VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO"

Transcript

1 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L.PILLA VENAFRO (IS) VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S. 2012/2013 Funzine Strumentale N 1 Prf.ssa Annamaria Scire Prf.ssa M.Gabriella Frte

2 PREMESSA La valutazine è espressine dell autnmia prfessinale prpria della funzine dcente, nella sua dimensine individuale e cllegiale, nnché dell autnmia didattica delle istituzini sclastiche. Ha per ggett il prcess di apprendiment, il cmprtament e il rendiment sclastic cmplessiv degli alunni e cncrre, cn la sua finalità anche frmativa, al miglirament dei livelli di cnscenza e al success frmativ. La valutazine è un element pedaggic fndamentale delle prgrammazini didattiche, in quant permette di seguire i prgressi dell alunn rispett agli biettivi e ai fini da raggiungere: il sapere, il saper fare e il saper essere. Il sapere riguarda l acquisizine dei cntenuti disciplinari, il saper fare la capacità di trasfrmare in azine i cntenuti acquisiti e il saper essere la capacità di tradurre cnscenze e abilità in cmprtamenti razinali. Il prcess di valutazine cnsta di tre mmenti: la valutazine diagnstica iniziale che serve a individuare il livell di partenza degli alunni, ad accertare il pssess dei prerequisiti, la valutazine frmativa in itinere è finalizzata a cgliere infrmazini analitiche e cntinue sul prcess di apprendiment. Favrisce l autvalutazine da parte degli studenti e frnisce ai dcenti indicazini per attivare eventuali crrettivi all azine didattica predisprre interventi di recuper e rinfrz, la valutazine smmativa finale che si effettua alla fine del quadrimestre, a fine ann, al termine dell intervent frmativ, serve per accertare in che misura sn stati raggiunti gli biettivi, ed esprimere un giudizi sul livell di maturazine dell alunn, tenend cnt sia delle cndizini di partenza sia dei traguardi attesi. La valutazine sclastica si attua sistematicamente durante l ann sclastic attravers prve di verifica variamente strutturate e alla fine dei Quadrimestri cn gli scrutini. Nella Scula Secndaria di prim grad le verifiche vengn predispste al termine di gni prva didattica cmunque alla cnclusine di un prcess frmativ- culturale e sn cnnesse cn l attività svlta, in md da cntrllare cnscenze e abilità, nnché verificare l efficacia delle metdlgie usate, l incidenza dell intervent didattic, la validità degli eventuali aggiustamenti da apprtare apprtati. Per gli alunni cn D.S.A. (Disturbi Specifici dell Apprendiment), il cnsigli di classe valuta in base a quant stabilit nel Pian Educativ Individualizzat, cndivis dagli insegnanti e familiari dell studente. Per gli alunni cn disabilità certificata, la valutazine è riferita al cmprtament, discipline e attività svlte, sulla base del Pian Educativ Individualizzat. Le griglie di valutazine disciplinare delineate,per l ann sclastic , sn da ritenere in frma sperimentale e in via di definizine.

3 GRIGLIE DI VALUTAZIONE DISCIPLINARE CLASSI I II III SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ITALIANO Indicatri: Asclt e parlat Lettura Scrittura Acquisizine ed espansine del lessic recettiv e prduttiv Elementi di grammatica esplicita e riflessine sugli usi della lingua Prva scritta: criteri 1. Grad di cnscenza e di cmprensine dell argment quesit. 2. Cerenza, riginalità e rganicità nell svlgiment. 3. Ordine, crrettezza sintattica e rtgrafica. 4. Utilizz di terminlgia crretta e specifica. 5. Capacità di analisi e rielabrazine persnale GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA DI ITALIANO Criteri di cmpetenza tecnica Ordine,crrettezza sintattica rtgrafica e 10 L rtgrafia è crretta (senza errri) e la sintassi ben articlata, espressiva e funzinale al cntenut (us crrett di cncrdanze, prnmi,tempi e mdi verbali,cnnettivi, punteggiatura.). 9 L rtgrafia è crretta (max 1 lieve errre di distrazine) e la sintassi ben articlata. 8 L rtgrafia è crretta ( max 1 errre) e la sintassi sufficientemente articlata. 7 L rtgrafia è crretta (max 2 errri), la sintassi presenta qualche incertezza. 6 L rtgrafia (3 errri) e la sintassi sn incerte. 5 Numersi errri di rtgrafia (4 errri) e sintassi difficltsa. 4 Gravissimi errri rtgrafici e sintattici. Utilizz di terminlgia crretta e specifica 10 Lessic ricc e pregnante. 9 Lessic ricc e vari. 8 Lessic apprpriat. 7 Lessic adeguat. 6 Lessic semplice. 5 Lessic pver e ripetitiv. 4 Lessic nn apprpriat.

4 Criteri di cmpetenza ideativa Grad di cnscenza e di cmprensine dell argment quesit 10 L svlgiment è pertinente alla traccia ed espress in frma brillante e persnale. 9 L svlgiment è pertinente alla traccia in tutti i sui aspetti. 8 L svlgiment è pertinente alla traccia. 7 L svlgiment è sstanzialmente pertinente alla traccia. 6 L svlgiment è pc pertinente alla traccia. 5 L svlgiment nn è pertinente. 4 L svlgiment nn rispnde alle indicazini assegnate. Cerenza, riginalità e rganicità nell svlgiment 10 L svlgiment si struttura in md chiar, ben articlat e persnale. 9 Le diverse parti sn cerenti e unite da nessi lgici adeguati. 8 L svlgiment è generalmente rganic nelle sue parti. 7 L svlgiment è cerente in quasi tutte le sue parti. 6 La cerenza del test è limitata. 5 L svlgiment nn è chiar. 4 L svlgiment è priv di rganizzazine. Capacità di sintesi e di rielabrazine persnale 10 L argment è trattat in md cmplet e persnale ed evidenzia le capacità critiche dell alliev. 9 L argment è trattat in md ricc e persnale. 8 L svlgiment è trattat in md adeguat e presenta diverse cnsiderazini persnali. 7 L argment è trattat in maniera generica, ma presenta alcune cnsiderazini persnali. 6 L argment è trattat in md generic e le cnsiderazini persnali sn scarse. 5 L argment è trattat in md limitat e mancan le cnsiderazini persnali. 4 L argment è trattat in md estremamente limitat. GRIGLIA PER LA CORREZIONE DELLA PROVA SCRITTA DI ITALIANO DEGLI ALUNNI NON ITALOFONI 1 Qualità ed rganizzazine del cntenut (aderenza alla traccia; svilupp di tutti i punti della traccia; rispett della tiplgia testuale; presenza di elementi persnali) il test rispnde pienamente ai quattr descrittri 9 10 il test rispnde pienamente a tre descrittri 8 il test è aderente alla traccia e ne tratta almen metà dei punti 7

5 Il test è aderente alla traccia e ne tratta almen metà dei punti, ma in md superficiale il test nn è aderente alla traccia, è incmplet e nn rispetta la tiplgia testuale richiesta Calcl punteggi: ( vt x 0,60 ) Risultat: Grammatica e sintassi (cstruzine di frasi semplici e chiare; genere e numer di nmi ed aggettivi; cncrdanza;us del md indicativ -presente, passat prssim, imperfett, futur; us dell articl; us dei prnmi persnali; us delle prepsizini; us semplice della punteggiatura) il test presenta frasi semplici e ben cstruite cn l utilizz di qualche subrdinata e nn più di dieci errri negli altri descrittri il test presenta frasi semplici, ben cstruite e fin a quindici errri negli altri descrittri il test presenta qualche errre nella cstruzine della frase e fin a quindici errri negli altri descrittri il test presenta alcuni errri nella cstruzine della frase e fin a venti errri negli altri descrittri Il test presenta mlti errri nella cstruzine della frase e più di venti errri negli altri descrittri Calcl punteggi: ( vt x 0,20 ) Risultat: Ortgrafia in relazine all rtgrafia il test presenta da 1 a 7 errri 9 10 in relazine all rtgrafia il test presenta da 8 a 14 errri 8 in relazine all rtgrafia il test presenta da 15 a 22 errri 7 in relazine all rtgrafia il test presenta da 23 a 29 errri 6 in relazine all rtgrafia il test presenta da 29 a 35 errri 4 5 Calcl punteggi: ( vt x 0,10 ) Risultat: 4 Lessic il lessic adperat è vari e apprpriat 9 10 il lessic adperat è apprpriat 8 il lessic adperat è semplice 7 il lessic adperat è semplice e nn sempre apprpriat 6 Il lessic adperat è mlt pver e nn apprpriat 4 5 Calcl punteggi: ( vt x 0,10 ) Risultat: SOMMA DEI PUNTEGGI ATTRIBUITI AI QUATTRO DESCRITTORI (dp aver mltiplicat le valutazini per i cefficienti indicati spra). La prva di italian è stata valutata cn un vt in decimi pari a: (trascrivere il vt della prva di italian in decimi) Per il calcl del vt finale in decimi è sufficiente smmare il vt attribuit ad gni descrittre dp averl mltiplicat per il cefficiente di vlta in vlta indicat (prim descrittre x 0,6; secnd descrittre x 0,2; terz descrittre x 0,1; quart descrittre x 0,1). La cifra ttenuta deve quindi venire arrtndata per eccess per difett (da 0,1 a 0,4 la cifra viene arrtndata per difett, da 0,5 a 0,9 la cifra viene arrtndata per eccess). VALUTAZIONE DELLE PROVA ORALE DI ITALIANO Prva rale: criteri Cnscenza dei temi trattati; Capacità di perare cllegamenti tra gli argmenti anche avvalendsi di supprti specifici(schemi,mappe,riassunti schematici al cmputer)

6 Capacità di rielabrare i cntenuti; Capacità di esprimere valutazini persnali; Prprietà di linguaggi. GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI DI ITALIANO 10 Cmprende testi e messaggi rali in md immediat e cmplet, ricavand infrmazini implicite ed esplicite. Usa un linguaggi ricc e apprpriat. Prduce testi rali di diversa tiplgia in md crrett ed rganizzat. Legge cn ritm, intnazine e prnuncia esatti e cmprende testi scritti individuand cntenuti, infrmazini principali e secndarie e il significat delle parle nel cntest. Cnsce in md crrett e sicur le strutture basilari della lingua e la sua evluzine strica 9 Cmprende testi e messaggi rali in md immediat e cmplet, ricavand infrmazini implicite ed esplicite. Usa un lessic apprpriat. Prduce testi rali di diversa tiplgia in md crrett ed rganizzat. Legge cn ritm, intnazine e prnuncia esatti e cmprende testi scritti individuand cntenuti, infrmazini principali e secndarie e il significat delle parle nel cntest. Cnsce in md crrett e sicur le strutture basilari della lingua e la sua evluzine strica. 8 Cmprende testi e messaggi rali in md cmplet, ricavand infrmazini implicite ed esplicite. Prduce testi rali in md apprpriat e crrett. Legge e cmprende testi scritti in md scrrevle ed espressiv individuand i cntenuti e le infrmazini principali e secndarie. Usa un lessic abbastanza apprpriat. Cnsce in md crrett le strutture basilari della lingua e la sua evluzine st 7 Cmprende i testi e i messaggi rali in md quasi cmplet, ricavand infrmazini implicite ed esplicite. Prduce testi rali in md crrett. Legge in md scrrevle e individua alcune infrmazini principali e secndarie. Cnsce in md abbastanza crrett le strutture basilari della lingua e la sua evluzine strica. 6 Cmprende i testi e i messaggi rali nelle linee essenziali. Prduce testi rali in md cmprensibile. Legge senza errri ma in md meccanic, ricavand infrmazini essenziali. Si esprime in md chiar. Cnsce in md parzialmente crrett le strutture basilari della lingua e la sua evluzine strica. 5 Cmprende testi e messaggi rali in md parzialmente adeguat. Prduce testi rali in md cnfus. Legge in md stentat, ricavand le infrmazini in md superficiale. Usa un linguaggi semplice. Cnsce in md scrrett le strutture basilari della lingua e la sua evluzine strica. 4 Cmprende testi e messaggi rali in md inadeguat. Prduce testi rali in md frammentari e scrrett. Legge in md incert e fatics, ricavand le infrmazini in md difficlts. Si esprime cn un linguaggi pver. Cnsce in md gravemente scrrett le Indicatri: strutture basilari della lingua e la sua evluzine strica. LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA Asclt (cmprensine rale) Parlat (prduzine e interazine rale) Lettura (cmprensine scritta) Scrittura (prduzine scritta) Riflessine sulla lingua e sull apprendiment

7 GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DI INGLESE FRANCESE- SPAGNOLO Vt Crrettezza grammaticale Scritt Orale Prduzine Cmprensine Prduzine 10 Nn cmmette errri grammaticali, la scelta dei vcabli è pertinente e particlarmente adeguata Cmpleta, precisa, apprfndita, persnalizzata Ricnsce l'intenzine cmunicativa del parlante, l'us di particlari espressini di cntatt, di frmule di crtesia e di elementi nn verbali Esplicita tutti gli elementi necessari alla cmprensine della frase del test prdtt 9 Nn cmmette errri grammaticali ma sl qualche inesattezza nella scelta dei vcabli Cmpleta, precisa, apprfndita Ricnsce le infrmazini, e sa perare inferenze cmplesse Frnisce tutte le indicazini necessarie rganizzandle in md adeguat alla situazine cmunicativa 8 Cmmette sl qualche errre nn grave che nn inficia la cmprensibilità del test Cmpleta e precisa Ricnsce le infrmazini, e sa perare inferenze anche cmplesse Riferisce crrettamente le infrmazini, senza errri gravi 7 Riferisce abbastanza crrettamente le infrmazini, senza errri gravi Cmpleta e nel cmpless adeguata Ricnsce le infrmazini, e sa perare inferenze abbastanza cmplesse Riferisce abbastanza crrettamente le infrmazini, senza errri gravi 6 Riferisce abbastanza crrettamente le infrmazini Glbale, ma nn apprfndita Ricnsce le infrmazini, e sa perare semplici inferenze Ha chiar l scp della cmunicazine e trasmette le infrmazini specifiche in md semplice, ma sstanzialmente crrett 5 Ripetuti errri, anche gravi, che rendn il test pc cmprensibile Lacunsa e superficiale Cmprende le principali infrmazini, ma nn sa perare semplici inferenze Riferisce le infrmazini in md superficiale e scrrett 4 Gravi e frequenti errri grammaticali, test pc rganizzat nn cmprensibile Verifica nn svlta mlt frammentaria Nn ricnsce le infrmazini, nn individua le intenzini cmunicative del parlante Nn riesce a frnire le infrmazini richieste per l'incapacità di frmulare frasi di sens cmpiut Indicatri: Us delle fnti Organizzazine delle infrmazini Strumenti cncettuali STORIA -CITTADINANZA E COSTITUZIONE

8 Prduzine scritta e rale GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DI STORIA E CITTADINANZA E COSTITUZIONE 10 Cnsce gli eventi strici in md apprfndit e analitic. Stabilisce relazini di causa/effett cn sicurezza e autnmia. Cnsce i fndamenti delle istituzini della vita sciale, civile e plitica in md apprfndit. Cmprende e usa il linguaggi specific in md precis e sicur. 9 Cnsce gli eventi strici in md apprfndit. Stabilisce relazini di causa/effett cn sicurezza. Cnsce i fndamenti delle istituzini della vita sciale, civile e plitica in md apprfndit. Cmprende e usa il linguaggi specific in md precis e sicur. 8 Cnsce gli eventi strici in md cmplet. Stabilisce relazini di causa/effett cn crrettezza. Cnsce i fndamenti delle istituzini della vita sciale, civile e plitica in md esauriente. Cmprende ed usa il linguaggi specific in md precis. 7 Cnsce gli eventi strici in md abbastanza cmplet. Stabilisce le principali relazini di causa/effett cn crrettezza. Cnsce i fndamenti delle istituzini della vita sciale, civile e plitica in md abbastanza cmplet. Cmprende ed usa il linguaggi specific in md abbastanza precis. 6 Cnsce gli eventi strici nelle linee essenziali. Stabilisce sl le principali relazini di causa/effett. Cnsce i fndamenti delle istituzini della vita sciale, civile e plitica nelle linee essenziali. Cmprende ed usa il linguaggi specific in md accettabile 5 Cnsce gli eventi strici in md superficiale. Stabilisce le relazini di causa/effett cn qualche incertezza. Cnsce i fndamenti delle istituzini della vita sciale, civile e plitica in md superficiale. Cmprende ed usa il linguaggi specific in md imprecis. 4 Cnsce gli eventi strici in md frammentari. Stabilisce le relazini di causa/effett in md inadeguat. Nn cnsce i fndamenti delle istituzini della vita sciale, civile e plitica. Cmprende ed usa il linguaggi specific in md cnfus ed imprpri. GEOGRAFIA Indicatri: Orientament Linguaggi della ge-graficità Paesaggi Regine e sistema territriale GRIGLIA DI VALUTAZIONE DI GEOGRAFIA 10 Ricnsce gli elementi sia fisici che antrpici del territri in md analitic e apprfndit. Usa gli strumenti prpri della disciplina in md precis e autnm. Ricnsce le relazini tra diversi fenmeni gegrafici cn sicurezza e autnmia. Cmprende e usa il linguaggi specific in md precis e cmplet 9 Ricnsce gli elementi sia fisici che antrpici del territri in md apprfndit. Usa gli strumenti prpri della disciplina in md precis. Ricnsce le relazini tra diversi

9 fenmeni gegrafici cn sicurezza. Cmprende e usa il linguaggi specific in md precis. 8 Ricnsce gli elementi sia fisici che antrpici del territri in md cmplet. Usa gli strumenti prpri della disciplina in md crrett. Ricnsce le relazini tra diversi fenmeni gegrafici cn crrettezza. Cmprende e usa il linguaggi specific in md precis. 7 Ricnsce gli elementi sia fisici che antrpici del territri in md abbastanza cmplet. Usa gli strumenti prpri della disciplina in md abbastanza crrett. Ricnsce le relazini tra diversi fenmeni gegrafici. Cmprende e usa il linguaggi specific in md abbastanza precis 6 Ricnsce gli elementi sia fisici che antrpici del territri nelle linee essenziali. Usa gli strumenti prpri della disciplina in md accettabile. Ricnsce sl le principali relazini tra diversi fenmeni gegrafici. Cmprende e usa il linguaggi specific in md accettabile 5 Ricnsce gli elementi sia fisici che antrpici del territri in md superficiale. Usa gli strumenti prpri della disciplina in md imprecis. Ricnsce le relazini tra diversi fenmeni gegrafici cn incertezza. Cmprende e usa il linguaggi specific in md imprecis 4 Ricnsce gli elementi sia fisici che antrpici del territri in md frammentari. Usa gli strumenti prpri della disciplina in md scrrett. Ricnsce le principali relazini tra diversi fenmeni gegrafici in md cnfus. Cmprende e usa il linguaggi specific in md imprpri. MATEMATICA e SCIENZE Indicatri di matematica: Indicatri di scienze: Numeri. Fisica e chimica Spazi e figure.astrnmia e Scienze della Terra Relazini e funzini.bilgia Dati e previsini Prva scritta: criteri 1. Cnscenza degli elementi specifici della disciplina. 2. Applicazine di regle, frmule e prcedimenti. 3. Identificazine delle prcedure di risluzine dei prblemi. 4. Utilizz del linguaggi specific e simblic. GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA SCRITTA DI MATEMATICA VOTO DESCRITTORI 10 Cnscenza degli elementi specifici della disciplina Cnsce gli elementi specifici della disciplina in md cmplet e apprfndit. Applicazine di regle, frmule e prcedimenti Applica le regle, le frmule e i prcedimenti in maniera Identificazine delle prcedure di risluzine dei prblemi Identifica in maniera rigrsa tutte le prcedure di risluzine Utilizz del linguaggi grafic e simblic L utilizz del linguaggi grafic e simblic è rigrs

10 Cnsce gli elementi specifici della disciplina in md cmplet. Cnsce gli elementi specifici della disciplina in md sddisfacente. Cnsce gli elementi specifici della disciplina in md quasi cmplet. Cnsce gli elementi specifici della disciplina in md essenziale. Cnsce gli elementi specifici della disciplina in md frammentari. Cnsce gli elementi specifici della disciplina in md lacuns. crretta e cnsapevle. Applica le regle, le frmule e i prcedimenti in maniera crretta. Applica le regle, le frmule e i prcedimenti in maniera crretta. Applica le regle, le frmule e i prcedimenti in maniera crretta. Applica le regle, le frmule e i prcedimenti in maniera sstanzialmen te crretta. Applica le regle, le frmule e i prcedimenti in maniera incerta. Le regle, le frmule e i prcedimenti risultan in massima parte nn applicate. dei prblemi. Identifica tutte le prcedure di risluzine dei prblemi. Identifica quasi tutte le prcedure di risluzine dei prblemi. Identifica le principali prcedure di risluzine dei prblemi. Identifica alcune prcedure di risluzine dei prblemi. Identifica sl pche prcedure di risluzine dei prblemi. Le prcedure di risluzine dei prblemi sn imprprie. L utilizz del linguaggi grafic e simblic è apprpriat L utilizz del linguaggi grafic e simblic è apprpriat L utilizz del linguaggi grafic e simblic è adeguat. L utilizz del linguaggi grafic e simblic è quasi sempre adeguat. L utilizz del linguaggi grafic e simblic è apprssimat. L utilizz del linguaggi grafic e simblic è inapprpriat. GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA PROVA ORALE DI MATEMATICA E SCIENZE CRITERI 1) Cnscenza degli argmenti 2) Osservazine di fatti e fenmeni; individuazine di analgie e differenze 3) Cmprensine di prblemi, frmulazine di iptesi di sluzine, verifica della rispndenza tra iptesi e risultati sperimentali 4) Cmprensine ed us di linguaggi specifici VOTO Giudizi descrittiv 10 La cnscenza degli argmenti è cmpleta e apprfndita L sservazine di fatti e fenmeni è apprfndita cn la ttale individuazine di analgie e differenze La cmprensine di prblemi, frmulazine di iptesi di sluzine, verifica della rispndenza tra iptesi e risultati sperimentali sn precisi La cmprensine ed us di linguaggi specifici è rigrsa 9 La cnscenza degli argmenti trattati è ampia e ben strutturata. L sservazine di fatti e fenmeni è accurata cn la ttale individuazine di analgie e

11 8 differenze. La cmprensine di prblemi è cmpleta, ed efficaci le prcedure di sluzine adttate, rigrsa è la verifica delle iptesi. La cmprensine ed l us del linguaggi specific è rigrsa. La cnscenza degli argmenti è ampia. L sservazine di fatti e fenmeni è precisa e l individuazine di analgie e differenze è vasta. La cmprensine di prblemi è sicura, e le prcedure di sluzine sn cmplete, seppure cn qualche imperfezine, precisa la verifica delle iptesi. La cmprensine ed l us del linguaggi specific è apprpriata. 7 La cnscenza degli argmenti è buna. L sservazine di fatti e fenmeni e l individuazine di analgie e differenze è abbastanza precisa. La cmprensine di prblemi, le prcedure di sluzine e la verifica delle iptesi sn cmplessivamente crrette. La cmprensine ed l us del linguaggi specific è adeguata. 6 La cnscenza degli argmenti è stata acquisita per linee essenziali. L sservazine di fatti e fenmeni e l individuazine di analgie e differenze avviene cn alcune incertezze. La cmprensine di prblemi è smmaria, incmplete, ma crrette, le prcedure di sluzine, incerta la verifica delle iptesi. La cmprensine ed l us del linguaggi specific è accettabile. 5 La cnscenza degli argmenti è accettabile. L sservazine di fatti e fenmeni e l individuazine di analgie e differenze è imprecisa. La cmprensine di prblemi è parziale, le prcedure di sluzine sn incmplete e nn sempre crrette, la verifica delle iptesi è incerta. La cmprensine ed l us del linguaggi specific è incerta. 4 La cnscenza degli argmenti è scarsa. L sservazine di fatti e fenmeni e l individuazine di analgie e differenze è imprecisa e cnfusa. La cmprensine di prblemi è inadeguata, le prcedure di sluzine e la verifica delle iptesi nn sn individuate. La cmprensine ed l us del linguaggi specific nn è adeguata. Indicatri: Fruizine. Prduzine. MUSICA GRIGLIE PER LA VALUTAZIONE DELL INSEGNAMENTO DI MUSICA PROVA PRATICA E ORALE 10 Suna per lettura brani usand l strument musicale rispettand il ritm. Legge tutti i simbli di un spartit, studia gli argmenti di teria di stria della musica e di pratica cn interesse ed assiduità apprfndendli cn ricerche anche furi dai libri di test utilizzand anche sftware specifici per elabrazini snre e musicali. 9 Suna per lettura i brani prpsti usand l strument musicale, riesce a prtare il ritm cn strumenti a percussine. Legge la partitura in md abbastanza autnm. Studia cn assiduità anche gli argmenti di teria e stria della musica. 8 Guidat suna per lettura brani strumentali utilizzand l strument musicale. Legge e ricnsce i simbli di un spartit cn sicurezza. Studia gli argmenti di teria e stria

12 della musica. 7 Guidat suna cn sufficiente sicurezza i brani strumentali. Legge e ricnsce i simbli di un spartit cn sufficiente sicurezza. Studia cn una certa assiduità gli argmenti di teria della musica e stria della musica. 6 Opprtunamente guidat suna per imitazine i brani strumentali. Ricnsce la simblgia musicale ma ha delle incertezze dvute ad un studi nn cstante a casa. Se incraggiat cnferisce anche su argmenti di stria della musica. 5 Suna semplici brani sl per imitazine. Utilizza una ntazine intuitiva, ricnsce sl alcuni segni della ntazine. Nn studia a casa e nn sempre prta l'ccrrente per la lezine. La partecipazine è saltuaria. Cnferisce gli argmenti di stria in maniera semplicistica. 4 Nn suna nessun strument, riesce a segnare il ritm cn strumenti a percussine. Se stimlat asclta sl in classe ma nn lavra a casa. Nn prta il materiale ccrrente e spess è distratt. Indicatri: ARTE E IMMAGINE Esprimersi e cmunicare. Osservare e leggere le immagini. Cmprendere e apprezzare le pere d arte. GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELL INSEGNAMENTO DI ARTE E IMMAGINE Capacità di vederesservare e cmprensine ed us dei linguaggi visivi specifici Cnscenza ed us delle tecniche espressive Prduzine e rielabrazine dei messaggi visivi Lettura dei dcumenti del patrimni culturale ed artistic vt Osserva in md analitic messaggi visivi ed elementi della realtà Ha superat cmpletamente gli steretipi fndamentali Cnsce in md cmplet e dettagliat le principali regle del linguaggi Cnsce ed applica cn padrnanza strumenti e tecniche espressive Sa usare cn sicurezza le tecniche in relazine alle esigenze espressive Si esprime cn un linguaggi grafic precis e sicur Rappresenta in md cmplet e dettagliat elementi della realtà Cnsce e applica in md cmplet e crrett le principali regle del linguaggi visuale Rielabra i temi prpsti in md persnale ed riginale Cmprende ed utilizza in md crrett e cn precisine i termini specifici relativi alla Stria dell Arte Legge un messaggi visiv ( un pera d arte ) in md cmplet e dettagliat Sa cllcare cn mlta chiarezza un pera d arte ( un messaggi visiv) nel giust cntest stric e culturale 10 9

13 Osserva in md dettagliat messaggi visivi ed elementi della realtà Ha superat in md sddisfacente gli steretipi fndamentali Cnsce in md dettagliat le principali regle del linguaggi visuale Cnsce ed applica crrettamente strumenti e tecniche espressive Sa usare crrettamente le tecniche in relazine alle esigenze espressive Si esprime cn un linguaggi grafic accurat Rappresenta in md dettagliat elementi della realtà Cnsce e applica in md cmplet e crrett le principali regle del linguaggi visuale Rielabra i temi prpsti in md persnale Cmprende ed utilizza in md crrett i termini specifici relativi alla Stria dell Arte Legge un messaggi visiv ( un pera d arte ) in md dettagliat Sa cllcare in md crrett un pera d arte ( un messaggi visiv) nel giust cntest stric e culturale 8 Osserva in md abbastanza dettagliat messaggi visivi ed elementi della realtà Ha superat in md sddisfacente gli steretipi fndamentali Cnsce in md abbastanza dettagliat le principali regle del linguaggi visuale Cnsce ed applica in md abbastanza crrett strumenti e tecniche espressive Sa usare le tecniche in relazine alle esigenze espressive Si esprime cn un linguaggi grafic abbastanza curat Rappresenta in md abbastanza dettagliat elementi della realtà Cnsce e applica in md abbastanza crrett le principali regle del linguaggi visuale Cmprende ed utilizza in md abbastanza crrett i termini specifici relativi alla Stria dell Arte Legge un messaggi visiv ( un pera d arte ) in md abbastanza dettagliat Sa cllcare in md abbastanza crrett un pera d arte ( un messaggi visiv) nel giust cntest stric e culturale 7 Osserva in md cmplessiv messaggi visivi ed elementi della realtà Ha superat cmplessivamente gli steretipi fndamentali Cnsce in md accettabile le principali regle del linguaggi visuale Cnsce ed applica in md accettabile strumenti e tecniche espressive Si esprime cn un linguaggi grafic accettabile Dimstra qualche incertezza nel rappresentare elementi della realtà Cnsce e applica in md accettabile e crrett le principali regle del linguaggi visuale Rielabra i temi prpsti, anche se senza apprti riginali Sa utilizzare sl i principali termini specifici relativi alla Stria dell Arte Legge in md glbale un messaggi visiv ( un pera d arte) Presenta qualche incertezza nel cllcare un pera d arte ( un messaggi visiv) nel giust cntest stric e culturale 6

14 Osserva cn difficltà messaggi visivi ed elementi della realtà Nn ha ancra superat gli steretipi fndamentali Nn ha ancra acquisit la cnscenza delle principali regle del linguaggi visuale Applica cn difficltà le tecniche espressive Incntra difficltà nell us delle tecniche in relazine alle esigenze espressive Si esprime cn un linguaggi grafic difficlts Incntra difficltà nel rappresentare elementi della realtà Incntra difficltà nell applicare le principali regle del linguaggi visuale Rielabra i temi prpsti in md elementare e pc persnale Utilizza cn difficltà i termini specifici relativi alla Stria dell Arte Nn ha ancra acquisit la capacità di lettura di un messaggi visiv ( un pera d arte ) Incntra difficltà nel cllcare un pera d arte ( un messaggi visiv) nel giust cntest stric e culturale 5 4 EDUCAZIONE FISICA GRIGLIE PER LA VALUTAZIONE DELL INSEGNAMENTO DI EDUCAZIONE FISICA Indicatri: Il crp e la sua relazine cn l spazi e il temp. Il linguaggi del crp cme mdalità cmunicativ-espressiva. Il gic,l sprt,le regle e il fair play. Salute e benessere,prevenzine e sicurezza. Criteri di valutazine La valutazine quadrimestrale e finale dvrà tenere cnt: -dei risultati ttenuti -dei prgressi effettivamente raggiunti in base alle capacità ptenziali e ai livelli di partenza -della partecipazine, dell impegn e dell interesse dimstrati durante le lezini. Mdalità e tiplgie di verifica Verrann attuate verifiche: -frmative cn cntrll in itinere del prcess educativ e di apprendiment (sservazine diretta e sistematica durante le lezini) -smmative cn cntrll dei risultati ttenuti nelle single attività (prve pratiche, prve strutturate e semi-strutturate Descrittri 4- Si rifiuta di svlgere l attività prpsta per la verifica 5- Inizia l attività, ma nn la prta a termine delle capacità 6- Esegue l attività richiesta cn qualche interruzine cndizinali 7- Esegue l attività richiesta senza interruzini

15 Descrittri per la verifica delle capacità crdinative Descrittri per la verifica dei gichi di squadra,le regle e il fair play 8- Svlge l attività prpsta distribuend la fatica nel temp richiest Svlge l attività prpsta raggiungend una valida prestazine 4- Si rifiuta di svlgere l esercizi 5- Dimstra difficltà durante l svlgiment dell esercizi 6- Esegue anche se in md imprecis e difficlts l esercizi 7- Riesce a svlgere tutt l esercizi cn qualche imprecisine 8- Esegue tutt l esercizi in md crrett 9- Esegue tutt l esercizi in md crrett, sicur e fluid 10- Esegue tutt l esercizi utilizzand al massim anche le capacità cndizinali 4- Si rifiuta di gicare di svlgere l esercizi 5- Nn sa eseguire i fndamentali 6- Esegue i fndamentali anche se in md imprecis e difficlts 7- Esegue i fndamentali cn qualche imprecisine 8- Esegue crrettamente i fndamentali 9- Esegue crrettamente i fndamentali, a vlte li sa applicare nelle dinamiche di gic Descrittri per le verifiche della teria 10- Utilizza sempre crrettamente i fndamentali nelle dinamiche di gic mettend in att cllabrazine e autcntrll Per le prve strutturate e semistrutturate la sglia della sufficienza è rappresentata dal raggiungiment del 60% del punteggi finale. 100% = 10 ; 90% = 9 ; 80% = 8 ; 70% = 7 ; 60% = 6 ; 50% = 5 ; dal 40% in pi = 4

16 TECNOLOGIA Indicatri: Vedere,sservare e sperimentare. Prevedere immaginare e prgettare. Intervenire,trasfrmare e prdurre GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELL INSEGNAMENTO DI TECNOLOGIA Osservazine ed analisi della realtà tecnica in relazine all um e all ambiente Prgettazine realizzazine e verifica delle esperienze lavrative Cnscenze tecniche e tecnlgiche Cmprensine ed us di linguaggi specifici vt Sa spiegare i fenmeni attravers un'sservazine autnma; si rienta ad acquisire un sapere più integrale Sa spiegare i fenmeni attravers una buna sservazine; si rienta ad acquisire un sapere cmplet Sa spiegare i fenmeni attravers un sservazine abbastanza crretta; cnsce nzini e cncetti Analizza e spiega semplici meccanismi attravers un'sservazine essenziale Cnsce in md parziale i fenmeni e i meccanismi della realtà tecnlgica Realizza gli elabrati grafici in md autnm; usa gli strumenti tecnici cn sciltezza e prprietà Realizza gli elabrati grafici in md razinale; usa gli strumenti tecnici cn sicurezza e in md apprpriat Realizza gli elabrati grafici in md crrett ;usa gli strumenti tecnici in md adeguat ed abbastanza apprpriat Realizza gli elabrati grafici in md essenziale; usa gli strumenti tecnici in md sufficientemente crrett Rappresenta e riprduce in md incert gli elabrati grafici; usa gli strumenti tecnici in md pc crrett Cnsce ed usa le varie tecniche in maniera autnma Cnsce ed usa le varie tecniche in maniera sicura Cnsce ed usa le varie tecniche in md crrett Cnsce ed usa le tecniche più semplici E incert nell usare le tecniche più semplici Cmprende cmpletamente e usa in md sicur e cnsapevle il linguaggi tecnic Usa cn padrnanza il linguaggi tecnic Usa il linguaggi tecnic in md chiar ed idne Usa il linguaggi tecnic in md sufficientemente crrett Cmprende cmplessivamente il linguaggi tecnic, ma ha la difficltà nel su utilizz

17 RELIGIONE GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELL INSEGNAMENTO DI RELIGIONE Partecipazine Cnscenze Cmpetenze Valutazine Creativa. Gli interventi dell studente sn prpsitivi e di stiml alla classe Attiva. L studente mstra un attenzine viva per gli argmenti prpsti cn un bun cntribut Adeguata. L studente mstra una buna attenzine agli argmenti prpsti intervenend in md pertinente Sclastica. L studente dà il prpri cntribut sl in relazine agli argmenti trattati e se stimlat Inadeguata. Gli interventi dell studente nn sn pertinenti, rispett al cmpit richiest Apprfndite. L studente è in grad di rielabrare i cntenuti disciplinari cn quelli persnali Crrette. L studente ha acquisit i cntenuti prpsti nel percrs didattic Adeguate. L studente ha acquisit la maggir parte dei cntenuti prpsti Generiche. L studente ha acquisit i cntenuti essenziali che nn sempre utilizza in md adeguat Superficiali. L studente cnsce sl alcuni cntenuti che nn utilizza in md adeguat Cnslidate. L studente cnsce e cllca i cntenuti disciplinari in md più che pertinente usand cn sicurezza e padrnanza le cmpetenze Precise. L studente dimstra di saper applicare cn cstanza e sicurezza le cmpetenze Pertinenti. L studente dimstra di sapere applicare le sue cmpetenze Essenziali. L studente dimstra di pssedere sl le cmpetenze fndamentali Incerte. L studente nn esplicita alcune cmpetenze/ esplicate in parte Ottim/O.E 9-10 Distint 8 Bun 7 Sufficiente 6 Nn sufficiente 5/4

Griglia di valutazione della scuola secondaria

Griglia di valutazione della scuola secondaria Griglia di valutazine della scula secndaria Criteri CONOSCENZE COMPETENZE e indicatri desunti dal frmat SAPERE F. Cmunicare G. Individuare cllegamenti e relazini Cnsce i cntenuti in riferiment alle discipline

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI. DOCENTI Pimazzoni, Conchetto, Dall Agnola, Facchini

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI. DOCENTI Pimazzoni, Conchetto, Dall Agnola, Facchini PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. SECONDO BIENNIO DISCIPLINA Lettere TERZA E QUARTA DOCENTI Pimazzni, Cnchett, Dall

Dettagli

N. Alunno: VALUTAZIONE INIZIALE/INTERMEDIA/FINALE- ved. Descrittori

N. Alunno: VALUTAZIONE INIZIALE/INTERMEDIA/FINALE- ved. Descrittori DESCRITTORI/INDICATORI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA GRIGLIA DI RILEVAZIONE iniziale, intermedia e finale. N. Alunn: VALUTAZIONE INIZIALE/INTERMEDIA/FINALE- ved. Descrittri COMPETENZE Cmunicazine verbale

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO per alunno con Disturbo Specifico dell Apprendimento (DSA)

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO per alunno con Disturbo Specifico dell Apprendimento (DSA) Minister dell'istruzine, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENVO RITA LEVI-MONTALCINI Via Pusterla,1 25049 Ise (Bs) C.F.80052640176 www.icise.gv.it e-mail: BC80300R@ISTRUZIONE.IT e-mail: BC80300R@PEC.ISTRUZIONE.IT

Dettagli

LA VALUTAZIONE PREMESSA

LA VALUTAZIONE PREMESSA LA VALUTAZIONE PREMESSA La valutazine è un prcess fndamentale dell azine educativa della scula. Essa si attua cn mdalità diverse a secnda dell rdine di scula di riferiment, ma si basa su scelte di carattere

Dettagli

COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA

COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA Istitut Cmprensiv Enric Fermi Scula Secndaria di prim grad G.B. Rubini Rman di Lmbardia Rman di Lmbardia - BG! COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA LE INDICAZIONI DELLA SCUOLA PER

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO G. MORANDI

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO G. MORANDI Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO PIAZZA COSTA Piazza Andrea Csta 23-20092 Cinisell Balsam (MI) MIIC8AP009 C.F. 85007630156 e-mail: miic8ap009@istruzine.it PEC:

Dettagli

ITALIANO LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO BIENNIO

ITALIANO LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO BIENNIO ITALIANO LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO BIENNIO PRIMO ANNO I T A L I A N O Cmpetenze disciplinari Padrneggiare gli strumenti espressivi ed argmentativi indispensabili per gestire la cmunicazine in

Dettagli

Circolare n 131 del 13/01/2014

Circolare n 131 del 13/01/2014 UNIONE EUROPEA. Istitut Statale Istruzine Superire L. Mssa + F. Brunelleschi Via A. Diaz, - 09170 ORISTANO - cd.fiscale 90008830953 Tel.: 0783/71173-78609 - Fax: 0783/300732 / M.P.I Circlare n 131 del

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: Via Mranti, 4 Castelnv né mnti INDIRIZZO: Servizi sci sanitari DOCENTE: Liguri Tiziana CLASSE: 2^E MATERIA DI INSEGNAMENTO: Metdlgie perative LIVELLI DI PARTENZA

Dettagli

Piano di Lavoro di ITALIANO CLASSE 4 AM

Piano di Lavoro di ITALIANO CLASSE 4 AM Lice Scientific Istitut Tecnic Industriale ALDO MORO Via Gall Pecca n. 4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE Tel 0124 454511 Fax 0124 454545 Cd. Fiscale 85502120018 E-mail: segreteria@istitutmr.it Url: www.istitutmr.it

Dettagli

SCUOLE SLOVENE 2 SCUOLE COINVOLTE 2 SEZIONI ŽIGA ZOIS - TRIESTE

SCUOLE SLOVENE 2 SCUOLE COINVOLTE 2 SEZIONI ŽIGA ZOIS - TRIESTE SCUOLE SLOVENE 2 SCUOLE COINVOLTE 2 SEZIONI ŽIGA ZOIS - TRIESTE Ban Jana - inglese Bizijak Magda - lettere slvene e stria Krizmancic Viviana - lettere italiane Samec Nevenka - matematica applicata Rebula

Dettagli

Scuola secondaria di 1 grado F. Malaguti Valsamoggia Anno scolastico 2014/2015 Programmazione per competenze Curricolo classi prime -tecnologia

Scuola secondaria di 1 grado F. Malaguti Valsamoggia Anno scolastico 2014/2015 Programmazione per competenze Curricolo classi prime -tecnologia Scula secndaria di 1 grad F. Malaguti Valsamggia Ann sclastic 2014/2015 Prgrammazine per cmpetenze Curricl classi prime -tecnlgia Traguardi per l svilupp delle cmpetenze al termine della scula secndaria

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO SPECIFICO PER ALUNNI CON DSA

PERCORSO DIDATTICO SPECIFICO PER ALUNNI CON DSA A.I.D ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA Piazza dei Martiri 1/2-40121 Blgna tel. 051242919 Fax 0516393194 c.f. 04344650371 sit: www.dislessia.it e-mail: inf@dislessia.it PERCORSO DIDATTICO SPECIFICO PER ALUNNI

Dettagli

Piano Didattico Personalizzato

Piano Didattico Personalizzato ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIO SANITARI GALVANI IODI Reggi Emilia Via Canalina, 21 tel. 0522 325711- fax 0522 294233 Internet: www.galvaniidi.it mail:reri090008@pec.istruzione.it - Cdice fiscale:

Dettagli

Prot. N. Ai responsabili di plesso di Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado A tutti i docenti

Prot. N. Ai responsabili di plesso di Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado A tutti i docenti ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Giuseppe GARIBALDI Via delle Rimembranze n. 72 81058 VAIRANO PATENORA (CE) 0823 985250 D.S. 0823 643210 /0823 643907 - Fax 0823/985250 C.F. 95003860616 < ceic885003@istruzine.it

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PROGETTO FORMATIVO COMUNICAZIONE EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO NEL FRONT-OFFICE PREMESSA L rientament al cliente è una prergativa indispensabile per la crescita e la cmpetitività di un rganizzazine

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO per alunni con diagnosi DSA

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO per alunni con diagnosi DSA LICEO GINNASIO STATALE G. B. BROCCHI Classic Linguistic - delle Scienze Sciali Scientific - Scientific/Tecnlgic fndat nel 1819 Allegat alla PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO DEFINIZIONE NORMATIVA OBIETTIVO STRUMENTI VALUTAZIONE ITER ORGANIZZATIVO DEFINIZIONE disturbi relativi alle abilità dell apprendiment

Dettagli

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA ann sclastic 2007-2008 PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA Scula Media classi Prime, Secnde e Terze (applicazine del Metd FEUERSTEIN) 1 MOTIVAZIONE E BISOGNI Il Cllegi dei Dcenti,

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 grado GALILEO FERRARIS

Scuola Secondaria di 1 grado GALILEO FERRARIS MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Scula Secndaria di 1 grad GALILEO FERRARIS Via Divisine Acqui, 160-41100 MODENA 059/373339 - Fax 059.373374 e-mail mmm00500r@istruzine.it Sit Web:

Dettagli

LOGO DELL'ISTITUTO. QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggio di informazioni da Scuola a Scuola. Scuola di Provenienza Classe. Scuola Accogliente Classe

LOGO DELL'ISTITUTO. QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggio di informazioni da Scuola a Scuola. Scuola di Provenienza Classe. Scuola Accogliente Classe LOGO DELL'ISTITUTO QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggi di infrmazini da Scula a Scula Scula di Prvenienza Classe Scula Accgliente Classe ALUNNO/A _ A.s. / (Da cmpilare a cura delle insegnanti di classe

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Fax 02/2611.7878-e-mail grupph@licecaravaggi.cm PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO STUDENTE/SSA CLASSE DOCENTE COORDINATORE DIAGNOSI: specialista struttura data INFORMAZIONI DALLA FAMIGLIA: itinerari per avere

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA Ann Sclastic 2013-2014 PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA PERCORSO DIDATTICO SCUOLA PRIMARIA FINALITA : Acquisire una miglire cnscenza del territri e dei rischi presenti in ess, al fine di predisprre

Dettagli

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA COPERNICO VIA COPERNICO 1 00040 POMEZIA (ROMA) TEL. 06 121127550 FAX 0667666356 CODICE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA INFORMATICA DOCENTI BOTTARI LUISA Cmpetenze da cnseguire

Dettagli

INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI

INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI PREMESSA Mettere in att un insegnament della tecnlgia di significative valenze frmative, richiede un impstazine disciplinare in grad di prtare gli alunni, in rapprt alla

Dettagli

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE STORIA SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE STORIA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE STORIA SCUOLA PRIMARIA I CICLO L alunn usa la linea del temp per cllcare un fatt un perid stric. L alunn cnsce elementi significativi del passat del su ambiente

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015 Impssibile visualizzare l'immagine. La memria del cmputer ptrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine ppure l'immagine ptrebbe essere danneggiata. Riavviare il cmputer e aprire di nuv il file. Se

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO RETE DSA PINEROLESE RETE DSA Ist. superiri di Pinerl I.I.S. Buniva Pinerl L.S. Curie Pinerl L.G. Prprat Pinerl I.I.S. Prr Pinerl I.I.S. Prever - Pinerl I.I.S. Prever sezine agrari Osasc PIANO DIDATTICO

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 2 ITI A.S. 2014-15

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 2 ITI A.S. 2014-15 Impssibile visualizzare l'immagine. La memria del cmputer ptrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine ppure l'immagine ptrebbe essere danneggiata. Riavviare il cmputer e aprire di nuv il file. Se

Dettagli

Caselli Marconi Monna Agnese

Caselli Marconi Monna Agnese PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Ann Sclastic 2014-15 Scula secndaria ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CASELLI VIA ROMA 67-53100 SIENA -TEL:0577-40394 www.istitutprfessinalecaselli.it Caselli - GRUPPO ASSISTENZA

Dettagli

Data e luogo di nascita

Data e luogo di nascita ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE SILVIO DE PRETTO Via XXIX Aprile, 40-36015 SCHIO (VI) PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON DSA Istitut Tecnic Industriale Statale Silvi De Prett Schi ANNO

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE I.T.C.G. "CATTANEO" - LICEO "DALL'AGLIO" Via G. Impastat, 3 Castelnv ne' Mnti (RE) Tel.0522/810083 Prf : Luisa Belli Materia: Inglese PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Classe 3 sez. M (lice delle scienze umane,

Dettagli

- Comprendere idee principali, dettagli e punto di vista in testi orali in lingua standard, riguardanti argomenti anche complessi e non conosciuti.

- Comprendere idee principali, dettagli e punto di vista in testi orali in lingua standard, riguardanti argomenti anche complessi e non conosciuti. DISCIPLINA: LINGUE STRANIERE - INGLESE Ann sclastic 2013-2014 Perid Autre: CLASSE QUINTA Dipartiment Lingue PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA Premessa: tutti gli studenti dvrann raggiungere un livell B2 di

Dettagli

Progetto di Istituto LEGALITA

Progetto di Istituto LEGALITA Prgett di Istitut LEGALITA Il seguente prgett investe tutti e tre gli rdini sclastici (infanzia, primaria e secndaria di I grad),in quant l Istitut, pne al centr del Pian dell Offerta Frmativa l educazine

Dettagli

REGOLAMENTO PER COORDINAMENTO DELLE NORME SULLA VALUTAZIONE 2011/2012

REGOLAMENTO PER COORDINAMENTO DELLE NORME SULLA VALUTAZIONE 2011/2012 Minister della Pubblica Istruzine Istitut Cmprensiv Statale G.A.BOSSI Via Dante 5-21052 Bust Arsizi (VA) Tel. 0331/630301 - Fax 0331/672739 e-mail segreteria: VAIC856009@istruzine.it psta certificata:

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari Scienze Umane - Scienze Umane Economico Sociale Musicale

LICEO STATALE Carlo Montanari Scienze Umane - Scienze Umane Economico Sociale Musicale LICEO STATALE Carl Mntanari Scienze Umane - Scienze Umane Ecnmic Sciale Musicale Vicl Stimate n. 4 Tel. 045/8007311 Fax 045/8030091 37122 VERONA E-mail: inf@licemntanari.it C.F. 80011840230 Sit web: www.licemntanari.it

Dettagli

QUESTIONARIO INSEGNANTE

QUESTIONARIO INSEGNANTE QUESTIONARIO INSEGNANTE Gentile insegnante, Le chiediam di esprimere la sua pinine su alcuni aspetti della vita sclastica e sul funzinament della scula nella quale attualmente lavra. Le rispste che darà

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: inf@abba-ballini.it DIPARTIMENTO DI INFORMATICA Attività

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P.ALDI - GROSSETO SEZIONE LICEO SCIENTIFICO

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P.ALDI - GROSSETO SEZIONE LICEO SCIENTIFICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P.ALDI - GROSSETO SEZIONE LICEO SCIENTIFICO PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2013/2014 MATERIA: MATEMATICA ED INFORMATICA Test: MATEMATICA.BLU vl.1 Autri :BERGAMINI-TRIFONE-BAROZZI

Dettagli

ORGANIZZAZIONE FORMATIVA. III ANNO - recupero -

ORGANIZZAZIONE FORMATIVA. III ANNO - recupero - 1 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, DEI BENI CULTURALI E DEL TURISMO CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Ann accademic 2013/14 ORGANIZZAZIONE FORMATIVA III ANNO - recuper - Indirizz

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unine Eurpea Repubblica Italiana Regine Sicilia Istitut Cmprensiv «Santi Bivna» REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N. 65 ISTITUTO COMPRENSIVO «SANTI BIVONA» Cntrada Sccrs s. n. c. - 92013 Menfi - (AG)

Dettagli

Linee programmatiche Pof 2015/2016 Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado

Linee programmatiche Pof 2015/2016 Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado Linee prgrammatiche Pf 2015/2016 Scula Primaria e Secndaria di Prim grad Nella cnsapevlezza della relazine che unisce cultura, scula e persna, la finalità della scula è l svilupp armnic e integrale della

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA MOVIMENTO E GUSTO CON L EQUILIBRIO GIUSTO! Comprendente:

UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA MOVIMENTO E GUSTO CON L EQUILIBRIO GIUSTO! Comprendente: UNITÀ DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA MOVIMENTO E GUSTO CON L EQUILIBRIO GIUSTO! Cmprendente: UDA PIANO DI LAVORO SCHEMA RELAZIONE INDIVIDUALE GRIGLIA DI VALUTAZIONE IC Rvig 3 - Insegnanti: Osti

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO PAOLO VETRI - RAGUSA

CIRCOLO DIDATTICO PAOLO VETRI - RAGUSA BOZZA SCHEDA Rilevazine BES GLI Direzine didattica Pal Vetri Ragusa 2013 CIRCOLO DIDATTICO PAOLO VETRI - RAGUSA Ann sclastic 2013-2014 RILEVAZIONE DI EVENTUALI ALUNNI CON BES La presente scheda cnsente

Dettagli

MATEMATICA - CLASSE I. Obiettivi minimi di apprendimento matematica I. Competenze

MATEMATICA - CLASSE I. Obiettivi minimi di apprendimento matematica I. Competenze - CLASSE I Cmpetenze MATEMATICA Nucle tematic: il numer Utilizzare le tecniche e le prcedure del calcl aritmetic in N, rappresentandle anche in frma grafica. Rislvere i prblemi facend us delle perazini

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO Classe seconda Scuola Secondaria di primo grado

CURRICOLO DI ITALIANO Classe seconda Scuola Secondaria di primo grado A S C O L T A R E padrneggiare le abilità di ascltare; sfruttare tali abilità per acquisire una piena cmpetenza testuale e cmunicativa CURRICOLO DI ITALIANO Classe secnda Scula Secndaria di prim grad INDICATORI

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO A. S. 2013-2014 CARATTERISTICHE DEL PROGETTO 1. Titl del prgett PROGETTO SALUTE Belli Dentr e Belli

Dettagli

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI L Asil Nid La Crte dei Bambini ffre ai genitri e bambini accglienza e asclt cn una particlare attenzine ai bisgni persnali di crescita e di svilupp individuali. Pensa al

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Cllegi Gemetri e Gemetri Laureati di Mnza e Brianza, nella persna di Cesare Galbiati, in qualità di Presidente del Cllegi e L Istitut di Istruzine Superire Ezi Vanni di Vimercate,

Dettagli

VADEMECUM INCLUSIONE

VADEMECUM INCLUSIONE www.ictramnti.gv.it Autnmia Sclastica n. 24 Istitut Cmprensiv Statale G. Pascli Via Orsini - 84010 Plvica - Tramnti (SA) - Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzine.it-

Dettagli

SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Pl Liceale SOCRATE Via P. Reginald Giuliani, 15-00154 ROMA PDP/DSA Indirizz: Classic Scientific ANNO

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO ISTITUTO GESU -MARIA VIA FLAMINIA, 63 009 ROMA Tel. 06333722 fax 063322046 Mail: ist.gesu-maria@mclink.it

Dettagli

Liceo Scientifico E. Mattei. Viale delle Querce 87012 Castrovillari

Liceo Scientifico E. Mattei. Viale delle Querce 87012 Castrovillari Lice Scientific E. Mattei Viale delle Querce 87012 Castrvillari PROGRAMMAZIONE PER ASSI CULTURALI II BIENNIO CLASSE III SCIENZE APPLICATE Crdinatre: Prf.ssa Maria Grec Ann Sclastic 2014-2015 a. PROFILO

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 Cmunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 LA RELAZIONE CONCLUSIVA PERCHÉ UNA PIATTAFORMA PER LA DIDATTICA? IL MANDATO DEL COLLEGIO Cn l individuazine della Funzine strumentale per l us dell infrmatica

Dettagli

Tutti pronti a partire. Istituto Comprensivo di Brisighella 1

Tutti pronti a partire. Istituto Comprensivo di Brisighella 1 Tutti prnti a partire Istitut Cmprensiv di Brisighella 1 Premessa: Le insegnanti delle Scule dell Infanzia, appartenenti all Istitut cmprensiv di Brisighella, intendn attuare, in cllabrazine cn la Plizia

Dettagli

P.D.P. PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Per allievi con Disturbi Specifici di Apprendimento

P.D.P. PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Per allievi con Disturbi Specifici di Apprendimento Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca Uffici Sclastic Reginale per il Lazi via Virgili n. 29-00041 Alban Laziale (Rma) Centralin: 06/9320.129 Fax: 06/9321.652 @: RMIC8GB00T@istruzine.it,

Dettagli

Formstat Flight. Caratteristiche di Formstat Flight

Formstat Flight. Caratteristiche di Formstat Flight Frmstat Flight Frmstat Flight è una suite di prgrammi prgettati cn l bbiettiv di ttimizzare il prcess frmativ e sfruttare al megli l interattività e la multimedialità fferte dai nuvi strumenti messi a

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO MINISTERO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITA RICERCA Direzine Didattica Statale Infanzia e Primaria III CIRCOLO SAN GIOVANNI BOSCO Via Amand Vescv, 2-76011 Bisceglie (BT) Cdice Fiscale 83006560722 - Cdice Meccangrafic

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari LICEO STATALE Carl Mntanari Scienze Umane - Scienze Umane Ecnmic Sciale Musicale Vicl Stimate n. 4 37122 VERONA C.F. 80011840230 Tel. 045/8007311 Fax 045/8030091 E-mail: inf@licemntanari.it Sit web: www.licemntanari.it

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA PRIMARIA

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA PRIMARIA Scula dell Infanzia Primaria Secndaria 1 Grad Via San Bernard, 10 29017 Firenzula d Arda www.istitutcmprensivfirenzula.gv.it Email: pcic818008@istruzine.it Pec.:pcic818008@pec.istruzine.it PIANO DIDATTICO

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein Lice Classic - Lice Artistic - Lice Scientific - I.P.S.I.A. E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la giia della creatività e della cnscenza Albert Einstein Ann Sclastic: 2013/2014 1 Lice Classic

Dettagli

PROGETTO DI CASA NEL MONDO COMPETENZE CHIAVE PER UNA CITTADINANZA SOSTENIBILE

PROGETTO DI CASA NEL MONDO COMPETENZE CHIAVE PER UNA CITTADINANZA SOSTENIBILE Fndazine Cgeme Onlus PROGETTO DI CASA NEL MONDO COMPETENZE CHIAVE PER UNA CITTADINANZA SOSTENIBILE GRUPPO 1 Cmpsizine del grupp: Alessia Mutti (IC Castegnat - Infanzia), Filmena Tartaglia IC Erbusc Primaria),

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GOZZI-OLIVETTI Via Bardassano, 5-10132 TORINO - tel. 011/4438780 - fax 011/4438744 C.F. 97602450013 - C.M.

ISTITUTO COMPRENSIVO GOZZI-OLIVETTI Via Bardassano, 5-10132 TORINO - tel. 011/4438780 - fax 011/4438744 C.F. 97602450013 - C.M. 1. COMPETENZE E CONOSCENZE ATTESE: TRAGUARDO DELL ANNO SCOLASTICO IN CORSO DI ITALIANO 1.1 COMPETENZE SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA Obiettivi didattici a) ascltare: - ascltare cn attenzine e saper prendere

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Prvincia Uffici: Centri per l impieg Servizi: Supprt alla ricerca del lavr INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di Primo Grado Via R. Misasi 87100 - Cosenza

Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di Primo Grado Via R. Misasi 87100 - Cosenza Unine Eurpea Minister dell Istruzine dell Università e della Ricerca Minister dell Istruzine dell Università e della Ricerca Uffici Sclastic Reginale per la Calabria Istitut Cmprensiv Statale Csenza 1

Dettagli

SCUOLA CAPOFILA AREA VALDINIEVOLE 2 CIRCOLO DIDATTICO PESCIA

SCUOLA CAPOFILA AREA VALDINIEVOLE 2 CIRCOLO DIDATTICO PESCIA Azienda U.S.L. 3 Zna di Pistia Unità Funzinale Salute Mentale Infanzia e Adlescenza Via Curtatne e Mntanara n 54 SCUOLA CAPOFILA AREA VALDINIEVOLE 2 CIRCOLO DIDATTICO PESCIA PROGETTO SCOleDIpistia Scprire

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

Soluzioni di supporto alla gestione e sviluppo di prodotto in ambito NPD e PLM

Soluzioni di supporto alla gestione e sviluppo di prodotto in ambito NPD e PLM Master in Alt Apprendistat Sluzini di supprt alla gestine e svilupp di prdtt in ambit NPD e Figura prfessinale e biettiv Gli apprendisti destinatari del prgett frmativ sn: laureati, di prim e secnd livell,

Dettagli

Prot. n 1037 B/17 Acquaviva delle Fonti, 23/02/2015

Prot. n 1037 B/17 Acquaviva delle Fonti, 23/02/2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 1 CIRCOLO DE AMICIS P.zza Di Vagn, 18 70021 ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA) Tel. 080-761314 Fax 080 3051357 www.deamicis.gv.it. e-mail BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT

Dettagli

PDP/BES. Indirizzo O Classico O Scientifico

PDP/BES. Indirizzo O Classico O Scientifico MINISTERO DELL ISTRUZIONE, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Pl Liceale SOCRATE Via P. Reginald Giuliani, 15-00154 ROMA PDP/BES Allievi cn altri Bisgni Educativi

Dettagli

Muse in OrchestranDO ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO MCIC83600N ANNO SCOLASTICO 2012/2013. 1.1 Denominazione Progetto

Muse in OrchestranDO ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO MCIC83600N ANNO SCOLASTICO 2012/2013. 1.1 Denominazione Progetto ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI Via U. Bassi n 30-62012 CIVITANOVA MARCHE Tel. 0733 772163- Fax 0733 778446 mcic83600n@istruzine.it, MCIC83600N@PEC.ISTRUZIONE.IT www.circlugbassi.gv.it -

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE A.S. 2013\2014. Scuola dell Infanzia Sant Efisio. Scuola Paritaria Madre Teresa Quaranta.

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE A.S. 2013\2014. Scuola dell Infanzia Sant Efisio. Scuola Paritaria Madre Teresa Quaranta. PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE A.S. 2013\2014 Scula dell Infanzia Sant Efisi Scula Paritaria Madre Teresa Quaranta La Strada Maestra..vita è cme andare in bicicletta: se vui stare in equilibri devi muverti.

Dettagli

piano di studio CLASSE SEZ.. COORDINATORE prof.

piano di studio CLASSE SEZ.. COORDINATORE prof. 1 ISTITUTO COMPRENSIVO EX SCUOLA MEDIA TORRACA MATERA a.s. 2014-2015 pian di studi CLASSE SEZ.. COORDINATORE prf. 2 DOCENTI DELLA CLASSE: MATERIA INSEGNANTE ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA APROFONDIMENTO INGLESE

Dettagli

INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI

INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI INSEGNANTE PROF. ROSARIO BERARDI PREMESSA Mettere in att un insegnament della tecnlgia di significative valenze frmative, richiede un impstazine disciplinare in grad di prtare gli alunni, in rapprt alla

Dettagli

SCUOLA MADRE CABRINI. Via Artisti, 4 10124 Torino Tel. 011-835858 Fax 011-0133247 e-mail: cabrini.to@tin.it www. istitutocabrinitorino.

SCUOLA MADRE CABRINI. Via Artisti, 4 10124 Torino Tel. 011-835858 Fax 011-0133247 e-mail: cabrini.to@tin.it www. istitutocabrinitorino. SCUOLA MADRE CABRINI Via Artisti, 4 10124 Trin Tel. 011-835858 Fax 011-0133247 e-mail: cabrini.t@tin.it www. istitutcabrinitrin.it ESTRATTO DEL P.O.F. SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO 2015-2016 PROGETTO EDUCATIVO

Dettagli

Tutti a scuola almeno fino a 16 anni

Tutti a scuola almeno fino a 16 anni Tutti a scula almen fin a 16 anni LE BUONE PRATICHE: BIENNIO UNITARIO SUBITO L Esperienza dell ITIS Cbianchi di Verbania raccntata da Guid Bschini Nell ann 1886 venne fndata a Intra cittadina del Lag Maggire

Dettagli

Liceo Classico Liceo Artistico Liceo Scientifico I.P.S.I.A.

Liceo Classico Liceo Artistico Liceo Scientifico I.P.S.I.A. I.I.S.S. "V. IGNAZIO CAPIZZI" BRONTE Lice Classic Lice Artistic Lice Scientific I.P.S.I.A. Obiettivi del dipartiment: L biettiv principale che si vule perseguire è quell di sviluppare nell studente un

Dettagli

STUDIO DI CONSULENZA ARCHEOLOGICA

STUDIO DI CONSULENZA ARCHEOLOGICA STUDIO DI CONSULENZA ARCHEOLOGICA PROGETTO LA BIBLIOTECA CHE VORREI Labratri di lettura (40 re) Prpnente: Studi di Cnsulenza Archelgica Via Piave n 24-73059 UGENTO (Lecce) e-mail: inf@archestudi.cm Premessa

Dettagli

Prot.n. 6363 / 17-17 Jesolo, 12/10/2012 AVVISO PUBBLICO

Prot.n. 6363 / 17-17 Jesolo, 12/10/2012 AVVISO PUBBLICO Istitut Cmprensiv Statale Ital Calvin Jesl (VE) Piazza Mattetti, 12 - Cd. Mecc. VEIC81500D Cd. Fisc. 93020690272 0421-951186 - 0421-952901 VEIC81500D@istruzine.it - www.istitutcmprensivcalvin.it Prt.n.

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

Patto Educativo di Corresponsabilità

Patto Educativo di Corresponsabilità Patt Educativ di Crrespnsabilità Ann Sclastic 2015/16 Istitut Cmprensiv E IBSEN Casamiccila Terme ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E. IBSEN CASAMICCIOLA TERME Viale Paradisiell, 10-80074 Casamiccila Terme

Dettagli

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it CORSO ANNUALE PER PSICOLOGO SCOLASTICO AD ORIENTAMENTO SISTEMICO - RELAZIONALE La psiclgia sclastica è un camp in espansine ed il settre sclastic rappresenta un degli ambit disciplinari che nei prssimi

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

Intestazione scuola PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON DSA

Intestazione scuola PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON DSA Intestazine scula PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON DSA Indice 1. Infrmazini generali pag. 3 1.1 Dati relativi all alunn/a pag. 3 1.2 Quadr familiare pag. 4 1.3 Situazine della classe pag.

Dettagli

Sperimentiamo in inglese

Sperimentiamo in inglese Istitut Omnicmprensiv Statale Beat Simne Fidati Scula d Infanzia, Primaria, Secndaria prim grad e Secndaria Superire (IPSIA) Lcalità La Stella - 06043 Cascia (PG) 074376203 0743751017 074376180 E-mail

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE GLI STRUMENTI DELL'OPERATORE SANITARIO PER LA TUTELA DELLA SALUTE, DI TUTTI Nel 2008 l OMS ha presentat i lavri cnclusivi della Cmmissine sui Determinanti Sciali di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014. Scuola Primaria Classe 3 - sez. A - 27 ore

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014. Scuola Primaria Classe 3 - sez. A - 27 ore PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Ann Sclastic 2013-2014 Scula Primaria Classe 3 - sez. A - 27 re Disciplina/e matematica e Tecnlgia, lingua inglese Ins. Sara Mntanari N di alunni 18, di

Dettagli

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania L'Assessra Plitiche Sciali, Plitiche Givanili, Pari pprtunità. Prblemi dell Immigrazine, Demani e Patrimni e l Area Generale Di Crdinament - 17 Istruzine, Musei, Plitiche Givanili, Lavr, Frmazine Prfessinale,

Dettagli

Libro di testo e materiale didattico: Cloud - Piero Gallo, Fabio Salerno Minerva Scuola. Appunti scaricabili dal sito web dell Istituto.

Libro di testo e materiale didattico: Cloud - Piero Gallo, Fabio Salerno Minerva Scuola. Appunti scaricabili dal sito web dell Istituto. Crs di Infrmatica Prgramma svlt nella classe V sez. D Infrmatica ann sclastic 2014/2015 Prf. Enni Ranucci Prf. Margherita Puca (labratri) Finalità: Gestire il prgett e la manutenzine di sistemi infrmativi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 DISCIPLINA MATEMATICA DOCENTI ZANINI- FATTORELLI Cmpetenze

Dettagli

Prevenzione del disagio scolastico

Prevenzione del disagio scolastico AREA 2 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E PROCESSI INCLUSIVI DA ATTUARE Prevenzine del disagi sclastic Finalità Intervenire preccemente sulle difficltà, i disturbi dell apprendiment e del cmprtament. Obiettivi

Dettagli

Obiettivo. Dal problema al risultato Algoritmo. Imparare a PROGRAMMARE

Obiettivo. Dal problema al risultato Algoritmo. Imparare a PROGRAMMARE Obiettiv Imparare a PROGRAMMARE LA PROGRAMMAZIONE: Algritmi e prgrammi Imparare a cstruire PROGRAMMI che permettan, tramite l us di cmputer, di rislvere prblemi di divers tip. Prblema Dal prblema al risultat

Dettagli