Algoritmi di calibrazione per telecamere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Algoritmi di calibrazione per telecamere"

Transcript

1 Algortm d calbrazone per telecamere Padova, 25 novembre 29 Omar Codemo Senor Product Engneer Applcaton Engneerng Dept. e-mal:

2 Global Footprnt GLOBAL LOCATIONS Place: Marselles, France Actvty: R&D Employees: 1 Area: 18 sqm Place: Columba, USA Actvty: R&D, Manufacturng Employees: 36 Area: 4,325 sqm 2 Place: Trevso, Italy Actvty: R&D, Manufacturng Employees: 65 Area: 1,5 sqm Place: Monopol, Italy Actvty: R&D, Manufacturng Employees: 225 Area: 7,398 sqm MAIN OFFICE Monopol, Italy BRANCH OFFICE Norway REP OFFICES Roma, taly Swtzerland Chna Korea MAIN OFFICE Trevso, Italy R&D LAB Palermo, Italy REP OFFICE Chna MAIN OFFICE Columba, USA REP OFFICES Chcago Brasl UK Italy Span Unghery Poland Chna Tawan Australa MAIN OFFICE Marsgla, France

3 MER MEC Group n Numbers DIAGNOSTICS SIGNALLING ADVANCED SERVICES IRON & STEEL INDUSTRY R & D 72 man clents n 35 countres worldwde 41 unque measurng systems n 6 dstnct product famles 8 Integrated dagnostc vehcles manufactured & sold worldwde 35, km of lne measured by MER MEC Group s customers 436 measurng systems sold worldwde 2,1 km of lne equpped wth SSC SCMT sgnalng systems SSC (1426 km) 183 LEU 183 Transponders 212 Transponder Tags SCMT (667 km) 1 boxes 58 LEU 3673 Eurobalse 2 entrance n sgnalng market wth a 4 year tme to market. Measurng Servces 2 H-Ral dagnostc vehcles wth varable gauge capablty 1 measurng carrage for use on standard gauge ral lnes 5 market segments served (Metro, Lght Ral, Ordnary Ral, Hgh- Speed, Heavy-Haul) Integrated servces for data acquston, analyss and mantenance plannng 17 man clents n 8 countres worldwde 3 ndustral sectors served: Long Products, Rng Rollngs and Large Open-de Forgngs 35 Systems nstalled 154 people nvolved n R&D MUIR authorzed research laboratory snce 21 15% of revenues nvested annually n R&D 14 new products commercally launched between

4 Defnzone del problema L uso d telecamere per l osservazone d una scena rchede l uso d obettv costtut da un nseme d lent. L uso d tal lent ntroduce una dstorsone che bsogna compensare prma d poter procedere ad una qualsas msurazone. Inoltre s osserva una scena 3D tramte un sensore (CCD) che produce un mmagne 2D. Questo porta all ntroduzone d una mappatura detta proezone prospettca: S 3D I 2D Infne l frame grabber può ntrodurre dstorson (lne jtter, fattor d scala). 4 Algortm d calbrazone per telecamere

5 Dstorsone delle lent Dstorson non lneare Le dstorson ntrodotte dalle lent sono tpcamente non lnear. S possono suddvdere n: radale; altre dstorson delle lent; La dstorsone radale sposta punt fuor dal centro ottco (Barrel o Pncushon) ed è causata prncpalmente da devazon de ragg a bord della lente: La dstorsone delle lent s può scomporre prncpalmente n: Radale (dr); Tangenzale (dt). 5 Algortm d calbrazone per telecamere

6 Rassunto tp d dstorsone Le seguent dstorson vanno compensate tramte un processo detto: CALIBRAZIONE (o Camera resectonng) 6 Algortm d calbrazone per telecamere

7 Algortm d calbrazone per telecamere 7 Proezone prospettca Dstorsone lneare La proezone prospettca non rspetta dstanze e angol percò può essere consderata come una forma d dstorsone. Tale dstorsone s può esprmere tramte una matrce: Z fx x = Z y fy = = Z Y X f f Z fy fx y x 1 1

8 Proezone prospettca Propretà 1. La dmensone d un oggetto dmnusce all allontanars dal centro d proezone; 2. La dmensone della proezone orzzontale dmnusce al ruotare dell oggetto; 3. Preserva le rette; 4. Sono possbl pù punt d fuga; 8 Algortm d calbrazone per telecamere

9 Algortm d calbrazone per telecamere 9 Pnhole camera model Il modello Pnhole è molto semplce ed è costtuto da una rototraslazone d un corpo rgdo seguta da una proezone prospettca. Altre dstorson a parte la proezone prospettca (es. quelle delle lent) non sono modellzzate. Nonostante cò è una buona approssmazone. Dette [x,y,z ] T le coordnate d un punto della scena e [u,v ] T le approprate coordnate del punto corrspondente sull mmagne s hanno le coordnate ntemede : È necessara una ulterore trasformazone per ottenere le coordnate mmagne: = ~ ~ y x v u z f + = ~ V ~ U v u v D u D v u Dove (u,v ) tengono conto dello scostamento dell'orgne e (D u,d v ) sono fattor d conversone tra le untà d msura del mondo e quelle mmagne, e tengono conto de dvers fattor d scala.

10 Algortm d calbrazone per telecamere 1 Pnhole camera model Modfcando la scrttura della prma equazone (aggungengo un vncolo esplcto) la s può rappresentare n forma d sstema : Dove la matrce A è una matrce trangonale superore, defnta con 5 parametr. = z y x A v u λ λ λ = = tan 2 tan v k u k k v H u k W A v u v u γ γ α α

11 Algortm d calbrazone per telecamere 11 Pnhole camera model Usando le coordnate omogenee: Dove n molt cas s sottontende λ (dopotutto le coordnate omogenee sono defnte a meno d un coeffcente d proporzonaltà), e Π è una semplce matrce usata per sottontendere la quarta coordnata omogenea (W) non usata n questa trasformazone. Defnamo la matrce per tener conto della rototraslazone. Da cu: Π = 1 1 Z Y X A v u λ [ ] Rt E = = = 1 1 Z Y X P Z Y X AE v u λ λ λ

12 Parametr ntrnsec ed estrnsec Durante la calbrazone un bersaglo fornsce la corrspondenza tra punt dell mmagne e quell dello spazo. Con la calbrazone s dentfca la dstanza focale f e l punto prncpale (X,Y ) T. Tal parametr sono legat all ottca e sono dett parametr ntrnsec. Il bersaglo non s può poszonare n modo perfetto allora s devono dentfcare anche le relazon tra le coordnate della telecamera e quelle del bersaglo. Tal parametr sono dett parametr estrnsec. Oltre a quest c sono un fattore d scala che tene conto del rcamponamento a lvello d frame grabber e delle sere d potenze per modellare le dstorson 12 Algortm d calbrazone per telecamere

13 Algortm d calbrazone per telecamere 13 Parametr ntrnsec ed estrnsec Ponendo Z = per ogn s ottene: = = Z Y X Y X H Y X T r r T r r T r r v u λ = = ~ ~ Z Y X Y X K Y X T r r T r r T r r v u λ Indcando con (u,v ) le coordnate mmagne normalzzate: ~ ~

14 Calbrazone a forza bruta Banalmente la calbrazone può essere fatta creando relazone tra due matrc d punt (scena ed mmagne) ed andando ad nterpolare nel caso l punto cada tra due coordnate d rfermento. Tenendo come ndce la rga, colonna del CDD s ha una tabella T(CCD ROW,CCD COL ) ndcante l punto della scena corrspondente ad un dato punto del CCD. E l metodo pù semplce; Non fa alcun uso d modell; Molto effcace; Molto sensble a dstrurb; Può rchedere grosse quanttà d memora; 14 Algortm d calbrazone per telecamere

15 Algortm d calbrazone per telecamere 15 Calbrazone secondo Abdel-Azz e Karara I sstem determnat da K ed H sono lnear n 9 ncognte (8 mponendo un elemento costante) pù λ. Se s rmuove la dpendenza da λ s ha un sstema che fornsce con 5 punt una prma stma delle 9 ncognte: ( ) T Z Y X T T T r r r r r r a v Y v X v Y X u Y u X u Y X,,,,,,,, 1 1 L ~ ~ ~ ~ ~ ~ = = S hanno 2xN equazon per N punt d controllo per rsolvere: La =

16 Algortm d calbrazone per telecamere 16 Calbrazone secondo Abdel-Azz e Karara Sotto l vncolo h 8 =1 s può fare qualcosa d smle per H: = v u h h Y v v X Y X Y v v X Y X M Ogn punto da 2 vcol dunque s possono usare 4 punt. Una soluzone può essere trovata con l uso della pseudonversa.

17 Algortmo d Tsa Generaltà E basato sulla proezone prospettca della pnhole camera e nella sua forma classca è composto da 11 parametr: 1. Lunghezza focale della telecamera (f); 2. Coeffcente d dstorsone radale del prmo ordne (k); 3. Coordnate del centro ottco della lente (x C,y C ); 4. Fattore d scala orzzontale (S X ); 5. Angol d rotazone tra coordnate scena e coordnate camera (R X R Y R Z ) T ; 6. Vettore d traslazone tra coordnate scena e coordnate camera (T X T Y T Z ) T ; S rconoscono faclmente parametr ntrnsec ed estrnsec. 17 Algortm d calbrazone per telecamere

18 Algortmo d Tsa Parametr ntrnsec Indcando con z l asse ottco, s dentfca un sstema d coordnate con orgne nel centro d proezone e ass x ed y parallel agl stess ass dell mmagne. Usando le relazon della proezone prospettca s ha : x x = f x z C C y f y = y z C C 18 Algortm d calbrazone per telecamere

19 Algortm d calbrazone per telecamere 19 Algortmo d Tsa Parametr estrnsec Le relazon tra l sstema d coordnate assocate alla scena e quelle della telecamera è data da una matrce d rototraslazone: + = Z Y X S S S C C C t t t z y x r r r r r r r r r z y x S hanno 3 angol + 3 traslazon pù 3 parametr ntrnsec = 9 parametr (fnora) Vedamo due parametr mancant...

20 Algortmo d Tsa Fattore d scala orzzontale Molte telecamere hanno un fltro passa basso che rende smooth la transzone tra le celle. L mmagne noltre dopo tale fltraggo vene dgtalzzata dal frame grabber. Il camponamento d quest ultmo tpcamente NON è uguale alla quello spazale delle celle del sensore. Al contraro nella drezone vertcale l camponamento è controllato della spazatura delle rghe delle celle del sensore. In quest cas, l rapporto tra dmenson vertcal e orzzontal non è calcolable a pror basandos sulle dmenson delle celle. Dunque s ntroduce un fattore d scala orzzontale: x f x = S X x z C C x f x = S X r r x x S S + r + r y y S S + r 13 + r 33 z z S S + t + t X Z y f y = r r x x S S + + r r y y S S + r + r z z S S + t + t Y Z 2 Algortm d calbrazone per telecamere

21 Algortmo d Tsa Dstorson Come abbamo vsto esstono molte dstorson nelle lent. Se le superfc sono sferche e centrate sull asse ottco le dstorson sono d tpo radale (pn-cushon o barrel). Dato l punto (x U,y U ) rpreso da una lente deale vene trasformato nel punto (x D,y D ) dstorto da una funzone dpendente dalla dstanza r d dal centro d dstorsone (d solto dverso dal centro prospettco o dal centro geometrco dell mmagne: r r U d = f d 2 ( r ) = 1+ κ r + κ r d L La funzone f d è ovvamente par e da qu le potenze d multple d 2. Le dstorson tangenzal sono d solto trascurabl. 21 Algortm d calbrazone per telecamere

22 Algortmo d Tsa L algortmo La stratega totale è la seguente: 1. S stma con un metodo d fttng least-square pù parametr possble (s usa la pseudo-nversa). Durante questo prmo passo non s mnmzza l errore nel pano mmagne ma un altra quanttà; 2. S procede con un ottmzzazone non lneare che cerca l mglor ft tra punt osservat e quell predett con modello. 22 Algortm d calbrazone per telecamere

23 Algortmo d Tsa La conversone ~rgw/tsacode.html 23 Algortm d calbrazone per telecamere

24 Algortmo d Zhang Zhang esegue un aggornamento delle tecnche d calbrazone d Tsa. Zhang calcola la matrce H e da questa cerca d rcavare parametr n manera esplcta. H è una matrce omografca e pertanto possede 8 grad d lbertà. Da questa matrce è possble porre due vncol basat sulla ortonormaltà della matrce d rotazone forzando almeno 2 de parametr della matrce de parametr ntrnsec. H = ~ h ~ = λa r1 ~ ~ ~ ~ 1 h2 h3 r2 t Esprmendo l'ortonormaltà tra vettor colonna: ~ ~ ~ ~ h2 h T ~ ~ 1 W h2 = T T h W h = h W W 1 T 1 = ( A ) A Le ncognte della matrce W possono essere rsolte usando almeno 2 (o 3) pan dvers, ovvero matrc le cu colonne non sano lnearmente dpendent tra loro. Determnata la matrce con una decomposzone d Cholesk s può determnare la matrce orgnale. Tuttava Zhang fornsce le equazon per ottenere parametr drettamente da W decomponendola. 24 Algortm d calbrazone per telecamere

25 Cenn d trangolazone laser Prncpo 1 S lega la poszone del target ad una poszone su un CCD basandos sulle caratterstche geometrche che dunque devono restare nvarate. Quando queste varano s deve rcalbrare l sstema. 25 Algortm d calbrazone per telecamere

26 Cenn d trangolazone laser Prncpo 2 S lega la poszone del target ad una poszone su un CCD basandos sulle caratterstche geometrche. Il laser fornsce l pano su cu s effettueranno le msure. D1 = dstanza tra sorgente laser P1 e telecamera P2 è costante e dettata da consderazon meccanche, come A1 angolo del fasco laser posto a 9. L nclnazone dell asse delle telecamera A2 è anch esso calcolato n funzone d consderazon sulla msura. In conclusone la dstanza Da tra P1 e l punto da msurare Pa è: Da = D1*tan(A2) 26 Algortm d calbrazone per telecamere

27 Cenn d trangolazone laser Dod laser 1 Se su un atomo allo stato ecctato ncde un fotone d frequenza opportuna, l'atomo s dseccta cedendo la sua energa sotto forma d fotone avente la stessa frequenza e la stessa fase d quello ncdente. Se s provoca la cosddetta nversone della popolazone, coè s fa n modo che gl atom allo stato ecctato sano pù numeros d quell allo stato fondamentale, s ha prevalenza dell'emssone stmolata sull'assorbmento. Il processo con cu s attua tale nversone prende l nome d pompaggo. In un semconduttore non s può consderare un atomo solato, ma bsogna consderare tutto l crstallo nel suo nseme, con una certa dstrbuzone degl elettron, che s dspongono n "bande" d energa. Operando una semplfcazone s può dre che n un semconduttore avremo una "banda d valenza" che rsulterà "pena" d elettron, ed una "banda d conduzone", ad energa pù elevata, a dstanza DE dalla banda d valenza, che conterrà poch elettron. Con dvers metod è possble ottenere all'nterno del crstallo una vera e propra nversone d popolazone. Se non s nsersce l sstema n un rsonatore (che può essere costtuto dallo stesso crstallo d semconduttore) s ottene un LED altrment avremo un laser a semconduttore. Esstono molt d quest laser, che emettono potenze mede d 1 mw n contnua e raggungono 1 W n regme mpulsato. 27 Algortm d calbrazone per telecamere

28 Cenn d trangolazone laser Dod laser 2 28 Algortm d calbrazone per telecamere

29 . Cenn d trangolazone laser Class laser 1 CLASSE 1M Laser che emettono radazone nell ntervallo d lunghezze d onda tra 32,5 nm e 4 nm, scur nelle condzon d funzonamento ragonevolmente prevedbl, ma che possono essere percolos se l utlzzatore mpega ottche (lent d ngrandmento, etc.) all nterno del fasco. CLASSE 2 I laser n questa classe possono emettere radazone percolosa, ma la loro potenza è così bassa da rsultare n qualche modo dannosa solo n caso d esposzone dretta e prolungata ovvero per un tempo superore a,25 second. Sono compres n questa classe laser ad emssone contnua e nel vsble (4-7nm), con potenza 1mW. CLASSE 2M Laser che emettono radazone vsble nell ntervallo d lunghezze d onda tra 4nm e 7nm, n cu la protezone dell occho è normalmente asscurata dalle reazon d dfesa compreso l rflesso palpebrale. Tuttava l osservazone dell emssone può rsultare percolosa se, all nterno del fasco, l utlzzatore mpega ottche (lent d ngrandmento, etc.) 29 Algortm d calbrazone per telecamere

30 . Cenn d trangolazone laser Class laser 2 CLASSE 3R (CLASSE 3A) Sono compres n questa classe laser con emssone nel vsble e una potenza n uscta fno da 1mW a 5mW. Possono emettere radazon sa nel campo del vsble che n quello del non vsble e loro fasc non sono percolos se osservat drettamente n manera non contnua, mentre lo possono dventare se s utlzzano strument che amplfcano e concentrano l fasco ottco (qual mcroscop, bnocol, ecc.). CLASSE 3B I laser d classe 3B hanno potenze mede comprese tra 5mW e 5 mw. I laser d classe 3B, sa perradazone vsble che per quella non vsble, sono percolos per gl occh se non protett e possono essere percolos per la pelle; anche le rflesson dffuse da quest sstem possono essere percolos. Devono essere prese precauzon per evtare lo stazonamento nella drezone del fasco o del fasco rflesso da una superfce. CLASSE 4 Sono laser pù percolos n quanto, oltre ad avere una potenza tale da causare ser dann ad occh e pelle anche se l fasco è dffuso, possono costture un potenzale rscho d ncendo, causare fuoruscta d materale tossco e spesso l voltaggo e l amperaggo d almentazone sono percolosamente elevat. Comprende tutt que sstem che superano lvell mpost alla classe 3B. 3 Algortm d calbrazone per telecamere

31 Cenn d trangolazone laser Scurezza Un fasco d luce laser sa dretto, che rflesso da superfc specular può causare dann anche rreversbl alle strutture ocular e alla pelle; la natura d quest dann dpende dalla lunghezza d onda della radazone, mentre la gravtà è legata alla denstà d potenza E (per sorgent n funzonamento contnuo) o alla denstà d energa H (per fasc n funzonamento mpulsato) e al tempo n cu la struttura oculare è esposta al fasco laser. Confronto tra l sole e un laser: SOLE: Intenstà massma luce solare a terra = 1 kw/m 2 o 1 mw/mm 2 Assumendo un dametro pupllare d 2 mm l area è crca 3 mm 2 Qund la potenza raccolta dall occho è = 3 mw Il sole forma un mmagne 1 µm d raggo sulla retna (area =.3 mm 2 ) L ntenstà sulla retna (Potenza/Area) = 3 mw/.3 mm 2 = 1 mw/mm 2. Tpco laser He Ne da 1 mw (o laser ponter): Potenza (P) = 1 mw (Classe 3R), raggo del fasco = 1 mm Forma un mmagne con raggo d 1 µm (area dello spot = mm 2 ) L ntenstà dell He-Ne sulla retna è 1 mw/(3 1-4 mm 2 ) = 31 mw/mm 2 31 volte l ntenstà del sole!! 31 Algortm d calbrazone per telecamere

32 Cenn d trangolazone laser Tp d Superfce Il sstema a trangolazone laser fa uso della luce rfratta (non rflessa) da una superfce lambertana. Notare che parte della potenza del laser vene persa nel raggo rflesso. Il caso peggore s ha nel caso d superfc lucde come gl specch o superfc levgate. 32 Algortm d calbrazone per telecamere

33 Trasformata d Hough (HT) Cenn Il problema del rconoscmento d oggett n un mmagne è spesso rsolto usando algortm d pattern matchng o sml mnmzzando un ndce d errore Tal algortm sono spesso molto oneros e soffrono n presenza d mmagn rumorose o d sovrapposzone tra oggett. Permette d ndvduare forme descrtte da equazon analtche (es. Rette). Essa trasforma un problema d rcerca d una curva n un pù semplce problema d rcerca d massm. La HT gode delle seguent propretà: Ogn punto dello spazo mmagne corrsponde ad una superfce generalzzata nello spazo de parametr; N punt nello spazo mmagne appartenent alla stessa curva generano N superfc che s ntersecano nello stesso punto dello spazo de parametr; Esstono po le propretà dual. 33 Algortm d calbrazone per telecamere

34 Trasformata d Hough Celle e voto S dscretzza lo spazo de parametr n celle d dmensone dpendente dalle precson rcheste. Ad ogn cella corrsponde un stanza quantzzata della curva. Defnamo dunque un accumulatore: Acc( θ, ρ ) Un processo d voto vene po mplementato coscchè ad ogn cella corrspondano tant vot quante le superfc che la ntersecano, ognuna delle qual generata da una curva dello spazo mmagne. Un processo d rcerca del massmo andrà po a ndentfcare la curva con pù vot, dunque molte ntersezon ndcano la presenza della curva analtca cercata. 34 Algortm d calbrazone per telecamere

35 Trasformata d Hough (HT) Esempo - rette 1 Per prma cosa s passa a coordnate polar perchè hanno varazone lmtata: ρ = x cosθ + y snθ La HT d una lnea è un punto. Una stella d rette dvene un nseme d punt conness nello spazo d Hough: Consderando un punto come centro d una stella. L ntersezone de punt corrspondent (voto maggore) nello spazo d Hough ndca la retta cu parametr sono dentfcat dalla cella. 35 Algortm d calbrazone per telecamere

36 Trasformata d Hough (HT) Esempo - rette 2 Andando a fare un esempo pratco s vede bene come trasformando tutt punt dell mmagne una regone rstretta nello spazo d Hough (cella) è nteressata da molte ntersezon coè da molt vot. Dalla cella cu è possble rcavare le caratterstche (pendenza ed ntercetta) della retta che unsce var punt che l hanno votata. In altre parole v sono N stelle d rette generate da N punt dell mmagne che hanno n comune la retta llustrata e questo s evnce dal voto alto ad una cella. 36 Algortm d calbrazone per telecamere

37 Processo d calbrazone Acquszone del bersaglo n vare poszon Acquszone del bersaglo forato n vare poszon. Il bersaglo è movmentato tramte un sstema motorzzato ad alta precsone. S possono acqusre pù telecamere alla volta: 37 Algortm d calbrazone per telecamere

38 Processo d calbrazone Identfcazone prmo set d parabole Identfcazone delle parabole: 1. elmnazone degl spgol; 2. prmo tentatvo d ft con una retta; 3. Elmnazone punt troppo ortoganl alla retta trovata; 4. Nuovo ft d una nuova retta (mgloro la stma); 5. Elmnazone punt troppo dstant; 6. ft con una parabola; Non s stma una retta perchè v sono le dstorson dell ottca 38 Algortm d calbrazone per telecamere

39 Processo d calbrazone Asseme d tutte le acquszon del bersaglo S rcarcano n memora tutte le tracce acquste, una per ogn poszone del bersaglo. S usano tutt punt non appartenent alle parabole gà trovate per andare a fare una rcerca con Hough. 39 Algortm d calbrazone per telecamere

40 Processo d calbrazone Identfcazone rette medante trasformata d Hough Tramte la trasformata d Hough s possono ndvdure le rette ortogonal alle parabole gà trovate mponendo un angolo d 9 grad (con tolleranza!!!). Per far cò s elmnano punt gà usat consderando la dstanza tra punto e parabola e po s da tutto n pasto alla HT. Se non s trovano tutte le rette s possono suggerre manualmente. 4 Algortm d calbrazone per telecamere

41 Processo d calbrazone Trasformata d Hough 41 Algortm d calbrazone per telecamere

42 Processo d calbrazone Identfcazone secondo set d parabole Per prma cosa s ordnano le rette trovate con la HT n base all ntercetta. Consderando solo punt vcn alle rette trovate con la trasformata d Hough s dentfca l secondo set d parabole. 42 Algortm d calbrazone per telecamere

43 Processo d calbrazone Identfcazone degl ncroc A questo punto s hanno due set d parabole tra loro ortogonal. S procede a determnare tutte le ntersezon che saranno dat d ngresso all algortmo d calbrazone dato che s conoscono le dstanze real n X ed Y tra tal punt (1 cm). 43 Algortm d calbrazone per telecamere

44 Processo d calbrazone Algortmo d Tsa - Verfca Identfcat punt, s possono dare n ngresso all algortmo d calbrazone (qu Tsa) che dentfca parametr del modello. A questo s possono trasformare punt d ncroco de due set d parabole usando la calbrazone appena fatta e confrontare l rsultato con retcolo dato n pasto per la calbrazone. La meda dell errore e la standard devaton sono gl ndc della bontà della calbrazone. La focale è un parametro mportante perchè da subto l dea della bonta della calbrazone. L errore massmo dpende dal grado d adeguatezza del modello e spesso rguarda porzon d campo che po non verranno utlzzate. 44 Algortm d calbrazone per telecamere

45 L obettvo 45 Algortm d calbrazone per telecamere

46 Il daframma Come s nota dalla fgura ragg che sono raccolt dal bordo della lente subscono la maggor deflessone. Questo fa s che n tal zone l modello usato sa meno effcace. Per attenuare tale fenomeno è convenente chudere un pò l daframma tenendo presente anche le seguent caratterstche: Chudendo l daframma la profondtà d campo aumenta (cosa non molto utle se s nclna l CCD); Aprendo l daframma la lumnostà aumenta; Bsogna dunque blancare due fenomen. 46 Algortm d calbrazone per telecamere

47 1 Regole d oro 1. Raccoglere tutte le nformazon d progetto, n partcolare: dsegn 3D del montaggo della dma d calbrazone; gl schem recant l campo d vsone con le quote orzzontal, vertcal (e oblque se possble) rspetto alla base del calbratore e rspetto ad un punto ben dentfcable della cassa; 2. Raccoglere dat sulla focale degl obettv; 3. Verfcare che l sstema non s debba pù manopolare; 4. Test del sstema d movmentazone del bersaglo; 5. Verfcare la messa a fuoco del laser e della telecamera n tutto l campo d vsone e dell'allneamento de laser sul bersaglo posto a metà del campo d vsone; 6. Regolare parametr n tutto l campo d vsone per elmnare dsturb e vedere bene l bersaglo; 7. Effettuare la calbrazone n modo che la cassa od l bersaglo non vbrno o peggo s spostno; 8. Verfca rsultat d calbrazone (focale, errore medo e massmo); 9. Convertre n mllmetr e verfcare che s msurno bene le dstanze n X ed Y movmentando l calbro; 1.Verfcare che un bersaglo rettlneo posto oblquo non venga convertto con una spezzata. 47 Algortm d calbrazone per telecamere

48 Esemp applcazon Tecnogamma Mermec Group Tp d vecolo 48 Algortm d calbrazone per telecamere

49 Esemp applcazon Tecnogamma Mermec Group Installazone sezone per Track Geometry Laser Beam Rollng Plane Calculated from Real Ral Profles Gauge Pont 14 mm under Rollng Plane Track Gauge 49 Algortm d calbrazone per telecamere

50 Esemp applcazon Tecnogamma Mermec Group Track Geometry e Ral Profle Scartamento Lvell Longtudnal 5 Algortm d calbrazone per telecamere Usura

51 va Oberdan, Monopol (BA) Italy ph fax Techncal Center 22 Outlet Ponte Blvd. Columba, SC 2921, USA ph fax Technopôle de Château-Gombert Les Baronnes - Bat. A rue Paul Langevn 1313 Marselle (France) ph. +33 () fax +33 () vcolo Ongare, Morgano (TV), Italy ph fax

52 Tsa s camera calbraton method revsted Berthold K.P. Horn Coprght 2 Introducton Basc camera calbraton s the recovery of the prncple dstance f and the prncple pont (x,y ) T n the mage plane or, equvalently, recovery of the poston of the center of projecton (x,y,f) T n the mage coordnate system. Ths s referred to as nteror orentaton n photogrammetry. A calbraton target can be maged to provde correspondences between ponts n the mage and ponts n space. It s, however, generally mpractcal to poston the calbraton target accurately wth respect to the camera coordnate system usng only mechancal means. As a result, the relatonshp between the target coordnate system and the camera coordnate system typcally also needs to be recovered from the correspondences. Ths s referred to as exteror orentaton n photogrammetry. Snce cameras often have apprecable geometrc dstortons, camera calbraton s often taken to nclude the recovery of power seres coeffcents of these dstortons. Furthermore, an unknown scale factor n mage samplng may also need to be recovered, because scan lnes are typcally resampled n the frame grabber, and so pcture cells do not correspond dscrete sensng elements. Note that n camera calbraton we are tryng to recover the transformatons, based on measurements of coordnates, where one more often uses known transformaton to map coordnates from one coordnate system to another. Tsa s method for camera calbraton recovers the nteror orentaton, the exteror orentaton, the power seres coeffcents for dstorton, and an mage scale factor that best ft the measured mage coordnates correspondng to known target pont coordnates. Ths s done n stages, startng off wth closed form leastsquares estmates of some parameters and endng wth an teratve non-lnear optmzaton of all parameters smultaneously usng these estmates as startng values. Importantly, t s error n the mage plane that s mnmzed. Detals of the method are dfferent for planar targets than for targets occupyng some volume n space. Accurate planar targets are easer to make, but lead to some lmtatons n camera calbraton, as ponted out below.

53 2 Interor Orentaton Camera to Image Interor Orentaton s the relatonshp between camera-centrc coordnates and mage coordnates. The camera coordnate system has ts orgn at the center of projecton, ts z axs along the optcal axs, and ts x and y axes parallel to the x and y axes of the mage. Camera coordnates and mage coordnates are related by the perspectve projecton equatons: x I x = x C y I y and = y C f z C f z C where f s the prncple dstance (dstance from the center of projecton to the mage plane), and (x,y ) s the prncple pont (foot of the perpendcular from the center of projecton to the mage plane). That s, the center of projecton s at (x,y,f) T, as measured n the mage coordnate system. Interor orentaton has three degrees of freedom. The problem of nteror orentaton s the recovery of x, y, and f. Ths s the basc task of camera calbraton. However, as ndcated above, n practce we also need to recover the poston and atttude of the calbraton target n the camera coordnate system. Exteror Orentaton Scene to Camera Exteror Orentaton s the relatonshp between a scene-centered coordnate system and a camera-centered coordnate system. The transformaton from scene to camera conssts of a rotaton and a translaton. Ths transformaton has sx degrees of freedom, three for rotaton and three for translaton. The scene coordnate system can be any system convenent for the partcular desgn of the target. In the case of a planar target, the z axs s chosen perpendcular to the plane, and z = n the target plane. If r S are the coordnates of a pont measured n the scene coordnate system and r C coordnates measured n the camera coordnate system, then r C = R(r S ) + t where t s the translaton and R(...)the rotaton. If we chose for the moment to use an orthonormal matrx to represent rotaton, then we can wrte ths n component form: x C y C z C r 11 r 12 r 13 = r 21 r 22 r 23 r 31 r 32 r 33 x S y S z S + where r C = (x C,y C,z C ) T, r S = (x S,y S,z S ) T, and t = (t x,t y,t z ) T. The unknowns to be recovered n the problem of exteror orentaton are the translaton vector t and the rotaton R(...). t x t y t z

54 3 The Unknown Horzontal Scale Factor A complcatng factor n the calbraton of many modern electronc cameras s that the dscrete nature of mage samplng s not preserved n the sgnal. In typcal CCD or CMOS cameras, the ntally dscrete (starcase) sensor sgnal n analog form s low pass fltered to produce a smooth vdeo output sgnal n standard form that hdes the transtons between cells of the sensor. Ths waveform s then dgtzed n the frame grabber. The samplng n the horzontal drecton n the frame grabber s typcally not equal to the spacng of sensor cells, and s not known accurately. The horzontal spacng between pxels n the sampled mage do not n general correspond to the horzontal spacng between cells n the mage sensor. Ths s n contrast wth the vertcal drecton where samplng s controlled by the spacng of rows of sensor cells. Some dgtal cameras avod the ntermedate analog waveform and the low pass flterng, but many cameras partcularly cheaper ones ntended for the consumer market do not. In ths case the rato of pcture cell sze n the horzontal and n the vertcal drecton s not known a pror from the dmensons of the sensor cells and needs to be determned. Ths can be done separately usng frequency doman methods explotng lmtatons of the approxmate low pass flter and resultng alasng effects. Alternatvely, the extra scalng parameter can be recovered as part of the camera calbraton process. In ths case we use a modfed equaton for x I : x I x f = s x C z C where s s the unknown rato of the pxel spacng n the x- and y-drectons It s not possble to recover ths extra parameter when usng planar targets, as dscussed below, and so t has to be estmated separately n that case. Combnng Interor and Exteror Orentaton If we combne the equatons for nteror and exteror orentaton we obtan: x I x f y I y f = s r 11x S + r 12 y S + r 13 z S + t x r 31 x S + r 32 y S + r 33 z S + t z = r 21x S + r 22 y S + r 23 z S + t y r 31 x S + r 32 y S + r 33 z S + t z

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset 8a resentazone della lezone 8 /6 Obettv come s tene conto della lmtazone d ampezza e d veloctà come s tene conto della lmtazone d reqenza come s tene conto degl oset 8a saper preved. col calcolo l nlenza

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

La sfida della scienza del clima. Antonio Navarra Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

La sfida della scienza del clima. Antonio Navarra Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia La sfda della scenza del clma Antono Navarra Isttuto Nazonale d Geofsca e Vulcanologa INGV - Ist tuto Nazonal le d Geofsca e Vulcanologa - Italy Arstotele Raffello, la Scuola d Atene De Meteorologca le

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso 2010 Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso seconda edzone rveduta e corretta 2010 PRESENTAZIONE L amca e brava Nada Garbelln, autrce d questa bella e semplce

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata libera e vincolata Generalità. Limiti e continuità per funzioni di 2 o Piano tangente. Derivate successive Formula di Taylor libera vincolata Lo ordinario è in corrispondenza biunivoca con i vettori di

Dettagli

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/9/2) ECONOMIA E POLITICA DEL SETTORE ITTICO 1.INTRODUZIONE. LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE (una applcazone ad un contesto

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI UT D MPEGO DE DOD addrzzare ad na seonda. l crcto pù seplce, che pega l dodo coe raddrzzatore d na tensone alternata, è rappresentato n Fg.. n esso n generatore deale d tensone alternata l c valore stantaneo

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5

KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5 Distruggidocumenti Paper Shredders KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5 Cod.99.700 Cod.99.710 KOBRA 240 SS2 Cod.99.760 KOBRA 240 SS4 Cod.99.705 KOBRA 240 SS5 Cod.99.720 KOBRA 240 C2 KOBRA 240 C4 KOBRA 240 HS Cod.99.730

Dettagli

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes DISS. T N. 21754 Synthesis and eactivity of lica-grafted idium incer Complexes A dissertation submitted to T ZUIC for the degree of DCT F SCINCS resented by MATIN IMLDI Dottore magistrale in Scienze Chimiche,

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro Caratteristiche costruttive A singolo ordine di alette fisse inclinate 45 a disegno aerodinamico con passo 20 mm e cornice perimetrale di 25 mm. Materiali e Finiture Standard: alluminio anodizzato naturale

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli