CONTABILITA ANALITICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTABILITA ANALITICA"

Transcript

1 CONTABILITA ANALITICA Manuale Operativo Rel. 5.20

2 Indice GUIDA DI RIFERIMENTO... 3 INTRODUZIONE... 3 ARCHIVI DI BASE... 4 P.d.C. Analitici... 4 Anagrafica P.d.C... 4 Piano dei Conti... 4 Abbinamento PdC/PdC Generale... 5 C.d.C. Analitici... 5 Anagrafica C.d.C Centri di Costo... 6 Abbinamento CdC/PdC Generale... 6 Aziende... 7 Anagrafica Azienda... 7 Budget / Contabilità... 8 Tabelle Preventivo... 8 Ripartizioni C.I Stampa Ripartizioni C.I Parametri Ripartizioni C.I... 9 Tabelle Consuntivo Ripartizioni C.I Stampa Ripartizioni C.I Parametri Ripartizioni C.I Tabella Esclusioni Formule Ripartizione Stampa Formule Ripartizioni Tabelle Paghe Abbinamento Tot./PdC Generale Formule di Ripartizione Stampa Formule UTILITÀ Aggiornamento Ripartizioni C.I. (P) Aggiornamento Ripartizioni C.I. (C) Duplicazione Tabelle Import PdC Generale BUDGET Preventivo Stampa Brogliaccio Bilancio Preventivo Consuntivo Extracontabile Gestione Contabile Generazione Movimenti Analitici Stampa Brogliaccio Bilancio Consuntivo Contabilizzazione Paghe Maturato Estrazione Maturato Accodamento Maturato Bilancio Maturato Controllo Budget Manuale CONTABILITA ANALITICA Indice Pagina 2

3 Contabilità Analitica Guida di Riferimento Introduzione L applicativo si rivolge a tutte le società, associazioni, società di servizi, aziende associate, che intendono monitorare e analizzare in maniera puntuale costi e ricavi ed è totalmente integrato con la contabilità generale e la parcellazione/gestione associazioni. Da un punto di vista funzionale consente di integrare la Prima Nota di Contabilità Generale (PNGenerale) basata sul Piano dei Conti (PdcGenerale), con un nuovo elemento definito Prima Nota Analitica (PNAnalitica) basato su altri elementi di identificazione e classificazione definiti per semplicità Piani dei conti (PdcAnalitici) e Centri di Costo (CdcAnalitici). Non sono necessarie funzioni di import e di export, se non quelle già in uso per aggiornare la Sede Centrale con i dati delle periferie poiché si condivideranno già tutte le informazioni necessarie (anagrafiche, movimenti contabili, prestazioni da fatturare, ecc). Per quanto riguarda le modalità di trattamento dei dati ci sono tre possibilità: la prima è rappresentata dalla PNAnalitica che integra quella contabile (Budget consuntivo); la seconda è rappresentata dalle prestazioni da fatturare che integrano la prima nota analitica (Budget maturato); la terza è rappresentata dal Budget preventivo che poi sarà raffrontato con le voci di consuntivo indicate sopra. Nella PNAnalitica, utilizzando i PdcAnalitici ed i CdcAnalitici, si potranno effettuare delle registrazioni sia legate alla contabilità che extracontabili. Vengono dunque previste le seguenti classificazioni: il Pdc utilizzato in PNGenerale che rispecchia sostanzialmente quelle che sono le esigenze civilistiche e fiscali dell azienda; il Pdc Analitico, più o meno dettagliato rispetto al PdcGenerale, con griglie di corrispondenza; fino a due tabelle di Cdc per classificare, in base alle esigenze aziendali, le destinazioni dei costi e dei ricavi (es..uffici/servizi.). La riclassificazione dei movimenti contabili su più dimensioni consente di effettuare dei bilanci trasversali rispetto alla codifica scelta. Grazie a questa possibilità infatti si possono effettuare bilanci sia per PdcAnalitico sia per CdcAnalitico (per Ufficio, Servizio, Natura) ma soprattutto è possibile incrociare i PdcAnalitici con il CdcAnalitico ottenendo quindi bilanci: per Ufficio diviso per Servizi per Servizio diviso per Uffici per Natura diviso per Ufficio, diviso per Servizio. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 3

4 Contabilità Analitica Guida di Riferimento Archivi di base All interno del menu in oggetto vengono gestiti gli archivi e le tabelle principali, da popolare prima di procedere con il flusso operativo. Segnaliamo che la procedura permette di utilizzare Pdc e CdC diversi per ogni annualità, per cui in tutte le principali funzioni viene richiesta l annualità per le quali tali funzioni vengono attivate. Per tutte le tabelle non è gestita un apposita voce di menu per poterne effettuare la stampa ma è possibile selezionare Dati in archivio + <Fx> Stampa dall help di campo presente nelle tabelle stesse. P.d.C. Analitici Anagrafica P.d.C. La funzione richiede l inserimento delle principali informazioni del Piano dei Conti analitico, ossia l anno di riferimento, il codice e la descrizione, il numero di livelli del PdC (massimo 4 livelli) e l etichetta che si vuole assegnare al PdC stesso (l etichetta viene utilizzata nelle intestazioni di colonna sia in gestione che in stampa). Si consiglia, almeno per il primo anno di gestione, di utilizzare un PdC analitico a 3 livelli per avere una uniformità con il Piano dei Conti contabile. GESTIONE BUDGET - Gestione Anagrafica Piano dei Conti Anno : 2005 Codice P.d.C. : 1 Descrizione : PdC analitica 1 Livelli : 3 Etichetta : PdC 1 Piano dei Conti Con questa funzione viene creata la struttura del Piano dei Conti fino al livello scelto. Nell esempio vengono creati mastri, conti e sottoconti (PdC a 3 livelli) con codice, descrizione, tipo (costo o ricavo) e alias (chiave di ricerca alternativa). Si segnala che, in alternativa alla creazione manuale, è possibile duplicare l intero Piano dei Conti contabile nel Piano dei Conti analitico utilizzando la procedura Import PdC Generale presente tra le Utilità, per poi procedere con la personalizzazione del PdC analitico tramite la cancellazione dei conti non utilizzati e l inserimento di nuovi conti più propriamente analitici. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 4

5 GESTIONE BUDGET - Gestione Piano dei Conti Anno : 2005 Codice P.d.C. : 1 - PdC analitica 1 C o n t o Livello 1 : 8 - COSTI Livello 2 : 01 - ACQUISTI Livello 3 : ACQUISTO DI MATERIE PRIME Livello 4 : - Descrizione : ACQUISTO DI MATERIE PRIME Tipo : C Alias : Abbinamento PdC/PdC Generale Con questa funzione viene effettuato l abbinamento tra i conti del PdC generale (cioè quello contabile) e quelli del PdC analitico, selezionando sempre l ultimo livello del PdC. A ciascun conto del PdC contabile possono essere abbinati uno o più conti del PdC analitico. Nel caso in cui sia stata effettuata la duplicazione del PdC generale descritta nel paragrafo precedente, si troveranno automaticamente già abbinati tutti i conti (uno ad uno, codice conto contabile uguale a codice conto analitico); partendo da tale struttura si potrà procedere con la cancellazione o con la disabilitazione dei conti non utilizzati (test Abilitato impostato a N ). GESTIONE BUDGET - Abbinamento P.d.C. Generale/P.d.C. Analitico P.d.C. COGE : 1 - piano dei conti uno Anno : 2005 Codice P.d.C.: 1 - PdC analitica 1 Conto COGE : ACQUISTO DI MATERIE PRIME Conto : ACQUISTO DI MATERIE PRIME Abilitato : S C.d.C. Analitici Anagrafica C.d.C. La funzione permette di inserire le informazioni principali del Centro di Costo, ossia l anno di riferimento, il codice e la descrizione, il numero di livelli fino al quale di vuole discendere in fase di codifica dei CdC (massimo 3 livelli) e l etichetta che si vuole assegnare al CdC stesso. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 5

6 GESTIONE BUDGET - Gestione Anagrafica Centro di Costo Anno : 2005 Codice C.d.C. : 1 Descrizione : Servizi Livelli : 2 Etichetta : Serv. Centri di Costo Con questa funzione viene creata la struttura dei Centri di Costo fino al livello prescelto, dopo aver richiamato il CdC anagrafico impostato con la funzione precedente. Occorre prestare attenzione alla particolare modalità di caricamento che prevede che, dopo la conferma del Livello 1, il caricamento del Livello 2 sia possibile solo a seguito della digitazione del Livello 1 (non si può richiamare il Livello 1 tramite help F2, in quanto in questo caso viene saltato l input sul Livello 2). Analoga modalità si deve utilizzare per il caricamento del Livello 3 in riferimento al precedente Livello 2. GESTIONE BUDGET - Gestione Centro di Costo Anno : 2005 Codice C.d.C. : 1 - Servizi Centro di Costo Livello 1 : 001 SERVIZI CONTABILI E FISCALI Livello 2 : Tenuta Contabilità Livello 3 : - Descrizione : Tenuta Contabilità Alias : +- Selezione CENTRI DI COSTO C.Costo Descrizione Alias 001 SERVIZI CONTABILI E FISCALI Tenuta contabilit Dichiarazione Redditi 002 SERVIZI LEGALI Consulenza Legale Consulenza separazione Consulenza tributaria Nella fase di parametrizzazione della struttura dei Centri di Costo si consiglia di inserire un centro di costo 999 Tutti i CdC da ripartire (CdC virtuale) utlizzato nel caso di quei costi indiretti per i quali in fase di registrazione della fattura non si conosce la precisa destinazione; questo specifico centro di costo deve essere creato per tutti i livelli della struttura. Per i CdC in oggetto dovranno poi essere create delle Ripartizioni da applicare in fase di stampa del bilancio analitico, per ripartire appunto il centro di costo virtuale negli specifici centri di costo reali. Abbinamento CdC/PdC Generale Con questa funzione viene effettuato l abbinamento tra i conti del PdC contabile e quelli del CdC analitico (selezionando sempre l ultimo livello del CdC). Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 6

7 Al conto del PdC contabile possono essere abbinati uno o più CdC analitici. In questo modo la procedura è in grado, in fase di caricamento di un documento dalla contabilità, di proporre il CdC più opportuno in relazione al conto di costo o di ricavo impostato in nel castelletto CO.GE. GESTIONE BUDGET - Abbinamento P.d.C. Generale/C.d.C. Analitico P.d.C. COGE : 1 - piano dei conti uno Anno : 2005 Codice P.d.C.: 1 - Servizi Conto COGE : ACQUISTI MODULISTICA X RIVENDITA C.Costo : Tenuta Contabilità Abilitato : S Aziende Anagrafica Azienda Dopo aver creato i PdC analitici ed i CdC analitici occorre scegliere le anagrafiche delle aziende che si intende gestire con la contabilità analitica. Sul campo Codice Azienda è possibile caricare una nuova azienda utilizzando il tasto funzione <F x> Caricamento azienda (e richiamarla con il tasto funzione <F x> Help Aziende Caricate ) oppure è possibile richiamare un azienda gestita in contabilità con il tasto funzione di help standard. Vengono poi richiesti l anno, il codice del PdC analitico ed il codice del/dei CdC analitici (fino ad un massimo di 2). GESTIONE BUDGET - Anagrafica AZIENDA Codice Azienda : xxxxx - Codice Fiscale : XXXXXXXXXXXXXXXX Partita Iva : Anno Budget : 2005 Codice Pdc : 1 - PdC analitico 1 Codice Cdc 1 : 1 - SERVIZI Codice Cdc 2 : 2 SEDI TERRITORIALI L azienda gestita in contabilità, per avere l aggancio automatico alla contabilità analitica in fase di caricamento o variazione dei movimenti contabili, deve avere il test Contabilità analitica valorizzato ad S. Si sottolinea inoltre che le aziende che gestiscono i Centri di Costo in contabilità devono continuare a valorizzare il test Gestione Centri Costo ad S in quanto i CdC sui conti patrimoniali continueranno ad essere gestiti dalla contabilità; la gestione dei CdC sui costi e ricavi verrà invece demandata alla contabilità analitica (vedi videata sotto riportata). Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 7

8 Codice ABI : Codice CAB : Codice Conto Corrente : Codice concessione : TORINO Gestione centri costo : N Tipo utilizzo c/costo : N Codice lingua : Italiano Gestione part. aperte : Nessuna gestione Gestione Beni Usati : N Codici abituali : N Contabilita' analitica: S Budget / Contabilità Questa funzione permette di abbinare l azienda (gestita per specifico anno budget) con l esercizio contabile e decidere se abilitarla o meno alla gestione analitica. GESTIONE BUDGET - Abbinamento Budget - Contabilita' Codice Azienda : xxxxx - Codice Fiscale : XXXXXXXXXXXXXXXX Partita Iva : Esercizio CoGe : 05/05 Abilitato : S Tabelle Preventivo Ripartizioni C.I. La funzione Ripartizioni C.I. viene utilizzata per ripartire i costi indiretti imputati al centro di costo 999 Tutti i cdc da ripartire. Le ripartizioni create vengono applicate solo in fase di stampa, senza generare né modificare i movimenti di contabilità analitica Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget:2005 Ripartizione : Cdc 1 (Serviz) : 999 Tutti i servizi da ripartire Cdc 2 (Sedi ) : 999 Tutte le sedi da ripartire Pdc (PdC 1 ) : Numero : 1 Dt. Inizio: 01/01/2005 Dt. Fine: 31/12/2005 Tipo : P Anno Param.Bil.: 0000 Nome Param.Bil.: Attiva: S Note : Numero Perc Cdc 1 Cdc , , Azienda : Tot. % : 100,00 Cdc 1 (Serviz) : Dichiarazione dei redditi Cdc 2 (Sedi ) : Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 8

9 Elenco campi di testata : - Azienda: indicare l azienda - Ripartizione: serve a definire il tipo di formula. Può essere indicato 1, 2 o 3 per definire se la formula vale per la prima classificazione, la seconda classificazione oppure entrambe. - Cdc1/Cdc2/Pdc: indica la classificazione da considerare. L ordine di Cdc1 e Cdc2 è subordinato al tipo ripartizione impostato nel campo precedente. - Numero/Dt. Inizio/Dt. Fine : servono per impostare regole diverse nel corso dell anno. - Tipo: indicare il tipo di ripartizione ossia P per percentuale oppure C per conto. La ripartizione dei costi indiretti può essere effettuata per valori percentuali ( Tipo = P ), con gestione manuale delle regole di ripartizione, oppure per conto ( Tipo = C ) con la gestione di formule dinamiche legate ad esempio a dati ricavati dalla contabilità analitica stessa (es. volume d affari...). In quest ultimo caso verrà associata la regola impostata nel campo Nome param.bil. e creata dalla scelta Parametri Ripartizioni C.I.. - Anno Param.Bil. : indicare l anno budget di riferimento. - Nome Param.Bil. : indicare il nome della parametrizzazione salvata nei parametri ripartizioni. - Attiva: indicare se la formula è attiva o meno; solo se la formula risulta attiva verrà valutata in stampa. - Note: indicare le annotazioni desiderate. Dopo aver confermato la testata viene richiesto come ripartire i movimenti cui la formula deve essere applicata. Se il campo Ripartizione è stato impostato a 1 o 2 viene richiesta la sola compilazione di Cdc1 o Cdc2, se invece lo stesso campo è stato impostato a 3 devono essere compilati entrambi. Stampa Ripartizioni C.I. La funzione Ripartizioni C.I. viene utilizzata per stampare le ripartizioni create con la precedente funzione. GESTIONE BUDGET - Stampa Formule di Ripartizione Costi Indiretti Codice Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget : 2005 Formule : Viene richiesto di imputare l azienda, l anno e, nel campo Formule, se si vogliono stampare tutte le formule create oppure solo quelle prenotate (valori T utte o P renotate). In quest ultimo caso viene aperto il seguente help nel quale possono essere prenotate con il tasto tag/untag le formule che si desidera stampare. + HELP FORMULE RIPARTIZIONE COSTI INDIRETTI R T CdC1 CdC2 PdC Num. Dal Al Note 1 P /01/ /12/ Fine + Parametri Ripartizioni C.I. Con questa procedura si definisce e memorizza il criterio di stampa di bilancio che rappresenta la base di calcolo; in pratica viene detto al programma di effettuare le ripartizioni dei costi indiretti sulla base dei parametri parametri impostati (es. volume d affari). Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 9

10 GESTIONE BUDGET - Gestione Parametri Formule di Ripartizione tipo 'P' - Codice Azienda : xxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget : 2005 Nome : RICAVI Altre Aziende : N Data Inizio : 00/00/0000 Data Fine : 99/99/9999 Tipo Movimenti : T Classificazione Selezione Pdc (PdC 1 ) : P Elenco campi: - Azienda: indicare l azienda. - Anno budget: indicare l anno budget. - Nome: indicare il nome da assegnare al parametro. - Altre aziende: come per la stampa dei bilanci è possibile prenotare altre aziende nel caso in cui si voglia gestire un bilancio consolidato del gruppo. - Data inizio/fine: indicare il periodo di riferimento. - Tipo movimenti: come per la stampa dei bilanci è possibile decidere se considerare solo i movimenti contabili, solo quelli extracontabili oppure entrambi (valori C ontabili E xtracontabili T utti). - Selezione: occorre indicare T utti per selezionare tutti i sottoconti oppure P renotati per selezionare con il tag/untag i sottoconti del PdC analitico che rappresentano ad esempio il volume d affari. Tabelle Consuntivo Ripartizioni C.I. Vedere l omonima funzione presente nelle Tabelle Preventivo. Stampa Ripartizioni C.I. Vedere l omonima funzione presente nelle Tabelle Preventivo. Parametri Ripartizioni C.I. Vedere l omonima funzione presente nelle Tabelle Preventivo. Tabella Esclusioni La funzione viene utilizzata per escludere eventuali sottoconti del PdC dalla gestione analitica. Questa procedura viene utilizzata ad esempio per escludere i sottoconti Ratei/Risconti oppure Fatture da emettere/ricevere perché questi tipi di conti possono essere gestiti con l ausilio dei movimenti temporali analizzati più avanti. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 10

11 GESTIONE BUDGET - Esclusione Conti per generazione analitica Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Eser. CoGe : 05/ Conto contabile Descrizione RATEI PASSIVI RATEI ATTIVI RISCONTI ATTIVI RISCONTI PASSIVI Formule Ripartizione Tra le tabelle relative al consuntivo troviamo anche la tabella che permette di impostare delle formule per la ripartizione automatica degli importi dei costi/ricavi imputati, ripartizione applicata sia in fase di inserimento manuale della PNAnalitica che in fase di generazione automatica. Le formule di ripartizione o, meglio definite, causali di analitica, permettono di definire, anche post startup cliente, come generare in automatico un movimento di analitica; vengono solitamente applicate ai ricavi ma possono essere gestire anche per i costi Azienda : xxxxx - Anno Budget:2005 Formula : centro di costo contabile 1 P.d.C. COGE: 01 Conto Coge: VENDITE ITALIA Numero : 1 Dt. Inizio: 01/01/2005 Dt. Fine : 31/12/2005 Note : centro di costo Numero Perc Pdc Cdc 1 Cdc , , Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Tot. % : 100,00 Pdc (PDC1 ) : VENDITE ITALIA Cdc 1 (Serviz) : Tenuta contabilità Stampa Formule Ripartizioni La funzione viene utilizzata per stampare tutte le formule di ripartizione create oppure solo quelle prenotate (impostando il valore P nel campo Formule viene aperto l help sulle formule stesse). GESTIONE BUDGET - Stampa Formule di Ripartizione Codice Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget : 2005 Formule : T Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 11

12 Tabelle Paghe Abbinamento Tot./PdC Generale La procedura in oggetto genera dalle paghe la partita contabile ed il movimento analitico. Dal modulo paghe deve essere prodotto un file «Nopaco» per ogni singola azienda che conterrà le seguenti informazioni : mese/anno/azienda/totalizzatori con importi + segno (D/A) con dettaglio Cdc/Reparto + riepilogo nello stesso file. GESTIONE BUDGET - Abbinamento P.d.C. Generale/Totalizzatori Paghe Anno : 2005 Totalizzatore : 001 (Stipendi/Salari) Codice P.d.C. : 1 - piano dei conti contabile Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Reparto : 1 Conto Dare P.d.C. : COSTO DEL PERSONALE Conto Avere P.d.C.: Si aggancia il totalizzatore paghe ad un sottoconto di Contabilità Analitica. Si può operare una personalizzazione a livello di azienda/reparto. Occorre obbligatoriamente creare un totalizzatore virtuale (nel senso che non sarà presente sul file del DataBase Paghe) con codice ARR da agganciare sia in Dare che in Avere per accogliere eventuali differenze presenti sul file. Formule di Ripartizione Azienda : xxxxx - Anno Budget:2005 Reparto : Totalizz. : 001 Numero : 1 Dt. Inizio: 01/01/2005 Dt. Fine : 31/12/2005 Note : Numero Perc Pdc Cdc 1 Cdc , , Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Tot. % : 100,00 Pdc (PDC1 ) : ACQUISTO DI MATERIE PRIME Cdc 1 (Serviz) : Tenuta contabilità Questa tabella serve alla generazione della Contabilità Analitica. In questa fase si specifica la destinazione di un reparto paghe (che corrisponde all unità minima di contabilizzazione, quindi un singolo dipendente od un gruppo di dipendenti) con possibilità di personalizzazione per periodo e totalizzatore. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 12

13 Stampa Formule GESTIONE BUDGET - Stampa Formule di Ripartizione Paghe Codice Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget : 2005 Formule : T E la stampa delle formule di ripartizione illustrate in precedenza. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 13

14 Contabilità Analitica Guida di Riferimento Utilità All interno del menu in oggetto vengono gestite i programmi di utilità di carattere generale. Aggiornamento Ripartizioni C.I. (P) Questa funzione serve per determinare automaticamente le percentuali ed a memorizzarle sulle formule prima di lanciare i bilanci. Tale procedura deve essere eseguita una volta inizialmente e poi solo quando i criteri di ripartizione devono essere rivisti (o la base di calcolo è mutata); in questo caso, se dalla stampa di Bilancio si richiede la ripartizione, i costi indiretti legati a queste formule verranno ripartiti. In pratica, dopo aver impostato i parametri di ripartizione, occorre lanciare tale aggiornamento per avere per avere in Ripartizioni C.I. (P) la ripartizione aggiornata. GESTIONE BUDGET - Aggiornamento Formule Rip. Costi Indir. (tipo P) Codice Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget : 2005 Formule : P I campi richiesti sono : - Azienda : indicare l azienda. - Anno budget : indicare l anno budget. - Formule : indicare T utte per selezionarle tutte oppure P renotate per poter selezionare, dall help sotto riportato, le formule che si desidera aggiornare. + HELP FORMULE RIPARTIZIONE COSTI INDIRETTI R T CdC1 CdC2 PdC Num. Bilancio riferimento calcolo Anno 1 P xxxxxxxxxx Fine + Aggiornamento Ripartizioni C.I. (C) Vedere il paragrafo Aggiornamento Ripartizioni C.I. (P) sopra descritto. Duplicazione Tabelle Con questa funzione è possibile duplicare le tabelle sotto visualizzate. La procedura deve essere utilizzata per duplicare le tabelle di anno in anno sulla stessa azienda ma può essere anche utilizzata per duplicare le informazioni da un azienda ad un altra. Per ogni tabella viene richiesto se duplicare in sostituzione T (scelta solitamente usata), in accodamento D oppure se non duplicare N. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 14

15 GESTIONE BUDGET - Duplicazione Tabelle/Apertura Anno Codice Azienda : xxxxx - Anno Budget : 2005 Duplica in : Codice Azienda : xxxxx xxxxx Anno Budget : 2005 Anagrafica - Azienda : N Preventivo - Formule Costi Indiretti : N Anagrafica - Budget/Contab. : N Preventivo - Parametri di Bilancio : N Pdc Analitici - Anagrafica : N Consuntivo - Formule Costi Indiretti : N Pdc Analitici - Abbinamento : N Consuntivo - Parametri di Bilancio : N Cdc Analitici - Anagrafica : N Consuntivo - Formule di Ripartizione : N Cdc Analitici - Abbinamento : N Consuntivo - Tabella Esclusioni : N Paghe - Abbinamento Totaliz./Pdc : N Paghe - Formule di Ripartizione : N Travaso Movimenti Temporali : N -F S+F7 ---F SEL-- (N)-Non duplicare / (D)-Duplica in accodamento / (T)-Duplica in sostituzione Import PdC Generale Utilizzando questa procedura è possibile duplicare uno specifico PdC contabile (selezionato nel campo P.d.C. COGE ) in un PdC analitico (selezionato con anno + codice PdC). Confermando i dati parte l elaborazione al termine della quale si chiude automaticamente la procedura. Questa funzione può essere utilizzata ogni qualvolta viene effettuata una modifica sul PdC contabile (o, ad esempio, lanciata ogni giorno). GESTIONE BUDGET - Acquisizione Piano dei Conti Generale P.d.C. COGE : 1 - piano dei conti uno Anno : 2005 Codice P.d.C.: 1 - PdC analitica ELABORAZIONE IN CORSO Per quanto riguarda i Cdc non esiste invece una importazione dell archivio dalla contabilità generale a quella analitica; ho la possibilità, però, di creare un Cdc indiretto (bidone) dove appoggio i movimenti desiderati, i quali verrano poi ripartiti nei vari Cdc specifici utilizzando le Ripartizioni. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 15

16 Contabilità Analitica Guida di Riferimento Budget Preventivo La funzione in oggetto viene utilizzata per caricare manualmente dei movimenti analitici di tipo preventivo. GESTIONE BUDGET - Budget Preventivo Codice Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Codice Fiscale : XXXXXXXXXXXXXXXX Partita Iva : Anno Budget : 2005 Num. Budget : 1 Dt. Operazione : 01/01/2005 Importo : 1.500,00+ Pdc (PDC1 ) : ACQUISTO DI MATERIE PRIME Cdc 1 (Serviz) : Piemonte Note : N. Riferimento : 1 Dt.Riferimento : 01/01/2005 I campi richiesti sono : - Codice Azienda : indicare l azienda. - Anno Budget : indicare l anno budget. - Numero Budget : è il progressivo del movimento caricato proposto automaticamente dal programma. Sul campo è attivo il tasto funzione di help che apre la seguente maschera dalla quale è possibile scegliere un movimento precedentemente caricato per visualizzarlo oppure modificarlo. + Selezione BUDGET PREVENTIVO Numero Dt.Oper. Importo Conto C.Costo1 C.Costo2 Note 1 01/01/ , Fine + - Data operazione : indicare la data dell operazione. - Importo : indicare l importo del movimento. - PdC : indicare il sottoconto del Piano dei Conti analitico al quale collegare il movimento. Da notare che si possono inserire tutti i livelli del Pdc, dal primo al quarto. - CdC : indicare il Centro di Costo analitico al quale collegare il movimento. Nell ultima parte possono essere inserite delle informazioni aggiuntive quali Note, N. Riferimento e Dt. Riferimento. Stampa Brogliaccio Utilizzando tale scelta è possibile stampare il brogliaccio dei movimenti analitici di tipo preventivo. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 16

17 GESTIONE BUDGET PREVENTIVO - Stampa Brogliaccio Codice Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget : 2005 Data Inizio : 00/00/0000 Data Fine : 99/99/9999 Pdc (PDC1 ) : T Cdc 1 (Serviz) : T I campi richiesti sono l azienda, l anno, la data inizio/fine con le quali leggere il range dei movimenti desiderati, il sottoconto ed il centro di costo; in questi ultimi due campi è possibile inserire il valore T (tutti) oppure P (prenotati), selezionando con il tag/untag dalla maschera presentata i Conti/CdC desiderati. Bilancio Preventivo Utilizzando tale funzione è possibile fare la stampa grafica di un bilancino analitico di tipo preventivo. Si sottolinea che, in questa come in tutte le altre stampe dell analitica, non vengono gestiti i progressivi ossia non viene congelata la situazione ad una certa data di stampa effettiva in quanto non trattiamo con bilanci di tipo fiscale ma gestionale. GESTIONE BUDGET - Stampa Bilancio Preventivo Codice Azienda : xxxxxx - xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx Anno Budget : 2005 Altre Aziende : N Data Inizio : 00/00/0000 Data Fine : 99/99/9999 Data Stampa : 27/01/2005 Tipo Movimenti : T Sim. Ripartiz. : S Tipo Output : S - Stampa Classificazione Selezione Esposizione Dett. Tot. Sal.0 Salto Pdc (PDC1 ) : T 2 3 N N N Cdc 1 (Serviz) : T 1 2 N N N I campi da indicare sono : - Codice Azienda : indicare l azienda. - Anno Budget : indicare l anno budget. - Altre aziende : indicare N (nessuna) oppure P (prenotate) se si desidera selezionare una o più altre aziende i cui movimenti vogliono essere inclusi nel bilancino; selezionando le aziende che si intende raggruppare viene prodotto un bilancio di tipo consolidato. - Data inizio/fine : indicare la data inizio/fine movimenti. - Data Stampa : indicare la data stampa. - Tipo movimenti : l input viene saltato in quanto è un campo utilizzato per la stampa del bilancio consuntivo e del controllo budget. In tali stampe i valori che può assumere il campo sono C per stampare solo i movimenti contabili, E per stampare solo i movimenti extracontabili oppure T per stamparli entrambi. - Simulazione Ripartizioni : indicare uno dei valori spiegati nell help sotto riportato. Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 17

18 ++ Simulazione ripartizioni Definisce se e come effettuare le ripartizioni dei costi o dei ricavi indiretti ricavandoli dalle formule di riparti- zione. Impostando: S = vengono applicate le ripartizioni. (come da archivio) N = non vengono applicate le ripartizioni. D = esposizione dei soli Cdc diretti (non vengono applica- (no cdc indiretti 999 ) te le ripartizioni). R = esposizione dei soli Cdc indiretti (vengono applicate (solo cdc indiretti) le ripartizioni). P = esposizione separata dei Cdc indiretti con lo stesso (cdc diretti+indiretti) dettaglio dei Cdc diretti (vengono applicate le ripar- tizioni). E' la "somma" delle stampe D e R. T = esposizione dei soli totali dei Cdc indiretti dopo i (cdc diretti + indiretti relativi Cdc diretti (vengono applicate le ripartizio- con i soli totali) ni) Tipo output : indicare S (stampa) oppure F (file). Indicando F viene richiesto il percorso ed il nome del file da produrre; in questo caso viene in pratica generato un file formattato Excel. Specchietto dettaglio stampa ; nello specchietto viene definita la logica di stampa del bilancio. Devono essere valorizzati i seguenti campi : - PdC : valorizzato a T (tutti) o P (prenotati) - CdC : valorizzato a T (tutti) o P (prenotati). Su entrambi i campi viene aperto l help sotto riportato : ++ Selezione Consente di selezionare TUTTI gli elementi della classificazione corrente, oppure di prenotarne solo alcuni. T = Tutti gli elementi P = Prenotazione degli elementi Esposizione : indicare 1,2 o 3 secondo la logica sotto riportata (campo presente per PdC e CdC). In pratica occorre definire in che ordine stampare i 3 livelli e quali stampare. ++ Esposizione Definisce la logica con cui i dati verranno esposti. Con spazio si evita la stampa della classificazione. Natura : Ufficio di xxxxxxx Uffici : 1 +-> 001 Servizio Contabilita' Servizi: Acquisto cancelleria Natura : Acquisto cancelleria Uffici : 2 +-> 001 Ufficio di xxxxxxx Servizi: Ufficio di yyyyyyy Dettaglio : indicare Spazio, 1, 2 o 3 (campo presente per PdC e CdC). ++ Dett. (Dettaglio) Per ogni classificazione e' possibile impostare il dettaglio con cui verra' stampata. Ad esempio, se il Pdc e' strutturato su 3 livelli (Mastro/Conto/Sotto- conto), impostando 2 si avrebbe la stampa dei soli 2 livelli piu' alti (Mastro e Conto) Totali : indicare S o N (campo presente per PdC e CdC). Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 18

19 ++ Tot. (totali intermedi) E' possibile ottenere dei totali intermedi (o totali parziali) nella stampa valorizzando il campo con S. Impostando N si avra' solo il totale generale. Da notare che questa funzionalita' riveste partico- lare importanza qualora si intenda produrre un file con i soli dati di dettaglio senza alcun totale Saldo : indicare S o N (campo presente per PdC e CdC). ++ Sal. 0 (Saldo = 0) Consente di stampare anche i sottoconti / centri di costo che hanno il saldo uguale a zero. S = stampa anche i Pdc/Cdc con saldo = 0 (tutti) N = stampa solo i Pdc/Cdc con saldo diverso da Salto pagina : indicare S o N per effettuare o meno il salto pagina quando cambia il valore della classificazione. All interno della procedura, e anche per il bilancio maturato, consuntivo e per il controllo budget, sono presenti i seguenti tasti funzione : - <F x> Salva Paramametri Bilancio per salvare con un nome la/le parametrizzazioni volute. - <F x> Apri Paramametri Bilancio per aprire una parametrizzazione precedentemente salvata. - <F x> Cancella Paramametri Bilancio per cancellare la/le parametrizzazioni volute. - <F x> Data proiezione per effettuare la stampa del bilancio con la proiezione desiderata. Esempio di stampa xxxxx s.r.l. Sede Legale xxxx IVREA (TO) Bilancio dal 01/01/2005 al 31/12/2005 con ripartizioni Numero Pagina 1 Anno Budget 2005 Data Stampa 08/02/2005 B I L A N C I O P R E V E N T I V O Conto Descrizione PDC Pdc 1 CDC Servizi SERVIZI FISCALI RICAVI DA SERVIZI FISCALI ACQUISTO DI LIBRI E CANCELLERIA SPESE TELEFONICHE SPESE DI LOCAZIONE SPESE DEL PERSONALE TENUTA CONTABILITÀ RICAVI DA TENUTA CONTABILITA ACQUISTO DI LIBRI E CANCELLERIA SPESE TELEFONICHE SPESE DI LOCAZIONE SPESE DEL PERSONALE , , , , , , , , , , , ,00+ Totale Costi Totale Ricavi Utile/Perdita Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 19

20 Consuntivo Extracontabile La funzione in oggetto permette di caricare manualmente dei movimenti analitici di tipo consuntivo senza passare dalla gestione contabile. Azienda : xxxxx - Anno Budget : 2005 Nr. Partita : 1 Data Operazione : 31/01/ Numero S Importo Pdc Cdc 1 Cdc D 6.000, Pdc (PDC1 ) : ACQUISTO DI MATERIE PRIME Data Fine : 00/00/0000 Cdc 1 (Serviz) : Tenuta contabilità Totale DARE : 6.000,00+ Totale AVERE : 0,00+ Note : Differenza : 6.000,00+ D I campi richiesti sono : - Azienda : indicare l azienda. - Anno budget : indicare l anno budget. - Nr. Partita : è un numeratore progressivo proposto automaticamente. Sul campo è attivo il tasto funzione di help (sotto riportato) per vedere le partite già caricate. + Selezione MOVIMENTI Partita Dt.Operaz. Annotazioni S Importo 1 31/01/2005 D 6.000, Fine + Si sottolinea che l archivio dei numeri di partita dei movimenti extracontabili è tenuto separato rispetto a quello dei movimenti contabili. - Data operazione : indicare la data dell operazione Nella griglia del dettaglio operazione occorre imputare i seguenti dati : - Numero : è il numero progressivo del rigo movimentato. - Segno : inserire il segno dell operazione ossia (D)are o (A)vere. - Importo : indicare l importo del movimento - Pdc : inserire il sottoconto del Pdc analitico. - Cdc1 : indicare il centro di costo 1. - Cdc2 : indicare il centro di costo 2. Su tutti i campi della griglia di dettaglio (eccetto il campo Numero ) è attivo il tasto funzione <F x> Gestione Altri Dati che permette di inserire le note e la data di fine operazione. È opportuno precisare che la data fine serve a gestire la competenza di un costo/ricavo, nel tempo; corrisponde alla funzione attiva ratei e risconti della contabilità generale. Il risultato sarà che nell anno in corso nei bilanci verrà riproporzionata l incidenza del movimento rispetto alle date inizio e fine richieste; la stessa cosa avverrà negli anni successivi perché, in fase di duplicazione tabelle (che corrisponde ad una apertura anno), si potrà selezionare S nel campo Travaso Movimenti Temporali. Gestione Contabile La funzione viene utilizzata per visualizzare e/o manutenere il movimento di analitica generato dalla Prima Nota ordinaria; in pratica la maschera sotto riportata viene visualizzata attivando la scelta in oggetto ed altresì confermando il Manuale CONTABILITA ANALITICA Guida di Riferimento Pagina 20

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

GESTIONE CENTRI DI COSTO

GESTIONE CENTRI DI COSTO GESTIONE CENTRI DI COSTO Basta attribuire un conto economico ad un solo centro di costo fisso, oppure ad un centro di costo generico che, a sua volta, ridistribuisce a percentuale fissa su altri centri

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

Teorema New Gestione condominio

Teorema New Gestione condominio Teorema New Gestione condominio manuale per l'utente 1 Indice Introduzione e condizioni di utilizzo del software La licenza d'uso Supporto tecnico e aggiornamenti I moduli e le versione di Teorema per

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma EVOLUTION L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma Evolution Caratteristiche Tecniche Linguaggio di programmazione: ACUCOBOLGT Case di sviluppo: TOTEM Sistema operativo: WINDOWS,

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc

Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc Aggiornamenti SINERGIA dal 31.10.2012 al 31.10.2014 GESTIONE TABELLE. Nella tabella F AUTD, autorizzazioni pratiche e danni,

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di supporto

Dettagli

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE IL MONDO CAMBIA IN FRETTA. MEGLIO ESSERE DINAMICO Siamo una società vicentina, fondata nel 1999, specializzata nella realizzazione di software gestionali

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Le statistiche sono state raggruppate nelle seguenti aree di attività/processi della struttura sanitaria:

Le statistiche sono state raggruppate nelle seguenti aree di attività/processi della struttura sanitaria: Statistiche e Query partire dalla versione 63_01_006 LabPro ver 5.0 si è arricchito di 2 nuove funzionalità rispettivamente di estrazioni flessibili personalizzabili dei dati storicizzati nel database

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di

Dettagli

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l)

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) Le spese di manutenzione possono essere di diverse tipologie: Spese aventi natura periodica e contrattuale: (pulizia, verniciatura..) che servono per

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE

PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE PROGETTO CONTABILITA FINANZIARIA, ECONOMICA E CONTROLLO DI GESTIONE Come tutte le organizzazioni, le pubbliche amministrazioni, sono caratterizzate da un obiettivo da raggiungere: soddisfare i bisogni

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

MANUALE APPLICATIVO. Allegato

MANUALE APPLICATIVO. Allegato Allegato MANUALE APPLICATIVO Disposizioni in materia di raccolta di informazioni statistiche per la bilancia dei pagamenti e la posizione patrimoniale verso l estero 1 INDICE PREMESSA...7 PARTE PRIMA

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100 Gestione degli Ordini Indice generale Gestione degli Ordini...1 Introduzione...1 Associare una Casa Editrice ad un Distributore...1 Creazione della scheda cliente nella Rubrica Clienti...2 Inserimento

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Ultimo Aggiornamento: 20 settembre 2014 Installazione software Bizerba... 1 Struttura file bz00varp.dat... 5 Configurazione Area51... 6 Note tecniche... 8 Gestione

Dettagli

Manuale Operativo Pro-net

Manuale Operativo Pro-net Manuale Operativo Pro-net Protocollo Informatico a norme CNIPA Tutti i diritti riservati. Aggiornato alla rel. 9.11 A.P.Systems. S.r.l. Versione 1.3 Pagina n. 1 Introduzione alla Procedura La procedura

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT PMS SYSTEM PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT Giovanni Serpelloni 1), Massimo Margiotta 2) 1. Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria Azienda

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA La Scheda Valutazione Anziano FRAgile al momento dell inserimento è abbinata al paziente. E possibile modificarla o inserirne una nuova per quest ultimo. Verrà considerata

Dettagli

Gestione Fascicoli Guida Utente

Gestione Fascicoli Guida Utente Gestione Fascicoli Guida Utente Versione 2.3 Guida Utente all uso di Gestione Fascicoli AVVOCATI Sommario Premessa... 4 Struttura... 5 Pagamento fascicoli... 9 Anagrafica Avvocati... 17 1.1 Inserimento

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

NETTUNA 250 Istruzioni per l'uso

NETTUNA 250 Istruzioni per l'uso REGISTRATORE DI CASSA NETTUNA 250 Istruzioni per l'uso Pubblicazione emessa da: Olivetti S.p.A. Gruppo Telecom Italia Via Jervis, 77-10015 Ivrea (TO) Copyright 2009, by Olivetti Tutti i diritti riservati.

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

1 Configurazioni SOL per export SIBIB

1 Configurazioni SOL per export SIBIB Pag.1 di 7 1 Configurazioni SOL per export SIBIB Le configurazioni per l export dei dati verso SIBIB si trovano in: Amministrazione Sistema > Import-Export dati > Configurazioni. Tutte le configurazioni

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

Gestione dei Centri di Assistenza Tecnica. Un prodotto: LOGICA.Studio. Pagina 1

Gestione dei Centri di Assistenza Tecnica. Un prodotto: LOGICA.Studio. Pagina 1 Gestione dei Centri di Assistenza Tecnica Un prodotto: LOGICA.Studio Pagina 1 Ultima release 13/08/2010 La stampa di questo manuale è prevista su formato A5 in fronte/retro Pagina 2 INDICE Introduzione

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 24.00.00 GAMMA EVOLUTION

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Card fidelity Interfaccia di vendita: risolto errore nella configurazione card fidelity se non si inserivano le soglie punti automatiche

Card fidelity Interfaccia di vendita: risolto errore nella configurazione card fidelity se non si inserivano le soglie punti automatiche AGGIORNAMENTO Programma Retail Shop Release 2.3.35 Data 18/11/2013 Tipo UPDATE NOTE DI INSTALLAZIONE Per installare l UPDATE è sufficiente eseguire il file RetailShopAutomationUpdate2335.exe. Questo UPDATE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 2 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI Indice MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 1 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI L'elenco prevede 5 sezioni

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

IL TUO CLIENTE È SEMPRE PIÙ VICINO. internet & trading. 70125 BARI V.le Borsellino e Falcone, 17 Tel. 080 5015538 Fax 080 5019726 info@initweb.

IL TUO CLIENTE È SEMPRE PIÙ VICINO. internet & trading. 70125 BARI V.le Borsellino e Falcone, 17 Tel. 080 5015538 Fax 080 5019726 info@initweb. IL TUO CLIENTE È SEMPRE PIÙ VICINO W W W. W E B C L I E N T. I T 0 2. P R I M A N O T A : I N F O & O P E R A T I V I T À 0 4. P R I M A N O T A : L E S T A M P E 0 5. F A T T U R A Z I O N E : I N F O

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER L UTENTE DEL SISTEMA DI TICKETING OTRS

MANUALE OPERATIVO PER L UTENTE DEL SISTEMA DI TICKETING OTRS MANUALE OPERATIVO PER L UTENTE DEL SISTEMA DI TICKETING OTRS PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE RELATIVE ALL APPLICATIVO UGOV - CONTABILITÀ OTRS (Open-source Ticket Request System) e' un pacchetto software

Dettagli