La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni"

Transcript

1 La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo Si riporta la situazion pr ciascuno di si sttori ch intrssano il consumator. Gli siti principali ch mrgono sono: la scarsa ntità dll risors ddicat; una crta frammntarità dll intrvnto; la sclta discutibil di sttori; l sistnza di gravi ritardi ni rimborsi dgli sconti ai dttaglianti (ch in qusto momnto appar il problma principal). Dopo divrs discussioni, finalmnt nl marzo 2010 il Govrno italiano ha introdotto un pacchtto di incntivi al consumo (a lungo pubblicizzato), opranti contmporanamnt su una pluralità di sttori, attravrso il Dcrto lgg n dl 25 marzo 2010, convrtito nlla Lgg 73/10. L introduzion di qusti incntivi ha rapprsntato una novità di non poco conto, sia pr l stnsion mrcologica di sttori considrati sia pr l modalità di rogazion dl sussidio. Infatti in prcdnza il Govrno italiano avva più volt introdotto incntivi al consumo, normalmnt prò rivolti a sttori spcifici, com qullo automobilistico (Fiorito, 2009) o, più volt, qullo dgli lttrodomstici. Qusta volta, invc, gli incntivi hanno coinvolto bn dici sttori, di cui si ch intrssano dirttamnt i consumatori, trattandosi pr la maggior part di classici bni di consumo durvol. Ancora più intrssant è la modalità prvista di rogazion dl sussidio: invc di prsntar una documntazion dll avvnuto acquisto da far risulta- 1 Qusto articolo non sarbb stato possibil snza il corts supporto dl dott. Bullri, dl ministro dllo Sviluppo conomico di divrsi sponnti di associazioni di catgoria, comptnti molto disponibili. Ringrazio anch, pr lo scambio di id, Marco Pirani (Altroconsumo) Aurlio Volp (Csil). 2 Prosgundo su una pratica di limitata trasparnza ch da un po di anni carattrizza la normativa conomica italiana, il Dcrto lgg n. 40 prsnta il titolo «Disposizioni urgnti tributari finanziari in matria di contrasto all frodi fiscali intrnazionali nazionali oprat, tra l altro, nlla forma di cosiddtti caroslli cartir, di potnziamnto razionalizzazion dlla riscossion tributaria anch in adguamnto Augusto Ninni Univrsità di Parma alla normativa comunitaria, di dstinazion di gttiti rcuprati al finanziamnto di un fondo pr incntivi sostgno dlla domanda in particolari sttori». Gli incntivi compaiono all art. 4, ch fa rifrimnto all misur «pr il sostgno dlla domanda finalizzata a obittivi di fficinza nrgtica, cocompatibilità di miglioramnto dlla sicurzza dl lavoro». Com è noto, la prassi è ormai divntata qulla di crar tsti di lgg omnibus, assolutamnt non spcializzati, in cui articoli rlativi ad alcun qustioni sono prcduti o sguiti da altri articoli ch trattano di tutt altro. Il controllo non solo dll intro Parlamnto, ma anch dll opinion pubblica su provvdimnti di intrss è rso così molto più difficoltoso. numro 3/

2 r com dtrazion fiscal al momnto dlla dichiarazion di rdditi, i clinti pagano un przzo già scontato: una soluzion, com è stata dfinita, cash. Al momnto in cui scriviamo, gli incntivi sono ancora in ssr, dal momnto ch è prvisto ch trminino ntro il 31 dicmbr 2010 (o prima, s i fondi a disposizion di ogni sttor risultano sauriti): è, quindi, ormai tmpo di farn un analisi consuntiva, ch mtta in luc gli asptti positivi ngativi di qusta politica, i risultati, l ricadut sui consumatori sull industri. 3 Una prmssa: il problma dlla valutazion Tradizionalmnt, gli incntivi pubblici rivolti ai soggtti conomici - siano ssi imprs o consumatori - non sono particolarmnt popolari prsso chi dovrbb splorar la logica sottostant ai provvdimnti conomici, ovvro gli conomisti. Tralasciamo la smplic critica scondo cui gli incntivi, modificando i przzi di vndita, danno un sgnal di przzo distorto agli opratori, consumatori o produttori/distributori, quindi, altrano il funzionamnto dl mrcato. Qusta impostazion totalmnt librista ignora ch in molti mrcati i przzi in sé non incorporano informazioni corrtt sulla scarsità dl bn - il ptrolio n è un smpio - pr dfinizion non incorporano l c.d. strnalità - di cui a loro volta sono un smpio l missioni di gas a fftto srra. La critica più significativa è ch difficilmnt è chiaro s c è vramnt bisogno di incntivi alla produzion o al consumo. I soggtti ch li ricvono, imprs o consumatori, potrbbro avr già dciso in prcdnza di ffttuar l sclt a cui poi sono spinti dall sistnza dgli incntivi, pr cui la loro rogazion in raltà è inutil, il tutto si traduc in una forma di trasfrimnto di fondi dallo Stato all catgori di opratori conomici ch n bnficiano dirttamnt: in altri trmini, gli incntivi non smpr procurano una domanda addizional. Il tutto può ssr visto attravrso un banalissimo quadro di domanda offrta. Pr un qualsiasi bn, il przzo pagato dai consumatori è OB. In raltà il przzo OB si compon di du parti: OQ, ch è il przzo-costo alla produzion, BQ, ch includ i margini di intrmdiazion, il trasporto l imposizion fiscal. Dal przzo OB, l imprs produttrici ricvono OQ, ch sping loro a produrr OF, ch è la quantità acquistata dai consumatori pagando il przzo OB. Supponiamo ora ch lo Stato introduca un sussidio S, in grado di ridurr il przzo di acquisto da OB a OS. I singoli consumatori ora pagano di mno lo stsso bn ch acquistavano prima: in più si possono aggiungr nuovi consumatori, invogliati dal przzo più basso, disposti ad acquistar la quantità FR. Solo in 58 3 Si badi ch non è finita. Il sito sviluppoconomico.gov.it/ spon da qualch giorno la sgunt fras: «A sguito dlla cancllazion dll pratich non prfzionat ni trmini prvisti sono stati rsi disponibili nuovi fondi. L prnotazioni sono ffttuabili con la stssa procdura in vigor sino a oggi». numro 3/2010

3 qusto caso dl sussidio bnficiano sia i consumatori (ch acquistano di più a przzi più bassi) sia i produttori (ch producono di più). Quanto più la domanda è lastica, tanto maggior è la trasmission dllo stimolo dalla maggior domanda alla maggior offrta. Fig. 1 La smplic conomia dgli incntivi al consumo Ma s dl sussidio n bnficiano solo i consumatori ch avvano già dciso di acquistar i prodotti il cui acquisto è sussidiato, ovvro s il triangolo CNM è nullo, è com s qusti consumatori - solo loro - godssro di un snzion fiscal parzial, mntr nssun fftto di stimolo si trasmtt dalla domanda alla produzion. Non è pr nint facil accrtar s l incntivo è fficac (D Blasio Lotti, 2008). Nl caso dll imprs ch ricvono incntivi si può: ffttuar un srcizio controfattual, isolando un insim di imprs/soggtti ch hanno l stss carattristich ch prò non hanno avuto accsso agli incntivi, analizzar l diffrnz, pr smpio, in trmini di prformanc o di rdditività; ffttuar un analisi sul campo, ovvro richidr ai bnficiari dgli incntivi s hanno sviluppato invstimnti addizionali, oppur s hanno ffttuato gli stssi invstimnti: nl qual caso i sussidi pr stimolar l conomia si sono rivlati inutili. Nl caso in sam sistono poi problmi aggiuntivi nll applicar qusta mtodologia rlativa alla valutazion, drivant dall signz di privacy di bnficiari dl sussidio. Occorrrbb, pr smpio, mttr mano agli indiriz- numro 3/

4 zari di bnficiari poi confrontarli con gli n-acquirnti dgli stssi bni ch non hanno avuto accsso ai sussidi, pr i motivi più vari: al momnto dlla richista, i fondi pr i sussidi rano finiti; gli acquirnti di bni ffttuavano acquisti, ma l dcisioni di acquisto non soddisfacvano i rquisiti (pr smpio nl caso dll cucin componibili gli lttrodomstici ad alta fficinza rano uno non du); la part burocratica dll iniziativa li avva spavntati. Qusto cra di problmi: in ogni caso, prima dl trmin dll iniziativa, non è possibil valutar la politica di incntivi al consumo. Occorrrà accontntarci di una valutazion soggttiva. Tuttavia form di politich di intrvnto di qusto tipo possono ssr giustificat quando siamo in prsnza di un strnalità, com l fficinza nrgtica o l cosostnibilità, ch giustifica l intrvnto. È proprio il caso dl Dcrto lgg n. 40. L attuazion dl Dcrto lgg n. 40 Il Dcrto lgg n. 40/2010 dl ministro dllo Sviluppo conomico (Mis) ha istituito un fondo di 300 milioni di uro 4 a sostgno di consumi dlla riprsa produttiva, ch prvd incntivi ai cittadini all imprs sull acquisto di: cucin componibili complt di lttrodomstici fficinti; lttrodomstici; motocicli; nautica da diporto; banda larga; immobili ad alta fficinza nrgtica; rimorchi smirimorchi; macchin agricol macchin movimnto trra; gru a torr pr dilizia; componnti lttrici d lttronici. L oprazioni sono gstit con il supporto di Post Italian il trmin prvisto è il 31 dicmbr 2010, o anch prima, in caso di saurimnto di fondi disponibili. La Tab. 1 mostra ch a circa mtà dl prcorso, oltr il 50% di fondi rsi disponibili dal Mis ra stato prnotato: prcntual dcisamnt più lvata pr i bni (di consumo di invstimnto) dstinati all famigli (63%), risptto ai bni di invstimnto pr l imprs (42%) Incluso il compnso a Post Italian pr il srvizio svolto. numro 3/2010

5 Tab. 1 Incntivi Mis 2010: situazion al 13/09/10 Sttor Numro contributi Tot. rogato (prnotato) Fondi totali in uro % rogato (prnotato) sul total grado di succsso al 13/09/10 Cucin componibili , ,6 Elttrodomstici , ,8 Immobili ad alta fficinza nrgtica , ,5 Motocicli , ,3 Nautica Banda larga Total incntivi dstinati all famigli , ,5 (Total incntivi dstinati all famigli snza gli immobili ad alta fficinza , ,8 nrgtica ) Bni di invstimnto (pr imprs) , ,8 Total , ,8 Font: Dipartimnto pr l imprs l intrnazionalizzazion, ministro dllo Sviluppo conomico. In raltà il giudizio sul grado di succsso dgli incntivi - com dfiniamo il rapporto tra fondi rogati/prnotati fondi totali - dstinati all famigli è molto maggior (quasi l 80%) s liminiamo dall analisi gli immobili ad alta fficinza nrgtica, in cui solo poco mno dl 20% di fondi rsi disponibili dal Mis è stato prnotato. Ngli altri casi i fondi disponibili sono stati sauriti in pochissimi giorni (banda larga, nautica, motocicli), comunqu, hanno mostrato di incontrar in misura maggior (cucin componibili) o minor (lttrodomstici) il gradimnto dl pubblico. Vdiamo ora l carattristich dlla domanda di incntivi sttor pr sttor (con rifrimnto a qulli ch intrssano dirttamnt l famigli). Cucin componibili Sono stati mssi a disposizion 60 milioni di uro: contributi pari al massimo al 10% dl przzo di acquisto dlla cucina, all intrno di un massimo di uro pr singolo intrvnto, rogabili solo in caso di sostituzion dlla prcdnt cucina, con rquisiti 5 dl prodotto da acquistar indicati dal ministro. Il grado di succsso è alla data attual dll 80%, una misura tra l più rilvanti dl pacchtto di incntivi. 5 La cucina acquistata dv: a) avr almno du lttrodomstici ad alta fficinza (frigorifro/conglator in class A+ A++; forno in class A; piano di cottura a gas - s insrito - con dispositivo di sorvglianza fiamma; lavastovigli - s insrita - non infrior alla class A/A/A: A di fficinza nrgtica, A di fficinza di lavaggio, A di fficinza di asciugatura); b) rispttar l norm sull mission di aldid formica; c) ssr prdisposta pr la raccolta diffrnziata. numro 3/

6 È probabil ch il succsso dll incntivo pr l acquisto di cucin componibili - quasi tutto prnotato già ntro mtà luglio dl si dbba al concomitant intrcciarsi di più fftti. Pr prima cosa la domanda di cucin componibili, com pr molti bni durvoli, è strutturalmnt composta dalla somma dlla domanda di prodotti di nuova installazion più la domanda pr la sostituzion di prodotti prsistnti: la prima sgu un po l andamnto dlla costituzion di nuovi nucli familiari dipnd da una pluralità di variabili, di cui il rddito è solo una di qust; la sconda dipnd più strttamnt dal rddito prsnt dall prospttiv dl rddito futuro. Nl scondo caso, i consumatori hanno l opportunità - ntro crti limiti - di anticipar o posticipar l acquisto. L fftto dll incntivo è stato, quindi, qullo di intrvnir sulla sola domanda pr sostituzion (ssndo la sostituzion di una prsistnt cucina conditio sin qua non pr la fornitura dll incntivo), anticipando un acquisto divntato più convnint ma ch, in assnza dll incntivo, sarbb probabilmnt avvnuto comunqu in anni succssivi. La probabilità ch sia ntrato in gioco qusto fftto è tanto maggior quanto più si tin conto dl prolungato fftto dprssivo dlla rcssion dll fftto, in particolar, di più difficil accsso al crdito al consumo da part dll famigli, innscato dalla crisi finanziaria. Inoltr, in trmini assoluti, l ntità dll incntivo rogato non è trascurabil: quasi 700 uro in mdia, una somma sufficint pr far anticipar all acquirnt un acquisto già programmato pr l anno succssivo o anch pr l anno a sguir. L fftto di anticipazion è stato, infin, incrmntato dal comportamnto di molti rivnditori, ch hanno aggiunto al pacchtto di incntivi govrnativi altri intrvnti in favor dl clint, offrti di tasca propria, tra cui i dici anni di assistnza gratuita. Elttrodomstici Sono stati mssi a disposizion 50 milioni di uro: contributi pari al massimo al 20% dl przzo di acquisto, all intrno di un massimo prdfinito pr i singoli lttrodomstici 6 ammssi all incntivo, rogabili solo in caso di sostituzion di prcdnti apparcchi, con rquisiti 7 dl prodotto da acquistar indicati dal ministro. Il grado di succsso è alla data attual dll 58,8%, un grado di succsso pr il momnto infrior risptto agli altri incntivi rivolti ai consumatori (scludndo, ovviamnt, gli immobili ad alta fficinza nrgtica ) Lavastovigli (fino a 130 uro); forni lttrici piani cottura (fino a 80 uro); cucin a gas (fino a 100 uro); capp climatizzat (fino a 500 uro); pomp di calor pr acqua calda (fino a 400 uro). 7 Lavastovigli non infriori all classi A/A/A; forni lttrici non infriori alla class A; piani di cottura con dispositivi di sorvglianza dlla fiamma (Fsd); cucin libr con dispositivo Fsd forno lttrico non infrior alla class A; capp climatizzat; pomp di calor con cofficint di prstazion > 2,5. 8 Si noti ch non sono stati prvisti incntivi né pr i frigorifri né pr i conglatori, già oggtto di prcdnti ( ancora in vigor) programmi di sostgno tramit dtrazioni fiscali. numro 3/2010

7 L motivazioni di qusto grado di succsso lvato, ma infrior risptto ad altri incntivi, sono divrs. Innanzitutto la pntrazion di qusti prodotti nll l famigli italian non è particolarmnt alta (trann ch pr l cucin a gas): scondo l Istat, nl 2008, la pntrazion nll famigli dlla lavastovigli ra dl 42,5%, ma nl Sud nll isol qusta prcntual scndva al 30% al 23%. Essndo gli incntivi proposti solo pr la sostituzion di apparcchi prcdnti non pr nuov acquisizioni, è facil comprndr ch tanto minor è lo stock sistnt, tanto minor è il valor assoluto dlla domanda pr sostituzion. In scondo luogo, buona part di qusti prodotti è prsnt in Italia com componnti a incasso di cucin componibili (sgnatamnt forni lttrici), prtanto i consumatori possono ssr stati invogliati a usufruir dl prcdnt piano di incntivi. In trzo luogo, è possibil ch il rlativamnt contnuto grado di succsso dgli incntivi rifriti a qusti bni sgnali un più lnto prcorso di acquisto nll anno: nl caso dgli lttrodomstici, infatti, l vndit natalizi costituiscono una part rilvant dl fatturato, risultando com mdia mnsil circa il doppio (a valor) di qulla dgli altri msi. In ogni caso, l ossrvatorio Findomstic di agosto 2010 sgnala un aumnto (contnuto) dll prvisioni da part dll famigli dl panl intrpllato pr quanto riguarda l acquisto di lttrodomstici bianchi ni msi autunnali. Infin, dal punto di vista dll Associazion di produttori di lttrodomstici (Ccd), il non altissimo grado di succsso vin (giustamnt) ltto com un fattor positivo, in quanto riduc gli fftti di anticipo dll acquisto, quindi, consnt di prvdr una programmazion plurinnal dgli acquisti. Motocicli Sono stati mssi a disposizion 12 milioni di uro: contributi pari al 10% dl przzo di acquisto, pr un massimo di 750 uro, rogabili solo pr motocicli sino a 400 cc o fino a 70 kw di potnza, di catgoria uro 3, in sostituzion di motovicoli con missioni più lvat. 9 Il grado di succsso è alla data attual praticamnt dl 100%, con prnotazioni saurit nl giro di pochissimi giorni. La prdisposizion di qusto incntivo ra stata richista visto lo stato di difficoltà di consumi dl sttor, 10 nonostant i prcdnti incntivi alla rottamazion. E, tuttavia, l saurimnto acclrato di fondi ha avuto com fftto 9 In raltà sono stati prvisti anch incntivi pr l acquisto di motovicoli lttrici o ibridi, sussidiando il 20% (invc dl 10%) dl przzo di acquisto d rogando fino a un total di uro pr contributo (invc di 750). Inoltr mntr pr i motocicli uro 3 è possibil il sussidio solo in prsnza di rottamazion dl motovicolo da sostituir, s uro 0 o uro 1, pr il sussidio all acquisto di vicoli lttrici o ibridi non è prvista alcuna rottamazion di vicoli già dtnuti. In raltà all acquisto di vicoli lttrici o ibridi è andato solo l 1% dll intro sussidio disponibil. 10 Scondo l Associazion di catgoria, l Ancma, nl priodo gnnaio-agosto 2010 l immatricolazioni di moto scootr sono diminuit, risptto allo stsso priodo dl 2009, rispttivamnt dl 13 dl 25%. Nll intro 2009 l immatricolazioni dll moto si rano contratt, risptto all anno prcdnt, dl 20%, mntr l immatricolazioni di scootr rano aumntat dl 10 pr cnto. numro 3/

8 - nll indagin Findomstic di agosto un pggioramnto dll prvisioni di acquisto ni tr msi succssivi, sia com numro di vicoli sia com importo pr singolo acquisto. Pr affrmazion splicita dll associazion di catgoria, a somiglianza di quanto avvin pr l auto, il mrcato non si riprnd gli incntivi sono vitali pr la sussistnza dl sttor: il consuntivo di primi otto msi dll anno vidnzia oltr 74mila vndit in mno si prosptta pr l intro anno - nonostant gli incntivi - una chiusura dl 25% in mno risptto all anno prcdnt. Prtanto il sttor appar mblmatico dgli asptti ngativi dlla politica dgli incntivi. Prima ch qusti fossro mssi a disposizion - ma ssndo noto ch sarbbro stati rogati, pr prannunci vari in sd govrnativa motivati da un ansiosa ricrca dl consnso - gli acquisti sono stati rinviati dai consumatori fino al momnto in cui gli incntivi fossro stati rsi disponibili; solo dopo, la domanda è crsciuta fortmnt, saurndo in pochi giorni i fondi assgnati, poi ha cominciato a scndr. E il sttor sta già cominciando a chidr nuovi incntivi (nlla forma di un assgnazion di fondi ch sono stati stanziati, ma ch non sono stati prnotati da altri sttori). Nautica Sono stati mssi a disposizion 20 milioni di uro, ch ovviamnt riguardano la nautica da diporto. Sono comprs du voci: i motori fuoribordo, pr i quali il total contributi è di 8 milioni di uro, i singoli contributi sono pari al 20% dl przzo di acquisto, pr un massimo di uro, rogabili solo pr la sostituzion di motori di vcchia gnrazion, con rquisiti dll acquistabil prcisati nlla normativa; 11 gli stampi pr scafi da diporto, pr un total di 12mila uro, dov il singolo contributo arriva al 50% dl przzo di acquisto (la prcntual più alta fra i vari sttori intrssati dal programma di incntivi), pr un sborso massimo di 200mila uro pr azinda. In qusto caso non vi è sostituzion: la normativa chiarisc i rquisiti richisti. 12 Il grado di succsso è dl 100%, anch qui con prnotazioni andat saurit nl giro di pochissimi giorni. È intrssant notar com l rogato/prnotato complssivo riguarda pr il 95% la produzion di stampi solo pr il 5% i motori fuoribordo, ovvro il bn di consumo. Prtanto la suddivision inizial dlla spsa (12 milioni di uro gli stampi, 8 i motori: quindi 60 40%) non è stata rispttata Dvono ssr acquistati motori a basso impatto ambintal, fino a 75 kw di potnza. 12 Stampi pr la laminazion sottovuoto dotati di flangia primtral dstinati alla produzion di scafi da diporto. numro 3/2010

9 Gli incntivi pr la nautica si giustificano soprattutto pr la nuova tcnologia di lavorazion maggiormnt sostnibil da punto di vista ambintal, visto ch non dà luogo a missioni di stirn. Banda larga Sono stati mssi a disposizion 20 milioni di uro: ogni contributo dv corrispondr a un massimo di 50 uro l unico rquisito richisto è ch sia una nuova attivazion pr giovani fra i 18 i 30 anni. Il grado di succsso è dl 100%, anch qui con prnotazioni andat saurit nl giro di pochissimi giorni. L incntivo pr la banda larga non rispond ovviamnt a motivazioni di fficinza nrgtica o di cocompatibilità, quanto alla convninza pr il Pas a diffondr una comptnza informatica la possibilità di utilizzar Intrnt ad alta vlocità pr coloro ch n sono sprovvisti. Com è noto, la quota di famigli in cui è pntrato Intrnt in Italia è ancora più bassa ch ngli altri Pasi U (20% invc ch 25%). Il caso dlla diffusion dlla banda larga è un classico di com avvin la politica industrial nl nostro Pas in sttori in cui non ci sono da ffttuar imponnti sforzi di R&S (ricrca sviluppo) pr rcuprar un costoso divario tcnologico con altri Pasi - dov è dtrminant anch il margin di incrtzza tipico dll azioni di R&S - ma smplicmnt mttr a disposizion dlla collttività una risorsa - com l accsso a Intrnt ad alta vlocità - la cui utilità social è nota. Ovviamnt, prò, una sclta di qusto tipo richid un invstimnto di una crta ntità. Inizialmnt (fin 2009) rano stati mssi a disposizion dllo sviluppo dlla banda larga circa 800 milioni di uro, poi ridottisi (a 100!), con motivazioni ufficiali (a opra di sponnti di Govrno) di «difficoltà di intrvnir in priodo di crisi»: l intrvnto sarbb stato attuato «una volta usciti dalla crisi». Nl frattmpo l assgnazion-incntivo connssa agli incntivi di marzo-april 2010 è di una pochzza sconcrtant, tant è ch i fondi sono stati subito sauriti. Anch in qusto caso, com in tanti altri, il mancato intrvnto dl Govrno significa volutamnt la rinuncia quasi total a provvdimnti anti-ciclici a causa di un lvato rapporto dbito/pil. D altra part, scondo nostr valutazioni, nl priodo novmbr 2008-marzo 2009 (qullo più oscuro dlla crisi), l Italia è intrvnuta pr circa lo 0,3% dl Pil pr impgni di spsa sul trinnio , di cui poco più dlla mtà pr impgni attinnti a intrvnti dal lato dll offrta: un intrvnto molto minor risptto ad altri Pasi U (Tab. 2). numro 3/

10 Tab. 2 Pacchtti di stimolo conomico in alcuni Pasi U (novmbr 2008-marzo 2009) Pacchtti totali/gnp % Solo politich di offrta/gnp % Grmania 3 1,4 Francia 1,2 0,9 Rgno Unito 1,4 0,1 Italia (ns. calcoli) 0,3 0,18 Spagna 3,5 1,4 Polonia 1 1,2 Svzia 2,8 0,4 Olanda 1,5 0,4 Austria 1,1 0,2 Font: Ninni (2009), Ocd (pr l Italia nostr valutazioni su stim ufficiali dl Dpf , luglio 2009, p. 18). Immobili ad alta fficinza nrgtica Sono stati mssi a disposizion 60 milioni di uro. La normativa comprnd du voci: immobili (di nuova costruzion), ch consntono un miglioramnto dl fabbisogno nrgtico dl 50% (class A), pr i quali sono disponibili incntivi fino a 116 uro pr mtro quadrato di suprfici util, pr un importo fino a uro; immobili (di nuova costruzion) ch consntono un miglioramnto dl fabbisogno nrgtico dl 30% (class B), pr i quali sono disponibili incntivi fino a 83 uro pr mtro quadrato di suprfici util, pr un importo fino a uro. 66 Il rquisito richisto è l sistnza dll attstato di crtificazion nrgtica, rilasciato da un soggtto accrditato. Alla data dl 13 sttmbr 2010 il grado di succsso riscontrato dagli incntivi pr gli immobili ad alta fficinza nrgtica ra di circa il 20%, di gran lunga infrior, quindi, agli altri incntivi rlativi ai prodotti pr l famigli. Tuttavia, considrando i tmpi di fornitura dl prodotto oggtto di incntivi, qusta informazion è poco significativa. 13 In raltà, com nota la stssa Anc (Anc, 2010), il problma principal in qusto caso è la ristrttzza dl priodo sotto sam : oggtto di qusti incntivi sono, infatti, immobili già prodotti, ovvro intrvnti iniziati almno 16/18 msi prima. Qusto significa intrvnti avviati nl 2008, prima ancora dll manazion dl Dm 26/6/2009 Lin Guida nazionali pr la crtificazion nrgtica dgli difici. 13 Prché il contributo sia concsso è ncssario ch il prliminar di compravndita dll immobil sia stato stipulato con atto di data crta succssivo al 6 april (data di ntrata in vigor dl dcrto) ch il contratto dfinitivo di compravndita sia stipulato ntro il 31 dicmbr 2010: ni vnti giorni prcdnti la stipula dl contratto dfinitivo di compravndita il vnditor può curar la prnotazion dl contributo. Qusto significa ch pr dfinizion un rndiconto al 13 sttmbr non è significativo dlla quantità di soggtti ch possono avr richisto il contributo, prché significhrbb ch si fa rifrimnto a qull oprazioni formalmnt aprt formalmnt chius nl giro di quattro msi. numro 3/2010

11 L agvolazion, quindi, è rivolta a un mrcato ancora nonato, di dimnsioni molto ridott. Il miglioramnto dll fficinza nrgtica ngli difici è sicuramnt oggi uno dll dirzioni più intrssanti vrso cui spingr pr l innovazion sostnibil. Tuttavia al momnto attual è ancora un bisogno prcpito dall famigli -, quindi, una prrogativa dll imprs dilizi - carattrizzat da spcifich situazioni climatich, ma anch culturali: non è un caso ch gli intrvnti ultimati nl 2009, dfinibili di class A, appartngano pr il 79% al Nord-Est, in particolar all provinc di Bolzano Trnto. Conclusioni S scludiamo il caso spcifico dgli immobili ad alta fficinza nrgtica, l informazioni disponibili a sttmbr consntono di sprimr un giudizio sul grado di succsso dgli incntivi. Tal giudizio non può ch ssr a prima vista positivo: a part gli immobili, circa l 80% di fondi disponibili pr gli incntivi è stato prnotato dai consumatori, ch hanno particolarmnt apprzzato la disponibilità cash dgli sconti, invc di farsli riconoscr di fatto in un scondo momnto, con la dichiarazion di rdditi. L apprzzamnto di consumatori ra abbastanza scontato, data la possibilità di spuntar przzi più bassi pr il prodotto oggtto di incntivo. 14 Così com è abbastanza scontato il giudizio positivo pr i produttori, 15 i quali bnficiano di una misura di politica industrial ch probabilmnt ha fatto incrmntar l loro vndit nl priodo considrato, anch s qusto potrbb ssr avvnuto a scapito dll vndit dl priodo succssivo ( sicuramnt a scapito dll vndit dl priodo immdiatamnt prcdnt). Qullo ch è molto dubbio è il loro succsso a livllo di rivnditori. I ritardi nll rogazion di fondi prvisti dal Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010 hanno posto i rivnditori nlla scomoda posizion di dovr praticar dirttamnt ai consumatori dgli sconti il cui rimborso sino a ora - sino cioè al momnto in cui scriviamo - non è avvnuto. Qusto ha crato - sta crando - du problmi non irrilvanti. 16 Da un lato si cra una discriminazion all intrno di rtailrs, arrcando maggiori danni a rivnditori di minori dimnsioni /o con minori polmoni finanziari pr sostnr il crdito. 14 In raltà il succsso dll iniziativa non è così scontato, s considriamo i bni dstinati all imprs. A front di un grado di succsso complssivo dl 42% (v. Tab. 1), la stssa misura incontra valori massimi pr macchin agricol movimnto trra, nonché pr i rimorchi (rispttivamnt %), ma valori minimi imbarazzanti pr gru a torr pr l dilizia (13,7%), soprattutto, pr i prodotti lgati all fficinza nrgtica industrial. 15 Al di là dll critich pr l siguità dll somm mss a disposizion. 16 Trascuriamo l lamntl sulla macchinosità dll procdur, sul modsto grado di affidabilità di comptnz dl cntralino msso a disposizion da Post Italian, quindi, sull impigo di risors intrn ch qust procdur hanno richisto, anch qui discriminando i rivnditori sulla bas dll loro dimnsioni. numro 3/

12 Dall altro - più important - qusto significa ch un vntual riptizion dgli incntivi - oprazion ovviamnt gradita sia ai consumatori sia all imprs - sarbb sgradita non solo all cass dllo Stato, ma anch ai dttaglianti, ch finirbbro con il tmr la riptizion dll impgno dl prsonal sull procdur di prnotazion il protrarsi di una situazion di attsa - chi sa quanto prolungata - di rimborsi da part dllo Stato. Qusto potrbb provocar sia la disponibilità di un minor numro di dttaglianti a riptr l iniziativa - s dovss avvnir con l stss modalità - sia la possibilità ch qusti si rifacciano sui przzi praticati, di fatto, al pubblico. Convin, poi, spndr qualch parola sulla valutazion pr la collttività di qusto tipo di politica. Qui il giudizio è mno positivo. Si è già dtto ch non c è modo di farn una valutazion x post tramit un srcizio controfattual. Si potrbb caso mai richidr un srcizio sul campo, pr comprndr s ha dato luogo a dcisioni di spsa addizionali risptto a qull già programmat, ma probabilmnt il risultato ntto è solo qullo di spostar nl tmpo la convninza dll acquisto programmato pr l anno prossimo: da qusto punto di vista, l fftto di stimolo all conomia è modsto, prché va scontato con una riduzion dll attività al trmin dgli incntivi. Più in gnral, è modsto il giudizio sull fftto di stimolo all conomia, prché l ntità dgli sforzi è bassa, prché è suddivisa su troppi sttori 17 prché la sclta dgli stssi non è adamantina: non siamo sicuri, cioé, ch siano qulli con l maggiori opportunità di miglioramnto dll fficinza nrgtica, né ch siano qulli con i maggiori problmi di sostnibilità ambintal o con i maggiori problmi di ordin ciclico. Fors sarbb stato prfribil convogliar la totalità di fondi su uno-dutr sttori, ma dopo un accurata valutazion x ant di bnfici. Così, invc, riman il dubbio ch la sclta sia avvnuta sgundo altri critri. Rifrimnti bibliografici Anc, Sostnibilità costruzioni: il risparmio nrgtico dgli difici, Mimo, giugno D Blasio, G., Lotti, F., (a cura di), La valutazion dgli aiuti all imprs, il Mulino, Bologna, Fiorito, G., La crisi dl sttor automobilistico l misur di sostgno di Pasi industrializzati, Economia Politica Industrial, n. 1, pp , Ninni, A., Pacchtti anti-crisi ni pasi dll Union uropa caso italiano, Economia Politica Industrial, n. 3, pp , Fors è apprzzabil la sclta di incntivar sia gli lttrodomstici sia l cucin componibili, prché si compi una sclta di filira più prcisa. numro 3/2010

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1 Argomnti Trrmoti: intrvnto pubblico /o assicurazion privata 1 Luigi Buzzacchi Marcllo Pagnini 2 La prassi italiana basata su intrvnti x post da part dllo Stato nl caso di catastrofi naturali prsnta asptti

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

Servizio post-vendita: il caso degli elettrodomenstici

Servizio post-vendita: il caso degli elettrodomenstici Srvizio post-vndita: il caso dgli lttrodomnstici Nicola Saccani L offrta di srvizi contstual alla vndita post-vndita, in molti sttori di bni di consumo durvol, è divntato un fattor diffrnziant d un arma

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Stato del parco edilizio

Stato del parco edilizio PREMESSA Il Parco immobiliar nazional Pr far front in modo organico sistmatico ai compiti assgnati dal DLgs 115/08 s.m.i. in tma di fficinza dgli usi finali dll'nrgia i srvizi nrgtici, l Unità Tcnica Efficinza

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi Risparmio d fficinza nrgtica Arturo Lornzoni Marco Cattarinussi L prssioni drivanti dall aumnto di przzi di combustibili fossili dall minacc sul clima consgunt all accumulo di anidrid carbonica in atmosfra

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010 Progtto BES dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract Bnssr conomico /Standard matriali di vita TEMA Rl co n il BE S Consumi - Incidn di consumi alimntari sulla spsa dll famigli Rddito + Stima dl rddito

Dettagli

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello Argomnti Com riuscirmo a ridurr l missioni di gas srra nl sttor di trasporti Anglo Martino David Fiorllo Uno dgli ambiziosi obittivi dl Libro bianco sui trasporti dll Union uropa prvd la riduzion dl 60%

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica

Dettagli

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo Oltr la Spa: il futuro di pagamnti al dttaglio 1 Danila Russo Il progtto Spa (Singl uro paymnts ara) prsgu l obittivo di crar strumnti di pagamnto comuni, altrnativi al contant, nll ara dll uro, dstinati

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1 Argomnti Impgni Tlcom: una qustion scottant sul tavolo di AGCOM 1 Stfano Quintarlli Gli impgni procomptitivi prsntati da Tlcom Italia all AGCOM sono, snza alcun dubbio, da rspingr o prché già dovuti in

Dettagli