Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona"

Transcript

1 Minimizzzion gli Stti in un Rt Squnzil Sinron Murizio Plsi Murizio Plsi 1

2 Sintsi i Rti Squnzili Sinron Il proimnto gnrl i sintsi si svolg ni sgunti pssi: 1. Rlizzzion l igrmm gli stti prtir ll spifih l prolm 2. Costruzion ll tll gli stti 3. Minimizzzion l numro gli stti 4. Coifi gli stti intrni 5. Costruzion ll tll ll trnsizioni 6. Slt gli lmnti i mmori 7. Costruzion ll tll ll itzioni 8. Sintsi si ll rt omintori h rlizz l funzion stto prossimo si i qull h rlizz l funzion usit Murizio Plsi 2

3 Motivzioni Il numro minimo i lmnti i mmori nssri mmorizzr gli stti ll insim S è N min = log 2 S Nl mollo i un mhin stti possono sistr gli stti rionnti L intifizion liminzion gli stti rionnti omport Rti omintori mno ostos Minori lmnti i mmori Mhin 8 stti, 1 ingrsso, 1 usit Funzioni λ, δ Mhin 4 stti, 1 ingrsso, 1 usit Funzioni λ 1, δ 1 Eliminno 4 stti Murizio Plsi 3

4 Oittivi Oittivo ll riuzion l numro gli stti è l iniviuzion i un mhin minim quivlnt, ovvro funzionlmnt quivlnt on il minimo numro i stti L riuzion vin rlizzt in u fsi Eliminzion gli stti non rggiungiili llo stto inizil Intifizion gli stti Equivlnti, pr l mhin ompltmnt spifit Comptiili, pr l mhin non ompltmnt spifit Murizio Plsi 4

5 Stti Irrggiungiili Uno stto è irrggiungiil s non sist lun squnz i trnsizion i stto h porti llo stto inizil in tl stto Trnsizion i Rst I A I B C B C D D Murizio Plsi 5

6 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Dfinizioni Sino: I α un squnz ingrsso {i j,, i k } U α, squnz usit ss ssoit ottnut ttrvrso λ s i, s j u gnrii stti Du stti s i s j pprtnnti S sono inistinguiili s U α,i = (s i, I α ) = (s j, I α ) = U α,j I α Cioè s pr qulsisi squnz i ingrsso l usit gnrt prtno s i o s j sono l stss L inistinguiilità tr s i s j si ini on s i ~ s j L rlzion i inistinguiilità go i tr proprità Riflssiv: Simmtri: Trnsitiv: s i ~ s i s i ~ s j s j ~ s i s i ~ s j s j ~ s k s i ~ s k Murizio Plsi 6

7 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Clssi i Stti Equivlnti Du stti inistinguiili sono quivlnti possono ssr sostituiti un solo stto Un gruppo i stti tr loro quivlnti può ssr rggruppto in un uni lss L insim i lssi iniviut trmin l insim i stti ll mhin minim quivlnt A B α A ~ B ; D ~ E α C β β D E γ γ Murizio Plsi 7

8 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr L finizion i inistinguiilità è i iffiil ppliilità poihé rihir i onsirr tutt l squnz i ingrsso Rgol i Pull-Ungr Du stti sono s i s j sono inistinguiili s solo s λ (s i,i) = λ (s j,i) i I ovvro l usit sono uguli pr tutti i simoli ingrsso δ (s i,i) ~ δ (s j,i) i I ovvro gli stti prossimi sono inistinguiili pr tutti i simoli ingrsso L rgol è itrtiv Murizio Plsi 8

9 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr - Esmpio 0 /0 /0 /1 /1 /1 1 /1 /1 /1 /0 /0 hnno l stss usit s gli stti futuri sono inistinguiili, ~ hnno l stss usit s gli stti futuri sono inistinguiili, ~ non è inistinguiil, poihé h un iffrnt usit Mhin minim quivlnt α β γ 0 γ /0 α /1 α /1 1 α /1 β /1 β /0 Poihé l inistinguiilità tr ipn qull tr vivrs, possimo onlur h ~, ~ L lssi i inistinguiilità sono: α ={, }, β ={}, γ ={, } Murizio Plsi 9

10 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr Poihé gli insimi I S hnno rinlità finit, opo un numro finito i pssi si vrifi un ll u onizioni s i ~s j s i simoli usit sono ivrsi o gli stti prossimi sono istinguiili s i ~s j s i simoli usit sono uguli gli stti prossimi sono inistinguiili Murizio Plsi 10

11 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr - Tll ll Implizioni L rlzioni i inistinguiilità possono ssr intifit mint l Tll ll Implizioni Mtt in rlzion ogni oppi i stti È tringolr (proprità simmtri) priv i igonl prinipl Ogni lmnto ll tll ontin Il simolo i non quivlnz (X) o i quivlnz (~) L oppi i stti ui si rimn l vrifi, s non è possiil pronunirsi sull quivlnz gli stti orrisponnti S1 S2 S3 S1,S2 S0 ~ S1 S2 Murizio Plsi 11

12 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr - Tll ll Implizioni Pr ogni oppi i stti S è mrt om quivlnt non è rihist un ultrior vrifi S si rimn un ltr oppi S qusti stti sono quivlnti nh gli stti ll oppi in sm sono quivlnti S qusti sono non quivlnti nh gli stti ll oppi in sm sono non quivlnti S gli stti ll oppi ui si rimn ipnono un oppi ultrior si ript il proimnto in moo itrtivo L nlisi trmin quno non sono più possiili liminzioni L oppi rimst sono quivlnti Murizio Plsi 12

13 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr - Tll ll Implizioni f g 0 g/0 /0 /1 /0 g/0 /1 /1 1 /1 /1 g/0 /1 /1 f/0 g/0 f g g g ~ g fg g f Murizio Plsi 13

14 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr - Tll ll Implizioni f g g g ~ g fg g Anlisi ll oppi gli stti -: -g è inistinguiil s lo è - ~ -: -g è istinguiil ~ -: - è istinguiil ~ -: -g è inistinguiil s lo è - ~ -: -g è istinguiil ~ f-: - è inistinguiil s lo è -g f~ g-: - è inistinguiil g~ g-f: - è inistinguiil s lo è -g g~f f Murizio Plsi 14

15 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr - Tll ll Implizioni ~ Clssi i inistinguiilità α = {,,} β = {,g} γ = {} δ = {f} f g ~ ~ ~ f Tll gli stti minim quivlnt α β γ δ 0 β /0 1 α /1 α /1 β /0 α /0 α /1 γ /1 δ /0 Murizio Plsi 15

16 Minimizzzion i Mhin Compltmnt Spifit Rgol i Pull-Ungr - Ossrvzioni Pr l FSM ompltmt spifit l lgoritmo i Pull-Ungr Consnt i intifir in mnir stt l FSM minim quivlnt L prtizion i quivlnz è uni (ogni stto pprtin un un sol lss) H un omplssità sponnzil on il numro i stti Murizio Plsi 16

17 Mhin non ompltmnt spifit Dfinizioni Sono mhin in ui pr lun onfigurzioni gli ingrssi stti orrnti non sono spifiti gli stti futuri /o l onfigurzioni usit Du stti s i s j si iono omptiili (s i s j ) S, ssunti om stti inizili, pr ogni possiil squnz i ingrsso (grn pir) nno luogo squnz i simoli usit intii mno i onizioni i iniffrnz Murizio Plsi 17

18 Mhin non ompltmnt spifit Rgol i Pull-Ungr Ests L omptiilità è un rlzion mno fort i qull i inistinguiilità, non vl l proprità trnsitiv A B C 1 A/- A/1 A/- 0 C/1 C/- C/0 A B; B C m A C L rgol i Pull-Ungr è stt sts pr trttr il so i mhin non ompltmnt spifit Du stti s i s j sono omptiili s solo s λ (s i,i) = λ (s j,i) i I ovunqu sono ntrmi spifiti δ (s i,i) δ (s j,i) i I ovunqu sono ntrmi spifiti L sutt finizion è riorsiv Murizio Plsi 18

19 Mhin non ompltmnt spifit Tll ll Implizioni L rlzioni i omptiilità possono ssr intifit mint l Tll ll Implizioni Ogni lmnto ll tll ontin X s in lmno un olonn vi sono usit ivrs (stti inomptiili) S i S j s l usit sono tutt uguli m i nomi gli stti futuri (S i, S j ) sono ivrsi non oiniono on qulli ll oppi i stti in sm Altrimnti (stti omptiili) Murizio Plsi 19

20 Mhin non ompltmnt spifit Tll ll Implizioni 1 /0 /0 /- /1 /- 0 /0 /0 /- /1 /- Vinoli s s s s s, s, s Murizio Plsi 20

21 Mhin non ompltmnt spifit Grfo i Comptiilità Grfo i Comptiilità (GC) I noi orrisponono gli stti Du noi n i n j sono tr loro ollgti s gli stti ssi ssoiti sono omptiili o l loro omptiilità ipn ll omptiilità l loro stto prossimo Pr ogni ro vono ssr riportti i vinoli sull omptiilità gli stti prossimi Murizio Plsi 21

22 Mhin non ompltmnt spifit Dfinizioni Clss i omptiilità (CC) Un insim i stti omptiili tr loro oppi Sul GC è rpprsntt un poligono omplto L lssi i omptiilità tr stti non sono nssrimnt isgiunt,,,,,,,, Sono tutti smpi i lssi i omptiilità Murizio Plsi 22

23 Mhin non ompltmnt spifit Dfinizioni Clss i mssim omptiilità (CMC) Clss i omptiilità non ontnut in nssun ltr lss Sul GC è iniviut un poligono omplto non ontnuto in nssun ltro {,,}: è un CMC {,,}: è un CMC {,,}: è un CMC Murizio Plsi 23

24 Mhin non ompltmnt spifit Dfinizioni Insim hiuso i lssi i omptiilità Insim i lssi i omptiilità i ui vinoli sino ontnuti in lmno un lss ll insim. Ciò grntis h tutti i vinoli sono rispttti Non è un insim hiuso i CC prhé il vinolo non è ontnuto in nssun CC E un insim hiuso i CC prhé tutti i vinoli sono ontnuti in lmno un CC Murizio Plsi 24

25 Mhin non ompltmnt spifit Dfinizioni Coprtur ll tll gli stti Insim i CC pr ui ogni stto ll tll gli stti è ontnuto in lmno un CC { {,,},{,,},{,,} } { {,},{,},{,,,},{,,} } Sono tutti smpi i oprtur Murizio Plsi 25

26 Mhin non ompltmnt spifit Minimizzzion l Numro i Stti Minimizzr il numro gli stti signifi Trovr il più piolo insim hiuso i lssi i omptiilità h opr l insim i stti su ui l mhin è finit L insim i tutt l lssi i mssim omptiilità è hiuso opr l insim gli stti ll mhin S si ssoi uno stto ogni lss i mssim omptiilità si ottin un nuov mhin on un numro i stti Possiilmnt minor i qullo i prtnz Non nssrimnt minimo Murizio Plsi 26

27 Mhin non ompltmnt spifit Rir ll Clssi i Mssim Comptiilità Un oprtur mmissiil è t ll insim ll lssi i mssim omptiilità: α ={,,} β ={,,} γ ={,,} Tl oprtur non è minim L lssi i qust oprtur oniviono ivrsi stti Murizio Plsi 27

28 Mhin non ompltmnt spifit Un uristi pr l rir ll oprtur minim 1. Inizilizzr un list L vuot 2. Finhè il grfo non è vuoto. Iniviur orinr l lssi i mssim omptiilità prsnti sul grfo pr imnsion. Iniviur l lss i omptiilità mssim i imnsion mssim prsnt sul grfo. Insrir nll list L tutti i vinoli prsnti nll lss i omptiilità onsirt. Eliminr ll list L l grfo i vinoli soisftti ll lss onsirt. Eliminr l grfo tutti i noi ( i rltivi rhi) pprtnnti ll lss i omptiilità onsirt h non pprtngono nssun vinolo prsnt nll list L /o nl grfo 3. L lssi osì iniviut formno un prtizion i omptiilità (insim i lssi i omptiilità hiuso) Murizio Plsi 28

29 Mhin non ompltmnt spifit Un uristi pr l rir ll oprtur minim Grfo i prtnz Psso 1 Psso 1,, L={} L={} Murizio Plsi 29

30 Mhin non ompltmnt spifit Un uristi pr l rir ll oprtur minim Grfo i prtnz Psso 2 Psso 2 L={} L={} grfo vuoto Coprtur iniviut: {, } Tll gli stti inizil 0 1 /0 /0 /0 /0 /- /- /1 /1 /- /- Clssi omptiilità h oprono tutti gli Tll gli stti stti h formno riott un insim hiuso 0 1 α = {,,} β = {,} α β /0 α /0 β α /1 α /1 Murizio Plsi 30

31 Mhin non ompltmnt spifit Esmpio F Grfo i prtnz Psso 1 B A CD CD CD AB D C AB Psso 1 CDE, BEF, AB, AD CDE L={AB, CD} L={AB} F A CD B CD CD C AB E A B AB E D F Murizio Plsi 31

32 Mhin non ompltmnt spifit Esmpio Grfo i prtnz Psso 2 B A F Psso 2 BF, AB BF L={AB} L={AB} A B F A B Murizio Plsi 32

33 Mhin non ompltmnt spifit Esmpio Grfo i prtnz Psso 3 A B Psso 3 AB AB L1={AB} L1={} A B Grfo vuoto Coprtur iniviut: {, f, } Murizio Plsi 33

Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona

Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona Minimizzzion gli Stti in un Rt Squnzil Sinron Murizio Plsi Murizio Plsi 1 Sintsi i Rti Squnzili Sinron Il proimnto gnrl i sintsi si svolg ni sgunti pssi: 1. Rlizzzion l igrmm gli stti prtir ll spifih l

Dettagli

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone Mhin non ompltmnt spifit Sintsi Squnzil Sinron Sintsi Comportmntl i Rti Squnzili Sinron Riuzion l numro gli stti pr Mhin Non Compltmnt Spifit Comptiilità Vrsion l 5/12/02 Sono mhin in ui pr lun onfigurzioni

Dettagli

Minimizzazione degli Stati in una macchina a stati finiti

Minimizzazione degli Stati in una macchina a stati finiti Rti Loih Sintsi i rti squnzili sinron Minimizzzion li Stti in un mhin stti initi Proimnto: Spiih Dirmm li stti Tll li stti Minimizzzion li stti Coii li stti Tll ll trnsizioni Slt lmnti i mmori Tll ll itzioni

Dettagli

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate CEFRIEL Consorzio pr l Formzion l Rir in Inggnri ll Informzion Politnio i Milno Ciruiti Squnzili Mhin Non Compltmnt Spifit Introuzion Comptiilità Riuzion l numro gli stti Mtoo gnrl FSM non ompltmnt spifit

Dettagli

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone Sintsi Squnzil Sinron Sintsi Comportmntl i Rti Squnzili Sinron Riuzion l numro gli stti pr Mhin Non Compltmnt Spiit Comptiilità Vrsion l 13/01/05 (Frrni( Antol) Mhin non ompltmnt spiit Sono mhin in ui

Dettagli

Sistemi lineari COGNOME... NOME... Classe... Data...

Sistemi lineari COGNOME... NOME... Classe... Data... Cpitolo Sistmi linri Risoluzion grfi lgri rifi pr l lss prim COGNOME............................... NOME............................. Clss.................................... Dt...............................

Dettagli

RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI

RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI 2 L soluzion dimnsionl ottiml pr signz prtiolri Rordi on snz ihir Innsti on snz ihir Clssi sondo nssità Dimtro di usit vriil Collgmnto l fondo

Dettagli

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h?

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h? 1) L unità l SI pr l tmprtur l mss sono, rispttivmnt gri grmmi klvin kilogrmmi Clsius milligrmmi Clsius kilogrmmi klvin grmmi 2) Qul mtril ffon nll olio ( = 0,94 g/m 3 )? ghiio ( = 0,92 g/m 3 ) sughro

Dettagli

Grandezze, funzioni empiriche e matematiche. 1 Stabilisci se le seguenti affermazioni sono vere o false.

Grandezze, funzioni empiriche e matematiche. 1 Stabilisci se le seguenti affermazioni sono vere o false. Grnzz unzioni Grnzz, unzioni mpirih mtmtih Grnzz irttmnt invrsmnt proporzionli Applizioni ll proporzionlità Grnzz, unzioni mpirih mtmtih Stilisi s l sunti rmzioni so vr o ls. SZ. I Un rnzz è vriil s ssum

Dettagli

Matematica 15 settembre 2009

Matematica 15 settembre 2009 Nom: Mtriol: Mtmti 5 sttmbr 2009 Non sono mmss loltrii. Pr l domnd rispost multipl, rispondr brrndo o rhindo hirmnt un un sol lttr. Pr l ltr domnd srivr l soluzion on svolgimnto ngli spzi prdisposti..

Dettagli

The cost of the material maintenance is averaged over the last 3 years.

The cost of the material maintenance is averaged over the last 3 years. Anlisi i osti i un Diprtimnto 11 TABLE 4 Dprition n mintnn osts (unit: ITL) Ctgory Y Prio Inrs vlu Annul vlu 1 Furnitur 5 1.1.90{31.12.95 219 311 127 43 862 225 2 Lirry 5 1.1.90{31.12.95 542 832 793 108

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO SERVIZIO LOGISTICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO

PROVINCIA DI TORINO SERVIZIO LOGISTICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO ALLEGATO: N. 1 PROVINCIA DI TORINO SERVIZIO LOGISTICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO MANUTENZIONE ORDINARIA E RIPARATIVA DEGLI EDIFICI PATRIMONIALI DESTINATI AD UFFICI DELLA PROVINCIA. IMPIANTI ELETTRICI

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Corso di Analisi: Algebra di Base 5^ Lezione Logaritmi. Proprietà dei logaritmi Equazioni logaritmiche. Disequazioni logaritmiche. Allegato Esercizi.

Corso di Analisi: Algebra di Base 5^ Lezione Logaritmi. Proprietà dei logaritmi Equazioni logaritmiche. Disequazioni logaritmiche. Allegato Esercizi. Corso di Anlisi: Algbr di Bs ^ Lzion Logritmi. Proprità di ritmi Equzioni ritmih. Disquzioni ritmih. Allgto Esrizi. LOGARITMI : Pr ritmo intndimo un sprssion lttrl indint un vlor numrio. Dfinizion : Si

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK R 290 31 R 290 31

SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK R 290 31 R 290 31 SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK R 290 31 R 290 31 Sgnli i siurzz pr fontnll o i mrgnz pr l ontminzion UNI 7546/3. Symols for sfty signs-ys wshing - mrgny showr. 332 Normtiv in mtri i tutl ll slut siurzz

Dettagli

Totti, 37 anni da leggenda. Un monumento vivente. Scritto da Redazione Venerdì 27 Settembre 2013 08:39 - VALERIA META

Totti, 37 anni da leggenda. Un monumento vivente. Scritto da Redazione Venerdì 27 Settembre 2013 08:39 - VALERIA META 37 nni d lggnd Un monumnto vivnt Scritto d Rdzion VALERIA META Scrivrlo sull fccit Sn Pitro potv ffttivmnt smbrr irrivrnt pr qunto l omonimo inquino dl Vticno si si mostrto prson ll mno Così gli uguri

Dettagli

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO

ESERCIZI IN PIÙ ESERCIZI DI FINE CAPITOLO L RLZIONI L FUNZIONI serizi in più SRIZI IN PIÙ SRIZI I FIN PITOLO TST Nell insieme ell figur, l relzione rppresentt goe ell o elle proprietà: TST L relzione «essere isenente i», efinit nell insieme egli

Dettagli

ANTON FILIPPO FERRARI

ANTON FILIPPO FERRARI ANTON FILIPPO FERRARI L Rom lo h prticmnt prso C è un ccordo mssim vnno dfiniti i dttgli in pr tic l controprtit tcnich Ngli ultimi du nni molti tifosi itlini in prticolr qulli dll Uns lo hnno conosciuto

Dettagli

! è l'insieme A degli attributi di ! $ B IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE: PROBLEMI IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE

! è l'insieme A degli attributi di ! $ B IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE: PROBLEMI IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE IL PROBLEMA DELLE VISTE MATERIALIZZATE: PROBLEMI Le viste nei DBMS relzionli Utilità elle viste mterilizzte per l'eseuzione i interrogzioni Venite(ProutI, NegozioI,

Dettagli

Bar Pasticceria Gelateria

Bar Pasticceria Gelateria Br Pstiri Gltri BRETELLE FASHION STREET Un st lgnt, prtio trny. Lo stil inononiil ll rtll ll ultim mo in tssuto nim rsistnt ll lt prstzioni pr un shion strt inimitil. Un look qullo ll rtll inroit sull

Dettagli

Droga, il punto del comando provinciale dell'arma Mercoledì 06 Agosto 2014 16:59

Droga, il punto del comando provinciale dell'arma Mercoledì 06 Agosto 2014 16:59 Drog, il pto comndo provcil l'arm Mrcoldì 06 Agosto 2014 16:59 REGGIO CALABRIA 6 go. - Costnt d cssnt è il controllo trritorio l zion rprssiv svolt i Crbiri nll provci Rggio Clbri nl consto ll produzion

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Diagrammi di Influenza (Influence Diagrams: ID)

Diagrammi di Influenza (Influence Diagrams: ID) Digrmmi di Influnz (Influnc Digrms: ID) Linguggio pr l rpprsntzion grfic di prolmi dcisionli Crttristich vntggi prmttono un rpprsntzion dll struttur gnrl dl prolm, st su un pproccio visul prmttono di formlizzr

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

CORSO DI TOPOGRAFIA A - A.A. 2006-2007 ESERCITAZIONI - 09.05.07 ALLEGATO al file Esercizi di geodesia. r a. Z c. nella quale

CORSO DI TOPOGRAFIA A - A.A. 2006-2007 ESERCITAZIONI - 09.05.07 ALLEGATO al file Esercizi di geodesia. r a. Z c. nella quale CORSO DI TOPOGRAFIA A - A.A. 6-7 ESERCITAZIONI - 9.5.7 ALLEGATO l fil Esrcizi di godsi Ellissoid trrstr Fin dll scond mtà dl VII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

COTA NSW SONDAGGIO CLIENTI 2016

COTA NSW SONDAGGIO CLIENTI 2016 COTA NSW SONDAGGIO CLIENTI 2016 Prlimo i om trsorrr il tuo tmpo. Complti il sonio prtipi ll strzion pr vinr un ip. Grzi pr il tmpo ito ompilr il nostro sonio su om trsorr il suo tmpo. L ssiurimo h tutt

Dettagli

Modelli equivalenti del BJT

Modelli equivalenti del BJT Modll ulnt dl JT Pr lo studo dll pplczon crcutl dl JT, s è rso opportuno formulr d modll ulnt dl dsposto ch srssro rpprsntr n modo connnt l suo comportmnto ll ntrno d crcut. A scond dl tpo d pplczon (mplfczon

Dettagli

CHIARA ZUCCHELLI. Florenzi, arriva il premio: contratto fino al 2016 e stipendio aumentato. Scritto da Redazione Giovedì 04 Ottobre 2012 07:31 -

CHIARA ZUCCHELLI. Florenzi, arriva il premio: contratto fino al 2016 e stipendio aumentato. Scritto da Redazione Giovedì 04 Ottobre 2012 07:31 - Flornzi rriv il prmio: contrtto fino l 2016 stipno umntto CHIARA ZUCCHELLI Il prmio più mritto rrivto Com nnuncito si d Sbtini si dl suo gnt Alssndro Lucci rrivto il rinnovo dl contrtto Alssndro Flornzi

Dettagli

SUPERFICIE CONVENZIONALE VENDIBILE

SUPERFICIE CONVENZIONALE VENDIBILE CATASTO (*) Utilizza suprfici catastal (si COMPRAVENDITA DI IMMOBILI RESIDENZIALI UNIFAMILIARI NORMA UNI 10750 (**) Utilizza suprfici convnzional vndibil (si MERCATO DI MODENA (***) (si R/2 A/7 Abitazioni

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

ANALISI STRUTTURALE sistema STRUTTURA STRUTTURA. I modelli meccanici possono suddividersi in: MODELLI CONTINUI. STRUTTURA = modello meccanico

ANALISI STRUTTURALE sistema STRUTTURA STRUTTURA. I modelli meccanici possono suddividersi in: MODELLI CONTINUI. STRUTTURA = modello meccanico AZIONI ANALISI STRUTTURALE sistma STRUTTURA STATO I modlli mccanici possono suddividrsi in: MODELLI CONTINUI Forz Coazioni STRUTTURA = modllo mccanico IDEALIZZAZIONE DELLA STRUTTURA Posizion Vlocità Acclrazion

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

Guida di riferimento per l'installatore e per l'utente

Guida di riferimento per l'installatore e per l'utente Gui i rifrimnto pr l'instlltor pr l'utnt Climtizztor Sistm VRV IV REYQ8T7Y1B REYQ10T7Y1B REYQ12T7Y1B REYQ14T7Y1B REYQ16T7Y1B REYQ18T7Y1B REYQ20T7Y1B REMQ5T7Y1B Gui i rifrimnto pr l'instlltor pr l'utnt

Dettagli

MODELLI DEI SISTEMI ELETTROMECCANICI

MODELLI DEI SISTEMI ELETTROMECCANICI Ing Mrigrzi Dotoli Controlli Autotici NO (9 CFU) Modlli di Sisti Elttroccnici MODELLI DEI SISTEMI ELETTROMECCANICI Nl sguito ci occupio dll odllzion di sisti ibridi ch cobinno sisti lttrici con sisti ccnici,

Dettagli

RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. L. LAGRANGE Szioni ssocit ITI G.L. Lgrng - IPSEOA G. Brr Vi A. Litt Moignni, 65-20161 MILANO Tl. 02 66222804/54 Fx 02 66222266 RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL

Dettagli

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Gui i instllzion rpi Inizio MFC-J6510DW MFC-J6710DW Lggr nzitutto l Opusolo su Siurzz rstrizioni lgli prim i onfigurr l pprhio. Quini, lggr l prsnt Gui i instllzion rpi pr onfigurr instllr orrttmnt il

Dettagli

Crisi occupazionale, ammortizzatori sociali e riforma pensionistica Elisabetta Pedrazzoli* La riforma previdenziale Legge n. 214 del 22 dicembre 2011

Crisi occupazionale, ammortizzatori sociali e riforma pensionistica Elisabetta Pedrazzoli* La riforma previdenziale Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 Tmi Crisi occupzionl, mmortizztori socili riform pnsionistic Elisbtt Pdrzzoli* Prmss L ttul situzion conomic è crttrizzt dl prdurr di un fort crisi con tutt l consgunz ch ciò comport sui livlli occupzionli.

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

La statistica nei test Invalsi

La statistica nei test Invalsi L sttisti nei test Invlsi 1) Osserv il grfio seguente he rppresent l distriuzione perentule di fmiglie per numero di omponenti, in se l ensimento 2001.. Qul è l perentule di fmiglie on 2 omponenti? Rispost:..%.

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

SPERIMENTAZIONE PROGETTO TELELAVORO CUSTOMER SERVICES

SPERIMENTAZIONE PROGETTO TELELAVORO CUSTOMER SERVICES 1 SPERIMENTAZIONE PROGETTO TELELAVORO CUSTOMER SERVICES 21 Luglio 2008 2 SPERIMENTAZIONE TELELAVORO Contct Cntr coinvolti: Rom (2 prson) Npoli (8 prson) Srvizi gstiti in tllvoro: 186 Rom Off Lin Npoli

Dettagli

ELENCO PREZZI AREE VERDI

ELENCO PREZZI AREE VERDI ALLEGATO B) AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ELENCO PREZZI AREE VERDI MANO D OPERA I przzi ll no opr pplir sono qulli i sguito lnti sunti l Przzirio ll Assoizion Itlin Costruttori l Vr (www.ssovr.it) Dsrizion

Dettagli

Logiche programmabili. Dispositivi Programmabili. Logiche programmabili - Modalità di programmazione. Connessioni

Logiche programmabili. Dispositivi Programmabili. Logiche programmabili - Modalità di programmazione. Connessioni Logihe progrmmili ispositivi Progrmmili ispositivi Progrmmili: lle ROM i CPL Introduzione ROM (Red Only Memory) (Progrmmle Logi Arry) PAL (Progrmmle Arry Logi) e PAL vnzte CPL(Complex Progrmmle Logi evies)

Dettagli

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y.

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y. INTRODUZIONE Ossrviamo, in primo luogo, ch l funzioni sponnziali sono dlla forma a con a costant positiva divrsa da (il caso a è banal pr cui non sarà oggtto dl nostro studio). Si possono allora vrificar

Dettagli

MACCHINE TRACCIALINEE ED ACCESSORI

MACCHINE TRACCIALINEE ED ACCESSORI MHIN TRILIN D SSORI D M PR SGNLTI ORIZZONTL G G N H I L F F ON MISURTOR STRDL INORPORTO FIGUR QT'. 2400MTRMT000 MHIN TRILIN 2400MTRMT0002 MHIN TRILIN 2400MTRMT0003 MHIN TRILIN D 2400MTRPM0005 PISTOL MNUL

Dettagli

Heating Modulis Ramp RTS

Heating Modulis Ramp RTS www.somfy.om Rf. 5066A PT ES EN DE NL FR Hting Moulis Rmp RTS 5066X00_HMR_Rmp_RTS.in 9/04/09 8::9 Gui ll instllzion Hting Moulis Rmp RTS. Introuzion 7. Avvrtnz 7. Siurzz rsponsilità 7. Instllzion 8. Contnuto

Dettagli

Corso di Modellistica dei Sistemi Biologici A.A. 2008/09. Cinetiche di Reazione

Corso di Modellistica dei Sistemi Biologici A.A. 2008/09. Cinetiche di Reazione Coro di Modlliti di Sitmi Biologii A.A. 8/9 Cintih di Rzion Dont: ing. Crlo Contino Lb. di Biomtroni E-mil: rlo.ontino@uniz.it Tl: 96-69-45 URL: http://bioinggnri.uniz.it http://wpg.unin.it/ron Univrità

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

Italienisch. Kompetenzaufbau

Italienisch. Kompetenzaufbau tlinish Komptnzuu Elmnt s Komptnzuus Witr normtionn zu n Elmntn s Komptnzuus sin im Kpitl Ürlik un Anlitun zu inn. mprssum Hrusr: Dutshshwizr Erzihunsirktorn-Konrnz (D-EDK) D-EDK Gshätsstll, Zntrlstrss

Dettagli

Corso di Laurea in Economia Matematica per le applicazioni economiche e finanziarie. Esercizi 4

Corso di Laurea in Economia Matematica per le applicazioni economiche e finanziarie. Esercizi 4 Corso di Laura in Economia Matmatica pr l applicazioni conomich finanziari Esrcizi 4 Vrificar s l sgunti funzioni, nll intrvallo chiuso indicato, soddisfano l ipotsi dl torma di Roll, in caso affrmativo,

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6.

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6. Corso di laura: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta PRECORSI DI MATEMATICA PROPORZIONI Ossrvar l sgunti figur: Cosa possiamo dir di ss? Ch la suprfici dlla figura A sta alla suprfici dlla figura B com sta a 6.

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Elenco ufficiale delle località con il numero postale d avviamento e il perimetro Informazioni sul prodotto

Elenco ufficiale delle località con il numero postale d avviamento e il perimetro Informazioni sul prodotto Dipartimnto fdral dlla difsa, dlla protzion dlla popolazion dllo sport DDPS Uffiio fdral di topografia swisstopo Elno uffiial dll loalità on il numro postal d avviamnto il primtro Informazioni sul prodotto

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE "G. SOMMEILLER" 10129 TORINO

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE G. SOMMEILLER 10129 TORINO RIEPILOGO ENTRTE ggr. ccrtt riscoss Inizili Riscossi Rimsti Voc 01 vnzo i mministr utilizzto 01 vnzo Non vincolto 02 vnzo Vincolto 02 Finnzimnto llo Stto 01 Dot Orinri 02 Dot prqutiv 03 ltri finnzimnti

Dettagli

1) La probabilità di ciascun evento elementare è non negativa. 2) La somma delle probabilità di tutti gli eventi elementari vale 1.

1) La probabilità di ciascun evento elementare è non negativa. 2) La somma delle probabilità di tutti gli eventi elementari vale 1. CAPITOLO SECONDO CALCOLO DELLE PROBABILITÀ Spazi di probabilità, vnti smplici d vnti composti Indichiamo con S lo spazio dgli vnti. Esso è un insim, i cui lmnti sono dtti vnti. Nl lancio di un dado, lo

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Automazione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME. 11 febbraio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico i Milno Fcoltà i Ingegneri ell Automzione INFORMATICA INDUSTRIALE Appello COGNOME E NOME ebbrio 2008 RIGA COLONNA MATRICOLA Il presente plico pinzto, composto i quttro ogli (ronte/retro)eve

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

] + [ ] [ ] def. ] e [ ], si ha subito:

] + [ ] [ ] def. ] e [ ], si ha subito: OPE OPERAZIONI BINARIE Definizione di operzione inri Dto un insieme A non vuoto, si him operzione (inri) su A ogni pplizione di A in A In generle, un'operzione su A viene indit on il simolo Se (x, y) è

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Studio di funzione. R.Argiolas

Studio di funzione. R.Argiolas Studio di unzion R.Argiolas Introduzion Prsntiamo lo studio dl graico di alcun unzioni svolt durant l srcitazioni dl corso di analisi matmatica I assgnat nll prov scritt. Ringrazio anticipatamnt tutti

Dettagli

la confezione e controllare i componenti Gruppo tamburo (compresa la cartuccia toner iniziale)

la confezione e controllare i componenti Gruppo tamburo (compresa la cartuccia toner iniziale) Guid di instllzion rpid Inizio MFC-8370DN MFC-8380DN Prim di potr utilizzr l pprcchio, lggr qust Guid di instllzion rpid pr l corrtt impostzion instllzion. Pr consntir un utilizzo immdito dll'pprcchio,

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà.

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà. Corpo di Polizia Provincial 3 Corso di Formazion pr Opratori Volontari pr Cntri di Primo Soccorso Cntri di Rcupro Animali Slvatici Friti o in difficoltà. (Opratori da impigar prsso il Cntro di Rcupro Animali

Dettagli

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k 1 AMMORTAMENTO AMMORTAMENTO Dbito inizial D 0 si volv (al tasso fisso t) D k = D k-1 (1+t) R k [D k dbito (rsiduo) al tmpo k, R k pagamnto al tmpo k ] Condizioni [D n =0 : stinzion dl dbito in n priodi

Dettagli

A.A.2009/10 Fisica 1 1

A.A.2009/10 Fisica 1 1 Mhine termihe e frigoriferi Un mhin termi è un mhin he, grzie un sequenz i trsformzioni termoinmihe i un t sostnz, proue lvoro he può essere utilizzto. Un mhin solitmente lvor su i un ilo i trsformzioni

Dettagli

costo per colonna di n. 10 appartamenti... costo per appartamento...

costo per colonna di n. 10 appartamenti... costo per appartamento... 6 IMPIANTI IDRO-SANITARI 01 PREZZI INFORMATIVI DELL'EDILIZIA 015044 Colonn i srio onossornt, rzion l uoo lss M1, rlizzt on tuzioni rori in mtril trmoplstio, 1 mm, spssor 5 mm, omplt i vntilzion primri

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Esercitazioni di Elettrotecnica: circuiti in regime stazionario

Esercitazioni di Elettrotecnica: circuiti in regime stazionario Maffucc: rcut n rgm stazonaro r- Unrstà dgl Stud d assno srctazon d lttrotcnca: crcut n rgm stazonaro ntono Maffucc r sttmbr Maffucc: rcut n rgm stazonaro r- Sr paralllo parttor S alcolar la rsstnza qualnt

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

a e Tutte le donne del mondo sono produttrici di cibo. Più della metà di loro

a e Tutte le donne del mondo sono produttrici di cibo. Più della metà di loro Rubric: Lvoro slut Slut lvoro dll donn nl sttor grolimntr: risultti di un indgin sul cmpo Irn Figà-Tlmnc* Tutt l donn dl mondo sono produttrici di cibo. Più dll mtà di loro (53%) sono nch lvortrici dl

Dettagli

La contabilizzazione dei derivati: alcune problematiche

La contabilizzazione dei derivati: alcune problematiche Luc Frncsco Frncsch Dottor Commrcst Docnt Fnnz Aznd (Unvrstà Cttolc Mno) L contbzzzon d drvt: cun problmtch 12 mrzo 2009 Anno 2009 Strumnt fnnzr drvt -1- Agnd Crs d mrct fnnzr: problm dll modtà contbzzzon

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CALUSCO D'ADDA (BG)

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CALUSCO D'ADDA (BG) RENDICONTO PROGETTO/TTIVIT' ISTITUTO COMPRENSIVO STTLE 04 RIEPILOGO ENTRTE COMPETENZ ggr. ccrtt riscoss Inizili Riscossi Rimsti Voc 01 vnzo i mministr utilizzto 01 vnzo Non vincolto 02 vnzo Vincolto f=-

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI Dal libro di tsto Zinkiwicz Taylor, Capitolo 14 pag. 398 Il mtodo dgli lmnti finiti fornisc una soluzion approssimata dl problma lastico; tal approssimazion driva non dall avr discrtizzato il dominio in

Dettagli

Studio AnnaFileppoGrafica Cossato - Biella NR. 50 100 7113 UNI EN ISO 90001:2000

Studio AnnaFileppoGrafica Cossato - Biella NR. 50 100 7113 UNI EN ISO 90001:2000 tuio nnfilppogric ossto Bill NR. 7 UNI EN IO 00:00 OMR s.n.c. i. Rppucci &. Viglino Bills (BI) ITLI Vi l Mglio, 9/H Tl. +9.0... / +9.9..0. Fx +9.0... www.ocrinox.it ino@ocrinox.it INIE INEX NORME GENERLI

Dettagli

Corso di Fisica Tecnica (ING-IND/11). 1 anno laurea specialistica in architettura: indirizzo città Docente: Antonio Carbonari

Corso di Fisica Tecnica (ING-IND/11). 1 anno laurea specialistica in architettura: indirizzo città Docente: Antonio Carbonari Corso di Fisic cnic (ING-IND/). nno lur spcilistic in rchitttur: indirizzo città Docnt: Antonio Crbonri Cpitolo I Il sistm città l uso pproprito dll nrgi.. Introduzion Un insdimnto urbno è un sistm strmmnt

Dettagli

GUIDA ALL USO Gestione Ricambi e Ordini

GUIDA ALL USO Gestione Ricambi e Ordini GUI LL USO Gestione Ricambi e Ordini INI GSTION RIMI ORINI pag. 1 SLT MHIN pag. 2 INI LL TVOL pag. 3 TVOL pag. 5 INSRIMNTO PRTIOLR pag. 6 ORIN PRTO pag. 8 GGIUNGI RTIOLO pag. 9 OMPLT ORIN pag. 10 STORIO

Dettagli

PRESTAZIONI DEGLI ORGANISMI EDILIZI STRUTTURE COMMERCIALI E UFFICI STRUTTURE COMMERCIALI B 187

PRESTAZIONI DEGLI ORGANISMI EDILIZI STRUTTURE COMMERCIALI E UFFICI STRUTTURE COMMERCIALI B 187 PRSTZIONI LI ORNISMI ILIZI STRUTTUR COMMRCILI UICI STRUTTUR COMMRCILI 1. CRITRI I CLSSIICZION RTICOLZION I POSTI I LVORO CRITRI I CLSSIICZION LL UICI Le strutture per uffici possono essere classificate

Dettagli

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I Srvizio Tnio i Bino Romgn S i Rimini Lvori: 11162_INTERVENTI DI MITIGAZIONE DEL DISSESTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE SP. 84 VALPIANO MIRATOIO, IN LOCALITA CA GUIDI LA PETRA, IN COMUNE

Dettagli

Componenti per l elaborazione binaria dell informazione. Sommario. Sommario. Approfondimento del corso di reti logiche. M. Favalli.

Componenti per l elaborazione binaria dell informazione. Sommario. Sommario. Approfondimento del corso di reti logiche. M. Favalli. Sommrio Componenti per l elorzione inri ell informzione Approfonimento el orso i reti logihe M. Fvlli Engineering Deprtment in Ferrr Porte logihe 2 Il livello swith 3 Aspetti tenologii 4 Reti logihe omintorie

Dettagli

Costruiamo un aquilone SLED

Costruiamo un aquilone SLED Costruimo un quon SLED Sgnr sul sgmnto cod du rifrimnti 3 cm dgli spigoli (vrso l'trno) poi sul bordo ntrior dll du li 11 cm dgli spigoli (vrso l'strno); qusto punto si dvono pplicr l du mnich sul bordo

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6.

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6. Corso di laura: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta PRECORSI DI MATEMATICA PROPORZIONI Ossrvar l sgunti figur: Cosa possiamo dir di ss? Ch la suprfici dlla figura A sta alla suprfici dlla figura B com sta a 6.

Dettagli

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI

COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI COMBINAZIONI DI CARICO SOLAI (ppunti di Mrio Zfonte in fse di elorzione) Ai fini delle verifihe degli stti limite, seondo unto indito dll normtiv, in generle le ondizioni di rio d onsiderre, sono uelle

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

8. INSTALLAZIONE/GUIDA AL COLLEGAMENTO DEI FILI Prima di cominciare

8. INSTALLAZIONE/GUIDA AL COLLEGAMENTO DEI FILI Prima di cominciare 8. INSTALLAZIONE/GUIDA AL COLLEGAMENTO DEI FILI Prima i cominciar 1. Qust unità è stata isgnata sclusivamnt pr automobili con un alimntazion a 12 V, massa ngativa. 2. Lggt qust istruzioni attntamnt. 3.

Dettagli