Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi"

Transcript

1 Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di sistma (Ogs), ch incidono pr il 15% sulla bolltta dl consumator tipo (al ntto dll impost) sono dstinati a crscr snsibilmnt nl prossimo futuro. In particolar, il costo dl fotovoltaico appar psantissimo. Gli Onri gnrali di sistma Dopo la complta libralizzazion dl mrcato dlla vndita di nrgia lttrica (2007), l acquirnt unico svolg l attività di approvvigionamnto pr i clinti ch usufruiscono dl srvizio di maggior tutla, cioè i clinti domstici l piccol imprs ch non si approvvigionano sul mrcato libro. Pr un consumator domstico tipo (con consumi annui pari a kwh potnza di 3 kw) coprto dal srvizio di maggior tutla, il przzo dll nrgia lttrica si è gradualmnt ridotto, tra il primo trimstr 2009 il primo trimstr 2011, di circa il 9% (da 17,15 urocnt pr kwh a 15,57). Qusta tndnza si è, prò, intrrotta: tra il primo il trzo trimstr 2011 c è stato un aumnto dl 6% circa (il przzo è risalito a 16,5 urocnt). Il motivo principal di qusto aumnto è l impnnata dgli Ogs saliti, tra il primo il trzo trimstr 2011, di quasi il 50%: da 1,47 a 2,17 urocnt pr kwh. Il przzo pagato dal consumator domstico tipo (urocnt pr kwh, trzo trimstr 2011) è la somma dll sgunti componnti: 12 pr approvvigionamnto onri commrciali di rt; 2,17 pr onri gnrali di sistma; 2,33 pr impost. 76 Dunqu gli Ogs incidono pr il 15,3% sul przzo al ntto dll impost, ovvro aumntano dl 18% il costo total ntto (pr approvvigionamnto onri commrciali di rt) ch si avrbb in assnza di tali onri. Vdiamo nlla Tab. 1 in ch cosa consistano qusti onri gnrali di sistma. Si potrbb argomntar ch molti dgli Ogs avrbbro dovuto ssr finanziati, più propriamnt, con impost poiché riflttono politich statali prsumibilmnt attuat nll intrss di tutta la collttività. Ma scaricar sull bolltt tutti i costi in qualch modo affrnti all lttricità è molto più facil pr chi Giorgio Ragazzi Univrsità dgli Studi di Brgamo numro 3/2011 Diritti DirittiMrcato Mrcato

2 govrna: non richid spcifich dcisioni dl Parlamnto, non ha fftti sul disavanzo contabil dl sttor pubblico (qullo rilvant pr l Union montaria pr i mrcati finanziari) l aggravio non vin prcpito dai cittadini com un ultrior imposta in quanto comprso nl costo total dll nrgia. Tab. 1 Onri gnrali di sistma di comptnza nl 2010 (milioni di uro) A2 - Onri pr finanziamnto attività nuclari rsidu 410 A3 - Fonti rinnovabili assimilat A4 - Rgimi tariffari spciali frrovi 376 A5 - Finanziamnto ricrca 62 As - Tariffa social 157 UC4 - Imprs lttrich minori 69 MCT - Misur di compnsazion trritorial 48 UC7 - Efficinza nrgtica ngli usi finali 8 TOTALE Font: AEEG, Rlazion 2010, szion Struttura pag Qusta politica ha du asptti ngativi principali. Poiché il consumo di nrgia è scarsamnt corrlato con il rddito (i ricchi non consumano molto più di povri ), l incidnza di qusti onri è fortmnt rgrssiva. Inoltr, proprio la scarsa trasparnza dl sistma rnd assai facil scaricar sulla collttività costi anch lvatissimi, com qulli dgli incntivi alla produzion fotovoltaica, snza ch qusti vngano quantificati, contabilizzati prcpiti dall opinion pubblica (com vdrmo mglio in sguito). La prima componnt dgli onri ch compar nlla Tab. 1 (410 milioni) è rlativa ai costi pr la dismission dll attività nuclari, ch gravano sull bolltt da oltr du dcnni. L Autorità pr l nrgia dtrmina ogni anno gli onri connssi con lo smantllamnto dll cntrali lttronuclari, la chiusura dl ciclo dl combustibil l attività connss svolt dalla socità di Stato Sogin. Fortunatamnt qusti onri sono in via di progrssiva diminuzion. Pr l frrovi si subisc un costo di 376 milioni. S lo Stato intnd sussidiar l frrovi dovrbb farlo a carico dl bilancio; con ciò il sussidio vrrbb contabilizzato tra la spsa pubblica il Parlamnto (così com l opinion pubblica) potrbb mglio valutar la convninza d ntità di sussidi complssivi a qusto sttor. Non si vd alcuna giustificazion pr addossar qusto costo a carico dll bolltt pagat da tutt l famigli, s non la tndnza a occultar i vri onri dl sttor. Un altro costo scaricato sugli Ogs è la tariffa social. Dal 1 gnnaio 2009, con validità rtroattiva al 1 gnnaio 2008, è attivo un mccanismo pr sussidiar il costo dll lttricità a favor di clinti domstici ch vrsano in situazioni di disagio conomico o in gravi condizioni di salut. Misura crtamnt lodvol, anch s il rlativo onr avrbb dovuto più appropriatamnt ssr posto a carico dlla fiscalità gnral piuttosto ch tra gli onri di sistma. numro 3/2011 Diritti DirittiMrcato Mrcato 77

3 I sussidi all nrgi rinnovabili assimilat Considriamo ora la voc di gran lunga più rilvant, cioè i miliardi pagati nl 2010 pr incntivi all fonti di nrgia cosiddtt rinnovabili assimilat (componnt A3 dgli onri in bolltta). Qusta somma includ anch il pagamnto di onri di comptnza dll anno prcdnt; il costo stimato pr la sola comptnza dl 2010 è vidnziato in dttaglio nlla Tab. 2. Tab. 2 Onri posti in capo al conto A3 (milioni di uro) Compravndita di nrgia lttrica rinnovabil CIP Ritiro crtificati vrdi Fotovoltaico Ritiro ddicato Tariffa omnicomprnsiva Scambio sul posto Altro TOTALE ENERGIE RINNOVABILI Compravndita di nrgia lttrica assimilata CIP Onri Co 2 assimilat Coprtura crtificati vrdi assimilat TOTALE ENERGIE ASSIMILATE TOTALE ONERI A3 DI COMPETENZA Font: AEEG, szion Rgolamntazion..., pag Nl 2010, il pso dgli onri gravanti sul conto A3 è aumntato dl 18% risptto all anno prcdnt la prospttiva è di ultriori forti aumnti ni prossimi anni. L onr ch singolarmnt incid di più è qullo rlativo allo sciagurato provvdimnto CIP6. Dal 2001 a oggi gli italiani hanno pagato in bolltta oltr 23 miliardi pr gli incntivi CIP6. A front di qusta cifra il bnficio ambintal è stato assai modsto, visto ch la gran part dl sussidio è andato a incntivar produzioni trmolttrich assimilat. È poi frqunt il caso di impianti ch, trminati gli incntivi concssi pr otto anni, sono stati chiusi prché non più rdditizi: qusti invstimnti hanno comportato una prdita ntta pr la collttività, prché il valor dll nrgia prodotta non avrbb consntito nmmno di ammortizzar il capital invstito, in assnza di incntivo. Nl 2010 l nrgia assimilata in convnzion CIP6 ha rapprsntato il 14,5% dlla gnrazion trmica convnzional ntta. Il gstor dl sistma lttrico (Gs) ha ritirato qusta produzion a un przzo mdio di 94 /MWh, collocandola poi sul mrcato a un przzo mdio di 57 /MWh (primo trimstr 2010). Nl 2010 gli onri riconducibili al provvdimnto CIP6 sono livmnt diminuiti risptto all anno prcdnt (soprattutto in rlazion al riconoscimnto numro 3/2011 Diritti DirittiMrcato Mrcato

4 dgli onri drivanti dall applicazion dlla Dirttiva 2003/87/C, pari a 225 milioni di uro contro i 434 milioni dl 2009). Il pso dlla gnrazion CIP6 è dstinato a saurirsi progrssivamnt. È poi anch in atto una politica volta a incntivar la risoluzion anticipata dll convnzioni CIP6, limitatamnt agli impianti di produzion alimntati da combustibili fossili, ch dovrbb comunqu comportar nl tmpo un risparmio complssivo pr il sistma. Tuttavia, nl corso dl 2010 l aumnto progrssivo dl fabbisogno conomico stimato pr incntivi all fonti rinnovabili assimilat ha comportato la ncssità di un continuo adguamnto in aumnto dll aliquota mdia nazional dlla componnt tariffaria A3, passando da 1,189 urocnt pr kwh (IV trimstr 2009) a 1,636 (IV trimstr 2010). Quindi, nl giro di un anno, l incrmnto di qusta componnt in bolltta è stato dl 37%! In particolar, nl corso dll anno sono progrssivamnt aumntat l prvisioni dgli onri pr il ritiro, da part dl Gs (Gstor srvizi nrgtici), di crtificati vrdi invnduti, ch nl 2010 sono risultati pari a 934 milioni di uro contro i 647 milioni sostnuti nll anno prcdnt, dgli onri pr l incntivazion dll nrgia prodotta dagli impianti fotovoltaici, aumntati da 303 a 872 milioni di uro. Si è poi anch rgistrato un aumnto significativo dgli onri rlativi alla tariffa omnicomprnsiva : da 112 a 220 milioni di uro. Gli impianti alimntati da font rinnovabil hanno diritto, s lo richidono, a una tariffa fissa omnicomprnsiva in altrnativa ai crtificati vrdi, di ntità variabil a sconda dlla font, pr un priodo di 15 anni. Nl 2010 l onr ntto pr il Gs, ch ritira qusta nrgia la rivnd sul mrcato, è stato di 212 milioni di uro, pr una quantità di nrgia lttrica pari a 1,2 TWh: il sussidio mdio è stato quindi all incirca pari a 175 uro pr MWh. Considrando ch il przzo di borsa dll nrgia si aggira attorno a 60 uro pr MWh, si conclud ch qusta nrgia è costata alla collttività bn quattro volt più dl suo przzo di mrcato. Pr il 2011 pr gli anni succssivi sono prvisti aumnti significativi dgli onri posti in capo al conto A3 sia in rlazion all incntivazion dll nrgia prodotta dagli impianti fotovoltaici sia pr gli onri rlativi al ritiro, da part dl Gs, di crtificati vrdi invnduti, anch in rlazion a quanto disciplinato dal rcnt Dcrto lgislativo 3 marzo 2011, n. 28. I costi dll nrgia fotovoltaica La produzion di nrgia lttrica fotovoltaica ha iniziato a svilupparsi a partir dal 2007, in forza dl Dcrto 19 fbbraio 2007 a firma Pir Luigi Brsani Alfonso Pcoraro Scanio, ch ha introdotto tariff particolarmnt lvat, tra i 450 i 550 uro pr MWh. Al tmpo si prvdva ch l onr pr il sistma sarbb rimasto abbastanza contnuto, nonostant l normità dll incntivo, ssndo lvati i costi d invstimnto ngli impianti supriori a 5 milioni pr MW. Qul dcrto prvdva com obittivo il raggiungimnto di una potnza installata di 3mila MW nl 2016, numro 3/2011 Diritti DirittiMrcato Mrcato 79

5 80 stabiliva anch, pr l rogazion di sussidi prvisti nl dcrto, un limit massimo di MW di potnza incntivabil. Purtroppo, prò, qusto vincolo vniva vanificato nllo stsso tsto, con un piccolo comma col qual si riconoscva il diritto all tariff stabilit in dcrto anch a tutti gli impianti ch sarbbro ntrati in srcizio ni 14 msi succssivi al raggiungimnto di MW, snza alcun limit! Mntr la spsa pubblica è soggtta alla disciplina di bilancio, la possibilità di scaricar tutti i costi sull bolltt snza vincoli ( snza ch l opinion pubblica n prcpisca x ant i costi) lascia mano libra alla concssion di gnrosi sussidi snza limiti, com bn si vd da qusta vicnda. Ngli ultimi du anni, il costo d invstimnto si è dimzzato, ma il Govrno Brlusconi (anch su proposta di un dputato dl Pd), invc di ridurr prontamnt gli incntivi, ha stso la validità dll tariff Brsani-Pcoraro Scanio anch a tutti gli impianti dichiarati trminati nl 2010 allacciati ntro giugno Poiché con qull tariff i profitti sono lvatissimi ( sicuri), vi è stata una corsa frntica a invstir compltar (o almno dichiarar di avr compltato...) gli impianti ntro il La potnza total installata è così salita da 1,2 MW a fin 2009 a MW ai primi di luglio 2011 sino a suprar 10mila MW all inizio di sttmbr 2011, cioè bn oltr tr volt quanto ra stato prvisto di raggiungr nl 2016 dal dcrto Brsani-Pcoraro Scanio ( quattro volt la potnza total installata ngli Stati Uniti, otto volt qulla in Francia!). Nssuno può dir sin dov salirà nl prossimo paio d anni la potnza fotovoltaica installata in Italia, stant l tariff assai rmunrativ tuttora in vigor. Ni primi msi dl 2011 ra divntato ormai chiaro ch ra in atto un boom di invstimnti fuori da ogni controllo, con consgunti normi costi futuri pr la collttività; prtanto, nonostant l fortissim prssioni dll lobbis intrssat il romantico amor pr il sol di tanti cologisti ignari di numri, il ministro dllo Sviluppo conomico è intrvnuto con un nuovo Dcrto (5 maggio 2011, quarto conto nrgia), ch riduc progrssivamnt la misura dll incntivo agli impianti fotovoltaici ch ntrranno in srcizio nl priodo comprso tra l 1 giugno 2011 il 31 dicmbr L nuov tariff consntono prò ancora margini di profitto lvati, almno sino a tutto il 2012, d è quindi da attndrsi un ultrior fort incrmnto dlla capacità installata. Tant è ch il quarto conto nrgia prvd ch si raggiunga, a fin 2016, una capacità cumulata installata di 23mila Mw, con un costo annuo dl mccanismo di incntivazion comprso tra 6 7 miliardi di uro all anno. Quasi dici volt il costo di sussidi pagati nl 2010 (872 milioni). E con l impgno a corrispondr i sussidi pr i prossimi vnt anni. Si prvd ch l onr pr qusta sola componnt dl conto A3 balzi in su, nl 2011, a 3 miliardi salga ultriormnt a più di 5 nl L incrmnto di sussidi al fotovoltaico dtrminrà, da solo, un ultrior aumnto dl costo mdio dlla bolltta nll ordin dll 8-9%, portando l incidnza complssiva dgli onri di sistma sul przzo al ntto dll impost dal 15 al 23%. A qusti si aggiungranno poi gli aumnti di sussidi pr il ritiro di crtificati vrdi (pr i quali è stato introdotto un aumnto di przzo dl 27%) pr la produzion oli- numro 3/2011 Diritti DirittiMrcato Mrcato

6 ca da biomass, ch non si è ancora pnsato di ridurr: crtamnt un salasso pr l famigli, anch s non si dispon di prcis prvisioni quantitativ. L incidnza dll rinnovabili sulla produzion i costi dll nrgia lttrica Nl 2010 la domanda complssiva di nrgia lttrica in Italia è stata ancora molto infrior risptto al priodo prcdnt la crisi dl Vi è un subro di capacità produttiva, anch di picco (la produzion trmolttrica è diminuita dl 25%, com mostra la Tab. 3). Tuttavia, in controtndnza, ngli ultimi du anni si è rgistrato un fort incrmnto dll produzioni da fonti rinnovabili, crtamnt non ncssario pr far front alla domanda. Accanto al rialzo dlla produzion idrolttrica (+2,9%), ritmi di crscita molto sostnuti si sono rgistrati nlla gnrazion da font olica (+29,1%), biomassa rifiuti (+21,6%) fotovoltaica (più ch raddoppiata). Tab. 3 Produzion lttrica in Italia (TWh) Produzion trmolttrica 290,3 255, ,7 Produzion da fonti rinnovabili 47,9 58,2 69,3 75,3 di cui: biomass rifiuti 5,44 5,97 7,63 8,45 olico 4,03 4,96 6,54 8,45 fotovoltaico 0,04 0,19 0,68 1,6 Produzion total 313,9 319,1 292,6 298,2 Font: AEEG. Il pso complssivo dll rinnovabili, scluso lo storico idrolttrico, sulla produzion total è ancora modsto, attorno al 6%, ma ni prossimi du anni assistrmo a un ultrior, fortissimo aumnto dll produzioni da biomass, olico fotovoltaico, cioè l fonti ch più gravano sui sussidi ch si scaricano in bolltta. L incidnza di qusti sussidi è poi bn maggior s la si considra non in prcntual dl costo in bolltta pr il consumator tipo, ma a livllo di sistma-pas. In qusto caso, il raffronto va corrttamnt ffttuato sui soli costi di produzion, scludndo i costi commrciali, di dispacciamnto di distribuzion. Il valor (przzo all ingrosso) dll nrgia prodotta in Italia, dtrminato fondamntalmnt dal costo dll nrgia trmolttrica, è di circa uro pr MWh. Dunqu, il fatturato dl sttor, pr una produzion numro 3/2011 Diritti DirittiMrcato Mrcato 81

7 total di circa 300 TWh, ammonta a un po mno di 20 miliardi di uro. Gli onri pr la sola componnt A3 (sussidi all nrgi rinnovabili assimilat), pari a 4,2 miliardi nl 2010, aumntranno di circa 3,5 miliardi ntro il 2012 pr la sola produzion fotovoltaica; aggiungndo i maggiori onri pr crtificati vrdi l altr fonti rinnovabili è vrosimil ch si arrivi prsto a un onr complssivo pr la componnt A3 di 9-10 miliardi. I sussidi all rinnovabili dtrminranno, quindi, a brv un incrmnto addirittura dl 50% nl costo complssivo dll nrgia lttrica pr il Pas. Con fftti psantmnt ngativi non solo sull bolltt a carico dll famigli, ma anch sulla comptitività complssiva dl Pas. L spansion dlla produzion fotovoltaica d olica comportrà poi ultriori rilvanti costi pr il sistma, non facilmnt quantificabili, pr la ncssità di compnsar la fort varianza di qull produzioni nl tmpo, mantnndo, pagando, capacità di risrva in subro pr adguar l lin di trasmission. A qusto riguardo, pochi sanno ch quando l attuali lin non sono in grado di assorbir la produzion di impianti olici, qusta vin ugualmnt pagata anch s non vin ritirata. Capita ch si invsta si paghi pr non produrr! Il motivo principal addotto a giustificazion dgli incntivi concssi all fonti cosiddtt rinnovabili è ch ss gnrano minor inquinamnto. Si tac prò sull altra faccia dlla mdaglia: lo scmpio di campi agricoli coprti da pannlli, l invadnza ambintal dll pal olich, il rialzo di przzi dl granturco bruciato ngli impianti a biomass con psanti fftti ngativi sull conomia local dll stall, pr non parlar dll nrgia ( consgunt inquinamnto) consumata nll produzioni di pannlli, struttur mtallich, pal olich cc. Sfido chiunqu a quantificar il bnficio ambintal dll fonti rinnovabili, al ntto di rlativi costi ambintali, o gli vntuali vantaggi pr la bilancia di pagamnti, in una cifra ch si approssimi anch lontanamnt all normità di costi ch sostniamo pr qust produzioni. Né si può dir ch ciò foss ncssario pr raggiungr gli obittivi dl protocollo di Kyoto sull missioni di anidrid carbonica nl Qugli obittivi avrbbro potuto ssr raggiunti con costi normmnt infriori incntivando di più il risparmio nrgtico l utilizzo fficint dl calor; tra l nrgi rinnovabili stss il costo pr produrr nrgia olica è mno dlla mtà dlla fotovoltaica. Mntr, con la libralizzazion dlla produzion di nrgia lttrica l istituzion dll autorità, si sono consguiti notvoli bnfici sul piano dlla concorrnza d fficinza dgli invstimnti nll cntrali trmolttrich, la politica di sussidi (dal CIP6 all rinnovabili), è stata gstita in modi ch non sitiamo a dfinir disastrosi, sotto la prssion di ristrtt lobbis o di gruppi politico-idologici snza alcuna ragionata valutazion quantitativa di costi bnfici, snza alcun confronto di mriti rlativi di sussidi concdibili all divrs fonti piuttosto ch al risparmio nrgtico o alla ricrca, snza porr limiti all ntità di sussidi stssi. 82 DirittiMrcato numro 3/2011 Diritti Mrcato

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello Argomnti Com riuscirmo a ridurr l missioni di gas srra nl sttor di trasporti Anglo Martino David Fiorllo Uno dgli ambiziosi obittivi dl Libro bianco sui trasporti dll Union uropa prvd la riduzion dl 60%

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

IL RISPARMIO DI ENERGIA ELETTRICA NELLA PRODUZIONE DI ARIA COMPRESSA IL PROGETTO: AIR POINT

IL RISPARMIO DI ENERGIA ELETTRICA NELLA PRODUZIONE DI ARIA COMPRESSA IL PROGETTO: AIR POINT IL RISPARMIO DI NRGIA LTTRICA NLLA PRODUZION DI ARIA COMPRSSA IL PROGTTO: AIR POINT Carlo Carsana carsana@servitec.it Cinisello Balsamo (MI) - 23 Novembre 2007 S.r.l. LA SOCITA Società di gestione del

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi Risparmio d fficinza nrgtica Arturo Lornzoni Marco Cattarinussi L prssioni drivanti dall aumnto di przzi di combustibili fossili dall minacc sul clima consgunt all accumulo di anidrid carbonica in atmosfra

Dettagli

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi I rifiuti vanno gstiti, non rimossi Antonio Massarutto La gstion di rifiuti è un attività smpr più complssa costosa. Essa coinvolg i produttori di bni, i consumatori gli addtti alla rimozion smaltimnto

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO:

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: ALCUNE QUESTIONI APERTE Francsca Gastaldi, Ernsto Longobardi Albrto Zanardi Introduzion La riforma dl sistma di finanziamnto dll rgioni dll autonomi locali,

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino Utnti rgionalizzazion di trasporti Marco Ponti Antonio Laurino S si ccttua, in part, il sttor autostradal, la rgionalizzazion di trasporti pubblici locali è stata quasi insistnt, prché a tutti gli stakholdr,

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo Argomnti L acqua dl rubintto è buona, ma non ci fidiamo Massimo Labra Maurizio Casiraghi Ch rapporto hanno gli italiani con l acqua? Molti prfriscono qulla in bottiglia. Cosa li guida nlla sclta? Il gusto

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA Esrcizio n 1 C= 400 + 0,8D I= 200-1400r G= 200 TA= 0,25 X= 300-100 Q=156+0,4 r*=0,36 L=50+0,2-100r M o =99 a) Dtrminat l quazion dlla IS dlla LM, il tasso

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo Foglio Comparativo sull tipologi mutuo ipotcario/fonario pr l acquisto dll abitazion principal (sposizioni trasparnza ai snsi dll art. 2 comma 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Pr tutt l conzioni conomich contrattuali

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1 Argomnti Impgni Tlcom: una qustion scottant sul tavolo di AGCOM 1 Stfano Quintarlli Gli impgni procomptitivi prsntati da Tlcom Italia all AGCOM sono, snza alcun dubbio, da rspingr o prché già dovuti in

Dettagli

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010 Progtto BES dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract Bnssr conomico /Standard matriali di vita TEMA Rl co n il BE S Consumi - Incidn di consumi alimntari sulla spsa dll famigli Rddito + Stima dl rddito

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Business Plan 5 anni Start Up nuove iniziative

Business Plan 5 anni Start Up nuove iniziative Businss Plan 5 Start Up nuov iniziativ E' una vrsion dl Businss Plan ddicata alla nascita di nuov iniziativ imprnditoriali; il programma consnt di valutar la convninza conomica ( rdditività attsa ) la

Dettagli

Allegato D - ELENCO DEI COSTI - COMPUTO DEI SERVIZI E. Settore Tecnico DETERMINAZIONE DELL'IMPORTO D'APPALTO

Allegato D - ELENCO DEI COSTI - COMPUTO DEI SERVIZI E. Settore Tecnico DETERMINAZIONE DELL'IMPORTO D'APPALTO C I T T À DI SQUILLACE -Prov. di Catanzaro- (Piazza Municipio, 1 88069 SQUILLACE- tl. 0961/912040-fax 0961/914019) -mail:utsquillac@libro.it-partita I.V.A 00182160796) Sttor Tcnico PROGETTO DI IGIENE URBANA

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Contesto. I dettagli del testo in votazione. Comunicato stampa

Contesto. I dettagli del testo in votazione. Comunicato stampa Dipartimnto fdral dll ambint, di trasporti, dll nrgia dll comunicazioni DATEC Sgrtria gnral SG-DATEC Srvizio stampa Argomntario Risanamnto dlla gallria autostradal dl San Gottardo: posizion dl Consiglio

Dettagli

Anna Soru e Cristina Zanni

Anna Soru e Cristina Zanni Consumatori in cifr L prospttiv occupazionali di laurati in Lombardia Anna Soru Cristina Zanni La CCIAA di Milano Unioncamr Lombardia, attravrso Formapr con il coinvolgimnto dll dodici univrsità dlla Lombardia,

Dettagli

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo Oltr la Spa: il futuro di pagamnti al dttaglio 1 Danila Russo Il progtto Spa (Singl uro paymnts ara) prsgu l obittivo di crar strumnti di pagamnto comuni, altrnativi al contant, nll ara dll uro, dstinati

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

APPUNTI DI MACROECONOMIA

APPUNTI DI MACROECONOMIA Brtocco G., Kalajzić A. Mourad Agha G. Univrsità dgli Studi dll Insubria Dipartimnto di Economia Anno accadmico 2014-2015 APPUNTI DI MACROECONOMIA (Sconda part pp. 175-296) Il modllo IS-LM pr una conomia

Dettagli

Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale

Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale Progtto dll Provinc (PSU-00003) maggio 203, abstract Istruzion formazion/ istruzion comptnz TEMA Rl Con il Comptnz + Livllo di comptnza numrica dgli studnti Nom indicator Formula Livllo Trritorial disponibil

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

Reti transeuropee di telecomunicazione a banda larga

Reti transeuropee di telecomunicazione a banda larga Rti transurop di tlcomunicazion a banda larga Antonio Longo Un impgno straordinario pr connttr l Europa, fornndo i collgamnti mancanti dll rti infrastrutturali nll nrgia, i trasporti, Intrnt. Part Conncting

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

LG ha introdotto NeON 2 dotato di tecnologia CELLO, una cella di nuova concezione che migliora le prestazioni e l'affidabilità. Fino a 320 W 300 W

LG ha introdotto NeON 2 dotato di tecnologia CELLO, una cella di nuova concezione che migliora le prestazioni e l'affidabilità. Fino a 320 W 300 W Tcnologia CELLO IT LG ha introdotto NON 2 dotato di tcnologia CELLO, una clla di nuova conczion ch migliora l prstazioni l'affidabilità. Fino a 320 W 300 W Tcnologia CELLO Cll Connction (Connssion Clla)

Dettagli