Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino"

Transcript

1 Utnti rgionalizzazion di trasporti Marco Ponti Antonio Laurino S si ccttua, in part, il sttor autostradal, la rgionalizzazion di trasporti pubblici locali è stata quasi insistnt, prché a tutti gli stakholdr, con l cczion dgli utnti, facva comodo non modificar nlla sostanza l sistnt. Ma soprattutto è mancato compltamnt l avvio di una maggior concorrnza. Di consgunza i przzi pr gli utnti sono alti, così com i costi. Pr non parlar dgli utnti stradali di mzzi privati, anch ssi molto pnalizzati. I trasporti sono uno di sttori sui quali può ssr più condivisibil un sostanzial dcntramnto dl potr dcisional poiché, contrariamnt a quanto spsso prcpito, gli spostamnti di mrci prson avvngono pr il 75% circa in ambito rgional (con costi problmi ambintali rlativi). Purtroppo l nfasi posta dai Govrni di cntro-dstra sull grandi opr ha distorto qusto ovvio lmnto, sottolinando quanto l infrastruttur pr l lungh distanz fossro ssnziali pr famigli imprs. L articolo si propon di analizzar ngli lmnti ssnziali l sprinz ch si sono vrificat ni diffrnti comparti di trasporti in sguito ai divrsi tntativi fatti di rgionalizzar alcuni asptti importanti dl sttor. Il trasporto pubblico local Il primo ambito di analisi intrssa il Trasporto pubblico local su gomma 1 (in sguito Tpl). La prima azion di dcntramnto è avvnuta nl 1996 con l abolizion dl Fondo nazional trasporti ch annualmnt finanziava dal cntro il Tpl, sostituito con l assgnazion di una compartcipazion all accisa sui carburanti. Il fin ra ovviamnt rsponsabilizzar il livllo local alla spsa, annullando gradatamnt l coprtur in vigor, ch avvano rso i livlli tariffari tra i più bassi d Europa (vrosimilmnt ancora tali), accanto ai più alti costi di produzion, com mostrano i valori riportati in Tab. 1 (Ocd, 2009): l incntivo implicito dtrminato da una coprtura garantita avva crato una tndnza a massimizzar il dficit da coprir. 1 In gnral urbano o priurbano. Marco Ponti Antonio Laurino Politcnico di Milano Consumatori, DirittiMrcato Diritti Mrcato 39

2 Tab. 1 Confronto sulla tariffa singola (in uro) Barcllona Londra Sitam* Milano Tur** Stoccarda Zurigo Cntro città 1,40 2,15 1,00 1,00 2,20 2,85 5 Km 0,80 2,75 1,55-2,20 2,85 10 Km 0,80 3,20 2,05 2,35 2,20 4,40 15 Km 1,60 3,70 2,75 2,65 3,30 5,65 20 Km 1,60 4,50 2,95 2,90 4,40 6,90 25 Km 2,15 5,00 3,25 3,20 5,65 8,20 30 Km 2,15 5,60 3,80 3,50 5,65 9,45 35 Km 2,75 7,10 3,75 6,65 10,85 40 Km 2,75 7,10 4,05 6,65 45 Km 2,75 4,60 6,65 50 Km 2,75 6,65 55 Km 3,20 60 Km 3,40 65 Km 3,40 70 Km 3,40 Font: Bianchi F. (in uscita), sull tariff dl trasporto pubblico. * Tariff rlativ ad autolin, mtrotramvi frrovi urban. ** Tariff rlativ al srvizio frroviario rgional. L spranz di rsponsabilizzazion local sono durat pochissimo: alla prima scadnza di contratti di lavoro pr il sttor autofrrotranviri, il Govrno cntral è intrvnuto con un finanziamnto ad hoc, 2 vanificando ogni sgnal sia di spinta all fficinza sia di dlga di rsponsabilità. Quasi contmporanamnt è stato varato, da un Govrno di cntro-sinistra, un dcrto lgislativo molto innovativo (D.lgs. 422/97 noto com Dcrto Burlando), ch rndva obbligatorio il ricorso all gar pr gli affidamnti dll concssioni dl Tpl, al fin di ridurr i costi di produzion. La lgg ra particolarmnt innovativa sull rlazioni industriali, postulando - in accordo con l maggiori sigl sindacali - pr gli vntuali «nuovi ntranti» l assunzion di lavoratori «ni limiti dl possibil» (cfr. Boitani, 2005) in accordo con quanto stabilito nl Rgio Dcrto n. 148 dl Tuttavia tal lgg risultava dficitaria sul vrsant dl conflitto di intrssi, prché consntiva a imprs appartnnti a nti locali di garggiar anch quando i giudici rano i loro stssi propritari. Al problma dll rlazioni industriali hanno posto subito rimdio tutt l rgioni in manira bipartisan, formulando - nll lggi rgionali di applicazion - una variant ch costringva i nuovi ntranti ad assumr tutti i dipndnti all stss condizioni conomich. È mrso chiaramnt da subito ch la lgg sarbb stata vanificata. Infatti, la quasi totalità dll gar sono stat vint, con ribassi insignificanti, dagli incumbnts, spsso gli unici partcipanti all gar. Tuttavia, un fftto tm L risors ncssari sono stat rprit grazi a un incrmnto dll accisa sui carburanti di 0,020 uro nl Consumatori, DirittiMrcato Diritti Mrcato

3 porano c è stato: una crta riduzion di costi di produzion di srvizi nlla fas transitoria, quando non ra ancora chiara la natura dll gar imminnti. La normativa attual (Lgg 166/09) rilancia l gar impon, in altrnativa, la privatizzazion parzial, ma non limina il conflitto di intrssi, ch è fors l ostacolo maggior all fficintizzazion dll imprs (si pnsi solo ai mccanismi di voto di scambio ). I tagli minacciati nll ultima Finanziaria (Lgg n. 220 dl 13 dicmbr 2010) pr il sttor trasporti fanno ritnr ch ogni dcntramnto ral nll allocazion di fondi pr il Tpl sia nl frattmpo sparito. Infatti, s i fondi dal cntro non fossro armarkd, cioè con dstinazion rigida, l rgioni non parlrbbro di «tagli ai trasporti locali». Si sottolina com una quota di qusti tagli sia rapidamnt rintrata, snza ch siano stati dati sgnali di volr incntivar comportamnti virtuosi. Inoltr, la ncssità di rivdr vrso l alto i livlli tariffari a causa di tagli potrbb ssr l occasion pr intrrogarsi su qual sarbb il loro livllo ottimal, anch in trmini sociali ambintali: l priorità tra rgion rgion potrbbro ssr lgittimamnt dl tutto divrs. Ma nssuna analisi o dibattito pubblico su tal important qustion risulta in corso, com s il tma non intrssass affatto i dcisori. Vi sono fondati dubbi ch, a volt, gli fftti ambintali o rdistributivi dll tariff dl Tpl siano bn divrsi risptto a quanto comunmnt prcpito ( cattura di bnfici da part dlla rndita, impatti distributivi prvrsi cc.). Il trasporto pubblico rgional su frro Vnndo ora al trasporto pubblico local su frro, il quadro appar ancor mno soddisfacnt. Si tratta di srvizi frroviari rgionali, pr la gran part gstiti da Trnitalia, ma anch dll mtropolitan dll lin tranviari. Qui il dcntramnto gstional ha sguito all inizio qullo dl trasporto su gomma: l concssioni dovvano ssr mss in gara (pr tram mtropolitan si tratta di concssioni in solido, con qull dl trasporto urbano su gomma, di consgunza, l vicnd coincidono, cfr. sopra). Pr l frrovi rgionali, l poch gar fatt sono stat vint dall incumbnt Trnitalia spsso in assnza di con- corrnti. Trnitalia postulrbb di ssr più fficint di qualsiasi nw ntrant, ma tal affrmazion smbra difficil da difndr, visto ch i comportamnti succssivi dgli nti rgionali (vdi oltr) manifstano al di là di ogni ragionvol dubbio l assnza di volontà politica di dar luogo a una ral comptizion nl sttor. Appar, dunqu, più vrosimil ch i bandi siano stati formulati in modo da non minacciar l incumbnt, visto anch l asimmtri informativ di cui god la possibilità di sussidi incrociati. Inoltr, in assnza di un splicita volontà politica, anch la sola (lgittima) ostilità sindacal al cambio di gstion all fficintamnto può spigar l assnza di comptizion (si pnsi al voto di scambio ad altri mccanismi di cattura). Consumatori, Diritti DirittiMrcato Mrcato 41

4 L rcnti vicnd normativ appaiono davvro illuminanti: il Govrno attual (di cntro-dstra) ha dciso di non far gar pr i srvizi su frro pr 6+6 anni (Lgg 33/2009, art. 7, comma 3 tr), cioè pr 12 anni in total. Ma non è qusta la maggior più inquitant pculiarità: dll 18 rgioni a statuto ordinario, 17 hanno subito optato pr non far gar (scglindo, quindi, di non tntar nmmno di ridurr i costi). Una sola, il Pimont, finché rtta da un amministrazion di cntro-sinistra, non si è limitata a dichiararsi favorvol all gar, ma ha anch prdisposto un bando articolato in bacini, chiaramnt favorvol a consntir spazi pr nuovi ntranti, in gnral, orintato a ridurr il potr ngozial di vincitori. In sguito all rcnti lzioni rgionali, la nuova amministrazion di cntro-dstra ha di fatto annullato la gara (nonostant vi fossro molti partcipanti di tutto rilivo) la concssion è stata riaffidata dirttamnt a Trnitalia. Nl frattmpo anch l ingrsso di un nuovo ntrant, Arnaways, ch avva offrto srvizi locali non sussidiati sulla Torino-Milano, è stato fortmnt pnalizzato. 3 Da ultimo, si è rcntmnt discusso s anch i trasporti dovssro ssr oggtto dl quadro di srvizi di bas pr cui calcolar i costi standard, in vista dl dcntramnto fiscal in corso, ma smbra ch qusta istanza (fortmnt anticomptitiva, com è ovvio) non sia passata. Si nota ch vi sono già standard anticomptitivi dfiniti a livllo cntral rgional, ch sono i srvizi minimi ch i dcisori locali sono costrtti a rogar (indipndntmnt da altr loro vntuali priorità sociali), il quadro tariffario, in cui sono dfinit l tariff massim. Pr quanto riguarda gli invstimnti, molto onrosi pr i sistmi su frro, il dcntramnto riman ancora più illusorio: qulli frroviari rstano quasi intramnt finanziati dal cntro (infrastruttur, matrial rotabil). Qusto è in part vro anch pr tram mtropolitan: vi sono lggi apposit (Lgg 211/92) ch mantngono cntralizzat la maggioranza dll rogazioni sull quali il ruolo di lobbying dll industria nazional è stato dtrminant. Infatti influnzar l dcisioni di un unico soggtto cntral è più smplic ch controllar 18 dcisori prifrici, ch potrbbro aprir pricolosi varchi a concorrnti stri o, pggio, allocar divrsamnt l risors. 4 L rogazion discrzional di risors dal cntro nl caso dgli invstimnti ha anch fftti dltri sugli obittivi dgli nti locali, ch divntano qulli di massimizzar qust rogazioni, invc ch di slzionar l soluzioni più fficinti: si potrbb addirittura vidnziar una contraddizion dirtta tra qusti obittivi La dcision 589 dll Ufficio pr la rgolazion di srvizi frroviari dl 9 novmbr 2010 stabilisc ch «l imprsa Arnaways sulla tratta Torino-Milano [svolg un srvizio] a carattr rgional compromtt l quilibrio conomico dl contratto di srvizio pubblico in trmini di rdditività dll imprsa frroviaria Trnitalia titolar di contratti di srvizio con l Rgioni Pimont Lombardia». Prtanto l frmat vngono limitat ai solo capoluoghi di rgion. 4 Si fa notar ch divrsi progtti di mtropolitan di tram appaiono spsso privi di ogni giustificazion funzional, con un clamoroso sovradimnsionamnto dll offrta di costi rlativi. Pr far un smpio, il progtto di una mtropolitana a Parma, pur parzialmnt finanziato dal ministro, è stato alla fin cancllato data l vidnt insnsatzza dll infrastruttura, normmnt sovradimnsionata. Consumatori, DirittiMrcato Diritti Mrcato

5 Il sttor aroportual Passando al sttor aroportual, si può affrmar ch la situazion di partnza non è sostanzialmnt mutata. Si tratta di concssioni gstit dall amministrazion cntral tramit l Enac, dov i concssionari sono spsso nti locali, privati o struttur intrmdi (com l Camr di commrcio), con prsnza a volt di gstioni mist. 5 Va vidnziato com il ruolo dgli nti locali risulti assai rilvant, anch a causa dgli strumnti urbanistici ch fanno ncssariamnt capo a ssi. Enac, pur non ssndo un autorità indipndnt, 6 dovrbb fungr da rgolator conomico di qust infrastruttur, trattandosi di monopoli naturali. Di fatto alcuni dispositivi di fficntizzazion dll tariff sono stati mssi in atto, anch s in un quadro normativo incrto confuso (cfr. Scopl, Ponti, 2009). Tuttavia rcntmnt Enac smbra avr abdicato a ogni azion rgolatoria analitica, 7 ch valuti l fficinza sia dll gstioni sia, soprattutto, dgli invstimnti, ch stanno alla bas di stnsioni tmporali snza gar dll concssioni (contro l quali si è sprssa più volt invano anch l Agcm). Da più di un anno è in stand by un curioso progtto di aumnto dll tariff pr passggro, d- stinato agli invstimnti aroportuali. Si trattrbb di 3 uro pr gli aroporti grandi di 1 uro pr qulli piccoli: appar vidnt com tali cifr forfttari non tngano conto in alcun modo dll fficinza, di costi o dlla ral ncssità dgli invstimnti stssi. Anch qui è in atto un conflitto di intrssi: data la diffusa proprità o controllo dll concssioni da part dgli nti locali, non vi sono crto spint politich pr una rgolazion rigorosa a difsa dgli utnti. Tuttavia nl sttor è in atto un fnomno spontano pr crti asptti virtuoso: il moltiplicarsi di piccoli aroporti locali, spsso su pist militari già sistnti dismss. Si tratta di struttur con costi di invstimnto di srcizio limitati (un piccolo aroporto è costituito da un nastro d asfalto rttilino di un paio di chilomtri, da un modsto dificio ch fung da trminal poco più). Ma può gnrar grandi bnfici s risc ad attrarr srvizi low cost, ch spsso ntrano nl mrcato proprio grazi ai bassi costi di piccoli aroporti in prossimità di ar a fort domanda, anch turistica. Inoltr la disponibilità di un accsso pr l aviazion businss può costituir un fattor di qualificazion non irrilvant in caso di ar fortmnt industrializzat. Si obitta ch spsso qusti aroporti minori producano dficit alla finanz comunali, anch prché a volt pr richiamar compagni low cost offrono rilvanti sconti. Ma tali dficit sono comunqu limitati, ampiamnt compnsati dai bnfici in caso di succsso, comunqu utili ad accrscr la comptitività complssiva dl sistma (l avvnto di una compagnia low cost bnficia anch gli utnti dgli aroporti maggiori, attravrso la prssion concorrnzial ch gnra). 5 Pr smpio gli aroporti di Roma sono privati, mntr qulli milansi sono di proprità dl Comun dlla Provincia di Milano. 6 In bas all art.1 comma 2 dl D.Lgs. 250/97, l Enac «è sottoposto all indirizzo, vigilanza controllo dl ministro di Trasporti dlla navigazion». 7 In mrito alla valutazion di piani l approvazion di contratti di programma, il prsidnt dll Enac Vito Riggio ha dichiarato: «Abbiamo bisogno di un advisor autorvol o di potr assumr prsonal qualificato pr una valutazion di qusti piani». Il Sol 24 Or dl 14 ottobr 2009, pag. 26. Consumatori, DirittiMrcato Diritti Mrcato 43

6 Nl caso in cui, invc, l aroporto rimanga gravmnt sottoutilizzato, chi mglio dgli nti intrssati ( di loro lttori) può valutarn il dstino? In qusto caso, lo Stato cntral divnta intrvntista nl pggior di modi: ha spsso dichiarato, pr bocca di ministri di trasporti bipartisan, ch nl sttor c è troppa concorrnza ch pr qusto molti aroporti minori vanno chiusi o comunqu ch l loro funzioni dbbano ssr spcializzat cc. È stato rdatto un piano nazional a qusto fin, promosso dall attual Govrno. Pr fortuna c è una concrta spranza ch, almno in qusto sttor, gli nti locali insistano pr difndr il dcntramnto ch il piano finisca rapidamnt nl dimnticatoio. I porti Pr quanto riguarda i porti, la qustion coinvolg ovviamnt un numro limitato di rgioni. La gstion attual è condivisa tra Stato cntral rgioni nlla nomina di vrtici dll Autorità Portuali (civili); inoltr la riforma dl Titolo V dlla Costituzion affida il sttor all rgioni, fornndo un ultrior motivo di conflitto cntro-prifria nll nomin. Il sttor è carattrizzato da una grand frantumazion, con solo una dcina di porti (ch movimntano l 80% dl traffico) di sicuro intrss nazional oltr ch local. Lo stato cogstisc i porti anch attravrso la prsnza militar (l Capitanri di Porto), ch riman dominant risptto a qulla civil ( addtti contro circa dll Autorità). Lo Stato intrvin finanziariamnt (pr gstion invstimnti) smpr mno nl sttor, al contrario dl passato, appar dl tutto ragionvol qui limitarn il ruolo di pianificazion d vntual supporto finanziario ai porti di sicura rilvanza nazional, lasciando qulli minori alla gstion alla fiscalità local. Qusto val anch pr l infrastruttur di raccordo strn al porto stsso, ch assumono importanza costi crscnti. Anch in qusto caso, com pr gli aroporti, sarbb probabilmnt opportuna l azion di un autorità rgolatoria cntral, ch tutli utnti concssionari, trattandosi di monopoli naturali. Complssivamnt, tuttavia, la rgionalizzazion dl sttor smbra avviata, soprattutto a causa dlla fin di trasfrimnti a pioggia di dcnni passati, ch hanno contribuito alla prolifrazion di piccol struttur clintlari infficinti. Fors in qusto caso i crscnti vincoli dl bilancio dllo Stato possono, almno nl mdio priodo, gnrar risultati di rsponsabilizzazion ral dl livllo local. 44 Consumatori, DirittiMrcato Diritti Mrcato

7 L autostrad rgionali Con la Finanziaria 2008 (art. 2 comma 289) è stata introdotta la possibilità di snllir l itr pr la ralizzazion dll infrastruttur autostradali attravrso la costituzion di soggtti di diritto pubblico compartcipati da Anas rgioni (o, in altrnativa, intramnt partcipati da qust ultim) con l funzioni i potri di soggtto concdnt aggiudicator attribuiti all Anas. Succssivamnt, l articolo 3 tr dl D.l. 135/2009 ha limitato la crazion di socità mist Anas-rgioni unicamnt ai casi di infrastruttur autostradali di sclusivo intrss rgional. Nllo stsso articolo vin, inoltr, sottolinata l attribuzion dlla sola funzion di concdnt pr il nuovo soggtto misto. In sguito all norm sopra richiamat, nll rgioni Molis, Lazio, Pimont Vnto sono stat costituit altrttant socità mist, sgundo il modllo sprimntal implmntato fin dal 2007 dalla Rgion Lombardia attravrso la costituzion dlla Cal Spa (Concssioni autostradali lombarda), istituita pr acclrar la ralizzazion di tr importanti infrastruttur autostradali intramnt nl trritorio lombardo. A oggi sistono cinqu socità mist partcipat paritticamnt da Anas rgioni: Concssioni autostradali lombard - socità concdnt pr la ralizzazion dlla Pdmontana lombarda, dlla Br.B.Mi (dirttissima Brscia-Brgamo-Milano) dlla Tangnzial strna st di Milano; Concssioni autostradali pimontsi - socità concdnt pr la ralizzazion dlla Pdmontana pimonts, dlla Tangnzial st di Torino, dl collgamnto multimodal di corso March a Torino, dl raccordo autostradal Strvi-Prdosa; Concssioni autostradali vnt - socità concssionaria pr la gstion dl passant di Mstr dal 2009 dlla Vnzia-Padova; Autostrada dl Molis - socità concdnt pr la ralizzazion dlla Trmoli-San Vittor; Autostrad dl Lazio - socità concdnt pr la ralizzazion dlla Roma- Latina dlla Cistrna-Valmonton. Dll cinqu socità sopra lncat, quattro svolgono il ruolo di soggtto concdnt, mntr la Cav, scondo quanto disposto dall art. 2 comma 290 dlla Lgg n. 244 dl 24 dicmbr 2007, ha com oggtto la gstion dl raccordo autostradal di collgamnto tra l Autostrada A4, tronco Vnzia-Trist, dll opr a qusto complmntari, nonché dlla tratta autostradal Vnzia-Padova. Una prima riflssion si rifrisc alla funzion dlla socità vnta, 8 ch ricopr - a diffrnza dll altr - il ruolo di soggtto concssionario. Il caso dlla Cav ripropon, infatti, la qustion dlla doppia funzion di concdn- 8 La cui cczion è stata confrmata dal succssivo Dcrto lgg 135/09 (art. 3 tr). Consumatori, DirittiMrcato Diritti Mrcato 45

8 t/concssionario 9 di Anas ch, da un lato, attravrso l Ispttorato di vigilanza sull concssioni autostradali, svolg il ruolo di controllo sugli opratori autostradali (vrificando, pr smpio, l voluzion di livlli tariffari applicati), mntr dall altro lato risulta ssa stssa gstor di tratt autostradali. Bnché l Ispttorato di vigilanza risulti indipndnt risptto all altr ar dll Anas, 10 rimangono forti prplssità circa l attual attribuzion comprsnza di ruoli in uno stsso soggtto ch sarbb opportuno dstinar a favor di un attor trzo ch garantisca una maggior trasparnza nl sttor. La sclta di trasfrir all rgioni la comptnza sulla autostrad rgionali richid anch una riflssion su bnfici costi dtrminati da tal dcision. Dal punto di vista rgolatorio, il dcntramnto su bas trritorial dll funzioni di controllo vigilanza potrbb favorir positivamnt l applicazion dll norm a tutla dll utnza. Tal affrmazion driva dalla pculiarità di nuovi organismi misti, ch è qulla di ssr lgati al trritorio; ciò, da un lato, comporta una maggior consapvolzza dll rali ncssità problmatich locali dall altro garantisc una maggior vocalità pr l utnza, inducndo una maggior attnzion nll oprato di dcisori politici chiamati a rispondr sul trritorio pr una cattiva gstion. Un dcntramnto è, inoltr, giustificato anch dall carattristich dl traffico stradal in Italia ch, com accnnato all inizio, vd una fort prvalnza di spostamnti su distanz a mdio-corto raggio (infrior cioè ai 50 km) 11, ch ricadono prtanto in ambito rgional o al più intrrgional. Al fin di migliorar ultriormnt la mobilità local, l nuov concssioni rgionali potrbbro ssr ints com concssioni d ara in cui al gstor vin affidata non solo la nuova infrastruttura, ma anch la manutnzion la gstion dlla viabilità ordinaria local di adduzion dirttamnt intrssata dalla nuova opra. A tal proposito occorr ossrvar ch, pr quanto riguarda la viabilità local, il D.lgs. 112/98 ha trasfrito la comptnza dll strad non comprs nlla rt autostradal stradal nazional all rgioni d nti locali. 12 Prtanto la dfinizion di concssioni d ara potrbb ssr l occasion pr l rgioni di introdurr un nuovo strumnto pr la gstion dlla viabilità capac di assicurar a una part più ampia dlla rt local una miglior manutnzion, ch spsso risulta carnt a causa dll scars risors disponibili. Un ultimo lmnto rlativo ai nuovi soggtti misti Anas-rgioni riguarda la loro natura giuridica, ch è qulla di socità pr azioni compltamnt di proprità pubblica. Infatti, poiché tali organismi di diritto privato svolgono un ruolo di natura pubblica, è ncssario dfinir in manira chiara trasparnt non solo l rgol l procdur da applicar, ma anch introdurr mccanismi di rsponsabilizzazion ch limitino il più possibil fnomni di cattura (voti di scambio, corruzion cc.) L Anas è l nt concdnt dlla rt autostradal a pdaggio svolg attività di vigilanza sull socità concssionari attravrso l Ispttorato vigilanza concssioni autostradali (font: sito Anas). 10 Com riportato sul sito Anas. 11 Isfort (2010), Dici anni di ossrvatorio audimob rapporto su stili comportamnti di mobilità dgli italiani. 12 Succssivamnt in alcun rgioni con apposit lggi rgionali l comptnz sono stat trasfrit all provinc. Consumatori, DirittiMrcato Diritti Mrcato

9 Conclusioni Pr trarr alcun conclusioni, occorr ossrvar ch di rgionalizzazion ral nl sttor c n è bn poca, s la si intnd com assunzion dcntrata di sclt di cui si sia poi politicamnt fiscalmnt rsponsabili. L imprs pubblich locali di Tpl non possono fallir, l risors sono in buona misura armarkd dal cntro qust ultimo mantin un ruolo primario ngli invstimnti infrastrutturali. Divrso solo in part è il quadro pr l autostrad a pdaggio: la rgolazion (smpr cntral) di qust infrastruttur è nl complsso gnrosa gli utnti dimostrano un lvata disponibilità a pagar. La combinazion di qusti du fattori in qualch caso smbra consntir a livllo dcntrato sclt, s non autonom, almno condivis con l amministrazion cntral, ma crto non con gli utnti, ch pagano un conto salatissimo, non avndo né informazioni corrtt, né difs adguat da rndit impropri. Anch la viabilità ordinaria maggior (strad statali) è stata totalmnt dcntrata in molt rgioni, ma la scarsità di risors pubblich rischia di accntuar ancora il grav immotivato squilibrio tra l condizioni in cui opra qusta ssnzial viabilità (spsso funzionalmnt idntica a qulla a pdaggio) la viabilità autostradal. Ugual situazion si cra pr qull rgioni ch hanno lasciato ad Anas la gstion di una part dlla rt non a pdaggio. Anch la progttata introduzion di pdaggi su qusta part dlla rt non smbra una soluzion condivisibil: rimarrbb il divario di risors con l rti minori, non mno importanti pr il funzionamnto dl sistma, in più si accnturbb il prlivo fiscal su una componnt dlla mobilità ch già si paga tramit l tass molto di più dll risors ncssari agli invstimnti alla gstion dlla rt stradal autostradal di cui si srv, ch oggi è gratuita. Ma è soprattutto pr il Tpl (ch ncssita di moltissimi sussidi pubblici) ch occorr comprndr l motivazioni di qusta apparnt scarsissima volontà di dcntrar ralmnt. Una possibil intrprtazion può drivar dalla prsnza contmporana dll ovvi rsistnz a livllo cntral dll opportunismo politico a livllo local, ch in tal modo può scaricar sul Govrno cntral i conflitti con gli addtti con gli utnti («non arrivano abbastanza risors...»), simmtricamnt, prndrsi il mrito quando l risors arrivano. Qusta finta rgionalizzazion smbrrbb vitar soprattutto l imposizion di tass locali, ch svlrbbro drammaticamnt l attuali infficinz costringrbbro a un dibattito trasparnt sull allocazion dll risors tra i divrsi sttori, sull tariff, cc. Infin, anch il sindacato si snt più garantito da un ngoziato unico ni confronti dl cntro, ch di nuovo non mtta in dubbio la struttura infficint anticomptitiva dl sttor. Contribunti utnti hanno scarsa voc (non votano compatti), comunqu, gli utnti godono di tariff più bass risptto al rsto d Europa. Tutti gli stakholdrs politicamnt rilvanti concorrono nl difndr lo status quo dll offrta di srvizi: con i loro gstori si possono ngoziar scambi vantaggiosi (voti, soprattutto, ma non solo). Gli utnti, anch i pndolari, ch si srvono dl sistma stradal sono sicuramnt i mno vocali, ossia i mno ascoltati in quanto strni al trasporto frro- Consumatori, Diritti DirittiMrcato Mrcato 47

10 viario, qulli ch si srvono dlla viabilità ordinaria (comprsi gli utnti dgli autobus, molto più numrosi di qulli frroviari) soffrono di condizioni di congstion lvata di rti con scarsa manutnzion. Gli utnti stradali di mzzi privati, i pndolari (assai più numrosi di qulli in autobus in trno) pagano moltissimo pr tass pdaggi. Gnrano forti impatti sull ambint, crto, ma in gnral pagano molto anch pr qusto costo social ( intrnalizzano i costi strni, almno in ambito xtra-urbano). Pr i pdaggi autostradali poi pagano assai più dl ragionvol, mancando un autorità indipndnt ch sia in grado di riportar alla normalità gli lvatissimi profitti di concssionari, pubblici privati. Ch far? Proviamo con una lista di raccomandazioni ragionvoli, ovviamnt rlazionat a quanto sopra illustrato. Pr quanto riguarda il Tpl, occorr smplicmnt rimttrlo alla fiscalità local, vitando l assurdo, costoso drsponsabilizzant giro dll risors attravrso Roma l rgioni. Crto, occorrranno dispositivi aggrgati di riquilibrio tra ar con divrsi livlli di rddito, validi pr tutti i srvizi ( qui non possiamo approfondir qusto asptto, com è ovvio). Non si parli più di costi standard, srvizi minimi standard, tariff standard. L priorità possono ssr totalmnt divrs tra ara ara, la standardizzazion costituisc un formidabil ostacolo alla comptizion, annullando i margini di manovra di possibili nw ntrants. In qusto modo, chi non farà l gar, o l farà in modo surrttizio, avrà costi di produzion più alti dovrà chidr più tass o tariff più alt ai propri lttori. Qual miglior incntivo all fficinza al dibattito dmocratico sull allocazion dll risors pubblich? Pr l infrastruttur (frrovi, strad, aroporti) occorr anch qui oprar un dcntramnto vro, scluso pr un numro limitato di opr di sicura valnza sovra-rgional (ma si ricorda ch anch sull rti maggiori la prvalnza di traffici di problmi rlativi è di carattr local). Una volta dcntrat risors prlivi fiscali rlativi, occorr instaurar un autorità rgolatoria nazional indipndnt a difsa dgli utnti ( anch a difsa dll imprs concssionari). Qusto, pr analogia con la tutla dlla concorrnza, al qual si riconosc un ruolo sostanzialmnt analogo, ruolo non dlgabil a livllo local. Poi sarbb da auspicar ch, aumntando l rsponsabilità di gstion di invstimnto di livllo rgional o subrgional, vi siano uffici locali dll autorità cntral in grado di supportar l applicazion dlla tutla dgli utnti a livllo dcntrato. Rifrimnti bibliografici 48 Boitani, A., Riforma controriforma di srvizi pubblici locali, Astrid Rassgna, n. 12, Ocd Rviws of Rgulatory Rform, Italy: Bttr Rgulation to Strngthn Markt Dynamics, Ocd Publishing, Scopl E., Ponti M., Parchggi rndit aroportuali, Consumatori Diritti Mrcato, n. 2/2009, pp Consumatori, Diritti DirittiMrcato Mrcato

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

L agenda dell Autorità dei trasporti. Marco Ponti

L agenda dell Autorità dei trasporti. Marco Ponti L agnda dll Autorità di trasporti Marco Ponti È imminnt la costituzion dll Autorità indipndnt di rgolazion di trasporti. Avrà finalmnt i potri pr intrvnir a difsa dgli utnti (o di contribunti) contro l

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

Il costo di cittadinanza

Il costo di cittadinanza Il costo di cittadinanza Brnardo Pizztti La rinnovata attnzion di opinion pubblica Parlamnto al sttor di srvizi pubblici locali non può ssr limitata ai soli asptti di organizzazion di srvizi, ma dv ssr

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo Argomnti L acqua dl rubintto è buona, ma non ci fidiamo Massimo Labra Maurizio Casiraghi Ch rapporto hanno gli italiani con l acqua? Molti prfriscono qulla in bottiglia. Cosa li guida nlla sclta? Il gusto

Dettagli

AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO - GLI STA...

AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO - GLI STA... 1 di 7 07/10/2015 1.25 MILANO (HTTP://WWW.GLISTATIGENERALI.COM/TOPIC/MILANO/) AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO MARCO GIOVANNIELLO (HTTP://WWW.GLISTATIGENERALI.COM/USERS /MARCOGIOV/) z 6 ottobr

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1 Argomnti Trrmoti: intrvnto pubblico /o assicurazion privata 1 Luigi Buzzacchi Marcllo Pagnini 2 La prassi italiana basata su intrvnti x post da part dllo Stato nl caso di catastrofi naturali prsnta asptti

Dettagli

Agcm: autorità garante dei consumatori e del mercato?

Agcm: autorità garante dei consumatori e del mercato? Agcm: autorità garant di consumatori dl mrcato? Francsco Silva Srgio Di Nola La lina d intrvnto dll Autorità Garant dlla Concorrnza dl è mutata ngli ultimi cinqu anni. L sanzioni pr abusi cartlli hanno

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Federica Brunetta e Lucia Marchegiani

Federica Brunetta e Lucia Marchegiani L outsourcing nlla sanità Fdrica Bruntta Lucia Marchgiani Il ricorso all strnalizzazion si inquadra tradizionalmnt in politich di contnimnto di costi ricrca dll fficinza da part dll imprs, configurandolo

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta Alcun dfinizioni corrnti Umbrto Margiotta Di cosa è fatto intanto un? Di una squnza apparntmnt smplic linar lmnti ch, anch s vrsamnt dfiniti d splicitati, ricorrono in ogni contsto istruzion o progtto

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

Servizio post-vendita: il caso degli elettrodomenstici

Servizio post-vendita: il caso degli elettrodomenstici Srvizio post-vndita: il caso dgli lttrodomnstici Nicola Saccani L offrta di srvizi contstual alla vndita post-vndita, in molti sttori di bni di consumo durvol, è divntato un fattor diffrnziant d un arma

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi Pndolari in frrovia danni sistnziali Umbrto Fantigrossi Il pndolar è un utnt particolar di srvizi frroviari subisc più dl viaggiator occasional l consgunz ngativ di dissrvizi cronici. Paradossalmnt, prò,

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente Rsponsabilità dl postggiator diritti dll utnt Danil Monsi Qusto articolo tratta dlla qualificazion giuridica dl contratto atipico di postggio dlla sua assimilabilità al contratto di dposito. La rsponsabilità

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Il Pgt di Milano. Maria Spataro

Il Pgt di Milano. Maria Spataro Il Pgt di Milano Maria Spataro Anch Milano si è munita dl Pgt (Piano di govrno dl trritorio), adottato il 13/14 luglio 2010 approvato il 4 fbbraio 2011. Tuttavia ntrrà in vigor solo dalla data di pubblicazion

Dettagli

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010 Progtto BES dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract Bnssr conomico /Standard matriali di vita TEMA Rl co n il BE S Consumi - Incidn di consumi alimntari sulla spsa dll famigli Rddito + Stima dl rddito

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Politica dei consumi e federalismo in Germania 1. Cornelia Tausch

Politica dei consumi e federalismo in Germania 1. Cornelia Tausch Politica di consumi fdralismo in Grmania 1 Cornlia Tausch La Grmania è un smpio di Stato fdral in cui si è riusciti a conciliar l signz di 16 diffrnti Ländr. Tal organizzazion fa sì ch ci siano divrsi

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

SINDACATO PENSIONATI ITALIANI BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel FUNZIONE PUBBLICA BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel

SINDACATO PENSIONATI ITALIANI BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel FUNZIONE PUBBLICA BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel SIACATO PENSIONATI ITALIANI 24122 BERGAMO - via Garibaldi 3 Tl. 035-35.94.150 FUNZIONE PUBBLICA 24122 BERGAMO - via Garibaldi 3 Tl. 035-35.94.310 In una situazion di grav carnza conomica pr i comuni pr

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1 Argomnti Impgni Tlcom: una qustion scottant sul tavolo di AGCOM 1 Stfano Quintarlli Gli impgni procomptitivi prsntati da Tlcom Italia all AGCOM sono, snza alcun dubbio, da rspingr o prché già dovuti in

Dettagli

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi I rifiuti vanno gstiti, non rimossi Antonio Massarutto La gstion di rifiuti è un attività smpr più complssa costosa. Essa coinvolg i produttori di bni, i consumatori gli addtti alla rimozion smaltimnto

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

APPUNTI DI MACROECONOMIA

APPUNTI DI MACROECONOMIA Brtocco G., Kalajzić A. Mourad Agha G. Univrsità dgli Studi dll Insubria Dipartimnto di Economia Anno accadmico 2014-2015 APPUNTI DI MACROECONOMIA (Sconda part pp. 175-296) Il modllo IS-LM pr una conomia

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Confrnza Episcopal Italiana (di sguito anch CEI ) con sd in Roma, Circonvallazion Aurlia

Dettagli