Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI LIBRI NUOVI. Codice attività: Indice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Metodologia di controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI LIBRI NUOVI. Codice attività: 52.47.1. Indice"

Transcript

1 Metodologa d controllo COMMERCIO AL DETTAGLIO DI LIBRI NUOVI Codce attvtà: Indce 1. PREMESSA Caratterstche economco - azendal del settore Cenn sulla normatva fscale d settore (regme specale I.V.A. e regme del margne)3 1.3 Consuetudn commercal ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO Interrogazon dell Anagrafe Trbutara Altre nterrogazon e rcerche prelmnar all accesso Controllo delle nformazon relatve al soggetto present n Internet METODOLOGIA DEL CONTROLLO Modaltà dell accesso Controll prortar Controllo del volume d affar Tpologe d evasone Indz d evasone Possbl approfondment dell ndagne Quantfcazone de rcav omess Controllo d carco e scarco del magazzno Controllo del rcarco Indce d rotazone del magazzno Indce d produttvtà per addetto Altr controll ed anals Ulteror element d valutazone Le ndagn bancare Rchesta al contrbuente degl estrem dentfcatv de cont Rchesta della copa de cont agl sttut d credto e fnanzar CHECK LIST Aggornamento: Settembre 2002

2 Commerco al dettaglo d lbr nuov PREMESSA Il settore n questone vene ndvduato dal codce attvtà Commerco al dettaglo d lbr nuov e comprende sa esercz commercal d pccole e mede dmenson, sa punt vendta d grand dmenson (ad esempo cosddett mega-store ), che pur essendo, n molt cas, dretta emanazone d una casa edtrce, presentano all nterno del propro assortmento anche lbr d altr edtor. La presente metodologa ntende far rfermento soprattutto alla parte del settore economco rappresentato dalle azende d pccole e mede dmenson. Inoltre la metodologa può essere utlzzata nel caso de controll effettuat ne confront de soggett che svolgono attvtà contraddstnte da un dverso codce, come ad esempo le cartolere e che vendono anche lbr. 1.1 Caratterstche economco - azendal del settore La seguente classfcazone degl esercz commercal tene conto delle dmenson struttural, de dvers canal d approvvgonamento, de var prodott edtoral, dell assetto organzzatvo, della tpologa d clente fnale e del tpo d servz offert. La lbrera rappresenta l canale prncpale del commerco lbraro, nonostante lo svluppo graduale d altr canal commercal (book club, edcola, grande dstrbuzone, vendte temporanee n fere e pazze, nternet, ecc.). Attraverso l canale classco della lbrera gunge a lettor crca l 75% della produzone lbrara. L approvvgonamento delle lbrere può avvenre drettamente dalle case edtrc o tramte dstrbutor uffcal delle stesse. Dscorso a parte merta l fenomeno remanders (termne che n nglese sgnfca rmanenze). Trattas d un mercato d seconda dstrbuzone : alcune socetà rtrano dalle case edtrc lbr fallat, vecch, lbr post fuor catalogo e l rvendono alle lbrere, almentando n partcolare l fenomeno metà prezzo. La maggoranza degl esercz commercal del settore è costtuta dalle lbrere d pccole dmenson, le qual organzzate prevalentemente n forma gurdca d dtta ndvduale (l ttolare è coaduvato talvolta da un collaboratore o da un dpendente), pur proponendo un assortmento abbastanza dversfcato, vendono prncpalmente lbr d narratva e d saggstca. Gl acqust sono rpartt tra ngrosso (per la maggor parte) e case edtrc. Le lbrere d mede dmenson sono organzzate prevalentemente n forma socetara, vedono la presenza d dpendent, sono caratterzzate anche dall offerta d servz alla clentela (ad esempo organzzano a fn promozonal ncontr con gl autor, presentano una carta fedeltà per clent). Un numero pù rstretto è costtuto dalle lbrere d grand dmenson. Quas sempre organzzate n forma socetara, utlzzano personale dpendente. Presentano un ampo assortmento, l cu approvvgonamento è garantto per la maggor parte dalle case edtrc. L assortmento delle lbrere può essere dversfcato o specalzzato. In partcolare le cartolbrere rentrano generalmente tra soggett caratterzzat dal prmo genere d assortmento e costtuscono una tpologa molto dffusa. Offrono, oltre a lbr (per lo pù scolastc), anche altr prodott (che vanno dalla cartolera, agl artcol da regalo, gadget, artcol d cancellera) e servz (rlegatura test e copstera). Per l Aggornamento: Settembre

3 Commerco al dettaglo d lbr nuov controllo d tal ulteror attvtà s rnva alle relatve metodologe ed n partcolare al commerco al dettaglo artcol d cartolera, d cancellera e fornture per uffco. Tra le lbrere specalzzate rentrano quelle d test scolastc e/o unverstar. La clentela è rappresentata soprattutto da prvat (per la rmanente parte, da ent pubblc e prvat). L approvvgonamento è garantto per la maggor parte dalle case edtrc e n msura mnore da grossst (o agent dstrbutor). Anche le lbrere professonal presentano un assortmento specalzzato. La clentela è costtuta essenzalmente da professonst, socetà, ent pubblc e prvat. Gl acqust sono realzzat n prevalenza da case edtrc e, n msura molto mnore, all ngrosso. Negl ultm ann l assortmento delle lbrere è andato dversfcandos n drezone delle vdeocassette o altr prodott non book (maglette, artcol d cartotecnca, poster). Il non book (vdeocassette, prodott dell edtora elettronca, agende, ecc.), pur rappresentando ancora una quota margnale de rcav, rappresenta un settore scuramente n crescta. Forte è la dffusone, all nterno della produzone lbrara, d ttol che presentano support nformatc o audo-vdeomagnetc allegat come parte ntegrante del prodotto edtorale. I process d dgtalzzazone de contenut edtoral hanno favorto la dffusone d tal prodott. Per quanto rguarda l eventuale vendta d artcol d rproduzone vdeo-muscale (DVD, CD, nastr), s rmanda alla metodologa Commerco al dettaglo d dsch e nastr. Nel settore è presente la dstrbuzone effettuata n franchsng, che ncoragga le pccole mprese e ne favorsce la crescta economca, permettendo all afflato d servrs dell esperenza e della consoldata presenza sul mercato del franchsor. E nfatt quest ultmo a curare l mmagne complessva (arredamento, dsplay, lay out), la pubblctà e l approvvgonamento de punt vendta afflat. Nel caso del franchsng v è la presenza d una pluraltà d soggett gurdc autonom che svolgono la propra attvtà utlzzando march, know how tecnco-commercal, assstenza e consulenza, agevolazon nel rassortmento del magazzno da parte della casa madre, alla quale vengono corrsposte royaltes o fees. Il rapporto casa madre-afflat comporta una sere d controll ntern che dovrebbero asscurare, almeno n parte, l Ammnstrazone Fnanzara sulla verdctà degl acqust e sull ndvduazone de forntor. 1.2 Cenn sulla normatva fscale d settore (regme specale I.V.A. e regme del margne) A fn I.V.A., per l commerco d prodott edtoral è prevsto uno specale sstema monofase n cu l mposta vene corrsposta esclusvamente dall edtore. Le successve cesson, effettuate dagl operator che ntervengono nella fase della commercalzzazone (edcolant, lbra, ecc.), sono operazon escluse dall ambto d applcazone dell mposta. Pertanto, per le vendte d lbr può non essere emesso alcun documento fscale a sens dell art. 74, comma 1, lettera c, del D.P.R. del 26 ottobre 1972, n Tuttava, spesso, per motv d controllo gestonale, gl esercent certfcano le cesson d lbr con l emssone d scontrn anche non fscal. La dscplna e le modaltà applcatve del regme specale I.V.A. sono regolamentate dal D.M. del 9 aprle 1993 (pubblcato n G.U. del 14 aprle 1993, n. 86). Aggornamento: Settembre

4 Commerco al dettaglo d lbr nuov Il regme è applcable a condzone che prodott cedut sano classfcabl n una delle categore d prodott edtoral stampat ed evdenzno l prezzo d vendta al pubblco n copertna o n apposto allegato ove sono rportat anche l ttolo della pubblcazone e l ndcazone dell edtore. In assenza d prezzo d vendta al pubblco non s applca l regme monofase, ma le regole general dell mposta sul valore aggunto, che prevedono l alquota del 4%. Sono assoggettat al regme specale dell edtora le cesson de seguent ben: gornal quotdan, perodc, lbr, support ntegratv relatv a predett ben, catalogh. Inoltre, rentrano nello specale sstema monofase anche le cesson congunte d gornal, perodc e lbr con altr ben dvers da support ntegratv. Sono consderat support ntegratv nastr, dsch, le vdeocassette e gl altr support sonor o vdeomagnetc cedut anche gratutamente, per un prezzo ndstnto e n unca confezone, untamente a gornal quotdan, lbr e perodc, senza essere funzonalmente conness agl stess. Pertanto nel proseguo della metodologa, con l espressone l eventuale I.V.A. s ntende far rfermento soprattutto a quella dervante dal commerco d ben dvers da lbr (artcol d cartolera, cancellera, artcol da regalo, ecc.). La cessone d lbr usat acqustat da prvat deve, nvece, rspettare le dsposzon della dscplna del margne ntrodotta con l D.L. del 23 febbrao 1995, n. 41, convertto dalla Legge del 22 marzo 1995, n. 85. I rvendtor d ben usat applcano l I.V.A. sulla dfferenza (margne) tra l costo d acqusto de ben e l prezzo d vendta. Il margne per lbr usat, non d antquarato, è stato stablto n va forfetara nel 25% del prezzo d vendta. Il regme del margne non è esclusvo n quanto è possble optare per l applcazone del regme I.V.A. ordnaro. 1.3 Consuetudn commercal Nella prass degl acqust da parte della lbrera drettamente dalla casa edtrce, è possble che sa presente la clausola d resa, la cu percentuale vara a seconda della casa edtrce e del rapporto ntercorrente tra quest ultma e la lbrera. Una problematca specfca del settore lbrere è rappresentata dallo sconto. Per quanto rguarda gl acqust delle lbrere, lo sconto pratcato dalle case edtrc può essere compreso tra l 20 e l 28% per la vara (ntendendo con tale termne lbr non rentrant nel genere della scolastca ). Per la scolastca, che comprende anche test unverstar, lo sconto è d solto pù basso, dal 15 al 18%. Inoltre, possono essere prevst prem d fne anno quando la lbrera clente raggunge un certo budget d acqust. In realtà tal prem consstono n semplc scont dffert, n quanto la casa edtrce madre applca su tutte le fatture uno sconto mnmo. Nel momento n cu l lbrao raggunge un certo volume d acqust, è possble che tale sconto aument. Sono anche present, come peculartà del settore, gl scont n natura e la cosddetta tredcesma copa. Aggornamento: Settembre

5 Commerco al dettaglo d lbr nuov S tratta d lbr che vengono cedut a ttolo d sconto merce. La caratterstca delle merc omaggate è quella d essere della stessa natura del prodotto acqustato. In rfermento alle vendte al pubblco, l effettuazone d vendte straordnare e d lqudazone erano (fno all entrata n vgore della Legge del , n. 62) dscplnate dal D.Lgs. del 31 maggo 1998, n. 114 e successve modfche e ntegrazon. A tal rguardo l art. 15 del ctato D.Lgs. n. 114/98 fornsce dstnzon n merto alle vendte d lqudazone e alle vendte promozonal: le prme sono quelle fatte da ch vuole vendere n breve tempo tutte le propre merc o gran parte d esse n occasone d cessazone dell attvtà commercale, cessone d azenda, trasfermento dell azenda n altro locale, trasformazone o rnnovo de local e possono essere realzzate n qualsas momento preva comuncazone al Comune; le promozonal sono nvece vendte effettuate per perod d tempo lmtato. S evdenza che lo sconto o l rbasso effettuato deve essere espresso n percentuale sul prezzo normale d vendta che deve essere comunque esposto (art. 15, comma 5, del D.Lgs. n. 114/98). Cò vale, ovvamente, per le merc dverse da lbr. Inoltre, è prevsta per gl esercent che svolgono l attvtà commercale ne comun ad economa prevalentemente turstca, nelle cttà d arte o nelle zone del terrtoro de medesm, la possbltà d determnare lberamente gl orar d apertura e d chusura, derogando all obblgo d chusura domencale e festva (art. 12, comma 1, D.Lgs. n. 114/98). In partcolare, nel settore lbrao, è ntervenuta la Legge del 7 marzo 2001, n. 62, nttolata Nuove norme sull edtora e su prodott edtoral e modfche alla Legge del 5 agosto 1981, n Le dsposzon d cu all art. 11, così come modfcato dal D.L. del 5 aprle 2001, n. 99 (convertto con la Legge del 9 maggo 2001, n. 198), dscplnano l prezzo de lbr ed hanno effetto a decorrere dal 1 settembre L orgnaro perodo spermentale della durata d un anno, è stato prorogato al dal D.L. del 2 settembre 2002, n L art. 11, comma 1, della ctata legge recta: Il prezzo al consumatore fnale de lbr vendut è lberamente fssato dall edtore o dall mportatore ed è da quest apposto, comprensvo d mposta sul valore aggunto, su cascun esemplare o su apposto allegato. Il comma 2 permette la vendta a consumator fnal de lbr, da chunque e con qualsas modaltà effettuata, ad un prezzo effettvo dmnuto d una percentuale non superore al 15% d quello fssato a sens del comma 1. I comm 1 e 2 non s applcano per seguent prodott: a) lbr per bblofl; b) lbr d arte; c) lbr antch; d) lbr usat; e) lbr post fuor dal catalogo dall edtore; f) lbr vendut su prenotazone del lettore precedente la pubblcazone; g) lbr pubblcat da almeno vent mes e dopo che sano trascors almeno se mes dall ultmo acqusto dalla lbrera o da altro vendtore al dettaglo; Aggornamento: Settembre

6 Commerco al dettaglo d lbr nuov h) edzon destnate ad essere cedute nell ambto d rapport assocatv; ) lbr vendut nell ambto dell attvtà d commerco elettronco. Lo sconto può superare l 15% (e precsamente, secondo quanto dsposto dal comma 4 dell art. 11, lbr possono essere vendut ad un prezzo effettvo che può oscllare tra l 80% e l 100%): a) n occasone d manfestazon d partcolare rlevanza nternazonale, nazonale, regonale e locale a sens degl artt. 40 e 41 del D.Lgs. del 31 marzo 1998, n. 112; b) n favore d bbloteche, archv e muse pubblc, Onlus, centr d formazone legalmente rconoscut, sttuzon o centr con fnaltà scentfche, o d rcerca, sttuzon scolastche d ogn ordne e grado, educatve ed unverstà, qual sano consumator fnal; c) quando sono vendut per corrspondenza. La vendta d lbr al consumatore fnale, effettuata n dfformtà dalle dsposzon del presente artcolo, comporta l applcazone delle sanzon ammnstratve d cu agl artt. 22 comma 3, e 29, comm 2 e 3, del D.Lgs. n. 114/98. Aggornamento: Settembre

7 Commerco al dettaglo d lbr nuov ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara L attvtà d controllo dovrà essere preceduta dalla raccolta de dat e delle nformazon rguardant l soggetto da verfcare. Al rguardo, una prma fonte d notze può essere acqusta dal sstema nformatvo dell Anagrafe Trbutara, sa n ambente tradzonale che web, dal quale possono essere tratte le seguent nformazon: se trattas d socetà: prncpal soc; notze su comportament dell organo ammnstratvo; reddt dcharat dalla socetà e da soc (categora e mporto); esstenza d partte I.V.A. anche cessate, ntestate a soc; element ndcator della capactà contrbutva de soc; blanco cvlstco e relatv ndc contabl; se trattas d persona fsca: esstenza d partte I.V.A. cessate; reddto complessvo dcharato negl ultm ann; reddto d mpresa dcharato negl ultm ann; element ndcator d capactà contrbutva; per tutte le tpologe d soggett: data d nzo dell attvtà; luogo d conservazone delle scrtture contabl; notze sulle sed legale ed ammnstratva e/o punt vendta e/o eventual depost; poszone fscale, con dat relatv alle ultme dcharazon; precedent fscal: controll gà effettuat a qualunque ttolo, segnalazon, ecc.; eventual operazon commercal ntercorse con operator economc sammarnes, comuntar ed extracomuntar. Presso gl uffc verranno, noltre, repert gl altr element d accertamento. L acquszone de suddett dat consente a verfcator d: predsporre l accesso contemporaneo o n temp ravvcnat ne dvers punt vendta e/o depost; controllare l esstenza d rapport commercal con soc soggett d mposta avent analogo codce attvtà; dare una prma valutazone complessva sulla credbltà de reddt dcharat dalla socetà o dall mpresa rspetto al mnmo vtale ; acqusre le prme nformazon, da completare con dat rlevabl presso l azenda e da rscontrare anche medante contraddttoro con la parte, sull evoluzone storca del fatturato e del reddto dcharat nonché su rapport fnanzar fra socetà e soc. Aggornamento: Settembre

8 Commerco al dettaglo d lbr nuov Altre nterrogazon e rcerche prelmnar all accesso E opportuno rscontrare le nformazon acquste dall nterrogazone all A.T. con quelle desumbl dalla banca dat della Camera d Commerco, dell I.N.P.S. e dell I.N.A.I.L., relatvamente a: tpologa delle attvtà eserctate dal soggetto; luogh d eserczo dell attvtà e d eventual depost; generaltà del/ rappresentante/ legale/ della socetà e de soc; stuazone gurdca del soggetto: normale attvtà, soggetto estnto, soggetto n lqudazone/fallto, ecc.; eventuale presenza d protest a carco dell mpresa, sa nella provnca d resdenza che nel resto d Itala, per valutare lo stato d salute dell azenda e la prevedble profcutà dell azone accertatrce; controll a carco del soggetto; altr dat ed nformazon. Un altro sntomo sullo stato d salute dell eserczo può essere rappresentato dalla vsbltà pubblctara del soggetto, n quanto l relatvo onere normalmente rsulta proporzonale alle aspettatve d crescta de rcav. Nella fase preparatora al controllo può rsultare utle nterrogare le nserzon pubblctare present su Pagne Galle e Pagne Utl, al fne d acqusre notze relatve all oggetto caratterstco dell attvtà, alla presenza d sed decentrate e flal, ecc.. Nell ambto dell attvtà preparatora è opportuno effettuare un sopralluogo prelmnare per conoscere le caratterstche esterne e la dmensone dell eserczo, n partcolare se è svolto n pù local, anche al fne d stablre l momento, la modaltà dell accesso e la composzone del nucleo d verfcator da mpegare Controllo delle nformazon relatve al soggetto present n Internet Al fne d raccoglere maggor nformazon sul soggetto da sottoporre a controllo sarà utle verfcare la sua presenza n Internet. Tale presenza potrà manfestars n var mod: dalla semplce pagna con poche ndcazon, al sto completo d catalogh, lstn, nformazon tecnche, ecc.. Per effettuare la rcerca è sempre opportuno partre da un ndrzzo specfco del soggetto (domno) e c s potrà avvalere de cosddett motor d rcerca. Il domno n genere s dentfca con la denomnazone del contrbuente seguta dall estensone (.t), (.com), (.org). I motor d rcerca contengono una fnestra n cu è possble dgtare una o pù parole per avvare una rcerca sulla rete; l verfcatore potrà dgtare l nome/denomnazone del soggetto e clccare su cerca, ottenendo una sere d collegament (lnk) e d pagne web contenent la parola da lu cercata. La presenza n Internet rguarda soprattutto azende strutturate ed artcolate nell offerta d servz. La mancata ndvduazone d un domno specfco non sgnfca, necessaramente, che l contrbuente è assente dalla rete, n quanto molte pccole azende tendono a far osptare le propre pagne n apposte aree d st d grand dmenson generalmente gestt da Internet Provder, forntor d accesso alla rete, o socetà che specfcamente curano tal servz deando, costruendo e mantenendo st per conto d terz. Aggornamento: Settembre

9 Commerco al dettaglo d lbr nuov In questo caso s potrà tentare l ndvduazone del soggetto medante consultazone della banca dat della Regstraton Authorty del CNR d Psa, che ha la gestone centralzzata de domn.t ; tale database è consultable dal sto La rcerca sarà effettuata con le dverse modaltà consentte (consglable quella per nome e testo lbero): nserendo l nome/denomnazone del soggetto da ndvduare, s potrà ottenere l nome del domno corrspondente. Tra le nformazon consultabl v sono quelle relatve al soggetto che ha rchesto la regstrazone del nome d domno, all eventuale ammnstratore ed una breve descrzone dell attvtà. S segnala, noltre, che nel sto è presente una banca contenente, per soggett nterrogat, alcune nformazon tratte dal regstro mprese e l eventuale lnk con cu operare la connessone. E possble accedere ad un motore d rcerca de st talan con domno, tramte l lnk d connessone S rcorda che è dffusa la presenza d mprese che ne loro st hanno predsposto e/o reso gà operatv strument d pagamento on-lne, e che dunque, tramte Internet, effettuano vendte, prestazon o transazon a pagamento. E dffcle stmare ogg la quota d mercato rappresentata dalle vendte tramte Internet, poché dffcle rsulta quantfcare gl acqurent talan d lbr presso st straner, l pubblco stranero che compra da st talan ed, nfne, gl talan che comprano presso st talan. Aggornamento: Settembre

10 Commerco al dettaglo d lbr nuov METODOLOGIA DEL CONTROLLO 3.1 Modaltà dell accesso Tutte le operazon d seguto descrtte necesstano, per essere realmente effcac a fn delle ndagn, d un elevato grado d rservatezza, determnante per acqusre ogn elemento o documento utle per la rcostruzone del reale gro d affar. Sono potzzabl dverse modaltà d accesso n dpendenza delle dfferent caratterstche organzzatve dell attvtà. 3.2 Controll prortar Effettuate le formaltà d rto, s procederà ad una sere d operazon tra le qual le pù mportant rsultano essere: rcercare eventuale documentazone extracontable che possa assumere rlevo a fn dell ndagne (ad esempo: agende, appunt, quetanze, corrspondenza, broglacc, ndrzz d clent che effettuano gl ordnatv, ecc.); controllare la cassa per verfcare se valor rnvenut (denaro, assegn, rcevute d carte d credto e bancomat) trovano rscontro con gl ncass complessv e parzal regstrat; ndvduare eventuale vendta d altr prodott, ad esempo artcol d cancellera, cartolera, ecc.; ndvduare le ultme operazon effettuate, ed n partcolare l ultmo D.D.T., eventual ultm document fscal emess; rlevare le carte d credto accettate n pagamento, anche dalle etchette esposte sulle vetrne o presso la cassa o da altr avvs alla clentela; analzzare la quanttà e la composzone delle attrezzature nformatche present (ad esempo: personal computer, ret local, partcolar perferche, ecc.). In pccol esercz la presenza d apparat nformatc sopra dmensonat rspetto all attvtà va gustfcata dal contrbuente. Attenzone va posta sulla effettva dsponbltà, nella sede, d tutta l attrezzatura nformatca presente n nventaro: la mancanza d personal computer, soprattutto portatl e/o d partcolar perferche, qual lettor d memora d massa o stampant può essere ndzo della esstenza n altr luogh d archv extracontabl o della gestone d contabltà parallela; acqusre support magnetc floppy-dsk rnvenut al fne d procedere alla loro successva lettura. Se nell azenda v sono personal computer, l acquszone e la lettura deve rguardare anche dat present nell hard-dsk dell elaboratore. Vanno esamnat programm present su personal computer e, con l auslo del personale preposto, vanno estrapolat, chedendone la stampa, tutt dat utl per l controllo: blanco d verfca, nventaro d magazzno, gacenze. Qualora l contrbuente non consenta l utlzzazone de propr mpant tramte personale propro, funzonar che procedono all accesso, a sens dell art. 52, comma 9, del D.P.R. n. 633/72, hanno facoltà d provvedere con propr mezz alla lettura ed all elaborazone de support magnetc (dschett, CD rom, ecc.) fuor da local. Aggornamento: Settembre

11 Commerco al dettaglo d lbr nuov Con la larga dffusone delle nuove tecnologe è sempre pù frequente lo scambo d dat ed nformazon tramte posta elettronca (E-mal). Tal nformazon desunte dalla casella d posta elettronca dell azenda possono avere rlevanza a fn del controllo. A questo proposto s fa presente che messagg gà apert, come per la normale corrspondenza commercale, sono drettamente acqusbl mentre quell non ancora lett sono da trattare secondo quanto prevsto dall art. 52, comma 3, del D.P.R. n. 633/72 (s evdenza che n molt programm d gestone della posta elettronca messagg apert sono contraddstnt da una cona raffgurante una busta aperta mentre quell non ancora lett da un ttolo n grassetto); controllare l esstenza d un eventuale sto Internet non rlevato durante la fase preparatora al controllo del contrbuente, attraverso l esame della documentazone reperta; rlevare tutto l personale che opera effettvamente nell mpresa, con ndcazone de dat anagrafc, delle manson svolte, della data d nzo dell attvtà, e del rapporto che ntercorre con l azenda (dpendente, collaboratore, assocato) al fne d raffrontare dat acqust con quell rsultant da lbr tenut a fn prevdenzal e del lavoro, consderando l eventuale presenza d personale precaro, a tempo determnato, n partcolar perod dell anno (ad esempo festvtà natalze); verfcare l eventuale compravendta d lbr usat; ndvduare eventual servz offert (fotocopatura, fax, rlegatura, ecc.); nventarare (quanttà, valore e forntore) le merc destnate alla vendta esstent presso l eserczo (estendendo la rcerca anche ad eventual altr local a dsposzone d cu s abba conoscenza). I verfcator s asscureranno che tutte le movmentazon d merce vengano segnalate, sno al termne delle operazon d rlevazone gacenze. La tenuta nformatzzata del magazzno semplfca le procedure d acqusto, segnalando all esercente le tpologe e le quanttà d merce da ordnare. Nel caso n cu l soggetto verfcato tenga una contabltà d magazzno automatzzata, sarà utle analzzarne l sstema d funzonamento, dal quale s potrebbero rlevare nformazon utl alla rcostruzone del volume d affar. In tal caso s provvederà a reperre l fle relatvo al magazzno, che potrà essere trasferto n S.A.Ve. seguendo le struzon dsponbl nella relatva guda operatva, al captolo mport ed export de dat. Il contrbuente potrebbe aver adottato un sstema che prevede l collegamento automatco tra lo scarco della merce dal magazzno automatzzato (ad esempo passando l codce a barre del prodotto su un lettore ottco) e l emssone d un documento (ad esempo scontrno non fscale) oppure un dverso sstema per cu lo scarco d una merce dal magazzno automatzzato non comporta l emssone automatca d un documento. La tenuta d un magazzno nformatzzato non esclude la presenza d ulteror merc non present nel database d gestone (ad esempo, per lbr post fuor catalogo); rlevare prezz d vendta al pubblco, n partcolare quell relatv a ben dvers da prodott edtoral. A tal rguardo s rammenta l obblgo espressamente prevsto dall art. 14 del D.Lgs. n. 114/98 d ndcare n modo charo e leggble, medante l apposzone d cartell o con altre modaltà donee allo scopo, l prezzo d vendta al pubblco d tutt ben espost, ovunque allocat; controllare l esstenza e la corretta tenuta della contabltà; rlevare e controllare dat utlzzat e dcharat dal contrbuente a fn dell applcazone degl Stud d Settore. I controll da effettuare sono esplctat nella crcolare del , n. 185/E; Aggornamento: Settembre

12 Commerco al dettaglo d lbr nuov x x x x x x rlevare, anche n contraddttoro con la parte: tpologe d lbr commercalzzat pù sgnfcatve (scolastc, narratva, saggstca, ecc.); temp e modaltà d approvvgonamento della merce (con ndvduazone de forntor e condzon commercal pratcate da quest); modaltà d gestone della cassa, al fne d appurare la frequenza e l enttà de prelev da parte del ttolare, la data, l mporto e la causale dell ultmo prelevamento; msura e modaltà degl scont eventualmente pratcat a clent su determnate categore d merce; dsponbltà d altr local utlzzat per l deposto e la conservazone della merce; consuetudn commercal (scont, tredcesma copa, clausola d resa) relatve a rapport con forntor. Altr element utl ad nquadrare le potenzaltà reddtual dell mpresa sono: ben strumental e numero d automezz mpegat; anno d nzo dell attvtà dell mpresa, ttolo d possesso de local utlzzat, eventual rstrutturazon effettuate negl ultm ann; ubcazone terrtorale (centro/perfera, zona commercale, zona d rchamo turstco) e lvello d concorrenza (presenza d altr esercz smlar nelle zone, dat sulle nuove scrzon o cancellazon d dtte del settore operant nel terrtoro comunale); captale nvestto. 3.3 Controllo del volume d affar Nello specfco settore v può essere la presenza d ben dvers da prodott edtoral nonché l acqusto d lbr da canal dvers da quello de dstrbutor uffcal delle case edtrc. Gl acqust senza documentazone dffclmente possono essere realzzat dalle lbrere nel caso n cu s rvolgano drettamente alle case edtrc o acqustno da dstrbutor uffcal. Partcolare attenzone occorre porre nel caso n cu le lbrere offrano tra propr servz la compravendta d lbr usat. S rcorda che è possble la vendta d prodott caratterstc d altre attvtà d commerco al dettaglo (cartolera, artcol da regalo, gadget, ecc.) Tpologe d evasone Le prncpal metodologe d evasone adottate nel settore s realzzano attraverso l occultamento de rcav; n partcolare s possono dstnguere tre tpologe d comportamento strumental al suddetto fne, che possono essere adottate anche conguntamente: a) contablzzazone e dcharazone d ncass n msura nferore a quell effettv: s evdenza che un occultamento delle vendte produce una sproporzone eccessva fra gl ncass teorc e quell dcharat. La rduzone (scont) pratcata dall mpresa, suscettble n parte d gustfcare tale sproporzone, deve poter essere avvalorata da document n possesso dell mpresa. Tale tpologa d evasone consente: d non fare emergere tutto l utle effettvamente realzzato, facendo apparre un rcarco nferore a quello reale; d evadere l eventuale I.V.A. sulle vendte; Aggornamento: Settembre

13 Commerco al dettaglo d lbr nuov b) magazzno gonfato attrbuendo alle merc nvendute un valore superore a quello effettvo; n sostanza s fa apparre tra le rmanenze fnal anche parte delle merc vendute. Tale tecnca vene adottata quando nel corso dell eserczo non sono stat correttamente contablzzat tutt rcav per vendte e qund l rsultato d eserczo confgura un rcarco percentuale (rapporto tra utle operatvo e costo del venduto) partcolarmente basso, che può costture pertanto un sntomo d evasone. Con la sopravvalutazone delle rmanenze fnal s perseguono seguent rsultat: non far emergere perdte cvlstche e fscal (peraltro non vertere) che potrebbero, rspettvamente, deterorare rapport con le banche e nsospettre l fsco; non rdurre eccessvamente la percentuale d rcarco rsultante dalla contabltà rspetto a quella effettva; non fare emergere tutto l utle effettvamente realzzato; evadere l eventuale I.V.A. sulle vendte; c) acqust e vendte non contablzzate : gl acqust d lbr senza documentazone dffclmente possono realzzars ne rapport drett con le case edtrc o con dstrbutor uffcal. Dversamente può accadere quando s è n presenza d prodott che possono provenre da canal dvers da quell uffcal. E possble, noltre, l mancato nsermento nella contabltà della documentazone rlascata dal forntore. La tecnca degl acqust e vendte non contablzzate consente: d non rdurre eccessvamente la percentuale d rcarco rsultante dalla contabltà rspetto a quella effettva; d non fare emergere tutto l utle effettvamente realzzato; d evadere l eventuale I.V.A Indz d evasone Al fne d verfcare l esstenza degl ndz d evasone e rcondurl alle tpologe prma ndvduate, s elencano alcun fra prncpal element ndzar con le relatve font documental sulle qual sono rscontrabl. a) Gl ndz d evasone attuata con l metodo della contablzzazone degl ncass n msura nferore a quell effettv possono essere trovat: dal controllo della cassa effettuato al momento dell accesso. Occorre confrontare l denaro e gl altr valor rlevat al momento dell accesso con gl ncass regstrat. Una pccola dfferenza può essere gustfcata da esgenze d funzonamento della cassa che rchedono una gacenza mnma (per dare l resto, per esgenze mprovvse, ecc.); dalla presenza nel conto cassa, n caso d soggett n contabltà ordnara, d sald negatv da rlevars medante l esame delle movmentazon gornalere d mastro. Un esposzone negatva del conto cassa è un contrasto con la realtà, n quanto l effettva dsponbltà d contante non può essere nferore a zero. Il saldo negatvo, d conseguenza, soprattutto n un attvtà d commerco al mnuto è ndcatvo d una rregolare tenuta delle scrtture contabl quantomeno sotto l proflo della cronologctà delle regstrazon e può essere ndce d omessa contablzzazone de corrspettv; Aggornamento: Settembre

14 Commerco al dettaglo d lbr nuov dal controllo della regstrazone delle operazon attve, n caso d emssone d scontrn, è opportuno un esame, anche a campone, delle operazon rsultant dal gornale d fondo del msuratore fscale al fne d appurare la contablzzazone degl mport scontrnat; dal confronto del rcarco. Occorre confrontare l rcarco che emerge dalla contabltà con quello che scatursce dal raffronto tra prezz d acqusto (al netto dello sconto, tenendo anche presente la tredcesma copa omaggo) e corrspondent prezz d vendta al pubblco. Utle potrebbe essere l confronto del rcarco n un lasso d tempo che comprenda pù ann, ponendo sempre attenzone sulla presenza d eventual altr settor merceologc trattat (nel caso d rvendta d artcol d cancellera e cartolera). b) Gl ndz d evasone attuata con l metodo del magazzno gonfato possono essere trovat: dall nventaro fsco al momento dell accesso. È possble rscontrare una consstenza (quanttà e valore) effettva nferore a quella rcostruta contablmente; mnor gacenze d merc rnvenute sono la prova d una sopravvalutazone del magazzno; da cont cassa e banche. L esstenza d fnanzament all mpresa provenent da soc o dal ttolare può rappresentare la spa d vendte n precedenza non contablzzate; dal lbro nventar, dal blanco e dalle schede contabl. Una descrzone sommara delle rmanenze fnal ed uno scarso dettaglo nella loro classfcazone rappresentano un ndzo del tentatvo d mascherare una sopravvalutazone del magazzno; dall ndce d rotazone del magazzno. Se partcolarmente basso, evdenza un mporto troppo elevato delle rmanenze fnal n rapporto al costo del venduto, ed è un ndzo della sopravvalutazone del magazzno attuata per occultare vendte non contablzzate. c) Gl ndz d evasone attuata con l metodo degl acqust e vendte non contablzzate possono essere trovat: dall nventaro fsco al momento dell accesso. È possble rscontrare una consstenza (quanttà e valore) effettva superore a quella rcostruta contablmente: l rnvenmento d maggor quanttà d merc dmostra l esstenza d acqust non contablzzat; dal conto cassa e dagl estratt conto bancar. Rlevant gacenze d cassa nutlzzate o consstent prelev bancar del ttolare o de soc, prv d una plausble gustfcazone: non sempre è possble fnanzare spese non documentabl o acqust n nero con fond extracontabl; ragon contngent possono costrngere l mpresa a rcorrere alle rsorse fnanzare uffcal ; dal conto prelevament del ttolare. La mancata movmentazone conto prelevament del ttolare può costture un ndzo d evasone qualora l contrbuente, che non abba altr reddt oltre quell provenent dall attvtà commercale, non sa n grado d ndcare le font fnanzare dsponbl alle qual attnge normalmente per fronteggare le esgenze della vta quotdana e per l mantenmento della famgla; da archv nformatc. Al momento dell accesso, è possble acqusre, da floppy dsk o da fle regstrat sull hard dsk d personal computer, elench d ncass, pagament, vendte, acqust, nom e consegne non rsultant dalla contabltà e quant altro sa sntomatco d una contabltà parallela n nero. Cò rappresenta un ndzo molto crcostanzato d facle approfondmento e d notevole forza probatora. Aggornamento: Settembre

15 Commerco al dettaglo d lbr nuov Possbl approfondment dell ndagne Controllo ncrocato ne confront de maggor forntor, n partcolare per esamnare la documentazone relatva a pagament effettuat dal dettaglante; controllo ncrocato con socetà d gestone d carte d credto Quantfcazone de rcav omess a) Presenza d ndz d evasone del tpo contablzzazone degl ncass n msura nferore a quell effettv : per quanto rguarda le tecnche d ndagne per far emergere questa tpologa d evasone, s rnva al paragrafo 3.3.6, che llustra le problematche relatve alla determnazone delle percentual d rcarco rscontrate n sede d accesso e le potes n cu tal rcarch possono essere applcat anche ad annualtà precedent. b) Presenza d ndz d evasone del tpo magazzno gonfato : è possble quantfcare maggor rcav applcando alla merce non rnvenuta n magazzno la percentuale d rcarco meda pratcata dall mpresa o, se dversa, quella constatata n sede d verfca (spetterà ovvamente la deduzone del costo). c) Presenza d ndz d evasone del tpo acqust e vendte non contablzzate occorre dstnguere seguent cas: 1. acqust non contablzzat relatv all anno dell accesso (maggor magazzno accertato rspetto a quello contable). In tal caso sono contestabl soltanto volazon a fn dell I.V.A. relatva a merc dverse da lbr; 2. acqust non contablzzat relatv ad ann precedent quello dell accesso (rsultant da ncongruenze fra quanttà uscte ed entrate nelle scrtture d magazzno, oppure da documentazone extracontable). In tal caso sono contestabl maggor rcav applcando al valore degl acqust non contablzzat la percentuale d rcarco constatata n sede d verfca (rfermento paragrafo 3.3.6), mentre spetterà, ovvamente, la deduzone del costo; 3. vendte non contablzzate rsultant da documentazone extracontable o da ncongruenze documental e contabl. S rlevano maggor rcav par agl mport rlevat Controllo d carco e scarco del magazzno Il controllo del magazzno può essere fatto per ntero o a campone. La scelta relatva non può essere predetermnata, ma adottata caso per caso n funzone della stuazone concreta e del tempo a dsposzone de verfcator. Il controllo delle gacenze a campone deve essere effettuato sceglendo, anche n contraddttoro con la parte e verbalzzando le relatve scelte, alcune categore d merc che sano partcolarmente rappresentatve dell ntero magazzno. In lnea d massma è opportuno ndvduare le categore n base al maggor concorso al fatturato. In defntva cas che s possono presentare sono: magazzno fsco INFERIORE a quello contable: è n genere determnato da annuale gro a rmanenze Aggornamento: Settembre

16 Commerco al dettaglo d lbr nuov d parte degl acqust ed è l rsultato d aggustament contabl effettuat alla fne dell eserczo. Accade che a fne anno l contrbuente s accorga d aver omesso tropp rcav e s trova a dover esporre perdte d eserczo oppure utl rrsor; magazzno fsco SUPERIORE a quello contable: è rvelatore della presenza d merce non contablzzata o per la quale non esste documento d acqusto, che presumblmente è destnata ad essere rvenduta e non contablzzata Controllo del rcarco Come è noto l rcarco è la maggorazone che l commercante applca al prezzo d acqusto per determnare l prezzo d vendta. Sulla base de dat ndcat nel conto economco o nella dcharazone de reddt (per le mprese n contabltà semplfcata), la percentuale meda d rcarco può essere così calcolata: % d rcarco = Rcav - Costo del venduto Costo del venduto x 100 Costo del venduto = Gacenze nzal + Acqust - Rmanenze fnal La prncpale dffcoltà del controllo del rcarco rsede nella estrema numerostà de ttol e nella dverstà de prodott commercalzzat dalle mprese del settore, a cascuno de qual spesso corrsponde una dversa maggorazone d vendta (ad esempo, sono present anche artcol d cartolera, d cancellera, ecc.). Queste crcostanze non devono essere trascurate n sede d accertamento, gacchè la rcostruzone ndretta de rcav può superare l vaglo del contenzoso se s fonda su una percentuale meda ponderata del rcarco che tenga conto delle dverstà qualtatva e quanttatva de ben scambat. Negl esercz d pccole dmenson potrebbe gà rsultare dffcle rcostrure analtcamente, ttolo per ttolo, le quanttà vendute rlevandole dalle fatture d acqusto e tenendo conto delle varazon nventaral, n aumento o n dmnuzone, verfcates nel tempo. Negl esercz d maggor dmenson tale operazone dverrebbe eccessvamente gravosa e complessa anche con l auslo d procedure nformatche. In tal caso l rcarco può essere calcolato con rfermento ad un campone sgnfcatvo d artcol ndvduat, anche n contraddttoro con l contrbuente, n base alla tpologa merceologca e n base alla percentuale d rcarco pratcata. Così, ad esempo, potrebbe rsultare utle concentrare l attenzone sulla tpologa de prodott edtoral offert ( vara, scolastca, ecc.) e sulla msura dello sconto, anche n merce, ottenuto dal forntore. Il rcarco medo ponderato può essere calcolato come segue: n 6 (R x p) Aggornamento: Settembre

17 Commerco al dettaglo d lbr nuov Rmp = Rmp = rcarco medo ponderato n = numero degl artcol consderat R = rcarco dell artcolo consderato p = ncdenza o peso del costo del venduto dell artcolo sul costo del venduto totale (o sul costo del venduto totale del campone se l ndagne è d carattere camponaro) Ad esempo, nel caso d un campone composto da 3 artcol a, b, c, che presentano cascuno un rcarco, rspettvamente, del 100%, 150%, 200% ed un ncdenza sul costo del venduto totale (del campone) del 30%, 50% e 20%, l rcarco medo ponderato è uguale a: (R a xp a )+(R b xp b )+(R c xp c ) (100x30)+(150x50)+(200x20) = = 145% Quanto a prezz d vendta da utlzzare per l calcolo del rcarco, ess saranno rlevat dagl artcol rnvenut al momento dell accesso, oppure da lstn ntern (nel caso d vendta d prodott dvers da quell edtoral) ad uso de commess ovvero n contraddttoro con la parte. Con rfermento agl artcol con prezzo al pubblco gà fssato dalle mprese produttrc (prodott edtoral, artcol da cancellera d partcolar marche, ecc.) costtusce regola comune che al consumatore fnale s addebt un mporto non nferore a quello peno, mposto o da lstno. La maggorazone sul prezzo d acqusto è pertanto msurable n relazone alla percentuale d sconto medamente ottenuta da forntor, avendo cura d effettuare le opportune ponderazon n relazone a grupp e tpologe d prodott con dverso sconto. E possble presumere che la percentuale d rcarco constatata per l perodo d mposta n corso alla data dell accesso sa stata applcata anche al costo della merce venduta nell annualtà d mposta oggetto d verfca, se, dal confronto tra due perod, non emergono sgnfcatve varazon relatvamente a: tpologa delle merc trattate, tpologa de forntor e condzon d acqusto; valore complessvo degl acqust e delle vendte; eventual vendte straordnare; ubcazone e numero de punt vendta; condzon d concorrenza. Qualora s rscontrno le varazon sopra menzonate, l rcarco constatato al momento dell accesso potrà essere esteso agl ann precedent con le opportune rettfche da determnare n contraddttoro con la parte. Aggornamento: Settembre

18 Commerco al dettaglo d lbr nuov Da suddett rscontr è necessaro dare atto puntualmente nel processo verbale d constatazone, al fne d gustfcare, per l accertamento degl mponbl relatv agl ann precedent, l utlzzo d una percentuale d rcarco dversa da quella constatata all atto dell accesso. Le eventual dcharazon rese dalla parte n ordne ad un peggoramento della stuazone commercale avvenuto negl ultm ann avvaloreranno l applcazone del rcarco, come ndvduato dalla rlevazone de dat all accesso, agl altr ann oggetto d controllo, n quanto la rcostruzone del volume d affar dovrebbe rsultare pù favorevole al verfcato Indce d rotazone del magazzno L ndce d rotazone del magazzno, che consente d operare delle valutazon sull attendbltà del volume delle vendte e degl acqust, è dato dal rapporto fra la merce uscta dal magazzno n una certa untà d tempo e la gacenza meda presente n esso nella stessa untà d tempo. In smbol, coè, s ha: (Acq. + E.I. - R.F.) E.I. + R.F. 2 Acq. = acqust E.I. = esstenze nzal R.F. = rmanenze fnal Il calcolo del tasso d rotazone può essere rferto ad ntervall d tempo d dversa lunghezza (mese, settmana, trmestre, ecc.) a seconda delle esgenze. Un ndce par ad 1 sta a sgnfcare che l magazzno vene rfornto medamente una volta l anno. Un ndce d rotazone delle scorte molto basso sta ad ndcare un rnnovo del magazzno poco frequente e potrebbe nascondere acqust e vendte non contablzzate. Per quanto rguarda le lbrere che trattano la scolastca s fa presente che concentrano gl acqust n determnat perod dell anno. Un oculata gestone de forntor consente d non accumulare rmanenze nvendute per lungo tempo. Inoltre, un ndce partcolarmente basso, rsultante da dat dcharat, potrebbe essere sntomatco della sopravvalutazone contable delle rmanenze fnal. Il magazzno vene gonfato, facendo apparre tra le rmanenze fnal anche parte delle merc vendute senza la corrspondente regstrazone contable. Qualora l contrbuente avesse effettuato delle operazon d dstruzone merce, al fne d vncere le presunzon d cessone de ben non rnvenut n magazzno, d cu al D.P.R. n. 441/97 (vedas anche la crcolare del 23 luglo 1998, n. 193/E), sarà cura de verfcator controllare che lo stesso abba eseguto l seguente ter ammnstratvo: nvare almeno 5 gorn prma dell nzo delle operazon d dstruzone una comuncazone scrtta all Uffco locale dell Agenza delle Entrate o, n mancanza, all Uffco delle mposte drette ed all Uffco I.V.A., e al Comando della Guarda d Fnanza competent terrtoralmente; Aggornamento: Settembre

19 Commerco al dettaglo d lbr nuov specfcare l luogo, la data e l ora n cu s procederà alle operazon, le modaltà d dstruzone, la quanttà, qualtà e ammontare complessvo sulla base del prezzo d acqusto, de ben da dstruggere e l eventuale valore resduale. I verfcator dovranno pertanto chedere l esbzone del verbale da cu devono rsultare predett element, redatto o da dpendent degl Uffc fnanzar o da mltar della Guarda d fnanza o, n mancanza d quest, da nota che hanno presenzato alla dstruzone. S rcorda che per partcolar ben l verbale attestante le operazon d dstruzon merc, può essere redatto dal personale appartenente ad altr organ ammnstratv qual dpendent A.S.L., Vgl del fuoco, ecc.. Se l ammontare del costo de ben dstrutt non sa superore a lre dec mlon (¼ è suffcente una dcharazone sosttutva d atto notoro. Per quanto rguarda la perdta de ben, dovuta ad event fortut, accdental o comunque ndpendent dalla volontà del soggetto, la stessa deve rsultare da donea documentazone fornta da un organo della pubblca ammnstrazone, ovvero secondo quanto prevsto dall art. 16 del D.P.R. del 07/12/2001, n. 435, ( Regolamento recante modfche al decreto del Presdente della Repubblca del 22 luglo 1998, n. 322, nonché dsposzon per la semplfcazone e la razonalzzazone d adempment trbutar ) da una dcharazone sosttutva d atto notoro, resa entro trenta gorn dal verfcars dell evento o dalla data n cu se ne ha avuto conoscenza, dalle qual rsult l valore complessvo de ben perdut, salvo l obblgo d fornre, a rchesta dell Ammnstrazone fnanzara, crter e gl element n base a qual detto valore è stato determnato Indce d produttvtà per addetto Il numero d addett all nterno d un attvtà commercale è, evdentemente, n stretta correlazone con la dmensone dell attvtà stessa. Potrebbe, dunque, essere utle calcolare l apporto d cascun addetto n termn d rcav: I = Rcav al netto dell I.V.A. numero addett I = ndce d produttvtà per addetto Il rsultato d detto rapporto dovrà essere coerente con l assunto logco secondo cu ad ogn addetto devono corrspondere rcav che consentano un margne suffcente a coprre almeno la rspettva remunerazone. A tal fne, sarà utle determnare l ntero costo azendale per dpendent e la remunerazone corrsposta agl addett. Ogn volta che c s trova d fronte ad un costo per addetto sproporzonato rspetto agl ncass sarà necessaro ndagare su eventual vendte n nero. Aggornamento: Settembre

20 Commerco al dettaglo d lbr nuov Altr controll ed anals Il controllo ncrocato tra pagament effettuat con carte d credto e/o bancomat e document contabl consente d rlevare se sussste corrspondenza tra corrspettv ntrotat e quell regstrat. Nonostante tale forma d pagamento renda pù dffcoltoso l occultamento de rcav, potrebbe rsultare opportuno l esame con replogh contabl delle socetà d gestone delle carte d credto o tagland P.O.S.. Nella maggoranza de cas gl estratt conto delle socetà d gestone delle carte d credto, avent n genere perodctà mensle, contengono le date e gl mport per sngola transazone avvenuta, con dstnto addebto delle commsson dovute per l servzo. Pertanto, l acquszone degl estratt conto delle movmentazon d pagament effettuat con moneta elettronca, o, n mancanza, la rchesta degl stess (medante questonaro) alle socetà d gestone d carte d credto, consente d verfcare la verdctà de rcav contablzzat. Potrebbe, altresì, rsultare utle dstnguere gl ncass a seconda del mezzo d pagamento ne var mes, per verfcare se l loro ammontare è proporzonale al totale degl ntrot. Un confronto semplce s può effettuare rapportando l dato mensle emergente dalle contabl delle carte d credto con l dato mensle de corrspettv: se tale rapporto calcolato su base mensle vara ne sngol mes n modo consstente, è opportuno concentrare l controllo su que mes n cu l valore è pù elevato, ossa è maggore l ncdenza degl ncass con carta d credto sul totale de corrspettv mensl. Tale elaborazone non s presenta utle quando la percentuale d ncass con carta d credto è partcolarmente bassa. Sarà valutata caso per caso l opportuntà d un controllo ncrocato ne confront de maggor forntor per esamnare la documentazone relatva a pagament effettuat dall mpresa verfcata (con l ndcazone del numero dell assegno e della banca trassata), alla rcerca d eventual assegn rcevut da clent per prestazon non contablzzate e grat dall mpresa al forntore. Per le mprese che operano n franchsng partcolare attenzone sarà rservata all anals de cost, consderato che controll esegut dall afflante sono tal da garantre, almeno n parte, la verdctà del fatturato attvo. Qualora sano stat dedott mport rlevant per pubblctà, promozone, rappresentanza occorre verfcare se alcun d ess sano stat rmborsat dalla casa madre. 3.4 Ulteror element d valutazone Un ultma sere d ndz può essere consderata al solo fne d valutare l attendbltà della dcharazone, ovvero la congrutà mnma d quanto accertato n base agl element n precedenza descrtt. Il captale nvestto nell azenda (attrezzature, magazzno, automezz), l possesso a ttolo d propretà de local utlzzat per l eserczo dell attvtà e la retrbuzone fguratva del ttolare e degl eventual soc mpegnat a tempo peno nell azenda, costtuscono altrettant element avent un carattere ndzaro. S può Aggornamento: Settembre

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso 2010 Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso seconda edzone rveduta e corretta 2010 PRESENTAZIONE L amca e brava Nada Garbelln, autrce d questa bella e semplce

Dettagli

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/9/2) ECONOMIA E POLITICA DEL SETTORE ITTICO 1.INTRODUZIONE. LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE (una applcazone ad un contesto

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m w w w. a x o t a l a. c o m SISSIWEB AXIOS SIDI INVIO SMS INVIO EMAIL ACQUISIZIONE ASSENZE - DA SCANNER - DA PALMARE C/C POSTALE E BANCARIO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI GESTIONE ORARIA DEL PERSONALE PRIVACY

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI UT D MPEGO DE DOD addrzzare ad na seonda. l crcto pù seplce, che pega l dodo coe raddrzzatore d na tensone alternata, è rappresentato n Fg.. n esso n generatore deale d tensone alternata l c valore stantaneo

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE REPBBLCA TALANA Doo. N, 7 gšfl- n.a.r. [../', 1- EGOEE S1(ìrL1.fiNA AS SES SORATO REGONALE DEl..L.'ENERGA E DE SERVZ D PUBBLCA UTLTÀ DPARTMENTO REGONALE DE.,'ACQUA E DE RFUT ui', L DRGENTE GENERALE VSTO

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività ai sensi dell articolo 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994 n.109 e successive modifiche. l MNSTRO DELLA GUSTZA di concerto

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Contratto di Assicurazione Multirischi. Eura Salute Di più

Contratto di Assicurazione Multirischi. Eura Salute Di più Fascicolo nformativo Europ Assistance talia S.p.A. Contratto di Assicurazione Multirischi Eura Salute Di più l presente Fascicolo nformativo, contenente: - Nota nformativa, comprensiva del glossario; -

Dettagli

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio.

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio. Guida Rapida Guida Rapida Progetto Telefoni N e x t Collegati ai sistemi Progetto 35 PROMELT Meglio comunicare meglio. Telefoni PROGETTO NEXT Telefono ntercomunicante PROGETTO NEXT l Vs. apparecchio ha

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA LA SCUREZZA NON VA VSTA COME UN MPEDMENTO A SVOLGERE LA PROPRA ATTVTA, MA DVENTA PARTE NTEGRANTE DELL ATTVTA STESSA Dott.ssa Benedetta Persechino - SPESL - DML 1895 SCOPERTA DE RAGG X RADOATTVTA PROPRETA

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Dental Buyer Club - Corso Milano 23, 20090 Monza (MB) info@dentalbuyerclub.com - IVA 08937120965 PRIVACY POLICY

Dental Buyer Club - Corso Milano 23, 20090 Monza (MB) info@dentalbuyerclub.com - IVA 08937120965 PRIVACY POLICY PRIVACY POLICY Dental Buyer Club S.r.l. rispeta la privacy dei suoi visitatori. La salvaguardia della riservatezza dei dat personali dei nostri client e delle persone con le quali entriamo in contato è

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI Ordine degli avvocati di Genova Direzione Regionale della Liguria La Guida prende spunto dal confronto tra Agenzia delle Entrate e Ordine degli Avvocati di Genova. Principale

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218 REPUBBLICA ITALIANA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Isttuto Comprensvo d scuola prmara e secondara d prmo grado n lngua talana BOLZANO II DON BOSCO REPUBLIK ITALIEN AUTONOME PROVINZ BOZEN SUDTIROL

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI VINCI LA SPESA PER 20 ANNI 1. Soggetto promotore Lidl Italia srl, con sede legale e amministrativa in via Augusto Ruffo, 36, Arcole (VR).

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset 8a resentazone della lezone 8 /6 Obettv come s tene conto della lmtazone d ampezza e d veloctà come s tene conto della lmtazone d reqenza come s tene conto degl oset 8a saper preved. col calcolo l nlenza

Dettagli

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti.

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. CIRCOLARE N. 23/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. La legge di

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 165 del 6 Novembre 2013 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi POS obbligatorio per esercenti di attività di vendita di prodotti e servizi, anche professionali (Articolo 15 commi

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli