Progetto prevenzione cardiovascolare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto prevenzione cardiovascolare"

Transcript

1 Proetto prevenzione cardiovascolare Dott. Fabrizio Zappaterra Dieta I nutrienti Sono i principi nutritivi, necessari alla sopravvivenza, che componono li alimenti. I lucidi hanno una funzione quasi essenzialmente eneretica, per muovere il motore della vita cellulare; la produzione di eneria da carboidrati avviene con una velocità fino a tre volte superiore rispetto i lipidi. Le proteine hanno una funzione plastica/strutturale ed enzimatica; i lipidi ricoprono una funzione di riserva eneretica e strutturale; le vitamine partecipano a vari processi metabolici con azione o come componente enzimatica, sono 1) idrosolubili, non possono essere accumulate e devono essere assunte iornalmente (B = sistema nervoso, C = difese naturali) e 2) liposolubili, possono essere accumulate (A = pimenti visivi, D = ossa, K = coaulazione); i minerali attivano i processi metabolici, sono componenti di enzimi e, leando l acqua mantenono l equilibrio idrosalino (Ca+F = ossa, Cl+Na+K+H = equilibrio acido/base, I = ormoni tiroide, Fe = emolobina); l acqua è presente in tutte le funzioni dell oranismo. Contenuto calorico dei nutrienti Carboidrati = 4 Kcal/ Proteine = 4 Kcal/ Lipidi = 9 Kcal/ Alcool = 7 Kcal/ Acqua = Kcal/ Il fabbisono eneretico corrisponde alle calorie necessarie per mantenere il bilancio eneretico dell oranismo, a prescindere dai nutrienti da cui proviene; è rossolanamente stimabile in 3 Kcal x K/die per l uomo e 25 Kcal x K/die per la donna. COMPOSIZIONE IDEALE DELLA DIETA Carboidrati 56% calorie totali 23% zuccheri semplici % complessi (amidi) Grassi totali 2535% calorie totali <1% saturi (23 m /die colesterolo) <15% monoinsaturi <1% polinsaturi Proteine 115% calorie totali 1/K/die Fibre veetali 2535 /die insolubili (crusca, cereali) solubili (leumi, verdure, frutta) I carboidrati sono li zuccheri provenienti dai vari elementi; possono essere semplici e, come tali sono prontamente dieriti ed assorbiti dall intestino diventando rapidamente disponibili per le cellule al lavoro, oppure complessi, in strutture ramificate di deposito cellulare, che possono essere lentamente dierite e quindi assorbite. Il licoeno, lo zucchero di riserva muscolare, non viene, in realtà, assunto con li alimenti, perché le cellule che lo contenono lo utilizzano interamente prima che il loro metabolismo si arresti. La cellulosa è una luna catena lucidica, con funzione strutturale, che non può essere dierita dali enzimi umani o animali, ma solo da alcuni specifici batteri. L inresso dello zucchero nei muscoli (a formare

2 licoeno) o nelle cellule adipose (a formare rassi di deposito) avviene con l utilizzo di insulina; per indice licemico si intende la capacità deli alimenti a provocare un aumento della licemia dopo l assunzione, per la rapidità dell assorbimento deli zuccheri. Il picco licemico provoca una importante risposta insulinemica deputata a rimuovere il lucosio dal sanue; spesso la risposta insulinemica è eccessiva e provoca una crisi ipolicemica di rimbalzo, con crisi di fame e debolezza muscolare che impone al soetto di assumere ancora alimenti. Talvolta si crea un circolo vizioso che porta all obesità. Classificazione dei diversi alimenti contenenti carboidrati Forti induttori di insulina Fiocchi d avena Muesli Riso soffiato Frumento soffiato Milio Gallette di riso Pane bianco Pane rano inter. Riso bianco Riso interale Purè istantaneo Patate lesse Pomodori secchi Carote Mais Banane Uva passa Albicocche Papaia Mano Maltosio Glucosio Gelati di soia Moderati induttori di insulina Barrette alimentari Farina d avena Spahetti Spahetti interali Pasta Pane interale ted. Cereali con crusca Succo di arancia Piselli in scatola Faioli freschi Faioli in scatola Lattosio Saccarosio Miele Patatine fritte Uva da tavola Arance Lenti induttori di insulina Latte Yourt Corn flakes Orzo Avena decorticata Pane interale di seale Succo di mela Composta di mele Faioli secchi Lenticchie Piselli freschi Succo pomodoro Mele Pere Pesche Prune Datteri secchi Gelato intero Senza effetti sull insulina Cilieie Prune Pompelmo Fruttosio Germi di soia Arachidi L amido (amilosio + amilopectina) è contenuto nei semi dei cereali e nei tuberi delle patate, in frutti, come le banane; ha la caratteristica di essere lentamente, ma quasi completamente dierito se l alimento è assunto crudo, rapidamente e facilmente dierito se assunto cotto, ancora caldo (pasta, pane, patate), ma di diventare meno dieribile o resistente alla diestione con il raffreddamento (patate cotte e raffreddate, pane raffermo, cornflakes). L amido resistente, non venendo dierito ed assorbito, non fornisce calorie, abbassa l indice licemico e proluna il senso di sazietà. Si comporta cioè come se fosse una fibra indieribile. I lipidi provenono dai rassi o dali oli di derivazione animale o veetale e possono essere saturi, inducendo alti livelli di LDL e colesterolo, oppure insaturi, da prediliere per la loro azione protettiva. In particolare li omea 3: hanno azione antiareante piastrinica riducono i livelli dei triliceridi riducono il rischio del cancro sembrano utili nella terapia deli eczemi, della psoriasi, dell artrite reumatoide, della depressione, del m. di Alzheimer. Il rapporto ω6/ω3 è passato da 1:1 dell uomo paleolitico a 3:1 dell uomo di oi. Poiché i rassi entrano a costituire la parete di tutte le cellule, anche la carne apparentemente senza rassi, contiene almeno il 16% di rassi (saturi), che eleva rapidamente il contenuto calorico dell alimento: particolare attenzione va posta alla frutta secca ed ai formai. L idroenazione dei

3 rassi poliinsaturi consiste nell aiunere atomi di idroeno per saturare i doppi leami. (mararina, basi per dolci, oli per friere, patatine fritte, snack, ecc.), ottenendo un nuovo composto oleoso, resistente all irrancidimento, ma in alta percentuale di tipo trans (2545%), con problemi metabolici a livello delle membrane cellulari ed attività ateroena. Le proteine sono costituite da aminoacidi. Di questi 8 sono essenziali, poiché non possono essere sintetizzati dal nostro oranismo e quindi devono essere introdotti con li alimenti. Il valore bioloico di un alimento proteico è determinato dalla percentuale di aminoacidi che venono utilizzati come tali dall oranismo (il VB del pesce pari a 76 indica che su aminoacidi assorbiti circa 76 sono quelli utilizzati dalle cellule dell oranismo). La cottura dei cibi ne diminuisce il VB: li aminoacidi denaturati venono quindi smontati ed utilizzati come fonte eneretica, mentre il radicale aminico, elaborato dal feato in urea, costituisce l azotemia e viene eliminato dal rene. Le proteine sono necessarie per la crescita corporea dei bambini, la rienerazione ed il ricambio dei tessuti e del corredo enzimatico deli adulti. Aminoacidi Essenziali Leucina Isoleucina Valina Fenilalanina Triptofano Metionina Treonina Lisina rosso intestino. Il fabbisono quotidiano varia quindi da 1 a 1,8 /K di peso. Le carni insaccate sono trattate con conservanti ed assieme alle carni riliate sono ipotizzate come causa del cancro astrico e del Le fibre veetali o alimentari (FA) sono carboidrati complessi insolubili o solubili, comunque indieribili che, assorbendo acqua, mantenono più morbide le feci, esercitano un azione meccanica di proressione delle feci con pulizia delle pareti intestinali, impriionano e rallentano l assorbimento di rassi, zuccheri e minerali (anche il Fe). Tutti li alimenti veetali contenono entrambe le tipoloie delle fibre con una prevalenza dell una o dell altra. Componenti FIBRE INSOLUBILI FIBRE SOLUBILI Cellulosa Emicellulosa Linina Galattomannari Pectine Gomme e Mucillaini Alimenti Crusca dei cereali, verdure Frutta, Leumi, Verdure, Fiocchi d avena Proprietà Capacità di assorbire acqua Formano el e sono altamente fermentabili EFFETTI Provenienza Animale Carni Formai Latte Uova Pesce ELEVATO VALORE BIOLOGICO Provenienza Veetale Farinacei Verdure Leumi Frutta MEDIO VALORE BIOLOGICO Funzione meccanica * miliorano l alvo * prevenono le malattie infiammatorie e neoplastiche dell intestino Alimento Uovo Latte crudo Pesce fresco Bue, vitello, pollo Soia Ceci secchi Riso Faioli secchi Lenticchie secche Funzione metabolica * rallentano lo svuotamento astrico e danno senso di sazietà * rallentano l assorbimento dei nutrienti * riducono l assorbimento di colesterolo, rassi e zuccheri Indicazioni Stipsi, diverticolite Diabete, dislipidemia (riducono colesterolo e licemia, aumentano le HDL) A parte la vitamina D, le vitamine non sono sintetizzabili dall uomo, ma, essendo tutti elementi indispensabili al metabolismo, devono essere introdotte con la dieta. Spesso le dosi alimentari venono interate mediante un assunzione farmacoloica. Le vitamine liposolubili si accumulano facilmente nel rasso e nel tessuto nervoso determinando ravi intossicazioni, le idrosolubili eneralmente sono ben eliminate, ma eccessive assunzioni di acido ascorbico, vitamina B 6 e B 2, possono occasionalmente determinare attacchi di otta, danni epatici, neuroloici o visivi. Ferro ed olioelementi. Il ferro è presente nell oranismo in circa quattro rammi (pool totale) di cui 2/3 leati all emolobina ed 1/3 alla miolobina muscolare e ad un centinaio di enzimi, fra cui quello dei citocromi dei mitocondri, con la funzione di trasportatore di elettroni, partecipa alla sintesi di ATP per tutti i processi metabolici. V. B. 84,5 76, 74,3 72,8 68,8 64, 58, 44,6

4 La transferrina, proteina del sanue, lea lo ione ferrico per il trasporto ai tessuti, mentre la ferritina si presta al suo deposito nei tessuti in attesa dell utilizzo. COMPOSIZIONE E VALORE CALORICO DEGLI ALIMENTI ( ) ALIMENTO PROTEINE GRASSI ZUCCHERI CALORIE Biscotti 6,6 7,9 85,4 439 Fette biscottate 11,3 6 82,7 43 Pane 8,9,6 6,3 282 Pane interale 7,5 1,3 53,8 257 Pasta 1,8,3 82,8 377 Riso 7,6 87,6 384 Faioli secchi 23,56 2,47 48,24 39 Lenticchie 25,2 2,54 5, Lattua 1,19,38 2,88 2 Patate 2, Pomodori 1,2,2 2,8 18 Mele,2, Pere,3,4 9,5 43 Banane 1,2,3 15,5 Arance,75 7,32 32 Manzo 21 5,5 134 Pollo intero 16,77 13,62 1, Petto pollo 22,2,9 97 Prosciutto maro 28,6 11,5 218 Feato bovino 21 4,4 5,9 147 Merluzzo 17,3 71 Tonno sott'olio 22,8 18,5 258 Sardina 15,26 5, Sombro 16 11,8, Latte intero 3,5 3,5 4,63 64 Yourt 3,5 3,9 3,6 64 Uovo intero 13,6 11,13 1,6 157 Provolone 26,3 28, Mozzarella 19,9 16,1 4,9 244 Burro,8 83,4 1,1 758 Olio d'oliva 9 Zucchero 4 Gli olioelementi possono essere essenziali (iodio, rame, zinco, selenio, molibdeno e cromo), probabilmente essenziali (mananese, silicio, nichel, boro, vanadio) e potenzialmente tossici (fluoro, piombo, cadmio, mercurio, alluminio, litio e stano). I primi due ruppi entrano nella composizione di ormoni (tiroidei) o di enzimi, in carenza dei quali insorono varie malattie, talvolta incompatibili con la vita. L acqua costituisce circa il 6% del peso corporeo, la maior parte è intracellulare, una quota pari al 1 15% è extracellulare, ovvero compone il plasma circolante e si diffonde nell interstizio fra le cellule. Normalmente circa un litro viene perso con la sudorazione e come vapore acqueo dell aria espirata, poco più di un litro serve per eliminare con le urine li elementi di scarto selezionati dal rene o preparati dal feato. Attraverso l acqua tutte le sostanze si muovono per e da tutte le cellule, compresi quindi i nutrienti, l ossieno e quanto è necessario per mantenere ottimale l equilibrio acidobase. Per essere adeuatamente rimpiazzata è necessario assumere circa 11,5 litri di acqua al iorno, oltre a quella contenuta neli alimenti. Composizione deli alimenti Gli alimenti sono stati raruppati in sette classi in base al contenuto di principi nutritivi e sono solo parzialmente interscambiabili fra di loro. La Classe I comprende carne e pesce, che forniscono proteine di elevato valore bioloico, ferro, zinco, rame, vitamina B 1, B 2, B 3 e B 12. Apportano anche rassi, mentre sono praticamente prive di carboidrati. La vitamina B 12 è presente solo neli alimenti di questa classe (una minima quota è sintetizzata dalla flora batterica intestinale) ed una dieta strettamente veetariana ne determina una rave carenza. I latticini ed i formai della Classe II apportano specificatamente minerali come calcio e fosforo e vitamine liposolubili, mentre sono presenti quantità eccessive di cloruro di sodio e rassi (triliceridi, colesterolo). La Classe III è costituita da alimenti ricchi di amido. I cereali (. di amido per. di alimento) contribuiscono per il 5565% alla quota eneretica lobale contenono anche il 1% di proteine anche se di basso valore bioloico mancando di alcuni aminoacidi essenziali come lisina e

5 triptofano; il frumento, l orzo, la seale e l avena contenono una miscela di proteine denominata lutine verso la quale soetti predisposti sviluppano un intolleranza che comporta danni ai villi intestinali ed alla capacità di assorbimento dell intestino nota come Celiachia. Il lutine non è presente in altri cereali come il riso ed il mais. I tuberi (patata, tapioca, ecc.) contenono il 2% di amido e sono un altra importante fonte alimentare per alcune popolazioni che non possono coltivare i cereali. Il leumi costituiscono la Classe IV contenono non solo il 25% di proteine (sono carenti di cisteina e la metionina)), ma anche carboidrati complessi, ferro, zinco, vitamina B 9, potassio, fibre (se superano i 3. al iorni inibiscono l assorbimento di alcuni minerali come manesio e calcio. La Classe V comprende i lipidi solidi (burro, strutto, ecc.) e liquidi (oli). Oltre all alto contenuto eneretico apportano oli rassi essenziali (vitamina F), come acido linoleico, alfalinolenico e arachidonico e le vitamine liposolubili, in particolare la vitamina E. Frutta e verdura appartenono alla Classe VI e sono accomunate dall avere un elevato contenuto di vitamina C, oltre ad acqua, potassio, vitamina B 9, bioflavonoidi e fibre. L acido ascorbico (Vit. C) si trova particolarmente neli arumi, nei kiwi, nei peperoni, ecc. È termolabile e si perde proressivamente con la cottura. La classe VII è caratterizzata dalla presenza di un precursore della vitamina A (betacarotene) e da altri carotenoidi ad azione antiossidante. I caroteni sono circa duecento composti che conferiscono il colore ialloarancione o blu violetto a numerosi veetali. I radicali liberi sono considerati responsabili delle malattie deenerative, della calvizia androenetica, dell invecchiamento e forse del cancro, perché provocano l ossidazione irreversibile di proteine cellulari e del nucleo, provocando malfunzionamenti o morte cellulare. ALIMENTI PIU RICCHI DI ANTIOSSIDANTI 5216 unità Succo di uva nera 1 bicchiere 34 unità Mirtilli 1 tazza 248 unità Cavolo verde cotto 1 tazza 242 unità Spinaci cotti 1 tazza 1782 unità Barbabietola cotta 1 tazza 11 unità Fraole una tazza 1466 unità More 1 tazza 145 unità Prune nere unità Arancia 1 Formano radicali liberi: fumo e alcool in eccesso; as inquinanti; dieta ricca rassi animali; radiazioni solari; attività fisica intensa. I radicali liberi possono essere neutralizzati sostanze contenute nei cibi. Alimenti ricchi di antiossidanti (antiradicali liberi o antiossidanti) sono la frutta nera (uva nera, prune nere, mirtilli, more, fraole) e la verdura scura (spinaci, cavoli, peperoni) o arancione (carote, zucca). Il fabbisono iornaliero di antiossidanti è pari a 5 unità, equivalenti a 2 etti di frutta + 3 etti di verdura, fresca e di staione. Componenti della spesa eneretica 1) Metabolismo basale. Definisce il consumo metabolico in assenza di stimoli esterni per il mantenimento delle funzioni deli orani e la sopravvivenza cellulare. Da solo rappresenta il 6 % della spesa totale in un individuo sedentario. I maschi ed i iovani hanno un metabolismo basale più elevato. È influenzato dall assetto ormonale (tiroide) e dallo stato di attivazione del sistema simpatico. 2) Termoenesi da pasto. Tutti li alimenti per essere dieriti, assorbiti dall intestino ed in parte risintetizzati richiedono reazioni chimiche che portano ad un consumo medio di circa il 1% dell eneria introdotta con il pasto, molto elevato per le proteine (25%) ed i carboidrati (715%) è invece basso per i rassi (35%). 3) Termoenesi da attività fisica. Rappresenta la seconda quota, dopo il metabolismo di base, per i soetti sedentari. Per chi fa attività fisica di tipo aonistico, particolarmente sport di fondo, la spesa per attività fisica può diventare da 4 a 1 volte quella del metabolismo di base. L attivazione del sistema simpatico conseuente allo sforzo (per determinare aumento della frequenza cardiaca, della pressione, della respirazione, ecc.) comporta il permanere dell effetto termoenico anche durante le 1218 ore dopo la fine dell esercizio con un ulteriore dispendio di Kcalorie.

6 4) Altre componenti sono rappresentate dallo stress psicofisico e dall esposizione al freddo. Nutrizione del neonato e dell adolescente Le necessità eneretiche del neonato sono pari a circa 15 Kcal/K di peso (tre volte quelle di un adulto) ovvero 15 ml di latte (materno o umanizzato) / K al iorno, suddivisi fra tutti i pasti. Lo svezzamento inizia dopo il 6 mese con farine cereali e si proseue con carne (pollo, tacchino, conilio, anello) attendendo il 1 mese per associare altri tipi di carne; pesce e uova venono introdotte per ultimo (12 mese) per evitare la comparsa di allerie alle proteine contenute in alcuni alimenti. Un allattamento materno protratto oltre il 6 mese comporta una carenza di ferro. La composizione corporea deli individui dei due sessi è simile fino alla pubertà (circa 1 anni), quindi lo sviluppo prevede maiore massa muscolare fra i maschi e maiore massa adiposa fra le femmine. Il ioco e lo sport devono aiutare la preparazione e lo sviluppo delle diverse masse muscolari. La carenza di massa adiposa in atlete adolescenti che praticano intensa attività fisica è spesso causa di disordini ormonali con amenorree ricorrenti. Come nell adulto i pasti devono essere bilanciati quanto a contenuto dei macronutrienti. Le patatine fritte e le merendine dolci hanno un alto contenuto di carboidrati ad elevato indice licemico e rassi con un apporto calorico spropositato. Il loro uso incontrollato, spesso accompanato a bevande dolci e assate, come la coca cola o l aranciata, predispone all obesità ed al diabete iovanile. A loro confronto di arance, ricche di acqua e vitamine, rendono meno di 5 calorie. PATATINE FRITTE (*) MERENDINE DOLCI Grassi 34,75 34, Zuccheri 35,1 53, Proteine 5,92 1, Calorie (*) alto contenuto di sale (12 ) Fra i minerali la carenza di ferro, indispensabile per lo sviluppo delle masse muscolari e per compensare le perdite dei primi cicli mestruali, irreolari ed abbondanti, è una condizione frequente, soprattutto se si instaurano disturbi del comportamento alimentare (anoressia mentale) o l adesione ad una stretta dieta veetariana che escluda latte e derivati. SUGGERIMENTI DIETETICI ( 1 )Nel corso deli ultimi trent anni, l alimentazione deli italiani è profondamente cambiata: lo sviluppo dell economia ed i randi mutamenti sociali hanno fatto emerere la tendenza a consumare con maior frequenza e in più lara misura quei eneri alimentari un tempo riservati ad una élite o a rare occasioni. La possibilità di nutrirsi con una maiore varietà e ricchezza di cibi ha portato indubbi benefici, con la scomparsa pressoché totale deli stati carenziali, per contro, la prevalente tendenza a maniare più del necessario, spesso accompanata da notevoli squilibri fra i vari componenti della dieta, ha portato maiore incidenza di obesità, di ipertensione, di aterosclerosi, di diabete, ecc. ( 14 )Sono tante le sostanze nutrienti indispensabili: le proteine (per li aminoacidi essenziali in esse contenuti), le vitamine, i minerali, li acidi rassi polinsaturi ed altre ancora. Il modo più semplice e sicuro per arantire, nella misura più adeuata, l apporto di tutte le sostanze nutrienti indispensabili, rimane quello di ricorrere alla più ampia varietà possibile di scelta e alla più opportuna combinazione di alimenti diversi. Come comportarsi: il ruppo costituito dalle carni, dal pesce e dalle uova fornisce soprattutto proteine, minerali (ferro, zinco, rame, ecc.) e vitamine del complesso B; sono da preferire le carni mare, come pollo, tacchino, conilio, ecc., e il pesce, è da limitare o moderare il consumo di carni rasse e di insaccati. Per le uova, infine, un consumo massimo consiliabile per soetti sani è mediamente di 3 alla settimana; 1 Istituto Nazionale della Nutrizione: Linee Guida per una sana alimentazione

7 il ruppo comprendente latte, yourt, altri latticini e formai, oltre a fornire proteine e vitamine del complesso B, costituisce la principale fonte di calcio; sono da preferire il latte parzialmente scremato, i latticini e i formai meno rassi; il ruppo rappresentato da pane, pasta e riso, altri cereali e patate costituisce la più importante fonte di amido e apporta vitamine del complesso B e proteine; sono da preferire i prodotti meno raffinati e più ricchi in fibra; il ruppo dei leumi secchi fornisce fibra, ferro, zinco, rame, ecc., nonché proteine che, combinandosi con quelle dei cereali, raiunono un livello di qualità paraonabile a quello delle più costose proteine animali; è da incoraiare l uso alternato di tutti i prodotti di questo ruppo, dai faioli, ai piselli, alle lenticchie, ecc.; il consumo dei rassi da condimento va contenuto e sono da preferire quelli di oriine veetale (olio d oliva, mais, irasole) in confronto a quelli di oriine animale (burro, panna, lardo, strutto, ecc.); la frutta e li ortai, infine, rappresentano importanti fonti di fibra e di provitamina A (quelli colorati in ialloarancione o verde scuro), di vitamina C (arumi e pomodori soprattutto), di altre vitamine e dei più diversi minerali. Questi ruppi consentono la più ampia varietà di scelta e debbono essere sempre presenti in abbondanza sulla tavola, a cominciare possibilmente dalla prima colazione. Tutto ciò si è verificato, paradossalmente, come conseuenza dell abbandono di quella dieta italiana tipicamente mediterranea che invece altri paesi ricchi hanno preso a modello di sana alimentazione. L uso quotidiano di cereali, leumi, frutta e verdura, latte e latticini, fornisce ià tutti i nutrienti necessari. Aiunere una volta la settimana pesce, carne bianca e uova e riservare la carne rossa a unodue pasti mensili, costituisce un alimentazione sana, adatta a tutte le età. Tornare alle più tradizionali abitudini alimentari italiane, sinifica star melio maniando melio. Attenti al vostro peso Mantenersi nei limiti del peso normale contribuisce a vivere melio e più a luno. L eccesso di peso è per lo più il risultato di abitudini alimentari squilibrate dal punto di vista eneretico: troppe calorie introdotte con il cibo rispetto a quelle necessarie. Oi in Italia poco meno della metà deli adulti oltre i 3 anni è in sovrappeso, e di questi un quinto è decisamente obeso. La tendenza in questa direzione si profila, in misura più o meno accentuata, ià tra i bambini e li adolescenti. È perciò importante mantenere, o far rientrare, il peso nei limiti normali. Ciò consente di prevenire la comparsa di malattie oi a più lara diffusione, come diabete, ipertensione, cardiopatia coronarica, che costituiscono, in particolar modo per l adulto tra i 3 e i 6 anni, i rischi maiormente associati all obesità. Come comportarsi: mantenere il proprio peso nei limiti normali; riportarlo nei limiti normali se è al di sopra; sceliere, di conseuenza, cibi meno ricchi in calorie e comprendere sempre nella propria alimentazione alimenti veetali ricchi in fibra, come frutta fresca e ortai; mantenere un buon livello di esercizio fisico.

8 La dietoterapia consiste in una reolazione qualitativa e/o quantitativa dell apporto alimentare. L alimentazione di un paziente che non necessita di particolari provvedimenti dietoterapici può essere eseuita mediante una dieta oppure mediante una dieta «di recupero». La dieta «di mantenimento» fornisce circa 2 kcal iornaliere e di proteine: è richiesta quando lo stato di nutrizione appare soddisfacente e non si sono verificate sensibili variazioni dei bisoni nutritivi. «Di mantenimento» di 2 kcal iornaliere Composizione media iornaliera: Protidi 77,5 = 15,1% delle calorie totali Glicidi 282,25 = 51,9% delle calorie totali Lipidi 74,68 = 33,% delle calorie totali Dieta tipo Mattino: latte (caffè q.b.) zucchero pane Mezzodì: pasta al pomodoro: pasta olio o burro pomodoro q.b. parmiiano vitello arrosto olio o burro verdura: patate olio pane frutta: mele riso in brodo di carne: riso parmiiano prosciutto cotto verdura: erbette olio pane frutta: arance ml 3 2» 5»» 1» 3»» 1» 15» 1» 5» 15» 3» 2»» 15» 1» 5» 15 Sostituzioni 35 di rissini di riso o pasta al raù, al burro, all olio, risotto, nocchi di manzo, vitello, pollame, conilio, feato, pesce confezionati a piacere 15 di tutte le verdure crude o cotte confezionate al burro o all olio; insalate verdi secondo volontà 15 di tutta la frutta fresca di staione 3 di pastina o semolino in brodo o in brodo con verdura di tutti i formai o prosciutto o bresaola oppure 2 uova confezionate a piacere usando 5 di condimento, oppure vedi le carni del mezzodì 15 di tutta la frutta fresca di staione N.B.: aiunendo 2/5 di litro di vino al valore eneretico della dieta, questa aumenta di 2 kcal circa. La dieta «di recupero» il cui valore eneretico è di 2 kcal apporta di proteine al iorno: è indicata quando si verificano sensibili aumenti dei bisoni nutritivi oppure quando coesistono condizioni di lavoro ad alto dispendio eneretico. Dieta «di recupero» di 2 kcal iornaliere Contenuto medio iornaliero: Protidi 19,48 = 15,75% delle calorie totali Glicidi 39,53 = 52,65% delle calorie totali Lipidi 97,74 = 31,6% delle calorie totali Vitamine e minerali: più che sufficiente (tranne una modesta limitazione del ferro) Dieta tipo Sostituzioni Dieta tipo Sostituzioni Mattino: latte (caffè q.b.) zucchero ml 3 2 Merenda: latte pane ml 25 2 di rissini pane» 5 35 di rissini Mezzodì: pasta al pomodoro: pasta burro pomodoro q.b. parmiiano pollo arrosto olio o burro verdura: patate olio pane frutta: mele»» 15» 3» 15» 1» 2» 15»» 15 di riso o pasta al raù, al burro, all olio. risotto. nocchi 15 di vitello, manzo, pollame, conilio, feato, pesce 2 di tutte le verdure crude o cotte confezionate al burro o all olio; insalate verdi secondo volontà 15 di tutta la frutta fresca di staione riso in brodo di carne: riso parmiiano frittata olio verdura: erbette olio pane frutta: arance» 3» 2 uova 2 5» 2» 1»» 15 N.B.: aiunendo 2/5 di litro di vino al valore eneretico della dieta, questa aumenta di 2 kcal circa. 3 di pastina o semolino in brodo o in brodo con verdura di tutti i formai o prosciutto o bresaola oppure vedi le carni del mezzodì vedi le verdure del mezzodì 15 di tutta la frutta fresca di staione I principi del trattamento dietetico dell obesità consistono in una sensibile riduzione del valore eneretico della dieta ottenibile con l esclusione dello zucchero, deli alimenti zuccherini e deli

9 alcolici, e in una marcata limitazione dei cereali, dei rassi di condimento e di tutti li alimenti ricchi di lipidi. Cateorie di alimenti da impieare preferenzialmente nel trattamento dietetico dell obesità Alimenti consentiti Alimenti non permessi Latte e derivati latte scremato, yourt da latte maro, ricotta, latte vaccino, mozzarella, latte intero, yourt da latte intero stracchino, crescenza tutti li altri Uova al uscio, sode, in camicia fritte o in frittata (salvo che cucinate senza rassi di condimento in recipienti a rivestimento antiaderente) Carne, pollame, selvaina vitello, manzo, pollame, conilio, scelte nelle parti più mare, cucinate maiale, anello, carni semirasse e rasse confezionate in frittura o con ai ferri, bollite, al forno o arrosto (senza suo); selvaina allo spiedo o suhi arrosto; feato e ronone ai ferri Pesce fresco o surelato, cucinato ai ferri, al forno, bollito anuilla, sardine, sombri, salmone; pesce conservato sott olio Salumiinsaccati bresaola, prosciutto privato del rasso visibile tutti li altri Pane e pasta pane di oni tipo, rissini, fette biscottate, crackers; pasta, riso, semolino e altri cereali (salvo diversa prescrizione) Verdure e ortai fino a 3 per razione: asparai, cardi, cavolfiori, cavoli, catalona, leumi: piselli, faioli, ceci, lenticchie, fave; patate (salvo diversa cetrioli, cime di rapa, faiolini, finocchi, fiori di zucca, insalate varie, prescrizione) melanzane, peperoni, pomodori, ravanelli, scorzonera, spinaci, verze, zucca, zucchine; fino a 15 per razione: barbabietole, biete. broccoli, carciofi, carote, cavoli di Bruxelles Frutta fresca di staione o conservata in scatola al naturale Fichi, cachi, uva, banane, frutta secca, castane, frutta allo sciroppo Bevande tè, caffè. malto non zuccherato; succhi di frutta al naturale (in vino, birra (salvo diversa prescrizione), liquori, rappa ed altri sostituzione della frutta fresca) superalcolici, bibite assate artificiali Condimenti vari mararina, burro, olio; sale in modeste quantità, brodo veetale, aromi, zucchero, olive, maionese spezie, senape, sottaceti, succo di limone, saccarina Dessert dolciumi in enere, elati, caramelle, biscotti, cioccolato N.B.: si raccomanda di pesare la quantità prescritta di ciascun alimento tenendo presente che il peso riportato nella tabella dietetica si riferisce all alimento crudo al netto deli scarti dovuti alla preparazione. Le variazioni di peso delle carni dopo cottura sono le seuenti: 15 vitello o manzo crudi = arrosto o bollito = 12 ai ferri; 2 pollo crudo = 14 arrosto. Diete «dimaranti» Dieta dimarante da kcal iornaliere ( * ) Menù settimanale Può essere necessaria un interazione con vitamine (ruppo B), calcio e ferro Tutti i iorni Mattino: latte maro 15 (caffè q. b.) o un vasetto di yourt maro 1 iorno Mezzoiorno: arrosto senza suo 15, verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto prosciutto srassato, verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto 2 iorno Mezzoiorno: 1/4 pollo arrosto, insalata 5, olio 1 cucchiaio, un frutto frittata (2 uova, olio 1 cucchiaino), verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto 3 iorno Mezzoiorno: pesce ai ferri 15. verdura 15. olio 1 cucchiaio, un frutto mozzarella. verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto 4 iorno Mezzoiorno: roastbeef 15. verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto bresaola. verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto 5 iorno Mezzoiorno: scaloppine al limone 15, burro 1. insalata 5. olio 1 cucchiaio, un frutto prosciutto srassato. verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto 6 iorno Mezzoiorno: nodino ai ferri 15. verdura 15. olio 1 cucchiaio, un frutto frittata c/verdura (2 uova, verdura q. b., olio 1 cucchiaino), verdura 15, olio 1 cucchiaio, un frutto 7 iorno Mezzoiorno: pesce bollito o feato ai ferri 15. verdura 15. olio 1 cucchiaio, un frutto Certosino. verdura 15, olio i cucchiaio, un frutto Dieta da 1.2 kcal Colazione Latte scremato, 2 Pane interale, 2 Ore 11 Frutta,15 Pranzo Pasta, 5 Dieta da 1. kcal Colazione Latte intero, 2 Pane interale, 2 Ore 11 Frutta,15 Pranzo Pasta, 15

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO parte edibile) Milza, bovino 42.0000 Fegato, suino 18.0000 Tè, in foglie 15.2000 Cacao, amaro in polvere 14.3000 Crusca di frumento 12.9000 Fegato, ovino 12.6000 Storione,

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI (i prodotti DOP e IGP che l OEA è tenuto ad offrire sono evidenziati in grassetto e sottolineati) REQUISITI QUALITATIVI DI CARATTERE GENERALE

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Gennaio. Gennaio in cucina

Gennaio. Gennaio in cucina Nel proporre questo calendario culinario ci siamo ispirati a Vincenzo Tanara e alla sua opera Economia del cittadino in villa. Tanara, studioso di scienze naturali ed agricoltura, vissuto nell'area bolognese,

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifi ca di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV www.scienzavegetariana.it

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie!

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! Family Trancio di Prosciutto 2 kg Trancio di Pancetta Arrotolata 600 gr Zampone 1 kg Lenticchie 500 gr Trentingrana 500 gr Mortadella 500 gr Pasta

Dettagli

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI ITALIA DALLA HUROM A TE Alla Hurom ci impegniamo ad offrire una nutrizione della più alta qualità e dal sapore il più vicino possibile alla forma più pura presente in

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA MEDICINA SPERIMENTALE E FORENSE SEZIONE DI SCIENZA DELL ALIMENTAZIONE CORSO DI LAUREA IN DIETISTICA Direttore: Chiar.ma Prof.ssa Carla Roggi NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti.

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Nel calcolo del costo delle merci relative ad un singolo piatto non si possono ignorare le percentuali di scarto degli ingredienti. Se

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE 1 L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE Le femmine devono essere in peso forma al momento dell accoppiamento Se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di:

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA Dott. Francesco Andreoli CHI PRODUCE? Grande industria Piccole industrie Piccoli produttori LE ETICHETTE Sono la carta d identità del prodotto (dati reali) Il pacchetto

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA

LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA LA SALUTE VIEN MANGIANDO: LE SORPRESE DELLA BUONA TAVOLA Dipende soltanto da noi essere in un modo piuttosto che in un altro. Il nostro corpo è un giardino e il suo giardiniere è la nostra volontà. Spetta

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno 2014 Hai chiesto qual è il piatto del giorno? { } (Il maresciallo Carotenuto Vittorio De Sica Che

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà.

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Al Roccolo Fattoria Piolanti A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Ragiungèl, l è facil tè po minga sbaglià. Ocio, sculta che tè spieghi mi Ciapa la strada che la và de là.

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Beata vecchiaia. Nel nostro paese è in corso una grande sfida: trasformare la vecchiaia in un periodo della vita

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Alimentazione e Cancro

Alimentazione e Cancro Alimentazione e Cancro Dott.ssa Veronica Villani Neurologo Istituto Regina Elena Alimentazione e Cancro Non si vuole proporre una dieta Si vuole fornire una panoramica sulle ricerche effettuate per valutare

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D IL CALCIO La definizione classica per questo elemento e quella di essere un Metallo Alcalino Terroso. Non si trova libero in Natura,

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani Gli alimenti lasciati all aria e soprattutto a temperatura ambiente subiscono, presto o tardi, modificazioni delle loro caratteristiche organolettiche:

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli