Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni"

Transcript

1 Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di ridurr il cuno fiscal sul lavoro, di rndr più comptitivi i bni sportati, di aumntar l quità in prsnza di vasion fiscal. Non tutti qusti argomnti rggono a un analisi più approfondita gli fftti rgrssivi potrbbro ssr rilvanti. Introduzion Un tma ricorrnt nl dibattito di politica conomica è l opportunità di modificar la struttura dl sistma fiscal. Nlla mtà dgli anni 90, la Commission uropa lanciò l allarm sulla crscita dl carico fiscal gravant sul lavoro in Europa la corrispondnt caduta dl gttito drivant dalla tassazion dl capital. Il fnomno vnn imputato alla concorrnza fiscal innscata dall intgrazion di mrcati di capitali spins l allora commissario al mrcato intrno alla fiscalità Mario Monti a varar una sri di iniziativ pr il coordinamnto dll imposizion sui rdditi di capital nll Union. Nl dcnnio succssivo, il buon andamnto dll ntrat drivanti dall impost sul capital, in particolar dall impost socitari, alimntato anch dai profitti gnrati dalla crscita dlla bolla finanziaria immobiliar, allntò la proccupazion ch tali fonti di gttito fossro dstinat a prosciugarsi. L attnzion di policy makr si focalizzò sulla tassazion dl lavoro ch si tmva potss traslarsi sull imprs, provocando un aumnto di costi una consgunt prdita di comptitività dll produzioni nazionali con fftti ngativi sull occupazion. La Commission uropa iniziò a suggrir la ncssità di ribilanciar il prlivo spostandolo dal lavoro ai consumi (il cosiddtto tax shift ). Il tma dl tax shift è tornato prpotntmnt alla ribalta dl dibattito politico a sguito dlla crisi finanziaria splosa ngli Stati Uniti nl La sclta uropa di imporr la corrzion immdiata dgli squilibri di bilancio provocati dalla crisi si è naturalmnt tradotta in un aumnto dlla prssion fiscal. Il problma fondamntal di policy makr uropi è stato individuar fonti di gttito ch avssro i minori fftti ngativi sulla crscita. In accordo con i suggrimnti dlla Commission, la sclta smbra ssr caduta sull impost indirtt. Scondo i dati Eurostat (Commission uropa, 2011), nlla U l aliquota Iva ordinaria è mdiamnt aumntata, nl corso dl trinnio , di 2,5 punti prcntuali, l aumnto dll accis è arrivato fino a 1,5 punti di Di Giampaolo Arachi Univrsità dl Salnto Massimo D Antoni Univrsità di Sina Mrcato 9

2 10 Pil (Prodotto intrno lordo) in alcuni Pasi. Anch in Italia l manovr varat in succssion dal Govrno Brlusconi dal Govrno Monti sono stat basat soprattutto sull incrmnto dll imposizion indirtta (Arachi Santoro, 2012). Ma quali sono i motivi pr prfrir un imposizion sui consumi risptto a qulla sui rdditi? Ch cosa sappiamo sugli fftti ch la struttura dll imposizion può avr sul sistma conomico? Pr rispondr a qust domand è ncssaria una prmssa. Nl linguaggio comun, la tassazion dl consumo vin solitamnt associata all impost indirtt, quali l Iva l accis, mntr la tassazion sui rdditi è associata all impost prsonali, com Irpf Irs. Tuttavia nulla vitrbb impost prsonali ch avssro com bas imponibil il consumo o la spsa annual dl contribunt. In fftti una lunga tradizion di pnsiro, ch ha visto fra i suoi sponnti anch Einaudi, ha suggrito di adottar com bas imponibil dll imposta prsonal il consumo piuttosto ch il rddito. Quindi quando ci si intrroga sugli fftti di uno spostamnto dlla tassazion dall impost sui rdditi, pr smpio l Irpf, all impost sui consumi, pr smpio l Iva, si affrontano du tmi logicamnt distinti: a) s sia opportuno utilizzar com bas imponibil il consumo piuttosto ch il rddito; b) s sia opportuno utilizzar dll impost ch si applicano ai singoli atti di consumo in manira anonima piuttosto ch dll impost ch richidono di ricostruir l intro rddito o consumo dl contribunt. Pr quanto riguarda la sclta dlla bas imponibil, la lttratura conomica ha da tmpo riconosciuto l sistnza di una sostanzial quivalnza fra il rddito di lavoro il consumo. Ch rddito consumo siano lgati è cosa ovvia. Tuttavia s si prnd com rifrimnto il singolo anno d imposta non c è motivo prché rddito di lavoro consumo dbbano ncssariamnt coincidr. Un contribunt può tranquillamnt spndr mno di quanto guadagna, risparmiando, o consumar più di quanto ha guadagnato, attingndo alla ricchzza accumulata in passato. Gli sfasamnti fra rddito di lavoro consumo non possono prò ch ssr tmporani. S prndiamo in considrazion l intra vita, il consumo total di un individuo potrà suprar il total di rdditi di lavoro guadagnati solo nl caso in cui abbia ricvuto donazioni o rdità. Allo stsso tmpo s il rddito di lavoro complssivamnt guadagnato supra il consumo complssivo vorrà dir ch il nostro contribunt ha ffttuato dll donazioni o lasciato un patrimonio in rdità. Il punto cntral, ch val la pna di ribadir, è ch il consumo di una vita (comprs l vntuali donazioni ffttuat lasciti rditari) guaglia smpr il solo rddito di lavoro (comprs l donazioni l rdità ricvut) non il rddito complssivo. Il rddito di capital, dfinito com la rmunrazion dl risparmio, non aumnta il consumo complssivo, ma compnsa gli individui pr avr posticipato il proprio consumo al futuro. Dovrbb a qusto punto ssr chiaro ch s si acctta la tsi ch rddito di lavoro consumi sono basi imponibili sostanzialmnt simili, la proposta di passar dalla tassazion di rdditi a qulla di consumi quival di fatto a suggrir la dtassazion di rdditi di capital. Si noti tuttavia ch l argomntazioni prcdnti Mrcato

3 suggriscono l quivalnza fra consumo rdditi di lavoro solo quando i sistmi fiscali sono a rgim. In altri trmini, a parità di altr condizioni consumatori imprs oprrbbro l stss sclt sia in un Pas ch colpisc maggiormnt il consumo sia in un Pas ch tassa rlativamnt di più i rdditi di lavoro. Durant la fas di transizion, invc, un vntual riforma ch spostass il carico fiscal dai rdditi di lavoro ai consumi non lascrbb indiffrnti i contribunti. Com vdrmo mglio in sguito, s il passaggio cogliss di sorprsa i consumatori/ contribunti, sso si tradurrbb in un prlivo sulla ricchzza. In altri trmini un aumnto imprvisto dlla tassazion di consumi produrrbb una sorta di patrimonial una tantum. S la riforma, invc, foss anticipata pr tmpo, finirbb pr produrr fftti simili all aumnto dl prlivo sui rdditi di capital. Altri fftti importanti possono ralizzarsi nlla transizion dalla tassazion di rdditi a qulla di consumi nll ambito dl commrcio intrnazional. L impost sui rdditi di lavoro gravano gnralmnt su qulli prodotti in un particolar Pas. S contribuiscono ad aumntar il costo dl lavoro riducono la comptitività dlla produzion domstica risptto all importazioni. Al contrario, l impost sui consumi non discriminano fra produzion intrna o produzion stra. Il consumo di bni importati è tassato allo stsso modo dl consumo di bni prodotti intrnamnt l sportazioni (con l cczion di bni consumati in loco da straniri) non sono gravati dall imposta. Il passaggio dalla tassazion dl rddito di lavoro a qulla di consumi potrbb, quindi, aumntar la comptitività dlla produzion domstica con fftti simili a qulli drivanti da una svalutazion valutaria. Nl rsto dll articolo tornrmo su qusti punti. La conclusion gnral può ssr già anticipata: consumo rdditi di lavoro rapprsntano basi imponibili sostanzialmnt simili, di consgunza, il sistma conomico non dovrbb ssr influnzato in manira significativa dalla riallocazion dl carico fiscal dal lavoro ai consumi. Una riforma di qusto tipo splichrbb i suoi fftti solo nlla fas di transizion. Tuttavia, com abbiamo ossrvato in prcdnza, il passaggio dall imposizion sui rdditi di lavoro a qulla sui consumi comporta non solo l adozion di una divrsa bas imponibil, ma anch di una divrsa modalità di prlivo qualora si attuass, pr smpio, con una riduzion dll imposta prsonal sui rdditi (in Italia l Irpf) un corrispondnt aumnto dll impost indirtt, com l Iva. La diffrnza più vidnt fra Irpf Iva è ch la prima è formalmnt progrssiva, mntr la sconda ha solo aliquot proporzionali diffrnziat pr catgori di bni. Sarbb possibil garantir il livllo dsidrato di progrssività dl prlivo anch attravrso l Iva? Com vdrmo la toria conomica suggrisc di ralizzar la progrssività dl prlivo attravrso l imposta prsonal sui rdditi piuttosto ch con l impost dirtt. Altr diffrnz potrbbro drivar dalla gstion dll du tipologi di impost, com divrsi costi di admpimnto pr i contribunti diffrnti costi di amministrazion pr l rario oppur diffrnti livlli di vasion. Su qusta lina, una tsi ch ha avuto una crta risonanza nl dibattito italiano è qulla Mrcato 11

4 scondo cui lo spostamnto di tassazion dai rdditi ai consumi consntirbb di aumntar il carico fiscal su chi vad l impost sui rdditi. Costoro, così si argomnta, dovranno comunqu spndr almno part dl proprio rddito in bni assoggttati a imposta indirtta. Pur in prsnza di vasion dll impost indirtt, spostando il pso dll imposizion sul consumo il carico fiscal dovrbb ssr quantomno ripartito più quamnt, visto ch l vasion dll Iva o di altr impost indirtt è mno concntrata (val a dir: un soggtto può svolgr un lavoro ch gli consnt di vadr intramnt o quasi l imposta sul rddito, ma non può allo stsso modo concntrar il consumo soltanto su bni pr i quali è possibil vadr l Iva). Si tratta di una tsi suggstiva, ma ch a un più attnto sam risulta rrata. L vasion dll imposta sul rddito d vasion dll Iva, infatti, avvngono quasi smpr in modo contstual: si vad l imposta sul rddito non mttndo fattura oppur gonfiando i costi; in ntrambi i casi si ha una riduzion dl valor aggiunto dichiarato, dunqu, dll Iva vrsata. Com vdrmo mglio nlla part final di qusto articolo, in prsnza di vasion contstual, si può facilmnt dimostrar ch l fftto final di una modifica dl mix tra l du impost è privo di fftti rali pr l conomia. Tassar i consumi pr allggrir il carico fiscal sul risparmio? 12 Il dibattito sull opportunità di tassar i rdditi di capital in modo diffrnziato risptto ai rdditi di lavoro ha una storia molto lunga. Tuttavia, nonostant l norm sviluppo ch la toria dll impost ottimali ha avuto a partir dai contributi pionristici di prmi Nobl Jams Mirrls Ptr Diamond all inizio dgli anni 70, nlla lttratura conomica non è ancora mrso un consnso ampio. Una sri di argomnti sono stati avanzati pr sostnr l opportunità di una total dtassazion di rdditi di capital. L argomnto ch ha probabilmnt avuto più risalto sui mdia si basa sull ossrvazion dlla smpr maggior intgrazion di mrcati dlla consgunt crscnt mobilità di capitali. In qusto contsto, il tntativo di attirar capitali dall stro o la proccupazion di non prdrli potrbbro gnrar una concorrnza fiscal fra Pasi ch portrbb, attravrso riptut riduzioni di aliquot, al total annullamnto dlla tassazion. Com ricordato nll introduzion, la proccupazion dgli fftti dlla comptizion fiscal ra particolarmnt acuta in Europa nlla mtà dgli anni 90. Da allora, tuttavia, si è vrificata una sostanzial tnuta dl gttito drivant dal capital. L aliquot dll impost sui profitti dll socità sono cadut vrtiginosamnt in tutti i Pasi industrializzati (in Europa si è passati da una mdia dl 35% nl 1995 a circa il 23% nl 2011), ma l basi imponibili si sono al contmpo allargat. Sono molti i motivi ch spigano la tnuta dll impost sui capitali nonostant l intgrazion finanziaria. Sicuramnt ngli anni prcdnti lo scoppio dlla crisi ha giocato un ruolo chiav lo sviluppo dlla bolla spculativa ni mrcati Mrcato

5 finanziari immobiliari con una crscita sproporzionata di profitti. Ma la tnuta è anch in part spigabil dal fatto ch l impost prlvat sui rndimnti dl risparmio dll prson fisich subiscono la prssion dll intgrazion di capitali in manira ridotta, ssndo al solitamnt applicat scondo il principio dlla rsidnza. Il prcttor di qusti rdditi paga l stss impost sia s invst all intrno sia s invst all stro. L incntivo a dlocalizzar gli invstimnti è quindi ridotto. In fftti, mntr solo quattro Pasi Ocs hanno rsistito al trnd discndnt dll aliquot sull socità (Australia, Cil, Unghria Norvgia), sono bn 16 i Pasi ch non hanno ridotto la tassazion sui dividndi nll ultimo dcnnio. Il scondo argomnto nfatizza gli fftti ngativi ch la tassazion sui rdditi ha sull accumulazion dl capital. La tassazion dl rddito scoraggia l offrta di lavoro. L fftto è, tuttavia, limitato dal fatto ch i contribunti hanno un ttto massimo di or di lavoro da offrir, ogni giorno. Nl caso dl capital, invc, l sclt di risparmio si cumulano nl tmpo. Si cumulano anch gli fftti ngativi dlla tassazion. S l imposta sui rdditi di capital riduc anch di poco il tasso di risparmio annual, gli fftti sul capital accumulato dopo 20 o 30 anni saranno comunqu molto lvati. La conclusion ch alcuni studiosi traggono è ch sia più fficint liminar dl tutto l impost sui rndimnti dl risparmio. Il limit di qusto argomnto è ch si fonda sull ipotsi ch gli individui pianifichino il loro risparmio lungo priodi di tmpo molto lunghi, fino a comprndr anch l ammontar di lasciti agli rdi. Nl caso in cui l capacità di programmazion dl futuro fossro limitar o i lasciti rditari risultassro in part accidntali, la tassazion dl capital tornrbb a ssr uno strumnto fficint di raccolta dl gttito. Al di là dll incrtzz torich, la tassazion dl capital trova giustificazion nll applicazion pratica di tributi. Nlla raltà la distinzion fra rddito di capital rddito di lavoro è molto sfumata. Si pnsi al rddito prodotto da una socità a controllo ristrtto. Quanta part dl rddito è attribuibil al capital di soci quanto all impgno dirtto di qusti nll attività imprnditorial? Oppur si considrino form di pagamnto incntivant di dipndnti o di managr. Il guadagno ralizzato attravrso una stock option costituisc rddito di capital o di lavoro? È vidnt ch la mancata tassazion dl capital crrbb normi incntivi a camuffar la rmunrazion dl lavoro com rddito di capital. È fors qusto uno di motivi più importanti pr cui nssun grand Pas industrializzato ha mai adottato in manira formal uno schma di tassazion basato sul rddito di lavoro/consumo. Dai rdditi ai consumi: gli fftti dlla transizion L quivalnza di consumo rddito lungo l intra vita di un contribunt non implica ch la transizion da una tassazion dl rddito di lavoro ai consumi non produca fftti sui contribunti. La ragion è smplic: l quivalnza val solo Mrcato 13

6 14 pr i rdditi futuri. Qusti rdditi invc di pagar l imposta quando prodotti, nll ambito dll imposta sul rddito, la paghranno attravrso l imposta sui consumi quando vrranno spsi. Ma i rdditi guadagnati prima dlla riforma ch hanno già pagato l imposta saranno soggtti a un prlivo addizional quando si trasformranno in consumo. In altri trmini, il passaggio dall imposta sui rdditi all imposta sui consumi produc, nlla transizion, una doppia tassazion di risparmi accumulati prima dlla riforma. Qusta doppia tassazion può avvnir con du modalità. S la riforma dll imposta avvin in modo improvviso, non anticipato dai contribunti, quival a un imposta patrimonial una tantum. Tutta la ricchzza accumulata sino a qul momnto paghrà l incrmnto dll imposta in futuro quando si trasformrà in consumo. S, invc, la riforma vin annunciata pr un priodo futuro, quival a un aumnto dlla tassazion di rdditi di capital. Infatti in qusto caso il contribunt può vitar di pagar la maggior imposta futura consumando prima ch la riforma vnga attuata. S dcid di risparmiar, in futuro potrà consumar mno prché i bni costranno di più. È lo stsso fftto ch si vrifica s si aumnta il prlivo sui rdditi di capital. Anch in qusto caso, in futuro il risparmiator potrà consumar mno prché il risparmio avrà rso mno (al ntto dll impost). Il tax shift dai rdditi di lavoro ai consumi ha quindi potnzialmnt un fort impatto rdistributivo. Il punto intrssant è ch la rdistribuzion non ha solo una dimnsion rdditual o patrimonial, ma soprattutto gnrazional. I giovani ch non hanno ancora accumulato ricchzza l gnrazioni futur non vngono toccat dalla riforma. Sono l gnrazioni matur, in particolar qulla di chi ha cssato di lavorar, ch vdono aumntar la prssion fiscal. Ma gli fftti finali dipndranno anch dall modalità di calcolo dll pnsioni. S la quota prpondrant dlla ricchzza dgli anziani è costituita dall pnsioni pubblich divntano cruciali l norm sull indicizzazion. Con pnsioni compltamnt indicizzat all inflazion, l aumnto dll impost sui consumi si trasformrbb in una partita di giro pr lo Stato: l maggiori impost pagat dai pnsionati nl far la spsa finanzirbbro l adguamnto al livllo di przzi dll pnsioni. Non è fors un caso ch la manovra varata a fin anno dal Govrno Monti basava l aumnto di ntrat soprattutto sull aumnto dll impost indirtt, contmporanamnt, limitava fortmnt (fino a circa uro mnsili) l indicizzazion dll pnsioni. L fftto imposta patrimonial a bn guardar potrbb produrr, oltr alla rdistribuzion dl gttito, anch una maggior fficinza dl prlivo. Supponiamo ch la riduzion dll imposta sul rddito l incrmnto dll impost sui consumi siano calcolat in modo da lasciar indiffrnti l gnrazioni futur. Qusto significa ch il gttito prduto con la riduzion dll imposta rdditual guaglirà sattamnt il gttito aggiuntivo ottnuto tassando la spsa. Ma s il gttito sull gnrazioni futur rsta invariato, pr quanto dtto in prcdnza, aumntrà qullo ch lo Stato prlva dall gnrazioni attuali. S il Govrno foss intrssato solo all quilibrio di conti nl prsnt potrbb rinunciar a qusto maggior gttito applicando una aliquota sui consumi più bassa, garan- Mrcato

7 tndo a tutt l gnrazioni futur un bnssr più lvato. In altri trmini, si potrbb usar il maggior gttito prlvato attravrso la doppia tassazion dlla ricchzza corrnt pr ridurr l aliquot sui consumi ( quindi, ch è quivalnt, sul lavoro). Sarbb util? Sì, s accttiamo una dll id bas dlla toria dll impost: qulla scondo cui l impost ch non modificano l sclt di contribunti (com l patrimoniali una tantum) producono mno fftti ngativi sull conomia di impost ch intrfriscono con l sclt di consumo/produzion (com l impost dirtt o indirtt su consumi o lavoro). Ma gli fftti più intrssanti di un vntual tax-shift dal lavoro al consumo riguardano il commrcio intrnazional. Pr fissar l id, considriamo una riforma ch riduca i contributi sociali a carico dll imprs ch gravano sul costo dl lavoro ch compnsi la prdita di gttito con un aumnto dll aliquot Iva. Fino al rinnovo di contratti, s non intrvngono altr modifich normativ, l imprs sprimntano una riduzion di costi. Potranno, quindi, vndr i propri prodotti a un przzo infrior con lo stsso margin di profitto. I prodotti domstici risultano quindi più comptitivi sia sul mrcato intrno sia su qullo intrnazional. L aumnto dll Iva colpisc in gual misura i prodotti domstici qulli stri vnduti sul mrcato intrno, quindi non n altra la convninza rlativa pr i consumatori domstici. Analogamnt l Iva non influisc sulla comptitività dll sportazioni, in quanto qust sono non imponibili. Una riforma di qusto tipo potrbb, quindi, produrr fftti molto simili a qulli dlla svalutazion dl cambio: il przzo di prodotti stri aumnta risptto a qullo di prodotti domstici sia sul mrcato intrno sia sul mrcato intrnazional. Pr qusto motivo, l riduzioni dll impost sul lavoro compnsat da aumnti dll Iva vngono dnominat svalutazion intrna o svalutazion fiscal. L attnzion alla comptitività dll produzioni nazionali in una fas di fort caduta dlla domanda intrna intrnazional spiga, almno in part, l ampio ricorso agli aumnti dll Iva ni programmi di consolidamnto fiscal ralizzati in Europa. Com ricordato nll introduzion, nl corso dl trinnio l aliquota Iva ordinaria di Pasi U è aumntata, in mdia, di 2,5 punti prcntuali. Nl caso uropo, la svalutazion fiscal appar ancora più attrant pr i Pasi dll ara uro ch non possono corrggr gli squilibri nlla comptitività rlativa attravrso la svalutazion dl cambio. Una sri di rcnti studi mpirici smbra confrmar l fftto positivo di una svalutazion fiscal sul saldo dlla bilancia commrcial. Tuttavia, gli fftti appaiono tmporani. Ciò non dovrbb sorprndr. Anch qulli prodotti da una classica svalutazion dlla valuta sono tipicamnt di brv priodo. In assnza di aggiustamnti strutturali, con il progrssivo rinnovo di contratti di lavoro il vantaggio comptitivo potrbb ssr via via roso attravrso un aumnto di salari. In raltà, l fficacia dlla svalutazion fiscal è limitata da una sri di vincoli istituzionali. Com è noto l aliquot Iva sono rgolat dalla disciplina comunitaria. La Dirttiva 2006/112/C dl Consiglio dl 28 novmbr 2006 stabilisc (art. 96) ch ogni Stato mmbro fissi un aliquota normal ch possa poi prvdr (rispt- Mrcato 15

8 tando una sri di condizioni) dll aliquot ridott a cui assoggttar tipologi di bni di srvizi da individuar spcificamnt. I Pasi mmbri possono variar autonomamnt l aliquota normal, ma dvono comunqu rispttar un limit minimo splicito (il 15%) un limit massimo dl 25%, fissato informalmnt dal Consiglio nl I margini di manovra sono quindi ristrtti. S l Italia aumntass l aliquota normal, attualmnt al 21%, fino al livllo massimo, l fftto sui przzi sarbb limitato al 4 prcnto. Si potrbb ovviamnt considrar anch un aumnto dll aliquot ridott, ma al di là dll implicazioni di tipo quitativo (l aliquot ridott riguardano bni di prima ncssità, quali gnri alimntari, o sttori ad alta intnsità di lavoro, com l costruzioni), gli fftti sugli scambi intrnazionali sarbbro modsti. Molti di bni di srvizi attualmnt assoggttati ad aliquot ridott non sono sportati, ma vngono consumati dagli straniri nl nostro trritorio. Si pnsi pr smpio al sttor dl turismo. Ad albrghi ristoranti si applica attualmnt l aliquota ridotta dl 10%. Un vntual aumnto finirbb pr rndr l dstinazioni italian mno comptitiv risptto a qull str. Qual rdistribuzion con l impost sui consumi? 16 L obizion più comun ch vin avanzata alla proposta di spostamnto dlla tassazion dai rdditi ai consumi è ch si provochrbb una riduzion dlla progrssività dl sistma fiscal. L impost sui rdditi sono disgnat in modo ch la prcntual di rddito da pagar com imposta (l aliquota mdia) crsca al crscr dl rddito. Pr smpio, nl caso dll Irpf un lavorator dipndnt con un rddito infrior agli uro è snt da imposta (aliquota mdia zro), mntr pr rdditi molto lvati l aliquota mdia tnd a convrgr al 43 prcnto. L impost sui consumi sono tipicamnt impost indirtt prvdono un prlivo tndnzialmnt proporzional al consumo. Dato ch la quota di rddito consumata aumnta all aumntar dl rddito, la distribuzion annual dl gttito dll impost indirtt è tipicamnt rgrssiva: la quota di rddito pagata com imposta dcrsc al crscr dl rddito. In toria, tuttavia, la rgrssività dll impost indirtt non è scontata. Si potrbb far pagar di più ai ricchi aumntando l aliquot sui bni di lusso diminundol sui bni di prima ncssità. Al limit, si potrbb anch giungr a sussidiar particolari bni consumati dall classi più povr. Tuttavia, la lttratura conomica ha chiarito un punto important. Quando l sclt di consumo dipndono dal rddito non dall offrta di lavoro, la tassazion sui rdditi prmtt di rdistribuir in modo più fficint. In fftti, s il consumo di Frrari dipndss solo dal rddito, non si capirbb prché si dovrbb tntar di tassar i rdditi alti con un aliquota Iva maggiorata sull Frrari piuttosto ch aumntar l aliquot Irpf sui rdditi più lvati. Un ruolo rdistributivo dlla tassazion indirtta può mrgr quando l sclt di consumo dipndono, a parità di rddito, dall offrta di lavoro. Pn- Mrcato

9 siamo ai srvizi di cura pr l infanzia, alla ristorazion, ai srvizi pr la cura dlla casa, la cui domanda tipicamnt aumnta all aumntar dgli impgni lavorativi. In qusti casi, la tassazion indirtta dovrbb ssr utilizzata pr attnuar l distorsioni prodott dall impost sui rdditi. Un imposta sui rdditi progrssiva scoraggia l offrta di lavoro. Qusto fftto ngativo potrbb ssr attnuato sussidiando i bni complmntari al lavoro tassando maggiormnt i sostituti. Sbbn qusto argomnto fornisca un supporto torico ad alcun politich, quali i sussidi agli asili nido all scuol matrn l aliquot ridott sulla ristorazion, confrma in gnral ch la rdistribuzion va comunqu principalmnt attuata, in toria, attravrso l impost dirtt progrssiv. L conclusioni torich sono rafforzat dal contsto istituzional. Com ricordato poco sopra, la diffrnziazion dll aliquot è fortmnt limitata dal quadro normativo uropo, in cui gli Stati possono muovrsi ntro limiti angusti non possono crar nuov aliquot. Da qusto punto di vista, l ipotsi di tassar maggiormnt i bni di lusso in un singolo Pas uropo, ch pur pr qualch tmpo è stata avanzata nl dibattito politico, è dl tutto irralistica. Ma, dat qust limitazioni intrinsch, un aumnto dll impost sui consumi, attravrso pr smpio l aumnto dll aliquota Iva normal, finisc pr colpir non solo i cosiddtti bni di lusso, ma soprattutto i consumi ordinari dll famigli. Tassar i consumi pr colpir gli vasori? L considrazioni svolt ni paragrafi prcdnti ignorano un asptto particolarmnt rilvant pr il nostro Pas. Anch s, in toria, un incrmnto dll aliquota Iva avss fftti quivalnti a qulli ch si sarbbro potuti ottnr con un corrispondnt incrmnto dll aliquota sul rddito di lavoro, l aumnto dll Iva sarbb prfribil s si dimostrass ch i costi amministrativi la propnsion all vasion fossro infriori pr l impost indirtt risptto a qull sul rddito (Salanié, 2003). Tuttavia, è difficil sostnr ch qusto sia vro, quantomno pr il caso italiano. La gstion dll Iva in Italia da un punto di vista amministrativo prsnta numros lacun, di cui l assnza di un sistma di monitoraggio sull compnsazioni rapprsnta, pur con i corrttivi ch sono stati introdotti, solo l asptto più vidnt (com documntato da Convnvol, 2011). Pr qul ch riguarda l vasion, poi, scondo un rapporto svolto pr la Commission uropa (Rckon, 2009), in Italia il Vat gap ammontava nl 2006 a circa il 22%, ovvro il quarto valor più lvato dll Union suprior di 10 punti prcntuali alla mdia uropa. L Iva italiana è quindi vasa quanto più di altr impost. L aumnto di aliquota, da qusto punto di vista, potrbb contribuir a pggiorar l cos, invrtndo la tndnza alla riduzion documntata, da ultimo, nl Rapporto Giovannini (ministro dll Economia dll finanz, 2011). Ma si potrbb sostnr un altra tsi. Coloro ch riscono a vadr intramnt o quasi l imposta sul rddito, non possono concntrar il proprio consumo soltanto Mrcato 17

10 18 su bni pr i quali è possibil vadr l Iva. Aumntando l aliquota Iva riducndo l aliquota dll imposta sul rddito in modo da mantnr il gttito costant, si potrbb dunqu ottnr, s non una riduzion dll vasion complssiva, quantomno una sua distribuzion mno concntrata quindi una maggior quità. Sbbn suggstivo, qusto argomnto non è corrtto (Arachi D Antoni, 2010). Pr comprndr l rror si considri un conomia molto smplificata composta di du sttori, in cui si producono du bni utilizzando sclusivamnt il fattor lavoro. In uno di qusti sttori si vadono sia l imposta sul rddito sia l Iva, nll altro si pagano ntramb l impost. Nl sttor tassato, il cuno fiscal sistnt tra rmunrazion dl lavoro przzo pr il consumator è dato dalla somma dll du impost. Nl sttor vasor rmunrazion dl lavoro przzo pr il consumator si quivalgono. Ipotizziamo ora un aumnto dll Iva gravant sul bn prodotto nl primo sttor compnsata da una riduzion dll imposta sul rddito, in modo da garantir la parità dl gttito. Qusto intrvnto dtrminrà un aumnto dl przzo dl bn tassato un corrispondnt aumnto dl rddito nl sttor tassato. Siccom il bn tassato vin acquistato anch da chi lavora nl sttor vasor (vadndo l imposta sul rddito), l fftto prodotto smbra ssr qullo di scaricar anch sugli vasori part dl finanziamnto dlla riduzion di imposta sul rddito di non vasori. Tuttavia, la rimodulazion dll impost avrà prodotto un aumnto dl przzo dl bn tassato, quindi, un ccsso di domanda dl bn vasor, ch dtrminrà un aumnto dl przzo di tal bn quindi dlla rmunrazion dl lavoro ch opra in tal sttor. Qual sarà il risultato final? È facil rndrsi conto ch il sttor vasor continua a non pagar alcuna imposta, mntr l intro gttito vin garantito dall impost gravanti sul sttor tassato. L quantità di bni consumati di fattori utilizzati in quilibrio prima dlla rimodulazion continuano prtanto a garantir l quilibrio anch a sguito dll intrvnto fiscal, visto ch il cuno fiscal ni du mrcati è rimasto invariato. In fftti, la rimodulazion dll impost altro non è ch una modifica dll modalità con cui l imposta vin applicata. Usando la trminologia dlla scinza dll finanz, l incidnza dll imposta è indipndnt dal soggtto (sul lato domanda o sul lato offrta) ch vin in prima battuta colpito dall imposta. Ancora: il rapporto tra i przzi al consumo di du bni rsta invariato, così com rsta invariato il rapporto tra i salari ntti ottnuti ni du sttori; cambiano invc il salario lordo il przzo Iva sclusa nl sttor tassato, ma qusta modifica è snza fftti rali. Si noti ch la conclusion raggiunta è dl tutto indipndnt da ipotsi sull domand di bni o dll offrt di fattori. L unica ipotsi richista è l assnza di rigidità (quantomno vrso l alto) di przzi di salari nl sttor vasor, ch garantisc il ristabilirsi dll quilibrio. Cosa accad s rimuoviamo l ipotsi ch la produzion richida un unico fattor produttivo: il lavoro? Il ragionamnto può ssr stso facilmnt al caso di una pluralità di fattori produttivi, purché l aumnto dll imposizion indirtta finanzi una riduzion nlla stssa proporzion dll imposta gravant Mrcato

11 su tutti i fattori impigati. Da qusto punto di vista, una sostituzion dll imposta sul solo rddito di lavoro con un imposta sul consumo avrbb gli stssi fftti di un aumnto dll imposta gravant sui fattori divrsi dal lavoro. Si noti tuttavia ch, anch in qusto caso, l fftto non sarbb qullo di rdistribuir il carico fiscal dai fattori impigati nl sttor tassato ai fattori impigati nl sttor informal, bnsì soltanto qullo di dtrminar una divrsa tassazion di fattori impigati nl primo sttor. In conclusion, ragioni più o mno valid si possono avanzar pr giustificar una rimodulazion dl mix tra imposta sul rddito imposta sul consumo; tra di ss, qulla ch fa appllo a una maggior concntrazion dll vasion dll imposta sul rddito non risulta convincnt. Conclusioni Un tma ricorrnt quando si parla di riforma dl sistma fiscal è qullo dl mix corrtto di impost dirtt indirtt, di tassazion dl rddito tassazion dl consumo. Nl nostro Pas, dov il pso è più spostato vrso la tassazion dl rddito di lavoro, un crto numro di ragioni vngono avanzat a favor di un riquilibrio dl carico fiscal vrso l Iva, il principal strumnto tributario ch tassa il consumo di bni srvizi. Tra qust ragioni: la possibilità di riquilibrar il carico fiscal tra i fattori produttivi quindi di ridurr il cuno fiscal sul lavoro; qulla di rndr più comptitivi i przzi di bni sportati; qulla di aumntar l quità in prsnza di fort vasion fiscal, visto ch l vasion dll Iva, pur s rilvant, è mno concntrata di qulla dl rddito. Non tutti qusti argomnti rggono a un analisi più approfondita. I vantaggi principali di un tax-shift riguardano ssnzialmnt la fas di transizion. D altro canto il passaggio all Iva potrbb avr fftti rgrssivi molto significativi. Rifrimnti bibliografici Arachi, G., D Antoni, M., È possibil far pagar di più gli vasori spostando l imposta dai rdditi ai consumi?, Econpubblica Short nots, n. 2, Arachi, G., Santoro, A., Il sistma tributario: alla caccia dl gttito snza un disgno complssivo in: A. Zanardi (a cura di) La finanza pubblica italiana. Rapporto pp , Il Mulino, Bologna, Europan Commission, Taxation trnds in th Europan Union, 2011 dition. Ministro dll Economia dll finanz, Gruppo di lavoro conomia non ossrvata flussi finanziari, Rapporto final, Roma, Rckon LLPP, Study to quantify and analys th Vat gap in th EU-25 Mmbr Stats, Study prpard for th Europan Commission, Salanié, B., Th Economics of Taxation, MIT prss, Mrcato 19

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Renato Filosa e Giuseppe Marotta. Stabilità finanziaria e crisi. Il ruolo dei mercati, delle istituzioni e delle regole

Renato Filosa e Giuseppe Marotta. Stabilità finanziaria e crisi. Il ruolo dei mercati, delle istituzioni e delle regole Supplmnto analitico al tsto, dito nl 011 dalla Socità ditric Il Mulino, Bologna, di Rnato Filosa Giuspp Marotta Stabilità finanziaria crisi. Il ruolo di mrcati, dll istituzioni dll rgol Supplmnto onlin

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

APPUNTI DI MACROECONOMIA

APPUNTI DI MACROECONOMIA Brtocco G., Kalajzić A. Mourad Agha G. Univrsità dgli Studi dll Insubria Dipartimnto di Economia Anno accadmico 2014-2015 APPUNTI DI MACROECONOMIA (Sconda part pp. 175-296) Il modllo IS-LM pr una conomia

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO:

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: ALCUNE QUESTIONI APERTE Francsca Gastaldi, Ernsto Longobardi Albrto Zanardi Introduzion La riforma dl sistma di finanziamnto dll rgioni dll autonomi locali,

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1 Argomnti Trrmoti: intrvnto pubblico /o assicurazion privata 1 Luigi Buzzacchi Marcllo Pagnini 2 La prassi italiana basata su intrvnti x post da part dllo Stato nl caso di catastrofi naturali prsnta asptti

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

L origine dell aumento dei prezzi dei cereali

L origine dell aumento dei prezzi dei cereali L origin dll aumnto di przzi di crali Matild Frrtto L aumnto di przzi di bni drivati dalla trasformazion di crali (pan, biscotti, pasta cc.) è fort, ma fors i suoi fftti sono più sri pr i pasi povri ch

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

Le pensioni dopo la crisi finanziaria

Le pensioni dopo la crisi finanziaria L pnsioni dopo la crisi finanziaria Elsa Fornro La crisi finanziaria ha colto il disgno prvidnzial in una fas di trasformazion. Dobbiamo rivdrlo, alla luc di nuovi vnti? La risposta è ngativa. Crtamnt

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi Nuov tndnz di consumo Vanni Codluppi La crisi conomica ha dtrminato di cambiamnti ni comportamnti di consumatori, ch si sono maggiormnt spostati vrso i bni ssnziali. In Occidnt in Italia l andamnto di

Dettagli

Il costo di cittadinanza

Il costo di cittadinanza Il costo di cittadinanza Brnardo Pizztti La rinnovata attnzion di opinion pubblica Parlamnto al sttor di srvizi pubblici locali non può ssr limitata ai soli asptti di organizzazion di srvizi, ma dv ssr

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

Anna Soru e Cristina Zanni

Anna Soru e Cristina Zanni Consumatori in cifr L prospttiv occupazionali di laurati in Lombardia Anna Soru Cristina Zanni La CCIAA di Milano Unioncamr Lombardia, attravrso Formapr con il coinvolgimnto dll dodici univrsità dlla Lombardia,

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi I rifiuti vanno gstiti, non rimossi Antonio Massarutto La gstion di rifiuti è un attività smpr più complssa costosa. Essa coinvolg i produttori di bni, i consumatori gli addtti alla rimozion smaltimnto

Dettagli

Tassazione degli strumenti e delle rendite finanziarie: effetti sui comportamenti dei risparmiatori. Riccardo Campi

Tassazione degli strumenti e delle rendite finanziarie: effetti sui comportamenti dei risparmiatori. Riccardo Campi Tassazion dgli strumnti dll rndit finanziari: fftti sui comportamnti di risparmiatori Riccardo Campi La tutla dl risparmio è ssnzial pr fornir all conomia l risors ncssari alla crscita l accsso al crdito

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

Anomalie cognitive e scelte dei consumatori

Anomalie cognitive e scelte dei consumatori Anomali cognitiv sclt di consumatori Paolo Aquino Ricrch di conomia psicologia hanno vidnziato l difficoltà di consumatori a scglir in prsnza di ampi varità di prodotti. Sono, quindi, smpr più importanti

Dettagli

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA

ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA ESERCIZI AGGIUNTIVI MODELLO IS-LM ECONOMIA APERTA Esrcizio n 1 C= 400 + 0,8D I= 200-1400r G= 200 TA= 0,25 X= 300-100 Q=156+0,4 r*=0,36 L=50+0,2-100r M o =99 a) Dtrminat l quazion dlla IS dlla LM, il tasso

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010 Progtto BES dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract Bnssr conomico /Standard matriali di vita TEMA Rl co n il BE S Consumi - Incidn di consumi alimntari sulla spsa dll famigli Rddito + Stima dl rddito

Dettagli

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Ministro dll Economia dll Finanz Dipartimnto dl Tsoro Not Tmatich N 2 18 Giugno 2015 ISSN XXXX-XXXX LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Andra Cossio, Cristina Mocci, Filippo Maria Pricoli

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche. corso di POLITICA ECONOMICA

Corso di laurea in Scienze internazionali e diplomatiche. corso di POLITICA ECONOMICA Corso di laura in Scinz intrnazionali diplomatich corso di OLITICA ECONOMICA SAVERIA CAELLARI Curva di offrta aggrgata di brv priodo; quilibrio domanda offrta aggrgata nl brv nl lungo priodo Aspttativ

Dettagli

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello Argomnti Com riuscirmo a ridurr l missioni di gas srra nl sttor di trasporti Anglo Martino David Fiorllo Uno dgli ambiziosi obittivi dl Libro bianco sui trasporti dll Union uropa prvd la riduzion dl 60%

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO - GLI STA...

AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO - GLI STA... 1 di 7 07/10/2015 1.25 MILANO (HTTP://WWW.GLISTATIGENERALI.COM/TOPIC/MILANO/) AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO MARCO GIOVANNIELLO (HTTP://WWW.GLISTATIGENERALI.COM/USERS /MARCOGIOV/) z 6 ottobr

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

SUL MODELLO DI BLACK-SHOLES

SUL MODELLO DI BLACK-SHOLES SUL MODELLO DI BLACK-SHOLES LUCA LUSSARDI 1. La dinamica di Black-Schols Il modllo di Black-Schols pr i mrcati finanziari assum com ipotsi fondamntal ch i przzi di bni finanziari sguano una bn dtrminata

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Informazioni in Rete

Informazioni in Rete Argomnti Informazioni in Rt Marco Gambaro Ngli ultimi anni Intrnt è divntato part dlla nostra vita quotidiana ha trasformato profondamnt il ruolo i confini di mzzi di comunicazion tradizionali attravrso

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori Argomnti La rvision dll acquis comunitario sui consumatori Liliana Rossi Carlo Con il rcnt Libro Vrd sulla Rvision dll acquis rlativo ai consumatori, la Commission uropa compi un primo, piccolo passo pr

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k 1 AMMORTAMENTO AMMORTAMENTO Dbito inizial D 0 si volv (al tasso fisso t) D k = D k-1 (1+t) R k [D k dbito (rsiduo) al tmpo k, R k pagamnto al tmpo k ] Condizioni [D n =0 : stinzion dl dbito in n priodi

Dettagli

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo Oltr la Spa: il futuro di pagamnti al dttaglio 1 Danila Russo Il progtto Spa (Singl uro paymnts ara) prsgu l obittivo di crar strumnti di pagamnto comuni, altrnativi al contant, nll ara dll uro, dstinati

Dettagli

Sepa sta per Single euro payments area

Sepa sta per Single euro payments area I consumatori gli strumnti di pagamnto: nuov opportunità Anna Vizzari Spa sta pr Singl uro paymnts ara: ara unica uropa di pagamnti. Dopo il passaggio dfinitivo alla monta unica nl 2002, la Spa intnd offrir

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi Risparmio d fficinza nrgtica Arturo Lornzoni Marco Cattarinussi L prssioni drivanti dall aumnto di przzi di combustibili fossili dall minacc sul clima consgunt all accumulo di anidrid carbonica in atmosfra

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli