Introduzione. componente i d lungo l asse d;

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione. componente i d lungo l asse d;"

Transcript

1 MACCHINA SINCRONA A RIUTTANZA (RSM)

2 Introuzone Cotruttamente motor ncron a rluttanza reentano elle trutture rotorche anotroe e re magnet, a lamnazone conenzonale (ortogonale all ae rotore) o a lamnazone aale, cottute all'alternanza egment materale magnetco e amagnetco. Conerano una coa 'a ortogonal - n moo tale che l'ae conca con la rezone mnma rluttanza, efnce "raorto anotroa" l alore /. Nel cao rotore a lamnazone aale, tale raorto aumenta al crecere el numero egment. a coa elettromagnetca luata alla macchna è tanto maggore uanto ù alto è l raorto anotroa. Bogna tuttaa tener reente che, al unto ta tecnologco, non è conenente realzzare rotor a lamnazone aale con un numero egment troo grane e ertanto, generalmente, ottengono alor / comre tra ec e ent. Il motore ncrono a rluttanza uò offrre, almeno teorcamente, retazon ml a uelle ella macchna n corrente contnua a ecctazone nenente, e coè: funzonamento nella regone a coa cotante, ottenuto regolano la comonente ella corrente tatore lungo l ae e manteneno cotante la comonente lungo l ae ; funzonamento nella regone a otenza cotante, realzzato regolano l fluo lungo l'ae tramte la comonente ella corrente tatore. Tuttaa l motore ncrono a rluttanza ene fatto utlzzato realentemente er l funzonamento a coa cotante, rooneno come alternata a motor a magnet ermanent (n corrente contnua e ncron) er la momentazone to a. È o mortante ottolneare che la artcolare realzzazone el rotore a lamnazone aale goca un ruolo eenzale ulle retazon el motore, er le eguent ragon: - l'alto alore conente ottenere un fluo eleato anche con una corrente contenuta;

3 - l bao alore ermette regolare la corrente a cu è legata la coa con ra trantor, conenteno buone retazon namche. Il rotore a lamnazone aale noltre, e cotruto con materal magnetc regat, uò eere conerato ro erte, conenteno ottm renment e emlfcano roblem raffreamento. a ezone otenza ell'azonamento è cottuta, come conueto, al rarzzatore a o e a un nerter con tecnca controllo P.W.M. Anche n ueto cao l trauttore ozone (reoler o encoer) ene utlzzato er rcotrure l egnale retroazone ella eloctà. 1. Carattertche cotrutte elle macchne ncrone a rluttanza Per ottenere eleat alor el raorto / ono tat eat rotor a anotroa trbuta. Quet rotor oono eere uat con fferent t aolgment tatore e er fferent t forma 'ona elle corrent almentazone, er alcazon a eloctà arable e er aament n lnea, orgnano un numero eleato ì tologe motor e azonament. Coneguentemente, le macchne ncrone a rluttanza e relat azonament oono eere clafcate n bae a: confgurazone rotore: 1. macchne ncrone a rluttanza con gabba rotore er aamento ancrono;. macchne ncrone enza gabba er azonament a freuenza arable; to aolgmento tatore; tologa el tema controllo elle corrent almentazone tatore. 1.1 Il rotore a trbuzone anotroa el rotore uò ottener n ue manere: orentano crtall el metallo ancora fuo, er mezzo un camo magnetco, meante una tecnca cotrutta, tale a renere l rotore, nel uo comleo anotroo.

4 Pù eo uano entramb meto er eaerare tal carattertche, tutto a antaggo ella coa rluttanza. I motor RSM con gabba rotorca ono uat er tutte le alcazon oe è rcheta una artenza n lnea con tenone e freuenza almentazone cotant. Il rotore uò reentare una barrera er l fluo tatore realzzata con materal aramagnetc, come l'allumno, ota traeralmente alle lnee fluo n manera a merne la enetrazone all'nterno. a forma aunta a uete barrere uò arare n bae alle carattertche eerate. Queto to rotore uò aere una lamnazone conenzonale o aale. Pobl forme cotrutte ono rortate nelle fg. 1.1, 1., 1.3. Soltamente come materale aramagnetco utlzza l'allumno erché aole alla ulce funzone barrera er l fluo tatore e conuttore er la realzzazone ella gabba rotore, ualora ogla ottenere un motore, almentato alla rete a tenone e freuenza cotant, n grao auto-aar (aamento ancrono). Il rotore a lamnazone conenzonale è cottuto a lamern oortunamente olat fra loro con fogl o, ù comunemente, con ernc olant, ot traeralmente alla lunghezza ell'albero e aent oortune agome che ermettono l'alloggamento ella barrera fluo e eentualmente ella gabba. Fg Rotore con barrere fluo.

5 Fg Rotore anotroo a lamnazone conenzonale: a) n 1; b) n. Fg Rotore anotroo a lamnazone aale: a) n 1; b) n 3.

6 Il rotore a lamnazone aale o rotore AA (Axally amnate Anotroc rotor) reenta acch lamern materale ferromagnetco, con nterot fogl allumno ello eore l-5 mm, menone e forma oortuna, ot arallelamente (aalmente) all'albero el rotore, e che aolono alla ulce funzone barrera fluo e gabba rotorca (e fg. 1.3). A econa come engono agomat lamern, ottengono rotor con un numero ero coe olar n. Ne motor er azonament a freuenza arable, la gabba rotorca è nutle e gl chem receent emlfcano, come motra la fg Nel cao lamnazone conenzonale la cottuzone el rotore è mle a uella e motor munt gabba, con la fferenza che mancano gl anell chuura lateral ella gabba e le cae occuate all'allumno ono lacate uote o remte con materale olante. Fg Rotore AA con n. Per rurre ulterormente l camo magnetco lungo l ae n uaratura, oono eere nert magnet ermanent n ferrte al oto egl az olant. In ueto moo rece a ottenere un conereole camo arazone eloctà a otenza cotante (fg. 1.5).

7 Fg Rotore RSM con magnet ermanent ferrte. Con ueta confgurazone rotore l fluo tatore lungo l ae ene: PM e la coa elettromagnetca aume l ereone: C e 3 n [( ) + ] eeno PM l fluo emanato a magnet ermanent lungo l ae. Affnché PM oa etermnare una ruzone el fluo tatore lungo l ae, la corrente non ee cambare egno. Per nertre la eloctà ella macchna è, coneguenza, necearo cambare egno alla comonente retta. Poché l'nuttanza lungo l'ae è molto maggore uella lungo l'ae, l temo megato alla a cambare egno è eleato e coneguenza la namca arà molto ù lenta. a celta un motore RSM con rotore anotroo a lamnazone conenzonale o aale è un comromeo tra cot e retazon rchete al motore, che enono fortemente alle alcazon. I motor con rotore AA ono referbl erché hanno un mglor renmento e un maggor fattore otenza. PM

8 1. o tatore o tatore è normalmente cottuto a un nucleo ferromagnetco lamnato, con cae chue o emchue unformemente trbute. a confgurazone con cae aerte è utlzzata oltamente er otare un aolgmento olfae concentrato formato a una mataa er olo e er fae (fg. 1.6). e cae aerte ermettono faclmente l nerzone elle matae e oono eere uate er motor bfae o trfae ccola otenza, o er motor olfae (cnue, ette o noe fa) con coe eleate a baa eloctà. Fg Statore a cae aerte motore AA trfae bolare a bobne concentrate. A caua elle cae aerte l fluo al traferro uò contenere un numero eleato armonche, non tollerable a alcun azonament a caua elle eleate coe ulant coneguent. In uet ca rcorre alle cae chue o emchue (fg.1.7). Fg Statore con cae emchue con n 1.

9 Per alcazon n cu ono rchete eleate otenze o coe, lo tatore è realzzato con cae aerte o emchue le ual, oo aer nerto le matae, engono chue con oortune zee.. Dtrbuzone el camo magnetco e etermnazone elle nuttanze tatore lungo gl a - a truttura magnetca anotroa el rotore rene comlcato lo tuo ella trbuzone el camo magnetco. Per oter etermnare n moo accurato tale trbuzone rcorre a meto anal numerca, come uello che frutta l crcuto magnetco eualente (EMC metho Extene Magnetc Crcut metho), oure l metoo egl element fnt (FEM metho Fnte Element Metho) che ermette aere rultat etremamente rec. Il metoo EMC conte nella etermnazone el crcuto magnetco eualente lungo l'ae e lungo l'ae, nuano tutt obl ercor comut al fluo al traferro. S e la truttura magnetca anotroa cacun lamerno n tant egment alle carattertche magnetche cotant er ual è oble etermnare la rluttanza magnetca. In bae al ercoro comuto al fluo cotruce, econo cacun ae, l'eualente crcuto magnetco n cu comaono le rluttanze cacun egmento -emo oortunamente collegate, e le corronent forze magneto-motrc. I crcut magnetc coì ottenut oono eere rolt con clac meto numerc tramte mlementazone al calcolatore. Un eemo ueto moo roceere è motrato nelle fgure.1 e., nelle ual è rortato l crcuto magnetco eualente lungo l'ae retto e l ae n uaratura, rettamente. Il metoo egl element fnt (FEM), nece, frutta rettamente le euazon Maxwell e la cura magnetzzazone el materale ferromagnetco er etermnare l'anamento elle lnee fluo lungo gl a e (e fgure ). Il metoo EMC fornce mglor rultat n cao rotore a lamnazone conenzonale, mentre l metoo FEM è ù ncato er rotor AA.

10 Fg EMC alcato lungo l ae. Fg... - EMC alcato lungo l ae.

11 Fg Rete con 3500 unt noal. Fg Anamento elle lnee fluo econo l ae.

12 Fg Anamento elle lnee fluo econo l ae. 3. Moello matematco el motore ncrono a rluttanza Poché la macchna ncrona a rluttanza non ha aolgment rotore, le euazon che ne ecrono l comortamento namco rucono a uelle tenone tatore e a uella eulbro meccanco. e euazon tatore n coornate fae ono: a b c R R R a b c + t + t + t a, b, c a, b, c n cu ono le tenon fae tatore, le corrent fae,,, flu concatenat con gl aolgment fae tatore, e la a b c retenza cacun aolgmento fae tatore. I flu concatenat con gl aolgment tatore ono legat alle corrent fae alla eguente relazone matrcale: a b c R (1)

13 n cu [ )] abc ( er a b c [ (ϑ )] abc ϑ è la matrce elle nuttanze, che uongono arabl con legge nuoale con l angolo elettrco rotore ϑ er. Alcano la traformazone Park, è oble aare alle granezze fae alle granezze eree nel tema rfermento tazonaro er R + t a b c α β : αβ αβ αβ () A caua ell anotroa magnetca lungo gl a retto e n uaratura (la rluttanza è mnma econo l ae e mama econo l ae ), è conenente ermere l euazone tenone tatore n un tema rfermento rotante, olale con l rotore, cu a reale e mmagnaro concono con gl a e, rettamente. Fg Stem rfermento αβ tatore e - rotore. Teneno conto che a cu: jϑ e, alla () ottene: αβ R + + jωr (3) t

14 oe r R R ω + ω r r + t + t ω ω rareenta la eloctà angolare elettrca rotore, concente con (4) uella el rfermento rotante -. Rcorano che (5) ottene: R R ω r + ω r + + t t Alle ereon (6) corronono eguent crcut eualent lungo gl a e, nell ote tracurare le erte nel ferro: (6) Fg Crcut eualent lungo gl a e n aenza erte nel ferro.

15 In genere, ne motor a rluttanza con rotore to AA la aturazone magnetca erfca olo lungo l ae retto, cocché l nuttanza ene alla corrente, mentre l nuttanza è cotante. e erte nel ferro tatore oono eere ortate n conto er mezzo una retenza R m1 n arallelo con la tenone comleamente notta negl aolgment tatorc. Poché la trbuzone nuzone al traferro lungo l ae ha un anamento romo a uello conuoale, mentre la trbuzone lungo l ae è fortemente torta, n uet ultma aranno reent armonche azo amezza non tracurable. e armonche azal nuzone al traferro lungo l ae n uaratura cauano erte nel ferro rotore che oono eere ortate n conto tramte una retenza eualente R m a nerre n arallelo a alla tenone notta to mozonale lungo l ae retto, a alla tenone notta to traformatorco lungo l ae n uaratura. Fg Crcut eualent lungo gl a e ncluent le erte nel ferro.

16 Il moello matematco el RSM è comletato alla eguente euazone eulbro meccanco tra le coe: J n ωr t B C e C r ω r (7) n oe C r rareenta la coa retente, Bω r la coa attrto coo, n l n numero aa ol, e J l momento nerza el rotore e el carco conneo. a coa elettromagnetca C e è ata alla eguente ereone: 3 C e n ( ) (8) che, ottuta nella (7), enta: J n ωr t 3 n( ) C r B ωr n (9) e euazon (6) e (9) oono eere rcrtte n moo a mettere n eenza termn t t,, ω r, coè le erate elle arabl tato: t t t R R + ω r ωr + + (10) ωr t 3 n J ( ) n J C r B ωr J e arabl tato rcaano er ntegrazone e econ membr elle (10). Il agramma a blocch Smulnk el moello matematco el RSM è l eguente:

17 Fg Dagramma a blocch Smulnk el motore RSM. 4 Controllo el motore ncrono a rluttanza Per l controllo ell amezza e ella fae el ettore ella corrente tatore (controllo ettorale) oono aottare ere tecnche, n relazone alle ere egenze funzonamento ella macchna. Sotanzalmente etono ue tecnche fonamental er l controllo el ettore ella corrente tatore: controllo ell angolo δ tra l ettore ella corrente tatore e l ae el tema rfermento ncrono rotore; controllo a cotante. A ua olta, er l controllo ell angolo δ oono alcare er crter, rncal e ual aranno ecrtt nel eguto. Il controllo a cotante ene normalmente utlzzato er eloctà rotore fno alla eloctà nomnale, coè n aenza nebolmento fluo. Per ottenere la

18 mama coa, l alore ene oto uguale al mamo comatble con l lello aturazone ammble lungo l ae retto. In tal moo, la coa elettromagnetca luata alla macchna rulta eere rettamente roorzonale alla comonente ella corrente tatore lungo l ae n uaratura oble laorare a fluo nebolto, ruceno l alore.. E comunue Il controllo a angolo δ cotante è un controllo to nretto, n cu rferment corrente lungo gl a - ono etermnat n bae alla coa elettromagnetca * eerata e all angolo δ corronente al crtero recelto: * C e * * * e C (11) 3 n * * ( ) tgδ * * ( C ) tgδ gn (1) e 4.1 Controllo ell angolo δ Crtero ella mama coa er fluo tatore Teneno conto che l moulo el fluo tatore uò ermere nella forma: la coa elettromagnetca enta: ( ) + ( ) (13) C e 3 3 n( ) n ( 1) ( ) (14) Per un refato alore el fluo tatore, la mama coa elettromagnetca che la macchna uò luare rcaa oneno a zero la erata arzale ella (14) retto alla corrente. S ottene:

19 ( ) ( ) ( ) e C (15) a cu: ( ) / (16) Dalle (15) e (16) ha: t tg co δ (17) t t e tg n n n C co co 1) ( 3 1) ( 3 1) ( 3 δ (18) a (18) mette n eenza che la coa mama luable alla macchna, a fluo tatore cotante, crece lnearmente con l raorto anotroa Crtero ella mama coa er corrente tatore Ermeno la coa elettromagnetca (8) come egue: 1 3 e n C (19) la mama coa elettromagnetca che la macchna uò luare er un refato alore ella corrente tatore ottene oneno uguale a zero la erata arzale ella (19) retto alla corrente. Rulta: e C (0)

20 a cu: C e (1) 1 tgδ () co t 3 3 n 1 1 co n t tg co t δ (3) Crtero el mamo fattore otenza Tracurano la cauta tenone ulla retenza tatore, le euazon (6) n conzon funzonamento a regme oono aromare come egue: ω r r ω Se ϕ e ϕ rareentano le fa e ettor tenone e corrente, rettamente, nel tema rfermento ncrono -, e ϕ è l angolo faamento recroco tra ue ettor, allora rulta (e fg. 4.1): (4) ϕ Fg Dagramma ettorale el RSM n conzon regme. tgϕ tg ( ϕ ϕ ) + tgϕ tgϕ 1 + tgϕ tgϕ 1 + ( + ) x + / x (5)

21 n cu x /. Derano retto a x la (5), e uguaglano a zero la erata ottene: tgϕ 0 x x tgδ (coϕ ) max (6) C e (coϕ ) 3 n ϕ mn a tan (7) 1 3 n 1 tgδ (coϕ max ) max (8) Confronto tra er crter Per cacun crtero, l luogo ecrtto nel ano - al ettore ella corrente tatore al arare ella coa è rareentato a una retta enenza tg δ, come motrato n fg. 4.. In un unto arbtraro P u tale retta, la coa elettromagnetca luata è roorzonale all area el rettangolo lat (P) e (P). Normalmente la comonente lungo l ae retto ella corrente tatorca non ee uerare l 30% ella corrente nomnale, al fne lmtare l lello aturazone magnetca lungo l ae retto. Ne conegue che la mama coa luable alla macchna è lmtata alla mama corrente lungo l ae, e ene al tg δ, coè al crtero controllo aottato er l angolo δ. Confrontano la (18) con la (3), uò oerare che C C e co t e co t tgδ tgδ co t co t << 1 coè la coa mama er corrente tatore rulta molto nferore retto a uella ottenble con l crtero ella coa mama er fluo tatore. Ne conegue che l controllo è aeguato olo er ba alor coa carco. (9)

22 (P) P tg δ / tg δ / δ (P), n tgδ 1 Fg. 4.. uogh ecrtt al ettore corrente tatore al arare ella coa elettromagnetca, er er alor δ. Il crtero el mamo fattore otenza orta a una coa mama nferore un fattore / retto a uella luata a fluo tatore cotante, e uerore el fattore nero retto a uella luata a corrente tatore cotante.

23 A.1 Macchna ncrona monofae a rluttanza elementare S coner la truttura elementare ella macchna ncrona monofae a rluttanza motrata n fgura A1. Ea è cottuta a un nucleo materale ferromagnetco che rareenta lo tatore, ul uale è aolto un certo numero N re ercore a corrente alternata nuoale ulazone ω. Tra le ue eanon olar tatore che engono a creare è oto l rotore a truttura anotroa. S uonga tracurare flu magnetc erone. Fg. A.1 Macchna ncrona monofae a rluttanza. Oerano la fgura A1, comrene mmeatamente che l crcuto magnetco reenta mnma rluttanza R uano l ae el rotore è allneato con l ae rfermento r olale con lo tatore, mentre ha rluttanza mama R uano l ae è n uaratura, coè l ae è allneato con l ae rfermento r. D contro, l nuttanza ( β ) N / R ( β ) ara tra un alore mamo N /R e un alore mnmo N /R. Aumeno che l nuttanza ar con legge nuoale al arare ell angolo β formato tra l ae e l ae r (e fg. A), rulta:

24 oe ω m t βo, m β + [ + + ( )co ] 1 ( β ) β (A.1) ω è la eloctà el rotore, e β o la ua ozone nzale. Fg. A. Varazone ell nuttanza con l angolo rotore β. a coa elettromagnetca luata alla macchna è ata alla relazone: C N β β R ( N) R 1 ( R oc ( N) enβ ) R 1 R β (A.) oe la rluttanza R ha la eguente ereone: R R ae R oc co β (A.3) n cu R ae R + R è la rluttanza mea, e R ell ocllazone ella rluttanza attorno al alore meo. euazone (A.) enta: oc R R è l amezza

25 C ϕ R oc enβ ϕ M co ( ω t) R enβ 1 ϕ MR oc( enβ + enβ co ω t) K 1 enβ + en(ω mt + β0 + ω t) + oc 1 en(ω t + β m 0 ω t) (A.4) Affnché la macchna oa luare una coa mea non nulla è necearo che ω m ω. In tal cao la coa mea rulta uguale a: en β C 0 ae K (A.5) 4

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media Errori di miura Se lo trumento di miura è abbatanza enibile, la miura rietuta della tea grandezza fiica darà riultati diveri fra loro e fluttuanti in modo caratteritico. E l effetto di errori cauali, o

Dettagli

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali Lezione n. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tenioni normali Determinazione elle configurazioni i rottura per la ezione Una volta introotti i legami cotitutivi, è poibile eterminare

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO

CINEMATICA DEL CORPO RIGIDO INEMTI DE ORPO RIGIDO o tudo della geometra degl potament de punt d un tema materale potzzato come rgdo rentra n quella parte della Meccanca laca che è la nematca. a cnematca tuda pobl movment d un corpo

Dettagli

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo ESERCIZI DI FISICA CHAPTER 1 CINEMATICA 1.1. Moto Rettilineo Velocità media: vettoriale e calare. Exercie 1. Carl Lewi ha coro i 100m piani in circa 10, e Bill Rodger ha vinto la maratona (circa 4km)

Dettagli

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer Mea a punto avanzata più emplice utilizzando Funzione Load Oberver EMEA Speed & Poition CE Team AUL 34 Copyright 0 Rockwell Automation, Inc. All right reerved. Co è l inerzia? Tutti comprendiamo il concetto

Dettagli

Impianti VAV di ultima generazione

Impianti VAV di ultima generazione PANORAMICA Impianti VAV di ultima generazione Prodotti all'avanguardia per la ventilazione regolabile u richieta! www.wegon.com La ventilazione regolabile u richieta garantice grande comfort e coti di

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI Giunzione a compara in lega di alluminio per utilizzo in ambienti interni ed eterni (cl. di erv. 2) Preforata con ditanze ottimizzate per giunzioni ia u legno (chiodi

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

MACCHINA SINCRONA TRIFASE

MACCHINA SINCRONA TRIFASE MACCHIA SICROA TRIFASE + + + + + + + + + + + + + + + + + + L avvolgimento di eccitazione, percorso dalla corrente continua i e, crea una f.m.m. al traferro e quindi un campo magnetico in modo tale che

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

NUMERI RAZIONALI E REALI

NUMERI RAZIONALI E REALI NUMERI RAZIONALI E REALI CARLANGELO LIVERANI. Numeri Razionali Tutti sanno che i numeri razionali sono numeri del tio q con N e q N. Purtuttavia molte frazioni ossono corrisondere allo stesso numero, er

Dettagli

STABILITÀ DEI SISTEMI LINEARI

STABILITÀ DEI SISTEMI LINEARI STABILITÀ DEI SISTEMI LINEARI Quando un sistema fisico inizialmente in quiete viene sottoosto ad un ingresso di durata finita o di amiezza limitata, l uscita del sistema dovrebbe stabilizzarsi a un certo

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

6. Moto in due dimensioni

6. Moto in due dimensioni 6. Moto in due dimensioni 1 Vettori er descriere il moto in un piano, in analogia con quanto abbiamo fatto per il caso del moto in una dimensione, è utile usare una coppia di assi cartesiani, come illustrato

Dettagli

Analisi in regime sinusoidale (parte V)

Analisi in regime sinusoidale (parte V) Appunti di Elettrotecnica Analisi in regime sinusoidale (parte ) Teorema sul massimo trasferimento di potenza attiva... alore della massima potenza attiva assorbita: rendimento del circuito3 Esempio...3

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA ANDREA USAI Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Andrea Usai (D.I.S. Antonio Ruberti ) Laboratorio di Automatica

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

Cristian Secchi Pag. 1

Cristian Secchi Pag. 1 Controlli Digitali Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica CONTROLLORI PID Tel. 0522 522235 e-mail: secchi.cristian@unimore.it Introduzione regolatore Proorzionale, Integrale, Derivativo PID regolatori

Dettagli

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m w w w. a x o t a l a. c o m SISSIWEB AXIOS SIDI INVIO SMS INVIO EMAIL ACQUISIZIONE ASSENZE - DA SCANNER - DA PALMARE C/C POSTALE E BANCARIO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI GESTIONE ORARIA DEL PERSONALE PRIVACY

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

GIRO DELLA MORTE PER UN CORPO CHE ROTOLA

GIRO DELLA MORTE PER UN CORPO CHE ROTOLA 0. IL OETO D IERZIA GIRO DELLA ORTE ER U CORO CHE ROTOLA ell approfondimento «Giro della morte per un corpo che scivola» si esamina il comportamento di un punto materiale che supera il giro della morte

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE

CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE RRISIH D SOIZIO bbiamo visto che la trave uò essere definita come un solido generato da una figura iana S (detta seione retta o seione ortogonale) che si muove nello saio mantenendosi semre ortogonale

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Statiche se la trasformazione dell energia avviene senza organi in movimento (es. Trasformatori.)

Statiche se la trasformazione dell energia avviene senza organi in movimento (es. Trasformatori.) Macchine elettriche parte Macchine elettriche Generalità Definizioni Molto spesso le forme di energia in natura non sono direttamente utilizzabili, ma occorre fare delle conversioni. Un qualunque sistema

Dettagli

Macchine rotanti. Premessa

Macchine rotanti. Premessa Macchine rotanti Premessa Sincrono, asincrono, a corrente continua, brushless sono parecchi i tipi di motori elettrici. Per ognuno teoria e formule diverse. Eppure la loro matrice fisica è comune. Unificare

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente 1.1 Il motore a corrente continua Il motore a corrente continua, chiamato così perché per funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente costante, è costituito, come gli altri motori da due

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

CAPITOLO 1. Motore a corrente continua ad eccitazione indipendente

CAPITOLO 1. Motore a corrente continua ad eccitazione indipendente CAPITOLO Motore a corrente continua ad eccitazione indipendente. - Struttura e principio di funzionamento Una rappresentazione schematica della struttura di un motore a corrente continua a due poli è mostrata

Dettagli

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI 1. Tipi di Onde Exercie 1. Un onda viaggia lungo una corda tea. La ditanza verticale dalla creta al ventre è di 13 c e la ditanza orizzontale dalla creta

Dettagli

5 LAVORO ED ENERGIA. 5.1 Lavoro di una forza

5 LAVORO ED ENERGIA. 5.1 Lavoro di una forza 5 LAVR ED ENERGIA La valutazione dell equazione del moto di una articella a artire dalla forza agente su di essa risulta articolarmente semlice qualora la forza è costante; in tal caso è ossibile stabilire

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Geometria nel piano complesso

Geometria nel piano complesso Geometria nel piano complesso Giorgio Ottaviani Contents Un introduzione formale del piano complesso 2 Il teorema di Napoleone 5 L inversione circolare 6 4 Le trasformazioni di Möbius 7 5 Il birapporto

Dettagli

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo Catalogo isowel Il sistema i fissaggio a inuzione Nuovo isowel l innovativo sistema i fissaggio a inuzione i SFS intec Il nuovo sistema isowel TM i SFS intec è un sistema i fissaggio a inuzione innovativo

Dettagli

Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 2000-2001

Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 2000-2001 Matematica per la nuova maturità scientifica A. Bernardo M. Pedone Maturità Scientifica PNI, sessione ordinaria 000-00 Problema Sia AB un segmento di lunghezza a e il suo punto medio. Fissato un conveniente

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

Dispensa n.1 Esercitazioni di Analisi Mat. 1

Dispensa n.1 Esercitazioni di Analisi Mat. 1 Disensa n.1 Esercitazioni di Analisi Mat. 1 (a cura di L. Pisani) C.d.L. in Matematica Università degli Studi di Bari a.a. 2003/04 i Indice Notazioni iii 1 Princii di sostituzione 1 1.1 Funzioni equivalenti

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Microeconomia venerdì 29 febbraio 2008 La struttura della lezione

Dettagli

Genova, 26 febbraio 2014. Commissione di Garanzia - Roma. Osservatorio sui conflitti sindacali - Roma. Prefetto di Genova

Genova, 26 febbraio 2014. Commissione di Garanzia - Roma. Osservatorio sui conflitti sindacali - Roma. Prefetto di Genova CG t FY-#tsL ry F[OERAZt0NEtfÀilAr{ATRASP0fii' Wrh-rsFoRîr Genova, 26 febbraio 2014 Commissione di Garanzia - Roma Osservatorio sui conflitti sindacali - Roma Prefetto di Genova Direzione ATP EsercizioSr!

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

Consideriamo un gas ideale in equilibrio termodinamico alla pressione p 1. , contenuto in un volume V

Consideriamo un gas ideale in equilibrio termodinamico alla pressione p 1. , contenuto in un volume V LEGGI DEI GS Per gas si intende un fluido rivo di forma o volume rorio e facilmente comrimibile in modo da conseguire notevoli variazioni di ressione e densità. Le variabili termodinamiche iù aroriate

Dettagli

Collettori solari termici

Collettori solari termici Collettori solari termici 1 VELUX Collettori solari. Quello che cerchi. massima durabilità, facile installazione Estetica e integrazione A fferenza degli altri collettori solari termici presenti sul mercato,

Dettagli

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI

6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI 6 DINAMICA DEI SISTEMI DI PUNTI MATERIALI Consdeao un sstea d n unt ateal con n > nteagent ta loo e con l esto dell unveso. Nello studo d un tale sstea sulta convenente scooe la foza agente ( et) sull

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO SCHEMA DELL AZIONAMENTO A CATENA APERTA AZIONAMENTO L azionamento a catena aperta comprende il motore asincrono e il relativo convertitore statico che riceve

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

Protezione dai contatti indiretti

Protezione dai contatti indiretti Protezione dai contatti indiretti Se una persona entra in contatto contemporaneamente con due parti di un impianto a potenziale diverso si trova sottoposto ad una tensione che può essere pericolosa. l

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

bensì una tendenza a ruotare quando vengono applicate in punti diversi di un corpo

bensì una tendenza a ruotare quando vengono applicate in punti diversi di un corpo Momento di una forza Nella figura 1 è illustrato come forze uguali e contrarie possono non produrre equilibrio, bensì una tendenza a ruotare quando vengono applicate in punti diversi di un corpo esteso.

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7

APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7 APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7 11 settembre 2007 2 Indice 1 ASPETTI GENERALI 7 1.1 Introduzione........................................ 7 1.2 Classificazione delle macchine elettriche........................

Dettagli

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo.

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo. Anello. Un anello (A, +, ) è un insieme A con due operazioni + e, dette somma e prodotto, tali che (A, +) è un gruppo abeliano, (A, ) è un monoide, e valgono le proprietà di distributività (a destra e

Dettagli

L elettrodinamica dei corpi in movimento 1 A. Einstein

L elettrodinamica dei corpi in movimento 1 A. Einstein L elettrodinamica dei corpi in moimento A Einstein È noto che l elettrodinamica di Maxwell - come la si interpreta attualmente - nella sua applicazione ai corpi in moimento porta a delle asimmetrie che

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA

La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA 2020. Ci aspetta un grande obiettivo La direttiva Eco-design. 02 Nel 2005 l Unione Europea ha approvato la nuova direttiva

Dettagli

ARCHITETTI JUNIOR PROVA PRATICA

ARCHITETTI JUNIOR PROVA PRATICA ARCHTETT JUNOR PROVA PRATCA TEMA 1 Stesura grafica di una planimetria catastale Avete ricevuto via fax, da un vostro cliente, la planimetria catastale allegata, riguardante una unità immobiliare residenziale.

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

6 Collegamento cerniera con piastra d anima (Fin Plate)

6 Collegamento cerniera con piastra d anima (Fin Plate) 6 Collegamento cerniera con iastra d anima (in Plate) 6. Generalità e caratteristiche del collegamento Il collegamento a cerniera con iastra d anima si realizza saldando in oicina una iastra all elemento

Dettagli

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011

Trasformazioni Geometriche 1 Roberto Petroni, 2011 1 Trasformazioni Geometriche 1 Roberto etroni, 2011 Trasformazioni Geometriche sul piano euclideo 1) Introduzione Def: si dice trasformazione geometrica una corrispondenza biunivoca che associa ad ogni

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio.

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio. Carichi unitari delle sezioni e verifica di massima Una volta definito lo spessore, si possono calcolare i carichi unitari (k/m ) Solaio del piano tipo Solaio di copertura Solaio torrino scala Sbalzo piano

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Guida per l utente di BookDB. Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da:

Guida per l utente di BookDB. Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da: Guida per l utente di BookDB Tr a d u zio ne n o n ufficiale e libera m e nte a dattata del m a n u ale dell utente da: Zerg Productions p u b blica anche: U lteriori infor m a zio ni sul sito: http://randor

Dettagli

Ottica. 1 p + 1 q = 2 R

Ottica. 1 p + 1 q = 2 R - - I amosi specchi ustori usati da rchimede per bruciare le navi nemiche erano specchi serici. Sapendo che la distanza delle alture, dove erano posti gli specchi, dal mare era di 00 m, dite uale doveva

Dettagli

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE.

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola portoghese in cotto AA IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola di punta nella gamma Imerys-copertura, la sua onda molto pronunciata offre un compromesso ideale per i clienti alla ricerca

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli