a e Diciamo subito che gli studi non hanno fornito evidenza conclusiva e univoca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "a e Diciamo subito che gli studi non hanno fornito evidenza conclusiva e univoca"

Transcript

1 Rubric: Lvoro slut Ch cos sppimo sui possibili fftti sull slut dll uso di tlfoni cllulri? Irn Figà-Tlmnc * Dicimo subito ch gli studi non hnno fornito vidnz conclusiv univoc sui possibili dnni ll slut di cllulri. Di consgunz, l utilizztor mdio oggi continu usr il suo tlfono mobil trnquillmnt, fidndosi dl ftto ch un prodotto vnduto librmnt usto d tutti non può rcr dnni ll su slut. Qullo ch, fors, i cittdini non snno è ch il tlfono mobil non è sottoposto un vlutzion pr possibili rischi dll utorità snitri, com vvin nl cso di frmci dgli limnti. Pr gli pprcchi lttrici (comprsi i tlfoni), l rsponsbilità di vntuli vlutzioni di rischi dnni ll slut è ttribuit ll industri produttric, ch h l obbligo di non immttr ni mrcti prodotti pricolosi. L industri, inftti, vlut l rdizioni lttromgntich mss dl cllulr ssicurndosi ch qust sino l livllo «innocuo», dov con tl trmin si intnd ch scondo l ricrch scintifich disponibili, l rdizioni lttromgntich non provocno dnni ll slut. Qulch ricrc, prò, condott d ricrctori indipndnti h riportto risultti proccupnti; tuttvi l mggior prt dgli studi fin qui condotti (molto spsso con il finnzimnto dll industri intrsst), non hnno confrmto qust proccupzioni. Così l vndit di cllulri, dl momnto dll loro immission nl mrcto fino oggi è crsciut vrtiginosmnt snz impdimnti. In prlllo l tcnologi h fornito smpr mggiori possibilità di comuniczion, m, nch, un smpr più grnd sposizion ond lttromgntich. Non solo prché crscono il numro dgli utilizztori l or di utilizzo, m prché l migliori prstzioni dl cllulr comportno un mggior potnz un mggior ssorbimnto di qust ond dll orgnismo umno. Ci sono quindi ncor molti intrrogtivi sui quli non bbimo fcili rispost. È noto, pr smpio, d studi sprimntli ch l ond lttromgntich intrgiscono con gli orgnismi vivnti, inducndo fftti biologici nch dnnosi ttrvrso 131 * Univrsità dgli studi «Spinz» di Rom. 1 Lnnrd Hrdll è il rsponsbil di un gruppo di ricrc sui rischi connssi ll uso prolungto di cllulri cordlss dl Diprtimnto di oncologi dll ospdl univrsitrio svds di Örbro.

2 11/ un incrmnto dll tmprtur di tssuti colpiti («fftti trmici») o/ ttrvrso intrfrnz lttrich sull prmbilità dll mmbrn dll cllul («fftti non trmici»). Gli fftti trmici, già noti, colpiscono con mnifstzioni bbstnz immdit gli orgni più suscttibili l clor (s. il cristllino dll occhio il tsticolo). Tnto ch vngono nch ust scopo trputico. Gli fftti non trmici invc sono moltplici, spcifici non bn studiti sull uomo. Dgli studi di lbortorio, sugli nimli, lcun ricrch riscontrno dnni l Dn, ll cllul, i tssuti, gli orgni ll intro orgnismo con vri disturbi: disturbi dl sistm nrvoso cntrl, dll funzion cognitiv comportmntl, dll scrzion di mltonin, nonché disturbi circoltori con incrmnto dll frqunz crdic dll prssion rtrios, ltrzioni dl sistm ndocrino immunitrio. L più rcnti ricrch sull sicurzz di tlfoni cllulri pr qul ch rigurd l uomo, hnno foclizzto il problm crucil di vntuli rischi, in prticolr dl pricolo di tumori, ch possono mnifstrsi distnz di tmpo in sguito prolungto uso dl cllulr d prt di dulti bmbini. I primi studi, bsndosi su soggtti sposti pr un limitto numro di nni, non potvno fornir rispost ffidbili sugli fftti lungo trmin. Gli studi più rcnti più ccurti sono più informtivi su qusti fftti, nch s non dl tutto conclusivi. Tlfoni cllulri tumor l crvllo Ngli ultimi 10 nni, lmno 20 studi pidmiologici hnno tntto di dfinir il rpporto tr l uso di tlfoni mobili i tumori l crvllo tr dulti. Uno di primi studi, ch h suscitto proccupzion controvrsi, è stto condotto in Svzi, dov l tlfoni mobil è stt introdott prim ch nl rsto dl mondo. Il gruppo di Hrdll 1 h concluso ch pr chi usv il cllulr il rischio di tumor crbrl risultv 1,4 volt più lto. Il rischio di sviluppr un gliom dll stss prt dll tst più spost l cllulr (ipsiltrl), sliv 4,4 volt. Qusti risultti di Hrdll sono stti confrmti d un ltro studio più rcnt condotto smpr dllo stsso gruppo su csi di prson dcdut cus di tumor crbrl. Allo stsso tmpo, prò, molti sprti pidmiologi hnno ftto notr ch nll lttrtur spcilizzt ci sono possibili rrori mtodologici, sostnndo ch l pprnt umnto dl rischio di tumor l crvllo tr gli utilizztori di cllulri è dovuto non ll sposizion i cmpi lttromgntici, m vri rrori nll mtodologi ust, bbstnz comuni ngli studi pidmiologici. Pr inizitiv dl dirttor gnrl dll Orgnizzzion Mondil dll Snità Gro Hrlm Brundtlnd, l Irc (Intrntionl Agncy of Rsrch on Cncr dll Oms) h intrprso un nuovo studio su lrg scl coinvolgndo bn 13 psi, pr un totl

3 di csi di gliom (tumor mligno l crvllo), csi di mningiom (tumor crbrl spsso bnigno) controlli sni. Lo studio, noto com l Intrphon Study, è stto cofinnzito principlmnt dll industri dll tlfoni dll Comunità Europ d è costto 19,2 milioni di Euro. Tl studio h coprto i csi di tumori crbrli dignosticti dl 2000 l 2004 h indgto l uso dl cllulr ni dici nni prcdnti ll dignosi. Si trtt quindi in un priodo inizil dll tlfoni mobil, con uso piuttosto limitto si pr i csi si pr i controlli in qusi tutti i psi coinvolti. Qusto studio h rilvto ch gli «utilizztori rgolri» di cllulri non hnno nssun rischio di tumor l crvllo; invc gli utilizztori «psnti» (lmno 30 minuti l giorno pr più di 10 nni) vvno un umnto dl rischio dl 40%, confrmndo i risultti di Hrdll. Un ultrior nlisi condott su 5 di 13 psi ch hnno prtcipto llo studio Intrphon h concluso ch il rischio di sviluppr un tumor mligno è mggior nll rgioni più spost dl crvllo tr coloro ch utilizzno il cllulr d più nni. Chi s qul srbb il risultto con uno studio su prson ch utilizzno ttulmnt costntmnt il cllulr ch, spsso, si spongono più or di convrszion l cllulr durnt il giorno! Lo stsso Comitto Scintifico ch h intrprtto i risultti di Intrphon, h mmsso ch «l crnz mtodologich limitno l conclusioni ch si possno trrr dllo studio», m nllo stsso tmpo ggiungono prol rssicurnti: «nch s rimn tuttor qulch incrtzz, sist un continuo ccumulo di vidnz contro l ipotsi ch il tlfono cllulr poss cusr tumori in dulti». È molto intrssnt notr ch du di tr mmbri dl Comitto Scintifico soprcitto (com obbligtorio nll pubbliczioni scintifich) dichirno di vr ricvuto finnzimnti pr l ricrc dll industri dll tlfoni mobil di ssr in posssso di titoli finnziri di zind tlfonich; llo stsso tmpo, prò, gli stssi dichirno ch qusto ftto non h comportto nssun intrfrnz nll loro conduzion dllo studio nll conclusioni trtt. Nll incrtzz dll vidnz, l commission dllo Irc (Intrntionl Agncy for Rsrch on Cncr), incrict di clssificr il rischio di tumori, dopo vr vlutto tutt l vidnz disponibil nll lttrtur scintific, comprso l Intrphon study, h collocto il cllulr nll ctgori 2B cioè «possibilmnt cncrogno». Pr ltri tipi di tumor invc, in prticolr pr il tumor crbrl bnigno, l lucmi, il tumor dll ghindol dll protid il linfom, l vidnz è stt dfinit non sufficint pr rrivr d un conclusion. Quindi, l unico modo pr chiudr qusto dibttito è di intrprndr nuovi studi longitudinli ch sguono utilizztori non utilizztori di cllulri con dti prcisi rltivi l grdo modlità di sposizion pr priodi molto più lunghi. Rubric: Lvoro slut 133

4 11/ I tumori l crvllo sono in umnto dopo l diffusion di cllulri? S i tlfoni cllulri possono cusr tumori l crvllo, così com sostngono lcun ricrch, considrndo un tmpo di ltnz ch v di 5 i 10 nni, dovrbb mnifstrsi un incrmnto dll incidnz di tumori crbrli nll popolzioni ch usno diffusmnt i cllulri. In Dnimrc, Finlndi, Norvgi Svzi, pr smpio, c è stto un fort umnto dll uso di cllulri prtir dll mtà dgli nni 90. Uno studio h quindi sminto l ndmnto dll incidnz di tumori crbrli (gliom mningiom) usndo i dti di rgistri di tumori pr il priodo ch v dl 1974 l Durnt qusto priodo tr 16 milioni di prson dult, sono stti rgistrti csi di tumori crbrli. L incidnz di gliom è crsciut dllo 0,5% ll nno tr l popolzion mschil dllo 0,2% tr l popolzion fmminil. L incidnz di mningiom è crsciut di più: 0,8% pr nno pr i mschi 3,8% pr nno pr l fmmin. Qusti incrmnti prò sono cominciti già dl 1974 sono continuti con lo stsso trnd crscnt pr tutto il priodo. Non si è visto un incrmnto prticolr dopo l introduzion l diffusion di cllulri (intorno l 1998) ngli nni succssivi. Quindi, nch s si ossrv un progrssivo umnto dl tumor crbrl ngli ultimi nni in qusti psi, non è possibil ttribuirlo i cllulri. Ngli Stti Uniti si è ossrvto il priodo Anch qui i cllulri sono stti dottti mssiccimnt mtà dgli nni 90. I dti di sorvglinz pidmiologic nzionl non mostrno pr il tumor crbrl un trnd in umnto, con un cczion: nl gruppo di tà comprso tr i 20 i 29 nni si ossrv un incrmnto sttisticmnt significtivo dll incidnz di tumor dl lobo frontl, spcilmnt tr l donn. Gli utori ch hnno condotto qust ultim ricrc (tutti ricrctori dl Ntionl Institut of Hlth) sprimono di dubbi sull rsponsbilità di cllulri pr l umnto di incidnz di qusto prticolr tumor (l lobo frontl) dto ch qust rgion dl crvllo non è qull più spost ll rdizioni mss di tlfoni cllulri. Quindi, nch l vidnz rltiv l trnd di incidnz di tumori crbrli nll popolzion fornisc rispost mbigu: l umnto dll ptologi tumorli crbrli c è, m è inizito prim dll utilizzo diffuso di cllulri, comunqu, non si ossrv pr i siti crbrli più sposti. Ovvimnt, tutti qusti risultti in prt rssicurnti non vrbbro nssun vlor, s l ltnz di tumori vntulmnt ssociti ll sposizion tlfoni cllulri foss più lung di 5-10 nni. Rischi pr bmbini dolscnti Scondo il rpporto dll Istt Infnzi vit quotidin 2011, in Itli tr il 2000 il 2011 si è pssti dl 55,6% l 92,7% di utilizztori di cllulr dll fsci di tà

5 comprs tr gli 11 i 17 nni. L incrmnto mggior si è riscontrto tr i più piccoli. L prcntul di bmbini tr gli 11 i 13 nni ch utilizzno il cllulr è crsciut, inftti, dl 35,2% ll 86,2%, mntr tr i 14 i 17 nni dl 70,4% l 97,7%. Inoltr, nl 2011, il 67,3% di 6-17nni utilizz il cllulr il 56,4% n possid uno. Simil diffusion dl cllulr tr bmbini è riportt pr ltri psi com pr smpio l Austrli l Grmni. I più giovni, oggi, comincino utilizzr i cllulri già in tnr tà, quindi, prità di tà risptto gli dulti di oggi, srnno soggtti d un sposizion cumultiv mggior. L diffusion dll uso dl cllulr tr i bmbini è dovut nch ll offrt commrcil di srvizi ddicti com giochi, suonri, sms utilizzo di socil ntwork. Ciò comport diffrnz nll modlità di sposizion risptto gli dulti, poiché d un prt dtrmin un minor sposizion dll tst, dll ltr, scond dll utilizzo, può umntr l sposizion di ltr prti dl corpo com gli occhi, l mni l ddom. Dl punto di vist fisiologico i bmbini non sono dulti in minitur. Il loro crvllo in prticolr continu crscr, non solo con l umnto dl numro di nuroni, m con continu modifich incrmnto nll configurzioni connssioni. Il crvllo dl bmbino crsc rpidmnt fino ll tà di tr nni rggiung dimnsioni dult dopo i 14 nni. Inoltr, il crvllo di bmbini h un mggior contnuto di fluidi, il crnio protttivo è più fin risptto ll dulto il suo spssor continu d umntr fino ll tà di 18 nni. Qust diffrnz comportno un mggior suscttibilità ll sposizion d gnti nocivi. D qui l ncssità di mggior protzion pr i bmbini nll uso di cllulri ch sono fbbricti con ccorgimnti di protzion dll tst dgli dulti. L ricrch pidmiologich ch indgno su possibili rischi pr l slut d sposizion tlfoni cllulri tr bmbini dolscnti sono vrmnt limitt, nch prché l mssicci diffusion di cllulri tr bmbini dolscnti è un ftto rcnt. Gli studi condotti finor non vidnzirbbro un rischio di tumori crbrli tr bmbini. Un succssivo sptto è ch ni psi occidntli, dov l uso dl cllulr è in fort umnto tr i bmbini ngli ultimi dici nni, non si è ossrvvo un umnto nll incidnz di tumori crbrli tr i bmbini. Tuttvi, l mggiornz dll ricrch sull rgomnto ffrmno l ncssità di prosguir studi longitudinli pr vlutr possibili fftti di prolungti priodi di sposizion. Alcun ricrch hnno vidnzito ltri possibili dnni ll slut di bmbini in rpporto llo sviluppo dl sistm nrvoso. Inftti, sono stt rilvt ltrzioni nll ttività dl crvllo tr bmbini giovni utilizztori di cllulri com l riduzion dl tmpo di rzion più problmi scolstici. Il rcnt studio condotto dl Ntionl Institut of Hlth dgli Stti Uniti confrm ch l uso dl cllulr provoc un incrmnto dll rttività crbrl ngli dulti. Il mtbolismo dll prti dl crvllo più vicin l cllulr è il 7% più intnso qundo il tlfono è ccso. Anch s qusto risultto non implic ch l uso dl tlfono Rubric: Lvoro slut 135

6 provochi un dnno, pr il crvllo di bmbini in fs di sviluppo gli fftti potrbbro ssr imprvdibili. Nl dubbio, sgundo il principio di prcuzion, il govrno ingls già nl 2000 h lncito un cmpgn rccomndndo l limitzion dll uso dl cllulr d prt di bmbini. Com ci si può protggr? 11/ In un risoluzion dl Consiglio d Europ dl 27 mggio 2011, l Assmbl rccomnd, visto l umnto dll sposizion i cllulri dll popolzion, l ppliczion dl principio di prcuzion, pr gli fftti si trmici si non trmici. L Assmbl rccomnd ch gli Stti intrprndno tutt l rgionvoli misur pr ridurr l sposizion, in prticolr ll rdiofrqunz mss di tlfoni mobili, spcilmnt pr l sposizion di bmbini giovni quli soggtti mggiormnt rischio pr i tumori ll tst. Importnti novità dl documnto consistono nll sgunti rccomndzioni pr gli Stti mmbri dl Consiglio d Europ: 1) riconsidrr l bsi scintifich pr gli ttuli stndrd di sposizion; 2) mttr in tto cmpgn d informzion crscnt conspvolzz sul rischio di possibili fftti nocivi lungo trmin pr l slut umn, spcilmnt indirizzt bmbini, dolscnti giovni in tà riproduttiv; 3) intrprndr pproprit procdur di stim dl rischio pr tutti i nuovi tipi di dispositivi prim di utorizzrn l immission sul mrcto; 4) introdurr chir tichtt sui tlfoni mobili o ltri dispositivi mittnti, ch indichino l prsnz di microond o rdiofrqunz; 5) fissr sogli prvntiv sull uso di tlfoni mobili pr l sposizion lungo trmin ll microond in tutt l r indoor, in ccordo con il principio di prcuzion, ch non suprino gli 0,6 V/m, con riduzion nl mdio trmin 0,2 V/m. In rifrimnto ll protzion di bmbini, l Assmbl rccomnd ch si sviluppino, con i Ministri comptnti (duczion, mbint slut), cmpgn spcifich di informzion dirtt insgnnti, gnitori lunni pr llrtrli sui rischi lgti ll utilizzo prcoc, sconsidrto prolungto di cllulri ltri dispositivi ch mttono microond; ch nll scuol si di l prfrnz connssioni Intrnt cblt vng rgolto svrmnt l uso di cllulri d prt dgli lunni ni locli dll scuol. Il Ministro dll slut cnds h pubblicto il 4 ottobr 2011 spcifich rccomndzioni pr i consumtori, in cui confrm l ncssità di: limitr l lunghzz dll chimt; utilizzr pr lo più sms dispositivi uricolri; limitr l utilizzo di tlfoni cllulri pr bmbini sotto i 18 nni di tà (http://www.hc-sc.gc.c/hcsc/mdi/dvisoris-vis/_2011/2011_131-ng.php). Allo stsso modo l Frnci nl 2010 h promulgto un lgg ch vit l pub-

7 blicità di tlfoni cllulri pr bmbini sotto i 14 nni n vit l uso nll clssi durnt l scuol. Sull stss lin trovimo nch il Rgno Unito, il cui Ministro dll slut nl mrzo 2011 h ggiornto un opuscolo sul tm, già pubblicto nl 2005, in cui si rccomnd i bmbini sotto i 16 nni di limitr l uso dl cllulr d ffttur brvi chimt. Anch l Grmni h mnto simili rccomndzioni pr i giovnissimi, ggiungndo un sri di consigli pr ridurr l sposizion dll popolzion in gnrl ch suggriscono, d smpio, di cquistr tlfoni mobili con un bss potnz, utilizzr prfribilmnt l lin fiss, gli sms, fr chimt brvi, non usr il tlfonino s il sgnl è scrso, utilizzr gli uricolri. In Itli, il Consiglio Suprior di Snità (Ministro dll slut) h ffrontto l qustion di rischi potnzili connssi con l uso di tlfoni cllulri nll sdut dl 15 novmbr In lin con gli studi dll Irc (Intrntionl Agncy for Rsrch on Cncr) in ccordo con l Istituto Suprior di Snità, il Consiglio, pur rilvndo ch non sist dimostrzion di lcun rpporto di cuslità tr l sposizion rdiofrqunz l ptologi tumorli, riconosc ch l ttuli conoscnz scintifich non consntono di scludr l sistnz di cuslità in cso di uso molto intnso dl tlfono cllulr. Il Consiglio prtnto, pur non quntificndo il significto di «uso molto intnso dl cllulr», conclud ch, soprttutto pr qunto rigurd i bmbini, vd pplicto il principio di prcuzion in rlzion d un duczion ll utilizzo dl tlfono cllulr, non indiscriminto m pproprito, quindi limitto ll situzioni di vr ncssità. Il documnto trmin con l informzion circ l vvio d prt dl Ministro dll slut di un cmpgn d informzion sull bs dll ultim rlzioni dgli orgnismi tcnico-scintifici pr snsibilizzr proprio tl uso pproprito di tlfoni mobili. Non ci rst ch ugurrsi ch prt prsto ch si fficc. Rubric: Lvoro slut 137

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA n u m e r o m o n o g r f i c o IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA PREMESSA Nell Comuniczione dell Commissione Europe del 3 luglio 2008, intitolt Migliorre le competenze per il 21 secolo: un ordine del

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I Srvizio Tnio i Bino Romgn S i Rimini Lvori: 11162_INTERVENTI DI MITIGAZIONE DEL DISSESTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE SP. 84 VALPIANO MIRATOIO, IN LOCALITA CA GUIDI LA PETRA, IN COMUNE

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie?

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie? ESERCITZIONI. I 1)Un coppi h già due figlie. Se pinificssero di vere 6 figli, con qule probbilità vrnno un fmigli di tutte figlie? ) 1/4 b)1/8 c)1/16 d)1/32 e)1/64 2)In un fmigli con 3 bmbini, qul e l

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC)

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC) 4. Trsporto pubblico non di line: txi e noleggio con conducente (NCC) L domnd di mobilità dei cittdini incontr un corrispondente offert delle diverse modlità di trsporto, sull bse delle crtteristiche degli

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE Riservto ll Poste itline Sp N. Protocollo t di presentzione UNI CONORME AL PROVVEIMENTO AGENZIA ELLE ENTRATE EL 000 E SUCCESSIVI PROVVEIMENTI Periodo d'impost 0 COGNOME COICE ISCALE Informtiv sul trttmento

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica,

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica, ppur Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv clus nl Qut d Aprtur Prtic, grntit d Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv tiv utmticmnt clus nl Qut d iscriz, iz ssicurt t d In clbrz z cn 34

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA ll ASSUNZIONE e ll CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornt l 31 gennio 2015 PROGRAMMA POT Pinificzione Territorile Opertiv PROGRAMMA POT Pinificzione

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio "Mercury Premier"

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio Mercury Premier Grzie per vere cquistto uno dei migliori motori fuoribordo sul mercto che si rivelerà un ottimo investimento per l nutic d diporto. Il fuoribordo è stto fbbricto d Mercury Mrine, leder internzionle nel

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE:

LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: LA PREVISIONE DELLE TEMPERATURE MINIME IN TEMPO REALE: DAI MODELLI TRADIZIONALI AI NUOVI APPROCCI REAL-TIME TEMPERATURE MINIMUM PREDICTION: FROM TRADITIONAL MODELS TO NEW APPROACHES Stefno Dll Nor 1, Emnuele

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani

Codici bifissi ed insiemi Sturmiani Università degli Studi di Plermo Fcoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Lure Specilistic in Mtemtic Codici ifissi ed insiemi Sturmini Studente Frncesco Dolce Reltore Prof. Antonio Restivo Anno Accdemico

Dettagli

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana.

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana. lle ASSUN ZIONI AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIO NI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALII Guid 2013 PROGRAMMAA POT Pinificzione territorile opertiv Aggiornt l 31 dicembre 20133 Sommrio PRINCIPI GENERALI... 4 GIOVANI...

Dettagli

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI Codice civile: I crediti devono essere iscritti secondo il vlore presumibile di relizzzione; quindi già l netto dell svlutzione derivnte dl monitorggio di ciscun

Dettagli

DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali i sensi del D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e ss.mm.ii. TESTO UNICO SULL SLUTE E SICUREZZ SUL LVORO ttuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto

Dettagli

Prot. N 8502/A32 Augusta lì, 18/09/2014

Prot. N 8502/A32 Augusta lì, 18/09/2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STTLE "SLVTORE TODRO" 96011 UGUST (SR) - Via Gramsci - 0931/993733-0931/511970

Dettagli

UBICAZIONE: Comune... località... Residenza... CAP posta...

UBICAZIONE: Comune... località... Residenza... CAP posta... OMPILR PRT LL UTORIT' FISLI Numero progressive della lista delle dichiarazioni ricevute IHIRZION I FINI LL TRMINZION LL IMPOST SUL PTRIMONIO - unità di abitazione o alloggi, locali destinati al tempo libero

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA

LE INTERSEZIONI Dispense didattiche di TOPOGRAFIA lsse qurt Docente: In. Ntt MODULO I: IL RILIEVO TOOGRFIO UD I: L INQUDRMENTO ON LE RETI - INTERSEZIONI LE INTERSEZIONI Dispense didttiche di TOOGRFI r M unto di ollins O s θ 00 O d O d 00 θ θ ω ' ω θ c'

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura .S.: - - IC GIOVNNI XXIII/CESTE MIICBC (CF: ) nno Finnzirio: Ftture registro unico Ftture trovte: Numero- Dt Prg Reg Procoll o /B - -- /B - -- /B - -- Tipo Doc fttur fttur fttur Numero Fttur V- /M Dt Fttur

Dettagli

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE

CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE Conosimo le norme sull siurezz e sul iritto utore Unità 7 UNITÀ DIDATTICA 7 CONOSCIAMO LE NORME SULLA SICUREZZA E SUL DIRITTO D AUTORE IN QUESTA UNITÀ IMPAREREMO... onosere le norme he regolno il iritto

Dettagli

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)?

4. Qual è il requisito principale per la saldatura di acciai a basso contenuto di carbonio (acciai dolci)? 1. Qule ei metoi ell eleno è ppliile ll ossizione ell iio? Menio Iniezione Chimio A sintill 2. Qule elle seguenti frsi rigur l punzontur? È un lvorzione lo he non inue grne eformzione el pezzo È un lvorzione

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione pag. 2. Tabella comparativa simboli D.Lgs. 81/2008 con UNI EN ISO 7010:2012 4

SOMMARIO. Introduzione pag. 2. Tabella comparativa simboli D.Lgs. 81/2008 con UNI EN ISO 7010:2012 4 SORIO Introduzione pag. 2 Tabella comparativa simboli D.Lgs. 81/2008 con UNI N ISO 7010:2012 4 Segnali di (solo simbolo) 7 Segnali di (simbolo + testo) 10 Segnali di Divieto (solo simbolo) 16 Segnali di

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1).

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1). D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrtive l D.Lgs. 19 gosto 2005, n. 192, recnte ttuzione dell direttiv 2002/91/CE, reltiv l rendimento energetico nell'edilizi. Pubblicto nell Gzz.

Dettagli

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO

IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL LIBRO DI MORMON UN ALTRO TESTAMENTO DI GESÙ CRISTO IL Libro di Mormon RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER MANO DI MORMON TRATTO DALLE TAVOLE DI NEFI

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

a) Dopo che avrò dormito starò meglio

a) Dopo che avrò dormito starò meglio SA00001 Qul è il complemento predictivo del soggetto nell frse: Mrio scoltv silenzioso, ffscinto dlle prole del professore? SA00002 Qule delle seguenti frsi contiene un predicto SA00003 Qul è l ttributo

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012 Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale Politiche mbientali, nergia e Cambiamenti Climatici Settore Servizio Idrologico Regionale Centro Funzionale della Regione Toscana M Monitoraggio quantitativo

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli