GIANCARLO CAPOZZA CARLO CUSATELLI Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli studi di Bari SUGLI INDICI DI PERFORMANCE *

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GIANCARLO CAPOZZA CARLO CUSATELLI Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli studi di Bari SUGLI INDICI DI PERFORMANCE *"

Transcript

1 GACARLO CAPOZZA CARLO CUSAELL Dparmeo d Sceze Sasche Carlo Cecch, Uversà degl sud d Bar SUGL DC D PERFORMACE * SOMMARO. roduzoe. Cosderazo sul calcolo del redmeo 3. l coecee bea 4. prcpal dc d perormace 5. Cocluso Rerme bblograc * l presee lavoro è l rsulao della collaborazoe e della dscussoe de due auor. parcolare, la sesura de e è d G. Capozza, quella de 3, 4 e 5 è d C. Cusaell.

2

3 99. roduzoe L evoluzoe de merca azar cosrge gl vesor ad assumere maggor dos d rscho rcercado combazo d prodo azar grado d orre redme superor. l aore ecoomco che ha maggormee corbuo alla muazoe della sruura del mercao azaro domesco è dvduable ella ore rduzoe del redmeo de ol d Sao. L adesoe dell ala alla moea uca ha cosuo u momeo d passaggo crucale del processo che ha codoo da ua suazoe azara caraerzzaa da scele d vesmeo semplc che combavao basso rscho ed elevao asso d redmeo, ad uo scearo d grade complessà co redme aes pù coeu e pù al lvell d rscho. Gl ermedar azar hao rovao la propra sruura orgazzava e la gamma d oera el seore degl vesme per soddsare la domada della cleela e cassare marg coess allo svluppo degl srume d gesoe del rsparmo prvao. Gra pare delle ovazo rodoe modo auoomo o su smolo delle auorà d vglaza soo sprae alla logca del bechmarg, essedo orma opoe codvsa da operaor e sudos che ua scela erraa o o suceemee poderaa degl dc adoabl come bechmar possa compromeere le sraege d mercao persegue. La eora soolea da empo come u dce, per poer essere ulzzao co successo come bechmar, debba possedere alcu requs d base. Gl arbu mmal radzoalmee rches soo la raspareza, la replcablà, la rappreseavà e, o ulma, l eceza, ovvero l doeà a rappreseare l alerava d vesmeo pù avorevole ra quelle oere dal mercao, dao u cero prolo d rscho. L adozoe come bechmar d u dce poco ecee può a codzoare egavamee le sraege d gesoe, le modalà d mplemeazoe d polche d gesoe sa ave che passve e la correa applcazoe delle procedure d valuazoe della perormace.

4 00 Rcordado che l bechmar è rappreseao da u dce azaro, oppure da u seme d dc azar, come ale esso è dubbamee ule per sezzare la perormace e la volalà del mercao azaro soosae. al seso, prma dell vesmeo serve a dar coo del lvello d rscho/redmeo del mercao soosae; dopo l vesmeo permee vece d valuare, erm relav, l rsulao coseguo dal gesore. uava l bechmar può o essere sucee per ua correa valuazoe d perormace poché spesso la polca d vesmeo dpede ache da alr aor come lo sle d gesoe, o acora, l obevo d vesmeo può o essere la semplce parecpazoe ad u mercao, besì l cosegumeo d u cero prolo d rscho/redmeo. La ozoe d perormace d poraoglo a rermeo a coce cosolda scecamee. l prmo momeo dell aals della perormace d poraoglo è cosua dalla msurazoe del redmeo delle avà deeue; l asso d redmeo o è però u dce robuso per la valuazoe poché o è, geerale, sgcavo coroare ra loro poraogl che porebbero muovers su dverse raeore d rschosà. È orama covezoe cosderare e msurare due aspe della rschosà: u rscho oale doo dalla varablà del redmeo e u rscho d mercao che dca quaa varablà è arbuble al mercao.. COSDERAZO SUL CALCOLO DEL REDMEO asso d redmeo e rscho soo due aspe che sezzao le caraersche d u poraoglo. Ua prma e semplce dezoe per poraogl azoar e/o obblgazoar è daa dal cosddeo holdg perod reur, coè dal asso d redmeo e-pos, che s oee sul perodo uaro u goro, u mese, u ao, ecc.. asseza d luss ermed, dcado co R 0, l redmeo che s oee ell ervallo emporale [ 0, ] e co 0 e rspev valor, s ha: R 0, / 0. preseza d versame e prelevame movmeazo ermede s può adoare, ad esempo, l meodo me-weghed o l meodo moeyweghed. L dce d redmeo me-weghed s cogura come ua meda poderaa co pes ere emp de luss azar, o eedo coo de versame e prelev movmeazo. l suo valore cosee la valuazoe delle capacà gesoal del maageme, dal momeo che orsce ua msura assolua dell ablà del gesore.

5 0 S cosder l redmeo R della gesoe d u poraoglo relavo all ervallo emporale [ 0, ], espresso su base perodale:... 3 R... 3 [.] dove:,,, è l lusso delle movmeazo, d valore posvo, egavo o eveualmee ullo, che s suppoe avvegao alle dae,,,, co 0 < < ; s assume olre che ell sae zale 0 e ale o avvegao pagame; è l sae d empo mmedaamee precedee a ; 0 è l ampezza dell ervallo emporale d rermeo; è l valore del poraoglo ell sae co,,, ; e l valore del poraoglo rspevamee ad zo e e perodo. Se poamo: S, per,,,, [.] allora possamo esprmere la relazoe [.] ella seguee orma: j S j R. l redmeo del poraoglo su base aua, regme d eress compos sarà: / j S j R. È possble arrvare alle medesme cocluso prededo cosderazoe l valore delle quoe alla daa, ed l loro umero alla sessa daa:

6 0 /. l valore del redmeo su base perodale sarà perao uguale a: R, dove s è poso, 0,, 0. S può dmosrare che l mporo movmeao lusce sul umero delle quoe ma o sul loro valore, ovvero. a, rcordado la relazoe e eedo presee che è possble esplcare l mporo movmeao el modo seguee: Δ ] [ dove, per semplcà, Δ, possamo qud scrvere: Δ Δ Δ Δ. [.3] ud, poché l umero delle quoe vara solo uzoe d ua varazoe delle movmeazo, scrveremo:. Cosderado ora l erme S uzoe del valore delle quoe, s ha: S. [.4] Dal momeo che, alla luce della relazoe [.3], l mporo movmeao s può esplcare come ] [ e poché, s può rscrvere la [.4] el modo seguee: ] [ S.

7 03 Perao l redmeo perodale sarà:... j j S R. l redmeo d u poraoglo ell oca me-weghed, reredoc ad u bechmar, ovvero ad u dce d rermeo esero, suppoedo che eveual varazo dello sesso avvegao mome dere dagl sa d movmeazoe del poraoglo, è:, per,,,. Suppoedo che l apprezzameo degl asse del poraoglo cocda co quello del bechmar, s avrà: ] [ ] [, per,,,. Perao dalla [.] s avrà: S, per,,, ed l redmeo bechmar sarà così uguale a: R. L approcco moey-weghed el calcolo del asso d redmeo d u poraoglo ee coo dell eeo de versame e de prelev, oredo così u dce che cosee la valuazoe del empsmo del gesore d poraoglo raroo al redmeo prodoo. Vee deo ulzzado la dezoe d asso ero secodo l approssmazoe leare. S cosder u operazoe azara / d mpor,,,,,, dea sullo scadezaro 0,,,,,, dove 0 < <, 0 ampezza dell ervallo emporale, o perodo d osservazoe e e l valore del poraoglo rspevamee ad zo e e perodo.

8 04 S desce asso ero d redmeo R d l asso d eresse, espresso su base aua, della legge degl eress semplc, base alla quale l operazoe azara rsula equa. l suo valore è perao la soluzoe, uca, della soosae equazoe ell coga : 0 ] [ ] [ ] [. [.5] La scela d ua legge d valuazoe leare è acceable se l orzzoe emporale d osservazoe della gesoe è erore all ao. La [.5] può essere ache scra uzoe del asso d eresse perodale, equvalee, el regme de capalzzazoe semplce, al asso auo. Poché, s ha: ] [, da cu s rcava:. Co ragoameo aalogo s può rcavare l redmeo leare d u poraoglo ell oca moey-weghed rermeo ad u bechmar : 0 *. asseza d movmeazo, ovvero per 0 per,,,, s ha cocdeza ra l redmeo me-weghed e quello moey-weghed. Se l perodo d rermeo ha ampezza superore all ao, ella prass azara è spesso ulzzao l asso d redmeo deo regme d eress compos.

9 05 3. L COEFFCEE BEA l paramero bea rappresea la compoee o dverscable del rscho assocaa a qualsas olo o poraoglo e msura la dpedeza del suo redmeo R j da quello del mercao R m, oredo duque u dcazoe crca la reavà del prmo rspeo alla varazoe del redmeo d mercao, e può essere espresso el modo seguee: β j CovR m,r j / VarR m. l bea del mercao, oeuo come meda poderaa de bea de ol prese sul mercao, è dao da βm β, dove è la quoa del valore d mercao del olo.mo rspeo alla capalzzazoe complessva. U olo co bea par a zero o ha rscho ed l suo redmeo è par al asso prvo d rscho; se l bea è uguale a è leco pesare che debba avere u redmeo uguale a quello oero dal mercao; ol co β> esprmoo ua reddvà maggore d quella del mercao e per queso soo classca aggressv; al coraro, ol co β< soo caraerzza da ua sesblà erore a quella d mercao e soo qud da classcare come ol desv; e, se β<0 sgca che l olo vara modo opposo al mercao. l coecee bea msura quao redme d u olo sao lueza da movme dell ero mercao, perao esso cocde col coecee agolare della rea d regressoe essee ra redme del olo e quell espress dal mercao. Dal puo d vsa operavo, quado l β d u olo è maggore d sgca che e perod d cresca del mercao esso ha guadagao pù della meda e che e perod d lessoe esso ha perso pù della meda. modo aalogo, u β< deca ol che ella ase d mercao cresca guadagao meo della meda d mercao ma che elle as d lessoe perdoo meo. Perao, se s prevede u ralzo de cors, allora s provvederà a selezoare ol co bea maggore d, mere el caso coraro sarà ecessaro cosderare ol co β<. l bea d u poraoglo rsula deo dalla meda pesaa de bea de sgol ol, coè β p p w avedo dcao co w l peso poraoglo dell.mo olo. β,

10 06 È mporae sooleare che l paramero bea vara el empo, per cu è ecessaro, el caso cu le sme sao codoe a parre da valor sorc, sablre a pror l ervallo d calcolo de redme, la lughezza del perodo cosderao per la sma e redme co o seza dvded. Marshall e Blume hao cocluso che le sme d bea soo relavamee sazoare el empo e edoo a covergere verso l loro valore medo β e cò sgca che bea sorc hao caraere prevsoale. l bea vee ache usao per la coperura d poszo d rscho su poraogl d ol azoar. Ua delle pù comu operazo d coperura è quella che s eeua su u poraoglo ol medae cora uure sull dce d mercao. l problema è quello d calcolare l umero d cora uure da acqusare o vedere per coprre ua poszoe rspevamee cora o luga. Per coprre ua poszoe d rscho è ecessaro dapprma calcolare l valore d mercao del poraoglo recao per l rscho deo come prodoo ra la quoazoe d mercao del poraoglo per l suo bea. È ecessaro po calcolare l valore del corao uure. l umero de cora per la coperura delle poszo è deo dal rapporo ra l valore d mercao recao per l rscho ed l valore del corao uure. 4. PRCPAL DC D PERFORMACE Gl dcaor d perormace aggusaa relazoe al grado d rscho rsalgoo a lavor d reyor e Sharpe; rodo zalmee dagl Auor come msura e-ae, hao la caraersca d corporare sa l redmeo che l rscho. L dce proposo da reyor, oo leeraura come reward o volaly rao, è dao da R p R premo per l rscho r, β p rscho ssemaco dove: R p è l asso d redmeo medo del poraoglo ell ervallo emporale cosderao; R rs-ree rae è l asso d redmeo medo d u avà azara prva d rscho, el medesmo perodo; β p è la msura a poseror del rscho ssemaco per l poraoglo ol, ossa l coecee d regressoe de redme perodal del poraoglo rspeo a quell del mercao, ovvero β p CovR p,r m /σ m.

11 07 L dce quesoe msura la capacà del gesore d remuerare l rscho ssemaco, ovvero o dverscable, per uà d redmeo eccesso rspeo al asso d eresse prvo d rscho. S può rcorrere ad ua versoe semplcaa dell dce, l cosddeo reward o sysemac rs: R p SR. β p realà, quado s msura l rscho, s è parcolarmee eressa alla valuazoe delle possblà d perda. D solo s dce che u poraoglo bae l mercao se l dce, che msura l premo per uà d rscho ssemaco, è maggore del corrspodee lvello deo dalla secury mare le del capal asse prcg model CAPM, ossa supera Rm R. Sharpe propoe come msura d perormace correa per l rscho, l rapporo, oo leeraura come reward o varably rao, ra l eraredmeo e la varablà de redme espressa dalla devazoe sadard σ p de redme del poraoglo el medesmo perodo: R p R premo per l rscho Sh. σ p rscho oale Sharpe 966 ulzza eramb gl dc per ua verca emprca su u campoe d od comu d vesmeo cocludedo che la msura d reyor rsulava erore per le aals delle perormace passae, mere per la valuazoe delle perormace uure poeva essere mglore. L dce d Sharpe msura la capacà del gesore d remuerare la volalà per uà d redmeo eccesso rspeo al asso prvo d rscho. Spesso, per la dcolà d msurare l rs ree rae, s rcorre alla versoe semplcaa, coè: R p Sh. σ p Gl dc d Sharpe e reyor derscoo qud esclusvamee ella msura del rscho che ess pogoo al deomaore. Per poraogl alamee dversca, come ad esempo el caso de od comu d vesmeo, è aurale aeders che l rscho ssemaco sa oremee correlao co l rscho oale d poraoglo. È possble perao scrvere la seguee relazoe: r σ m Sh. due dc soo perao lega da ua relazoe leare: l dce d Sharpe è proporzoale al valore assuo dall dce d reyor ed l coe-

12 08 cee d proporzoalà è oro dallo scaro quadraco medo del poraoglo d mercao. el 997 F. Modgla e L. Modgla hao proposo ua uova msura d perormace correa per l rscho rs adjused perormace co la quale coroare poraogl co medesm obev d vesmeo, acedo varare la loro rschosà o a arla cocdere co quella del bechmar e po msurare l redmeo de poraogl così modca. l calcolo dell dce è l seguee: σ m Mo R p R σ p R, l cu prego è che rsula d acle erpreazoe per l vesore medo, poché espresso uzoe perceuale è mmedaamee coroable col redmeo dell dce d mercao. l rapporo ra la meda e la volalà de redme eccesso rspeo all dce d rermeo aggusao per l rscho, deo ormao rao, è dao da: E R p βrm R, σ R βr p dove R p, R m, ER p βr m e σr p βr m soo, rspevamee, redme del poraoglo e dell dce d mercao rer al.mo perodo, la meda e la volalà sorca de redme rspeo all orzzoe prescelo per l aals d perormace. L ormao rao ha la propreà d sezzare sa ua msura d era-redmeo sa d era-rscho del odo rspeo al bechmar. base alla cosruzoe dell dce emerge che u poraoglo geso co ua sraega passva avrà u ormao rao prossmo allo zero, mere u gesore avo dmosrerà u elevaa qualà del propro operao ella msura cu sarà sao grado d massmzzare l propro redmeo derezale rspeo al bechmar e mmzzare la rschosà, sempre su base derezale. S rcorda, e, che Jese propoe ua msura, oa come ala d Jese, daa dalla devazoe del redmeo del poraoglo dalla secury mare le SML e-pos. l meodo aalco è ao ella leeraura azara come la prova dell ala : el caso l ala smao rsul sgcava- m l modello della SLM è sao svluppao agl z degl a Sessaa da var Auor come ob, Ler, Moss, Sharpe, reyor, e u po da Sharpe chamao capal asse prcg model CAPM.

13 09 mee maggore d zero s può aermare che l poraoglo esame ha bauo l mercao, evdezado capacà d selecvy da pare del gesore gesore wer, el caso coraro α<0 è sao bauo dal mercao, poché l gesore mglore è sao l mercao. L ala d Jese è ua msura che s rcava dalla SML R p R β Rm R. Poedo α R p R β Rm R, s deduce che l dce α è ullo equlbro. 5. COCLUSO l processo d valuazoe delle perormace degl vesme è proodamee cambao egl ulm a, dveado ua complessa msurazoe cougaa d redmeo e d rscho. l rscho degl vesme è dso rscho oale, che vee msurao co la devazoe sadard de redme, e rscho o dverscable, che vee msurao rame l coecee d regressoe leare de redme del poraoglo su redme d u bechmar. La prass operava e la sampa specalzzaa hao cosacrao come sadard gl dc d Sharpe, reyor e Jese: auralmee debboo essere precsae e scele umerose echcales, che possoo porare a rsula dvers, ache a parà d dce. Dal puo d vsa logco, sceglere ua msura uca d perormace è qud errao, poché cascu dce è adeguao ad uo scopo ed oreao ad u obevo parcolare. U rapporo ormavo ecace dovrebbe ulzzare, ad esempo, erambe le logche d msurazoe del redmeo me-weghed e moey-weghed per dare all vesore u ormazoe sull ablà del gesore e per valuare l eeo del empsmo erae e usce dall vesmeo sul redmeo prodoo. Cò allo scopo d msurare la qualà complessva dell vesmeo, ache a del corollo ero d gesoe. RFERME BLBOGRAFC CAPOZZA G. 000 Sulla gesoe d poraoglo, Rvsa Ecooma e Commerco,., A.L.E.C.U.B., Bar. CAPOZZA G. 004 roduzoe alla valuazoe della perormace d u poraoglo d vesmeo, Rvsa Ecooma e Commerco,., A.L.E.C.U.B., Bar. CESAR R., PAEA F. 998 Syle, ees ad perormace o ala equy uds, Baca d ala, em d dscussoe,.35, Roma.

14 0 DE FELCE M., MORCO F. 999 Dezoe d bechmar, msurazoe delle perormace e valuazoe de cos e od pesoe co mmo garao, COSOB, uader d aza,.36, Roma. DE FELCE M., MORCO F. 00 l redmeo e la perormace de od pesoe, uader MEFOP,.3, Roma. ELO E., GRUBER M. 999 vesmes; Porolo heory ad asse prcg, Voll. -, he M Press Cambrdge-Massachusses, Lodo-Eglad. ELO E., GRUBER M. 995 Moder porolo heory ad vesme aalyss, 5 h Edo, Joh ley & Sos c., ew Yor. ELO E., DAS S., GRUBER M., HLAVKA M. 993 Ececy wh cosly ormao: a reerpreao o evdece rom maaged porolos, he revew o acal sudes, vol. 6,. 0. MODGLA F., MODGLA L. 997 Rs aduse perormace, he Joural o porolo maageme, vol. 3,.. SHARPE.F. 996 Muual ud perormace, he Joural o Busess, vol. 39,..

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

Capitolo 3 Il trattamento statistico dei dati

Capitolo 3 Il trattamento statistico dei dati Capolo 3 Il raameo sasco de da 3. - Geeralà Nel descrere feome, occorre da u lao elaborare de modell (coè delle relazo maemache fra le gradezze, che coseao d descrere e preedere l feomeo) e dall alro dars

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

STATISTICA Lezioni ed esercizi

STATISTICA Lezioni ed esercizi Uverstà d Toro QUADERNI DIDATTICI del Dpartmeto d Matematca MARIA GARETTO STATISTICA Lezo ed esercz Corso d Laurea Botecologe A.A. / Quadero # Novembre M. Garetto - Statstca Prefazoe I questo quadero

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Sistemi Dinamici Lineari. tempo-discreti

Sistemi Dinamici Lineari. tempo-discreti Ssem Dmc Ler u empo-dscre y u u B Δ C y y u 3 y 3 S. Mrsl-Lbell: Ssem ler empo-dscre pg. Defzoe d ssem dmco lere Gl sem d gress, s e usce soo spz veorl Vle l prcpo d sovrpposzoe degl effe L relzoe Igresso/So/Usc

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

Analisi dei segnali nel dominio del tempo

Analisi dei segnali nel dominio del tempo Appui di Teoria dei Segali a.a. / Aalisi dei segali el domiio del empo L.Verdoliva I quesa prima pare del corso sudieremo come rappreseare i segali empo coiuo e discreo el domiio del empo e defiiremo le

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

CAPITOLO 18 STABILITÀ DEI PENDII

CAPITOLO 18 STABILITÀ DEI PENDII Captolo 8 CAPITOLO 8 8. Frae 8.. Fattor e cause de movmet fraos Per fraa s tede u rapdo spostameto d ua massa d rocca o d terra l cu cetro d gravtà s muove verso l basso e verso l estero. I prcpal fattor

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra? CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

4. RISPOSTA SISMICA DI SISTEMI MDOF

4. RISPOSTA SISMICA DI SISTEMI MDOF Corso Igegera Ssca - a.a. 9/ ott. g. Isaa Cleete ott. g. Chara Beo 4. RISPOSA SISICA DI SISEI DO Ottobre 9 v.. - Pag. 4. - Rsposta ssca sste DO 4. attore strttra Secoo le NC8 l fattore strttra q che tee

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset

come si tiene conto della limitazione d ampiezza e di velocità come si tiene conto della limitazione di frequenza come si tiene conto degli offset 8a resentazone della lezone 8 /6 Obettv come s tene conto della lmtazone d ampezza e d veloctà come s tene conto della lmtazone d reqenza come s tene conto degl oset 8a saper preved. col calcolo l nlenza

Dettagli

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Lecce, 19.02.2014 La

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE.

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE. Compatibilità totale con ogni apparato. Si usa con pulsanti normalmente chiusi. ella linea dei pulsanti c'è il 24Vcc. Insensibile alle interruzioni di rete. Insensibile agli sbalzi di tensione. Realizzazione

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività XXXII CONVEGNO UMI-CIIM IL VALORE FORMATIVO DELLA MATEMATICA NELLA SCUOLA DI OGGI dedicato a Federigo Enriques Livorno, 16-18 ottobre 2014 Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

ersità Carlo Ca/aneo - LIUC emi di Business Intelligence

ersità Carlo Ca/aneo - LIUC emi di Business Intelligence 2010 Pearson Management Informa4on Systems versità Carlo Ca/aneo - LIUC temi di Business Intelligence Alta direzione e staff Direzioni Funzionali o di Divisione Personale EsecuFvo Problem Iden4fica4on Solu4on

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

IT\lOSSIDAE}TLEX. úîmúli tendenze. dei mercati spingono verso il rinnovamento delle tradizionali linee di ricottura e

IT\lOSSIDAE}TLEX. úîmúli tendenze. dei mercati spingono verso il rinnovamento delle tradizionali linee di ricottura e ACGAO T\lOSSDAE}TLEX Silupp* sw &'$me d,x raamem&m, l Y r*cm&&wra & deempagg,fim per masr* & ea&dw.i*'*sssidab,$&* *lx A. Dulceí, S. Maríes, D. Moroí L r fr1 Ls úîmúli edeze. dei mercai spigoo erso il

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine Dall atomo di Bohr alla ostate di struttura fie. INFORMAZIONI SPETTROSCOPICHE SUGLI ATOMI E be oto he ogi sostaza opportuamete eitata emette radiazioi elettromagetihe. Co uo spettrosopio, o strumeti aaloghi,

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI Mirta Debbia LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - debbia.m@libero.it Maria Cecilia Zoboli - LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - cherubii8@libero.it

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Informa(on and Communica(on Technology supply chain security 15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Luca Lazzaretto Rosangela D'Affuso Padova, 29 aprile 2015 1 15

Dettagli