrmdio tra lo switch-ovr lo switchoff in cui ntrambi i sgnali, analogico digital, saranno oprativi. Informazion. È vidnt ch una fas ssnzial dl procsso sarà un adguata campagna di informazion. Si dovrà prmttr agli utnti di conoscr l dat in cui avvrranno sia lo switch-ovr sia lo switch-off. Inoltr, gli utnti dovranno ssr informati sull form di tlvision digital sistnti su com comportarsi pr adottar l uno o l altro di protocolli disponibili. Il calndario. La convrsion non avvrrà improvvisamnt in tutta Italia, ma sarà un procsso gradual, distinto pr ar (in gnral corrispondnti all rgioni), ciascuna dll quali avrà la sua data di switch-ovr la sua data di switch-off. L ultima vrsion dl calndario è stata stabilita nl sttmbr 2008 dal Ministro. 80 Il primo switch-off si è già vrificato. Lo scorso 31 ottobr la Sardgna è divnuta la prima rgion italiana intramnt digital, la più grand ara in Europa. numro 1/2009 Mrcato

4 Nlla prima mtà dl 2009, inoltr, è prvisto lo switch-ovr in divrs ar (Pimont occidntal, Trntino Alto Adig, Lazio Campania), ch saranno sottopost a switch-off nlla sconda mtà dll anno, dopo qullo dlla Vall d Aosta. Il caso Sardgna A partir dal 31 ottobr 2008, dunqu, la Sardgna è divnuta la prima ( pr il momnto unica) rgion italiana in cui è stato applicato lo switch-off. In cui, cioè, tutt l trasmissioni tlvisiv sono intramnt d sclusivamnt digitali. Quanto accaduto in Sardgna può ssr considrato un punto di rifrimnto pr farsi un ida di quali siano i procdimnti fino a ora adottati, quali siano stati i loro punti di forza quali l dbolzz su cui è ncssario intrvnir pr il futuro. Dlla transizion al digital finora sulla stampa non abbiamo ltto molto. Gli articoli ch sono stati pubblicati rano in prvalnza carattrizzati da un tono piuttosto ntusiastico. Quasi ch il procsso stia procdndo a gonfi vl, snza intoppi o sbavatur. Nl caso dllo switch-off dlla Sardgna addirittura l ossrvazion dominant è stata la soddisfazion pr avr crato l ara digital (tlvisivamnt parlando) più grand d Europa. La soddisfazion è più ch lgittima. Eppur alcuni dati dovrbbro dstar qualch proccupazion. E aiutar a individuar risolvr l criticità dl procsso in corso. L ossrvazioni ch sguiranno si basano sui dati di alcun indagini commissionat dal Comitato Nazional Italia Digital (il CNID). Dati ch ci smbrano piuttosto significativi. Famigli digital trrstr Nl caso dlla Sardgna, sono stat pianificat du dat di switch-ovr rlativ a du ar divrs dll isola. In occasion dl primo switch-ovr, ad april dl 2007, poco mno dl 70% dll famigli sard si ra dotata di un dcodr digital. Dopo il scondo, a dicmbr 2007, ra il 76,5% dll famigli a ssrsi dotata di dcodr. Ancora a sttmbr 2008 la pntrazion dl digital trrstr ra frma a quota 80%. Subito dopo lo switch-off, tal prcntual ra salita al 91,7%. Dunqu: in occasion dl primo switch-ovr, il 30% dll famigli sard non ra minimamnt in grado di ricvr il sgnal digital. Si tratta di oltr famigli. Quando è scattato il scondo switch-ovr, c ra ancora un 25% circa di famigli ch non ra in grado di ricvr il sgnal digital. Sono più di famigli ch pagano il canon Rai, ma a cui ra impdito di vdr RaiDu. A circa un ms dallo switch-off, cioè la scomparsa dfinitiva dl sgnal analogico, c ra ancora un 20% di famigli imprparat a ricvr il sgnal digital trrstr. Cioè, i du trzi dll famigli, ch non avvano un dcodr in occasion dl primo switch-ovr, in un anno mzzo non avvano an- numro 1/2009 Mrcato 81

5 cora fatto nulla. Si tratta di oltr famigli sard. Dunqu, in un anno mzzo sono stat circa l famigli ch hanno adguato il proprio sistma tlvisivo alla riczion dl sgnal digital trrstr. E, nl giro di du msi, sono stat altr a corrr ad attrzzarsi pr non rimanr sorprs dallo switch-off. Nl giro di mno di du msi, a ridosso dllo switch-off, l famigli ch hanno acquistato un dcodr o un tlvisor digital sono stat in numro prssoché ugual a qullo dll anno mzzo prcdnt. Non si dirbb proprio ch l famigli sard anlassro a digitalizzar il proprio sistma tlvisivo! Il 20% dll famigli, in sostanza, ha aspttato l ultimo momnto pr adguarsi al sgnal digital trrstr. Addirittura, più di famigli sard non si sono ancora adguat a ricvr il sgnal digital trrstr nppur dopo lo switch-off. Più ch una corsa al digital trrstr ci smbra una rincorsa allo spgnimnto dll analogico. E una rincorsa piuttosto stanca. Fig. 1 Pntrazion dll piattaform digitali trrstri nll famigli sard Font: CNID, Makno - Monitor Tv Digital Sardgna. 82 S qusti dati non convincono, si guardi la Fig. 2 Ad april dl 2007, nonostant quasi il 70% dll famigli sard si foss dotata di sistmi di riczion dl sgnal digital trrstr, tal piattaforma godva di uno shar dl 21,9%: cioè, quasi i du trzi dll famigli ch si rano dotato di dcodr continuavano a guardar la tlvision attravrso il sgnal analogico o da qullo satllitar, ma non dal digital trrstr. Quando, a novmbr, il sgnal analogico è stato spnto, circa il 92% di famigli sard potva ricvr il sgnal digital trrstr, ma lo shar di qusta piattaforma si è frmato al 78%. Addirittura, a livllo nazional il digital trrstr continua a conquistar numro 1/2009 Mrcato

6 poco più dl 5% dll famigli. Insomma, da qualunqu part si posi lo sguardo, qualunqu sia l angolo di visual, la conclusion a cui si prvin è ch l famigli non smbrano affatto pront ad accoglir qusta trasformazion con ntusiasmo. E, qul ch è pggio, nssuno par chidrsn il prché. Fig. 2 Il consumo tlvisivo dlla piattaforma digital trrstr in Sardgna in Italia Font: CNID, Auditl. Sorprsa! La Tv non si è più accsa Nl ms di novmbr dl 2008, cioè immdiatamnt dopo lo switch-off, la tlvision digital avva un tasso di pntrazion nll famigli sard (dato mdio dl ms) dl 96,9%. Di ss, il 92% ra in condizion di ricvr il digital trrstr; un ultrior 5%, pur non ricvndo il digital trrstr, ra in condizion di ricvr il sgnal da altri tipi di piattaform (satllitar iptv). Insomma, praticamnt la totalità dlla popolazion si ra digitalizzata! vrrbb da dir. S non ch riman un 3,1% di famigli sard ch non ha fatto nulla. Ciò significa ch più di famigli sard sono rimast snza tlvision! La loro tlvision analogica si è spnta d ss non rano attrzzat pr potr visualizzar alcun sgnal digital. Ch cosa è succsso a qust famigli? Già non avvano un tlvisor prima dllo switch-off non hanno avuto alcun intrss ad acquistarn uno nuovo? O fors avvano un tlvisor non hanno avuto alcun intrss ad adguarlo alla riczion dl sgnal digital? O fors non si tratta affatto di una loro sclta? Fors ch la transizion al digital l ha colt imprparat pr disinformazion o impossibilità pratica hanno dovuto, loro malgrado, rinunciar ai srvizi tlvisivi? Ch cosa è vramnt accaduto? numro 1/2009 Mrcato 83

7 La vrità è ch nssuno attualmnt smbra ssrsn sriamnt intrssato. Nssuno par volr comprndr il motivo dlla rinuncia di qusto 3% di famigli sard. Si noti ch, s il fnomno mantnss l stss dimnsioni sull intro trritorio nazional, significhrbb ch oltr famigli vrrbbro sclus dai srvizi tlvisivi nazionali. In altri trmini, poco mno di 3 milioni di individui rsidnti in Italia non fruirbbro più di alcun programma tlvisivo. Una popolazion pari a du volt la città di Milano (la sconda in Italia) rimarrbb passivamnt dinanzi a uno schrmo nro. Sarà o non sarà important sapr s qusta rinuncia è frutto di una libra sclta o piuttosto di un imposizion subita? Entriamo allora un po più nl dttaglio. 84 In bas ai dati dll indagin commissionata dal CNID, nlla prima sttimana di novmbr il tasso di pntrazion dlla tlvision digital nll famigli sard ra ancora dl 96,5% d è risalito al 97,7% nlla sconda sttimana. Ciò significa ch quasi famigli sard sono stat sicuramnt sorprs dallo switch-off, tanto ch nl giro di una sttimana sono dovut corrr ai ripari. Si tratta di oltr l 1% dll famigli sard. Un numro norm. Proittando il dato su tutt l famigli italian, significhrbb ch oltr famigli potrbbro ssr sorprs dallo spgnimnto dl sgnal analogico, cioè oltr 1 milion di cittadini. Si vuol davvro ch siano così tanti, un domani, gli italiani a trovarsi in una situazion simil? Ch cosa ha indotto tant famigli a rincorrr gli vnti? Si tratta solo di prson distratt? Oppur il dato sgnala problmi nlla campagna di informazion ch ha accompagnato il procsso? Prima dllo switch-off, l famigli sard ch non disponvano di alcun tlvisor rano circa l 1,8%. Ciò significa ch, al momnto dllo switch-off, l 1,4% dll famigli sard avva un tlvisor, ma non si è proccupato di adguarlo ad alcuna forma di riczion digital. Si tratta di oltr famigli ch avvano sicuramnt un tlvisor prima dllo switch-off ch hanno accttato ch il tlvisor improvvisamnt si spgnss. In qusto caso non c è dubbio. Qust famigli fruivano dll trasmissioni analogich. Pagano il canon Rai. Eppur hanno lasciato ch il loro tlvisor si spgnss non s sono proccupat. Prché? Smpr la stssa indagin commissionata dal CNID ha crcato, in vrità, di fornir qualch risposta a qusta domanda. Dai suoi dati, si stima ch circa famigli sard, pur possdndo un tlvisor prima dllo switch-off, rinuncrà dfinitivamnt alla tlvision, prfrndo ch tutti i tlvisori di casa si spngano piuttosto ch adguarn almno uno al nuovo sgnal digital. Tuttavia non si fornisc alcuna spigazion di qusta sclta. Ancora una volta: prché? Qulla di qust famigli è una sclta o rassgnazion? Molt famigli sono dotat di più di un tlvisor. Pr potr ricvr il sgnal digital trrstr è ncssario acquistar un dcodr pr ciascuno di tlvisori prsnti in casa. Non n basta uno solo pr famiglia. Ebbn, famigli sard hanno prfrito non dotar di dcodr almno uno di tlvisori di casa. Significa ch il 22% dll famigli sard ha prfrito numro 1/2009 Mrcato

8 rinunciar all utilizzo di alcuni di tlvisori di casa. C ra il tlvisor in salotto in cucina? Il tlvisor in cucina non si vdrà più. Proittando il dato a livllo nazional, significa ch qusta sclta riguardrbb oltr 5 milioni di famigli, quasi 20 milioni di individui. Qust sono cifr gigantsch. Crto, possdr più di un tlvisor non è un signza ssnzial. Ma il problma ch qui si pon è un altro. Qust famigli possdvano già qul tlvisor. E, vrosimilmnt, fino a prima dllo switch-off, lo usavano. Possiamo ssr crti ch qust famigli hanno sclto di spgnr qui tlvisori prché non volvano più farn uso? O fors hanno dovuto rinunciarvi pr caus indipndnti dalla loro volontà? I dati ci inducono a ritnr ch lo switch-off sia stato vissuto da moltissim famigli sard com una sclta imposta da altri, ch ha comportato rinunc tutt altro ch trascurabili. Sono numrosissim l famigli ch sono stat indott a spgnr almno uno di tlvisori prsnti in casa, dunqu, a rinunciar in part al consumo tlvisivo a cui rano fino ad allora abituat. Sono dcisamnt tropp l famigli ch sono stat indott a rinunciar compltamnt a qui srvizi tlvisivi di cui disponvano fino a un attimo prima. E pr i quali pagano una tassa spcifica. Problmi d antnna I dati più sconcrtanti sono fors qulli rlativi ai problmi ch si sono prsntati all famigli ch al digital sono ffttivamnt passat. Il 50% di qull ch si sono dotat di dcodr digital (circa ) hanno avuto problmi, al momnto dllo switch-off, nlla riczion di uno o più canali. Circa famigli hanno avuto problmi nlla riczion di canali Rai, circa di canali Mdiast, di alcun mittnti locali. Dopo du sttiman dallo switch-off, più di famigli avvano risolto compltamnt i loro problmi. N rimanvano, invc, ancora ch continuavano a lamntar problmi di riczion su uno o più canali, di cui non ricvvano nssun canal. Sono dati sbalorditivi. E molto proccupanti. L indagin non ci spiga qual tipo di difficoltà abbiano avuto qusti utnti. Tuttavia, s dopo du sttiman dallo switch-off così tant famigli avvano problmi di riczion dl sgnal, i casi sono du: o l informazion loro fornita non ra sufficint, oppur il sistma di sostituzion dl sgnal sui riptitori è stato assolutamnt inadguato. Ma in ntrambi i casi, è ammissibil ch siano l famigli a pagar l consgunz dll inadmpinz altrui? Procdiamo con i dati infausti. Bn famigli hanno avuto l signza di intrvnir sull antnna. Di ss, hanno dovuto procdr a una sostituzion complta, mntr hanno dovuto ricorrr all intrvnto di un tcnico antnnista. numro 1/2009 Mrcato 85

9 Fors, pr capir l dimnsioni dl fnomno, può aiutar anch qui la proizion di qusti dati a livllo nazional. S non si facss nulla qusti fnomni si riproducssro in tutta Italia nll stss dimnsioni rgistrat in Sardgna, significhrbb ch: circa 10 milioni di famigli avrbbro problmi di riczion al momnto dllo switch-off; poco mno di 4,5 milioni di famigli avrbbro problmi nlla riczion di canali Rai, quasi 2,2 milioni n avrbbro con i canali Mdiast, quasi 1,5 milioni con l rti locali; dopo du sttiman dallo switch-off, circa 6,3 milioni di famigli continurbbro ad avr problmi di riczion, di cui oltr 1 milion non ricvrbb alcun canal; oltr 1,3 milioni di famigli dovrbbro intrvnir sull antnna pr risolvr il proprio problma, oltr sostitundola compltamnt, circa 1 milion richidndo comunqu l intrvnto di un antnnista. Nssuno si augura ch i dati dl caso sardo ch abbiamo appna citato si ripropongano su tutto il trritorio nazional. Tuttavia qusta proizion di dati aiuta a coglir com i problmi ch si sono posti nl corso dll sprinza sarda non siano affatto pochi né trascurabili. S davvro il passaggio alla tlvision digital vuol ssr un srvizio offrto al cittadino, è dovroso ch la raccolta l analisi di dati sia finalizzata non solo a far mrgr i succssi dll oprazion, ma anch i suoi limiti, affinché, nl procdr dll transizioni, non si riptano più. 86 Tab. 1 Problmi di riczion in corrispondnza dllo switch-off in Sardgna Tipo di problma Famigli sard con problmi di riczion Numro di famigli sard (in migliaia) numro 1/2009 Prcntual sulla popolazion dll famigli sard Mrcato Proizion su tutt l famigli italian (in migliaia) (1) Possssori di dcodr digitali ch hanno dnunciato problmi di riczion % Problmi di riczion canali Rai % Problmi di riczion canali Mdiast 59 10% Problmi di riczion sui canali locali 40 7% Famigli con problmi di riczion alla 2 a sttimana % Famigli ch non hanno ricvuto alcun canal 30 5% Famigli ch hanno dovuto intrvnir sull antnna subito dopo lo switch-off 40 7% Famigli ch hanno dovuto sostituir l antnna 14 2% 517 Famigli ch hanno richisto l intrvnto di un antnnista 26 4% 961 Font: CNID, Makno Monitor sulla pntrazion dlla Tv Digital in Sardgna. (1) Elaborazion Altroconsumo su dati CNID, Makno.

10 I punti critici dl passaggio dall analogico al digital Non c lo nascondiamo. La transizion dall analogico al digital è un procsso di dimnsioni normi. Ma proprio pr l su dimnsioni l su carattristich, comporta una sri di criticità ch ritniamo vadano tnut sistmaticamnt prsnti durant tutta la fas di convrsion. L obbligatorità Prima di tutto, il passaggio al digital non è una sclta di mrcato: gli utnti non hanno gradualmnt optato pr una tcnologia più modrna abbandonandon una considrata obsolta. A tutt oggi, anch là dov la tcnologia digital è disponibil, la convrsion spontana dall analogico al digital è scarsissima. La transizion, prtanto, pr quanto giusta lungimirant possa ssr, pr l famigli italian è una convrsion forzata, imposta. Da qusta imposizion discnd invitabilmnt ch lo Stato si dv impgnar, indrogabilmnt, a garantir un passaggio a costi possibilmnt nulli snza disagi pr i cittadini. E all famigli, a tutt l famigli, dv ssr garantita la continuità, s non altro, dl srvizio di cui disponvano prima dlla convrsion. L informazion In qusto quadro, un ruolo dtrminant dv ssr assunto dall informazion. I cittadini, tutti, indipndntmnt da dov abitano dal loro livllo di istruzion, dvono ssr mssi in condizion di sapr ciò ch sta accadndo, ciò ch è stato dciso pr loro quali comportamnti possono adottar. L informazion si dv stndr ssnzialmnt su du livlli: un informazion su ciò ch accadrà, in modo ch tutt l famigli sappiano quando si vrifichranno l dat di switch-ovr switch-off quali saranno l loro consgunz; un informazion su com ci si dv comportar, cioè su quali sono l soluzioni possibili, quali gli accorgimnti tcnici opportuni quali i paramtri di costo. In qusto quadro si insrisc uno dgli asptti più dlicati dl procsso di convrsion. Di pr sé, l oprazion riguarda il passaggio dall analogico al digital trrstr. Qullo ch vrrà spnto, infatti, è il sgnal analogico. E il sgnal ch lo sostituirà è il digital trrstr. Tuttavia, un conto sono gli obblighi ch lo Stato ha ni confronti di suoi cittadini; altro sono l possibilità di sclta di cittadini stssi. numro 1/2009 Mrcato 87

11 Lo Stato è tnuto a garantir ch il sgnal digital trrstr, con tutti i canali ch sso contin, raggiunga tutt l famigli ch ricvono il sgnal analogico nl momnto dllo switch-off. Ciò significa ch si dv garantir una quantità di riptitori sufficinti ch il sgnal sia rcpibil in modo adguato sia ni grandi cntri urbani sia ni piccoli villaggi o casolari isolati. Si dv, quindi, informar tutti sul fatto ch avvrrà la convrsion dl sgnal, su quali tipi di intrvnti sono vntualmnt ncssari a quali condizioni, su com è ncssario prdisporr il proprio tlvisor (o mdiant un dcodr strno o mdiant un tlvisor digital con dcodr intrno). Il cittadino, a sua volta, dv sapr ch l possibilità di sclta a sua disposizion sono divrs. C è un sgnal digital trrstr ch lo Stato si impgna a trasmttrgli in ogni caso. Ma ci sono altr opzioni ch non solo è opportuno, ma è dovroso ch conosca. Nl momnto in cui gli vin spnto un sgnal, gli dv sapr ch ha a disposizion un vntaglio di possibilità pr la sua sostituzion. Prtanto, un informazion corrtta su qusto tma non solo è un informazion complta su com avvnga il passaggio al sgnal digital trrstr. È anch un informazion ch chiarisc in ch cosa consista un impgno ch lo Stato si assum ni confronti di suoi cittadini ch cosa costituisc, inoltr, una possibilità di sclta pr il cittadino stsso. I costi Il passaggio al digital non è oprazion gratuita pr gli utnti. Il solo passaggio dall analogico al digital trrstr comporta pr tutti gli utnti almno du tipi di intrvnti: una vrifica dl corrtto orintamnto dll antnna, in modo ch possa ricvr il sgnal di tutti i canali digitali trrstri. In fftti, in toria qusto non dovrbb ssr ncssario. Tuttavia, com il caso dlla Sardgna illustra loquntmnt, la ncssità di una vrifica dll antnna è caso assai frqunt; l acquisto di un nuovo tlvisor digital o di un dcodr, ch consnta al vcchio tlvisor di intrprtar corrttamnt il sgnal digital. Il primo asptto comporta l intrvnto di un tcnico ch ffttui l vrifich gli vntuali aggiustamnti sull antnna. Nl scondo caso, si tratta di rcarsi prsso un ngozio di lttrodomstici acquistar il dcodr o il tlvisor. Gli asptti critici in qusto caso sono du: 88 in primo luogo è discutibil ch l famigli siano costrtt a sostnr di costi pr adguarsi a una convrsion tcnologica ch non hanno richisto, numro 1/2009 Mrcato

12 a front di un srvizio pr il qual ssi pagano già una tassa spcifica (il canon Rai). È vro ch l Union uropa ha imposto splicitamnt vincoli molto rstrittivi pr quanto riguarda gli incntivi statali all famigli. 3 Ciò significa smplicmnt ch l nostr risrv si stndono anch all Union uropa; l asptto più critico, tuttavia, sta nl fatto ch i tmpi pr la convrsion sono stati piuttosto ristrtti in passato lo saranno ancora di più in futuro. Ciò significa ch l prossim ar ch saranno sottopost allo switch-ovr poi allo switch-off dovranno attnrsi a un calndario di pochi msi. In qui pochi msi, la domanda di intrvnto sull antnn di acquisto di dcodr crscrà sponnzialmnt ciò comportrà una livitazion di przzi innatural. È ncssario, prtanto, ch tali przzi siano sottoposti a un controllo attnto, pr vitar anomali inaccttabili ch si rivrsrbbro sclusivamnt sul budgt dll famigli. Sul vrsant di costi, prtanto, si impon la ncssità ch ssi ricadano il mno possibil sui bilanci dll famigli, in particolar qull con maggiori difficoltà conomich, d è important vitar ch si vrifichino distorsioni sul mrcato a causa di una concntrazion dlla domanda dtrminata pr lgg. Conclusioni L imprssion è ch fino a ora la raccolta di dati sullo svolgimnto dlla transizion dalla trasmission analogica al digital dl sgnal tlvisivo sia stata finalizzata soprattutto a far mrgr i succssi dll oprazion. Eppur ci smbra ch lo scopo dll rilvazioni dovrbb ssr anch qullo di farn mrgr l criticità, soprattutto nl corso di primi switch-off. Facndo mrgr tali criticità, infatti, ci si pon nlla condizion di vitar ch ss si riptano ni msi a vnir d è pr qusto motivo ch ci auguriamo ch la raccolta di dati la loro analisi consnta, in occasion di prossimi switch-off, di comprndr mglio l caus pr cui si vrificano alcuni fnomni ch nssuno può considrar positivi. Non dimntichiamo ch la transizion in corso non è una sclta dll famigli, è un imposizion di lgg. Un imposizion ch l famigli stss non smbrano accoglir, ancora oggi, com una vra opportunità (vra o sbagliata ch sia una simil imprssion). Pr qusto motivo ci auguriamo ch ni prossimi msi in occasion dll prossim scadnz dl calndario ministrial si prsti 3 Particolarmnt significativo è stato l intrvnto dlla Commision in rlazion a un caso tdsco, intrvnto nl qual non solo si giudicò l illgalità dl caso risptto all norm dll Union, ma fissò anch l lin guida pr tutti gli Stati mmbri. L intrvnto è disponibil in lingua ingls al sgunt indirizzo Intrnt dl portal dll Union uropa: u/rapid/prssrlassaction.do?rfrnc=ip/05/ 1394&format=HTML&agd =0&languag=EN&guiLa nguag=n. numro 1/2009 Mrcato 89

13 una maggior snsibilità, nl corso dlla raccolta dlla valutazion di dati, a una sri di informazioni fino a ora parzialmnt trascurat. Prché tant famigli rinunciano alla digitalizzazion di alcuni di propri tlvisori o addirittura, pr quanto in una prcntual sigua ma non irrilvant, a usufruir in assoluto di srvizi tlvisivi? Nll prossim rilvazioni ci auguriamo ci si impgni maggiormnt a comprndr l ragioni ch inducono l famigli a spgnr uno o più tlvisori dlla propria casa. Com è possibil ch sia così lvata la prcntual dll famigli ch si è scontrata con problmi di riczion dl sgnal? Pr tali casi si avvrt la ncssità di una dscrizion assai più dttagliata: ch cosa ha causato il problma? Com è stato risolto? Quanto è costato all utnt risolvrlo? Particolarmnt dlicata è la qustion dll antnn. Non si capisc davvro com sia possibil ch tant famigli si ritrovino ad avr problmi di orintamnto dll antnn. Una simil circostanza implica in molti casi problmi di coprtura dl sgnal, problmi ch sarbb improprio ingiusto far ricadr sull famigli. È, dunqu, ncssario ch si forniscano informazioni dttagliat sulla coprtura dl sgnal tlvisivo pr tutti i canali, in modo da comprndr quando i problmi di riczion dl sgnal siano dovuti ad anomali di trasmission quando a oggttivi diftti dll antnna. Dlicatissima è, infin, la qustion di przzi di dcodr dgli intrvnti tcnici all antnn. A causa dgli invitabili picchi dlla domanda ritniamo particolarmnt opportuno un monitoraggio costant di przzi sul mrcato, in particolar in prossimità dll dat di switch-off. Ch l azind opranti nl sttor abbiano un approccio commrcial al procsso in corso è più ch comprnsibil natural. Altro, tuttavia, è il ruolo dllo Stato dl Govrno. L istituzioni nazionali locali si sono assunt un impgno prciso ni confronti di cittadini nl momnto in cui hanno imposto loro una transizion non richista. È con qusto spirito ch prsso il Consiglio Nazional Italia Digital hanno intrprtato continuranno a intrprtar il proprio ruolo l associazioni di consumatori. 90 numro 1/2009 Mrcato

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

La soluzione oggi più avanzata per realizzare un

La soluzione oggi più avanzata per realizzare un Skycntr www.skycntr.it L IMPIANO SA IN FIBRA OICA Lo sviluppo inarrstabil dlla Fibra Ottica La soluzion oggi più avanzata pr ralizzar un impianto sat condominial è qulla ch utilizza la fibra ottica. I

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI wb Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil wb è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado di

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

ARCHIVIA Plus per Studi Commerciali. Archiviazione e conservazione sostitutiva documenti fiscali

ARCHIVIA Plus per Studi Commerciali. Archiviazione e conservazione sostitutiva documenti fiscali ARCHIVIA Plus pr Studi Commrciali Archiviazion consrvazion sostitutiva documnti fiscali ARCHIVIA Plus pr Studi Commrciali Archivia Plus Archivia Plus è il softwar pr la consrvazion sostitutiva ch consnt

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO.

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pag. 1/10 REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pr form azion/ addst ram nt o cont inui si intnd la attività di addstramnto, vrbal / o pratico,

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

Sepa sta per Single euro payments area

Sepa sta per Single euro payments area I consumatori gli strumnti di pagamnto: nuov opportunità Anna Vizzari Spa sta pr Singl uro paymnts ara: ara unica uropa di pagamnti. Dopo il passaggio dfinitivo alla monta unica nl 2002, la Spa intnd offrir

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge Argomnti Europa: la nuova tichtta alimntar è lgg Emanula Bianchi Dopo quasi quattro anni di continui confronti è stato pubblicato il nuovo rgolamnto uropo dstinato a modificar l tichtt di prodotti alimntari.

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ FUNZINI E LR RAPPRESENTAZINE Tst di autovalutazion 0 0 0 0 0 50 60 70 80 90 00 n Il mio puntggio, in cntsimi, è n Rispondi a ogni qusito sgnando una sola dll 5 altrnativ. n Confronta l tu rispost

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi Pndolari in frrovia danni sistnziali Umbrto Fantigrossi Il pndolar è un utnt particolar di srvizi frroviari subisc più dl viaggiator occasional l consgunz ngativ di dissrvizi cronici. Paradossalmnt, prò,

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Politica dei consumi e federalismo in Germania 1. Cornelia Tausch

Politica dei consumi e federalismo in Germania 1. Cornelia Tausch Politica di consumi fdralismo in Grmania 1 Cornlia Tausch La Grmania è un smpio di Stato fdral in cui si è riusciti a conciliar l signz di 16 diffrnti Ländr. Tal organizzazion fa sì ch ci siano divrsi

Dettagli

la mente cosciente... oltre i neuroni?

la mente cosciente... oltre i neuroni? la mnt coscint... oltr i nuroni? smbra ch ci sia un problma insolubil pr la scinza! com puo il mondo fisico produrr qualcosa con l carattristich dlla mnt coscint? un problma cosi difficil ch qualcuno lo

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà.

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà. Corpo di Polizia Provincial 3 Corso di Formazion pr Opratori Volontari pr Cntri di Primo Soccorso Cntri di Rcupro Animali Slvatici Friti o in difficoltà. (Opratori da impigar prsso il Cntro di Rcupro Animali

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte Cod. 01 Laboratorio di Didattica Musal a cura dl dll Associazion Cultural RArt La musica di Orfo ATTIVITÀ: Visita guidata laboratorio didattico. FASCIA DI ETÀ: 5/10 anni N. BAMBINI: Da dfinir in bas alla

Dettagli

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1 Argomnti Impgni Tlcom: una qustion scottant sul tavolo di AGCOM 1 Stfano Quintarlli Gli impgni procomptitivi prsntati da Tlcom Italia all AGCOM sono, snza alcun dubbio, da rspingr o prché già dovuti in

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA 1. Dati gnrali ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chsotti PIANO DI MATERIA Indirizzo lttronica Matria Rligion Cattolica o att. alt. Class quinta Anno scolastico: 2015/2016 2. : Sulla bas dll Indicazioni

Dettagli

L Osservatorio ABI Costing Benchmark : i risultati del Rapporto ABI 2004 e le analisi di posizionamento

L Osservatorio ABI Costing Benchmark : i risultati del Rapporto ABI 2004 e le analisi di posizionamento L Ossrvatorio ABI Costg Bnchmark : i risultati dl Rapporto ABI 2004 l anisi posizionamnto Albrto Bstrri Roma, 11 novmbr 2004 Aumnta l fficacia l dll politich contnimnto di Vi Vi sono sono 9 9 classi classi

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI DANIELE GIANNINI Frsco com un fior sboccia nl primo giorno primavra Il gol Danil D Rossi al Brasil ha s gnato simbolicamnt la fin dll invrno Il risvglio dlla natura qullo dlla Nazional stava prdndo immritatamnt

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cpina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE Classi coinvolt: prima A B Tmpi di ffttuazion: 19-20-21 novmbr 2015 Obittivi trasvrsali gnrali:

Dettagli

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese Normativ strumnti pr una Tlsanità al srvizio dll imprs M.Carnillo Dirzion Mrcato - PAL Cntro Nord info.lgalmail@infocamr.it lgaldoc@infocamr infocamr.it www.lgalmail lgalmail.it www.lgaldoc lgaldoc.it

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzare Aedes

VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzare Aedes Tutla AmbintalE Vrd PROTEZIONE CIVILE VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzar Ads Rita Di Domnicantonio. Tutla Ambintal vrd Protzion Civil Tutla AmbintalE Vrd PROTEZIONE CIVILE Com è arrivata si

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Ministro dlla Giustizia Dipartimnto Giustizia Minoril Cntro pr la Giustizia Minoril pr la Lombardia M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Rapporto sulla Giustizia Minoril in Lombardia anno 2009

Dettagli

Alla Consip alla BT Italia SpA alla Telecom Italia SpA alla Fastweb SpA alla Wind Telecomunicazioni SpA

Alla Consip alla BT Italia SpA alla Telecom Italia SpA alla Fastweb SpA alla Wind Telecomunicazioni SpA Alla Consip alla BT Italia SpA alla Tlcom Italia SpA alla Fastwb SpA alla Wind Tlcomunicazioni SpA alla HP Entrpris Srvic Italia S.r.l. AG 33/13 16 maggio 2013 Oggtto: istanza di parr di Consip S.p.a.

Dettagli