Computers subacquei, software ed algoritmi decompressivi nella didattica subacquea italiana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Computers subacquei, software ed algoritmi decompressivi nella didattica subacquea italiana"

Transcript

1 Computers subacque, sotware ed algortm decompressv nella ddattca subacquea talana La grande partecpazone d subacque a congress d Medcna Iperbarca testmona lnteresse crescente per lapproondmento delle conoscenze sulle teore del calcolo della decompressone ma spesso, dopo le dotte relazon d solog e tecnc, dubb e la conusone non dmnuscono. Nel campo degl stud perbarc esste una certa conusone, dovuta al atto che solog e tecnc usano la loro termnologa, programmator d computers usano l loro gergo tecnco e spesso la stuazone vene peggorata da dcl traduzon da test straner, ma subacque voglono capre come l partcolare computer che portano al polso resce a calcolare le modal tà d rsalta mglor per la loro scurezza; voglono msurare e classcare la loro scurezza. La dusone de computers anche ra subacque alle prme arm rende orama mpensable are ddattca o anche solo parlare d tecnche d rsalta gnorando che lo strumento prncpale d calcolo della decompressone è l computer subacqueo, ed anche sotware decompressv comncano a donders. La F.I.P.S.A.S., Federazone Italana Pesca Sportva ed Attvtà Subacquee, ha sempre promosso e rcercato progett e soluzon nalzzate a mglorare la conoscenza e la scurezza d ch s mmerge ed ha rtenuto che è scuramente opportuno che gl struttor subacque comncno ad esplorare l a ddattca del calcolo decompressvo e lo studo de prol decompressv. Qund occorre comncare ornre denzon unvoche de termn tecnc usat n questo campo per rendere comprensbl a tutt contenut delle relazon sulla teora del calcolo della decompressone che trovamo sempre pù spesso su gornal d settore e tramte nternet. A questo scopo è stato realzzato l nuovo manuale ddattco Decompressone al computer Anals teorco-pratca del enomeno decompressvo e de sotware che lo controllano pubblcato dalla F.I.P.S.A.S. e dall Edtorale Olmpa d Frenze e scrtto da Maro Guseppe Leonard. Allegato al manuale vene dstrbuto un CD -ROM contenente Immerson, l prmo sotware talano per la smulazone dellmmersone, realzzato esclusvamente a scopo ddattco dall o stesso autore, che vene costantemente aggornato tramte lapposto sto nternet: con la collaborazone degl struttor e de subacque che utlzzano l programma stesso, e che contene una guda n lnea nterattva con tutte le denzon de termn tecnc relatv alla teora del calcolo computerzzato della decompressone. Lbro e CD-ROM possono essere acqustat drettamente presso le mglor lbrere, oppure ordnat teleoncamente tramte l numero verde del Gruppo Edtorale Olmpa d Frenze , oppure ordnat va nternet tramte st I Commssar Federal desame per Istruttor che partecperanno alle Sesson Ucal d Aggornamento F.I.P.S.A.S troveranno nel CD -ROM che verrà loro dstrbuto, all nterno della cartella Installazone d Immerson, l le setup.exe che contene l programma dnstallazone automatca dellultma versone del sotware Immerson e potranno qund nstallarlo ne loro computers con lassstenza dretta dellautore. 1

2 Come utlzzare n ambto dda ttco l manuale ed l programma Immerson Scopo del manuale Decompressone al computer è d aggungere alla consoldata metodologa d nsegnamento teorco utlzzata dalla F.I.P.S.A.S. le nuove cognzon che rguardano l calcolo della decompressone tramte computers e sotware decompressv. Partendo da una trattazone per quanto possble dscorsva ed esemplcatva e qund aclmente ruble anche da allev de cors d avvamento alla subacquea, l manuale ntroduce però contemporaneamen te anche le ormule e le relatve rgorose dmostrazon matematche. In eett scopo dcharato del manuale è d gungere a ornre l dagramma d lusso ( low -chart ) d tutte le ormule necessare al unzonamento d un computer subacqueo onde pe rmettere a ch ha conoscenza d un qualsas lnguaggo d programmazone sotware d cmentars nella realzzazone d un rudmentale smulatore dmmersone. Sa però ben charo che, nel normale uso n ambto ddattco subacqueo, lapproondmento del le ormule matematche e delle relatve dmostrazon, pur ndcate nel manuale per essere utlzzate da eventual asprant programmator d sotware decompressv, è assolutamente da evtare o, a dscrezone dellstruttore, da lmtare rgdamente n co nsderazone del lvello d conoscenze gà acquste dagl allev. Il programma sotware Immerson permette nvece d mostrare durante una lezone ad allev d qualsas lvello culturale, n orma graca e numerca, n tempo reale durante unmm ersone smulata o analzzando l prolo d una mmersone eettvamente gà eettuata, tutt parametr numerc calcolabl con un computer, landamento delle tenson ne compartment, lavvcnars a valor crtc delle tenson e della curva d scurezza, qual sono compartment che plotano la decompressone ecc. Luso ddattco pù procuo del programma s ottene utlzzandolo n ase d breng per memorzzare e stampare l prolo dellmmersone che c s appresta ad eettuare secon do la programmazone preventvata ( programmazone da eettuare esclusvamente seguendo le metodologe classche conoscute ed utlzzando tabelle d decompressone stampate nelle verson ucalmente ornte dagl Isttut d Rcerca Iperbarca che le hanno realzzate ) e utlzzandolo po n ase d debreng per vercare d quanto l prolo realmente seguto s dscosta da quello preventvato e per analzzare con gl allev stante per stante tutto landamento dellmmersone appena eettuata. Le stampe de prol realzzat possono essere anche utlzzate per memorzzare moment n cu s sono ncontrat partcolar esemplar d auna o lora sottomarna, o qualunque evento rlevante avvenuto durante lmmersone, come ad esempo una stua zone d aanno o un rsalta eccessvamente veloce. Condzone ndspensable per poter realzzare tutto cò è ovvamente dsporre a terra, vcno al luogo dmmersone, d un computer e possblmente anche d una stampante. Qu d seguto rassumo le nozon ondamental necessare per capre come un programma sotware può cercare d calcolare l tpo d decompressone che dovremo eettuare. 2

3 Da cosa è composto un metodo ( o algortmo ) decompressvo 1- Da alcune ormule matematche che consentono d calcolare de valor numerc che esprmono la quanttà d gas nerte ( tensone ) presente n una sere d compartment. 2- Da alcune condzon matematche che consentono d vercare se valor delle tenson sono neror a quell crtc massm spermentalmente vercat e rtenut scur. 3- Da una sere d correzon emprche che permettano d aggustare l nudo rsultato matematco così ottenuto rendendolo compatble alle evdenze spermental. Come classcare un metodo decompressv o compartmentale? 1- Indvduando che tpo d ormule sono state usate per calcolare le tenson ne compartment. 2- Indcando come compartment nteragscono ra loro: n parallelo, n sere -parallelo o n sere. 3- Indvduando quant e qual compartment sono stat usat, ndcando coè l loro tempo d emsaturazone. 4- Indcando che tpo d crtero d scurezza è stato applcato a valor delle tenson durante la rsalta. 5- Indcando quale curva d scurezza spermentale s ntende o ttenere come obettvo. Quante e qual sono le ormule utlzzate per l calcolo delle tenson ne compartment? La veloctà con cu vara la tensone d gas nerte n un compartmento è proporzonale alla derenza stantanea ra la pressone parza le del gas nerte nella mscela resprata e la tensone d gas nerte nel compartmento. Questa aermazone, sulla cu verdctà s basa tutta la teora del calcolo numerco della decompressone, s può scrvere con una ormula matematca ove dt /dt = K (Pp-T ) T è la tensone d gas nerte nel compartmento numero t è l tempo K è un coecente numerco caratterzzante l compartmento numero Pp è la pressone parzale del gas nerte resprato 3

4 Da questa ormula ondamentale, con opp ortun passagg matematc, s rcava la ormula d Haldane che può essere scrtta n due mod dvers ma perettamente equvalent: T ( t oppure T ( t ove K coè K K ( t t ) ) = Pp ( Pp T ( t )) e K ( t ) = T ( t ) + ( Pp T ( t ))(1 e = lg 2 / tempo e emsaturaz = 0,693.../ tempo emsaturaz t ) ) La ormula d Haldane è applcable solo se la pressone parzale del gas nerte resprato Pp s mantene costante n tutto lntervallo d tempo (t - t ), cosa che avvene solo per mmerson eettuate a proondtà costante. Qund questa ormula è stata utlzzata per calcolare le tabelle d decompressone ma non può essere utlzzata ne computers che analzzano mmers on multlvello; n eett ne computers da mmersone la ormula d Haldane vene utlzzata solo per calcolare l tempo d non decompressone (no deco tme). Sempre dalla ormula ondamentale sopra ndcata può essere rcavata anche la ormula d Schrener: T ( t ove ) = Pp( t ) + DP(( t Pp( t DP = t ) Pp( t ) t 1 DP K ( t t ) ) ( Pp( t ) T ( t ) ) e K K t ) La ormula d Schrener nvece è applcable solo se la pressone parzale del gas nerte resprato Pp vara con veloctà costante n tutto lntervallo d tempo (t - t ), cosa che avvene solo durante potetc tratt d dscesa o d rsalta eettuat a veloctà costante; qund è utlzzata ne sotware decompressv n quanto quest descrvono unmmersone propro come una dscesa a veloctà costante seguta da una permanenza a quota costante seguta da una sere d tratt d rsalta ee ttuat cascuno a veloctà costante e sempre pù bassa avvcnandos alla superce. La ormula d Schrener, nel caso partcolare d veloctà d varazone d quota nulla ( DP = 0 ), con semplc passagg matematc, s trasorma nellequazone d Halda ne che qund ne costtusce un caso partcolare. 4

5 Quale ormula s usa davvero ne computers subacque? Il computer da mmersone segue l subacqueo n unmmersone reale che non avvene né a proondtà costante né tantomeno a veloctà d varazone d quota costante; l problema s supera consderando lmmersone come un nseme d successv ntervall brevssm, lungh poch second, dett ntervallo d rlevazone durante qual lmmersone possa essere consderata, con buona approssmazone, come se osse eettuata a quota costante o a veloctà d varazone d quota costante. Allnterno del sngolo ntervallo d rlevazone è possble usare la ormula d Schrener che, nel caso partcolare d veloctà d varazone d quota nulla, auto matcamente s trasorma nella ormula d Haldane. Una ormula che veloczza l calcolo nel sngolo ntervallo d rlevazone n quanto non rchede d K ( t t eettuare l calcolo dellesponenzale ( e ) ) è nne la ormula degl Intervall Fnt che è ancora pù acle da applcare: K ( t t ) K ( t t ) 2 T ( t ) = ( Pp ( t ) Pp ( t )) T ( t ) K ( t t ) + 2 K ( t t ) + 2 Questa é una ormula approssmata e s dscosta tanto pù dall'ndcazone esatta quanto maggore é la durata dell'ntervallo d rlevazone, é qund mportante che computers che la utlzzano adottno ntervall d rlevazone molto brev. Lerrore aumenta nel tempo Lelaborare valor numerc relatv ad un ntervallo successvo partendo da valor numerc calcolat nell'ntervallo precedente comporta ovvamente un ncremento dellerrore numerco n sto nel metodo d calcolo che aumenta man mano che s procede nell'mmersone, soprattutto nelle mmerson successve e quando l computer resta acceso dvers gorn per regstrare pù mmerson ( mult -day ). Sono tutte ormule dervate da quella d Haldane Tutte le ormule elencate sono solo ormalmente dverse ma n eett sono tutte rcavate della stessa ormula nzale; rsultat matematc ornt da queste ormule sono assolutamente ugual ed esse ornscono qund per le tenson un andame nto esponenzale sa n saturazone che n desovrasaturazone, qund perettamente smmetrco, e che per questo vene dento esponenzale - esponenzale. 5

6 Il modello Esponenzale -Esponenzale Il modello Esponenzale -Lneare Lunco tentatvo d ornre con ormule matematche un andamento delle tenson non smmetrco è quello del Dottor Thalmann che n eett sosttusce parte della sola desovrasaturazone con una retta. Varando opportunamente lnclnazone della retta s può portare la desov rasaturazone a durare anche 24 o pù perod contro 6 prevst dal metodo esponenzale -esponenzale classco ma questo modello u nzalmente rtenuto troppo conservatvo e non u applcato mmedatamente. Qual sono le modaltà d nterazone ra c ompartment? Compartment tutt n parallelo Tutt compartment vengono consderat n parallelo ra loro come se ossero tutt n dretto contatto con la mscela resprata senza nessun collegamento luno con laltro. Prmo compartmento n se re con gl altr n parallelo ra loro La mscela resprata vene consderata drettamente n contatto solo col prmo compartmento e questo, a sua volta ha collegat drettamente n sere con lu ma n parallelo ra loro tutt gl altr compartment. Compartment tutt n sere La mscela resprata vene consderata drettamente n contatto solo col prmo compartmento, questo a sua volta vene consderato collegato drettamente n sere solo col secondo compartmento, l secondo vene consderato collegato drettamente n sere solo col terzo e così va per tutt gl altr compartment. 6

7 La seguente schematzzazone graca applcata un esempo meccanco può charre queste denzon. Ne modell decompressv che consderano c ompartment tutt n parallelo ra loro, durante la rsalta che segue la ase d ondo d unmmersone, compartment comncano a desovrasaturars non appena la pressone parzale della mscela resprata dventa nerore al valore della tensone cal colata nel sngolo compartmento. Cò sgnca n pratca che tutt compartment comncano a desovrasaturars gà da prm moment della rsalta e contnuano a arlo sa durante tutte le soste d decompressone che n superce. 7

8 Modello decompressvo con 5 compartment tutt n parallelo ra loro Modello decompressvo con un compartmento n sere con altr sette n parallelo ra loro Ne modell decompressv che consderano compartment non tutt n parallelo ra loro ogn sngolo compartmento comnca a desovrasaturars solo quando la tensone n esso calcolata dventa nerore a quella nel compartmento collegato n sere prma d lu e cò comporta che alcun compartment possono contnuare a saturars anche durante tutta la r salta ed anche una volta raggunta la superce. Quest modell allungano notevolmente la durata della ase d desovrasaturazone e rchedono soste d decompressone pù proonde e pù lunghe ovvamente anche nelle mmerson successve. 8

9 I temp d emsaturazone de compartment Il tempo d emsaturazone o perodo o emtempo è l tempo necessaro anché un compartmento resca ad assorbre la metà della ulterore quanttà d gas nerte che può assorbre rmanendo sottoposto ad una data press one parzale costante. Il tempo d emsaturazone vene usato come parametro caratterzzante la veloctà d saturazone e desovrasaturazone d un compartmento; rcordamo natt che K = 0, / tempo emsaturaz Lmportanza del tempo d emsaturazone dal punto d vsta del calc olo numerco è evdente n quanto permette d determnare per ogn compartmento l valore del coecente numerco K che compare n tutte le ormule sopra ndcate. Quant e qual sono gl nsem d compartment utlzzat da var rcercator? 1908 Metodo d Haldane - I compartment sono 5 con perodo: mnut Stud US Navy - I compartment sono 3 con perodo: mnut Stud US Navy - I compartment sono 6 con perodo: mnut Stud US Navy - I compartment sono 6 con perodo mnut Stud US Navy - I compartment sono 9 con perodo: mnut Tabelle PADUA - I compartment sono 10 con perodo: mnut Tabelle Buhlmann - I compartment sono 16 con perodo: mnut Modello Hamlton DCAP - I compartment sono 11 con perodo: e 670 mnut Modello Buhlmann ZH-L16 - I compartment sono 16 con perodo: 4(5) e 635 mnut Modello Thalmann - I compartment sono 9 con perodo: e 240 mnut 1995 Modello Buhlman n ZH-L8 ADT - I compartment sono 8 con perodo: e 640 mnut Sotware V-Planner I compartment sono 16 con perodo: e 635 mnut. 9

10 Un esempo d graco del le tenson n un modello decompressvo a 5 compartment Quando le tenson dventano crtche? Una volta calcolat valor numerc delle tenson n un certo numero d compartment con una delle ormule prma ndcate, dventa ndspensable stab lre precs crter d scurezza per sapere quando l valore numerco d quelle tenson supera que valor lmte da consderare crtc, al d sopra de qual è ragonevole attenders l presentars d manestazon patologche evdent d M.D.D. Qual sono crter d scurezza applcat da var rcercator? I crter d scurezza rappresentano l punto d ncontro ra le ormule del calcolo numerco teorco e rsultat scentc spermental: c dcono qual sono valor numerc delle t enson che sngol compartment non debbono ma superare durante la rsalta n quanto, n mmerson real, per valor superor ad ess sono stat rscontrat ncdent embolc. Il ondamentale concetto d tensone crtca Tc La tensone crtca Tc è la tensone massma calcolata tramte una ormula matematca n un compartmento, durante una spermentazone reale, senza che s sano regstrat ncdent embolc; se s conosce la pressone atmoserca a cu è stata eettuata la spermentazone, è mmedato dedurre da questa con acl passagg matematc sa l valore del rapporto d sovrasaturazone crtca che l valore del gradente d sovrasaturazone crtca che denremo qu d seguto. Le prme rcerche eettuate su lavorator de casso n subacque, che raggungevano la completa saturazone durante lunghssm turn d lavoro e po tornavano drettamente n superce senza nessuna sosta d decompressone, dmostrarono che gl ncdent colpvano que lavorator che operavano oltre 10 m d proondtà, coè oltre le 2 atm qund la tensone crtca u ndvduata n 2 atm ( Tc = 2 atm ). 10

11 Il crtero del rapporto d sovrasaturazone crtca Rc Haldane sostenne che manestazon evdent d embola s hanno quando la pressone a cu un subacqueo ha raggunto la completa saturazone d tutto l suo corpo è almeno 2 volte la pressone atmoserca e qund l crtero d scurezza da rspettare per evtare ncdent embolc è mantenere l valore numerco della tensone a completa satura zone sempre nerore a 2 volte la pressone atmoserca a lvello del mare. Denendo rapporto d sovrasaturazone crtca Rc l rapporto ra la tensone crtca e la pressone atmoserca. Rc = Tc / Patm = 2 qund l crtero d scurezza da rspetta re è T a completa saturazone < 2 x Patm = 2 atm Il crtero del gradente d sovrasaturazone crtca Gc Altr rcercator, sostennero nvece che manestazon evdent d embola s hanno quando la pressone a cu un subacqueo ha raggunto la comple ta saturazone d tutto l suo corpo supera d 1 atm la pressone atmoserca e qund l crtero d scurezza da segure per evtare ncdent embolc è mantenere l valore numerco della tensone a completa saturazone sempre nerore a 1 atm oltre la pressone atmoserca a lvello del mare. Denendo gradente d sovrasaturazone crtca Gc la derenza ra la tensone crtca e la pressone atmoserca. Gc = Tc Patm = 1 atm qund l crtero d scurezza da rspettare è T a completa saturazone < 1 atm + Patm = 2 atm Il rsultato numerco è esattamente lo stesso e n eett applcare l crtero del rapporto d sovrasaturazone crtca o l crtero del gradente d sovrasaturazone crtca alle prme osservazon su lavorator de casson eettuat a temp d Haldane era assolutamente nderente. E mportante osservare che quegl esperment s lmtavano ad osservare oltre qual proondtà ed oltre qual temp d permanenza s vercavano ncdent n subacque che comunque avreb bero eettuato po una rsalta dretta n superce senza soste, coè n subacque che, come no ogg dremmo, eettuavano mmerson esclusvamente n curva d scurezza. Era qund necessaro ormulare un nuovo crtero d scurezza che potesse es sere applcato anche a tratt d rsalta che prevedevano come punto d arrvo non la superce ma quote ntermede, quelle appunto delle soste d decompressone, e che però, nel caso d rsalta dretta n superce, corrspondesse a due precedent cr ter allora propost. 11

12 Il crtero della retta de valor M Il Dottor Workman ntrodusse un nuovo crtero d scurezza che non dava ragone né a sostentor del metodo del rapporto d sovrasaturazone crtca né a sostentor del metodo del graden te d sovrasaturazone crtca, ma che comprendeva entramb metod come caso partcolare, sostenendo che manestazon evdent d embola s hanno quando la tensone d gas nerte calcolata n un compartmento è superore ad un valore massmo dedotto spermentalmente per ogn compartmento detto valore M. Il crtero d scurezza secondo Workman è dunque che T < M ove l valore M è dverso per ogn compartmento e non pù unco per tutto l corpo. Il valore M non è però una grandezza ssa ma vara al varare della pressone ambentale secondo una legge lneare ( è nsomma rappresentable con una retta se traccata n un graco che rporta le tenson lungo lasse vertcale e le presson ambental lungo lasse orzzontale, detto Graco delle P resson e delle Rette de Valor M ) la cu ormula è M = M 0 + M (Pamb Patm) n cu M 0 = Tc Se la pressone ambentale Pamb è uguale a quella atmoserca Patm tornamo a due cas precedent, datt M = Tc = 2 atm e l crter o d scurezza da rspettare è come sempre T < 2 atm + M (Pamb Patm) = 2 atm Cerchamo d capre meglo con un esempo Consderamo unmmersone a 40 mt d proondtà ( corrspondent a 5 atm d pressone ambentale ) protratta no a raggungere la completa saturazone ( è evdentemente un esempo solo teorco ). Se s applca come crtero d scurezza l crtero del rapporto d sovrasaturazone crtca d Haldane sarà necessaro eettuare la prma sosta d decompressone a lla proondtà d 15 mt ( corrspondent a 2,5 atm d pressone ambentale coè la metà d quella d partenza ). Se s applca come crtero d scurezza l crtero del gradente d sovrasaturazone crtca sarà necessaro eettuare la prma sosta d de compressone alla proondtà d 30 mt ( corrspondent a 4 atm coè una meno d quella d partenza ). Se s applca come crtero d scurezza l crtero della retta de valor M sarà possble eettuare la prma sosta d decompressone ad una quota nt ermeda ra 15 ed 30 mt a seconda della partcolare retta de valor M presa n consderazone. A ttolo d cronaca rcordo che tutte le metodologe d adattamento delle Tabelle d Decompressone della Marna Mltare Amercana alle mmerson eett uate n quota sono basate sullapplcazone del crtero del rapporto d sovrasaturazone crtca. 12

13 Il graco delle presson e delle rette de valor M La retta pù n alto è la retta de valor M e la retta ntermeda pù bassa vene denta r etta della saturazone totale. Tutt valor delle tenson che s trovano nella zona azzurra al d sotto d tale retta ( n cu le tenson sono pù basse della pressone ambentale ) non rchederanno decompressone n quanto relatv compartment s stanno ancora saturando. Tutt valor delle tenson che s trovano nella zona vola ( n cu le tenson s trovano al dsotto della retta de valor M ) soddsano l crtero della retta de valor M e non genereranno ncdent embolc ma rchederanno una sosta d decompressone se s trovano al d sopra della retta dalla saturazone totale e sarà allora necessaro controllare la veloctà d rsalta n modo che non s verchno ncdent. Il Dottor Buhlmann propose per la ormula della retta d e valor M una orma dversa M = a + ( 1 / b ) Pamb ma la derenza è solo ormale qund la stessa retta d valor M può essere espressa con la ormula d Workman o d Buhlmann nderentemente. 13

14 Caso del rapporto d sovrasaturazone cr tca Rc Aumentando la proondtà e qund la pressone ambentale Pamb la retta de valor M s allontana dalla retta della sovrasaturazone totale. Caso del gradente d sovrasaturazone crtca Gc Aumentando la proondtà e qund la pressone ambentale Pamb, la retta de valor M s mantene parallela alla retta della saturazone totale ed l valore del gradente d sovrasaturazone crtca s mantene costante. 14

15 Pù le rette de valor M s avvcnano a questa condzone d parallelsmo con la retta della saturazone totale e pù proonde saranno le prme soste rcheste per la decompressone. Modello decompressvo che applca l crtero del rapporto d sovrasaturazone crtca Modello decompressvo che applca l crtero del graden te d sovrasaturazone crtca 15

16 Ma computers subacque che usano le stesse ormule per l calcolo delle tenson ed applcano lo stesso crtero d scurezza ndcano po la stessa decompressone? Al rsultato matematco ottenuto con lapplcazone de lle ormule per l calcolo delle tenson e con la verca delle condzon mposte da crter d scurezza ogn computer subacqueo applca degl ulteror crter cautelatv per cercare d avvcnare l pù possble l nudo rsultato matematco ornt o dal calcolo a rsultat spermental. Esemp d possbl crter cautelatv sono: usare razon percentual d gas nerte superor al reale, moltplcare valor delle tenson per de coecent d scurezza che aumentano con la proondtà, aumentare valor de temp d emsaturazone de compartment solo durante la desovrasaturazone, dmnure l valore numerco de valor M. I parametr numerc ondamental che entrano n goco, e coè temp d emsaturazone e le rette d valor M, possono essere res adattant, coè modcabl n unzone d precs parametr, la cu nluenza nel enomeno decompressvo sa spermentalmente dmostrata, qual la temperatura ambentale, l consumo ventlatoro, la ormazone d mcrobolle, la durata dellntervallo d superce nelle mmerson successve, la derenza ra la quota massma raggunta nella mmersone precedente e n quella successva ecc. Percentuale del valore M Ne sotware per l calcolo della decompressone s evta accuratam ente che n un qualsas momento della rsalta valor delle tenson vadano ad eguaglare esattamente valor numerc de valor M ma s adottano de valor M d scurezza che non sono che una percentuale del valore M totale qund l crtero d scurezza adottato dal sotware non sarà ad esempo che la tensone s mantenga nerore al valore M ma che s mantenga nerore all80% del valore M oppure al 75% del valore M e così va. Consderazon nal Le ormule eettvamente utlzzate ne c omputers subacque e ne sotware decompressv per calcolare le tenson ne compartment sono tutte rconducbl ad una sola ormula ondamentale con la solo eccezone ( nella sola ase d desovrasaturazone ) d quella del Dottor Thalman. I compartment sono normalmente consderat tutt n parallelo ra d loro. I possbl crter d scurezza sono tre ma rconducbl ad un unco metodo, quello delle rette de valor M ( Workman o Buhlmann ). Le correzon spermental sono applcate prncpalment e utlzzando l metodo della dmnuzone percentuale del valore M. I var metod decompressv n dentva s derenzano luno dallaltro, lmtatamente al solo ambto del calcolo numerco, per l numero ed l tpo d compartment consderat, per la partcolare retta de valor M applcata ad ogn sngolo compartmento e per l tpo d correzon spermental applcate ad ogn sngolo compartmento. Per gl approondment agl argoment qu sopra accennat s rmanda alla lettura del manuale Decompressone al computer e per lanals de grac delle presson e delle rette de valor M relatv a prol d mmerson smulate o real s rmanda alluso del programma Immerson. Maro Guseppe Leonard, Commssaro Federale desame C.O.N.I. - F.I.P.S.A.S. 16

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset 8a resentazone della lezone 8 /6 Obettv come s tene conto della lmtazone d ampezza e d veloctà come s tene conto della lmtazone d reqenza come s tene conto degl oset 8a saper preved. col calcolo l nlenza

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/9/2) ECONOMIA E POLITICA DEL SETTORE ITTICO 1.INTRODUZIONE. LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE (una applcazone ad un contesto

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI UT D MPEGO DE DOD addrzzare ad na seonda. l crcto pù seplce, che pega l dodo coe raddrzzatore d na tensone alternata, è rappresentato n Fg.. n esso n generatore deale d tensone alternata l c valore stantaneo

Dettagli

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso 2010 Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso seconda edzone rveduta e corretta 2010 PRESENTAZIONE L amca e brava Nada Garbelln, autrce d questa bella e semplce

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI 6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI Consdeao un sstea d n unt ateal con n > nteagent ta loo e con l esto dell unveso. Nello studo d un tale sstea sulta convenente scooe la foza agente ( et) sull

Dettagli

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività ai sensi dell articolo 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994 n.109 e successive modifiche. l MNSTRO DELLA GUSTZA di concerto

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA LA SCUREZZA NON VA VSTA COME UN MPEDMENTO A SVOLGERE LA PROPRA ATTVTA, MA DVENTA PARTE NTEGRANTE DELL ATTVTA STESSA Dott.ssa Benedetta Persechino - SPESL - DML 1895 SCOPERTA DE RAGG X RADOATTVTA PROPRETA

Dettagli

Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite

Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite della curva di sicurezza. Nel numero scorso abbiamo

Dettagli

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m w w w. a x o t a l a. c o m SISSIWEB AXIOS SIDI INVIO SMS INVIO EMAIL ACQUISIZIONE ASSENZE - DA SCANNER - DA PALMARE C/C POSTALE E BANCARIO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI GESTIONE ORARIA DEL PERSONALE PRIVACY

Dettagli

STATISTICA Lezioni ed esercizi

STATISTICA Lezioni ed esercizi Uverstà d Toro QUADERNI DIDATTICI del Dpartmeto d Matematca MARIA GARETTO STATISTICA Lezo ed esercz Corso d Laurea Botecologe A.A. / Quadero # Novembre M. Garetto - Statstca Prefazoe I questo quadero

Dettagli

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23 Untà Invlupp d vl secnd le nrme F.A.R. 3.1 Il dgrmm d mnvr Cn rferment qunt rprtt nel prgrf 1.4 dell precedente Untà s può scrvere: n f z L 1 ρscl 1 ρs CL v ( cs t) C v L uest sgnfc che per un dt qut (ρ)

Dettagli

Capitolo 8 - Introduzione alla probabilità

Capitolo 8 - Introduzione alla probabilità Appunti di Teoria dei Segnali Capitolo 8 - Introduzione alla probabilità Concetti preliminari di probabilità... Introduzione alla probabilità... Deinizione di spazio degli eventi... Deinizione di evento...

Dettagli

Equazioni dierenziali ordinarie del prim'ordine

Equazioni dierenziali ordinarie del prim'ordine 21 Maggio 2012 - Lab. di Complementi di Matematica e Calcolo Numerico Equazioni dierenziali ordinarie del prim'ordine Indice 1 Integrazione di un'equazione cinetica 2 2 Cinetica di adsorbimento di Langmuir

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

CAPITOLO 18 STABILITÀ DEI PENDII

CAPITOLO 18 STABILITÀ DEI PENDII Captolo 8 CAPITOLO 8 8. Frae 8.. Fattor e cause de movmet fraos Per fraa s tede u rapdo spostameto d ua massa d rocca o d terra l cu cetro d gravtà s muove verso l basso e verso l estero. I prcpal fattor

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

M P = PA^V. Il risultante e denito semplicemente come la somma dei vettori di a

M P = PA^V. Il risultante e denito semplicemente come la somma dei vettori di a VETTORI APPLICATI Sistema di vettori applicati L'ente matematico costituito da un punto P e da un vettore (libero) V, si dice vettore applicato in P e si denota con (P;V). E comodo rappresentare il vettore

Dettagli

LA LEGGE DI OHM La verifica sperimentale della legge di Ohm

LA LEGGE DI OHM La verifica sperimentale della legge di Ohm Laboratorio di.... Scheda n. 2 Livello: Base A.S.... Classe. NOME..... DATA... Prof.... LA LEGGE D OHM La verifica sperimentale della legge di Ohm Conoscenze - Conoscere la legge di Ohm - Conoscere lo

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

ARCHITETTI JUNIOR PROVA PRATICA

ARCHITETTI JUNIOR PROVA PRATICA ARCHTETT JUNOR PROVA PRATCA TEMA 1 Stesura grafica di una planimetria catastale Avete ricevuto via fax, da un vostro cliente, la planimetria catastale allegata, riguardante una unità immobiliare residenziale.

Dettagli

175 CAPITOLO 14: ANALISI DEI PROBLEMI GEOTECNICI IN CONDIZIONI LIMITE

175 CAPITOLO 14: ANALISI DEI PROBLEMI GEOTECNICI IN CONDIZIONI LIMITE 175 ntroduzione all analisi dei problemi di collasso. L analisi del comportamento del terreno potrebbe essere fatta attraverso dei modelli di comportamento elasto plastici, ma questo tipo di analisi richiede

Dettagli

Legge del Raffreddamento di Newton

Legge del Raffreddamento di Newton Legge del Raffreddamento di Newton www.lepla.eu Obiettivo L'obiettivo di questo esperimento è studiare l'andamento temporale della temperatura di un oggetto che si raffredda e trovare un modello matematico

Dettagli

Capitolo 10 Z Elasticità della domanda

Capitolo 10 Z Elasticità della domanda Capitolo 10 Z Elasticità della domanda Sommario Z 1. L elasticità della domanda rispetto al prezzo. - 2. La misura dell elasticità. - 3. I fattori determinanti l elasticità. - 4. L elasticità rispetto

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

SCUOLA STATALE CARLO MONTANARI IST. MAGISTRALE VICOLO STIMATE 4 VERONA VR

SCUOLA STATALE CARLO MONTANARI IST. MAGISTRALE VICOLO STIMATE 4 VERONA VR ESAME D STATO 2010 - L TUO ESAME - MATERE http://\vw\v. trampi.istruzione.it/esamistato/ricercacommisione.do?. tuo Esante di Stat -,:il' ;'--.,- A44001 BORTOLON CARLO SCUOLA STATALE GROLAMO FRACASTORO

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Un contatore di energia elettrica attiva è un dispositivo che misura l'energia elettrica attiva consumata in un circuito

Un contatore di energia elettrica attiva è un dispositivo che misura l'energia elettrica attiva consumata in un circuito Allegati Specifici - Allegato MI-003 CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA ATTIVA Ai contatori energia elettrica attiva destinati ad uso residenziale, commerciale, e industriale leggero si applicano i requisiti

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE REPBBLCA TALANA Doo. N, 7 gšfl- n.a.r. [../', 1- EGOEE S1(ìrL1.fiNA AS SES SORATO REGONALE DEl..L.'ENERGA E DE SERVZ D PUBBLCA UTLTÀ DPARTMENTO REGONALE DE.,'ACQUA E DE RFUT ui', L DRGENTE GENERALE VSTO

Dettagli

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE")

F U N Z I O N I. E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC DERIVE) F U N Z I O N I E LORO RAPPRESENTAZIONE GRAFICA di Carmine De Fusco 1 (ANCHE CON IL PROGRAMMA PER PC "DERIVE") I N D I C E Funzioni...pag. 2 Funzioni del tipo = Kx... 4 Funzioni crescenti e decrescenti...10

Dettagli

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio Brevetto N. 1 Seduti sul bordo con gambe in acqua (valutare emotività) Discesa dalla scaletta (valutare emotività) Studio equilibrio verticale Andature con Remate, movimenti braccia SL e Do (M.I.) Valutazione

Dettagli

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 ESERCIZIO 1 (DE,DTE) Un transistore bipolare n + pn con N Abase = N Dcollettore = 10 16 cm 3, µ n = 0.09 m 2 /Vs, µ p = 0.035 m 2 /Vs, τ n = τ p = 10 6 s, S=1

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Capitolo 10 Costi. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl

Capitolo 10 Costi. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl Capitolo 10 Costi COSTI Per poter realizzare la produzione l impresa sostiene dei costi Si tratta di scegliere la combinazione ottimale dei fattori produttivi per l impresa È bene ricordare che la categoria

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

La f(x) dovrà rimanere all interno di questo intorno quando la x è all interno di un intorno di x 0, cioè I(x 0 ), cioè:

La f(x) dovrà rimanere all interno di questo intorno quando la x è all interno di un intorno di x 0, cioè I(x 0 ), cioè: 1 Limiti Roberto Petroni, 2011 Possiamo introdurre intuitivamente il concetto di limite dicendo che quanto più la x si avvicina ad un dato valore x 0 tanto più la f(x) si avvicina ad un valore l detto

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Lo studio di unzione Ing. Alessandro Pochì Appunti di analisi Matematica per la Classe VD (a.s. 011/01) Schema generale per lo studio di una unzione Premessa Per Studio unzione si intende, generalmente,

Dettagli

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Appena sfornate! Calde... pizze dal Pizzaport Per un ottimo isolamento: struttura

Dettagli

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici ACCREDIA L ente italiano di accreditamento Armonizzazione della documentazione dei Dipartimenti ACCREDIA Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici Adelina Leka - Funzionario

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito.

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito. INTEGRALI DEFINITI Sia nel campo scientifico che in quello tecnico si presentano spesso situazioni per affrontare le quali è necessario ricorrere al calcolo dell integrale definito. Vi sono infatti svariati

Dettagli

bensì una tendenza a ruotare quando vengono applicate in punti diversi di un corpo

bensì una tendenza a ruotare quando vengono applicate in punti diversi di un corpo Momento di una forza Nella figura 1 è illustrato come forze uguali e contrarie possono non produrre equilibrio, bensì una tendenza a ruotare quando vengono applicate in punti diversi di un corpo esteso.

Dettagli

Capitolo 6. La produzione. A.A. 2013-2014 Microeconomia - Cap. 6 1. Questo file (con nome cap_06.pdf)

Capitolo 6. La produzione. A.A. 2013-2014 Microeconomia - Cap. 6 1. Questo file (con nome cap_06.pdf) Capitolo 6 La produzione A.A. 2013-2014 Microeconomia - Cap. 6 1 Questo file (con nome cap_06.pdf) può essere scaricato da siti e file elearning.moodle2.unito.it/esomas/course/ view.php?id=215 abbreviato

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

MATEMATICA. I numeri relativi. I numeri relativi. il testo:

MATEMATICA. I numeri relativi. I numeri relativi. il testo: 01 sono i numeri che hanno davanti il segno + o il segno -. li usano quando devi far capire se un numero sta sopra o sotto dello zero. Se dico che la temperatura è di 30 gradi per te è sicuramente difficile

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Problema 1 Due carrelli A e B, di massa m A = 104 kg e m B = 128 kg, collegati da una molla di costante elastica k = 3100

Dettagli

PI.EFFE.CI. Oltre 40 anni di esperienza

PI.EFFE.CI. Oltre 40 anni di esperienza Oltre 40 anni di esperienza mette a disposizione della propria clientela i 40 anni della sua esperienza nel mercato dei prodotti per il fissaggio delle tubazioni, utilizzati negli innumerevoli settori

Dettagli

GRANDEZZE SINUSOIDALI

GRANDEZZE SINUSOIDALI GRANDEE SINUSOIDALI INDICE -Grandezze variabili. -Grandezze periodiche. 3-Parametri delle grandezze periodiche. 4-Grandezze alternate. 5-Grandezze sinusoidali. 6-Parametri delle grandezze sinusoidali.

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

DOC SI-RR+ ITAL OK der 18/06/03 10:05 Page 1 SI-RR+

DOC SI-RR+ ITAL OK der 18/06/03 10:05 Page 1 SI-RR+ DOC -RR+ TAL OK der 18/06/03 10:05 Page 1 25 cm 25 cm -RR+ A/ NFORMAZON GENERAL 1/ nstallazione Collocare il programmatore presso una presa di corrente a 230 V, 50 Hz. La presa deve far parte di un impianto

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli