Risk Adjusted Performance Measurement negli Hedge Funds: Omega, Kappa e AIRAP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risk Adjusted Performance Measurement negli Hedge Funds: Omega, Kappa e AIRAP"

Transcript

1 Rsk Adjusted Performance Measurement negl Hedge Funds: Omega, Kappa e AIRAP Valutazone d Garele Astolf *, Samuele Marafn ** e Francesco Martnell ***. Introduzone La valutazone ex post del rscho e della performance e la loro anals comparatva, la Rsk Adjusted Performance, costtusce un'attvtà n contnua evoluzone nell Asset Management. Su questo tema, una delle prncpal tematche recentemente ntrodotte è la cosddetta valutazone unversale della performance (unversal performance measurement). D seguto analzzamo dvers ndcator d performance aggustata per l rscho ex post rferta a prodott d gestone alternatva, Hedge Funds. Le tecnche d gestone che caratterzzano quest prodott l rendono, a nostr fn, dfferent da prodott tradzonal dell Asset Management. E necessaro percò, prma d presentare dvers ndcator, fare alcune consderazon sulla anals delle sere storche de rendment negl Hedge Funds.. Rsk Adjusted Performance nell asset management tradzonale La valutazone quanttatva d portafoglo presuppone la msurazone del rendmento corretto per l rscho (rsk adjusted performance, RAP). Il metodo pù semplce e pù comunemente usato è quello del confronto tra rendment per portafogl che manfestano lo stesso proflo d rscho. Quando le dstruzon de rendment sono normal l classco modello d meda-varanza ed l CAPM (Captal Asset Prcng Model) sono vald, pertanto le msure della performance possono essere rcavate drettamente dal modello stesso. Il pù conoscuto ndcatore d rsk adjusted performance nell asset management tradzonale è l ndce d Sharpe, ntrodotto da Sharpe nel 966. Questo ndce msura l eccesso d rendmento medo d un portafoglo, n un dato perodo d tempo, rspetto all attvtà rsk free per ogn untà d rscho. Esso è defnto nel modo seguente: Rp, t Rf, t IS () σ Rp, t Rf, t dove Rp, t rappresenta l rendmento medo del portafoglo nel perodo d tempo t, Rf, t l rendmento dell attvtà prva d rscho nel perodo d tempo t e σ Rp, t Rf, t lo scarto quadratco medo dell eccesso del rendmento, che concde con lo scarto quadratco medo del portafoglo stesso gacché l attvtà d confronto è per defnzone prva d rscho. Tale ndcatore * Memro Commssone Aaf-Gps; Rsk Management Banco d Deso e della Branza s.p.a. ** Assocato Aaf dal 003, Co-responsale Commssone Aaf-Gps; Dvsone Rsk Asset Management Credto Emlano CRDM. *** Soco Aaf dal 00 (Dplomato CEFA), Co-responsale Commssone Aaf-Gps; Dvsone Rsk Management Banca Lomarda, Captalgest SGR. 6

2 msura l rendmento n rapporto alla volatltà totale e rappresenta la maggore renumerazone rchesta dal rsparmatore per affrontare quanttà agguntve d rscho. Al valore calcolato con questo rapporto s possono assocare dverse nterpretazon. Grafcamente, ponendos n un equlro d meda-varanza, esso è nterpretale come l coeffcente angolare della Captal Market Lne (SML) rp rf + IS σp, che descrve l nseme de punt ottenl attraverso le dverse comnazon dell attvtà rsk free ed l portafoglo rschoso. Alle rette con nclnazone maggore corrsponde l portafoglo con la comnazone mglore. L ndce d Modglan e Modglan M, proposto da due autor nel 997, adotta per l calcolo del rendmento la seguente espressone: RAP(p) ( ) σ R p, t Rf, t + Rf, t () σp dove le varal present nella formula hanno lo stesso sgnfcato vsto n precedenza e σ ndca la devazone standard del enchmark. M ndca quale saree l rendmento consegule dal portafoglo se la sua rschostà fosse uguale a quella del enchmark. Il portafoglo P vene costruto rpartendo le rsorse n due attvtà: una rschosa, rappresentata da un portafoglo attvo, ed una prva d rscho, rappresentata da ttol a reve. Se ndchamo con d la frazone d portafoglo da nvestre (dsnvestre) nelle attvtà d leveragng, ncrementata (decrementata) n ase al valore del rscho del portafoglo rspetto a quello del enchmark, possamo rscrvere l ndce RAPM nel seguente modo: RAP(p) R p d + ( d) R f (3) dove con σ d aamo ndcato l peso da nvestre nell attvtà rschosa, affnché l portafoglo σp manfest la stesso rscho del portafoglo enchmark. Sosttuendo questa espressone nell espressone precedente s ottene: σ σ R p Rf + Rf σp σp RAP(p) σ σ R p + Rf σp σp R p Rf σ + Rf σp σp σ IS + Rf (4) Aamo così espresso l rendmento del portafoglo attraverso una trasformazone lneare n termn d IS. Questo lo rende maggormente ntutvo e qund d pù facle comprensone. La rappresentazone grafca è apparentemente uguale a quella fornta per l ndce IS. La dfferenza è determnata dal fatto che l ndce d Sharpe prende n consderazone l rscho d portafoglo mentre l ndce RAP quello del enchmark. 3 L ndce M measures prende n consderazone lo scarto quadratco medo del enchmark senza consderare l suo rendmento. Esso non fa, qund, alcun rfermento al dfferenzale d rendmento tra l portafoglo e l enchmark, presupponendo un trackng error nullo. Modfcando quest potes 3 samo d fronte ad una nuova msura d rendmento chamata M defnta come: M 3 μ CAP α R p + β R + ( α β) R f (5) dove la sgla CAP sgnfca Correlaton Adjusted Performance. Gl oettv degl nvesttor sono espress attraverso de lvell target d TE e d correlazone tra ttol, che saranno po confrontat con lvell effettv. È qund possle defnre le seguent varal: 7

3 tte target Trackng Error TE Trackng Error ex-post tc Correlazone target C Correlazone ex-post Tra l lvello d TE e la correlazone esste una relazone rcavale dalla teora del CAPM che esprme l rendmento medo del portafoglo come α + ε e qund la sua varanza come μ p β μ + σp β σ + σε. Questa può essere anche espressa n termn d coeffcente d correlazone (ρ) come σ p σ p ρ p σ σε σ + Il rscho resduo σ ε presente nella precedente espressone è defnto come l TE. Attraverso alcun passagg algerc possamo qund rscrvere l espressone precedente come: TE σp ξ. p L oettvo è la determnazone de coeffcent α e β, che esprmono rspettvamente l rsultato dell attvtà d leverage adeguatamente aggustata dalla correlazone tra portafoglo e enchmark, ed l dfferenzale tra correlazone voluta e quella regstrata. Applcando le relazon fn qu esamnate rcavamo seguent parametr: σ ( tc) α (6) σp C ( ) β tc C (7) ( tc) ( C) Dalle espresson precedent s evnce che, quando la correlazone tra l rendmento del portafoglo 3 e quello del enchmark è nulla, M concde con M. Con quest ndcatore la correlazone tra portafoglo e enchmark è scomposta nella somma d tre dverse correlazon: La prma tra l portafoglo scelto e quello attvo (che s dscosta dal enchmark) msurata da α ed a sua volta nfluenzata dall attvtà d leverage. La seconda tra l portafoglo attvo e quello passvo (che replca l enchmark), n questo caso non c è nfluenza da parte dell attvtà d lancamento de lvell d rscho poché s prende n consderazone lo scarto quadratco medo del enchmark che rappresenta l oettvo dell nvesttore. L ultma, tra l portafoglo e l attvtà rsk free, è una correlazone resdua. L ndce Alpha d Jensen è stato proposto nel 968 dall economsta Mchael Jensen, n cu la formula d α trova la sua orgne nel modello CAPM: α R P [ R f + β P ( R m R f )] (8) dove l portafoglo d mercato vene rappresentato dal enchmark che è composto d tutt ttol dsponl e s suppone effcente n termn d meda-varanza per un nvesttore non nformato. L ndce può qund essere rscrtto propro come funzone dell overperformance: α Rp E ( Rp) Possamo assegnare all Alpha d Jensen anche un nterpretazone grafca, nfatt β ndca l coeffcente angolare della retta α ( Rp Rf ) β p ( Rm Rf ) mentre α ne rappresenta nvece 8

4 l ntercetta. Esso msura l valore aggunto del manager alla reddtvtà d portafoglo, così come rcavale dal CAPM. L Informaton Rato, conoscuto anche come Apprasal Rato, è defnto dal seguente rapporto: Rp R IR (9) TEV dove TEV è la Trackng Error Volatlty, mentre l numeratore esprme l excess return mean, defnto dalla dfferenza tra l rendmento medo del portafoglo rspetto al rendmento medo del enchmark, chamato TEM (Trackng Error Mean). Con questa msura d RAP s sntetzzano, n un unco valore, sa le aspettatve d rendmento sa quelle connesse al lvello d rscho dell nvestmento, permettendo così d evdenzare le capactà del gestore d ottenere una overperformance tenendo sotto controllo l lvello d Trackng Error (TE). Può, nfatt, essere rscrtto come: TEM IR TEV L IS msura la performance del fondo n modo assoluto mentre l IR msura l contruto dell attvtà d asset allocaton rspetto al enchmark scelto o n senso relatvo. L ndce d Treynor, noto come Reward to Varalty Rato, rapporta l extrarendmento del portafoglo rspetto all attvtà rsk free al eta β del portafoglo: E( Rp) Rf T P (0) β p Esso è molto smle all ndce d Sharpe qualora s prenda n consderazone solo l rscho sstematco, analzzato come contruto margnale al rscho totale. In effett, se rprendamo la ER defnzone d IS come dove con ER aamo ndcato l extrarendmento del portafoglo σ( ER) rspetto all attvtà rsk free, è possle rscrvere l denomnatore dell espressone precedente comeβ σm ottenendo: T p IS. σm Esso presenta de lmt n quanto può essere utlzzato per la valutazone de sol nvestment azonar poché eta è l ndcatore d sensltà del prezzo d un azone alle varazon d mercato. È un ndce che potzza la perfetta dversfcazone d portafoglo e qund presuppone che l rscho specfco sa completamente elmnato. Lo stesso autore, nseme allo studoso Fsher Black, nel 973 elaora un altro ndcatore noto col nome Treynor-Black. Il numeratore d questo nuovo rapporto rmane nvarato (α), al denomnatore s prende n consderazone l rscho dosncratco (σr ). Tale ndcatore d stma (Apprasal Rato) rapporta l Alpha d Jensen al rscho specfco, pertanto esso msura l eccesso d rendmento dovuto all altà del manager per untà d rscho dversfcale: A r α p σ r () Tale ndcatore è faclmente calcolale ed nterpretale n quanto rchede la conoscenza d poche nformazon; per d pù, potzzando una dstruzone normale de rendment e utlzzando lo stesso approcco teorco de mercat effcent, permette d evdenzare come l rscho ed l rendmento dovreero rapportars quando s costrusce un portafoglo d attvtà. S rcorda che l rscho sstematco è l unco che vene remunerato dal mercato. 9

5 Svluppamo la connessone tra gl ndc propost da Treynor con quello proposto da Jensen. La relazone tra T e α è evdenzata dalla seguente formula: T p r r f pβ p α p + β p r β p ( ) r f () α p β p + ( ) r β p r f α p β p + T Confrontando l ndce T del portafoglo e del enchmark, notamo che l α>0. Tp atte l T se e solo se. Anals della dstruzone de rendment negl hedge funds Per la formulazone della teora d portafoglo (e qund l modello meda-varanza) s potzza per rendment una dstruzon normale. Purtroppo la teora moderna d portafoglo non è applcale al caso degl hedge funds, n quanto rendment presentano caratterstche statstche dverse da quelle menzonate. Le loro dstruzon, nfatt non presentano caratterstche d normaltà e sono nteressate da sgnfcatv moment d ordne superore al secondo: a) l momento terzo centrale che msura la assmmetra della dstruzone. In caso d asmmetra nella dstruzone de rendment la proaltà d perdta è dversa, a partà d mporto, dalla proaltà d guadagno. Cò permette d determnare la proaltà d consegure rendment superor al valore atteso e la proaltà d sopportare perdte dovute a rendment nferor al valore atteso. La varanza non cogle tale dfferenza n quanto somma due tp d volatltà. Se la meda supera la medana, la dstruzone presenta numeros valor alt e rsulta slancata verso l semasse postvo delle ascsse producendo una coda a destra. In tal caso s parla d asmmetra postva. Se la meda è nferore alla medana, la dstruzone è caratterzzata da numeros valor ass e rsulta protesa verso l semasse negatvo delle ascsse, producendo una coda a snstra. L asmmetra è rappresentata dal terzo momento centrale, denomnato ndce d Fscher o coeffcente d Skewness, è esprmle come segue: M n 3 rt E( r t ) n t 3 σ (3) 3 Se M > 0 s ha una dstruzone asmmetrca a destra (postva); 3 Se M < 0 s ha una dstruzone asmmetrca a snstra (negatva); ) l momento quarto centrale che msura la curtos della dstruzone. Esso rappresenta l maggor od l mnor appuntmento della dstruzone d frequenza. L ndce d curtos, ndce d Pearson, è esprmle come segue: M n 4 rt E( r t ) n t 4 σ (4) 4 Sccome l coeffcente d curtos M d una dstruzone normale è par a 3 possamo ottenere l seguente proflo nterpretatvo: 4 -se M 3 s ha una dstruzone gaussana defnta mesocurtos. La dstruzone d frequenza ha una forma campanulare con due fless equdstant dal valore centrale. 0

6 4 -se M > 3 s ha una dstruzone appuntta, con code spesse e lunghe (fat tal) defnta leptocurtos. La leptocurtos segnala l elevata proaltà d consegure valor dvers dal valore atteso. 4 -se M < 3 s ha una dstruzone patta, con code corte e sottl defnta platcurtca. La platcurtos segnala alte proaltà d ottenere rsultat vcno al valore atteso. Una varante dell ndcatore d Pearson è l ndce d Fsher defnto coeffcente d eccesso d curtos: 4' 4 M M 3 Gl nvesttor preferscono ass lvell d curtos, mentre fond speculatv sono caratterzzat da leptocurtos, che attrusce alla rappresentazone grafca della dstruzone de rendment una tpca forma aguzza con sommtà appuntta con lunghe code spesse. S ha maggor proaltà d event straordnar e qund s regstra la tendenza de rendment ad allontanars dal valore medo atteso Cò permette d osservare che negl hedge funds non sono applcal né l modello d anals meda-varanza né la teora d portafoglo d Markowtz e nemmeno l CAPM d Sharpe. Test Jarque Bera Al fne d verfcare l potes d normaltà delle sere storche, una delle pù note procedure è l test Jarque Bera. Facendo rfermento alle dstruzon asntotche degl ndcator d asmmetra e d curtos.s dmostra che la statstca d Jarque Bera è così defnta: S N 6 + ( K 3) BJ (5) 4 dove N ndca l numero delle osservazon, S è l coeffcente d Skewness, K è l coeffcente d curtos. Sotto le potes d normaltà la statstca BJ segue una dstruzone statstca d tpo χ con grad d lertà. L potes nulla d normaltà vene rfutata per valor alt della statstca n quanto quest sono causat da elevat valor d S e K che s verfcano propro quando c allontanamo dall potes d normaltà. Il rendmento d un fondo comune aperto dpende dalle seguent varal: -lo stle d nvestmento adottato dal manager che è descrvle dalla comnazone d scelte allocatve (allocaton choces) nerent alla selezone delle class d attvtà fnanzare n cu nvestre e stratege operatve (tradng strateges) relatve alla quanttà e qualtà d rsorse da destnare alle class d attvtà. -l altà del manager; che a sua volta è scndle n due component fondamental. La capactà del gestore d selezonare le attvtà da nserre nel portafoglo (stock pckng) e la capactà d prevedere trend drezonal d mercato (market tmng). Infatt è stato dmostrato che la maggor parte de fond comun apert sono correlat alle class pù sgnfcatve evdenzando una forte dpendenza del rendmento dalla tpologa de ttol detenut puttosto che dall altà de gestor: α 0 e pertanto l rendmento può essere ampamente spegato dall equazone lneare d Sharpe. La performance degl hedge funds è strettamente collegata all altà del gestore α, quest ultma funzone della capactà selettva (stock pckng) e della tempestvtà operatva (market tmng). Al contraro l gestore de fond comun d nvestmento s caratterzza per l fatto d attrure maggor peso allo stle d gestone. Tornando alla anals de prodott n esame, le scelte gestonal degl Hedge Funds d nvestre n prodott a payoff non lneare o n strument poco lqud, rende tpcamente la tmes seres de rendment non normale e dstante da una relazone d lneartà con cors de mercat d rfermento. L utlzzo d prodott con poca lqudtà nel mercato, che nduce a una valorzzazone a dat storc dell nvestto, è una delle cause che determnano una autocorrelazone serale de rendment cò equvale a dre che rendment del tempo t dpendono da quell del perodo precedente, da cò derva l effetto persstence ed una mnore volatltà. Geltner (99&993), Barkham and Geltner (994) hanno svolto un attento lavoro per elmnare l autocorrelazone, proponendo d aggustare la sere storca de rendment attraverso la seguente espressone:

7 * * rt α rt r t (6) ( α) dove α è l coeffcente d autocorrelazone con rtardo, r * t è la sere storca che presenta autocorrelazone, r t è la sere storca corretta per l autocorrelazone. L autocorrelazone serale può trovare spegazone nella partcolare natura delle stratege mplementate e nella llqudtà degl strument detenut, che costrnge ad una valutazone a dat storc o sulla ase d stme soggettve del prezzo corrente. Da cò derva l effetto persstence ed una mnore volatltà de rendment. Negl hedge funds la presenza d poszon llqude n portafoglo dà spazo a maggor dscrezonaltà nella valorzzazone dell attvo mentre per fond comun apert, cò non accade poché deono nvestre n attvtà altamente lqude e sono sottopost a rgorose norme d vglanza contro le valutazon artrare del patrmono. Per valutare l lvello d autocorrelazone s può utlzzare l seguente test. Il test d Ljung-Box Nel test d Ljung-Box l potes da verfcare è l assenza d correlazone per prm m rtard della tme seres de rendment. H o : ρ ρ... ρm 0. contro l potes alternatva che almeno un coeffcente d autocorrelazone sa dverso da zero. Il test s asa sulla seguente statstca: m ϑk Q N ( N + ) (7) k N k dove N ndca l numero d osservazon e ϑk è l coeffcente d autocorrelazone d ordne m. La statstca Q sotto l potes nulla s dstrusce approssmatvamente come una dstruzone χ m con m grad d lertà e qund fssato un lvello d sgnfcatvtà α, l potes nulla vene rfutata se: m ϑk N ( N + ) χ m, α k N k dove è quel percentle della varale casuale P χ χ α χ m,α χ tale per cu ( ) α m m, 3. Rsk Adjusted Performance nell asset management alternatvo Quando rendment sono asmmetrc prncp d meda-varanza sono neffcent e nasce così la necesstà d ntrodurre de nuov ndcator d RAP. Ne prm ann 90, Sortno e Van der Meer (99) hanno ntrodotto una msura della performance corretta per l rscho, nota come ndce d Sortno. Quest ultmo, rappresenta l equvalente dell ndce d Sharpe dove però s utlzza l downsde rsk come denomnatore. Infatt s consdera l sovrarendmento atteso oltre un rendmento target, dvso per la msura del rscho d downsde (l secondo momento parzale nferore). Per quanto rguarda l ndcatore d unversal performance measurement cu facevamo rfermento, recentemente, Keatng & Shadwck (00) e Cascon, Keatng &Shadwck (00), hanno ntrodotto l ndcatore conoscuto come funzone Omega, defnto dal rapporto fra l payout d una opzone call vrtuale E [ max( r,0)] rspetto al payout della corrspondente opzone put E[ max( r,0) ]. Tale ndcatore vene defnto dagl stess autor come una unversal performance measure. La funzone Omega rappresenta una specalzzazone d una msura del rscho dervata dalla Prospect Theory. Essa è coerente con prncp d domnanza stocastca e mantene la semplctà nterpretatva dell ndce d Sortno o d altr ndcator che rapportano l sovrarendmento atteso ad una certa msura del rscho d rasso (s veda ad esempo, tra gl altr, Sortno & Satchell, 00, e Knght & Satchell, 00). Anche gl strument tpc della tradzonale teora d portafoglo possono essere crtcat quando vengono applcat agl hedge funds, per esempo l ndce d Sharpe può trarre n nganno crca la reale performance de fond, nfatt gl hedge funds mostrano rendment med tendenzalmente alt

8 e asse devazon standard. Inoltre la standard devaton è uno strumento nadatto a rappresentare l rscho de fond speculatv. Infne la presenza d autocorrelazone serale postva e d as da valutazone provocano una sovrastma del rendmento medo ed una sottostma della devazone standard. I maggor ndcator d RAP trovano fondamento nel CAPM e presuppongono la normaltà della dstruzone de rendment, trascurando completamente gl effett d asmmetra e curtos. Inoltre l mplementazone d stratege dnamche comporta la non lneartà del proflo de rendment, che assomgla sempre pù ad un opzone. Pertanto, un elevato ndce d Jensen può rappresentare la sopportazone, da parte del fondo, d maggor llqudtà. Il coeffcente d correlazone lneare descrve la dpendenza tra le varal n oggetto solo se la dstruzone d proaltà congunta è d tpo normale, purtroppo tale potes non s adatta agl hedge funds. In consderazone delle osservazon precedent, che spegano l napplcaltà della moderna teora d portafoglo e del CAPM al caso de fond speculatv, dventa necessara l elaorazone d metod alternatv d msurazone della performance. Nell ottca d evtare un eccessvo allontanamento dalle teore tradzonal, alcun autor hanno proposto rettfche al modello ase del Captal Asset Prcng Model, così rassuml: -l CAPM corretto per gl aggornament su prezz delle attvtà llqude; -l CAPM corretto per la prevedltà de rendment delle attvtà n portafoglo; -l CAPM corretto per la presenza d stratege commercal dnamche; -l CAPM corretto per tener conto d pù fattor d rscho. 3. The Kappa functon Gl ndc analzzat fno a questo momento presuppongono che gl extrarendment s dstruscano secondo una dstruzone normale, cò permette d calcolare l rscho attraverso la devazone standard ed l β. Tal msure però s rvelano poco effcac quando la dstruzone è asmmetrca. La defnzone d nuove msure come l Indce d Sortno e, pù recentemente, la funzone statstca Omega sono entram ndcator legat al downsde rsk. Dmostreremo che queste msure sono cas partcolar della funzone Kappa, che rappresenta una msura d rsk-adjusted performance generalzzata. L ndce d Sortno è defnto dal seguente rapporto R p RT ( t) DDev S P (8) dove al numeratore aamo rportato l excess return mean rspetto ad un valore target mentre al denomnatore aamo la Downsde Devaton (DDev) che consdera gl scart negatv dal target. La scelta d un lvello flessle d rendmento target permette d personalzzare l oettvo d nvestmento. Rspetto agl ndcator tradzonal d RAP, con l ndce d Sortno l attenzone è spostata solo sugl scart negatv rspetto al rendmento target, n altr termn l rscho è vsto come la possltà d ottenere un rendmento nferore alle propre aspettatve. Il concetto d downsde rsk s lega alla funzone statstca LPM (lower partal moment) proposta da Harlow nel 99. n R (9) LPMn ( ) df(r) dove - ndca la threshold nferore del rendmento mnmo accettale; - R ndca rendment; La formula analzza la dstruzone nel contnuo. Questa funzone è stata analzzata anche nel dscreto attraverso la formula LPM T t max( [ rt,0 ] ^ T ). Questa versone dscreta non rchede la conoscenza dell ntera dstruzone ma solo delle sngole osservazon del rendmento. Dato che dat dsponl, gestl e memorzzat sono lmtat, essa permette d calcolare Kappa solo per poche dstruzon caratterstche de rendment. Per questo motvo s è svluppato un metodo alternatvo che approssma la funzone dscreta con quella contnua orgnando la famgla delle funzon d Johnson. 3

9 - N ndca moment parzal d ordne n; - df(r) ndca la funzone d denstà d proaltà de rendment; Varando l valore d n s ottengono dvers ndcator. Ad esempo con n0 s msura la proaltà d perdta, con n l expected shortfall e con n la downsde rsk rspetto ad un rendmento medo target. Questa funzone permette d defnre una funzone generca, funzone Kappa, che dpende dalla funzone LPM: K n ( ) μ n LPMn ( ) (0) Ancora, attraverso la specfcazone d n è possle rcavare dvers ndc d RAP. Ad esempo se n s ottene K ( ) che rappresenta l ndce d Sortno. La dmostrazone dell equvalenza tra l ndce d Sortno e Kappa per n è mmedata, n effett l ndce d Sortno al numeratore msura la dfferenza tra rendmento del portafoglo ed l rendmento scelto come target, che può essere scrtta come ( μ ). Il denomnatore è rappresentato dalla downsde devaton. S è gà detto che la funzone LPMn calcolata per n rappresenta propro la downsde devaton. Queste consderazon c portano a rscrvere l ndce d Sortno come: dove: μ t P ( ) μ S () ( R) df(r) RdF ( R). Il denomnatore è noto come l second partal moment nferore. Sulla ase della smologa da no adottata, l'espressone equvalente per l'ndce d Sortno è la seguente: S() μ r LPM È mportante valutare la senstvtà della funzone Kappa a moment d ordne superore al secondo, n partcolare per n3 s ottene una msura d skewness rsk per valor d threshold sotto una meda e per n4 s ottene una msura d curtos rsk che rappresenta la avversone al rscho d curtos per valor al d sotto d una threshold. 3. New alternatve RAP per hedge funds: Omega functon La statstca Omega (unversal performance measure), precedentemente vsta come generalzzazone dell ndce d Sortno, è così defnta: + [ F(R) ] dr Ω () () F(R)dR dove con F(R) aamo ndcato la funzone d rpartzone del rendmento totale dell nvestmento mentre con la treshold selezonata dall nvesttore. Omega è qund un rapporto tra funzon d rpartzone entram rspetto a un rendmento sogla. Per meglo comprendere le relazon tra quest tre ndcator consderamo nnanztutto la relazone tra Omega e Kappa. Partendo dalla formulazone d Omega come rapporto d funzon d rpartzone e ntegrando separatamente l numeratore e l denomnatore, per part, è possle dmostrare la seguente relazone: μ Ω( ) + LPM ovvero Ω( ) K ( ) + (3) Infatt attraverso dvers passagg algerc s ottene: 4

10 () Ω + [ F(R) ] dr E[ max( R,0)] E( R R )( F( )). E[ max( R,0) ] E( R R < )( F( )) F(R)dR df(r Il numeratore dell ndce,dopo l ntegrazone per part, può essere scrtto come ( ) ) + sapendo noltre che l rendmento atteso per l ntero perodo (μ) vale RdF(R) possamo defnre la quanttà ( ) + μ come ( R ) df(r) + +. Quest ultmo ntegrale è a sua volta scomponle nella somma d altr due ntegral ( R ) df( R) ( R ) df( R) ( R) df( R) + R, dove l prmo termne della dfferenza è l numeratore dell ndce Omega e l secondo termne rappresenta la funzone LPM calcolata per n. Da quest ultma espressone possamo rscrvere l numeratore della funzone Ω come ( μ ) + ( R) df(r) o anche come ( μ ) + LPM R df(r ntegrato per part è rappresentato dall ntegrale ( ) ) LPM. Sosttuendo rsultat ottenut nella funzone d omega ottenamo che: ( μ ) + Ω() LPM LPM da cu Ω( ) K ( ) +.. Il denomnatore che corrsponde alla funzone La seguente espressone mplca che la funzone Kappa è una funzone d Omega a meno d una costante, pertanto possamo trasferre qualsas consderazone relatva alla funzone Omega alla funzone Kappa. Aamo dmostrato che la funzone Omega presenta una nterpretazone naturale d msurazone della performance e può, d fatto, essere nterpretata come una msura che rapporta l sovrarendmento atteso ad una msura d rscho d rasso. La funzone Kappa può essere calcolata per ogn valore d n e per qualsas valore d. L nterpretazone de dvers valor d Kappa n funzone de dvers è complessa e dpende anche dal valore d n, n partcolare, al varare d le varazon sute dall ndce Kappa sono nversamente proporzonal ad n. L argomento della domnanza è d quell poco utlzzat nella pratca poché l esstenza d attvtà/portafogl domnat creeree opportuntà d artraggo. Dcamo che una attvtà (D) domna una seconda qualora produca costantemente rendment mglor. La domnanza stocastca d prmo ordne (frst-order stochastc domnance, FSD) è una varante deole della domnanza D n quanto, affnché l attvtà A domn stocastcamente l attvtà B, essa non deve necessaramente produrre rsultat mglor. Al contraro, la proaltà che A super un dato lvello d rendmento dovree essere pù elevata rspetto a B; geometrcamente cò equvale a dre che la funzone d rpartzone CDF d A, s trov sempre sotto (o tocch) la CDF d B, senza ntersecarla. Pertanto, A presenta sempre una proaltà d ass rendment mnore rspetto a B. Possamo pertanto affermare e dmostrare che la funzone Omega è un concetto collegato alla domnanza stocastca come al downsde rsk approach. In partcolare s dmostra che se X n-order X Y domna stocastcamente Y (NSD), denotato NSD allora: 5

11 per ogn r. μ X r LPM n μy r LPM n 3.3 Rformulazone della statstca Omega Nel paragrafo precedente è stata ntrodotta una nuova msura d performance chamata Omega che è stata svluppata per superare l nadeguatezza delle tradzonal msure d performance quando vengono consderat nvestment che non seguono la dstruzone normale. Omega è stata svluppata con l ntenzone d consderare l ntera dstruzone de rendment. Una vsone alternatva d Omega è quella d rportarla come l rapporto tra l prezzo d un opzone call ed l prezzo d un opzone put. S sottolnea qu che molt nvestment tuttava non soddsfano le potes assunte nel modello d prcng d Black-Scholes, sarà pertanto necessaro adottare delle formule approssmate per ottenere una stma d Omega. Omega può essere anche scrtto come: C( ) Ω() P( ) (4) dove C() è l prezzo d un opzone call europea scrtta sull attvtà d nvestmento, P() è l prezzo d un opzone put europea scrtta sull attvtà d nvestmento. Supponendo che la maturtà d entrame le opzon sa l untà perodale e lo strke prce d entrame le opzon sa, s dmostra che l numeratore ed l denomnatore dell espressone precedente possono essere così trascrtt: + + [ F(R) ] dr ( R ) f ( x) dx E[ max( R,0)] + F(R)dR ( R ) f ( x ) dx E [ max( R,0)] dove f(x) è la funzone d denstà della dstruzone de rendment. Le espresson precedent rappresentano valor attes d una call e d una put a scadenza. Moltplcando le espresson precedent per l exp(-rf), dove rf è l tasso rsk free, ottenamo l valore atteso d una call e d una put. r f [ max(,0)] [ max(,0)] C( ) e E R r f P( ) e E R Sosttuendo l espresson precedent nell espressone d partenza ottenamo la nostra tes. Un nterpretazone che vene data al prezzo dell opzone put è d consderarlo come l costo d protezone del rsultato d un nvestmento da un target return. S veda l appendce per lo svluppo d tutt passagg algerc per gungere alla dmostrazone della nostra tes. 3.3 Indce d Sharpe-Omega Una versone alternatva della funzone Omega è l ndcatore Sharpe-Omega. Esso è così defnto: r Sharpe - Ω() (5) P( ) dove r è l tasso d rendmento atteso sull nvestmento, è un rendmento target prefssato e P( ) è l premum d un opzone put. S dmostra che ( Ω -) è proporzonale all excess return atteso sull nvestmento dvso per l prezzo della put. Sharpe - Ω Ω (6) ( ) ( ) Questa ultma espressone c fornsce così le stesse nformazone d classfcazone dell nvestmento della funzone Omega. Quest ultma rappresentazone d return/rsk pù ntutva della funzone Omega. 6

12 Dall espressone precedente quando r <, Sharpe-Omega è una msura negatva. S not che dato r < maggore è l valore della put, per esempo per un ncremento d volatltà maggore è l valore della funzone Sharpe-Omega qund mglore è l nvestmento. Dall espressone precedente s nota che quando r >, Sharpe-Omega è una msura postva. Un alta volatltà ncrementerà l prezzo dell opzone put portando così ad una rduzone della funzone Sharpe-Omega. 3.4 Indce d Style Rsk Adjusted Performance Un estensone dell ndcatore M (Modglan and Modglan 997) è l ndcatore Style Rsk Adjusted Performance proposto da Loosco (999) per catturare lo stle del management adottato. Rprendendo la defnzone del Var Modfcato (o Cornsh-Fsher VaR) che ngloa anche moment della dstruzone superor al secondo, ottenamo l seguente ndcatore: VaRCornshFsher ( Ind) ARAP ( RHF R f ) + R f (7) VaRCornshFsher ( HF) dove Ind è l ndce d rfermento; HF è l hedge fund n esame; R HF ndca l valore medo dell hedge funds; R f è l tasso rsk-free; VaR CornshFsher è l VaR calcolato utlzzando l estensone d Cornsh-Fsher. L ndcatore ARAP permette percò d confrontare due fond che seguono sa la stessa stratega, sa stratege dfferent, nfatt cò è possle attraverso l seguente ndcatore defnto ASRAP (Alternatve Style Rsk Adjusted Performance) : ASRAP ARAP( Fund) ARAP( StyleIndex) (8) 3.5 Alternatve Investment Rsk Adjusted Return (AIRAP) Seene alcun ndcator d RAPM (Rsk-Adjusted Performance Measures) prendano n consderazon moment terzo e quarto, un ulterore affnamento è stato proposto da Sharma (00), proponendo una nuova msura chamata AIRAP (Alternatve Rsk Adjusted Investment) costruta sulla teora dell Utltà Attesa. AIRAP è defnto l rendmento certo mplcto che un nvesttore avverso al rscho rchede per spostare le sue preferenze da un nvestmento certo ad uno ncerto. La funzone d utltà attesa per un nvesttore al rscho è concava, cò sgnfca che un nvesttore prefersce una certa somma Z ad una somma ottenuta dalla comnazone d due somme Z e Z. L avversone al rscho è una msura proporzonale alla concavtà della funzone d utltà, essendo defnta dal rapporto tra la dervata seconda e la prma, mentre l avversone al rscho relatva prende n consderazone anche la rcchezza dell nvesttore (W). S dmostra che è possle decomporre l rendmento nelle seguent due component: l rsk premum e l ndcatore AIRAP. Il certo equvalente della prestazone aleatora W è quel valore nferore Z n corrspondenza del quale s ottene la stessa utltà attesa per l nvesttore. Indcando con R [ 0,T ] l rendmento cumulato del fondo nel perodo [0,T], ccrra l parametro d avversone al rscho, N l numero delle osservazon della sere storca n esame e sa p, N l ndcatore AIRAP ha la seguente rappresentazone: ( ) ( ) ( c ) c AIRAP CE p + TR c & c 0 (9) AIRAP CE p ( + TR ) c L ndcatore AIRAP per come è defnto resce a catturare moment superor al secondo ed a tener conto del lvello d volatltà e d leverage n proporzone al lvello d avversone al rscho. L ndcatore AIRAP è utlzzato per defnre l seguente ndcatore defnto Modfed Sharpe Rato: 7

13 rf MSR μ P AIRAP 4. Alcune msure d rscho negl Hedge Funds Il valore a rscho (value at rsk o VaR) è la massma perdta potenzale che una data poszone può sure a un certo lvello d confdenza, n un determnato orzzonte temporale. Il valore a rscho è un concetto d dffcle applcaltà negl hedge funds, n quanto presenta alcun lmt sgnfcatv. Oltre a presupporre la conoscenza esatta della dstruzone de rendment de fattor d mercato da cu dpendono le sngole poszon, l metodo non supporta la propretà suaddtva, coè l VaR d un portafoglo d ttol può essere maggore della somma de VaR delle sngole attvtà che lo compongono. Favre e Galeano (00) hanno proposta una modfca dell ndce d Sharpe, che è applcale a cas n cu rendment non sono dstrut normalmente. Per quanto è stato detto l proflo d rscho degl hedge funds dpende sgnfcatvamente da moment d ordne superore (asmmetra e curtos), per questo motvo l mpego dell ndce d Sharpe è ampamente sconsglato per valutare la reddtvtà de fond speculatv. Una delle cause de suo potenzal effett dstorsv è legata all nadeguatezza della devazone standard come msura d rscho degl nvestment alternatv. La modfca proposta suggersce percò d ntegrare nel calcolo del VaR moment superor al secondo, proponendo così l VaR modfcato (modfed VaR o MvaR). Il VaR modfcato s ottene applcando l espansone d Cornsh Fscher, che esprme l percentle standardzzato d una generca dstruzone n funzone de moment della medesma d ordne superore alla meda ed alla varanza e del corrspondente percentle della dstruzone normale standardzzata. Il VaR modfcato vene così spresso: MVaR r P + zˆ α σ P (30) ove ẑ α è l percentle secondo l espansone d Cornsh-Fsher ed assume la seguente forma: 3 3 4' 3 3 zˆ ( ) ( 3 ) ( 5 )( ) α zα + zα M p + zα zα M p zα zα M p (3) dove: - zα è l percentle corrspondente al lvello d confdenza ( α ) relatvo ad una funzone d dstruzone normale standardzzata; 3 - M p è l coeffcente d asmmetra del portafoglo scrtta secondo l ndce d Fsher; 4' M p - è l coeffcente d eccesso d curtos del portafoglo scrtta secondo l ndce d Fsher; - r P è l rendmento medo del portafoglo; - σ P è la devazone standard del portafoglo. E così possle rdefnre l seguente ndcatore defnto come l ndce d Sharpe modfcato (SHM), che rapporta l excess rendmento medo del portafoglo fondo rspetto al tasso free-rsk al VAR modfcato: rp rf rp rf SHM MVAR r + zˆ (3) P α σ P Esso appare uno strumento doneo alla msurazone della performance d portafogl con proflo rscho-rendmento sml a quell degl strument dervat, adattandos percò ene agl hedge funds, la cu performance dpende sgnfcatvamente da moment d ordne superore al momento secondo. Infne Agarwal e Nak (00) propongono una soluzone alternatva a quella precedente descrtta, ntroducendo l VaR condzonale (condtonal value at rsk o CVaR). Il CVaR rappresenta l aspettatva d perdte superor al VaR. Il CVaR, che rappresenta l valore atteso delle perdte maggor o ugual al VaR e può essere così rappresentato: 8

14 CVAR E ( r r VaR) VaR zf ( z) dz F( VaR) Infne alcun autor propongono l applcazone della teora de valor estrem al calcolo del VaR n partcolare nella modellzzazone della coda snstra della dstruzone de rendment secondo la teora Peaks-Over-Threshold(POT). L applcazone della Generalzed Pareto Dstruton (GPD) alla dstruzone de rendment permette d esprmere l CVaR ed l VaR attraverso le seguent espresson analtche: ξ σ n VaR + P μ p (34) ξ Nu VaR σ ξ μ CVaR P + (35) ξ ξ dove: - σ è l parametro d scale; - ξ è l parametro d Shape; - μ è l parametro d locazone o threshold; - n è l numero totale delle osservazon; - Nu è l numero d osservazon superor alla threshold prefssata. Acar E. e S. James (997) propongono per la msurazone del rscho degl hedge funds un modello asato sulle msure d drawdown, suggerendo d esprmere la rschostà de fond alternatv attraverso uno de seguent modell: - la drawdown duraton, che defnsce l pù alto numero d mes consecutv con rendmento negatvo; -l unnterrupted drawdown ndca la perdta pù alta n percentuale, che n modo nnterrotto ha avuto luogo nel perodo d anals; -l maxmum drawdown detto anche peak-to-valley-drawdown, che esprme, n termn percentual e per un perodo d tempo prefssato, la massma perdta d valore che l nvesttore può spermentare. Esso è calcolato mettendo a confronto l massmo valore storco raggunto dalla quota con l mnor valore della stessa osservato n un momento successvo. Esso è così defnto: NAV t MDD( 0, T ) mn t T t T DD 0 0 t max0 t ( NAV ) max (36) dove: -DD è l Drawdown che è la perdta regstrata dal peak al valore corrente, ed è esprmle n termn d rendment cumulat attraverso la seguente espressone: NAV T DD (0, T ) (37) max 0 T ( NAV ) dove con Rc aamo ndcato l rendmento cumulato. S propone così un nuovo ndcatore per esprmere l rankng de fond: l return to maxmum drawdown (RMD), che relatvamente ad un orzzonte d anals prefssato [0,T] è defnto attraverso l rapporto tra l rendmento medo ed l valore assoluto del maxmum drawdown: r RMD (38) MDD Infne l ndcatore maxmum unnterrupted loss, ossa la massma perdta nnterrotta è così defnta: MUI mn n ( + mn(0, rt )) t (33) 9

15 dove ndca la data n cu s valutano tal ndcator; r è l rendmento del fondo osservato. Questa msura è spesso accompagnata dal numero d mes con cu s è verfcata la perdta ed l numero d mes rchest per compensare la perdta. 4. Gans & Losses Measures Accanto agl ndcator precedentemente menzonat possamo fornrne degl altr dervant dall anals sulla dstruzone de rendment. L ndcatore Gan/Loss Rato (GLR) è così defnto: G I GLR(0, T) (39) L I dove per ogn stante j: - G I se l rendmento del portafoglo è postvo altrment è nullo.{ G I f rp 0 else G I 0} ; - L I se l rendmento del portafoglo è postvo altrment è nullo.{ LI f rp 0 else LI 0} ; L ndcatore GLR s lmta a contare le osservazon trascurando l enttà delle sngole osservazon. L ndcatore Percent Gans to Losses (GtoL) è smle all ndcatore descrtto precedentemente tranne per l fatto che n questo caso c s lmta a sommare guadagn e le perdte total regstrate nel perodo d anals. Esso è così defnto: G I GtoL(0, T) (40) L I dove per ogn stante j: - G r se l rendmento del portafoglo è postvo altrment è nullo.{ G r f rp 0 else G 0} L r se l rendmento del portafoglo è postvo altrment è nullo.{ L r f r 0 else L 0} - ; p ; L ndcatore Expected Percentage Gans to Losses è defnto dal rapporto tra guadagn attes e le perdte attese. Esso è così defnto dal rapporto de seguent valor attes: E [ ] ( G) E GtoL (4) E( L) dove: - G r se l rendmento del portafoglo è postvo altrment è nullo.{ G r f rp 0 else G 0} ; - L r se l rendmento del portafoglo è postvo altrment è nullo.{ L r f rp 0 else L 0} ; e l operatore E ndca l valore atteso. Tra gl ndcatore RAP quando s utlzza come msura d rscho l massmo drawdown vene proposto l Calmar Rato che rapporta l rendmento del fondo composto annuo al massmo drawdown: rorp C almar Rato (4) MDD Infne l ndcatore Sterlng Rato che rapporta l rendmento del fondo composto annuo al valore medo del drawdown: rorp Sterlng Rato..(43) DD 0

16 Dove nelle espresson precedentemente rportate anals (t,t). ror p Nav( T ) Nav( t) T t ror p è l tasso annuale composto sul perodo d 5 Alcun rsultat analtc Fornremo qu d seguto un llustrazone emprca della teora precedentemente llustrata, confrontando l ndce Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund con l ndce S&P 00 come se fossero due fond rappresentatv comparal. C concentreremo per semplctà su due delle msure appartenent alla classe delle generalsed unversal performance measure precedentemente ( μ ) + dscusse. La prma, d ordne n (ovvero, Ω () LMP ). La seconda d ordne n, LMP ovvero Ω () che rappresenta l ndce d Sortno. Utlzzeremo prezz d chusura mensl per due ndc nel perodo da gennao 000 a dcemre 005. La sere storca de rendment è quella artmetca ottenuta dal rapporto tra l prezzo attuale con l prezzo precedente. Per calcolare le valutazon della performance Ω () e ( ), non parametrcamente, sosttuamo: μ LPM LPM N N x t t N ( r x t I t N ) t N ( r ) N t x t I t Ω dove la funzone It denota la funzone ndcatore che è defnta It ogn qual volta x t r e It0 ogn qual volta x t r. Prma d procedere alla costruzone delle generalsed unversal performance measure aamo condotto un anals statstca su rendment degl ndc, d seguto rportamo la Fgura che rporta gl stogramm delle rspettve dstruzon de rendment, dalle qual emergono le caratterstche delle dstruzone n esame. S not come la Skewness de rendment sa negatva per l ndce Hedge Fund.

17 Fgura : Istogramma Dstruzone de rendment Hstogram of Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund Monthly Returns Hstogram of S&P 00 INDEX Aamo condotto un test statstco per verfcare la normaltà della dstruzone de rendment de due ndc. Il test Jarque Bera la cu potes nulla è la normaltà sulle dstruzon n esame c ha fornto seguent rsultat (Taella ): Taella : Jarque-Bera Test Jarque-Bera test P Value 0,68 0,66 JBSTAT 0,768 0,88 Alpha 0,00 0,00 Ho DON'T REJECT DON'T REJECT Da rsultat ottenut ad un lvello d sgnfcatvtà del 99% possamo affermare che le dstruzone degl ndc n esame sono normal. Come s può osservare l ndce gloale Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund, contraramente a quanto sostenuto precedentemente, fa regstrare una dstruzone normale de rendment. Per valutare l lvello d autocorrelazone della dstruzone de rendment dell ndce Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund è stato applcato sa l test d Ljung-Box (Taella ) e l anals grafca con l correlogramma.(fgura ). Taella : Ljung-Box Q-statstc Ljung-Box Q-statstc P Value 0,509 Qstat 0,437 CrtcalValue 6,635 Alpha 0,00 Ho DON'T REJECT Fgura : Correlogramma Dstruzone de rendment CFBT Hedge Fund

18 ACF Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund Monthly Returns 0.8 Sample Autocorrelaton Lag Da rsultat ottenut possamo affermare che ad un lvello d sgnfcatvtà del 99% l autocorrelazone del prmo ordne è nulla. Anche n questo caso contraramente a quanto sostenuto precedentemente non aamo rscontrato un autocorrelazone sgnfcatva del prmo ordne tra rendment. La Fgura 3 pone a confronto due ndc, utlzzando le rspettve msure emprche d Omega. Osservamo charamente come la funzone omega dell ndce Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund domn quella dello S&P00 nella coda snstra della dstruzone. Induamente non c attendamo una outperformance completa d Omega e d altre msure per tutt valor della threshold poché cò rchederee una elevata domnanza stocastca. Fgura 3: Funzone Omega OMEGA Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund S&P 00 INDEX Omega [log-values] ,4% -0,96% -9,50% -8,04% -6,58% -5,% -3,66% -,0% Threshold Returns -0,74% 0,7%,8% 3,64% 5,0% 6,56% 8,0% 9,48% 0,94% 3

19 Fgura 4: Sortno Rato K ( ) Sortno 3,0,5,0,5 Sortno Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund,0 Sortno 0,5 0,0-0,5-6,75% -,0-3,75% -,55% -,37% -0,89% -0,55% -0,7% 0,7% 0,6%,4%,86%,9% 3,% 4,9% -,5 -,0 Returns La fgura 5 confronta le funzon d rpartzone de rspettv ndc n esame. Dal grafco così ottenuto possamo affermare che l ndce Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund domna stocastcamente quella dello S&P00 rspetto alla domnanza stocastca del prmo ordne: CSFBT SPOOR. FSD Fgura 5: Funzone d Rpartzone CUMULATIVE RETURN DISTRIBUTIONS,0 0,9 0,8 0,7 Frequency 0,6 0,5 0,4 0,3 0, 0, 0,0 Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund S&P 00 INDEX Returns 4

20 Dalle precedent fgure emerge come la prass d raffrontare la funzone omega o msure sml per tutt rendment target () è decsamente pù rgorosa d quella che consdera un unco punto (), quale appunto l anals classca condotta medante l ndce d Sharpe. In allegato (Taella 3) rportamo una taella che rporta le prncpal statstche descrttve d rendmento, d rscho e d rsk adjusted performance, calcolate per gl ndc d rfermento sul holdng perod prefssato. Taella 3: Anals Statstca Credt Susse Frst Boston Tremont Hedge Fund S&P 00 INDEX Mean 0,367% -0,53% Medan 0,49% -0,48% Varance 0,077% 0,97% Skewness 0,84-0,68 Kurtoss 3,469 3,8 Target Return 0,40% 0,40% Gan/Loss Rato GLR,000 0,846 Gans to Losses GtoR -,45-0,776 Expected Gans to Losses -,45-0,98 Gamma -,45-0,776 Omega (TargetRsk Free Rate) 0,96 0,66 Sharpe Omega (TargetRsk Free Rate) -0,084-0,384 Sharpe Rato (Target0) 0,3-0,094 Average 4,406% -6,60% Max. Daly Proft 8,56%,44% Max. Daly Loss -6,755% -,907% Up Perods 38,000 34,000 Down Perods 34,000 38,000 Avg Gan n Up Perods,38% 3,778% Avg Loss n Down Perods -,884% -4,353% MARRsk Free Rate Month 0,40% ROR yearly 3,968% -7,564% Standard Devaton 9,559% 8,735% Upsde Devaton 5,8% 0,404% Downsde Devaton 5,49%,848% Downsde Rsk to Rk Free Rate 5,8%,650% Maxmum Drawdown -,69% -78,307% Average Drawdown -,37% -47,744% Sortno Rato 0,049 Return on VaR 0,69 Calmar Rato 0,83 Sterlng Rato,674 Burkue Rato 0,06 Beta 0,30 Jensen Alpha 4,47% Trackng Error 4,99% Informato Rato 0,705 5

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/9/2) ECONOMIA E POLITICA DEL SETTORE ITTICO 1.INTRODUZIONE. LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE (una applcazone ad un contesto

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso 2010 Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso seconda edzone rveduta e corretta 2010 PRESENTAZIONE L amca e brava Nada Garbelln, autrce d questa bella e semplce

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI

CIRCUITI DI IMPIEGO DEI DIODI UT D MPEGO DE DOD addrzzare ad na seonda. l crcto pù seplce, che pega l dodo coe raddrzzatore d na tensone alternata, è rappresentato n Fg.. n esso n generatore deale d tensone alternata l c valore stantaneo

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Misurazione dei rendimenti: una rassegna delle tecniche più diffuse

Misurazione dei rendimenti: una rassegna delle tecniche più diffuse Misurazione dei rendimenti: una rassegna delle tecniche più diffuse L interesse principale di chi ha sottoscritto un fondo d investimento è quello di conoscere di quanto sia cresciuta la propria ricchezza,

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset 8a resentazone della lezone 8 /6 Obettv come s tene conto della lmtazone d ampezza e d veloctà come s tene conto della lmtazone d reqenza come s tene conto degl oset 8a saper preved. col calcolo l nlenza

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

STATISTICA Lezioni ed esercizi

STATISTICA Lezioni ed esercizi Uverstà d Toro QUADERNI DIDATTICI del Dpartmeto d Matematca MARIA GARETTO STATISTICA Lezo ed esercz Corso d Laurea Botecologe A.A. / Quadero # Novembre M. Garetto - Statstca Prefazoe I questo quadero

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE REPBBLCA TALANA Doo. N, 7 gšfl- n.a.r. [../', 1- EGOEE S1(ìrL1.fiNA AS SES SORATO REGONALE DEl..L.'ENERGA E DE SERVZ D PUBBLCA UTLTÀ DPARTMENTO REGONALE DE.,'ACQUA E DE RFUT ui', L DRGENTE GENERALE VSTO

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI 6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI Consdeao un sstea d n unt ateal con n > nteagent ta loo e con l esto dell unveso. Nello studo d un tale sstea sulta convenente scooe la foza agente ( et) sull

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA LA SCUREZZA NON VA VSTA COME UN MPEDMENTO A SVOLGERE LA PROPRA ATTVTA, MA DVENTA PARTE NTEGRANTE DELL ATTVTA STESSA Dott.ssa Benedetta Persechino - SPESL - DML 1895 SCOPERTA DE RAGG X RADOATTVTA PROPRETA

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m w w w. a x o t a l a. c o m SISSIWEB AXIOS SIDI INVIO SMS INVIO EMAIL ACQUISIZIONE ASSENZE - DA SCANNER - DA PALMARE C/C POSTALE E BANCARIO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI GESTIONE ORARIA DEL PERSONALE PRIVACY

Dettagli

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività ai sensi dell articolo 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994 n.109 e successive modifiche. l MNSTRO DELLA GUSTZA di concerto

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Rischio e Volatilità

Rischio e Volatilità 2 Meeting annuale SellaAdvice Trading Rho,, 20 novembre 2004 Rischio e Volatilità Relatore: Maurizio Milano Da dove deve partire un analisi tecnica operativa a supporto di un attività di trading? L elemento

Dettagli

Introduzione Metodo POT

Introduzione Metodo POT Introduzione Metodo POT 1 Un recente metodo di analisi dei valori estremi è un metodo detto POT ( Peak over thresholds ), inizialmente sviluppato per l analisi dei dati idrogeologici a partire dalla seconda

Dettagli

SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione

SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione Structured Products Italia 1/11 Ottobre 26 SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione Alberto Castelli - Direttore Commerciale, Marketing e Prodotti Gianluigi Fusar Poli - Responsabile Gestioni

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23 Untà Invlupp d vl secnd le nrme F.A.R. 3.1 Il dgrmm d mnvr Cn rferment qunt rprtt nel prgrf 1.4 dell precedente Untà s può scrvere: n f z L 1 ρscl 1 ρs CL v ( cs t) C v L uest sgnfc che per un dt qut (ρ)

Dettagli

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Probabilità Probabilità Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Se tutti gli eventi fossero ugualmente possibili, la probabilità p(e)

Dettagli

175 CAPITOLO 14: ANALISI DEI PROBLEMI GEOTECNICI IN CONDIZIONI LIMITE

175 CAPITOLO 14: ANALISI DEI PROBLEMI GEOTECNICI IN CONDIZIONI LIMITE 175 ntroduzione all analisi dei problemi di collasso. L analisi del comportamento del terreno potrebbe essere fatta attraverso dei modelli di comportamento elasto plastici, ma questo tipo di analisi richiede

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

TECNICHE DI SIMULAZIONE

TECNICHE DI SIMULAZIONE TECNICHE DI SIMULAZIONE MODELLI STATISTICI NELLA SIMULAZIONE Francesca Mazzia Dipartimento di Matematica Università di Bari a.a. 2004/2005 TECNICHE DI SIMULAZIONE p. 1 Modelli statistici nella simulazione

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Dental Buyer Club - Corso Milano 23, 20090 Monza (MB) info@dentalbuyerclub.com - IVA 08937120965 PRIVACY POLICY

Dental Buyer Club - Corso Milano 23, 20090 Monza (MB) info@dentalbuyerclub.com - IVA 08937120965 PRIVACY POLICY PRIVACY POLICY Dental Buyer Club S.r.l. rispeta la privacy dei suoi visitatori. La salvaguardia della riservatezza dei dat personali dei nostri client e delle persone con le quali entriamo in contato è

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

19. Inclusioni tra spazi L p.

19. Inclusioni tra spazi L p. 19. Inclusioni tra spazi L p. Nel n. 15.1 abbiamo provato (Teorema 15.1.1) che, se la misura µ è finita, allora tra i corispondenti spazi L p (µ) si hanno le seguenti inclusioni: ( ) p, r ]0, + [ : p

Dettagli

VARIABILI ALEATORIE CONTINUE

VARIABILI ALEATORIE CONTINUE VARIABILI ALEATORIE CONTINUE Se X è una variabile aleatoria continua, la probabilità che X assuma un certo valore x fissato è in generale zero, quindi non ha senso definire una distribuzione di probabilità

Dettagli

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE Sia I un intervallo di R e siano a = inf(i) R { } e b = sup(i) R {+ }; i punti di I diversi dagli estremi a e b, ( e quindi appartenenti all intervallo aperto

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Contratti di Remunerazione dell Asset Manager in presenza di Flow Fund

Contratti di Remunerazione dell Asset Manager in presenza di Flow Fund POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria Industriale e dell Informazione Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Matematica Contratti di Remunerazione dell Asset Manager in presenza di Flow Fund Tesi

Dettagli

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale La Distribuzione Normale o Gaussiana è la distribuzione più importante ed utilizzata in tutta la statistica La curva delle frequenze della distribuzione Normale ha una forma caratteristica, simile ad una

Dettagli

Il nostro processo d investimento

Il nostro processo d investimento Il nostro processo d investimento www.moneyfarm.com Sommario Le convinzioni alla base della nostra strategia d investimento 2 Asset Allocation 3 La scelta di strumenti a basso costo gestionale 3 L approccio

Dettagli

IL GIOCO DEL 15. OVVERO: 1000$ PER SPOSTARE DUE BLOCCHETTI

IL GIOCO DEL 15. OVVERO: 1000$ PER SPOSTARE DUE BLOCCHETTI IL GIOCO DEL. OVVERO: 000$ PER SPOSTARE DUE BLOCCHETTI EMANUELE DELUCCHI, GIOVANNI GAIFFI, LUDOVICO PERNAZZA Molti fra i lettori si saranno divertiti a giocare al gioco del, uno dei più celebri fra i giochi

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

Nota su Crescita e Convergenza

Nota su Crescita e Convergenza Nota su Crescita e Convergenza S. Modica 28 Ottobre 2007 Nella prima sezione si considerano crescita lineare ed esponenziale e le loro proprietà elementari. Nella seconda sezione si spiega la misura di

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli