Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit"

Transcript

1 KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

2 - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO CONTABILITA Definizione Codici Iva per Protocolli (Nuova Funzione) Prima Nota D/D: F7 per riporto cambio da riga precedente Diritti utente su utilizzo piano dei conti (Nuova Funzione) Gestione Insoluti: Estrai anche pagamenti effettuati da prima nota IVA PER CASSA: Nuova gestione per incassi da RB Gestione Insoluti e fatture con Iva per cassa IVA IN SOSPENSIONE: Forzatura emissione documenti Controlli in Prima Nota IVA Caricamento nei documenti del ciclo attivo Altre funzioni di generazione documenti Registri IVA: Registro preferenziale per prospetto di liquidazione Bilancio simulato: Stampa ratei e risconti contabilizzati Stampa Debiti/ Crediti: Situazione Scaduti/ A Scadere Stampa Scadenzario e Debiti/Crediti: Giorni tolleranza Stampa Scadenziario Stampa Debiti/Crediti Verifica Integrità Contabilità: Controlli anagrafiche (Spesometro) VENDITE ORDINI MAGAZZINO Stampa dati iva su DDT, Ordine cliente e Fattura proforma FONDO IMPOSTE Fondo Imposte: Passaggio dati per esercizi oltre i 12 mesi... 34

3 Bollettino E PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO L aggiornamento è disponibile tramite il sistema di aggiornamento automatico in remoto. 1. Per effettuare l aggiornamento, dal Desktop entrare nella funzione Da Avvio (Start) Programmi King 5.30 Aggiornamenti Aggiorna da Web 2. Appare la seguente maschera: 3. Scegliere la voce nel riquadro giallo. Per effettuare l aggiornamento è necessario aver installato il CD KING 5.30 e successivi aggiornamenti Gli aggiornamenti sono in ordine progressivo: la scelta dipende dalla versione di partenza: Se avete la versione compresa tra fino alla versione D esclusa effettuare l aggiornamento selezionando la voce E Aggiornamento storico.

4 - 4 - Manuale di Aggiornamento Se avete la versione D effettuare l aggiornamento selezionando la voce numero 9 4. I passaggi successivi sono automatici, e cambiano in base alla configurazione adottata: nel caso i dettagli non fossero noti, potete richiedere all assistenza l invio della documentazione specifica (che varia secondo si aggiorni il programma in rete e/o in client).

5 Bollettino E CONTABILITA 2.1 Definizione Codici Iva per Protocolli (Nuova Funzione) È possibile definire quali codici Iva possono essere utilizzati nelle registrazioni in Prima Nota IVA, in base al protocollo legato alla causale contabile, così da guidare l utente nella scelta dell aliquota corretta durante l inserimento dei movimenti. In particolare, è possibile associare uno o più codici iva ad un determinato protocollo e, fatto ciò, sarà possibile associare ai movimenti Iva inseriti per il protocollo in esame solamente uno tra i codici Iva associati. Ovviamente, se per un protocollo non si associa alcun codice iva, saranno ammessi tutti quelli presenti in tabella. Per le causali contabili relative alle registrazioni in reverse charge (legate al doppio protocollo) l associazione deve essere effettuata solo per il protocollo principale, cioè quello degli acquisti. Si accede alla funzione dal menù Contabilità Servizi Definizione Codici Iva per Protocolli Per associare ad un protocollo uno o più codici iva, procedere così:

6 - 6 - Manuale di Aggiornamento 1. selezionare nella colonna di sinistra Protocolli il codice del protocollo desiderato 2. quindi selezionare nella colonna di destra Codici Iva uno e più codici in elenco da abilitare 3. completata la selezionati dei Codici Iva desiderati, premere il pulsante Conferma 4. viene visualizzato il seguente messaggio 5. Procedere quindi con gli stessi passaggi per ogni protocollo per il quale si desidera effettuare l assegnazione. Vengono quindi effettuati dei controlli di congruenza tra il protocollo ed i codici iva abilitati In Prima Nota IVA, nella definizione delle Causali Guidate IVA e nella gestione delle Esperienze di Prima Nota (dove se era stata registrata precedentemente una riga con un codice iva ora non più ammesso, la riga non viene proposta).

7 Bollettino E - 7 Esempio controlli da Prima Nota IVA Se ad esempio nell anagrafica del cliente/fornitore è presente il codice iva di default, ma questo non è valido per il protocollo, dopo l inserimento del cliente viene visualizzato un messaggio come il seguente Il Codice Iva AIN non è presente tra i Codici Iva impostati per il Protocollo B e il codice IVA non viene quindi caricato nella riga di dettaglio Quindi, se si imposta o si seleziona nella riga un codice IVA non ammesso, l utente verrà bloccato dal seguente messaggio e il campo viene ripulito

8 - 8 - Manuale di Aggiornamento 2.2 Prima Nota D/D: F7 per riporto cambio da riga precedente Al fine di velocizzare l impostazione dei cambi nelle righe di dettaglio in Prima Nota Diversi/ Diversi, è ora possibile inserire il cambio impostato nella riga precedente tramite il tasto funzione F7. Inseriamo una registrazione con valuta, nella quale viene proposto il cambio attuale Esempio modificato con quello corretto Inseriamo poi un altra riga di dettaglio Premendo F7 viene riportato in automatico il cambio della riga precedente:

9 Bollettino E Diritti utente su utilizzo piano dei conti (Nuova Funzione) Per specificare i conti che ogni utente potrà utilizzare o meno nelle registrazioni contabili. L implementazione riguarda le seguenti funzioni contabili: Prima Nota Iva Prima Nota Diversi/ Diversi Prima Nota Movimenti Multipli Gestione Incassi e Pagamenti Gestione Insoluti Si accede alla funzione dal Menù Contabilità Servizi Diritti Utente su utilizzo Piano dei Conti: Impostare il codice Utente (ad eccezione di ADMIN che ha sempre tutti i diritti). Viene caricato tutto il piano dei conti, compresi i mastri e i conti (n quanto operando sui mastri o sui conti è possibile agire su tutti i sottoconti collegati); per procedere velocemente all impostazione dei diritti, sono presenti le colonne:

10 Manuale di Aggiornamento Abilitato: selezionare i conti da abilitare Disabilitato: selezionare i conti da disabilitare. Il flag impostato in una colonna disabilita l altra opzione; pertanto, se vengono abilitati alcuni conti, tutti gli altri risulteranno disabilitati e viceversa. Esempio Per l utente MARIANO vengono disabilitati i conti delle banche (nel caso specifico, disabilitando i due conti, in automatico la modifica si è propagata sui sottoconti; in alternativa, si potevano disabilitare i singoli sottoconti).

11 Bollettino E - 11 In fondo alla maschera sono presenti i pulsanti: Conferma, per salvare le impostazioni Duplica, per assegnare gli stessi diritti agli utenti che si selezionano. Viene visualizzata una multi-lista, dalla quale è possibile selezionare altri utenti. Premendo quindi Conferma: viene richiesta conferma della duplicazione Rispondendo di Sì i diritti vengono duplicati. Stampa, per stampare la griglia con le impostazioni dell utente selezionato.

12 Manuale di Aggiornamento Esempio di applicazione delle diverse funzioni Seguono alcuni esempi di applicazione della gestione dei diritti nelle funzioni di prima nota. Prima Nota Diversi/ Diversi Se digito manualmente un conto che non è abilitato per l utente collegato, viene visualizzato un messaggio bloccante: e la cella del conto viene svuotata: Analogamente, non sarà possibile selezionare il conto dalla lista, poiché quelli disabilitati sono esclusi dall elenco (nell esempio, infatti, sono visualizzati i conti relativi alle banche, ma non i relativi sottoconti che son stati disabilitati): Il controllo è stato inserito anche nelle sottomaschere della funzione dove si possono generare movimenti collegati.

13 Bollettino E - 13 Prima Nota Movimenti Multipli Anche in questa funzione vengono effettuati i controlli sull impostazione del conto e sull esclusione nelle liste dei conti non abilitati sia in griglia che nelle sottomaschere della funzione dove si possono generare movimenti collegati Prima Nota Iva Anche in questa funzione vengono effettuati i controlli sull impostazione del conto e sull esclusione nelle liste dei conti non abilitati sia in griglia che nelle sottomaschere della funzione dove si possono generare movimenti collegati Se per il cliente o fornitore sono stati abbinate delle contropartite di default e le stesse non sono abilitate per l utente, queste non verranno proposte. Lo stesso vale per la gestione delle esperienze, per cui se viene individuata una riga di esperienza con un conto non abilitato la riga non viene proposta. Gestione Incassi e Pagamenti / Incassi Effetti e Gestione Insoluti Nelle funzioni di Gestione Incassi e Pagamenti e Gestione Incassi Effetti vengono effettuati i controlli sui conti di contropartita che vengono impostati nel piede della griglia. Anche nella Gestione Insoluti sono disponibili gli stessi controlli, anche per il conto portafoglio e il conto delle spese.

14 Manuale di Aggiornamento 2.4 Gestione Insoluti: Estrai anche pagamenti effettuati da prima nota La Gestione Insoluti è stata implementata dell opzione: Estrai anche pagamenti effettuati da prima nota (flag): per estrarre tutti i movimenti contabili legati a scadenze di tip RB, anche se inseriti direttamente in Prima Nota DD (manualmente o tramite la funzione Gestione Incassi Clienti). Una volta estratti in griglia, questi movimenti d incasso saranno evidenziati con il simbolo Questa modalità consente all utente di riaprire la partita di origine (con lo stesso protocollo) senza dover attribuire un nuovo codice partita (esattamente come per le partite gestite dal flusso degli effetti).

15 Bollettino E IVA PER CASSA: Nuova gestione per incassi da RB E stata aggiunta una nuova opzione nei Parametri della procedura per decidere come gestire l importo Iva a debito in liquidazione, quando il debito è collegato a fatture emesse con IVA PER CASSA e con pagamento RICEVUTE BANCARIE. Dal menù Archivi Parametri Parametri della procedura, tabella Contabilità Sono ora presenti i campi: RB Iva per Cassa: Considera scadenza in Liq. Iva: (flag) se attivo, in fase di registrazione di fatture attive con modalità di pagamento di tipo RB, l iva sarà esigibile sempre alla scadenza della ricevuta bancaria. Viene compilato in automatico il campo successivo; Gestione attiva dal: (campo automatico, se attivo il precedente) per definire il periodo dal quale è attiva la gestione. La data visualizzata si riferisce sempre all ultimo giorno dell ultima liquidazione confermata, naturalmente esclusa dalla nuova modalità di calcolo. La gestione si può abilitare in qualsiasi momento, ma non deve influire sulle liquidazioni iva già confermate, poiché ne andrebbe a modificare la modalità d calcolo. Impostando così un ultima data di esclusione, se si eliminano dei calcoli iva precedenti, il sistema sarà in grado di applicare il metodo di calcolo dell iva come se il parametro RB Iva per cassa non fosse abilitato (quindi per i movimenti confermati prima dell attivazione della nuova gestione). In questo modo è garantita la continuità della gestione iva. E così possibile parametrizzare il funzionamento del programma, per decidere se l iva a debito derivante da fatture attive gestire con iva per cassa e con pagamento ricevuta bancaria debba essere considerata esigibile al momento della registrazione dell incasso dell effetto anche se anticipata, oppure debba essere considerata esigibile alla data di scadenza dell effetto. L esigenza di differenziare la modalità di comportamento del sistema nasce dal fatto che spesso le aziende rilevano contabilmente l incasso effetti alla data di presentazione delle Riba stesse (per esigenze gestionali), mentre realmente il corrispettivo non è stato incassato. La procedura è stata adeguata sia in caso di gestione delle RB automatica (con la Gestione Effetti) sia manuale (con scritture dirette in Prima Nota D/D o dalla funzione di Gestione Incassi e Pagamenti). La gestione effetti è anche collegata al rischio d insoluto: valutiamo meglio la casistica usando l esempio che segue.

16 Manuale di Aggiornamento Registrazione Fattura del 15/01/2013 Con unica Scadenza RB al 15/02/2013 (Ipotizziamo per semplicità un'unica scadenza) Esempio contabile: Incasso Effetto 3 casi: Incasso contabile anticipato 16/01/2013 Incasso alla scadenza dell effetto 15/02/2013 Incasso successivo alla scadenza dell effetto 01/03/2013 Insoluto Effetto 2 casi: Nello stesso mese della scadenza 15/02/2013 Nel mese successivo 03/03/2013 La differenza tra attivare o meno il flag RB Iva per Cassa:.. si manifesta se si effettua un Incasso contabile anticipato degli effetti, dove, tenendo in considerazione i dati sopra: Incasso Effetto Incasso contabile anticipato 16/01/2013 Il programma si comporterà in modo diverso in liquidazione Iva base alla selezione del flag: RB Iva per Cassa:. NON ATTIVO: Il valore dell Iva per cassa sarà considerato nella liquidazione del mese di Gennaio (mese dell incasso). Se si dovesse rilevare successivamente un insoluto, il valore dell Iva è già stato liquidato e non sarà recuperabile. RB Iva per Cassa:. ATTIVO: Il valore dell Iva per cassa NON sarà considerato nella liquidazione del mese di Gennaio (mese dell incasso) ma sarà comunque considerato nella liquidazione del mese di Febbraio (mese della scadenza). Nulla cambia tra le due gestioni se l incasso dell effetto avviene alla data di scadenza dell effetto stesso (oppure nello stesso mese): Incasso Effetto Incasso alla scadenza dell effetto 15/02/2013 Se incasso a Febbraio, in entrambi i casi il valore dell Iva per cassa sarà considerato nella liquidazione di Febbraio. Quando il valore dell Iva per cassa viene rilevato a Febbraio (mese di scadenza), se si dovesse successivamente rilevare un insoluto, in base alla data di quest ultimo avremo: Insoluto Effetto Nello stesso mese della scadenza 15/02/2013 Il valore dell iva per cassa non sarà considerato nella liquidazione di Febbraio, ma differito al successivo incasso. Insoluto Effetto Nel mese successivo 03/03/2013 Il valore dell iva per cassa è già stato considerato nella liquidazione del mese di Febbraio (mese dell incasso) e non sarà recuperabile. Se invece l incasso avviene con una data successiva alla scadenza della ricevuta bancaria, l IVA sarà liquidata comunque nella data di registrazione del movimento di prima nota: Incasso Effetto Incasso successivo alla scadenza dell effetto 01/03/2013 Se incasso a Marzo, in entrambi i casi il valore dell Iva per cassa sarà considerato nella liquidazione di Marzo. Nulla cambia (come logica) per quanto riguarda l insoluto, rispetto ai casi precedenti.

17 Bollettino E - 17 Nota per attivazione del RB Iva per Cassa:. subito dopo l installazione della rel E La gestione, introdotta con la rel E, ha richiesto l aggiunta di nuovi campi nelle tabelle dell applicativo. Pertanto, installata la nuova versione, tutti i movimenti contabili d incasso inseriti conterranno delle nuove informazioni, fondamentali per la gestione. Se un utente attiva quindi la nuova gestione, il sistema fa un controllo che siano presenti sui movimenti d incasso eventualmente già presenti e successivi alla data indicata nel campo Gestione attiva dal tali informazioni. Se non presenti, richiede all utente (tramite un opportuno messaggio di avviso) di riconfermare questo tipo di registrazioni: Elaborando anche un elenco completo, in un log come il seguente: Sarà necessario quindi richiamare dalla Prima Nota DD i movimenti elencati e cliccare su Conferma (nell esempio, il movimento 61 del 01/02/2013). Successivamente, sarà possibile, rientrando nei Parametri della procedura, abilitare la gestione.

18 Manuale di Aggiornamento La stessa logica, descritta nell esempio precedente riferito per semplicità ad un documento con un'unica scadenza, viene applicata dal sistema anche alle fatture emesse con più scadenze. Esempio: Fattura emessa a febbraio con tre scadenze: 31/03/ /04/ /05/2013 In questo caso, la gestione delle ricevute bancarie per scadenza (con il flag RB Iva per Cassa:. ATTIVO) necessita che i movimenti di presentazione corrispondano all importo delle singole scadenze. Così, nel caso in cui si provasse a forzare l importo della scadenza sarà presentato il messaggio di avviso: L importo non rispetta quello della scadenza associata alla partita. Questo controllo è fondamentale per garantire la corretta gestione delle scadenze in liquidazione Iva. Se le 3 scadenze sono d importo pari a 416,67 Esempio Non sarà possibile chiuderle con importi differenti, come ad esempio 200.

19 Bollettino E - 19 Le fatture con iva per cassa legate a RB incassate in anticipo ma gestite con il flag RB Iva per Cassa:. ATTIVO, vengono quindi rilevate come Fatture Escluse nei dettagli del Riepilogo movimenti iva per cassa, fino a maturazione della scadenza stessa: Trattandosi di ricevute bancarie, nel prospetto di controllo dell Iva per cassa viene valorizzata anche la data di scadenza. Quindi, alla scadenza dell effetto, nel Riepilogo movimenti iva per cassa saranno considerate e visualizzate come incluse nella liquidazione attuale: Il prospetto di riepilogo movimenti iva per cassa presenterà le scadenze già liquidate in colore grigio chiaro e in nero quelle che sono di competenza del periodo.

20 Manuale di Aggiornamento Gestione Insoluti e fatture con Iva per cassa La normativa prevede che l iva per cassa sia esigibile all incasso della fattura, quindi in caso d insoluto l iva sarà esigibile quando sarà incassato l insoluto. Tuttavia, se confermo il calcolo iva nel mese di incasso\maturazione dell effetto e rilevo l insoluto nel mese successivo, il debito iva collegato alla fattura è già stato considerato in liquidazione Iva: in tal caso, quindi, l insoluto non andrà a riaprire il debito iva. In questi casi, la funzione Gestione Insoluti visualizza la seguente segnalazione: Evidenziando in rosso le scadenze che sono state già liquidate nel calcolo dell iva di fine mese: Il messaggio consente all utente di decidere, se è ancora in tempo, di eliminare ad esempio l ultimo calcolo iva, registrare l insoluto (anche nel mese successivo) quindi rieffettuare il calcolo.

21 Bollettino E IVA IN SOSPENSIONE: Forzatura emissione documenti Nella release precedente del gestionale, era stato inserito un nuovo parametro per controllare l emissione dei documenti con Iva sospesa, al fine di evitare dimenticanze ed errori da parte dell utente. In particolare, la modifica riguardava l inserimento di un flag in Anagrafica Clienti: Per poter associare i documenti con Iva sospesa ai soli clienti che hanno attivato tale flag. Ora, mantenendo inalterato tale controllo, è stata aggiunta la possibilità di inserire, per questi clienti, anche documenti senza Iva sospesa, previa visualizzazione di opportuni messaggi di avviso per l utente, che potrà così decidere di forzare (in base alle proprie esigenze e al caso contabile specifico in esame) i propri inserimenti Controlli in Prima Nota IVA Inserendo una fattura di tipo In sospensione, viene verificato se il cliente selezionato ha attivata la gestione nella propria Anagrafica Cliente: se il cliente ho ha la gestione attivata, non sarà possibile registrare il documento e sarà visualizzato il seguente messaggio: Se invece si carica una causale non abilitata all iva in sospensione e si inserisce un cliente con iva in sospensione, viene richiesto se si desidera proseguire con l inserimento, forzando quindi l inserimento per il cliente in questione:

22 Manuale di Aggiornamento Caricamento nei documenti del ciclo attivo Gli stessi Controlli in Prima Nota IVA sono nelle altre funzioni del ciclo attivo, quali: Caricamento Fatture Caricamento Fatture Accompagnatorie Generazione fattura all interno del DDT Gestione interventi (modulo ASSISTENZE) Piano fatturazione ordini clienti (modulo ASSISTENZE AVANZATO) Altre funzioni di generazione documenti In fase di Generazione Fattura, è possibile scegliere di escludere o meno i documenti relativi a clienti per i quali è gestita l iva in sospensione; se si decide di includerli, verranno evidenziati in giallo al fine di riconoscerli con facilità e viene visualizzato il seguente messaggio:

23 Bollettino E - 23 Rispondendo - No, i documenti relativi a clienti con iva in sospensione verranno eliminati dalla griglia - Sì, i documenti incongruenti restano visualizzati nella griglia, evidenziati in giallo Se viene selezionato almeno un documento, alla Conferma viene segnalato un ulteriore messaggio per richiedere conferma definitiva della forzatura effettuata. Allo stesso modo, anche nella funzione di Fatturazione Contrattiè possibile forzare la fatturazione per i contratti incongruenti (attraverso il messaggio che viene visualizzato) ottenendo una evidenziazione in colore giallo (nel caso di risposta affermativa)

24 Manuale di Aggiornamento 2.7 Registri IVA: Registro preferenziale per prospetto di liquidazione Al fine di velocizzare la stampa dei registri iva, è possibile impostare il registro delle vendite sul quale riportare automaticamente la liquidazione periodica. Questa opzione si integra anche con il programma ArchSos, al fine di automatizzare il flusso di archiviazione dei registri. Accedere alla funzione dal menù Contabilità Servizi Struttura IVA e compilare il campo Protocollo preferenziale per stampa liquidazione: inserire il protocollo relativo al registro su cui s intende stampare la liquidazione. Se presente, in fase di stampa di più registri vendita, non sarà più visualizzata la maschera di scelta manuale del registro sul quale stampare il prospetto della liquidazione iva, ma il prospetto di liquidazione sarà stampato (se richiesto) direttamente sul registro qui indicato.

25 Bollettino E Bilancio simulato: Stampa ratei e risconti contabilizzati Per stampare un riepilogo dei movimenti generati dalla Gestione ratei e risconti, già confermati in prima nota. Nella funzione Contabilità Annuali Stampa bilancio simulato è ora presente il flag: Stampa ratei e risconti generati: Per ottenere, in calce alla stampa del bilancio, un riepilogo dei movimenti già generati dalla Gestione ratei e risconti. In particolare, per ottenere il prospetto, prima di abilitare questo flag, impostare nei campi precedenti: In Includi Movimenti Simulati il flag attivo In Stampa Movimenti Simulati scegliere la voce Dettaglio per Conto Esempio di Stampa bilancio simulato con ratei e risconti generati La stampa non riporta i movimenti di ratei e risconti registrati manualmente.

26 Manuale di Aggiornamento 2.9 Stampa Debiti/ Crediti: Situazione Scaduti/ A Scadere In questa release è stata modificata la denominazione della Stampa con fasce scaduto e a scadere con la dicitura Situazione Scaduti/ A Scadere

27 Bollettino E Stampa Scadenzario e Debiti/Crediti: Giorni tolleranza Nelle funzioni di Stampa Scadenziario e Stampa Crediti/ Debiti è ora possibile indicare il numero di giorni di tolleranza da aggiungere alla data effettiva di scadenza, in modo da poter ottenere una situazione che tenga conto degli eventuali ritardi di incasso/pagamento Stampa Scadenziario Nella maschera delle impostazioni della Stampa Scadenzario può essere definito il campo Nr giorni tolleranza: numero di giorni (stima aziendale in base alle abitudini e ai rapporti con la clientela) da aggiungere alla data effettiva di scadenza, per considerare un importo effettivamente scaduto o a scadere alla data di riferimento impostata.

28 Manuale di Aggiornamento Esempio stampa con Nr. Giorni tolleranza Supponiamo di trovarci nella seguente situazione: Stampiamo ora lo scadenzario Clienti indicando 10 giorni di tolleranza, indicando o meno un intervallo di date di scadenza: Nel colonna Data Scad. i giorni della scadenza originale vengono aggiornati aggiungendo i giorni di tolleranza impostati (ad esempio, la scadenza del 31/07/2013 viene variata in 10/08/2013): Possiamo quindi ottenere i nuovi totali per giorno e prevederne quindi l incasso.

29 Bollettino E Stampa Debiti/Crediti Nella maschera delle impostazioni della Stampa Debiti/ Crediti può essere definito il campo Nr giorni tolleranza: numero di giorni (stima aziendale in base alle abitudini e ai rapporti con la clientela) da aggiungere alla data effettiva di scadenza, per considerare un importo effettivamente scaduto o a scadere alla data di riferimento impostata. Può essere valorizzato solo per i Tipo Stampa - Situazione Scaduti - Situazione a Scadere - Situazione Scaduti / A Scadere

30 Manuale di Aggiornamento Esempio stampa Situazione Scaduti con Nr. Giorni tolleranza Supponiamo di trovarci nella seguente situazione (dal punto di vista dello scadenzario): In questa ipotesi, effettuando la stampa della Situazione Scaduti Clienti all 01/10/2013 senza impostare giorni di tolleranza; la stampa sarà la seguente: tutte le scadenze risultano pertanto scadute. Se invece impostiamo, con la stessa Data di riferimento, Nr. 10 giorni di tolleranza: Verrà valorizzato anche la situazione A Scadere per la scadenza del 30/9/2013, poichè aggiungendo i 10 giorni di tolleranza non è più scaduta ma diventa a scadere:

31 Bollettino E - 31 La logica è la medesima della selezione Scaduti (esempio precedente). Esempio stampa Situazione A Scadere con Nr. Giorni tolleranza Nella stessa ipotesi precedente, effettuando la Situazione A Scadere Clienti all 01/10/2013 senza impostare giorni di tolleranza; la stampa sarà la seguente: tutte le scadenze risultano pertanto scadute. Se invece impostiamo 10 giorni di tolleranza la scadenza del 30/09 viene posticipata al 10/10 e visualizzata nella colonna degli importi a scadere

32 Manuale di Aggiornamento 2.11 Verifica Integrità Contabilità: Controlli anagrafiche (Spesometro) Sono stati aggiunti nuovi controlli sulle anagrafiche, utili ai fini della presentazione dello Spesometro (le stesse verifiche sono disponibili anche nella procedura dello Spesometro). Nella funzione Contabilità Servizi Verifica Integrità Contabilità è stata aggiunta la sezione Verifica Anagrafiche Clienti / Fornitori: Verifica Record Mancanti (flag): (controllo già presente, spostato in questa sezione) Verifica tutte le anagrafiche (Spesometro) (flag): verifica su tutte le anagrafiche (movimentate e non movimentate, per tutti gli anni presenti nel programma): la correttezza e\o la presenza della partita iva e del codice fiscale; che non vi siano spazi nella partita iva e nel codice fiscale; che la partita iva sia vuota nei soggetti con codice fiscale che inizia con 8 o 9; che, per i non residenti, sia presente la sede legale e l indirizzo del soggetto estero; che, per le anagrafiche dei non residenti, sia indicato il Codice Stato Estero associato al Codice nazione (nella relativa tabella Nazioni) Verifica anagrafiche Movimentate nell anno XXXX (Spesometro) (flag): effettua gli stessi controlli del punto precedente, per le sole anagrafiche movimentate nell anno in cui si è posizionati con la data di lavoro nel gestionale.

33 Bollettino E VENDITE ORDINI MAGAZZINO 3.1 Stampa dati iva su DDT, Ordine cliente e Fattura proforma Sono state implementate nel Document Desing funzioni standard al fine di stampare i dettagli del castelletti iva sui documenti di tipo: - Fatture Proforma - Ddt - Ordini Clienti (solo se è stata abilitata la gestione degli Ordini Clienti con IVA) È disponibile una tabella extracontabile nella quale viene salvato il castelletto IVA: IVADOC. In fase di Evasione Ordini Clienti, se per gli ordini è abilitata la gestione dell iva e se si generano le fatture proforma o i ddt viene salvata la tabella IVADOC. Attraverso la funzione di Definizione Moduli di stampa si potranno inserire le funzioni: In questo esempio sono stati predisposti i campi per stampare la percentuale iva, l imponibile e l imposta per 2 righe. Le funzioni di stampa disponibili sono dalla 277 alla 282 e sono utilizzabili negli Ordini Clienti, nei Ddt e nelle Fatture Proforma. Gli importi sono sempre espressi nella valuta del documento.

34 Manuale di Aggiornamento 4 FONDO IMPOSTE 4.1 Fondo Imposte: Passaggio dati per esercizi oltre i 12 mesi È possibile gestire il fondo imposte ed il passaggio dati per società con esercizi superiori ai 12 mesi (situazione ammissibile dalla prassi notarile). 1 È il caso ad esempio di società costituite in prossimità della fine dell anno solare che, per evitare di avere il primo esercizio di pochi giorni/mesi, scelgono di chiudere il primo esercizio al 31/12 dell anno successivo a quello di costituzione. In tal caso la durata dell esercizio risulta superiore ai 12 mesi. In breve, quindi: i saldi progressivi di bilancio sono alimentati dalle movimentazioni contabili relative all intera durata dell esercizio, eccedente l anno solare; il fondo imposte gestisce le riprese fiscali relative all intera durata dell esercizio; tutte le funzioni contabili vengono riparametrate all intera durata dell esercizio; ad esempio l ammortamento di un cespite, applicando la percentuale fiscale, viene rapportato alla durata dell esercizio; viene gestito il passaggio dati a tutti i dichiarativi rispettando le regole proprie di ciascuna dichiarazione. La gestione del fondo imposte con esercizi oltre i 12 mesi è valida solo per l esercizio di costituzione della società, cioè con Numero esercizio uguale a 1: La scelta dell esercizio superiore ai dodici mesi comporta una differente gestione degli esercizi ai fini delle imposte dirette: la gestione IVA sarà sempre riferita all anno solare. Il passaggio dati alle procedure dichiarative 770, IVA e Comunicazione IVA avverrà pertanto per anno solare; in particolare: - con le procedure dichiarative 2012 (anno fiscale 2011) saranno quindi ripresi i valori solo per i mesi di novembre e dicembre 2011; 1 Cfr. Massima n. VII dell 8 maggio 2001 e Massima n. 16 del 26 febbraio 2004.

35 Bollettino E con le procedure dichiarative 2013 (anno fiscale 2012) saranno ripresi i movimenti dell anno 2012; ai fini delle imposte dirette l esercizio sarà considerato sempre unitario. Il passaggio dati alla procedura Unico e Irap avverrà in funzione delle date di inizio e fine esercizio impostate e con l anno dichiarativo definito nella maschera d ingresso nel fondo imposte. Se per esempio è stato creato un esercizio 01/11/ /12/2012, gli esercizi IVA saranno gestiti autonomamente, come richiede la normativa fiscale. Per registrare quindi i movimenti IVA relativi all esercizio iva 01/11/ /12/2011, sarà necessario impostare una data di sistema compresa nell esercizio 2011; per registrare un movimento iva relativo all esercizio iva 01/01/ /12/2012 sarà necessario impostare una data di sistema compresa nell esercizio È possibile quindi gestire anche nel fondo imposte i saldi di un esercizio superiore a 12 mesi. Al primo accesso al Fondo Imposte è necessario impostare l Anno Imposta che si intende utilizzare. In riferimento all esempio precedente, di esercizio 01/10/ /12/2012, è necessario impostare, per il passaggio dati, il modello Unico 2012 oppure il modello Unico Nello specifico si è scelto come Anno Imposta il 2012, per cui dal fondo imposte il passaggio dati sarà effettuato alla procedura Unico 2013: Una volta entrati nella funzione tutti i saldi saranno calcolati per l intero esercizio permettendo così da elaborare la dichiarazione dei redditi, il prospetto Irap, gli studi di settore o parametri. Concluso il lavoro di elaborazione della dichiarazione sarà possibile proseguire con il passaggio dati ai programmi dichiarativi. Premere quindi il pulsante Unico 2013 per procedere con il passaggio dati in Unico 2013

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 2 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI Indice MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 1 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI L'elenco prevede 5 sezioni

Dettagli

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale

Gamma EVOLUTION. L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma EVOLUTION L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale Gamma Evolution Caratteristiche Tecniche Linguaggio di programmazione: ACUCOBOLGT Case di sviluppo: TOTEM Sistema operativo: WINDOWS,

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE Copyright 2008-2014 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INTRODUZIONE!...

Dettagli

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Ultimo Aggiornamento: 20 settembre 2014 Installazione software Bizerba... 1 Struttura file bz00varp.dat... 5 Configurazione Area51... 6 Note tecniche... 8 Gestione

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l)

GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) GESTIONE MANUTENZIONI SU BENI PROPRI (tipo conto=l) Le spese di manutenzione possono essere di diverse tipologie: Spese aventi natura periodica e contrattuale: (pulizia, verniciatura..) che servono per

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Card fidelity Interfaccia di vendita: risolto errore nella configurazione card fidelity se non si inserivano le soglie punti automatiche

Card fidelity Interfaccia di vendita: risolto errore nella configurazione card fidelity se non si inserivano le soglie punti automatiche AGGIORNAMENTO Programma Retail Shop Release 2.3.35 Data 18/11/2013 Tipo UPDATE NOTE DI INSTALLAZIONE Per installare l UPDATE è sufficiente eseguire il file RetailShopAutomationUpdate2335.exe. Questo UPDATE

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

GESTIONE CENTRI DI COSTO

GESTIONE CENTRI DI COSTO GESTIONE CENTRI DI COSTO Basta attribuire un conto economico ad un solo centro di costo fisso, oppure ad un centro di costo generico che, a sua volta, ridistribuisce a percentuale fissa su altri centri

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI GENERAZIONE ARCHIVI Per generazione archivi si intende il riportare nel nuovo anno scolastico tutta una serie di informazioni necessarie a preparare il lavoro

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

INDICE NEWSLETTER. ELATOS SRL, Viale Andreis 74, Desenzano del Garda (BS) - 030 2071562 - commerciale@elatos.net - w w w.elatos.

INDICE NEWSLETTER. ELATOS SRL, Viale Andreis 74, Desenzano del Garda (BS) - 030 2071562 - commerciale@elatos.net - w w w.elatos. INDICE NEWSLETTER 30/03/12 Agenti: provvigioni fisse Controllo partite aperte Elenco Primanota Gestione collaudi IVA esigibilità differita Mastrini clienti e fornitori: situazione partite Primanota: importazione

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc

Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc Multi Consult I.T. S.r.l. ** Divisione Nazionale ** PTFSinergia20141030.doc Aggiornamenti SINERGIA dal 31.10.2012 al 31.10.2014 GESTIONE TABELLE. Nella tabella F AUTD, autorizzazioni pratiche e danni,

Dettagli

Mister Horeca 6.0 Rel.. 2008.11.12

Mister Horeca 6.0 Rel.. 2008.11.12 Mister Horeca 6.0 Rel.. 2008.11.12 PREMESSA L AGGIORNAMENTO PUO ESSERE EFFETTUATO SOLO SU SUPER MISTER HORECA 5.0 L INSTALLAZIONE RICHIEDE L ATTIVAZIONE TELEFONICA TRAMITE KEY CODE PRIMA DI EFFETTUARE

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

Teorema New Gestione condominio

Teorema New Gestione condominio Teorema New Gestione condominio manuale per l'utente 1 Indice Introduzione e condizioni di utilizzo del software La licenza d'uso Supporto tecnico e aggiornamenti I moduli e le versione di Teorema per

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 24.00.00 GAMMA EVOLUTION

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE IL MONDO CAMBIA IN FRETTA. MEGLIO ESSERE DINAMICO Siamo una società vicentina, fondata nel 1999, specializzata nella realizzazione di software gestionali

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A.

Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. Procedura per la Pre-registrazione, registrazione e l iscrizione delle imprese nell Albo Fornitori della Società Aeroporto Toscano G. Galilei S.p.A. I passi necessari per completare la procedura sono:

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale

L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale L Evoluzione del Software per la Gestione Aziendale GAMMA EVOLUTION Caratteristiche Funzionali Con la sua impostazione modulare, GAMMA EVOLUTION fornisce gli strumenti per una completa ed efficace gestione

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Gestionale 2 Zucchetti www.gestionale2.it

Gestionale 2 Zucchetti www.gestionale2.it Gestionale 2 Zucchetti www.gestionale2.it La versione 2012 di Gestionale2 presenta numerose novità : novità applicative : dashboard aziendali: i nuovi cruscotti per l analisi del fatturato, delle scadenze

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100 Gestione degli Ordini Indice generale Gestione degli Ordini...1 Introduzione...1 Associare una Casa Editrice ad un Distributore...1 Creazione della scheda cliente nella Rubrica Clienti...2 Inserimento

Dettagli