Serie di Fourier: proprietà e applicazioni. Claudio Magno. Revisione set CM_Portable MATH Notebook Series

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Serie di Fourier: proprietà e applicazioni. Claudio Magno. Revisione set. 2015. www.cm-physmath.net. CM_Portable MATH Notebook Series"

Transcript

1 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - Revisioe set 5 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi Claudio ago wwwcm-hysmathet C_Portable ATH Notebook Series

2 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - Jea Batiste Joseh Fourier (768-83

3 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - Itegrazioi relimiari Gli Itegrali di Werer (JOHANN, Si calcolio gli itegrali segueti, co { α, β } R { α, β } {, } : K : = cosαx cos βxdx La formula di Werer cosθ cosϕ ( / ( cos ( θ ϕ cos ( θ ϕ, co θ ± ϕ, dà K = ( / cos (( α β x dx ( / cos (( α β x dx si( α β x si ( α β x = C ( ( α β ( α β Ivece, se α β, si trova che ( K = ( cosαx dx = ( / ( cos ( αx dx = ( / dx cos ( αx dx x si( αx C = = x siαx cosαx C α ; ( α S : = siαx si βxdx La formula di Werer siθ siϕ ( / ( cos ( θ ϕ cos ( θ ϕ, co θ ± ϕ, dà S = ( / cos (( α β x dx ( / cos (( α β x dx si( α β x si ( α β x = C ( ( α β ( α β Ivece, se α β, si trova che ( S = ( siαx dx = ( / ( cos ( αx dx = ( / dx cos ( αx dx si ( αx x C = = x siαx cosαx C α ; ( α 3 : = cosαx si βxdx La formula di Werer cosθ siϕ ( / ( si ( θ ϕ si ( θ ϕ, co θ ± ϕ, dà = ( / si (( α β x dx ( / si(( α β x dx cos ( α β x cos ( α β x = C (3 ( α β ( α β Ivece, se α β, si trova che

4 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 3 cos ( αx = siαx cosαxdx = ( / si( αx dx = C 4α cos ( αx ( siαx ( siαx C = C C (3 α α 4α α Osservazioe Dai risultati recedeti, si calcolao certi itegrali defiiti, frequeti elle alicazioi delle Serie di Fourier: 4 / ω ω K : = cos t cos ωtdt, co {, } Z {, } {, } ( Posto x : = ωt, si geera la trasformazioe ( e (, risettivamete, si ha / ω ( dt ( / ω dx dell oeratore itegrale Quidi, dalle Eq, se, = ( / ω K cosx cosxdx = = (4 / ω, se ; 5 / ω si ωt si S : = ( ( ωt dt, co {, } Z Si rocede come er il calcolo di K otteedo, dalle Eq ( e (, risettivamete,, se, S = (5 / ω, se ; 6 / ω cos ωt si = ( ( ωt dt, {, } Z Co u calcolo aalogo a quello er K e er S, risulta, da etrambe le Eq (3 e (3, (6 ( Nel testo, soo usati i simboli sitetici Z Z { }, R R \{ }, etc

5 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 4 Richiamo sull itegrazioe delle fuzioi P-eriodiche È defiita fuzioe P-eriodica ( P R i R ogi alicazioe f del tio Se f è P-eriodica i R, segue che, f : x f ( x f ( x P x P x R, P f ( x dx = f ( x dx (7 x Ifatti, er l additività dell oeratore itegrale vs l itervallo di itegrazioe, si uò scrivere P x P P x f ( x dx f ( x dx f ( x dx f ( x dx x x P x P x = f ( x dx f ( x dx f ( x P dx x = f ( x dx I articolare, quado x P/, risulta che P x f ( x dx f ( x dx, q e d P / f ( x dx = f ( x dx (7 P / Ioltre, se f è ari \ disari, allora, risettivamete, si ha P / P f ( x dx = f ( x dx P / P P / f ( x dx, (7

6 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi Periodi dei modi armoici elemetari e riduzioi a forma armoica Deve risultare, {, k } Z ω R, cos ( ω ( t P ϕ = cos (( ωt ϕ ωp, cos ( ωt ϕ = cos (( ωt ϕ k, da cui, si deduce che ωp k, mod La scelta miima k = defiisce il arametro P : = = /( ω, (8 detto il eriodo del modo armoico -simo (o della fuzioe armoica -sima Per =, si ottiee il eriodo del modo (armoico fodametale, : = = / ω (8 Il arametro ω : = ω è la frequeza agolare del modo (armoico -simo, essedo ω ω la frequeza agolare del modo (armoico fodametale L agolo ϕ rareseta la fase iiziale (del modo armoico -simo Il rocedimeto e la coclusioe riferiti alla fuzioe armoica x si ( ωt ϕ soo idetici Ora, la combiazioe lieare di modi armoici u ( t : = a cos ( ωt ϕ b si( ωt ϕ, (9 co Z ω ω ω /, è suscettibile della riduzioe seguete: avedo defiito C u ( t C (( a / C cos ( ωt ϕ ( a / C si( ωt ϕ, / : = ( a b Poiché si uò orre a / C, b / C e ( a / C ( b / C =, cosθ : = a / C, siθ : = b / C (9 Quidi, u ( t C ( cosθ cos ( ωt ϕ siθ si ( ωt ϕ = C cos ( ωt ϕ θ, ie, u ( t C cos ( ωt δ, (9 dove, θ = ta ( b / a ( /, /, Z, e δ : = ϕ θ ϕ ta ( b / a Alterativamete, defiedo η : = δ / ϕ ta ( b / a / ϕ cot ( b / a, l Eq (9 muta ella riduzioe armoica u ( t = C si ( ωt η (93

7 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 6 Problema Sia { a, b} R \{ } { /, / } Q, co,, rimi tra loro ; { δ, η } R I termii dei arametri assegati a, b,,,,, δ, η, si determii il eriodo fodametale (o miore della fuzioe Soluzioe f : x a cos (( / x δ b si (( / x η f ( x Poiché vs la coia di eriodi aroriati e valgoo le idetità goiometriche cos (( / x δ cos (( / x δ, cos (( / ( x δ = cos (( / x δ ( /, ( si(( / x η cos ( / (( / x η = cos ((( / x η /, (cos è ua fuzioe ari cos ((( / x η /, vs l ultimo membro recedete, cos (( / ( x η / = cos ((( / x η / ( /, ( allora, devoo sussistere le uguagliaze simultaee ( / =, cfr le Eq (, ( / =, cfr le Eq (, dalle quali, si ottegoo i eriodi = ( /, = ( / ( Il raorto tra e è il umero razioale : = / = /( Se i umeri iteri ( e ( soo rimi tra loro, allora, il eriodo fodametale di f è esresso da = ( ( = Z (3 Ivece, se i umeri iteri ( e ( o soo rimi tra loro, sia k : = CD{(, ( } Poiché si ha co { m, r } = km = kr, Z, segue che m e r soo rimi tra loro Allora, il eriodo fodametale di f risulta m r = m = r = Q (3 Osservazioi I valori risettivi di a, b, δ e η soo iiflueti su I arametri a e b modulao uicamete la variazioe del valore f ( x ma o e determiao la eriodicità Questa diede solo dai umeri (iteri,,, Il eriodo fodametale di ua fuzioe combiazioe lieare fiita del tio x a cos (( / x δ b si(( / x η j j, j, j j k k, k, k k uò essere otteuto iterativamete dai risultati (3 e (3 recedeti

8 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 7 Raresetazioi della Serie di Fourier ateedo le varie defiizioi recedeti, si associa la Serie di Fourier ( F-serie ertiete alla fuzioe t f ( t, -eriodica ( / ω e limitata, co la corrisodeza f ( t C u ( t S F ( t (5 = C ( a cos ( ωt ϕ b si ( ωt ϕ, (5 = forma armoica ordiaria, C C cos ( ωt δ, (5 = a forma armoica cotratta (v Eq (9, C C si( ωt η, (53 = a forma armoica cotratta (v Eq (93, dove, C : = a / metre S F è la fuzioe, se esiste, geerata utualmete dalla F-serie Ifatti, la corrisodeza formale (5 a f della F-serie, co i coefficieti a j e b j calcolati i modo rescritto, o imlica che la F-serie sia covergete é, se lo è, che la sua somma sia f Codizioi di covergeza della Serie di Fourier Il teorema seguete esrime u criterio sufficiete er la covergeza utuale della F-serie: Teorema (di Dirichlet, formulazioe ristretta La fuzioe -eriodica e limitata t f ( t sia ache regolare a tratti i R, ie, t R, f C (( t, t, trae, al iù, che i corrisodeza di u umero fiito di uti t j di discotiuità o elimiabile o di º tio ( f ( t f ( t, j, f cotiua a tratti; f ( t i ( t, t, trae, al iù, che i corrisodeza di u umero fiito di uti t k, tali che, erò, f ( t f ( t, k ( f derivabile a tratti f cotiua a tratti Allora, la F-serie coverge a f ( t i media, k k t j R, ie, j f ( t S ( t ( / ( f ( t f ( t (6 I articolare, se f è cotiua ell isieme Ω R, vale l uguagliaza F a f ( t SF ( t = ( a cos ( ωt ϕ b si( ωt ϕ = (6 (si dice: f è F-esadibile i Ω La F-serie coverge uiformemete a f se Ω è comatto Nella forma (5, la F-serie coverge i R se coesistoo le codizioi

9 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 8 Esse imlicao, = = a < (7 b <, che u ( t a b Quidi, la F-serie risulta o solo assolutamete ma ache uiformemete covergete a f i R, er il criterio di Weierstrass Osservazioe Se f è -eriodica ed esadibile i T-serie ( Taylor i geerale, l asserto iverso è falso A R, essa è ache esadibile i T-serie i A I La raresetazioe esoeziale della Serie di Fourier Risolvedo il sistema delle idetità di Euler, iα e = cosα i siα, iα e = cosα i siα vs cosα e a siα, si ottegoo le relazioi equivaleti cosα = siα = e e i i e e iα iα iα i ( α ( e e / ( / ( e e, iα iα iα i ( α ( /( ( / ( (8 Si cosideri la fuzioe t f ( t, cotiua, -eriodica ( / ω e limitata sull isieme comatto Ω R L alicazioe delle relazioi (3 alla F-raresetazioe uiformemete covergete (6 di f ( t, ie, co α ωt ϕ t/ ϕ : = θ, dà i θ i ( θ i θ i ( θ = f ( t = ( a / ( / ( a ( e e ib ( e e iθ i ( θ = = ( a / ( / (( a ib e ( a ib e (9 Ora, doo aver defiito ϕ : = ϕ, si ricooscoo le idetità formali θ ( t/ ϕ θ, a : = ( / f ( t cos ( t / ϕ dt ( / f ( t cos ( ( t/ ϕ dt a, b : = ( / f ( t si ( t / ϕ dt ( / f ( t si ( ( t/ ϕ dt b Quidi, grazie alla covergeza uiforme della F-raresetazioe di f, si uò modificare la scrittura dell esressioe (3 come segue: iθ f ( t ( a / ( / (( a ib e ( a ib e = iθ = = iθ iθ ( a / ( / ( a ib e ( / ( a ib e iθ ( a / ( / ( a ib e ( / ( a ib e = = iθ ( a / ( / ( a ib e ( / ( a ib e, = = iθ iθ

10 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 9 ie, ifie, oedo c : = a/ e : ( i c / = a ib e ϕ Z \{ }, f ( t ce = i ( / x ( Il Calcolo dei coefficieti della Serie di Fourier Nell iotesi che la fuzioe f sia -eriodica ( / ω, limitata e regolare a tratti i R, si moltilichio i membri dell Eq (6 er cos ( ωt ϕ, Z, e li si itegrio, quidi, ell itervallo comatto Ω [ ϕ, ϕ ] I Ω, la F-serie coverge uiformemete e le oerazioi di itegrazioe e di somma dei termii di ua serie commutao tra loro Pertato, quado, si scrive ϕ a ϕ ϕ cosϕ f ( t dt = cosϕ dt a cosϕ cos ( ωt ϕ dt ϕ ϕ ϕ = = ( a / cosϕ a ( / ω cosϕ ϕ, b cosϕ si ( ωt ϕ dt ϕ =, Dall aullameto termie-a-termie di etrambe le somme recedeti e dall idetità itegrale (7 di -eriodicità, risulta Ivece, se, ricorredo alle Eq (4,, (7, si ha ϕ ω / ω a = f ( t dt f ( t dt ϕ ( a f ( t cos ( ωt ϕ dt = cos ( ωt ϕ dt ϕ ϕ ϕ ϕ, ϕ a cos ( ωt ϕ cos ( ωt ϕ dt = ϕ ϕ sse b si ( ωt ϕ cos ( ωt ϕ dt = ϕ = a ( / a ( / ω,, Quidi,, risulta ϕ ω / ω a = f ( t cos ( ωt ϕ dt f ( t cos ( ωt ϕ dt ϕ ( Aalogamete, si moltilichio i membri dell Eq (6 er si( ωt ϕ, Z, e li si

11 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - itegrio su Ω [ ϕ, ϕ ], acora secificado rovvisoriamete che sia / ω Quado, si scrive ϕ a ϕ ϕ siϕ f ( t dt = siϕ dt a siϕ cos ( ωt ϕ dt ϕ ϕ = ϕ da cui, si ri-ottiee l Eq (8 Ivece, se, allora, = ( a / siϕ a ( / ω siϕ, a f ( t si ( ωt ϕ dt = si( ωt ϕ dt ϕ ϕ ϕ ϕ Quidi,, risulta ϕ, b siϕ si( ωt ϕ dt = ϕ, ϕ, a cos ( ωt ϕ si( ωt ϕ dt = ϕ ϕ,, b si ( ωt ϕ si( ωt ϕ dt = ϕ = b ( / b ( / ω, sse ϕ ω / ω b = f ( t si( ωt ϕ dt f ( t si ( ωt ϕ dt ϕ (3 Le Eq (, ( e (3 defiiscoo gli F-coefficieti a j e b j ache quado f corrisode alle richieste del Teorema di Dirichlet, o solo el caso i cui è cotiua e limitata i R Di iù, si dimostra che il Teorema di Dirichlet uò valere i seso geeralizzato, i circostaze elle quali la fuzioe f o è limitata Nel seguito, recisamete, referedo la raresetazioe di regime temorale a quella di regime armoico ( / ω, se valgoo le D-codizioi ( Dirichlet geeralizzate segueti: f è -eriodica i R ; f C ( I, dove I è u itervallo limitato (aerto o semi-aerto o chiuso, salvo, al iù, che i corrisodeza di u umero fiito di uti i I di discotiuità di qualsiasi tio er f ; 3 f ( t dt <, sia questo itegrale defiito ordiario o geeralizzato, ie, el cotesto iù rofodo della Teoria della isura, f L ((,, la classe delle fuzioi sommabili assolutamete ell itervallo aerto (,, allora, f rimae esadibile i F-serie t che o sia u uto di discotiuità di º tio, co il valore f ( t dato acora dall Eq (6 I corrisodeza di u uto di discotiuità di º tio, si uò assegare a f u valore fiito oortuo

12 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - Pertato, gli F-coefficieti cotiuao a corrisodere alle Eq (3, (3 e (33 I altri termii, assegata t f ( t, le defiizioi delle loro esressioi geerali, R, soo: a : = f ( t dt C, a : = f ( t cos (( / t ϕ dt,, Z b : = f ( t si (( / t ϕ dt, Z ( ovvero, i regime armoico eslicito, a ω / ω : = f ( t dt C, ω / ω a : = f ( t cos ( ωt ϕ dt,, Z ω / ω b : = f ( t si( ωt ϕ dt, Z ( Ua raresetazioe ulteriore degli F-coefficieti, talvolta coveiete ei calcoli, corrisode alla loro ormalizzazioe dall itervallo [, all itervallo [, di eriodicità (ie, quello di frequeza ciclica uitaria, ω : dalla osizioe ωt t/ ( t/ : = x, segue che t = ( /( x e, quidi, dt = ( /( dx Pertato, mediate la trasformazioe ( dt (( /( dx dell oeratore itegrale, le Eq (9, assumoo le forme -ormalizzate (o caoiche a : = f ( x /( dx C, a : = f ( x /( cos ( x ϕ dx,, Z b : = f ( x /( si ( x ϕ dx, Z (93 Estededo la trasformazioe di variabile t : = x/( all Eq (6, questa si riscrive come a f ( t f ( x /( fɶ ( x ( a cos ( x ϕ b si( x ϕ ( =

13 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - L Uguagliaza di Parseval Si suoga che, oltre a valere le D-codizioi geeralizzate er f i (, (v 9, si abbia ure che f L ((,, la classe delle fuzioi a quadrato sommabile i (,, ie, che f sia tale che ( f ( t dt < Se, moltilicati i membri dell Eq (6 er f ( t, li si itegra da a (o su u qualsiasi altro itervallo di amiezza, allora, teuto coto della cotiuità uiforme di f su (, e delle Eq (9, risulta e, quidi, ( = ( f ( t dt = ( a / f ( t dt a f ( t cos (( / t ϕ dt b f ( t si (( / t ϕ dt ( = ( ( ( / ( t dt a / ( = a b ( f L Eq ( esrime la cosiddetta Uguagliaza di Parseval (DES CHÊNES, -A, , utile, tra l altro, el calcolo della somma di molte serie umeriche corrisodeti a fuzioi ari Teorema (Disuguagliaza di Bessel Si suoga che, oltre a valere le D-codizioi geeralizzate er f i (,, si abbia ure che f L ((, Al solito, siao a e b i coefficieti della F-esasioe di f Allora, vale la Disuguagliaza (atteuata di Bessel a ( a b ( f ( t dt = ( Dimostrazioe La successioe di fuzioi a { SF ( t; } : = ( a cos (( / t ϕ b si (( / t ϕ Z = Z (3 è quella delle somme arziali della F-serie associata a f ( t Certamete, essedo Z, risulta erché la fuzioe itegrada è o-egativa ( f ( t S ( t; dt (4 F >, ie, i modo equivalete F F f ( t S ( t; dt ( S ( t; dt ( f ( t dt (4 Ora, se si moltilicao er f ( t le raresetazioi del termie geerale della successioe (4 i etrambi i membri, le si itegrao da a e si alicao le Eq (9 er a e b, si ottiee

14 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 3 ( F = f ( t S ( t; dt = a / ( a b (5 Ioltre, quadrado le quatità ei membri dell Eq ( e itegradole da a teedo coto delle Eq (4, (5 e (6, elle quali si reda / ω e si icludao evetuali sostameti di fase ϕ, eraltro iiflueti ei calcoli, si trova che ( F = ( S ( t; dt = ( / a / ( a b (6 Sostituedo le esressioi (5 e (6 ell Eq (4, e rededo il limite, si ottiee la Disuguagliaza di Bessel (, q e d Se vale l uguagliaza ella disuguagliaza atteuata (, si riottiee l Uguagliaza di Parseval Si uò esare a SF ( t; come a ua arossimazioe di f ( t, metre il membro destro della Diseq (4, diviso er, e rareseta l errore quadratico medio L Uguagliaza di Parseval idica che, er, l errore quadratico medio è ifiitesimo, metre la Disuguagliaza di Bessel idica la ossibilità che tale errore quadratico medio teda a u valore fiito (ositivo I risultati otteuti soo coessi co il cocetto fodametale di comletezza di u sistema di fuzioi ortoormali geeratrici atto a raresetare ua classe secifica di fuzioi, eg, quelle -eriodiche L ortoormalità delle fuzioi geeratrici (di umero fiito o ifiito si maifesta ei valori degli itegrali, defiiti su uo stesso itervallo fiito, dei loro rodotti a coie: gli itegrali valgoo o o È il caso dell ifiità umerabile delle fuzioi armoiche elemetari x cosϕ, x cos (( t / ϕ, x si(( t / ϕ, {, } Z, quado se e itegrio i rodotti a coie i u itervallo di amiezza Il legame stretto tra comletezza di u sistema di fuzioi ortoormali geeratrici e qualità della arossimazioe della fuzioe f emerge dal fatto che, se si esclude ache u solo termie della F-esasioe, l errore quadratico medio o uò mai divetare ifiitesimo er quati termii vegao comuque cosiderati Teorema (di Riema Se vale la Disuguagliaza (atteuata di Bessel er f i (,, allora Dimostrazioe: lim a lim f ( t cos (( / t ϕ dt = lim b lim f ( t si (( / t ϕ dt = L asserto è subito evidete osservado che, se a / ( a b <, questo imlica che a = o( b = o ( er, q e d =

15 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 4 Sulla covergeza i media della Serie di Fourier Sia l F-esasioe (5 associata alla fuzioe f, -eriodica e cotiua a tratti Doo aver scomosto la Formula di Dirichlet (A35 ella forma additiva simmetrica si ( / u SF ( x; = f ( u x du si ( u/ si ( / u f ( u x du si( u/ (er f ( u x, si ha S ( x ; =, v Eq (A3, 6, se si moltilicao, ordiatamete, F l itegrale defiito i (, er f ( x e quello defiito i (, er f ( x sommao le esressioi risultati, si ha che (7 e, quidi, si f ( x si( / u f ( x si( / u ( f ( x f ( x = du du (8 si( u/ si( u/ I tal modo, sottraedo membro a membro l Eq (8 dall Eq (7, si determia la differeza f ( u x f ( x SF ( x; ( f ( x f ( x = si (( / u du si ( u/ f ( u x f ( x si (( / u du (9 si ( u/ Co l iotesi ulteriore di regolarità a tratti er f i (,, si coclude che ache la fuzioe u f ( u x f ( x si ( u/ λ( u è cotiua a tratti i (, ] erché f è cotiua a tratti Ioltre, f ( u x f ( x u/ f ( u x f ( x! lim λ( u lim = lim u u u si( u/ u u erché, er iotesi, essedo f regolare a tratti, allora f, u Ne cosegue che u λ ( u cotiua a tratti i [, ] I modo idetico, si deduce che la fuzioe x f ( u x f ( x si( u/ è è cotiua a tratti i [, ] Poi, cosiderato il rimo addedo itegrale ell Eq (9 (er il secodo, valgoo cosiderazioi comletamete aaloghe, si uò riscrivere la fuzioe itegrada risettiva come λ ( u si ( / u = λ ( u si( u/ cosu λ ( u cos ( u/ siu e rilevare che le fuzioi u λ ( u si ( u/ e u λ ( u cos ( u/ soo etrambe cotiue a tratti, essedolo u λ ( u Pertato, i forza del Teorema di Riema ( 3, etrambi gli addedi itegrali ell Eq (9

16 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 5 soo ifiitesimi er, ortado alla coclusioe fodametale (cfr/c Eq (6 che lim SF ( x; = ( f ( x f ( x (3 Derivazioe e Itegrazioe delle Serie di Fourier Ovviamete, le oerazioi di derivazioe e di itegrazioe di ua Serie di Fourier soo soggette alle stesse codizioi aalitiche geerali, come er qualsiasi altra serie di fuzioi Oltre a questo, vale la codizioe sufficiete esressa dal Teorema Se f è -eriodica e geeralmete cotiua su [ t, t] { t, t} [ t, t ], la F-serie associata a f ( t è itegrabile termie-a-termie da t a t, geerado ua F-serie covergete uiformemete alla fuzioe rimitiva di f i [ t, t ], t t f ( u du G( t t

17 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 6 Alicazioi della Serie di Fourier Esemio Calcolo della Somma ζ di Riema di ordie ositivo ari La defiizioe geerale, Z, è ζ ( : = (A = Il calcolo di ζ ( richiede l alicazioe dei risultati itegrali segueti: Ξ, : = x dx = ; (A six Ξ, : = x cos x dx = x six ( x dx cosx cosx x si x dx x (( x = = dx ( ( ( = x cos x dx (A3 ( ( Ξ,, che costituisce ua comoda forma iterativa Ora, valedo chiaramete il Teorema di Dirichlet i R er la restrizioe f, -eriodica, della fuzioe cotiua ari x x, si scrive l F-esasioe, ella quale, soo reseti uicamete comoeti-coseo, ( f ( x = x dx ( / x cos x dx cos x = Quidi, dalle Eq (A e (A3, si calcola, co =, ( f ( x = x dx ( / x cos x dx cos x = ( six = cosx 3 = ( = 4 cosx (A4 3 = Se x, l Eq (A4 dà

18 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 7 ( = 4 ( = = da cui, risolvedo risetto alla sommatoria, risulta ζ ( = =, 6 (A5 I modo idetico al calcolo di ζ (, ache la restrizioe -eriodica f della fuzioe cotiua ari x x 4 è F-esadibile i termii di sole comoeti-coseo, avedosi ( ( ( f x x dx ( / 4 4 = x cos x dx cos x = 4 4 = x dx ( / x cosxdx cosx = 4 ( 4 3 = 4 5 = 3 x cos x dx cos x 4 ( ( 4 = 8 cos x cos x dx cos x 5 = = 4 ( ( = 8 cosx 48 cosx 4 5 = = Per x e teedo coto dell Eq (A5, l Eq (A6 dà 48 ( six cosx = 4 (A = 8 ( / 48 ( / = = = 48 ( /, = 5 3 da cui, risolvedo risetto alla sommatoria, si trova che ζ ( 4 = 4 = 4 9 (A7 Il metodo seguito ella determiazioe di ζ ( e di ζ ( 4 uò essere alicato al calcolo di tutte le Serie di Riema successive di ordie, ie, ζ ( 6, ζ ( 8, etc, assegado x = ella F- esasioe della restrizioe eriodica della fuzioe x x all itervallo [, e avvaledosi delle somme otteute er le ζ -serie calcolate recedetemete Così, el caso delle somme delle rime quattro ζ -serie successive alla (A7, si trova che ζ ( 6 = ζ ( 8 6 = 8 = 6 945, (A8 8 = 945, (A8

19 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 8 ζ ( ζ ( = 93555, (A83 = 69 = (A84 = Serie associate alla Serie di Riema η ( : = λ ( : = = ( = ζ ( ζ ( = 3 4 ( ζ ( (A9 = ( ( = ζ ( ζ ( ζ ( 3 4 ( ζ ( (A Combiado le Eq (A5, (A7, (A8, (A8 e (A83 ell Eq (A9, er le quali, sia,, 3, 4, 5, si ottegoo, ordiatamete, i valori delle somme ( η ( =, (A = 4 ( 7 η ( 4 = 4 7, (A = 6 ( 3 η ( 6 = 6 34, (A3 = 8 ( 7 η ( 8 = 8 96, (A4 = ( 73 η ( = (A5 = Aalogamete, la combiazioe delle stesse Eq (A5, (A7, (A8, (A8 e (A83 ell Eq (A, corrisodeti a =,, 3, 4, 5, forisce i valori risettivi delle cosiddette λ -serie di ordie ari (si veda, ache, l Uità tematica dell autore: La determiazioe di serie di oteze reali dalle Fuzioi Geeratrici di Beroulli e di Euler, P 6, ESERCIZIO

20 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 9 λ ( = ( 8, (A = 4 λ ( 4 = 4 ( 96, (A = 6 λ ( 6 = 6 ( 96, (A3 = 8 7 λ ( 8 = 8 ( 68, (A4 = 3 λ ( = = ( 934 (A5 Esemio Calcolo delle rime due Somme β D di Dirichlet di ordie ositivo disari, Defiizioe geerale: β ( : = D ( ( =, (A, er x (, La fuzioe x f ( x è regolare a tratti i [, ], dove,, er x [, ] quidi, è F-esadibile Ioltre, essedo ua fuzioe disari, la sua F-esasioe è esressa i termii di sole comoeti-seo, aveti come coefficieti f si ( si si ( b = ( / ( x xdx ( / ( xdx xdx Pertato, = ( / si( x dx sixdx = ( / si( x dx ( / sixdx cosx = sixdx = = 4 /(, secodo che è ari o disari 4 si3x si5x 4 ( six f ( x b six six = 3 5 = = 4 si ( x (A3 = Dalla defiizioe di f i [, ], si ha, er x / e teedo coto dell Eq (A36, 9, 4 si ( / 4 ( = =, = = ie, risolvedo vs la sommatoria (Serie di Gregory o ciclometrica, ( βd ( = ( ta (A4 4 =

21 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - x ( x, er x (, La fuzioe x f ( x : =, è cotiua i [, ], x ( x, er x [, ] dove, quidi, è F-esadibile Ioltre, f è ua fuzioe disari Ifatti, osservato che f ( x : = : = x ( x, i (,, risulta f ( x x ( x f ( x i (, Quidi, l F-esasioe di f viee esressa i termii di sole comoeti-seo, che hao come coefficieti, Z, ( b = ( / f ( x si x dx ( / x ( x si x dx x ( x si x dx ( / ( I I Ora, osto x : = u, segue che e, ertato, I = (( u( u si( u d( u du = ( u ( u siu du I b = ( / x ( x sixdx = x sixdx ( / x sixdx ( / I cosx = x sixdx x x cosxdx cosx ( 4 six = x cos x dx x six dx ( = six ( 4 cosx 4 ( = 3 L F-esasioe di f (cotiua sul suo itervallo di eriodicità si scrive 4 ( 8 si ( x f ( x b six six 3 3 ( = = =, (A5 Dalla defiizioe di f i [, ], si ha, er x / e teedo resete l Eq (A364, 9, f ( / = ( / ( / = / 4 ( 8 si ( / 8 (( i 8 i = = ( ( ( = = = 8 ( = 3 ( = dalla quale, co la traslazioe idiciale, si ottiee,, Z, β ( 3 D 3 ( = 3 = ( 3 (A6 La raresetazioe geerale i forma chiusa delle somme β (, si trova, eg, a P 9, Eq (63, dell Uità tematica dell autore: La determiazioe di serie di oteze reali dalle Fuzioi Geeratrici di Beroulli e di Euler D

22 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - Problema Si determii il valore S ( della somma ( = ( 4 3 ( Soluzioe Osservato che S ( e che, sostituedo x / ell Eq (A5, si scrive l uguagliaza 3 / / / / / / / / 8 f ( / 4 = S S segue il immediatamete risultato: ( ( S, = ( (A7 Problema Sfruttado oortuamete il risultato esresso dall Eq (A7, si determii il valore S ( della somma Soluzioe = ( 8 5 ( Ricooscedo l ivariaza della somma della serie (assolutamete covergete! del Problema risetto a qualsiasi ridisosizioe dei suoi termii, è legittima la raresetazioe S ( β ( = ( (, si ottiee rotamete S = ( S β ( 3 = (A ( 3 3 ( = ( (

23 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - Problema 3 Dalla F-esasioe -eriodica della restrizioe f della fuzioe x si x, si determii la somma S della serie, Soluzioe ( = Poiché f è ua fuzioe ari, la sua F-esasioe è costituita di sole comoeti-coseo Pertato, si ha a = sixdx ( cosx = = ; a = ( six six cosxdx = = ; oi, Z \{ }, si calcola a Segue che cos ( x cos ( x = si x cos x dx = ( ( =, Z \{ } ( ( 4 f ( x = cosx cosx (A9 4 = = Ora, alicado l Uguagliaza di Parseval (, Eq ( all Eq (A9, si scrive 8 6 ( six dx = ( 4 = ie, co il comletameto del calcolo dell itegrale el membro a siistra, ( x cosx six 8 = = ( 4, Ifie, risolvedo risetto alla (somma della serie, risulta 8 S = (A = ( 4 6 Problema 4 4 Si determii u esressioe geerale, che risulti valida Z, er la somma della serie umerica seguete:

24 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 3 S( : = = ( ; 4 servedosi, dove aroriato, del risultato otteuto al Puto 4 recedete, si determii la somma S della serie, Soluzioe u = ( ( 4 Poiché (, allora, ν ν ν S( lim lim ν ν = = = = ν ν = lim ν = = = ν = lim = = lim ν ν ν = = ν = = ; (A = 4 Co il metodo delle frazioi arziali, si scrive A B C u = ( (, e, quidi, i forma itera equivalete, si ha = ( A B C ( 3A B C A Per il Priciio di Idetità dei Poliomi, questa uguagliaza è soddisfatta i modo uivoco sse valgoo le codizioi simultaee Quidi, risultado A B C = 3A B C =, A = ie, i modo equivalete, sse / / u, segue ure che A = / B = C = / u = ( = ( ( ( ( ( ( k = co gli addedi u, k idetificabili ordiatamete u, k Ora, teedo coto dell Eq (A5, 7, si calcolao rotamete le somme delle serie segueti:,

25 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 4 u, = 4 4 ; (A = = ; (A 6 5 = (A3 u, = ( = = u, 3 = ( = 3 = Circa la valutazioe delle somme delle tre serie rimaeti, l Eq (A forisce i risultati segueti: u, 4 u, 5 = ; (A4 = ( 3 = = = ( 8 ; (A5 = = ( ( ( ( (A6 u, 6 = = = Quidi, oiché u è uiformemete covergete, S si ottiee elemetarmete come somma delle sei somme arziali (A,, (A6 Il risultato è S 4 39 = (A3 6 Problema 5 Dalla F-esasioe i R della restrizioe -eriodica disari f della fuzioe cerchi ua serie umerica la cui somma è S / 4 x cosx, si Soluzioe Poiché f è ua fuzioe disari -eriodica, la sua defiizioe è cosx, er x (, f ( x : = cosx, er x (, Vale il Teorema di Dirichlet, co la F-esasioe costituita di sole comoeti-seo Pertato, co Z, si calcola b = f ( x si xdx = ( cosx sixdx cosx sixdx = ( si( x x si ( x x dx ( si( x x si ( x x dx cos ( x cos ( x cos ( x cos ( x = ( ( ( ( =

26 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 5 = ( ( Quidi, teedo coto dell Eq (A8, si trova che 8 f ( x = ( ( six six (A4 4 = = Riguardo alla serie umerica richiesta, se si oe x / 4 ell Eq (A4, sussiste l uguagliaza 8 8 = si (, 4 ( 4 ( 4 3 = = ( = = Segue immediatamete che dall Eq (A366, 9, ( = = (A5 Problema 6 Sia f il rolugameto eriodico i R della restrizioe all itervallo [, ] della fuzioe / x x 6 Si giustifichi che f è F-esadibile i R Quidi, si scriva la F-esasioe di f ; 6 secificati i valori f ( e f (, si deducao ua raresetazioe i serie doia di 6 / e ua (o-baale di 3 /, risettivamete Soluzioe 6 La fuzioe ari f è regolare a tratti i [, ], co f ( valore o-defiito Pertato, valedo il Teorema di Dirichlet er f, che risulta F-esadibile i R i termii di sole comoeti-coseo, si ha / / / f / a / ( / ( x dx = ( / x dx ( / x dx = 3 / ; oi, Z, si calcola / / / a = ( / x cos ( / dx = ( / = La sostituzioe / six x / x cos xdx six six dx = / / / x ( ( x u : = ( x / itegrale ell Eq (A6, così da riscriverlo ella forma dx (A6 iduce il cambiameto ( dx u/( du dell oeratore a = u du ( ( / si ( σ (( 3/ 3/ (A6

27 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 6 / L itegrale σ ((, imortate i Ottica Fisica, è del tio di Fresel ed è calcolabile solo i / serie di oteze; la fuzioe itegrada è uiformemete covergete el comatto [, ( ] La F-esasioe di f ( x si scrive σ f ( x : = 3 / (( 3/ 3/ = 6 Per x, l Eq (A7 dà il risultato otevole cosx (A7 = ( 6 3/ / σ (( = 3/ (A8 k ( ( k! ( k Come acceato al Puto 6, vale l -esasioe si ( u u, er la quale, essedo la fuzioe seo uiformemete covergete i tutto R, è corretta la scrittura k k k / ( ( k 3/ ( ( σ (( = u du = ( ( k! ( k!( 4k 3 k = k = k = / Ifie, sostituedo ell Eq (A8 esressioe (A9 di σ (( e semlificado, si trova che k k ( (( ( = ( k!( 4k 3 6 (A3 = k = Aalogamete, sostituedo x ell Eq (A7 e rocededo come co l Eq (A3, si ottiee = k = k k ( (( = ( k!( 4k 3 3 (A3 È iteressate otare come le raresetazioi delle somme (A3 e (A3 differiscao er il solo fattore di sego altero (, sufficiete a redere la somma (A3 doia della (A3 Ua resetazioe classica della Teoria delle Serie di Fourier remette due risultati semlici alla cosiddetta Formula di Dirichlet (v Problema 9 Essi soo riortati, qui di seguito, come Problema 7 7 Si ricavi, {, } Z Z [, ], il valore della somma 7 si verifichio i valori itegrali Soluzioe S : = cosu cosu cosu cosu ; si ( / u si( / u du = du = si( u/ si( u/ (A3 7 Sommado l idetità goiometrica cosu si ( u/ ( / ( si ( / u si ( / u vs l idice [, ], si ha =

28 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 7 ( cosu si( u/ = = = ( / (( si( 3u / si( u/ ( si( 5u / si( 3u / ( si ( 7u / si ( 5u / ( si( / u si ( / u = ( / ( si ( / u si ( u/ (A33 Dividedo i membri estremi dell Eq (A33 er si ( u/ (ie, co u k e sommado / a etrambi, si ottiee (v, ache, dell autore: Esercizi di Calcolo Itegrale, R- si ( / u cosu = si ( u/ = (A34 7 La fuzioe itegrada, idetica ei due itegrali, è ari Quidi, la sua itegrazioe su itervalli simmetrici vs l origie del riferimeto forisce lo stesso risultato È evidete, dall Eq (A33, che questo è /, essedo ulli gli itegrali di tutti gli addedi-coseo Problema 8 Iiziado dall idetità goiometrica di Werer siu si ( u/ ( / ( cos (( / u cos (( / u, si ricavi, attraverso la formula di rostaferesi della differeza tra cosei, co u k, l idetità associata alla (A34 = siu si (( u/ si ( u/ = (A35 si ( u/ Problema 9 Sia f ua fuzioe data -eriodica, alla quale, sia associata u F-esasioe aroriata Di questa, si cosideri la somma ridotta all -simo termie (v Eq (, Si dimostri la Formula di Dirichlet S ( x ; : = a / ( a cos ( x ϕ b si( x ϕ F = si( / u SF ( x ; = f ( u x du si( u/ (A36 Soluzioe Eslicitado gli F-coefficieti corrisodeti a Z, si scrive a cos ( x ϕ b si( x ϕ = (( / f ( w cos ( w ϕ dw cos ( x ϕ ( w w = ( / f ( si( ϕ dw si ( x ϕ

29 Serie di Fourier: rorietà e alicazioi - 8 = ( / f ( w( cos ( w ϕ cos ( x ϕ si ( w ϕ si ( x ϕ dw = ( / f ( w cos( w x dw Ioltre, a/ = ( /( f ( w dw Quidi, teedo coto del risultato (A34, SF ( x; = ( /( f ( w dw ( / f ( w cos ( w x dw = = = ( / f ( w( / cos ( w x dw si( / ( w x = f ( w dw si( ( w x/ La dimostrazioe si coclude oedo u u ( w : = w x e teedo reseti le Eq (7 e (7 Nella Teoria della Fuzioe Γ, ua dimostrazioe i R [ ] della a Prorietà Fodametale, detta di Riflessioe (o di Comlemetazioe, caratterizzata dalla simmetria vs lo scambio tra argometi ell itervallo (,, uò essere otteuta er mezzo di ua F-esasioe oortua Problema Proosizioe Sia x (, Allora (Prorietà di Riflessioe della Fuzioe Γ, Dimostrazioe Γ ( x Γ ( x = cscx (A37 six Dalla raresetazioe itegrale di Legedre, si scrive, x (,, x s ( x t ( ( Γ ( x Γ ( x s e ds t e dt = x x ( s t s t e dsdt = ( R ( R g( s, t dsdt (A38 La raresetazioe itegrale doia (A37 è covergete oiché la sua searabilità moltilicativa vs le variabili di itegrazioe dà luogo a raresetazioi arziali covergeti uiformemete, quelle del Γ -itegrale di Legedre I geerale, le tre codizioi segueti: a il domiio di itegrazioe ( R è illimitato i R e PJ-misurabile ( Peao-Jorda i seso geeralizzato; b g : ( R R ; c { Ω j }, successioe di regioi Ω j idificate ( j Z, che costituiscoo ua coertura di ( R (eg, l isieme dei quadrati Ωx, y {( x; y [, j ] } o l isieme dei quarti di

I appello - 29 Giugno 2007

I appello - 29 Giugno 2007 Facoltà di Igegeria - Corso di Laurea i Ig. Iformatica e delle Telecom. A.A.6/7 I appello - 9 Giugo 7 ) Studiare la covergeza putuale e uiforme della seguete successioe di fuzioi: [ ( )] f (x) = cos (

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI. c Paola Gervasio - Analisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioni cap3b.pdf 1

SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI. c Paola Gervasio - Analisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioni cap3b.pdf 1 SUCCESSIONI e LIMITI DI SUCCESSIONI c Paola Gervasio - Aalisi Matematica 1 - A.A. 15/16 Successioi cap3b.pdf 1 Successioi Def. Ua successioe è ua fuzioe reale (Y = R) a variabile aturale, ovvero X = N:

Dettagli

1 Successioni 1 1.1 Limite di una successione... 2. 2 Serie 3 2.1 La serie armonica... 6 2.2 La serie geometrica... 6

1 Successioni 1 1.1 Limite di una successione... 2. 2 Serie 3 2.1 La serie armonica... 6 2.2 La serie geometrica... 6 SUCCESSIONI Successioi e serie Idice Successioi. Limite di ua successioe........................................... Serie 3. La serie armoica................................................ 6. La serie

Dettagli

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni

Foglio di esercizi N. 1 - Soluzioni Foglio di esercizi N. - Soluzioi. Determiare il domiio della fuzioe f) = log 3 + log 3 3)). Deve essere + log 3 3) > 0, ovvero log 3 3) >, ovvero prededo l espoeziale i base 3 di etrambi i membri) 3 >

Dettagli

Serie numeriche e serie di potenze

Serie numeriche e serie di potenze Serie umeriche e serie di poteze Sommare u umero fiito di umeri reali è seza dubbio u operazioe che o può riservare molte sorprese Cosa succede però se e sommiamo u umero ifiito? Prima di dare delle defiizioi

Dettagli

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln

5 ln n + ln. 4 ln n + ln. 6 ln n + ln DOMINIO FUNZIONE Determiare il domiio della fuzioe f = l e e + e + e Deve essere e e + e + e >, posto e = t si ha t e + t + e = per t = e e per t = / Il campo di esisteza è:, l, + Determiare il domiio

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Campi vettoriali conservativi e solenoidali

Campi vettoriali conservativi e solenoidali Campi vettoriali coservativi e soleoidali Sia (x,y,z) u campo vettoriale defiito i ua regioe di spazio Ω, e sia u cammio, di estremi A e B, defiito i Ω. Sia r (u) ua parametrizzazioe di, fuzioe della variabile

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri

PARTE QUARTA Teoria algebrica dei numeri Prerequisiti: Aelli Spazi vettoriali Sia A u aello commutativo uitario PARTE QUARTA Teoria algebrica dei umeri Lezioe 7 Cei sui moduli Defiizioe 7 Si dice modulo (siistro) su A (o semplicemete, A-modulo)

Dettagli

CAPITOLO UNDICESIMO VARIABILI CASUALI 1. INTRODUZIONE

CAPITOLO UNDICESIMO VARIABILI CASUALI 1. INTRODUZIONE CAPITOLO UNDICESIMO VARIABILI CASUALI SOMMARIO:. Itroduzioe. -. Variabili casuali discrete. - 3. La variabile casuale di Beroulli. - 4. La variabile casuale biomiale. -. La variabile casuale di Poisso.

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1)

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) ALGEBRA \ ARITMETICA \ NUMERI NATURALI (1) I umeri aturali hao u ordie; ogi umero aturale ha u successivo (otteuto aggiugedo 1), e ogi umero aturale diverso da zero ha u precedete (otteuto sottraedo 1).

Dettagli

SUCCESSIONI NUMERICHE

SUCCESSIONI NUMERICHE SUCCESSIONI NUMERICHE Ua fuzioe reale di ua variabile reale f di domiio A è ua legge che ad ogi x A associa u umero reale che deotiamo co f(x). Se A = N, la f è detta successioe di umeri reali. Se co si

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006

Terzo appello del. primo modulo. di ANALISI 18.07.2006 Terzo appello del primo modulo di ANALISI 18.7.26 1. Si voglioo ifilare su u filo delle perle distiguibili tra loro solo i base alla dimesioe: si hao a disposizioe perle gradi di diametro di 2 cetimetri

Dettagli

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni:

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni: N. Fusco ESERCIZI DI ANALISI I Prof. Nicola Fusco Determiare l isieme i cui soo defiite le segueti fuzioi: ) log/ arctg π ) 4 ) log π 6 arcse ) ) tg log π + ) 4) 4 se se se tg 5) se cos tg 6) [ 6 + 8 π

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Parte 2. Problemi con macchine parallele

Parte 2. Problemi con macchine parallele Parte 2 Problemi co macchie arallele Esemio job 1 2 3 4 5 j 2 3 5 1 4 2macchie Assegado{2,3,5}aM1e{1,4}aM2 M2 M1 4 1 1 3 3 2 5 5 8 12 Assegado{1,4,5}aM1e{2,3}aM2 M2 3 2 M1 4 1 5 1 3 5 7 8 R m //C Algoritmo

Dettagli

Selezione avversa e razionamento del credito

Selezione avversa e razionamento del credito Selezioe avversa e razioameto del credito Massimo A. De Fracesco Dipartimeto di Ecoomia politica e statistica, Uiversità di Siea May 3, 013 1 Itroduzioe I questa lezioe presetiamo u semplice modello del

Dettagli

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30)

Tutti i diritti di sfruttamento economico dell opera appartengono alla Esselibri S.p.A. (art. 64, D.Lgs. 10-2-2005, n. 30) Copyright 2005 Esselibri S.p.A. Via F. Russo, 33/D 8023 Napoli Azieda co sistema qualità certificato ISO 400: 2003 Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzioe ache parziale e co qualsiasi mezzo

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Appunti sulle SERIE NUMERICHE

Appunti sulle SERIE NUMERICHE Apputi sulle SERIE NUMERICHE Michele Bricchi I queste ote iformali parleremo di serie umeriche, foredo i criteri stadard di covergeza che si è soliti itrodurre i ua trattazioe elemetare della materia.

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Appunti su rendite e ammortamenti

Appunti su rendite e ammortamenti Corso di Matematica I Facoltà di Ecoomia Dipartimeto di Matematica Applicata Uiversità Ca Foscari di Veezia Fuari Stefaia, fuari@uive.it Apputi su redite e ammortameti 1. Redite Per redita si itede u isieme

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Analisi statistica dell Output

Analisi statistica dell Output Aalisi statistica dell Output IL Simulatore è u adeguata rappresetazioe della Realtà! E adesso? Come va iterpretato l Output? Quado le Osservazioi soo sigificative? Quati Ru del Simulatore è corretto effettuare?

Dettagli

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R.

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R. 70 Capitolo Terzo i cui α i rappreseta la rata di ammortameto del debito di u capitale uitario. Si tratta di risolvere u equazioe lieare ell icogita R. SIANO NOTI IL MONTANTE IL TASSO E IL NUMERO DELLE

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2006

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2006 ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS SPERIMENTALE P.N.I. 006 Il cadidato risolva uo dei due problemi e 5 dei 0 quesiti i cui si articola il questioario. PRBLEMA U filo metallico di lughezza l viee utilizzato

Dettagli

Una funzione è una relazione che ad ogni elemento del dominio associa uno e un solo elemento del codominio

Una funzione è una relazione che ad ogni elemento del dominio associa uno e un solo elemento del codominio Radicali Per itrodurre il cocetto di radicali che già avete icotrato alle medie quado avete imparato a calcolare la radice quadrata e cubica dei umeri iteri, abbiamo bisogo di rivedere il cocetto di uzioe

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

Serie numeriche. Lorenzo Pisani Facoltà di Scienze Mm.Ff.Nn. A.A. 2007/08

Serie numeriche. Lorenzo Pisani Facoltà di Scienze Mm.Ff.Nn. A.A. 2007/08 Serie umeriche Lorezo Pisai Facoltà di Scieze Mm.Ff.N. A.A. 2007/08 Il problema di sommare i iti addedi è uo dei problemi classici dell aalisi matematica. Azi si tratta di u problema che ell atichità ha

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica A.A. 2014/15. Complementi di Probabilità e Statistica. Prova scritta del del 23-02-15 Corso di Laurea Magistrale i Igegeria Iformatica A.A. 014/15 Complemeti di Probabilità e Statistica Prova scritta del del 3-0-15 Puteggi: 1. 3+3+4;. +3 ; 3. 1.5 5 ; 4. 1 + 1 + 1 + 1 + 3.5. Totale = 30.

Dettagli

Risposte. f v = φ dove φ(x,y) = e x2. f(x) = e x2 /2. +const. Soluzione. (i) Scriviamo v = (u,w). Se f(x) è la funzione richiesta, si deve avere

Risposte. f v = φ dove φ(x,y) = e x2. f(x) = e x2 /2. +const. Soluzione. (i) Scriviamo v = (u,w). Se f(x) è la funzione richiesta, si deve avere Eserciio 1 7 puti. Dato il campo vettoriale v, + 1,, i si determii ua fuioe f > i modo tale che il campo vettoriale f v sia irrotaioale, cioè abbia le derivate icrociate uguali; ii si spieghi se i risultati

Dettagli

Capitolo 6 Teoremi limite classici

Capitolo 6 Teoremi limite classici Capitolo 6 Teoremi limite classici Abstract I Teoremi limite classici, la legge dei gradi umeri e il teorema limite cetrale, costituiscoo il ucleo del Calcolo delle Probabilità, per la loro portata sia

Dettagli

Statistica di base. Luca Mari, versione 31.12.13

Statistica di base. Luca Mari, versione 31.12.13 Statistica di base Luca Mari, versioe 31.12.13 Coteuti Moda...1 Distribuzioi cumulate...2 Mediaa, quartili, percetili...3 Sigificatività empirica degli idici ordiali...3 Media...4 Acora sulla media...4

Dettagli

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014)

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia per manager. Prima versione, marzo 2013; versione aggiornata, marzo 2014) Itroduzioe all assicurazioe. (Dispesa per il corso di Microecoomia per maager. Prima versioe, marzo 2013; versioe aggiorata, marzo 2014) Massimo A. De Fracesco Uiversità di Siea March 14, 2014 1 Prezzo

Dettagli

Università degli Studi di Bologna. Appunti del corso di Analisi Matematica Anno Accademico 2013 2014. prof. Daniele Ritelli

Università degli Studi di Bologna. Appunti del corso di Analisi Matematica Anno Accademico 2013 2014. prof. Daniele Ritelli Uiversità degli Studi di Bologa Scuola di Ecoomia Maagemet e Statistica Corso di Laurea i Scieze Statistiche Apputi del corso di Aalisi Matematica Ao Accademico 03 04 f b y prof. Daiele Ritelli f a a b

Dettagli

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia)

Introduzione all assicurazione. (Dispensa per il corso di Microeconomia) Itroduzioe all assicurazioe. (Dispesa per il corso di Microecoomia) Massimo A. De Fracesco Uiversità di Siea December 18, 2013 1 ichiami su utilità attesa e avversioe al rischio Prima di cosiderare il

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE)

DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE) DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE) Mggi C. & Bccesci P. Soluzioe problem V Puto 1: T Clcolre l soluzioe stziori dell (1) euivle d imporre l

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

Statistica I, Laurea triennale in Ing. Gestionale, a.a. 2011/12 Registro delle lezioni

Statistica I, Laurea triennale in Ing. Gestionale, a.a. 2011/12 Registro delle lezioni Statistica I, Laurea trieale i Ig. Gestioale, a.a. 2011/12 Registro delle lezioi Lezioe 1 (28/9, ore 11:30). Vedere la registrazioe di Barsati, dispoibile alla pagia http://users.dma.uipi.it/barsati/statistica_2011/idex.html.

Dettagli

Si presentano qui alcune nozioni sugli anelli, sia come modello di. strutture con due operazioni binarie, sia per l importanza di queste strutture in

Si presentano qui alcune nozioni sugli anelli, sia come modello di. strutture con due operazioni binarie, sia per l importanza di queste strutture in NOZIONI ELEMENTARI SUGLI ANELLI Si presetao qui alcue ozioi sugli aelli, sia come modello di strutture co due operazioi biarie, sia per l importaza di queste strutture i tutte le sezioi della Matematica

Dettagli

Matematica Finanziaria

Matematica Finanziaria Corso di Matematica Fiaziaria a.a. 202/203 Testo a cura del Prof. Sergio Biachi Programma Operazioi fiaziarie i codizioi di certezza L operazioe fiaziaria elemetare Operazioi a proti e a termie Regimi

Dettagli

Sull'analisi funzionale lineare. nel campo delle funzioni analitiche

Sull'analisi funzionale lineare. nel campo delle funzioni analitiche ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI RENDICONTI DELLA CLASSE DI SCIENZE FISICHE, MA TEMA TI CHE E NATURA LI JOSE SEBASTIÀO E SILVA Sull'aalisi fuzioale lieare el campo delle fuzioi aalitiche Estratto dal fase.

Dettagli

STIMA DEL FONDO RUSTCO

STIMA DEL FONDO RUSTCO STIMA DEL FONDO RUSTCO 1) Quali soo gli aspetti ecoomici che possoo essere presi i cosiderazioe ella stima dei fodi rustici? La stima di u fodo rustico può essere fatta applicado i segueti aspetti ecoomici:

Dettagli

Matematica Finanziaria

Matematica Finanziaria Corso di Matematica Fiaziaria a.a. 202/203 Testo a cura del Prof. Sergio Biachi Programma Operazioi fiaziarie i codizioi di certezza L operazioe fiaziaria elemetare Operazioi a proti e a termie Regimi

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

1 - CALCOLO DELLE PROBABILITA E TEOREMA DI BAYES

1 - CALCOLO DELLE PROBABILITA E TEOREMA DI BAYES 1 - CALCOLO DELLE PROBABILITA E TEOREMA DI BAYES 1.1 Itroduzioe La teoria delle robabilità è ua scieza matematica che si occua delle regolarità egli eveti casuali (aleatori). Si dice che u eveto è aleatorio

Dettagli

Metodi statistici per l analisi dei dati

Metodi statistici per l analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due ttameti Motivazioi ttameti Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ttameti) per cui soo stati codotti gli esperimeti. due ttameti Esempio itroduttivo

Dettagli

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE

CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE CAPITOLO 5 TEORIA DELLA SIMILITUDINE 5.. Itroduzioe La Teoria della Similitudie ha pricipalmete due utilizzi: Estedere i risultati otteuti testado ua sigola macchia ad altre codizioi operative o a ua famiglia

Dettagli

Analisi Fattoriale Discriminante

Analisi Fattoriale Discriminante Aalisi Fattoriale Discrimiate Bibliografia Lucidi (materiale reperibile via Iteret) Lauro C.N. Uiversità di Napoli Gherghi M. Uiversità di Napoli D Ambra L. Uiversità di Napoli Keeth M. Portier Uiversity

Dettagli

Complementi di Matematica e Statistica

Complementi di Matematica e Statistica Uiversità di Bologa Sede di Forlì Ao Accademico 009-00 Complemeti di Matematica e Statistica (Alessadro Lubisco) Aalisi delle compoeti pricipali INDICE Idice... i Aalisi delle compoeti pricipali... Premessa...

Dettagli

1. Considerazioni generali

1. Considerazioni generali . osiderazioi geerali Il processaeto di ob su acchie parallele è iportate sia dal puto di vista teorico che pratico. Dal puto di vista teorico questo caso è ua geeralizzazioe dello schedulig su acchia

Dettagli

, l'insieme dei numeri interi relativi: 0, 1, 1, 2, 2, infinito. m dove m e n sono elementi di. Le frazioni hanno tre

, l'insieme dei numeri interi relativi: 0, 1, 1, 2, 2, infinito. m dove m e n sono elementi di. Le frazioni hanno tre Uiversità Boccoi. Ao accademico 00 00 Corso di Matematica Geerale Prof. Fabrizio Iozzi email: fabrizio.iozzi@ui-boccoi.it Lezioi / Gli isiemi umerici Gli isiemi umerici co i quali lavoreremo soo:, l'isieme

Dettagli

INVENTORY CONTROL. Ing. Lorenzo Tiacci

INVENTORY CONTROL. Ing. Lorenzo Tiacci INVENTORY CONTRO Ig. orezo Tiacci Testo di riferimeto: Ivetory Maagemet ad Productio Plaig ad Cotrol - Third Ed. E.A. Silver, D.F. Pyke, R. Peterso Wiley, 998 Idice. POITICA (s, ) (order poit, order quatity)

Dettagli

TRASMISSIONE IN FIBRA OTTICA

TRASMISSIONE IN FIBRA OTTICA TRASMISSIONE IN FIBRA OTTICA Storia delle comuicazioi ottiche 84 a.c.: caduta di Troia comuicata a Micee (550km di distaza) attraverso ua serie di fuochi allieati 794 d.c.: rete di Chappe collega Parigi

Dettagli

Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni

Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni. Problemi di Scheduling Definizioni Problemi di Schedulig Defiizioi I problemi di schedulig soo caratterizzati da tre isiemi: Attività (Task) T {T,T 2, T } macchie (Machies) P {P,P 2, P m } Risorse R {R,R 2, R s } Schedulig: assegare m Macchie

Dettagli

Modelli multiperiodali discreti. Strategie di investimento

Modelli multiperiodali discreti. Strategie di investimento Modelli multiperiodali discreti Cosideriamo ora modelli discreti cioè co u umero fiito di stati del modo multiperiodali, cioè apputo co più periodi. Il prototipo di questa classe di modelli è il modello

Dettagli

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO

PARAMETRI DEL MOTO SISMICO PARAMETRI DEL MOTO SISMICO Attività microsismica: caratterizzata da vibrazioi di debole ampiezza e periodi molto gradi tali da o essere percepiti dai più comui strumeti di registrazioe (importate soprattutto

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA INTRODUZIONE Apputi sulla ATEATIA FINANZIARIA La matematica fiaziaria si occupa delle operazioi fiaziarie. Per operazioe fiaziaria si itede quella operazioe ella quale avviee uo scambio di capitali, itesi

Dettagli

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina)

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina) ITIS OMAR Dipartimeto di Meccaica APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE (tratti da A. MONTE Elemeti di Impiati Idustriali Cortia) Si defiisce iteresse il dearo pagato per l'uso di u capitale otteuto i prestito

Dettagli

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI

LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI LA VERIFICA DELLE IPOTESI SUI PARAMETRI E u problema di ifereza per molti aspetti collegato a quello della stima. Rispode ad u esigeza di carattere pratico che spesso si preseta i molti campi dell attività

Dettagli

Le carte di controllo

Le carte di controllo Le carte di cotrollo Dott.ssa Bruella Caroleo 07 dicembre 007 Variabilità ei processi produttivi Le caratteristiche di qualsiasi processo produttivo soo caratterizzate da variabilità Le cause di variabilità

Dettagli

Approfondimenti di statistica e geostatistica

Approfondimenti di statistica e geostatistica Approfodimeti di statistica e geostatistica APAT Agezia per la Protezioe dell Ambiete e per i Servizi Tecici Cos è la geostatistica? Applicazioe dell aalisi di Rischio ai siti Cotamiati Geostatistica La

Dettagli

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA

STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA STATISTICA ECONOMICA STATISTICA PER L ECONOMIA aa 2009-2010 Operazioi statistiche elemetari Spesso ci si preseta il problema del cofroto tra dati Ad esempio, possiamo voler cofrotare feomei [ecoomici]

Dettagli

Random walk classico. Simulazione di un random walk

Random walk classico. Simulazione di un random walk Radom walk classico Il radom walk classico) è il processo stocastico defiito da co prob. S = S0 X k, co X k = k= co prob. e le X soo tra di loro idipedeti. k Si tratta di u processo a icremeti idipedeti

Dettagli

Principi base di Ingegneria della Sicurezza

Principi base di Ingegneria della Sicurezza Pricipi base di Igegeria della Sicurezza L aalisi delle codizioi di Affidabilità del sistema si articola i: (i) idetificazioe degli sceari icidetali di riferimeto (Eveti critici Iiziatori - EI) per il

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Successioni e serie. Ermanno Travaglino

Successioni e serie. Ermanno Travaglino Successioi e serie Ermo Trvglio U successioe è u sequez ordit di umeri o di ltre grdezze, e u serie è l somm dei termii di tle sequez. U successioe si rppreset co l'espressioe,,,, ell qule è u itero positivo,

Dettagli

Capitolo 2 CALCOLO DELLE PROBABILITÀ

Capitolo 2 CALCOLO DELLE PROBABILITÀ CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE (Note didattiche) Bruo Chiadotto Fabrizio Cipollii Capitolo CALCOLO DELLE PROBABILITÀ Il calcolo delle probabilità, ato el cotesto dei giochi d azzardo si è sviluppato

Dettagli

Complessità Computazionale

Complessità Computazionale Uiversità degli studi di Messia Facoltà di Igegeria Corso di Laurea i Igegeria Iformatica e delle Telecomuicazioi Fodameti di Iformatica II Prof. D. Brueo Complessità Computazioale La Nozioe di Algoritmo

Dettagli

Distribuzioni di probabilità Unità 79

Distribuzioni di probabilità Unità 79 Prerequisiti: - Primi elemeti di probabilità e statistica. - Nozioi di calcolo combiatorio. - Rappresetazioe di puti e rette i u piao cartesiao. Questa uità iteressa tutte le scuole ad eccezioe del Liceo

Dettagli

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica ELT A-Z Docete: dott. F. Zucca Esercitazioe # 4 1 Distribuzioe Espoeziale Esercizio 1 Suppoiamo che la durata della vita di ogi membro di

Dettagli

Facoltà di Ingegneria CdL Ingegneria Informatica. Prova scritta di Analisi Matematica I COMPITO A. Lecce, 11.12.2006

Facoltà di Ingegneria CdL Ingegneria Informatica. Prova scritta di Analisi Matematica I COMPITO A. Lecce, 11.12.2006 Prova scritta di Aalisi Matematica I COMPITO A Lecce, 11.1.006 1. Dopo aver determiato il domiio aturale della fuzioe defiita dalla seguete espressioe aalitica: f(x) = 1 x x 9 calcolare la derivata e descrivere

Dettagli

TERMODINAMICA. Termodinamica pag 1 Adolfo Scimone

TERMODINAMICA. Termodinamica pag 1 Adolfo Scimone ermodiamica ag dolfo Scimoe ERMODINMIC Lo studio del comortameto fisico di u sistema, qualuque sia la sua atura, uò essere codotto seguedo due diverse descrizioi : a) uto di vista macroscoico : Si guarda

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia

Metodi Iterativi Generalità e convergenza Metodi di base Cenni sui metodi basati sul gradiente Cenni sui metodi multigriglia Itroduzioe Metodi diretti Elimiazioe di Gauss Decomposizioe LU Casi particolari Metodi Iterativi Geeralità e covergeza Metodi di base Cei sui metodi basati sul gradiete Cei sui metodi multigriglia 1 Itroduzioe

Dettagli

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione Ecoomia Iterazioale - Soluzioi alla IV Esercitazioe 25/03/5 Esercizio a) Cosa soo le ecoomie di scala? Come cambia la curva di oerta i preseza di ecoomie di scala? Perchè queste oroo u icetivo al commercio

Dettagli

Interesse e formule relative.

Interesse e formule relative. Elisa Battistoi, Adrea Frozetti Collado Iteresse e formule relative Esercizio Determiare quale somma sarà dispoibile fra 7 ai ivestedo oggi 0000 ad u tasso auale semplice del 5% Soluzioe Il diagramma del

Dettagli

Introduzione alla Statistica descrittiva. Definizioni preliminari. Definizioni preliminari. Fasi di un indagine statistica. Tabelle statistiche

Introduzione alla Statistica descrittiva. Definizioni preliminari. Definizioni preliminari. Fasi di un indagine statistica. Tabelle statistiche Itroduzioe alla Statistica descrittiva Defiizioi prelimiari È la scieza che studia i feomei collettivi o di massa. U feomeo è detto collettivo o di massa quado è determiato solo attraverso ua molteplicità

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Metodi Statistici per le decisioni d impresa (Note didattiche) Bruno Chiandotto

CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Metodi Statistici per le decisioni d impresa (Note didattiche) Bruno Chiandotto CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Metodi Statistici per le decisioi d impresa (Note didattiche) Bruo Chiadotto CALCOLO DELLE PROBABILITA Il calcolo delle probabilità, ato el cotesto dei giochi d azzardo

Dettagli

2.1. CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA

2.1. CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA Politecico di Torio Sistemi di Produzioe... CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA TEORIA DEL METODO AGLI ELEMENTI FINITI PER LA SIMULAZIONE DEI PROCESSI DI LAMIERA... Equazioe di govero Negli ultimi ai il metodo

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI VOLUMI DI INVASO PER L INVARIANZA IDRAULICA

METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI VOLUMI DI INVASO PER L INVARIANZA IDRAULICA METODO DELLE PIOGGE PER IL CALCOLO DEI OLUMI DI INASO PER L INARIANZA IDRAULICA 1. Premessa I queste brevi ote si preseta il metodo semplificato delle piogge illustradoe l implemetazioe i u foglio di calcolo

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

Teoria della probabilità. Stefano Isola

Teoria della probabilità. Stefano Isola Teoria della probabilità Stefao Isola 2 Chapter 1 Itroduzioe La preistoria del cocetto di probabilità si trova ell opiio, ell approvazioe o l accettabilità di u eveto o di u affermazioe da parte di ua

Dettagli

A = 10 log. senϕ = n n (3)

A = 10 log. senϕ = n n (3) CORSO DI LABORATORIO DI FISICA A Misure co fibre ottiche Scopo dell esperieza è la misura dell atteuazioe e dell apertura umerica di fibre ottiche di tipo F-MLD-500. Teoria dell esperieza La fisica sulla

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI APPROFONDIMENTI www.shutterstock.com/vladitto Stima di u immobile a destiazioe alberghiera di Maria Ciua (Ricercatore di Estimo Facoltà di Igegeria dell Uiversità di Palermo) I geere ell expertise immobiliare

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

1. Distribuzioni campionarie legate alla distribuzione normale. 3. Intervallo bilatero di confidenza bilatero per la frazione p di una popolazione

1. Distribuzioni campionarie legate alla distribuzione normale. 3. Intervallo bilatero di confidenza bilatero per la frazione p di una popolazione Questi esempi vi potrao essere utili come riferimeto ella ricerca di itervalli di cofideza e test di ipotesi statistiche. Per gli aggiorameti potete visitare i siti www.boch.et o www.feaor.com. Per dubbi

Dettagli

AFFIDABILITÀ. Capitolo 16 - 16.1 -

AFFIDABILITÀ. Capitolo 16 - 16.1 - Capitolo 16 AFFIDABILITÀ - 16.1 - 16.1 Itroduzioe Si defiisce affidabilità l'abilità di u dispositivo (sia esso u compoete o u sistema) di fuzioare correttamete sotto be precise codizioi d'uso per u certo

Dettagli

2.1 Isometrie 16 Traslazione 16 Simmetria centrale 16 Simmetria assiale 16 Glissosimmetrie 17 Esercizi 18 2.2 Similitudini 18 Omotetie 18

2.1 Isometrie 16 Traslazione 16 Simmetria centrale 16 Simmetria assiale 16 Glissosimmetrie 17 Esercizi 18 2.2 Similitudini 18 Omotetie 18 INDICE CAPITOLO 1 LA TRIGONOMETRIA 1.1 I teoremi classici 1 Il teorema di Carot 1 U applicazioe: la formula di addizioe del coseo 1 Il teorema dei sei Il teorema della corda 1. I problemi di trigoometria

Dettagli