Le variabili predittive della posizione netta in credito commerciale: evidenze empiriche per le imprese italiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le variabili predittive della posizione netta in credito commerciale: evidenze empiriche per le imprese italiane"

Transcript

1 Le variabili prediive della posizioe ea i credio commerciale: evideze empiriche per le imprese ialiae di Lucia Gibilaro Uiversià degli Sudi di Bergamo e Gialuca Maarocci Uiversià degli Sudi di Roma Tor Vergaa Discussio Paper Series. 1/2010 Marzo 2010 JEL classificaio: G31, G32 e C31 Keywords: rapporo di foriura, credio commerciale, debio commerciale Supplemeo a Fac&News Ao 12-Numero 1-Marzo/Aprile 2010-ISSN Credifac è promosso da Assifac - Associazioe Ialiaa per il Facorig Via Cerva, Milao Telefoo: Telefax:

2 Absrac Le variabili prediive della posizioe ea i credio commerciale: evideze empiriche per le imprese ialiae Alla luce delle moleplici moivazioi del ricorso al credio commerciale, le imprese edoo ad assumere coemporaeamee il ruolo di crediore e debiore e, perao, le scele di cocedere o richiedere dilazioi di pagameo soo ifluezae reciprocamee. Moli sudi empirici defiiscoo modelli sul credio commerciale cosiderado, aleraivamee, l offera o la domada del credio commerciale. Meo frequei soo gli sudi che cofroao modelli lordi e ei e, soliamee, le ricerche dispoibili cosiderao u umero limiao di variabili e/o coproo u orizzoe emporale limiao. Prededo i cosiderazioe ua delle realà più rilevai a livello ierazioale, il mercao ialiao, il paper cofroa modelli lordi e ei sul credio commerciale, dimosrado ua differeza saisicamee sigificaiva ella boà dei modelli e elle relazioi ideificae co le variabili esplicaive. I risulai dimosrao l esiseza di ua elevaa coessioe fra l erogazioe ed il ricorso al credio commerciale e suggeriscoo l esiseza di proprieà o codivise fra modelli lordi e ei. *** Forecasig e rade credi exposure: evidece from Ialia firms Accordig o he muliple moivaios for he use of rade credi, firms ed o supply ad receive rade credi a he same ime, so he choices o egage i oe of hese aciviies are iflueced each oher. May sudies proposed i he lieraure defie models of rade credi, lookig maily a oly oe aspec of rade policy a a ime. Few sudies compare gross ad e exposure models ad hey are based o a limied se of variables ad/or o a limied ime horizo. This paper aalyses oe of he more releva world markes (Ialy) ad i compares models for gross ad e exposure, demosraig a sigifica differece i he saisical fiess of he wo models ad i he characerisics of he relaioships wih he explaaory variables. The resuls demosrae he exisece of a sric relaioship bewee rade credi ad deb choices ad sugges some disicive feaures bewee e ad gross models.

3 1. INTRODUZIONE Il credio commerciale rappresea ua modalià di fiaziameo delle imprese più gradi e co accesso a foi fiaziarie esere verso imprese di miori dimesioi e razioae sul mercao del credio (Schwarz, 1974). Secodo le eorie radizioali (Omiccioli, 2005), il ricorso al credio commerciale è deermiao dalle caraerisiche del seore ecoomico e dalle caraerisiche dell impresa (Peerse e Raja, 1997), ma il poere di mercao, che si maifesa dal lao sia della domada sia dell offera, può ifluezare le scele dell impresa i maeria di credio/debio commerciale (Mia e Smih, 1992; Wilso e Summers, 2002). Le evideze empiriche cofermao l ieso ricorso delle imprese di piccole dimesioi al debio commerciale (Berger e Udell, 1988) ma mosrao che ache le gradi imprese e fao uso e, uleriormee, le imprese di piccole dimesioi ricoproo ache il ruolo di crediori commerciali (Raja e Zigales, 1995; Nielse, 2002). Alla luce delle moleplici moivazioi i merio al ricorso al credio commerciale, le imprese edoo a ricevere e esedere credio commerciale coemporaeamee, perao le scele di domada/offera soo ifluezae a viceda (Kiyoaki e Moore, 1997), poiché l offera di credio commerciale è fiaziaa araverso il debio commerciale (Fabbri e Klapper, 2008). Sebbee sudi più recei abbiao soolieao la ecessià di cosiderare le poliiche i maeria sia di credio sia di debio commerciale, o esise evideza empirica circa l impao sulle variabili esplicaive della scela di uilizzare variabili sull ammoare/duraa ella versioe lorda piuoso che ea. Il cofroo di modelli lordi co modelli ei permeerebbe di verificare se, come ipoizzao i alcui lavori eorici, alcue ipologie di variabili ifluezao maggiormee l uso del credio commerciale al livello eo piuoso che lordo. Il paper ripercorre la leeraura sulle moivazioi dell offera e della domada di credio commerciale, focalizzado l aezioe sui ruoli che le diverse variabili esplicaive rivesoo ei modelli lordi piuoso che ei. L aalisi empirica, basaa su ua realà fra le più rilevai al livello ierazioale, il mercao ialiao, dimosra che i modelli ei possiedoo ua maggiore boà di adaameo rispeo a quelli lordi e che le pricipali differeze ella rilevaza delle variabili esplicaive riguardao le caraerisiche specifiche dell impresa. Le pricipali implicazioi del lavoro riguardao l approccio da adoare ella valuazioe della diamica del credio/debio commerciale: geeralmee, le imprese adoao ua combiazioe dei credio/debio commerciale coeree i ermii sia di ammoare sia di duraa, perao è imporae porre aezioe su ui gli evei (come, ad esempio, il rischio di aacquameo) che porebbero compromeere quesa srea relazioe. Sulla base dei risulai oeui, per valuare i rischi ell ambio degli srumei di fiaziameo basai su credii commerciali è ecessario cosiderare o solo le caraerisiche del credio commerciale fiaziao ma ache la posizioe ea complessiva assua dalla coropare. L aricolo presea la review della leeraura sulle deermiai del credio e del debio commerciale (paragrafo 2). L aalisi empirica è aricolaa ella descrizioe del campioe (paragrafo 3.1), la meodologia (paragrafo 3.2) e i risulai sulle deermiai dell ammoare (paragrafo 3.3.1) e della duraa media (paragrafo 3.3.2) del credio commerciale ell ambio di modelli lordi e ei. L ulimo paragrafo sieizza alcue brevi coclusioi e implicazioi per la valuazioe del feomeo idagao (paragrafo 4). 1 1

4 2. REVIEW DELLA LETTERATURA Secodo le eorie radizioali (Omiccioli, 2005), l offera e la domada di credio commerciale soo fuzioe del seore ecoomico e delle caraerisiche dell impresa (Giaei e al., i corso di pubblicazioe). Il credio commerciale cosee alle imprese di separare la foriura del bee\servizio rispeo al pagameo del prezzo, perao l acquiree beeficia di u periodo di empo durae il quale verificare la qualià della foriura (Log e al., 1993): il fabbisogo di corollare la foriura varia i fuzioe del seore ecoomico i relazioe al coeuo iovaivo, la complessià, la persoalizzazioe e la deperibilià del prodoo. Sia la duraa (Ng e al., 1999) sia i volumi (Giaei e al., i corso di pubblicazioe) del credio commerciale variao i relazioe del servizio/prodoo forio: a parià di seore ecoomico e ipologia di prodoo/servizio (Lee e Sowe,1993), gli acquirei valuao la cocessioe di scoi per pagamei i coai come u segale di bassa qualià della foriura, mere l esesioe di dilazioi di pagameo è rieua ua garazia più efficace della qualià della foriura (Faih e Tolliso, 1981). Sul ema dell esecuzioe dei corai, la ipologia del prodoo iflueza ache l aiudie al comporameo opporuisico dell acquiree: servizi e prodoi persoalizzai soo esposi ad u mior grado di rischio di disrazioe (Burkar e Elligse, 2004), ache se il mior grado di liquidià può deermiare u mior valore di recupero el caso dell iadempimeo del debiore (Mia e Smih, 1992). Olre il seore ecoomico, l uilizzo del credio commerciale è ifluezao ache dalle caraerisiche dell impresa. Secodo la eoria delle moivazioi reali, i foriori esedoo il credio commerciale per soseere le vedie (Nadiri, 1969), mere le moivazioi fiaziarie efaizzao il ruolo ricopero dal debio commerciale ella sruura fiaziaria dell impresa (Lewelle e al., 1980). Per soseere le vedie, i foriori possoo usare il credio commerciale come uo srumeo per la discrimiazioe di prezzo fra pagamei i coai e dilazioai, araverso u approccio wo-par erms (Ng e al., 1999): l acquiree può pagare il prezzo al ermie del periodo della dilazioe oppure può beeficiare di scoi per pagamei a breve scadeza rispeo all acquiso. Se la cocessioe del credio commerciale è valuaa alla sregua di u ivesimeo, il prezzo di vedia e il periodo della dilazioe di pagameo o possoo essere cosiderai idipedei (Schwarz, 1974). Uleriormee, l offera combiaa della foriura del bee/servizio e della dilazioe di pagameo cosee ai crediori commerciali di modificare le codizioi dell offera seza modificare il prezzo (Schwarz e Wihcomb,1979). Da ulimo, la discrimiazioe del prezzo può ifluezare il raameo fiscale del credio commerciale: a parià di alre codizioi, i foriori desiaari di u elevaa aliquoa di assazioe preferiscoo cocedere dilazioi di pagameo ad acquirei desiaari di u aliquoa più bassa, paricolarmee se l imposa sul valore aggiuo è resiuia i caso di iadempimeo del debiore (Florese e al., 2003). Ciooosae, il ricorso al credio commerciale per soseere le vedie o è limiao alla discrimiazioe del prezzo: le coropari possoo coveire di rimadare il pagameo di alcui giori per miimizzare la variabilià dei flussi fiaziari dovua alla diamica fra gli icassi ed i pagamei ed i relaivi cosi di rasazioe (Ferris, 1981). Olre alla discrimiazioe del prezzo, i foriori possoo ache cocedere credio di foriura per sabilizzare la domada, al livello sia macro sia micro. Al livello micro, il credio commerciale cosee alla imprese di proeggere gli ivesimei ella relazioe co gli acquirei di aura o recuperabile (Smih, 1987), per rasferire i cosi di soccaggio agli 2 2

5 acquirei promuovedo ua push sraegy (Emery, 1987) e per beeficiare della ierzia del cliee che effeua regolarmee i pagamei coseguee agli ali cosi di ricerca di u uovo foriore (Cuã, 2007), i paricolare el caso di bei/servizi o sadardizzai (Giaei e al., i corso di pubblicazioe) che favoriscoo la cosruzioe di rappori durauri (Summers e Wilso, 2003), ache se il debiore dovesse araversare u periodo di emporaea difficolà el rimborso del debio (Wiler, 2000). Al livello macro, il credio commerciale sosiee le vedie durae le fasi ivoluive del ciclo ecoomico (Melzer, 1960), i paricolare ampliado il umero di cliei ai quali soo offere dilazioi di pagameo (Nielse, 2002); iolre, l esesioe del credio commerciale rivese u ruolo paricolarmee rilevae ella sabilizzazioe della diamica fiaziaria quado la domada possiede caraere sagioale (Paul e Wilso, 2006). Il debio commerciale cosee agli acquirei di dilazioare il pagameo dei faori della produzioe successivamee all icasso dei ricavi (Lewelle e al., 1980); il credio commerciale rivese u ruolo sia di sosiuo sia di complemeo rispeo al credio bacario. Le eorie sull effeo sosiuzioe sosegoo che i preseza di imperfezioi di mercao, il coso delle risorse fiaziarie per i foriori è iferiore rispeo a quello degli acquirei o, aleraivamee, i foriori soo caraerizzai da ua maggiore liquidià rispeo agli acquirei. Perao, il credio commerciale assume u ruolo sosiuivo (Melzer, 1960) e residuale (Jaffee e Sigliz, 1990) per gli acquirei rispeo al credio bacario e, i momei di srea moearia, la dimesioe dell impresa è irrilevae (Nielse, 2002). Le eorie sulla complemearieà fra credio commerciale e credio bacario rovao origie el vaaggio compeiivo basao sull offera combiaa di dilazioi di pagameo e bei/servizi che cosee di migliorare l efficieza operaiva delle coropari ella rasazioe commerciale (Mia e Smih,1992) rispeo ad alri caali di acquisizioe di risorse fiaziarie. I primo luogo, i foriori beeficiao di u vaaggio compeiivo ell acquisizioe delle iformazioi sulla solvibilià dell impresa (Berger e Udell, 1992), paricolarmee rilevae per valuare imprese giovai e opache. I secodo luogo, poiché i foriori beeficiao di coiui scambi co gli acquirei durae la relazioe commerciale, l iformazioe sulla solvibilià dei debiori è frequeemee aggioraa (McMilla e Woodruff, 1999). Da ulimo, se il debiore è iadempiee, i foriori possoo recuperare velocemee i bei forii i fuzioe della coosceza delle caraerisiche della foriura (Myers e Raja, 1998), avviado processi di recupero più efficaci rispeo alle alre caegorie di crediori (Loghofer e Saos, 2003); queso vaaggio dei crediori commerciali rispeo agli iermediari fiaziari è paricolarmee rilevae ei paesi di Commo Law (Frak e Maksimovic, 2004). Viso che il credio commerciale è u feomeo coesso co l aivià svola dai rader e dagli iermediari ell ambio della disribuzioe, olre che dalle caraerisiche dell impresa e del seore ecoomico,la sua diamica può essere ifluezaa dal poere di mercao delle coropari coivole ella rasazioe (Va Hore, 2005). Dal lao dell offera, il credio commerciale è cocesso quado lo sfruameo del poere di mercao assicura u effeiva discrimiazioe del prezzo (Mia e Smih, 1992). Dal lao della domada, il poere di mercao può essere sfruao da gradi acquirei rispeo ai foriori, i quali cocedoo dilazioi di pagameo ache i codizioi difficolà fiaziarie (Wilso e Summers, 2002). Le evideze empiriche mosrao che gli acquirei di gradi dimesioi sfruao il loro poere di mercao, paricolarmee elle relazioi commerciali co i foriori di piccole dimesioi (Summers e Wilso, 2003) ei paesi i via di sviluppo (Va Hore, 2007), dove il credio commerciale è sreamee collegao co la repuazioe (Fisma e Love, 2003) ed è 3 3

6 cosiderao u idicaore di compeiivià del mercao (Hydma e Serio, i corso di pubblicazioe). Comuque, l evideza empirica sulle rasazioi che coivolgoo imprese di maggiori dimesioi o può essere geeralizzaa (Baarajee e al., 2004). Le imprese edoo ad offrire e domadare credio commerciale coemporaeamee e le relaive scele soo ifluezae reciprocamee (Kiyoaki e Moore, 1997). L evideza empirica per i paesi sviluppai mosra che le imprese che subiscoo u eccessivo sfruameo del poere di mercao da pare dei foriori fiaziao l offera di credio commerciale co debio commerciale, adoado ua sraegia di bilaciameo della posizioe ea i credio commerciale dal puo di visa sia dell ammoare sia della scadeza (Fabbri e Klapper, 2008). Iolre, ei paesi sviluppai, le piccole imprese o adeguao la loro offera di credio commerciale, mere le imprese di gradi dimesioi modificao la posizioe ea per sabilizzare la diamica fiaziaria (Maroa, 2005), paricolarmee durae i periodi di srea moearia (Brechlig e Lipsey,1963), causado u aumeo delle isolveze delle imprese piccole e razioae fiaziariamee per le quali esse ricoproo il ruolo di foriori di liquidià (Boissay e Gropp, 2007). 3. ANALISI EMPIRICA 3.1 Il campioe Il campioe è cosiuio dai bilaci dispoibili per le imprese ialiae el daabase AIDA- Bureau Va Dijk el periodo L uilizzo dei dai coabili per il mercao ialiao limia la scela sulla frequeza poiché la gra pare delle imprese o prevedoo la pubblicazioe del bilacio semesrale (Tabella 1). Tabella 1 Le caraerisiche del campioe Area geografica Numero di imprese Ao Imprese Nord Cero Sud e Isole No classificao Toale Seore Numero di imprese Agricolura Cosruzioi Cosuleza Eergia 199 Pubblicià 203 Numero di ai dispoibili Imprese Servizi fiaziari e assicuraivi 377 Solo 1 ao 0 Mezzi di comuicazioe ai 658 Formazioe 59 3 ai 495 Maifauriero ai 452 Maerie prime 0 5 ai 739 Turismo ai 433 Traspori ai 495 Servizi ai 502 Commercio all igrosso ai 565 No classificao ai 7485 Foe: Elaborazioe degli auori su dai AIDA-Bureau Va Dijk 4 4

7 Il daabase comprede imprese e, sulla base della classificazioe ATECO , è be diversificao i ermii o solo soo il profilo geografico ma ache seoriale. Le imprese residei el ord dell Ialia e operai ei seori maifaurieri e esraivi rappreseao la compoee più rilevae del campioe. Il campioe riflee il mercao ialiao, caraerizzao da ua maggiore umerosià di imprese residei el ord del paese, i ragioe della maggiore efficieza dei servizi e delle ifrasruure, e da ua focalizzae sulle aivià maifauriere, sui servizi di rasporo e sulla logisica. Per alcue imprese i dai o soo dispoibili i alcui ai dell iervallo emporale cosiderao, perao la dimesioe del campioe varia el empo i fuzioe della dispoibilià dei dai, ma, per ogi ao, la dimesioe miima è pari a 7600 imprese (raggiua ell ao 1999) co u umero di imprese cesie crescee el empo. Olre il 63,60% delle imprese icluse el campioe è cosae e per essua delle imprese cosiderae i dai soo presei i u uico ao. Perao, la pare più rilevae del campioe o è variabile el empo e i risulai raggiui o soo ifluezai dal bias coesso alla sopravviveza delle imprese. Sulla base della leeraura dispoibile, l aalisi delle poliiche del credio commerciale cosidera sia l ammoare sia la duraa del credio offero e oeuo da ogi impresa e valua l iflueza delle caraerisiche dell impresa, del seore e del poere di mercao. Le variabili esplicaive, classificae per ipologia, soo preseae ella abella 2. 1 Per maggiori approfodimei sulla classificazioe ATECO 2007, si cosuli il sio dell Isiuo Ialiao di Saisica (ISTAT) al seguee idirizzo: 5 5

8 Tabella 2 Le variabili esplicaive del credio commerciale ideificae dalla leeraura Deomiazioe Descrizioe Tipologia Riferimei bibliografici pricipali Firm Age Geographical Area Lised Toal Asses Employees BT deb MLT deb Fixed Asses Reveues growh Trade credi growh Iveory coverage Deb ieres rae Profi margi Oupu iveory Cash Flow / Sales Cash sales Curre asse raio Solvecy Secor rade credi amou Secor rade deb amou Secor rade credi amou Secor rade deb amou Iveory urover Brad equiy Brad equiy e Raio sales/secor Numero di ai compresi fra la ascia e la daa della valuazioe Variabile dummy per Nord, Cero, Sud e Isole Variabile dummy che assume valore 1 per le imprese quoae Toale aivo al empo Numero di dipedei Debio di breve ermie al empo Debio bacario / Toale Aivo Aivo fisso /Toale aivo Tasso di crescia dei ricavi medio,-1 Tasso di crescia del credio commerciale auale Numero di giori per cui le score dispoibili al empo assicurao il ciclo produivo Tasso d ieresse medio sul debio bacario Margie operaivo / Vedie Score di prodoi fiii / Score Cash flow -1 / Vedie (Vedie Credio commerciale )/Toale Aivo Aivià correi / Toale Aivo Raig Ammoare medio del credio commerciale per seore ecoomico Ammoare medio del debio commerciale per seore ecoomico Duraa media del credio commerciale per seore ecoomico Duraa media del debio commerciale per seore ecoomico Giori di roazioe delle score Aivo fisso al empo / Vedie (Aivo fisso al empo - Avviameo) / Vedie Ricavi / Ricavi oali per il seore ecoomico Foe: Elaborazioe degli auori Seore Seore Seore Seore Seore Poere di mercao Poere di mercao Poere di mercao Peerse e Raja (1997), Pike e Cheg (1998), Ng e al. (1999), Paul e Wilso (2006), Wilso e Summers (2002), Fabbri e Klapper (2008), Va Hore (2005) Maroa (2005); Peerse e Raja (1997) Peerse e Raja (1997) Log e al. (1993), Peerse e Raja (1997), Wilso e Summers (2002), Peek e al. (1998), Va Hore (2005) Giaei e al. (i corso di pubblicazioe); Fabbri e Klapper (2008) Log e al. (1993) Russo e Leva (2005) Giaei e al. (i corso di pubblicazioe) Wilso e Summers (2002) Peerse e Raja (1997) Russo e Leva (2005) Maroa (2005); Russo e Leva (2005) Wilso e Summers (2002), Peerse e Raja (1997) Peerse e Raja (1997) Ng e al. (1999), Wilso e Summers (2002) Log e al. (1993) Peerse e Raja (1997) Log e al. (1993) Peerse e Raja (1997), Log e al. (1993), Giaei e al. (i corso di pubblicazioe), Maroa (2005) Peerse e Raja (1997), Log e al. (1993), Giaei e al. (i corso di pubblicazioe), Maroa (2005) Peerse e Raja (1997), Log e al. (1993), Giaei e al. (i corso di pubblicazioe), Maroa (2005) Peerse e Raja (1997), Log e al. (1993), Giaei e al. (i corso di pubblicazioe), Maroa (2005) Russo e Leva (2005) Va Hore (2007), Bhaacharya (2008) Va Hore (2007), Bhaacharya (2008) Fabbri e Klapper (2008), Va Hore (2007) Le saisiche descriive calcolae sui dai dispoibili per l iero orizzoe emporale soo sieizzae ella abella seguee. 1 1

9 Tabella 3 Saisiche descriive delle variabili Deomiazioe della variabile N di osservazioi Media Dev.s. Max Mi Trade deb amou 80, ,397, ,441, ,000,352, Trade credi amou 80, ,292, ,994, ,061, Trade deb duraio 86, , Trade credi duraio 73, Firm age 111, Geographical Area 118, Lised 115, Toal Asses 99, ,859, ,552, ,993,714, Employees 99, , ,974, ,588, BT deb 96, ,044, ,938, ,935,834, MLT deb 64, ,420, ,309, ,460,317, Fixed asses 72, ,021, ,416, ,014,121, Reveues growh 74, Trade credi growh 81, Iveory coverage 75, Deb ieres rae 95, Profi margi 98, ,560, ,067, ,161,859, ,825, Iveory / Reveues 65, Oupu iveory 65, ,274, ,446, ,526,260, Oupu iveory/iveory 65, Cash Flow / Sales 98, Cash sales 98, Curre asse raio 72, Solvecy * 67, Secor rade credi amou 115, ,697, ,896, ,238, ,060, Secor rade deb amou 115, ,961, ,491, ,216, ,627, Secor rade credi duraio 115, Secor rade deb duraio 115, Iveory urover 79, Brad equiy 82, , Brad equiy e 82, , Raio sales/secor 98, * Solvecy è il raig aribuio da AIDA Bureau VaDijk compreso fra 100 e Per maggiori deagli sulla meodologia di calcolo, si veda il sio iere di AIDA-Bureau Va DijK Foe: Elaborazioe degli auori su dai AIDA-Bureau Va Dijk 2 2

10 Il campioe oale è sao uilizzao per cosruire alcue variabili bechmark (come l ammoare e la duraa del credio commerciale del seore ecoomico, l ammoare e la duraa del debio commerciale del seore ecoomico, il rapporo vedie dell impresa su oale delle vedie del seore ecoomico) mere, a causa della macaza di alcui dai sulle caraerisiche dell impresa, olre il 60% delle imprese precedeemee icluse o soo sae cosiderae ell aalisi. 3.2 Meodologia Le deermiai della poliica del credio commerciale dell impresa soo sae idagae cosiderado il profilo della domada, dell offera e l esposizioe ea. Per ciascuo di ali profili, l approccio di idagie ha preso i cosiderazioe sia l ammoare dell esposizioe sia la duraa. Le formule uilizzae soo sae le seguei: TradeCredi Amou X Y i i j j k i1 j1 k1 o Z k i (1) Trade Deb Amou X Y i i j j k i1 j1 k1 o Z k i (2) TradeCredi Duraio X Y i i j j k i1 j1 k1 o Z k i (3) TradeDeb Duraio X Y i i j j k i1 j1 k 1 o Z k i (4) dove le variabili relaive all ammoare e alla duraa del credio/debio commerciale soo spiegae sulla base di alcue caraerisiche dell impresa (X i ), del seore (Y i ) e del mercao (Z k ) che, sulla base della review della leeraura preseaa, soo rieue possibili variabili esplicaive della poliica del credio commerciale di u impresa. Coereemee co le verifiche empiriche dispoibili sul credio commerciale, è sao scelo di uilizzare u semplice modello di regressioe lieare co orizzoe emporale auale replicado ale aalisi su orizzoe emporale ui-periodale per gli ai dispoibili el campioe idagao. L elevao umero di possibili regressori da uilizzare el modello ha porao a scegliere ua ecica saisica al fie di miimizzare il umero di variabili esplicaive seza ridurre la sigificaiva del modello di aalisi. L approccio scelo è saa la procedura sepwise forward co u cu-off per l iclusioe di uove variabili pari all 1%. Tale procedura è, di solio, criicaa i fuzioe della sua pah depedece e, per supporare la robusezza dei risulai oeui, soo sae sudiae ue le possibili combiazioi di modelli escludedo i problemi legai alla dipedeza del modello fiale rispeo alle scele fae ei precedei sep della procedura. 3 3

11 La boà saisica del modello cosruii rispeivamee sull ammoare e sulla duraa del credio/debio commerciale o risulao sreamee comparabili a causa della maggiore variabilià che caraerizza la variabile spiegaa ella prima ipologia di modelli. Per valuare l impao delle misure ee rispeo ai modelli lordi è sao effeuao u cofroo delle misure di boà saisica calcolae sulle diverse ipologie di modelli. Seguedo l approccio di Fabbri e Klapper (2008), l aalisi dell esposizioe ea è saa realizzaa aggiugedo ra le variabili esplicaive dei precedei modelli, proposi i leeraura e cosruii sull esposizioe lorda, ache la variabile speculare: ei modelli sul credio commerciale è sao cosiderao ra le variabili esplicaive il debio commerciale e viceversa el caso dei modelli sul debio commerciale. I formule: Trade Credi Amou Trade Deb Amou X Y i i j j k i1 j1 k 1 o Z k i (1a) Trade Deb Amou Trade Credi Amou X Y i i j j k i1 j1 k 1 o Z k i (2a) Trade Credi Duraio Trade Deb Duraio X Y i i j j k i1 j1 k 1 o Z k i (3a) Trade Deb Duraio Trade Credi Duraio X Y i i j j k i1 j1 k 1 o Z k i (4a) Se la scela di icludere le uove variabili risula saisicamee sigificaiva e deermia u migliorameo della boà saisica del modello, le scele di poliica di credio e debio commerciale possoo essere rieue sreamee ierrelae. L ulimo passaggio dell aalisi predere i cosiderazioe le caraerisiche delle variabili esplicaive ei modelli lordi e ee al fie di verificare se el passaggio ra i due modelli si modificao le caraerisiche di ali faori esplicaivi Risulai I modelli sull ammoare lordo e eo del credio e del debio commerciale La prima aalisi realizzaa ha preso i esame l ammoare del credio e del debio commerciale delle imprese ialiae i relazioe alle caraerisiche dell impresa, del seore e del mercao. I risulai dei modelli lordi e ei per il credio e il debio commerciale soo preseai di seguio (rispeivamee Tabella 4 e 5). 4 4

12 Tabella 4 Aalisi cross secio delle deermiai dell ammoare del credio commerciale Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade deb amou *** *** *** *** *** Firm age 0.13 *** 0.05 *** 0.16 *** 0.06 *** 0.11 *** *** *** 0.02 Nord *** 2.31 ** Ceer Souh ad Islads Lised *** *** - 16 *** *** 5.91 *** *** 6.58 *** Toal Asses *** *** *** *** *** Employees Shor erm *** *** *** *** *** 5.42 * MLT deb 0.36 *** *** 0.57 *** *** 0.86 *** *** *** 0.00 Fixed Asse Sales Trade credi *** 0.02 *** - - Iveory coverage Deb ieres rae ** ** *** 0.40 ** Profi Margi Iveory / ,00 *** Oupu iveory *** Oupu Cash flows / Sales *** (Reveues rade Ne 7.60 ** *** 8.27 ** *** *** *** *** 8.37 *** 21.9 *** Solvecy ** Secor rade credi 0.89 *** 0.57 *** *** *** 0.33 *** 0.63 *** 0.28 *** Iveory urover Brad equiy *** *** *** *** Brad equiy e *** *** *** *** - - Raio sales / Secor 3.63 *** 1.12 ** 1.04 ** *** *** *** ** Cosa *** *** *** *** *** *** * * ** Adj R-squared Number of obs Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade deb amou *** *** *** *** *** Firm age 0.09 *** ** *** *** Nord Ceer Souh ad Islads Lised *** 8.48 *** *** Toal Asses Employees *** ** - Shor erm *** *** *** *** *** *** MLT deb 0.34 *** 0.09 *** 0.42 *** 0.08 *** 0.50 *** 0.14 *** 0.32 *** 0.05 *** 0.27 *** 0.08 *** Fixed Asse Sales Trade credi Iveory coverage ** *** *** - - Deb ieres rae *** *** *** Profi Margi Iveory / Oupu iveory ** *** *** *** *** Oupu Cash flows / Sales ** (Reveues rade Ne *** *** *** *** *** *** *** *** 8.67 *** *** Solvecy *** *** 0.14 *** 0.20 *** 0.13 *** 0.21 *** *** Secor rade credi 0.50 *** 0.39 *** 0.43 ** *** *** 0.32 *** 0.31 ** 0.36 *** Iveory urover Brad equiy *** *** Brad equiy e ** *** ** *** ** - Raio sales / Secor 2.43 *** *** *** *** *** - Cosa *** *** *** * *** *** ** ** Adj R-squared Number of obs La abella presea i risulai delle sime cross secio sull orizzoe emporale della seguei equazioe: o e o dove X Trade Credi Amou i X i jy j kz k i TradeCredi Amou Trade Deb Amou i X i jyj kzk i i 1 j 1 k 1 i1 j 1 k 1 soo le caraerisiche specifiche dell impresa, Y soo le pricipali caraerisiche del seore e Z rappreseao delle proxy del poere di mercao. ***, ** e * idicao rispeivamee u livello di sigificaivià dei coefficiei del 1%, 5% e 10%. Foe: Elaborazioe degli auori su dai AIDA-Bureau Va Dijk 5 5

13 Tabella 5 Aalisi cross secio delle deermiai dell ammoare del debio commerciale Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade credi amou *** *** *** *** *** Firm age 0.08 ** *** *** ** *** - Nord Ceer Souh ad Islads ** Lised *** *** *** *** Toal Asses *** *** *** *** Employees Shor erm *** *** *** *** 16.9 *** *** MLT deb 0.36 *** *** 0.44 *** *** 0.61 *** *** 0.47 *** *** Fixed Asse Sales Trade credi *** Iveory coverage ** - Deb ieres rae ** ** *** *** *** Profi Margi Iveory / *** *** Oupu iveory *** *** Oupu *** *** Cash flows / Sales ** * (Reveues rade ** *** *** Ne *** *** *** *** Solvecy Secor rade deb *** 0.31 ** 0.63 *** ** Iveory urover *** 0.13 *** - - Brad equiy *** *** Brad equiy e ** *** *** Raio sales / Secor 2.96 *** *** *** 1.17 *** 4.51 *** 2.28 *** 7.07 *** 0.87 ** Cosa *** 9.76 *** *** 5.48 *** *** *** *** *** *** Adj R-squared Number of obs Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade credi amou *** *** *** *** *** Firm age 0.08 *** *** ** Nord Ceer Souh ad Islads *** ** ** Lised Toal Asses *** *** Employees *** 0.54 *** 0.79 *** 0.60 *** Shor erm *** 5.75 * *** *** *** *** *** *** *** *** MLT deb 0.33 *** *** 0.44 *** 0.20 *** 0.49 *** *** 0.38 *** 0.24 *** 0.28 *** 0.17 *** Fixed Asse Sales *** Trade credi Iveory coverage Deb ieres rae ** *** ** *** *** Profi Margi Iveory / *** *** Oupu iveory * Oupu Cash flows / Sales (Reveues rade *** ** ** Ne *** *** - - Solvecy Secor rade deb ** Iveory urover *** 0.07 *** 0.09 *** *** *** Brad equiy *** *** Brad equiy e *** *** Raio sales / Secor 3.95 *** 1.69 *** 4.84 *** 3.01 *** 8.20 *** 4.06 *** 7.58 *** 5.03 *** 5.74 *** 3.82 *** Cosa Adj R-squared ** *** *** *** *** *** *** ** ** 0.51 Number of obs La abella presea i risulai delle sime cross secio sull orizzoe emporale della seguei equazioe: o e o dove X Trade Deb Amou i X i jy j kz k i Trade Deb Amou Trade Credi Amou i X i jy j kzk i i 1 j 1 k 1 i 1 j 1 k 1 soo le caraerisiche specifiche dell impresa, Y soo le pricipali caraerisiche del seore e Z rappreseao delle proxy del poere di mercao. ***, ** e * idicao rispeivamee u livello di sigificaivià dei coefficiei del 1%, 5% e 10%. Foe: Elaborazioe degli auori su dai AIDA-Bureau Va Dijk 6 6

14 Il cofroo ra i modelli lordi e ei dimosra che la secoda soluzioe permee di migliorare la boà saisica (soliamee l R 2 raddoppia) e di cosegueza si può rieere che le scele sulla poliica del credio e del debio commerciale siao per l impresa sreamee ierrelae (Fabbri e Klapper, 2008). Le variabili ideificae come rilevai e prediive dell ammoare del credio e del debio commerciale o cambiao ma si modifica l iesià della relazioe. Relaivamee alle variabili collegae alle caraerisiche specifiche dell impresa, la dummy geografica rappresea u faore scarsamee discrimiae ad eccezioe di quella cosruia per il Sud e le Isole dove l uilizzo di credio commerciale è più frequee (Caari e al., 2005). A differeza degli alri sudi presei i leeraura (ad esempio Log e al. (1993)), le variabili sulla solvibilià delle impresa e sulla repuazioe, come Age, Lised o Fixed Asses, soo scarsamee sigificaive per il debio commerciale, sia el modelli lordi che i quelli ei, mere per il credio commerciale la loro rilevaza è maggiore ache se o persisee el empo. Relaivamee alle variabili sull accesso al credio cocesso da iermediari fiaziari, il Medium/log-erm debio ha u impao posiivo sull ammoare lordo del credio commerciale ma u effeo egaivo sulla esposizioe ea: ale risulao suggerisce che il credio commerciale è fiaziao ramie il debio commerciale e che ua sua crescia può essere realizzaa solo modificado la sruura del passivo; essedo la relazioe ra debio commerciale e debio a medio lugo ermie egaiva, le evideze empiriche o supporao la esi delle moivazioi fiaziarie alla base della poliica del debio commerciale (Russo e Leva, 2005). Noosae il coso della raccola o sia sigificaivo ella quasi oalià dei casi, la rilevaza del debio a breve ermie iflueza posiivamee l offera lorda di credio commerciale e, i modo più persisee el empo, l ammoare lordo e eo del debio commerciale: i risulai oeui escludoo l ipoesi soseua i leeraura che il debio commerciale sia uilizzao come sosiuo del credio bacario (Melzer, 1960). L iervallo emporale ecessario per compleare il processo produivo o sembra ifluezare é il credio é il debio commerciale, mere il urover delle score iflueza egaivamee sia il credio commerciale sia il debio commerciale (Russo e Leva, 2005) sia per i modelli lordi che per quelli ei: i risulai oeui suggeriscoo che le imprese o adaao passivamee la poliica di credio commerciale alle moivazioi di markeig. Coereemee co i precedei risulai, l ammoare della liquidià deeua iflueza l ammoare del credio commerciale quado si uilizzao modelli lordi e ei mere ha u effeo sulla poliica del debio commerciale solo quado si predoo i cosiderazioe i modelli ei. Le variabili sul seore ecoomico risulao rilevai, i moli degli ai cosiderai, per defiire l imporo del credio commerciale (Giaei e al., i corso di pubblicazioe) soprauo se si adoao modelli lordi mere l ammoare del debio commerciale, idipedeemee dalla scela di modelli lordi o ei, o sembra ifluezao da ali faori, cofermado la margialià del ruolo di garazia della qualià del prodoo per l acquiree (Carrea, 2009) Relaivamee al poere di mercao, l uica variabile che risula sigificaiva è il rapporo ra la dimesioe dell impresa e il oale del seore (Summers e Wilso, 2003): l ammoare del 7 7

15 credio e del debio risulao posiivamee correlai alla dimesioe relaiva ache se ei modelli ei ale relazioe è meo evidee I modelli sulla duraa delle dilazioi cocesse e oeue el credio commerciale Lo sudio della duraa delle dilazioi cocesse ai cliei e oeuo dai foriori è preseao separaamee (si veda, rispeivamee, Tavola 6 e 7). Per ambedue gli aspei vegoo cosiderai i modelli sia lordi sia ei, evideziado le pricipali differeze i ermii di boà saisica del modello e ruolo delle diverse variabili esplicaive. 8 8

16 Tabella 6 Aalisi cross secio delle deermiai della duraa del credio commerciale Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade deb duraio *** *** *** *** *** Firm age Nord Ceer Souh ad Islads Lised Toal Asses Employees ** 0.00 ** 0.00 ** 0.00 ** 0.00 ** 0.00 *** 0.00 ** 0.00 *** 0.00 *** Shor erm deb/deb 0.29 *** 0.17 ** 0.24 ** 0.23 *** MLT deb *** 0.00 *** Fixed Asse Sales *** 0.00 *** Trade credi Iveory coverage (days) 0.00 ** *** *** *** - Deb ieres rae ** Profi Margi Iveory / Reveues Oupu iveory Oupu 0.15 *** 0.16 *** 0.22 *** 0.19 *** *** 0.18 *** 0.09 ** - Cash flows / Sales ** (Reveues rade credi) / Ne iveory/asses 0.68 *** 0.64 *** 0.57 *** 0.54 *** 0.27 *** 0.28 *** 0.85 *** 0.85 *** 0.59 *** 0.61 *** Solvecy Secor rade deb ** ** 0.00 *** Iveory urover (days) Brad equiy Brad equiy e ** Raio sales / Secor Cosa *** *** ** *** *** *** *** *** *** *** Adj R-squared Number of obs Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade deb duraio *** *** *** *** *** Firm age Nord Ceer Souh ad Islads ** ** ** ** Lised Toal Asses Employees 0.00 *** 0.00 *** 0.00 *** 0.00 ** 0.00 *** 0.00 ** 0.00 *** 0.00 *** 0.00 *** 0.00 *** Shor erm deb/deb ** *** 0.32 *** - MLT deb 0.00 ** 0.00 ** 0.00 *** Fixed Asse Sales ** - Trade credi Iveory coverage (days) 0.00 *** *** ** *** *** 0.00 *** - Deb ieres rae ** *** Profi Margi ** 0.60 *** - - Iveory / Reveues *** Oupu iveory *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** Oupu 0.28 *** 0.24 *** 0.15 *** 0.23 *** *** 0.13 *** 0.23 *** 0.10 ** 0.13 *** Cash flows / Sales (Reveues rade credi) / *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** Ne iveory/asses 0.79 *** 0.78 *** 0.86 *** 0.88 *** 0.93 *** 0.87 *** 1.01 *** 1.01 *** 0.30 *** 0.78 *** Solvecy *** *** *** *** - Secor rade deb 0.00 *** *** 0.00 ** 0.00 *** 0.00 *** 0.00 *** 0.00 *** Iveory urover (days) *** *** ** 0.01 *** *** - Brad equiy *** ** *** Brad equiy e 0.21 ** 0.77 *** *** Raio sales / Secor *** - Cosa *** *** *** *** *** *** ** *** *** Adj R-squared Number of obs La abella presea i risulai delle sime cross secio sull orizzoe emporale della seguei equazioe: o e o Trade Credi Duraio X Y Z Trade Credi Duraio Trade Deb Duraio X Y Z i i i j j 1 j 1 k 1 k k i i i i j j 1 j 1 k 1 dove X soo le caraerisiche specifiche dell impresa, Y soo le pricipali caraerisiche del seore e Z rappreseao delle proxy del poere di mercao. ***, ** e * idicao rispeivamee u livello di sigificaivià dei coefficiei del 1%, 5% e 10%. Foe: Elaborazioe degli auori su dai AIDA-Bureau Va Dijk k k i 9 9

17 Tabella 7 Aalisi cross secio delle deermiai della duraa del debio commerciale Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade credi duraio *** *** *** *** *** Firm age Nord Ceer 0.12 ** Souh ad Islads Lised Toal Asses Employees Shor erm deb/deb 0.67 *** 0.58 *** 0.62 *** 0.62 *** 0.50 *** 0.47 *** 0.63 *** 0.69 *** 0.92 *** 0.91 *** MLT deb *** 0.00 *** Fixed Asse Sales Trade credi Iveory coverage (days) 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** Deb ieres rae *** *** *** Profi Margi Iveory / Reveues ** ** Oupu iveory 0.96 ** 1.34 *** 2.34 *** 2.53 *** 1.90 *** 1.98 *** 1.01 *** 1.07 *** 1.24 *** 1.38 *** Oupu iveory/iveory *** *** *** Cash flows / Sales 3.04 *** 3.06 *** *** 2.20 *** *** 0.96 *** 1.00 *** (Reveues rade credi) / *** *** *** Ne iveory/asses ** *** *** *** Solvecy *** *** *** Secor rade deb Iveory urover (days) *** *** *** Brad equiy 1.95 *** 1.73 *** 0.76 *** 0.73 *** 1.57 *** 1.50 *** 1.68 *** 1.53 *** 0.78 *** 0.73 *** Brad equiy e *** Raio sales / Secor Cosa *** *** *** *** * * *** *** ** * * Adj R-squared Number of obs Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Lordo Neo Trade credi duraio *** *** *** *** *** Firm age Nord Ceer Souh ad Islads Lised ** - Toal Asses Employees Shor erm deb/deb 0.79 *** 0.75 *** 0.71 *** 0.70 *** 0.72 *** 0.70 *** 0.86 *** 0.85 *** 0.90 *** 0.74 *** MLT deb *** - Fixed Asse Sales Trade credi Iveory coverage (days) 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** 0.01 *** Deb ieres rae *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** Profi Margi 0.03 ** Iveory / Reveues ** ** ** *** *** ** *** *** Oupu iveory 1.04 *** 1.40 *** 1.67 *** 1.90 *** 1.09 *** 1.30 *** 0.72 *** 1.26 *** 1.02 *** 1.34 *** Oupu iveory/iveory *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** Cash flows / Sales 1.41 *** 0.52 ** 1.57 *** 1.56 *** 1.92 *** 1.70 *** 3.59 *** 2.85 *** 2.71 *** 2.48 *** (Reveues rade credi) / *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** Ne iveory/asses *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** Solvecy *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** Secor rade deb 0.00 *** 0.00 *** *** 0.00 *** 0.00 *** 0.00 *** 0.00 *** - Iveory urover (days) *** *** *** *** *** *** *** *** *** Brad equiy 0.28 *** 0.65 *** *** 1.05 *** 0.72 *** 0.70 *** Brad equiy e *** *** *** *** *** - - Raio sales / Secor *** 0.00 *** *** Cosa *** *** *** *** * * *** *** *** * Adj R-squared Number of obs La abella presea i risulai delle sime cross secio sull orizzoe emporale della seguei equazioe: o e o dove X Trade Deb Duraio X Y Z Trade Deb Duraio Trade Credi Duraio X Y Z i i i j j 1 j 1 k 1 k k i i i i j j 1 j 1 k 1 soo le caraerisiche specifiche dell impresa, Y soo le pricipali caraerisiche del seore e Z rappreseao delle proxy del poere di mercao. ***, ** e * idicao rispeivamee u livello di sigificaivià dei coefficiei del 1%, 5% e 10%. Foe: Elaborazioe degli auori su dai AIDA-Bureau Va Dijk k k i 10 10

18 I risulai oeui dimosrao, come ipoizzao da Kiyoaki e Moore (1997), l esiseza di ua relazioe posiiva e persisee el empo ra la duraa delle dilazioi di pagameo cocesse e oeue: i geerale, la relazioe è più fore el caso dell aalisi delle durae rispeo a quella sull ammoare. Le caraerisiche delle variabili idagae redoo ecessario l uilizzo di u maggior umero di faori esplicaivi e, i geerale, la boà del modello è sigificaivamee iferiore rispeo ai modelli sull ammoare. Relaivamee alle caraerisiche delle imprese, le variabili relaive alla dimesioe, alla repuazioe e al merio crediizio o risulao rilevai per spiegare la duraa del credio e del debio commerciale idipedeemee dalla scela di uilizzare modelli lordi o ei: ali evideze suggeriscoo che i ermii di dilazioe o rappreseao il risulao di ua egoziazioe ra le coropari come cofermao ache dalla scarsa rilevaza delle variabili sul poere di mercao. La duraa media delle dilazioi di pagameo è egaivamee ifluezaa dal livello delle score i ermii sia lordi sia ei. Il magazzio iflueza solao la duraa del debio commerciale: i giori di coperura delle score codizioao posiivamee la duraa lorda e ea mere il ur-over delle score ha u effeo egaivo sulla duraa di ale debio. Tali risulai soo giusificabili i fuzioe della macaza di fiducia dei foriori verso i cliei caraerizzai da ua maggiore duraa del ciclo produivo (Russo e Leva, 2005). L impao del coso del credio è egaivo e sigificaivo sulla duraa del credio commerciale solo per u umero limiao di ai, idipedeemee dalla scela di modelli di valuazioe lordi o ei; la variabile risula sigificaiva per la deermiazioe della duraa del debio commerciale per ui gli ai cosiderai evideziado che al crescere del coso della raccola l impresa ede a ridurre la duraa delle dilazioi cocesse sia i ermii lordi che ei. Relaivamee alla capacià di idebiameo, i risulai mosrao che esise ua relazioe sigificaiva sul credio commerciale solo per u umero limiao di ai, sia per i modelli lordi sia per quelli ei, mere la relazioe co il debio commerciale è sempre posiiva e sigificaiva. Le relazioi ideificae per il coso e l ammoare del debio soo coerei co l ipoesi che u asso di ieresse applicao più elevao rappresea u segale del maggiore rischio dell imprese che può essere cosiderao dai foriori ella defiizioe della duraa di cocessioe del credio (Maroa, 2005). Coereemee co le aese, la preseza di score iflueza posiivamee e co la sessa iesià la duraa del credio commerciale, idipedeemee dalla scela di modelli di valuazioe lordi o ei; risulai opposi si oegoo se si cosidera la duraa del debio commerciale e, ache i queso caso, o esisoo differeze ra i modelli lordi e ei (Log e al., 1993). Le score di bei fiii ifluezao posiivamee solo la duraa del debio commerciale ella maggior pare degli ai cosiderai ei modelli lordi e ei, mere il rapporo ra le score di bei fiii e il oale delle score dimosra ua relazioe iversa co la duraa del debio. Tali risulai soo coerei co la esi che i foriori soo più ieressai elle score di maerie prime rispeo ai prodoi fiali perché per ques ulima ipologia di prodoi/servizi il valore di mercao e l uilià è sreamee legaa alla capacià di disribuzioe el mercao (Peerse e Raja, 1997). La liquidià dell impresa è ua variabile che iflueza egaivamee e sigificaivamee, per la gra pare degli ai esamiai, la duraa sia del credio che del debio commerciale sia ei modelli lordi che i quelli ei. La variabile cosruia sulla solvibilià dell impresa o riesce a caurare le implicazioi di ale caraerisica sul credio e sul debio commerciale e, di cosegueza, dimosra ua relazioe egaiva i paricolare quado si prede i cosiderazioe la duraa del debio

19 Sorpredeemee le caraerisiche del seore risulao più rilevai per la duraa delle dilazioi cocesse rispeo a quelle oeue: ale risulao iaeso (Peerse e Raja, 1997) può essere ua cosegueza delle proxy uilizzae ella sima che o rappreseao solao i ermii di dilazioe cocessi ma ache possibili riardi di pagameo. 4. CONCLUSIONI La leeraura sul credio commerciale sosiee la preseza di ua relazioe fra le scele sul credio e quelle sul debio, ache se si evidezia ua scarsià di aalisi empiriche vole a verificare la rilevaza delle variabili esplicaive del credio/debio commerciale ell ambio di modelli sia lordi sia ei. Il lavoro cosidera uo dei mercai più rilevai a livello ierazioale (Ialia) e uilizza ua base dai che accoglie ue le variabili che la leeraura ha idicao come rilevai elle scele sul credio e sul debio commerciale. La meodologia adoaa per l aalisi empirica è il modello di regressioe lieare per verificare la rilevaza delle variabili esplicaive sia sull ammoare sia sulla duraa del credio e del debio commerciale. Il modello fiale per ogua delle prospeive aalizzae è defiio usado ua procedura sepwise forward che cosee di idividuare il modello che meglio si adaa ai dai. I risulai mosrao che le scele sul credio e sul debio commerciale soo ierrelae e che la sraegia adoaa da ogi impresa o può essere spiegaa aalizzado solo u aspeo della poliica del credio commerciale. Dal puo di visa dell ammoare, la scela della posizioe lorda o ea o iflueza la ipologia delle variabili esplicaive, ma quesa scela iflueza sigificaivamee la boà di adaameo del modello: i modelli ei sulla posizioe i credio/debio commerciale possiedoo ua sigificaivià saisica all icirca doppia rispeo ai modelli lordi. Cosiderado la duraa, la differeza ella sigificaivià saisica fra modelli lordi e ei è meo rilevae, ma la scela di ques ulima ipologia di modelli può ifluezare la ipologia di variabili esplicaive più rilevai. La pricipale implicazioe di policy riguarda l approccio che deve essere adoao ella valuazioe della diamica del credio/debio commerciale: geeralmee, le imprese adoao ua sruura credio/debio coeree dal puo di visa dell ammoare e della duraa, perao è ecessario porre aezioe a ui gli evei (come, ad esempio, il rischio di aacquameo) che porebbe meere a rischio ale relazioe. Sulla base dei risulai oeui ell aalisi, gli srumei fiaziari cosruii sui credii commerciali (come, ad esempio, facorig, asse-based ledig) complemeari rispeo ad alre forme di fiaziameo (Carrea, 2009) o devoo cosiderare solo le caraerisiche del credio ceduo, ma ache valuare la complessiva esposizioe i credio/debio commerciale della coropare. Possibili sviluppi successivi prevedoo l idividuazioe di variabili di corollo per verificare se i risulai oeui soo più rilevai per alcue ipologie di imprese (come, ad esempio, piccole e medie imprese) (Berger e Udell, 2006) o per alcui seori caraerizzai da ua maggiore/miore livello di dipedeza rispeo i cliei ovvero i foriori (Bukar e Elligse, 2004). Uleriormee, si porebbe codurre ua uova aalisi su u campioe più piccolo che cosideri la rilevaza di ogi sigolo cliee per valuare se l impresa adoa differei poliiche del credio/debio commerciale sulla base delle caraerisiche della coropare coivola ella rasazioe commerciale (Bajeree e al., 2004). NOTE DI CHIUSURA L aricolo è fruo della collaborazioe fra gli auori; i sigoli paragrafi possoo essere aribuii come segue: Lucia Gibilaro è aurice dei paragrafi 1, 2 e 4 mere Gialuca Maarocci è auore del paragrafo

20 BIBLIOGRAFIA Bajeree, S., Dasgupa, S., Kim, Y. (2004), Buyer-supplier relaioships ad rade credi, Hog Kog Uiversiy of Sciece ad Techology workig paper Bhaacharya, H. (2008), Theories of rade credi: limiaios ad applicaios, i Bhaacharya, H.(a cura di), Workig capial maageme: sraegies ad echiques. Preice-Hall, Calcua Berger, A.N., Udell, G.F. (1998), The ecoomics of small busiess fiace: The roles of privae equiy ad debs markes i he fiacial growh cycle, Joural of Bakig ad Fiace, vol. 22 (6), p Berger, A.N., Udell, G.F. (2006), A more complee cocepual framework for SME fiace, Joural of Bakig ad Fiace, vol. 30 (11), p Boissay, F., Gropp, R. (2007), Trade credi defauls ad liquidiy provisio by firms, ECB Workig Paper Series.753 Brechlig, F.P.R, Lipsey, R.G. (1963), Trade credi ad moeary policy, Ecoomic Joural, vol.73 (12), p Burkar, M., Elligse, T. (2004), I-kid fiace: a heory of rade credi, America Ecoomic Review, vol. 94 (3), p Caari, L., Chiri, S., Omiccioli, M. (2005), Codizioi di credio commerciale e differeziazioe della clieela, i Caari, L., Chiri, S., Omiccioli, M. (a cura di), Imprese o iermediari? Aspei fiaziari e commerciali del credio ra imprese i Ialia, Il Mulio, Bologa Carrea A. (2009), Idagie sulla domada di facorig, SDA Boccoi School of Maageme, Rapporo di Ricerca Cuã, V.M. (2007), Trade credi: suppliers as deb collecors ad isurace providers, Review of Fiacial Sudies, vol. 20 (2), p Emery, G.W. (1987), A opimal fiacial respose o variable demad, Joural of Fiacial ad Quaiaive Aalysis, vol. 22 (2), p Fabbri, D., Klapper, L. (2008), Marke power ad he machig of rade credi erms, World Bak Policy research workig paper Faih, R.L, Tolliso, R.D. (1980), Coracual exchage ad he imig of payme, Joural of Ecoomic Behavior ad Orgaizaio, vol. 1 (4), p Ferris, J.S. (1981), A rasacios heory of rade credi use, Quarerly Joural of Ecoomics, vol. 96 (2), p Fisma, R., Love, I. (2003), Trade credi, fiacial iermediary developme, ad idusry growh, Joural of Fiace, vol. 58 (1), p Florese, B., Møller, M., Nielse, N.C. (2003), Reimburseme of VAT o wrie-off receivables, Copehage Busiess School workig paper Frak, M., Maksimovic, V. (2004), Trade credi, collaeral, ad adverse selecio, Uiversiy of Marylad workig paper 13 13

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

Analisi dei segnali nel dominio del tempo

Analisi dei segnali nel dominio del tempo Appui di Teoria dei Segali a.a. / Aalisi dei segali el domiio del empo L.Verdoliva I quesa prima pare del corso sudieremo come rappreseare i segali empo coiuo e discreo el domiio del empo e defiiremo le

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra? CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni:

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni: N. Fusco ESERCIZI DI ANALISI I Prof. Nicola Fusco Determiare l isieme i cui soo defiite le segueti fuzioi: ) log/ arctg π ) 4 ) log π 6 arcse ) ) tg log π + ) 4) 4 se se se tg 5) se cos tg 6) [ 6 + 8 π

Dettagli

IT\lOSSIDAE}TLEX. úîmúli tendenze. dei mercati spingono verso il rinnovamento delle tradizionali linee di ricottura e

IT\lOSSIDAE}TLEX. úîmúli tendenze. dei mercati spingono verso il rinnovamento delle tradizionali linee di ricottura e ACGAO T\lOSSDAE}TLEX Silupp* sw &'$me d,x raamem&m, l Y r*cm&&wra & deempagg,fim per masr* & ea&dw.i*'*sssidab,$&* *lx A. Dulceí, S. Maríes, D. Moroí L r fr1 Ls úîmúli edeze. dei mercai spigoo erso il

Dettagli

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica Comportameto delle strutture i c.a. i zoa sismica Pagia i/161 Comportameto delle strutture i C.A. i Zoa Sismica Prof. Paolo Riva Dipartimeto di Progettazioe e ecologie Facoltà di Igegeria Uiversità di

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario Valutazioe delle prestazioi termiche di sistemi co solai termoattivi i regime o stazioario MICHELE DE CARLI, Ph.D., Ricercatore, Dipartimeto di Fisica Tecica, Uiversità degli Studi di Padova, Padova, Italia.

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15 Apputi di Statistica Matematica Ifereza Statistica Multivariata Ao Accademico 014/15 November 19, 014 1 Campioi e modelli statistici Siao Ω, A, P uo spazio di probabilità e X = X 1,..., X u vettore aleatorio

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI Mirta Debbia LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - debbia.m@libero.it Maria Cecilia Zoboli - LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - cherubii8@libero.it

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services 3M Prodotti per la protezioe al fuoco Buildig & Commercial Services Idice Sviluppi e treds...4-5 3M e le soluzioi aticedio...6-7 Dispositivi di attraversameto...8-19 Giuti di costruzioe...20-21 Sistemi

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZIONI» otori i versioe flagia;» Coessioi laterali o posteriori;» Albero: cilidrico o scaalato;» Coessioi metriche o BSPP;» Altre caratteristiche speciali OPTIONS» Flage mout;» Side ad rear ports;» Shafts-

Dettagli

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine Dall atomo di Bohr alla ostate di struttura fie. INFORMAZIONI SPETTROSCOPICHE SUGLI ATOMI E be oto he ogi sostaza opportuamete eitata emette radiazioi elettromagetihe. Co uo spettrosopio, o strumeti aaloghi,

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione AiSoft AiSoft ase alla passioe per l'iformatio teology e si oretizza i ua realtà impreitoriale, ua perfetta reazioe imia tra ooseza teia e reatività per realizzare progetti i grae iovazioe. Le ostre soluzioi

Dettagli

Interpolazione. Davide Manca Calcoli di Processo dell Ingegneria Chimica Politecnico di Milano

Interpolazione. Davide Manca Calcoli di Processo dell Ingegneria Chimica Politecnico di Milano L4 Iterpolazioe L4 Prologo Co iterpolazioe si itede il processo di idividuare ua fuzioe, spesso u poliomio, che passi per u isieme dato di puti: (x,y). y x L4 2 Fii dell iterpolazioe 1. Sostituire u isieme

Dettagli

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Informa(on and Communica(on Technology supply chain security 15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Luca Lazzaretto Rosangela D'Affuso Padova, 29 aprile 2015 1 15

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Corso di Economia Aziendale II modulo Capitolo 4 Lo scambio monetario e i valori scaturenti da esso 1 Stru%ura del corso Introduzione

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE DISPENSE DI: FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE Testo di riferieto E. Fuaioli ed altri Meccaica applicata alle acchie vol. e - Ed. Patro BOZZA Idice. INTRODUZIONE ALLA MECCANICA APPLICATA

Dettagli

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività XXXII CONVEGNO UMI-CIIM IL VALORE FORMATIVO DELLA MATEMATICA NELLA SCUOLA DI OGGI dedicato a Federigo Enriques Livorno, 16-18 ottobre 2014 Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto

Dettagli

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono Buon appeio comunicazione Cosa desidera? Vorrei solo un primo Che cosa avee oggi? Prende un caffè? Scusi, mi pora ancora un po di pane? Il cono, per coresia È possibile prenoare un avolo? grammaica I verbi

Dettagli

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario Beveuti i Otario Guida ai programmi e ai servizi per i uovi arrivati i Otario Idice Vivere i Otario........................................... 2 Come otteere l aiuto di cui avete bisogo.....................................

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica

per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Milao Italy Master i Maagemet per lo Spettacolo masp CANDIDATI 2014 MASP X Sotto l Alto Patroato del Presidete della Repubblica Lettera del Direttore Il Maestro Bertolt Brecht diceva che lo spettacolo

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Capitolo 3 Il trattamento statistico dei dati

Capitolo 3 Il trattamento statistico dei dati Capolo 3 Il raameo sasco de da 3. - Geeralà Nel descrere feome, occorre da u lao elaborare de modell (coè delle relazo maemache fra le gradezze, che coseao d descrere e preedere l feomeo) e dall alro dars

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Valutazioe e riduzioe della vulerailità sismia di ediii esisteti i.a. Roma, 9-0 maggio 00 DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Di Ludovio

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZON» odello co distribuzioe a disco geroller» otori i versioe flagia o ruota» otori corti» Attacchi tubazioi laterali e posteriori» Alberi cilidrici, coici e detati» Altre caratteristiche speciali OPTONS»

Dettagli

Grazie all incessante lavoro in sinergia fra i due più attivi contester di Perugia, quali IØZUT e IKØXBX (il primo, operatore in prima linea ma anche

Grazie all incessante lavoro in sinergia fra i due più attivi contester di Perugia, quali IØZUT e IKØXBX (il primo, operatore in prima linea ma anche Grazie all incessante lavoro in sinergia fra i due più attivi contester di Perugia, quali IØZUT e IKØXBX (il primo, operatore in prima linea ma anche ricercatore sul web dei risultati dei vari contest;

Dettagli

La necessità di trasmettere potenza tra organi in moto rotatorio è un problema frequentissimo e di grande importanza nell ingegneria.

La necessità di trasmettere potenza tra organi in moto rotatorio è un problema frequentissimo e di grande importanza nell ingegneria. La ecessità di tasmettee poteza ta ogai i moto otatoio è u poblema fequetissimo e di gade impotaza ell igegeia. Gli assi di otazioe ta i quali deve essee tasmesso il moto possoo essee paalleli I questo

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli