La legge di Lenz - Faraday Neumann

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La legge di Lenz - Faraday Neumann"

Transcript

1 1 La legge di Lenz - Faaday Neumann Il flusso del campo magnetico B Pe dae una veste matematica alle conclusioni delle espeienze viste nella lezione pecedente, abbiamo bisogno di definie una nuova gandezza fisica che tenga conto del numeo di linee del campo magnetico che attavesano una data supeficie S Consideiamo una spia posta in un campo magnetico unifome B Sia S la supeficie acchiusa dalla spia Definiamo flusso del campo magnetico B che attavesa la supeficie S la gandezza Φ (B ) (il simbolo Φ è la lettea geca fi) ottenuta dal podotto della supeficie S pe la componente del vettoe B pependicolae alla supeficie stessa: Φ ( B ) = B S = B S cosα Nel SI l unità di misua del flusso Φ (B ) del campo magnetico è il webe (Wb), dato da: webe = tesla meto (Wb = T m ) L angolo α è quello fomato dal vettoe B e dal vesoe n (vettoe di lunghezza unitaia) pependicolae alla supeficie S Il veso di n indica quale faccia della supeficie stiamo consideando Pe esempio, il foglio di cata della figua pesenta due supefici: quella supeioe e quella infeioe La faccia che si considea è quella dalla quale il vesoe n è uscente: quella supeioe nel caso a, infeioe nel caso b Il valoe del flusso dipende dall oientazione della supeficie ispetto al campo magnetico, in paticolae: quando la supeficie è pependicolae alle linee del campo magnetico il flusso Φ (B ) che l attavesa è massimo; se le linee del campo hanno lo stesso veso di n, l angolo α è nullo e il flusso vale Φ ( B ) = B S ; se il veso delle linee è opposto a quello di n, l angolo α vale 180 e si ha Φ ( B ) = B S ; quando la supeficie è paallela alle linee del campo, cioè pe α = 90, il flusso è nullo La fomula del flusso del campo magnetico può essee scitta utilizzando il podotto scalae ta il vettoe B e il vesoe n v ; infatti: Φ ( B) = B S n = B S cosα Se nel campo magnetico si tova un solenoide fomato da N spie, il flusso che lo attavesa è N volte quello che attavesa una spia: Φ ( B ) = N B S cosα Esempio 1 Calcolo del flusso che attavesa un solenoide posto in posizioni diffeenti in un campo magnetico Consideiamo un solenoide composto da 000 spie, ciascuna delle quali ha un diameto di 10,0 cm, immeso in un campo magnetico di intensità B = 1,1 T Calcoliamo il flusso del campo magnetico che attavesa il solenoide quando l asse del solenoide: a) è paallelo alle linee di campo; b) foma con le linee del campo un angolo di 60 ; c) è pependicolae alle linee del campo Sciviamo i dati del poblema Numeo delle spie del solenoide N = 000 diameto di ciascuna spia = 10,0 cm intensità del campo magnetico B = 1,1 T Angolo ta l asse del solenoide e il vettoe B α 1 = 0 ; α = 60 ; α 3 = 90 Incognite Intensità del flusso Φ (B ) del campo magnetico che attavesa il solenoide pe i te valoi dell angolo α Analisi e soluzione La diezione dell asse del solenoide coincide con il vesoe n nomale alla supeficie delle spie Calcoliamo la supeficie S di ciascuna spia: S = π = 3,14 (5,00 10 m) = 7,85 10 m

2 Pe α 1 = 0 otteniamo: Φ (B ) = N B S cosα = 000 1,1 T 7,85 10 m cos 0 = 176 Wb Pe α = 60 otteniamo: Φ (B ) = 000 1,1 T 7,85 10 m cos 60 = 88,0 Wb Pe α 3 = 90 otteniamo: Φ (B ) = 000 1,1 T 7,85 10 m cos 90 = 0 La legge di Lenz Faaday Neumann Nelle espeienze iguadanti l induzione elettomagnetica abbiamo ossevato che ogniqualvolta vaia il numeo delle linee del campo magnetico che attavesano la supeficie delle spie di un solenoide, in esso si manifesta una coente elettica (coente indotta) Poiché in geneale una coente elettica è dovuta a una foza elettomotice, la vaiazione del numeo delle linee del campo magnetico induce nel solenoide una fe che genea la coente indotta Tenuto conto che il flusso del campo magnetico appesenta il numeo delle linee di foza che attavesano la supeficie consideata, possiamo die che ogni vaiazione di flusso del campo magnetico che attavesa una spia o una bobina genea in essa una fe indotta La fe indotta pemane nel cicuito fintanto che dua la vaiazione di flusso Inolte, più apida è la vaiazione di flusso, maggioe è l intensità della fe indotta Questi isultati sono espessi dalla Legge di Faaday-Neumann: In un cicuito elettico chiuso attavesato da un flusso vaiabile di campo magnetico, viene indotta una foza elettomotice che isulta diettamente popozionale alla vaiazione di flusso del campo Φ (B ) e invesamente popozionale all intevallo di tempo duante il quale avviene tale vaiazione Si constata inolte che il veso della coente indotta è tale da ceae un flusso di campo magnetico che si oppone alla causa che l ha geneata, cioè alla vaiazione del flusso del campo magnetico induttoe (legge di Lenz) Le due leggi vengono agguppate in un unica fomula matematica che espime la legge di Lenz Φ( B) Φ( B ) Faaday-Neumann: f e = In essa il appoto appesenta la legge di Faaday Neumann; il segno appesenta la legge di Lenz Se R è la esistenza della spia, l intensità della Φ( B) coente indotta si calcola applicando la I legge di Ohm: i = R Ossevazioni a) Dalla legge di Faaday-Neumann deduciamo che se non vaia il flusso che attavesa una spia immesa in un campo magnetico, non si ha coente indotta Consideiamo pe esempio una spia che si muove con velocità v pependicolamente alle linee di un campo magnetico unifome e completamente immesa nel campo Pu essendoci moto elativo ta la spia e il campo, la supeficie della spia attavesata dal flusso non cambia e quindi il flusso non vaia, petanto nella spia non si manifesta la coente indotta Pe ottenee la coente indotta occoe che duante il movimento una pate della spia sia all esteno del campo magnetico in modo da aumentae o diminuie la supeficie attavesata dalle linee del campo, oppue che essa uoti immesa nel campo affinché, vaiando l angolo ta il vettoe B e il vesoe n, si abbia una coispondente vaiazione del flusso che l attavesa b) La vaiazione del flusso del campo magnetico induttoe può essee causata non soltanto dal movimento elativo ta un magnete e una spia o ta un elettomagnete e una spia, ma anche dalla vaiazione del campo geneato dall elettomagnete Ricodiamo la fomula che pemette di calcolae N i il campo magnetico geneato da un solenoide: B = µ 0 µ Il campo dell elettomagnete può l essee modificato vaiando la coente che lo pecoe oppue inseendo in esso un nucleo di

3 3 mateiale feomagnetico, in modo da aumentae la pemeabilità magnetica e coispondentemente il campo ceato Esempio Calcolo della fe indotta in un solenoide dalla vaiazione di flusso dovuta a una vaiazione di coente o della pemeabilità del nucleo del solenoide Un solenoide di 000 spie di supeficie 7, m, lungo 0,100 m, pecoso da una coente di 0,800 A, è avvolto sopa un alto solenoide di 500 spie dello stesso diameto e della stessa lunghezza Calcola la fe indotta nel secondo solenoide nel caso in cui: a la coente nel pimo solenoide diventi 1,00 A in un intevallo di tempo di 0,100 s b mantenendo costante la coente di 0,800 A, venga intodotto nei solenoidi in un intevallo di tempo di 1,50 s un nucleo caatteizzato da µ = 4000 Sciviamo i dati Numeo di spie del solenoide induttoe N 1 = 000 Supeficie delle spie dei solenoidi S = 7, m Intensità della coente nel solenoide induttoe i 1 = 0,800 A Numeo di spie del solenoide indotto N = 500 Lunghezza dei solenoidi l = 0,100 m Caso a: intensità finale della coente nel solenoide induttoe i = 1,00 A intevallo di tempo di vaiazione della coente 1 = 0,100 s Caso b: pemeabilità magnetica del nucleo inseito µ = 4000 intevallo di tempo di inseimento del nucleo = 1,50 s Incognite La fe indotta ispettivamente nel caso a) e nel caso b) Analisi e soluzione Caso a Calcoliamo il campo magnetico iniziale geneato dal solenoide induttoe: N1i1 7 N 000 0,800 A B1 = µ 0 = 1,56 = 0, 01T l A 0,100 m Calcoliamo il flusso del campo magnetico che attavesa il secondo solenoide: 3 Φ( B ) = N S B1 = 500 7,85 m 0,01T = 0,789 Wb Calcoliamo oa il campo magnetico dopo la vaiazione di coente nel solenoide induttoe: 6 N 000 1,00 A B 1 = 1,56 = 0,301T Calcoliamo il nuovo flusso che attavesa il secondo A 0,100m 3 solenoide: Φ( B ) = N S B1 = 500 7,85 m 0,301T = 1,18 Wb Deteminiamo l intensità della fe indotta nella seconda spia: Φ( B) 1,18 Wb-0,789 Wb f e = = = 3,91V 1 0,100s Caso b Inseendo nei solenoidi un nucleo, il campo magnetico del solenoide induttoe diventa: B1 = µ B1 = ,01= 804T Il valoe del flusso del campo che attavesa il secondo solenoide 3 3 diventa: Φ( B ) = N S B1 = 500 7,85 m 804T = 3,16 Wb 3 Φ( B) 3,16 Wb-0,789 Wb 3 Il valoe della fe indotta è dato da: f e = = =,11 V 1,50s 1 c) La legge di Lenz stabilisce che se pe esempio un magnete si avvicina a una spia e quindi aumenta il flusso magnetico che la attavesa, nella stessa spia viene indotta una coente che a sua volta cea un campo magnetico opposto a quello induttoe Se il magnete si allontana dalla spia, il flusso magnetico che la attavesa diminuisce e la coente indotta cea un campo magnetico nello stesso veso di quello del magnete In alti temini, se pe esempio un magnete si affaccia alla spia con il suo polo nod, la coente indotta cea un campo magnetico con il polo nod che si oppone

4 4 all avvicinamento del nod della calamita Quando invece il nod del magnete si allontana dalla spia, la coente indotta cea un campo magnetico tale da attiae il nod del magnete d) La legge di Lenz è una conseguenza del pincipio di consevazione dell enegia Quando avviciniamo a una spia un magnete, questo viene espinto dal campo magnetico geneato dalla coente indotta Se allontaniamo il magnete dalla spia, esso viene attatto dal campo magnetico indotto In ogni caso dobbiamo vincee una esistenza e quindi compiee lavoo Si dimosta che questo lavoo isulta uguale alla quantità di enegia dissipata pe effetto Joule dalla coente indotta nella spia: L = R i Se non valesse la legge di Lenz il veso della coente indotta saebbe tale da geneae un campo magnetico che favoiebbe il movimento del magnete spostandolo senza dove compiee un lavoo Nella spia si avebbe quindi dell enegia dissipata in caloe senza che essa venga fonita al sistema sotto foma di lavoo Esempio 3 Calcolo della coente indotta in un solenoide Consideiamo un solenoide di spie in cui il aggio delle spie è,50 c Esso è immeso in un campo magnetico di intensità B = 0, T Vogliamo calcolae l intensità della coente indotta quando il campo magnetico passa a 1, T in 5,00 10 s La esistenza del solenoide vale R = 9,0 Ω Sciviamo i dati del poblema Numeo delle spie del solenoide N = Raggio delle spie =,50 cm =,50 10 m Intensità iniziale del campo magnetico B 0 = 0, T Intensità finale del campo magnetico B f = 1, T Intevallo di tempo della vaiazione = 5,00 10 s Resistenza elettica del solenoide R = 9,0 Ω Incognite Intensità della coente indotta i Analisi e soluzione Duante la vaiazione del campo magnetico che attavesa il solenoide viene indotta in esso una fe che detemina una coente Calcoliamo l intensità di questa coente applicando la I legge di Ohm: f e indotta i = La fe indotta è data dalla legge di Lenz-Faaday-Neumann, pe cui dobbiamo R calcolae dappima la vaiazione di flusso che attavesa il solenoide: Φ( B) = N π ( B f B0 ) = ,14 (,50 m) ( 1,480 T 0,740 T) = 0,145 Wb Φ( B) 0,145 Wb Il valoe della fe indotta è dato da: f e = = =,90 V 5,00 s,90v Calcoliamo oa l intensità della coente indotta: i = = 0,100 A 9,0Ω

5 5 L induzione elettomagnetica nel quotidiano Il pickup della chitaa elettica Pe acquisie il suono podotto da ciascuna coda, nelle chitae elettiche si utilizzano i pickup, che sono micofoni posti sotto ogni coda e il cui funzionamento si basa sul fenomeno dell induzione elettomagnetica Il pickup è costituito da un solenoide avvolto su un magnete pemanente La coda è di acciaio e il tatto posto sopa il pickup viene magnetizzato dal campo del magnete pemanente Quando la coda viba si avvicina e si allontana peiodicamente dal magnete e fa vaiae il flusso del campo magnetico che attavesa la bobina, inducendo in essa una coente Questa coente, amplificata, mette in funzione l altopalante che ipoduce il suono emesso dalla coda La testina di lettua di un egistatoe a nasto Le infomazioni (suono, voce, musica) egistate su un nasto magnetico sono costituite da una successione di piccole zone magnetizzate secondo vaie oientazioni su un nasto La ipoduzione di tali infomazioni è affidata a una testina di lettua, cioè a un meccanismo che sfutta il fenomeno dell induzione elettomagnetica La testina è costituita da una bobina avvolta su un mateiale feomagnetico che pesenta un inteuzione di fonte al nasto magnetizzato Il flusso vaiabile in intensità diezione e veso podotto delle zone magnetizzate del nasto che scoe investe la bobina e induce in essa una coente il cui valoe segue il modo in cui le zone magnetizzate si succedono La coente, oppotunamente amplificata, mette in funzione l altopalante che ipoduce così i suoni egistati In modo analogo funziona la ipoduzione delle infomazioni memoizzate sui floppy-disk e sugli had-disk In questo caso peò la tasmissione delle infomazioni è dovuta all induzione di una fe nella testina che legge il floppy-disk o l had-disk; si ottiene così una successione di diffeenze di potenziale la cui pesenza o assenza coisponde alle cife binaie 1 e 0

6 6 Veifiche di compensione 1 Che cosa si intende pe flusso del campo magnetico B v che attavesa una supeficie S? Qual è l unità di misua del flusso del campo magnetico? 3 Pe quale posizione della supeficie S il flusso del campo magnetico che l attavesa è massimo? Quanto vale l angolo ta la nomale a S e il vettoe B v in questa situazione? 4 Pe quale posizione della supeficie S il flusso del campo magnetico che l attavesa è nullo? Quanto vale l angolo ta la nomale a S e il vettoe B v in questa situazione? 5 Come si calcola il flusso del campo magnetico che attavesa un solenoide composto da N spie? 6 Enuncia la legge di Faaday-Neumann 7 Enuncia la legge di Lenz 8 Descivi come isulta il veso della coente indotta alla luce della legge di Lenz 9 Spiega peché la legge di Lenz espime il pincipio di consevazione dell enegia 10 Illusta un esempio in cui, pu essendoci moto elativo ta spia e campo magnetico, non si ha coente indotta nella spia 11 Come si può podue una vaiazione di flusso che attavesa una spia senza dove muovee il cicuito induttoe ispetto al cicuito indotto? 1 Scivi la fomula che espime la legge di Lenz-Faaday-Neumann 13 Quale pate della fomula espime la legge di Lenz? 14 Come funziona il pickup della chitaa elettica? 15 Come funziona la testina di lettua di un nasto magnetico? Veifiche di conoscenza 1 Quale delle seguenti affemazioni è coetta? a Il flusso del campo magnetico che attavesa una spia dipende solamente dall intensità del campo e dalla supeficie della spia b Il flusso del campo magnetico che attavesa una spia dipende dall intensità del campo, dalla supeficie della spia e dalla sua foma c Il flusso del campo magnetico che attavesa una spia dipende dall intensità del campo, dalla supeficie della spia e dall oientazione della spia ispetto alle linee del campo d Il flusso del campo magnetico che attavesa una spia dipende dall intensità del campo e dalla supeficie della spia L oientazione della spia seve solamente pe stabilie se il flusso è entante o uscente dalla spia A quale unità di misua può coispondee il tesla (T)? m a Wb b Wb m Wb c m 3 Il flusso del campo magnetico che attavesa un solenoide di N spie è: a N volte il flusso che attavesa una spia del solenoide b uguale a quello che attavesa una spia del solenoide c pai al flusso che attavesa una spia diviso pe il numeo N delle spie 4 Sostituisci al posto dei puntini i vocaboli adeguati scelti nell elenco sottostante: La legge di Faaday-Neumann affema che in un cicuito elettico in cui vaia il del magnetico che l attavesa, viene indotta una che isulta popozionale flusso magnetico ( Φ (B ) ) e popozionale duante il quale avviene tale vaiazione (flusso, campo, magnetico, coente elettica, foza elettomotice, diettamente, invesamente, alla vaiazione di, al, all intevallo di tempo ) 5 Sostituisci al posto dei puntini i vocaboli adeguati scelti nell elenco sottostante: La legge di Lenz affema che il della coente indotta è tale da un che alla causa che l ha geneata, cioè alla induttoe (veso, ceae, un campo magnetico, flusso di campo magnetico, si oppone, è concode, alla vaiazione di campo magnetico, vaiazione del flusso del campo magnetico) 6 In quale caso si ha coente indotta in una spia:

7 7 a quando la spia si muove all inteno di un campo magnetico unifome b quando si costuisce la spia intono a una calamita c quando la spia enta in un campo magnetico d quando la spia e una calamita si muovono solidali ispetto a un ossevatoe femo 7 In quale caso non si ha coente indotta in una spia immesa in un campo magnetico unifome: a il filo conduttoe che foma la spia è una molla che si contae iducendo la supeficie b la spia uota nel campo magnetico c la spia si muove paallelamente alle linee del campo magnetico d la spia esce dal campo magnetico 8 Una spia enta e esce da un campo magnetico L intensità della coente indotta: a è tanto maggioe quanto è più veloce il movimento b è tanto maggioe quanto è più lento il movimento c è la stessa qualunque sia la velocità del movimento d dipende diettamente o invesamente dalla velocità del movimento a seconda che la spia enti o esca dal campo magnetico 9 Il polo nod di un magnete si avvicina a un solenoide a All estemità del solenoide affacciata al magnete si foma un polo nod che espinge il magnete b All estemità del solenoide affacciata al magnete si foma un polo sud che attia il magnete c All estemità del solenoide affacciata al magnete si foma un polo nod o un polo sud casualmente Poblemi 1 Una spia di ame del diameto di 10 cm è posta intono a un solenoide dello stesso diameto fomato da 10 spie, lungo 50 cm e pecoso da una coente di 0,50 A Calcola il flusso del campo magnetico ceato dal solenoide che attavesa la spia Dopo ave potato a 1 cm il diameto del solenoide dell esecizio pecedente vi avvolgiamo attono un alto solenoide fomato da 100 spie e della stessa lunghezza Calcola il flusso del campo magnetico che attavesa il nuovo solenoide 3 Una spia di aggio 4,0 cm è posta in un campo magnetico di 1,4 T La nomale alla spia foma con il campo magnetico un angolo di 18 Calcola il flusso del campo magnetico che attavesa la spia 4 Quanto vale il flusso del campo magnetico dell esecizio pecedente se la nomale alla spia foma un angolo di 11 con le linee del campo? Il flusso che attavesa la spia è entante o uscente dalla supeficie? 5 Una spia si tova in un campo magnetico ed è attavesata da un flusso di 4,6 10 Wb Essa viene estatta dal campo magnetico con velocità costante in 0,50 s Quanto vale la fe indotta nella spia? 6 Una calamita viene inseita in un solenoide in 50 ms e la fe indotta vale 1,5 V Calcola la vaiazione di flusso che attavesa il solenoide 7 Una spia viene inseita in un campo magnetico con velocità costante; la vaiazione di flusso che l attavesa è di 8, Wb e la fe indotta vale 0,65 V Quanto dua il movimento della spia? 8 Un solenoide di 8000 spie di aggio,50 cm, si tova in un campo magnetico B 0 = 0, T In 40,0 ms il campo diviene B f =,10 10 T Sapendo che la esistenza del solenoide vale R = 50,0 Ω, calcola la coente indotta duante la vaiazione del campo magnetico 9 Un solenoide di 5000 spie di aggio 4,00 cm è avvolto sopa un alto solenoide pecoso da coente e il cui campo vale B 0 = 5, T In un intevallo di tempo di 0,00 s viene intodotto nei solenoidi un nucleo di feo dolce (µ = 6000) Quanto vale la fe indotta nel pimo solenoide?

int Schiusa Schiusa r r Φ = r r S o 1 Anno scolastico

int Schiusa Schiusa r r Φ = r r S o 1 Anno scolastico Anno scolastico 4 + ε ε int dt E d C dt d E C Q E S o S Schiusa Schiusa gandezza definizione fomula Foza di Loentz Foza agente su una caica q in moto con velocità v in una egione in cui è pesente un campo

Dettagli

Esercizi Scheda N Fisica II. Esercizi con soluzione svolti

Esercizi Scheda N Fisica II. Esercizi con soluzione svolti Esecizi Scheda N. 45 Fisica II Esecizio. Esecizi con soluzione svolti Un filo ettilineo, indefinito, pecoso da una coente di intensità i=4 A, è immeso in un mezzo omogeneo, isotopo, indefinito e di pemeabilità

Dettagli

Facoltà di Ingegneria Fisica II Compito A

Facoltà di Ingegneria Fisica II Compito A Facoltà di ngegneia Fisica 66 Compito A Esecizio n Un filo di mateiale isolante, con densità di caica lineae costante, viene piegato fino ad assumee la foma mostata in figua (la pate cicolae ha aggio e

Dettagli

IL POTENZIALE. = d quindi: LAB

IL POTENZIALE. = d quindi: LAB 1 IL POTENZIALE Sappiamo che il campo gavitazionale è un campo consevativo cioè nello spostamento di un copo ta due punti del campo gavitazionale teeste, le foze del campo compiono un lavoo che dipende

Dettagli

IL POTENZIALE. Nello spostamento successivo B B, poiché la forza elettrica risulta perpendicolare allo spostamento, il lavoro L è nullo.

IL POTENZIALE. Nello spostamento successivo B B, poiché la forza elettrica risulta perpendicolare allo spostamento, il lavoro L è nullo. 1 I POTENZIAE Sappiamo che il campo gavitazionale è un campo consevativo cioè nello spostamento di un copo ta due punti del campo gavitazionale teeste, le foze del campo compiono un lavoo che dipende dalla

Dettagli

IL CAMPO ELETTROMAGNETICO DIPENDENTE DAL TEMPO

IL CAMPO ELETTROMAGNETICO DIPENDENTE DAL TEMPO IL CAMPO ELETTROMAGNETICO DIPENDENTE DAL TEMPO Legge di Faaday-Heny (o dell induzione elettomagnetica); Applicazioni della legge dell induzione e.m., caso della spia otante; Il fenomeno dell autoinduzione

Dettagli

Appunti su argomenti monografici per il corso di FM1 Prof. Pierluigi Contucci. Gravità e Teorema di Gauss

Appunti su argomenti monografici per il corso di FM1 Prof. Pierluigi Contucci. Gravità e Teorema di Gauss 1 Appunti su agomenti monogafici pe il coso di FM1 Pof. Pieluigi Contucci Gavità e Teoema di Gauss Vogliamo dimostae, a patie dalla legge di gavitazione univesale che il campo gavitazionale geneato da

Dettagli

Campo magnetico, forza magnetica, momenti meccanici sui circuiti piani

Campo magnetico, forza magnetica, momenti meccanici sui circuiti piani Campo magnetico, foza magnetica, momenti meccanici sui cicuiti piani Esecizio 1 Un potone d enegia cinetica E k 6MeV enta in una egione di spazio in cui esiste un campo magnetico B1T otogonale al piano

Dettagli

Nome..Cognome. classe 5D 29 Novembre VERIFICA di FISICA: Elettrostatica Domande

Nome..Cognome. classe 5D 29 Novembre VERIFICA di FISICA: Elettrostatica Domande Nome..ognome. classe 5 9 Novembe 8 RIFI di FISI: lettostatica omande ) ai la definizione di flusso di un campo vettoiale attaveso una supeficie. nuncia il teoema di Gauss pe il campo elettico (senza dimostalo)

Dettagli

SESTA LEZIONE: campo magnetico, forza magnetica, momenti meccanici sui circuiti piani

SESTA LEZIONE: campo magnetico, forza magnetica, momenti meccanici sui circuiti piani A. Chiodoni esecizi di Fisica II SESTA LEZIONE: campo magnetico, foza magnetica, momenti meccanici sui cicuiti piani Esecizio 1 Un potone d enegia cinetica E k 6MeV enta in una egione di spazio in cui

Dettagli

Fisica per Medicina. Lezione 22 - Campo magnetico. Dr. Cristiano Fontana

Fisica per Medicina. Lezione 22 - Campo magnetico. Dr. Cristiano Fontana Fisica pe Medicina Lezione 22 - Campo magnetico D. Cistiano Fontana Dipatimento di Fisica ed Astonomia Galileo Galilei Univesità degli Studi di Padova 1 dicembe 2017 ndice Elettomagnetismo Campo magnetico

Dettagli

Misura della componente orizzontale del campo magnetico terrestre

Misura della componente orizzontale del campo magnetico terrestre Misua della componente oizzontale del campo magnetico teeste Pemessa teoica In tale pemessa vengono sintetizzati i peequisiti che si itengono indispensabili pe l'esecuzione e la compensione dell'espeienza

Dettagli

La forza di Lorentz: Una carica che si muove in un campo magnetico risente una forza F (forza di Lorentz) data da : r =

La forza di Lorentz: Una carica che si muove in un campo magnetico risente una forza F (forza di Lorentz) data da : r = INDUTTANZA RIASSUNTO: Richiami su campo magnetico, foza di oentz egge di Faaday Autoinduzione (dimensioni ) induttanza come elemento di cicuito Cicuito R: extacoente di apetua Enegia immagazzinata in una

Dettagli

SETTIMA-OTTAVA LEZIONE: sorgenti del campo magnetico, legge di Ampere, legge di Biot-Sawart

SETTIMA-OTTAVA LEZIONE: sorgenti del campo magnetico, legge di Ampere, legge di Biot-Sawart . Chiodoni esecizi di Fisica II SETTIM-OTTV LEZIONE: sogenti del campo magnetico, legge di mpee, legge di Biot-Sawat Esecizio 1 Due spie cicolai di aggio 3cm, aventi lo stesso asse, sono poste in piani

Dettagli

L = F s cosα = r F r s

L = F s cosα = r F r s LVORO Se su un copo agisce una foza F, il lavoo compiuto dalla foza pe uno spostamento s è (podotto scalae di due vettoi): L = F s cosα = F s F α s LVORO L unità di misua del lavoo nel S.I. si chiama Joule:

Dettagli

Politecnico di Milano Fondamenti di Fisica Sperimentale a.a Facoltà di Ingegneria Industriale - Ind. Aero-Energ-Mecc

Politecnico di Milano Fondamenti di Fisica Sperimentale a.a Facoltà di Ingegneria Industriale - Ind. Aero-Energ-Mecc Politecnico di Milano Fondamenti di Fisica Speimentale a.a. 9-1 - Facoltà di Ingegneia Industiale - Ind. Aeo-Eneg-Mecc II pova in itinee - 5/7/1 Giustificae le isposte e scivee in modo chiao e leggibile.

Dettagli

Conduttori in equilibrio elettrostatico

Conduttori in equilibrio elettrostatico onduttoi in equilibio elettostatico In un conduttoe in equilibio, tutte le caiche di conduzione sono in equilibio Se una caica di conduzione è in equilibio, in quel punto il campo elettico è nullo caica

Dettagli

ELETTROTECNICA Ingegneria Industriale

ELETTROTECNICA Ingegneria Industriale ELETTROTECNICA Ingegneia Industiale CAMPI ELETTROMAGNETICI Stefano Pastoe Dipatimento di Ingegneia e Achitettua Coso di Elettotecnica (43IN) a.a. 15-16 Foza di Coulomb Nel 1785, Chales Coulomb fece degli

Dettagli

Legge di Ohm. La corrente elettrica dal punto di vista microscopico: modello di Drude

Legge di Ohm. La corrente elettrica dal punto di vista microscopico: modello di Drude Legge di Ohm. Obiettivi didattici: Veifica della elazione ta coente e d.d.p. pe un conduttoe metallico. Veifica della elazione ta la esistenza di un conduttoe e le sue dimensioni (lunghezza, sezione) Misua

Dettagli

Gravitazione. Dati due corpi di massa m 1 e m 2, posti ad una distanza r, tra di essi si esercita una forza attrattiva data in modulo da

Gravitazione. Dati due corpi di massa m 1 e m 2, posti ad una distanza r, tra di essi si esercita una forza attrattiva data in modulo da Gavitazione Dati due copi di massa m 1 e m 2, posti ad una distanza, ta di essi si esecita una foza attattiva data in modulo da F = G m 1m 2 dove G è una costante univesale, avente lo stesso valoe pe tutte

Dettagli

Esercizi Scheda N Fisica II. Esercizi con soluzione

Esercizi Scheda N Fisica II. Esercizi con soluzione Esecizio 9.1 Esecizi con soluzione Te divese onde sonoe hanno fequenza ν ispettivamente 1 Hz, 1 Hz e 5 Mhz. Deteminae le lunghezze d onda coispondenti ed i peiodi di oscillazione, sapendo che la velocità

Dettagli

Fisica II Secondo Appello - 7/2/2008

Fisica II Secondo Appello - 7/2/2008 Fisica II Secondo Appello - 7/2/2008 Chi ecupea il pimo compitino fa il pimo esecizio in due oe Chi ecupea il secondo compitino fa gli ultimi due esecizi in due oe Chi non ecupea fa le pime 4 domande del

Dettagli

Il campo magnetico. campo magnetico B (si misura in Telsa (T)) carica genera campo elettrico campo elettrico imprime forza su carica

Il campo magnetico. campo magnetico B (si misura in Telsa (T)) carica genera campo elettrico campo elettrico imprime forza su carica Il campo magnetico caica genea campo elettico campo elettico impime foza su caica e allo stesso modo caica in moto genea campo magnetico campo magnetico impime foza su caica in moto campo magnetico (si

Dettagli

AI VERTICI DI UN QUADRATO DI LATO 2L SONO POSTE 4 CARICHE UGUALI Q. DETERMINARE: A) IL CAMPO ELETTRICO IN UN PUNTO P DELL ASSE.

AI VERTICI DI UN QUADRATO DI LATO 2L SONO POSTE 4 CARICHE UGUALI Q. DETERMINARE: A) IL CAMPO ELETTRICO IN UN PUNTO P DELL ASSE. ESERCIZIO 1 AI VERTICI DI UN UADRATO DI LATO SONO POSTE 4 CARICHE UGUALI. DETERMINARE: A) IL CAMPO ELETTRICO IN UN PUNTO P DELL ASSE. 4 caiche uguali sono poste ai vetiti di un quadato. L asse di un quadato

Dettagli

Moto su traiettorie curve: il moto circolare

Moto su traiettorie curve: il moto circolare Moto su taiettoie cuve: il moto cicolae Così come il moto ettilineo è un moto che avviene lungo una linea etta, il moto cicolae è un moto la cui taiettoia è cicolae, cioè un moto che avviene lungo una

Dettagli

Sorgenti del campo magnetico. Forze tra correnti

Sorgenti del campo magnetico. Forze tra correnti Campo magnetico pag 31 A. Scimone Sogenti el campo magnetico. Foze ta coenti Un campo magnetico può essee pootto a una coente elettica. Espeienze i questo tipo fuono effettuate nella pima ventina i anni

Dettagli

4. DINAMICA. I tre principi della dinamica per un corpo puntiforme (detto anche punto materiale o particella) sono:

4. DINAMICA. I tre principi della dinamica per un corpo puntiforme (detto anche punto materiale o particella) sono: 4.1 Pincipi della dinamica 4. DINAMICA I te pincipi della dinamica pe un copo puntifome (detto anche punto mateiale o paticella) sono: 1) pincipio di intezia di Galilei; 2) legge dinamica di Newton; 3)

Dettagli

Il magnetismo. Il Teorema di Ampere: la circuitazione del campo magnetico.

Il magnetismo. Il Teorema di Ampere: la circuitazione del campo magnetico. Il magnetismo Il Teoema di Ampee: la cicuitazione del campo magnetico. Richiamiamo la definizione geneale di cicuitazione pe un campo vettoiale Definizione: si definisce cicuitazione di un campo vettoiale

Dettagli

Le equazioni di Maxwell

Le equazioni di Maxwell Le equazioni di Maxwell Il campo elettico indotto Abbiamo visto nel capitolo pecedente che un campo magnetico vaiabile genea in un cicuito una foza elettomotice indotta. Riconsideiamo questa popietà nella

Dettagli

Utilizzando la forma complessa della legge di Ohm calcoliamo la corrente che scorre nel circuito r r

Utilizzando la forma complessa della legge di Ohm calcoliamo la corrente che scorre nel circuito r r Yui Geelli, uca Fontanesi, Riccado Campai ab. Elettomagnetismo INDUZIONE Scopo dell espeimento è duplice: dappima la misuazione dell induttanza di un solenoide, poi del coefficiente di mutua induzione

Dettagli

Energia potenziale elettrica

Energia potenziale elettrica Enegia potenziale elettica L ultima ossevazione del capitolo pecedente iguadava le analogie e le diffeenze ta il campo elettico e il campo gavitazionale pendendo in esame la foza di Coulomb e la legge

Dettagli

E, ds. - Flusso totale uscente dalla superficie chiusa S: è la somma di tutti i flussi elementari, al tendere a zero delle aree infinitesime: r )

E, ds. - Flusso totale uscente dalla superficie chiusa S: è la somma di tutti i flussi elementari, al tendere a zero delle aree infinitesime: r ) Flusso del campo elettico e legge di Gauss. - Si definisce supeficie gaussiana una ipotetica supeficie S chiusa, che contiene un volume V. - La legge di Gauss mette in elazione i valoi dei campi elettici

Dettagli

GEOMETRIA ELEMENTARE. h = 2 2 S. h =

GEOMETRIA ELEMENTARE. h = 2 2 S. h = QUESITI 1 GEOMETRI ELEMENTRE 1. (Da Veteinaia 015) Le diagonali (ossia le linee che uniscono i vetici opposti) di un ombo misuano ispettivamente 4 cm e 8 cm. Qual è il peimeto del ombo in cm? a) 8 3 b)

Dettagli

Lezione 3. Applicazioni della Legge di Gauss

Lezione 3. Applicazioni della Legge di Gauss Applicazioni della Legge di Gauss Lezione 3 Guscio sfeico di aggio con caica totale distibuita unifomemente sulla supeficie. immetia sfeica, dipende solo da supeficie sfeica di aggio

Dettagli

LICEO PEDAGOGICO-ARTISTICO G. Pascoli di BOLZANO TEST DI FISICA IN SOSTITUZIONE DELL ORALE- FILA A CLASSE V B-27/05/2010

LICEO PEDAGOGICO-ARTISTICO G. Pascoli di BOLZANO TEST DI FISICA IN SOSTITUZIONE DELL ORALE- FILA A CLASSE V B-27/05/2010 LICEO PEDAGOGICO-ARTISTICO G. Pascoli di BOLZANO TEST DI FISICA IN SOSTITUZIONE DELL ORALE- FILA A CLASSE V B-7/05/010 Ogni quesito va oppotunamente motivato, pena la sua esclusione dalla valutazione.

Dettagli

qq r Elettrostatica Legge di Coulomb permette di calcolare la forza che si esercita tra due particelle cariche.

qq r Elettrostatica Legge di Coulomb permette di calcolare la forza che si esercita tra due particelle cariche. lettostatica La mateia è costituita da atomi. Gli atomi sono fomati da un nucleo, contenete paticelle neute (neutoni) e paticelle caiche positivamente (potoni). Intono al nucleo ci sono paticelle caiche

Dettagli

Lunghezza della circonferenza e area del cerchio

Lunghezza della circonferenza e area del cerchio Come possiamo deteminae la lunghezza di una ciconfeenza di aggio? Poviamo a consideae i poligoni egolai inscitti e cicoscitti alla ciconfeenza: è chiao che la lunghezza della ciconfeenza è maggioe del

Dettagli

FISICA GENERALE II Esercitazione D tutorato ESERCIZI CON SOLUZIONE

FISICA GENERALE II Esercitazione D tutorato ESERCIZI CON SOLUZIONE FSCA GENERALE Esecitazione D tutoato -3 ESERCZ CON SOLUZONE. Un conduttoe cilindico cavo, di aggio esteno a =. cm e aggio inteno b =.6 cm, è pecoso da una coente =A, distibuita uniomemente sulla sua sezione.

Dettagli

IL VOLUME DEI SOLIDI Conoscenze

IL VOLUME DEI SOLIDI Conoscenze IL VOLUME DEI SOLIDI Conoscenze 1. Completa. a. Il peso di un copo dipende dal volume e dalla sostanza di cui è costituito b. Ogni sostanza ha il suo peso specifico, che è il peso dell unità di volume

Dettagli

SELEZIONE DI ESERCIZI DI ELETTROSTATICA.

SELEZIONE DI ESERCIZI DI ELETTROSTATICA. Fisica geneale II, a.a. 13/14 SELEZIONE DI ESEIZI DI ELETTOSTATIA..1. Un pocesso elettolitico divide 1.3 mg di Nal (massa di una mole = 59 g) in Na + e l. Le caiche positive vengono allontanate da quelle

Dettagli

A.A. 2009/ Appello del 15 giugno 2010

A.A. 2009/ Appello del 15 giugno 2010 Fisica I pe Ing. Elettonica e Fisica pe Ing. Infomatica A.A. 29/21 - Appello del 15 giugno 21 Soluzione del poblema n. 1a 1. All uscita della guida, nel punto D, il copo compie un moto paabolico con velocità

Dettagli

MACCHINA ELEMENTARE A RILUTTANZA

MACCHINA ELEMENTARE A RILUTTANZA Sistemi magnetici con moto meccanico MACCHINA ELEMENTARE A RILUTTANZA Consiste in un nucleo magnetico con un avvolgimento a N spie e una pate mobile che uota con spostamento angolae θ e velocità angolae

Dettagli

Campi elettrici e magnetici a bassa frequenza: sorgenti e metodi di valutazione

Campi elettrici e magnetici a bassa frequenza: sorgenti e metodi di valutazione Coso di Maste di secondo livello Sistemi Infomativi Geogafici pe il monitoaggio e la gestione del teitoio Campi elettici e magnetici a bassa fequenza: sogenti e metodi di valutazione Ing. Nicola Zoppetti

Dettagli

Effetto Hall. flusso reale dei portatori se positivi. flusso reale dei portatori se negativi

Effetto Hall. flusso reale dei portatori se positivi. flusso reale dei portatori se negativi Appunti di Fisica II Effetto Hall L'effetto Hall è un fenomeno legato al passaggio di una coente I, attaveso ovviamente un conduttoe, in una zona in cui è pesente un campo magnetico dietto otogonalmente

Dettagli

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico Magnetostatica: foze magnetiche e campo magnetico Lezione 6 Campo di induzione magnetica () (nomenclatua stoica ; in ealtà si dovebbe chiamae, e spesso lo è, campo magnetico) è un campo di foze vettoiale

Dettagli

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico

Magnetostatica: forze magnetiche e campo magnetico Magnetostatica: foze magnetiche e campo magnetico Lezione 6 Campo di induzione magnetica B() (nomenclatua stoica ; in ealtà si dovebbe chiamae, e spesso lo è, campo magnetico) è un campo di foze vettoiale

Dettagli

Campo magnetico B. Polo Nord. Terra. Polo Sud. Lezione V 1/15

Campo magnetico B. Polo Nord. Terra. Polo Sud. Lezione V 1/15 Leione V Campo magnetico B 1/15 Polo Nod N S S N Tea Sole Polo Sud Alcuni mineali (es. magnetite, da Magnesia Tessaglia) attiano il feo. Aghi calamitati si oientano nel campo magnetico teeste. Leione V

Dettagli

Per migliorare la trasmissione tra satellite e Terra, emerge la necessità di portare il satellite ad un orbita circolare diversa.

Per migliorare la trasmissione tra satellite e Terra, emerge la necessità di portare il satellite ad un orbita circolare diversa. 1 Esecizio (tatto dagli esempi 5.3 e 5.4 del cap. V del Mazzoldi-Nigo-Voci) Un satellite atificiale di massa m 10 3 Kg uota attono alla Tea descivendo un obita cicolae di aggio 1 6.6 10 3 Km. 1. Calcolae

Dettagli

IL VOLUME DEI SOLIDI Conoscenze

IL VOLUME DEI SOLIDI Conoscenze IL VOLUME DEI SOLIDI Conoscenze 1. Completa. a. Il peso di un copo dipende dal...e dalla...di cui è costituito b. Ogni sostanza ha il suo peso specifico, che è... di quella sostanza c. Il peso specifico

Dettagli

Sulla carica viene esercitata la forza magnetica. traiettoria circolare.

Sulla carica viene esercitata la forza magnetica. traiettoria circolare. Moto di caiche in Campo Magnetico Consideiamo una paticella di massa m e caica puntifome +q in moto con velocità v pependicolae ad un campo B unifome. B α v + F F v Nel piano α, B veso l alto Sulla caica

Dettagli

DISTRIBUZIONE DELLA CARICA NEI CONDUTTORI

DISTRIBUZIONE DELLA CARICA NEI CONDUTTORI 1 DISTRIBUZIONE DELLA CARICA NEI CONDUTTORI I copi conduttoi sono caatteizzati dal fatto di avee moltissimi elettoni libei di muovesi (elettoni di conduzione). Cosa accade se un copo conduttoe viene caicato

Dettagli

Docente Francesco Benzi

Docente Francesco Benzi MACCHINE ELETTRICHE Coso di Lauea in Ingegneia Industiale Anno Accademico 2015-2016 CONVERSIONE ELETTROMECCANICA - PRINCIPI Docente Fancesco Benzi Univesità di Pavia e-mail: fbenzi@unipv.it Dispense in

Dettagli

Galvanometro (D Arsonval)

Galvanometro (D Arsonval) Galvanometo (D sonval) Stumento base pe misue di coenti, d.d.p. e esistenze: quando ta i 2 teminali di questo passa coente, un indice si sposta popozionalmente alla coente. Se nelle spie della bobina immesa

Dettagli

Campo elettrico e potenziale di un disco uniformemente carico

Campo elettrico e potenziale di un disco uniformemente carico Campo elettico e poteniale di un disco unifomemente caico q S densità supeficiale di caica Consideo l anello di aggio e spessoe d calcolo l anello sommo sugli anelli ho due integaioni dq da πd d Σ anello

Dettagli

Campi scalari e vettoriali (1)

Campi scalari e vettoriali (1) ampi scalai e vettoiali (1) 3 e ad ogni punto P = (x, y, z) di una egione di spazio Ω R è associato uno ed uno solo scalae φ diemo che un campo scalae è stato definito in Ω. In alti temini: φ 3 : P R φ(p)

Dettagli

Elettrostatica. P. Maestro Elettrostatica pag. 1

Elettrostatica. P. Maestro Elettrostatica pag. 1 Elettostatica Composizione dell atomo Caica elettica Legge di Coulomb Campo elettico Pincipio di sovapposizione Enegia potenziale del campo elettico Moto di una caica in un campo elettico statico Teoema

Dettagli

Capacità ele+rica. Condensatori

Capacità ele+rica. Condensatori Capacità ele+ica Condensatoi Condensatoi Il sistema più semplice pe immagazzinae enegia elettostatica è caicae un condensatoe. Genealmente il condensatoe è costituito da due piani metallici sepaati da

Dettagli

Lo schema seguente spiega come passare da una equazione all altra e al grafico della circonferenza. Svolgere i calcoli.

Lo schema seguente spiega come passare da una equazione all altra e al grafico della circonferenza. Svolgere i calcoli. D4. Ciconfeenza D4.1 Definizione di ciconfeenza come luogo di punti Definizione: una ciconfeenza è fomata dai punti equidistanti da un punto detto cento. La distanza (costante) è detta aggio. Ci sono due

Dettagli

Biomeccanica. Cinematica Dinamica Statica dei corpi rigidi Energia e principi di conservazione

Biomeccanica. Cinematica Dinamica Statica dei corpi rigidi Energia e principi di conservazione Biomeccanica Cinematica Dinamica Statica dei copi igidi Enegia e pincipi di consevazione Posizione: definita da : z modulo, diezione, veso vettoe s s z s s y unità di misua (S.I.) : meto x s x y Taiettoia:

Dettagli

ESERCIZI DI CALCOLO STRUTTURALE

ESERCIZI DI CALCOLO STRUTTURALE ESERCIZIO A1 ESERCIZI DI CACOO SRUURAE Pate A: ave incastata Calcolo delle eazioni vincolai con caichi concentati o distibuiti P 1 P 1 = 10000 N = 1.2 m Sia la stuttua in figua soggetta al caico P 1 applicato

Dettagli

Se i corpi 1 e 2 interagiscono solo fra loro e non con altri corpi si ha quindi l importante principio di conservazione della quantità di moto: dp r

Se i corpi 1 e 2 interagiscono solo fra loro e non con altri corpi si ha quindi l importante principio di conservazione della quantità di moto: dp r 3. Dinamica Leggi di Newton Si intoduce il concetto di foza come misua della vaiazione dello stato di moto di un copo, ossevato in un sistema di ifeimento di pe se stesso non soggetto a foze (sistema ineziale).

Dettagli

7. Campo magnetostatico

7. Campo magnetostatico 7. Campo magnetostatico 7.1 Aspetti fenomenologici Inteazioni (attattive e epulsive) ta magneti (magnetite) In ogni magnete si possono individuae due poli che chiamiamo polo + (nod) e polo - (sud) Due

Dettagli

Potenza volumica. Legge di Joule in forma locale

Potenza volumica. Legge di Joule in forma locale Potenza volumica. Legge di Joule in foma locale Si considei un tubo di flusso elementae all inteno di un copo conduttoe nel quale ha sede un campo di coente. n da La potenza elettica che fluisce nel bipolo

Dettagli

M.T., M.T.T. Appunti di Fisica per Scienze Biologiche Vers /09/2005

M.T., M.T.T. Appunti di Fisica per Scienze Biologiche Vers /09/2005 MT, MTT Appunti di Fisica pe Scienze iologiche Ves 4 /9/5 L Elettostatica costituenti elementai della mateia possiedono, olte alla massa, la caica elettica La caica elettica si misua in oulomb () ed il

Dettagli

FORZA AGENTE SU UN TRATTO DI FILO RETTILINEO. Dispositivo sperimentale

FORZA AGENTE SU UN TRATTO DI FILO RETTILINEO. Dispositivo sperimentale FORZA AGENTE SU UN TRATTO DI FILO RETTILINEO 0 Dispositivo speimentale Consideiamo pe semplicità un campo magnetico unifome, le linee di foza sono paallele ed equidistanti. Si osseva una foza di oigine

Dettagli

Gravitazione universale

Gravitazione universale INGEGNERIA GESTIONALE coso di Fisica Geneale Pof. E. Puddu LEZIONE DEL 22 OTTOBRE 2008 Gavitazione univesale 1 Legge della gavitazione univesale di Newton Ogni paticella attae ogni alta paticella con una

Dettagli

LEZIONE 10. d(a, B) = AB = AB = (x A x B ) 2 + (y A y B ) 2 + (z A z B ) 2.

LEZIONE 10. d(a, B) = AB = AB = (x A x B ) 2 + (y A y B ) 2 + (z A z B ) 2. LEZIONE 10 10.1. Distanze. Definizione 10.1.1. In S n sia fissata un unità di misua u. Se A, B S n, definiamo distanza fa A e B, e sciviamo d(a, B), la lunghezza del segmento AB ispetto ad u. Abbiamo già

Dettagli

Parte II (Il Condizionamento)

Parte II (Il Condizionamento) Pate II (Il Cicuiti di condizionamento dei sensoi esistivi I sensoi basati sulla vaiazione della esistenza sono molto comuni. Ciò è dovuto al fatto che molte gandezze fisiche poducono la vaiazione della

Dettagli

SECONDA LEZIONE (4 ore): CONDUTTORI e DIELETTRICI

SECONDA LEZIONE (4 ore): CONDUTTORI e DIELETTRICI SECONDA LEZIONE (4 oe): CONDUTTORI e DIELETTRICI Conduttoi in campo elettico Polaizzazione della mateia Vettoe polaizzazione Vettoe spostamento elettico Suscettività elettica Capacità Condensatoi Enegia

Dettagli

F 1 F 2 F 3 F 4 F 5 F 6. Cosa è necessario per avere una rotazione?

F 1 F 2 F 3 F 4 F 5 F 6. Cosa è necessario per avere una rotazione? Cosa è necessaio pe avee una otazione? Supponiamo di vole uotae il sistema in figua intono al bullone, ovveo intono all asse veticale passante pe, usando foze nel piano oizzontale aventi tutte lo stesso

Dettagli

CASO 2 CASO 1. δ Lo. e N. δ Lo. e L. PROBLEMA A Corso di Fisica 1- Prima provetta- 22 maggio 2004 Facoltà di Ingegneria dell Università di Trento

CASO 2 CASO 1. δ Lo. e N. δ Lo. e L. PROBLEMA A Corso di Fisica 1- Prima provetta- 22 maggio 2004 Facoltà di Ingegneria dell Università di Trento PROBEMA A Coso di Fisica 1- Pima povetta- maggio 004 Facoltà di Ingegneia dell Univesità di Tento Un anello di massa m= 70 g, assimilabile ad un copo puntifome, è infilato in una asta igida liscia di lunghezza

Dettagli

Lezione mecc n.13 pag 1

Lezione mecc n.13 pag 1 Lezione mecc n.3 pag Agomenti di questa lezione Intoduzione alla dinamica dei sistemi Definizione di cento di massa Foze estene ed intene ad un sistema Quantità di moto e sue vaiazioni (pima equazione

Dettagli

Campo magnetico e correnti stazionarie

Campo magnetico e correnti stazionarie Appunti di isica II Campo magnetico e coenti stazionaie oze magnetiche sulla coente elettica... Campo magnetico podotto da una coente elettica...3 Teoema di Ampee...7 ORZE MAGNETICHE SULLA CORRENTE ELETTRICA

Dettagli

v t V o cos t Re r v t

v t V o cos t Re r v t Metodo Simbolico, o metodo dei Fasoi Questo metodo applicato a eti lineai pemanenti consente di deteminae la soluzione in egime sinusoidale solamente pe quanto attiene il egime stazionaio. idea di appesentae

Dettagli

7. LA DINAMICA Primo principio della dinamica Secondo principio della dinamica.

7. LA DINAMICA Primo principio della dinamica Secondo principio della dinamica. 7. LA DINAMICA Ta la foza applicata ad un copo e il moto che essa povoca esistono dei appoti molto stetti che sono studiati da una banca della fisica: la dinamica. Lo studio della dinamica si è ilevato

Dettagli

1 Potenziale elettrostatico e seconda equazione di Maxwell per E

1 Potenziale elettrostatico e seconda equazione di Maxwell per E 1 Potenziale elettostatico e seconda equazione di Maxwell pe E Consideiamo il campo elettico oiginato da una caica puntifome q che ipotizziamo fissa nell oigine degli assi: E( ) = q ˆ 2 = q 3 (1) Pe definizione,

Dettagli

Lezione XV Cinghie. Organi di trasmissione. Normalmente gli assi di rotazione delle due pulegge sono paralleli.

Lezione XV Cinghie. Organi di trasmissione. Normalmente gli assi di rotazione delle due pulegge sono paralleli. Ogani di tasmissione Ogani flessibili Nelle macchine tovano numeose applicazioni tanto ogani flessibili popiamente detti (cinghie e funi), quanto ogani costituiti da elementi igidi ta loo aticolati (catene).

Dettagli

Massimi e minimi con le linee di livello

Massimi e minimi con le linee di livello Massimi e minimi con le linee di livello Pe affontae questo agomento è necessaio sape appesentae i fasci di cuve ed in paticolae: Fasci di paabole. Pe affontae questo agomento si consiglia di ivedee l

Dettagli

Le equazioni di Maxwell.

Le equazioni di Maxwell. Le equazioni di Maxwell. Campi elettici indotti. Pe la legge di Faady, in una spia conduttice dove c è una vaiazione di Φ concatenato si osseva una coente indotta i. Ricodando che una coente è un flusso

Dettagli

Facoltà di Ingegneria

Facoltà di Ingegneria Facoltà i Ingegneia Pova scitta i Fisica Cognome: Nome: Data: CL/Maticola: Compito: Aula: Pe annullae la popia pesenza a questa pova scivee ITIATO al igo seguente:.. Moalità i svolgimento:. isolvee i poblemi,

Dettagli

AZIONE A DISTANZA E TEORIA DI CAMPO (1)

AZIONE A DISTANZA E TEORIA DI CAMPO (1) Il campo elettico AZION A DITANZA TOIA DI CAMPO () Come fanno due caiche elettiche ad inteagie fa di loo? All inizio del 9 si sono confontate due ipotesi:.le caiche si scambiano dei messaggei e uindi si

Dettagli

ISIS Einaudi Giordano S.Giuseppe Vesuviano (NA) 2012/ Fisica dei Puffi prof. Angelo Vitiello E -1

ISIS Einaudi Giordano S.Giuseppe Vesuviano (NA) 2012/ Fisica dei Puffi prof. Angelo Vitiello E -1 /3 - Fisica dei Puffi pof. Angelo Vitiello E - Elettostatica L elettostatica è la pate della fisica che studia le inteazioni fa caiche elettiche non in movimento (o tascuandone il movimento) L elettostatica

Dettagli

Il campo magnetico. Gauss (G) Tale che 1 T = 10 4 G. Prof. Sergio Catalanotti Corso di Fisica - Magnetismo 3

Il campo magnetico. Gauss (G) Tale che 1 T = 10 4 G. Prof. Sergio Catalanotti Corso di Fisica - Magnetismo 3 Magnetismo La magnetite In natua esiste un mateiale dalla caatteistiche peculiai, la magnetite. Si tatta di un mineale ad alto contenuto feoso noto sin dall antichità e che ea pesente in gosse quantità

Dettagli

Vista dall alto. Vista laterale. a n. Centro della traiettoria

Vista dall alto. Vista laterale. a n. Centro della traiettoria I poblema Un ciclista pedala su una pista cicolae di aggio 5 m alla velocità costante di 3.4 km/h. La massa complessiva del ciclista e della bicicletta è 85.0 kg. Tascuando la esistenza dell aia calcolae

Dettagli

Risultati esame scritto Fisica 2 17/02/2014 orali: alle ore presso aula G8

Risultati esame scritto Fisica 2 17/02/2014 orali: alle ore presso aula G8 isultati esame scitto Fisica 7//4 oali: 4 alle oe. pesso aula G8 gli studenti inteessati a visionae lo scitto sono pegati di pesentasi il giono dell'oale; Nuovo odinamento voto AMATO MATTIA CASLLA ALSSANDO

Dettagli

Concetto di capacità

Concetto di capacità oncetto di capacità Il teoema di Gauss stabilisce che, posta una caica su un conduttoe isolato, il campo elettico E da essa podotto nello spazio cicostante è diettamente popozionale alla caica stessa:

Dettagli

Potenza in alternata

Potenza in alternata otenza in altenata sin t 0 ( ) ω +φ i [ ( )] sin ω t + φ ( ω + φ) 0 0 sin t E significativo consideae la potenza media dissipata sulla esistenza andando a calcolae l integale su un peiodo 1 T T 0 sin sin

Dettagli

Moto di puro rotolamento

Moto di puro rotolamento oto-taslaione di un copo igido di seione cicolae (disco,cilindo,sfea) su di un piano, pe il quale il punto (o i punti) di contatto ta il copo ed il piano è femo ispetto a questo ( non vi è stisciamento

Dettagli

Q AB = Q AC + Q CB. liquido vapore. δq AB = δq AC + δq CB. δq = c x dt + r dx. Le 5 espressioni del δq nel campo dei vapori saturi

Q AB = Q AC + Q CB. liquido vapore. δq AB = δq AC + δq CB. δq = c x dt + r dx. Le 5 espressioni del δq nel campo dei vapori saturi Le 5 espessioni del Q nel campo dei vapoi satui A C K B Consideiamo la tasfomazione AB che si svolge tutta all inteno della campana dei vapoi satui di una sostanza qualsiasi. Supponiamo quindi di andae

Dettagli

12 L energia e la quantità di moto - 12. L impulso

12 L energia e la quantità di moto - 12. L impulso L enegia e la quantità di moto -. L impulso Il momento angolae e il momento d inezia Il momento angolae nalizziamo alcuni moti di otazione. Se gli attiti sono tascuabili, una uota di bicicletta messa in

Dettagli

Fisica Generale- Modulo Fisica II Esercitazione 2 Ingegneria Meccanica POTENZIALE ELETTRICO ED ENERGIA POTENZIALE

Fisica Generale- Modulo Fisica II Esercitazione 2 Ingegneria Meccanica POTENZIALE ELETTRICO ED ENERGIA POTENZIALE Fisica Geneale- Modulo Fisica II secitazione OTNZIL LTTRICO D NRGI OTNZIL Ba. Una caica elettica mc si tova nell oigine di un asse mente una caica negativa 4 mc si tova nel punto di ascissa m. Sia il punto

Dettagli

Unità Didattica N 10 : I momenti delle forze

Unità Didattica N 10 : I momenti delle forze Unità didattica N 10 I momenti delle foze 1 Unità Didattica N 10 : I momenti delle foze 01) omento di una foza ispetto ad un punto 02) omento isultante di un sistema di foze 03) omento di una coppia di

Dettagli

Legge di Gauss. Superficie Σ immersa nel campo elettrostatico generato da una carica q. da! r 2. d!(! E) "! E #! n da = q r 2! er!!

Legge di Gauss. Superficie Σ immersa nel campo elettrostatico generato da una carica q. da! r 2. d!(! E) ! E #! n da = q r 2! er!! Legge di Gauss Legge di Gauss in foma integale e locale Esempi Equazioni di Poisson e di Laplace Poblemi di Diichlet e Neumann Poblema geneale dell elettostatica Legge di Gauss Supeficie Σ immesa nel campo

Dettagli

TEORIA DELLA GRAVITAZIONE

TEORIA DELLA GRAVITAZIONE LEGGI DI KEPLEO EOI DELL GVIZIONE Dopo la ivoluzionaia teoia eliocentica del monaco polacco Copenico, Giovanni Kepleo fomulò te leggi a coeggee e miglioae ulteiomente il modello copenicano. Egli è infatti

Dettagli

IL MOMENTO ANGOLARE E IL MOMENTO D INERZIA

IL MOMENTO ANGOLARE E IL MOMENTO D INERZIA . L'IMPULS 0 DI MT IL MMENT NGLRE E IL MMENT D INERZI Il momento angolae nalizziamo alcuni moti di otazione. Se gli attiti sono tascuabili, una uota di bicicletta messa in otazione può continuae a giae

Dettagli

Il campo magnetico generato da correnti

Il campo magnetico generato da correnti Il campo magnetico geneato da coenti Hans Chistian Østed (1777 1851) Siamo in Danimaca nel 180: duante alcuni espeimenti all Univesità di Copenhagen, il fisico danese Hans Chistian Oested si accoge che

Dettagli

I 0 Principio o legge d inerzia: un corpo non soggetto ad alcuna sollecitazione esterna mantiene il suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme

I 0 Principio o legge d inerzia: un corpo non soggetto ad alcuna sollecitazione esterna mantiene il suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme Le leggi Newtoniane del moto Le foze sono vettoi I 0 Pincipio o legge d inezia: un copo non soggetto ad alcuna sollecitazione estena mantiene il suo stato di quiete o di moto ettilineo unifome Moto acceleato:

Dettagli

Effetto delle Punte e problema dell elettrostatica

Effetto delle Punte e problema dell elettrostatica Effetto delle Punte e poblema dell elettostatica 4 4 R Q R Q πε πε / / R R R R E E Effetto delle punte E L effetto paafulmine E E E R R Nel caso del paafulmine, R 6 Km è il aggio di cuvatua della supeficie

Dettagli

Il rischio della embolia gassosa. Fsica Medica

Il rischio della embolia gassosa. Fsica Medica Il ischio della embolia gassosa La espiazione nei subacquei h 1atm 1atm +ρgh Il subacqueo che si tova alla pofondità h deve espiae aia ad una pessione maggioe ispetto a quella atmosfeica ate dell aia espiata

Dettagli

CENTRO DI MASSA. Il centro di massa C divide il segmento AB in parti inversamente proporzionali alle masse: AC. x C = m A x A + m B x B.

CENTRO DI MASSA. Il centro di massa C divide il segmento AB in parti inversamente proporzionali alle masse: AC. x C = m A x A + m B x B. Due paticelle: CENTRO DI MASSA 0 A m A A C m B B B C Il cento di massa C divide il segmento AB in pati invesamente popozionali alle masse: AC CB = m B m A C A B C = m B m A m A C m A A = m B B m B C (

Dettagli