RICETTE PER BAMBINI E ADULTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RICETTE PER BAMBINI E ADULTI"

Transcript

1 Settore Istruzione MANUALE PRATICO DI CUCINA E RICETTE PER BAMBINI E ADULTI in uso nei nidi d infanzia comunali anno 2014

2 Alla stesura del documento hanno partecipato: Alves Carpigiani Nutrizionista Responsabile U.O. Controllo pasti nidi del Comune di Bologna Mariapaola Brusa Assistente U.O. Controllo pasti nidi con la collaborazione di : Aida Corradino Operatore servizi prima infanzia nido C.Carli - quartiere Savena Claudia Mazza Operatore servizi prima infanzia nido A.FranK quartiere S.Vitale 2

3 INDICE Indicazioni pratiche pag. 5 Coniglio alla cacciatora pag. 66 Calorie giornaliere adulti 18 Coscia o anca di pollo al forno 67 Primi : pasta asciutta e risotti Crocchette di ricotta 68 Modalità di cottura pasta di semola 20 Finocchi gratinati con prosciutto cotto 69 Insalata di farro con pomodoro e basilico 21 Insalata di pollo con carote e zucchine 70 Insalata d'orzo con verdure 22 Insalata di pollo con pomodorini 71 Cous-cous al pomodoro 23 Lombo di maiale al latte 72 Pasta al peato 24 Lombo di maiale al pomodoro con zucchine e carote 73 Pasta al pomodoro 25 Lombo di maiale al pomodoro e fagiolini 74 Pasta al ragù 26 Lombo di maiale al pomodoro e origano 75 Pasta con cavolfiore 27 Lombo di maiale al pomodoro e piselli 76 Pasta con melanzane 28 Patate crostate al formaggio e prosciutto cotto 77 Pasta con piselli e carote 29 Petto di pollo al latte 78 Pasta con pomodoro e ricotta 30 Petto di pollo al limone 79 Pasta con ricotta 31 Petto di pollo al pomodoro 80 Pasta con salsa di pesce al pomodoro 32 Pollo in crema di lattuga 81 Pasta con spinaci 33 Polpettine di bovino e ricotta 82 Pasta con zucchine 34 Polpettine di bovino e ricotta al pomodoro 83 Pasta formaggio, noci e o pinoli 35 Polpettine di carne con piselli 84 Pasta fredda 36 Polpettine di pollo e spinaci 85 Pasta in bianco 37 Scaloppina di tacchino 86 Riso con bietola 38 Spezzatino di tacchino con patate 87 Riso in bianco 39 Spezzatino di tacchino con piselli 88 Risotto al pomodoro 40 Spezzatino di tacchino con zucchine 89 Risotto con lattuga 41 Tacchino al latte 90 Risotto con zucchine 42 Svizzera con patate 91 Risotto allo yogurt 43 Svizzera con pomodoro e patate 92 Risotto con carote 44 Svizzera con spinaci e patate 93 Risotto con la zucca 45 Tortino di carne 94 Risotto con piselli 46 Tortino di prosciutto cotto e patate 95 Primi: minestre Tortino di pesce 96 Farro in passato di legumi 48 Insalata di pesce con patate 97 Orzo perlato in passato di legumi 49 Insalata di pesce con pomodorino 98 Pastina all'uovo in brodo vegetale 50 Pesce al forno 99 Pastina in passato di legumi 51 Pesce al pomodoro con patate 100 Pastina in passato di verdura 52 Pesce in bianco 101 Riso in passato di legumi 53 Frittata di spinaci 102 Riso o pastina in crema di zucchine 54 Frittata gialla 103 Piatto Unico Frittata con zucchine 104 Cous-cous con pesce e pomodorino 56 Tortino di verdura 105 Cous-cous con pollo carote e zucchine 57 Contorni Insalata di riso 58 Piselli in bianco 108 Pasta pasticciata 59 Piselli al pomodoro 109 Pizza 60 Carote alla parmigiana 110 Polenta al ragù 61 Carote crude 111 Secondi Carote lesse 112 Bocconcini di pollo con carote e zucchine 64 Carpaccio di zucchine 113 Coniglio al forno 65 Cavolfiore gtatinato 114 3

4 Fagiolini pag. 115 Finocchi e spinaci gratinati 116 Finocchi gratinati 117 Insalata 118 Patate al forno 119 Patate crostate al formaggio 120 Patate lesse 121 Pomodori gratinati 122 Pomodorino rosso 123 Purè di carote e patate 124 Purè di patate 125 Spinaci gratinati 126 Tris di verdure 127 Verdura cotta mista gratinata 128 Zucchine 129 Merende Bruschetta 132 Focaccia al latte 133 Focaccia con patate 134 Focaccia pugliese 135 Pane e formaggio 136 Pane olio e pomodorino 137 Pizza 138 Pizza bianca 139 Pizzetta golosella 140 Ciambella allo yogurt 141 Torta di ricotta 142 Torta di carote 143 Torta di mele 144 Frutta cotta 145 Tè,camomilla, latte e caffè d'orzo 146 Karkadè 147 4

5 I ndicazioni 5

6 6

7 CONTROLLI AL RICEVIMENTO DEI PRODOTTI ALIMENTARI I collaboratori, che sono presenti al momento della consegna dei prodotti alimentari, devono effettuare i seguenti controlli: LATTICINI E LATTE:: controllare la quantità e la qualità richiesta che deve corrispondere a ciò che è indicato e a ciò che effettivamente è stato consegnato; controllare la data di scadenza riportata sulla confezione ( che rispetti la vita residua del 50%). ORTOFRUTTA: controllare la quantità e la qualità richiesta che deve corrispondere a ciò che è indicato e a ciò che effettivamente è stato consegnato; qualora venga fornita ortofrutta Bio, deve risultare la dichiarazione di Biologico sulla bolla di consegna; inoltre relativamente all'origine dell'ortofrutta controllare la dichiarazione di provenienza sulla bolla per ogni tipologia di prodotto; il contratto prevede la fornitura di ortofrutta italiana, qualora non fosse disponibile italiana deve essere di provenienza da un paese della comunità europea;fanno eccezione le banane e l'ananas. CARNI E SALUMI : controllare la quantità e la qualità richiesta che deve corrispondere a ciò che è indicato e a ciò che effettivamente è stato consegnato; controllare la data di scadenza riportata sulla confezione ( che rispetti la vita residua del 50%); verificare la tracciabilità (deve essere nato, allevato,e macellato in Italia) verificare che sulla confezione sia presente sia il bollo sanitario che il numerodel lotto; verificare la temperatura di superficie della carne bianca (T da 0 a +8 ). UOVA PASTORIZZATE: controllare la quantità e la qualità richiesta che deve corrispondere a ciò che è indicato e a ciò che effettivamente è stato consegnato; controllare la data di scadenza riportata sulla confezione ( che rispetti la vita residua del 50%); all'apertura del cartone delle uova pastorizzata, versare una piccola quantità di prodotto in un bicchiere trasparente e controllare la densità, che deve essere omogenea e accertarsi che l'odore non sia acre, utilizzare il quantitativo occorrente per la preparazione, ciò che eventualmente residua, deve essere eventualmente conservato in frigorifero, utilizzato entro le 24 ore, temperature ideali di conservazione (da 0 a + 4 ) con indicazione della data ed orario di apertura 7

8 SURGELATI: controllare la quantità e la qualità richiesta che deve corrispondere a ciò che è indicato e a ciò che effettivamente è stato consegnato; controllare la data di scadenza riportata sulla confezione ( che rispetti la vita residua del 50%); controllare che al momento della consegna le confezioni non siano bagnate e che non presentino amassi del prodotto; rilevare la temperatura alla superficie solo sul pesce (T max -10 ). PRODOTTI CONFEZIONATI: controllare la quantità e la qualità richiesta che deve corrispondere a ciò che è indicato e a ciò che effettivamente è stato consegnato; controllare la data di scadenza riportata sulla confezione ( che rispetti la vita residua del 50%); le confezioni devono essere integre, pulite, i barattoli non devono presentare ammaccature, gonfiore e ruggine. 8

9 LETTURA ETICHETTA Gli operatori di cucina devono prestare attenzione alle etichette dei prodotti presenti nei Nidi d'infanzia. Leggere sempre l'etichetta sui prodotti confezionati con particolare attenzione alla data di scadenza, alle temperature e alle modalità di conservazione. L'etichetta deve essere scritta in lingua italiana, deve essere ben chiaro cosa c'è nella confezione,informazione che si desume dalla denominazione commerciale (es. pasta di semola, latte freso pastorizzato). Gli ingredienti devono comparire, indicati in ordine decrescente di quantità, da ultimi troveremo in genere gli additivi presenti in minima quantità. Se l'ingrediente è unico basta la denominazione commerciale (es. sale marino). In etichetta è riportato il peso, il luogo e la ditta di produzione e, quando occorra la modalità di conservazione( es. per un prodotto da conservare refrigerato: conservare da 0 a 4 C) o di preparazione( es. sottoporre a cottura prima del consumo). Importantissima ai fini della salubrità di un alimento è l'attento controllo della data di scadenza che deve essere tassativamente rispettata mentre la durabilità espressa con la formula da consumarsi preferibilmente entro, esprime la data consigliata dal produttore per gustare al meglio, le qualità organolettiche del prodotto. Tutte le indicazioni, sono valide se il prodotto è stato conservato in confezione integra e secondo le modalità indicate in etichetta. Altra indicazione facoltativa è la tabella nutrizionale, ove è precisato il valore energetico di un alimento, quante calorie forniscono 100 gr di prodotto e la quantità dei principali nutrienti: proteine, carboidrati, grassi, fibre alimentari, vitamine, sali minerali. Quando nelle confezioni sono riportate diciture come: senza zucchero, senza sale, l'etichetta nutrizionale è obbligatoria. Altra indicazione facoltativa che possiamo trovare sull'etichetta è l'indicazione di coltivazione biologica, deducibile dalla dicitura agricoltura biologica. Regime di controllo CEE per i prodotti che attuano tale sistema di coltivazione. La grande richiesta di diete per patologie come allergie, intolleranze alimentari, fenilchetonuria, favismo deve essere assicurare l'esclusione di sostanze nocive alla salute del bambino. Ad esempio nel caso di fenilchetonuria evitare E951 ( aspartame), oppure nei soggetti asmatici i i solfiti: E220,E221,E222,E223,E224,E226,E227,E228. 9

10 ETICHETTATURA OBBLIGATORIA Dal gennaio 2002, tutte le carni bovine devono avere alcune informazioni sulla loro origine. La confezione deve indicare: codice identificativo dell'animale: è costituito da una serie di cifre, spesso associato ad un codice a barre. Si tratta di un'informazione non tanto di orientamento per il consumatore ma utile agli organi di controllo, che tramite banche dati a loro accessibili possono risalire alla precisa identificazione dell'animale: sesso, età, luogo di nascita, spostamenti, ultima residenza conosciuta. lo Stato in cui è nato l'animale, lo Stato in cui è stato allevato: se l'allevamento è avvenuto in sedi diverse sarà indicata quella in cui ha soggiornato negli ultimi 3 mesi relativo al cosiddetto periodo di ingrasso necessario a rendere le carni gradevoli e idonee al consumo. lo Stato in cui è avvenuta la macellazione con la sigla di riconoscimento dello stabilimento: la sigla è composta da una lettera indicante l'iniziale in lingua inglese del Paese di macellazione: quindi I per l' Italia, da un numero a più cifre che identifica lo stabilimento secondo un codice in possesso degli organi di controllo, alcune lettere indicanti le iniziali dell'unione Europea o l'indicazione per esteso del Paese terzo di origine nel caso in cui la sede di macellazione sia collocata in territorio al di fuori dell'unione Europea. lo Stato in cui è avvenuto l'eventuale sezionamento della carcassa bovina: in ordine a tale sigla valgono le indicazioni di cui al punto precedente. Quando lo Stato è lo stesso per tutti i punti sopracitati sull'etichetta apparirà solo ORIGINE seguita dal nome dello Stato. 10

11 SEGNALAZIONI DI NON CONFORMITA' Tutte le segnalazioni di non conformità relative agli alimenti ( non corrispondenza della quantità, qualità, temperatura alla consegna e ecc.), devono essere comunicate all'ufficio Igiene e Nutrizione nidi e al fornitore. Esempi: A Prodotto _ Preparazioni -_Attrezzature Tipologia scadenza lotto Data Fase del ciclo Data relativa alla non conformità n. della fase a cui si riferisce Non conformità Azione correttive Firma Descrizione della non conformità e della quantità del prodotto a cui si riferisce 1) segnalazione telefonica o per posta elettronica all'ufficio. I. e N. 2) segnalazione al fornitore 3) azioni correttive concordate es: * reso, * integrazione, * cambio menu, ecc Completa e leggibile B _ Prodotto Preparazioni -_Attrezzature Tipo di preparazione Data relativa alla non conformità Data Fase del ciclo n. della fase a cui si riferisce Non conformità Azione correttive Firma Descrizione della non conformità 1) segnalazione telefonica o per posta elettronica all'ufficio. I. e N. 2) azioni correttive concordate es: * cambio menu, * eventuale segnalazione al fornitore, ecc Completa e leggibile C _ Prodotto _Preparazioni Attrezzature Tipo di atrezzatura Data Fase del ciclo Data relativa alla non conformità n. della fase a cui si riferisce Non conformità Azione correttive Firma Descrizione della non conformità 1) segnalazione telefonica o per posta elettronica all'ufficio. I. e N. 2) azioni correttive concordate es: * elenco dei prodotti eliminati * elenco dei prodotti irichiesti * eventuale cambio menu Completa e leggibile La prima comunicazione può essere telefonica, poi deve seguire la comunicazione scritta della non conformità comprensiva delle azioni che sono state attuate. Qualora l'alimento segnalato debba essere restituito al fornitore occorre compilare la bolla di reso in tre copie: una copia accompagna la merce da restituire al fornitore, una deve essere allegata al documento di trasporto a cui si riferisce e successivamente inviata al quartiere insieme alle altre bolle, la terza copia rimane al nido. Nella bolla di reso occorre indicare: data e numero della bolla nome del nido e del destinatario quantità con indicata l'unità di misura (n., con fez., kg. ecc) descrizione della merce firma. 11

12 Inoltre, in caso di merce resa, oltre ad informare il fornitore, si dovrà correggere il documento di trasporto con il quale la merce è stata consegnata nel seguente modo: cancellare dalla bolla il prodotto, se interamente restituito; modificare la quantità del prodotto, se parzialmente restituito. Se non è possibile correggere la bolla perchè è già stata inviata al quartiere occorre avvisare tempestivamente il Settore Acquisti di Beni e Servizi (tel.051/ ). Nel caso in cui, viene scartata della merce perchè avariata o non utilizzabile, si deve correggere la quantità indicata in bolla del prodotto scartato, in modo che corrisponda esattamente alla quantità utilizzata, e poi occorre segnalare la non conformità all'ufficio Igiene e Nutrizione e al fornitore. NOTA BENE In caso di modifiche del menu dovute a segnalazioni di non conformità (prodotti, attrezzature, preparazioni), occorre prendere accordi con le referenti dell'ufficio U.O. Controllo pasti nidi d'infanzia per tutte le variazioni che devono essere attuate. 12

13 Le preparazioni dei cibi vanno approntate la mattina stessa, nel rispetto del menu della giornata. Rispettare i pesi indicati in tabella, i quali vanno riferiti a tutti gli alimenti crudi e al netto degli scarti. CONDIMENTI E GRASSI SALE: non aggiungere mai il sale nei cibi durante il primo anno di vita del bambino; comunque negli anni successivi va usato con cautela. OLIO: per condire a freddo usare l olio extra vergine d oliva e per la preparazione della pizza.per la preparazione della ciambella allo yogurt, della torta di mele della torta bicolore e della torta di carote utilizzare l olio di semi di mais. Tale olio va usato anche per l ungitura delle teglie. BURRO: viene utilizzato, sempre in piccole quantità e al crudo, per la preparazione del purè, della besciamella e per condire il riso e la pasta in bianco. I cibi fritti non devono essere somministrati all interno del nido. ZUCCHERI ED AMIDI ZUCCHERO E MIELE: vanno utilizzati rispettando le grammature riportate dalla tabella. Il RISO va preventivamente pulito, prima di essere sottoposto a cottura. Stendere la quantità di riso che serve su un piano di lavoro e pulirlo da eventuali impurità. PANE: il pane che viene proposto al bambino del nido è del formato crocetta per il pranzo e nei formati tartaruga, conchiglia e toscano a fette nelle preparazioni della merenda pomeridiana. CARNI E PESCE Le carni che vengono proposte sono: CARNE BOVINA FRESCA di produzione nazionale, POLLO (petto, cosce, anche),tacchino (petto), CONIGLIO (posteriore disossato), LOMBO DI MAIALE. PESCE: le tipologie che vengono utilizzate al nido sono: HALIBUT, PLATESSA E PALOMBO. Per effettuare l ordine si deve considerare una glassatura massima per la platessa il 30%, per l'halibut e il palombo il 10%. FORMAGGI Le grammature a bambino da utilizzare per i formaggi dati come pietanza sono le seguenti: PARMIGIANO B. gr. 30 A. gr CACIOTTA B.gr. 40 A. gr MOZZARELLA B. gr. 40 A. gr. 60 STRACCHINO B. gr. 40 A. 60 gr. - SQUACQUERONE B.gr. 40 A. gr. 60 N. B. Quando il formaggio viene abbinato alle patate crostate al formaggio occorre diminuire la quantità di formaggio di 10 gr. La quantità di parmigiano da utilizzare come merenda è di 15 gr. a bambino. PROSCIUTTO COTTO La quantità di prosciutto cotto da utilizzare come secondo piatto è di 30 gr. a bambino, per gli adulti gr.40 VERDURA E FRUTTA Per effettuare gli ordini delle verdure e della frutta bisogna tenere conto dei coeficienti di scarto riportati nel manuale. I pesi in tabella riguardanti le verdure si riferiscono esclusivamente all utilizzo delle verdure fresche. 13

14 Le verdure vanno cotte a vapore, oppure in poca acqua e coperte, per mantenere così le vitamine e i sali minerali delle stesse. Per odori da utilizzare per la preparazione dei sughi per condire la pasta intendiamo: sedano, carota e cipolla. La dicitura quanto basta vuol dire che la quantità di tali odori espressa in grammi non deve superare i 5 gr. In tabella le grammature delle verdure ed anche di alcuni alimenti vengono espresse in quantità così basse perché non hanno significato calorico. Per la preparazione delle verdure s urgelate occorre considerare la glassatura per gli spinaci e i piselli del 10% ; i fagiolini non hanno glassatura. Per la preparazione del brodo vegetale da utilizzare per le cotture delle pietanze devono essere utilizzate patate e carote: 1 litro di acqua, carote 200 gr. Patate 200 gr. Pomodoro : per la preparazione del sugo di pomodoro le quantità da usarsi sono: pomodoro fresco gr.50 passata di pomodoro gr.40 pomodori pelati gr 50 Per la preparazione delle pietanze la quantità di passata di pomodoro da usarsi è di gr. 30. Il pomodoro fresco da utilizzare per la preparazione del sugo di pomodoro, può essere acquistato solo nel periodo estivo (da giugno a settembre). Quando si prepara nella stagione estiva il sugo di pomodoro con pomodoro fresco e basilico, bisogna escludere gli odori. Le verdure da utilizzare per condire la pasta prevedono le seguenti grammature: una verdura fresca gr.50 due verdure fresche gr piselli surgelati gr. 20 spinaci surgelati gr. 20 piselli e carote gr. 20 (piselli) + gr. 30 (carote) Le verdure da utilizzare per contorni rispettano in linea di massima le seguenti quantità: verdura cruda gr. 50 verdura cotta gr. 60 verdura surgelata gr. 40 Riportiamo solo alcune variazioni: insalata gr. 20 carote crude gr. 40 due verdure fresche cotte gr. 70 una verdura fresca+una surgelata gr. 40 (fresca) + 30 (surgelata) Per le preparazioni del tortino di verdure utilizzare le seguenti grammature: bietola gr. 50 fagiolini gr.30 spinaci gr. 30 fagiolini e patate gr. 50 carote e zucchine gr. 50 finocchio gr. 50 zucchine gr. 50 Le seguenti erbe aromatiche: aglio, rosmarino e salvia possono essere utilizzate per insaporire soprattutto le carni e i pesci. La preparazione di tale mistura di erbe comunque va fatta sempre al momento del bisogno seguendo le indicazioni della ricetta.. Il prezzemolo deve essere utilizzato sempre crudo. 14

15 N.B. I legumi secchi: FAGIOLI, CECI, LENTICCHIE, PISELLI, vanno messi a bagno, la sera precedente la preparazione, in contenitori separati; ovviamente l acqua d ammollo va sostituita con acqua pulita che serve per la preparazione dei passati di legumi. Per la preparazione dell'orzo PERLATO e del FARRO vanno seguite le indicazioni riportate in etichetta. Il lavaggio delle verdure e della frutta va fatto prima con l acqua corrente, poi si lasciano in ammollo nell acqua più volte, finchè l acqua non risulti pulita, questo per allontanare residui di terra, particelle atmosferiche inquinanti ed eventuali residui di fitofarmaci. Scongelamento I pesci surgelati e le carni bianche da dieta congelate non hanno bisogno di essere scongelati, in quanto sono di piccola pezzatura ma vanno direttamente cottura. LA COTTURA MEDIANTE L'UTILIZZO DEL FORNO La cottura al forno trova soprattutto indicazioni per cuocere carne e pesce, in quanto vengono mantenute le proprietà nutritive della carne e del pesce, inoltre l aroma e il sapore non vanno perduti. Per evitare l indurimento delle carni e dei pesci che vengono cotti al forno, si consiglia di aggiungere un po di brodo vegetale, poi di ricoprire la teglia con una pellicola di alluminio, che andrà tolta poco prima del termine della cottura. Durante la stagione estiva si consiglia di cuocere carne e pesce mediante l utilizzo di tegami o padelle. 15

16 STAGIONALITA' DI FRUTTA E VERDURA STAGIONE ORTAGGI FRUTTA INVERNO PRIMAVERA ESTATE AUTUNNO Patate, bietole, cavolfiori, radicchi rosso, cicorie, carciofi, finocchi, carote, spinaci, cavoli, broccoli, lattughe, indivie ricce, indivie scarole, funghi Finocchi, ravanelli, spinaci, carciofi, lattughe capucce, lattughe romane, bietole, radicchi da taglio, lattughe frastagliate, zucchine, fagiolini, piselli, patate, carote, asparagi. Meloni, anguria, patate, radicchi da taglio, fagiolini, zucchine, pomodori, melanzane, bietole,peperoni, fagioli, carote, lattughe capucce, lattughe romane, finocchi, cetrioli Patate, pomodori, peperoni, cicorie, spinaci, zucchine, cavoli verza, cavolfiori, cipolle, sedani, finocchi, lattughe cappuccine, lattughe romane, cavoli capucci, cavoli broccoli, cardi, bietole, carciofi, funghi Mele Golden mele Stark, mele Imperatore, pere Kaiser, pere Abate, pere Decana,arance Tarocco, arance da spremuta,mandarini, kiwi, clementine Mele Golden, mele Stark, pere Conference, pere Abate, arance Sanguinello, fragole, ciliege Pesche, peschenoci Nettarine, albicocche, susine, pere Guyot,, pere William, uve, frutti di bosco, fichi Castagne, uve, cachi, pere William, pere Guyot, mele Golden, mele Stark, mele Imperatore, arance Naveline, clementine COEFFICIENTI DI SCARTO DELLA VERDURA E FRUTTA VERDURA SCARTO FRUTTA SCARTO Bietola 20% Albicocche 10% Carote 15% Anguria 50% Cavolfiore 35% Ananas 50% Cipolle 20% Arance 25% Finocchi 40% Banane 35% Lattuga 25% Kiwi 20% Patate 17% Limoni 45% Pomodori 5% Clementine 25% Sedano 45% Mele 20% Zucchine 12% Melone 45% Zucca gialla 20% Pere 15% Melanzana 8% Pesche 10% Basilico 20% Susine 10% Prezzemolo 20% Albicocche 10% COEFICIENTI DI SCARTO CARNE E GLASSATURA PESCE CARNE SCARTO PESCE GLASSATURA Carne bovina fresca 0 Halibut 10% Petto di pollo 10% Platessa 30% Pollo cosce/anche 30% Palombo 10% Petto di tacchino 10% Coniglio posteriore diss. 20% Lombo di maiale 10% 16

17 MODALITA' DI PREPARAZIONE BRODO VEGETALE SEZIONE PICCOLI Grammatura tabelle per 5 bambini Acqua litro 1 Verdura fresca gr. 300 (tipologie di verdure indicato dello schema di divezzamento ) MONDATURA DELLE VERDURE (togliere le parti non commestibili ) (tamponare con canovaccio) TAGLIO DELLE VERDURE (a grossi pezzi) COTTURA DELLE VERDURE IN ACQUA ( dopo l'ebollizione per 50 minuti a tegame coperto e a fiamma bassa) SEPARARE IL BRODO DALLE VERDURE (che saranno utilizzate per il passato di verdura) PASSARE LE VERDURE (da utilizzare 10gr. di passato per ogni bambino come indicato nello schema di divezzamento) 17

18 LE CALORIE GIORNALIERE PER ADULTI per le DONNE di età compresa anni è di 2150 così ripartite: Proteine 10 % gr. 54 calorie 256 Lipidi 30 % gr. 72 calorie 648 Glucidi 60 % gr. 323 calorie 1290 per il pranzo il 35 % delle calorie = 750 così ripartite: Proteine gr. 35 calorie % Lipidi gr. 22 calorie % Glucidi gr. 111 calorie % Grammature alimenti base pasta gr. 80 carne gr. 80 frutta gr. 150 pomodoro gr. 80 verdura gr. 150 pane gr. 60 olio gr. 15 parmigiano gr. 4 per gli UOMINI di età compresa è di 2900 così ripartite: Proteine 10 % gr. 72 calorie 290 Lipidi 30 % gr. 97 calorie 870 Glucidi 60 % gr. 435 calorie 1740 per il pranzo il 35 % delle calorie = 1015 così ripartite: Proteine gr. 39 calorie % Lipidi gr. 29 calorie % Glucidi gr. 156 calorie % Grammature alimenti base pasta gr. 100 carne gr. 100 frutta gr. 150 pomodoro gr. 100 verdura gr. 200 pane gr. 80 olio gr. 20 parmigiano gr. 5 18

19 PRI MI past a asciut t a e r isot t i 19

20 MODALITA DI COTTURA PASTA DI SEMOLA Acqua litro 1 Pasta di semola gr. 100 Sale grosso gr. 5 PORTARE AD EBOLIZIONE L ACQUA AGGIUNGERE IL SALE E LA PASTA DI SEMOLA (coprire la pentola per 1 minuto fino a riportare ad ebollizione l acqua) SCOPRIRE E CUOCERE (per i tempi indicati sulla confezione della pasta) EFFETTUARE LA SCOLATURA CONDIRE A SECONDA DELLA RICETTA 20

21 INSALATA DI FARRO CON POMODORO E BASILICO Farro Pomodorino Olio extravergine di oliva 5 10 Basilico 0,5 1 LAVAGGIO FARRO ( risciacquare in acqua fredda ) MONDATURA POMODORINO E BASILICO TAGLIO DEI POMODORINI COTTURA FARRO (1 litro d'acqua ogni 100 gr.) (eliminare le parti non commestibili ) (tamponare con canovaccio) ( a piccoli cubetti ) (portare a bollore l'acqua versare il farro scolato e cuocere seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, aggiungere il sale ) SCOLARE IL FARRO AGGIUNGERE I POMODORINI E IL BASILICO CONDIRE CON OLIO 21

22 INSALATA D'ORZO CON VERDURE Orzo perlato Carote Patate Zucchine Olio extravergine d'oliva 2 5 LAVAGGIO ORZO ( risciacquare in acqua fredda ) MONDATURA DELLE VERDURE (eliminazione delle parti non commestibili) (tamponare con canovaccio) TAGLIARE LE VERDURE ( patate, carote e zucchine in piccoli pezzi ) COTTURA DELLE VERDURE COTTURA ORZO (1 litro d'acqua ogni 100 gr.) SCOLARE E CONDIRE ( in poca acqua prima le carote per 10 minuti, poi le patate per altri 10 minuti e infine le zucchine e ultimare la cottura per altri 5 minuti) (portare a bollore l'acqua versare l'orzo scolato e cuocere seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, aggiungere il sale ) ( Aggiungere all'orzo le verdure scolate e condire con l'olio) 22

23 COUS COUS AL POMODORO Grammatura bambino adulto Cous-cous Pomodori pelati Odori 5 10 Olio extravergine di oliva 5 (vedi nota ) 10 Parmigiano 4 5 Acqua cc MONDATURA DELLE VERDURE (eliminare le parti non commestibili) (tamponare con canovaccio) TRITARE ODORI ROSOLATURA ODORI (rimescolando a secco per 1 minuto a bassa fiamma ) AGGIUNGERE IL POMODORO COTTURA IN UNA PENTOLA COPRIRE LA PENTOLA ( se vengono utilizzati pomodori freschi devono essere preventivamente scottati e passati) ( ½ ora se viene utilizzata la passata di pomodoro; 45 minuti se vengono utilizzati i pelati o il pomodoro fresco) (portare ad ebollizione l acqua aggiungere il sale e versare il cous-cous aggiungere l olio mescolare bene con una forchetta e spegnere il fuoco) (lasciare riposate per 5 minuti) AGGIUNGERE IL SUGO DI POMODORO OLIO E PARMIGIANO (rimescolando molto bene) Note: In alternativa ai pomodori pelati può essere utilizzata la passata gr.40. Nel periodo estivo ( maggio- luglio ) si possono utilizzare i pomodori freschi tipo San Marzano gr.50. L'olio extravergine di oliva va così utilizzato: 2 gr. nell'acqua di cottura e 3 gr. al momento dell'unione degli ingredienti. 23

24 PASTA CON IL PESTO Grammatura bambino adulto Pasta Pinoli 5 7 Aglio ( vedi nota ) q.b. Basilico 5 7 Olio extravergine di oliva 5 10 Parmigiano 5 6 MONDATURA (eliminazione delle parti non commestibili) (tamponare con canovaccio) TRITATURA (aglio,basilico e pinoli con robot) COTTURA PASTA (seguendo le indicazioni riportate sulla confezione ) CONDIRE CON IL PESTO AGGIUNGERE OLIO E PARMIGIANO NOTA Per la preparazione del pesto si suggerisce il seguente utilizzo dell'aglio: 1spicchio d'aglio ogni 15 bambini inoltre si suggerisce di tagliare a metà lo spicchio e di togliere eventualmente la parte verde se è presente. 24

25 PASTA AL POMODORO Pasta Pomodori pelati Olio extravergine di oliva 3 5 Parmigiano 4 5 Odori 5 10 MONDATURA ODORI (eliminare le parti non commestibili ) (tamponare con canovaccio) TRITATURA ODORI ROSOLATURA ODORI AGGIUNGERE IL POMODORO COTTURA COTTURA PASTA (rimescolando a secco per 1 minuto a bassa fiamma ) (se vengono utilizzati pomodori freschi devono essere preventivamente scottati e passati) (½ ora se viene utilizzata la passata di pomodoro; 45 minuti se vengono utilizzati i pelati o il pomodoro fresco e aggiungere un po' di sale) (seguire le indicazioni riportate sulla confezione ) CONDIRE CON IL SUGO DI POMODORO AGGIUNGERE OLIO E PARMIGIANO NOTA In alternativa ai pomodori pelati può essere utilizzata la passata gr.40 Nel periodo estivo ( maggio- luglio ) si possono utilizzare i pomodori freschi tipo San Marzano gr.50 25

26 PASTA AL RAGU Pasta Odori 5 10 Carne bovina Pomodori pelati o passata Olio extravergine di oliva 2 5 Parmigiano 4 6 MONDATURA ODORI (eliminare le parti non commestibili ) (tamponare con canovaccio) TRITATURA ODORI ROSOLATURA ODORI AGGIUNGERE LA CARNE (rimescolando a secco per 1 minuto a bassa fiamma ) (previa macinazione con tritacarne) COTTURA DELLA CARNE (per 5 o 10 minuti ) AGGIUNGERE IL POMODORO (pomodori pelati o passata di pomodoro e un po' di sale) COTTURA RAGU' COTTURA PASTA (un ora e mezza con il tegame coperto a fiamma bassa ) (seguire le indicazioni riportate sulla confezione ) CONDIRE CON IL RAGU' AGGIUNGERE OLIO E PARMIGIANO 26

27 PASTA CON CAVOLFIORE Pasta Cavolfiore Parmigiano 4 6 Olio extravergine di oliva 4 10 MONDATURA DEL CAVOLFIORE (eliminare le foglie e utilizzare solo il fiore) (tamponare con canovaccio) TAGLIO COTTURA PASTA E CAVOLFIOE (a piccoli pezzi) (portare a bollore l acqua con il cavolfiore poi aggiungere la pasta e cuocere seguendo le indicazioni riportate sulla confezione ) COLATURA PASTA E CAVOLFIORE A FINE COTTURA (condire con olio e parmigiano rimescolando molto bene ) 27

28 PASTA CON MELANZANE Pasta Melanzane Cipolla 2 5 Pomodori pelati o passata Parmigiano 4 6 Olio extravergine di oliva 3 7 MONDATURA MELANZANE E CIPOLLA (eliminare le parti non commestibili) (tamponare con canovaccio) TAGLIO MELANZANA TRITATURA CIPOLLA ( a piccoli cubetti e lasciarli sotto sale in un colapasta per 30 minuti per fare uscire l acqua) (con robot) ROSOLATURA CIPOLLA (rimescolando a secco per 1 minuto a bassa fiamma ) AGGIUNTA DELLE MELANZANE (cuocere per 10 minuti ) AGGIUNGERE IL POMODORO (cuocere per 30 minuti con un pizzico di sale) COTTURA PASTA (seguire le indicazioni riportate sulla confezione ) CONDIRE CON IL SUGO ALLE MELANZANE (aggiungere olio e parmigiano) 28

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI (i prodotti DOP e IGP che l OEA è tenuto ad offrire sono evidenziati in grassetto e sottolineati) REQUISITI QUALITATIVI DI CARATTERE GENERALE

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario CUCINARE SUPERFACILE cucinaresuperfacile.com BioStory: Il mio nome è Antonella. Sono fatta di esperienza e buonsenso, voglia di vivere e tenacia, il buon cibo è la mia

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Freschezza in Svizzera Tutte le sedi nel mondo sono disponibili all indirizzo: marche-restaurants.com AIRPORT ZÜRICH Diventate fan di Marché! facebook.com/marcherestaurantsschweiz BELLINZONA Tempo di spezie

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

ASI. 0-3 anni XX MUNICIPIO ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ E SERVIZI CULTURALI, SPORT, POLITICHE SCOLASTICHE. www.scuoleventesimo.it

ASI. 0-3 anni XX MUNICIPIO ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ E SERVIZI CULTURALI, SPORT, POLITICHE SCOLASTICHE. www.scuoleventesimo.it Gli Asili Nido del XX Municipio 0-3 anni ASI LO NI DO www.scuoleventesimo.it XX MUNICIPIO ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ E SERVIZI CULTURALI, SPORT, POLITICHE SCOLASTICHE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Gennaio. Gennaio in cucina

Gennaio. Gennaio in cucina Nel proporre questo calendario culinario ci siamo ispirati a Vincenzo Tanara e alla sua opera Economia del cittadino in villa. Tanara, studioso di scienze naturali ed agricoltura, vissuto nell'area bolognese,

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!!

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! Kitchen Cri OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! 10 Ricette per aumentare Grassi e Colesterolo Ecco l'indice delle ricette: 1. Cordonbleu di pollo e prosciutto 2. Gamberi in panatura di patate 3. Mozzarella in carrozza

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Sicurezza alimentare Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Indice Introduzione 3 1. La sicurezza inizia al momento dell acquisto 4 2. La dispensa moderna: il vostro frigorifero 6

Dettagli

Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete

Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete Questo opuscolo è per chi vuole imparare a cucinare piatti vegan, vale a dire 100% vegetali: spiega in dettaglio quali sono gli

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA Dott. Francesco Andreoli CHI PRODUCE? Grande industria Piccole industrie Piccoli produttori LE ETICHETTE Sono la carta d identità del prodotto (dati reali) Il pacchetto

Dettagli

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti.

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Nel calcolo del costo delle merci relative ad un singolo piatto non si possono ignorare le percentuali di scarto degli ingredienti. Se

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli FRANCO NOBILE GIORGIA ROMEO LA SALUTE VIEN MANGIANDO La qualità dei cibi per la qualità della vita Prefazione di Francesco Schittulli Agli amici paracadutisti della Brigata Folgore Layout e impaginazione

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità Ogni giorno gettiamo il seme della qualità La qualità scivola tra gesti semplici Una vocazione dalle radici profonde Ieri è già domani La molitura del grano è una preziosa tradizione che si tramanda di

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifi ca di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV www.scienzavegetariana.it

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano Eine Un iniziativa Initiative von Coop Coop con

Dettagli

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007 Sezione Provinciale di Ferrara Sede Operativa: Via Bologna,534 44100 Chiesuol del Fosso (Fe) Tel. 0532 901211 Fax 0532 901241 RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione Gentile Signora, con questo libro Le proponiamo, insieme alle più note ed apprezzate ricette delle precedenti edizioni, molte nuove idee di dolci da preparare in casa. L ampio ricettario è allo stesso

Dettagli

Indice. Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti!

Indice. Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti! Ricette ci trovi anche su www.tuttocalabria.com Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti! Indice Promi Piatti Penne Stuzzicanti....

Dettagli

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO parte edibile) Milza, bovino 42.0000 Fegato, suino 18.0000 Tè, in foglie 15.2000 Cacao, amaro in polvere 14.3000 Crusca di frumento 12.9000 Fegato, ovino 12.6000 Storione,

Dettagli

Food Cost e gestione informatizzata della cucina. Marco Terrile 2008 ChefMaTe - Software per la Ristorazione 1

Food Cost e gestione informatizzata della cucina. Marco Terrile 2008 ChefMaTe - Software per la Ristorazione 1 Food Cost e gestione informatizzata della cucina 1 Determinazione e controllo dei costi La locuzione economie di scala è usata in economia per indicare la relazione esistente tra aumento della scala di

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

IL DISCIPLINARE. Art. 1 Descrizione del prodotto.

IL DISCIPLINARE. Art. 1 Descrizione del prodotto. DISCIPLINARE INTERNAZIONALE PER L OTTENIMENTO DEL MARCHIO COLLETTIVO VERACE PIZZA NAPOLETANA (VERA PIZZA NAPOLETANA) IL DISCIPLINARE Aspetti merceologici e legislativi del prodotto Scopo del presente disciplinare

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione

Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Analisi nutrizionale: strumenti per la valutazione Sara Grioni Unità di Epidemiologia e Prevenzione Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori "Strumenti di Sorveglianza Nutrizionale: luci ed ombre"

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

Refrigerazione industriale

Refrigerazione industriale Refrigerazione industriale leadership with passion leadership with passion www.luve.it Refrigerazione industriale pag 2 Conservazione di frutta e verdura fresca 7 Celle carne 11 Centri logistici 16 leadership

Dettagli

D.O.P. Nutrirsi tra Piacere e Benessere

D.O.P. Nutrirsi tra Piacere e Benessere aleggio D.O.P. Nutrirsi tra Piacere e Benessere Trenta ricette con il Taleggio D.O.P. con notizie sulle proprietà funzionali di alcuni ingredienti (pillole di salute) Gallette di riso con crema di Taleggio

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie ortoflorofrutticoltura 1 IASMA Notizie IASMA Notizie n.3 Anno II 28.04.2003 Notiziario del Centro per l assistenza tecnica dell Istituto Agrario di S. Michele all Adige IASMA Notizie N. 18 - Spedizione

Dettagli

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara Prologo Se vi domandate il perchè di questo mio curioso documento è presto detto: il 17 Gennaio è stato festeggiato il Carbonara Day. Quel giorno tutti i ristoranti

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

antipasto del pescatore insalata di mare tiepida alla catalana piovra tiepida tartare di tonno rosso del Mediterraneo selezione di affettati

antipasto del pescatore insalata di mare tiepida alla catalana piovra tiepida tartare di tonno rosso del Mediterraneo selezione di affettati Quand je n ai rien à faire, et qu à peine un nuage Dans les champs bleus du ciel, flocon de laine, nage, J aime à m écouter vivre, et, libre de soucis, Loin des chemins poudreux, à demeurer assis T. G.

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI ITALIA DALLA HUROM A TE Alla Hurom ci impegniamo ad offrire una nutrizione della più alta qualità e dal sapore il più vicino possibile alla forma più pura presente in

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

Nella cucina di VeganHome

Nella cucina di VeganHome Nella cucina di VeganHome 1042 ricette vegan dagli utenti di VeganHome.it Ricette senza crudeltà per mangiare in modo sano e gustoso salvando gli animali e l ambiente. Edizione del 18 aprile 2015 Copyright.

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno 2014 Hai chiesto qual è il piatto del giorno? { } (Il maresciallo Carotenuto Vittorio De Sica Che

Dettagli

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA LA COTTURA IN PENTOLA A PRESSIONE La pentola a pressione è uno strumento ancora tutto da scoprire, da conoscere e da valorizzare, sia dal punto di vista

Dettagli

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA I T A L I A N O EXPO 2015 I marchi DOP e IGP sono marchi di qualità che vengono assegnati dalla Commissione Europea. I requisiti per il riconoscimento

Dettagli

Vincenzo Antonina e tutto lo Staff

Vincenzo Antonina e tutto lo Staff Tutti i prodotti che potete assaporare, pane, pasta fresca,dolci e quant'altro sono tutti confezionati dalla nostra cucina. Poniamo particolare attenzione ai prodotti tipici locali e alle materie prime

Dettagli

Libro di cucina. k = 100% RED k = 2% This will only be printed in 4 Colour Process as per the colour breakdown shown here. m = 100% c = 11% c = 0%

Libro di cucina. k = 100% RED k = 2% This will only be printed in 4 Colour Process as per the colour breakdown shown here. m = 100% c = 11% c = 0% Libro di cucina Libro di cucina Kenwood Cooking Chef è l ultima rivoluzionaria innovazione di Kenwood, da oltre 60 anni leader nella preparazione dei cibi. E la combinazione perfetta di esperienza, qualità

Dettagli